IL COMPLESSO MONUMENTALE DI SANT AGOSTINO A FANO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL COMPLESSO MONUMENTALE DI SANT AGOSTINO A FANO"

Transcript

1 IL COMPLESSO MONUMENTALE DI SANT AGOSTINO A FANO 54

2 Franco Battistelli Da Santa Lucia a Sant Agostino Restano sconosciuti l aspetto e le dimensioni della primitiva chiesa parrocchiale di Santa Lucia: chiesa ceduta nel 1265 agli eremiti Agostiniani quando decisero di abbandonare il loro convento di Santo Stefano in Padule per trasferirsi in città. Così è ricordato l avvenimento dallo storico Pietro Maria Amiani: I Frati Eremiti Agostiniani di Santo Stefano in Palude, o Padule accennati da Noi all anno 1163, procurarono, abbandonato quel loro Convento, di passare in Città, domandando perciò la Chiesa Parrocchiale di Santa Lucia al Cardinale Simon Paltiniero Legato, che a 5 di Agosto del 1256, spinto dai motivi di P. Errera nel suo Alfabeto Agostiniano con le seguenti parole registrati: Non ignari quod Ecclesia Sanctae Luciae de Fano longe melius per Fratres Eremitas religiosos Ordinis S. Augustini, quam per Seculares Clericos cultu ipso fovebitur, et in oculis omnium tractabitur, et regetur: ne commise da Fabbriano la concessione alla Canonica, attesa la vacanza della nostra Chiesa per la morte del vescovo Adjuto testé seguita: Dall Istrumento però, che i Canonici ne fecero col consenso di Pietro Rettore allora di detta Chiesa di S. Lucia a Fra Bene Priore di Brettino, e Fra Romano Priore di detto Santo Stefano in Padule, e Fra Rinaldo Sindico divisandosi, che avevano prevenuto le facoltà del Legato, perché la stipolazione si scorge seguita sotto il dì 4 Marzo di detto anno 1265, benché porti in ventre la Lettera del Cardinal Simone de 5 Agosto sudetto, come dalla pergamena esistente nell Archivio de medesimi Religiosi Agostiniani di Santa Lucia, e da noi riportata al Sommario in pié di queste Memorie; non fia meraviglia se essi, se essi Eremiti prudentemente, appena alla nostra Chiesa fu assunto Fra Tommaso Morando Religioso di San Domenico, e precisamente nel mese di Febbrajo del 1266, il supplicarono per la conferma della ricevuta donazione, che poi sotto li 5 Aprile di detto anno a petizione del Priore Fra Giacomo, e degli altri suoi Religiosi per solenne Istrumento graziosamente ottennero; lo che addita ancora il P. Torelli ne suoi Secoli Agostiniani, quando delle dette Chiese di Santo Stefano in Padule, e di Santa Lucia va ragionando. 1 Unica certezza, l inversione di orientamento subita da quella antica chiesa dopo il 1563 rispetto a quello della chiesa attuale, dopo che già nel 1409, durante la signoria dei Malatesti, la chiesa era stata rinnovata, così come dimostra all esterno la superstite fiancata orientale tardogotica con lunghe monofore trilobate tamponate ed elaborato cornicione in cotto sorretto da arcatelle pensili. All interno sopravvivono invece, sui due lati dell ingresso attuale, i vani delle due cappelle che fiancheggiavano un tempo l area presbiteriale: cappelle le cui pareti conservano tratti di affreschi tardogotici, in particolare un ciclo dedicato a Santa Lucia il cui racconto, come precisato da Giampiero Donnini: Si snoda in quattro grandi figurazioni, ricche di movimento e di personaggi, il cui carattere figurativo, pur se talvolta indulgente a soluzioni di carattere popolare e anneddotico, non risulta privo di qualità espressive e cromatiche. Sembrano risentire del clima estetico del primo 400, ma in una fase ormai avanzata, e maturata per l accoglienza di più evolute soluzioni formali. 2 Così, a sua volta, Maria Chiara Jorio scrive: Il ciclo si svolgeva su tre o quattro registri (la parte inferiore è andata completamente perduta) su due pareti della cappella: quella di controfacciata e quelle nord orientale, oltre che sul pilastro circolare che delimitava il vano a ovest. La prima scena del ciclo è quella sulla parete laterale in alto, e araffigurava Santa Lucia che prega per la madre davanti alla tomba di Sant Agata, ma attualmente è visibile solo la parte superiore della struttura architettonica: il tempietto entro cui si svolgeva la scena; alla stessa altezza, sulla controfacciata, la Santa distribuisce i suoi beni ai poveri e ai derelitti: la figura femminile così come alcune di quelle degli sciancati in primo A fronte Pianta di Fano del Blavius (1663), particolare. La chiesa di Sant Agostino è indicata dal numero 29, mentre la basilica di Vitruvio è segnalata con il numero 74. (Biblioteca Federiciana di Fano) 55

3 IL COMPLESSO MONUMENTALE DI SANT AGOSTINO A FANO Qui e nelle due pagine seguenti Gli affreschi quattrocenteschi realizzati nella ex cappellina a destra dell ingresso attuale della chiesa di Sant Agostino Pianta schematica dell ingresso della chiesa con evidenziate le parti affrescate CHIESA ex cappella di sinistra ex cappella di destra Parete sud Parete est Pareti affrescate INGRESSO ATTUALE 56

4 DA SANTA LUCIA A SANT AGOSTINO 57

5 IL COMPLESSO MONUMENTALE DI SANT AGOSTINO A FANO 58

6 DA SANTA LUCIA A SANT AGOSTINO Gli affreschi quattrocenteschi ed una mensola della ex cappellina a sinistra dell ingresso attuale della chiesa di Sant Agostino 59

7 IL COMPLESSO MONUMENTALE DI SANT AGOSTINO A FANO La volta attribuita al Bibbiena in una antica incisione (Strafforello 1898) 60

8 DA SANTA LUCIA A SANT AGOSTINO piano, è ben riconoscibile, ma non sappiamo quanto sia rimasto del dipinto originario e quanto sia invece frutto di restauro [ ]. Sulla prima parete, nel registro inferiore, si riconosce, in posizione centrale, la Santa stante, a mani giunte e con lo sguardo rivolto al cielo che un gruppo di uomini sulla destra, cui è stato comandato di portarla in un postribolo, non riesce a spostare di un passo, nonostante, incitato dalla folla e dal giudice sulla sinistra, tiri con grande sforzo una fune passante attorno alla vita di Lucia. Sullo sfondo si intravedono raffi nate architetture. La scena oltre ad essere, come le altre, notevolmente scialbata e lacunosa, appare interrotta da uno strato di intonaco formante un arco e si estende da un estremità all altra [ ]. Sulla parete contigua, alla stessa altezza, la Santa è in posizione analoga, nonostante questa volta a tirare le corde vi siano anche dei buoi; lo sfondo è lo stesso della scena precedente, ma sulla sinistra la folla ora appare attonita, mentre il giudice si contorce sul trono per la rabbia. Se il tempietto sullo sfondo appare piuttosto bel costruito, la pedana del trono è resa di scorcio in maniera alquanto ingenua e inverosimile; questo particolare, insieme alle brevi iscrizioni in caratteri gotici visibili ai piedi di Lucia e nella parte centrale della cornice che separa questo dall espisodio soprastante (probabilmente le iscrizioni erano un po ovunque), inducono a confermare una datazione non successiva ai primi anni del XV secolo. 3 Preziose tracce superstiti, quindi, del primo ricordato rinnovamento della chiesa di Santa Lucia, riconsacrata dal vescovo Antonio David nel 1409, al tempo di Pandolfo III Malatesti. Altre tracce di affreschi quattrocenteschi, riscoperte una decina di anni or sono, restano quelle emerse sotto l intonaco dell antica Sala Capitolare a cui si accede dal chiostro, interamente rifatto quest ultimo nella seconda metà del secolo XVI, senza peraltro distruggere le due antiche bifore che tuttora affiancano l ingresso di detta sala dove perfettamente integro sopravvive l originario bel soffitto ligneo cuspidato. Sant Agostino Anno 1940 L età non più verde di chi scrive gli consente di ricordare il fastoso interno della chiesa di Sant Agostino prima che il 17 aprile del 1944 un grappolo di spezzoni incendiari dell aviazione angloamericana, diretti sulla vicina linea ferroviaria, ne abbattesse la grande volta affrescata e ne devastasse parte dell area prebiteriale (cappella maggiore e, sulla destra, la cappella Corbelli, lasciando intatta sul lato opposto la cappella Nolfi). 4 L aspetto della chiesa intorno al 1940 era quello di una vasta aula barocca, resa tale da sei imponenti altari laterali in legno intagliato e dorato, posti al centro di altrettante arcate cieche, inserite fra alte paraste binate d ordine jonico, separate da nicchie a coppie sovrapposte con statue in stucco di Santi e Sante attribuite all Amantini (Tommaso Amantini) e all Alessio (Alessio Pellegrini). 5 Un insieme di gusto decisamente fastoso, immaginato intorno alla metà del secolo XVII dal fanese Ludovico Giorgi dopo la ricordata inversione di orientamento subita dalla chiesa a partire dal Decisamente spettacolare l ampia volta a padiglione (portata a termine nel 1685) con costolature a stucco e grande riquadro affrescato al centro dove un Sant Agostino in Gloria su sfondo azzurro campeggiava a coronamento di una scenografica prospettiva architettonica nello stile di Ferdinando Bibiena: un artista a cui l opera è stata attribuita senza prova di documenti dalle vecchie guide, ma in realtà realizzata dal pittorequadraturista fanese Giovanni Battista Manzi. 7 Degne di nota le tele poste sui vari altari, a partire dalla destra dove si apriva la ricordata cappella Corbelli, abbellita allora da una copia del noto dipinto di Simone Cantarini raffigurante la Vergine che appare a San Tommaso da Villanova, dopo che l originale era stato rimosso dagli eredi Corbelli per trasferirlo nel loro palazzo. 8 Passando agli altari laterali, il primo, come ricordato dal Paolucci, presentava una tela di nessun valore, ma, sotto di essa, nell ulti- 61

9 62 Interno della chiesa in una foto d archivio anteriore al terremoto del 1916

10 63

11 IL COMPLESSO MONUMENTALE DI SANT AGOSTINO A FANO Uno dei sei altari laterali come si presenta oggi mo restauro, dopo il terremoto del 1930, si è trovato parte di un affresco del quattrocento, rappresentante il Crocifisso. Il secondo altare presentava invece un Sant Agostino in Gloria del pistoiese Giacinto Geminiani, seguito sul terzo altare da un San Nicola da Tolentino in atto di pregare la SS. Trinità del parmigiano Giovanni Battista Draghi. 9 Sul primo altare a sinistra c era una copia della nota Madonna della Cintura dipinta da Simone Cantarini per la chiesa rurale dell eremo di Brettino. 10 Sul secondo altare era invece esposto un secondo dipinto del pistoiese Geminiani, una Sacra Famiglia (firmata e datata 1654), seguita sul terzo altare da una Santa Filomena, pregevole opera realizzata nel 1834 dal bolognese Clemente Alberi. 11 A sinistra del presbiterio, all interno della cappella Nolfi, campeggiava allora il celebre, ammiratissimo Angelo Custode del Guercino, commissionato dal nobile Vincenzo Nolfi per la propria cappella di famiglia nel Sullo sfondo del cappella maggiore era stata posta nel 1775 la grande tela di Sebastiano Ceccarini raffigurante il Martirio di Santa Lucia, 13 affiancata sulle pareti del presbiterio e del coro da ben dodici quadri di diverse dimensioni dovuti al pesarese Giammaria Luffoli, allievo di Simone Cantarini: quadri tutti oggi perduti, essendosi salvata dal bombardamento del 1944 la sola tela del Ceccarini. 14 Sui due lati dell ingresso sottostante la cantoria, si accedeva a quelle che erano in origine, prima della ricordata inversione di orientamento della chiesa, le due piccole cappelle che nel presbiterio affiancavano quella maggiore: una in particolare con tracce di affreschi trecenteschi e quattrocenteschi con le ricordate Storie di Santa Lucia restaurate nel 1933; 15 l altra più tardi riutilizzata come base del campanile, abbattuto per ragioni statiche nel Nell ex fabbricato conventuale adiacente, precisa il Selvelli: Il Seminario possiede pitture del Guerrieri, del Ceccarini, dell Albertini (detto el Pulitin). 17 Di Giovanni Francesco Guerrieri, conservate oggi in Episcopio, restano, già collocate un tempo nella sala capitolare dell ex convento agostiniano poi sede del Seminario Diocesano, le quattro note tele (cm 159x80) raffiguranti Le quattro Virtù Cardinali: Prudenza, Giustizia, Temperanza e Fortezza, originariamente appartenute alla collezione privata di Pietro Petrucci. 18 Dallo stesso fabbricato, proviene anche la piccola tela (cm 62x49) con Ritratto di adolescente (Pippo buono) di Sebastiano Ceccarini, pure trasferita dal Seminario Diocesano in Episcopio. 19 Perduti sembra invece siano ormai i dipinti eseguiti da Giovanni Albertini ( el Pulitin ) noto, a detta di Romolo Eusebi, come fine disegnatore e curioso annotatore di cronache d arte fanesi (architetture, scenografie teatrali e soggetti a tema naturalistico), vissuto a cavallo fra Settecento e Ottocento, frequentatore e spesso ospite delle famiglie nobili del tempo

12 DA SANTA LUCIA A SANT AGOSTINO Note 1. P. M. Amiani, Memorie istoriche della città di Fano, Fano 1751, vol. I, pp G. Donnini, La pittura del XV secolo, in F. Battistelli (a cura di) Arte e cutura nella provincia di Pesaro e urbino, Venezia 1986, pp , in particolare p M. C. Iorio, I luoghi di culto, in F. Milesi (a cura di), Fanum medievale, Fano 1997, pp G. Perugini, Fano e la seconda guerra mondiale, Bologna 1949, p E. De Blasi, La chiesa di Sant Agostino e il suo complesso scultoreo: proposte per una nuova ricerca, in Nuovi studi fanesi, n. 3, pp ; L. Arcangeli, Tracce per una storia della scultura nelle Marche, in P. Zampetti (a cura di), Scultura nelle Marche dalle origini all età contemporanea, Firenze 1993, p. 381; Anonimi Sec. VIII, Pitture d uomini eccellenti nelle chiese di Fano, Quaderno di Nuovi studi fanesi, Fano 1995, pp O.T. Locchi, La provincia di Pesaro ed Urbino, Roma 1934, p. 505; C. Selvelli, Fanum Fortunae, V edizione, Fano 1943, p. 147; S. Tomani Amiani, Guida Storico Artistica di Fano, prima edizione a stampa del manoscritto del 1853, Pesaro 1981, p. 82; A. Deli, Fano nel Seicento, Urbino 1989, p O.T. Locchi, op. cit., p. 507; C. Selvelli, Fano e Senigalllia, Bergamo 1931, p. 92; M. Mancigotti, Simone Cantarini, 1975, pp ; S. Tomani Amiani, op. cit., p e 85; A. Deli, op. cit. pp. 110 e C. Selvelli, Fanum Fortunae, Fano 1943, p. 148; S. Tomani Amiani, op. cit., pp. 84 e 107; AA. VV., La Pinacoteca Civica di Fano, Fano 1993, pp (scheda n. 35 con bibliografia). 9. O.T. Locchi, op. cit., p. 505; C. Selvelli, op. cit., p A.C. Billi, Brettino e Simone Cantarini, Fano 1864; O.T. Locchi, op. cit., p. 505; C. Selvelli, op. cit., p. 148; M. Mancigotti, op. cit., pp ; S. Tomani Amiani, op. cit., pp. 196 e 199; AA.VV., op. cit., pp (scheda n. 34 con bibliografia). 11. O.T. Locchi, op. cit., pp. 505 e 507; C. Selvelli, op. cit., p S. Tomani Amiani, op. cit., p O.T. Locchi, op. cit., pp ; C. Selvelli, op. cit., pp AA.VV., op. cit., pp (scheda 41 con bibliografia). 13. O.T. Locchi, op. cit., p. 505; C. Selvelli, op. cit., p.148; B. Cleri, Sebastiano Ceccarini, 1992, pp (scheda 91 con bibliografia). 14. O.T. Locchi, op. cit., p. 505; C. Selvelli, op. cit., p O.T. Locchi, op. cit., p. 505; C. Selvelli, op. cit., p. 148; G. Donnini, La pittura del XIV Secolo, in F. Battistelli (a cura di), Arte e cultura nella Provincia di Pesaro ed Urbino, Venezia 1986, p O.T. Locchi, op. cit., p. 505; C. Selvelli, op. cit., p C. Selvelli, op. cit., p A. Emiliani, Giovan Francesco Guerrieri da Fossombrone, Fano 1997, pp , scheda B. Cleri, op. cit., p. 170, scheda R. Eusebi, I disegni ottocnteschi della cisterna in G. Volpe (a cura di), Il complesso monumentale di San Paterniano a Fano, Fano 2010, pp L aula di Sant Agostino come si presenta oggi 65

La Chiesa di S. Giovanni a Carbonara

La Chiesa di S. Giovanni a Carbonara La Chiesa di S. Giovanni a Carbonara La Chiesa di S. Giovanni a Carbonara è ubicata nell'omonima strada del centro storico, così chiamata in quanto era destinata in epoca medievale a luogo di scarico dei

Dettagli

Il centro storico di Castellaneta

Il centro storico di Castellaneta Il centro storico di Castellaneta La parte più antica di Castellaneta si trova sul punto più alto, il colle Archinto (241 metri s. l. m.) ed è circondato da due lati dalla gravina. Il centro storico mantiene

Dettagli

La Chiesa Dei Santi Tommaso E Benedetto Bosco Chiesanuova

La Chiesa Dei Santi Tommaso E Benedetto Bosco Chiesanuova La Chiesa Dei Santi Tommaso E Benedetto Bosco Chiesanuova Salienti pietra Facciata Campanile Pietra bianca Bifore vetro Rosone Pietra bianca e vetro Contrafforti pietra rossa chiara Lunetta affresco Portale

Dettagli

XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE

XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE XX GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Da 20 anni, ogni volta un Italia mai vista 24 25 marzo 2012 I BENI APERTI NEL MOLISE Con il Patrocinio di:» Le Delegazioni FAI della Regione Molise ringraziano Controllare

Dettagli

Frazione di Sant Andrea, Monastero di Santa Teresa

Frazione di Sant Andrea, Monastero di Santa Teresa Le chiese ritrovate Frazione di Sant Andrea, Monastero di Santa Teresa Un po di storia La facciata della chiesa In copertina: Sebastiano Ceccarini, S. Giovanni della croce Parrocchiale fino al 1986 con

Dettagli

La Cella di Talamello

La Cella di Talamello La Cella di Talamello Posta a metà strada fra la residenza vescovile di campagna e quella entro le mura, la Cella venne eretta e decorata per volontà del vescovo di Montefeltro mons. Giovanni Seclani frate

Dettagli

Simone Cantarini La Vergine col bambino appare a san Tommaso da Villanova. Olio su tela; 240,7 x 155,5 cm Fano, Pinacoteca Civica

Simone Cantarini La Vergine col bambino appare a san Tommaso da Villanova. Olio su tela; 240,7 x 155,5 cm Fano, Pinacoteca Civica Simone Cantarini La Vergine col bambino appare a san Tommaso da Villanova Olio su tela; 240,7 x 155,5 cm Fano, Pinacoteca Civica Parente amorevole. Così il nobile Camillo Cantarini definisce più volte,

Dettagli

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda Nel corso dei secoli, la vecchia parrocchiale di Sovico, subì notevoli trasformazioni. Dalle notizie esistenti, sappiamo che già nel XII secolo,

Dettagli

1 Navata. Intorno alle finestre, collocate nelle lunette, cornici architettoniche

1 Navata. Intorno alle finestre, collocate nelle lunette, cornici architettoniche 1 La chiesa è a unica navata scandita in sei campate sulla quale si aprono simmetricamente, con archi a tutto sesto, dodici cappelle, delle quali due fungono da accesso laterale alla chiesa. La navata

Dettagli

CHIESA DI SANTA CHIARA. Analisi storica della città di Trani e pianta della Chiesa e Convento di S. Chiara.

CHIESA DI SANTA CHIARA. Analisi storica della città di Trani e pianta della Chiesa e Convento di S. Chiara. Analisi storica della città di Trani e pianta della Chiesa e Convento di S. Chiara. Vista della chiesa prima dei lavori di restauro Vista della chiesa dopo i lavori di restauro Vista della controfacciata

Dettagli

Comunità montana Alta Valtellina - Comune di Sondalo

Comunità montana Alta Valtellina - Comune di Sondalo Comunità montana Alta Valtellina - Comune di Sondalo Sondalo, in Valtellina, 940 metri sul livello del mare, si trova a pochi passi dai grandi centri turistiche dell'alta valle e sorge ai piedi del Parco

Dettagli

Vendrogno e le sue 13 chiese

Vendrogno e le sue 13 chiese Vendrogno e le sue 13 chiese Sono ben 13 le chiese nel territorio del comune di Vendrogno. Partendo dal nucleo del paese e seguendo un itinerario che si snoda attraverso tutte le frazioni, si possono incontrare

Dettagli

Proposta di restauro ex-convento domenicano di San Clemente in Brescia

Proposta di restauro ex-convento domenicano di San Clemente in Brescia Proposta di restauro ex-convento domenicano di San Clemente in Brescia Chiesa san Clemente Chiostro piccolo Cortile e Loggia dei frati Chiostro grande Situazione oggi Progetto del chiostro grande Associazione

Dettagli

LA SACRA FAMIGLIA. loro offerta ritenuta giustificatrice della tradizionale Taula Giuseppina.

LA SACRA FAMIGLIA. loro offerta ritenuta giustificatrice della tradizionale Taula Giuseppina. LA SACRA FAMIGLIA Il dipinto, opera di bottega locale, realizzato su tela ad altra sovrapposta, restaurato circa 8 anni fa, potrebbe ritenersi settecentesco. Collocato sull altare dedicato a San Giuseppe,

Dettagli

Centro Storico di Caltanissetta

Centro Storico di Caltanissetta Centro Storico di Caltanissetta L antica città sicana, Caltanissetta, ha il suo centro in Piazza Garibaldi, prima dell Unità d Italia Piazza Ferdinandea in onore al Re Ferdinando II di Borbone È qui che

Dettagli

www.castrichinirestauri.com

www.castrichinirestauri.com La scoperta di questo grande affresco, circa 32 mq., è avvenuta agli inizi degli anni 70 del secolo scorso e si è rivelata particolarmente rilevante per la storia dell arte italiana perché è la prima rappresentazione

Dettagli

La nascita della pittura occidentale

La nascita della pittura occidentale La nascita della pittura occidentale 1290-1295, tempera su tavola, Firenze, Basilica di Santa Maria Novella E' una tavola dipinta a tempera, dalle dimensioni di 578 cm di altezza e 406 cm di larghezza.

Dettagli

L arma per l Arte. Arte romana Urna cineraria

L arma per l Arte. Arte romana Urna cineraria 1 Arte romana Urna cineraria Fine sec. I d.c. Marmo di Carrara Città del Vaticano, Musei Vaticani, coperchio inv. n. 9183, cassa inv. n. 9184 5 Niccolò di Segna (Siena, documentato dal 1331 al 1348) Madonna

Dettagli

Cascia. La Chiesa di Sant Agostino

Cascia. La Chiesa di Sant Agostino Cascia La Chiesa di Sant Agostino Il complesso di Sant Agostino La Chiesa di Sant Agostino. Il luogo, l arte e la storia. La chiesa, con annesso convento, sorse nel Trecento, su un primitivo oratorio eremitico

Dettagli

L abitato di Velate ai piedi del Monte S. Francesco e del massiccio del Campo dei Fiori (foto Adriano Sandri)

L abitato di Velate ai piedi del Monte S. Francesco e del massiccio del Campo dei Fiori (foto Adriano Sandri) L abitato di Velate ai piedi del Monte S. Francesco e del massiccio del Campo dei Fiori (foto Adriano Sandri) Aspetti della vegetazione nei dintorni di Velate: -bosco misto con affioramenti calcarei; -faggeto

Dettagli

PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE

PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE DISO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni territoriali che fossero sfuggiti al censimento. Palazzo Baronale Miglietta All

Dettagli

San Paolo Albanese. di: Salvatore Sebaste Foto Bellini (Bernalda - MT) Fig. 1

San Paolo Albanese. di: Salvatore Sebaste Foto Bellini (Bernalda - MT) Fig. 1 di: Salvatore Sebaste Foto Bellini (Bernalda - MT) San Paolo Albanese Le sue origini sono antiche. Dominio dello stato di Noia (l odierna Noepoli) per molto tempo, tra il 1526 e il 1534 fu popolato dai

Dettagli

Arezzo, nel susseguirsi naturale delle sue strade, presenta Il

Arezzo, nel susseguirsi naturale delle sue strade, presenta Il Il Cammino del Sacro Arezzo, nel susseguirsi naturale delle sue strade, presenta Il Cammino del Sacro: il Museo diocesano, il Duomo e le altre chiese monumentali della città, tutti straordinariamente ricchi

Dettagli

Basilica Santa Maria della Sanità

Basilica Santa Maria della Sanità Basilica Santa Maria della Sanità Di Jose Maria Gonzalez Spinola vesuvioweb 2014 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 La chiesa di Santa Maria della Sanità Il complesso di Santa Maria della

Dettagli

UNA SINOPIA IN SANT ANTONIO A BRENO

UNA SINOPIA IN SANT ANTONIO A BRENO UNA SINOPIA IN SANT ANTONIO A BRENO Datazione: fine XV inizio XVI secolo Collocazione: Breno, chiesa di Sant Antonio, parete nord-est Proprietà: Comune di Breno Autore : Ambito di Giovanni Pietro Da Cemmo

Dettagli

CIMABUE, San Francesco, tempera su tavola, Santa Maria degli Angeli, Assisi (PG), Museo della Porziuncola

CIMABUE, San Francesco, tempera su tavola, Santa Maria degli Angeli, Assisi (PG), Museo della Porziuncola Elenco opere mostra da GIOTTO a GENTILE PITTURA e SCULTURA a FABRIANO fra DUE e TRECENTO a cura di Vittorio Sgarbi 25 LUGLIO 30 NOVEMBRE 2014 Opere da esporre XIII sec. CIMABUE, San Francesco, tempera

Dettagli

Chiesa e convento. Domenicani. La chiesa e il. domenicani

Chiesa e convento. Domenicani. La chiesa e il. domenicani 32 Chiesa e convento dei Domenicani I Domenicani giungono a Bolzano nel 1272 e immediatamente pongono mano alla costruzione di una prima chiesa e di un primo nucleo conventuale, ma già agli inizi del Trecento

Dettagli

Montemagno: cenni storici

Montemagno: cenni storici Montemagno: cenni storici Il paese di Montemagno ha molto probabilmente origini romane piuché si conoscce l esistenza di un villaggio, Manius, presente su questo territorio. Le prime testimonianze scritte

Dettagli

IL RESTAURO DI OPERE POLICROME SU LEGNO E TELA Istanbul, 2 dicembre 2012. DAMBRA Laboratorio di restauro Gabriella Forcucci FIRENZE - MILANO

IL RESTAURO DI OPERE POLICROME SU LEGNO E TELA Istanbul, 2 dicembre 2012. DAMBRA Laboratorio di restauro Gabriella Forcucci FIRENZE - MILANO IL RESTAURO DI OPERE POLICROME SU LEGNO E TELA Istanbul, 2 dicembre 2012 DAMBRA Laboratorio di restauro Gabriella Forcucci FIRENZE - MILANO CRISTO CROCIFISSO, Maestro di Camaiore, scultura lignea policroma

Dettagli

La pala di Michele Desubleo con la Madonna del Carmine prima e dopo il restauro del 2012-2013 laboratorio Adele Pompili, Bologna

La pala di Michele Desubleo con la Madonna del Carmine prima e dopo il restauro del 2012-2013 laboratorio Adele Pompili, Bologna La pala di Michele Desubleo con la Madonna del Carmine prima e dopo il restauro del 2012-2013 laboratorio Adele Pompili, Bologna Bologna, Ritiro di San Pellegrino Benedetto Gennari, Ritratto di gentildonna

Dettagli

Lingua e Storia dell'arte

Lingua e Storia dell'arte Lingua e Storia dell'arte Una completa immersione nella lingua italiana, nell'arte, nella storia e nella cultura italiana Il corso completo si articola in due settimane: la prima sarà dedicata al Medioevo,

Dettagli

Conservazione e valorizzazione dei monumenti allo stato di rudere della Costiera amalfitana I

Conservazione e valorizzazione dei monumenti allo stato di rudere della Costiera amalfitana I Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale «L. Vanvitelli» Corso di Caratteri costruttivi dell edilizia storica A.A. 2012/2013 Prof. arch. Francesco Miraglia

Dettagli

- 1 - Con il patrocinio di. Direzione e Redazione

- 1 - Con il patrocinio di. Direzione e Redazione L Ospedale Maggiore, oggi Università Statale di Milano Monumentale complesso ospedaliero chiamato popolarmente dai milanesi Ca Granda, fondato nel 1456 da Francesco Sforza, duca di Milano e dalla moglie

Dettagli

La Facciata. 64 Orvieto. Il Duomo 65

La Facciata. 64 Orvieto. Il Duomo 65 La Facciata Ci vollero tre secoli per scolpire nella pietra, modellare nel bronzo e figurare con tessere di mosaico il volto del Duomo, delineandolo attraverso un articolato programma narrativo incentrato

Dettagli

Il Manierismo nel Veneto

Il Manierismo nel Veneto Liceo Scientifico Paritario Ven. A. Luzzago Il Manierismo nel Veneto Jacopo Robusti detto il Tintoretto Paolo Caliari detto il Veronese Andrea Palladio Prof. Antonino Fallanca Tintoretto (1519 ca 94) Fu

Dettagli

COMUNE DI FORESTO SPARSO

COMUNE DI FORESTO SPARSO 1 CHIESA PARROCCHIALE S. MARCO EVANGELISTA Via Roma Ente pubblico Privato X X Adeguata X Libera X Edificata su un precedente edificio religioso (risalente circa al 1337). La nuova chiesa, consacrata nel

Dettagli

51 ristrutturazione delle scritte sotto l'altare della Madonna del Rosario, e che alcuni affreschi della chiesa cinquecentesca furono lasciati dietro il nuovo altare maggiore: ancora oggi, dietro l'altare

Dettagli

Cascia. La Chiesa di San Francesco

Cascia. La Chiesa di San Francesco Cascia La Chiesa di San Francesco La Chiesa di San Francesco. Il luogo, l arte e la storia. La prima chiesa dedicata in Cascia al Santo d Assisi fu fondata nel 1247, ventun anni dopo la sua morte. Nel

Dettagli

Tesori Sacri 2005. Esito del bando

Tesori Sacri 2005. Esito del bando Tesori Sacri 2005 Esito del bando Al bando Tesori Sacri 2005 hanno aderito 127 progetti, di cui 105 dal Piemonte e 22 dalla Liguria. A conclusione delle procedure di valutazione effettuate dagli Uffici,

Dettagli

Primo Rinascimento: gli artisti Piero della Francesca. Prof. Antonio Fosca Docente di Arte e Immagine

Primo Rinascimento: gli artisti Piero della Francesca. Prof. Antonio Fosca Docente di Arte e Immagine Primo Rinascimento: gli artisti Piero della Francesca Prof. Antonio Fosca Docente di Arte e Immagine La vita e le opere Per capire bene alcuni aspetti dell arte del primo Rinascimento, proviamo ad analizzare

Dettagli

Il gravoso impegnativo compito

Il gravoso impegnativo compito IRSINA: UN CASO EMBLEMATICO DELLE COMPLESSE PROBLEMATICHE DEL RESTAURO di Benedetta Di Mase BASILICATA REGIONE Notizie Il gravoso impegnativo compito della tutela, conservazione e valorizzazione di ogni

Dettagli

Le chiese ritrovate. Fano Pinacoteca San Domenico

Le chiese ritrovate. Fano Pinacoteca San Domenico Le chiese ritrovate Fano Pinacoteca San Domenico Testo ed immagini sono tratti dal volume La Chiesa di San Domenico a Fano, a cura di Gianni Volpe, Fano, 2007 (In copertina) Giovanni Francesco Barbieri

Dettagli

Il Monastero di Santa Chiara in Nocera Inferiore

Il Monastero di Santa Chiara in Nocera Inferiore Il Monastero di Santa Chiara in Nocera Inferiore Di Rocco Vitolo 2010 www.vesuvioweb.com Collocazione Il complesso monastico è posto in piano, ai piedi della collina di San Pantaleone, da cui è separato

Dettagli

Covelli Silvia FORMAZIONE. 2001 Qualifica: Collaboratore Dei Beni Culturali come da D.L. n 420 del 24 Ottobre 2001 e successive modifiche

Covelli Silvia FORMAZIONE. 2001 Qualifica: Collaboratore Dei Beni Culturali come da D.L. n 420 del 24 Ottobre 2001 e successive modifiche 2002 Inizio dell attività come Ditta Individuale Covelli Silvia FORMAZIONE 2001 Qualifica: Collaboratore Dei Beni Culturali come da D.L. n 420 del 24 Ottobre 2001 e successive modifiche 1993 2002 Assunta

Dettagli

SEMINARI DI APPROFONDIMENTO

SEMINARI DI APPROFONDIMENTO SEMINARI DI APPROFONDIMENTO a.a.2010/2011 dipartimento di scienze per l architettura direttore: prof. arch. Stefano Francesco Musso PROGRAMMA DEI SEMINARI DI APPROFONDIMENTO per l A.A 2010/2011 Genova,

Dettagli

Morano Calabro Chiesa di San Bernardino

Morano Calabro Chiesa di San Bernardino Itinerario stampabile scaricato dal sito Morano Calabro Morano Calabro Chiesa di San Bernardino La chiesa di San Bernardino da Siena e l annesso convento sono un importante esempio di architettura francescana

Dettagli

I.R.E. srl per il Piano di Valorizzazione Territoriale - Progetto Leggere Trame

I.R.E. srl per il Piano di Valorizzazione Territoriale - Progetto Leggere Trame 2.5 Pontestura PATRIMONI INDIVIDUATI 1: PALAZZO MUNICIPALE, ARCHIVIO STORICO E DEPOSITO MUSEALE ENRICO COLOMBOTTO ROSSO Il Palazzo, edificato a fine 800, è stato donato al Comune dopo la metà degli anni

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. BRUNO - ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISEGNO E STORIA DELL'ARTE - PROF. ROBERTO VAGLIO - CLASSE 3C

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. BRUNO - ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISEGNO E STORIA DELL'ARTE - PROF. ROBERTO VAGLIO - CLASSE 3C LICEO SCIENTIFICO STATALE G. BRUNO - ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISEGNO E STORIA DELL'ARTE - PROF. ROBERTO VAGLIO - CLASSE 3C Programma svolto: ARTE Ripasso e completamento programma dello scorso anno con

Dettagli

LA BASILICA DI SAN CESARIO AL SUO INTERNO

LA BASILICA DI SAN CESARIO AL SUO INTERNO LA BASILICA DI SAN CESARIO AL SUO INTERNO L interno della chiesa è di stile basilicale ed è molto suggestivo anche per lo stile spoglio ed essenziale che invita al silenzio e al raccoglimento. La chiesa

Dettagli

Sguardi sull invisibile

Sguardi sull invisibile CATERINA PICCINI DA PONTE Sguardi sull invisibile Icone e incisioni presentazione del Patriarca Emerito card. Marco Cè meditazioni sulle icone di Giorgio Maschio fotografie di Francesco Barasciutti Marcianum

Dettagli

ANDRANO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE. Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni

ANDRANO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE. Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni ANDRANO PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE Si richiede di verificare la bontà delle informazioni e di suggerire eventuali beni territoriali che fossero sfuggiti al censimento. Cripta dello Spirito Santo

Dettagli

La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza

La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza La chiesa della Madonna di Campagna a Pallanza A nord di Pallanza, in posizione comoda da raggiungere anche dalle località di Suna e Intra, ai piedi del Monte Rosso, sorge la celebre e bella struttura

Dettagli

La rappresentazione della Giustizia negli affreschi del Palazzo della Ragione di Padova

La rappresentazione della Giustizia negli affreschi del Palazzo della Ragione di Padova Emanuele Sette La rappresentazione della Giustizia negli affreschi del Palazzo della Ragione di Padova Semiotica del visibile A.A. 2010-2011 1. Vicenda storica 1. Vicenda storica Le immagini della Giustizia

Dettagli

VILLA MEMO GIORDANI VALERI

VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI Ora di proprietà del Comune di Quinto La villa, che si trova in via Borgo in prossimità dell incrocio con via Noalese, chiamata Memo, Giordani, Valeri

Dettagli

La basilica di San Zeno è senza dubbio una delle più

La basilica di San Zeno è senza dubbio una delle più LA BASILICA DI SAN ZENO La basilica di San Zeno è senza dubbio una delle più belle chiese romaniche esistenti in Italia. L intenso cromatismo, dato dall impiego della pietra di tufo usata sola o alternata

Dettagli

Pittura del 1200 e del 1300. Prof.ssa Ida La Rana

Pittura del 1200 e del 1300. Prof.ssa Ida La Rana Pittura del 1200 e del 1300 Prof.ssa Ida La Rana Per molti secoli in Italia latradizione della pittura bizantina mantiene una profonda influenza sulla figurazione. Dalla metà del XIII secolo iniziano però

Dettagli

MANESIOMO e RINASCIMENTO. Vol II, pp. 322-331

MANESIOMO e RINASCIMENTO. Vol II, pp. 322-331 MANESIOMO e RINASCIMENTO Vol II, pp. 322-331 331 XV-XVI XVI Rinascimento Scoperte geografiche e nuovo impulso a commercio ed economia ridanno fiducia nella scienza,, nella ragione e nell esperienza, quindi

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012-2013

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012-2013 Liceo Scientifico Statale LEONARDO DA VINCI Via Cavour, 6 Casalecchio di Reno (BO) - Tel. 051/591868 051/574124 - Fax 051/6130834 C. F. 92022940370 E-mail: BOPS080005@ISTRUZIONE.IT PROGRAMMA SVOLTO a.s.

Dettagli

Cinquecento Michelangelo Scultura

Cinquecento Michelangelo Scultura Cinquecento Michelangelo Scultura Michelangelo, Pietà, 1497-1499. Marmo, altezza 174 cm, larghezza 195 cm. Roma, Basilica di San Pietro. 1 Cinquecento Michelangelo Scultura Michelangelo, David, 1501-1504.

Dettagli

Palazzo Stanga Trecco

Palazzo Stanga Trecco Palazzo Stanga Trecco Venerdì 21 novembre 2014, in occasione della Festa del Torrone, il piano nobile di palazzo Stanga, in via Palestro, è stato eccezionalmente aperto al pubblico. Le nostre classi, la

Dettagli

S. Maria del Carmine Carlo I promosse anche la chiesa in piazza del Carmine. Alla costruzione collaborò anche con generose elargizioni Elisabetta di

S. Maria del Carmine Carlo I promosse anche la chiesa in piazza del Carmine. Alla costruzione collaborò anche con generose elargizioni Elisabetta di S. Maria del Carmine Carlo I promosse anche la chiesa in piazza del Carmine. Alla costruzione collaborò anche con generose elargizioni Elisabetta di Baviera, madre di Corradino di Svevia decapitato proprio

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici Gli Amici La voce de "Gli Amici" domenica 11 agosto 2002 La domenica con Gesù Tempo ordinario Domenica 11 agosto 2002 Gesù si ritira a pregare L'artista della settimana Carmela Parente La scuola della

Dettagli

www.faronotizie.it 1 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie.

www.faronotizie.it 1 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie. FARONOTIZIE.IT Anno V- n 46 Marzo 2010 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie.it Testata giornalistica registrata

Dettagli

CONOSCI LA TUA CITTÀ ANNO SCOLASTICO 2012/13

CONOSCI LA TUA CITTÀ ANNO SCOLASTICO 2012/13 CONOSCI LA TUA CITTÀ ANNO SCOLASTICO 2012/13 NAVATA DI DESTRA IL GARGOYLE IL TIBURIO S. ANDREA BASILICA DI SANT ANDREA IN PIAZZA ROMA Fu edificata tra il 1219 e il 1227 per volere del cardinale Guala Bicchieri.

Dettagli

Stampe grandi di Santa Maria dei Bisognosi

Stampe grandi di Santa Maria dei Bisognosi Stampe grandi di Santa Maria dei Bisognosi Nelle ricerche relative alla storia del santuario di Santa Maria dei Bisognosi, che si sono concluse con la pubblicazione di un libro avvenuta nell anno 2010,

Dettagli

Esempi di restauro architettonico. Francesco Morante

Esempi di restauro architettonico. Francesco Morante Esempi di restauro architettonico Francesco Morante L Arco di Tito L Arco di Tito è uno dei primi e più famosi restauri archeologici effettuati in Italia nel XIX secolo. L arco era stato costruito nel

Dettagli

La decorazione della Basilica di Santa Maria Maggiore a Trento (1901-1902)

La decorazione della Basilica di Santa Maria Maggiore a Trento (1901-1902) La decorazione della Basilica di Santa Maria Maggiore a Trento (1901-1902) Scheda n. 2 Santa Maria Maggiore, L interno verso il presbiterio e verso la controfacciata Oggetto Ciclo pittorico Soggetto Nella

Dettagli

Architettura plateresca

Architettura plateresca SALAMANCA Geografia e storia Geografia 800 m s.l.m. 190.000 abitanti ca. Regione della Castilla y Leon Sulle rive del fiume Tormes È stata colonia romana (rimane il ponte) 712 invasa dagli Arabi e riconquistata

Dettagli

Senise. Comunità montana Alto Sinni

Senise. Comunità montana Alto Sinni Comunità montana Alto Sinni di: Salvatore Sebaste Foto Bellini (Bernalda - MT) Senise Le origini di Senise sono incerte. Alcuni reperti archeologici rinvenuti nel 1916, attestano che il territorio fu dominato

Dettagli

PIAZZA ACHILLI RAOUL ang. Via MADONNA DELLE GRAZIE

PIAZZA ACHILLI RAOUL ang. Via MADONNA DELLE GRAZIE INDICE Esistenti PIAZZA ACHILLI RAOUL ang. Via MADONNA DELLE GRAZIE... 2 VIA CANAZZA 37... 3 VIA CANAZZA 46 angolo Via Trivulzio... 4 VIA CANAZZA 65... 5 VIA CANOVA angolo VIA S.TERESA DEL B.GESU'... 6

Dettagli

PASSEGGIANDO LUNGO LE MURA DI COMO

PASSEGGIANDO LUNGO LE MURA DI COMO PASSEGGIANDO LUNGO LE MURA DI COMO mura, porte, torri e giardini quel che resta di visibile oggi La nostra passeggiata lungo il tracciato delle mura di Como ha inizio dove sorgeva la Porta Sala, allo sbocco

Dettagli

L OCCHIO SACRO DI BRIGA

L OCCHIO SACRO DI BRIGA COMUNE DI BRIGA NOVARESE L OCCHIO SACRO DI BRIGA Le otto chiese di Briga, più la Cappelletta della Madunina, formano una specie di ellisse allungata nel cui vertice nord potremmo collocare la scomparsa

Dettagli

Il Medioevo delle Torri e lo splendore dei Palazzi di Bologna. Dal 6 all 8 novembre 2009

Il Medioevo delle Torri e lo splendore dei Palazzi di Bologna. Dal 6 all 8 novembre 2009 Il Medioevo delle Torri e lo splendore dei Palazzi di Bologna Dal 6 all 8 novembre 2009 PROGRAMMA (soggetto a modifiche per gli orari di apertura dei siti da visitare) Direzione culturale: Prof. Valter

Dettagli

Sommario. Introduzione... 2. Capitolo III... Errore. Il segnalibro non è definito.

Sommario. Introduzione... 2. Capitolo III... Errore. Il segnalibro non è definito. Sommario Introduzione... 2 Capitolo I... Errore. Il segnalibro non è La storia del monastero... Errore. Il segnalibro non è 1.1 Le origini... Errore. Il segnalibro non è 1.2 I primi documenti in cui è

Dettagli

GUIDA ALL ATTIVITÀ DIDATTICA PER SCUOLE 2015-2016 PINACOTECA DI BRERA

GUIDA ALL ATTIVITÀ DIDATTICA PER SCUOLE 2015-2016 PINACOTECA DI BRERA GUIDA ALL ATTIVITÀ DIDATTICA PER SCUOLE 2015-2016 PINACOTECA DI BRERA ASTER Via Cadamosto 7 20122 Milano Tel 02 20404175 Fax 02 20421469 info@spazioaster.it www.spazioaster.it Tutte le attività didattiche

Dettagli

VIGO DI TON CHIESA PARROCCHIALE

VIGO DI TON CHIESA PARROCCHIALE VIGO DI TON CHIESA PARROCCHIALE Data: 30/10/1980 Protocollo: 586/TN2 Mittente: Provincia autonoma di Trento Assessorato alle Attività Culturali e Sportive - dott. Guido Lorenzi Destinatario: Ministero

Dettagli

La chiesa di S. Giovanni ai campi conserva sulla muratura esterna e all interno una serie di affreschi di notevole valore storico-artistico

La chiesa di S. Giovanni ai campi conserva sulla muratura esterna e all interno una serie di affreschi di notevole valore storico-artistico Gli affreschi La chiesa di S. Giovanni ai campi conserva sulla muratura esterna e all interno una serie di affreschi di notevole valore storico-artistico Affreschi dell abside maggiore Entro una mandorla,

Dettagli

A.C.V. associazione per la tutela del patrimonio culturale verzuolese GUIDA AI LUOGHI D INTERESSE DI VERZUOLO

A.C.V. associazione per la tutela del patrimonio culturale verzuolese GUIDA AI LUOGHI D INTERESSE DI VERZUOLO A.C.V. associazione per la tutela del patrimonio culturale verzuolese GUIDA AI LUOGHI D INTERESSE DI VERZUOLO Municipio Dal 1962 ospita, in modo più efficiente ed in sito più centrale rispetto allo sviluppo

Dettagli

Ritrovo ore 14,30 Piazza S. Croce sotto statua Dante / Durata visita circa ore 2,00

Ritrovo ore 14,30 Piazza S. Croce sotto statua Dante / Durata visita circa ore 2,00 Cari amici, Vi proponiamo un nuovo programma di visite guidate a Chiese e Musei nei prossimi Mesi di Gennaio-Febbraio e Marzo 2016, con la Guida di Giampiero Graziani. Costo di iscrizione e partecipazione

Dettagli

LA FACCIATA DELLA CATTEDRALE DI ANDRIA.

LA FACCIATA DELLA CATTEDRALE DI ANDRIA. Vincenzo Zito LA FACCIATA DELLA CATTEDRALE DI ANDRIA. Appunti storici di resistenza Fascicolo 1 Novembre 2014 Il presente opuscolo raccoglie una serie di appunti sul tema pubblicati sul sito Facebook Andria

Dettagli

Annibale Carracci, La Bottega del macellaio, 1585, Oxford Christ Chrch

Annibale Carracci, La Bottega del macellaio, 1585, Oxford Christ Chrch Annibale Carracci, La Bottega del macellaio, 1585, Oxford Christ Chrch Annibale Carracci, Il mangiafagioli, 1583-1584, Roma, Galleria Colonna 1582 Accademia dei desiderosi, detta poi degli Incamminati,

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo storico 1.1 Analisi degli insediamenti e degli edifici accertati o sparsi di interesse storico

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo storico 1.1 Analisi degli insediamenti e degli edifici accertati o sparsi di interesse storico COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo storico 1.1 Analisi degli insediamenti e degli edifici accertati o sparsi di interesse storico SEZIONE 1 - LOCALIZZAZIONE SCHEDA DI INDAGINE N. 3 Frazione

Dettagli

Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda.

Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda. Momenti della storia dell arte italiana attraverso i dipinti della Galleria Sabauda. I maestri veneti del Cinquecento e Il Convito in casa di Simone il fariseo di Paolo Veronese (Verona 1528 Venezia 1588)

Dettagli

Davanti allo specchio di un anniversario

Davanti allo specchio di un anniversario Davanti allo specchio di un anniversario 1. La religiosità popolare è una porzione della cultura di un territorio e di una società, un elemento costitutivo della comune identità. Lo è perché riguarda tutti,

Dettagli

3) Consistenza planimetrica dei locali posti a concessione di valorizzazione

3) Consistenza planimetrica dei locali posti a concessione di valorizzazione Il mobile 4 incorpora la porta da cui si accede al corridoio di servizio e ad un vano scale; sulla parete di destra l arredo è composto da più elementi di mobili (5, 6, 7, 8) e risulta più eterogeneo.

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO

Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Umanità dell'unesco SOFIA SILVIA ZAIN TIZIANO Patrimonio dell' Unesco quando e perché Firenze è la città artistica per eccellenza, patria di molti personaggi che hanno fatto la storia

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Liguria Via Balbi 10, 16126 Genova Tel. 010 27051 Fax 010 2705248 e-mail: sbsaelig@beniculturali.it

Dettagli

Sant Angelo le Fratte

Sant Angelo le Fratte di Salvatore Sebaste Sant Angelo le Fratte Secondo il Racioppi è il Sancto Angelo, feudo di quattro militi, in signoria di Filippo di Balvano, citato nel Registro normanno dei Baroni. Si chiamò Castrum

Dettagli

Giambattista Tiepolo. Giambattista Tiepolo. Giambattista Tiepolo

Giambattista Tiepolo. Giambattista Tiepolo. Giambattista Tiepolo CITTA' MUSEO AUTORE TITOLO OPERA San Girolamo in preghiera La fuga in Egitto San Girolamo Eremita Martirio di San Giacomo Decapitazione di una Santa Decapitazione di una Santa L'Annunciazione Sacra Famiglia

Dettagli

LEONARDO DA VINCI. Vol II, pp. 436-445

LEONARDO DA VINCI. Vol II, pp. 436-445 LEONARDO DA VINCI Vol II, pp. 436-445 445 1452-1519 1519 la vita 1452 nasce a Vinci 1469 va a bottega dal Verrocchio 1476 è accusato di sodomia e assolto 1482 si trasferisce a Milano e lascia incompiuta

Dettagli

ALLEGATO 3. Elemento architettonico: la prospettiva dal Battistero alla Cattedrale nel suo intrecciarsi di linee e percorsi.

ALLEGATO 3. Elemento architettonico: la prospettiva dal Battistero alla Cattedrale nel suo intrecciarsi di linee e percorsi. Elemento architettonico: la prospettiva dal Battistero alla Cattedrale nel suo intrecciarsi di linee e percorsi. 1 2 3 La Cattedrale di Padova La Cattedrale rappresenta il cuore e l espressione più viva

Dettagli

SCHEDE IDENTIFICATIVE CON DECRETI DI DICHIARAZIONE DI INTERESSE

SCHEDE IDENTIFICATIVE CON DECRETI DI DICHIARAZIONE DI INTERESSE SCHEDE IDENTIFICATIVE CON DECRETI DI DICHIARAZIONE DI INTERESSE Decreto Lgs. 22 gennaio 2004 n. 42 o Legge 22 aprile 1941 n. 633 Comune Località Classe Vincolo Tipo Vincolo N Tutela MODENA MONUMENTALE

Dettagli

ELENCO OPERE. 15. C. Rainaldi Veduta di S. Agnese in Agone, 1652 Mm. 432 x 1390

ELENCO OPERE. 15. C. Rainaldi Veduta di S. Agnese in Agone, 1652 Mm. 432 x 1390 ELENCO OPERE VIENNA ALBERTINA 1. Francesco Borromini Schizzo con le misure di S. Pietro, 1631 Mm. 263 x 394 2. Gian Lorenzo Bernini Studi per il coronamento del Baldacchino, 1631 3. Francesco Borromini

Dettagli

La Basilica. di Santa Maria Assunta a. Montecatini Terme

La Basilica. di Santa Maria Assunta a. Montecatini Terme La Basilica di Santa Maria Assunta a Montecatini Terme 1 Visitiamo la Basilica La Chiesa Propositurale di Santa Maria Assunta è stata costruita secondo il progetto, vincitore di un concorso nazionale,

Dettagli

Restauro, consolidamento e riuso dell edificio ecclesiale del complesso monumentale dell Annunciata Relazione Storica

Restauro, consolidamento e riuso dell edificio ecclesiale del complesso monumentale dell Annunciata Relazione Storica Restauro, consolidamento e riuso dell edificio ecclesiale del complesso monumentale dell Annunciata Relazione Storica Alla grande famiglia dei frati minori dell Osservanza apparteneva il convento di Santa

Dettagli

Fig. 1 Guesdon, Padova a volo d uccello, 1849

Fig. 1 Guesdon, Padova a volo d uccello, 1849 Fig. 1 Guesdon, Padova a volo d uccello, 1849 Fig. 2 Aree centrali di Padova, Pianta di Giovanni Valle, 1784 Fig. 3 V. Dotto, Pianta di Padova circondata dalle mura vecchie, pubblicata dal Portenari, 1623

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1449

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1449 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1449 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore VACCARI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 12 MARZO 2009 Disposizioni per la valorizzazione del Santuario dei SS. Vittore

Dettagli