Programmazione Java: JDBC

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programmazione Java: JDBC"

Transcript

1 Programmazione Java: JDBC

2 Roadmap Introduzione Risorse Driver Contesto Applicativo SQL Classi e interfacce Passi» Registrare un driver» Stabilire una connessione al DB» Creare uno statement» Eseguire l SQL» Processare il risultato» Eliminare gli oggetti JDBC

3 ( 1 ) (JDBC) Java Database Connectivity Le API JDBC consentono di accedere a qualsiasi tipo di dati tabulari, in particolare a i dati memorizzati in database relazionali JDBC consente di scrivere applicazioni Java che gestiscono queste tre attività di programmazione:» Connettere un'origine dati (e.g., database)» Inviare query e istruzioni di aggiornamento per il database» Recuperare ed elaborare i risultati ricevuti dal database in risposta alla tua richiesta

4 ( 2 ) (JDBC) Java Database Connectivity Esempio dei 3 passi precedenti: public void connecttoandquerydatabase(string username, String password) {!! Connection con = DriverManager.getConnection(! "jdbc:mydriver:mydatabase",! crea un'istanza di un oggetto Statement che effettua la query! SQL al database!! username,! password);!! Statement stmt = con.createstatement();! ResultSet rs = stmt.executequery("select a, b, c FROM Table1");! while (rs.next()) {! int x = rs.getint("a");! String s = rs.getstring("b");! float f = rs.getfloat("c");!! crea un oggetto DriverManager per connettersi ad un database driver e accedere al database crea un'istanza di un oggetto ResultSet che recupera i risultati della query infine esegue un semplice ciclo while, che recupera e visualizza i risultati

5 ( 3 ) (JDBC) Java Database Connectivity JDBC include:» API JDBC - Un insieme di interfacce che fanno parte della piattaforma Java e costituiscono le API per il programmatore» JDBC Driver Manager - Gestore di driver che permette a driver di terze parti di connettersi ad un DB specifico Un driver JDBC permette di» Connettersi ad un DB» Inviare un comando SQL» Processare il risultato

6 Risorse Libri» Titolo: Java 2 Volume II settima edizione Autori: Cay S. Horstmann, Gary Cornell Casa Editrice: Prentice Hall ISBN: » Titolo: JDBC API Tutorial and Reference Terza edizione Autori: Maydene Fisher, Jon Ellis, Jonathan Bruce Casa Editrice: Addison-Wesley Professional ISBN: Java Tutorial JDBC Trial» JDBC API Documentation»

7 ( 1 ) Driver ( bridge Tipo 1 (JDBC-ODBC» Traduce JDBC in ODBC (Open DataBase Connectivity)» Viene utilizzato un driver ODBC» JDK contiene un ponte JDBC-ODBC» E necessario configurare ODBC» Generalmente utilizzato in ambito di test ( Driver Tipo 2 (Native-API» Scritto parzialmente in java e parzialmente in codice nativo» Chiamate JDBC vengono convertite in chiamate alle API dei client Oracle, IBM DB2» E necessario installare le librerie native

8 ( 2 ) Driver Tipo 3 (Network-Protocol Driver / MiddleWare Driver)» Fa uso di un middle tier tra le il programma chiamante e il database» Il middle-tier (application server) converte le chiamate JDBC in un protocollo DBMS-independent» Vengono poi traslate da un server nel relativo protocollo del DBMS Tipo 4 (Native-Protocol Driver / Pure Java Driver)» Chiamate JDBC vengono convertite direttamente nelle chiamate al protocollo del DBMS specifico» Scritto completamente in Java Nota E presente una lista di driver disponibili sul mercato»

9 ( 3 ) Driver Type 1: JDBC-ODBC Bridge plus ODBC Driver This combination provides JDBC access via ODBC drivers. ODBC binary code -- and in many cases, database client code -- must be loaded on each client machine that uses a JDBC-ODBC Bridge. Oracle provides a JDBC-ODBC Bridge driver, which is appropriate for experimental use and for situations in which no other driver is available. Type 1 Type 2 Type 2: A native API partly Java technology-enabled driver This type of driver converts JDBC calls into calls on the client API for Oracle, Sybase, Informix, DB2, or other DBMS. Note that, like the bridge driver, this style of driver requires that some binary code be loaded on each client machine.

10 ( 4 ) Driver Type 4: Direct-to-Database Pure Java Driver This style of driver converts JDBC calls into the network protocol used directly by DBMSs, allowing a direct call from the client machine to the DBMS server and providing a practical solution for intranet access. Type 3: Pure Java Driver for Database Middleware This style of driver translates JDBC calls into the middleware vendor's protocol, which is then translated to a DBMS protocol by a middleware server. The middleware provides connectivity to many different databases. Type 4 Type 3

11 Contesto Applicativo: Applicazioni Two-tier L'applicazione Java parla direttamente alla sorgente dati» Il driver JDBC può comunicare con la particolare origine dati a cui si accede» I comandi utente sono inviati al database o altre fonti dati, ed i risultati di tali istruzioni vengono inviati all'utente Configurazione client/server: l'origine dati può essere situata su un'altra macchina (server) a cui l'utente è collegato tramite rete (client) Java Application JDBC Client machine DBMS proprietary protocol DBMS Database server

12 Contesto Applicativo: Applicazioni Three-tier I comandi utente vengono inviati a un "livello intermedio" dei servizi, che poi li invia all'origine dati. Questa elabora i comandi e invia i risultati al livello intermedio, che poi li invia all'utente» Il livello intermedio consente di mantenere il controllo sull'accesso e sul tipo di aggiornamenti, inoltre semplifica la distribuzione di applicazioni Java e le API JDBC sono diventate lo standard per lo sviluppo di livello intermedio Java appletor HTML browser Application Server (Java) JDBC DBMS Client machine (GUI) HTTP, RMI, CORBA, or other calls Server machine (business logic) DBMS proprietary protocol Database server

13 ( 1 ) SQL SQL è il linguaggio standard per accedere ai DB relazionali SQL non è standardizzato» Per i tipi JDBC lo risolve introducendo un insieme generico di tipi» Per i diversi statement JDBC permette l invio di una qualsiasi istruzione SQL (i driver devono essere almeno conformi all ANSI ( Level SQL-92 Entry

14 ( 2 ) SQL INTEGER O INT SMALLINT NUMERIC(M,N), DECIMAL(M,N) DEC(M, N) FLOAT(N) REAL DOUBLE CHARACTER(N) CHAR(N) VARCHAR(N) BOOLEAN DATE TIME TIMESTAMP BLOB CLOB Di solito intero a 32 bit Di solito intero a 16 bit Numero decimale a lunghezza fissa con m cifre totali e n cifre dopo il punto decimale Numero a virgola mobile con precisione di n cifre binarie Di solito virgola mobile a 32bit Di solito virgola mobile a 64bit Stringa di lunghezza fissa n Stringa di lunghezza variabile max n Booleano Data del calendario dipendente dall implementazione Ora del giorno dipendente dall implementazione Data e ora del giorno dipendente dall implementazione Oggetto binario large Oggetto carattere large

15 ( 1 ) Classi e interfacce package java.sql SQLPermission <<Interface>> Statement DriverManager DriverPropertyInfo <<Interface>> Connection <<Interface>> Driver <<Interface>> PreparedStatement <<Interface>> ResultSet <<Interface>> CallableStatement

16 ( 1 ) Classi e interfacce package java.sql <<Interface>> Statement DriverManager DriverPropertyInfo <<Interface>> Connection <<Interface>> Driver <<Interface>> PreparedStatement <<Interface>> ResultSet <<Interface>> CallableStatement

17 ( 2 ) Classi e interfacce DriverManager facility» DriverManager: permette una connessione con un driver» Driver: fornisce le API per registrare e connettere i driver; utilizzata dalla classe DriverManager» DriverPropertyInfo: fornisce le proprietà di un ( utilizzata driver JDBC (generalmente non

18 ( 3 ) Classi e interfacce SQL statements» Statement: utilizzata per inviare statements base SQL» PreparedStatement: utilizzata per inviare prepared statements» CallableStatement: utilizzata per invocare le stored procedure» Connection: fornisce metodi per creare statements e gestire le connessioni» ResultSet: rappresenta il risultato di una query

19 ( 4 ) Classi e interfacce package java.sql SQLException SQLWarning BatchUpdateException DataTruncation SQLException» Lanciata dai metodi quando vi è un problema nell accesso ai dati o per altri ragioni SQLWarning» Indica un warning DataTruncation» Indica dati che potrebbero essere stati troncati BatchUpdateException» Indica che non tutti i comandi in un update batch non sono stati eseguiti con successo

20 ( 5 ) Classi e interfacce package java.sql

21 ( 6 ) Classi e interfacce Mapping per i tipi SQL a classi e interfacce Java» Array: mapping per SQL ARRAY» Blob: mapping per SQL BLOB» Clob: mapping per SQL CLOB» Date: mapping per SQL DATE» Ref: mapping per SQL REF» Struct: mapping per SQL STRUCT» Time: mapping per SQL TIME» Timestamp: mapping per SQL TIMESTAMP» Types: contiene costanti per i tipi SQL INT, VARCHAR, NUMBER, DATE,.

22 ( 7 ) Classi e interfacce Custom mapping per un tipo SQL definito dall utente» SQLData» SQLInput» SQLOutput Metadata» DatabaseMetaData: fornisce informazioni sul DBMS» ResultSetMetaData: fornisce informazioni sulle colonne di un ResultSet» ParameterMetaData: fornisce informazioni sui parametri di un comando PreparedStatement

23 JDBC Getting start ( J )» Installa Java e JDBC» Installa il DBMS MySql 4.0.x» Download and Installa un driver mysql-connector-java bin.jar (http:// ( dev.mysql.com/downloads/connector/j/3.1.html» Creazione del Database javalibrary

24 Database drop database javalibrary; create database javalibrary; use javalibrary; CREATE TABLE title_kind( title_kind_id mediumint(10) NOT NULL AUTO_INCREMENT PRIMARY KEY, name varchar(100) not null); CREATE TABLE title( title_id mediumint(10) NOT NULL AUTO_INCREMENT PRIMARY KEY, name varchar(255) not null, title_kind_id mediumint(10) not null, description varchar(255), author varchar(100), isbn varchar(50), constraint ttl_tik_fk foreign key(title_kind_id) references title_kind(title_kind_id));

25 Passi Registrare un driver Stabilire una connessione al DB Creare uno statement Eseguire l SQL Processare il risultato Eliminare gli oggetti JDBC

26 ( 1 ) Registrare un driver Interfaccia Driver fornisce un astrazione verso il DB Viene utilizzato dal DriverManager per connettersi al DB» E lo strato di gestione all interno di JBDC che si interpone tra l utente e i drivers» Mantiene traccia dei driver che sono disponibili e gestisce le connessioni tra un DB e il relativo driver» JDBC 2.0 ha introdotto un interfaccia DataSource (javax.sql) che è un alternativa alla gestione delle sorgenti di dati JDBC utilizza il primo driver che si connette con successo ad una data URL Si possono registrare diversi driver

27 ( 2 ) Registrare un driver Un driver viene registrato» Utilizzando il Class Loader Class.forName("acme.db.Driver"); Permette di caricare esplicitamente il driver Il driver una volta caricato si registra presso il DriverManager mediante il metodo registerdriver» Utilizzando la proprietà di sistema jdbc.drivers Sintassi: java -Djdbc.drivers=driverName[:driverName]» Istanziando esplicitamente una classe che implementa l interfaccia Driver

28 ( 3 ) Registrare un driver Esempio 1 public class TestLoading1 { public static void main( String[] args ) { try { Class.forName("com.mysql.jdbc.Driver" ); catch ( ClassNotFoundException e ) { e.printstacktrace();

29 ( 4 ) Registrare un driver Esempio 2 public class TestLoading2 { public static void main( String[] args ) { System.out.println( "welcome!" ); C:> java Djdbc.drivers=com.mysql.jdbc.Driver

30 ( 5 ) Registrare un driver Esempio 3 public class TestLoading3 { public static void main( String[] args ) { try { Driver driver = new com.mysql.jdbc.nonregisteringdriver(); DriverManager.registerDriver( driver ); catch ( SQLException e ) { e.printstacktrace();

31 ( 1 ) Stabilire una connessione al DB Esistono tre metodi nella classe DriverManager per effettuare la connessione» getconnection(string url)» getconnection(string url, java.util.properties info) Le proprietà sono dipendenti dal DBMS Contengono almeno le proprietà user e password» getconnection(string url, String user, String password)

32 ( 2 ) Stabilire una connessione al DB Formato URL» jdbc:protocollo_secondario:altro» protocollo_secondario seleziona il driver specifico di connessione al db» altro dipende dal valore di protocollo_secondario» Esempi jdbc:mysql://localhost/javalibrary

33 ( 3 ) Stabilire una connessione al DB Esempio public class TestConnection { private static final String DRIVER_NAME = "com.mysql.jdbc.driver"; public static void main( String[] args ) { try { Class.forName( DRIVER_NAME ); Connection connection = DriverManager.getConnection( args[ 0 ], args[ 1 ], args[ 2 ] ); catch ( ClassNotFoundException e ) { e.printstacktrace(); catch ( SQLException e ) { e.printstacktrace(); C:> java TestConnection jdbc:mysql://localhost/javalibrary root

34 ( 1 ) Creare uno statement Un oggetto Statement è utilizzato per inviare istruzioni SQL al DB Tre tipi di oggetti statement» Statement Permette di eseguire semplici istruzioni SQL senza parametri» PreparedStatement Viene preparata una query che poi sarà utilizzata diverse volte Aumento prestazioni» CallableStatement Permette di eseguire chiamate a stored procedure

35 ( 2 ) Creare uno statement Per creare gli statement si utilizzano i rispettivi metodi presenti all interno di Connection» Statement createstatement()» PreparedStatement preparestatement(string sql)» CallableStatement preparecall(string sql)» Esistono altri metodi per creare gli oggetti

36 Eseguire l SQL Interfaccia Statement» ResultSet executequery(string sql) Esegue un istruzione SQL (SELECT) e ritorna un ResultSet che identifica il risultato» int executeupdate(string sql)... Esegue un istruzione SQL (INSERT, UPDATE, DELETE ) e ritorna il numero di righe di cui è stato effettuato l update

37 Processare il risultato Interfaccia ResultSet» Mantiene un cursore che punta alla riga corrente dei dati» Inizialmente è posizionato prima della prima riga» Metodo boolean next() muove il cursore in avanti e ritorna false se non ci sono più righe» Default con il ResultSet non si possono modificare le righe e tornare indietro» Esempio Statement stmt = con.createstatement(); ResultSet rs = stmt.executequery("select a, b FROM TABLE2");

38 Processare il risultato Per recuperare le colonne dal ResultSet vi sono dei metodi getxxx (getboolean, getlong, getstring, ) Valori possono essere recuperati» Utilizzando l indice (più efficiente e numerato da 1) oppure ( insensitive» Nome della colonna (case Driver JDBC tenta di convertire dati sottostanti con tipi di dati Java Problema con tipi del DB rispetto a tipi Java a causa della mancanza dello standard SQL JDBC risolve il problema definendo dei propri tipi mediante la classe java.sql.types

39 Processare il risultato String java.math.bigdecimal Boolean Integer Long Float Double byte[] java.sql.date java.sql.time java.sql.timestamp Clob Blob Array Struct Ref Java class CHAR, VARCHAR, or LONGVARCHAR NUMERIC BIT INTEGER BIGINT REAL DOUBLE BINARY, VARBINARY, or LONGVARBINARY DATE TIME TIMESTAMP CLOB BLOB ARRAY STRUCT REF JAVA_OBJECT

40 ( 4 ) Processare il risultato

41 ( 5 ) Processare il risultato guide/jdbc/getstart/mapping.html

42 ( 6 ) Processare il risultato Qualsiasi tipo di dati MySql può essere convertito in java.lang.string e qualsiasi tipi numerico può essere convertito in un qualsiasi tipo numerico di Java

43 Processare il risultato Esempio 1 public class TestStatement { private static final String DRIVER_NAME="com.mysql.jdbc.Driver"; private static final String SQL = "SELECT * FROM title"; public static void main( String[] args ) { try { Class.forName( DRIVER_NAME ); Connection connection = DriverManager.getConnection( args[ 0 ], args[ 1 ], args[ 2 ] ); Statement statement = connection.createstatement(); ResultSet resultset = statement.executequery( SQL );

44 Processare il risultato while ( resultset.next() ) { System.out.println( "ID: " + resultset.getint( "title_id" ) ); System.out.println( "Name: " + resultset.getstring( "name" ) ); System.out.println( "Title Kind ID: " + resultset.getint( "title_kind_id" ) ); System.out.println( "Description: " + resultset.getstring( "description" ) ); System.out.println( "Author: " + resultset.getstring( "author" ) ); System.out.println( "Isbn: " + resultset.getstring( "isbn" ) ); System.out.println( " " ); catch ( ClassNotFoundException e ) { e.printstacktrace(); catch ( SQLException e ) { e.printstacktrace();

45 Processare il risultato Esempio 2 public class TestPreparedStatement { private static final String DRIVER_NAME="com.mysql.jdbc.Driver"; private static final String SQL = "SELECT * FROM title WHERE name=?"; public static void main( String[] args ) { try { Class.forName( DRIVER_NAME ); Connection connection = DriverManager.getConnection( args[ 0 ], args[ 1 ], args[ 2 ] ); PreparedStatement preparedstatement = connection.preparestatement( SQL ); preparedstatement.setstring( 1, "name"); ResultSet resultset = preparedstatement.executequery();

46 Processare il risultato while ( resultset.next() ) { System.out.println( "ID: " + resultset.getint( "title_id" ) ); System.out.println( "Name: " + resultset.getstring( "name" ) ); System.out.println( "Title Kind ID: " + resultset.getint( "title_kind_id" ) ); System.out.println( "Description: " + resultset.getstring( "description" ) ); System.out.println( "Author: " + resultset.getstring( "author" ) ); System.out.println( "Isbn: " + resultset.getstring( "isbn" ) ); System.out.println( " " ); catch ( ClassNotFoundException e ) { e.printstacktrace(); catch ( SQLException e ) { e.printstacktrace();

47 ( 1 ) Eliminare gli oggetti JDBC Al termine delle operazioni è necessario chiudere tutti gli oggetti coinvolti try { resultset.close(); statement.close(); connection.close(); catch (SQLException ex) { ex.printstacktrace();

48 Esempio ( 2 ) Eliminare gli oggetti JDBC public class TestPreparedStatementClose { private static final String DRIVER_NAME="com.mysql.jdbc.Driver"; private static final String SQL = "SELECT * FROM title WHERE name=?"; public static void main( String[] args ) { Connection conn = null; PreparedStatement ps = null; ResultSet rs = null; try { Class.forName( DRIVER_NAME ); conn = DriverManager.getConnection( args[ 0 ], args[ 1 ], args[ 2 ] ); ps = con.preparestatement( SQL ); ps.setstring( 1, "name"); rs = ps.executequery();

49 ( 3 ) Eliminare gli oggetti JDBC while ( rs.next() ) { System.out.println( "ID: " + rs.getint( "title_id" ) ); System.out.println( "Name: " + rs.getstring( "name" ) ); System.out.println( "Title Kind ID: " + rs.getint( "title_kind_id" ) ); System.out.println( "Description: " + rs.getstring( "description" ) ); System.out.println( "Author: " + rs.getstring( "author" ) ); System.out.println( "Isbn: " + rs.getstring( "isbn" ) ); System.out.println( " " ); catch ( ClassNotFoundException e ) { e.printstacktrace(); catch ( SQLException e ) { e.printstacktrace();

50 ( 4 ) Eliminare gli oggetti JDBC finally { if (rs!=null) { try { rs.close(); catch (SQLException e) {/*Do Nothing*/ if (ps!=null) { try { ps.close(); catch (SQLException e) {/*Do Nothing*/ if (conn!=null) { try { conn.close(); catch (SQLException e) {/*Do Nothing*/

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Algebra di Boole: Concetti di base Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Algebra di Boole E un algebra basata su tre operazioni logiche OR AND NOT Ed operandi che possono

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica PHP: form, cookies, sessioni e mysql Pasqualetti Veronica Form HTML: sintassi dei form 2 Un form HTML è una finestra contenente vari elementi di controllo che consentono al visitatore di inserire informazioni.

Dettagli

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database PROBLEMA Si vogliono inviare, periodicamente, i dati acquisiti da alcuni sensori ad un database presente su di un server. Arduino con shield Ethernet

Dettagli

Le variabili. Olga Scotti

Le variabili. Olga Scotti Le variabili Olga Scotti Cos è una variabile Le variabili, in un linguaggio di programmazione, sono dei contenitori. Possono essere riempiti con un valore che poi può essere riletto oppure sostituito.

Dettagli

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 Database, SQL & MySQL Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 1 Struttura RDBMS MYSQL - RDBMS DATABASE TABELLE 2 Introduzione ai DATABASE Database Indica in genere un insieme di dati rivolti alla rappresentazione

Dettagli

Programmazione di rete in Java

Programmazione di rete in Java Programmazione di rete in Java Reti di calcolatori Una rete di calcolatori è un sistema che permette la condivisione di dati informativi e risorse (sia hardware sia software) tra diversi calcolatori. Lo

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

/** * VETTORE DINAMICO elementi */ private Vector elementi; /** * METODO COSTRUTTORE */ public coda() { elementi=new Vector(); }

/** * VETTORE DINAMICO elementi */ private Vector elementi; /** * METODO COSTRUTTORE */ public coda() { elementi=new Vector(); } import java.util.*; class coda * Questa classe contiene tutti i metodi per la gestione della coda * @author D'Ambrosio Giovanni Classe 4D I.T.I.S. Grottaminarda * @version 26/02/2010 * VETTORE DINAMICO

Dettagli

Fondamenti di Informatica. Dichiarazione, creazione e gestione di array in Java

Fondamenti di Informatica. Dichiarazione, creazione e gestione di array in Java Fondamenti di Informatica Dichiarazione, creazione e gestione di array in Java Array in Java - creazione La creazione fa una inizializzazione implicita: num = new int[10]; con valore 0 per int e double,

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1 Networking Java permette comunicazioni in rete basate sul concetto di socket, che permette di vedere la comunicazione in termini di flusso (stream), in modo analogo all input-output di file, usando Stream

Dettagli

Il linguaggio SQL Basi di dati 1. Il linguaggio SQL. Angelo Montanari. Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine

Il linguaggio SQL Basi di dati 1. Il linguaggio SQL. Angelo Montanari. Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine Il linguaggio SQL Basi di dati 1 Il linguaggio SQL Angelo Montanari Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine Il linguaggio SQL Basi di dati 2 Introduzione SQL (Structured Query Language)

Dettagli

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute DNS: Domain Name System I name DNS Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP ( bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final

Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final romina.eramo@univaq.it http://www.di.univaq.it/romina.eramo/tlp Roadmap Definire una classe» Variabili membro» Metodi La parola chiave

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN per Expert NANO 2ZN Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie Expert NANO 2ZN Nome documento: MODBUS-RTU_NANO_2ZN_01-12_ITA Software installato: NANO_2ZN.hex

Dettagli

esercizi Esercizi / problemi

esercizi Esercizi / problemi Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): esercizi 1 Esercizi / problemi 1. Creare un applicazione che calcoli la media aritmetica dei seguenti valori interi: 35, 117, 23 e ne visualizzi il

Dettagli

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni Funzioni Le funzioni Con il termine funzione si intende, in generale, un operatore che, applicato a un insieme di operandi, consente di calcolare un risultato, come avviene anche per una funzione matematica

Dettagli

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof.

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof. Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica Programmazione I - corso B a.a. 009-10 prof. Viviana Bono Blocco 9 Metodi statici: passaggio parametri, variabili locali, record

Dettagli

Oggetti Lezione 3. aspetti generali e definizione di classi I

Oggetti Lezione 3. aspetti generali e definizione di classi I Programmazione a Oggetti Lezione 3 Il linguaggio Java: aspetti generali e definizione di classi I Sommario Storia e Motivazioni Definizione di Classi Campi e Metodi Istanziazione di oggetti Introduzione

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it UML: Class Diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania Class Diagram Forniscono una vista strutturale

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Concetto di Funzione e Procedura METODI in Java

Concetto di Funzione e Procedura METODI in Java Fondamenti di Informatica Concetto di Funzione e Procedura METODI in Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Metodi e Sottoprogrammi Mentre in Java tramite le classi e gli oggetti è possibile

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

! Programmazione strutturata ! TDA. ! Classi, incapsulamento, ! OO. ! Scambio messaggi, eredità, polimorfismo. ! OO in Java

! Programmazione strutturata ! TDA. ! Classi, incapsulamento, ! OO. ! Scambio messaggi, eredità, polimorfismo. ! OO in Java Riassunto Rassegna API - 1 Stefano Mizzaro Dipartimento di matematica e informatica Università di Udine http://www.dimi.uniud.it/mizzaro/ mizzaro@uniud.it Programmazione, lezione 17 3 maggio 2015! Programmazione

Dettagli

Pila.h versione 6. class Pila { private: int marker; int * contenuto; public:

Pila.h versione 6. class Pila { private: int marker; int * contenuto; public: 1 Pila.h versione 6 struct Pila { private: int size; int defaultgrowthsize; int marker; int * contenuto; void cresci(int increment); public: Pila(int initialsize) ; Pila(); ~Pila() ; void copy(pila * to)

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java]

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java] Desideriamo realizzare una applicazione web che ci consenta di calcolare il fattoriale di un numero. L'esercizio in sé non particolarmente difficile, tuttavia esso ci consentirà di affrontare il problema

Dettagli

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Lezione 1 Cosa è la Programmazione Orientata agli Oggetti Metodologia per costruire prodotti software di grosse dimensioni che siano affidabili e facilmente

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Il linguaggio SQL: transazioni

Il linguaggio SQL: transazioni Il linguaggio SQL: transazioni Sistemi Informativi T Versione elettronica: 4.8.SQL.transazioni.pdf Cos è una transazione? Una transazione è un unità logica di elaborazione che corrisponde a una serie di

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

Classi ed Oggetti in JAVA

Classi ed Oggetti in JAVA Classi ed Oggetti in JAVA Dott. Ing. Leonardo Rigutini Dipartimento Ingegneria dell Informazione Università di Siena Via Roma 56 53100 SIENA Uff. 0577233606 rigutini@dii.unisi.it www.dii.unisi.it/~rigutini/

Dettagli

Il modello client/server consente a due processi di condividere risorse e di cooperare per il raggiungimento di un obiettivo.

Il modello client/server consente a due processi di condividere risorse e di cooperare per il raggiungimento di un obiettivo. In una rete di ampie dimensioni, ciascuna sottorete (es. LAN, WAN) è connessa ad altre sottoreti tramite router. Internet è un insieme di reti connesse tra loro. Essenzialmente, in una rete alcune macchine

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment Bloodshed Dev-C++ Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio IDE = Integrated Development Environment Gerardo Pelosi 01 Ottobre 2014 Pagina 1 di 8 Dev-C++ - Installazione Potete

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

CA RC/Update for DB2 for z/os

CA RC/Update for DB2 for z/os SCHEDA PRODOTTO CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os (CA RC/Update) è uno strumento di gestione di dati e oggetti DB2 che consente agli amministratori

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Tipicamente un elaboratore è capace di trattare domini di dati di tipi primitivi

Tipicamente un elaboratore è capace di trattare domini di dati di tipi primitivi TIPI DI DATO Tipicamente un elaboratore è capace di trattare domini di dati di tipi primitivi numeri naturali, interi, reali caratteri e stringhe di caratteri e quasi sempre anche collezioni di oggetti,

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Creare una applicazione Winsock di base

Creare una applicazione Winsock di base Creare una applicazione Winsock di base Usiamo le API Winsock incluse in Creare un progetto per una Socket Windows (in Dev C++) Selezionare la file New Projects Selezionare Empty Project Salvare

Dettagli

/*dichiarazioni*/ // le frasi sono contenute in stringhe, cioè array di char char f1[max]; int i, giusto,len;

/*dichiarazioni*/ // le frasi sono contenute in stringhe, cioè array di char char f1[max]; int i, giusto,len; /* Date in ingresso una frase, dire se una è palindroma */ #include #define MAX 100 int main() /*dichiarazioni*/ // le frasi sono contenute in stringhe, cioè array di char char f1[max]; int i,

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori Gli array Array e puntatori Laboratorio di Informatica I un array è un insieme di elementi (valori) avente le seguenti caratteristiche: - un array è ordinato: agli elementi dell array è assegnato un ordine

Dettagli

Funzioni. Corso di Fondamenti di Informatica

Funzioni. Corso di Fondamenti di Informatica Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Funzioni Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti e dei

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Gestione dei File in C

Gestione dei File in C Gestione dei File in C Maurizio Palesi DIIT Università di Catania Viale Andrea Doria 6, 95125 Catania mpalesi@diit.unict.it http://www.diit.unict.it/users/mpalesi Sommario In questo documento saranno introdotte

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Arduino: Programmazione

Arduino: Programmazione Programmazione formalmente ispirata al linguaggio C da cui deriva. I programmi in ARDUINO sono chiamati Sketch. Un programma è una serie di istruzioni che vengono lette dall alto verso il basso e convertite

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) ver. Classe 3BN (elettronica) marzo 22 Giorgio Carpignano I.I.S. Primo LEVI - TORINO Il menù per oggi Lettura dei pulsanti Comunicazione

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

Middleware Laboratory. Dai sistemi concorrenti ai sistemi distribuiti

Middleware Laboratory. Dai sistemi concorrenti ai sistemi distribuiti Dai sistemi concorrenti ai sistemi distribuiti Problemi nei sistemi concorrenti e distribuiti I sistemi concorrenti e distribuiti hanno in comune l ovvio problema di coordinare le varie attività dei differenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ORIENTATA AGLI OGGETTI in C++

PROGRAMMAZIONE ORIENTATA AGLI OGGETTI in C++ PROGRAMMAZIONE ORIENTATA AGLI OGGETTI in C++ Classi ed oggetti. Classi derivate, ereditarietà e polimorfismo. Template Capitoli 12, 13, 14 Luis Joyannes Aguilar. Fondamenti di Programmazione in C++. Algoritmi,

Dettagli

Manuale di Okteta. Friedrich W. H. Kossebau Alex Richardson Traduzione della documentazione: Federico Zenith

Manuale di Okteta. Friedrich W. H. Kossebau Alex Richardson Traduzione della documentazione: Federico Zenith Friedrich W. H. Kossebau Alex Richardson Traduzione della documentazione: Federico Zenith 2 Indice 1 Introduzione 6 2 Fondamentali 7 2.1 Avviare Okteta........................................ 7 2.2 Uso..............................................

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Esercizio di Sincronizzazione tra Processi: Ponte a Senso Unico Alternato con Capacità Limitata

Esercizio di Sincronizzazione tra Processi: Ponte a Senso Unico Alternato con Capacità Limitata Esercizio di Sincronizzazione tra Processi: Ponte a Senso Unico Alternato con Capacità Limitata Supponiamo sempre di avere un ponte stretto che permette il passaggio delle auto solo in un verso per volta,

Dettagli

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL.

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL. Data: 8 Ottobre 2013 Release: 1.0-15 Feb 2013 - Release: 2.0 - Aggiunta procedura per inviare email da Windows con php Release: 2.1-20 Mar 2013 Release: 2.2-8 Ottobre 2013 - Aggiunta procedura per inviare

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

Corso di Fondamenti di Informatica

Corso di Fondamenti di Informatica Corso di Fondamenti di Informatica L uso delle funzioni in C++ Claudio De Stefano - Corso di Fondamenti di Informatica 1 Funzioni Nel C++ è possibile scomporre problemi complessi in moduli più semplici

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Dal modello concettuale al modello logico

Dal modello concettuale al modello logico Dal modello concettuale al modello logico Traduzione dal modello Entita - Associazione al modello Relazionale Ciclo di sviluppo di una base di dati (da parte dell utente) Analisi dello scenario Modello

Dettagli

Le funzioni in C. I programmi C sono costituiti da definizioni di variabili e funzioni.

Le funzioni in C. I programmi C sono costituiti da definizioni di variabili e funzioni. Le funzioni in C I programmi C sono costituiti da definizioni di variabili e funzioni. Una definizione di funzione ha il seguente formato: tipo-ritornato nome-funzione(lista-parametri) { dichiarazioni

Dettagli

Ambienti di sviluppo integrato

Ambienti di sviluppo integrato Ambienti di sviluppo integrato Un ambiente di sviluppo integrato (IDE - Integrated Development Environment) è un ambiente software che assiste i programmatori nello sviluppo di programmi Esso è normalmente

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

La fase di realizzazione. La fase di realizzazione (cont.) Traduzione in Java del diagramma degli use case

La fase di realizzazione. La fase di realizzazione (cont.) Traduzione in Java del diagramma degli use case Università degli Studi di Roma La Sapienza Corso di Laurea in Ingegneria dell Informazione Sede di Latina Corso di Laurea in Ingegneria dell Informazione Consorzio Nettuno La fase di realizzazione si occupa

Dettagli

SQL Injection: le tecniche, i tool ed esempi pratici OWASP. The OWASP Foundation

SQL Injection: le tecniche, i tool ed esempi pratici OWASP. The OWASP Foundation SQL Injection: le tecniche, i tool ed esempi pratici SMAU E- Academy 2006 Antonio Parata collaboratore -Italy http://www.ictsc.it antonio.parata@ictsc.it http://www.owasp.org/index.php/italy Copyright

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli