PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE"

Transcript

1 Allegato A) Piano Triennale di razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali, anche informatiche, ex art. 2, commi 594 e seguenti della Legge Finanziaria 2008 (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, delle legge 244 del 24/12/2007) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE PREMESSA In relazione alle previsioni dell art. 2 commi da 594 e 599 della Legge n. 244/207, i competenti servizi comunali mantengono da tempo obiettivi di razionalizzazione dei beni individuati dalla predetta norma, attraverso attività di analisi delle modalità di utilizzo delle dotazioni strumentali anche informatiche e della telefonia, e dei conseguenti costi a carico dell Ente, al fine di individuare eventuali diseconomie e proporre misure per ottimizzare i costi ovvero, ridurli, perseguendo in tal modo gli obiettivi di razionalizzazione. Sulla base dell attività di monitoraggio, si è giunti all aggiornamento del seguente piano triennale di razionalizzazione per gli anni , che è stato elaborato con riferimento sia alla idoneità delle dotazioni strumentali e informatiche che corredano le stazioni di lavoro o che supportano lo svolgimento di prestazioni lavorative da parte di particolari categorie di lavoratori, sia alle modalità organizzative adottate per la fornitura e l utilizzo delle suddette dotazioni. Per il perseguimento degli obiettivi, si dovrà tenere conto dei limiti imposti dalle disposizioni di finanza pubblica sia in tema patto di stabilità interno che di tagli alle spese degli Enti locali. Al fine di meglio interpretare l ampiezza delle dotazioni è opportuno segnalare che la dotazione organica del Comune di Medicina, alla data del 30/06/2011, è composta da n. 84 unità in servizio al 30/6/2011, con la seguente articolazione in base al ruolo ricoperto: Segretario Generale 1 Dirigenti a t.d. 2 Posizioni organizzative 4 Agenti di Polizia Municipale 8 Amministrativi 40 Tecnici 9 Operai 9 Personale nidi di infanzia (educatrici + ausiliarie) 11 Sono inoltre assegnate tre postazioni di lavoro agli amministratori comunali. Il piano è stato elaborato mantenendo, per ogni dotazione oggetto di razionalizzazione, il seguente schema logico: > ricognizione della situazione esistente; > individuazione di misure standard; > misure in corso; > misure previste. 1

2 1) DOTAZIONI STRUMENTALI ED INFORMATICHE L Ente è dotato di una complessa rete informatica aziendale che viene gestita tramite l Unità Operativa CED. Le apparecchiature sono di proprietà comunale, salvo i fotocopiatori ad alte prestazioni per le quali normalmente il Servizio Economato ricorre al noleggio. E stato avviato un processo di razionalizzazione ed ottimizzazione nell acquisto e nell utilizzo delle attrezzature a servizio degli uffici. Stato attuale: Server 6 Videoproiettori 2 Stampanti ad aghi 6 Stampanti termiche 4 Stampanti a getto di inchiostro (di cui 2 in rete) 17 Stampanti laser di cui (di cui 16 in rete) 33 Plotter ( di cui 2 in rete) 2 Personal Computer 83 Notebook 13 La dotazione standard del posto di lavoro, inteso come postazione individuale è così composta: > Un personal computer, con relativo sistema operativo e con gli applicativi tipici dell automazione dell ufficio; > (dove possibile) Un telefono fisso connesso alla centrale telefonica; > Una stampante e/o un collegamento alla stampante/fotocopiatore di rete multifunzione a servizio di tutte le postazioni di lavoro di un determinato ufficio e/o area di lavoro/servizio; > Sono stati inoltre assegnati individualmente o a livello di settore notebook forniti di internet key Per la sicurezza del sistema: > Ad ogni postazione individuale vengono assegnate password personali specifiche per l accesso alla rete; > Viene effettuato il backup giornaliero dei dati memorizzati sui server. Le dotazioni informatiche assegnate ai posti di lavoro verranno gestite secondo i seguenti criteri: il tempo di vita ordinario dovrà essere almeno di anni 5 per un personal computer e di almeno 6 anni per una stampante. Di norma non si procederà alla sostituzione prima di tale termine. Le sostituzioni prima dei termini potranno avvenire nel caso di guasto qualora la valutazione dei costi/benefici relativa alla riparazione dia esito sfavorevole anche tenendo conto della obsolescenza dell apparecchio che causa un rapido deprezzamento dei dispositivi elettronici ed informatici. Tale valutazione è effettuata dai tecnici del servizio informatico. Nel caso in cui un personal computer non avesse più la capacità di supportare efficacemente l evoluzione di un applicativo verrà comunque utilizzato in ambiti dove sono richieste performance inferiori. L individuazione delle attrezzatura informatica a servizio delle diverse stazioni di lavoro verrà effettuata dal servizio informatico secondo i principi dell efficacia operativa e dell economicità. In particolare si terrà conto: > delle esigenze operative dell ufficio; > del ciclo di vita del prodotto; 2

3 > degli oneri accessori connessi. Nella sostituzione graduale delle stampanti si dovrà tenere conto dei seguenti criteri: > integrazione graduale delle fotocopiatrici multifunzioni di rete nella funzione di stampa, > rimozione delle stampanti individuali con il collegamento degli utenti a stampati di rete con i seguenti risultati attesi > individuazione di tipologie di stampanti congruenti in modo da ottimizzare e limitare l acquisto del materiale di consumo I risultati attesi sono : riduzione del costo a copia, riduzione delle tipologie di toner da tenere in magazzino con effetti positivi sui costi di approvvigionamento, riduzione dei costi di gestione delle stampanti L Unità Operativa Ced cura l istallazione, la manutenzione, l assistenza tecnica (anche mediante appositi contratti) delle attrezzature informatiche. Nessun soggetto al di fuori dei dipendenti dell Unità Operativa Ced è autorizzato ad intervenire sulla rete aziendale. I dipendenti sono tenuti a comunicare all Unità Operativa Ced, tramite le consuete procedure, malfunzionamenti o guasti affinché lo stesso possa intervenire. La progressiva razionalizzazione inerente la dotazione strumentale ha prodotto una riduzione del numero di postazioni installate, compensata però dall acquisizione in inventario delle postazioni in rientro dal Corpo Unico di Polizia Municipale. Per quanto attiene alle macchine fotocopiatrici, già da diversi anni l ufficio Economato fa ricorso al noleggio, attraverso l adesione ad idonee convenzioni attivate da Consip e Intercent E-R. Attualmente il Comune è dotato di n. 15 macchine multifunzione (stampante, scanner), di cui n. 1 macchina a colori. misure realizzate > Le politiche di approvvigionamento dell Unità Operativa Ced si sono orientate verso l utilizzo di convenzioni quadro stipulate dalle centrali di acquisto a livello statale e regionale, oltre all utilizzo del relativo mercato elettronico. Il servizio Ced mantiene un ruolo centrale per la valutazione degli aspetti qualitativi del prodotto e per il raccordo con tutti gli uffici comunali per le attività di installazione e assistenza; > Si è provveduto a dotare la struttura informatica di idoneo software antivirus, automaticamente distribuito ed aggiornato, su tutte le postazioni in rete; > Redazione e distribuzione ai dipendenti del Regolamento sull utilizzo della Posta Elettronica in data 27/08/2008; > Sostituzione dei monitor con modelli LCD che permettono di ridurre il consumo di energia elettrica (completata al 100%) > Nell anno 2011 si è provveduto alla stipulazione di nuovi contratti di noleggio per n. 6 fotocopiatori con adesione convenzione Intercent E-R per la durata di anni 3, scadenza 2014; > Nell anno 2011 si è provveduto alla stipulazione di nuovi contratti di noleggio per n. 7 fotocopiatori con adesione convenzione Consip per la durata di anni 4, scadenza

4 misure in corso > Adeguamento delle postazioni di lavoro e dei server allo standard individuato dal presente piano. (Compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili, è in corso di valutazione l adeguamento e l aggiornamento dei PC, acquistati nel periodo , ormai obsoleti e superati dalle nuove tecnologie, non più sufficienti a supportare gli applicativi attualmente in uso:mediamente dovrebbero essere sostituiti di 10 PC all anno) > Applicazione delle norme in materia di sicurezza approvate nel Documento Programmatico della Sicurezza > Applicazione delle norme di cui alle linee guida sopra richiamate; > Sostituzione delle stampanti abbinate a postazioni di lavoro singolo con stampanti o fotocopiatori di rete multifunzione > Azioni finalizzate alla dematerializzazione. Negli ultimi anni il servizio ha coordinato e gestito una serie di progetti tutti finalizzati ad una gestione documentale completamente informatica, con la finalità di migliorare l efficienza interna degli uffici anche attraverso l eliminazione dei registri cartacei e riduzione della produzione di copie cartacee. (Per sviluppare ulteriormente occorre agire pesantemente sul lato server quindi è fortemente subordinato alla disponibilità di risorse finanziarie). > Adozione di strumenti di virtualizzazione : lo studio di fattibilità per la virtualizzazione dei server si è concretizzato con l acquisto di un server tramite convenzione Cosip sul quale si procederà con la virtualizzazione, ottenendo l eliminazione di server obsoleti, con risparmio di costi di gestione ottimizzazione della gestione, oltre ad aumentare il livello di sicurezza della sala macchine del CED, eliminando/controllando la proliferazione dei server, riducendo la potenza elettrica necessaria all'alimentazione delle macchine, migliorando l affidabilità dei servizi, riducendo il tempo di ripristino delle applicazioni in caso di rottura hardware, semplificando la gestione dei sistemi e migliorando l'utilizzo delle risorse, nonché la flessibilità e l'affidabilità dei servizi. misure previste > Conferma di tutte le misure già in corso > Realizzazione della virtualizzazione degli attuali server fisici e gestione centralizzata dei sistemi, con progressivo trasferimento dei servizi, del documentale e di parte degli applicativi sui server virtuali, virtualizzazione di alcune postazioni client. Risultati attesi: riduzione dei costi di gestione ed ottimizzazione della gestione oltre che aumentare il livello di sicurezza della sala macchine del CED (si potrà eliminare/controllare la proliferazione dei server, ridurre la potenza elettrica necessaria all'alimentazione delle macchine, migliorare l affidabilità dei servizi riducendo il tempo di ripristino delle applicazioni in caso di rottura hardware, semplificare la gestione dei sistemi e migliorare sensibilmente l'utilizzo delle risorse nonché la flessibilità e l'affidabilità dei servizi). > Entro la fine dell anno 2011 e nel corso del 2012 verranno a scadenza i contratti relativi a n. 2 fotocopiatori, sarà necessario valutare l eventuale sostituzione. 4

5 2) TELECOMUNICAZIONI a) SISTEMA DI TELEFONIA E TRASMISSIONE DATI CONVENZIONE INTERCENT-ER > Per quanto riguarda la telefonia fissa è previsto un apparecchio telefonico per ogni posto di lavoro. Gli apparecchi sono di proprietà dell Ente e la sostituzione avviene solo in caso di guasto irreparabile. misure realizzate > L adesione alla convenzione per la telefonia e la trasmissione dati stipulata da IntercentER nel febbraio 2009 ha permesso l applicazione di tariffe agevolate, l attivazione di nuovi servizi di connettività tra le sedi comunali e la predisposizione di centralini Voip. misure in corso > Conferma di tutte le misure in corso e costante monitoraggio della spesa telefonica per l individuazione di nuovi canali di risparmio e innovazione tecnologica. misure previste > Incremento delle linee Voip relativamente alle utenze di maggiore consistenza. b) TELEFONIA MOBILE Il Comune di Medicina adotta gli strumenti e i servizi di telefonia mobile al fine di garantire una comunicazione costante degli amministratori e dei dipendenti (Dirigenti e categorie di dipendenti che per motivi di servizio, si trovano frequentemente al di fuori delle sedi istituzionali). Il Comune mantiene attenzione sulla razionalizzazione dell utilizzo dei sistemi di telefonia mobile e per il contenimento dei costi. Già da molti anni il Comune aderisce alle convenzioni Consip per la fornitura di servizi di telefonia mobile. Il gestore del Comune è attualmente il gruppo TIM in quanto affidatario della convenzione stipulata da Consip spa denominato Telefonia mobile 5. I rapporti con i diversi gestori sono stati regolati attraverso gli appositi contratti per la Pubblica Amministrazione. Sono state migrate alla nuova convenzione n. 31 utenze di telefonia mobile. Gli apparecchi sono stati assegnati in relazione alla funzione ricoperta su richieste formulate dai Dirigenti. Da settembre 2009 sono state assegnate n.3 utenze all Istituto Comprensivo a seguito di valutazione delle spese telefoniche, che ha evidenziato l elevato numero di chiamate eseguite da fisso a mobile. La scelta è stata mantenuta in quanto si è rivelata decisamente conveniente. Il Comune ha inoltre in dotazione n. 4 Internet Key ricaricabili per il traffico di trasmissione dati, che vengono utilizzate da Amministratori, Dirigenti e da sedi distaccate non raggiunte da linee ADSL. misure realizzate > Determinazione del Responsabile Servizi contabili-informatici n. 243 del 30/5/2011 ad oggetto Adesione alla Convenzione stipulata tra Consip spa e Telecom Italia spa denominata Telefonia mobile 5 per la prestazione dei servizi di telefonia mobile. > Verifica dell effettiva necessità dell uso di cellulari da parte del personale che oggi fruisce del servizio. > L Amministrazione comunale, in attuazione dell art.2, comma 594, della Legge Finanziaria per il 2008 e nel rispetto della normativa sulla tutela e riservatezza dei dati personali ha attivato un sistema di controllo della spesa al fine di verificare che i servizi di telefonia mobile siano stati usati in maniera 5

6 lecita e corretta, per effettivi scopi di lavoro. Il controllo verrà effettuato in ogni caso quando dall esame del traffico telefonico si rilevi uno scostamento significativo dalla fatturazione precedente. > Assegnazione di n. 3 sim all Istituto Comprensivo. > Per alcuni servizi (esempio reperibilità ufficio tecnico, polizia municipale) con ridotto traffico in uscita vengono utilizzare sim card n. 5 sim card ricaricabili, che non sono soggette a pagamento di tassa di concessione governativa. misure in corso > Azioni rivolte al monitoraggio delle utenze attive, alla razionalizzazione dell utilizzo degli apparecchi assegnati dall Ente con conseguente contrazione della spesa annua. misure previste > Conferma di tutte le misure già in corso. 6

7 Allegato B) Piano Triennale 2011/2013 di razionalizzazione dell utilizzo delle autovetture di servizio, ex art. 2, commi 594 e seguenti della Legge Finanziaria 2008 (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, delle legge 244 del 24/12/2007) AUTOVETTURE Premessa: Il parco auto ha subito modificazioni rispetto a quello segnalato nel piano , solo con riferimento al servizio di Polizia municipale che a seguito dello scioglimento del Corpo Unico dell Associazione 5 Castelli ha acquisito due autovetture dismettendone una. Il Servizio di Polizia municipale ha pertanto a disposizione n. 3 autovetture e n. 2 motoveicoli di proprietà comunale. Per quanto attiene agli altri servizi il parco auto comunale risulta composto da n. 4 autovetture di proprietà e n. 1 autovettura a noleggio. Non sussistono autovetture destinate in modo esclusivo alla mobilità degli amministratori. I dati sono di seguito riassunti come segue: Modello Targa Soggetto utilizzatore Autovettura Fiat Panda BK639YF Segreteria Autovettura Fiat Punto AC898EV Ufficio Tecnico- Protezione civile Autovettura Fiat Panda BS040LP Ufficio Tecnico Autovettura OPEL Zafira CS113KN Polizia Municipale Autovettura Fiat Bravo DN478BP Polizia Municipale Honda motor europe RD1111 CD56708 Polizia Municipale Honda motor europe RD1111 CD56709 Polizia Municipale Autovettura Fiat Punto DX613GB Urbanistica Autovettura Fiat Bravo DN479BP Polizia Municipale misure realizzate > Con determinazione del Responsabile Servizi Contabili-Informatici n. 328 del 28/07/2011 è stata noleggiata n. 1 autovettura Fiat Punto con alimentazione a metano destinata ad uso prevalente del messo comunale, mantenendo la scelta del noleggio già operata nel triennio precedente, anche per necessità di rispetto del limite posto dal D.L. 78/2010 alle spese per l acquisto, la manutenzione, il noleggio e l esercizio di autovetture, nonché per l acquisto di buoni taxi; escluse le autovetture utilizzate per i servizi istituzionali di tutela dell ordine e sicurezza pubblica. > Con determinazione del Responsabile Servizio Polizia municipale n. 33 del 21/01/2011 è stata noleggiata un autovettura per particolari servizi. > La gestione relativa all attività di manutenzione dell intero parco veicoli è affidata ad operatori economici specializzati presenti sul territorio, in modo autonomo dai diversi servizi assegnatari dei mezzi. > L ufficio Economato cura gli adempimenti relativi all imposta di bollo e l affidamento della fornitura di carburanti. L approvvigionamento di carburanti è stato effettuato con ricorso prevalente a convenzioni Consip o Intercent E-R. Nel corso del 2011 è stato necessario selezionare autonomamente 7

8 un forniture essendo risultati aggiudicatari della procedure Consip e Intercent E-R operatori economici non presenti nel territorio comunale. E stato compilato sia il I che il II monitoraggio conoscitivo sull utilizzo della flotta di rappresentanza e delle auto di servizio nelle pubbliche amministrazioni, predisposto dal Formez PA Dipartimento della Funzione pubblica. misure in corso > Gli automezzi di servizio in dotazione al Comune sono utilizzati esclusivamente per l espletamento delle funzioni proprie dell Amministrazione, alcune sono utilizzate in condivisione tra diversi uffici; > Presso i diversi servizi a cui è assegnata un autovettura di servizio è predisposto uno strumento informatico dove registrare le informazioni relative all utilizzo della stessa (giorno e ora di utilizzo, km percorsi ecc.); > Utilizzo dell auto comunale in alternativa all auto propria con considerevoli risparmi in termini di rimborsi spese missione da parte dei dipendenti. misure previste > Si ritiene di non aumentare il numero complessivo delle autovetture. > All atto del rinnovo parco autovetture, si ritiene opportuna l acquisizione di mezzi a minore impatto ambientale e a minore consumo; > Prima di acquisire un nuovo automezzo dovrà essere effettuata una valutazione comparativa, in relazione alla tipologia di automezzo e all uso cui esso sarà destinato, sull opportunità di procedere all acquisto oppure al noleggio a lungo termine tutto compreso ; > L effettiva possibilità di sostituzione dovrà essere compatibile con i limiti di spesa posti dal D.L. 78/

9 Allegato C) Piano Triennale 2011/2013 di utilizzo e razionalizzazione dei beni immobili ad uso abitativo o di servizio, ex art. 2, commi 594 e seguenti della Legge Finanziaria 2008 (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, delle legge 244 del 24/12/2007) Premessa Visti gli adempimenti obbligatori ai quali l Amministrazione deve dare seguito, l ufficio Area Gestione del Territorio ha effettuato una ricognizione dei beni immobili ad uso abitativo o di servizio per la conseguente individuazione delle opportune misure di razionalizzazione di utilizzo. IMMOBILI AD USO ABITATIVO: Il Comune di Medicina è proprietario di immobili ad uso abitativo derivanti dal proprio patrimonio consistente in n. 40 unità immobiliari a cui si aggiungono n. 2 unità accessorie (garage). A tali immobili si sono ulteriormente aggiunti gli alloggi ACER (ex IACP) che a seguito della Legge Regionale n. 24/2001 Disciplina generale dell intervento pubblico nel settore abitativo sono stati trasferiti dallo Stato agli ex IACP ai sensi della l. 449/97 e 388/00 e quindi ai comuni con la L.R. 24/2001. I beni comunali ex ACER sono affidati in regime di concessione di servizio all ACER Bologna che li gestisce provvedendo a tutte le funzioni amministrative e tecniche legate ai rapporti con l inquilinato e alla manutenzione ordinaria e straordinaria. Nel complesso il patrimonio ex IACP e ex Stato (ex ACER) consiste in n. 96 unità immobiliari a cui si aggiungono 70 unità accessorie. (garage). In caso di alloggio liberato da inquilinato (alloggio sfitto) l Ente provvede, in accordo con ACER alla programmazione degli interventi di ripristino e messa a norma prima della riassegnazione degli alloggi. A tutt oggi gli alloggi sfitti in attesa di ristrutturazione sono 6 e verranno riassegnati una volte ultimati i lavori. La riassegnazione avviene sulla base di graduatorie redatte dai Servizi Sociali. Fanno parte degli immobili ad uso abitativo con funzione sociale anche due fabbricati ex Scuole Elementari: - Centro di accoglienza polivalente in frazione di S. Martino sito in Via Medesano, 1709: si tratta di n.6 alloggi oggetto di ristrutturazione per i quali il Comune di Medicina ha predisposto un progetto di ristrutturazione e riutilizzo da attuare anche con contributi della regione Emilia Romagna. L immobile sarà riassegnato a donne sole con figli secondo uno specifico indirizzo politico fissato dall Amministrazione. - Fiorentina sito in Via 5098, si tratta di n. 5 alloggi resi inagibili nel 1993, da allora la struttura è stata abbandonata. Su tale edificio l Amministrazione, ha provveduto ad eliminare il vincolo di bene culturale al fine di una sua valorizzazione attraverso un piano di recupero e futura alienazione, non ha intenzione di ristrutturare il bene e mantenerne la destinazione. Il Comune di Medicina è proprietario di un immobile in posizione centrale destinato ad appartamenti (Palazzo della Comunità) a tutt oggi inagibili. L Amministrazione a seguito di progetto destinerà tale immobile a uffici e servizi amministrativi. 9

10 IMMOBILI DI SERVIZIO: Secondo il D.L. 112, oggetto del Piano triennale rientra anche la razionalizzazione degli immobili di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali. Considerato che tra essi rientrano sia quelli destinati ad Uffici che Servizi, si evidenzia che gli immobili destinati ad uffici si concentrano nel Municipio in Via Libertà, 103 presso il Palazzo della Comunità in Via Pillio, 1 e presso il lazzaretto in Via Resistenza, 166 sede della Polizia Municipale. I Servizi invece sono: - Asili nido n. 3 - Scuole n. 7 di cui n. 3 scuole Materne, n. 3 scuole Elementari e n. 1 scuola Media inferiore - mensa comunale con annessa cucina centralizzata n. 1 - magazzini n. 3 di cui n. 1 all aperto per materiale inerte - centri sportivi n. 5 con annessi impianti - immobili ad uso sociale n. 1 L Ente non sostiene canoni di locazione per l uso degli immobili destinati a Servizi; tutti gli uffici sono collocati all interno di strutture di proprietà, ad esclusione della Cucina Centralizzata per la quale l Ente canone all Asl I servizi manutentivi trovano sede presso il Magazzino Comunale di proprietà, sito in Via Morara. I servizi scolastici ed educativi dislocati sul territorio, sono gestiti dall Istituto Comprensivo che occupa i locali di proprietà dell Ente comunale con proprio personale. Gli immobili sono gestiti sia per le manutenzioni di tipo ordinario che straordinario dal Comune di Medicina. Gli Istituti culturali, museali e centri sociali sono ospitati presso locali di proprietà così come gli impianti sportivi; questi ultimi vengono gestiti dalle Società sportive convenzionate la cui conduzione apporta sovente delle migliorie; la manutenzione ordinaria è a carico delle Società, quella straordinaria è a carico del Comune. Gli immobili con destinazione sociale a seguito della costituzione dell Asp (Azienda Servizi alla Persona) sono stati concessi in uso gratuito per l espletamento delle funzioni delegate. ASP, come da specifica convenzione, è obbligata all espletamento della manutenzioni ordinarie e straordinarie sugli immobili e impianti concessi in uso. In relazione alle spese di manutenzione, si distinguono 2 categorie di lavorazioni, una inerente all ordinario che viene portato avanti dall ufficio tecnico in economia, o in amministrazione diretta con personale dipendente, l altro inerente le manutenzioni straordinarie, l ufficio tecnico fatte le opportune verifiche, riscontrata l urgenza, redatto progetti e computata la spesa propone all Amministrazione l opera che a sua volta dà le priorità compatibilmente alla possibilità di spesa fissate per il rispetto del patto di stabilità. 10

11 TI 08.2 RELAZIONE ANNUALE A CONSUNTIVO Entro il 30 aprile dell anno successivo, i Responsabili cureranno la redazione di una relazione circa le azioni intraprese ed i risultati ottenuti in ordine alla realizzazione dei contenuti del presente Piano che verrà poi trasmessa al Collegio dei Revisori dei Conti ed alla Sezione Regionale della Corte dei Conti. 11

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE Allegato A) Piano Triennale 2013-2015 di razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali, anche informatiche, ex art. 2, commi 594 e seguenti della Legge Finanziaria 2008 (art. 2, commi 594,

Dettagli

Città di Bassano del Grappa

Città di Bassano del Grappa PIANO TRIENNALE per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali Art 2 comma 594 e segg. L. 244/2007 Indice del documento 1. Premessa... 3 2.

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008) all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P.

COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. COMUNE DI MARANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Piazza Matteotti, n.17 C.A.P. 41054 Tel. 059-705.711 Fax 059-705.158 Cod. Fisc. / P. IVA 00675950364 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE N. generale 112 data

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna

COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna Deliberazione n. 75 COPIA Cat._4_ Cl. _4_ Fasc. _1_ Prot. n._0010628_ del _29/04/2009 /Cg VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

Dettagli

Piano Triennale di Razionalizzazione. (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, delle Legge 244 del 24/12/2007)

Piano Triennale di Razionalizzazione. (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, delle Legge 244 del 24/12/2007) . Piano Triennale di Razionalizzazione (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, delle Legge 244 del 24/12/2007) 1 1. Dotazioni strumentali ed informatiche Dotazioni In uso In comodato a Di proprietà di

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE DI PREVISIONE 2014/2016 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008

Dettagli

COMUNE DI COSTA VOLPINO PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI COSTA VOLPINO PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI COSTA VOLPINO PROVINCIA DI BERGAMO AGGIORNAMENTO DEL PIANO TRIENNALE 2012-2014 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO

Dettagli

AGGIORNAMENTO anno 2010

AGGIORNAMENTO anno 2010 Allegato alla delibera di G.C. n. 117 del 21/12/2010 PIANO TRIENNALE 2009-2011 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

ALLEGATO 2 A DELIBERAZIONE N. 24 DEL 29/04/2011

ALLEGATO 2 A DELIBERAZIONE N. 24 DEL 29/04/2011 ALLEGATO 2 A DELIBERAZIONE N. 24 DEL 29/04/2011 RELAZIONE ANNUALE DEL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI

Dettagli

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate:

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate: PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE 244/2007 (Legge Finanziaria 2008). ANNO 2012. AGGIORNAMENTO.

Dettagli

COMUNE DI AGAZZANO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI AGAZZANO PROVINCIA DI PIACENZA PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DEI BENI E DELLE STRUTTURE COMUNALI 2010 2012 Art. 2 commi 594 e seguenti della Legge 244/2007 ( Legge Finanziaria 2008

Dettagli

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI MINERBIO PROVINCIA DI BOLOGNA PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2, commi 594-599, Legge

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008) all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594 Approvato con delibera G.C. n. 101 del 26/10/2009 PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Legge 244 del 24.12.2007 art. 2 comma 594 Premessa La legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate:

Le dotazioni strumentali anche informatiche che corredano le stazioni di lavoro degli uffici sono di seguito riportate: PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE 244/2007 (Legge Finanziaria 2008). Al fine del contenimento

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO

PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO COMUNE DI ORGIANO ALLEGATO PIANO TRIENNALE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA RELATIVA ALLE DOTAZIONI STRUMENTALI TRIENNIO 2011 2012-2013 ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007

Dettagli

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012

COMUNE DI BALLAO ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 COMUNE DI BALLAO Piazza E. Lussu n.3 ~ 09040 Ballao (Cagliari) ~ 070/957319 ~ Fax 070/957187 C.F. n.80001950924 ~ P.IVA n.00540180924 ~ c/c p. n.16649097 ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N.11/06.04.2012 PIANO

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA Piazza Fra Giovanni da Pian di Carpine, 16 06063 Magione C.F./P.I.. 00349480541 - Tel. 075/847701 - Fax 075/8477041 AREA SEGRETERIA GENERALE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA Piazza Fra Giovanni da Pian di Carpine, 16 06063 Magione C.F./P.I.. 00349480541 - Tel. 075/847701 - Fax 075/8477041 AREA SEGRETERIA GENERALE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO G.C. N. 103 DEL 05.08.2008 PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE 244/2007 (Legge Finanziaria

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA PIANO PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI E DEI BENI IMMOBILI TRIENNIO 2014 2016 Art.

Dettagli

(approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 101 in data 3 agosto 2010)

(approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 101 in data 3 agosto 2010) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO - ANNI 2010-2012 (art. 2, commi 594-599, Legge 24 dicembre 2007, n.

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO PERIODO 2012/2014

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO PERIODO 2012/2014 PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO PERIODO 2012/2014 (art. 2, commi 594 ss., legge n. 244/2007 - Legge Finanziaria 2008)

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

PUNTO 1 CRITERI DI GESTIONE E RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI DI TELEFONIA

PUNTO 1 CRITERI DI GESTIONE E RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI DI TELEFONIA Piano triennale di razionalizzazione delle spese di funzionamento di cui all art. 2, commi dal 594 al 599 della legge finanziaria 2008 (L. 244/2007) per il triennio 2011-2013. Premessa In un apparato amministrativo

Dettagli

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO TRIENNIO 2009/2011 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 127 DEL 11/11/2009 A) DOTAZIONI

Dettagli

COMUNE DI S. MARCO D ALUNZIO PROVINCIA DI MESSINA

COMUNE DI S. MARCO D ALUNZIO PROVINCIA DI MESSINA COMUNE DI S. MARCO D ALUNZIO PROVINCIA DI MESSINA PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI, DEI

Dettagli

Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA

Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA Triennio 2012/2014 Piano triennale di razionalizzazione della spesa In ottemperanza al disposto dell art. 2, commi da 594 a 599,

Dettagli

COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139

COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139 COMUNE DI PRIMALUNA Provincia di Lecco C.F. 00617330139 PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE FINANZIARIA

Dettagli

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici COMUNE DI MOMBELLO MONFERRATO Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti informatici PREMESSA La legge finanziaria

Dettagli

RICOGNIZIONE SPESE FUNZIONAMENTO STRUTTURE 2009 DI CUI AL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE TRIENNIO 2008-2010

RICOGNIZIONE SPESE FUNZIONAMENTO STRUTTURE 2009 DI CUI AL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE TRIENNIO 2008-2010 LE NORME RICOGNIZIONE SPESE FUNZIONAMENTO STRUTTURE 2009 DI CUI AL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE TRIENNIO 2008-2010 La legge n. 244 del 24.12.2007 (finanziaria 2008), in particolare ai commi da 594 a 598

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE 2010 2012 PER IL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE 2010 2012 PER IL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Allegato A) P.I. 00251860698 SERVIZIO TECNICO PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE 2010 2012 PER IL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PREMESSA Il presente piano si riferisce ai servizi tecnico-amministrativi.

Dettagli

a) DOTAZIONI STRUMENTALI

a) DOTAZIONI STRUMENTALI ' ()!"" #$$%$& La legge Finanziario 2008 (L. 244/2007) ha previsto alcuni adempimenti di verifica delle dotazioni strumentali degli enti pubblici fra cui anche i seguenti commi:594. Ai fini del contenimento

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE (L. 244/2007 art. 2 comma 594)

PIANO TRIENNALE PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE (L. 244/2007 art. 2 comma 594) PIANO TRIENNALE PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE (L. 244/2007 art. 2 comma 594) approvato con deliberazione G.C. n. 54 del 2/4/2010 DOTAZIONI INFORMATICHE La

Dettagli

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO

COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO COMUNE DI VEDANO AL LAMBRO Provincia di Monza e Brianza A LLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. N. 103 DEL 05.08.2008 PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTRE E DEI

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI MODENA PIANO PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI E DEI BENI IMMOBILI TRIENNIO 2011 2013 Art.2

Dettagli

CITTA di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTA di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTA di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2, commi 594-599, Legge 24 dicembre 2007, n. 244)

Dettagli

VISTO il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; VISTO lo Statuto Comunale; VISTO il vigente Regolamento di contabilità;

VISTO il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267; VISTO lo Statuto Comunale; VISTO il vigente Regolamento di contabilità; LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO che: -la Legge 24.12.2007, n.244 (Legge Finanziaria 2008) prevede alcune rilevanti disposizioni dirette al contenimento e alla razionalizzazione delle spese di funzionamento

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNE DI CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE PROVINCIA DI FORLI' - CESENA PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO Art. 2 comma

Dettagli

PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA LEGGE N. 244/2007 - ART. 2 COMMI 594 E 595 - PIANO TRIENNALE 2008-2010

PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA LEGGE N. 244/2007 - ART. 2 COMMI 594 E 595 - PIANO TRIENNALE 2008-2010 LEGGE N. 244/2007 - ART. 2 COMMI 594 E 595 - PIANO TRIENNALE 2008-2010 PER L INDIVIDUAZIONE DELLE MISURE DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI BENI MOBILI ED IMMOBILI FINALIZZATO AL CONTENIMENTO DELLE

Dettagli

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA Provincia di VARESE

COMUNE DI CASSANO VALCUVIA Provincia di VARESE INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE AL CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (Art. 2, commi 594/598 della legge 24/12/2007 n. 244) PIANO TRIENNALE 2011 2013 Vista la Legge 244/2007 (Finanziaria 2008)

Dettagli

COMUNE DI ALMESE PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI ALMESE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI ALMESE PROVINCIA DI TORINO PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEGLI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO 2013-2015 (art. 2, commi 594-599,

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE COMUNE DI MACERATA FELTRIA PU PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 42 DEL 27/08/2014 Ai sensi dell art. 2 comma

Dettagli

COMUNE DI CALDERARA DI RENO

COMUNE DI CALDERARA DI RENO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI CALDERARA DI RENO Comunicata ai Capigruppo Consiliari il 09/05/2013Nr. Prot. 12748 PROVINCIA DI BOLOGNA C O P I A Affissa all'albo Pretorio il 09/05/2013 PIANO

Dettagli

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Asp Patronato pei Figli del popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano Modena. DELIBERA N 12 del 09.11.

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Asp Patronato pei Figli del popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano Modena. DELIBERA N 12 del 09.11. AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA Asp Patronato pei Figli del popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano Modena DELIBERA N 12 del 09.11.2012 Oggetto: Approvazione Piano Triennale per l individuazione

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNITA MONTANA ALTAVALMARECCHIA ZONA A Piazza Bramante n. 11 61015 NOVAFELTRIA PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Dotazioni strumentali anche informatiche

Dettagli

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 9 SEDUTA DEL 25/03/2011. C O P I A OGGETTO: Approvazione piano triennale 2011-2013 per razionalizzazione utilizzo

Dettagli

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali

Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali COMUNE DI MAGNAGO Piazza Italia, 1-20020 Magnago (MI) SERVIZIO FINANZIARIO Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali Autovetture, telefonia mobile, fotoriproduttori, fax e strumenti

Dettagli

PIANO SOSTITUZIONE ATTREZZATURE INFORMATICHE

PIANO SOSTITUZIONE ATTREZZATURE INFORMATICHE allegato b) alla deliberazione n. 58 del 28.5.2012 PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE 244/2007

Dettagli

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA LUIGI GALUPPI FRANCESCO RAMPONI

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA LUIGI GALUPPI FRANCESCO RAMPONI AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA LUIGI GALUPPI FRANCESCO RAMPONI PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO TRIENNIO 2013 2015 Ai sensi del c. 594 dell art.

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI 2010 2011-2012

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI 2010 2011-2012 ALLEGATO A PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI 2010 2011-2012 DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE ARTICOLO 2 COMMA 594 LETTERA A) LEGGE 24.12.2007

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) www.comune.rosignano.livorno.it BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 ALLEGATO N. 15: Piano triennale 2015/2017 per la razionalizzazione dell utilizzo delle

Dettagli

Oggetto: Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali, delle autovetture e dei beni immobili ad uso abitativo e di servizio.

Oggetto: Piano triennale di razionalizzazione delle dotazioni strumentali, delle autovetture e dei beni immobili ad uso abitativo e di servizio. Q:\\PIANO TRIENNALE DOTAZIONI\VERIFICA RISULTATI 2009\RELAZIONE FINALE.DOC Zola Predosa, 16 aprile 2010 Alla Sezione Regionale della Corte dei Conti Agli organi di controllo interni Oggetto: Piano triennale

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO Provincia di Reggio Emilia COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D'UFFICIO DELLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE Numero 49 del 25 Marzo 2010 San Martino in

Dettagli

SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato

SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato COMUNE DI RAVENNA Lett. b. SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI ED ACQUISTI U. O. Provveditorato Misure finalizzate al contenimento della spesa (Art. 2 commi 594-599 della L. 244/2007 Legge Finanziaria 2008) La

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE

PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE COMUNE DI POMPIANO PIANO TRIENNALE 2010/2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE Allegato D : RELAZIONE SULLE MISURE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FINANZIAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008)all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

Piano triennale di individuazione di misure di razionalizzazione dell utilizzo di dotazioni strumentali e autovetture Anni 2015-2017

Piano triennale di individuazione di misure di razionalizzazione dell utilizzo di dotazioni strumentali e autovetture Anni 2015-2017 Piano triennale di individuazione di misure di razionalizzazione dell utilizzo di dotazioni strumentali e autovetture Anni 2015-2017 La Legge Finanziaria 2008 ha stabilito per le Amministrazioni Pubbliche

Dettagli

CITTA di GROTTAGLIE Provincia di Taranto DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 425 Anno 2010

CITTA di GROTTAGLIE Provincia di Taranto DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 425 Anno 2010 24/06/10 Di quanto innanzi è stato redatto il presente verbale, che, previa lettura e conferma, viene sottoscritto come segue: IL SINDACO IL SEGRETARIO GENERALE F.to Dr. Raffaele Bagnardi F.to Dr. Paola

Dettagli

Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008)

Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) Relazione misure finalizzate al contenimento della spesa per l esercizio 2009 (art. 2 Commi 594-599 della Legge 244/2007 - Legge Finanziaria 2008) In esecuzione dell adempimento previsto dall art. 2 commi

Dettagli

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA

COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI SACCOLONGO 35030 - PROVINCIA DI PADOVA PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO TRIENNIO 2012/2014 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 16/04/2012 A) DOTAZIONI

Dettagli

PIANO PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI INFORMATICHE E DELLA TELEFONIA - RELAZIONE ANNUALE DOTAZIONI INFORMATICHE -

PIANO PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI INFORMATICHE E DELLA TELEFONIA - RELAZIONE ANNUALE DOTAZIONI INFORMATICHE - PREMESSA In ottemperanza a quanto stabilito con Delibera di Giunta n. 18 del 13/01/2009, con la quale è stato approvato il Piano per la razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali informatiche

Dettagli

Deliberazione originale della Giunta Comunale

Deliberazione originale della Giunta Comunale Deliberazione originale della Giunta Comunale N. 80 del Reg. Data 27 giugno 2014 OGGETTO: piano razionalizzazione spese funzionamento L anno duemilaquattordici, il giorno ventisette del mese di giugno

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO COMUNE DI LONDA (Provincia di Firenze) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO (Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. 46 del 29.07.2013) PREMESSA La Legge 24

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI.

PIANO TRIENNALE 2013-2015 PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. PIANO TRIENNALE 2013-2015 PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL'UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. Premessa I commi dal 594 al 598 dell art. 2 della Legge 24 dicembre

Dettagli

Sezione A Comma 594-a) e comma 595 Dotazioni strumentali anche informatiche, apparecchiature di telefonia mobile

Sezione A Comma 594-a) e comma 595 Dotazioni strumentali anche informatiche, apparecchiature di telefonia mobile PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DI BENI STRUMENTALI E DEGLI IMMOBILI TRIENNIO 2011-2013 Premessa Il presente documento è redatto in ottemperanza

Dettagli

COMUNE DI COPPARO Provincia di Ferrara

COMUNE DI COPPARO Provincia di Ferrara PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DOTAZIONI STRUMENTALI, ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO O DI SERVIZIO TRIENNIO 2015 2017 Approvato con Delibera

Dettagli

DOTAZIONI STRUMENTALI

DOTAZIONI STRUMENTALI allegato determinazione n. 5 del 15 gennaio 2015 PIANO TRIENNALE 2015/2017 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO ART. 2, COMMI 594 E SEGG. LEGGE

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2,commi 594 e seguenti, L.244/2007 Legge Finanziaria 2008) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

COMUNE DI SAN CESARIO SUL PANARO Provincia di Modena

COMUNE DI SAN CESARIO SUL PANARO Provincia di Modena COMUNE DI SAN CESARIO SUL PANARO Provincia di Modena 41018 San Cesario sul Panaro (MO) Piazza Roma, 2 Tel 059/936711 fax 059/936706 C.F. e P.I. 00311560361 PIANO TRIENNALE 2013/2015 DI RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2011/2013 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE

PIANO TRIENNALE 2011/2013 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE PIANO TRIENNALE 2011/2013 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELLE STRUTTURE art. 2, commi 594 e seguenti della l. finanziaria 2008 I commi

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 1 COMMA 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE 244/2007 (FINANZIARIA 2008)

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 1 COMMA 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE 244/2007 (FINANZIARIA 2008) Approvato con delibera di Giunta Comunale nr. del PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 1 COMMA 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE 244/2007 (FINANZIARIA 2008) I commi da

Dettagli

CITTA DI SAN PRISCO PROVINCIA DI CASERTA VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE. N. 108 del 13/06/2011

CITTA DI SAN PRISCO PROVINCIA DI CASERTA VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE. N. 108 del 13/06/2011 CITTA DI SAN PRISCO PROVINCIA DI CASERTA ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 108 del 13/06/2011 Oggetto: PIANO TRIENNALE 2011 2013 DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO.

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2013-2015 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO (art. 2,commi 594 e seguenti, L.244/2007 Legge Finanziaria 2008) PREMESSA La Legge finanziaria 2008 detta numerose ed importanti

Dettagli

PIANO DI CONTENIMENTO DELLE SPESE ANNI 2009-2011

PIANO DI CONTENIMENTO DELLE SPESE ANNI 2009-2011 PIANO DI CONTENIMENTO DELLE SPESE ANNI 2009-2011 RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO a consuntivo anno 2009: In ottemperanza a quanto disposto dalla legge 24/12/2007 n.244, art. 2 comma 594 e seguenti, la Comunità

Dettagli

COMUNE DI CALTABELLOTTA

COMUNE DI CALTABELLOTTA COMUNE DI CALTABELLOTTA Provincia di Agrigento *********** DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Num. 20 del Registro - Seduta del 17/03/2015 Oggetto: Piano di razionalizzazione delle spese di funzionamento

Dettagli

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia Approvato con deliberazione del C.C. n. 5 del 30/03/2012 COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia PIANO TRIENNALE 2012-2014 PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI 1.

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE N. 244/2007 ( FINANZIARIA 2008 )

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE N. 244/2007 ( FINANZIARIA 2008 ) PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGUENTI DELLA LEGGE N. 244/2007 ( FINANZIARIA 2008 ) Al fine del contenimento delle spese di funzionamento

Dettagli

n. pc acquistati a fine 2009 ed in corso di attivazione nel 2010 Affari generali 14 0 10 1 1 Culturale 13 0 5 2

n. pc acquistati a fine 2009 ed in corso di attivazione nel 2010 Affari generali 14 0 10 1 1 Culturale 13 0 5 2 PREMESSA In ottemperanza a quanto stabilito con Delibera di Giunta n. 18 del 13/01/2009, con la quale è stato approvato il Piano per la razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali informatiche

Dettagli

Dotazioni strumentali

Dotazioni strumentali Premessa Dotazioni strumentali L'unione ha realizzato il proprio sistema informativo centrale per la sede di Belgioioso dotandosi delle apparecchiate hardware necessarie: - Server Windows2008 con alimentatore

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE * 2014/2016 (Art. 2, commi 594-598 L. 244/2007) RELAZIONE SULL'ESITO DELLE MISURE ADOTTATE NELL ANNO PRECEDENTE.

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE * 2014/2016 (Art. 2, commi 594-598 L. 244/2007) RELAZIONE SULL'ESITO DELLE MISURE ADOTTATE NELL ANNO PRECEDENTE. nb. ogni piano è redatto, per il primo anno del triennio, congiuntamente al report dell'anno precedente, i successivi 2 anni, redatti in forma testuale possono contenere elementi di razionalizzazione generali,

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COPIA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA DELIBERAZIONE N. 9 in data: 27.03.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE

Dettagli

Piano Triennale di Razionalizzazione 2012-2014

Piano Triennale di Razionalizzazione 2012-2014 2012-2014 (art. 2, commi 594, 595, 596, 597, 598, della Legge n. 244 del 24 dicembre 2007) PREMESSA La Legge Finanziaria 2008 (L. 244/2007), all art. 2, ha previsto che ai fini del contenimento delle spese

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PER IL TRIENNIO 2012-2014 L.244/2007 ART.2 COMMI 594/598

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PER IL TRIENNIO 2012-2014 L.244/2007 ART.2 COMMI 594/598 Allegato A) alla deliberazione di G.C. n. 19 del 14/03/2012 PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PER IL TRIENNIO 2012-2014 L.244/2007 ART.2 COMMI 594/598 DOTAZIONI STRUMENTALI INFORMATICHE

Dettagli

COMUNE DI RUBIERA Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI RUBIERA Provincia di Reggio Emilia Allegato alla deliberazione di Giunta comunale n. 49 del 30 aprile 2013 OGGETTO: PIANO TRIENNALE 2013-2015 PER L'INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

DELIBERA N. 87 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 16 del 29/12/2008

DELIBERA N. 87 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 16 del 29/12/2008 DELIBERA N. 87 della seduta di GIUNTA CAMERALE N 16 del 29/12/2008 Oggetto: Approvazione piano triennale per l'individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dei beni e delle strutture della

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010 / 2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE

PIANO TRIENNALE 2010 / 2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE Comune di Carlino PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO PIANO TRIENNALE 2010 / 2012 PER LA RAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

COMUNITA MONTANA DELL ALTO E MEDIO METAURO -Ambito 2A ex L.R.18/2008-

COMUNITA MONTANA DELL ALTO E MEDIO METAURO -Ambito 2A ex L.R.18/2008- ORIGINALE COMUNITA MONTANA DELL ALTO E MEDIO METAURO -Ambito 2A ex L.R.18/2008- DELIBERA DEL PRESIDENTE COMMISSARIO STRAORDINARIO Numero 23 Del 15-02-2010 GIUNTA Oggetto: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE 2010-2012

Dettagli

COMUNE DI CASALEONE 2009-2011

COMUNE DI CASALEONE 2009-2011 COMUNE DI CASALEONE PROVINCIA DI VERONA PIANO TRIENNALE 2009-2011 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2, commi 594-599,

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI ALLEGATO A PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DEI SERVIZI DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE ARTICOLO 2 COMMA 594 LETTERA A) LEGGE 24.12.2007 N. 244

Dettagli

MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI

MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI Premessa Ai sensi dell art. 2 comma 594 e 598 della Legge n.244/2007 (Legge Finanziaria 2008),

Dettagli

1. MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI (Art. 2, lettera a), comma 594, legge 244/07)

1. MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI (Art. 2, lettera a), comma 594, legge 244/07) ALLEGATO C Relazione al "piano triennale 2008-2010 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo delle dotazioni strumentali, delle autovetture di servizio, dei beni immobili"

Dettagli

PIANO DI CONTENIMENTO DELLE SPESE ANNI 2012-2014

PIANO DI CONTENIMENTO DELLE SPESE ANNI 2012-2014 PIANO DI CONTENIMENTO DELLE SPESE ANNI 2012-2014 In ottemperanza a quanto disposto dalla legge 24/12/2007 n.244, art. 2 comma 594 e seguenti, tutte le Amministrazioni Pubbliche di cui all art. 1 c. 2 del

Dettagli

Comune di Caorso Provincia di Piacenza * * *

Comune di Caorso Provincia di Piacenza * * * Allegato alla Deliberazione di Giunta Comunale n. 97/2009 avente ad oggetto: Approvazione piano triennale di razionalizzazione delle spese di funzionamento ex art. 2 commi 594 e seguenti della legge 24.12.2007

Dettagli

COMUNE DI OSASCO PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI OSASCO PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI OSASCO PROVINCIA DI TORINO PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI SERVIZIO (art. 2, commi 594-599, Legge

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COPIA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA DELIBERAZIONE N. 29 in data: 06.06.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE

Dettagli

COMUNE DI PRIOLO GARGALLO PROVINCIA DI SIRACUSA

COMUNE DI PRIOLO GARGALLO PROVINCIA DI SIRACUSA COMUNE DI PRIOLO GARGALLO PROVINCIA DI SIRACUSA AGGIORNAMENTO DEL PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO E DI

Dettagli