PROGRAMMI DEI CORSI DEL SECONDO SEMESTRE CORSO DI LAUREA IN LETTERE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMI DEI CORSI DEL SECONDO SEMESTRE CORSO DI LAUREA IN LETTERE"

Transcript

1 PROGRAMMI DEI CORSI DEL SECONDO SEMESTRE CORSO DI LAUREA IN LETTERE ANNO ACCADEMICO

2 Antichità e Istituzioni Romane II semestre Prof.ssa Simonetta Segenni Governare l'impero Unità didattica A (n. 20 ore e 3 crediti): Storia delle istituzioni politiche romane Unità didattica B (n. 20 ore e 3 crediti): L' amministrazione dell'italia e delle province Unità didattica C (n. 20 ore e 3 crediti): Organi repubblicani e potere imperiale Il corso è rivolto agli studenti del corso di Laurea in Storia (6-9 crediti); Scienze Storiche (6-9 crediti); Lettere (6 crediti) Presentazione del corso Nel corso delle lezioni sarà trattata la storia delle istituzioni politiche romane; la prassi attuata da Roma nell'amministrazione dell'italia e delle province; le trasformazioni che l'avvento del principato determinò nell'amministrazione e nel governo dell' impero. Indicazioni bibliografiche Unità didattica A: G. Poma, Le istituzioni politiche del mondo romano, Il Mulino Unità didattica B: E. Meyer-Zwiffenlhoffer, Storia delle province romane, Il Mulino; e uno dei seguenti libri a scelta: E. Gabba, Italia romana, New Press W. Eck, L'Italia nell'impero romano. Stato e amministrazione in epoca imperiale, Edipuglia U. Laffi, Colonie e municipi nello stato romano, Edizioni di storia e letteratura. Unità didattica C: M. Pani, La repubblica romana, Il Mulino e W. Eck, Augusto e il suo tempo, Il Mulino Oppure: A. Fraschetti, Roma e il principe, Laterza. Programma per studenti non frequentanti Gli studenti non frequentanti dovranno studiare: F. Jacques- J. Scheid, Roma e il suo impero, Laterza.

3 Critica e teoria della letteratura Prof.ssa Laura Neri Retorica e letteratura. Analisi e interpretazione dei testi (60 ore complessive, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Gli strumenti della critica letteraria Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Principi e fondamenti della teoria della letteratura Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): La funzione e il ruolo della retorica nell analisi del testo letterario Il corso è obbligatorio per gli studenti della laurea triennale in Lettere moderne (9 CFU) ed è accessibile agli studenti degli altri corsi di laurea (9/6 CFU). Gli studenti che sosterranno l esame per un totale di 9 crediti devono preparare tutti e tre le unità didattiche; quelli che sosterranno l esame per un totale di 6 crediti devono preparare l unità didattica A e l unità didattica C. Presentazione del corso La prima unità didattica si propone di illustrare le metodologie della critica letteraria, in particolare della narratologia e della metrica. La seconda intende presentare e discutere i principali problemi della teoria della letteratura del Novecento, a partire dalla discussa nozione di letterarietà. La terza affronta il ruolo di una disciplina antica quale è la retorica, rifunzionalizzando il valore dei suoi strumenti e della dinamica che guida le sue parti, per affrontare l analisi dei testi, all interno della modalità comunicativa e relazionale della situazione letteraria. Indicazioni bibliografiche Unità didattica A Uno a scelta fra i seguenti testi: S. Calabrese, La comunicazione narrativa. Dalla letteratura alla quotidianità, Milano, Bruno Mondadori, 2010 E. Esposito, Il verso. Forme e teoria, Roma, Carocci, 2003 Unità didattica B F. Brioschi - C. Di Girolamo, Elementi di teoria letteraria, Milano, Principato, 1984; E. Biagini - A. Brettoni - P. Orvieto, Teorie critiche del Novecento, Roma, Carocci, 2001 e anni successivi: tutte le introduzioni alle sei sezioni e otto testi a scelta per ciascuna sezione. Unità didattica C L. Neri, I campi della retorica. Letteratura, argomentazione, discorso, Roma, Carocci, 2011 Programma per studenti non frequentanti Gli studenti che non possono frequentare le lezioni dovranno integrare i testi indicati nel programma con la seguente bibliografia: Unità didattica A e Unità didattica C: l altro testo dell unità didattica A

4 Unità didattica B: la lettura integrale di E. Biagini - A. Brettoni - P. Orvieto, Teorie critiche del Novecento, Roma, Carocci, 2001 e anni successivi.

5 Estetica Prof. Andrea Pinotti Accoglienza della cosa, ricezione dell opera: problemi di estetica della fruizione (60 ore, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Cognizione ed emozione nella sfera estetica Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Orizzonti del godimento estetico Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): L esperienza estetica: fra aura e choc Il corso è rivolto al Corso di Laurea Triennale in Lettere (6/9 CFU) e al Corso di Laurea Magistrale in Lettere Moderne (6/9 CFU). Presentazione del corso Il corso si propone di introdurre gli studenti al ruolo giocato dalle pratiche della ricezione nell esperienza estetica, intesa tanto come teoria della conoscenza sensibile quanto come teoria filosofica delle arti. Verranno esaminati i principali modelli di fruizione estetica, con particolare attenzione per il contesto della contemporaneità. Indicazioni bibliografiche Unità didattica A: Cognizione ed emozione nella sfera estetica M. Dessoir, Estetica e scienza generale dell arte, Milano, Unicopli, A. Pinotti, Empatia. Storia di un idea da Platone al postumano, Roma-Bari, Laterza, Unità didattica B: Orizzonti del godimento estetico M. Geiger, Contributi alla fenomenologia del godimento estetico, Bologna, Clueb, AA.VV., Il piacere dell opera. Questioni di estetica della fruizione, «Materiali di Estetica», Milano, Unicopli, Unità didattica C: L'esperienza estetica: fra aura e choc W. Benjamin, Aura e choc. Saggi sulla teoria dei media, Torino, Einaudi, H.R. Jauss, Breve apologia dell esperienza estetica, Milano, Mimesis, Programma per studenti non frequentanti Aggiungono ai testi sopra indicati: M. Mazzocut-Mis (a cura di), Estetica della fruizione, Milano, Lupetti, A. Somaini (a cura di), Il luogo dello spettatore, Milano, Vita e Pensiero, Altre informazioni per gi studenti Per 6 CFU gli studenti porteranno le Unità didattiche A e B; per 9 CFU le Unità A, B e C.

6 Filologia classica Prof. Luigi Lehnus Prof. Giovanni Benedetto Tradizione testuale e interpretazione di autori greci e latini (60 ore, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): I fondamenti della filologia classica attraverso una selezione di testi (Il libro LX della Storia romana di Cassio Dione) Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Le Historiae di Tacito Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Obiettivi e metodi della filologia classica Il corso è rivolto agli studenti della laurea triennale in Lettere (9 CFU, obbligatorio) e agli studenti della laurea magistrale in Scienze filosofiche (6 CFU, opzionale). Presentazione del corso Il corso si propone di presentare agli studenti questioni testuali e interpretative relative alla storiografia greca e latina di età imperiale. Oggetto della prima unità saranno problemi, anche di interesse metodologico, connessi a un libro di particolare importanza nella tradizione della Storia romana di Cassio Dione. La seconda unità studierà la descrizione dell'«anno dei quattro imperatori» nei libri I e II delle Historiae di Tacito, con speciale riferimento ai problemi della tradizione manoscritta dell'opera. La terza unità fornirà l occasione di riflettere sui contenuti istituzionali della filologia classica. Indicazioni bibliografiche Oltre al materiale fornito a lezione gli studenti sono tenuti a conoscere la seguente opera: L.D. Reynolds-N. Wilson, Copisti e filologi, Antenore/Salerno editore, capitoli 1,2,3,5. Indicazioni bibliografiche sulle singole unità didattiche Unità didattica A: per comodità degli studenti si rimanda a Cassio Dione, Storia romana. Volume sesto (libri LVII-LXIII). Intr. di Marta Sordi; trad. di Alessandro Stroppa; note di Alessandra Galimberti, BUR, Milano Unità didattica B: si consiglia l'uso di Tacito, Tutte le opere, a cura di E. Cetrangolo, Firenze, Sansoni 1988 e successive ristampe. Come testo critico verrà adottato quello di C.D. Fisher, Cornelii Taciti Historiarum libri, Oxford University Press 1911 e successive ristampe. Utile la lettura di A. La Penna, Aspetti del pensiero storico latino, Torino, Einaudi (PBE 354) Unità didattica C: testo di riferimento rimane Reynolds-Wilson, Copisti e filologi. Programma per studenti non frequentanti Gli studenti impossibilitati a frequentare le lezioni dovranno tempestivamente prendere contatto con i docenti.

7 Filologia greco-latina Luigi Lehnus Storiografia greca e latina: problemi di testo e trasmissione Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Storiografia greca e latina: problemi di testo e trasmissione Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Le Historiae di Tacito Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Storici greci minori Il corso è rivolto agli studenti della laurea magistrale in Filologia, letterature e storia dell'antichità (9 CFU, obbligatorio) Presentazione del corso Il corso intende presentare agli studenti lo sviluppo della storiografia antica, dalle origini nella Ionia arcaica alla prima età imperiale, dal punto di vista della sua trasmissione. Nella prima unità didattica si leggeranno alcuni frammenti di Ecateo e una scelta di passi da Erodoto, Tucidide, Senofonte, e dalle Elleniche di Ossirinco (parzialmente conservate su papiro); di queste ultime si discuterà il problema dell'attribuzione. Nella seconda unità si studierà la descrizione dell'«anno dei quattro imperatori» nei libri I e II delle Historiae di Tacito, con speciale riferimento ai problemi della tradizione manoscritta dell'opera. La terza unità didattica comprenderà una panoramica della storiografia greca frammentaria da Eforo e Teopompo agli storici di Alessandro e dei diadochi. Particolare attenzione verrà riservata agli storici greci d'occidente, da Timeo a Polibio. Indicazioni bibliografiche Oltre al materiale fornito a lezione gli studenti sono tenuti a conoscere la seguente opera: P. Maas, Critica del testo, Le Monnier. L'esame sarà introdotto da una prova di lettura metrica dell'esametro e del distico elegiaco greco e latino. Unità didattica A: Per Erodoto si farà riferimento all'edizione curata da vari studiosi per la collezione Mondadori-Valla (1988-); per Tucidide a H. Stuart Jones e J.E. Powell (a cura di), Thucydidis historiae, I-II, Oxford University Press e successive ristampe; per Senofonte a E.C. Marchant (a cura di), Xenophontis opera omnia, Oxford University Press 1904 e successive ristampe; per le Elleniche di Ossirinco a V. Bartoletti (a c. di), Hellenica Oxyrhynchia, Leipzig, Teubner Utile la lettura di A. Momigliano, La storiografia greca, Torino, Einaudi (PBE 427) 1982; L. Canfora, La storiografia greca, Milano, Bruno Mondadori 1999; S. Hornblower (a cura di), Greek Historiography, Oxford, Clarendon Press Unità didattica B: Si consiglia l'uso di Tacito, Tutte le opere, a cura di E. Cetrangolo, Firenze, Sansoni 1988 e successive ristampe. Come testo critico verrà adottato quello di C.D. Fisher, Cornelii Taciti Historiarum libri, Oxford University Press 1911 e successive ristampe. Utile la lettura di A. La Penna, Aspetti del pensiero storico latino, Torino, Einaudi (PBE 354) Unità didattica C: Si farà riferimento alla raccolta di F. Jacoby, Die Fragmente der griechischen Historiker, Berlin 1923-, poi Leiden Per Polibio si consiglia l'edizione-traduzione curata da D. Musti, Milano, Rizzoli (BUR) 2001.

8 Programma per studenti non frequentanti Gli studenti impossibilitati a frequentare le lezioni sono invitati a prendere contatto col docente all'inizio del corso.

9 Filologia romanza [A-H] Prof.ssa Beatrice Barbiellini Amidei Erec e Enide: una storia d amore medievale (60 ore, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Introduzione alla letteratura romanza medievale. Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Erec e Enide: una storia d amore medievale Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Elementi e problemi di linguistica romanza. Il corso è rivolto agli studenti del corso di laurea in Lettere, il cui cognome inizia con le lettere da A ad H compresa, che portino la disciplina per la prima annualità: per gli studenti del curriculum di Lettere moderne è obbligatorio e dà 9 crediti, per gli studenti del curriculum di Scienze dell'antichità è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 6 crediti. Il corso è rivolto anche agli studenti del corso di laurea in Scienze dei Beni culturali a cui è consigliato in alternativa con altri insegnamenti e dà 9 crediti. Per gli studenti del corso di laurea magistrale in Scienze filosofiche è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 6 crediti. Per gli studenti della laurea magistrale in Storia e critica dell'arte ove già non sostenuto nel triennio è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 6 crediti, e nel corso di laurea magistrale in Archivistica e biblioteconomia è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 9 crediti. Presentazione del corso Il corso desidera fornire un profilo storico-culturale introduttivo alle letterature romanze del medioevo. Si rivolgerà in particolare l attenzione all opera Erec et Enide di Chrétien de Troyes, uno dei piú grandi autori medievali prima di Dante, geniale nel fissare i canoni del romanzo cortese e precursore del nostro romanzo moderno. Il capolavoro sarà letto sullo sfondo delle tematiche cortesi e arturiane, considerando il genere letterario, e aspetti interpretativi, filologici e testuali. Di alcuni brani e testi, oltre alla traduzione, si darà una lettura piú approfondita. L unità didattica A costituirà un introduzione storico-letteraria alla letteratura romanza medievale e all argomento del corso. L unità didattica B presenterà il tema del corso monografico Erec e Enide: una storia d amore medievale. L unità didattica C si soffermerà su alcuni elementi e problemi della linguistica romanza. Indicazioni bibliografiche Per l esame, gli studenti dovranno essere in grado di leggere e tradurre i brani del romanzo preparati in classe. Oltre agli appunti del corso, si studieranno: Unità didattica A - Alberto Vàrvaro, Letterature romanze del Medioevo, Bologna, Il Mulino, 1985 (Preliminari, pp. 9-82); - Alfonso D Agostino, Manoscritto, in Aa. Vv., Manuale enciclopedico della bibliofilia, Milano, Sylvestre Bonnard, 1997, pp Unità didattica B - Chrétien de Troyes, Erec e Enide, a c. di Cristina Noacco, Introduzione di Francesco Zambon, Roma, Carocci, Unità didattica C - Charmaine Lee, Linguistica romanza, Roma, Carocci, 2000, 2002 (escluse le pp e del cap. 5).

10 N.B. Altre indicazioni bibliografiche, e l indicazione dei versi da preparare per l esame saranno date alla fine del corso. Programma per studenti non frequentanti Gli studenti non frequentanti aggiungeranno alle indicazioni per gli studenti frequentanti la lettura del volume: - Erich Köhler, L avventura cavalleresca, Bologna, Il Mulino, Altre informazioni per gli studenti 1. Gli studenti potranno sostenere una prova scritta facoltativa che, se superata, permette di non portare all esame la parte relativa all unità didattica C. Tale prova si effettuerà nei mesi di maggio, settembre e gennaio; lo studente che non ottenesse la sufficienza può riportare l unità didattica C all esame orale. La prova scritta è valida un anno. 2. Gli studenti in grado di dimostrare la loro appartenenza ad altri corsi di laurea rispetto a quello in Lettere potranno sostituire l unità didattica C con alcune letture concordate con la docente. 3. Gli studenti interessati a preparare una tesi in Filologia romanza possono richiederla a qualsiasi docente del settore; si raccomanda agli studenti di prendere contatto per tempo con i docenti in modo da definire l argomento.

11 Filologia romanza [I-Z] Prof. Roberto Tagliani Linguistica e letterature romanze: metodi e problemi (60 ore, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Origini delle letterature romanze: culture, testi, generi Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Questioni linguistiche romanze Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Il Cligés di Chrétien de Troyes Il corso è rivolto agli studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia il cui cognome inizia con le lettere da I a Z, che frequentino la disciplina per la prima annualità. Agli studenti del corso di laurea triennale in Lettere dà 9 crediti ed è obbligatorio per chi segua il curriculum Lettere moderne, mentre è in alternativa con altre discipline, sempre per 9 crediti, per chi segua il curriculum di Scienze dell Antichità (opzione D). Esso vale 9 crediti anche per gli studenti del corso di laurea triennale in Scienze dei beni culturali che seguano il curriculum A, in alternativa con altre discipline. Dà infine 6 crediti agli studenti dei corsi di laurea Magistrale in Scienze filosofiche e di Storia e critica dell Arte, e 9 crediti agli iscritti del corso di laurea Magistrale in Archivistica e biblioteconomia, sempre in alternativa con altre discipline. Presentazione del corso Il corso introduce ai problemi e ai metodi che fondano lo studio delle lingue e delle letterature romanze, con particolare riferimento all età medievale. L unità didattica A propone le nozioni essenziali di storia delle letterature romanze a partire da alcuni dei più antichi documenti letterari dell ambito francese, provenzale, italiano e spagnolo. L unità didattica B analizza l evoluzione delle lingue romanze, soffermandosi sulle continuità e innovazioni nel rapporto tra le stesse e la loro origine latina. L unità didattica C analizza il romanzo Cligés di Chrétien de Troyes, massimo romanziere della letteratura oitanica medievale, analizzando i rapporti tra il testo e la letteratura coeva, con particolare attenzione alla delicata questione della traduzione letteraria dei testi medievali d autore. Indicazioni bibliografiche Unità didattica A Oltre agli appunti delle lezioni, saranno da preparare: - M. L. MENEGHETTI, Le origini delle letterature romanze medievali, Bari-Roma, Laterza, : studio approfondito delle pp. 3-17; 19-41; 53-80; 86-92; e lettura orientativa delle parti rimanenti (N.B.: l appendice iconografica è parte integrante del programma); - A. LIMENTANI-M. INFURNA, L epica romanza del Medioevo, Bologna, Il Mulino, 2007; - U. MÖLK, La lirica dei trovatori, Bologna, Il Mulino, 1996, pp ; - M. L. MENEGHETTI, Il romanzo nel Medioevo. Francia, Spagna, Italia, Bologna, Il Mulino, Unità didattica B Agli appunti delle lezioni andrà associato L. RENZI-A. ANDREOSE, Manuale di linguistica e filologia romanza, Bologna, Il Mulino, , pp ; 33-62; 71-85; ; ; ,

12 ; ; ; ; la conoscenza e la capacità di commento delle carte geolinguistiche in fondo al volume (pp ) sono parti integranti del programma d esame. Unità didattica C - i brani del romanzo ed i saggi da preparare per l esame saranno raccolti nella dispensa Materiali di studio che sarà resa disponibile all inizio del corso; ulteriori materiali didattici saranno altresì messi a disposizione on-line sull archivio web ARMIDA dell Università di Milano, nella collezione dal titolo Filologia romanza [R. Tagliani] (indirizzo Programma per studenti non frequentanti Gli studenti non frequentanti aggiungeranno al programma sopraindicato: Per l unità didattica A: lo studio delle restanti parte del volume di MENEGHETTI, Le origini delle letterature romanze, cit. Per l unità didattica B: il manuale RENZI-ANDREOSE, Manuale di linguistica e filologia romanza, cit. va integrato con C. LEE, Linguistica romanza, Roma, Carocci, 2002, pp , 48-60, 64-69, 81-86, Per l unità didattica C: i saggi raccolti nella sezione saggi integrativi per non frequentanti nella dispensa Materiali di studio e i materiali on-line su ARMIDA nella collezione dal titolo Filologia romanza [R. Tagliani] (indirizzo che rechino l indicazione NON FREQUENTANTI ; per la preparazione alla traduzione dei brani in francese antico si consiglia l uso di strumenti adeguati, quali la grammatica storica di A. RONCAGLIA, La lingua d oïl. Profilo di grammatica storica del francese antico [1971], Pisa, Istituti editoriali e poligrafici internazionali, , affiancata eventualmente dall Introduzione grammaticale e dal Glossario di A. VÀRVARO, Avviamento alla filologia francese medievale [1993], Roma, Carocci, , pp e Altre informazioni per gli studenti 1. Gli studenti potranno sostenere una prova scritta facoltativa che, se superata, permetterà di non portare all esame la parte relativa all unità didattica B. Tale prova si effettuerà nei mesi di maggio, settembre e gennaio; lo studente che non ottenesse la sufficienza può riportare il programma dell unità didattica B all esame orale. La prova scritta è valida un anno. 2. L esame dell unità didattica C prende sempre avvio dalla lettura e traduzione di uno o più brani in antico francese contenuti nella ricordata dispensa Materiali di studio. La capacità di lettura e traduzione all impronta (senza ausilio di traduzioni interlineari e/o appunti personali) dei suddetti brani è condizione preliminare ed essenziale per il superamento dell esame. 3. Gli studenti in grado di dimostrare la loro appartenenza ad altri corsi di laurea potranno sostituire il programma dell unità didattica B con alcune letture concordate coi docenti. 4. Si ricorda che lo studente interessato a preparare la tesi in Filologia romanza può richiederla a qualsiasi docente del settore; si raccomanda inoltre agli studenti di prendere contatto per tempo con i docenti in modo da definirne l argomento.

13 Filologia romanza - corso avanzato [A-H] Prof.ssa Maria Carla Marinoni I fabliaux di Rutebeuf (40 ore, 6 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): I fabliaux di Rutebeuf Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Elementi di filologia testuale Il corso è rivolto agli studenti della laurea triennale in Lettere, che abbiano già sostenuto un esame di Filologia Romanza, e che, nell ambito del curriculum B del corso di laurea in Lettere, denominato Lettere Moderne, scelgano l opzione A. Presentazione del corso Il corso avanzato approfondisce la visione della Filologia Romanza secondo una strategia che, mantenendo la visione comparata della disciplina, si configura in due unità didattiche: nell unità A (letteraria) si studierà il genere dei fabliaux, poemetti antico francesi di stile comico, e in particolare si leggeranno i fabliaux di Rutebeuf, che si distinguono dagli altri per la rilevante personalità dell autore; nell unità B, istituzionale, verranno forniti gli elementi fondamentali di ecdotica (ovvero critica del testo), sia in termini generali, sia in riferimento ad alcuni passi dei testi esaminato nell unità letteraria. Indicazioni bibliografiche sulle singole unità didattiche Unità didattica A Tutti gli studenti preparanno i testi e i saggi contenuti in un volume che sarà edito all inizio del corso dalla CUSL, a cura della docente, col titolo Materiali per il corso avanzato di Filologia Romanza-opzione A (range alf. A-H): I fabliaux di Rutebeuf. Nel volume, oltre ai testi di Rutebeuf con traduzione italiana a fronte, si troveranno i seguenti saggi: A. Limentani, I fabliaux di Rutebeuf, in Prospettive sui fabliaux, Padova, Liviana, 1976, pp ; G. Noto, L autocoscienza del giullare. I giullari nei fabliaux, in Studi Testuali 2, Alessandria, dell Orso, 1993, pp ; F. Rizzo Nervo, Dalle donne travestite al travestimento delle donne.per una tipologia tra agiografia e letteratura, Soveria Mannelli, Rubbettino, 1992, pp ; M. Milani, Li testament de l asne: una questione di vil denaro, in La parola del testo, XII, 2, 2009, pp ; L. Borghi Cedrini, Le pet au vilain, in Ead., La cosmologia del villano, secondo testi extravaganti del Duecento francese, Alessandria, dell Orso, 1989, pp ; C. Donà, Ritorno a Rutebeuf, in Medioevo Romanzo, XXX, 2006, pp ; P. Nykrog, Cortesia e borghesia: i fabliaux come parodia cortese, in Il Racconto, Bologna, il Mulino, 1985, pp ; J. Rychner, I fabliaux: generi, stili, destinatari, in Il Racconto, Bologna, il Mulino, 1985, pp ; G. Tavani, Il comico e il carnevalesco nei fabliaux, in Studia in honorem prof. M.de Riquer, Barcelona, Quaderns Crema, III, pp ; A. Vàrvaro, I fabliaux e la società, in Studi mediolatini e volgari, 8, 1960, pp Nello stesso volume sarà contenuta la parte per studenti non frequentanti, costituita da: due fabliaux anonimi con traduzione italiana e i saggi ad essi relativi, cioè N. Pasero, Il paradosso eversivo. Note in margine al fabliau de Coquaigne, in Id., Metamorfosi di Dan Denier, Parma, Pratiche,

14 1990, pp ; M. Picone, Dal fabliau alla novella: il caso di Chichibio (Decameron VI, 4), in AA.VV., La Nouvelle, Montréal, Plato Press, 1995, pp Unità didattica B A. D Agostino, Capitoli di filologia testuale. Testi italiani e romanzi. Seconda edizione corretta e accresciuta, Milano, CUEM, Programma per studenti non frequentanti Vedi sopra, alla Unità didattica A. Altre informazioni per gli studenti Chi avesse necessità particolari può prendere contatto con la docente negli orari di ricevimento (martedì, ore 14-17, nel Dipartimento di Filologia Moderna, I piano, o telefonicamente attraverso il numero ) o attraverso la posta elettronica. Il corso ha la validità di un anno e mezzo: es. da giugno 2012 a dicembre 2013.

15 Filologia romanza corso avanzato [I-Z] Prof. Alfonso D Agostino Prof.ssa Maria Luisa Meneghetti Letterature classiche e letterature neolatine medievali: i romanzi della materia antica (80 ore, 12 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): I romanzi della triade classica Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Elementi di filologia testuale Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Il francese antico Unità didattica D (20 ore, 3 CFU): La ricezione della matière ancienne nell Italia medievale: l evidenza dei manoscritti Il corso è rivolto agli studenti (il cui cognome inizî con lettere che vanno dalla I alla Z) del corso di laurea triennale in Lettere, che abbiano già sostenuto un primo esame di Filologia romanza. Il corso conferisce, nell attuale ordinamento, 6 ovvero 12 CFU; lo studente che volesse sostenerlo per 6 CFU seguirà le unità didattiche A e B, lo studente che volesse sostenerlo per 12 CFU seguirà tutte e quattro le unità didattiche. Per eventuali residui esami da 9 CFU lo studente seguirà obbligatoriamente le unità A e B e poi sceglierà l unità C ovvero l unità D. Per eventuali residui esami da 10 CFU, lo studente aggiungerà all esame da 9 CFU delle letture da concordare col prof. D Agostino. Presentazione del corso Il corso avanzato approfondisce la visione della Filologia romanza secondo una strategia che, mantenendo la visione comparata della disciplina, studia più nel dettaglio i problemi linguistici e affronta sistematicamente quelli filologico-testuali. L unità didattica A (monografica) presenta un capitolo fondamentale della letteratura medievale: quello del rapporto tra letterature classiche e romanze, visto in particolare nel nuovo genere del romanzo. Verranno analizzati il Romanzo di Enea, il Romanzo di Tebe e il Romanzo di Troia, capolavori della letteratura francese del secolo XII, letti in un opportuna scelta antologica. L unità B (istituzionale) fornisce gli elementi fondamentali di ecdotica (critica del testo), sia in termini generali, sia in riferimento ai testi esaminati nella parte letteraria. L unità C (istituzionale) approfondisce la grammatica storica di una lingua romanza (quest anno il francese), per consentire di leggere i testi medievali. L unità D (parte letteraria con svolgimento seminariale) allarga lo sguardo alla tradizione manoscritta d area italiana dei romanzi della triade classica. Indicazioni bibliografiche Unità didattica A A. D Agostino, I romanzi della triade classica. Antologia in preparazione. A. D Agostino, Introduzione, in Id., Le gocce d acqua non hanno consumato i sassi di Troia. Materia troiana e letterature medievali, Milano, CUEM, 2006, pp A. Punzi, Oedipodae confusa domus. La materia tebana nel Medioevo latino e romanzo, Roma, Bagatto Libri, 1995, i capitoli 1 (La materia tebana nel mondo latino), pp e 4 (Il «Roman de Thèbes»), pp A. M. Babbi, Introduzione a Le Roman d'eneas / Il romanzo di Enea, Introduzione, tradizione e note di A. M. Babbi, Roma, Edizioni Memini, 1999.

16 Il romanzo, a c. di M. L. Meneghetti, Bologna, il Mulino,1988, i saggi seguenti: Au. Roncaglia, «Romanzo». Scheda anamnestica d un termine chiave, pp ; M. Wilmotte, La fondazione del romanzo: nostalgia dell antichità e attualità politica e culturale, pp ; C. Segre, I problemi del romanzo medievale, pp ; Au. Roncaglia, L «Alexandre» di Albéric e la separazione fra «chanson de geste» e romanzo, pp Altri materiali saranno forniti durante il corso. Unità didattica B A. D Agostino, Capitoli di filologia testuale. Testi italiani e romanzi, Seconda edizione corretta e accresciuta, Milano, CUEM, Il manuale è lungo, ma ove si pensi che del libro vanno conosciute solo le parti teoriche e le definizioni, mentre l abbondante esemplificazione va letta solo per meglio comprendere la sostanza del discorso, si vedrà che il testo complessivo da studiare ha dimensioni ragionevoli Altri materiali saranno forniti durante il corso. Unità didattica C Au. Roncaglia, La lingua d oïl, Roma, Edizioni dell Ateneo, 1971 (o ultima ristampa). Unità didattica D Per un primo orientamento bibliografico: G. Giannini, Il romanzo francese in versi dei secoli XII e XIII in Italia: il "Cligès" riccardiano, in: Modi e forme della fruizione della "materia arturiana" nell'italia dei sec. XIII-XV (Milano, 4-5 febbraio 2005), a cura di AA.VV., Milano, Istituto Lombardo di Scienze e Lettere, 2006, pp G. Giannini, Prologhi e opzioni autoriali di lettura: il "Florimont" di Aimon de Varennes, «Francofonia», 45 (2003), pp M. L. Meneghetti, Alessandro e famiglia. La circolazione dei romanzi di materia greca nell Italia della prima metà del XIII secolo, in Mito e storia nella tradizione cavalleresca. Atti del XLII Convegno storico internazionale (Todi, 9-12 ottobre 2005), Spoleto, CISAM, 2006, pp Ulteriori indicazioni verranno fornite durante il corso. Programma per studenti non frequentanti Gli studenti non frequentanti aggiungeranno a quanto già indicato per gli studenti frequentanti, lo studio di altri cinque saggi compresi nel libro citato Il romanzo, a c. di M. L. Meneghetti, Bologna, il Mulino,1988. Altre informazioni per gli studenti Questa bibliografia è solo provvisoria; eventuali integrazioni saranno indicate durante il corso. Prima di sostenere l esame, gli studenti dovranno prendere visione della Bibliografia definitiva, che, per quanto riguarda le unità didattiche A, B e C, si troverà nel sito del prof. D Agostino (http://users.unimi.it/dagosti/copertina.htm) e sarà esposta in Dipartimento. Si consiglia in ogni caso di presentarsi al docente prima della fine del corso.

17 Filologia umanistica Prof. Paolo Chiesa I classici e l umanesimo: tradizione e riuso (60 ore, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): I classici nel medioevo e nell umanesimo: il caso di Dante. Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Generi, temi e autori della letteratura latina dall XI al XIV secolo (con letture antologiche). Le lezioni dell unità B avranno inizio il 28 marzo Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Lo studio critico della Bibbia nel medioevo. Il corso è rivolto - agli studenti triennalisti / quadriennalisti dei Corsi di Laurea in Lettere, Scienze storiche, Scienze dei beni culturali che abbiano l insegnamento all interno del curriculum (o lo inseriscano nel piano di studi come esame a scelta). - agli studenti delle lauree magistrali che abbiano l insegnamento all interno del curriculum (o lo inseriscano nel piano di studi come esame a scelta). Gli studenti che devono sostenere l esame per 6 crediti dovranno frequentare le unità A e C. Gli studenti che devono sostenere l esame per 9 crediti dovranno frequentare tutte e tre le unità. Gli studenti che abbiano già sostenuto, a qualsiasi titolo, un esame di Filologia umanistica in passato dovranno seguire le unità A e C, e concordare con il docente un programma in parte diverso. Gli studenti che abbiano già sostenuto, a qualsiasi titolo, un esame di Letteratura latina medievale e intendano sostenere l esame da 9 crediti dovranno sostituire l unità B con un programma concordato con il docente. Presentazione del corso Obiettivi del corso Il corso intende presentare una panoramica della letteratura latina del basso medioevo, con particolare attenzione all atteggiamento degli scrittori dell epoca verso i classici latini. Un approfondimento monografico verrà riservato alla Monarchia di Dante, e in particolare al secondo libro dell opera. Contenuti del corso Unità didattica A Si traccerà una breve storia della trasmissione dei testi classici nel medioevo, a partire dalla tarda antichità fino all umanesimo, evidenziando i meccanismi di tradizione e i problemi critici. Si prenderà poi in considerazione l atteggiamento di Dante nei confronti degli scrittori antichi, evidenziandone gli aspetti ancora legati al medioevo e quelli che anticipano l umanesimo. Unità didattica B L unità didattica è mutuata dall unità didattica B di Letteratura latina medievale. Verrà proposta la lettura antologica di una serie di testi latini prodotti fra XI e XIV secolo, scelti fra quelli che appaiono più significativi per fornire una visione complessiva dei generi letterari tipici dell'epoca e

18 della loro evoluzione storica. I testi saranno inquadrati nella realtà storica e culturale del periodo e verranno letti e commentati sotto il profilo letterario e filologico. Unità didattica C Attraverso esempi e letture, si esaminerà come gli studiosi della tarda antichità e del medioevo si siano posti il problema dell esattezza filologica del testo biblico, e come l abbiano risolto. Indicazioni bibliografiche e programma d esame Per chi abbia frequentato le diverse unità didattiche del corso l esame verterà sui testi e sugli argomenti trattati durante il semestre. Per l unità didattica A è richiesta la conoscenza di: P. CHIESA, Produzione e trasmissione dei testi latini dall antichità all umanesimo, dispensa che verrà messa a disposizione on-line nel sito Ariel di Filologia umanistica. Ulteriori materiali e indicazioni verranno messi a disposizione degli studenti all inizio del corso sul sito Ariel di Filologia umanistica. Per l unità didattica B l esame prevede, oltre agli argomenti trattati a lezione, la lettura in latino e la traduzione in italiano di alcuni brani scelti all interno di una dispensa che sarà disponibili all inizio del corso, secondo le indicazioni che verranno fornite. E inoltre richiesta la lettura integrale in italiano di un opera da scegliersi fra le seguenti: Carmina Burana (trad. consigliata: a cura di P.V. Rossi, Milano, Bompiani, 1989). RODOLFO IL GLABRO, Storie (ed. consigliata: RODOLFO IL GLABRO, Cronache dell anno Mille, a cura di G. Cavallo - G. Orlandi, Milano, Fondazione Lorenzo Valla - Mondadori, ABELARDO ED ELOISA, Lettere (trad. consigliata: a cura di N. Cappelletti truci, Torino, Einaudi, 1979). GIOVANNI DI PIAN DI CARPINE, Storia dei Mongoli (trad. consigliata: a cura di P. Daffinà e altri, Spoleto, Centro Italiano di Studi sull Alto Medioevo, 1989). BONVESIN DA LA RIVA, De magnalibus Mediolani (trad. consigliata: a cura di P. CHIESA, Milano, Scheiwiller, Milano, 1997). ALBERTANO DA BRESCIA, Liber de doctrina dicendi et tacendi. La parola del cittadino nell'italia del Duecento (ed. a cura di P. NAVONE, Firenze, SISMEL-Galluzzo 1998). Per l unità didattica C si richiede la conoscenza dei principi di base delle tecniche filologiche; a tal fine è consigliata la lettura del manuale: P. CHIESA, Elementi di critica testuale, Patron, varie edizioni. Per seguire l unità didattica e preparare l esame sarà messa a disposizione degli studenti un apposita dispensa, che sarà reperibile sul sito Ariel di Filologia umanistica all inizio del corso. Eventuali letture ulteriori saranno comunicate durante le lezioni, e ugualmente segnalate nel sito Ariel di Filologia umanistica. Chi non possa seguire, in tutto o in parte, le unità didattiche del corso, può concordare un programma sostitutivo, basato sullo studio di manuali e di testi latini, da tradurre e commentare, accompagnati da opportuni saggi critici. In questo caso si richiede un colloquio preliminare con il docente negli orari di ricevimento.

19 Grammatica greca Prof. Fabrizio Conca Prof.ssa Carla Castelli Esegesi grammaticale e sintattica della prosa greca: la Vita di Demostene di Plutarco (40 ore, 6 CFU). Unità didattica A (Fabrizio Conca - 20 ore, 3 CFU) - Traduzione a prima vista di testi greci in prosa, con analisi grammaticale e sintattica. Unità didattica B (Carla Castelli - 20 ore, 3 CFU) - La Vita di Demostene di Plutarco: traduzione e commento. Indicazioni per gli studenti Per gli studenti immatricolati nell a.a. 2011/2012: il corso è attivato nell ambito del Corso triennale di laurea in Lettere; gli studenti del Corso triennale di laurea in Lettere, curriculum classico, sono invitati a frequentare il corso, scegliendolo in alternativa: (a) nel gruppo delle discipline linguisticofilologiche; (b) nel gruppo delle discipline attinenti al mondo classico; (c) nel gruppo delle altre discipline attivate nel corso di Laurea o nella Facoltà. Per gli studenti immatricolati prima dell a.a. 2011/2012: il corso è obbligatorio per gli studenti del Corso triennale di laurea in Lettere, curriculum Scienze dell antichità Presentazione del corso Unità didattica A: le lezioni hanno lo scopo di impostare e sviluppare un metodo di lettura della prosa greca efficace e completo. Unità didattica B: la lettura della Vita di Demostene si propone come applicazione di tale metodo di lettura, con il fine specifico di cogliere i tratti significativi dell usus scribendi plutarcheo. Indicazioni bibliografiche Unità didattica A: i materiali didattici saranno forniti agli studenti durante le lezioni. Unità didattica B: Plutarco, Demostene e Cicerone, a. c. di C. Pecorella Longo, B. Mugelli, L. Ghilli, BUR Classici Greci e Latini, Milano Ulteriori indicazioni bibliografiche saranno offerte a lezione. Programma per studenti non frequentanti Per gli studenti non frequentanti sono previste letture aggiuntive, da concordare obbligatoriamente nel corso di un colloquio con il prof. Conca.

20 Indologia Prof.ssa Cinzia Pieruccini Introduzione all induismo (60 ore, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Nascita dell induismo e formulazione dei principi fondamentali. Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Le grandi correnti dell induismo fino a oggi. Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Mito, culto e iconografia del dio Śiva. Il corso è rivolto agli studenti dei Corsi di Laurea in Lettere triennale, in Filologia, letterature e storia dell antichità, in Filosofia triennale, in Scienze Filosofiche, e a tutti gli studenti interessati di ogni Corso di Laurea della Facoltà, per un ammontare di 9 o 6 crediti. Per l esame da 6 crediti si richiedono le Unità didattiche A e B. Presentazione del corso Il corso si propone di fornire un introduzione generale all induismo considerandolo in prospettiva storica. Si tratterà dunque dei possibili antecedenti protostorici, del pensiero vedico, che dell induismo forma i prodromi, quindi dell assestamento delle concezioni fondamentali e dell emergere delle divinità maggiori. Si seguiranno quindi gli sviluppi medievali e moderni, fino alle tendenze contemporanee. Particolare attenzione sarà dedicata ai principali testi classici di riferimento, all iconografia degli dèi e alle forme del culto. L Unità didattica C si concentrerà sulle concezioni e sulle pratiche legate alla figura del dio Śiva, com è noto una delle divinità più antiche e tuttora più venerate. Indicazioni bibliografiche Unità didattiche A e B: Giorgio Renato Franci, L induismo. Il Mulino, Bologna Gavin Flood, L induismo. Temi, tradizioni, prospettive. Einaudi, Torino 2006, eccetto le pagine Unità didattica C: Wendy Doniger, Śiva. L asceta erotico. Adelphi, Milano 1997 (capitoli I, V-X). Programma per studenti non frequentanti Il programma per gli studenti non frequentanti è il medesimo. Altre informazioni per gli studenti Si consiglia vivamente agli studenti di leggere per primo il testo di G.R. Franci, che offre un inquadramento storico generale e spiega i capisaldi del pensiero hindu, e successivamente il libro di G. Flood, dove gli argomenti sono affrontati in modo più analitico.

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni : criteri e indicazioni di Ilaria Moroni Ultimo aggiornamento: giugno 2010 A) Sistema classico (autore-titolo) nel corpo del testo: es. frase citata da un libro ¹ [N nota in apice] in nota a piè di pag.:

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI Profili d uscita, obiettivi specifici di apprendimento e quadri orari dei nuovi licei, con le indicazioni dei cambiamenti rispetto al vecchio ordinamento Il futuro è la nostra

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 B Corso: SERVIZI COMMERCIALI (TRIENNIO)

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 B Corso: SERVIZI COMMERCIALI (TRIENNIO) Classe: 3 B ITALIANO LETTERATURA 9788822168191 SAMBUGAR MARTA / SALA' GABRIELLA LETTERATURA + / VOLUME 1 + GUIDA ESAME 1 + ANTOLOGIA DIVINA COMMEDIA + ESPANSIONE WEB 1 LA NUOVA ITALIA EDITRICE 32,80 No

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Classe: 1 A U SEI 17,75 No No Mo ITALIANO GRAMMATICA 9788842448839 GINI GIANNI / SINGUAROLI MASSIMILIANO GRAM.COM / EDIZIONE BLU - VOL. UNICO U B.MONDADORI 25,20 No Si No ITALIANO ANTOLOGIE 9788826814865

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788805070800 CAMPOLEONI ALBERTO / CRIPPA LUCA ORIZZONTI / CON NULLA OSTA CEI

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10)

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) RELIGIONE 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO GIORDA, DIRITTI DI CARTA U SEI 16,35

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

NORME GENERALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA

NORME GENERALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA NORME GENERALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA La Tesi va suddivisa in capitoli numerati e titolati, i capitoli possono (ma non necessariamente) prevedere al loro interno paragrafi numerati e titolati

Dettagli

STRUTTURA DELL ELABORATO Copertina frontespizio indice testo appendici (eventuali) bibliografia sitografia (eventuale)

STRUTTURA DELL ELABORATO Copertina frontespizio indice testo appendici (eventuali) bibliografia sitografia (eventuale) NORME ESSENZIALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA 1 (per i corsi di laurea in Lingue e culture moderne e Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale) STRUTTURA DELL ELABORATO

Dettagli

Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia della coppia e i suoi percorsi affettivi

Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia della coppia e i suoi percorsi affettivi ISIPSÉ Istituto di Specializzazione Scuola di Psicoterapia in Psicologia Psicoanalitica del Sé e Psicoanalisi Relazionale presenta il convegno internazionale Soli eravamo e senza alcun sospetto... La psicoterapia

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

I CHE COS È L ESEGESI?

I CHE COS È L ESEGESI? I CHE COS È L ESEGESI? Esegesi è una parola di origine greca (greco: exégesis) usata da Tucidide nel senso di «racconto, esposizione», da Polibio nel senso di «spiegazione, commento», da Platone nel senso

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Q.tà ISBN Cod. Titolo Autore Prezzo. EM2013-G Esp. Manomix "Il sapere dal cielo" - 70 pz. (35 titoli) Novità 483,00

Q.tà ISBN Cod. Titolo Autore Prezzo. EM2013-G Esp. Manomix Il sapere dal cielo - 70 pz. (35 titoli) Novità 483,00 Cedola di prenotazione - Febbraio 2013 C.da Tamarete - Zona Artigianale 66026 ORTONA (CH) P. Iva 02224300695 info@vestigium.it www.vestigium.it tel. 085 9062581 fax 085 9059483 Q.tà ISBN Cod. Titolo Autore

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Classe: 2 A RELIGIONE CATTOLICA 9788810612521 BOCCHINI SERGIO NUOVO RELIGIONE E RELIGIONI + CD ROM BIBBIA GERUSALEMME / VOLUME UNICO U EDB EDIZ.DEHONIANE BO (CED) 20,30 No No No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

PROFESSORI DELLO STAT

PROFESSORI DELLO STAT PROFESSORI STABILI ORDINARI > Giuliani p. Matteo, ofm Dottorato in Scienze dell Educazione con indirizzo catechetica Catechetica e Didattica della religione Responsabile del Servizio Formazione Permanente

Dettagli

Il dono: le sue ambivalenze e i suoi paradossi. Un dialogo interdisciplinare.

Il dono: le sue ambivalenze e i suoi paradossi. Un dialogo interdisciplinare. CALL FOR PAPERS Il dono: le sue ambivalenze e i suoi paradossi. Un dialogo interdisciplinare. 18-19 settembre 2008 Università di Milano-Bicocca L analisi del dono risulta sempre più presente nel dibattito

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

All roads are long that lead toward one s heart s desire. Convegno interdisciplinare. Firenze, 18 marzo 2016

All roads are long that lead toward one s heart s desire. Convegno interdisciplinare. Firenze, 18 marzo 2016 decima edizione In collaborazione con Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Dipartimento di Scienze linguistiche e letterature straniere

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788842674061 CONTADINI M ITINERARI DI IRC 2.0 VOLUME UNICO + DVD LIBRO DIGITALE

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo.

In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo. In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo. Le risposte negative vengono memorizzate con i valori 1 e 2. Le risposte positive

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Anno Scolastico 2014-2015

Anno Scolastico 2014-2015 Corso: MECCANICA, MECCATRONICA E ENERGIA - BIENNIO COMUNE RELIGIONE CATTOLICA 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO U SEI 16,35 No No No GIORDA, DIRITTI

Dettagli

Prefazione alla II edizione

Prefazione alla II edizione Prefazione alla II edizione La seconda edizione di questo testo mantiene tutte le caratteristiche della prima edizione, progettata in modo specifico per i corsi semestrali della Laurea Magistrale in Fisica:

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE Classe: 1 A LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788839511980 MANZONI A. / PERISSINOTTO PROMESSI SPOSI U PARAVIA 22,65 No Si No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788842443155 FERRALASCO ANNA / MOISO ANNA MARIA

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Classe: 1 A RELIGIONE 9788810614082 CIONI LUIGI / MASINI PAOLO / PANDOLFI BARBARA PAOLINI LUCA I-RELIGIONE+LIBRO DIGITALE+DVD / VOLUME UNICO U EDB EDIZ.DEHONIANE BO (CED) 16,00 Si Si No ITALIANO ANTOLOGIE

Dettagli

Bibliografia ragionata

Bibliografia ragionata Bibliografia ragionata (a cura di Viviana Rossanese) sez 1. NARRAZIONE INVENZIONE STORIE S. Giusti, F. Batini, G Del Sarto, Narrazione e invenzione. Manuale di lettura e scrittura creativa, edizioni Erickson,

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

Cos è Le voci dall Africa? Le voci dall Africa I tappa Marocco

Cos è Le voci dall Africa? Le voci dall Africa I tappa Marocco Cos è Le voci dall Africa? Le voci dall Africa è un programma internazionale di viaggio, studio e tirocinio promosso dallo IUAV e dall ENA di Rabat e aperto ai corsi di studio in architettura di questi

Dettagli

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW La filosofia del viaggio nel tempo di ROBERTA SPARROW Traduzione a cura di Paolo Xabaras Montalto In lingua originale lo trovate sul sito ufficiale del film: http://www.donniedarko.com o presso il sito:

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

LA COMUNICAZIONE NON VERBALE IN ETA' PRESCOLARE.

LA COMUNICAZIONE NON VERBALE IN ETA' PRESCOLARE. Dipartimento di studi umanistici Corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria Modulo di Elementi di Psicometria applicata alla didattica IV infanzia A.A. 2013/2014 LA COMUNICAZIONE NON VERBALE

Dettagli

BIBLIOGRAFIA. Antonelli, R. Poesie di Giacomo da Lentini, a cura di R. Antonelli, vol. I, Roma, 1979

BIBLIOGRAFIA. Antonelli, R. Poesie di Giacomo da Lentini, a cura di R. Antonelli, vol. I, Roma, 1979 BIBLIOGRAFIA 1. Edizioni della Scuola siciliana : Antonelli, R. Poesie di Giacomo da Lentini, a cura di R. Antonelli, vol. I, Roma, 1979 Arveda, A. Contrasti amorosi nella poesia italiana antica, a cura

Dettagli

Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa

Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa L insegnamento della lingua materna nella scuola secondaria superiore si dimostra particolarmente importante

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio XIII - Cremona Prot. MIUR AOO USPCR RU/5402 Cremona, 30 Agosto 2012 IL DIRIGENTE VISTO il

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Area 10. Presentazione Area N SSD = 76

Area 10. Presentazione Area N SSD = 76 N SSD = 76 N Ricercatori complessivi = 5.167 N Università = 64 N Sub-GEV = 5 1: Antichistica (10/A1 Archeologia, 10/D1 Storia Antica,10/D2 Lingua e Letteratura Greca, 10/D3 Lingua e Letteratura Latina,

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli