PROGRAMMI DEI CORSI DEL SECONDO SEMESTRE CORSO DI LAUREA IN LETTERE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMI DEI CORSI DEL SECONDO SEMESTRE CORSO DI LAUREA IN LETTERE"

Transcript

1 PROGRAMMI DEI CORSI DEL SECONDO SEMESTRE CORSO DI LAUREA IN LETTERE ANNO ACCADEMICO

2 Antichità e Istituzioni Romane II semestre Prof.ssa Simonetta Segenni Governare l'impero Unità didattica A (n. 20 ore e 3 crediti): Storia delle istituzioni politiche romane Unità didattica B (n. 20 ore e 3 crediti): L' amministrazione dell'italia e delle province Unità didattica C (n. 20 ore e 3 crediti): Organi repubblicani e potere imperiale Il corso è rivolto agli studenti del corso di Laurea in Storia (6-9 crediti); Scienze Storiche (6-9 crediti); Lettere (6 crediti) Presentazione del corso Nel corso delle lezioni sarà trattata la storia delle istituzioni politiche romane; la prassi attuata da Roma nell'amministrazione dell'italia e delle province; le trasformazioni che l'avvento del principato determinò nell'amministrazione e nel governo dell' impero. Indicazioni bibliografiche Unità didattica A: G. Poma, Le istituzioni politiche del mondo romano, Il Mulino Unità didattica B: E. Meyer-Zwiffenlhoffer, Storia delle province romane, Il Mulino; e uno dei seguenti libri a scelta: E. Gabba, Italia romana, New Press W. Eck, L'Italia nell'impero romano. Stato e amministrazione in epoca imperiale, Edipuglia U. Laffi, Colonie e municipi nello stato romano, Edizioni di storia e letteratura. Unità didattica C: M. Pani, La repubblica romana, Il Mulino e W. Eck, Augusto e il suo tempo, Il Mulino Oppure: A. Fraschetti, Roma e il principe, Laterza. Programma per studenti non frequentanti Gli studenti non frequentanti dovranno studiare: F. Jacques- J. Scheid, Roma e il suo impero, Laterza.

3 Critica e teoria della letteratura Prof.ssa Laura Neri Retorica e letteratura. Analisi e interpretazione dei testi (60 ore complessive, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Gli strumenti della critica letteraria Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Principi e fondamenti della teoria della letteratura Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): La funzione e il ruolo della retorica nell analisi del testo letterario Il corso è obbligatorio per gli studenti della laurea triennale in Lettere moderne (9 CFU) ed è accessibile agli studenti degli altri corsi di laurea (9/6 CFU). Gli studenti che sosterranno l esame per un totale di 9 crediti devono preparare tutti e tre le unità didattiche; quelli che sosterranno l esame per un totale di 6 crediti devono preparare l unità didattica A e l unità didattica C. Presentazione del corso La prima unità didattica si propone di illustrare le metodologie della critica letteraria, in particolare della narratologia e della metrica. La seconda intende presentare e discutere i principali problemi della teoria della letteratura del Novecento, a partire dalla discussa nozione di letterarietà. La terza affronta il ruolo di una disciplina antica quale è la retorica, rifunzionalizzando il valore dei suoi strumenti e della dinamica che guida le sue parti, per affrontare l analisi dei testi, all interno della modalità comunicativa e relazionale della situazione letteraria. Indicazioni bibliografiche Unità didattica A Uno a scelta fra i seguenti testi: S. Calabrese, La comunicazione narrativa. Dalla letteratura alla quotidianità, Milano, Bruno Mondadori, 2010 E. Esposito, Il verso. Forme e teoria, Roma, Carocci, 2003 Unità didattica B F. Brioschi - C. Di Girolamo, Elementi di teoria letteraria, Milano, Principato, 1984; E. Biagini - A. Brettoni - P. Orvieto, Teorie critiche del Novecento, Roma, Carocci, 2001 e anni successivi: tutte le introduzioni alle sei sezioni e otto testi a scelta per ciascuna sezione. Unità didattica C L. Neri, I campi della retorica. Letteratura, argomentazione, discorso, Roma, Carocci, 2011 Programma per studenti non frequentanti Gli studenti che non possono frequentare le lezioni dovranno integrare i testi indicati nel programma con la seguente bibliografia: Unità didattica A e Unità didattica C: l altro testo dell unità didattica A

4 Unità didattica B: la lettura integrale di E. Biagini - A. Brettoni - P. Orvieto, Teorie critiche del Novecento, Roma, Carocci, 2001 e anni successivi.

5 Estetica Prof. Andrea Pinotti Accoglienza della cosa, ricezione dell opera: problemi di estetica della fruizione (60 ore, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Cognizione ed emozione nella sfera estetica Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Orizzonti del godimento estetico Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): L esperienza estetica: fra aura e choc Il corso è rivolto al Corso di Laurea Triennale in Lettere (6/9 CFU) e al Corso di Laurea Magistrale in Lettere Moderne (6/9 CFU). Presentazione del corso Il corso si propone di introdurre gli studenti al ruolo giocato dalle pratiche della ricezione nell esperienza estetica, intesa tanto come teoria della conoscenza sensibile quanto come teoria filosofica delle arti. Verranno esaminati i principali modelli di fruizione estetica, con particolare attenzione per il contesto della contemporaneità. Indicazioni bibliografiche Unità didattica A: Cognizione ed emozione nella sfera estetica M. Dessoir, Estetica e scienza generale dell arte, Milano, Unicopli, A. Pinotti, Empatia. Storia di un idea da Platone al postumano, Roma-Bari, Laterza, Unità didattica B: Orizzonti del godimento estetico M. Geiger, Contributi alla fenomenologia del godimento estetico, Bologna, Clueb, AA.VV., Il piacere dell opera. Questioni di estetica della fruizione, «Materiali di Estetica», Milano, Unicopli, Unità didattica C: L'esperienza estetica: fra aura e choc W. Benjamin, Aura e choc. Saggi sulla teoria dei media, Torino, Einaudi, H.R. Jauss, Breve apologia dell esperienza estetica, Milano, Mimesis, Programma per studenti non frequentanti Aggiungono ai testi sopra indicati: M. Mazzocut-Mis (a cura di), Estetica della fruizione, Milano, Lupetti, A. Somaini (a cura di), Il luogo dello spettatore, Milano, Vita e Pensiero, Altre informazioni per gi studenti Per 6 CFU gli studenti porteranno le Unità didattiche A e B; per 9 CFU le Unità A, B e C.

6 Filologia classica Prof. Luigi Lehnus Prof. Giovanni Benedetto Tradizione testuale e interpretazione di autori greci e latini (60 ore, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): I fondamenti della filologia classica attraverso una selezione di testi (Il libro LX della Storia romana di Cassio Dione) Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Le Historiae di Tacito Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Obiettivi e metodi della filologia classica Il corso è rivolto agli studenti della laurea triennale in Lettere (9 CFU, obbligatorio) e agli studenti della laurea magistrale in Scienze filosofiche (6 CFU, opzionale). Presentazione del corso Il corso si propone di presentare agli studenti questioni testuali e interpretative relative alla storiografia greca e latina di età imperiale. Oggetto della prima unità saranno problemi, anche di interesse metodologico, connessi a un libro di particolare importanza nella tradizione della Storia romana di Cassio Dione. La seconda unità studierà la descrizione dell'«anno dei quattro imperatori» nei libri I e II delle Historiae di Tacito, con speciale riferimento ai problemi della tradizione manoscritta dell'opera. La terza unità fornirà l occasione di riflettere sui contenuti istituzionali della filologia classica. Indicazioni bibliografiche Oltre al materiale fornito a lezione gli studenti sono tenuti a conoscere la seguente opera: L.D. Reynolds-N. Wilson, Copisti e filologi, Antenore/Salerno editore, capitoli 1,2,3,5. Indicazioni bibliografiche sulle singole unità didattiche Unità didattica A: per comodità degli studenti si rimanda a Cassio Dione, Storia romana. Volume sesto (libri LVII-LXIII). Intr. di Marta Sordi; trad. di Alessandro Stroppa; note di Alessandra Galimberti, BUR, Milano Unità didattica B: si consiglia l'uso di Tacito, Tutte le opere, a cura di E. Cetrangolo, Firenze, Sansoni 1988 e successive ristampe. Come testo critico verrà adottato quello di C.D. Fisher, Cornelii Taciti Historiarum libri, Oxford University Press 1911 e successive ristampe. Utile la lettura di A. La Penna, Aspetti del pensiero storico latino, Torino, Einaudi (PBE 354) Unità didattica C: testo di riferimento rimane Reynolds-Wilson, Copisti e filologi. Programma per studenti non frequentanti Gli studenti impossibilitati a frequentare le lezioni dovranno tempestivamente prendere contatto con i docenti.

7 Filologia greco-latina Luigi Lehnus Storiografia greca e latina: problemi di testo e trasmissione Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Storiografia greca e latina: problemi di testo e trasmissione Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Le Historiae di Tacito Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Storici greci minori Il corso è rivolto agli studenti della laurea magistrale in Filologia, letterature e storia dell'antichità (9 CFU, obbligatorio) Presentazione del corso Il corso intende presentare agli studenti lo sviluppo della storiografia antica, dalle origini nella Ionia arcaica alla prima età imperiale, dal punto di vista della sua trasmissione. Nella prima unità didattica si leggeranno alcuni frammenti di Ecateo e una scelta di passi da Erodoto, Tucidide, Senofonte, e dalle Elleniche di Ossirinco (parzialmente conservate su papiro); di queste ultime si discuterà il problema dell'attribuzione. Nella seconda unità si studierà la descrizione dell'«anno dei quattro imperatori» nei libri I e II delle Historiae di Tacito, con speciale riferimento ai problemi della tradizione manoscritta dell'opera. La terza unità didattica comprenderà una panoramica della storiografia greca frammentaria da Eforo e Teopompo agli storici di Alessandro e dei diadochi. Particolare attenzione verrà riservata agli storici greci d'occidente, da Timeo a Polibio. Indicazioni bibliografiche Oltre al materiale fornito a lezione gli studenti sono tenuti a conoscere la seguente opera: P. Maas, Critica del testo, Le Monnier. L'esame sarà introdotto da una prova di lettura metrica dell'esametro e del distico elegiaco greco e latino. Unità didattica A: Per Erodoto si farà riferimento all'edizione curata da vari studiosi per la collezione Mondadori-Valla (1988-); per Tucidide a H. Stuart Jones e J.E. Powell (a cura di), Thucydidis historiae, I-II, Oxford University Press e successive ristampe; per Senofonte a E.C. Marchant (a cura di), Xenophontis opera omnia, Oxford University Press 1904 e successive ristampe; per le Elleniche di Ossirinco a V. Bartoletti (a c. di), Hellenica Oxyrhynchia, Leipzig, Teubner Utile la lettura di A. Momigliano, La storiografia greca, Torino, Einaudi (PBE 427) 1982; L. Canfora, La storiografia greca, Milano, Bruno Mondadori 1999; S. Hornblower (a cura di), Greek Historiography, Oxford, Clarendon Press Unità didattica B: Si consiglia l'uso di Tacito, Tutte le opere, a cura di E. Cetrangolo, Firenze, Sansoni 1988 e successive ristampe. Come testo critico verrà adottato quello di C.D. Fisher, Cornelii Taciti Historiarum libri, Oxford University Press 1911 e successive ristampe. Utile la lettura di A. La Penna, Aspetti del pensiero storico latino, Torino, Einaudi (PBE 354) Unità didattica C: Si farà riferimento alla raccolta di F. Jacoby, Die Fragmente der griechischen Historiker, Berlin 1923-, poi Leiden Per Polibio si consiglia l'edizione-traduzione curata da D. Musti, Milano, Rizzoli (BUR) 2001.

8 Programma per studenti non frequentanti Gli studenti impossibilitati a frequentare le lezioni sono invitati a prendere contatto col docente all'inizio del corso.

9 Filologia romanza [A-H] Prof.ssa Beatrice Barbiellini Amidei Erec e Enide: una storia d amore medievale (60 ore, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Introduzione alla letteratura romanza medievale. Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Erec e Enide: una storia d amore medievale Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Elementi e problemi di linguistica romanza. Il corso è rivolto agli studenti del corso di laurea in Lettere, il cui cognome inizia con le lettere da A ad H compresa, che portino la disciplina per la prima annualità: per gli studenti del curriculum di Lettere moderne è obbligatorio e dà 9 crediti, per gli studenti del curriculum di Scienze dell'antichità è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 6 crediti. Il corso è rivolto anche agli studenti del corso di laurea in Scienze dei Beni culturali a cui è consigliato in alternativa con altri insegnamenti e dà 9 crediti. Per gli studenti del corso di laurea magistrale in Scienze filosofiche è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 6 crediti. Per gli studenti della laurea magistrale in Storia e critica dell'arte ove già non sostenuto nel triennio è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 6 crediti, e nel corso di laurea magistrale in Archivistica e biblioteconomia è consigliato in alternativa con altre discipline e dà 9 crediti. Presentazione del corso Il corso desidera fornire un profilo storico-culturale introduttivo alle letterature romanze del medioevo. Si rivolgerà in particolare l attenzione all opera Erec et Enide di Chrétien de Troyes, uno dei piú grandi autori medievali prima di Dante, geniale nel fissare i canoni del romanzo cortese e precursore del nostro romanzo moderno. Il capolavoro sarà letto sullo sfondo delle tematiche cortesi e arturiane, considerando il genere letterario, e aspetti interpretativi, filologici e testuali. Di alcuni brani e testi, oltre alla traduzione, si darà una lettura piú approfondita. L unità didattica A costituirà un introduzione storico-letteraria alla letteratura romanza medievale e all argomento del corso. L unità didattica B presenterà il tema del corso monografico Erec e Enide: una storia d amore medievale. L unità didattica C si soffermerà su alcuni elementi e problemi della linguistica romanza. Indicazioni bibliografiche Per l esame, gli studenti dovranno essere in grado di leggere e tradurre i brani del romanzo preparati in classe. Oltre agli appunti del corso, si studieranno: Unità didattica A - Alberto Vàrvaro, Letterature romanze del Medioevo, Bologna, Il Mulino, 1985 (Preliminari, pp. 9-82); - Alfonso D Agostino, Manoscritto, in Aa. Vv., Manuale enciclopedico della bibliofilia, Milano, Sylvestre Bonnard, 1997, pp Unità didattica B - Chrétien de Troyes, Erec e Enide, a c. di Cristina Noacco, Introduzione di Francesco Zambon, Roma, Carocci, Unità didattica C - Charmaine Lee, Linguistica romanza, Roma, Carocci, 2000, 2002 (escluse le pp e del cap. 5).

10 N.B. Altre indicazioni bibliografiche, e l indicazione dei versi da preparare per l esame saranno date alla fine del corso. Programma per studenti non frequentanti Gli studenti non frequentanti aggiungeranno alle indicazioni per gli studenti frequentanti la lettura del volume: - Erich Köhler, L avventura cavalleresca, Bologna, Il Mulino, Altre informazioni per gli studenti 1. Gli studenti potranno sostenere una prova scritta facoltativa che, se superata, permette di non portare all esame la parte relativa all unità didattica C. Tale prova si effettuerà nei mesi di maggio, settembre e gennaio; lo studente che non ottenesse la sufficienza può riportare l unità didattica C all esame orale. La prova scritta è valida un anno. 2. Gli studenti in grado di dimostrare la loro appartenenza ad altri corsi di laurea rispetto a quello in Lettere potranno sostituire l unità didattica C con alcune letture concordate con la docente. 3. Gli studenti interessati a preparare una tesi in Filologia romanza possono richiederla a qualsiasi docente del settore; si raccomanda agli studenti di prendere contatto per tempo con i docenti in modo da definire l argomento.

11 Filologia romanza [I-Z] Prof. Roberto Tagliani Linguistica e letterature romanze: metodi e problemi (60 ore, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Origini delle letterature romanze: culture, testi, generi Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Questioni linguistiche romanze Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Il Cligés di Chrétien de Troyes Il corso è rivolto agli studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia il cui cognome inizia con le lettere da I a Z, che frequentino la disciplina per la prima annualità. Agli studenti del corso di laurea triennale in Lettere dà 9 crediti ed è obbligatorio per chi segua il curriculum Lettere moderne, mentre è in alternativa con altre discipline, sempre per 9 crediti, per chi segua il curriculum di Scienze dell Antichità (opzione D). Esso vale 9 crediti anche per gli studenti del corso di laurea triennale in Scienze dei beni culturali che seguano il curriculum A, in alternativa con altre discipline. Dà infine 6 crediti agli studenti dei corsi di laurea Magistrale in Scienze filosofiche e di Storia e critica dell Arte, e 9 crediti agli iscritti del corso di laurea Magistrale in Archivistica e biblioteconomia, sempre in alternativa con altre discipline. Presentazione del corso Il corso introduce ai problemi e ai metodi che fondano lo studio delle lingue e delle letterature romanze, con particolare riferimento all età medievale. L unità didattica A propone le nozioni essenziali di storia delle letterature romanze a partire da alcuni dei più antichi documenti letterari dell ambito francese, provenzale, italiano e spagnolo. L unità didattica B analizza l evoluzione delle lingue romanze, soffermandosi sulle continuità e innovazioni nel rapporto tra le stesse e la loro origine latina. L unità didattica C analizza il romanzo Cligés di Chrétien de Troyes, massimo romanziere della letteratura oitanica medievale, analizzando i rapporti tra il testo e la letteratura coeva, con particolare attenzione alla delicata questione della traduzione letteraria dei testi medievali d autore. Indicazioni bibliografiche Unità didattica A Oltre agli appunti delle lezioni, saranno da preparare: - M. L. MENEGHETTI, Le origini delle letterature romanze medievali, Bari-Roma, Laterza, : studio approfondito delle pp. 3-17; 19-41; 53-80; 86-92; e lettura orientativa delle parti rimanenti (N.B.: l appendice iconografica è parte integrante del programma); - A. LIMENTANI-M. INFURNA, L epica romanza del Medioevo, Bologna, Il Mulino, 2007; - U. MÖLK, La lirica dei trovatori, Bologna, Il Mulino, 1996, pp ; - M. L. MENEGHETTI, Il romanzo nel Medioevo. Francia, Spagna, Italia, Bologna, Il Mulino, Unità didattica B Agli appunti delle lezioni andrà associato L. RENZI-A. ANDREOSE, Manuale di linguistica e filologia romanza, Bologna, Il Mulino, , pp ; 33-62; 71-85; ; ; ,

12 ; ; ; ; la conoscenza e la capacità di commento delle carte geolinguistiche in fondo al volume (pp ) sono parti integranti del programma d esame. Unità didattica C - i brani del romanzo ed i saggi da preparare per l esame saranno raccolti nella dispensa Materiali di studio che sarà resa disponibile all inizio del corso; ulteriori materiali didattici saranno altresì messi a disposizione on-line sull archivio web ARMIDA dell Università di Milano, nella collezione dal titolo Filologia romanza [R. Tagliani] (indirizzo Programma per studenti non frequentanti Gli studenti non frequentanti aggiungeranno al programma sopraindicato: Per l unità didattica A: lo studio delle restanti parte del volume di MENEGHETTI, Le origini delle letterature romanze, cit. Per l unità didattica B: il manuale RENZI-ANDREOSE, Manuale di linguistica e filologia romanza, cit. va integrato con C. LEE, Linguistica romanza, Roma, Carocci, 2002, pp , 48-60, 64-69, 81-86, Per l unità didattica C: i saggi raccolti nella sezione saggi integrativi per non frequentanti nella dispensa Materiali di studio e i materiali on-line su ARMIDA nella collezione dal titolo Filologia romanza [R. Tagliani] (indirizzo che rechino l indicazione NON FREQUENTANTI ; per la preparazione alla traduzione dei brani in francese antico si consiglia l uso di strumenti adeguati, quali la grammatica storica di A. RONCAGLIA, La lingua d oïl. Profilo di grammatica storica del francese antico [1971], Pisa, Istituti editoriali e poligrafici internazionali, , affiancata eventualmente dall Introduzione grammaticale e dal Glossario di A. VÀRVARO, Avviamento alla filologia francese medievale [1993], Roma, Carocci, , pp e Altre informazioni per gli studenti 1. Gli studenti potranno sostenere una prova scritta facoltativa che, se superata, permetterà di non portare all esame la parte relativa all unità didattica B. Tale prova si effettuerà nei mesi di maggio, settembre e gennaio; lo studente che non ottenesse la sufficienza può riportare il programma dell unità didattica B all esame orale. La prova scritta è valida un anno. 2. L esame dell unità didattica C prende sempre avvio dalla lettura e traduzione di uno o più brani in antico francese contenuti nella ricordata dispensa Materiali di studio. La capacità di lettura e traduzione all impronta (senza ausilio di traduzioni interlineari e/o appunti personali) dei suddetti brani è condizione preliminare ed essenziale per il superamento dell esame. 3. Gli studenti in grado di dimostrare la loro appartenenza ad altri corsi di laurea potranno sostituire il programma dell unità didattica B con alcune letture concordate coi docenti. 4. Si ricorda che lo studente interessato a preparare la tesi in Filologia romanza può richiederla a qualsiasi docente del settore; si raccomanda inoltre agli studenti di prendere contatto per tempo con i docenti in modo da definirne l argomento.

13 Filologia romanza - corso avanzato [A-H] Prof.ssa Maria Carla Marinoni I fabliaux di Rutebeuf (40 ore, 6 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): I fabliaux di Rutebeuf Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Elementi di filologia testuale Il corso è rivolto agli studenti della laurea triennale in Lettere, che abbiano già sostenuto un esame di Filologia Romanza, e che, nell ambito del curriculum B del corso di laurea in Lettere, denominato Lettere Moderne, scelgano l opzione A. Presentazione del corso Il corso avanzato approfondisce la visione della Filologia Romanza secondo una strategia che, mantenendo la visione comparata della disciplina, si configura in due unità didattiche: nell unità A (letteraria) si studierà il genere dei fabliaux, poemetti antico francesi di stile comico, e in particolare si leggeranno i fabliaux di Rutebeuf, che si distinguono dagli altri per la rilevante personalità dell autore; nell unità B, istituzionale, verranno forniti gli elementi fondamentali di ecdotica (ovvero critica del testo), sia in termini generali, sia in riferimento ad alcuni passi dei testi esaminato nell unità letteraria. Indicazioni bibliografiche sulle singole unità didattiche Unità didattica A Tutti gli studenti preparanno i testi e i saggi contenuti in un volume che sarà edito all inizio del corso dalla CUSL, a cura della docente, col titolo Materiali per il corso avanzato di Filologia Romanza-opzione A (range alf. A-H): I fabliaux di Rutebeuf. Nel volume, oltre ai testi di Rutebeuf con traduzione italiana a fronte, si troveranno i seguenti saggi: A. Limentani, I fabliaux di Rutebeuf, in Prospettive sui fabliaux, Padova, Liviana, 1976, pp ; G. Noto, L autocoscienza del giullare. I giullari nei fabliaux, in Studi Testuali 2, Alessandria, dell Orso, 1993, pp ; F. Rizzo Nervo, Dalle donne travestite al travestimento delle donne.per una tipologia tra agiografia e letteratura, Soveria Mannelli, Rubbettino, 1992, pp ; M. Milani, Li testament de l asne: una questione di vil denaro, in La parola del testo, XII, 2, 2009, pp ; L. Borghi Cedrini, Le pet au vilain, in Ead., La cosmologia del villano, secondo testi extravaganti del Duecento francese, Alessandria, dell Orso, 1989, pp ; C. Donà, Ritorno a Rutebeuf, in Medioevo Romanzo, XXX, 2006, pp ; P. Nykrog, Cortesia e borghesia: i fabliaux come parodia cortese, in Il Racconto, Bologna, il Mulino, 1985, pp ; J. Rychner, I fabliaux: generi, stili, destinatari, in Il Racconto, Bologna, il Mulino, 1985, pp ; G. Tavani, Il comico e il carnevalesco nei fabliaux, in Studia in honorem prof. M.de Riquer, Barcelona, Quaderns Crema, III, pp ; A. Vàrvaro, I fabliaux e la società, in Studi mediolatini e volgari, 8, 1960, pp Nello stesso volume sarà contenuta la parte per studenti non frequentanti, costituita da: due fabliaux anonimi con traduzione italiana e i saggi ad essi relativi, cioè N. Pasero, Il paradosso eversivo. Note in margine al fabliau de Coquaigne, in Id., Metamorfosi di Dan Denier, Parma, Pratiche,

14 1990, pp ; M. Picone, Dal fabliau alla novella: il caso di Chichibio (Decameron VI, 4), in AA.VV., La Nouvelle, Montréal, Plato Press, 1995, pp Unità didattica B A. D Agostino, Capitoli di filologia testuale. Testi italiani e romanzi. Seconda edizione corretta e accresciuta, Milano, CUEM, Programma per studenti non frequentanti Vedi sopra, alla Unità didattica A. Altre informazioni per gli studenti Chi avesse necessità particolari può prendere contatto con la docente negli orari di ricevimento (martedì, ore 14-17, nel Dipartimento di Filologia Moderna, I piano, o telefonicamente attraverso il numero ) o attraverso la posta elettronica. Il corso ha la validità di un anno e mezzo: es. da giugno 2012 a dicembre 2013.

15 Filologia romanza corso avanzato [I-Z] Prof. Alfonso D Agostino Prof.ssa Maria Luisa Meneghetti Letterature classiche e letterature neolatine medievali: i romanzi della materia antica (80 ore, 12 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): I romanzi della triade classica Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Elementi di filologia testuale Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Il francese antico Unità didattica D (20 ore, 3 CFU): La ricezione della matière ancienne nell Italia medievale: l evidenza dei manoscritti Il corso è rivolto agli studenti (il cui cognome inizî con lettere che vanno dalla I alla Z) del corso di laurea triennale in Lettere, che abbiano già sostenuto un primo esame di Filologia romanza. Il corso conferisce, nell attuale ordinamento, 6 ovvero 12 CFU; lo studente che volesse sostenerlo per 6 CFU seguirà le unità didattiche A e B, lo studente che volesse sostenerlo per 12 CFU seguirà tutte e quattro le unità didattiche. Per eventuali residui esami da 9 CFU lo studente seguirà obbligatoriamente le unità A e B e poi sceglierà l unità C ovvero l unità D. Per eventuali residui esami da 10 CFU, lo studente aggiungerà all esame da 9 CFU delle letture da concordare col prof. D Agostino. Presentazione del corso Il corso avanzato approfondisce la visione della Filologia romanza secondo una strategia che, mantenendo la visione comparata della disciplina, studia più nel dettaglio i problemi linguistici e affronta sistematicamente quelli filologico-testuali. L unità didattica A (monografica) presenta un capitolo fondamentale della letteratura medievale: quello del rapporto tra letterature classiche e romanze, visto in particolare nel nuovo genere del romanzo. Verranno analizzati il Romanzo di Enea, il Romanzo di Tebe e il Romanzo di Troia, capolavori della letteratura francese del secolo XII, letti in un opportuna scelta antologica. L unità B (istituzionale) fornisce gli elementi fondamentali di ecdotica (critica del testo), sia in termini generali, sia in riferimento ai testi esaminati nella parte letteraria. L unità C (istituzionale) approfondisce la grammatica storica di una lingua romanza (quest anno il francese), per consentire di leggere i testi medievali. L unità D (parte letteraria con svolgimento seminariale) allarga lo sguardo alla tradizione manoscritta d area italiana dei romanzi della triade classica. Indicazioni bibliografiche Unità didattica A A. D Agostino, I romanzi della triade classica. Antologia in preparazione. A. D Agostino, Introduzione, in Id., Le gocce d acqua non hanno consumato i sassi di Troia. Materia troiana e letterature medievali, Milano, CUEM, 2006, pp A. Punzi, Oedipodae confusa domus. La materia tebana nel Medioevo latino e romanzo, Roma, Bagatto Libri, 1995, i capitoli 1 (La materia tebana nel mondo latino), pp e 4 (Il «Roman de Thèbes»), pp A. M. Babbi, Introduzione a Le Roman d'eneas / Il romanzo di Enea, Introduzione, tradizione e note di A. M. Babbi, Roma, Edizioni Memini, 1999.

16 Il romanzo, a c. di M. L. Meneghetti, Bologna, il Mulino,1988, i saggi seguenti: Au. Roncaglia, «Romanzo». Scheda anamnestica d un termine chiave, pp ; M. Wilmotte, La fondazione del romanzo: nostalgia dell antichità e attualità politica e culturale, pp ; C. Segre, I problemi del romanzo medievale, pp ; Au. Roncaglia, L «Alexandre» di Albéric e la separazione fra «chanson de geste» e romanzo, pp Altri materiali saranno forniti durante il corso. Unità didattica B A. D Agostino, Capitoli di filologia testuale. Testi italiani e romanzi, Seconda edizione corretta e accresciuta, Milano, CUEM, Il manuale è lungo, ma ove si pensi che del libro vanno conosciute solo le parti teoriche e le definizioni, mentre l abbondante esemplificazione va letta solo per meglio comprendere la sostanza del discorso, si vedrà che il testo complessivo da studiare ha dimensioni ragionevoli Altri materiali saranno forniti durante il corso. Unità didattica C Au. Roncaglia, La lingua d oïl, Roma, Edizioni dell Ateneo, 1971 (o ultima ristampa). Unità didattica D Per un primo orientamento bibliografico: G. Giannini, Il romanzo francese in versi dei secoli XII e XIII in Italia: il "Cligès" riccardiano, in: Modi e forme della fruizione della "materia arturiana" nell'italia dei sec. XIII-XV (Milano, 4-5 febbraio 2005), a cura di AA.VV., Milano, Istituto Lombardo di Scienze e Lettere, 2006, pp G. Giannini, Prologhi e opzioni autoriali di lettura: il "Florimont" di Aimon de Varennes, «Francofonia», 45 (2003), pp M. L. Meneghetti, Alessandro e famiglia. La circolazione dei romanzi di materia greca nell Italia della prima metà del XIII secolo, in Mito e storia nella tradizione cavalleresca. Atti del XLII Convegno storico internazionale (Todi, 9-12 ottobre 2005), Spoleto, CISAM, 2006, pp Ulteriori indicazioni verranno fornite durante il corso. Programma per studenti non frequentanti Gli studenti non frequentanti aggiungeranno a quanto già indicato per gli studenti frequentanti, lo studio di altri cinque saggi compresi nel libro citato Il romanzo, a c. di M. L. Meneghetti, Bologna, il Mulino,1988. Altre informazioni per gli studenti Questa bibliografia è solo provvisoria; eventuali integrazioni saranno indicate durante il corso. Prima di sostenere l esame, gli studenti dovranno prendere visione della Bibliografia definitiva, che, per quanto riguarda le unità didattiche A, B e C, si troverà nel sito del prof. D Agostino (http://users.unimi.it/dagosti/copertina.htm) e sarà esposta in Dipartimento. Si consiglia in ogni caso di presentarsi al docente prima della fine del corso.

17 Filologia umanistica Prof. Paolo Chiesa I classici e l umanesimo: tradizione e riuso (60 ore, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): I classici nel medioevo e nell umanesimo: il caso di Dante. Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Generi, temi e autori della letteratura latina dall XI al XIV secolo (con letture antologiche). Le lezioni dell unità B avranno inizio il 28 marzo Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Lo studio critico della Bibbia nel medioevo. Il corso è rivolto - agli studenti triennalisti / quadriennalisti dei Corsi di Laurea in Lettere, Scienze storiche, Scienze dei beni culturali che abbiano l insegnamento all interno del curriculum (o lo inseriscano nel piano di studi come esame a scelta). - agli studenti delle lauree magistrali che abbiano l insegnamento all interno del curriculum (o lo inseriscano nel piano di studi come esame a scelta). Gli studenti che devono sostenere l esame per 6 crediti dovranno frequentare le unità A e C. Gli studenti che devono sostenere l esame per 9 crediti dovranno frequentare tutte e tre le unità. Gli studenti che abbiano già sostenuto, a qualsiasi titolo, un esame di Filologia umanistica in passato dovranno seguire le unità A e C, e concordare con il docente un programma in parte diverso. Gli studenti che abbiano già sostenuto, a qualsiasi titolo, un esame di Letteratura latina medievale e intendano sostenere l esame da 9 crediti dovranno sostituire l unità B con un programma concordato con il docente. Presentazione del corso Obiettivi del corso Il corso intende presentare una panoramica della letteratura latina del basso medioevo, con particolare attenzione all atteggiamento degli scrittori dell epoca verso i classici latini. Un approfondimento monografico verrà riservato alla Monarchia di Dante, e in particolare al secondo libro dell opera. Contenuti del corso Unità didattica A Si traccerà una breve storia della trasmissione dei testi classici nel medioevo, a partire dalla tarda antichità fino all umanesimo, evidenziando i meccanismi di tradizione e i problemi critici. Si prenderà poi in considerazione l atteggiamento di Dante nei confronti degli scrittori antichi, evidenziandone gli aspetti ancora legati al medioevo e quelli che anticipano l umanesimo. Unità didattica B L unità didattica è mutuata dall unità didattica B di Letteratura latina medievale. Verrà proposta la lettura antologica di una serie di testi latini prodotti fra XI e XIV secolo, scelti fra quelli che appaiono più significativi per fornire una visione complessiva dei generi letterari tipici dell'epoca e

18 della loro evoluzione storica. I testi saranno inquadrati nella realtà storica e culturale del periodo e verranno letti e commentati sotto il profilo letterario e filologico. Unità didattica C Attraverso esempi e letture, si esaminerà come gli studiosi della tarda antichità e del medioevo si siano posti il problema dell esattezza filologica del testo biblico, e come l abbiano risolto. Indicazioni bibliografiche e programma d esame Per chi abbia frequentato le diverse unità didattiche del corso l esame verterà sui testi e sugli argomenti trattati durante il semestre. Per l unità didattica A è richiesta la conoscenza di: P. CHIESA, Produzione e trasmissione dei testi latini dall antichità all umanesimo, dispensa che verrà messa a disposizione on-line nel sito Ariel di Filologia umanistica. Ulteriori materiali e indicazioni verranno messi a disposizione degli studenti all inizio del corso sul sito Ariel di Filologia umanistica. Per l unità didattica B l esame prevede, oltre agli argomenti trattati a lezione, la lettura in latino e la traduzione in italiano di alcuni brani scelti all interno di una dispensa che sarà disponibili all inizio del corso, secondo le indicazioni che verranno fornite. E inoltre richiesta la lettura integrale in italiano di un opera da scegliersi fra le seguenti: Carmina Burana (trad. consigliata: a cura di P.V. Rossi, Milano, Bompiani, 1989). RODOLFO IL GLABRO, Storie (ed. consigliata: RODOLFO IL GLABRO, Cronache dell anno Mille, a cura di G. Cavallo - G. Orlandi, Milano, Fondazione Lorenzo Valla - Mondadori, ABELARDO ED ELOISA, Lettere (trad. consigliata: a cura di N. Cappelletti truci, Torino, Einaudi, 1979). GIOVANNI DI PIAN DI CARPINE, Storia dei Mongoli (trad. consigliata: a cura di P. Daffinà e altri, Spoleto, Centro Italiano di Studi sull Alto Medioevo, 1989). BONVESIN DA LA RIVA, De magnalibus Mediolani (trad. consigliata: a cura di P. CHIESA, Milano, Scheiwiller, Milano, 1997). ALBERTANO DA BRESCIA, Liber de doctrina dicendi et tacendi. La parola del cittadino nell'italia del Duecento (ed. a cura di P. NAVONE, Firenze, SISMEL-Galluzzo 1998). Per l unità didattica C si richiede la conoscenza dei principi di base delle tecniche filologiche; a tal fine è consigliata la lettura del manuale: P. CHIESA, Elementi di critica testuale, Patron, varie edizioni. Per seguire l unità didattica e preparare l esame sarà messa a disposizione degli studenti un apposita dispensa, che sarà reperibile sul sito Ariel di Filologia umanistica all inizio del corso. Eventuali letture ulteriori saranno comunicate durante le lezioni, e ugualmente segnalate nel sito Ariel di Filologia umanistica. Chi non possa seguire, in tutto o in parte, le unità didattiche del corso, può concordare un programma sostitutivo, basato sullo studio di manuali e di testi latini, da tradurre e commentare, accompagnati da opportuni saggi critici. In questo caso si richiede un colloquio preliminare con il docente negli orari di ricevimento.

19 Grammatica greca Prof. Fabrizio Conca Prof.ssa Carla Castelli Esegesi grammaticale e sintattica della prosa greca: la Vita di Demostene di Plutarco (40 ore, 6 CFU). Unità didattica A (Fabrizio Conca - 20 ore, 3 CFU) - Traduzione a prima vista di testi greci in prosa, con analisi grammaticale e sintattica. Unità didattica B (Carla Castelli - 20 ore, 3 CFU) - La Vita di Demostene di Plutarco: traduzione e commento. Indicazioni per gli studenti Per gli studenti immatricolati nell a.a. 2011/2012: il corso è attivato nell ambito del Corso triennale di laurea in Lettere; gli studenti del Corso triennale di laurea in Lettere, curriculum classico, sono invitati a frequentare il corso, scegliendolo in alternativa: (a) nel gruppo delle discipline linguisticofilologiche; (b) nel gruppo delle discipline attinenti al mondo classico; (c) nel gruppo delle altre discipline attivate nel corso di Laurea o nella Facoltà. Per gli studenti immatricolati prima dell a.a. 2011/2012: il corso è obbligatorio per gli studenti del Corso triennale di laurea in Lettere, curriculum Scienze dell antichità Presentazione del corso Unità didattica A: le lezioni hanno lo scopo di impostare e sviluppare un metodo di lettura della prosa greca efficace e completo. Unità didattica B: la lettura della Vita di Demostene si propone come applicazione di tale metodo di lettura, con il fine specifico di cogliere i tratti significativi dell usus scribendi plutarcheo. Indicazioni bibliografiche Unità didattica A: i materiali didattici saranno forniti agli studenti durante le lezioni. Unità didattica B: Plutarco, Demostene e Cicerone, a. c. di C. Pecorella Longo, B. Mugelli, L. Ghilli, BUR Classici Greci e Latini, Milano Ulteriori indicazioni bibliografiche saranno offerte a lezione. Programma per studenti non frequentanti Per gli studenti non frequentanti sono previste letture aggiuntive, da concordare obbligatoriamente nel corso di un colloquio con il prof. Conca.

20 Indologia Prof.ssa Cinzia Pieruccini Introduzione all induismo (60 ore, 9 CFU) Unità didattica A (20 ore, 3 CFU): Nascita dell induismo e formulazione dei principi fondamentali. Unità didattica B (20 ore, 3 CFU): Le grandi correnti dell induismo fino a oggi. Unità didattica C (20 ore, 3 CFU): Mito, culto e iconografia del dio Śiva. Il corso è rivolto agli studenti dei Corsi di Laurea in Lettere triennale, in Filologia, letterature e storia dell antichità, in Filosofia triennale, in Scienze Filosofiche, e a tutti gli studenti interessati di ogni Corso di Laurea della Facoltà, per un ammontare di 9 o 6 crediti. Per l esame da 6 crediti si richiedono le Unità didattiche A e B. Presentazione del corso Il corso si propone di fornire un introduzione generale all induismo considerandolo in prospettiva storica. Si tratterà dunque dei possibili antecedenti protostorici, del pensiero vedico, che dell induismo forma i prodromi, quindi dell assestamento delle concezioni fondamentali e dell emergere delle divinità maggiori. Si seguiranno quindi gli sviluppi medievali e moderni, fino alle tendenze contemporanee. Particolare attenzione sarà dedicata ai principali testi classici di riferimento, all iconografia degli dèi e alle forme del culto. L Unità didattica C si concentrerà sulle concezioni e sulle pratiche legate alla figura del dio Śiva, com è noto una delle divinità più antiche e tuttora più venerate. Indicazioni bibliografiche Unità didattiche A e B: Giorgio Renato Franci, L induismo. Il Mulino, Bologna Gavin Flood, L induismo. Temi, tradizioni, prospettive. Einaudi, Torino 2006, eccetto le pagine Unità didattica C: Wendy Doniger, Śiva. L asceta erotico. Adelphi, Milano 1997 (capitoli I, V-X). Programma per studenti non frequentanti Il programma per gli studenti non frequentanti è il medesimo. Altre informazioni per gli studenti Si consiglia vivamente agli studenti di leggere per primo il testo di G.R. Franci, che offre un inquadramento storico generale e spiega i capisaldi del pensiero hindu, e successivamente il libro di G. Flood, dove gli argomenti sono affrontati in modo più analitico.

LETTERATURA INGLESE II Semestre 2006/2007 Giovanni Cianci (Giovanni.Cianci@unimi.it)

LETTERATURA INGLESE II Semestre 2006/2007 Giovanni Cianci (Giovanni.Cianci@unimi.it) 1 LETTERATURA INGLESE II Semestre 2006/2007 Giovanni Cianci (Giovanni.Cianci@unimi.it) Orari e aule delle lezioni Martedì, 10.30-12.30 (a.a1, Pz.S.Alessandro, 1) Giovedì, 8.30-10.30 (a.a2, Pz. S.Alessandro,

Dettagli

Università degli Studi di Bari Lingua e Traduzione inglese : 6 CFU Classe A (Cultura lett. Dell Antichità-Cultura Teatrale)

Università degli Studi di Bari Lingua e Traduzione inglese : 6 CFU Classe A (Cultura lett. Dell Antichità-Cultura Teatrale) Università degli Studi di Bari Dipartimento di Lettere, Lingue Arti. Italianistica e Letterature Comparate Corso di Laurea in Lettere (triennale) Lingua e Traduzione inglese Prof.ssa Rosalba De Giosa a.a.2013-2014

Dettagli

Insegnamenti. Corso di laurea magistrale in Filologia moderna

Insegnamenti. Corso di laurea magistrale in Filologia moderna Insegnamento: Bibliologia Codifica: 27001263 SSD :(settore scientifico-disciplinare): M-STO/08 Docente Responsabile (link al CV): Carmela Reale http://polaris.unical.it/user/report/visualizzacurriculum.php3?idutente=140417271

Dettagli

FOTO. Facoltà di Lettere XXXXX e Filosofia. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.it. Percorsi Formativi

FOTO. Facoltà di Lettere XXXXX e Filosofia. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.it. Percorsi Formativi Percorsi Formativi Facoltà di Lettere XXXXX e Filosofia Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246 Siamo aperti lunedì, martedì,

Dettagli

CORSO DI LINGUE - LETTERATURA SPAGNOLA I. Programma:

CORSO DI LINGUE - LETTERATURA SPAGNOLA I. Programma: CORSO DI LINGUE - LETTERATURA SPAGNOLA I Programma: 1) Garcia Lorca e l'andalusia Dispensa con brani del teatro lorchiano da tradurre e commentare, disponibile su (nella sezione

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

Università degli Studi di Bari

Università degli Studi di Bari Università degli Studi di Bari Corso di Laurea magistrale in Filologia moderna / Filologia, Letterature e Storia dell'antichità / Scienze dello Spettacolo e Produzione multimediale / Scienze Filosofiche

Dettagli

Insegnamenti del corso di laurea magistrale in Filologia moderna A.A. 2008/2009. Critica letteraria

Insegnamenti del corso di laurea magistrale in Filologia moderna A.A. 2008/2009. Critica letteraria Insegnamento: Critica letteraria Codifica: 27001267 SSD :(settore scientifico-disciplinare): L-FIL-LET/11 Classe LM-14 Docente Responsabile (link al CV): Margherita Ganeri http://polaris.unical.it/user/report/visualizzacurriculum.php3?idutente=1182235166

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali a.a. 2007/2008

Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali a.a. 2007/2008 Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali a.a. 2007/2008 Il Corso di laurea di primo livello (Laurea triennale) in Scienze dei Beni culturali (che si inserisce nella classe delle lauree in Scienze

Dettagli

INFOSTUDENTI & PROGRAMMA CORSO 2005-6 Prof. Giovanni Cianci

INFOSTUDENTI & PROGRAMMA CORSO 2005-6 Prof. Giovanni Cianci INFOSTUDENTI & PROGRAMMA CORSO 2005-6 Prof. Giovanni Cianci Orario di ricevimento: I semestre: martedì, ore 10,30-12 II semestre: (dopo il 14 feb: giovedì 10,30-12) TEL. STUDIO PROF. CIANCI: 0250313580,

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

Corso di Laurea magistrale in Scienze dello spettacolo (LM-65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale)

Corso di Laurea magistrale in Scienze dello spettacolo (LM-65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale) 1 Corso di Laurea magistrale in Scienze dello spettacolo (LM-5 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale) Regolamento didattico Il presente regolamento è consultabile sul sito web della Facoltà.

Dettagli

UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO

UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO di LAUREA MAGISTRALE in STORIA DELL ARTE E BENI CULTURALI approvato dal Senato Accademico nella seduta del 22 ottobre 2013 1. DATI GENERALI 1.1 Dipartimento

Dettagli

Facoltà di Musicologia

Facoltà di Musicologia Facoltà di Musicologia La nuova riforma universitaria Con l'anno accademico 2009-2010 l Università di Pavia attua il regolamento in materia di autonomia didattica degli atenei stabilito dal decreto n.

Dettagli

LATINO E GRECO II BIENNIO e V ANNO LATINO

LATINO E GRECO II BIENNIO e V ANNO LATINO LATINO E GRECO II BIENNIO e V ANNO LATINO Finalità generali La consapevolezza della propria identità culturale attraverso il recupero di radici e archetipi che trovano nel mondo greco e romano le loro

Dettagli

CULTURA EUROPEA I testi biblici come fonte del pensiero filosofico e teologico, della letteratura e dell arte

CULTURA EUROPEA I testi biblici come fonte del pensiero filosofico e teologico, della letteratura e dell arte BIBBIA E CULTURA EUROPEA I testi biblici come fonte del pensiero filosofico e teologico, della letteratura e dell arte Master universitario di primo livello Facoltà di Lettere e Filosofia in collaborazione

Dettagli

GUIDA DOCENTE Fase sperimentale ECTS FACULTAD DE LETRAS UCLM Anno Accademico 2009-2010

GUIDA DOCENTE Fase sperimentale ECTS FACULTAD DE LETRAS UCLM Anno Accademico 2009-2010 GUIDA DOCENTE Fase sperimentale ECTS FACULTAD DE LETRAS UCLM Anno Accademico 2009-2010 I DATI DELLA DISCIPLINA Materia: e letteratura italiana IV Codice: 65030 Tipologia: Facoltativa (Libre elección) Corso:

Dettagli

Ordinamento didattico del Biennio Specialistico della Classe 15/S. CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN FILOLOGIA E LETTERATURE DELL ANTICHITÀ (15/S)

Ordinamento didattico del Biennio Specialistico della Classe 15/S. CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN FILOLOGIA E LETTERATURE DELL ANTICHITÀ (15/S) 1 Ordinamento didattico del Biennio Specialistico della Classe 15/S. CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN FILOLOGIA E LETTERATURE DELL ANTICHITÀ (15/S) OBIETTIVI FORMATIVI QUALIFICANTI CARATTERISTICHE

Dettagli

RELAZIONE FINALE DI GRECO

RELAZIONE FINALE DI GRECO Liceo Classico Statale T. Fazello - Sciacca (AG) ALL.B RELAZIONE FINALE DI GRECO Prof.ssa Vita Ciaccio Anno Scolastico 2011-2012 Classe III D OBIETTIVI In relazione al piano di lavoro curriculare sono

Dettagli

conoscere lo svolgimento della storia letteraria italiana dei secoli XIX e XX.

conoscere lo svolgimento della storia letteraria italiana dei secoli XIX e XX. ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 5 SEZ.F INDIRIZZO scientifico PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. Marina Lugetti Italiano Langella, Frare, Gresti, Motta, Letteratura. it, ed. Bruno

Dettagli

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Istituita nel 1969, anche se attiva come Corso di Laurea già dal 1954, nell arco di pochi decenni la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere è riuscita ad acquisire

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 ITALIANO (BIENNIO CLASSICO E SCIENTIFICO) Obiettivi generali dell insegnamento della lingua italiana nel biennio sono: affinare le capacità espressive

Dettagli

Facoltà di Musicologia

Facoltà di Musicologia Facoltà di Musicologia La nuova riforma universitaria Con l'anno accademico 2009-2010 l Università di Pavia attua il regolamento in materia di autonomia didattica degli atenei stabilito dal decreto n.

Dettagli

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DAL DOCENTE

PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO DAL DOCENTE Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto d Istruzione Superiore Severi-Correnti IIS Severi-Correnti 02-318112/1 via Alcuino 4-20149 Milano 02-33100578 codice fiscale 97504620150

Dettagli

TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA GLI INSEGNAMENTI DEI VECCHI E DEI NUOVI ORDINAMENTI

TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA GLI INSEGNAMENTI DEI VECCHI E DEI NUOVI ORDINAMENTI TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA GLI INSEGNAMENTI DEI VECCHI E DEI ANTICHITÀ GRECHE ANTROPOLOGIA CULTURALE ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE GRECA E ROMANA ARCHEOLOGIA MEDIEVALE BIBLIOGRAFIA E BIBLIOTECONOMIA

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

Culture e linguaggi per la comunicazione

Culture e linguaggi per la comunicazione Università degli Studi di Milano Facoltà di Lettere e filosofia Anno accademico 2004-2005 Corso di Laurea Specialistica Culture e linguaggi per la comunicazione Guida dello studente Indice Premessa 5 I

Dettagli

Obiettivi formativi specifici del Corso di studio e descrizione del percorso formativo

Obiettivi formativi specifici del Corso di studio e descrizione del percorso formativo Nome del corso FILOLOGIA E STORIA DELL'ANTICHITA' Classe LM-15 - Filologia, letterature e storia dell'antichità Obiettivi formativi qualificanti della classe LM-15 I laureati nei corsi di laurea magistrale

Dettagli

Filosofia. Lettere. Lingue e culture moderne AREA UMANISTICA

Filosofia. Lettere. Lingue e culture moderne AREA UMANISTICA Filosofia Lettere Lingue e culture moderne AREA UMANISTICA AREA UMANISTICA CORSI DI LAUREA Lettere Lingue e culture moderne CORSI DI LAUREA MAGISTRALE Antichità classiche e orientali Filologia moderna.

Dettagli

UU. D. A. Classe 3^ A.S.2014/15

UU. D. A. Classe 3^ A.S.2014/15 PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE ITALIANO - Anno Scolastico 2014 2015 CLASSE 3^ Conoscenze Lingua Radici storiche ed evoluzione della lingua italiana dal Medioevo al sec. XVII Lingua letteraria e linguaggi della

Dettagli

GUIDA DELLO STUDENTE Anno Accademico 2005/2006 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA

GUIDA DELLO STUDENTE Anno Accademico 2005/2006 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA GUIDA DELLO STUDENTE Anno Accademico 2005/2006 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Servizio Editoriale Universitario 2005 1 2 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA www.lettere.uniba.it PRESIDENZA Palazzo Ateneo, Piazza

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IN FILOLOGIA DEI TESTI MUSICALI MEDIOEVALI E RINASCIMENTALI

BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IN FILOLOGIA DEI TESTI MUSICALI MEDIOEVALI E RINASCIMENTALI BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IN FILOLOGIA DEI TESTI MUSICALI MEDIOEVALI E RINASCIMENTALI L Università degli Studi di Pavia, ai sensi degli artt. 23 e 24 dello Statuto, del decreto N.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di LATINO DIPARTIMENTO DI LETTERE LICEO CLASSICO ANNO SCOLASTICO 2013-14

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di LATINO DIPARTIMENTO DI LETTERE LICEO CLASSICO ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di LATINO DIPARTIMENTO DI LETTERE LICEO CLASSICO ANNO SCOLASTICO 2013-14 Triennio Questa programmazione è stata elaborata dal Dipartimento di Greco-Latino, tenuti presenti il D.P.R.

Dettagli

BIBLIOGRAFIA. L.Anceschi, Poetiche del Novecento in Italia, Milano, Marzorati, 1963;

BIBLIOGRAFIA. L.Anceschi, Poetiche del Novecento in Italia, Milano, Marzorati, 1963; BIBLIOGRAFIA L.Anceschi, Poetiche del Novecento in Italia, Milano, Marzorati, 1963; L.Anceschi, S. Antonelli, Lirica del Novecento. Antologia di poesia italiana, Firenze, Vallecchi, 1953; G.Bàrberi Squarotti,

Dettagli

Università degli Studi di Bari Dipartimento di Lettere, Lingue Arti. Italianistica e Letterature Comparate

Università degli Studi di Bari Dipartimento di Lettere, Lingue Arti. Italianistica e Letterature Comparate Università degli Studi di Bari Dipartimento di Lettere, Lingue Arti. Italianistica e Letterature Comparate Corso di Laurea in Lettere curricula: Letteratura dell età moderna e contemporanea, cultura teatrale

Dettagli

GUIDA DELLO STUDENTE Anno Accademico 2006/2007 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA

GUIDA DELLO STUDENTE Anno Accademico 2006/2007 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA GUIDA DELLO STUDENTE Anno Accademico 2006/2007 FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA Servizio Editoriale Universitario 2006 Questa Guida è stata realizzata dal Servizio Editoriale Universitario e dal Centro Universitario

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN STORIA DELL ARTE (Classe LM-89)

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN STORIA DELL ARTE (Classe LM-89) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN STORIA DELL ARTE (Classe LM-89) ART. 1 OGGETTO Il presente regolamento didattico disciplina il di laurea, la programmazione, gestione e valutazione

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 3AS Indirizzo di studio Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Silvia Carminati

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: V B Indirizzo:

Dettagli

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE LICEO ARTISTICO P. GOBETTI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 CLASSE IV B INSEGNANTE: CINZIA BELTRAMI PROGRAMMAZIONE ITALIANO Consolidare la conoscenza della lingua italiana Conoscere le coordinate storico-culturali

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE Classe 4 a C A.S. 2015/2016 Disciplina: Italiano Docente: prof. ssa Anna Schiavo Ore settimanali: quattro Libro di

Dettagli

FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA

FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA FACOLTA' DI LETTERE E FILOSOFIA Corso di laurea in Lingue e letterature straniere Manifesto degli Studi P. I: Requisiti di accesso e norme relative Per accedere al corso di laurea in Lingue e letterature

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI CATERINA MARRAS ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome E-mail. Data di nascita 30 GENNAIO 1979. Nome e indirizzo del datore di lavoro

INFORMAZIONI PERSONALI CATERINA MARRAS ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome E-mail. Data di nascita 30 GENNAIO 1979. Nome e indirizzo del datore di lavoro INFORMAZIONI PERSONALI Nome E-mail CATERINA MARRAS Nazionalità Italiana Data di nascita 30 GENNAIO 1979 ESPERIENZA LAVORATIVA Date Nome e indirizzo del datore di Settore Tipo di impiego DAL 15 GIUGNO 2011

Dettagli

A.A. 2014/2015. Didattica della linguistica italiana

A.A. 2014/2015. Didattica della linguistica italiana CFU 2 Giuliana Fiorentino Didattica della linguistica italiana Il corso mira a discutere e presentare in maniera critica gli aspetti essenziali della linguistica moderna ai fini del loro utilizzo didattico

Dettagli

Curriculum vitae. 1. Informazioni personali: 2. Attività scientifico-professionali e interessi di ricerca: NOME E COGNOME: Alessandro PRATO

Curriculum vitae. 1. Informazioni personali: 2. Attività scientifico-professionali e interessi di ricerca: NOME E COGNOME: Alessandro PRATO Curriculum vitae 1. Informazioni personali: NOME E COGNOME: Alessandro PRATO NAZIONALITA : Italiana DATA DI NASCITA: 29/07/1966 CODICE FISCALE: PRTLSN66L29H501I 2. Attività scientifico-professionali e

Dettagli

PIL ANNO PROPEDEUTICO. 1º semestre. Pro Seminario. 95558 Ricerca scientifica 3 ECTS P. Gunter (responsabile) - P.A. Muroni - O.M.

PIL ANNO PROPEDEUTICO. 1º semestre. Pro Seminario. 95558 Ricerca scientifica 3 ECTS P. Gunter (responsabile) - P.A. Muroni - O.M. ANNO PROPEDEUTICO ANNO PROPEDEUTICO 293 1º semestre Pro Seminario 95558 Ricerca scientifica 3 ECTS P. Gunter (responsabile) - P.A. Muroni - O.M. Sarr Obiettivi: Al termine del corso lo studente: Gli studenti

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011 ART. 1 Finalità 1. Il presente Regolamento disciplina il Corso di Laurea Magistrale in Storia

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN LINGUE NELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE (Classe XI - Lingue e culture moderne)

CORSO DI LAUREA IN LINGUE NELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE (Classe XI - Lingue e culture moderne) CORSO DI LAUREA IN LINGUE NELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE (Classe XI - Lingue e culture moderne) 1. INFORMAZIONI GENERALI Presidente Prof.ssa Maria Grazia Scelfo Il piano di studi è disponibile in rete

Dettagli

FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/2012

FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/2012 FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA PIANO DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA TRIENNALI E CORSI DI LAUREA MAGISTRALI A.A. 2011/20 LETTERE...3 BENI ARTISTICI E DELLO SPETTACOLO...5 CIVILTA E LINGUE STRANIERE MODERNE...5

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246

Dettagli

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO CLASSI PRIME Conoscenze Il sistema e le strutture fondamentali della lingua italiana ai diversi livelli: fonologia, ortografia, morfologia, sintassi del verbo. Le strutture della

Dettagli

Tesi dirette come relatore dal Dott. S. Pagliaroli

Tesi dirette come relatore dal Dott. S. Pagliaroli Tesi dirette come relatore dal Dott. S. Pagliaroli 1) FRANCESCA PADOVANI: «Per la storia del volto di Dante scoperto a Verona da Giovanni Sauro nel 1842» (Tesi di Laurea Triennale in Scienze dei Beni Culturali:

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Liceo Classico. Orbetello RELAZIONE FINALE

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Liceo Classico. Orbetello RELAZIONE FINALE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO Liceo Classico Orbetello CLASSE: II RELAZIONE FINALE DISCIPLINA: Lingua e letteratura Greca DOCENTE: Mariateresa Canessa Obiettivi

Dettagli

PROGRAMMI TFA A.A. 2014/2015 CLASSE DI CONCORSO A043/A050

PROGRAMMI TFA A.A. 2014/2015 CLASSE DI CONCORSO A043/A050 PROGRAMMI TFA A.A. 2014/2015 CLASSE DI CONCORSO A043/A050 PEDAGOGIA GENERALE E PEDAGOGIA SPERIMENTALE PEDAGOGIA SPECIALE E INTERCULTURALE 11 CFU Pedagogia generale Prof.ssa Alessandra Avanzini (5 cfu/30

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO Anno scolastico 2015-2016 1 Obiettivi disciplinari minimi metacognitivi - acquisizione della consapevolezza delle proprie strategie di

Dettagli

Programmazione preventiva Italiano

Programmazione preventiva Italiano Programmazione preventiva Italiano Prof. ssa Gabriela Fantato Classe: 1 B- ITE Anno scol. 2014-15 PROGRAMMA PREVENTIVO FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L insegnamento della disciplina, tenendo conto della centralità

Dettagli

Corso di Laurea in Storia e conservazione del patrimonio artistico, archeologico e musicale

Corso di Laurea in Storia e conservazione del patrimonio artistico, archeologico e musicale Corso di Laurea in Storia e conservazione del patrimonio artistico, archeologico e musicale Presidente: Pietro Dalena Segretario: Maria Filosa Ubicazione: Ponte P.Bucci, cubo 21b, Arcavacata di Rende Telefono:

Dettagli

Corso di Laurea Triennale - a.a. 2013/2014

Corso di Laurea Triennale - a.a. 2013/2014 Corso di Laurea Triennale - a.a. 2013/2014 Arte in Italia tra Quattrocento e Settecento Nel secondo semestre, il 17 ottobre 2013, avrà inizio il Corso di Storia dell Arte Moderna, (12 CFU), indirizzato

Dettagli

FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA www.uniba.it/ateneo/facolta/lettere

FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA www.uniba.it/ateneo/facolta/lettere FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA www.uniba.it/ateneo/facolta/lettere Presidenza Palazzo Ateneo, Piazza Umberto I, 1 (lato Via Crisanzio, II piano) - 70100 Bari Preside: prof. Grazia Distaso Tel. 080.5714361-4265;

Dettagli

ITALIANO. PRIMO ANNO (Liceo delle Scienze Umane)

ITALIANO. PRIMO ANNO (Liceo delle Scienze Umane) 1/6 ITALIANO PRIMO ANNO Testi: qualsiasi testo di Italiano (biennio) in adozione presso i Licei Classici o Scientifici. Per i testi di epica: consultare i siti Internet con il testo integrale in traduzione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO. IX Edizione MEDIOEVO FRANCESCANO. Storia, filosofia e teologia

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO. IX Edizione MEDIOEVO FRANCESCANO. Storia, filosofia e teologia MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO Anno Accademico 2015-2017 IX Edizione MEDIOEVO FRANCESCANO Storia, filosofia e teologia in collaborazione con Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani Pontificia

Dettagli

COMPETENZE ABILITA' CONOSCENZE e CONTENUTI. Saper leggere in modo scorrevole un testo latino

COMPETENZE ABILITA' CONOSCENZE e CONTENUTI. Saper leggere in modo scorrevole un testo latino LICEO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI - PERUGIA PIANO ANNUALE DI CLASSE A.S. 14-15 Classe 4a, sez. L MATERIA: LINGUA E LETTERATURA LATINA DOCENTE: ROSSELLA SPINA 1. Presentazione della classe La classe è composta

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI Via delle Rose, 68 LUCCA - Tel. 0583/58211 Fax 0583/418619 E-mail: info@liceovallisneri.it Sito Internet: http://www.liceovallisneri.it A. S. 2014/2015 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA CATTEDRA DI. TEORIA E ANALISI DEL LINGUAGGIO CINEMATOGRAFICO (Prof.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA CATTEDRA DI. TEORIA E ANALISI DEL LINGUAGGIO CINEMATOGRAFICO (Prof. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA DIPARTIMENTO DI STORIA DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO PIAZZA S. ALESSANDRO, 1 20123 MILANO SEGRETERIA: 02-86339.251 VIDEOTECA:

Dettagli

FILOLOGIA E LINGUISTICA ROMANZA (L11-L12) a.a. 2014/2015

FILOLOGIA E LINGUISTICA ROMANZA (L11-L12) a.a. 2014/2015 FILOLOGIA E LINGUISTICA ROMANZA (L11-L12) a.a. 2014/2015 Prof. Aggregato Beatrice Fedi b.fedi@unich.it Presentazione del Corso OGGETTO DEL CORSO Linguistica romanza: elementi di storia delle lingue romanze

Dettagli

FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA. www.lettere.uniba.it

FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA. www.lettere.uniba.it Lettere e Filosofia FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA www.lettere.uniba.it Presidenza Palazzo Ateneo, Piazza Umberto I (lato Via Crisanzio, II piano) - 70100 Bari Preside: prof. Grazia Distaso Tel. 080.5714361-4265;

Dettagli

Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia Anno Accademico 2013-2014

Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia Anno Accademico 2013-2014 PONTIFICIA FACOLTÀ TEOLOGICA DELL ITALIA MERIDIONALE Sezione SAN LUIGI Via Petrarca, 115-Napoli Scuola di Alta Formazione di Arte e Teologia Anno Accademico 2013-2014 Indirizzi Percorsi di arte e teologia

Dettagli

Facoltà di Scienze della formazione Scheda per programmi a.a.2012/2013

Facoltà di Scienze della formazione Scheda per programmi a.a.2012/2013 Facoltà di Scienze della formazione Scheda per programmi a.a.2012/2013 Denominazione insegnamento: SSD (settore scientifico disciplinare): Corso di laurea: Classe di laurea: Letteratura Inglese L-LIN/10

Dettagli

ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN LETTERE Classe delle lauree in Lettere n. 5

ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN LETTERE Classe delle lauree in Lettere n. 5 Allegato b) ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN LETTERE Classe delle lauree in Lettere n. 5 Art. 1 - Denominazione e classe di appartenenza E' istituito presso l'università degli studi di Bergamo,

Dettagli

A. A. 2013-2014. www.studistorici.unimi.it

A. A. 2013-2014. www.studistorici.unimi.it Corso di laurea triennale in STORIA e magistrale in SCIENZE STORICHE A. A. 2013-2014 www.studistorici.unimi.it PRESIDENTE DEL COLLEGIO DIDATTICO: Prof. Livio Antonielli MERCOLEDÌ 9.00-12.00, Settore B

Dettagli

Corso di laurea in Letterature d Italia e d Europa

Corso di laurea in Letterature d Italia e d Europa Corso di laurea in Letterature d Italia e d Europa (Classe delle Lauree in Lettere) Articolo 1. Denominazione del Corso di laurea 1. È istituito presso l Università degli Studi di Siena, Facoltà di Lettere

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN LETTERATURE E CIVILTA MODERNE (LM-14) REGOLAMENTO DIDATTICO

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN LETTERATURE E CIVILTA MODERNE (LM-14) REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN LETTERATURE E CIVILTA MODERNE (LM-14) REGOLAMENTO DIDATTICO Il presente regolamento è consultabile sul sito web della Facoltà. 1) REQUISITI DI AMMISSIONE: MODALITA DI VERIFICA

Dettagli

Guida dello studente. Programmi integrativi Corsi di laurea triennali e magistrali II semestre 2011

Guida dello studente. Programmi integrativi Corsi di laurea triennali e magistrali II semestre 2011 UNIVERSITÀ PER STRANIERI DI SIENA Facoltà di Lingua e Cultura Italiana Guida dello studente Programmi integrativi Corsi di laurea triennali e magistrali II semestre 2011 Anno accademico 2010-2011 La facoltà

Dettagli

Lingua e cultura italiana

Lingua e cultura italiana Percorsi Formativi Lingua e cultura italiana Summer School Budapest 27 giugno - 4 luglio 2012 In collaborazione con: PÁZMÁNY PÉTER KATOLIKUS EGYETEM Presentazione La Summer School in Lingua e cultura italiana,

Dettagli

Bündner Kantonsschule Scola chantunala grischuna Scuola cantonale grigione. 1. Dotazione ore

Bündner Kantonsschule Scola chantunala grischuna Scuola cantonale grigione. 1. Dotazione ore Italiano prima lingua 1. Dotazione ore 4 H 5H 6H Materia fondamentale 4 4 4 2. Considerazioni didattiche e obiettivi di formazione generali secondo il PQ MP 12 L insegnamento della prima lingua nazionale

Dettagli

Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Abilità dello studente

Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Abilità dello studente Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Competenze Abilità dello studente A Padroneggiare gli strumenti espressivi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA E CULTURA LATINA a.s. 2014-15 (Programmazione di Dipartimento)

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA E CULTURA LATINA a.s. 2014-15 (Programmazione di Dipartimento) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE P. LEVI PROGRAMMAZIONE DI LINGUA E CULTURA LATINA a.s. 2014-15 (Programmazione di Dipartimento) LINGUA E CULTURA LATINA / Primo biennio / Secondo biennio / Quinto anno

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE

PIANO DI LAVORO ANNUALE Liceo Classico e Scientifico M.Spinelli - Giovinazzo Sede aggregata del Liceo Classico e Linguistico C.Sylos -Bitonto Via A. De Gasperi, 14-70054 Giovinazzo- tel.080/3948679 Fax 080/3042040 cod.scuola

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LATINO E GRECO TRIENNIO anno scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LATINO E GRECO TRIENNIO anno scolastico 2013-2014 PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI LATINO E GRECO TRIENNIO anno scolastico 2013-2014 FINALITA GENERALI Finalità precipua dello studio dell antichità classica è quella di sollecitare una visione senza fratture

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO LUCA SIGNORELLI - CORTONA GRECO BIENNIO

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO LUCA SIGNORELLI - CORTONA GRECO BIENNIO GRECO BIENNIO Il Liceo Classico promuove lo studio delle lingue classiche per fornire agli studenti validi strumenti di comprensione e riflessione diretta sulla storia e l evoluzione delle civiltà greca

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in STORIA DELL'ARTE

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in STORIA DELL'ARTE Università degli Studi di Firenze Laurea Magistrale in STORIA DELL'ARTE D.M. 22/10/2004, n. 270 Regolamento didattico - anno accademico 2014/2015 1 Premessa Denominazione del corso Denominazione del corso

Dettagli

Corsi di laurea. magistrale. Lettere e filosofia. Facoltà di Lettere e filosofia

Corsi di laurea. magistrale. Lettere e filosofia. Facoltà di Lettere e filosofia brescia a.a. 2015-16 Corsi di laurea magistrale Lettere e filosofia Facoltà di Lettere e filosofia 1 INDICE Lettere e filosofia 2 Laurea magistrale 4 in Filologia moderna Laurea magistrale in Gestione

Dettagli

Istituto Tecnico Tecnologico Statale Ettore Molinari Via Crescenzago, 110-20132 Milano - Italia PERCORSO FORMATIVO DI ITALIANO

Istituto Tecnico Tecnologico Statale Ettore Molinari Via Crescenzago, 110-20132 Milano - Italia PERCORSO FORMATIVO DI ITALIANO Istituto Tecnico Tecnologico Statale Ettore Molinari Via Crescenzago, 110-20132 Milano - Italia PERCORSO FORMATIVO DI ITALIANO LICEO DELLE SCIENZE APPLICATE SECONDO BIENNIO Competenze di base a conclusione

Dettagli

Università del Salento

Università del Salento Università del Salento REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN LETTERE MODERNE Classe LM 14 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 ARTICOLO 1 Il presente regolamento disciplina gli aspetti organizzativi

Dettagli

Suggerimenti bibliografici

Suggerimenti bibliografici Suggerimenti bibliografici II secolo a. C. Apuleio, Favola di Amore e psiche, tratta da L asino d oro (Apuleio, Amore e Psiche, Metamorfosi, Libro IV; Rea Editore, 2014) Omero, L Odissea XIII secolo d.c.

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Giovanni Cena PROGRAMMAZIONE DIDATTICA SEZIONE TECNICA SETTORE ECONOMICO

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Giovanni Cena PROGRAMMAZIONE DIDATTICA SEZIONE TECNICA SETTORE ECONOMICO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Giovanni Cena PROGRAMMAZIONE DIDATTICA SEZIONE TECNICA SETTORE ECONOMICO Indirizzo AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING LINGUA E LETTERATURA ITALIANA DOCENTE GIULIANA PESCA

Dettagli

Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO

Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO Finalità formative generali di tipo cognitivo I docenti di Italiano e Latino del triennio riconoscono

Dettagli

MILANO a.a. 2016-17. Corsi di laurea. magistrale. Lettere e filosofia. Facoltà di Lettere e filosofia

MILANO a.a. 2016-17. Corsi di laurea. magistrale. Lettere e filosofia. Facoltà di Lettere e filosofia MILANO a.a. 201-17 Corsi di laurea magistrale Lettere e filosofia Facoltà di Lettere e filosofia Sommario Lettere e filosofia 3 Laurea magistrale in Archeologia e Storia dell arte 4 Laurea magistrale in

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA INTERCLASSE IN LETTERE E IN BENI CULTURALI (CURRICULUM: LETTERE CLASSICHE)

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA INTERCLASSE IN LETTERE E IN BENI CULTURALI (CURRICULUM: LETTERE CLASSICHE) SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA INTERCLASSE IN LETTERE E IN BENI CULTURALI (CURRICULUM: LETTERE CLASSICHE) Insegnamento LINGUA E CIVILTÀ GRECA Docente Prof. Matteo Pellegrino

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico e Liceo Scientifico V. Julia - Acri

Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico e Liceo Scientifico V. Julia - Acri Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico e Liceo Scientifico V. Julia - Acri PROGETTAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE III SEZIONE A DISCIPLINA: Lingua e Letteratura Italiana DOCENTE:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Segreteria Studenti Area di Scienze Umane. Piani di studio corsi di laurea triennali a.a.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Segreteria Studenti Area di Scienze Umane. Piani di studio corsi di laurea triennali a.a. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Segreteria Studenti Area di Scienze Umane Piani di studio corsi di laurea triennali a.a. 2015/2016 Il presente file contiene i piani di studio relativi ai seguenti corsi

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO MATERIA: INGLESE ANNO SCOLASTICO 2014/15 Profssa TERESA VOLGARINO

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA MAGISTRALE IN EDITORIA, CULTURE DELLA COMUNICAZIONE E DELLA MODA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA MAGISTRALE IN EDITORIA, CULTURE DELLA COMUNICAZIONE E DELLA MODA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/15 LAUREA MAGISTRALE IN EDITORIA, CULTURE DELLA COMUNICAZIONE E DELLA MODA (Classe LM-92) Immatricolati dall'a.a. 2014/2015 GENERALITA'

Dettagli

UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO di LAUREA in BENI CULTURALI approvato dal Senato accademico nella seduta del 22 ottobre 2013

UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO di LAUREA in BENI CULTURALI approvato dal Senato accademico nella seduta del 22 ottobre 2013 UNIVERSITÀ DI CATANIA REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO di LAUREA in BENI CULTURALI approvato dal Senato accademico nella seduta del 22 ottobre 2013 1. DATI GENERALI 1.1 Dipartimento Scienze umanistiche

Dettagli

SEZIONE PRIMA SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DELLA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA ART. 1

SEZIONE PRIMA SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DELLA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA ART. 1 SEZIONE PRIMA SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DELLA FACOLTÀ DI LETTERE E ART. 1 Presso la Facoltà di Lettere e filosofia sono costituite le seguenti scuole di specializzazione in: a) Archeologia b) Storia dell

Dettagli

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE CORSO DI STUDIO MAGISTRALE IN LINGUA E CULTURA ITALIANE PER STRANIERI

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE CORSO DI STUDIO MAGISTRALE IN LINGUA E CULTURA ITALIANE PER STRANIERI FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE CORSO DI STUDIO MAGISTRALE IN LINGUA E CULTURA ITALIANE PER STRANIERI DELIBERA DI MASSIMA PER PASSAGGI E TRASFERIMENTI A.A. 2012/13 PASSAGGI O TRASFERIMENTI DA

Dettagli

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno*

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno* Programmazione di Dipartimento (Area 1) Lettere Programmazione di Lingua Letteratura Italiana Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico II Biennio A. S. 2013-2014 Programmazione disciplinare per anno

Dettagli