Il Grande Fratello del traffico così si controlla la mobilità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Grande Fratello del traffico così si controlla la mobilità"

Transcript

1

2

3 ICT

4 Roma e il Mit, le auto seguite con i telefonini: a settembre monitoraggio in tempo reale dei movimenti dei cittadini Il Grande Fratello del traffico così si controlla la mobilità Le tracce dei cellulari diventano punti rossi su un display Prevista l'installazione di maxi-schermi per informare gli automobilisti ROMA - La grande mappa, una specie di enorme Tuttocittà satellitare, comincia ad animarsi all'alba. Prima, sulle strade semideserte, solo qualche puntino isolato si muoveva veloce per poi spegnersi nel silenzio della notte. Sono quasi le sei di mattina quando, scosso dal ronzio delle prime radiosveglie, il quadro si anima. Le vie si popolano di luci. Una processione di lucciole pigre emerge dai garage, si raggruppa alle fermate degli autobus, scende nei tunnel del metrò. Sembrano migliaia di formiche con un casco da minatore che ne illumini il cammino. Ma questi pendolari che lentamente dalla periferia viaggiano verso il centro, non hanno una luce in testa, ma un cellulare in tasca. I telefonini, nei quali qualcuno di loro già parla, parlano di tutti loro: quanti sono? Dove vanno? La città che si sveglia registra questi dati, ci si guarda come in uno specchio e ad essi si adatta: dove servono più autobus? Qual è la strada più sgombra per andare da qui a lì? Città simili a organismi viventi, che si modellano in tempo reale sulle esigenze degli abitanti. Per chi invecchia nelle code delle tangenziali, è solo un sogno. Per gli assessorati alla mobilità, quasi fantascienza. Per i ricercatori del Massachusetts Institute of Technology, è un progetto da realizzare oggi, con tecnologie note e disponibili. A Roma l'onore di essere, a settembre, la prima capitale che sperimenterà il servizio. "Si tratterà di un test unico nel suo genere, sia per la grandezza del campione che per il livello delle tecnologie coinvolte", spiega Carlo Ratti, direttore del Senseable City Lab presso il Mit. Nelle grandi città, milioni di cellulari comunicano in ogni momento la loro esatta posizione agli operatori gsm. Niente di sorprendente: i telefonini funzionano proprio perché aziende

5 come Tim, Vodafone, Wind e H3G possono localizzarli in ogni momento e seguirli con il loro segnale. A Roma il Mit prenderà i dati sulla posizione dei cellulari forniti da Telecom Italia sotto forma di aggregati anonimi, li farà digerire ai suoi computer di Boston, e li rispedirà indietro trasformati in mappa dei movimenti dei romani. Questo procedimento, che coinvolge algoritmi particolarmente complessi (in grado di capire, ad esempio, se un telefonino molto lento si trova nelle tasche di un pedone o di un automobilista incolonnato nel traffico) avverrà in maniera quasi istantanea, così da fornire aggiornamenti in tempo reale sulla situazione della città. Con uno strumento del genere a disposizione, si può scegliere non solo la strada più scorrevole per andare al ristorante, ma anche il locale meno affollato. Seguendo i telefonini in base al loro prefisso, si possono individuare i flussi turistici: dove vanno i tedeschi? Come si spostano i giapponesi? Combinando i dati sul traffico con quelli sul flusso dei mezzi pubblici, si può capire immediatamente se la distribuzione dei bus corrisponde alla densità e alle esigenze dell'utenza. Sullo schermo del proprio cellulare, ognuno potrebbe individuare in qualunque momento il taxi più vicino, e chiamarlo. Oppure sapere sempre dove si trova il primo parcheggio disponibile. Il progetto "Real-time-Rome" sarà presentato a settembre in occasione della 10 Mostra internazionale di architettura alla Biennale di Venezia. L'anno scorso, Ratti e il suo team avevano condotto un primo test su piccola scala a Graz, in Austria. Oggi, la scelta di Roma non è casuale: "Nel 1748, la pianta dell'urbe di Nolli diede il via alla cartografia moderna", spiega Ratti. "Le mappe del futuro saranno enormi database dai quali estrapolare frammenti a seconda delle proprie esigenze, come si fa su internet". A Roma, inoltre, Telecom sta installando una rete particolarmente avanzata, ideale per fornire al Mit le informazioni di cui ha bisogno. Al progetto partecipano anche Google, Atac, Samarcanda Taxi e il Campidoglio, che durante la sperimentazione prevede di montare megaschermi sui quali i romani potranno seguire i propri movimenti nella città. Si valuteranno così i benefici del progetto, e anche i suoi effetti collaterali: "Nel campus del Mit, dove un sistema simile funziona da tempo, organizzare una riunione che inizi in orario è diventato impossibile", racconta Ratti. "Nessuno si presenta finché non vede che sono arrivati gli altri partecipanti. Va a finire che i questi meeting non iniziano mai".

6 Un sottile film di proteine potrebbe dare ai DVD la memoria di un hard disk DVD ricoperti da uno strato di proteine potrebbero contenere un giorno tanta informazione quanto quella contenuta nell'hard disk di un personal computer. Venkatesan Renugopalakrishnan, un professore della Harvard Medical School di Boston, ha spiegato alla International Conference on Nanoscience and Nanotechnology di Brisbane che questi strati sarebbero composti da proteine ricavate da microbi geneticamente modificati. Il risultato sarebbe un DVD in grado di contenere terabytes di informazione. "Congegni di questo tipo potrebbero eliminare del tutto la necessità di memorie come l'hard disk", ha spiegato il ricercatore, che ha aggiunto anche come questi DVD potrebbero venire incontro alle necessità dell'industria militare o farmaceutica che oggi devono trasferire grandi quantità di dati via satellite o sotto forma di filmati a causa della inadeguatezza delle tecnologie di immagazzinamento magnetico. Il concetto di base è quello di immagazzinare in proteine grandi pochi nanometri l'informazione. Si tratta di proteine attivate dalla luce, che si trovano nelle membrane di un batterio chiamato Halobacterium salinarum che vive nelle paludi salmastre. Battezzata bacteriorhodpsin la proteina cattura la luce e la trasforma in energia chimica attraverso una serie di passaggi, nel corso dei quali la proteina diventa una serie di molecole intermedie ognuna caratterizzata da una forma e un colore unici.queste molecole hanno una vita breve, solo qualche giorno o qualche ora. Grazie però ad alcune modifiche genetiche, il ricercatore è riuscito a produrre delle varianti con una vita media di qualche anno. In media, un DVD alle proteine potrebbe raggiungere i 50 terabyte di informazione. Grazie ai finanziamenti della casa giapponese Nec, Renugopalakrishnan ha prodotto alcuni prototipi e pensa di poter commercializzare la prima versione di una pendrive tra un anno circa e il primo DVD tra due anni.

7 Microelectronics & Nanotech

8 EU project gives insight into future of nanotechnology An EU funded project has published a series of roadmaps, providing an overview the current situation and future of nanotechnology in three fundamental sectors: materials, health and medical systems, and energy. The past years have seen an unprecedented growth in research and development (R&D) activity in the field of nanotechnology, propelled by the belief that nanotechnology represents a radically new approach to manufacturing. Experts believe that the technology will revolutionise practically all industrial sectors as well as everyday life, and that this revolution is not so far in the future. Knowing how nanotechnology will develop in the coming years, as well as which applications will be more relevant, will be of considerable value to those planning for the future. NanoRoadMap is funded under the 'nanotechnologies and nano-sciences, knowledge-based multifunctional materials and new production processes and devices' thematic priority of the Sixth Framework Programme (FP6). The NanoRoadMap consortium gathers eight research and industrial partners from the public and private sectors from the Czech Republic, Finland, France, Germany, Italy, the Netherlands, Spain, the UK and Israel. A total of 12 roadmaps are grouped into three sectoral reports, which give details of the properties of each technology, as well as the challenges and barriers to their current and future applications. The report predicts that nanomaterials will be developed the most over the next 10 years. Nanomaterials are novel materials whose elemental structure size has been engineered at the nanometre scale. At this dimension, materials exhibit greatly improved or totally new behaviours and properties. Because of their ubiquitous nature, nanomaterials can find application in a variety of markets, ranging from catalysis to membranes for fuel cells. Carbon nanotubes are the best-known nanomaterial. However, the wide spectrum of possible applications envisaged, the report says, makes it difficult to estimate with a reasonable accuracy the dimension of future markets. One market that will see an impact is the medical sector. The report notes that research into the rational delivery and targeting of therapeutic and diagnostic agents is already quite advanced, and nanotechnology will be increasingly used to create systems which can allow drugs to target specific areas within the body. With the help of nanotechnology, the medicine is moving towards more individualised treatments. Using particles smaller than 50 nanometres, or even 20 nanometres, drugs or drugs carriers can move through the walls of blood vessels, easily interacting with molecules on both the cell surface and within the cell, often in ways that do not alter the behaviour of those molecules. However, despite the huge expectations surrounding the use of nanoparticles for medical purposes, the technology is still at an early stage of development, and the report cautions that several problems need to be solved or circumvented to attain results. For example, the interaction between nanoparticles and 'intracorporeal targets' need still to be explored to in order to increase understanding of the complex biological basic principles governing the impact of these specific applications. According to the report's experts, one of the most important challenges is linked to the possible side effects or potential cell toxicity of available nanoparticles. It is important that any side effects do not prevail over the therapeutic effects of the drug. Public support at the early stages of the research is a priority, says the report, and an attempt to somehow simplify the approval processes (without, of course, any loss of quality and security within the process itself) should be considered.

9 Nanotechnology is also considered potentially promising all along the energy pipeline, from production to transmission, to distribution, conversion and utilisation, offering alternative ways of energy generation, storage and saving. According to the report, while the technology is only at an early stage of development, European research into nanoscience is already prevalent in the key alternative energy sources solar energy, thermoelectricity, rechargeable batteries, and supercapacitors. European industry is also seen to be competitive in a number of areas. In nanotechnology-related heat insulation and conductance, for example, the position of European industry is thought to be good or excellent by most of the report's experts. In solar cells, there are a number of large European companies and some start-ups that the experts consider to be in quite a good position. Also in rechargeable batteries and supercapacitors the position of European small and medium sized enterprises (SMEs) is rated from satisfactory to good. However, the report suggests that these are notable exceptions, finding that European industry is lagging behind its counterparts in the US and South East Asia. In the case of thermoelectricity, the vast majority of companies cited by report's experts as contributing the most to advancing nanotechnology in this field are based in the US. The competitive position of European industry also varies depending on the sectors and size of a company - large enterprises or SMEs. The energy roadmap reflects an overall difficulty in all three sectors under review - transferring knowledge on nanoscience from academia to industry. Given that many of the barriers encountered in one sector are present in others, the report suggests the creation of multidisciplinary centres to advance knowledge transfer on materials development/application and their own pilot production facilities. These centres will favour cooperation, facilitate access to sophisticated equipment, help to transfer research results into products, scale up production processes in line with industry requirements, and train people. Both academia and industry, most of all SMEs, would benefit from such centres, says the report. The report's recommendations are summarised below: - fundamental research for understanding structure-property-processing relationship at the molecular level; - computer modelling and simulation at the nanoscale; - online tools for characterisation, process monitoring and control; metrology; - developing a standard regulatory framework and common approval procedures; - identifying and pre-developing materials, applications and capabilities that respond to the stringent needs of mass production, thus reducing the risk associated with their development; - scaling up production; - improving collaboration between academia and industry and technology transfer; - providing education and skills both for young researchers and co-workers; - answering increasing concerns on health, safety and environment issues; - fostering transparent discussion and information with all the stakeholders on the benefit and risks of nanotechnology. To read the reports in full:

10 Paint-on Semiconductor Outperforms Chips Researchers at the University of Toronto have created a semiconductor device that outperforms today s conventional chips and they made it simply by painting a liquid onto a piece of glass. The finding, which represents the first time a so-called wet semiconductor device has bested traditional, more costly grown-crystal semiconductor devices, is reported in the July issue of the journal Nature. Traditional ways of making computer chips, fibre-optic lasers, digital camera image sensors the building blocks of the information age are costly in time, money, and energy, says Professor Ted Sargent leader of the research group. Conventional semiconductors have produced spectacular results but they rely on growing atomically-perfect crystals at 1,000 degrees Celsius and above, he explains. The Toronto team instead cooked up semiconductor particles in a flask containing extrapure oleic acid, the main ingredient in olive oil. The particles are just a few nanometres (one billionth of a metre) across. The team then placed a drop of solution on a glass slide patterned with gold electrodes and forced the drop to spread out into a smooth, continuous semiconductor film using a process called spin-coating. They then gave their film a two-hour bath in methanol. Once the solvent evaporated, it left an 800 nanometre-thick layer of the light-sensitive nanoparticles. At room temperature, the paint-on photodetectors were about ten times more sensitive to infrared rays than the sensors that are currently used in military night-vision and biomedical imaging. These are exquisitely sensitive detectors of light, says Sargent, It s now clear that solutionprocessed electronics can combine outstanding performance with low cost. The key to our success was controlled engineering at the nanometre lengthscale: tailoring colloidal nanocrystal size and surfaces to achieve exceptional device performance, says coauthor Gerasimos Konstantatos. With this finding, we now know that simple, convenient, low-cost wet chemistry can produce devices with performance that is superior compared to that of conventional grown-crystal devices.

11 Nano Lubrication Could Make Possible Ultra-Dense Memory A new way to reduce friction at the nanoscale could enable the commercialization of nano mechanical devices, including ones for data storage. Researchers have helped to smooth the way for memory chips that are 10 to 100 times denser than today's devices, by developing a way to cut down on friction at the nanoscale. The method could have far-reaching implications for both micro- and nano-electromechanical systems (MEMS and NEMS), which are used for storage and other applications in communications and computing. Liquid lubricants do not work at the nano scale; as a result, tiny mechanical devices can wear out too fast to be practical. Now physicists at the University of Basel in Switzerland have developed a dry "lubrication" method that uses tiny vibrations to keep parts from wearing out. The method, described in the current issue of Science, could be particularly useful for a new class of memory devices-such as new IBM s Millipede- which uses thousands of atomic force microscope tips to physically "write" bits to a surface by making divots in a polymer substrate and later reading them. The "nano lube" could also find uses with tiny rotating mirrors that might serve as optical routers in communications and mechanical switches, replacing transistors in computer processors, so cutting power consumption. Devices based on NEMS and MEMS are some of the most promising new nanotechnologies. Yet the commercialization of applications such as Millipede has been held up in part by wear caused by friction. Indeed, friction is a particular problem in micro- or nanodevices, where contacts between surfaces are tiny points that can do a lot of damage. "Coming down to nanoscale devices, this contact area gets smaller and smaller, so you have less surface where you can dissipate heat," says Anisoara Socoliuc, co-author of the article. "This leads to wear. It's very easy to break or damage the material at this small scale." In their experiments, the Swiss researchers moved an atomic force microscope tip made of silicon across a test material of sodium chloride or potassium bromide. Ordinarily, the ultra-sharp tip would travel in a "stick-and-slip" fashion, as friction repeatedly builds up until the tip suddenly breaks free. The researchers solved the sticky-tip problem by oscillating the tips using changing voltages. The vibrations, which are so small that the tip stays in continuous contact with the material, keep energy from building up and being suddenly released. As a result, friction decreases 100-fold. This figure shows the dramatic reduction in friction that occurs when an atomic force microscope tip is vibrated as it moves across a surface. Reducing friction could help create very dense memory devices.

12 Nanotubes unwrapped: Carbon sheet solutions Northwestern University researchers have developed a process that promises to lead to the creation of a new class of composite materials -- "graphene-based materials." The method uses graphite to produce individual graphene-based sheets with exceptional physical, chemical and barrier properties that could be mixed into materials such as polymers, glasses and ceramics. The Northwestern team, led by Rod Ruoff, reports the results of their research in the July 20 issue of the journal Nature. "This research provides a basis for developing a new class of composite materials for many applications, through tuning of their electrical and thermal conductivity, their mechanical stiffness, toughness and strength, and their permeability to flow various gases through them," "We believe that manipulating the chemical and physical properties of individual graphene-based sheets and effectively mixing them into other materials will lead to discoveries of new materials in the future." The Northwestern team's approach to its challenge was based on chemically treating and thereby "exfoliating" graphite to individual layers. Graphite is a layered material of carbon with strong chemical bonds in the layers but with moderately weak bonds between the layers. The properties of the individual layers have been expected to be exceptional because the "in-plane" properties of graphite itself are exceptional, but until now it was not possible to extract such individual layers and to embed them as a filler material in materials such as polymers, and particularly not by a scalable route that could afford large quantities. The material containing graphene sheets offers access to a broad range of useful thermal, electrical and mechanical properties for all those applications where carbon nanotubes are too expensive

13 Scientists Image 'Magnetic Semiconductors' On The Nanoscale In a first-of-its-kind achievement, scientists at the University of Iowa, the University of Illinois at Urbana-Champaign and Princeton University have directly imaged the magnetic interactions between two magnetic atoms less than one nanometer apart (one billionth of a meter) and embedded in a semiconductor chip. The findings, published in the July 27 issue of the journal Nature, bring scientists one step closer toward realizing the goal of building a very advanced semiconductor computer chip based "spintronics,". According to Michael Flatté, leader of the UI research group "With spintronics, data manipulation and long-term storage can be conducted in one computer chip, rather than separately in a CPU and a hard drive as currently practiced. The data manipulation could also be done quicker and require less power. Such a computer would be much smaller in size and use less energy," "Visualizing the magnetic interactions on the nanoscale may lead to better magnetic semiconductor materials and applications for them in the electronics industry," says Flatté, lead author of the work, predicted that the magnetic interactions could be imaged with a scanning tunneling microscope. Flatté showed that magnetic interactions depend strongly on where in the crystal lattice of the semiconductor the atoms were sitting. Some configurations interacted very strongly and others very weakly. Flatté team placed the manganese atoms one at a time into a fresh, clean piece of gallium arsenide. "Using the tip of a scanning tunneling microscope, we can take out a single atom from the base material and replace it with a single metal that gives the semiconductor its magnetic properties,". In essence, the team used this unique capability to make a semiconductor magnetic, one atom at a time. A scanning tunneling microscope has a finely-pointed electrical probe that passes over a surface in order to detect variations with a weak electric field. The team found that the charged tip could also be used to eject a single gallium atom from the surface, replacing it with one of manganese that was waiting nearby. By incorporating manganese atoms into the gallium arsenide semiconductor, the team has created an atomic-scale laboratory that can reveal what researchers have sought for decades: the precise interactions among atoms and electrons in chip materials. The team used their new technique to find the optimal arrangements for manganese atoms that enhance the magnetic properties of gallium manganese arsenide. These arrangements agreed with Flatté and Tang's predictions. "To predict how a material will behave, and then have that prediction dramatically confirmed, as in this experiment, is one of the most enjoyable experiences of research," says Flatté. Flatté cautions that further advances will be required to translate the new research results into new chip technology and also that using a scanning tunneling microscope to grow large pieces of high quality gallium manganese arsenide may not be practical. However, he says, the lessons learned about optimal arrangements of magnetic atoms in semiconductors will be transferred to other semiconductor growth techniques and to other magnetic semiconductor materials.

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms

PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms PEP Pompe centrifughe di processo a norme API 610 - XI edizione Centrifugal process pumps according to API 610 - XI edition Norms Campo di selezione - 50 Hz Selection chart - 50 Hz 2950 rpm 1475 rpm Campo

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

La soluzione completa per l irrigazione The real, complete solution for irrigation

La soluzione completa per l irrigazione The real, complete solution for irrigation La soluzione completa per l irrigazione The real, complete solution for irrigation difendi il made in Italy, scegli un azienda italiana La soluzione completa per l irrigazione Irritec realizza prodotti

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Panorama della ricerca in edilizia nell IEA ETN

Panorama della ricerca in edilizia nell IEA ETN Panorama della ricerca in edilizia nell IEA ETN Ezilda Costanzo, ENEA IEA EUWP building vice-chair Giornata Nazionale IEA IA Ricerca Energetica e Innovazione in Edilizia ENEA Roma, 27 febbraio 2015 Gli

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY TODAY MORE PRESENT IN GERMANY Traditionally strong in offering high technology and reliability products, Duplomatic is a player with the right characteristics to achieve success in highly competitive markets,

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD)

The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) The Verification Process in the ASTRI Project: the Verification Control Document (VCD) L. Stringhetti INAF-IASF Milano on behalf of the ASTRI Collaboration 1 1 Summary The ASTRI/CTA project The ASTRI Verification

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

Potenze di 10 e il SI

Potenze di 10 e il SI Le potenze di 10 e il SI - 1 Potenze di 10 e il SI Particolare importanza assumono le potenze del numero 10, poiché permettono di semplificare la scrittura di numeri grandissimi e piccolissimi. Tradurre

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING Innovazione nei contenuti e nelle modalità della formazione: il BIM per l integrazione dei diversi aspetti progettuali e oltre gli aspetti manageriali, gestionali, progettuali e costruttivi con strumento

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO VERSO UN CODICE DEONTOLOGICO DEL DOCENTE Paolo Rigo paolo.rigo@istruzione.it ALCUNE SEMPLICI

Dettagli

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds 4 to 7 funds 8 to 15 funds 16 to 25 funds 26 to 40 funds 41 to 70 funds 53 Chi siamo Epsilon SGR è una società di gestione del risparmio del gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nella gestione di portafoglio

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCO PROF SE 2 SeccoProf, SeccoProf EL, SeccoUltra, SeccoMust Tolgono l umidità dappertutto Removing humidity everywhere Un intera gamma professionale

Dettagli

Prodotto Isi Web Knowledge

Prodotto Isi Web Knowledge Guida pratica all uso di: Web of Science Prodotto Isi Web Knowledge acura di Liana Taverniti Biblioteca ISG INMP INMP I prodotti ISI Web of Knowledge sono basi di dati di alta qualità di ricerca alle quali

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli