INFORMATICA PER L AZIENDA EDIZIONE GIALLA SISTEMI INFORMATIVI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INFORMATICA PER L AZIENDA EDIZIONE GIALLA SISTEMI INFORMATIVI"

Transcript

1 PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY INFORMATICA PER L AZIENDA EDIZIONE GIALLA SISTEMI INFORMATIVI 2 AZIENDALI Progettazione lato server, integrazione dei dati e processi nei sistemi ERP, reti aziendali e sicurezza HOEPLI

2

3 PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY Informatica per l azienda EDIZIONE GIALLA Sistemi Informativi Aziendali VOLUME 2 Progettazione lato server, integrazione dei dati e processi nei sistemi ERP, reti aziendali e sicurezza EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO

4 Copyright Ulrico Hoepli Editore S.p.A Via Hoepli 5, Milano (Italy) tel fax Tutti i diritti sono riservati a norma di legge e a norma delle convenzioni internazionali

5 Indice Indice Unità di apprendimento 1 Fondamenti di programmazione in PHP L1 Introduzione all'ambiente PHP Pagine Web statiche o dinamiche... 2 Pagine dinamiche e script lato server... 4 Richiami sul ruolo del server HTTP Le origini del linguaggio PHP... 6 Includere il codice PHP nelle pagine Veriwchiamo le conoscenze Veriwchiamo le competenze L2 La sintassi e i costrutti di PHP Gli operatori Costrutti principali I tipi di dati Il casting Veriwchiamo le conoscenze Veriwchiamo le competenze L3 Visibilità delle variabili e funzioni Variabili e costanti Funzioni native particolari di PHP Le funzioni utente Inclusione di codice Veriwchiamo le conoscenze Veriwchiamo le competenze L4 I dati provenienti dai form I dati inviati dai form La tecnica postback Il metodo GET e le query string Veriwchiamo le conoscenze Veriwchiamo le competenze L5 Gli array e le stringhe in PHP Gli array Gli array associativi Le stringhe Veriwchiamo le conoscenze Veriwchiamo le competenze Unità di apprendimento 2 Programmazione avanzata in PHP L1 La persistenza nel dialogo HTTP La persistenza in PHP L autenticazione con i cookies Veriwchiamo le conoscenze Veriwchiamo le competenze L2 I file e l upload in PHP L apertura di un file Lettura e scrittura in un file di testo L array associativo $_FILES Veriwchiamo le conoscenze Veriwchiamo le competenze L3 Gli oggetti in PHP Il paradigma a oggetti in PHP L ereditarietà Veriwchiamo le competenze Unità di apprendimento 3 La gestione dei dati in PHP L1 La connessione al database Access La connessione al database Access La connessione ad Access con l oggetto ADO 96 Veriwchiamo le competenze L2 La connessione al database MySQL Il flusso dei dati nella comunicazione tra PHP e MySQL Il DBMS MySQL Le funzioni di connessione al database MySQL Verificare i risultati di una query MySQL Veriwchiamo le competenze III

6 Indice L3 Effettuare una login Il concetto di login Script di autenticazione Veriwchiamo le competenze L4 Gestire un carrello della spesa con PHP e MySQL Carrello della spesa con PHP Veriwchiamo le competenze Unità di apprendimento 4 Reti locali per aziende e Pubblica Amministrazione L1 Introduzione al Networking Introduzione Reti: definizioni e concetti di base Aspetti hardware delle reti Reti locali Topologia delle reti locali Reti geografiche Reti wireless Veriwchiamo le conoscenze L2 L architettura a strati ISO-OSI e TCP-IP Generalità L architettura a strati Il modello OSI Il modello Internet o TCP/IP Classi di indirizzi IP Reti IP private (RFC 1918) Veriwchiamo le conoscenze hoepliscuola.it L3 Il cablaggio strutturato degli edifici Generalità Standard internazionali Il cablaggio secondo lo standard EIA/TIA-568 Lo standard ISO/IEC DIS Sviluppi tecnologici e normativi Veriwchiamo le conoscenze Veriwchiamo le competenze L4 Tipologie di reti ETHERNET Ethernet a 10 Mbps Ethernet a 10BaseF Ethernet a 100 Mbps Ethernet a 1 e 10 Gigabit Veriwchiamo le conoscenze L5 La rete per la Pubblica Amministrazione Generalità Organizzazione della rete Dominio della Rete Unitaria L Agenzia per l Italia Digitale Veriwchiamo le competenze Unità di apprendimento 5 Normativa e sicurezza dei sistemi informativi L1 La sicurezza nei sistemi informativi Generalità Breve storia degli attacchi informatici Futuro prossimo Sicurezza di un sistema informatico Valutazione dei rischi Principali tipologie di minacce Sicurezza nei sistemi informativi distribuiti 193 Veriwchiamo le conoscenze L2 Normativa sulla sicurezza e sulla privacy Generalità Giurisprudenza informatica Il decreto 196/03 del 30 giugno L articolo 98 del d.lgs. 30/ Legge 18 marzo 2008, n. 48 Crimini informatici Ultimi decreti e/o leggi Conclusioni Veriwchiamo le conoscenze Veriwchiamo le competenze hoepliscuola.it L3 La scelta di una corretta password/passphrase Password e passphrase Protezione della passphrase Veriwchiamo le conoscenze L4 La normativa delle reti wireless Generalità Le disposizioni legali riguardanti le emissioni elettromagnetiche L obbligo di assunzione di misure minime di sicurezza in presenza di reti wireless Reati informatici connessi al wireless Leggi e decreti dell ultimo decennio Veriwchiamo le conoscenze IV

7 Indice L5 La tutela del software Generalità Diritti dell autore Licenze d uso o EULA Licenze per il software proprietario/closed source Licenze per il software libero e open source Veriwchiamo le competenze Unità di apprendimento 6 Il software per il supporto dei processi aziendali L1 ERP, Enterprise Resource Planning Generalità Storia dei sistemi ERP Le soluzioni ERP Veriwchiamo le competenze L2 L integrazione dei processi aziendali Generalità Implementare in azienda un sistema informativo integrato Il passaggio a un sistema ERP Principi per una corretta implementazione 239 Le soluzioni ERP sul mercato Veriwchiamo le conoscenze L3 La connessione ad Access con DataSet in VB.NET La finestra Origini dati in VB.NET Utilizzare il DataSet Veriwchiamo le competenze L4 Progetto VB.NET per l integrazione aziendale: l agenda con DataSet Gestire una rubrica con DataSet Veriwchiamo le competenze L5 Progetto per l integrazione aziendale: l anagrafica clienti con RecordSet La connessione ad Access con l oggetto ADO 272 Veriwchiamo le competenze hoepliscuola.it Unità di apprendimento 7 La prova scritta di informatica L1 Note generali sulla prova scritta di informatica Generalità Schema generale di soluzione Verifica delle competenze L2 Galleria d arte (Abacus 1998) Il testo Osservazioni sul testo Analisi Ipotesi aggiuntive Moduli (o blocchi) Schema concettuale Schema logico Interrogazioni Codice lato server hoepliscuola.it L3 Band musicale (Mercurio 2001) L4 Studio medico (Mercurio 2007) Il testo Osservazioni sul testo Analisi Ipotesi aggiuntive Moduli (blocchi funzionali) Schema concettuale Schema logico Normalizzazione delle tabelle Interrogazioni Codice lato server hoepliscuola.it L5 Agenzia immobiliare (Commerciale 2011) L6 Dischi & musicisti (Abacus 2005) L7 Libreria online (Abacus 2007) L8 Banca del tempo (Abacus 2002) L6 Progetto per l integrazione aziendale: la fatturazione V

8

9 Presentazione Presentazione L impostazione del presente corso in due volumi è stata realizzata sulla base delle indicazioni ministeriali in merito a conoscenze e abilità proposte per la disciplina Informatica nell articolazione Sistemi Informativi Aziendali degli Istituti Tecnici settore Economico, dove la materia è prevista nel secondo biennio e nel quinto anno del nuovo ordinamento. Abbiamo ritenuto irrinunciabile fare tesoro della nostra esperienza maturata nel corso di numerosi anni di insegnamento che ci ha reso consapevoli della difficoltà di adeguare le metodologie didattiche alle dinamiche dell apprendimento giovanile e ai continui cambiamenti tecnologici che implicano sempre nuove metodologie di comunicazione, per proporre un testo con una struttura innovativa, riducendo l aspetto teorico e proponendo un approccio didattico di apprendimento operativo, privilegiando il saper fare. Scopo del volume per il quinto anno è fornire le basi teoriche e pratiche per la programmazione di applicazioni gestionali in VB.NET, per la realizzazione di siti web dinamici in PHP e per la comprensione delle principali problematiche connesse alle reti di computer aziendali e della Pubblica Amministrazione, in particolar modo sotto l aspetto della sicurezza. Il volume è strutturato in unità di apprendimento suddivise in lezioni che ricalcano le indicazioni dei programmi ministeriali per il quinto anno di studio: lo scopo di ciascuna unità di apprendimento è quello di presentare un intero argomento, mentre quello delle lezioni è di esporne un singolo aspetto. Indice degli obiettivi che si intendono raggiungere e delle attività che si sarà in grado di svolgere Nella pagina iniziale di ogni unità di apprendimento è presente un indice delle lezioni trattate All'inizio di ogni lezione sono indicati in modo sintetico i contenuti

10 L ambiente visuale di VBA per Excel Lezione 1 Presentazione Le finalità e i contenuti dei diversi argomenti affrontati sono presentati all inizio di ogni unità di apprendimento; in conclusione di ogni lezione sono presenti esercizi di valutazione delle conoscenze e delle competenze raggiunte, suddivisi in domande a risposta multipla, vero o falso, a completamento, e infine esercizi di progettazione da svolgere autonomamente. Al libro viene allegato un CD-ROM che contiene i file sorgenti con il codice di tutti gli esempi proposti nel testo nonché il materiale necessario per eseguire le procedure guidate degli esercizi svolti e da svolgere in itinere nelle diverse unità didattiche con le rispettive soluzioni. Le osservazioni aiutano lo studente a comprendere e ad approfondire Per modificare una proprietà si procede scrivendo il nuovo valore nella casella di testo relativa. Per modificare il testo del pulsante si modifica la proprietà Caption, scrivendo il nuovo testo (ad esempio Prova ) nella casella accanto a Caption, confermando con il tasto Invio. L ambiente visuale di VBA per Excel Lezione 1 In Microsoft Access è possibile creare finestre di inserimento o di ricerca e filtraggio dati personalizzate. Zoom su... OLE AUTOMATION Prima di utilizzare questo linguaggio è importante conoscere il signifi cato di OLE Automation. OLE è l acronimo di Object Linked and Embedded, (in inglese collegamento e incorporazione di oggetti). Con OLE Automation si indica l opportunità di far cooperare tra loro più programmi, secondo un funzionamento di tipo Client/Server, dove un programma (client), può richiedere una risorsa messa a disposizione da un altro programma (server). Il programma server viene anche detto VBA Compliant, dall inglese compiacente, si intende qualsiasi applicativo in grado di comunicare e comprendere la sintassi del Visual Basic. In questo modo, parlando una lingua comune, i vari applicativi possono interagire fra di loro scambiandosi informazioni. Il signiƃcato di moltissimi termini informatici viene illustrato e approfondito Lo studente può mettere in pratica in itinere quanto sta apprendendo nel corso della lezione hoepliscuola.it UÊAttivare la modalità progettazione UÊDisattivare la modalità progettazione Prova adesso! UÊAttivare la Casella degli strumenti grafi ci UÊInserire un oggetto grafi co Attiva la barra di accesso rapido Controlli e Codice. ed eseguirlo Inserisci un pulsante nel foglio di lavoro. Assegna al pulsante il testo Primo esempio (proprietà Caption). Assegna al pulsante il colore blu scuro (proprietà BackColor). Modifi ca il colore del testo del pulsante (proprietà ForeColor, colore bianco). Modifi ca il tipo di carattere del testo del pulsante (proprietà Font, Georgia, 16). Attiva la fi nestra del codice (Visual Basic Editor). Tornare nel foglio di lavoro. Disattiva la Modalità progettazione. Fai clic sul pulsante per verifi care il programma. Salva il fi le. Q Scrivere un programma in VBA Un programma realizzato in linguaggio VBA può essere eseguito in due modi diversi: Z tramite un evento legato al foglio di lavoro (ad esempio un pulsante sul quale avviene un click); Z scrivendo il codice direttamente in un modulo di Visual Basic Editor. Per scrivere un programma legato ad un evento, in questo caso un click su di un pulsante, procediamo nel seguente modo: fare clic sull icona Modalità progettazione; scegliere l oggetto grafico pulsante di comando dal gruppo Controlli e trascinarlo sul foglio di lavoro; fare doppio clic sull oggetto trascinato per attivare il Visual Basic Editor; a questo punto scrivere codice seguente tra le righe Sub e End: MsgBox Salve a tutti MsgBox Mi presento: sono un programma scritto in VBA MsgBox Premete Ok per tornare nel foglio di lavoro per provare il programma è necessario tornare in Excel, facendo clic sul pulsante; tornare al foglio di lavoro usando la combinazione di tasti Alt + F11; In questa sezione viene approfondito un argomento di particolare importanza Le parole chiave vengono poste in evidenza e spiegate allo studente Alla pagina web sono disponibili le risorse online, tra cui lezioni, numerosi esercizi aggiuntivi per il recupero e il rinforzo, nonché schede di valutazione di fine unità. 77 Microsoft Excel Leggere Microsoft Outlook Gestire contatti Inviare Mediante l OLE Automation è possibile effettuare le seguenti operazioni con i programmi del pacchetto Offi ce: Z inviare tramite Outlook prelevando gli indirizzi da un database Access, da un documento Word o da un foglio Excel; Z usare le funzioni di Excel all interno di un documento Word; Z importare una tabella Excel in un database Access; Z trasferire un testo scritto in Word in alcune slide di PowerPoint per creare una presentazione; Z prelevare statistiche da un foglio Excel in un documento di Word. Q Le macro Il registratore di macro è un mezzo per memorizzare e riutilizzare le azioni compiute con la tastiera e/o con il mouse, permettendo così di creare delle procedure automatizzate chiamate macro. Le macro eseguono sequenze di azioni molto più rapidamente di noi. Macro Una macro può essere defi nita come un insieme di istruzioni, detto codice. Il codice è scritto in linguaggio Visual Basic for Applications (VBA) ed è in grado di eseguire azioni descritte appunto dalla sequenza di istruzioni che la compongono. La parola macro deriva dal termine informatico macroistruzione che identifi ca una istruzione molto potente formata da più istruzioni. 69 Per la veriƃca delle conoscenze e delle competenze è presente un'ampia sezione di esercizi VIII

11 1FONDAMENTI DI PROGRAMMAZIONE IN PHP UNITÀ DI APPRENDIMENTO L 1 Introduzione all ambiente PHP L 2 La sintassi e i costrutti di PHP L 3 Visibilità delle variabili e funzioni L 4 I dati provenienti dai form L 5 Gli array e le stringhe in PHP OBIETTIVI Comprendere il concetto di pagina Web statica e dinamica Capire il ruolo dei server http e degli script lato server Riconoscere il ruolo dei tipi dati ed effettuare il casting tra tipi diversi Comprendere la visibilità delle variabili Capire il concetto di elaborazione distribuita Dew nire gli Array e gli Array associativi ATTIVITÀ Applicare gli operatori e i principali costrutti del linguaggio PHP Dichiarare e richiamare funzioni passando parametri Elaborare i campi GET e POST ricevuti dai form Creare script che utilizzino Array e stringhe Utilizzare la tecnica postback Elaborare i campi ricevuti da query string

12 UdA 1 Fondamenti di programmazione in PHP LEZIONE 1 INTRODUZIONE ALL AMBIENTE PHP IN QUESTA LEZIONE IMPAREREMO... il concetto di pagina Web statica e dinamica il ruolo dei server HTTP il signiƃcato di script lato server Pagine Web statiche o dinamiche La tecnologia attuale permette di creare pagine Web statiche o dinamiche. In una pagina Web statica, il contenuto della pagina viene stabilito nel momento in cui si crea e si memorizza la pagina sul Web server e quindi ogni volta che un utente accede a una pagina statica, questa gli presenta le stesse informazioni, a meno che non venga aggiornata, cioè riscritta. In tal modo più utenti che accedono alla stessa pagina ottengono gli stessi contenuti. Server del sito web interessato (Server Side) Richiesta pagina Invio pagina Computer del visitatore (Client Side) Database Banca dati Elaborazione di tipo standard Nessun componente dinamico attivato In una pagina Web dinamica, i contenuti della pagina variano in funzione delle informazioni passate dall utente come input (ad esempio la login di accesso a una sezione riservata di un sito). 2

13 Introduzione all ambiente PHP Lezione 1 Server del sito web interessato (Server Side) Richiesta pagina Invio pagina Computer del visitatore (Client Side) Scambio ed elaborazione dati tra le due parti Database Banca dati Elaborazione di tipo dinamica Componenti dinamici e fonti dati attivati È importante sottolineare che il codice della pagina dinamica è nascosto all utente che riceve sempre una pagina in formato HTML. Il Web server, infatti, prima di inviare la pagina dinamica all utente la trasforma in una pagina statica generando al volo (on-the-fly) il codice HTML come risultato di una elaborazione del codice dinamico presente nella pagina sul server. Questa elaborazione del codice dinamico è effettuata da un apposito modulo o componente software del server Web o in stretta relazione con esso, definito scripting engine (motore di scripting), che assolve alla funzione di interprete del linguaggio. Quando l utente richiede una pagina dinamica effettua una richiesta al server Web (Request), a quel punto il server, dopo aver elaborato la pagina restituirà (Response) una pagina il cui contenuto può variare in relazione alla richiesta e alla elaborazione che è stata eseguita sul server da parte dello script dinamico. Richiesta (R) (Request) Sito Risposta (Response) Script engine Utente Server web <html>... <p> a </p>... <html>... <p> condizione </p>... </html> In sintesi quando un client fa una richiesta a un server per ottenere una pagina statica (con estensione.htm o.html), vengono eseguiti questi passaggi: 1 il client richiede una pagina al Web server (request); 2 il Web server invia la pagina Web al client sotto forma di documento HTML (response); 3 il browser del client interpreta e visualizza il documento HTML ricevuto. 3

14 UdA 1 Fondamenti di programmazione in PHP Quando invece si tratta di una pagina dinamica (con estensione.php ad esempio) i passaggi sono: 1 il client richiede una pagina al Web server (request); 2 il Web server elabora il codice interno alla pagina e sostituisce il codice sorgente PHP con codice HTML; 3 il Web server invia la pagina al client sotto forma di documento HTML (response); 4 il browser del client interpreta e visualizza il documento HTML ricevuto. Pagine dinamiche e script lato server Perché le pagine Web diventino dinamiche, vi si possono inserire degli script. Uno script è un codice di programma inserito in un file HTML che viene interpretato ed eseguito. Si possono avere script lato client, che vengono interpretati ed eseguiti dal browser e script lato server. In questo caso il server, sulla base delle istruzioni di scripting, confeziona una pagina HTML e la invia al client; infatti PHP è un linguaggio di scripting lato server. Le applicazioni tipiche degli script lato server sono le interrogazioni ai database remoti, per ottenere servizi come ad esempio motori di ricerca, blog, forum di discussione. In genere le applicazioni per internet sono la combinazione di tre tipologie di pagine, secondo una architettura posta su 3 livelli Three-Tier architecture in cui il livello più basso è quello che riceve l utente finale (front end), in formato DHTML (Dynamic HTML), il livello intermedio (middleware) corrisponde al formato delle pagine PHP, mentre il livello più alto (back end) corrisponde alle applicazioni che gestiscono i database remoti. Level 1 Http request, files, SQL Client Sending requests Sending replies Level 2 Application server Level 3 Database server SQL query Three Tier architecture In Three Tier architecture, there is an intermediary level, meaning the architecture is generally split up between: - a client, which requests the resources, equipped with a user interface (usually a Web browser) for presentation purposes; - the application server (also called middleware), whose task it is to provide the requested resources, but by calling on another server; - the data server, which provides the application server with the data it requires. Per utilizzare PHP è necessario dotarsi di alcuni elementi, che vanno dal Web server, all interprete del linguaggio (chiamato engine o motore), al Database Administrator. L architettura Three tier indicata di seguito è riferita in particolare al ruolo che svolge PHP nella tipica comunicazione client server: Client 1. Richiesta pagina PHP 6. Elaborazione pagine PHP e invio al Client della pagina HTML 5. Invio pagina elaborata Web Server 2. Richiesta elaborazione programma Database 4. Invio dati 3. Richiesta dati PHP Interprete programma 4

15 Introduzione all ambiente PHP Lezione 1 I componenti illustrati si possono così riassumere: Web server: Apache (Windows, Linux) Internet Information Server (IIS) Interprete PHP o PHP engine (Zend) Database: Access MySQL Client Browser: FireFox, Safari, Internet Explorer, Opera, Chrome LATO CLIENT Per programmazione lato client intendiamo l insieme dei programmi (in genere script o applet) che vengono interpretati ed eseguiti dal client. Per programmazione lato server intendiamo l insieme dei programmi che vengono interpretati sul server e poi inviati sotto forma di pagine HTML verso il client. Di conseguenza, chi accede a una pagina PHP non ha la possibilità di leggere le istruzioni in essa contenute: essendo state già processate, quello che il client vedrà sarà il risultato dell elaborazione; per riassumere, il client vedrà cosa fa lo script ma non come lo fa. Programmare in modo lato server implica quindi una gestione delle risorse assai accurata, per evitare problemi quali: gestione della contemporaneità nella richiesta della stessa informazione; elaborazione lenta; sicurezza dei dati; difficoltà nell aggiornamento dei dati sul server; ripetizione delle informazioni (ridondanza); caduta della linea con conseguente perdita di informazioni; ecc. Richiami sul ruolo del server HTTP Un server HTTP gestisce 2 flussi di informazioni: HTTP request: le richieste in arrivo dai client; HTTP response: le risposte del server, inviate ai client; Request Server Response Client In particolare l oggetto HTTP request contiene tutte le informazioni relative alla richiesta che il client effettua tramite il browser al server: l indicazione di un URL o di una pagina specifica e gli eventuali dati. L HTTP response contiene invece l oggetto inviato in risposta dal server al client, suddiviso in intestazione o header (contenente il codice di stato del server, eventuali metadati) e corpo o body (contenente il codice della pagina Web richiesta). 5

16 UdA 1 Fondamenti di programmazione in PHP esempio di HTTP Request esempio di HTTP Response Gli script lato server possono interagire con vari oggetti della conversazione client server, tra cui HTTP request e HTTP response. L oggetto HTTP request contiene tutte le informazioni relative alla richiesta che il client effettua al Web server. Ad esempio quando l utente compila un modulo on-line (form) e lo invia parte la richiesta al server, in questo caso l oggetto request conterrà varie informazioni relative alla richiesta del client, tra cui tutti i dati del modulo come ad esempio i nomi dei campi e i rispettivi valori. L oggetto response viene invece utilizzato dal Web server per inviare informazioni al client (browser). L esempio di una response è data dal codice PHP scritto di seguito: <?php echo Salve mondo ;?> Mentre invece un esempio di request è dato da un form HTML, oppure un form generato con una pagina PHP. Le origini del linguaggio PHP PHP è un linguaggio di scripting lato server, appartiene alla categoria di linguaggi Open Source, la cui sintassi deriva direttamente dal linguaggio C. Il codice PHP può essere scritto in una pagina che contiene anche codice HTML. L interprete PHP traduce il codice PHP in html, offrendo la possibilità ai programmatori di creare pagine Web dinamiche. PHP SigniƂca Hypertext Preprocessor (Preprocessore Ipertestuale). Il nome originale era Personal Home Page Tools (Strumenti Personali per Home Page), tuttavia dopo la sua vasta espansione gli fu assegnato un nome che appare forse più appropriato. 6

17 Introduzione all ambiente PHP Lezione 1 A differenza delle pagine Web statiche, che contengono HTML e al massimo CSS, il contenuto di una pagina Web dinamica può modificarsi in seguito ad azioni o input dell utente o a seguito di informazioni provenienti per esempio da database o da file. Il linguaggio in oggetto consente di ricevere dati provenienti dai form, elaborarli per fornire una risposta al client. Inoltre consente di realizzare connessioni a database come ad esempio MySQL e Access per realizzare interrogazioni a dati in remoto. I programmi scritti in PHP vengono dewniti lato server in quanto necessitano di essere eseguiti su un Web server. I programmi scritti nei Server Side Language, come appunto php, forniscono al client solo il risultato dell esecuzione del programma sotto forma di pagine HTML. Il browser del client deve essere soltanto in grado di interpretare il codice HTML utilizzato, pertanto dal client non possiamo vedere il codice sorgente in php che ha generato la pagina, in quanto essa viene eseguita sempre e solo sul server. ASP.NET ColdFusion Java Perl Ruby Python PHP Percentages of websites using various server-side programming languages Server Side Language A server-side scripting language is one that resides on the server. Whereas client-side scripting happens inside the users browser, after they ve downloaded the code, server-side languages work before the Ƃle is sent from the server. Server-side languages tend to deal with more heavy lifting than client side. They retrieve records from databases, maintain state over the stateless HTTP connection, and do a lot of things that require more security than JavaScript alone can provide. Because they reside on the server, these programs never have their source code exposed to the user. JavaScript source code must be available to the client by deƃnition. Some server-side languages are: PHP,,ÕLÞ, *Þthon, Java, ColdFusion, ASP, and Perl. Includere il codice PHP nelle pagine L interpretazione di uno script in PHP avviene per mezzo del motore php (php engine), un programma che effettua prima di tutto il parsing (interpretazione di righe) in grado di esaminare il sorgente del programma. L inizio dello script PHP è sempre delimitato da un particolare tag (<?php) che quando il parser lo incontra, esegue tutto il codice fino a quando non trova il tag di chiusura dello script. Questo meccanismo permette di inserire il codice PHP all interno del codice html. Tutto ciò che si trova all esterno dei tag che delimitano il codice viene lasciato inalterato, mentre tutto quello che si trova all interno dei tag <?php viene eseguito e i risultati espressi in formato HTML vengono inviati in risposta al browser che aveva richiesto la pagina. Il codice che segue mostra come scrivere del codice PHP, come possiamo notare il tag di chiusura dello script è?>: <?php echo( <B>Salve Mondo</B> );?> L istruzione PHP echo visualizza sullo schermo il testo specificato come argomento, che deve essere chiuso tra virgolette ( ). Se il testo contiene dei tag HTML, come nel caso visto sopra in cui il testo è formattato in grassetto grazie al tag HTML <B>, questi vengono interpretati. 7

18 UdA 1 Fondamenti di programmazione in PHP All interno di questo volume utilizziamo una notazione particolare, utile soprattutto per i neowti, si tratta di digitare il codice HTML, quando inserito nelle istruzioni PHP, sempre in maiuscolo. Questo, anche se non è aderente alle regole dell XHTML, rende il codice molto più leggibile e semplice da comprendere. Le istruzioni sono separate tra di loro dal punto e virgola, inoltre il linguaggio è case sensitive. Gli script PHP possono essere collocati interamente sia nella <HEAD> di un documento Html, che nel corpo del documento (<BODY>). Non possono tuttavia iniziare nella <HEAD> per terminare nel <BODY>. Il file nel suo complesso viene eseguito dall alto verso il basso, ed è possibile passare più volte da istruzioni HTML a istruzioni PHP. Il prossimo esempio mostra come creare una pagina in formato PHP, utilizzando un qualsiasi editor in formato testo, in questo caso utilizzeremo l editor Scite (www.scintilla.org). Per eseguire l esempio che segue dobbiamo avere installato il Web server e il motore PHP, oppure un pacchetto come ad esempio XAMPP o EasyPHP, come illustrato all interno della prima attività di laboratorio. Il file deve essere collocato all interno della document root, che per EasyPHP è rappresentata dal seguente percorso: c:\programmi\easyphp\www Per XAMPP invece il percorso di default è il seguente: c:\xampp\htdocs ESEMPIO 1 Prima pagina php Il codice mostra una semplice pagina nella quale abbiamo inserito del codice PHP all interno di altro codice HTML. Come possiamo notare l importante è chiudere sempre il blocco PHP con il tag appropriato. 8

19 Introduzione all ambiente PHP Lezione 1 Il codice è stato digitato mediante il text editor Scite. Digitiamo l url della pagina, in questo caso rappresentato dall indirizzo di loopback, quindi dal nome della directory (wles) in cui è collocato il file e infine dal file stesso (esempio1.php). Il risultato è il seguente: 9

20 UdA 1 Fondamenti di programmazione in PHP Verifichiamo le conoscenze g Esercizi a scelta multipla 1 Tenendo presente come avviene il dialogo HTTP client server, collega il tipo di componente posto a sinistra con il relativo software posto a destra: a) HTTP Server... MySQL b) Interprete PHP... FreFox c) DBMS... Zend d) Browser... Apache... IIS... Opera 2 Il linguaggio PHP è di tipo: a) solo interpretato b) solo compilato c) solo interpretato sul client d) solo compilato sul client e) solo interpretato sul server 3 Asp rispetto a PHP è un linguaggio: a) client side b) più semplice per chi conosce già Visual Basic c) solo per sistemi Microsoft d proprietario 4 Una response HTTP contiene: a) il codice PHP della request b) il contenuto dei soli campi POST inviati dal form utente c) il contenuto dei campi inviati dal form utente d) il contenuto dei soli campi GET inviati dal form utente 5 Collega gli elementi dell architettura Three Tier posti a sinistra con quelli logicamente correlati posti destra: a) Front End... PHP b) Back End... HTML c) Middleware... MySQL... JavaScript... Access... CSS 6 Qual è la document root di default per XAMPP? a) c:\programmi\apache\httpdoc b) c:\xampp\htdocs c) c:\programmi\htdocs d) c:\programmi\easyphp\docs 10

21 Introduzione all ambiente PHP Lezione 1 7 Indica quali sono i tag corretti che consentono di includere codice PHP: a) <php... /php> b) <?php...?> c) <?PHP...?> d) <%... %> e) <script>... </script> 8 Metti in ordine logico le seguenti righe di codice per realizzare la stampa a video di tre nomi: Paolo, Riccardo e Zeev (grassetto, corsivo, sottolineato) : a)... echo Zeev ; b)... echo </G> ; c)...?> d)... echo <I> ; e)... echo Riccardo ; f)... echo <U> ; g)... echo Paolo ; h)... echo <G> ; i)... <?php j)... echo </I> ; g Test vero/falso 1 Nella programmazione server side si possono veriw care problemi quali sicurezza dei dati e caduta della linea. F 2 Nelle ultime versioni, PHP viene compilato anziché interpretato. F 3 Gli script in PHP vengono utilizzati per lo scripting statico. F 4 JavaScript è un linguaggio adatto ad applicazioni client side. F 5 Asp si differenzia da PHP nel fatto che non è server side. F 6 Sia PHP che Apache sono software a pagamento con licenza mentre MySQL è gratutito. F 7 L indirizzo localhost equivale all indirizzo IP F 8 Non è obbligatorio che tutte le pagine che contengono script PHP abbiano estensione.php. F 9 I w le PHP devono sempre essere collocati nella document root se non diversamente speciw cato in httpd.conf. F 10 PhpMyAdmin serve per amministrare il database di rete. F 11 Per eseguire una pagina PHP sul Web server, localmente, dobbiamo indicarne l indirizzo locale sul browser. F 11

22 UdA 1 Fondamenti di programmazione in PHP Verifichiamo le competenze g Problemi 1 Scrivi una semplice pagina PHP che scriva Benvenuto nel nostro sito e veriw cane il funzionamento salvandola con il nome prova.php. 2 Scrivi una seconda pagina e salvala col nome index.html. Veriw ca le differenze rispetto al caso precedente. 3 Veriw ca che il client riceva solo il codice HTML di questa pagina e non il codice PHP. 4 Installa easyphp sul tuo pc scaricandolo da Internet, se non ci riesci leggi attentamente la prima lezione di laboratorio. 5 Installa XAMPP sul tuo pc scaricandolo da Internet, se non ci riesci leggi attentamente la prima lezione di laboratorio. 6 Veriw ca quale è l ultima versione di easyphp. 7 Crea una sotto cartella della document root di easyphp. 8 Scrivi una pagina PHP che stampi a video il tuo nome ripetuto 10 volte separato da una linea verde. 9 Scrivi una pagina PHP che scriva 10 nomi a scelta ogni volta di colore diverso. 12

a creare una pagina per consentire la gestione di un carrello della spesa online Pacchetti con Web server, motore php e dbms server

a creare una pagina per consentire la gestione di un carrello della spesa online Pacchetti con Web server, motore php e dbms server Applicazioni Web in PHP lezione 6 installazione di Easyphp e xampp In questa lezione impareremo... a creare una pagina per consentire la gestione di un carrello della spesa online Pacchetti con Web server,

Dettagli

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server 1 Prerequisiti Pagine statiche e dinamiche Pagine HTML Server e client Cenni ai database e all SQL 2 1 Introduzione In questa Unità si illustra il concetto

Dettagli

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER L architettura CLIENT SERVER è l architettura standard dei sistemi di rete, dove i computer detti SERVER forniscono servizi, e computer detti CLIENT, richiedono

Dettagli

Esercitazione 8. Basi di dati e web

Esercitazione 8. Basi di dati e web Esercitazione 8 Basi di dati e web Rev. 1 Basi di dati - prof. Silvio Salza - a.a. 2014-2015 E8-1 Basi di dati e web Una modalità tipica di accesso alle basi di dati è tramite interfacce web Esiste una

Dettagli

Corso di PHP. Prerequisiti. 1 - Introduzione

Corso di PHP. Prerequisiti. 1 - Introduzione Corso di PHP 1 - Introduzione 1 Prerequisiti Conoscenza HTML Principi di programmazione web Saper progettare un algoritmo Saper usare un sistema operativo Compilazione, link, esecuzione di programmi Conoscere

Dettagli

Flavia Lughezzani Daniela Princivalle Paolo Camagni Riccardo Nikolassy. Le basi di. VBA per. Office 2007. Con applicazioni commerciali HOEPLI

Flavia Lughezzani Daniela Princivalle Paolo Camagni Riccardo Nikolassy. Le basi di. VBA per. Office 2007. Con applicazioni commerciali HOEPLI Flavia Lughezzani Daniela Princivalle Paolo Camagni Riccardo Nikolassy Le basi di VBA per Office 2007 Con applicazioni commerciali HOEPLI FLAVIA LUGHEZZANI DANIELA PRINCIVALLE PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY

Dettagli

Corso di Informatica. Prerequisiti. Modulo T3 B3 Programmazione lato server. Architettura client/server Conoscenze generali sui database

Corso di Informatica. Prerequisiti. Modulo T3 B3 Programmazione lato server. Architettura client/server Conoscenze generali sui database Corso di Informatica Modulo T3 B3 Programmazione lato server 1 Prerequisiti Architettura client/server Conoscenze generali sui database 2 1 Introduzione Lo scopo di questa Unità è descrivere gli strumenti

Dettagli

Corso di Informatica Modulo T3 B1 Programmazione web

Corso di Informatica Modulo T3 B1 Programmazione web Corso di Informatica Modulo T3 B1 Programmazione web 1 Prerequisiti Architettura client/server Elementi del linguaggio HTML web server SQL server Concetti generali sulle basi di dati 2 1 Introduzione Lo

Dettagli

Web Programming Specifiche dei progetti

Web Programming Specifiche dei progetti Web Programming Specifiche dei progetti Paolo Milazzo Anno Accademico 2010/2011 Argomenti trattati nel corso Nel corso di Web Programming sono state descritti i seguenti linguaggi (e tecnologie): HTML

Dettagli

Corso di PHP. Prerequisiti. 1 - Introduzione

Corso di PHP. Prerequisiti. 1 - Introduzione Corso di PHP 1 - Introduzione 1 Prerequisiti Conoscenza HTML Principi di programmazione web Saper progettare un algoritmo Saper usare un sistema operativo Conoscere il concetto di espressione 2 1 Introduzione

Dettagli

venerdì 31 gennaio 2014 Programmazione Web

venerdì 31 gennaio 2014 Programmazione Web Programmazione Web WWW: storia Il World Wide Web (WWW) nasce tra il 1989 e il 1991 come progetto del CERN di Ginevra affidato a un gruppo di ricercatori informatici tra i quali Tim Berners- Lee e Robert

Dettagli

PROGETTARE I DATABASE

PROGETTARE I DATABASE Paolo Camagni Riccardo Nikolassy PROGETTARE I DATABASE SQL e PHP HOEPLI PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY Progettare i database SQL e PHP EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Copyright Ulrico Hoepli Editore S.p.A.

Dettagli

2. Costruire un database con Apache, PHP e MySql

2. Costruire un database con Apache, PHP e MySql 2. Costruire un database con Apache, PHP e MySql Lo scopo di questa esercitazione è realizzare un server web e costruire un database accessibile attraverso Internet utilizzando il server Apache, il linguaggio

Dettagli

PHP. Per poter interagire con i dati che si trovano sul server remoto occorrono strumenti server-side.

PHP. Per poter interagire con i dati che si trovano sul server remoto occorrono strumenti server-side. PHP Il linguaggio HTML e i linguaggi di scripting come Javascript impongono alcune limitazioni alle applicazioni che si possono realizzare : per esempio non è possibile costruire un sito Web che consenta

Dettagli

19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER 19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER Introduciamo uno pseudocodice lato server che chiameremo Pserv che utilizzeremo come al solito per introdurre le problematiche da affrontare, indipendentemente dagli specifici

Dettagli

Applicazione client-server in PHP con database MySQL

Applicazione client-server in PHP con database MySQL Applicazione client-server in PHP con database MySQL Emanuele Scapin 1 1 Liceo Statale F.Corradini, via Milano 1, 36016 Thiene 30/05/2012 1 Premessa Dopo la trattazione di argomenti teorici di progettazione

Dettagli

FileMaker 12. Guida ODBC e JDBC

FileMaker 12. Guida ODBC e JDBC FileMaker 12 Guida ODBC e JDBC 2004 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker, Inc.

Dettagli

CAPITOLO 10 - TECNOLOGIA ASP.NET - WEB FORM

CAPITOLO 10 - TECNOLOGIA ASP.NET - WEB FORM INTRODUZIONE Nel capitolo 5, dedicato all ambiente di sviluppo, si è descritto come implementare un progetto Web tramite lo strumento di sviluppo Microsoft Visual Studio 2010. Un progetto web (o sito web)

Dettagli

Come funziona internet

Come funziona internet Come funziona internet Architettura client server URL/URI Richiesta (Request) Risposta (Response) Pagina url e uri Uno Uniform Resource Identifier (URI, acronimo più generico rispetto ad "URL") è una stringa

Dettagli

Programmare server. Request to to a a Dynamic Site Site

Programmare server. Request to to a a Dynamic Site Site Programmare server Request to to a a Dynamic Site Site! The! The server server must must respond respond dynamically if it if needs it needs to provide to provide different different client-side client-side

Dettagli

Applicazione ASP di esempio

Applicazione ASP di esempio Applicazione ASP di esempio Database in rete Prof. Claudio Maccherani Un server web è un programma che gira su un computer sempre collegato ad Internet e che mette a disposizione file, pagine e servizi.

Dettagli

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment 1.0 Ambiente di sviluppo 1.1 Web server e database MySQL Comprendere la definizione dei processi che si occupano di fornire i servizi web

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Corso di Web Programming

Corso di Web Programming Corso di Web Programming 1. Introduzione a Internet e al WWW Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Informatica

Dettagli

CMS (Content Management System) della categoria Open Source

CMS (Content Management System) della categoria Open Source Una panoramica sui CMS (Content Management System) CMS (Content Management System) della categoria Open Source Per la piattaforma PHP/MYSQL e considerata l esigenza sempre più ricorrente di realizzare

Dettagli

APPENDICE B Le Active Server Page

APPENDICE B Le Active Server Page APPENDICE B Le Active Server Page B.1 Introduzione ad ASP La programmazione web è nata con la Common Gateway Interface. L interfaccia CGI tuttavia presenta dei limiti: ad esempio anche per semplici elaborazioni

Dettagli

Capitolo 1 Introduzione a Gambas

Capitolo 1 Introduzione a Gambas Capitolo 1 Introduzione a Gambas Gambas è stato creato inizialmente da Benoit Minisini, un residente della periferia di Parigi. Secondo Benoit, Gambas è un linguaggio Basic con estensioni per la programmazione

Dettagli

Server web e protocollo HTTP

Server web e protocollo HTTP Server web e protocollo HTTP Dott. Emiliano Bruni (info@ebruni.it) Argomenti del corso Cenni generali sul web IIS e Apache Il server web Micsosoft Internet Information Server 5.0 Il server web Apache 2.0

Dettagli

Manuali.net. Nevio Martini

Manuali.net. Nevio Martini Manuali.net Corso base per la gestione di Siti Web Nevio Martini 2009 Il Linguaggio HTML 1 parte Introduzione Internet è un fenomeno in continua espansione e non accenna a rallentare, anzi è in permanente

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M070 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M070 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Pag. 1/1 Sessione ordinaria 2010 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M070 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: INFORMATICA

Dettagli

18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET

18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET 18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET Ipotesi di partenza: concetti di base del networking Le ipotesi di partenza indispensabili per poter parlare di tecniche di accesso ai database

Dettagli

Layout dell area di lavoro

Layout dell area di lavoro Layout dell area di lavoro In Windows, Dreamweaver fornisce un layout che integra tutti gli elementi in una sola finestra. Nell area di lavoro integrata, tutte le finestre e i pannelli sono integrati in

Dettagli

Questo punto richiederebbe uno sviluppo molto articolato che però a mio avviso va al di là delle possibilità fornite al candidato dal tempo a disposizione. Mi limiterò quindi ad indicare dei criteri di

Dettagli

CMS (Content Management System) della categoria Open Source

CMS (Content Management System) della categoria Open Source Una panoramica sui CMS (Content Management System) CMS (Content Management System) della categoria Open Source Per la piattaforma PHP/MYSQL e considerata l esigenza sempre più ricorrente di realizzare

Dettagli

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved WEB TECHNOLOGY Il web connette LE persone Indice «Il Web non si limita a collegare macchine, ma connette delle persone» Il Www, Client e Web Server pagina 3-4 - 5 CMS e template pagina 6-7-8 Tim Berners-Lee

Dettagli

Passaggio dei dati tra HTML e PHP : array superglobali $_GET e $_POST

Passaggio dei dati tra HTML e PHP : array superglobali $_GET e $_POST Passaggio dei dati tra HTML e PHP : array superglobali $_GET e $_POST I valori inviati da un modulo (con metodo post o get), sono automaticamente memorizzati da PHP sia in variabili di ambiente associate

Dettagli

La pagina di Explorer

La pagina di Explorer G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 11 A seconda della configurazione dell accesso alla rete, potrebbe apparire una o più finestre per l autenticazione della connessione remota alla rete. In linea generale

Dettagli

MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com

MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com 15.03.2006 Ver. 1.0 Scarica la versione pdf ( MBytes) Nessuno si spaventi! Non voglio fare né un manuale

Dettagli

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Siti interattivi e dinamici. in poche pagine

Siti interattivi e dinamici. in poche pagine Siti interattivi e dinamici in poche pagine 1 Siti Web interattivi Pagine Web codificate esclusivamente per mezzo dell HTML non permettono alcun tipo di interazione con l utente, se non quella rappresentata

Dettagli

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET)

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Ipotesi di partenza: concetti di base del networking Le ipotesi di partenza indispensabili per poter parlare di tecniche di accesso

Dettagli

Navigare in Internet Laboratorio di approfondimento la creazione di siti web e/o blog. Marco Torciani. (Quinta lezione) Unitre Pavia a.a.

Navigare in Internet Laboratorio di approfondimento la creazione di siti web e/o blog. Marco Torciani. (Quinta lezione) Unitre Pavia a.a. Navigare in Internet Laboratorio di approfondimento la creazione di siti web e/o blog (Quinta lezione) Unitre Pavia a.a. 2014-2015 27/01/2015 dott. 1 Adobe Dreamweaver http://www.adobe.com/it/products/dreamweaver/features/?view=topnew

Dettagli

M070 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

M070 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Pag. 1/1 Sessione ordinaria 2009 Seconda prova scritta M070 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: INFORMATICA Tema di: INFORMATICA (Testo valevole per i corsi di

Dettagli

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28 Indice 25 184 Introduzione XI Capitolo 1 Impostazione dell ambiente di sviluppo 2 1.1 Introduzione ai siti Web dinamici 2 1.2 Impostazione dell ambiente di sviluppo 4 1.3 Scaricamento di Apache 6 1.4 Installazione

Dettagli

Modulo 1 Concetti generali 4 settimane

Modulo 1 Concetti generali 4 settimane OBIETTIVI SPECIFICI DEL PRIMO BIENNIO - CLASSE PRIMA settore ECONOMICO: NUCLEI FONDANTI, CONOSCENZE E COMPETENZE NB per ciascuno dei moduli di insegnamento/apprendimento viene indicato il tempo di trattazione

Dettagli

Linguaggio HTML. Reti. Il Linguaggio HTML. Il Linguaggio HTML

Linguaggio HTML. Reti. Il Linguaggio HTML. Il Linguaggio HTML Reti Linguaggio HTML 1 HTML = Hypertext Markup Language E il linguaggio usato per descrivere documenti ipertestuali Ipertesto = Testo + elementi di collegamento ad altri testi (link) Linguaggio di markup:

Dettagli

PHP: Professional Hypertext Preprocessor

PHP: Professional Hypertext Preprocessor PHP: Professional Hypertext Preprocessor Corso di Base Lezione 1 Per iniziare Docente Prof. Antonio Curci 1 Capitolo 1: Per iniziare Introduzione: che cosa è il PHP? A metà degli anni Novanta il Web era

Dettagli

catalogo corsi di formazione 2015/2016

catalogo corsi di formazione 2015/2016 L offerta formativa inserita in questo catalogo è stata suddivisa in quattro sezioni tematiche che raggruppano i corsi di formazione sulla base degli argomenti trattati. Organizzazione, progettazione e

Dettagli

Corso basi di dati Introduzione alle ASP

Corso basi di dati Introduzione alle ASP Corso basi di dati Introduzione alle ASP Gianluca Di Tomassi Email: ditomass@dia.uniroma3.it Università di Roma Tre Web statico e Web interattivo In principio il Web era una semplice collezione di pagine

Dettagli

RenderCAD S.r.l. Formazione

RenderCAD S.r.l. Formazione Corso Descrizione La durata di questo corso è complessivamente di ore 150 di cui 85 ore di teoria, 35 ore di pratica e 30 ore di stage in azienda. Nel nostro territorio esiste una richiesta di tale figura,

Dettagli

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale

Siti web e Dreamweaver. La schermata iniziale Siti web e Dreamweaver Dreamweaver è la soluzione ideale per progettare, sviluppare e gestire siti web professionali e applicazioni efficaci e conformi agli standard e offre tutti gli strumenti di progettazione

Dettagli

Progettazione Web Applicazioni client-server

Progettazione Web Applicazioni client-server Progettazione Web Applicazioni client-server Sviluppo di un'applicazione Web integrando: HTML MySQL PHP Apache Applicativi utilizzabili: gestione database: JDER, MySQL Workbench, HeidiSQL (Win), DBeaver

Dettagli

Telematica II 7. Introduzione ai protocolli applicativi

Telematica II 7. Introduzione ai protocolli applicativi Indice Standard ISO/OSI e TCP/IP Telematica II 7. Introduzione ai protocolli applicativi Modello Client / Server I Socket Il World Wide Web Protocollo HTTP Corso di Laurea in Ingegneria Informatica A.A.

Dettagli

Introduzione all elaborazione di database nel Web

Introduzione all elaborazione di database nel Web Introduzione all elaborazione di database nel Web Prof.ssa M. Cesa 1 Concetti base del Web Il Web è formato da computer nella rete Internet connessi fra loro in una modalità particolare che consente un

Dettagli

Internet Architettura del www

Internet Architettura del www Internet Architettura del www Internet è una rete di computer. Il World Wide Web è l insieme di servizi che si basa sull architettura di internet. In una rete, ogni nodo (detto host) è connesso a tutti

Dettagli

Esercizi di JavaScript

Esercizi di JavaScript Esercizi di JavaScript JavaScript JavaScript é un linguaggio di programmazione interpretato e leggero, creato dalla Netscape. E' presente a patire da Netscape 2 in tutti i browser ed é dunque il linguaggio

Dettagli

POSTECERT POSTEMAIL CERTIFICATA GUIDA ALL USO DELLA WEBMAIL

POSTECERT POSTEMAIL CERTIFICATA GUIDA ALL USO DELLA WEBMAIL POSTECERT POSTEMAIL CERTIFICATA GUIDA ALL USO DELLA WEBMAIL Sommario Pagina di accesso... 3 Posta in arrivo... 4 Area Posta... 5 Area Contatti... 8 Area Opzioni... 10 Area Cartelle... 13 La Postemail Certificata

Dettagli

Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it

Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it 1 Il web come architettura di riferimento Architettura di una applicazione web Tecnologie lato server: Script (PHP, Pyton, Perl), Servlet/JSP, ASP Tecnologie lato

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 5

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 5 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 5 Martedì 18-03-2014 1 Livello di applicazione Architetture

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione Il è finalizzato a elevare il livello di competenza nell utilizzo del computer, del pacchetto Office e delle principali funzionalità di Internet. Il percorso formativo si struttura in 7 moduli Concetti

Dettagli

Lezione II: Web server e ambiente di lavoro

Lezione II: Web server e ambiente di lavoro Lezione II: Web server e ambiente di lavoro In questa lezione, in laboratorio, si mostrerà quali sono i passi necessari per creare ed eseguire una pagina ASP. Brevemente, verrà fatto anche vedere, come

Dettagli

INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING

INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING INFORMATICA CORSI DELL'INDIRIZZO TECNICO CLASSI PRIME AMMINISTRAZIONE - FINANZA E MARKETING Modulo propedeutico Le lezioni teoriche sono sviluppate sui seguenti argomenti: Struttura dell elaboratore: CPU,

Dettagli

Appunti della lezione del 8/10/2008 del corso di Basi di dati I - Università del Salento

Appunti della lezione del 8/10/2008 del corso di Basi di dati I - Università del Salento Appunti della lezione del 8/10/2008 del corso di Basi di dati I - Università del Salento Tecnologie per lo sviluppo di applicazioni La tendenza attuale dell'ingegneria è quella dell'integrazione di componenti

Dettagli

Tecnologie e Programmazione Web

Tecnologie e Programmazione Web Presentazione 1 Tecnologie e Programmazione Web Html, JavaScript e PHP RgLUG Ragusa Linux Users Group SOftware LIbero RAgusa http://www.solira.org - Nunzio Brugaletta (ennebi) - Reti 2 Scopi di una rete

Dettagli

Metodologie Informatiche applicate al Turismo

Metodologie Informatiche applicate al Turismo Metodologie Informatiche applicate al Turismo 11. Realizzare Siti Dinamici e Applicazioni Web Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it

Dettagli

Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano. Internet e il Web

Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano. Internet e il Web Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano Internet e il Web 1 Internet Internet è un insieme di reti informatiche collegate tra loro in tutto il mondo. Tramite una

Dettagli

GIOVANNI CALABRESE. Sito E-learning Istituto Tridente. Guida all utilizzo di Moodle per gli studenti

GIOVANNI CALABRESE. Sito E-learning Istituto Tridente. Guida all utilizzo di Moodle per gli studenti GIOVANNI CALABRESE Sito E-learning Istituto Tridente Guida all utilizzo di Moodle per gli studenti Sommario 1. COS È MOODLE... 1 1.1 Requisiti necessari...1 1.2 Configurazione del browser...1 Impostazione

Dettagli

Esercitazione n. 10: HTML e primo sito web

Esercitazione n. 10: HTML e primo sito web + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 0/4 Esercitazione n. 0: HTML e primo sito web Scopo: Creare un semplice sito web con Kompozer. Il sito web è composto da una home page, e da altre due pagine

Dettagli

Concetti base. Impianti Informatici. Web application

Concetti base. Impianti Informatici. Web application Concetti base Web application La diffusione del World Wide Web 2 Supporto ai ricercatori Organizzazione documentazione Condivisione informazioni Scambio di informazioni di qualsiasi natura Chat Forum Intranet

Dettagli

Come installare WAMPP

Come installare WAMPP 1a Lezione sul Php 8 nov. 2011 dalle 8,00 alle 10,00 prof. Paolo Latella Come installare WAMPP di Paolo Latella 10 nov 2011 Scarichiamo XAMPP e clicchiamoci due volte sopra per avviare l installazione

Dettagli

ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA

ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA REGISTRARSI AL SITO ALTERVISTA, PER OTTENERE SPAZIO WEB GRATUITO o Andare sul sito it.altervista.org o Nel riquadro al centro, scrivere

Dettagli

Dipartimento di informatica CONTENUTI MINIMI DI INFORMATICA E TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE

Dipartimento di informatica CONTENUTI MINIMI DI INFORMATICA E TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE CONTENUTI MINIMI DI INFORMATICA E TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE CLASSE PRIMA INDIRIZZI: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING, RELAZIONI INTERNAZIONALE PER IL MARKETING, SISTEMI INFORMATIVI SPORTIVO pag.2

Dettagli

Corso Creare Siti WEB

Corso Creare Siti WEB Corso Creare Siti WEB INTERNET e IL WEB Funzionamento Servizi di base HTML CMS JOOMLA Installazione Aspetto Grafico Template Contenuto Articoli Immagini Menu Estensioni Sito di esempio: Associazione LaMiassociazione

Dettagli

AJAX. Goy - a.a. 2006/2007 Servizi Web 1. Cos'è il Web 2.0

AJAX. Goy - a.a. 2006/2007 Servizi Web 1. Cos'è il Web 2.0 AJAX Goy - a.a. 2006/2007 Servizi Web 1 Cos'è il Web 2.0 Web 2.0 = termine introdotto per la prima volta nel 2004 come titolo di una conferenza promossa dalla casa editrice O Reilly L'idea è che ci si

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Programmare in Php con NetBeans Php. Programmare in Php con Xampp e NetBeans IDE

Laboratorio di Sistemi Programmare in Php con NetBeans Php. Programmare in Php con Xampp e NetBeans IDE Programmare in Php con Xampp e NetBeans IDE NetBeans è un IDE ben noto ai programmatori Java. Con esso si possono infatti costruire applicazioni desktop professionali dotate di interfaccia grafica, applicazioni

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Database e reti. Piero Gallo Pasquale Sirsi

Database e reti. Piero Gallo Pasquale Sirsi Database e reti Piero Gallo Pasquale Sirsi Approcci per l interfacciamento Il nostro obiettivo è, ora, quello di individuare i possibili approcci per integrare una base di dati gestita da un in un ambiente

Dettagli

Introduzione a XAMPP. Andrea Atzeni (shocked@polito.it) Marco Vallini (marco.vallini@polito.it) Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica

Introduzione a XAMPP. Andrea Atzeni (shocked@polito.it) Marco Vallini (marco.vallini@polito.it) Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Introduzione a XAMPP Andrea Atzeni (shocked@polito.it) Marco Vallini (marco.vallini@polito.it) Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Introduzione applicazione web richiede diversi componenti

Dettagli

RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI

RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI Nicoletta Barbaro 4C Mercurio TRACCIA DEL PROBLEMA: RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI Un'azienda che distribuisce film in formato dvd chiede ad una software house(4c mercurio)

Dettagli

Aspetti applicativi e tecnologia

Aspetti applicativi e tecnologia Aspetti applicativi e tecnologia Premessa Architetture usate per i database Le prime applicazioni erano definite monolitiche, cioè un unico computer (mainframe) gestiva sia le applicazioni che i dati,

Dettagli

Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione

Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 1 Aprile 2014 Architetture Web I Server Web e gli Standard della Comunicazione Il Server

Dettagli

Piattaforma FaD Formazione a distanza. Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di. formazione a distanza di EFA srl

Piattaforma FaD Formazione a distanza. Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di. formazione a distanza di EFA srl Piattaforma FaD Formazione a distanza Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di formazione a distanza di EFA srl 1 Indice generale 1. Scopo del documento 2. Definizioni e abbreviazioni

Dettagli

per le decisioni economiche e

per le decisioni economiche e Elaborazione automatica dei dati per le decisioni economiche e finanziarie VBA-MODULO 1 Introduzione al Visual Basic for Applications Università di Foggia Facoltà di Economia Prof. Crescenzio Gallo c.gallo@unifg.it

Dettagli

HTML 1. HyperText Markup Language

HTML 1. HyperText Markup Language HTML 1 HyperText Markup Language Introduzione ad HTML Documenti HTML Tag di markup Formattazione del testo Collegamenti ipertestuali Immagini Tabelle Form in linea (moduli) Tecnologie di Sviluppo per il

Dettagli

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE.

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. INFORMATICA Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. APPLICAZIONI WEB L architettura di riferimento è quella ampiamente diffusa ed

Dettagli

principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni

principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni COS È? principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni un programma gratuito: la versione base offre 300 MB di spazio disco

Dettagli

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi

Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Gestione dei contenuti web Ultimi eventi Questo manuale illustra le operazioni più comuni per la manutenzione e aggiornamento del sito web http://terremoti.ingv.it/ultimi eventi/ tramite l interfaccia

Dettagli

In questo capitolo verrà impostato un ambiente per

In questo capitolo verrà impostato un ambiente per Capitolo 3 Il primo script in JavaScript 3.1 Gli strumenti software 3.2 Impostazione dell ambiente di authoring 3.3 Cosa farà il primo script 3.4 Inserimento del primo script 3.5 Analisi dello script 3.6

Dettagli

Software. Definizione, tipologie, progettazione

Software. Definizione, tipologie, progettazione Software Definizione, tipologie, progettazione Definizione di software Dopo l hardware analizziamo l altra componente fondamentale di un sistema di elaborazione. La macchina come insieme di componenti

Dettagli

Architetture per le applicazioni web-based. Mario Cannataro

Architetture per le applicazioni web-based. Mario Cannataro Architetture per le applicazioni web-based Mario Cannataro 1 Sommario Internet e le applicazioni web-based Caratteristiche delle applicazioni web-based Soluzioni per l architettura three-tier Livello utente

Dettagli

Panoramica su Dreamweaver MX 1

Panoramica su Dreamweaver MX 1 Panoramica su Dreamweaver MX 1 Obiettivi della presentazione Obiettivo di questa presentazione è mostrare le principali caratteristiche dell editor di pagine HTML Macromedia Dreamweaver MX. A tale scopo

Dettagli

Associazione Nazionale Docenti

Associazione Nazionale Docenti www.associazionedocenti.it and@associazionedocenti.it Didattica digitale Le nuove tecnologie nella didattica Presentazione del Percorso Formativo Il percorso formativo intende garantire ai Docenti il raggiungimento

Dettagli

ITI M. FARADAY Programmazione modulare a.s. 2014-2015

ITI M. FARADAY Programmazione modulare a.s. 2014-2015 Indirizzo: INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI Disciplina: Informatica Docente:Maria Teresa Niro Classe: Quinta B Ore settimanali previste: 6 (3 ore Teoria - 3 ore Laboratorio) ITI M. FARADAY Programmazione

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

Maria Grazia Ottaviani. informatica, comunicazione e multimedialità

Maria Grazia Ottaviani. informatica, comunicazione e multimedialità Maria Grazia Ottaviani informatica, comunicazione e multimedialità Unità digitale 1 Ambiente HTML Introduzione Oltre ai linguaggi di programmazione esistono anche linguaggi detti markup. Sono linguaggi

Dettagli

v. 1.0-7-11-2007 Mistral ArchiWeb 2.0 Manuale utente

v. 1.0-7-11-2007 Mistral ArchiWeb 2.0 Manuale utente v. 1.0-7-11-2007 Mistral ArchiWeb 2.0 Manuale utente Sommario 1. INTRODUZIONE...3 2. DESCRIZIONE FUNZIONALITÀ...3 2.1. LOGIN...3 2.2. SCHEDA ARCHIVIO...3 2.3. GESTIONE ARCHIVI...4 2.3.1 Creazione nuovo

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

I browser più comuni sono Explorer, Mozilla Firefox, Chrome, Safari

I browser più comuni sono Explorer, Mozilla Firefox, Chrome, Safari INTERNET Internet, cioè la rete di interconnessione tra calcolatori, è uno dei pochi prodotti positivi della guerra fredda. A metà degli anni sessanta il Dipartimento della difesa USA finanziò lo studio

Dettagli