EMILIA ROMAGNA. A.O. Universitaria Policlinico S. Orsola Malpighi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EMILIA ROMAGNA. A.O. Universitaria Policlinico S. Orsola Malpighi"

Transcript

1 A.O. Universitaria Policlinico S. Orsola Malpighi Via Albertoni, Bologna Tel./Fax Prenotazioni Direttore Generale Dott. Augusto Cavina Direttore Sanitario Dott. Vito Bongiovanni Posti letto L Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S. Orsola-Malpighi è il primo Ospedale in Bologna e centro di riferimento nazionale ed internazionale per diverse patologie. Attualmente è organizzato in 7 Dipartimenti comprendenti 91 Unità Operative; è dotato di 1758 posti letto. L Azienda Ospedaliera di Bologna Policlinico S. Orsola-Malpighi è un Ospedale città-giardino nel cuore della città di Bologna: si estende per circa 1,8 Km di lunghezza, le unità operative che la compongono sono distribuite in 31 Padiglioni. Unità Operativa Ginecologia e Ostetricia Prolasso genitale: percorso diagnostico e terapeutico (chirurgia) Esame uro-dinamico Trattamento incontinenza urinaria (cause uretrali, stress incontinence) Interventi di colposospensione con tecnica retropubica Crioconservazione del tessuto ovarico Percorso dedicato per le interruzioni volontarie di gravidanza Identificazione e gestione della donna gravida HIV Percorso clinico-assistenziale della paziente con tumore della mammella Ostetricia e Medicina dell età prenatale Diagnosi e trattamento cardiopatie fetali Controllo gravidanze complicate da immunizzazione materno-fetale Diagnosi e trattamento delle malformazioni fetali suscettibili di correzione chirurgica Diagnosi e trattamento delle gravidanze affette da malattie coagulative Ginecologia e Fisiopatologia della Riproduzione Umana Diagnosi e trattamento della sterilità femminile e maschile Tecniche di inseminazione artificiale Percorso per il trattamento di prelievo ovocitario (fecondazione extracorporea) Percorso per transfer di embrioni freschi o scongelati o ottenuti dopo scongelamento e inseminazione di ovociti Percorso per inseminazione intrauterina di gameti Unità Operativa Anestesiologia e Rianimazione Ospedale senza dolore: Terapia antalgica 23 donne in posizione apicale, 5 nel Comitato Etico Personale infermieristico femminile: 75.57%: su Documentazione informativa multilingue: schede informative di reparto, opuscoli informativi Mediatore culturale Sportello URP dedicato multilingue In corso di realizzazione portale in lingua inglese Campagna di comunicazione a sostegno delle vaccinazioni importanti per la donna (rosolia, ecc ) Family Room in terapia intensiva neonatale Recovery Room in ostetricia (neonato nella stessa stanza con supporto del personale ostetrico nella gestione quotidiana) Partoanalgesia: Gratuita, diurna e notturna PROGETTI Scientifici: Percorso per la gestione terapeutica- assistenziale della donna vittima di abusi e violenza Recreation Room in ostetricia Gestione del rischio ostetrico Perimani: ricerca sulle tecniche di protezione del perineo durante il parto Patridol: vissuto del dolore del parto da parte dei padri Architettonici Adeguamento del reparto di ostetricia e ginecologia ai requisiti per l accreditamento Pubblicazioni 50 di ambito ostetrico, ginecologico e oncologico Corsi Corsi pre-parto Corsi allattamento al seno 25

2 Ospedale del Delta Via Valle Oppio, Lagosanto (FE) Tel Prenotazioni Direttore Generale Dott. Fosco Foglietta Direttore Sanitario Dott. Edgardo Contato Posti letto 221 Il complesso, inaugurato nel 2001, è cresciuto e si è progressivamente qualificato grazie all elevato livello strutturale e tecnologico, e al lavoro degli oltre 450 operatori sanitari al suo interno. Questa struttura è stata la prima in Regione ad ottenere, nell ottobre 2004, l accreditamento istituzionale, che la distingue per il possesso di standard qualitativi accertati e verificati. U.O. di Ostetricia e Ginecologia Programma strutturato per il tumore della mammella Supporto psicologico Supporto fisiatrico per la riabilitazione dell arto 10 donne in posizione apicale, 3 Comitato Etico Personale infermieristico femminile: 70%: 730 infermiere su Documentazione informativa multilingue Mediatore culturale (su richiesta) Rooming in con possibilità di tenere la culla in camera Stanza dedicata alla mamma in caso di ricovero di neonati Corsi Corsi di preparazione al parto con ostetriche Corsi per corretto allattamento al seno Percorso strutturato per donne che hanno subito violenza sessuale (pronto soccorso, ostetricia e ginecologia, pediatria, servizio psichiatrico) Attivazione ambulatorio di prevenzione della depressione 26

3 P.O. G.B. Morgagni L. Pierantoni Via Carlo Forlanini, Forlì Tel Direttore Generale Dott. Claudio Mazzoni Direttore Sanitario Dott.ssa Maria Grazia Stagni Bollini 2007 L ospedale è dotato di camere a 2 posti letto, con bagno e predisposizione tv. All interno è presente bar, ristorante, edicola. L ospedale di Forlì è attualmente adibito a hospice, dispone di 12 posti letto (7 camere singole, 2 camere doppie), con bagno, tv, telefono, frigorifero e letto a disposizione per un familiare; bar e cucina per i familiari dei pazienti. Cura di patologie psichiatriche femminili importanti: depressione post-partum, depressione in menopausa, disturbi alimentari (bulimia e anoressia) Strutture architettoniche: Ambienti dedicati alle donne e ai bambini Spazi gioco in Pronto Soccorso, Pediatria e Ginecologia Personale femminile: 80-85% del personale infermieristico Consensi informati in 9 lingue, Pronto Soccorso in 8 lingue, documentazione sanitaria in 8 lingue, guida all ospedale in 5 lingue Cucina multietnica con menù multilingue Servizi utenza femminile: Parcheggi rosa per le donne in stato interessante ATTIVITÀ SCIENTIFICHE E DI Pubblicazioni: 11 pubblicazioni scientifiche su patologie femminili PROGETTI Scientifici: Programmi di prevenzione in campo oncologico Rete di tutela per le donne maltrattate 27

4 A.O. Universitaria Policlinico di Modena Via del Pozzo, Modena Tel Direttore Generale Dott. Stefano Cencetti Direttore Sanitario Dott. Maurizio Miselli Posti letto 765 Bollini 2007 L Azienda Ospedaliero Universitaria di Modena è in grado di produrre ed erogare, in modo efficiente, prestazioni sanitarie ed assistenziali, da quelle di base a quelle di alta complessità, di efficacia scientificamente dimostrata ed appropriate, avendo attenzione ai bisogni psicologici e sociali delle persone assistite. Reparto di Ostetricia (sale travaglio parto completamente ristrutturate, degenze a due letti con bagno in camera) Reparto di Ginecologia (Centro fisiopatologia della riproduzione, Centro della menopausa, Uroginecologia) Reparto di Oncologia (Ambulatorio di oncologia preventiva, Centro specializzato in ovaio, utero, mammella, colon, polmone, centro studi tumori ereditari mammella e ovaio, Ambulatorio per malattie sessualmente trasmesse presso la Clinica Dermatologica) Percorso Punto amico della mammella per la presa in carico complessiva delle pazienti con diagnosi di tumore al seno Strutture architettoniche: Centro nascita per parti fisiologici con stanze a sembianze domestiche, 5 sale travaglio ristrutturate, nuovo reparto di ginecologia, nuovo ampliamento del reparto di ostetricia con stanze a due letti e bagno in camera Stanze allattamento Area accoglienza relax per mamme e papà in prossimità della neonatologia con 2 stanze da letto e bagno Personale femminile: 80% del personale infermieristico 7 di cui 3 nel Comitato Etico Assistenza linguistica e mediazione culturale Documentazione in 10 lingue Servizio cucina con menù in 10 lingue ATTIVITÀ SCIENTIFICHE E DI Pubblicazioni: 14 pubblicazioni scientifiche Centro benessere donna per la prevenzione e il trattamento delle patologie associate alla post menopausa 28

5 Ospedale B. Ramazzini Via Guido Molinari, Carpi (MO) Tel Prenotazioni (da tel. fisso) (da cel.) Direttore Generale Dott. Giuseoppe Caroli Direttore Sanitario Dott.ssa Kriakoula Petropulakos Posti letto 281 L Ospedale attualmente è dotato di 281 posti letto, di cui 33 per Day Hospital e Day Surgery, suddivisi tra le Unità Operative afferenti all area medica (Medicina Interna, Neurologia, Nefrologia, Lungodegenza, Medicina Oncologica), all area chirurgica (Chirurgia Generale, Day Surgery Polispecialistico, Ortopedia, Urologia, Otorinolaringoiatria, Oculistica, Ginecologia), all area maternoinfantile (Ostetricia, Pediatria, Neonatologia), all area critica (Cardiologia, Terapia Intensiva Coronarica, Rianimazione) e all area emergenza-urgenza (Medicina d Urgenza). Ostetricia e Ginecologia Centro di ecografia ostetrica Servizio per la diagnosi e cura delle patologie neurologiche in gravidanza Servizio per la diagnosi e cura del diabete in gravidanza Diagnosi e trattamento delle patologie uro-ginecologiche Servizio multidisciplinare di oncoginecologia, di diagnosi, terapie e follow-up Pronto Soccorso ostetrico ginecologico dedicato attivo 24h su 24 Centro di sterilità di I livello Centro di terapia infusionale Servizi diagnostici di isteroscopia, colposcopia, isterosalpingografia e sonoisteroscopia Mediazione culturale per le maggiori etnie presenti sul territorio (indiano, pakistano, cinese, arabo) Vasca per l assistenza al parto in acqua Corsi: Incontri mensili per gli operatori di sala operatoria Corsi per ostetriche per la valutazione del benessere fetale in travaglio Corsi di ecografia di base e avanzato per ostetriche Servizio di consulenza/assistenza psicologica per gravidanza, puerperio, patologia ginecologica, oncologia ginecologica 29

6 A.O. Arcispedale Santa Maria Nuova Viale Risorgimento, Reggio Emilia Tel Direttore Generale Dott. Ivan Trenti Direttore Sanitario Dott.ssa Iva Manghi Posti letto 902 Bollini 2008 L Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova di Reggio Emilia produce ed eroga prestazioni sanitarie ed assistenziali di base e di alta complessità, di efficacia scientificamente dimostrata ed appropriate con le risorse disponibili. Reparto di Ostetricia (Centro per la procreazione medicalmente assistita) Reparto di Ginecologia (Percorso provinciale per le neoplasie dell endometrio) Reparto di Radioterapia :IRMA irradiazione parziale ed accelerata con radioterapia conformazionale tridimensionale (3D-CRT) nel carcinoma della mammella. IORT (intraoperatory radio-therapy) nel carcinoma della mammella in fase di realizzazione Endocrinologia (Centro malattie della tiroide) Strutture architettoniche: Latte e coccole : spazio dedicato a mamma e bambino per promuovere l allattamento al seno Struttura accogliente e Lactarium (Banca del latte materno) Personale femminile: 82% del personale infermieristico 12 donne in posizione apicale, 10 nel Comitato etico Servizio di mediazione linguistico-culturale articolato in numerose tipologie di interventi (urgenti, programmati, telefonici, presenze fisse, traduzioni, etc ) e numerose lingue/culture (arabo, cinese, albanese, est europeo, indiano, pakistano, etc.) Predisposizione di materiale scritto ed eventi formativi per gli operatori sulla multiculturalità Menù ospedaliero multilingue con indicazioni utili per utenti di diverse religioni/etnie (es. tipo di carne ed ingredienti contenuti ed alternative) PROGETTI SCIENTIFICI Percorso organizzativo-assistenziale violenza sessuale nell adulto Centro di raccolta del sangue cordonale per donazione Progetto baby no smoke per la prevenzione del tabagismo nella donna in gravidanza e puerperio Sostegno psicologico ai genitori dei neonati ricoverati in Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale Progetto di Partoanalgesia in fase di realizzazione Progetto di promozione all allattamento al seno Screening prevenzione e diagnosi precoce dei tumori della mammella Screening del tumore del collo dell utero Centro Procreazione Medicalmente assistita 30

7 Ospedale Ercole Franchini Via Barilla, Montecchio Emilia (RE) Tel Prenotazioni Bollini Direttore Generale Dott.ssa Mariella Martini Direttore Sanitario Dott.ssa Daniela Riccò Posti letto 138 L Ospedale Ercole Franchini di Monteccchio Emilia fa parte dell Area Sud del Presidio Ospedaliero dell Azienda Usl di Reggio Emilia. Costituisce da sempre il punto di riferimento della popolazione della Val d Enza e con l avvio dell attività del Centro del Pavimento Pelvico, anche di altre regioni. È un ospedale medio piccolo per attività di ricovero d urgenza e ordinario, Day Hospital medico e chirurgico, viene inoltre svolta attività di Day Service e specialità ambulatoriale ed Osservazione Breve. Ginecologia e Ostetricia/Pediatria Assistenza alla gravidanza a basso rischio a gestione ostetrica Diagnostica prenatale Audit taglio cesareo Trasferimento in utero Controllo del dolore in travaglio di parto Sostegno all allattamento al seno Prescrizione della Pillola del giorno dopo Audit carcinoma dell endometrio Percorsi diagnostici e terapeutici per endometriosi Incident reporting in ostetricia ginecologica Vaccinazione contro HPV Donazione sangue cordonale U.O. di Medicina Servizio di Diabetologia Day Hospital Oncologico Percorso diagnostico terapeutico assistenziale della gravidanza diabetica Screening del diabete gestazionale Diagnosi e follow-up del diabete mellito U.O. Chirurgia Centro Pavimento Pelvico Chirurgia uro-ginecologica e del pavimento pelvico Approccio multimodale al trattamento del pavimento pelvico e delle sue disfunzioni Gestione chirurgica e riabilitazione dell incontinenza femminile Servizio di diagnostica per immagini Percorso senologico Percorso diagnostico-terapeutico per il nodulo mammario Ospedale senza dolore: Trattamento del dolore post-operatorio 13 donne in posizione apicale, 4 nel Comitato Etico Personale infermieristico femminile: 87.4%: 152 donne su 174 Cucina multietnica: rielaborazione del menù aziendale con attenzione crescente ai bisogni alimentari dei cittadini stranieri nel rispetto delle etnie e religioni Documentazione informativa multilingue (carta dei servizi, 31 informazioni per il ricovero e accesso alle prestazioni, gestione dei pazienti pediatrici, contraccezione, stili di vita ) Mediatore culturale Partoanalgesia: Con tecniche alternative non farmacologiche offerte a tutte le partorienti (uso dell acqua, massaggio, musica, uso di posizioni antalgiche), fruibile 24h su 24 PROGETTI Scientifici: Gruppo di lavoro per la lotta al tabagismo in gravidanza Progetto nuovi nati: rendere possibile via internet in tempo reale la visione del nuovo nato a familiari e amici lontani Progetto diabete per capirsi: facilitare la comunicazione e informazione con i pazienti extracomunitari affetti da diabete mellito Accompagnamento del paziente e della famiglia e presa in cura della persona con malattia oncologica Progetto di colloquio di orientamento per il paziente oncologico di nuova diagnosi: favorire la compliance, migliorare la comunicazione e abbassare i livelli di ansia legati alla malattia Vaccinazione anti HPV estesa anche alle ragazze extracomunitarie Vaccinazione contro la rosolia rivolta anche alla popolazione immigrata Educazione sanitaria alle donne straniere: incontri gratuiti ad accesso diretto con cadenza mensile dedicati a donne straniere Ricerca clinica sulla depressione post-partum attraverso la raccolta di questionari volti a indagare lo stato emotivo e il livello di ansia in gravidanza e nel dopo parto Pubblicazioni 12 in ambito uro-ginecologico Incontri di educazione sanitaria e sostegno alle mamme Gestione dei casi di mancato riconoscimento alla nascita, tutela del minore esposto e della mamma Assistenza alle donne vittime di violenza

8 Ospedale di Guastalla Via Donatori di Sangue, Guastalla (RE) Tel Prenotazioni Bollini Direttore Generale Dott.ssa Mariella Martini Direttore Sanitario Dott.ssa Daniela Riccò Posti letto 240 L ospedale di Guastalla fa parte dell Area Nord del Presidio Ospedaliero dell Azienda Usl di Reggio Emilia. È un ospedale di medie dimensioni che svolge un ruolo fondamentale di riferimento locale per rispondere ai bisogni di ricovero e assistenza specialistica della popolazione residente. Ha una dotazione di 250 posti letto che vengono utilizzati sia per ricoveri ordinari che ricoveri in Day Hospital, Day Surgery ed Osservazione Breve. U.O di Ostetricia e Ginecologia Assistenza alla gravidanza a basso rischio a gestione ostetrica Diagnostica prenatale Procedura e percorsi per il trasporto in utero Gestione del parto fisiologico Donazione del sangue cordonale Audit per il parto cesareo Chirurgia oncologica ginecologica Percorso integrato per la diagnosi precoce e lo screening del carcinoma del collo dell utero Audit per il carcinoma dell endometrio Unità Operativa di Pediatria Vaccinazione HPV per la prevenzione primaria del carcinoma del collo dell utero Programmi vaccinali (rosolia) rivolto alle donne gravide Diabetologia Screening e diagnosi del diabete gestazionale Percorso di diagnosi precoce ed educazione alla terapia dietetica e insulinica del diabete gestazionale delle donne extracomunitarie Percorsi per la diagnosi e trattamento dei disturbi del comportamento alimentare Unità Operativa di radiologia Percorso senologico per il cancro della mammella: dallo screening al follow-up Ospedale senza dolore: Ambulatorio di terapia antalgica per infiltrazioni peridurali, trattamento del dolore post-operatorio e del dolore cronico in particolare oncologico 18 donne in posizione apicale, 11 su 19 nel Comitato Etico Personale infermieristico femminile: 85.5%: 213 donne su 249 Cucina multietnica: rielaborazione del menù aziendale con attenzione crescente ai bisogni alimentari dei cittadini stranieri nel rispetto delle etnie e religioni Documentazione informativa multilingue (carta dei servizi, informazioni per il ricovero e accesso alle prestazioni, gestione dei pazienti pediatrici, contraccezione, stili di vita ) Mediatore culturale Progetto Migrant Friendly Hospital: percorso di informazione e formazione interculturale nella cura della mamma e del bambino a favore di donne immigrate nel periodo post parto con elaborazione di materiale informativo semplificato relativo alle vaccinazioni (tradotto dal servizio di mediazione culturale aziendale), rivolto alle famiglie e soprattutto alle donne delle etnie presenti sul territorio che in molti casi non parlano la lingua italiana Mediatrici indopakistane, presenti in Ospedale presso le U. O. di Ostetricia o Pediatria, partecipano ad alcune sedute vaccinali Protocollo per le ondate anomale di calore: è stato elaborato materiale informativo in lingua da consegnare alle mamme relativamente all abbigliamento più adatto e all alimentazione migliore per affrontare la temperatura elevata e l afa Progetto per lo svezzamento etnico: organizzazione di interviste alle mamme, giunte al servizio per la vaccinazione, relative all alimentazione del bambino e alle modalità di svezzamento nei paesi di origine 32

9 Ospedale di Guastalla Progetto per aumentare la copertura vaccinale verso la rosolia controllando i nominativi dei minori in ritardo rispetto alla vaccinazione per malattia o per soggiorno nei paesi di origine (attraverso le mediatrici culturali aziendali o della scuola) Parcheggi e percorsi di accesso illuminati e dotati di panchine per donne gravide Aree di attesa accoglienti dotate di sedute e poltrone confortevoli In ostetricia/ginecologia i corridoi, le aree di attesa e i soggiorni sono affrescati da pittori locali e arredati con quadri, opere d arte dedicate alla donna e alla maternità Rooming-in o Nido in camera Le sale travaglio/parto rispondono a criteri di sicurezza, ma anche di rispetto delle preferenze della donna per favorire la naturalità e fisiologicità del parto Presenza di una persona cara al proprio fianco durante il travaglio Controllo del dolore con tecniche alternative, quali assistenza del travaglio in acqua e assistenza one to one Parto a domicilio per le donne che lo richiedono Partoanalgesia: Con tecniche alternative non farmacologiche e dolore post operatorio dopo parto cesareo, gratuito, 24h su 24 PROGETTI Scientifici: Follow-up in donne con tumore della mammella diagnosticato in fase precoce e curato radicalmente Progetti e attività per lo sviluppo del governo clinico e la gestione del rischio (ospedale senza dolore, sorveglianza e controllo delle infezioni nosocomiali in ostetricia e ginecologia, incident reporting) Collaborazione con l Associazione Nascerà un bambino : promuove iniziative culturali e incontri con la comunità a sostegno delle attività dell Unità Operative di Ostetricia e Ginecologia Collaborazione con le scuole per attività didattiche di educazione sessuale e prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse Progetto nuovi nati: rendere possibile via internet in tempo reale la visione del nuovo nato a familiari e amici lontani Progetto Nascere Insieme : spazio di incontro e informazione gestito dai Comuni per le famiglie sul percorso nascita Progetto Nati per Leggere : volontari forniscono e sostituiscono periodicamente i testi e i libri dedicati ai bambini Progetto Clowneria : organizzazione di spettacoli rivolti ai piccoli degenti Progetto diabete per capirsi: facilitare la comunicazione e informazione con i pazienti extracomunitari affetti da diabete mellito Una donna ai raggi X: formare le nuove generazioni sulle differenze di genere, contribuire al superamento delle discriminazioni e operare per il pieno raggiungimento delle pari opportunità in una logica di lavoro e collaborazione interistituzionale Progetto Mamme nel pallone : progetto finalizzato al sostegno emotivo delle donne in difficoltà dopo il parto (depressione post-partum) Programma di percorso alla nascita Progetto LASER, lotta alla sepsi Pubblicazioni 11 in ambito di diagnosi prenatale di secondo livello Corsi: Corsi di preparazione al parto e sostegno all allattamento al seno Informazione, educazione e empowerment del paziente e delle comunità immigrate Corsi di formazione sulla violenza alle donne Corsi sul lutto in gravidanza Corsi sul consenso informato Linee guida sull assistenza al parto Corso sul ruolo del vaccino HPV e cervicocarcinoma Assistenza alle donne vittime di violenza A.V.O. Progetto Pediatria: giovani studenti intrattengono con giochi i bambini degenti 33

10 Ospedale Cesare Magati Via Martiri della Libertà, Scandiano (RE) Tel Prenotazioni Direttore Generale Dott.ssa Mariella Martini Direttore Sanitario Dott.ssa Daniela Riccò Posti letto 131 L ospedale Cesare Magati di Scandiano fa parte dell Area Sud del Presidio Ospedaliero dell Azienda Usl di Reggio Emilia. È un ospedale di medie dimensioni che svolge un ruolo fondamentale di riferimento locale per rispondere ai bisogni di ricovero e assistenza specialistica della popolazione residente. È la struttura di costruzione più recente del Presidio Ospedaliero ed è comunque prevista nei prossimi anni la ristrutturazione dei reparti e dei servizi. Ostetricia, Ginecologia, Salute Donna Assistenza alle pazienti in gravidanza e ginecologiche Assistenza alla gravidanza a basso rischio Ambulatorio di fine gravidanza (monitoraggio cardiotocografico, esami di fine gravidanza effettuati dalla 36 settimana) Trasferimento in utero Prescrizione della Pillola del giorno dopo Screening per il diabete gestazionale Donazione del sangue cordonale Diagnostica isteroscopia Interventi chirurgici ginecologici in laparoscopia e isteroscopia Diagnosi e terapia dell endometriosi Centro di colposcopia di II livello per la prevenzione del cervicocarcinoma e delle malattie sessualmente trasmesse Diabetologia Screening per il diabete gestazionale Servizio di diagnostica per immagini Percorso senologico Percorso diagnostico-terapeutico per il nodulo mammario Ospedale senza dolore: Trattamento del dolore cronico benigno in particolare per le problematiche del low-bach pain, trattamento del dolore post-operatorio 5 donne in posizione apicale, 4 nel Comitato Etico Personale infermieristico femminile: 88%: 126 donne su 143 Cucina multietnica: rielaborazione del menù aziendale con attenzione crescente ai bisogni alimentari dei cittadini stranieri nel rispetto delle etnie e religioni. Documentazione informativa multilingue (carta dei servizi, informazioni per il ricovero e accesso alle prestazioni, gestione dei pazienti pediatrici, contraccezione, stili di vita ) Mediatore culturale Sale travaglio e parto rispondono ai criteri di sicurezza ma anche di rispetto delle preferenze della donna per favorire la naturalità e fisiologicità del parto Corsie preferenziali per ridurre le attese delle donne gravide Controllo del dolore con tecniche alternative, quali assistenza del travaglio in acqua e assistenza one to one Parto a domicilio per le donne che lo richiedono Sala allattamento presso il reparto Sostegno attivo all allattamento e alla genitorialità Rooming in o nido in camera Spazio Latte e coccole: partecipazione di personale sia del territorio che ospedaliero per seguire il puerperio nella sua completezza Partoanalgesia: con tecniche alternative non farmacologiche offerte a tutte le partorienti (travaglio in acqua, assistenza one to one), fruibile 24h su 24 PROGETTI Scientifici: Progetto Baby smoke : progetto rivolto alle donne gravide e a tutte le pazienti che afferiscono al consultorio. Sono stati inoltre attivati corsi per la disassuefazione al fumo Progetto nuovi nati: rendere possibile via internet in tempo reale la visione del nuovo nato a familiari e amici lontani Progetti e attività per lo sviluppo del governo clinico e la gestione del rischio (ospedale senza dolore, sorveglianza e controllo delle infezioni nosocomiali in ostetricia e ginecologia, incident reporting) Follow-up in donne con tumore della mammella diagnosticato in fase precoce e curato radicalmente Vaccinazione HPV Pubblicazioni: 3 in ambito ginecologico e ostetrico Corsi: sperimentazione di corsi pre parto Incontri di educazione sanitaria e sostegno alle mamme Gestione dei casi di mancato riconoscimento alla nascita, tutela del minore esposto e della mamma Assistenza alle donne vittime di violenza: rete di collaborazione fra Ospedale, Agenzie Territoriali, Forze dell Ordine, MMG e casa delle donne per dare una risposta alle donne vittime di violenza 34

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica Altri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS (area di ricerca oncologica) presenti sul territorio nazionale, suddivisi per area geografica Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it Progetto grafico Avenida Stampa Artestampa srl Diffusione 50.000 copie Dicembre 2003 www.policlinico.mo.it

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SUL PERCORSO NASCITA, 2002 ASPETTI METODOLOGICI E RISULTATI NAZIONALI

INDAGINE CONOSCITIVA SUL PERCORSO NASCITA, 2002 ASPETTI METODOLOGICI E RISULTATI NAZIONALI INDAGINE CONOSCITIVA SUL PERCORSO NASCITA, 2002 ASPETTI METODOLOGICI E RISULTATI NAZIONALI Michele Grandolfo, Serena Donati e Angela Giusti Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A.

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. Marra PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE ( POMI) DM 24 APRILE 2000 TRE

Dettagli

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Dott.ssa Lorenza Donati Convegno Agli albori della salute: prevenzione

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

I QUADERNI DI APPROFONDIMENTO NURSIND IL SINDACATO DELLE PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

I QUADERNI DI APPROFONDIMENTO NURSIND IL SINDACATO DELLE PROFESSIONI INFERMIERISTICHE I QUADERNI DI APPROFONDIMENTO NURSIND IL SINDACATO DELLE PROFESSIONI NURSIND - Il Sindacato delle Professioni Infermieristiche - Pisa - Periodico Trimestrale - Poste Italiane Spa Spedizione in abb. postale

Dettagli

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare

Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare STRUTTURE, SPESA, ATTIVITÀ Il Servizio sanitario regionale dell Emilia-Romagna e il nuovo welfare PROGRAMMI LE STRUTTURE, LA SPESA, LE ATTIVITÀ AL 31.12.2008 I PROGRAMMI, I MODELLI ORGANIZZATIVI MODELLI

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Azienda Ospedaliera Sant Anna e e San Sebastiano di di Caserta. di di rilievo nazionale e di e di alta alta specializzazione

CARTA DEI SERVIZI. Azienda Ospedaliera Sant Anna e e San Sebastiano di di Caserta. di di rilievo nazionale e di e di alta alta specializzazione CARTA DEI SERVIZI azienda caserta azienda caserta ospedaliera Azienda Ospedaliera Sant Anna e e San Sebastiano di di Caserta di di rilievo nazionale e di e di alta alta specializzazione progetto e redazione:

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

ŀregione Lazio Progetto Dioniso

ŀregione Lazio Progetto Dioniso Progetto Dioniso Screening audiologico per la sordità neonatale Ogni anno nascono 3 bambini su mille con problemi gravi di sordità. Con un esame semplicissimo, di pochi secondi, non invasivo, non doloroso

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST?

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? Informazioni sui percorsi di approfondimento diagnostico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A.

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A. PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO UONPIA Varese, Busto A., Gallarate Mancanza di un sistema di monitoraggio nazionale Nel 201110.985

Dettagli

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV Arcispedale S. Maria Nuova Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico Prof. Giovanni Battista La Sala - Direttore PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove?

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? Anna Prenestini SDA Bocconi Area Public Policy and Management 09 ottobre 2012 1 Un futuro da scrivere

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

REGIONE LIGURIA MANUALE PER L ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE

REGIONE LIGURIA MANUALE PER L ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE MANUALE PER L ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE PUBBLICHE E PRIVATE Versione 2.0 Aprile 2002 INDICE I.1 PREMESSA...5 I.1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO...5 I.2 DEFINIZIONI PRELIMINARI...6 II. IL

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

Depressione post-partum

Depressione post-partum Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma Policlinico Agostino Gemelli Servizio di Consultazione Psichiatrica Direttore: Prof. Pietro Bria Istituto di Psichiatria e Psicologia Clinica Direttore: Prof.

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 8.6 Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 1 Premessa Qualità e sostenibilità economica sono le principali esigenze cui cerca di rispondere la concentrazione delle

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti D.M. 12-12-2001 Sistema di garanzie per il monitoraggio dell'assistenza sanitaria. Pubblicato nella Gazz. Uff. 9 febbraio 2002, n. 34, S.O. IL MINISTRO DELLA SALUTE di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

MAMME LIBERE DAL FUMO

MAMME LIBERE DAL FUMO MAMME LIBERE DAL FUMO Il razionale Il fumo di tabacco è un problema di sanità pubblica rilevante per la donna, per la mamma, per il bambino; esistono evidenze scientifiche di azioni preventive efficaci;

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G.

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. PROTOCOLLI E PROCEDURE IN CHIRURGIA GESTIONE DELLA RITENZIONE URINARIA Pag. 1 di Pag. 9 ELABORAZIONE Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. Data: 10/03/04 INDICE Premessa

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015.

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015. Sani.Med. S.r.l. Via Palombarese km. 19,0 Marcosimone di Guidonia 00010 Roma Carta Servizi Prestazioni di: Fisioterapia Cardiologia Dermatologia Ginecologia Endocrinologia Oculistica Neurologia Reumatologia

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014

Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Conferenza Stampa Dipartimento di Sanità Pubblica: i dati di attività del 2014 Lunedì 6/07/2015 ore 11.00 Sala Riunioni - Direzione Generale AUSL Strada del Quartiere 2/A - Parma Alla Conferenza Stampa

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

AD OGNI DONNA IL SUO PARTO

AD OGNI DONNA IL SUO PARTO AD OGNI DONNA IL SUO PARTO Nascere a Verona e Provincia dati 2014 Via del Bersagliere 16, 37123 Verona - tel. 349 6418745 - info@melogranovr.org www.melogranovr.org Via Tito Speri 7, 37121 Verona - tel.

Dettagli

Pronto Soccorso e Sistema 118

Pronto Soccorso e Sistema 118 PROGETTO PRONTO SOCCORSO E SISTEMA 118 Ministero della Salute Progetto Mattoni SSN Pronto Soccorso e Sistema 118 Ricognizione della normativa, delle esperienze, delle sperimentazioni, relativamente a emergenza

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

-Azienda Unità Sanitaria Locale n. 12 Viareggio Regione Toscana

-Azienda Unità Sanitaria Locale n. 12 Viareggio Regione Toscana -Azienda Unità Sanitaria Locale n. 12 Viareggio Regione Toscana Direttore Amministrativo Paolo Gennaro Torrico 59507 direttore.amministrativo O.I.V. Organismo Indipendente di Valutazione Direttore Generale

Dettagli

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia Indice Presentazione dell edizione originale Presentazione dell edizione italiana Prefazione Ringraziamenti Panoramica sulla diffusione del Metodo INTERMED La griglia INTERMED pediatrica per la valutazione

Dettagli

Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali

Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali uniti per i bambini INSIEME PER L ALLATTAMENTO Ospedali&Comunità Amici dei Bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell allattamento materno Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. Il port. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche Dott. PAOLO CRISTOFORONI Medico Chirurgo Nato a Genova il 06/02/1965. Laurea con lode in Medicina e Chirurgia presso l

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi La presente Carta dei servizi è stata realizzata a cura di: - Qualità e Accreditamento dell

Dettagli