Geografia - Triennio Scuola Primaria

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Geografia - Triennio Scuola Primaria"

Transcript

1 Geografia - Triennio Scuola Primaria Indica tori Paesaggi geografici Classe I 1. Estendere le proprie carte mentali allo spazio circostante. 2. Conoscere gli elementi dello spazio circostante. Classe II 1. Estendere le proprie carte mentali allo spazio circostante e più lontano. 1. Conoscere e descrivere gli elementi caratterizzanti di un paesaggio antropico e naturale. Classe III 1. Conoscere e descrivere gli elementi caratterizzanti di un paesaggio antropico e naturale. (contenuti e /o aree di studio) cl. I 1.a- Scoperta degli spazi circostanti attraverso giochi, schede e descrizione verbale. 2.b- Conversazioni, osservazione della realtà, rappresentazioni grafiche, ascolto, verbalizzazione, percorsi, utilizzo di segni e simboli convenzionali e non. Lavori collettivi, di gruppo, individuali, utilizzando diversi materiali. Costruzione di manufatti. Uscite didattiche. cl. II 1.a- Scoperta degli spazi circostanti e più lontani attraverso giochi, schede, descrizione verbale, documenti fotografici, cartografici e immagini. 2.b- I principali paesaggi geografici : naturali e antropici e relative attività dell uomo attraverso schede predisposte e carte. cl. III 1.b- Osservazione e conoscenza diretta attraverso uscite sul territorio; osservazione indiretta attraverso cartelloni esplicativi, mappe concettuali e schede riassuntive. Livello di Eccellenza Voto 9 10/10 a- Riconosce con sicurezza, tutti gli elementi fisici e antropici di un paesaggio. b- Descrive un paesaggio con sicurezza, in modo completo, usando un linguaggio appropriato. Livello intermedio Voto 7-8/10 a- Riconosce gli elementi fisici e antropici di un paesaggio. b- Descrive un paesaggio in modo quasi completo, usando un linguaggio appropriato. a- Riconosce in modo parziale gli elementi fisici e antropici di un paesaggio. b- Descrive un paesaggio in modo parziale, usando un linguaggio quasi sempre appropriato. a- Incontra difficoltà nel riconoscimento degli elementi fisici e antropici di un paesaggio. b- Descrive con difficoltà un paesaggio usando un linguaggio molto semplice. Livello di grave insufficienza Voto 0-4/10 a- Deve essere guidato nella lettura e nell interpretazione di semplici carte geografiche. b- Deve essere guidato nella descrizione di un paesaggio.

2 Indica -tori Orientarsi nello spazio vissuto Classe I 1. Leggere e interpretatare la pianta dello spazio circostante. 2. Muoversi nello spazio circostante, sapensosi orientare attraverso semplici punti di riferimento (sopra, sotto, avanti, dietro, sinistra,destra...) Classe II 1.Leggere e interpretatare la pianta dello spazio circostante e più lontano. 2.Muoversi nello spazio circostante, sapensosi orientare attraverso semplici punti di riferimento (sopra, sotto, avanti, dietro, sinistra,destra...) 3.Individuare gli elementi fisici e antropici che caratterizzano i vari tipi di paesaggio. Classe III 1.Leggere e interpretare la pianta dello spazio vicino e muoversi consapevolmente.. 2.Conoscere e descrivere gli elementi fisici e antropici che caratterizzano il proprio ambiente impegnandosi per la salvaguardia e la tutela. (contenuti e /o aree di studio) cl. I 1.a- Lettura e costruzione di piante riferite allo spazio circostante. 2.b- Conversazioni, osservazione della realtà, rappresentazioni grafiche, ascolto, verbalizzazione, percorsi, utilizzo di segni e simboli convenzionali e non. Lavori collettivi, di gruppo, individuali, utilizzando diversi materiali. Costruzione di manufatti. Uscite didattiche. cl. II 1.a-Lettura e costruzione di piante riferite allo spazio circostante e non. 2.b-Riconoscimento ed uso di punti di riferimento attraverso percorsi e schede operative. 3.c- Osservazione e descrizione degli elementi fisici e antropici attraverso anche l uso di immagini, foto, uscite sul territorio. cl. III 1.a- Riconoscimento ed uso di punti di riferimento attraverso percorsi e schede operative. 2.b- Osservazione e descrizione degli elementi fisici e antropici attraverso anche l uso di immagini, foto, uscite sul territorio. 2.c- Conoscenza e rispetto di regole per la tutela e la salvaguardia del territorio (raccolta differenziata). Livello di Eccellenza Voto 9 10/10 a- Legge e interpreta con sicurezza piante riferite allo spazio circostante. b- Conosce gli strumenti di orientamento e li sa usare correttamente per muoversi consapevolmente nello spazio. c-riconosce con sicurezza, tutti gli elementi fisici e antropici di un paesaggio e sa mettere in atto comportamenti responsabili a tutela dell ambiente. Livello intermedio Voto 7-8/10 a- Legge e interpreta piante riferite allo spazio circostante. b-conosce gli strumenti di orientamento e li usa correttamente in uno spazio vissuto. c- Riconosce gli elementi fisici e antropici di un paesaggio e sa mettere in atto comportamenti a tutela dell ambiente. a- Legge e riconosce piante riferite allo spazio circostante. b- Conosce gli strumenti di orientamento ma incontra difficoltà nel loro uso per muoversi consapevolmente nello spazio vissuto, anche se guidato. c- Riconosce in modo parziale gli elementi fisici e antropici di un paesaggio e sa mettere in atto comportamenti a tutela dell ambiente, se sollecitato. a- Incontra difficoltà nel leggere e riconoscere piante riferite allo spazio circostante. b- Conosce gli strumenti di orientamento ma non il loro uso non riuscendo a muoversi consapevolmente nello spazio vissuto. c- Incontra difficoltà nel riconoscimento degli elementi fisici e antropici di un paesaggio e ha difficoltà a mettere in atto comportamenti a tutela dell ambiente, se sollecitato. Livello di grave insufficienza Voto 0-4/10 a- Non legge e non riconosce piante riferite allo spazio circostante. Non conosce gli strumenti di orientamento e non sa muoversi nello spazio vissuto. b- Deve essere guidato nel riconoscimento degli elementi fisici e antropici di un paesaggio e non sa mettere in atto comportamenti a tutela dell ambiente, se sollecitato. c- Non riconosce gli elementi fisici e antropici di un paesaggio e non mette in atto comportamenti a tutela dell ambiente, anche se sollecitato.

3 Geografia - Biennio Scuola Primaria Indica -tori Paesaggi geografici Classe IV 1.Estendere le proprie carte mentali al territorio italiano e a spazi più lontani, attraverso gli strumenti dell'osservazione indiretta (filmati e fotografie, documenti cartografici e immagini da satellite, ecc.). 2.Conoscere e descrivere gli elementi caratterizzanti i principali paesaggi e gli elementi di particolare valore ambientale e culturale. 3.Conoscere il concetto polisemico di regione geografica (fisica, climatica, storico-culturale), in particolar modo, allo studio del contesto italiano. Classe V 1.Estendere le proprie carte mentali al territorio italiano e a spazi più lontani, attraverso gli strumenti dell'osservazione indiretta (filmati e fotografie, documenti cartografici e immagini da satellite, ecc.). 2.Conoscere e descrivere gli elementi caratterizzanti i principali paesaggi italiani, europei e mondiali, individuando le analogie e le differenze (anche in relazione ai quadri socio storici del passato) e gli elementi di particolare valore ambientale e culturale. 3.Conoscere il concetto polisemico di regione geografica (fisica, climatica, storico-culturale, amministrativa), in particolar modo, allo studio del contesto italiano. 4.Descrivere gli elementi caratterizzanti i principali paesaggi italiani, europei e mondiali. 5.Localizzare sulla carta geografica dell'italia la posizione delle regioni fisiche e amministrative. cl. IV (contenuti e o aree di studio) 1.a- Rappresentazioni spaziali mediante l esplorazione, l osservazione indiretta e il confronto. 2.b- Individuazione degli elementi fisici ed antropici che costituiscono il territorio italiano attraverso l uso della cartografia. 3.c- Conoscenza dei diversi significati di regione geografica (fisica, climatica, ecc ) ricavando informazioni da fonti diverse. cl. V 1.a- Rappresentazioni spaziali mediante l esplorazione, l osservazione indiretta e il confronto. 2.b- Individuazione degli elementi fisici ed antropici che costituiscono il territorio italiano, europeo e mondiale attraverso l uso della cartografia. 3.c- Conoscenza dei diversi significati di regione geografica (fisica, climatica, amministrativa, ecc ) ricavando informazioni da fonti diverse. 4.d- Conoscenza e descrizione dei principali elementi caratterizzanti i paesaggi italiani, europei e mondiali. 5.e- Individuazione delle analogie e delle differenze dei paesaggi considerati. Livello di Eccellenza Voto 9 10/10 a.b.c. Riconosce in modo esauriente gli interventi fondamentali apportati dall uomo nel territorio regionale e nazionale e comprende in modo corretto come egli abbia influito in particolare sulla modificazione degli ambienti naturali. d. Descrive un paesaggio con sicurezza, in modo completo,usando un linguaggio appropriato. e. Localizza autonomamente sulla carta geografica dell Italia la posizione delle regioni. Livello intermedio Voto 7-8/10 a.b.c. Riconosce gli interventi fondamentali apportati dall uomo nel territorio regionale e nazionale e comprende come egli abbia influito in particolare sulla modificazione degli ambienti naturali. d. Descrive un paesaggio in modo quasi completo, usando un linguaggio appropriato. e. Localizza sulla carta geografica dell Italia la posizione delle regioni. a.b.c. Riconosce in modo sufficiente gli interventi fondamentali apportati dall uomo nel territorio regionale e nazionale e comprende in modo parziale come egli abbia influito in particolare sulla modificazione degli ambienti naturali. d. Descrive un paesaggio in modo parziale, usando un linguaggio quasi sempre appropriato. e. Localizza sulla carta geografica dell Italia la posizione delle regioni, se aiutato a.b.c. Incontra difficoltà a riconoscere gli interventi fond-mentali apportati dall uomo nel territorio regionale e nazionale e a comprendere come egli abbia influito in particolare sulla modificazione degli ambienti naturali. d. Descrive con difficoltà un paesaggio usando un linguaggio molto semplice. e. Incontra difficoltà a localizzare sulla carta geografica dell Italia la posizione delle regioni, se aiutato. Livello di grave insufficienza Voto 0-4/10 a.b.c. Anche se aiutato incontra difficoltà a riconoscere gli interventi fondamentali apportati dall uomo nel territorio regionale e nazionale e non comprende come egli abbia influito in particolare sulla modificazione degli ambienti naturali. d. Deve essere guidato nella descrizione di un paesaggio. e. Non riesce a localizzare la posizione delle regioni sulla carta geografica dell Italia

4 Indica -tori Orientarsi nello spazio vissuto al termine della classe IV e V Classe IV 1.Comprendere che il territorio è costituito da elementi fisici e antropici connessi e interdipendenti e che l'intervento dell'uomo su uno solo di questi elementi si ripercuote a catena su tutti gli altri. 2.Analizzare fatti e fenomeni locali e globali, interpretando carte geografiche a diversa scala, carte tematiche, grafici, immagini da satellite. 3.Individuare le analogie e le differenze, in relazione ai quadri socio-storici del passato, agli elementi di particolare valore ambientale e culturale nei principali paesaggi italiani. 4.Conoscere e applicare il concetto polisemico di regione geografica (fisica, climatica), in particolar modo, allo studio del contesto italiano. 5.Orientarsi nello spazio e sulle carte geografiche, utilizzando la bussola e i punti cardinali. 6.Localizzare sulla carta geografica dell'italia la posizione delle regioni fisiche. 7.Individuare problemi relativi alla tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale, analizzando le soluzioni adottate e proponendo soluzioni idonee nel contesto vicino. Classe V 4.Conoscere e applicare il concetto polisemico di regione geografica (fisica, climatica, storico-culturale, amministrativa), in particolar modo, allo studio del contesto italiano. 6.Localizzare sulla carta geografica dell'italia la posizione delle regioni fisiche e amministrative. (contenuti e o aree di studio) cl. IV 1.a - Individuazione degli elementi fisici ed antropici che costituiscono un territorio attraverso schede e sussidi tecnologici (mappe satellitari.) 2.b- Lettura di carte geografiche a diversa scala, carte tematiche, grafici, immagini da satellite. 3.c- Confronto attraverso il dialogo e la discussione dopo la visione di audiovisivi. 4.d- Utilizzo di puzzle da comporre e scomporre (Italia e sue regioni). 5.e- Esecuzione di percorsi mediante punti di riferimento fissi; lettura di carte geografiche. 6.f- Lettura ed interpretazione di rappresentazioni cartografiche di vario genere, decodificandone simboli e legenda. 7.g- Comportamenti finalizzati al rispetto e alla tutela dell ambiente vissuto anche attraverso uscite didattiche. cl. V 1.a - Individuazione degli elementi fisici ed antropici che costituiscono un territorio attraverso schede e sussidi tecnologici (mappe satellitari.) 2.b- Lettura di carte geografiche a diversa scala, carte tematiche, grafici, immagini da satellite. 3.c- Confronto attraverso il dialogo e la discussione dopo la visione di audiovisivi. 4.d- Utilizzo di puzzle da comporre e scomporre (Italia e regioni, paesi europei ed extraeuropei). 5.e- Esecuzione di percorsi mediante punti di riferimento fissi; lettura di carte geografiche. 6.f- Lettura ed interpretazione di rappresentazioni cartografiche di vario genere, decodificandone simboli e legenda. 7.g- Comportamenti finalizzati al rispetto e alla tutela dell ambiente vissuto anche attraverso uscite didattiche. Livello di Eccellenza Voto 9 10/10 a. b. Conosce in modo esauriente i tratti peculiari dell Italia fisica e politica. c. d. Sa collegare pienamente aspetti e risorse dell ambiente e condizioni di vita dell uomo. e. f. Si orienta con sicurezza nello spazio fisico e cartografico. g. Possiede elevate capacità di individuare modalità di intervento idonee a garantire il rispetto e la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale italiano. Livello intermedio Voto 7-8/10 a. b. Conosce in modo corretto i tratti peculiari dell Italia fisica e politica. c. d. Sa collegare correttamente aspetti e risorse dell ambiente e condizioni di vita dell uomo. e. f. Si orienta nello spazio fisico e cartografico. g. Possiede buone capacità di individuare modalità di intervento idonee a garantire il rispetto e la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale italiano a. b. Conosce in modo essenziale i tratti peculiari dell Italia fisica e politica. c. d. Sa collegare in modo parziale aspetti e risorse dell ambiente e condizioni di vita dell uomo. e. f. Si orienta con sufficiente sicurezza nello spazio fisico e cartografico. g. Possiede sufficienti capacità di individuare modalità di intervento idonee a garantire il rispetto e la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale italiano. a. b. Conosce in modo frammentario i tratti peculiari dell Italia fisica e politica. c. d. Sa collegare in modo confuso aspetti e risorse dell ambiente e condizioni di vita dell uomo. e. f. E incerto nell orientarsi nello spazio fisico e cartografico. g. Incontra difficoltà ad individuare modalità di intervento idonee a garantire il rispetto e la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale italiano. Livello di grave insufficienza Voto 0-4/10 a. b. c. d. Anche se aiutato incontra difficoltà a riconoscere gli interventi fondamentali apportati dall uomo nel territorio dimostra difficoltà a collegare correttamente aspetti e risorse dell ambiente e condizioni di vita dell uomo. e. f. g. Anche se aiutato, incontra difficoltà nell orientarsi nello spazio fisico e cartografico e dimostra difficoltà a individuare modalità di intervento idonee a garantire il rispetto e la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale italiano

5 Geografia - classe I Scuola Secondaria Indicatori (contenuti e o aree di studio) 1. Interpretare e confrontare alcuni caratteri dei paesaggi italiani ed europei anche in relazione alla loro evoluzione nel tempo. 2. Leggere e interpretare i vari tipi di carte geografiche. Le carte geografiche L aspetto fisico dell Europa La popolazione europea Il settore primario Il settore secondario Il settore terziario Identifica ed analizza con sicurezza gli elementi caratteristici di un contesto geografico; utilizza in modo consapevole i diversi tipi di carte. Identifica ed analizza con discreta precisione gli elementi caratteristici di un contesto geografico; utilizza in modo corretto i diversi tipi di carte. Paesaggi geografici Identifica ed analizza gli elementi essenziali di un contesto geografico; utilizza in modo sufficientemente appropriato i diversi tipi di carte. Fatica a identificare gli elementi essenziali di un contesto geografico e utilizza i diversi tipi di carte solo se guidato. Orientarsi nello spazio vissuto e rappresentato 1. Orientarsi sulle carte e orientare le carte in base ai punti cardinali e a punti di riferimento fissi 2. Orientarsi nelle realtà territoriali lontane, anche attraverso l utilizzo dei programmi multimediali. Le carte geografiche L aspetto fisico dell Europa La popolazione europea Il settore primario Il settore secondario Il settore terziario Evidenzia gravi difficoltà a identificare gli elementi essenziali di un contesto geografico e non sa utilizzare i diversi tipi di carte. Sa individuare con coerenza le relazioni tra fatti e fenomeni e i rapporti di causa-effetto, orientandosi con sicurezza nello spazio. Sa individuare le relazioni tra fatti e fenomeni e i rapporti di causa-effetto, orientandosi nello spazio in modo adeguato. Sa individuare le relazioni essenziali tra fatti e fenomeni e i rapporti di causa-effetto, orientandosi nello spazio in modo accettabile. Ha difficoltà ad individuare relazioni tra fatti e fenomeni e rapporti di causa-effetto; si orienta nello spazio in modo parziale. Non sa individuare relazioni tra fatti e fenomeni e rapporti di causa-effetto; non è in grado di orientarsi nello spazio.

6 1. Utilizzare il linguaggio specifico della disciplina. 2. Analizzare i più significativi temi antropici, economici, ecologici e storici d Italia e d Europa. Le carte geografiche L aspetto fisico dell Europa La popolazione europea Il settore primario Il settore secondario Il settore terziario Sa descrivere paesaggi e sistemi territoriali in modo corretto e preciso; sa produrre autonomamente relazioni, sintesi, ricerche. Sa descrivere paesaggi e sistemi territoriali in modo adeguato; sa produrre relazioni, sintesi, ricerche. Produzione Livello di sufficienzavoto 6/10 Sa descrivere gli elementi essenziali di paesaggi e sistemi territoriali se guidato; sa produrre relazioni, sintesi sotto la guida dell insegnante. Livello di insufficienzavoto 5/10 Ha difficoltà nel descrivere gli elementi essenziali di paesaggi e sistemi territoriali; sa produrre essenziali relazioni e sintesi soltanto sotto la guida costante dell insegnante. Livello di grave insufficienzavoto 0-4/10 Ha gravi difficoltà nel descrivere gli elementi essenziali di paesaggi e sistemi territoriali; non è in grado di produrre relazioni e sintesi.

7 Geografia - classe II Scuola Secondaria Indicatori (contenuti e o aree di studio) Paesaggi geografici 1. Interpretare e confrontare alcuni caratteri dei paesaggi europei anche in relazione alla loro evoluzione nel tempo. 2. Leggere e interpretare i vari tipi di carte geografiche. 3. Consolidare il concetto di regione geografica (fisica, climatica, storica, economica) applicandolo agli stati europei. 4. Utilizzare modelli interpretativi di assetti territoriali dei principali Paesi europei in relazione alla loro evoluzione storico-politicoeconomica. L Unione europea Territorio, economia, società, storia e arte dei principali stati europei. Identifica ed analizza con sicurezza gli elementi caratteristici di un contesto geografico; utilizza in modo consapevole i diversi tipi di carte. Identifica ed analizza con discreta precisione gli elementi caratteristici di un contesto geografico; utilizza in modo corretto i diversi tipi di carte. Identifica ed analizza gli elementi essenziali di un contesto geografico; utilizza in modo sufficientemente appropriato i diversi tipi di carte. Fatica a identificare gli elementi essenziali di un contesto geografico e utilizza i diversi tipi di carte solo se guidato. Orientarsi nello spazio vissuto e rappresentato 1. Orientarsi sulle carte e orientare le carte in base ai punti cardinali e a punti di riferimento fissi 2. Orientarsi nelle realtà territoriali lontane, anche attraverso l utilizzo dei programmi multimediali. L Unione europea Territorio, economia, società, storia e arte dei principali stati europei. Evidenzia gravi difficoltà a identificare gli elementi essenziali di un contesto geografico e non sa utilizzare i diversi tipi di carte. Sa individuare con coerenza le relazioni tra fatti e fenomeni e i rapporti di causa-effetto, orientandosi con sicurezza nello spazio. Sa individuare le relazioni tra fatti e fenomeni e i rapporti di causa-effetto, orientandosi nello spazio in modo adeguato. Sa individuare le relazioni essenziali tra fatti e fenomeni e i rapporti di causa-effetto, orientandosi nello spazio in modo accettabile. Ha difficoltà ad individuare relazioni tra fatti e fenomeni e rapporti di causa-effetto; si orienta nello spazio in modo parziale. Non sa individuare relazioni tra fatti e fenomeni e rapporti di causa-effetto; non è in grado di orientarsi nello spazio.

8 Produzione 1. Utilizzare il linguaggio specifico della disciplina. 2. Analizzare i più significativi temi antropici, economici, ecologici e storici degli stati europei. 3. Saper confrontare e mettere in relazione i principali aspetti fisici, antropici degli stati europei. L Unione europea Territorio, economia, società, storia e arte dei principali stati europei. Sa descrivere paesaggi e sistemi territoriali in modo corretto e preciso; sa produrre autonomamente relazioni, sintesi, ricerche. Sa descrivere paesaggi e sistemi territoriali in modo adeguato; sa produrre relazioni, sintesi, ricerche. Sa descrivere gli elementi essenziali di paesaggi e sistemi territoriali se guidato; sa produrre relazioni, sintesi sotto la guida dell insegnante. Ha difficoltà nel descrivere gli elementi essenziali di paesaggi e sistemi territoriali; sa produrre essenziali relazioni e sintesi soltanto sotto la guida costante dell insegnante. Ha gravi difficoltà nel descrivere gli elementi essenziali di paesaggi e sistemi territoriali; non è in grado di produrre relazioni e sintesi.

9 Geografia - classe III Scuola Secondaria Indicatori (contenuti e o aree di studio) Paesaggi geografici Orientarsi nello spazio 1. Interpretare e confrontare alcuni caratteri dei paesaggi extraeuropei anche in relazione alla loro evoluzione nel tempo. 2. Leggere e interpretare i vari tipi di carte geografiche. 3. Consolidare il concetto di regione geografica (fisica, climatica, storica, economica) applicandolo agli stati extraeuropei. 4. Riconoscere nei paesaggi mondiali gli elementi fisici significativi e le emergenze storiche, artistiche e architettoniche, come patrimonio naturale e culturale da tutelare e valorizzare. 1. Orientarsi sulle carte e orientare le carte in base ai punti cardinali e a punti di riferimento fissi 2. Orientarsi nelle realtà territoriali lontane, anche attraverso l utilizzo di nuovi strumenti e metodi di rappresentazione dello spazio geografico. Elementi di geografia astronomica Climi e ambienti naturali Elementi di geografia umana Problemi e risorse del nostro millennio. Territorio, economia, società, storia e arte dei principali stati extraeuropei. L Unione europea Territorio, economia, società, storia e arte dei principali stati europei. Elementi di geografia astronomica Climi e ambienti naturali Elementi di geografia umana Problemi e risorse del nostro millennio. Territorio, economia, società, storia e arte dei principali stati extraeuropei. Identifica ed analizza con sicurezza gli elementi caratteristici di un contesto geografico; utilizza in modo consapevole i diversi tipi di carte. Identifica ed analizza con discreta precisione gli elementi caratteristici di un contesto geografico; utilizza in modo corretto i diversi tipi di carte. Identifica ed analizza gli elementi essenziali di un contesto geografico; utilizza in modo sufficientemente appropriato i diversi tipi di carte. Fatica a identificare gli elementi essenziali di un contesto geografico e utilizza i diversi tipi di carte solo se guidato. Evidenzia gravi difficoltà a identificare gli elementi essenziali di un contesto geografico e non sa utilizzare i diversi tipi di carte. Sa individuare con coerenza le relazioni tra fatti e fenomeni e i rapporti di causa-effetto, orientandosi con sicurezza nello spazio. Sa individuare le relazioni tra fatti e fenomeni e i rapporti di causa-effetto, orientandosi nello spazio in modo adeguato. Sa individuare le relazioni essenziali tra fatti e fenomeni e i rapporti di causa-effetto, orientandosi nello spazio in modo accettabile. Ha difficoltà ad individuare relazioni tra fatti e fenomeni e rapporti di causa-effetto; si orienta nello spazio in modo parziale. Non sa individuare relazioni tra fatti e fenomeni e rapporti di causa-effetto; non è in grado di orientarsi nello spazio.

10 Produzione 1. Utilizzare il linguaggio specifico della disciplina. 2. Analizzare i più significativi temi antropici, economici, ecologici e storici degli stati extraeuropei. 3. Saper confrontare e mettere in relazione i principali aspetti fisici, antropici degli stati extraeuropei. 4. Saper argomentare sui principali problemi del mondo attuale. Elementi di geografia astronomica Climi e ambienti naturali Elementi di geografia umana Problemi e risorse del nostro millennio. Territorio, economia, società, storia e arte dei principali stati extraeuropei. Sa descrivere paesaggi e sistemi territoriali in modo corretto e preciso; sa produrre autonomamente relazioni, sintesi, ricerche. Sa descrivere paesaggi e sistemi territoriali in modo adeguato; sa produrre relazioni, sintesi, ricerche. Sa descrivere gli elementi essenziali di paesaggi e sistemi territoriali se guidato; sa produrre relazioni, sintesi sotto la guida dell insegnante. Ha difficoltà nel descrivere gli elementi essenziali di paesaggi e sistemi territoriali; sa produrre essenziali relazioni e sintesi soltanto sotto la guida costante dell insegnante. Ha gravi difficoltà nel descrivere gli elementi essenziali di paesaggi e sistemi territoriali; non è in grado di produrre relazioni e sintesi.

CURRICOLO DI GEOGRAFIA. INDICATORI OBIETTIVI di APPRENDIMENTO STANDARD PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DELL ALUNNO

CURRICOLO DI GEOGRAFIA. INDICATORI OBIETTIVI di APPRENDIMENTO STANDARD PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DELL ALUNNO CURRICOLO DI GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Riconoscere ed indicare la posizione di oggetti nello spazio vissuto rispetto ai punti di riferimento. Utilizzare correttamente gli organizzatori spaziali.

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA SCUOLA DELL INFANZIA Orientamento Collocare se stessi, oggetti e persone nello spazio. Seguire correttamente un percorso sulla base di indicazioni verbali. Linguaggio Utilizzare

Dettagli

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO ALTO ORVIETANO - FABRO SCUOLA DELL INFANZIA GEOGRAFIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO ALTO ORVIETANO - FABRO SCUOLA DELL INFANZIA GEOGRAFIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO ALTO ORVIETANO - FABRO SCUOLA DELL INFANZIA MACRO INDICATORI PRIMO ANNO SECONDO ANNO ULTIMO ANNO Orientamento Linguaggio della geo-graficità Paesaggio Sperimentare con il corpo

Dettagli

di apprendimento 1.ORIENTAMENTO NELLO SPAZIO E PUNTI DI RIFERIMENTO

di apprendimento 1.ORIENTAMENTO NELLO SPAZIO E PUNTI DI RIFERIMENTO classe Prima Primaria 1. ORIENTAMENTO NELLO SPAZIO E PUNTI DI RIFERIMENTO 2. LINGUAGGIO DELLA GEO-GRAFICITA 1.1 Conoscere i termini degli indicatori topologici e loro significato 1.2 Riconoscere la posizione

Dettagli

IC SIGNA-Secondaria-PROGRAMMAZIONE ANNUALE di GEOGRAFIA (In raccordo con Curricolo verticale e Indicazioni nazionali)

IC SIGNA-Secondaria-PROGRAMMAZIONE ANNUALE di GEOGRAFIA (In raccordo con Curricolo verticale e Indicazioni nazionali) IC SIGNA-Secondaria-PROGRAMMAZIONE ANNUALE di GEOGRAFIA (In raccordo con Curricolo verticale e Indicazioni nazionali) CLASSE PRIMA GRIGLIA N 1 ORIENTAMENTO Lo studente si orienta nello spazio e sulle carte

Dettagli

GEOGRAFIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

GEOGRAFIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L'alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali;

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI GEOGRAFIA

CURRICOLO DISCIPLINARE DI GEOGRAFIA A.S. 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Palena-Torricella Peligna Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Palena (CH) SCUOLA SECONDARIA

Dettagli

DISCIPLINA : GEOGRAFIA CLASSE PRIMA primaria. TRAGUARDI DI APPRENDIMENTO (AL TERMINE DI: CL. 3^ primaria )

DISCIPLINA : GEOGRAFIA CLASSE PRIMA primaria. TRAGUARDI DI APPRENDIMENTO (AL TERMINE DI: CL. 3^ primaria ) DISCIPLINA : GEOGRAFIA CLASSE PRIMA primaria TRAGUARDI DI APPRENDIMENTO (AL TERMINE DI: CL. 3^ primaria ) L alunno si orienta nello spazio circostante utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali.

Dettagli

Istituto Comprensivo n. 15 Bologna SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE G. ZAPPA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DI GEOGRAFIA

Istituto Comprensivo n. 15 Bologna SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE G. ZAPPA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DI GEOGRAFIA Istituto Comprensivo n. 15 Bologna SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE G. ZAPPA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DI GEOGRAFIA GEOGRAFIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Dettagli

GEOGRAFIA - CLASSE PRIMA. Rappresentare graficamente gli posizione propria, di altri o di oggetti. termini adatti (sopra/sotto,

GEOGRAFIA - CLASSE PRIMA. Rappresentare graficamente gli posizione propria, di altri o di oggetti. termini adatti (sopra/sotto, GEO - CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA Utilizza correttamente gli indicatori spaziali per muoversi consapevolmente nello spazio circostante. Individua le

Dettagli

Geografia. Competenze da raggiungere al termine delle classe seconda

Geografia. Competenze da raggiungere al termine delle classe seconda Geografia Competenze da raggiungere al termine delle classe seconda Sa orientarsi nello spazio vissuto e rappresentato utilizzando gli indicatori spaziali adeguati. Sa effettuare e descrivere percorsi

Dettagli

GEOGRAFIA SCUOLA INFANZIA COMPETENZE SPECIFICHE

GEOGRAFIA SCUOLA INFANZIA COMPETENZE SPECIFICHE GEOGRAFIA COMPETENZE SPECIFICHE AMBIENTE NATURALE E ANTROPICO Conoscere e collocare nello spazio elementi relativi all ambiente di vita, al paesaggio naturale e. Individuare caratteristiche nel paesaggio

Dettagli

CURRICOLO DI GEOGRAFIA

CURRICOLO DI GEOGRAFIA CURRICOLO DI GEOGRAFIA CLASSE PRIMA OBIETTIVO GENERALE: orientarsi nello spazio vissuto Sa rappresentare lo spazio vissuto Sa tracciare percorsi Sa esplorare e riconoscere gli spazi vissuti Sa individuare

Dettagli

Competenza chiave COMPETENZA DI BASE IN GEOGRAFIA CLASSE I

Competenza chiave COMPETENZA DI BASE IN GEOGRAFIA CLASSE I Competenza chiave CLASSE I Competenze specifiche Orientarsi nell'ambiente scolastico; Riconoscere le funzioni di locali e arredi e le regole di utilizzo degli spazi scolastici. Riconoscere la propria posizione

Dettagli

ISTITUTO SAN GABRIELE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PARITARIA VIA CASSIA KM 16 00123 ROMA

ISTITUTO SAN GABRIELE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PARITARIA VIA CASSIA KM 16 00123 ROMA ISTITUTO SAN GABRIELE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO PARITARIA VIA CASSIA KM 16 00123 ROMA ANNO SCOLASTICO 2013-2014 CLASSE II a GEOGRAFIA prof. Cimarelli Settimio Prospetto UDA UDA 1 - CULTURA E TERRITORIO

Dettagli

CURRICOLO GEOGRAFIA, BEI SCUOLA PRIMARIA Classe 1, 2, 3

CURRICOLO GEOGRAFIA, BEI SCUOLA PRIMARIA Classe 1, 2, 3 CURRICOLO GEOGRAFIA, BEI SCUOLA PRIMARIA Classe 1, 2, 3 Nuclei tematici Linguaggio specifico Traguardi per lo sviluppo della competenza L alunno conosce alcuni termini specifici del linguaggio geografico

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE DISCIPLINARI CURRICOLO DI GEOGRAFIA CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE DISCIPLINARI CURRICOLO DI GEOGRAFIA CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA Competenza 1 CURRICOLO DI GEOGRAFIA CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA 1.a Orientarsi nello spazio circostante usando indicatori topologici. Gli indicatori topologici. Spostamenti nello spazio. Diversi punti

Dettagli

CURRICOLO DI GEOGRAFIA

CURRICOLO DI GEOGRAFIA CURRICOLO DI GEOGRAFIA GEOGRAFIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO STANDARD DI APPRENDIMENTO ATTESI Orientarsi nello spazio e sapersi collocare rispetto ai vari punti di riferimento 1.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di GEOGRAFIA 2 QUADRIMESTRE CLASSE PRIMA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di GEOGRAFIA 2 QUADRIMESTRE CLASSE PRIMA PROGRAMMAZIONE di GEOGRAFIA 2 QUADRIMESTRE CLASSE PRIMA 1. L alunno individua, conosce e confronta gli ambienti come un sistema territoriale costituito da elementi fisici e antropici legati da rapporti

Dettagli

GEOGRAFIA CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

GEOGRAFIA CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ICTORRIMPIETRA GEOGRAFIA CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 A.ORIENTAMENTO L alunno/a si orienta nello spazio circostante utilizzando i riferimenti topologici. 1.Collocare se stesso e gli oggetti in

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA RONZO-CHIENIS

SCUOLA PRIMARIA RONZO-CHIENIS ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI Via Giovanni XXIII, n. 64-38065 MORI Cod. Fisc. 94024510227 - Tel. 0464-918669 Fax 0464-911029 www.icmori.it e-mail: segr.ic.mori@scuole.provincia.tn.it REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA PRIMARIA

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA PRIMARIA Istituto Comprensivo di Mazzano IL CURRICOLO DELLA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO 1

UNITA DI APPRENDIMENTO 1 Classi 1B - 1C Disciplina: GEOGRAFIA La geografia studia i rapporti delle società umane tra loro e con il pianeta che le ospita. E disciplina di cerniera per eccellenza poiché consente di mettere in relazione

Dettagli

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE. Tavola di sintesi delle unità di apprendimento da svolgere nel corrente a.s. 2015/16 PROGETTAZIONE ANNUALE DIDATTICA

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE. Tavola di sintesi delle unità di apprendimento da svolgere nel corrente a.s. 2015/16 PROGETTAZIONE ANNUALE DIDATTICA PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE Docente Plesso SBRANA-LAMBRUSCHINI-TENUTA Classe IV Sezione Disciplina GEOGRAFIA Tavola di sintesi delle unità di apprendimento da svolgere nel corrente a.s. 2015/16 PROGETTAZIONE

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale del Veneto

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale del Veneto Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale del Veneto Istituto Comprensivo di Bosco Chiesanuova Piazzetta Alpini 5 37021 Bosco Chiesanuova Tel 045 6780 521-

Dettagli

GEOGRAFIA- SCUOLA PRIMARIA

GEOGRAFIA- SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA- SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici, punti cardinali. Si rende

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DI GEOGRAFIA CLASSE PRIMA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DI GEOGRAFIA CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA competenze al termine della classe I L alunno: si orienta nello spazio circostante utilizzando riferimenti topologici. Si muove consapevolmente nello spazio circostante, sapendosi orientare

Dettagli

GEOGRAFIA CLASSE PRIMA

GEOGRAFIA CLASSE PRIMA ELABORATO DAI DOCENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE DIDATTICA 5 CIRCOLO anno scolastico 2012-2013 CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA Si orienta nello spazio

Dettagli

DISCIPLINA: GEOGRAFIA

DISCIPLINA: GEOGRAFIA CLASSE: 1 a Scuola Primaria 1.Si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali Acquisire e consolidare a livello corporeo, manipolativo

Dettagli

Indicazioni metodologiche:

Indicazioni metodologiche: OMPETENZ EUROPE GEOGRFI E USO UMNO DEL TERRITORIO Indicazioni metodologiche: L approccio senso-percettivo all ambiente circostante rappresenta nei primi anni della scuola primaria il fulcro centrale dell'attività

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE SAN MARCO CURRICOLO VERTICALE GEOGRAFIA

ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE SAN MARCO CURRICOLO VERTICALE GEOGRAFIA ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE SAN MARCO SCUOLA DELL'INFANZIA ABILITA' CONOSCENZE COMPETENZE COMPITO AUTENTICO Conoscere i diversi spazi in cui muoversi. Rappresentare se stessi, gli altri e gli oggetti nello

Dettagli

Programmazione di Geografia Scuola Secondaria di I grado. Classe prima

Programmazione di Geografia Scuola Secondaria di I grado. Classe prima Programmazione di Geografia Scuola Secondaria di I grado Classe prima Indicatori di COMPETENZA OBIETTIVI\ABILITÁ CONOSCENZE 1.1 Riconoscere le caratteristiche dell'ambiente studiato Orientamento 1.2 Distinguere

Dettagli

COMPETENZE DI BASE IN GEOGRAFIA

COMPETENZE DI BASE IN GEOGRAFIA DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: Fonti di legittimazione: TRAGUARDI ALLA FINE DEL PRIMO CICLO Lo studente si orienta nello spazio e sulle carte di diversa

Dettagli

GEOGRAFIA Programmazione disciplinare Classe Prima

GEOGRAFIA Programmazione disciplinare Classe Prima GEOGRAFIA Programmazione disciplinare Classe Prima COMPETENZE Osserva e riconosce prontamente nel paesaggio gli elementi antropo-fisici. Utilizza in modo sicuro ed autonomo il linguaggio e gli strumenti

Dettagli

Grande gruppo e piccolo gruppo Tutoraggio tra pari/peer tutoring

Grande gruppo e piccolo gruppo Tutoraggio tra pari/peer tutoring UNITA DI APPRENDIMENTO n.1 Denominazione LO STUDIO E GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA Ricavare informazioni geografiche da fonti cartografiche, fotografiche,. Utilizza il linguaggio della geo-graficità per

Dettagli

DISCIPLINA: GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA: CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITA VERIFICA E VALUTAZIONE

DISCIPLINA: GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA: CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITA VERIFICA E VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA: CLASSE PRIMA 1. Utilizzare gli indicatori topologici 2. Rappresentare graficamente spazi e percorsi in ambiti limitati e conosciuti. 3. Individuare i cambiamenti avvenuti in uno spazio

Dettagli

IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO GEOGRAFIA

IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO GEOGRAFIA IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO GEOGRAFIA GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA - CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE METODOLOGIE

Dettagli

PROGETTO DI CARTOGRAFIA PER LA SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO DI CARTOGRAFIA PER LA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO2 NORD SCUOLA PRIMARIA PROGETTO DI CARTOGRAFIA PER LA SCUOLA PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2012/13 INSEGNANTE REFERENTE: Ferrari Elisa SASSUOLO E LA CARTOGRAFIA PRESENTAZIONE DEL

Dettagli

CLASSI SECONDE LA PROGRAMMAZIONE. - Potenziare il possesso di una lingua sempre più ricca lessicalmente nella molteplicità delle sue espressioni

CLASSI SECONDE LA PROGRAMMAZIONE. - Potenziare il possesso di una lingua sempre più ricca lessicalmente nella molteplicità delle sue espressioni CLASSI SECONDE LA PROGRAMMAZIONE ITALIANO - Potenziare il possesso di una lingua sempre più ricca lessicalmente nella molteplicità delle sue espressioni - Potenziare l ascolto reciproco, il rispetto e

Dettagli

CURRICOLO DI GEOGRAFIA BIENNIO

CURRICOLO DI GEOGRAFIA BIENNIO CURRICOLO DI GEOGRAFIA BIENNIO INDICATORI OBIETTIVI SPECIFICI CONTENUTI CARTE MENTALI Disegnare carte mentali utilizzando la simbologia convenzionale per riconoscere la propria posizione rispetto alla

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOAVE SCUOLA PRIMARIA (scuola secondaria ) TRAGUARDI FORMATIVI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOAVE SCUOLA PRIMARIA (scuola secondaria ) TRAGUARDI FORMATIVI ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOAVE SCUOLA PRIMARIA (scuola secondaria ) COMPETENZA CHIAVE EUROPEA TRAGUARDI FORMATIVI CLASSE FINE TERZA SCUOLA PRIMARIA ORIENTAMENTO Orientarsi nello spazio circostante e sulle

Dettagli

Progetto di cartografia per conoscere il paesaggio. Direzione didattica Sassuolo 2 circolo

Progetto di cartografia per conoscere il paesaggio. Direzione didattica Sassuolo 2 circolo Progetto di cartografia per conoscere il paesaggio Direzione didattica Sassuolo 2 circolo Anno scolastico 2011/12 Insegnante referente: Ferrari Elisa SASSUOLO E LA CARTOGRAFIA Presentazione del progetto

Dettagli

SCOPI E FINALITA NELL APPRENDIMENTO DELLA GEOGRAFIA TURISTICA NEGLI ISTITUTI TECNICI COMMERCIALI A INDIRIZZO TURISTICO (TRIENNIO)

SCOPI E FINALITA NELL APPRENDIMENTO DELLA GEOGRAFIA TURISTICA NEGLI ISTITUTI TECNICI COMMERCIALI A INDIRIZZO TURISTICO (TRIENNIO) SCOPI E FINALITA NELL APPRENDIMENTO DELLA GEOGRAFIA TURISTICA NEGLI ISTITUTI TECNICI COMMERCIALI A INDIRIZZO TURISTICO (TRIENNIO) COMPETENZE GENERALI Usare termini e concetti fondamentali del linguaggio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE PRIMA TECNICO GRAFICO GEOGRAFIA Anno Scolastico 2015/2016 CLASSI 1^ Tecnico Grafico

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE PRIMA TECNICO GRAFICO GEOGRAFIA Anno Scolastico 2015/2016 CLASSI 1^ Tecnico Grafico PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE PRIMA TECNICO GRAFICO CLASSI 1^ Tecnico Grafico. antropica e riconoscere nelle varie forme i concetti di sistema e complessità dell Italia e dell Europa attraverso il confronto

Dettagli

Contenuti : l Italia fisica e politica anche in relazione all Europa e agli altri continenti

Contenuti : l Italia fisica e politica anche in relazione all Europa e agli altri continenti ISTITUTO COMPRENSIVO VARALLO Ordine di scuola Primaria Classi quinte Ambito/disciplina: geografia Competenze: L alunno si orienta nello spazio circostante(territorio/italia)e sulle carte e sa rappresentarlo

Dettagli

Programmazione annuale STORIA CLASSE 4ªA

Programmazione annuale STORIA CLASSE 4ªA Programmazione annuale Disciplina: Storia I. C. San Donato Plesso Caniga Competenze trasversali STORIA CLASSE 4ªA Imparare ad imparare Collaborare e partecipare Acquisire e interpretare l informazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DIVISIONE JULIA TRIESTE, ANNO SCOLASTICO 2014-15 Scuola Primaria Dardi - CURRICOLI VERTICALI. GEOGRAFIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DIVISIONE JULIA TRIESTE, ANNO SCOLASTICO 2014-15 Scuola Primaria Dardi - CURRICOLI VERTICALI. GEOGRAFIA GEOGRAFIA PRIMARIA CLASSE PRIMA NUCLEI COMPETENZE OBIETTIVI DESCRITTORI CONOSCENZE ORIENTAMENTO L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MEZZOLOMBARDO PIANI DI STUDIO D ISTITUTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MEZZOLOMBARDO PIANI DI STUDIO D ISTITUTO Biennio: PRIMO (classe prima e seconda scuola primaria) COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE Traguardi di sviluppo della competenza a fine biennio 1. Leggere l organizzazione di un territorio, utilizzando il

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO INGLESE. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO INGLESE. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO INGLESE Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione Descrittori Descrittori Descrittori 1.1.1 E in grado di comprendere testi e altre fonti di informazione

Dettagli

CLASSI TERZE LA PROGRAMMAZIONE

CLASSI TERZE LA PROGRAMMAZIONE Obiettivi generali del processo formativo CLASSI TERZE LA PROGRAMMAZIONE La comunicazione nella madrelingua: la capacità di esprimere e interpretare concetti, pensieri, sentimenti, fatti e opinioni in

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LOGRATO SCUOLA SECONDARA DI PRIMO GRADO G. CERUTI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI GEOGRAFIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LOGRATO SCUOLA SECONDARA DI PRIMO GRADO G. CERUTI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI GEOGRAFIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI LOGRATO SCUOLA SECONDARA DI PRIMO GRADO G. CERUTI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI GEOGRAFIA a.s. 2010-2011 Docenti : Margherita Lucchi, Luciana Beretti, Cristina Lanzini, Maria Giuliana

Dettagli

STRUTTURA UDA RIF. UDA N 1 V. SOLAZZO A PRESENTAZIONE. CLASSI I -Indirizzo Arti Ausiliarie delle Professioni Sanitarie- ODONTOTECNICO

STRUTTURA UDA RIF. UDA N 1 V. SOLAZZO A PRESENTAZIONE. CLASSI I -Indirizzo Arti Ausiliarie delle Professioni Sanitarie- ODONTOTECNICO STRUTTURA UDA UNITÀ DIDATTICA DI APPRENDIMENTO: DISEGNO E MODELLAZIONE ODONTOTECNICA RIF. UDA N 1 V. SOLAZZO A.S. 2015/2016 TITOLO: CONOSCENZA DEL DISEGNO, MATERIALI E STRUMENTI PER LA REALIZZAZIONE DI

Dettagli

ARTE E IMMAGINE NUCLEI FONDANTI DELLA DISCIPLINA. riconoscere ed usare i linguaggi visivi. Produzione e rielaborazione dei messaggi visivi.

ARTE E IMMAGINE NUCLEI FONDANTI DELLA DISCIPLINA. riconoscere ed usare i linguaggi visivi. Produzione e rielaborazione dei messaggi visivi. ARTE E IMMAGINE NUCLEI FONDANTI DELLA DISCIPLINA Capacità di vedere osservare e comprendere riconoscere ed usare i linguaggi visivi. Conoscenza ed uso delle tecniche espressive. Produzione e rielaborazione

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER IL RILIEVO ARCHITETTONICO

TECNICO SUPERIORE PER IL RILIEVO ARCHITETTONICO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE EDILIZIA TECNICO SUPERIORE PER IL RILIEVO ARCHITETTONICO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013-'14 PROF. SSA RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE I B DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013

ANNO SCOLASTICO 2013-'14 PROF. SSA RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE I B DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-'14 PROF. SSA RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE I B DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO - MINEO

ISTITUTO COMPRENSIVO - MINEO CURRICOLO di GEOGRAFIA INDICATORI CLASSE PRIMA NELLO SPAZIO Riconoscere ed indicare la posizione di oggetti nello spazio vissuto rispetto a punti di riferimento. Utilizzare correttamente gli organizzatori

Dettagli

STORIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

STORIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA STORIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L'alunno riconosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita; Riconosce ed esplora in modo via via più

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO SCIENZE DELIBERATO ANNO SCOL. 2015/2016

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO SCIENZE DELIBERATO ANNO SCOL. 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DELIBERATO ANNO SCOL. 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZA DI Mettere in relazione il pensare con il fare. Affrontare situazioni problematiche ipotizzando soluzioni,

Dettagli

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DI GEOGRAFIA (CLASSI TERZE) secondo le Indicazioni del 2012.

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DI GEOGRAFIA (CLASSI TERZE) secondo le Indicazioni del 2012. PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DI GEOGRAFIA (CLASSI TERZE) secondo le Indicazioni del 2012. NUMERO UDA TITOLO PERIODO ORIENTATIVO DI SVILUPPO UDA N.1 Mi oriento nello spazio e riconosco Ottobre/Novembre/Dicembre/Gennaio

Dettagli

STORIA E GEOGRAFIA LINEE GENERALI E COMPETENZE. Storia. Geografia

STORIA E GEOGRAFIA LINEE GENERALI E COMPETENZE. Storia. Geografia STORIA E GEOGRAFIA LINEE GENERALI E COMPETENZE Al termine del corso di studi lo studente dovrà conoscere i principali eventi della storia di Europa e dell Italia dall antichità al XIII secolo, esser consapevole

Dettagli

PERCORSO DI RICERCA ALL INTERNO DEL PROGETTO DI

PERCORSO DI RICERCA ALL INTERNO DEL PROGETTO DI PERCORSO DI RICERCA ALL INTERNO DEL PROGETTO DI PLESSO TRA TERRA E ACQUA CLASSE PRIMA Scuola Primaria G Carducci di Levada PERCORSO GEOGRAFICO SCIENTIFICO GEOGRAFIA SCIENZE AREE DISCIPLINARI COINVOLTE

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MATERIA GEOGRAFIA CLASSE 3^ INDIRIZZO TURISTICO UdA n. 1 Titolo: LA GEOGRAFIA DEL TURISMO Individuare gli aspetti del turismo e riconoscere l'impatto ambientale, economico-socio-culturale del turismo Riconoscere

Dettagli

LINGUA ITALIANA L.E.1 ASCOLTARE, COMPRENDERE E COMUNICARE ORALMENTE. L.E.2 LEGGERE E COMPRENDERE TESTI DI VARIO TIPO.

LINGUA ITALIANA L.E.1 ASCOLTARE, COMPRENDERE E COMUNICARE ORALMENTE. L.E.2 LEGGERE E COMPRENDERE TESTI DI VARIO TIPO. LINGUA ITALIANA L.E.1 ASCOLTARE, COMPRENDERE E COMUNICARE ORALMENTE. 1a. Prestare attenzione e dimostrare di aver capito i discorsi dei coetanei e degli adulti. 1b. Saper ascoltare ciò che viene letto

Dettagli

INDICATORI PER IL REGISTRO CLASSI PRIME 2015 2016

INDICATORI PER IL REGISTRO CLASSI PRIME 2015 2016 INDICATORI PER IL REGISTRO CLASSI PRIME 2015 2016 Nell ordine: Italiano, Matematica, Scienze, Tecnologia, Storia, Geografia, Inglese, Arte ed Immagine, Musica e Motoria. ITALIANO ASCOLTO E PARLATO 1)a

Dettagli

CORSI DI EDUCAZIONE DEGLI ADULTI PROGRAMMAZIONE

CORSI DI EDUCAZIONE DEGLI ADULTI PROGRAMMAZIONE I.S.I.S. BONALDO STRINGHER CORSI DI EDUCAZIONE DEGLI ADULTI Anno scolastico 2011/2012 PROGRAMMAZIONE Disciplina: GEOGRAFIA Docente: STEFANO MEROI Classe: 3 COMMERCIALE Udine, 24 Novembre 2011 1. Obiettivi

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE R. MORZENTI Via Bracchi -26866 Sant' Angelo Lodigiano Tel. e Fax: 0371/90591 C.F. 92559840159- C.M. LOIC81600L Postacert:

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI STORIA

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI STORIA SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI STORIA ANNO SCOLASTICO INSEGNANTI TRAGUARDI DELLE COMPETENZE AL TERMINE della CLASSE I Individua i concetti di successione, contemporaneità

Dettagli

GEOGRAFIA ECONOMICA PRIMO QUADRIMESTRE

GEOGRAFIA ECONOMICA PRIMO QUADRIMESTRE GEOGRAFIA ECONOMICA PRIMO QUADRIMESTRE Modulo 1: La globalizzazione del mondo moderno: Geopolitica del mondo attuale Conoscere e comprendere i fattori della globalizzazione Sapere fare una analisi geopolitica

Dettagli

2 CIRCOLO DIDATTICO BRESCIA

2 CIRCOLO DIDATTICO BRESCIA CIRCOLO DIDATTICO BRESCIA La geografia è scienza che studia l'umanizzazione del nostro pianeta e, quindi, i processi attivati dalle collettività nelle loro relazioni con la natura. la geografia è attenta

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI FRANCESE

CURRICOLO DISCIPLINARE DI FRANCESE A.S. 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Palena-Torricella Peligna Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Palena (CH) SCUOLA SECONDARIA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DI DIPARTIMENTO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DI DIPARTIMENTO ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE ALESSANDRO ROSSI - VICENZA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DI DIPARTIMENTO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DIPARTIMENTO DI TECNOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE E MEDIA DI BISUSCHIO Anno scolastico 2010/2011 CURRICULUM DI D ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Utilizzare criteri e relazioni

Dettagli

CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura

CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE (DALLE INDICAZIONI NAZIONALI) Il bambino raggruppa e ordina secondo criteri diversi, confronta e valuta quantità: utilizza semplici simboli per registrare; compie

Dettagli

MODELLO PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE al termine della scuola primaria e secondaria di 1^ grado. anno scolastico 20 /20

MODELLO PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE al termine della scuola primaria e secondaria di 1^ grado. anno scolastico 20 /20 MODELLO PER LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE al termine della scuola primaria e secondaria di 1^ grado anno scolastico 20 /20 La struttura del documento per la certificazione delle competenze in uscita

Dettagli

DIPARTIMENTO DI ARTE E IMMAGINE CRITERI DI VALUTAZIONE

DIPARTIMENTO DI ARTE E IMMAGINE CRITERI DI VALUTAZIONE DIPARTIMENTO DI ARTE E IMMAGINE CRITERI DI VALUTAZIONE AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA AREA DELLA LETTURA E COMPRENSIONE Descrittori Quantificatori SI IN PARTE NO 1 Osserva e descrive in maniera

Dettagli

Piano di Studio di Istituto ARTE E IMMAGINE

Piano di Studio di Istituto ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO RIVA 1 Piano di Studio di Istituto ARTE E IMMAGINE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO COMPETENZA

Dettagli

Scuola Statale Italiana di Madrid Anno scolastico 2014-2015. PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE DI MATEMATICA Classe quarta B Insegnante: Adriano Adamo

Scuola Statale Italiana di Madrid Anno scolastico 2014-2015. PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE DI MATEMATICA Classe quarta B Insegnante: Adriano Adamo Scuola Statale Italiana di Madrid Anno scolastico 2014-2015 PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE DI MATEMATICA Classe quarta B Insegnante: Adriano Adamo INDICATORI OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO (Conoscenze

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ISTITUTO TECNICO NOME DISCIPLINA. Geografia Turistica (secondo biennio e quinto anno)

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ISTITUTO TECNICO NOME DISCIPLINA. Geografia Turistica (secondo biennio e quinto anno) PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ISTITUTO TECNICO NOME DISCIPLINA Geografia Turistica (secondo biennio e quinto anno) CLASSE TERZA 1. 1. Competenze: le specifiche competenze di base

Dettagli

CURRICOLO SCIENZE SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO SCIENZE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO SCIENZE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Osservare, analizzare e descrivere fenomeni appartenenti alla realtà naturale e agli aspetti della vita quotidiana. Osservare la realtà circostante per cogliere

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE ENRICO DE NICOLA PROGRAMMAZIONE DI MATERIA. SEZIONE A : SINTESI

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE ENRICO DE NICOLA PROGRAMMAZIONE DI MATERIA. SEZIONE A : SINTESI PROGRAMMAZIONE DI. SEZIONE A : SINTESI INSEGNANTE: CLASSE CLASSE 1CM COMPETENZE ATTESE AL TERMINE DEL PERCORSO DEL PRIMO BIENNIO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA Padroneggiare gli strumenti espressivi ed argomentativi

Dettagli

PERCORSI INTERDISCIPLINARI a.s. 2013/2014. Classe Prima

PERCORSI INTERDISCIPLINARI a.s. 2013/2014. Classe Prima Istituto Maddalena di Canossa Corso Garibaldi 60-27100 Pavia Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado PERCORSI INTERDISCIPLINARI a.s. 2013/2014 Per tutte le classi si svilupperà,

Dettagli

OBIETTIVI MINIMI CLASSI PRIME

OBIETTIVI MINIMI CLASSI PRIME OBIETTIVI MINIMI CLASSI PRIME conoscere e saper operare con le notazioni esponenziali, conoscere le principali grandezze primitive e derivate e le loro unità di misura, conoscere la costituzione chimica

Dettagli

LA CONOSCENZA DEL MONDO. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3 anni 4 anni 5 anni

LA CONOSCENZA DEL MONDO. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3 anni 4 anni 5 anni SCUOLA DELL INFANZIA INDICATORI LA CONOSCENZA DEL MONDO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3 anni 4 anni 5 anni Riconoscere la quantità. Ordinare piccole quantità. Riconoscere la quantità. Operare e ordinare piccole

Dettagli

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2009/10

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2009/10 Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2009/10 Scheda di correzione Prova di Matematica Classe Seconda Scuola Primaria Domanda D1. B Numero Ricerca di regolarità Ordinamento D2. 31 Numero D3. C D4. C Numero

Dettagli

CURRICOLO TRASVERSALE SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015-16

CURRICOLO TRASVERSALE SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015-16 CURRICOLO TRASVERSALE SCUOLA PRIMARIA a.s. 2015-16 Competenza n 1: Comunicazione nella madrelingua o lingua di istruzione. Utilizza la lingua italiana per comprendere semplici enunciati e raccontare esperienze

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: ARTE E IMMAGINE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: ARTE E IMMAGINE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PRIMA DELLA SCUOLA SECONDARIA DISCIPLINA: ARTE E IMMAGINE - CLASSE PRIMA L alunno conosce tecniche e materiali proposti/utilizzati. Utilizza tecniche e materiali per produrre messaggi visivi, inventati

Dettagli

TRAGUARDI DI COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE

TRAGUARDI DI COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE ARTE E IMMAGINE classe PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE Utilizza in modo semplice gli elementi di base del linguaggio visuale (linea-forma-colore) per osservare e descrivere

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE MATEMATICA RELAZIONI/ DATI E PREVISIONI/ MISURA

CURRICOLO VERTICALE MATEMATICA RELAZIONI/ DATI E PREVISIONI/ MISURA CURRICOLO VERTICALE MATEMATICA / DATI E PREVISIONI/ MISURA SCUOLA PRIMARIA CONOSCENZE (Concetti) ABILITA Classe 1^ - Classificazione - in situazioni concrete, classificare persone, oggetti, figure, numeri

Dettagli

Matematica CONOSCENZE. I numeri naturali fino a 1000. Rappresentazione dei numeri naturali in base dieci: il valore posizionale delle cifre.

Matematica CONOSCENZE. I numeri naturali fino a 1000. Rappresentazione dei numeri naturali in base dieci: il valore posizionale delle cifre. Classe 3^ Scuola Primaria COMPETENZA DI RIFERIMENTO Utilizzare con sicurezza le tecniche e le procedure del calcolo aritmetico e algebrico, scritto e mentale, anche con riferimento a contesti reali OBIETTIVI

Dettagli

S C U O L A I T A L I A N A D I M A D R I D. Anno scolastico T E C N O L O G I A

S C U O L A I T A L I A N A D I M A D R I D. Anno scolastico T E C N O L O G I A S C U O L A I T A L I A N A D I M A D R I D Anno scolastico 2012 2013 T E C N O L O G I A P R O G R A M M A Z I O N E C L A S S I T E R Z E: IIIA IIIB IIIC In relazione al Piano di Lavoro Triennale specifico

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CURRICOLO DI FRANCESE SPAGNOLO CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA Comprendere il significato globale di un breve e semplice messaggio orale e riconoscere in esso informazioni utili. NUCLEI TEMATICI ASCOLTO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA ISTITUTO COMPRENSIVO F. D'ASSISI TEZZE SUL BRENTA (VI) PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA CLASSE 3^ OBIETTIVI FORMATIVI: I NUMERI CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE Leggere, rappresentare e utilizzare i

Dettagli

FRANCESE. Classe TERZA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. SEZIONE A: Traguardi formativi e percorsi didattici

FRANCESE. Classe TERZA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. SEZIONE A: Traguardi formativi e percorsi didattici FRANCESE Classe TERZA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO COMPETENZE SPECIFICHE LINGUA ORALE Ascoltare e comprendere un linguaggio di classe sempre più articolato Ascoltare, comprendere ed eseguire istruzioni

Dettagli

Classe prima e seconda Scuola Secondaria di Primo Grado

Classe prima e seconda Scuola Secondaria di Primo Grado Curricolo verticale di Storia Classe prima e seconda Scuola Secondaria di Primo Grado CONCETTI TEMPO - Usare il sistema di - L Europa medievale fino al - Lettura orientativa per - Lezione frontale calcolo

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO DI CALUSO PROGRAMMAZIONE PER CLASSI. individuale di testi.

CIRCOLO DIDATTICO DI CALUSO PROGRAMMAZIONE PER CLASSI. individuale di testi. ASSE CULTURALE: LINGUAGGI DISCIPLINA: ITALIANO TEMATICA PORTANTE: TIPOLOGIA TESTUALE - TESTO NARRATIVO CIRCOLO DIDATTICO DI CALUSO PROGRAMMAZIONE PER CLASSI Classe Microcompetenze specifiche (Testo narrativo

Dettagli

FASE 1: Esplorazione dell'argomento Mesi previsti per l attuazione della Fase: OTTOBRE DICEMBRE

FASE 1: Esplorazione dell'argomento Mesi previsti per l attuazione della Fase: OTTOBRE DICEMBRE FASE 1: Esplorazione dell'argomento Classe:II A Mesi previsti per l attuazione della Fase: OTTOBRE DICEMBRE verificano le conoscenze degli rispetto al tema ambientale prescelto, facendo esprimere agli

Dettagli

NUCLEI FONDANTI COMPETENZE CONTENUTI ABILITA METODOLOGIE E STRUMENTI METODO SCIENTIFICO VEDERE

NUCLEI FONDANTI COMPETENZE CONTENUTI ABILITA METODOLOGIE E STRUMENTI METODO SCIENTIFICO VEDERE NUCLEI FONDANTI COMPETENZE CONTENUTI ABILITA METODOLOGIE E STRUMENTI METODO SCIENTIFICO VEDERE OSSERVARE COMPARARE CLASSIFICARE FORMULARE E VERIFICARE IPOTESI UTILIZZANDO SEMPLICI SCHEMATIZZAZIONI Relazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONI DI SCIENZE

PROGRAMMAZIONI DI SCIENZE Istituto Comprensivo E. Q. Visconti - Roma Scuola Secondaria di Grado Anno Scolastico 2015-2016 PROGRAMMAZIONI DI SCIENZE CLASSI PRIME, SECONDE E TERZE Obiettivi specifici di apprendimento Saper organizzare,

Dettagli

FRANCESE. Classe SECONDA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. SEZIONE A: Traguardi formativi e percorsi didattici

FRANCESE. Classe SECONDA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. SEZIONE A: Traguardi formativi e percorsi didattici FRANCESE Classe SECONDA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO COMPETENZE SPECIFICHE LINGUA Saper raccontare un fatto passato. Ascoltare linguistiche riprodotte con materiale audio e audiovisivo. Ascoltare ritmi

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ARTE E IMMAGINE (Classe 1ª)

SCUOLA PRIMARIA ARTE E IMMAGINE (Classe 1ª) SCUOLA PRIMARIA ARTE E IMMAGINE (Classe 1ª) Produrre elaborati grafico-pittorici utilizzando materiali e tecniche diversi. Impugnare gli strumenti. Stendere il colore rispettando i contorni. Utilizzare

Dettagli