Capitolato Tecnico Servizi di Pulizia degli uffici e servizi annessi CIG DF Gara per l'affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolato Tecnico Servizi di Pulizia degli uffici e servizi annessi CIG 57752742DF Gara per l'affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e"

Transcript

1 Servizi di Pulizia degli uffici e servizi annessi CIG DF Gara per l'affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi da prestare presso la sede di Roma - Piazza Poli, 37/ ROMA

2 1. PREMESSA OGGETTO DELL APPALTO DESCRIZIONE DELL IMMOBILE ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PRESTAZIONI DELL IMPRESA MODALITA DI ESERCIZIO E MODIFICHE DEL SERVIZIO DI PULIZIA LA FORNITURA DEI PRODOTTI LE ATTREZZATURE PERSONALE IMPIEGATO OBBLIGHI DELL IMPRESA NORME DI SICUREZZA capitolato tecnico 2014 Pagina 2

3 1. PREMESSA SACE S.p.A. (di seguito, SACE ) intende affidare in appalto, tramite gara (di seguito, la Gara ) indetta ai sensi del D.Lgs. n. 163/06 e successive modificazioni ed integrazioni, il servizio di Pulizia degli uffici e servizi annessi per la Sede di Roma, sita in Piazza Poli 37/42. Per dare modo ai concorrenti di disporre di tutti gli elementi utili per valutare le condizione e le circostanze di svolgimento del servizio, nel disciplinare di gare viene previsto l obbligo di effettuazione del sopralluogo presso i locali sopra indicati. 2. OGGETTO DELL APPALTO L'appalto ha per oggetto l'esecuzione di tutte le opere e forniture attinenti i servizi di pulizia e servizi accessori come di seguito specificato da svolgersi nei locali SACE. Le prestazioni devono essere effettuate interamente a spese della impresa appaltatrice, d'ora in avanti denominata "Impresa", con mano d'opera, materiali e attrezzature a carico della stessa. SACE provvede alla fornitura di acqua, energia elettrica e di un locale quale deposito per le attrezzature ed i prodotti dell Impresa. capitolato tecnico 2014 Pagina 3

4 3. DESCRIZIONE DELL IMMOBILE I servizi riguardano i locali e gli ambienti indicati, nel numero e nelle superfici, come di seguito specificati: Tabella 1 Quantificazione aree sui cui effettuare il servizio capitolato tecnico 2014 Pagina 4

5 Tabella 2 Quantificazione di dettaglio 4. ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO Nell ambito del servizio in appalto vengono individuate alcune figure/funzioni chiave: per l Impresa: Il Referente del servizio, ovvero la persona, dotata di adeguate competenze professionali e di idoneo livello di responsabilità e potere decisionale, incaricata dall Impresa della gestione di tutti gli aspetti del servizio. Il referente del servizio rappresenta l interfaccia unica dell Impresa verso SACE e deve essere sempre reperibile. Al Referente del servizio sono delegate, in particolare, le funzioni di: o Programmazione, organizzazione e coordinamento di tutte le attività previste nel contratto, nonché la proposta di interventi a SACE o Controllo relativamente alle attività effettuate ed alle relative fatture emesse o Fornitura di informazione e reportistica per SACE: Il Supervisore del servizio, ovvero il responsabile per SACE dei rapporti con l Impresa, a cui viene demandato il compito di verifica e controllo della corretta e puntuale esecuzione del servizio. Per ogni comunicazione, richiesta di intervento ordinario o straordinario, modificazione del servizio od altro ancora, SACE richiede la messa a disposizione un indirizzo di posta elettronica a cui inviare le comunicazioni che dovranno essere lette in tempo reale anche dal Referente del servizio che, nel caso specifico di richieste di tipo giornaliero, dovrà intervenire/far intervenire gli operatori per adempiere a quanto richiesto e nei tempi richiesti, nonché dare comunicazione di risposta dell avvenuta soluzione/chiusura della stessa. Ogni singolo addetto al servizio dovrà inoltre segnalare tutte le irregolarità o anomalie riscontrate nella propria area assegnata riguardanti ogni aspetto generale delle condizioni dello stabile (ad es. tendaggi rotti, lampade spente, muri sporchi o con crepe, porte o finestre difettose, etc.) al Referente del Servizio che a sua volta provvederà giornalmente ad informare mezzo il Supervisore SACE. In ogni caso, la SACE, provvederà ad effettuare le verifiche previste dal D.P.R. 207 del 5 ottobre PRESTAZIONI DELL IMPRESA Le prestazioni oggetto del servizio sono le seguenti: 5.1 Servizi di pulizia; 5.2 Manutenzione del verde; 5.3 Servizi di lavanderia; capitolato tecnico 2014 Pagina 5

6 5.4 Servizio di igienizzazione e sanificazione dei servizi igienici tramite noleggio, conduzione e manutenzione e l utilizzo di appropriate apparecchiature e relativi materiali. Sace si riserva il diritto di regolamentare ed organizzare i servizi descritti successivamente e di variarli in qualsiasi momento sia in aumento che in diminuzione. 4.1 SERVIZI DI PULIZIA Per servizi di pulizia si intendono le attività svolte per salvaguardare lo stato igienico sanitario degli ambienti di lavoro e finalizzate ad assicurare il massimo comfort e le migliori condizioni di igiene per garantire il benessere dei lavoratori impiegati nella sede oggetto del servizio. Di seguito vengono specificate le attività programmate da eseguire nonché le relative frequenze: PULIZIE GIORNALIERE (dal lunedì al venerdì): Vuotatura e pulitura dei cestini, posacenere, contenitori dei rifiuti, ecc. con raccolta e relativo trasporto dei rifiuti negli appositi contenitori presenti presso il magazzino rifiuti ubicato presso il cortile carraio; Spolveratura e pulizia con panno umido, in tutte le stanze, delle scrivanie e dei loro divisori verticali (comprese le canaline superiori), mobili, armadi ed apparecchi termo radianti (fan-coil), e delle poltroncine compresi razze e braccioli e accessori di arredo (lampade, porta oggetti, ecc.) con asportazione di ragnatele e formazioni di polveri, comprese le cabine ascensori; Lavaggio approfondito dei locali e dei servizi igienico-sanitari compresi rivestimenti, specchi, porte ed attrezzature a parete con prodotti ad azione detergente e disinfettante. A verifica del servizio reso dovrà essere compilato un relativo foglio mensile, presente presso ogni bagno, con i dati dell addetto, la data, l ora dell intervento e la firma dell addetto. I servizi igienici presenti presso la reception devono essere controllati e puliti alle ore 07:00, alle ore 10:00 ed alle ore 14:00; Controllo dell efficienza dei servizi sanitari con comunicazione degli eventuali malfunzionamenti all apposita struttura della Divisione Servizi Generali e reintegro dei materiali di consumo nei dispenser relativi a sapone, tovaglioli, asciugamani, carta igienica, sacchetti igienici, coprisedili ecc. forniti da SACE; Spazzatura e pulitura con panno umido di tutti i pavimenti, comprese le cabine ascensori con relative pareti con idoneo pulitore per acciaio inox, (prodotto indicato da SACE). Le cabine ascensori dovranno essere controllate e pulite ogni due ore a partire dalle ore 06:00 fino alle ore 18:00; Aspirazione con battitappeto dei pavimenti in moquette e/o feltro e dei tappeti; Spazzatura e lavaggio delle buvette e dei locali adibiti a sale ristoro, compresi tavolini, sedute e piani cucina. Tali aree di ristoro dovranno essere controllate e pulite alle ore 07:00, ed alle ore 15:00 dopo il loro utilizzo per il pranzo; Ripasso delle vetrate degli ingressi principali, delle postazioni di reception/guardiole e di tutte le vetrate e le porte vetrate collocate ai vari piani. Le vetrate degli ingressi principali dovranno essere controllate e pulite alle ore 07:00, 12:00 e 15:00; Pulizia divani e poltrone ove esistenti con appositi detergenti (es.: sale d attesa, etc.); Spazzatura e lavaggio delle scale e relativi corrimano, pianerottoli e portineria; Spazzatura e lavaggio dei locali adibiti ad Area Fitness e dei servizi igienici in essa presenti. Questi locali dovranno essere controllati e puliti alle ore 06:00, 10:00 e 15:00; Vuotatura degli appositi contenitori del macero e della raccolta differenziata (indifferenziata, vetro e latta, plastica e tappi di plastica) nelle stanze e nelle buvette con trasporto negli appositi locali presenti presso il magazzino rifiuti ubicato presso il cortile carraio; Pulizia dei balconi/terrazze posti al 6 piano e piano in copertura; Pulizia delle griglie di scolo delle acque pluvie ed eventuale disostruzione delle stesse qualora necessario; In caso di pioggia dovrà essere esposta adeguata cartellonistica con l indicazione di pavimento bagnato come previsto dalle vigenti normative e dovranno essere posizionati i tappeti antistatici capitolato tecnico 2014 Pagina 6

7 davanti ad ogni ascensore. Gli stessi dovranno essere rimossi al miglioramento delle condizioni meteorologiche; Ad effettuazione della pulizia di ogni ufficio dovranno essere chiuse tutte le finestre e nel caso di ufficio dirigenziale anche tutte le porte; Pulizia delle parti antistanti all ingresso del civico nr. 42 con spazzatura e raccolta spazzatura PULIZIE SETTIMANALI Lavaggio approfondito dei pavimenti, comprese le cabine ascensori e l Area Fitness, e delle superfici vetrate (pareti divisorie vetrate e porte vetrate); Pulizia e lavaggio dei balconi, cortili e terrazze, nonché dei canali e delle griglie di raccolta delle acque piovane; Spolveratura con panno umido delle superfici verticali (infissi in alluminio, armadi, etc.); Pulizia dei davanzali e delle persiane, a rotazione con frequenza almeno mensile se non superiore; Pulizia e disinfezione delle apparecchiature telefoniche; Pulizia da effettuarsi, normalmente di sabato, a seguito e successivamente ad interventi edili, elettrici, di falegnameria o quanto altro necessari per la manutenzione di tutto lo stabile e di natura straordinaria; Verifica della pervietà delle griglie di scolo delle acque pluvie PULIZIE QUINDICINALI Spolveratura ed aspirazione di sedie, poltroncine e divani in tessuto dello stabile; Lucidatura delle targhe esterne PULIZIE MENSILI Spolveratura e pulizia con panno umido delle parti alte di tutti gli armadi e del loro interno; Spolveratura delle pareti, dei soffitti, degli impianti di illuminazione, delle bocchette di aerazione e dei tendaggi; Vuotatura dei cestini dei rifiuti speciali (cartucce toner esaurite, nastri inchiostrati secchi, etc.) e trasporto negli appositi contenitori presenti presso il magazzino rifiuti del piano terra; Il 1 sabato di ogni mese verrà effettuata la sbrinatura, la pulizia ed il lavaggio accurato di tutti i frigoriferi presenti nelle buvette, previo sgombero (da parte del personale del piano) di tutti i prodotti ivi conservati PULIZIE BIMESTRALI Detersione di entrambe le facciate dei vetri delle finestre e delle superfici vetrate esterne; Detersione di entrambe le facciate dei vetri delle porte e delle superfici vetrate interne; Lavaggio delle tende esterne, al piano direzionale (6 piano) e nella chiostrina interna della buvette del 2 piano PULIZIE TRIMESTRALI Trattamento specifico per la ceratura e lucidatura di tutti i pavimenti in linoleum; Derattizzazione immobile: dovrà essere eseguito un iniziale controllo delle aree sia all interno degli edifici (zona scantinati) che lungo le aree perimetrali esterne per verificare l esistenza di eventuali nidi. In caso di esito positivo dei controlli dovranno essere posizionate delle esche anche in prossimità dei nidi. Successivamente eseguire comunque nel corso del periodo n. 8 interventi di derattizzazione, programmati in modo da assicurare un monitoraggio ed una lotta costanti nel corso dell anno. Essi saranno così distribuiti: 1^ intervento ad inizio lavori 2^ intervento dopo 15 gg 3^, 4^, 5^, 6^, 7^, 8^ intervento ogni 45 gg. Onde assicurare la completa sicurezza degli occupanti dell edificio dovranno essere utilizzate delle esche a base di bramadiolone al 0,005% protette da apposite cassette (bait box) che dovranno essere fornite in comodato d uso e verranno rimosse al termine degli interventi. Ogni singola esca verrà segnalata da apposito cartello. Dovranno essere inviate le relative schede tecniche e di sicurezza dei prodotti utilizzati. Il Supervisore del Servizio dovrà essere informato capitolato tecnico 2014 Pagina 7

8 preventivamente e la dislocazione delle esche dovrà essere segnalata allo stesso al termine dell intervento PULIZIE SEMESTRALI Disinfestazione immobile: n. 2 interventi annuali da programmare e concordare con il Supervisore del Servizio. Si dovrà effettuare la disinfestazione da insetti volanti e striscianti (zanzare, mosche, blatte, scarafaggi, ecc.) con la nebulizzazione di n. 2 tipologie di prodotto: uno stanante, KENYATOX I.A. e uno abbattente, CIPEX 10-E con l ausilio di nebulizzatori elettrici e a pompa. Ogni trattamento dovrà essere effettuato esclusivamente di sabato e previa autorizzazione di SACE; Trattamento specifico per la ceratura e lucidatura dei pavimenti in parquet; Sanificazione (antibatterico, antiacari, antimuffa) dei pavimenti in moquette e/o feltro; Spolveratura dei quadri e lavaggio delle relative superfici vetrate OPERAZIONI PARTICOLARI: PULIZIA NEGLI ARCHIVI Cadenza Mensile spolveratura degli scaffali e rimozione delle ragnatele dalle pareti, lavatura ed asciugatura di tutti i pavimenti con soluzioni disinfettanti e antibatteriche PULIZIA LOCALI CENTRALE TELEFONICA E CED Cadenza Settimanale passaggio di macchina aspirapolvere sul pavimento dei locali CED (intervento da effettuarsi con la supervisione di un responsabile SACE) e presso i locali dove è ubicata la centrale telefonica; spolveratura con attrezzatura idonea di tutti gli arredi e macchine ubicate nei locali CED (su supervisione di un responsabile SACE) e presso i locali dove è ubicata la centrale telefonica; Cadenza Quindicinale pulizia e lucidatura a secco con prodotti detergenti ed autolucidanti spray del pavimento componibile sopraelevato; spolveratura delle porte e delle tende di ogni tipo; Cadenza Mensile pulizia con mezzi e prodotti idonei dei vetri, degli infissi, delle porte in vetro o metallo dei mobiletti fan coils e dei condizionatori PULIZIA NEI LOCALI DEL PRESIDIO MEDICO DI PRIMO INTERVENTO Cadenza Giornaliera lavaggio e disinfezione con idonei detergenti dei pavimenti e dei rivestimenti dei locali adibiti a centro medico SERVIZI DI PULIZIA ACCESSORIA Sarà necessario che l Impresa provveda a gestire la pulizia approfondita, con prodotti adeguati, sia della parte in plastica che della parte in tessuto d arredo di tutte le sedie dello stabile (20 a settimana durante il periodo primavera/estate per permettere la loro completa asciugatura). SACE si riserva il diritto di regolamentare ed organizzare i servizi sopradescritti e di variarli in qualsiasi momento, in aumento e/o diminuzione. SACE si riserva il diritto di variare in qualsiasi momento, in aumento e/o diminuzione, le prestazioni oggetto del presente articolo. L Impresa dovrà elaborare, di concerto con il Committente, apposito calendario dei lavori relativo alle prestazioni sopra elencate, entro 7 giorni dalla stipula del contratto, nonché comunicare entro gli stessi termini i nominativi del personale addetto alle predette pulizie. capitolato tecnico 2014 Pagina 8

9 Tale calendario di lavoro dovrà essere preventivamente sottoposto a SACE per il benestare all attenzione del Supervisore del Servizio presso la Divisione Servizi Generali. La pulizia ordinaria giornaliera e quella periodica dovranno essere eseguite in tutti i locali dello stabile, compresi i cortili interni ed esterni con relative fontane del cortile carraio, terrazze, lucernari, sottoscale, locali caldaie e motori (supervisionati da un responsabile SACE), magazzini, seminterrati, cunicoli o intercapedini sotterranee (supervisionati da un responsabile SACE), deposito della carta da rifiuto, scale principali e di servizio. 4.2 Manutenzione arredo verde Sarà necessario che l Impresa si prenda cura della manutenzione di tutte le piante presenti presso tutti i piani dello stabile, comprensive di quelle presenti nella chiostrina interna al 5 piano, le 3 chiostrine presso la sala conferenza al 1 piano, la chiostrina al piano terra nonché le piante presenti al piano stradale fronte portoni di ingresso, offrendo i seguenti servizi: potatura cespugli, pulizia vasi e terre da fogliame od altro, concimazione chimica, fornitura di eventuali piante deteriorate, verifica funzionalità dei sistemi di irrigazione automatica ed eventuali riparazioni/sostituzioni di parti danneggiate/difettose, compresa la sostituzione delle centraline guaste e la sostituzione delle batterie esauste, manutenzione piante da interno e da esterno, innaffiamento giornaliero di tutte le piante non raggiunte da impianto di irrigazione automatico, conferimento in discarica dei materiali di risulta, etc. SACE si riserva il diritto di variare in qualsiasi momento, in aumento e/o diminuzione, le prestazioni oggetto del presente articolo. 4.3 Servizi di lavanderia Sarà necessario che l Impresa provveda a gestire il servizio di lavanderia per i capi normalmente utilizzati nelle cucine e nelle zone di rappresentanza del 1 e 6 piano con cadenza settimanale. Tra i capi da lavare si menzionano asciugamani, strofinacci, tovaglie, etc. oltre a n 3 bandiere da esterno e n 4 bandiere da interno e n 3 completi da jogging. Si provvederà ad effettuare anche il lavaggio mensile di n. 10 tende a rotazione (se a fasce circa n. 16 pezzi per ogni tenda - se ad avvolgibile n. 1 pezzo unico da cm. 170 circa) al fine di mantenere uno standard di pulizia elevato anche per le tende dello stabile. I capi dovranno essere dall Impresa prelevati, lavati, stirati e riconsegnati presso gli uffici di SACE su richiesta del responsabile per SACE. SACE si riserva il diritto di variare in qualsiasi momento, in aumento e/o diminuzione, le prestazioni oggetto del presente articolo. 4.4 Servizio di igienizzazione e sanificazione dei servizi igienici tramite noleggio, conduzione e manutenzione e l utilizzo di appropriate apparecchiature e relativi materiali. La porzione del presente Capitolato ha per oggetto l affidamento del servizio di igienizzazione e sanificazione dei servizi igienici esistenti presso gli uffici di SACE S.p.A. di Piazza Poli 37/42, tramite il noleggio, la manutenzione e l utilizzo di appropriati materiali consumabili. Per ciascun bagno esistente presso gli uffici SACE deve essere installato: un apparecchio igienizzante, un distributore copri asse wc, un distributore di carta igienica interfogliata e, per il bagno donne, anche un contenitore per assorbenti igienici. Per ciascun antibagno esistente presso gli uffici SACE deve essere installato: un distributore asciugamani in cotone a rotolo e un dosatore di sapone schiuma per ciascun lavabo, nonché un dispenser deodorizzante per un totale di: n. 63 distributori igienizzanti n. 34 raccoglitori assorbenti igienici femminili n. 43 dispenser deodorizzante n. 83 distributori asciugamani in cotone a rotolo n. 75 dosatori di sapone schiuma n. 84 distributori carta igienica interfogliata n. 89 distributori copri asse wc capitolato tecnico 2014 Pagina 9

10 I prodotti forniti dovranno rispettare le attuali dimensioni, caratteristiche tecnico/prestazionali nonché finitura rispetto a quanto attualmente in uso presso SACE al fine di evitare interventi di ripristino dei locali. Le attrezzature sopra elencate dovranno avere le seguenti caratteristiche tecniche: APPARECCHIO IGIENIZZANTE Dispositivo automatico dosatore di liquido disinfettante che, collegato al sanitario, igienizza l impianto per ogni utente (ogni volta che si scarica l acqua di scarico del sanitario, indipendentemente dall intervallo tra uno scarico e l altro). Automaticamente, con l ultima parte di scarico del sanitario, l apparecchio deve erogare una quantità determinata di liquido disinfettante, che deve creare un ambiente sfavorevole alla crescita dei germi che di norma si riscontrano nei sanitari. La soluzione impiegata deve rigorosamente essere un Presidio Medico Chirurgico e possedere una notevole attività verso i più comuni ceppi di Enterobatteri (E.coli, Salmonella, Klebsiella) e verso batteri gram-positivi (Stafilococco piogene e Streptococco fecalis) e una minore ma sempre efficace attività verso germi resistenti come Pseudomonas e Proteus. L apparecchio deve funzionare meccanicamente (non alimentato da corrente elettrica o batterie), deve igienizzare ad ogni scarico e non ad intervalli di tempo regolari ed infine deve essere offerto a noleggio e deve essere munito di brevetto industriale. La soluzione deve essere classificata in accordo ai criteri CEE. CONTENITORE PER ASSORBENTI IGIENICI FEMMINILI Il contenitore con apertura/chiusura manuale, deve contenere al suo interno un sacco di raccolta profumato ed una carica igienizzante solida in grado di sprigionare progressivamente nel tempo vapori battericidi all interno del contenitore stesso, allo scopo di inibire la proliferazione batterica ed evitare contaminazioni infettive per le utenti. La particolarità del sistema a sublimazione, l igienizzante utilizzato e la posizione della carica igienizzante, deve consentire che il rifiuto derivante, durante e dopo il trattamento, sia da considerarsi esente da microrganismi patogeni con basse concentrazioni di disinfettante. APPARECCHIO DEODORIZZANTE L apparecchio deve essere un dispositivo automatico che consente un azione continua di deodorizzazione d ambienti vari attraverso il trattamento dell aria presente nell ambiente stesso, elettronico, alimentato a pile elettriche che aspira l aria proveniente dall ambiente circostante; entrando nell apparecchio, l aria deve attraversare forzatamente una cartuccia studiata per la neutralizzazione dei cattivi odori, venendo poi rimessa nell ambiente con una gradevole profumazione. Il circuito elettronico e la particolare costruzione della cartuccia contenente il formulato chimico per il trattamento dell aria, posti all interno dell apparecchio, devono garantire la migliore possibile durata del profumo ed una profumazione costante per tutto il tempo. La potenza operativa dell apparecchio deve garantire una buona qualità dell aria nell ambiente in cui è installato. APPARECCHIO DISTRIBUTORE ASCIUGAMANI Il dispenser di asciugamani a rotolo in cotone, del medesimo design del dosatore di sapone, deve essere un dispositivo non alimentabile dalla rete elettrica, con caricamento del rotolo semplice e veloce e separazione della porzione sporca da quella pulita, con riavvolgimento automatico e posizione da utilizzare regolabile, recante l indicazione della quantità di rotolo residuo. Le apparecchiature devono essere conformi alla Norma Europea EN 13569:2001 legge n. 283 del 30/04/1962 DPR n. 327 del 26/03/1980, Circ. Min. Sanità n. 79 del 18/10/1980, DL n L asciugamano a rotolo deve essere in cotone bianco trattato con specifica azione antibatterica e antisettica, conforme alla normativa vigente e dotato delle specifiche Certificazioni. DOSATORE DI SAPONE Il dosatore di sapone, del medesimo design dell apparecchio distributore di asciugamani, deve contenere il prodotto allo stato liquido ed erogare il prodotto a schiuma con una capitolato tecnico 2014 Pagina 10

11 autonomia di almeno dosi a flacone, e recare l indicazione della quantità di prodotto residua. DISTRIBUTORE DI CARTA IGIENICA Il distributore deve poter erogare carta igienica in pura cellulosa bianca a 2 veli goffrati da almeno 15gr/mq, a fogli piegati ed interfogliati, con una capacità minima di 250 fogli e recante l indicazione visibile della quantità di fogli residui. DISTRIBUTORE COPRI ASSE WC Il distributore deve poter erogare copri asse wc a fogli piegati ed interfogliati, con una capacità minima di 50 fogli. Nella conduzione degli impianti, l Impresa dovrà garantire l efficienza ed il funzionamento continuo e sicuro delle attrezzature rispondendo ad ogni segnalazione effettuata da parte del Supervisore del Servizio, anche a mezzo telefono. Entro due giorni l Impresa è tenuta ad accertare il difetto e a provvedere, senza nessun onere per SACE, a riparare o eventualmente sostituire le apparecchiature, in modo da riportare l impianto alle normali condizioni d esercizio. L Impresa dovrà, inoltre, provvedere alla manutenzione ordinaria di tutte le attrezzature con cadenza massima bimestrale e, comunque, ogni qual volta se ne presenti la necessità, assicurandone nel contempo il normale, continuo e sicuro funzionamento, del quale l Impresa è responsabile e garante. L impresa dovrà assicurare la fornitura dei seguenti materiali di consumo con le seguenti cadenze minime: A. distributori igienizzanti: ricarica liquido sanitizzante con periodicità non superiore a 60 giorni B. raccoglitori assorbenti igienici femminili: sostituzione sacchetto con relativo smaltimento di legge con periodicità non superiore a 15 giorni C. dispenser deodorizzante: ricarica della fragranza con periodicità non superiore a 60 giorni Per quanto concerne i seguenti materiali di consumo, le cui operazioni di sostituzione e ricarica delle relative apparecchiature rimangono in carico al personale dell Impresa, dovranno essere previste le seguenti franchigie annue: 1. distributori asciugamani in cotone a rotolo n rotoli 2. dosatori di sapone schiuma n. 600 flaconi 3. distributori carta igienica interfogliata n pacchi da 250 fogli 4. distributori copri asse wc n. 150 pacchi da 200 fogli 5. distributori carta igienica a rotoli n rotoli 6. distributori carta mani n pacchi La fornitura dei prodotti di cui sopra dovrà essere effettuata periodicamente ed in accordo con il Supervisore del Servizio affinché non si eccedano le scorte minime presenti presso i magazzini SACE. Si precisa che, per quanto riguarda il punto 1., la lunghezza dei rotoli standard considerati ai fini del numero di rotoli annuo richiesto in franchigia è di 40 mt.. In caso di rotoli offerti di lunghezza diversa sarà possibile procedere ad un calcolo proporzionale. L Impresa dovrà operare presso i locali SACE con propri tecnici specializzati, con trattamento economico non inferiore a quanto disposto dai contratti della categoria d appartenenza e con contributi regolarmente versati. Si precisa che le apparecchiature restano di proprietà dell Impresa, che s impegna a proprio costo all installazione iniziale ed alla disinstallazione e ripristino del normale funzionamento dei servizi igienici summenzionati a termine del contratto. Tutti gli apparecchi devono essere provvisti di schede di sicurezza che dovranno essere consegnata al Supervisore del Servizio. capitolato tecnico 2014 Pagina 11

12 6. MODALITA DI ESERCIZIO E MODIFICHE DEL SERVIZIO DI PULIZIA Per lo svolgimento del servizio di pulizia dovranno essere rispettati come modalità minima di esecuzione i seguenti parametri ed orari: Tabella 3 Modalità di esercizio In particolare, gli interventi relativi alle pulizie giornaliere e settimanali dovranno essere tassativamente terminati entro le ore 08:00, per evitare ogni interferenza con le attività svolte dal personale di SACE. Le operazioni di disinfestazione devono essere effettuate al di fuori del normale orario di lavoro, con l impiego di attrezzature tecnologicamente avanzate e conformi a tutte le normative vigenti. L Impresa si obbliga ad uniformarsi alle prescrizioni della SACE per quanto concerne l orario quotidiano generale per lo svolgimento dei servizi oggetto del contratto d appalto, con la facoltà riconosciuta a SACE di cambiare l orario secondo le proprie discrezionali esigenze. SACE si riserva, altresì, la facoltà di modificare a suo insindacabile giudizio le fasce orarie di prestazione del servizio di pulizia. Resta inteso che qualora il personale addetto al servizio fosse insufficiente o il numero delle ore fornito dovesse rivelarsi insufficiente per assicurare in modo perfetto e completo il servizio, l impresa si farà carico di integrare, in sede di esecuzione contrattuale, il numero di addetti o le ore di servizio. SACE si riserva la facoltà, nel corso del rapporto contrattuale ed in relazione alle proprie esigenze, di sospendere, ridurre e sopprimere il servizio, con preavviso di almeno 15 (quindici) giorni, da comunicare all impresa con lettera raccomandata. In caso di riduzione parziale del Servizio è escluso per l impresa qualsivoglia diritto di recesso o di richiedere la risoluzione del rapporto, e lo stesso rimarrà comunque obbligato all'esecuzione delle prestazioni così ridotte. In caso di risoluzione anticipata del rapporto non sarà riconosciuto alcun compenso a titolo di risarcimento danni. Per esigenze straordinarie, limitate nel tempo ed aventi carattere occasionale, SACE potrà altresì richiedere, con preavviso minimo di 24 (ventiquattro) ore, l espletamento di maggiori prestazioni per un massimo di 800 ore all anno. Le maggiori o minori prestazioni da rendere a norma dei precedenti commi verranno eseguite alle condizioni tutte stabilite nel Contratto e remunerate ai prezzi unitari di cui all Offerta economica. L Impresa non può, per alcun motivo, introdurre di sua iniziativa variazioni al Servizio capitolato tecnico 2014 Pagina 12

13 Per l espletamento delle attività sopra descritte, secondo le prescrizione e disposizione contenute nel presente capitolato, si riportano di seguito il numero ed il relativo inquadramento delle risorse attualmente impiegate dalla precedente aggiudicataria: Tabella 4 Personale attualmente impiegato nel servizio 7. LA FORNITURA DEI PRODOTTI I prodotti necessari per l esecuzione delle prestazioni elencate, inclusi i sacchi di colore diversificato per la raccolta differenziata del materiale cartaceo e dei rifiuti vari, i teli elettrostatici e quant altro necessario, che sono a totale carico dell'impresa, devono essere di buona qualità e rispettare la normativa vigente sull'inquinamento, arrecando quindi i minori danni possibili all ambiente, e sulla tossicità nonché rispettare quanto previsto dal regolamento CE n. 66/2010 relativo all Ecolabel UE. L impresa dovrà evitare l utilizzo di prodotti particolarmente infiammabili (benzina e petrolio) e volatili (formalina, ammoniaca) che, persistendo per tempo prolungato nell ambiente di lavoro, possono provocare l irritazione dell apparato respiratorio e visivo comportando, per SACE, obblighi nei confronti dei propri dipendenti. A tal fine, l impresa dovrà preventivamente consegnare a SACE le schede di sicurezza dei prodotti da utilizzare. Inoltre, nell esecuzione delle pulizie dovrà essere posta la massima cura ed ogni accorgimento atti ad evitare il sollevamento di polveri che potrebbero causare danni alle macchine od agli impianti. All impresa verrà assegnato apposito locale da utilizzare come deposito, fermo restando che l impresa rimarrà responsabile della custodia dei prodotti utilizzati. SACE non sarà responsabile in caso di danni o furti. I prodotti per la disinfestazione dovranno essere registrati e autorizzati dal Ministero della Salute. Qualora nel corso del rapporto di servizio SACE dovesse richiedere per qualsivoglia motivo la sostituzione di uno o più prodotti, l impresa si impegna a provvedere tempestivamente alla sostituzione richiesta, presentando nel contempo le eventuali nuove schede tecniche e senza richiedere per questo alcun onere aggiuntivo. Sono esclusi dalla fornitura i materiali per le operazioni di imballaggio e di facchinaggio interno (cartoni, nastro di imballaggio, ecc.). 8. LE ATTREZZATURE Sono compresi sotto tale voce i seguenti materiali: scale e ponteggi, conformi alle norme antinfortunistiche, necessari per l effettuazione del servizio; attrezzature, utensili, strumentazioni e macchinari idonei ed adeguati alle prestazioni da svolgere e quanto necessario per eseguire le operazioni di pulizia, disinfestazione e minuta manutenzione a perfetta regola d'arte. Il collegamento di ogni macchina funzionante elettricamente dovrà avvenire nell osservanza delle norme in materia di sicurezza elettrica. Le attrezzature suddette sono a totale carico dell'impresa e dovranno essere contrassegnate con un elemento di riconoscimento indicante il nominativo dell impresa. L impresa è responsabile della custodia delle attrezzature utilizzate; SACE non sarà responsabile in caso di danni o furti. L impresa dovrà assicurarsi che le attrezzature siano impiegate nel modo più razionale e tecnicamente adeguato alla natura delle operazioni da eseguire, tenuto conto della consistenza, delle caratteristiche e della destinazione dei locali. Le stesse non devono pertanto essere rumorose (in particolare quando utilizzate durante gli orari di lavoro degli uffici), devono essere tecnicamente efficienti, mantenute in perfetto stato di funzionamento e dotate di accessori per proteggere e salvaguardare l operatore ed i terzi da eventuali infortuni, in conformità a quanto previsto e regolamentato dalle vigenti normative in tema di sicurezza. L impresa è pertanto responsabile dell osservanza da parte del proprio personale delle norme di legge, nonché delle misure e cautele capitolato tecnico 2014 Pagina 13

14 antinfortunistiche necessarie durante il servizio. L impresa si impegna a consegnare le certificazioni di dette macchine al Supervisore del Servizio per SACE. Nei limiti dell occorrente all esecuzione del servizio, resta a carico di SACE la fornitura di acqua, energia elettrica e del locale deposito. Tale fornitura avviene nell interesse dell impresa e a suo esclusivo rischio, anche nei confronti di terzi. 9. PERSONALE IMPIEGATO Il personale impiegato deve essere idoneo, adeguato qualitativamente e numericamente alle necessità connesse con gli obblighi derivanti dal contratto ed in regola circa gli obblighi datoriali della informazione (art. 36 D.Lgs 81/2008) e della formazione (art. 37 D.Lgs 81/2008) sui rischi specifici propri, sul corretto impiego delle attrezzature utilizzate, sulle misure di prevenzione e protezione da adottare per la tutela della sicurezza, della salute e dell ambiente ivi compreso l utilizzo dei dispositivi di protezione individuali. Entro dieci giorni dall'inizio dei lavori l Impresa comunicherà per iscritto al Supervisore del Servizio di SACE i nominativi delle persone impiegate, le rispettive qualifiche ed il numero delle ore giornaliere che ciascuno dovrà espletare nel servizio oggetto dell'appalto stesso. Ogni eventuale variazione dovrà essere tempestivamente comunicata entro e non oltre 8 ore. Il personale impiegato nell esecuzione del servizio è tenuto ad indossare un uniforme omogenea per tutti gli operatori, facilmente riconoscibile (tutti gli operatori dovranno essere dotati di doppie divise sia invernali che estive comprese adeguate calzature a norma di legge), ed a mostrare una tessera individuale di riconoscimento rilasciata dall Impresa, la quale sarà tenuta a verificarne l effettivo utilizzo. Il personale dell Impresa potrà essere sottoposto, sia all entrata che all uscita da SACE, a controllo con le stesse norme e modalità attuate per i propri dipendenti di SACE e dovrà effettuare regolare timbratura presso i rilevatori di presenza posti nei due ingressi, tramite badge personale assegnato. Il Personale che sarà messo a disposizione dall Impresa per l esecuzione del servizio, eventualmente compresi i Soci delle cooperative, dovrà essere in regola con le norme di igiene e sanità; in particolare, l Impresa dovrà predisporre i controlli sanitari richiesti dalla Regione Lazio. L Impresa è responsabile dell osservanza da parte dei propri dipendenti delle disposizioni di ordine interno che dovessero essere emanate da SACE. Il personale dovrà essere di gradimento di SACE che, in caso contrario, si riserva la facoltà di richiederne in qualunque momento la sostituzione, ragionevolmente motivata; in tale ipotesi l Impresa si dovrà impegnare a soddisfare la richiesta entro il termine di dieci giorni lavorativi. In caso di assenza del personale normalmente impiegato nell esecuzione del servizio, l Impresa dovrà garantire la sostituzione di questo comunicando tempestivamente i nominativi del personale supplente al Supervisore del Servizio. SACE consegnerà all Impresa copia delle chiavi necessarie per accedere ai locali oggetto del servizio, le quali dovranno essere custodite con la massima cura; in caso di smarrimento o sottrazione di una o più chiavi, l Impresa dovrà farsi carico della sostituzione delle relative serrature, oltre alle spese conseguenti, dandone immediata denuncia di smarrimento a SACE. Nell espletamento del servizio il personale dell Impresa è tenuto ad effettuare l apertura dei locali ed a verificare con cura la chiusura di tutte le finestre e porte di accesso dei locali oggetto del servizio una volta ultimato lo stesso. 10. OBBLIGHI DELL IMPRESA L Impresa si obbliga all esatto adempimento del servizio secondo le condizioni, le modalità, i termini e le prescrizioni contenute nei documenti di gara e nel contratto. In particolare l'impresa si impegna: 10.1 all osservanza delle norme della Legge 25 gennaio 1994, n. 82 e s.m.i. nonché degli accordi nazionali e provinciali relativi al personale impiegato anche se soci di cooperative e delle disposizioni comunque applicabili in materia di appalti pubblici di servizi Si impegna inoltre ad osservare, durante lo svolgimento delle attività, tutte le misure prescritte a tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, come disposto dalla legge 3 agosto 2007 n. 123, dal decreto capitolato tecnico 2014 Pagina 14

15 legislativo del 19 aprile 2008 n. 81, e le disposizioni contenute nella Legge del 5 marzo 1990, n. 46 e s.m.i.; 10.3 ad eseguire le prestazioni oggetto del contratto d appalto accuratamente ed a regola d arte in modo che non si danneggino i pavimenti, le vernici, i mobili e gli altri oggetti esistenti nei locali; 10.4 ad adottare durante l espletamento dei lavori tutte le cautele necessarie per le esigenze di sicurezza e di garanzia dei valori e dei beni di SACE, rispondendo dei danni avvenuti per colpa sua o dei suoi dipendenti ed effettuando la pronta riparazione dei danni causati dal proprio personale e in difetto al loro risarcimento; 10.5 a contrarre, se non già in possesso, idonea assicurazione contro tutti gli eventuali danni alle persone ed alle cose anche di sua proprietà; 10.6 ad organizzare ed effettuare il servizio a suo completo rischio ed onere assumendo a proprio carico le spese relative alla mano d opera, ai materiali ed agli attrezzi occorrenti, che saranno provveduti a sua cura; 10.7 ad ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti in base alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di lavoro ed assicurazioni sociali, assumendo, a suo carico, tutti gli oneri relativi, ivi compreso l obbligo della tenuta del Scheda professionale del lavoratore, delle assicurazioni sociali, previdenziali e contro gli infortuni sul lavoro e le malattie (compreso quelle di carattere professionale) ed in genere a tutti gli obblighi inerenti il rapporto di lavoro tra l Impresa ed i propri dipendenti; Il fornitore è obbligato altresì ad attuare, nei confronti dei propri dipendenti occupati nelle prestazioni oggetto dell appalto, condizioni normative e retributive e retributive non inferiori a quelle risultati dai contratti collettivi di lavoro, applicabili, alla data del contratto alla categoria e nella località in cui si svolgono le prestazioni, nonché le condizioni risultanti da successive modifiche ed integrazioni ed, in genere, da ogni altro contratto collettivo, successivamente stipulato per la categoria e applicabile nella località. L obbligo permane anche dopo la scadenza dei suindicati contratti collettivi e fino alla loro sostituzione. I suddetti obblighi vincolano l Impresa anche nel caso che non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da esse ad esibire in qualunque momento ed a semplice richiesta le ricevute dei pagamenti assicurativi e previdenziali relativi al personale adibito al servizio; 10.9 a portare a conoscenza del proprio personale che SACE è assolutamente estranea al rapporto di lavoro intercorrente tra il personale e l Impresa stessa e che non possono essere avanzate in qualsiasi sede pretese, azioni o ragioni di qualsiasi natura nei confronti di SACE; ad utilizzare macchine ed attrezzature certificate e conformi alle prescrizioni antinfortunistiche vigenti dotate, in caso di aspirazione di polveri, di meccanismo di filtraggio dell aria in uscita secondo le disposizioni di legge; ad istituire un apposito registro nel quale, il giorno stesso in cui vengono eseguite, saranno annotate le pulizie; ad istituire un apposito registro nel quale, ogni giorno l operatore in sede firmerà la propria presenza. L Impresa è responsabile a tutti gli effetti dell esatto adempimento alle condizioni di contratto e della perfetta esecuzione e riuscita del servizio, restando esplicitamente inteso che le norme contenute nel presente capitolato tecnico sono da essa riconosciute idonee allo scopo; la loro osservanza quindi non è ne limitata né riduce comunque la disponibilità. L Impresa è responsabile della capacità professionale e del corretto comportamento nell esecuzione del servizio anche nei riguardi di terzi, di tutti i propri dipendenti e si obbliga ad allontanare quei dipendenti che risultassero, a giudizio di SACE stessa, non idonei o indesiderabili. L Impresa è pertanto tenuta a rispondere dell opera e del comportamento di tutti i propri dipendenti utilizzati per l esecuzione del servizio ed è comunque direttamente responsabile dei danni di qualsiasi natura provocati da questi, per imperizia o qualsiasi altro motivo, risentiti da SACE o da terzi in dipendenza delle esecuzione del servizio. Nel caso in cui dovessero aver luogo avvicendamenti del personale addetto al servizio, il fornitore si impegna a salvaguardare SACE sostenendo a proprio carico l eventuale periodo di affiancamento necessario per l acquisizione delle relative conoscenze. capitolato tecnico 2014 Pagina 15

16 Inoltre l Impresa dovrà garantire a SACE la continuità operativa. Dovrà quindi organizzarsi per gestire adeguatamente i periodi di assenza del personale addetto, allo scopo di garantire sempre e comunque un nucleo operativo in grado di adempiere, nel rispetto del livello qualitativo richiesto, alle prestazioni pianificate. Nessun rapporto di lavoro subordinato o comunque contrattuale viene a stabilirsi tra SACE e le risorse addette al servizio. Queste ultime sono alle esclusive dipendenze del fornitore e le loro prestazioni sono compiute sotto l esclusiva responsabilità ed a totale rischio di questa. A tale scopo il fornitore si impegna a stipulare con primaria compagnia di assicurazione una polizza nella quale venga indicato esplicitamente che la Stazione Appaltante è terzo a tutti gli effetti. SACE rimane estranea anche ai rapporti di natura economica tra il fornitore e i suoi dipendenti. Qualsiasi variazione negli oneri previdenziali e assicurativi per le risorse è a rischio dell Impresa il quale non potrà pretendere da SACE compensi o indennizzi di sorta. 11. NORME DI SICUREZZA Tutti i lavori e servizi devono essere svolti nel pieno rispetto di tutte le norme vigenti in materia di prevenzione infortuni ed igiene del lavoro ed, in ogni caso, in condizioni di permanente sicurezza ed igiene nel rispetto del D.Lgs. 81/08. L Appaltatore deve pertanto osservare e fare osservare ai propri dipendenti, nonché a terzi presenti sugli impianti, tutte le norme di cui sopra e prendere, di propria iniziativa, tutti quei provvedimenti che ritenga opportuni per garantire la sicurezza e l igiene del lavoro. capitolato tecnico 2014 Pagina 16

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CITTÀ DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARTINA FRANCA - Piazza Roma, 32-74015 Martina Franca (Ta) Tel. 0804836111

Dettagli

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA

FONDAZIONE E.N.P.A.I.A. ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA PER GLI ADDETTI E PER GLI IMPIEGATI IN AGRICOLTURA CAPITOLATO SPECIALE Procedura aperta per l'affidamento del servizio di pulizia ordinaria della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven, 48 Roma. CIG 6220354E7E ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI DEL COMUNE DI CERIANO LAGHETTO E SERVIZI AUSILIARI - PERIODO 01/01/2011 31/12/2013 (CIG 058147692A) ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GARA EUROPEA A PROCEDURA RISTRETTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFESTAZIONE, PRESTAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO E LA MINUTA MANUTENZIONE DEI LOCALI, RELATIVI AGLI IMMOBILI

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta per l affidamento del servizio di pulizia ordinaria e di attività ausiliarie accessorie per la sede nazionale di Fondimpresa sita in Roma in via della Ferratella in Laterano n. 33 CAPITOLATO

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

! " # $" $ () # $ $ % % # % $ + $ & "!" $ $ $ # #

!  # $ $ () # $ $ % % # % $ + $ & ! $ $ $ # # !!"!%!!!& '! " " ()! **" % % % + & "!"!" " ' % ''(, ( ) ) *+ (, + ( +! ( - "&.& + & & ''-- + / 0( 0 1 2 ))3-01"( + ( +! % ( + + & ( + 4 + & ( 5 + + 4 ( 6 + 0 (+ ( + + ( 6 / 6 0 (! ' 7 3!. ( 89 :;:

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA, IGIENE AMBIENTALE E FACCHINAGGIO DA EFFETTUARSI PRESSO GLI UFFICI DELL

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati CATALOGO EXA l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati + pratico + sicuro + economico + ecologico 3 edizione Azienda Certificata ISO 9001 e ISO 14001 IL SISTEMA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE FINANZIARIA Settore Acquisto Beni e Servizi e Gestione Contratti CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

ASL n 7 Carbonia CAPITOLATO SPECIALE

ASL n 7 Carbonia CAPITOLATO SPECIALE ASL n 7 Carbonia CAPITOLATO SPECIALE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO TRIENNALE DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE - SERVIZI INTEGRATI/MULTISERVIZI DELLA ASL N 7 DI CARBONIA ( Lotto Unico - CIG

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca CONTRATTO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILIMENTI DI ROMA DELL ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO S.p.A.: - STABILIMENTO DI P.ZZA VERDI - P.zza Verdi 10 - STABILIMENTO SALARIO Via

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

PROGETTO DEL SERVIZIO

PROGETTO DEL SERVIZIO GISEC S.p.A. a Socio Unico Gestione Impianti e Servizi Ecologici Casertani Società soggetta ad attività di Direzione e Coordinamento da parte della Provincia di Caserta Sede Legale in Corso Trieste, 133

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

PROTOCOLLO DI BIOSICUREZZA. Sperma Scarti Morti Disinfezioni Personale Aghi e strumentario Derattizzazione

PROTOCOLLO DI BIOSICUREZZA. Sperma Scarti Morti Disinfezioni Personale Aghi e strumentario Derattizzazione PROTOCOLLO DI BIOSICUREZZA Sperma Scarti Morti Disinfezioni Personale Aghi e strumentario Derattizzazione Disinfezione Il ricorso a disinfettanti e disinfestanti, se unito ad altre misure tese a minimizzare

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA ED ALTRI SERVIZI, TESI AL MANTENIMENTO DEL DECORO E DELLA FUNZIONALITA DEGLI IMMOBILI, PER GLI ISTITUTI SCOLASTICI DI

Dettagli

Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari,

Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari, Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari, Viale dei Giornalisti 6, Edificio E, per una durata di 24 mesi. L anno duemilatredici, il giorno 07 del mese di agosto

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca La Spezia 20 ottobre 2009 Requisiti : Strutturali (Strutture ed attrezzature) Funzionali Requisiti strutturali : n Applicabili a tutte le imbarcazioni

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

è stata acquisita la documentazione antimafia di cui all art.84 del D.Lgs. n.159/2011 ed il DURC attestante la regolarità e correntezza contributiva

è stata acquisita la documentazione antimafia di cui all art.84 del D.Lgs. n.159/2011 ed il DURC attestante la regolarità e correntezza contributiva CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO, TRASPORTO E SUPPORTO OPERATIVO PER GLI UFFICI, CENTRALI E DISTACCATI, DELL ACI IN ROMA E PER L UFFICIO PROVINCIALE ACI DI ROMA CIG n.5393972e7e tra L AUTOMOBILE

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1

REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1 REGOLAMENTO PER GLI INQUILINI (Art. 10 del contratto di locazione) Articolo 1 Gli inquilini sono tenuti oltre che all osservanza delle disposizioni contenute nel contratto di locazione anche a quelle del

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali.

per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali. SERVIZIO SEGRETERIA AA.GG. CAPITOLATO SPECIALE D ONERI per l affidamento del servizio di pulizia degli uffici comunali. Pontecagnano Faiano,lì 28.07.2005 (Aggiornamento 4.08.2005) INDICE ART.1 NORME DI

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

CONTRATTO di prestazione di servizi

CONTRATTO di prestazione di servizi CONTRATTO di prestazione di servizi tra CLENEAR S ROSY di Nappi Maria Rosaria con sede in Via Moncenisio, 27-20031 Cesano Maderno (MI) E Nome Cognome. luogo e data di nascita residenza o domicilio.. codice

Dettagli

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo BARRARE CATEGORIA DI INTERESSE CATEGORIA ISCRIZIONE DESCRIZIONE NOTE VEICOLI F10101 Autovetture F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) F10301 Veicoli Commerciali Leggeri (autotelaio) F10501 Macchine

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Pianificazione di massima delle attività ed organizzazione delle pulizie di presidio

Pianificazione di massima delle attività ed organizzazione delle pulizie di presidio Allegato n. 2 al CT Pianificazione di massima delle attività ed organizzazione delle pulizie di presidio SERVIZIO AMBIENTALE INTEGRATO DEI COMPLESSI IMMOBILIARI DELLE GRANDI STAZIONI Allegato n. 2 al CAPITOLATO

Dettagli

Casa dello Studente Leonardo da Vinci Dateo Gauss Khayyam Archimede Carta dei servizi

Casa dello Studente Leonardo da Vinci Dateo Gauss Khayyam Archimede Carta dei servizi Area Tecnico Edilizia Area Servizi Residenziali Residenze universitarie Casa dello Studente Leonardo da Vinci Dateo Gauss Khayyam Archimede Politecnico di Milano Area Tecnico Edilizia Piazza Leonardo da

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali Lettera Rischi Interferenziali Spett.le Ditta Appaltatrice Ditta Subappaltatrice Luogo, Data 2 OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali In relazione alla necessità di una possibile

Dettagli

AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013

AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013 AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013 FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA (ART.125 D. LGS. 163/2006) Ai sensi dell art.125 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i, la Fondazione

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008

REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008 REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008 REGISTRO DELLE MANUTENZIONI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO DELL

Dettagli

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 24 gennaio 2011, n. 20: Regolamento recante l'individuazione della misura delle sostanze assorbenti e neutralizzanti di cui devono dotarsi gli impianti destinati allo stoccaggio, ricarica, manutenzione,

Dettagli

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura Regolamento per l istituzione di un elenco di operatori economici di fiducia ai sensi dell art. 125, comma 12 del D.lgs. n. 163

Dettagli

CONSIP S.p.A. ALLEGATO 8 PREZZI

CONSIP S.p.A. ALLEGATO 8 PREZZI ALLEGATO 8 PREZZI Allegato 8 - Prezzi Pag. 1 di 15 INDICE SEZIONE 1 PREZZI DEI SERVIZI PREDEFINITI 3 1.1 Servizi di Consulenza Gestionale 3 1.2 Servizi di Manutenzione degli Impianti 4 1.3 Servizi di Pulizia

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO

3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO 3.2 B ANALISI DEI RISCHI E SOLUZIONI NELLA FASE LAVAGGIO FASE DI LAVORAZIONE : LAVAGGIO COD. INAIL : FATTORE DI RISCHIO : - Rischi per la salute e igienico ambientali: rumore prodotto dal motore delle

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP:

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: CODICE PRATICA *CODICE FISCALE*GGMMAAAAHH:MM Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' ATTIVITA' DI ASILO

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

VADEMECUM SUL CONTRATTO MULTISERVIZI

VADEMECUM SUL CONTRATTO MULTISERVIZI Asal - Associazione delle Scuole Autonome del Lazio SEDE OPERATIVA: 115 Circolo Didattico di Roma Angelo Mauri Via Angelo Mauri, 5 00139 ROMA Tel. 068104305 Fax: 068107723 e-mail: presidente@scuolelazio.it

Dettagli

SERVIZIO DEL PATRIMONIO E LOGISTICA

SERVIZIO DEL PATRIMONIO E LOGISTICA SERVIZIO DEL PATRIMONIO E LOGISTICA Capitolato Speciale d Appalto per i servizi di sorveglianza e di assistenza logistica per gli immobili sedi dell Istituto Universitario Europeo e degli Archivi Storici

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente OGGETTO: SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE IN TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE, NELLE SCUOLE E EDIFICI PUBBLICI

Dettagli