L ANDAMENTO DEMOGRAFICO NELLA VALLE PELIGNA TRA IL CENSIMENTO 2001 E QUELLO 2011

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L ANDAMENTO DEMOGRAFICO NELLA VALLE PELIGNA TRA IL CENSIMENTO 2001 E QUELLO 2011"

Transcript

1 L ANDAMENTO DEMOGRAFICO NELLA VALLE PELIGNA A seguito delle rettifiche dovute al censimento 2011 il ritmo della crescita della popolazione tra il 2001 e il 2011 registra un peggioramento La popolazione in Abruzzo cresce di unità pari al 3,56% a fronte del 4,28% nazionale L incremento della provincia dell Aquila di 919 unità (+0,31%) è quasi nullo. La provincia evita una pesante flessione grazie all incremento della città di Avezzano che registra abitanti in più La Marsica e l Alto Sangro crescono rispettivamente di e 433 unità mentre il Territorio Peligno e l Aquilano decrescono di e 676 unità La Valle Peligna perde abitanti, la Valle del Sagittario 276 e la Valle Subequana 466 Sulmona passa da residenti del a del con una contrazione di 1029 unità pari a - 4,07% contro il +4,28% nazionale LE RETTIFICHE ALLA POPOLAZIONE DOVUTE AL CENSIMENTO 2011 La popolazione abruzzese perde unità e registra un decremento del 2,77% a fronte del 2,22% nazionale Le Provincia dell Aquila perde abitanti L Aquilano ne perde 6.535, la Marsica 3.661, il Territorio Peligno e l alto Sangro 510 Sulmona registra 815 abitanti in meno Dott. Aldo Ronci 9 Aprile 2013

2 SINTESI 1 Il 15 censimento della popolazione 2011 L Istituto Nazionale di Statistica ha recentemente messo a disposizione i dati definitivi del 15 Censimento della popolazione di ciascuno degli comuni italiani. La popolazione residente nei comuni Italiani, alla data del 9 ottobre 2011 (data di esecuzione del Censimento), è risultata, alla stessa data, diversa dalla popolazione residente calcolata sulla base delle risultanze delle Liste Anagrafiche Comunali per cui si è reso necessario operare delle rettifiche. L andamento demografico della popolazione in Abruzzo A seguito delle rettifiche dovute al censimento 2011 il ritmo della crescita della popolazione tra il 2001 e il 2011 registra un peggioramento. La popolazione abruzzese è passata da abitanti del a del registrando un incremento di abitanti. Nei dieci anni che vanno dal censimento 2001 a quello 2011 la crescita della popolazione abruzzese è stata del 3,56% contro una crescita media nazionale del 4,28%. Le liste anagrafiche comunali, nel periodo che va dal al , davano per l Abruzzo una crescita del 6,54% e per l Italia del 6,71%. L andamento demografico della popolazione nelle province abruzzesi La modesta crescita della popolazione abruzzese tra i due censimenti è caratterizzata da un impetuosa crescita nella provincia di Pescara con abitanti in più e in quella di Teramo con e da un incremento più modesto nella provincia di Chieti e da una mancata crescita in quella dell Aquila +919, che evita la flessione grazie all incremento della città di Avezzano che registra abitanti in più. L andamento demografico della popolazione in provincia dell Aquila La Marsica e l Alto Sangro crescono rispettivamente di e 433 unità mentre il Territorio Peligno e l Aquilano decrescono di e 676 unità. L andamento demografico della popolazione nel territorio peligno La Valle Peligna registra una pesante flessione di residenti, la Valle del Sagittario di 276 e la Valle Subequana di Elaborazioni su dati ISTAT pubblicati il

3 L andamento demografico della popolazione in alcuni comuni del territorio peligno Sulmona passa da residenti del a del con una contrazione di 1029 unità mentre i dati dell anagrafe comunale tra il e il segnavano un decremento di 324, Raiano perde 161 abitanti, Scanno 185, Pratola registra un lievissimo incremento con solo 26 abitanti in più. Non manca l eccezione di alcuni comuni che invece hanno annotato un consistente incremento: Introdacqua +298, Pettorano sul Gizio +108, Corfinio +82 e Bugnara +71. Le rettifiche alla popolazione in Abruzzo al L Abruzzo, per effetto del censimento 2011, alla data del 9/10/11 ha visto passare la popolazione da unità a subendo così, una riduzione di unità pari al - 2,77%, valore questo peggiore del - 2,22% italiano. A livello nazionale la popolazione è passata da a Le rettifiche alla popolazione nelle province abruzzesi al In tutte le province abruzzesi le rettifiche dovute al censimento hanno determinato riduzione della popolazione: L Aquila , Teramo , Pescara e Chieti L Aquilano perde 6.535, la Marsica 3.661, il Territorio Peligno e l alto Sangro 510. La Valle Peligna registra una perdita di residenti, la Valle del Sagittario di 15 e la Valle Subequana di 94. Sulmona annota 815 abitanti in meno. Considerazioni I dati sull andamento demografico del Territorio Peligno tra il Censimento 2001 e quello 2011 evidenziano una flessione di abitanti che corregge il decremento registrato dalle liste anagrafiche comunali tra il e il di sole 715 unità. Questa drammatica flessione che, insieme alla chiusura delle aziende, alla perdita di posti di lavoro e all incremento della disoccupazione, conferma lo stato di grave crisi economica e sociale in cui versa Il Territorio, mi fa sentire obbligato a intervenire di nuovo sulla necessità di non perdere, forse, l ultima occasione per tentare di innescare un processo di sviluppo attraverso una giusta utilizzazione dei fondi FAS. Lo sviluppo locale è una delle forme con cui il sistema economico del nostro Paese fa leva sulla capacità dei sistemi locali di produrre valore aggiunto attraverso le risorse e le conoscenze presenti nei diversi territori. I bilanci che si vanno compiendo in questa fase su quanto finora realizzato sono però negativi in quanto è indiscutibile che i risultati prodotti siano insoddisfacenti a fronte delle ingenti risorse comunitarie e nazionali mobilitate. 3

4 A conferma di ciò il Comitato di Valutazione degli Interventi Pubblici (UVAL) ha constato che, negli anni tra il 2002 e il 2006, per la realizzazione dei Patti Territoriali e dei PIT, sono stati messi a disposizione della Valle Peligna 50 milioni di euro (12 del Pit Valle Peligna Alto Sangro e 38 del Patto Territoriale Comunità Montana Peligna) che si sono concretizzati di fatto in una distribuzione indifferenziata dei fondi che è finita per essere una mera iniezione finanziaria. L ipotesi di sviluppo del nostro territorio non è granché diversa da quella degli altri territori abruzzesi e il tentativo da mettere in atto, visto la gravissima crisi in cui versa la Valle Peligna, è quello di utilizzare i fondi FAS per realizzare, prima degli altri territori, interventi che dovranno rigorosamente avere come punti centrali di riferimento: la competitività il mercato esterno alla Valle Peligna privilegiando l esportazione. Gli aiuti per la riconversione e il potenziamento della base produttiva e per l avvio di nuove iniziative imprenditoriali dovranno essere concessi per la produzione di beni e servizi competitivi per innovazione, qualità e tipicità da individuare mediante ricerche di mercato. 4

5 L andamento demografico della popolazione in Abruzzo ANDAMENTO DEMOGRAFICO DELLA POPOLAZIONE 21/10/ /10/2011 incremento incremento % abruzzo ,56% italia ,28% incremento della popolazione in abruzzo /10/2001 incremento 09/10/2011. La popolazione abruzzese è passata da abi- tanti del a del regi- strando un incremento di abitanti. incremento % della popolazione Nei dieci anni 5% che vanno dal italia; 4,28% censimento % a quello 2011 la abruzzo ; 3,56% crescita della po- 3% polazione abruz- zese è stata del 2% 3,56% contro una crescita me- 1% dia nazionale del 4,28%. 0% 21/10/ /10/2011. Le liste anagra- fiche comunali negli stessi dieci anni davano per l Abruzzo una crescita del 6,16% e per l Italia del 6,71%. 5

6 . L andamento demografico della popolazione nelle province abruzzesi ANDAMENTO DEMOGRAFICO DELLA POPOLAZIONE 21/10/ /10/2011 incremento incremento % l'aquila ,31% teramo ,59% pescara ,49% chieti ,54% incremento della popolazione nelle province abruzzesi La modesta cre- scita della popo lazione abruz zese tra i due censimenti è caratterizzata da un impetuosa crescita nella provincia di Pescara con abitanti in più e in quella. l'aquila. teramo. pescara. chieti. di Teramo con , da un in- incremento % della popolazione nelle province abruzzesi cremento più 7% teramo; 6,59% modesto nella pescara; 6,49% 6% provincia di Chieti e 5% 4% italia; 4,28% da una mancata crescita in quella 3% dell Aquila In valori percen- 2% chieti; 1,54% tuali crescono 1% più dei valori l'aquila; 0,31% italiani (+4,28%) 0% 21/10/ /10/2011. Teramo (+6,59%) e Pescara (+6,49%) mentre Chieti (1,54%) cresce meno e L Aquila (+0,31%) quasi niente ed evita la flessione grazie all incremento della città di Avezzano che registra abitanti in più. 21/10/ incremento 09/10/ /10/ incremento 09/10/ /10/ incremento 09/10/ /10/ incremento 09/10/

7 L andamento demografico della popolazione in provincia dell Aquila ANDAMENTO DEMOGRAFICO DELLA POPOLAZIONE 21/10/ /10/2011 incremento incremento % territorio peligno ,33% alto sangro ,50% marsica ,32% aquilano ,67% provincia dell'aquila ,31% variazioni della popolazione in provincia dell'aquila territorio peligno alto sangro marsica aquilano La Marsica e l Alto Sangro cre- scono rispet- tivamente di e 433 unità mentre il Territorio Peli- gno e l Aquilano decrescono di e 676 unità Il tasso di variazioni % della popolazione in provincia dell'aquila crescita dell 5% italia; 4,28% 4% Alto Sangro è stato del 2,50%, 3% alto sangro; 2,50% marsica; 2,32% quello della 2% Marsica del 1% 2,32% comun- 0% aquilano; -0,67% que inferiori al -1% valore nazio- -2% nale (4,28%). -3% territorio peligno; - 3,33% L Aquilano su- -4% 21/10/ /10/2011. bisce una lieve flessione (- 0,67%) e il Territorio Peligno un pesante decremento (- 3,33%). 7

8 L andamento demografico della popolazione nel territorio peligno ANDAMENTO DEMOGRAFICO DELLA POPOLAZIONE 21/10/ /10/2011 incremento incremento % valle peligna ,24% valle del sagittario ,06% valle subequana ,74% territorio peligno ,33% variazioni della popolazione nel territorio peligno La Valle Peligna registra una pe- sante flessione di resi- denti, la Valle del Sagittario di 276 e la Valle Subequana di valle peligna valle del sagittario valle subequana 6% 4% 2% 0% -2% -4% -6% -8% -10% -12% -14% -16% variazioni % della popolazione nel territorio peligno italia; 4,28% valle peligna; -2,24% valle del sagittario; -6,06% valle subequana; -13,74% 21/10/ /10/2011. In valori per- centuali la Valle Peligna decre- sce del 2,24%, la Valle del Sagittario del 6,06% e la Valle Subequana del 13,74% 8

9 L andamento demografico della popolazione in alcuni comuni del territorio peligno ANDAMENTO DEMOGRAFICO DELLA POPOLAZIONE 21/10/ /10/2011 incremento incremento % Sulmona ,07% Pratola Peligna ,33% Raiano ,42% Scanno ,67% Sulmona passa variazioni della popolazione in alcuni comuni del territorio peligno da residenti del a del con una -400 contrazione di unità, -800 Raiano perde residenti e Scanno 185, Sulmona Pratola Peligna Raiano Scanno Pratola registra un lievissimo incremento con solo 26 abitanti in più. Non mancano alcuni comuni che invece hanno annotato un consistente incremento: Introdacqua +298, Pettorano sul Gizio +108, Corfinio +82 e Bugnara % 4% 2% 0% -2% -4% -6% -8% -10% variazioni % della popolazione in alcuni comuni del territorio peligno Pratola un debole incremento dello 0,33%. italia; 4,28% Pratola Peligna; 0,33% Sulmona; -4,07% Raiano; -5,42% Scanno; -8,67% 21/10/ /10/2011. Tra il 2001 e il 2011 i dati demografici dei principali Co- muni del Terri- torio Peligno fanno registrare per Sulmona una flessione di - 4,27%, per Raiano - 5,42%, per Scanno - 8,67% e per 9

10 Le rettifiche alla popolazione in Abruzzo al RETTIFICHE DELLA POPOLAZIONE DOVUTE AL CENSIMENTO /10/ /10/2011 incremento incremento % abruzzo ,77% italia ,22% % 0% rettifiche della popolazione in abruzzo dovute al censimento /10/2011 decremento 09/10/2011. rettifiche % della popolazione dovute al censimento 2011 L Abruzzo, per effetto del censi- mento 2011, alla data del 9/10/11 ha visto passare la popolazione da u- nità a subendo così, u- na riduzione di unità pari al - 2,77%, valore questo peggiore del - 2,22% italia- no. A livello nazio- nale la popola- zione è passata da a % -2% -2,22% -2,77% -3%. abruzzo italia. 10

11 Le rettifiche alla popolazione nelle province abruzzesi al RETTIFICHE DELLA POPOLAZIONE DOVUTE AL CENSIMENTO /10/ /10/2011 incremento incremento % l'aquila ,84% teramo ,04% pescara ,92% chieti ,38% RETTIFICHE DELLA POPOLAZIONE DOVUTE AL CENSIMENTO /10/ /10/2011 incremento incremento % territorio peligno ,33% alto sangro ,79% marsica ,75% aquilano ,13% provincia dell'aquila ,84% RETTIFICHE DELLA POPOLAZIONE DOVUTE AL CENSIMENTO /10/ /10/2011 incremento incremento % Sulmona ,25% Pratola Peligna ,57% Raiano ,56% Scanno ,37% 11

12 L andamento demografico della popolazione nel Territorio Peligno ANDAMENTO DEMOGRAFICO DELLA POPOLAZIONE 21/10/ /10/2011 incremento incremento % Anversa degli abruzzi ,62% Bugnara ,86% Campo di giove ,62% Cansano ,44% Castel di ieri ,77% Castelvecchio subequo ,02% Cocullo ,40% Corfinio ,22% Gagliano aterno ,79% Goriano sicoli ,69% Introdacqua ,28% Molina aterno ,50% Pacentro ,32% Pettorano sul gizio ,61% Pratola peligna ,33% Prezza ,05% Raiano ,42% Rocca pia ,64% Scanno ,67% Secinaro ,21% Sulmona ,07% Villalago ,39% Vittorito ,26% 12

13 Le rettifiche della popolazione nel Territorio Peligno dovute al Censimento del RETTIFICHE DELLA POPOLAZIONE DOVUTE AL CENSIMENTO /10/ /10/2011 incremento incremento % Anversa degli Abruzzi ,91% Bugnara ,56% Campo di Giove ,95% Cansano ,70% Castel di Ieri ,50% Castelvecchio Subequo ,39% Cocullo ,75% Corfinio ,10% Gagliano Aterno ,89% Goriano Sicoli ,08% Introdacqua ,74% Molina Aterno ,71% Pacentro ,12% Pettorano sul Gizio ,29% Pratola Peligna ,57% Prezza ,15% Raiano ,56% Rocca Pia ,18% Scanno ,37% Secinaro ,90% Sulmona ,25% Villalago ,84% Vittorito ,88% 13

RAPPORTO BILANCIO DEMOGRAFICO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA DEL TERRITORIO PELIGNO DELL ALTO SANGRO

RAPPORTO BILANCIO DEMOGRAFICO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA DEL TERRITORIO PELIGNO DELL ALTO SANGRO RAPPORTO 2013-2016 BILANCIO DEMOGRAFICO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA DEL TERRITORIO PELIGNO DELL ALTO SANGRO In provincia dell Aquila L Aquilano perde 1.771 abitanti, La Marsica 1.618, il Territorio Peligno

Dettagli

LA COMPOSIZIONE DELLA POPOLAZIONE PER CLASSI DI ETÀ NEL TERRITORIO PELIGNO NEL 2015

LA COMPOSIZIONE DELLA POPOLAZIONE PER CLASSI DI ETÀ NEL TERRITORIO PELIGNO NEL 2015 LA COMPOSIZIONE DELLA POPOLAZIONE PER CLASSI DI ETÀ NEL TERRITORIO PELIGNO NEL 2015 Aldo Ronci 15 Febbraio 2017 GLOSSARIO. NOTA Si riportano di seguito i comuni che fanno parte dei vari ambiti territoriali

Dettagli

RAPPORTO 2015 BILANCIO DEMOGRAFICO DELL ABRUZZO

RAPPORTO 2015 BILANCIO DEMOGRAFICO DELL ABRUZZO RAPPORTO 2015 BILANCIO DEMOGRAFICO DELL ABRUZZO L Abrruzzo perde 5.061 abitanti e decresce dello 0,38% vore di gran lunga superiore - 0,21% dell Itia. Per il terzo anno consecutivo l Abruzzo segna vori

Dettagli

VETRO. La raccolta del vetro in Provincia dell'aquila LA RACCOLTA DEL VETRO IN PROVINCIA DELL'AQUILA. RU Indifferenziati t/a

VETRO. La raccolta del vetro in Provincia dell'aquila LA RACCOLTA DEL VETRO IN PROVINCIA DELL'AQUILA. RU Indifferenziati t/a VETRO CODICI CER DESCRIZIONE 15 01 07 Imballaggi in vetro 20 01 02 La raccolta del vetro in Provincia dell'aquila 160.000 148.984,12 134.369,82 120.000 80.000 40.000 14.614,30 2663,83 Rifiuti Totali Prodotti

Dettagli

RAPPORTO 2014 BILANCIO DEMOGRAFICO DELL ABRUZZO

RAPPORTO 2014 BILANCIO DEMOGRAFICO DELL ABRUZZO RAPPORTO 2014 BILANCIO DEMOGRAFICO DELL ABRUZZO L Abrruzzo perde 2.365 abitanti e decresce dello 0,18% in controtendenza rispetto all Italia che cresce dello 0,02% L Abruzzo cresce solo nell area metropolitana

Dettagli

ELENCO COMUNI E FUNZIONARI RESPONSABILI

ELENCO COMUNI E FUNZIONARI RESPONSABILI ACCIANO AQ Rosanna TUTERI 67041 AIELLI AQ Emanuela CECCARONI 67030 ALFEDENA AQ Maria RUGGERI 67030 ANVERSA DEGLI ABRUZZI AQ Rosanna TUTERI 67030 ATELETA AQ Rosanna TUTERI 67051 AVEZZANO AQ Emanuela CECCARONI

Dettagli

METALLI. La raccolta dei metalli in Provincia dell'aquila LA RACCOLTA DEI METALLI IN PROVINCIA DELL AQUILA

METALLI. La raccolta dei metalli in Provincia dell'aquila LA RACCOLTA DEI METALLI IN PROVINCIA DELL AQUILA CODICI CER METALLI DESCRIZIONE 15 01 04 Imballaggi metallici 20 01 40 Metallo La raccolta dei metalli in Provincia dell'aquila 160.000 148.984,12 134.369,82 120.000 80.000 40.000 14.614,30 2.570,30 Rifiuti

Dettagli

BILANCIO DEMOGRAFICO DELL ABRUZZO

BILANCIO DEMOGRAFICO DELL ABRUZZO RAPPORTO primi 8 mesi 2016 BILANCIO DEMOGRAFICO DELL ABRUZZO L Abruzzo perde 3.753 abitanti e decresce dello 0,28% molto di più rispetto all Italia che flette dello 0,12% In due anni e otto mesi l Abruzzo

Dettagli

TAB IMPRESE, UNITA' LOCALI E RELATIVI ADDETTI 1981 A B C D E=D/C F G H I L M N UNITA' LOCALI

TAB IMPRESE, UNITA' LOCALI E RELATIVI ADDETTI 1981 A B C D E=D/C F G H I L M N UNITA' LOCALI TAB. 4.1.1 - IMPRESE, UNITA' LOCALI E RELATIVI ADDETTI 1981 A B C D E=D/C F G H I L M N UNITA' LOCALI Addetti Addetti IMPRESE COMUNI TOTALE di cui artigiane ogni 100 su totale % su C.M. e Unità Dim. medie

Dettagli

PRODUZIONE RU INDIFFERENZIATI - PROVINCIA DELL'AQUILA - ANNO 2006 ATO

PRODUZIONE RU INDIFFERENZIATI - PROVINCIA DELL'AQUILA - ANNO 2006 ATO La gestione dei Rifiuti Urbani Indifferenziati Il sistema impiantistico di smaltimento Nel presente capitolo viene esaminata la situazione del sistema impiantistico di smaltimento dei rifiuti urbani in

Dettagli

POR FESR 2007-2013. Ambiti: L aquila; Avezzano; Sulmona

POR FESR 2007-2013. Ambiti: L aquila; Avezzano; Sulmona POR FESR 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI (PIT): Ambiti: L aquila; Avezzano; Sulmona BANDO Attività I.2.1. Sostegno a programmi di investimento delle PMI per progetti di innovazione tecnologica,

Dettagli

LA PROVINCIA DELL AQUILA 1 DATI GENERALI

LA PROVINCIA DELL AQUILA 1 DATI GENERALI LA PROVINCIA DELL AQUILA 1 DATI GENERALI 4 1 La presente sezione generale è estratta dal Primo Rapporto Sui Rifiuti anno 2002. 2 La provincia dell Aquila occupa un territorio di 5.034 Kmq su una superficie

Dettagli

SULMONA, LANCIANO E VASTO HANNO TUTTI I REQUISITI PER ESSERE POLI DI ATTRAZIONE

SULMONA, LANCIANO E VASTO HANNO TUTTI I REQUISITI PER ESSERE POLI DI ATTRAZIONE SULMONA, LANCIANO E VASTO HANNO TUTTI I REQUISITI PER ESSERE POLI DI ATTRAZIONE I POLI DI ATTRAZIONE I Poli di Attrazione (Centri d offerta di servizi) devono avere le seguenti caratteristiche: presenza

Dettagli

COMUNITA MONTANA PELIGNA

COMUNITA MONTANA PELIGNA COMUNITA MONTANA PELIGNA LE IMPRESE NEL 27 IN ABRUZZO IN PROVINCIA DELL AQUILA NEL CENTRO ABRUZZO Dott. Aldo Ronci Sulmona 15 Maggio 28 INDICE PRESENTAZIONE PREMESSA Le imprese per territorio Le imprese

Dettagli

GLI STRANIERI IN ABRUZZO NEL 2015

GLI STRANIERI IN ABRUZZO NEL 2015 GLI STRANIERI IN ABRUZZO NEL 2015 Aldo Ronci 3 Gennaio 2016 GLI STRANIERI RESIDENTI IN ABRUZZO NEL 2015 1 Gli stranieri residenti in Abruzzo sono passati da 86.245 del 2014 a 86.363 del 2015 registrando

Dettagli

5. La Raccolta Differenziata

5. La Raccolta Differenziata 5. La Raccolta Differenziata Al fine di effettuare il calcolo della percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani (Raccolta Differenziata RU) raggiunta in ogni ATO nel corso del 2005 e di procedere,

Dettagli

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA Per le elaborazioni ed i calcoli del livello di RD dei rifiuti urbani raggiunto in ATO, anche quest anno, si è scelto di seguire la procedura proposta dalla Direttiva Regionale

Dettagli

LA DINAMICA DELLE IMPRESE ARTIGIANE IN ABRUZZO nei primi nove mesi 2016

LA DINAMICA DELLE IMPRESE ARTIGIANE IN ABRUZZO nei primi nove mesi 2016 LA DINAMICA DELLE IMPRESE ARTIGIANE IN ABRUZZO nei mesi 216 Aldo Ronci 24 Ottobre 216 AVVERTENZE Le variazioni delle imprese corrispondono ai saldi ottenuti dalle differenze tra le imprese iscritte e quelle

Dettagli

Strategia regionale per le Aree Interne

Strategia regionale per le Aree Interne Strategia regionale per le Aree Interne PROPOSTA DI INCLUSIONE DELLA LA MACRO AREA VALLE PELIGNA VALLE DEL SAGITTARIO Il progetto per le aree interne del Paese si prefigge di raggiungere assieme tre distinti

Dettagli

La gestione dei rifiuti urbani in provincia dell Aquila: Importanza della valutazione dei costi nella gestione dei rifiuti urbani

La gestione dei rifiuti urbani in provincia dell Aquila: Importanza della valutazione dei costi nella gestione dei rifiuti urbani La gestione dei rifiuti urbani in provincia dell Aquila: Importanza della valutazione dei costi nella gestione dei rifiuti urbani I costi relativi alla gestione dei rifiuti urbani costituiscono per le

Dettagli

La Raccolta Differenziata

La Raccolta Differenziata La Raccolta Differenziata La percentuale di raccolta differenziata è l indice maggiormente utilizzato per valutare i risultati conseguiti nella gestione dei servizi di raccolta dei rifiuti urbani ed è

Dettagli

L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1

L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1 + 0,3% PIL (Fonte Istat) L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1 L Istat non ha ancora diffuso i dati regionali sul PIL 2015. L incremento dello 0,3% del PIL abruzzese nel 2015 è un dato Prometeia diffuso dal Cresa.

Dettagli

Raccolta dati: Raccolta dati. nuovo sistema di gestione automatizzato

Raccolta dati: Raccolta dati. nuovo sistema di gestione automatizzato : nuovo sistema di gestione automatizzato La raccolta dati effettuata dall OPR nel 2003 si è sviluppata in due fasi parallele e complementari. La prima è consistita nell invio di una scheda tipo (Allegato

Dettagli

La Raccolta Differenziata

La Raccolta Differenziata L articolo 24, comma 2 bis del D. Lgs 22/97 prevede l emanazione di un apposito Decreto Ministeriale per stabilire una metodologia e criteri di calcolo delle percentuali di raccolta differenziata omogenei

Dettagli

Popolazione, offerta di lavoro, valore aggiunto, consumi e demografia delle imprese a L Aquila

Popolazione, offerta di lavoro, valore aggiunto, consumi e demografia delle imprese a L Aquila Popolazione, offerta di lavoro, valore aggiunto, consumi e demografia delle imprese a L Aquila Aprile 2016 UFFICIO STUDI 1 1. La popolazione residente nella regione Abruzzo attualmente supera 1,3 milioni

Dettagli

I SISTEMI LOCALI DEL LAVORO IN ABRUZZO LA POPOLAZIONE E LE ABITAZIONI

I SISTEMI LOCALI DEL LAVORO IN ABRUZZO LA POPOLAZIONE E LE ABITAZIONI I SISTEMI LOCALI DEL LAVORO IN ABRUZZO LA POPOLAZIONE E LE ABITAZIONI A cura di: Servizio per l Informazione Statistica Ufficio Sistema Informativo Statistico Via L. Da Vinci, 6 67100 L Aquila Tel. 0862363622,

Dettagli

Introduzione. Abruzzo rifiuti free. di Giuseppe Di Marco Presidente Legambiente Abruzzo

Introduzione. Abruzzo rifiuti free. di Giuseppe Di Marco Presidente Legambiente Abruzzo Il 2017 è l anno in cui la nostra Regione si appresta a chiudere il Piano di Gestione dei Rifiuti, adeguato per una migliore e corretta gestione integrata degli stessi e con l ambizione di favorire una

Dettagli

Indice Raccolta dati: nuovo sistema di gestione automatizzato... 2 La Produzione di Rifiuti Urbani... 10 La Raccolta Differenziata...

Indice Raccolta dati: nuovo sistema di gestione automatizzato... 2 La Produzione di Rifiuti Urbani... 10 La Raccolta Differenziata... Indice Raccolta dati: nuovo sistema di gestione automatizzato...2 Data base per la gestione dei dati...4 La Produzione di Rifiuti Urbani...10 La Raccolta Differenziata...17 Raccolta Differenziata: un dovere

Dettagli

L anno il giorno del mese di, in Sulmona, presso la sede sociale di COGESA S.p.A., fra i Comuni di: 1) COMUNE DI ACCIANO, rappresentato da

L anno il giorno del mese di, in Sulmona, presso la sede sociale di COGESA S.p.A., fra i Comuni di: 1) COMUNE DI ACCIANO, rappresentato da Convenzione ex art. 30, D.Lgs. 18 Agosto 2000 n. 267 fra gli Enti locali soci di COGESA S.p.A., per l esercizio congiunto del controllo analogo sulla Società L anno il giorno del mese di, in Sulmona, presso

Dettagli

ALTITUDINE DEI COMUNI MONTANI (metri dal livello del mare) REGIONE ABRUZZO. Altitudine Comunale. Altitudine Minima. Altitudine Massima

ALTITUDINE DEI COMUNI MONTANI (metri dal livello del mare) REGIONE ABRUZZO. Altitudine Comunale. Altitudine Minima. Altitudine Massima 1 A Amiternina BARETE AQ 800 705 1.531 2 A Amiternina CAGNANO AMITERNO AQ 841 733 1.805 3 A Amiternina CAMPOTOSTO AQ 1.420 1.017 2.270 4 A Amiternina CAPITIGNANO AQ 916 817 1.603 5 A Amiternina FOSSA AQ

Dettagli

REGIONE ABRUZZO Dati Popolazione, Superficie e Densità dei Comuni appartenenti alle Comunità Montane - Dati UNCEM al

REGIONE ABRUZZO Dati Popolazione, Superficie e Densità dei Comuni appartenenti alle Comunità Montane - Dati UNCEM al Dati Popolazione, e dei Comuni appartenenti alle Comunità Montane - Dati UNCEM al 31-12-2007 A - Amitenina 066008 BARETE AQ 668 24,33 27,46 A - Amitenina 066013 CAGNANO AMITERNO AQ 1.421 60,24 23,59 A

Dettagli

Abruzzo. Cresa traccia il bilancio del 2014: Pil in flessione ma ci sono timidi segnali di ripresa

Abruzzo. Cresa traccia il bilancio del 2014: Pil in flessione ma ci sono timidi segnali di ripresa Abruzzo. Cresa traccia il bilancio del 2014: Pil in flessione ma ci sono timidi segnali di ripresa - 16 giugno 2015 In un contesto nazionale ancora negativo, per il 2014 le stime disponibili ed elaborate

Dettagli

L EXPORT ABRUZZESE nel I semestre 2016

L EXPORT ABRUZZESE nel I semestre 2016 L EXPORT ABRUZZESE nel I semestre 2016 L export registra un incremento di 500 M pari al 13,6% mentre quello italiano non cresce e si posiziona al terzo posto della graduatoria nazionale I mezzi di trasporto

Dettagli

15 01 01 Imballaggi in carta e cartone. La raccolta della carta in Provincia dell'aquila LA RACCOLTA DELLA CARTA IN PROVINCIA DELL'AQUILA

15 01 01 Imballaggi in carta e cartone. La raccolta della carta in Provincia dell'aquila LA RACCOLTA DELLA CARTA IN PROVINCIA DELL'AQUILA CARTA E CARTONE CODICI CER DESCRIZIONE 15 01 01 Imballaggi in carta e cartone 20 01 01 Carta e cartone La raccolta della carta in Provincia dell'aquila 160.000 148.984,12 134.369,82 120.000 80.000 40.000

Dettagli

Bacini d'utenza degli ospedali abruzzesi: Analisi per comune Report

Bacini d'utenza degli ospedali abruzzesi: Analisi per comune Report Bacini d'utenza degli ospedali abruzzesi: Analisi per comune Report 2010-11 Santa Maria di Ronzano Castel Castagna (Teramo) A cura di: Lamberto Manzoli Angelo Muraglia Maria Elena Flacco Vito Di Candia

Dettagli

IL MERCATO DEL LAVORO IN ABRUZZO nel 2016

IL MERCATO DEL LAVORO IN ABRUZZO nel 2016 IL MERCATO DEL LAVORO IN ABRUZZO nel 2016 Nel 2016, tra il IV trimestre 2015 e il IV trimestre 2016, gli occupati hanno registrato una flessione di 3.000 unità. In valore percentuale il decremento è stato

Dettagli

TABELLA B allegata alla legge Riordino delle Comunità Montane abruzzesi e modifiche a leggi regionali COMUNITA MONTANE PROVINCIA L AQUILA

TABELLA B allegata alla legge Riordino delle Comunità Montane abruzzesi e modifiche a leggi regionali COMUNITA MONTANE PROVINCIA L AQUILA MONNE PROVINCIA L AQUILA Cod AMITERNINA ZONA A Cod CAMPO IMPERATORE ZONA B Cod SIRENTINA ZONA C 000 BARETE 000 BARISCIANO 000 ACCIANO 00 CAGNANO AMITERNO 0 00 CALASCIO 00 CASTEL DI IERI 00 CAMPOTOSTO 00

Dettagli

4 PRINCIPALI DATI STATISTICI 4.1 DEMOGRAFIA E DENSITÀ SUPERFICIE E DENSITÀ ANDAMENTO DEMOGRAFICO DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE 5

4 PRINCIPALI DATI STATISTICI 4.1 DEMOGRAFIA E DENSITÀ SUPERFICIE E DENSITÀ ANDAMENTO DEMOGRAFICO DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE 5 4 PRINCIPALI DATI STATISTICI 4.1 DEMOGRAFIA E DENSITÀ 4.1.1 SUPERFICIE E DENSITÀ L insieme delle tre province occidentali si estende su una superficie territoriale di circa 8500 Kmq con 1,8 milioni di

Dettagli

PROPRIETA' E DESCRIZIONE INTERVENTO Provincia

PROPRIETA' E DESCRIZIONE INTERVENTO Provincia 1 COMUNE DI AIELLI - Edificio materna, elementare e media AQ X 940.000,00 2 COMUNE DI ALFEDENA - messa in sicurezza materna e elementare AQ 300.000,00 3 COMUNE DI ANVERSA DEGLI ABRUZZI - Scuola dell'infanzia

Dettagli

Elenco dei Comuni appartenenti alla sezione di Tesoreria provinciale dello Stato di L'Aquila - Cod. Sez. 401

Elenco dei Comuni appartenenti alla sezione di Tesoreria provinciale dello Stato di L'Aquila - Cod. Sez. 401 Elenco 1/AQ alla Determinazione n.471 del.9/11/2007 L'Aquila - Cod. Sez. 401 da 1 AQ Aielli 7.829,00 211,38 211,38 304237 2 AQ Alfedena 9.732,00 262,76 262,76 304238 3 AQ Anversa degli Abruzzi 4.156,90

Dettagli

BATTERIE ED ACCUMULATORI

BATTERIE ED ACCUMULATORI 160.000 CODICI CER BATTERIE ED ACCUMULATORI DESCRIZIONE 20 01 33* batterie e di cui alle voci 16 06 01, 16 06 02 e 16 06 03 nonché batterie e non suddivisi contenenti tali batterie 20 01 34 batterie e

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA 1 GRADO

SCUOLA SECONDARIA 1 GRADO SCUOLA SECONDARIA 1 GRADO AQMM000VQ6 PROVINCIA DI L' AQUILA AQMM000XQ4 DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (NON ESPRIMIBILE DAL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO ED AUSILIARIO) AQMM001ZR2 DISTRETTO 001 AQCT700007

Dettagli

ASSEGNATO. Cofinanziamento I piano ordinario. Cofinanziamento. II piano ordinario (CIPE 32/2010) Intervento sostitutivo Importo richiesto

ASSEGNATO. Cofinanziamento I piano ordinario. Cofinanziamento. II piano ordinario (CIPE 32/2010) Intervento sostitutivo Importo richiesto I 1 UNE DI AIELLI - Edificio materna, elementare e media 1 Si AQ X 940.000,00 150.400,00 789.600,00 126.199,88 331.700,06 331.700,06 2 UNE DI ANVERSA DEGLI ABRUZZI - Scuola dell'infanzia 1 Si AQ 320.000,00

Dettagli

Allevamenti. Consistenza

Allevamenti. Consistenza Consistenza Distribuzione percentuale delle aziende con allevamenti % di aziende con allevamenti sul totale delle aziende % aziende con bovini sul totale aziende con allevamenti % aziende con ovini sul

Dettagli

3,$12',=21$'(,6(59,=,62&,$/, /HJJHH3LDQRVRFLDOHUHJLRQDOH

3,$12',=21$'(,6(59,=,62&,$/, /HJJHH3LDQRVRFLDOHUHJLRQDOH Q (QWHGL$PELWR6RFLDOH 3,$12',=21$'(,6(59,=,62&,$/, /HJJHH3LDQRVRFLDOHUHJLRQDOH $0%,727(55,725,$/(62&,$/( 'HQRPLQD]LRQH &RPXQLWj0RQWDQD3HOLJQD &RPXQH&RPXQL 9DOOH3HOLJQD $QYHUVD 3DFHQWUR %XJQDUD 3HWWRUDQRVXO*L]LR

Dettagli

Applicativo Intese Monitoraggio Accordi di Programma Quadro. Report A - Elenco interventi

Applicativo Intese Monitoraggio Accordi di Programma Quadro. Report A - Elenco interventi APQ3-01 - Monitoraggio, ricerca perdite, riparazione e/o sostituzione di tratti di reti interne nei Comuni consorziati BARISCIANO (AQ) CAGNANO AMITERNO (AQ) CALASCIO (AQ) CASTEL DEL MONTE (AQ) LUCOLI (AQ)

Dettagli

REGIONE ABRUZZO CRONOPROGRAMMA RELATIVO AL PROGETTO:

REGIONE ABRUZZO CRONOPROGRAMMA RELATIVO AL PROGETTO: Piano Nazionale della Prevenzione 2005 2007 (Intesa Stato Regioni 23 Marzo 2005) Legge 138 del 2004 art. 2 bis ESTENSIONE E MIGLIORAMENTO DEI PROGRAMMI PER LO SCREENING ONCOLOGICO DEL CANCRO DELLA CERVICE

Dettagli

Le lancette dell economia bolognese. Il lavoro

Le lancette dell economia bolognese. Il lavoro Le lancette dell economia bolognese Il lavoro Marzo 2014 2 L occupazione in Emilia-Romagna e in provincia di Bologna dal 2008 al 2013 600 Occupati in provincia di Bologna 2.500 Occupati in Emilia-Romagna

Dettagli

L UNIONE TERRE DI CASTELLI E IL COMUNE DI MONTESE LA REALTA TERRITORIALE DEI COMUNI Analisi socio economica

L UNIONE TERRE DI CASTELLI E IL COMUNE DI MONTESE LA REALTA TERRITORIALE DEI COMUNI Analisi socio economica www.consorziomipa.it L UNIONE TERRE DI CASTELLI E IL COMUNE DI MONTESE LA REALTA TERRITORIALE DEI COMUNI Analisi socio economica Dicembre 2015, Integrazione del Comune di Castel d Aiano Giugno 2016 EVOLUZIONE

Dettagli

CAMPIONATO TERZA CATEGORIA

CAMPIONATO TERZA CATEGORIA CAMPIONATO TERZA CATEGORIA Classifica girone A A.S.D. OVIDIANA 55 26 16 7 3 51 22 29 0 A.S.D. CAPESTRANO 55 26 16 7 3 45 18 27 0 A.S.D. ROIO CALCIO 52 26 15 7 4 46 31 15 0 USD VIRTUS BARISCIANO 51 26 15

Dettagli

Le dinamiche economiche provinciali nel Dott. Silvio Di Lorenzo Presidente Camera di Commercio di Chieti

Le dinamiche economiche provinciali nel Dott. Silvio Di Lorenzo Presidente Camera di Commercio di Chieti Le dinamiche economiche provinciali nel 2010 Dott. Silvio Di Lorenzo Presidente Camera di Commercio di Chieti Analisi dell andamento dell economia economia provinciale, attraverso i principali indicatori

Dettagli

I terremoti di Sulmona e la della microzonazione sismica

I terremoti di Sulmona e la della microzonazione sismica I terremoti di Sulmona e la della microzonazione sismica PETTORANO ANVERSA INTRODACQUA BUGNARA COCULLO CANSANO PREZZA PACENTRO SULMONA PRATOLA RAIANO CORFINIO ROCCA CASALE POPOLI Nel millennio scorso si

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL QUADRO ECONOMICO E SOCIALE DELLA SARDEGNA

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL QUADRO ECONOMICO E SOCIALE DELLA SARDEGNA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL QUADRO ECONOMICO E SOCIALE DELLA SARDEGNA A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 LA DEMOGRAFIA... 3 LA RICCHEZZA PRODOTTA... 3 L APERTURA

Dettagli

ENTI ISCRITTI ALL'ALBO NAZIONALE CON SEDI DI ATTUAZIONE DI PROGETTO NELLA REGIONE ABRUZZO - PROVINCIA DE L'AQUILA

ENTI ISCRITTI ALL'ALBO NAZIONALE CON SEDI DI ATTUAZIONE DI PROGETTO NELLA REGIONE ABRUZZO - PROVINCIA DE L'AQUILA ENTI ISCRITTI ALL'ALBO NAZIONALE CON SEDI DI ATTUAZIONE DI PROGETTO NELLA REGIONE ABRUZZO - PROVINCIA DE L'AQUILA Volontari Effettivi Attivita' sportiva di carattere ludico o per disabili o finalizzata

Dettagli

Pericolosità sismica: l Abruzzo seconda regione italiana per superficie e terza per popolazione ed edifici residenziali in zona sismica 1

Pericolosità sismica: l Abruzzo seconda regione italiana per superficie e terza per popolazione ed edifici residenziali in zona sismica 1 L Aquila, 5 gennaio 2017 Pericolosità sismica: l Abruzzo seconda regione italiana per superficie e terza per popolazione ed edifici residenziali in zona sismica 1 È classificato in zona sismica 1 1, quella

Dettagli

L OCCUPAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

L OCCUPAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI L OCCUPAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi ESTRATTO DALL'OSSERVATORIO

Dettagli

OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE L'AQUILA Istituzioni Scolastiche e Totale alunni a.s. 2010/2011

OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE L'AQUILA Istituzioni Scolastiche e Totale alunni a.s. 2010/2011 OSSERVATORIO SCOLASTICO PROVINCIALE L'AQUILA Elenco Istituzioni Scolastiche e Totale alunni a.s. 2010/2011 Denominazione INFANZIA S. GIOVANNI BOSCO 24 INFANZIA S. GIOVANNI XXIII 44 INFANZIA S. BERNARDINO

Dettagli

PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE

PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE MASTERPLAN ABRUZZO PATTO PER IL SUD Allegato 1 alla Deliberazione di Giunta Regionale n. 229 del 19 aprile 2016 con integrazioni concordate con P.Chigi e Ministeri PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE RIEPILOGO

Dettagli

POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE. Anno Anticipazione

POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE. Anno Anticipazione Ragioneria Generale I Direzione Sistemi informativi di pianificazione e controllo finanziario U.O. Statistica POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE Anno 2016 Anticipazione Indice Stranieri residenti per area

Dettagli

BILANCIO DEMOGRAFICO 2009 La popolazione del Piemonte nel 2009

BILANCIO DEMOGRAFICO 2009 La popolazione del Piemonte nel 2009 BILANCIO DEMOGRAFICO 2009 La popolazione del Piemonte nel 2009 La pubblicazione presenta i dati dei bilanci demografici ISTAT anno 2009 suddivisi per comune, provincia, Asl, comunità montane, zone altimetriche

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione

COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione L andamento demografico della popolazione residente nel Comune di Brescia dal al GRAF. 1 Evoluzione dell ammontare della

Dettagli

Il Quadro demografico della città di Messina

Il Quadro demografico della città di Messina DIPARTIMENTO STATISTICA Il Quadro demografico della città di Messina Le principali caratteristiche demografiche 2011 A C U R A D E L DIPARTIMENTO DI STATISTICA Premessa L Istituto Nazionale di Statistica

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione COMUNE DI BRESCIA

COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione COMUNE DI BRESCIA COMUNE DI BRESCIA UNITA DI STAFF STATISTICA Ufficio di Diffusione dell Informazione L andamento demografico della popolazione residente nel Comune di Brescia dal al GRAF. Evoluzione dell ammontare della

Dettagli

BILANCIO DEMOGRAFICO 2010 La popolazione del Piemonte nel 2010

BILANCIO DEMOGRAFICO 2010 La popolazione del Piemonte nel 2010 BILANCIO DEMOGRAFICO 2010 La popolazione del Piemonte nel 2010 La pubblicazione presenta i dati dei bilanci demografici ISTAT anno 2010 suddivisi per comune, provincia, Asl, comunità montane, zone altimetriche

Dettagli

Newsletter ARIFL - IO LAVORO

Newsletter ARIFL - IO LAVORO Newsletter ARIFL - IO LAVORO Numero 8 Settimana 8 Gennaio - 14 Gennaio 2010 Stime provvisorie sui tassi di occupazione, disoccupazione e inattività in Italia e sui tassi di disoccupazione nei Paesi dell

Dettagli

DAL 10 AGOSTO AL 28 AGOSTO 2011 LINEA Roma Termini Avezzano Pescara (FR2) MODIFICHE CIRCOLAZIONE TRENI

DAL 10 AGOSTO AL 28 AGOSTO 2011 LINEA Roma Termini Avezzano Pescara (FR2) MODIFICHE CIRCOLAZIONE TRENI LINEA Roma Termini Avezzano Pescara (FR2) MODIFICHE CIRCOLAZIONE TRENI Foglio 1 di 8 Da mercoledì 10 agosto a domenica 28 agosto 2011, l offerta dei treni sulla linea Roma Termini Roma Prenestina Tivoli

Dettagli

Popolazione. Dinamica della popolazione residente

Popolazione. Dinamica della popolazione residente AREA POPOLAZIONE I dati relativi alla Popolazione sono stati forniti dall Ufficio Anagrafe del Comune di Aosta, e dalla consultazione dell Annuario Statistico e dei Censimenti del 1981-1991-2001-2011.

Dettagli

REGIONE ABRUZZO AZIENDA SANITARIA LOCALE n. 1 Avezzano-Sulmona-L Aquila Sede Legale - Via Saragat L Aquila

REGIONE ABRUZZO AZIENDA SANITARIA LOCALE n. 1 Avezzano-Sulmona-L Aquila Sede Legale - Via Saragat L Aquila REGIONE ABRUZZO AZIENDA SANITARIA LOCALE n. 1 Avezzano-Sulmona-L Aquila ---------------------------------- Sede Legale - Via Saragat 67100 L Aquila Ufficio Stampa Vittorio Tucceri 333/4647018 COMUNICATO

Dettagli

A1. LA DINAMICA DELLA POPOLAZIONE (I): IL QUADRO GENERALE

A1. LA DINAMICA DELLA POPOLAZIONE (I): IL QUADRO GENERALE OPEN - Fondazione Nord Est ottobre 2013 A1. LA DINAMICA DELLA POPOLAZIONE (I): IL QUADRO GENERALE La popolazione legale dichiarata sulla base delle risultanze del 15 Censimento, effettuato il 9 ottobre

Dettagli

Mercato del lavoro. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE III Trimestre 2015

Mercato del lavoro. LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE III Trimestre 2015 TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE Chiusura editoriale: 3 febbraio 2016 Per informazioni: germana.dellepiane@liguriaricerche.it LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE III Trimestre 2015 LIGURIA RICERCHE SpA Via XX

Dettagli

MESSINA. La luce in fondo al tunnel? 5 Studio sullo stato dell occupazione nella provincia di Messina. a cura della CGIL e dell IRES CGIL di Messina

MESSINA. La luce in fondo al tunnel? 5 Studio sullo stato dell occupazione nella provincia di Messina. a cura della CGIL e dell IRES CGIL di Messina MESSINA La luce in fondo al tunnel? 5 Studio sullo stato dell occupazione nella provincia di Messina a cura della CGIL e dell IRES CGIL di Messina Presentazione dei dati del 5 Studio sullo stato dell occupazione

Dettagli

L andamento demografico nel Distretto di San Lazzaro di Savena. Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica

L andamento demografico nel Distretto di San Lazzaro di Savena. Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica L andamento demografico nel Distretto di San Lazzaro di Savena Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica Cresce la popolazione nel Distretto di San Lazzaro di Savena 80.000 Popolazione

Dettagli

Lombardia Statistiche Report

Lombardia Statistiche Report Lombardia Statistiche Report N 6 / 2017 5 luglio 2017 Congiuntura economica in Lombardia. I trimestre 2017 Il 2016 è stato un anno positivo per l economia lombarda. Questo dato sembra trovare conferma

Dettagli

Emilia Romagna DATI REGIONALI. Panorama economico. Osservatorio dei consumi 2015 Analisi dei mercati con focus regionali

Emilia Romagna DATI REGIONALI. Panorama economico. Osservatorio dei consumi 2015 Analisi dei mercati con focus regionali Emilia Romagna Sebbene non abbia registrato un aumento particolarmente intenso, il reddito per abitante nel 2014 si conferma inferiore solo a quello della Valle d Aosta. La spesa destinata ai beni durevoli

Dettagli

UNA LETTURA DEL 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI

UNA LETTURA DEL 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI UNA LETTURA DEL 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa Tecnoborsa torna ad affrontare i temi dell ultimo Censimento

Dettagli

PROVINCIA DELL'AQUILA

PROVINCIA DELL'AQUILA PROVINCIA DELL'AQUILA Settore Viabilità, Mobilità e Pronto Intervento CLASSIICAZIONE DELLA RETE STRADALE PROVINCIALE (art. 2, comma 2, D.lgs. 30 aprile 1992, n. 285) Genzano di Sassa - Ponte S. Giovanni

Dettagli

Sintesi del Contesto Statistico

Sintesi del Contesto Statistico Regione Liguria Sintesi del Contesto Statistico Elaborazioni statistiche a cura di ARSEL Liguria - Agenzia regionale per i servizi educativi e per il lavor Osservatorio sul Mercato del Lavoro 1. Il quadro

Dettagli

RELAZIONE SULLA SITUAZIONE SOCIO-ECONOMICA DEL TERRITORIO Situazioni di marginalità economica e segnalazioni all Osservatorio Regionale PREMESSA

RELAZIONE SULLA SITUAZIONE SOCIO-ECONOMICA DEL TERRITORIO Situazioni di marginalità economica e segnalazioni all Osservatorio Regionale PREMESSA Ufficio di Sulmona Osservatorio Regionale per l adeguamento degli studi di settore Gruppo di lavoro Sulmona Per Valle Peligna, Subequana, Alto Sangro e Sagittario RELAZIONE SULLA SITUAZIONE SOCIO-ECONOMICA

Dettagli

5. Il lavoro in Campania

5. Il lavoro in Campania 39 5. Il lavoro in Campania Nel secondo trimestre 2011 il numero di occupati risulta pari a 1.586.000 unità, in calo su base annua (-0,3%, pari a -4.000 unità) (Italia 23.094.000 +0,4%). Continua, nel

Dettagli

1. La popolazione residente

1. La popolazione residente 1. La popolazione residente La popolazione residente in Italia al 31/12/2009 è pari a 60.340.328 unità, con un incremento di 295.260 unità (+0,5%) rispetto al 31 dicembre dell anno precedente dovuto prevalentemente

Dettagli

IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI NELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA NEL 2010 E LE PROSPETTIVE PER IL 2011

IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI NELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA NEL 2010 E LE PROSPETTIVE PER IL 2011 Ogliastra IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI NELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA NEL 2010 E LE PROSPETTIVE PER IL 2011 Maggio 2011 INDICE 1. INQUADRAMENTO DEMOGRAFICO E SCENARIO PREVISIONALE 2010-2019 3 1.1. Approccio

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Abruzzo

Bollettino Mezzogiorno Abruzzo Bollettino Mezzogiorno 01 2017 Abruzzo INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 Struttura economica ed andamento del Pil in Abruzzo 1.2 Occupazione e disoccupazione in Abruzzo LE IMPRESE 2.1 Struttura e dinamica

Dettagli

LINEA ROMA-TIVOLI-AVEZZANO (FR2)-PESCARA-TERAMO VARIAZIONI ORARIO TRENI

LINEA ROMA-TIVOLI-AVEZZANO (FR2)-PESCARA-TERAMO VARIAZIONI ORARIO TRENI LINEA ROMA-TIVOLI-AVEZZANO (FR2)-PESCARA-TERAMO VARIAZIONI ORARIO TRENI Da domenica 9 ottobre 2011, in seguito al parziale ripristino della stazione di Roma Tiburtina, entrerà in vigore un nuovo orario

Dettagli

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE : CONTI ECONOMICI TERRITORIALI

RIEPILOGO INDICATORI MARCHE : CONTI ECONOMICI TERRITORIALI RIEPILOGO INDICATORI MARCHE : CONTI ECONOMICI TERRITORIALI Ottobre 2008 Conti economici territoriali Anno 2008 I dati resi noti dall ISTAT relativamente ai principali aggregati dei conti economici regionali

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Abruzzo

Bollettino Mezzogiorno Abruzzo Bollettino Mezzogiorno 02 2014 Abruzzo INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 1.2 Struttura economica ed andamento del Pil in Abruzzo Occupazione e disoccupazione in Abruzzo LE IMPRESE 2.1 Struttura e dinamica

Dettagli

CONTRIBUTO ASSEGNATO. PROPRIETA' E DESCRIZIONE INTERVENTO Provincia III PIANO INTERVENTI EDIFICI SCOLASTICI DELIBERA CIPE 47/2009

CONTRIBUTO ASSEGNATO. PROPRIETA' E DESCRIZIONE INTERVENTO Provincia III PIANO INTERVENTI EDIFICI SCOLASTICI DELIBERA CIPE 47/2009 1 COMUNE DI AIELLI - Edificio materna, elementare e media AQ 940.000,00 2 COMUNE DI ALFEDENA - messa in sicurezza materna e elementare AQ 300.000,00 3 COMUNE DI ANVERSA DEGLI ABRUZZI - Scuola dell'infanzia

Dettagli

ANCEBOLOGNA LA RAPPRESENTAZIONE DELLA CRISI DEL SETTORE EDILE A BOLOGNA STRATEGIE ANTI CRISI

ANCEBOLOGNA LA RAPPRESENTAZIONE DELLA CRISI DEL SETTORE EDILE A BOLOGNA STRATEGIE ANTI CRISI ANCEBOLOGNA Collegio Costruttori Edili LA RAPPRESENTAZIONE DELLA CRISI DEL SETTORE EDILE A BOLOGNA STRATEGIE ANTI CRISI LA VERA CAUSA PER CUI IL SETTORE EDILE STA SOFFRENDO STA NEL FATTO CHE IL PRODOTTO

Dettagli

Rapporto Economia Provinciale Analisi per Cluster

Rapporto Economia Provinciale Analisi per Cluster Rapporto Economia Provinciale 2009 271 Analisi per Cluster Analisi per Cluster 273 Cluster Per trarre qualche informazione dall andamento degli indicatori economici che ormai da sette anni vengono monitorati,

Dettagli

Newsletter ARIFL - IO LAVORO

Newsletter ARIFL - IO LAVORO Newsletter ARIFL - IO LAVORO Numero 6 Settimana 11 Dicembre - 17 Dicembre 2009 I dati Istat sull occupazione: occupati a -1,5% (-65mila) cresce il numero di persone in cerca di occupazione +4% (+9mila)

Dettagli

DATI ISTAT SULLA FORZA LAVORO

DATI ISTAT SULLA FORZA LAVORO DATI ISTAT SULLA FORZA LAVORO La nuova indagine sulle forze di lavoro condotta dall Istat presenta profonde innovazioni rispetto a quella precedente, al punto che la nuova modalità di rilevazione ha creato

Dettagli

IMPRESA CULTURA CREATIVITÀ, PARTECIPAZIONE, COMPETITIVITÀ. - Focus Roma e Lazio - L andamento della domanda culturale nella Capitale e nella regione

IMPRESA CULTURA CREATIVITÀ, PARTECIPAZIONE, COMPETITIVITÀ. - Focus Roma e Lazio - L andamento della domanda culturale nella Capitale e nella regione IMPRESA CULTURA CREATIVITÀ, PARTECIPAZIONE, COMPETITIVITÀ 12 Rapporto Annuale Federculture 2016 - Focus Roma e Lazio - L andamento della domanda culturale nella Capitale e nella regione In termini di spesa

Dettagli

Lavoro News # 11 Bollettino trimestrale sul mercato del lavoro

Lavoro News # 11 Bollettino trimestrale sul mercato del lavoro Agenzia per il lavoro e l istruzione Osservatorio sul MdL Lavoro News # 11 Bollettino trimestrale sul mercato del lavoro I DATI DEL TERZO TRIMESTRE 2014 ISTAT Indagine Continua sulle Forze di Lavoro Napoli

Dettagli

Scheda dati Roma ANALISI ECONOMICA

Scheda dati Roma ANALISI ECONOMICA ANALISI ECONOMICA Nei primi anni 2000 l area di Roma e della sua provincia crescevano a ritmi superiori alla media nazionale dell 1% annuo circa. Dal 2008, invece, registriamo tassi di contrazione delle

Dettagli

l accesso al lavoro, nel 2009 le persone in cerca di occupazione ( unità) corrispondevano a ben il 12,1 per cento del complesso nazionale, e

l accesso al lavoro, nel 2009 le persone in cerca di occupazione ( unità) corrispondevano a ben il 12,1 per cento del complesso nazionale, e 3 LAVORO La crisi economica iniziata alla fine del 2007, continua a manifestare i propri effetti negativi sull andamento del mercato del lavoro in Sicilia anche nel corso del 2009. In tale periodo si è

Dettagli

ALCUNE VALUTAZIONI SULLE DINAMICHE DEL PIL E DEI CONSUMI PER GRANDI RIPARTIZIONI GEOGRAFICHE

ALCUNE VALUTAZIONI SULLE DINAMICHE DEL PIL E DEI CONSUMI PER GRANDI RIPARTIZIONI GEOGRAFICHE ALCUNE VALUTAZIONI SULLE DINAMICHE DEL PIL E DEI CONSUMI PER GRANDI RIPARTIZIONI GEOGRAFICHE UFFICIO STUDI CONFCOMMERCIO - 8 giugno 2017 L Italia manifesta da almeno due decenni un tasso di crescita particolarmente

Dettagli

RAPPORTO L AQUILA Presentato in occasione della

RAPPORTO L AQUILA Presentato in occasione della RAPPORTO L AQUILA 2010 Presentato in occasione della 1 Area 3 Promozione e Studi Dirigente: Fausta Emilia Clementi Redazione e grafica: Antonella Di Stefano 2 Indice Rapporto sull economia delle provincia

Dettagli

Agroalimentare Made in Italy: export e import dell Italia con i Paesi BRICS e TICKS

Agroalimentare Made in Italy: export e import dell Italia con i Paesi BRICS e TICKS Agroalimentare Made in Italy: export e import dell Italia con i Paesi BRICS e TICKS BRICS e TICKS sono acronimi, adottati da alcuni fondi internazionali di investimento finanziario, che individuano i principali

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Sardegna

Bollettino Mezzogiorno Sardegna Bollettino Mezzogiorno 02 2014 Sardegna INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 1.2 Struttura economica ed andamento del Pil in Sardegna Occupazione e disoccupazione in Sardegna LE IMPRESE 2.1 2.2 Struttura

Dettagli

I SISTEMI LOCALI DEL LAVORO IN ABRUZZO L OCCUPAZIONE E IL LAVORO

I SISTEMI LOCALI DEL LAVORO IN ABRUZZO L OCCUPAZIONE E IL LAVORO I SISTEMI LOCALI DEL LAVORO IN ABRUZZO L OCCUPAZIONE E IL LAVORO A cura di: Servizio per l Informazione Statistica Ufficio Sistema Informativo Statistico Via L. Da Vinci, 6 67100 L Aquila Tel. 0862363622,

Dettagli

Sezione III LA POPOLAZIONE E LE TENDENZE DEMOGRAFICHE

Sezione III LA POPOLAZIONE E LE TENDENZE DEMOGRAFICHE Sezione III LA POPOLAZIONE E LE TENDENZE DEMOGRAFICHE 3.1 POPOLAZIONE E TENDENZE DEMOGRAFICHE 3.1.1. IL BILANCIO DEMOGRAFICO ITALIANO I dati più recenti presentati dall Istat, anche se provvisori, consentono

Dettagli