UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali"

Transcript

1 UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE SECONDA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali Professore a contratto Dottore di ricerca in Economia Aziendale Dottore commercialista e Revisore contabile Cultori della materia Matteo Navaroni Mirko Panigati A.A. 2009/2010 Materiale ad esclusivo uso didattico

2 Il BILANCIO di FUNZIONAMENTO e le MODALITA di ANALISI delle OPERAZIONI AZIENDALI PROFILI G E S T I O N E Bilancio Nx1 Bilancio Nx2 ESERCIZIO PERIODO AMMINISTRATIVO MONETARIO REDDITUALE FINANZIARIO PATRIMONIALE AREE FUNZIONI CARATTERISTICA PRODUZIONE PATRIMONIALE: SUBAREA INVESTIMENTI CAPITALE DI RISCHIO COMMERCIALE SUBAREA INVESTIMENTI CAPITALE DI CREDITO SUBAREA IMMOBILIARE RICERCA e SVILUPPO FINANZIARIA AMMINISTRAZIONE DEI TRIBUTI ISTITUZIONALE 39

3 COMBINAZIONE tra aree, profili e funzioni della gestione AREE della GESTIONE Caratteristica Accessoria Finanziaria Tributi Istituzionale PROFILI Reddituale Patrimoniale Monetario Produzione Commerciale R & S Amministrazione - finanza FUNZIONE AZIENDALE L intersezione tra l area istituzionale ed il profilo reddituale è annerita poiché non vi sono operazioni di quella natura che generano componenti di reddito. 40

4 Lo Stato Patrimoniale (PROFILO PATRIMONIALE) Valori patrimoniali AREA CARATTERISTICA attività operativa AREA CARATTERISTICA struttura Risultati patrimoniali parziali 1) Capitale circolante operativo netto caratteristico (CCON) 2) Capitale immobilizzato caratteristico 3) Trattamento di fine rapporto = 1+2+3) Capitale investito netto caratteristico AREA PATRIMONIALE o accessoria attività operativa e struttura 4) Capitale investito accessorio AREA ISTITUZIONALE 5) Patrimonio Netto AREA FINANZIARIA 6) Debiti finanziari Capitale Circolante Operativo Caratteristico DISPONIBILITA MONETARIE NETTE Cassa e banca 41 Banca AREA CARATTERISTICA AREA CARATTERISTICA Capitale Circolante Debiti Crediti Magazzino AREA PATRIMONIALE Crediti Attività finanziarie AREA CARATTERISTICA Crediti da disinvestimenti AREA PATRIMONIALE Investimenti AREA CARATTERISTICA Investimenti AREA PATRIMONIALE Crediti da dinsinvestimento AREA FINANZIARIA Debiti AREA dei TRIBUTI Debiti AREA CARATTERISTICA Debiti da per investimenti AREA PATRIMONIALE Debiti da per investimenti AREA FINANZIARIA Finanziamenti AREA ISTITUZIONALE Patrimonio Netto Operativo Caratteristico G E S T I O N E C O R R E N T E

5 Il Conto Economico classificato per natura (PROFILO REDDITUALE) Valori reddituali AREA CARATTERISTICA AREA PATRIMONIALE o ACCESSORIA Risultati reddituali parziali 1) Reddito area caratteristica 2) Reddito area patrimoniale o accessoria AREA FINANZIARIA 3) Oneri finanziari Operazioni Straordinarie 4) Saldo dei componenti di reddito straordinari AREA dei TRIBUTI 5) Imposte dirette AREA CARATTERISTICA + Ricavi - Costo del lavoro - Consumi materiale +/- Variazione rimanenze materie prime, semilavorati, prodotti finiti e merci - Altri costi (dell area caratteristica) MARGINE OPERATIVO LORDO - Ammortamenti - Accantonamenti REDDITO della GESTIONE CARATTERISTICA o CARATTERISTICO AREA PATRIMONIALE + Proventi - Oneri REDDITO OPERATIVO AREA FINANZIARIA - Oneri finanziari REDDITO LORDO di COMPETENZA o CORRENTE OPERAZIONI STRAORDINARIE + Proventi - Oneri REDDITO PRIMA delle IMPOSTE o PRE-TAX AREA dei TRIBUTI - Imposte dirette di competenza REDDITO NETTO 42

6 Il REDICONTO FINANZIARIO delle variazioni delle DISPONIBILITA MONETARIE NETTE (PROFILO MONETARIO) AREA CARATTERISTICA CORRENTE NON CORRENTE +/- Flusso finanziario di Capitale Circolante Operativo Netto caratteristico +/- Variazioni di Capitale Circolante Operativo Netto caratteristico = Flusso di CASSA - Investimenti + Disinvestimenti AREA PATRIMONIALE CORRENTE NON CORRENTE + Proventi/impieghi - Oneri/disimpieghi - Investimenti + Disinvestimenti AREA FINANZIARIA AREA dei TRIBUTI AREA ISTITUZIONALE CORRENTE NON CORRENTE CORRENTE NON CORRENTE CORRENTE NON CORRENTE - Oneri - Rimborso finanziamenti + Accensione finanziamenti - Imposte - Distribuzione dividendi - Rimborsi di Capitale + Conferimenti di Capitale = VARIAZIONE delle DISPONIBILITA MONETARIE NETTE 43

7 Lo STATO PATRIMONIALE ed il CONTO ECONOMICO possono esporre i dati aggregandoli e correlandoli secondo varie MODALITA che dipendono dalle FINALITA CONOSCITIVE dei destinatari. FORMA: a sezioni divise e contrapposte a sezione unico-scalare, con evidenziazione di risultati intermedi STRUTTURE dello STATO PATRIMONIALE: FINANZIARIO FUNZIONALE (PERTINENZA GESTIONALE) STRUTTURE del CONTO ECONOMICO a: COSTI, RICAVI, RIMANENZE (generalmente a sezioni divise e contrapposte) RICAVI E COSTO DEL VENDUTO (per natura o per funzione) VALORE E COSTO DELLA PRODUZIONE (ottenuta o venduta) VALORE AGGIUNTO MARGINE DI CONTRIBUZIONE (Ricavi, Costi variabili e fissi) CRITERI di CLASSIFICAZIONE dei COSTI nel CONTO ECONOMICO: secondo natura (guarda all origine dei costi, ossia all operazione che ha originato i costi) secondo funzione o destinazione Le precedenti STRUTTURE che hanno FORMA a sezione unicoscalare consentono l evidenziazione di risultati intermedi che possono essere: PARZIALI PROGRESSIVI Tali risultati sono ESSENZIALI ai fini dell ANALISI di BILANCIO. 44

8 Oggetto del Conto Economico Produzione (ottenuta e) venduta Ricavi (della produzione venduta) e costo della produzione venduta Produzione ottenuta Valore della produzione (ottenuta) e costo della produzione (ottenuta) + RICAVI + RICAVI - rimanenze iniziali smlv e pf + rimanenze finali smlv e pf + costi capitalizzati per lavori interni costruzioni in economia VALORE DELLA PRODUZIONE - COSTO DEL VENDUTO - COSTO DELLA PRODUZIONE [(+ c. materie [(+ c. materie + rimanenze iniziali materie e merci + rimanenze iniziali materie e merci - rimanenze finali materie e merci) - rimanenze finali materie e merci) = consumi di materie e merci = consumi di materie e merci + c. servizi + c. servizi + c. lavoro + c. lavoro + ammortamenti + ammortamenti + accantonamenti + accantonamenti + rimanenze iniziali smlv e pf - rimanenze finali smlv e pf - costi capitalizzati per lavori interni costruzioni in economia ] REDDITO CARATTERISTICO REDDITO CARATTERISTICO 45

9 Il raccordo tra C. E. civilistico e AREE della GESTIONE La macroclasse A) comprende i ricavi della gestione caratteristica comprese eventuali attività accessorie all attività caratteristica ed i ricavi che derivano dalla subgestione immobiliare dell area patrimoniale. La macroclasse B) include tutti i costi che promanano dalla gestione caratteristica ed attività accessorie e dalla subgestione immobiliare. Dalla somma algebrica di queste due macroclassi deriva un saldo denominato Differenza tra valore e costi della produzione che rappresenta: un approssimazione per eccesso del REDDITO CARATTERISTICO, in quanto comprende anche i componenti di reddito che scaturiscono dalla subgestione immobiliare dell area patrimoniale; un approssimazione per difetto del REDDITO OPERATIVO, poiché non comprende i componenti di reddito che derivano dagli altri investimenti dell area patrimoniale (nel capitale di rischio e nel capitale di prestito). La macroclasse C) include i proventi che scaturiscono dagli investimenti relativi alle residue subaree patrimoniali e gli oneri sostenuti relativi all area finanziaria. Da segnalare che in questa macroclasse sono indicati anche gli utili e le perdite su cambi realizzati nel corso dell esercizio, nonché quelli valutativi determinati dalla conversione delle attività e passività in valuta al tasso di cambio a pronti alla data di chiusura dell esercizio. Nella macroclasse D) trovano iscrizione i componenti di reddito originati da svalutazioni e rivalutazioni in esercizio di attività finanziarie, siano esse incluse tra le Immobilizzazioni o nell Attivo Circolante. La macroclasse E) comprende i proventi e gli oneri straordinari. CONTO ECONOMICO A) VALORE DELLA PRODUZIONE B) COSTI DELLA PRODUZIONE (Differenza tra A e B) C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA FINANZIARIE E) PROVENTI E ONERI STRAORDINARI 22) IMPOSTE SUL REDDITO DELL ESERCIZIO AREE DELLA GESTIONE - CARATTERISTICA - PATRIMONIALE (subarea IMMOBILIARE) - PATRIMONIALE (subaree: INVESTIMENTI NEL CAPITALE DI RISCHIO E DI CREDITO) - FINANZIARIA - OPERAZIONI STRAORDINARIE - dei TRIBUTI 46

10 Il raccordo tra Conto Economico civilistico e Conti Economici riclassificati RICAVI E COSTO DEL VENDUTO VALORE E COSTO DELLA PRODUZIONE RICAVI: A) VALORE DELLA PR ODUZIONE 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni (detratti i proventi dell area patrimoniale di 5) Altri ricavi e proventi (esclusi i proventi cui alla voce 5) dell area patrimoniale) COSTO DEL VENDUTO: COSTO DEI BENI E SERVIZI ACQUISITI DA TERZI: B) COSTO DELLA PRODUZIONE a cui VOCI 6, 7, 8, 14 (detratti gli oneri dell area sono sommate con segno algebrico patrimoniale) negativo: VALORE AGGIUNTO CARATTERISTICO le voci 2, 3, 4 Costo del personale (voce 9) 14) Oneri diversi di gestione, limitatamente agli oneri dell area MARGINE OPERATIVO LORDO patrimoniale Ammortamenti, svalutazioni e accantonamenti (voci 10, 12, 13) REDDITO CARATTERISTICO REDDITO CARATTERISTICO C) PROVENTI FINANZIARI C) PROVENTI FINANZIARI D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA FINANZIARIE FINANZIARIE 5) Proventi dell area patrimoniale 5) Proventi dell area patrimoniale 14) Oneri dell area patrimoniale 14) Oneri dell area patrimoniale REDDITO OPERATIVO REDDITO OPERATIVO C) ONERI FINANZIARI C) ONERI FINANZIARI REDDITO LORDO DI COMPETENZA REDDITO LORDO DI COMPETENZA E) COMPONENTI STRAORDINARI DI REDDITO IMPOSTE DELL ESERCIZIO UTILE (PERDITA) DELL ESERCIZIO E) COMPONENTI STRAORDINARI DI REDDITO IMPOSTE DELL ESERCIZIO UTILE (PERDITA) DELL ESERCIZIO 47

11 STATO PATRIMONIALE RICLASSIFICATO CON CRITERI FINANZIARI CRITERIO DELLA LIQUIDITA DEGLI IMPIEGHI (per l attivo) CRITERIO DELL ESIGIBILITA DELLE FONTI (per il passivo) STATO PATRIMONIALE RICLASSIFICATO CON CRITERI FINANZIARI ATTIVITA CORRENTI (A BREVE) Disponibilità Attività finanziarie Crediti del circolante con scadenza inferiore ai 12 mesi Crediti delle Immob. finanziarie con scadenza inferiore ai 12 mesi Ratei e risconti attivi PASSIVITA CORRENTI (A BREVE) Fondi per rischi ed oneri Debiti con scadenza inferiore ai 12 mesi Ratei e risconti passivi ATTIVITA IMMOBILIZZATE (A MEDIO/LUNGO TERMINE) Crediti del circolante con scadenza superiore ai 12 mesi Crediti delle Immob. finanziarie con scadenza superiore ai 12 mesi Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni materiali Partecipazioni e altri titoli immobilizzati (Ratei) e risconti attivi PASSIVITA A MEDIO/LUNGO TERMINE Fondi per rischi ed oneri Trattamento di fine rapporto Debiti con scadenza superiore ai 12 mesi (Ratei) e risconti passivi PATRIMONIO NETTO 48

12 Le ATTIVITA sono classificate in relazione al loro grado di liquidità: A) Attività Correnti: ne fanno parte le attività destinate a ritornare in forma liquida entro il successivo periodo amministrativo a1) Liquidità immediate: rappresentano le attività già in forma liquida (cassa, c/c attivi bancari e postali, BoT); a2) Liquidità differite: sono le attività che si renderanno disponibili nel breve termine, come i crediti verso la clientela riscuotibili entro il successivo periodo amministrativo, le quote correnti dei crediti di finanziamento a lungo termine, le quote a breve dei risconti attivi e i ratei attivi; a3) Disponibilità: sono le attività che si trasformeranno in forma liquida entro il successivo periodo amministrativo, a seguito di operazioni di realizzo sul mercato (titoli, partecipazioni, magazzino). B) Attività Immobilizzate: ne fanno parte le attività destinate a permanere per diversi periodi amministrativi, che non ritorneranno in forma liquida nel successivo periodo amministrativo b1) Immobilizzazioni materiali nette relative a cespiti materiali strumentali e non (terreni, fabbricati, impianti e macchinari, attrezzature, etc.); b2) Immobilizzazioni immateriali nette sono rappresentate da oneri pluriennali capitalizzati e da beni immateriali o diritti (costi di impianto ed ampliamento, costi di ricerca e sviluppo, brevetti, marchi, etc.); b3) Immobilizzazioni finanziarie nette costituite da investimenti di natura finanziaria (titoli, partecipazioni, quota parte dei crediti di finanziamento a lungo termine riscuotibile oltre il successivo periodo amministrativo, crediti verso la clientela per la quota riscuotibile oltre il successivo periodo amministrativo, le quote a lungo dei risconti attivi, etc.). 49

13 Le PASSIVITA sono classificate in relazione al loro grado di esigibilità: A) Passività Correnti: sono rappresentate dai debiti verso fornitori da pagare entro il successivo periodo amministrativo, dalle quote correnti dei debiti di finanziamento a medio e lungo termine; dalla quota parte dei fondi costi futuri, dei fondi di rischio e del TFR che si prevede di utilizzare nel successivo periodo amministrativo, dalla quota a breve dei risconti passivi e dai ratei passivi B) Passività a Medio e Lungo termine: sono rappresentate dalla quota parte dei debiti di finanziamento a lungo termine da rimborsare oltre il successivo periodo amministrativo, dai debiti verso fornitori per la quota da pagare oltre il successivo periodo amministrativo, dalla quota parte dei fondi costi futuri, dei fondi di rischio e del TFR che si prevede di utilizzare oltre il successivo periodo amministrativo, dalla quota a lungo dei risconti passivi C) Patrimonio Netto: capitale acquisito dall impresa o che permane nell impresa a titolo di pieno rischio 50

14 STATO PATRIMONIALE RICLASSIFICATO CON CRITERI FUNZIONALI CRITERIO DEL CONCORSO DELLE SINGOLE CONDIZIONI PRODUTTIVE ALLO SVOLGIMENTO DEI CICLI PRODUTTIVI STATO PATRIMONIALE RICLASSIFICATO CON CRITERI FUNZIONALI ATTIVITA della GESTIONE CARATTERISTICA PASSIVITA CORRENTI o CIRCOLANTI CORRENTE (ciclo operativo) NON CORRENTE (struttura) PASSIVITA CONSOLIDATE ATTIVITA della GESTIONE EXTRA CARATTERISTICA PATRIMONIO NETTO 51

15 Raccordo tra classi di valori dello Stato Patrimoniale civilistico e Stato Patrimoniale scalare con criteri funzionali STATO PATRIMONIALE RICLASSIFICATO CON CRITERI FUNZIONALI Crediti del circolante Rimanenze Ratei e risconti A) ATTIVITA Fondi per rischi ed oneri Debiti verso fornitori Debiti rappresentati da titoli di credito Debiti verso controllate, collegate, controllanti Debiti tributari Debiti verso istituti di previdenza e sicurezza sociale Altri debiti Ratei e risconti passivi B) PASSIVITA C) Capitale di esercizio (A B) Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni finanziarie D) Capitale investito (Trattamento di fine rapporto) E) Capitale investito netto Finanziato da: F) PATRIMONIO NETTO (dedotto il credito verso i soci) G) INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO Obbligazioni convertibili e non Debiti verso banche e altri finanziatori Debiti rappresentati da titoli di credito Debiti verso controllate, collegate, controllanti Debiti verso soci per finanziamenti Fondi per rischi ed oneri (Disponibilità monetarie e Attività finanziarie) 52

16 Le ATTIVITA, che si intendono sempre al netto dei fondi di ammortamento e dei fondi svalutazione, non vengono classificate in base al loro grado di liquidità, bensì in base alla gestione di pertinenza: gestione caratteristica; gestione extra-caratteristica (complementare o accessoria) La gestione caratteristica viene suddivisa in: gestione CORRENTE: comprende le operazioni legate al ciclo acquisto-trasformazione-vendita tipico di ciascuna impresa, ossia le operazioni finalizzate all utilizzo della struttura aziendale; gestione NON CORRENTE: comprende le operazioni di investimento e disinvestimento, finalizzate alla creazione o alla modificazione della struttura aziendale. Le ATTIVITA si suddividono in: A) ATTIVITA OPERATIVE della gestione caratteristica a1) attività operative della gestione caratteristica corrente: sono legate al ciclo operativo corrente (acquisti - trasformazione - vendite). Comprendono, ad esempio: - cassa e c/c attivi, nei limiti richiesti dalle operazioni correnti; - crediti verso clienti (indipendentemente dalla scadenza); - rimanenze di magazzino; - acconti a fornitori per acquisti di materie prime, merci e servizi; - ratei e risconti attivi afferenti ricavi e costi della gestione caratteristica corrente. 53

17 a2) attività operative della gestione caratteristica non corrente: sono gli investimenti fissi legati all attività operativa caratteristica dell impresa. Comprendono, ad esempio: - immobili strumentali, impianti e macchinari; - marchi e brevetti; - anticipi a fornitori per acquisto di impianti, macchinari, etc. B) ATTIVITA della gestione extra-caratteristica Comprendono, ad esempio: - cassa e c/c attivi, per la quota eccedente i fabbisogni della gestione corrente; - partecipazioni e titoli; - crediti di finanziamento (indipendentemente dalla loro scadenza); - terreni e immobili civili; - ratei e risconti attivi relativi a ricavi e costi afferenti la gestione extra-caratteristica. Le PASSIVITA vengono suddivise in: A) Passività legate alla gestione corrente o circolanti: sono le fonti di finanziamento generate direttamente dalla gestione in oggetto (significa che parte degli investimenti della gestione caratteristica corrente è finanziata dalla gestione medesima, attraverso il differimento delle uscite monetarie connesse ad alcuni costi della gestione caratteristica corrente). Sono le passività collegate al ciclo operativo corrente acquisti trasformazione - vendite e comprendono, ad esempio: 54

18 - debiti verso fornitori di fattori a veloce ciclo di utilizzo (materie, merci e servizi); - acconti da clienti; - TFR; - ratei e risconti passivi afferenti costi e ricavi della gestione caratteristica corrente, etc. - fondi di rischio e fondi costi futuri afferenti la gestione caratteristica corrente. B) Passività estranee alla gestione corrente: sono tutte le altri fonti di finanziamento non generate direttamente dalla gestione corrente. Comprendono, ad esempio: - finanziamenti passivi (scoperti di c/c, mutui passivi, prestiti obbligazionari, ecc.); - debiti verso fornitori di impianti, macchinari, etc.; - debiti tributari per imposte dirette; - ratei e risconti passivi relativi, rispettivamente, a costi e ricavi estranei alla gestione caratteristica corrente; - fondi di rischio e fondi costi futuri estranei alla gestione caratteristica corrente. CARATTERISTICA EXTRA-CARATTERISTICA Cicli operativi Struttura Cicli operativi Struttura LE GRANDEZZE FONDAMENTALI RICAVABILI DALLO STATO PATRIMONIALE RICLASSIFICATO SECONDO PERTINENZA GESTIONALE 55

19 Attività operative gestione caratteristica corrente (Passività legate alla gestione corrente) Capitale Circolante Netto (esprime l investimento NETTO connesso al ciclo operativo acquisto-trasformazione-vendita) Capitale Circolante Netto + Attività operative della gestione caratteristica non corrente Capitale Investito (netto) della gestione caratteristica Capitale Investito (netto) della gestione caratteristica + Attività della gestione extracaratteristica (accessoria o complementare) Capitale Investito (netto) Capitale Investito (netto) = Finanziamenti passivi + Patrimonio netto 56

20 STATO PATRIMONIALE RICLASSIFICATO CON CRITERI FUNZIONALI Rimanenze Ratei e risconti Crediti commerciali Crediti del circolante (verso altri) A) Totale ATTIVO OPERATIVO Fondi per rischi ed oneri Debiti commerciali Debiti tributari Debiti verso istituti di previdenza e sicurezza sociale Altri debiti Ratei e risconti passivi B) Totale PASSIVO OPERATIVO C) Capitale circolante netto operativo (A B) Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni materiali D) Capitale investito operativo (Debiti verso fornitori di immobilizzazioni) (Trattamento di fine rapporto) (Fondi per trattamento di quiescenza e simili) E) Capitale investito operativo netto Immobilizzazioni finanziarie Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni (Fondi per rischi ed oneri) Crediti per disinvestimenti Disponibilità liquide Terreni e fabbricati (non strumentali) Finanziato da: F) PATRIMONIO NETTO (Crediti verso i soci) (Azioni proprie) G) DEBITI FINANZIARI Obbligazioni convertibili e non Debiti verso banche Debiti verso altri finanziatori Debiti rappresentati da titoli di credito Debiti verso controllate, collegate, controllanti Debiti verso soci per finanziamenti 57

21 PARTE SECONDA Riferimenti di bibliografia C. Teodori, L analisi di bilancio, G. Giappichelli Editore, Torino, 2000, Capitoli 2, 3, 4. U. Sòstero, P. Ferrarese, Analisi di bilancio, Giuffrè Editore, Milano, 2000, Capitolo 2. G. Ferrero, F. Dezzani, P. Pisoni, L. Puddu, Le analisi di bilancio - indici e flussi, Giuffrè Editore, Milano, 2003, Capitoli 4, 5. 58

IL BILANCIO DI ESERCIZIO

IL BILANCIO DI ESERCIZIO IL BILANCIO DI ESERCIZIO Mette in evidenza il risultato della gestione annuale e deriva dal sistema contabile il cui scopo è la registrazione di tutti i fatti gestionali che hanno effetti sulle variazioni

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DELLO S.P. SECONDO IL CRITERIO FINANZIARIO

LA RICLASSIFICAZIONE DELLO S.P. SECONDO IL CRITERIO FINANZIARIO LA RICLASSIFICAZIONE DELLO S.P. SECONDO IL CRITERIO FINANZIARIO Università degli Studi Bari " Aldo Moro" - DISEMM Cdl Magistrale in Economia e Commercio Analisi di bilancio e controllo di gestione a.a.

Dettagli

La riclassificazione del bilancio d esercizio

La riclassificazione del bilancio d esercizio La riclassificazione del bilancio d esercizio Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani), Mc Graw-Hill 2001, cap. 4 1 Il bilancio pubblico. Il sistema informativo di bilancio secondo

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10 TEMI SPECIALI DI BILANCIO Il rendiconto finanziario OIC 10 Parma, 1 Ottobre 2014 1 Indice 1. Finalità del principio 3 2. Ambito di applicazione 4 3. Definizioni 5 4. Contenuto e struttura 6 5. Classificazione

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ GENERALE E

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ GENERALE E WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL CONTROLLO DI GESTIONE: LA CONTABILITÁ GENERALE E IL BILANCIO D ESERCIZIO A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO LE NOZIONI DI CONTABILITÀ GENERALE E BILANCIO

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo

L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo Partendo dal bilancio di verifica della società TWENTY SpA si effettui un analisi delle tre dimensioni della: - Liquidità - Solidità - Redditività STATO PATRIMONIALE

Dettagli

API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO IMMOBILIARE ROZZANO S.R.L. IN LIQUIDAZIONE

API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO IMMOBILIARE ROZZANO S.R.L. IN LIQUIDAZIONE API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO Società con Socio Unico Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte del Comune di Rozzano Sede in Piazza Foglia 1-20089 Rozzano ( Mi) Capitale sociale

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario: aspetti definitori, tecniche di redazione e riferimenti normativi. Parma, 26 novembre 2012

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario: aspetti definitori, tecniche di redazione e riferimenti normativi. Parma, 26 novembre 2012 TEMI SPECIALI DI BILANCIO Il rendiconto finanziario: aspetti definitori, tecniche di redazione e riferimenti normativi Parma, 26 novembre 2012 Dott. Luca Fornaciari luca.fornaciari@unipr.it 1 Il rendiconto

Dettagli

EQUILIBRI DI GESTIONE

EQUILIBRI DI GESTIONE EQUILIBRI DI GESTIONE MAPPA DEGLI EQUILIBRI GESTIONALI Gestione caratteristica Equilibrio economico Gestione extra-caratteristica costi ricavi oneri proventi di lungo periodo fonti impieghi Equilibrio

Dettagli

La riclassificazione dei prospetti di bilancio: il caso Cinque S.p.A.

La riclassificazione dei prospetti di bilancio: il caso Cinque S.p.A. La riclassificazione dei prospetti di bilancio: il caso Cinque S.p.A. Parte I La riclassificazione dello Stato Patrimoniale Si proceda a collocare le voci sotto elencate riprese dal bilancio di esercizio

Dettagli

finanziari e rendiconto finanziario

finanziari e rendiconto finanziario Le analisi di bilancio: i flussi finanziari e rendiconto finanziario Prof. Luca IANNI Docente di Controllo di Gestione Università G.d Annunzio di Chieti Pescara Revisore Legale dei Conti Le analisi per

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività:

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività: Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sulla scomposizione del reddito di esercizio nei risultati parziali generati

Dettagli

Ragioneria Generale e Applicata. Esercitazione: La riclassificazione dei prospetti di bilancio

Ragioneria Generale e Applicata. Esercitazione: La riclassificazione dei prospetti di bilancio Esercitazione: La riclassificazione dei prospetti di bilancio 1 Parte I La riclassificazione dello Stato Patrimoniale Si proceda a collocare le voci sotto elencate riprese dal bilancio di esercizio 2009

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario La riclassificazione del bilancio d esercizio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it Il bilancio pubblico Il Bilancio è il documento contabile in cui trovano rappresentazione

Dettagli

Le analisi di bilancio per indici

Le analisi di bilancio per indici Riclassificazione e interpretazione Le analisi di bilancio per indici di Silvia Tommaso - Università della Calabria Obiettivo delle analisi di bilancio è quello di ottenere informazioni adeguate a prendere

Dettagli

G.IM S.r.l. con socio unico. Sede in Torino - Corso Dante 14. Capitale Sociale di 50.000 Euro i.v. Iscritta nel Registro delle Imprese di Torino

G.IM S.r.l. con socio unico. Sede in Torino - Corso Dante 14. Capitale Sociale di 50.000 Euro i.v. Iscritta nel Registro delle Imprese di Torino G.IM S.r.l. con socio unico Sede in Torino - Corso Dante 14 Capitale Sociale di 50.000 Euro i.v. Iscritta nel Registro delle Imprese di Torino al n. 08930370013 * * * BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P

Dettagli

Concetto di patrimonio

Concetto di patrimonio Concetto di patrimonio Il patrimonio o capitale si può definire, in prima approssimazione, come l insieme l dei beni a disposizione del soggetto aziendale in un determinato momento; in un accezione più

Dettagli

ATTIVO: struttura finanziaria

ATTIVO: struttura finanziaria ATTIVO: Voci bilancio civilistico Riclassificazione SP secondo struttura finanziaria A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata - Quote non

Dettagli

Riclassificazione del bilancio d esercizio

Riclassificazione del bilancio d esercizio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 9 Riclassificazione del bilancio d esercizio Marcella Givone COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Individuare e accedere alla normativa pubblicistica,

Dettagli

11-09-2014 Ragioneria A.A. 2014/2015

11-09-2014 Ragioneria A.A. 2014/2015 1 ü Rigidità dello schema e sua struttura ü Attivo B) Immobilizzazioni ü Attivo C) Attivo circolante ü Attivo D) Ratei e risconti attivi ü Passivo A) Patrimonio netto ü Passivo B) Fondi per rischi e oneri

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO E IL PROCESSIO DI RIESPOSIZIONE DEI VALORI DI BILANCIO IN MODO PIÙ

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO E IL PROCESSIO DI RIESPOSIZIONE DEI VALORI DI BILANCIO IN MODO PIÙ LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO E IL PROCESSIO DI RIESPOSIZIONE DEI VALORI DI BILANCIO IN MODO PIÙ UTILE PER LE SUCCESSIVE ELABORAZIONI; NON MODIFICA LE SINTESI DEL BILANCIO (REDDITO D ESERCIZIO

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO

IL RENDICONTO FINANZIARIO IL RENDICONTO FINANZIARIO Arezzo, 04 aprile 2014 1 IL RENDICONTO FINANZIARIO Resoconto di tutte le entrate ed uscite di denaro avvenuto in un certo periodo di tempo per effetto di: risultato della gestione;

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO. Prof. Luca Fornaciari

IL RENDICONTO FINANZIARIO. Prof. Luca Fornaciari IL RENDICONTO FINANZIARIO Prof. Luca Fornaciari 1 SOMMARIO 1. Finalità e Normativa di riferimento 2. Ruolo del Rendiconto nel Bilancio d esercizio 3. Contenuto, Struttura e Metodi d analisi 4. Logiche

Dettagli

STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO MEDIASET ATTIVO 1.999 2.000 2001

STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO MEDIASET ATTIVO 1.999 2.000 2001 STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO MEDIASET ATTIVO 1.999 2.000 2001 CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI - - B) IMMOBILIZZAZIONI: I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 costi di impianto ed ampliamento

Dettagli

Sommario. Parte prima. Il modello di bilancio civilistico: aspetti economico-aziendali e giuridici. 1. Funzioni e principi del bilancio di esercizio

Sommario. Parte prima. Il modello di bilancio civilistico: aspetti economico-aziendali e giuridici. 1. Funzioni e principi del bilancio di esercizio INDICE COMPLETO Sommario Parte prima Il modello di bilancio civilistico: aspetti economico-aziendali e giuridici 1. Funzioni e principi del bilancio di esercizio Funzioni del bilancio e principi di redazione

Dettagli

INDICI PATRIMONIALI ED ECONOMICI

INDICI PATRIMONIALI ED ECONOMICI INDICI PATRIMONIALI ED ECONOMICI Indice Immob. Nette 33.441.797 Capitale proprio 21.779.334 153,548% Indice di autonomia patrimoniale 21.779.334 77.740.030 28,016% Indice di copertura delle immobilizzazioni

Dettagli

a cura dell'area Amministrazione e Finanza BILANCIO UNICO DI ATENEO ESERCIZIO 2014

a cura dell'area Amministrazione e Finanza BILANCIO UNICO DI ATENEO ESERCIZIO 2014 a cura dell'area Amministrazione e Finanza BILANCIO UNICO DI ATENEO ESERCIZIO 2014 STATO PATRIMONIALE- POLITECNICO DI MILANO Esercizio UE Autonoma UE Periodo Voce riclassificato Con Dettagli Con Esercizio

Dettagli

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE TERZA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali

UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE TERZA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali UNIVERSITA degli STUDI di PAVIA Facoltà di Economia CORSO DI ANALISI DI BILANCIO PARTE TERZA (SALVO ERRATA CORRIGE) Docente Letizia Ubbiali Professore a contratto Dottore di ricerca in Economia Aziendale

Dettagli

Riclassificazione di bilancio

Riclassificazione di bilancio Riclassificazione di bilancio Riclassificazione di bilancio a. Cos è b. Finalità c. Criteri 2 1 a. Cos è Operazione di predisposizione dei dati di bilancio per l analisi economico-finanziaria e patrimoniale

Dettagli

il rendiconto finanziario PROF. NICOLA CASTELLANO Università di Macerata

il rendiconto finanziario PROF. NICOLA CASTELLANO Università di Macerata il rendiconto finanziario PROF. NICOLA CASTELLANO Università di Macerata Il rendiconto finanziario Il rendiconto finanziario è un prospetto riassuntivo delle variazioni intervenute nelle grandezze patrimoniali

Dettagli

Attivo anno n+1 anno n Passivo anno n+1 anno n A) Crediti verso i soci per versamenti ancora dovuti. - - A) Patrimonio netto

Attivo anno n+1 anno n Passivo anno n+1 anno n A) Crediti verso i soci per versamenti ancora dovuti. - - A) Patrimonio netto ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Analisi di bilancio per indici di Lucia BARALE Materie: Economia aziendale (Classe 5 a IGEA) La verifica consente di valutare le conoscenze e le abilità acquisite dagli studenti sulla

Dettagli

Dott. Maurizio Massaro

Dott. Maurizio Massaro Dott. Maurizio Massaro Ph. D. in Scienze Aziendali Ricercatore Universitario nell Università degli Studi di Udine 05, Ragioneria 1 La misurazione della performance economicofinanziaria. I sistemi fondati

Dettagli

STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi

STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi STATO PATRIMONIALE Riclassificazione Impieghi IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Impianti e Macchinari 3.043 Attrezzature industriali 1.500 Automezzi 2.900 Fabbricati Industriali Mobili e Arredi 12.900 2.000 22.343

Dettagli

STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2010

STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2010 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2010 Attivo 31-dic-10 31-dic-09 A) CREDITI VERSO ASSOCIATI PER 1.200 900 VERSAMENTO QUOTE B) IMMOBILIZZAZIONI 2.194 1.757 I - Immobilizzazioni immateriali 1.146 847 1) Costi

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 09 05.03.2014 Il rendiconto finanziario nel nuovo OIC 10 Aggiornamento principi contabili Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Aggiornamento

Dettagli

ATTIVO: A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata.

ATTIVO: A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata. ATTIVO: A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti, con separata indicazione della parte già richiamata. B) Immobilizzazioni, con separata indicazione di quelle concesse in locazione finanziaria:

Dettagli

Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo Igea

Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo Igea tema 14 Controllo di gestione; costi di produzione per commessa. Bilancio con dati a scelta, budget e Nota integrativa. Analisi di bilancio per indici. Esame di Stato Sessione ordinaria 2009 Indirizzo

Dettagli

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali Capitolo 8 Analisi per flussi 1. Considerazioni generali Il rendiconto finanziario è un prospetto che raggruppa, in relazione a determinati scopi di formazione, le variazioni (flussi) intervenute nella

Dettagli

Analisi per indici del bilancio dell esercizio 1995 della Fiat Auto S.p.A.

Analisi per indici del bilancio dell esercizio 1995 della Fiat Auto S.p.A. S&A Strumenti 1/97 93 Analisi per indici del bilancio dell esercizio 1995 della Fiat Auto S.p.A. di MARIAERSILIA LISI RICATTI Da Relazione e bilancio al 31 dicembre 1995 pubblicati dalla, si riportano

Dettagli

PALERMO AMBIENTE S.P.A. IN LIQUIDAZIONE. Bilancio al 31/12/2014

PALERMO AMBIENTE S.P.A. IN LIQUIDAZIONE. Bilancio al 31/12/2014 Reg. Imp. (PA) 05158460823 Rea (PA) 238772 PALERMO AMBIENTE S.P.A. IN LIQUIDAZIONE Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte del socio unico Comune di Palermo Sede in Via Resuttana

Dettagli

CASINO' S.P.A. BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2011

CASINO' S.P.A. BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2011 CASINO' S.P.A. BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2011 Sede legale: Corso degli Inglesi, 18 - Sanremo (Im) Capitale Sociale 120.000,00 i.v. Registro Imprese di Imperia 01297620088 - R.E.A. 114547 Codice fiscale 01297620088

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO

BILANCIO CONSOLIDATO Page 1 of 9 BILANCIO CONSOLIDATO Informazioni generali sull'impresa Dati anagrafici Denominazione: MEP SPA 20121 MILANO (MI) - PIAZZA DEL Sede: LIBERTY, 2 Capitale Sociale: 10.372.791 Capitale Sociale

Dettagli

AZIENDA MOBILITA' UFITANA S.P.A. A SOCIO UNICO

AZIENDA MOBILITA' UFITANA S.P.A. A SOCIO UNICO AZIENDA MOBILITA' UFITANA S.P.A. A SOCIO UNICO Sede in VIA TRIBUNALI SNC - 83031 ARIANO IRPINO (AV) Codice Fiscale 02318880644 - Numero Rea AVELLINO 150113 P.I.: 02318880644 Capitale Sociale Euro 1.067.566

Dettagli

IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE

IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE Newsletter Phedro settembre 2007 IL BUDGET ECONOMICO, FINANZIARIO, PATRIMONIALE IL BUDGET ECONOMICO Il budget economico deriva dal consolidamento dei budget settoriali e dei costi programmati per il successivo

Dettagli

COOPERATIVA MURATORI REGGIOLO S.c.r.l. Capogruppo. Sede Legale: Via G. di Vittorio, 2 Angolo Via Grandi, 1

COOPERATIVA MURATORI REGGIOLO S.c.r.l. Capogruppo. Sede Legale: Via G. di Vittorio, 2 Angolo Via Grandi, 1 Pagina n 1 Capogruppo COOPERATIVA MURATORI REGGIOLO S.c.r.l. Sede Legale: Via G. di Vittorio, 2 Angolo Via Grandi, 1-42046 REGGIOLO Iscritta al Registro delle Imprese di R. E. Cod. Fisc. e N. iscrizione

Dettagli

PALERMO AMBIENTE S.P.A. IN LIQUIDAZIONE. Bilancio al 31/12/2012

PALERMO AMBIENTE S.P.A. IN LIQUIDAZIONE. Bilancio al 31/12/2012 Reg. Imp. (PA) 05158460823 Rea (PA) 238772 PALERMO AMBIENTE S.P.A. IN LIQUIDAZIONE Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte del socio unico Comune di Palermo Sede in Via Resuttana

Dettagli

Esercitazione n. 24. Lidia Sorrentino

Esercitazione n. 24. Lidia Sorrentino Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 24 Analisi per flussi: il rendiconto finanziario Conoscenza: componenti di reddito monetari e componenti di reddito non monetari; flussi corrispondenti

Dettagli

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE Proff.. Alberto Baggini Marco Melacini A.A. 2008/2009 La contabilità esterna Il conto economico La redazione del documento finale di bilancio

Dettagli

ABBANOA S.P.A. Bilancio al 31/12/2014. Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013

ABBANOA S.P.A. Bilancio al 31/12/2014. Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 ABBANOA S.P.A. Sede in VIA STRAULLU 35-08100 NUORO (NU) Capitale sociale Euro 236.275.415 interamente versati Iscritta al Registro Imprese di Nuoro al numero e codice fiscale 02934390929 Numero Repertorio

Dettagli

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO. Normativa italiana

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO. Normativa italiana ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO Normativa italiana 1. Allocazione di valori nello Stato patrimoniale Si proceda all individuazione delle poste di Stato patrimoniale nelle quali trovano iscrizione

Dettagli

Capitolo 11. Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini. Esercizio 1. Una Società, il 31-12-2000 presenta il seguente Stato Patrimoniale.

Capitolo 11. Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini. Esercizio 1. Una Società, il 31-12-2000 presenta il seguente Stato Patrimoniale. Capitolo 11 Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini Esercizio 1 Una Società, il 31-12-2 presenta il seguente Stato Patrimoniale. Terreni Immobilizzazioni tecniche Immobilizzazioni immateriali

Dettagli

FONDAZIONE OAT TORINO - Via Giolitti n. 1 CAPITALE SOCIALE: euro 77.468,53 interamente versato

FONDAZIONE OAT TORINO - Via Giolitti n. 1 CAPITALE SOCIALE: euro 77.468,53 interamente versato FONDAZIONE OAT TORINO - Via Giolitti n. 1 CAPITALE SOCIALE: euro 77.468,53 interamente versato BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2012 SITUAZIONE PATRIMONIALE ATTIVO A) CREDITI VERSO SOCI B) IMMOBILIZZAZIONI I. IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

A.L.E.R. PAVIA. Bilancio al 31/12/2013

A.L.E.R. PAVIA. Bilancio al 31/12/2013 A.L.E.R. PAVIA Sede in VIA PARODI 35-27100 PAVIA (PV) Bilancio al 31/12/2013 Stato patrimoniale attivo 31/12/2013 31/12/2012 A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti (di cui già richiamati )

Dettagli

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN Facoltà di Scienze Manageriali Corso di Laurea Specialistica 64/S in Management e sviluppo socioeconomico LABORATORIO DI BUSINESS PLAN La valutazione della fattibilità economico-finanziaria del progetto

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO.

IL RENDICONTO FINANZIARIO. IL RENDICONTO FINANZIARIO. Lezione 3 Castellanza, 3 Ottobre 2007 2 Il Rendiconto Finanziario Il Rendiconto Finanziario costituisce per l analisi della dinamica finanziaria ciò che il conto economico rappresenta

Dettagli

Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir. tire e da indici

Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir. tire e da indici Tracce di temi 2010 Scuola Duemila 1 Traccia n. 1 Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir tire e da indici Olivia Leone Il candidato illustri brevemente quali sono i principali vincoli da

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio

Riclassificazione del bilancio. Vedere sussidio didattico sul bilancio Riclassificazione del bilancio Vedere sussidio didattico sul bilancio RAGIONI DELLA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE raggruppare i valori delle attività e delle passività in poche

Dettagli

NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE. Dott. Fabio CIGNA

NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE. Dott. Fabio CIGNA NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE INDICATORI FINANZIARI DI RISULTATO Dott. Fabio CIGNA Gli indicatori di risultato finanziari: Stato Patrimoniale e Conto Economico riclassificati Analisi degli indicatori

Dettagli

FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE PERUGIASSISI 2019. Bilancio al 31/12/2014

FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE PERUGIASSISI 2019. Bilancio al 31/12/2014 FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE PERUGIASSISI 2019 Sede in Perugia - via Mazzini 21 Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti

Dettagli

ESAMI DI MATURITA 2011 SVOLGIMENTO SECONDA PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE PER ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE I.G.E.A.

ESAMI DI MATURITA 2011 SVOLGIMENTO SECONDA PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE PER ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE I.G.E.A. ESAMI DI MATURITA 2011 SVOLGIMENTO SECONDA PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE PER ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE I.G.E.A. A cura di A.N.I.N.S.E.I. www.aninsei.it Soluzione a cura dei proff. Biscontin Franco e Carnio

Dettagli

Allegato 3 al Progetto di fusione. Centrale del Latte di Firenze, Pistoia e Livorno S.p.A. Situazione Patrimoniale Ex art. 2501 quatercodice Civile

Allegato 3 al Progetto di fusione. Centrale del Latte di Firenze, Pistoia e Livorno S.p.A. Situazione Patrimoniale Ex art. 2501 quatercodice Civile Allegato 3 al Progetto di fusione Centrale del Latte di Firenze, Pistoia e Livorno S.p.A. Situazione Patrimoniale Ex art. 2501 quatercodice Civile PROSPETTO DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE FINANZIARIA -

Dettagli

ALER BERGAMO. Bilancio al 31/12/2014

ALER BERGAMO. Bilancio al 31/12/2014 Reg. Imp. 444145/1996 Rea 0293663 ALER BERGAMO Sede in VIA MAZZINI 32/A - 24128 BERGAMO (BG) Capitale sociale Euro 99.874,00 i.v. Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013

Dettagli

Esercitazione di riepilogo. Stato Patrimoniale della Beta al 9/10/2012. Conto Economico della Beta al 31/12/2012

Esercitazione di riepilogo. Stato Patrimoniale della Beta al 9/10/2012. Conto Economico della Beta al 31/12/2012 Esercitazione di riepilogo Stato Patrimoniale della Beta al 9/10/2012 Conto Economico della Beta al 31/12/2012 1. Transazioni a. Il 2 settembre 2012 viene acquistato un brevetto per un valore di 35000

Dettagli

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE ATTIVO A) CREDITI V/S SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI B) IMMOBILIZZAZIONI C) ATTIVO CIRCOLANTE D) RATEI E RISCONTI PASSIVO A) PATRIMONIO NETTO B) FONDI PER RISCHI

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI

L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI Salvatore Nucci, gennaio 2011 L ANALISI DI BILANCIO: I FLUSSI FINANZIARI L analisi dei flussi finanziari ha la finalità di evidenziare e interpretare le variazioni intervenute nella situazione patrimoniale

Dettagli

Il bilancio d esercizio

Il bilancio d esercizio ESAME DI STATO 2005 - TEMA DI ECONOMIA AZIENDALE - INDIRIZZO IGEA di Monica Ceccherelli Il bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio è il principale documento di sintesi redatto per dare informazioni

Dettagli

AGENZIA PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.R.L. Sede in VIA CORCIANESE 218-06132 PERUGIA (PG) Capitale sociale Euro 45.198,00 i.v. Bilancio al 30/06/2013

AGENZIA PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.R.L. Sede in VIA CORCIANESE 218-06132 PERUGIA (PG) Capitale sociale Euro 45.198,00 i.v. Bilancio al 30/06/2013 AGENZIA PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.R.L. Sede in VIA CORCIANESE 218-06132 PERUGIA (PG) Capitale sociale Euro 45.198,00 i.v. Bilancio al 30/06/2013 Reg. Imp. 02227380546 Rea 202246 Stato patrimoniale attivo

Dettagli

COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA. Bilancio al 31/12/2014

COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA. Bilancio al 31/12/2014 COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA Sede in VIA SCAGLIA EST 144-41100 MODENA (MO) Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A) Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

Riclassificazione del bilancio

Riclassificazione del bilancio Riclassificazione del bilancio 02 2015-2016 Vedere sussidio didattico sul bilancio SIGNIFICATO DI RICLASSIFICAZIONE DEI DOCUMENTI DEL BILANCIO raggruppare i valori presenti nei documenti di bilancio in

Dettagli

TEMPLATE DEL BILANCIO PER UNA STARTUP

TEMPLATE DEL BILANCIO PER UNA STARTUP TEMPLATE DEL BILANCIO PER UNA STARTUP Questo documento pdf è distribuito sotto licenza Creative Commons. Non sono ammesse modifiche e nemmeno utilizzo per fini commerciali. Sei libero di condividerlo,

Dettagli

Corso di bilancio e principi contabili

Corso di bilancio e principi contabili Corso di bilancio e principi contabili Quinta lezione: Lo stato patrimoniale Prof. Alessandro Zattoni - Università Parthenope di Napoli 1 LO SCHEMA DELLO STATO PATRIMONIALE A SEZIONI DIVISE E CONTRAPPOSTE

Dettagli

LURA AMBIENTE S.P.A.

LURA AMBIENTE S.P.A. LURA AMBIENTE S.P.A. Sede in VIA LAINATE 1200-21042 CARONNO PERTUSELLA (VA) Codice Fiscale 02259590129 - Numero Rea VA 000000242557 P.I.: 02259590129 Capitale Sociale Euro 120.000 i.v. Forma giuridica:

Dettagli

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf

bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, portafoglio sbf Temi in preparazione alla maturità Analisi di bilancio, bilancio sintetico a stati comparati, Rendiconto finanziario, decisioni aziendali, portafoglio sbf di Rossana MANELLI ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIA:

Dettagli

Contiene le coperture finanziarie necessarie per l acquisizione delle risorse produttive, con l eventuale avanzo o disavanzo finanziario.

Contiene le coperture finanziarie necessarie per l acquisizione delle risorse produttive, con l eventuale avanzo o disavanzo finanziario. Il processo di formulazione del budget dell impresa si conclude con il consolidamento dei singoli budget settoriali in un unico bilancio previsionale (MASTER BUDGET), che si compone dei seguenti documenti

Dettagli

ENTRIAMO IN AZIENDA 3

ENTRIAMO IN AZIENDA 3 ENTRIAMO IN AZIENDA 3 Imprese industriali sistema informativo di bilancio e imposizione fiscale TOMO 1 IL SISTEMA INFORMATIVO DI BILANCIO M O BILANCIO D U L O 3 BILANCIO D ESERCIZIO ANALISI PER INDICI

Dettagli

31/12/2014. Bilancio d esercizio al NAVIGLI LOMBARDI S.C.A.R.L. Esercizio dal 01/01/2014 al 31/12/2014. Bilancio d Esercizio

31/12/2014. Bilancio d esercizio al NAVIGLI LOMBARDI S.C.A.R.L. Esercizio dal 01/01/2014 al 31/12/2014. Bilancio d Esercizio Bilancio d esercizio al 31/12/2014 Esercizio dal 01/01/2014 al 31/12/2014 Sede in Via Taramelli 26, 20124 MILANO MI Capitale sociale euro 100.000 i.v. Cod. Fiscale 04191340969 Iscritta al Registro delle

Dettagli

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO

BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO BILANCIO CIVILISTICO E BILANCIO RICLASSIFICATO La riclassificazione del bilancio Lo schema di bilancio attualmente utilizzato nell'unione Europea non soddisfa interamente le esigenze degli analisti. E'

Dettagli

L analisi di bilancio a mezzo indici

L analisi di bilancio a mezzo indici Università Politecnica delle Marche L analisi di bilancio a mezzo indici 1 Trova riflesso Le operazioni di gestione sono rilevate nella loro espressione quantitativo-monetaria porta alla formazione Nei

Dettagli

A) VALORE DELLA PRODUZIONE

A) VALORE DELLA PRODUZIONE CONTO ECONOMICO A) VALORE DELLA PRODUZIONE: 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni merci conto vendite - resi su vendite - ribassi e abbuoni passivi 2) Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso

Dettagli

CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE

CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE CRITERI DI RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA DELLO STATO PATRIMONIALE ATTIVITA : RAGGRUPPARE GLI ELEMENTI ATTIVI DEL CAPITALE IN RELAZIONE ALLA LORO ATTITUDINE A PROCURARE MEZZI DI PAGAMENTO, ATTRAVERSO LA

Dettagli

STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/2012 31/12/2011

STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/2012 31/12/2011 STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/2012 31/12/2011 A) QUOTE ASSOCIATIVE ANCORA DA VERSARE B) IMMOBILIZZAZIONI I Immobilizzazioni immateriali 1) Costi di ricerca, sviluppo e di pubblicità 2) Diritti di brevetto

Dettagli

STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2014

STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2014 STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2014 41 STATO PATRIMONIALE 2014 ATTIVO A) CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI CON SEPARATA INDICAZIONE DELLA PARTE GIA' RICHIAMATA B) IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

La riclassificazione del bilancio di esercizio. Prof. Luigi Trojano

La riclassificazione del bilancio di esercizio. Prof. Luigi Trojano La riclassificazione del bilancio di esercizio Il Il bilancio Il sistema informativo di bilancio secondo la normativa vigente: stato patrimoniale; conto economico; nota integrativa. Requisiti fondamentali

Dettagli

FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO. Bilancio al 31/12/2014

FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO. Bilancio al 31/12/2014 Sede in VIA SAN FRANCESCO DA PAOLA, 3-10123 TORINO (TO) Fondo di dotazione Euro 100.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2014 FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A)

Dettagli

La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio

La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio 1 di 6 La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio Come possono essere classificate le operazioni di gestione? La gestione aziendale è l insieme coordinato di operazioni attraverso le quali l impresa

Dettagli

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI FORTE CRESCITA DEL CASH FLOW OPERATIVO (+87%) A 74,3

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LA DEI CONTI E LA FORMAZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO 1 IL PROCESSO DI RILEVAZIONE CONTABILE RILEVAZIONE DELLE OPERAZIONI DI GESTIONE SCRITTURE DI ASSESTAMENTO DEI CONTI

Dettagli

= 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 0,93 % 1,55 % (40,00) %

= 23) Utile (perdita) dell'esercizio / A) Patrimonio netto 0,93 % 1,55 % (40,00) % ALBA S.R.L. Sede legale: VIA ROSA JEMMA N. 118 BATTIPAGLIA (SA) Iscritta al Registro Imprese di SALERNO C.F. e numero iscrizione 04863070654 Iscritta al R.E.A. di SALERNO n. 399875 Capitale Sociale sottoscritto

Dettagli

BILANCIO ESERCIZIO. Stato patrimoniale. A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti

BILANCIO ESERCIZIO. Stato patrimoniale. A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti Pagina 1 di 9 BILANCIO ESERCIZIO Informazioni generali sull'impresa Dati anagrafici MERCOGLIANO Denominazione: SERVIZI S.R.L. CON UNICO SOCIO PIAZZA MUNICIPIO N. Sede: 1-83013 MERCOGLIANO (AV) Capitale

Dettagli

La riclassificazione del bilancio di esercizio. Il bilancio pubblico. La fase della riclassificazione

La riclassificazione del bilancio di esercizio. Il bilancio pubblico. La fase della riclassificazione La riclassificazione del bilancio di esercizio 1 Il bilancio pubblico Il sistema informativo di bilancio secondo la normativa vigente: stato patrimoniale; conto economico; nota integrativa. Requisiti fondamentali

Dettagli

La gestione finanziaria dell impresa

La gestione finanziaria dell impresa La gestione finanziaria dell impresa di Emanuele Perucci Traccia di economia aziendale Il candidato, dopo aver illustrato il problema della scelta delle fonti di finanziamento in relazione al fabbisogno

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio VERSIONE OTTOBRE 2014 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Versione: 20141024-1

Dettagli

ESERCITAZIONE DI PREPARAZIONE ALL ESAME SCRITTO. Data una SpA con le seguenti situazioni patrimoniali negli anni 2006 e 2007

ESERCITAZIONE DI PREPARAZIONE ALL ESAME SCRITTO. Data una SpA con le seguenti situazioni patrimoniali negli anni 2006 e 2007 ESERCITAZIONE DI PREPARAZIONE ALL ESAME SCRITTO Esercizio n 1: Data una SpA con le seguenti situazioni patrimoniali negli anni 2006 e 2007 STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2006 STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2007

Dettagli

SANITASERVICE AZIENDA POLICLINICO DI BARI SRL. Bilancio al 31/12/2014

SANITASERVICE AZIENDA POLICLINICO DI BARI SRL. Bilancio al 31/12/2014 SANITASERVICE AZIENDA POLICLINICO DI BARI SRL Società soggetta a direzione e coordinamento di AZ. OSPEDALIERO UNIVERSITARIA POLICLINICO DI BARI Società unipersonale Sede in PIAZZA GIULIO CESARE 11 - BARI

Dettagli

AGENZIA PER LA MOBILITA TERRITORIALE S.P.A. in liquidazione. Bilancio al 31/12/2013

AGENZIA PER LA MOBILITA TERRITORIALE S.P.A. in liquidazione. Bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 00205970320 Rea 74441 AGENZIA PER LA MOBILITA TERRITORIALE S.P.A. in liquidazione Sede in VIA D'ALVIANO 15-34144 TRIESTE (TS) Capitale sociale Euro 1.000.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2013 Stato

Dettagli

La riclassificazione del Conto Economico

La riclassificazione del Conto Economico La riclassificazione del Conto Economico Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo Milano-Bicocca University All rights reserved Milano, marzo 2012 La riclassificazione del Conto Economico È volta alla determinazione

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO. Riclassificazione e indici di bilancio 1

ANALISI DI BILANCIO. Riclassificazione e indici di bilancio 1 ANALISI DI BILANCIO Consiste nell analisi dei risultati aziendali mediante indici costruiti sulle informazioni contenute nel bilancio. Include indici di struttura finanziaria e indici di redditività. Riclassificazione

Dettagli

Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale

Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Esame di Stato 2014 Indirizzo Giuridico Economico Aziendale Svolgimento Tema di Economia aziendale a cura di Lucia Barale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale (nell'indirizzo Giuridico

Dettagli

STATO PATRIMONIALE DELLA MALUCLA' & COMPANY AL 31-12-2005

STATO PATRIMONIALE DELLA MALUCLA' & COMPANY AL 31-12-2005 STATO PATRIMONIALE DELLA MALUCLA' & COMPANY AL 31-12- STATO PATRIMONIALE ATTIVO PASSIVO A) CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI A) PATRIMONIO NETTO ANCORA DOVUTI (TOTALE) I - Capitale 18.000.000 Parte da

Dettagli