Santo Romano Direttore dell Area Capitale Umano e Cultura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Santo Romano Direttore dell Area Capitale Umano e Cultura"

Transcript

1 Ciclo di incontri sulle politiche del lavoro Scambio di buone pratiche regionali Modelli di integrazione tra pubblico e privato nell erogazione dei servizi per il lavoro Martedì 8 novembre 2016 Santo Romano Direttore dell Area Capitale Umano e Cultura

2 La rete dei servizi per il lavoro

3 La rete pubblico privata

4 Evoluzione della rete dei servizi per il lavoro

5 La legge regionale n. 3 del 2009 consolidare il modello partecipativo tra istituzioni e parti sociali, facendo della concertazione e del coordinamento istituzionale il cardine della governance del sistema realizzare una rete di servizi al lavoro, basata sulla cooperazione tra servizi pubblici e qualificati operatori privati; rafforzare le tutele per i lavoratori incentivando il raccordo tra servizi pubblici e servizi privati; consolidare e sviluppare un sistema informativo e statistico per la gestione, il monitoraggio e la valutazione delle politiche del lavoro

6 Modello Veneto dei gestione della rete e dei servizi Governance Cooperativa La governance della rete si ispira ad un modello cooperativo e integrativo a doppio canale Condivisione Informazioni Presenza di un sistema informativo che permette la gestione integrata delle informazione da parte dei CPI e degli operatori accreditati Il nuovo ruolo dei CPI Il CPI è la porta di accesso ai LEP: impostazione confermata dalle funzioni esclusive assegnate dal D.lgs. N. 150/2015 L accreditamento riguarda solo attori ulteriori rispetto ai CPI che li affiancano nell erogazione dei servizi e delle misure di politica attiva Centralità del profilo dell OMLl Presenza di un profilo di Operatore del Mercato del Lavoro locale unico sia per CPI sia per enti accreditati Libertà di scelta del cittadino? Il cittadino potrà maggiormente scegliere il soggetto della rete pubblico-privata presso cui furire dei LEP

7 Le attività dei CPI RACCOLTA CURRICULA ATTIVITA FORMATIVE PER INSERIMENTO LAVORATIVO INTERMEDIAZIONE PRESELEZIONE ORIENTAMENTO PROFESSIONALE INCONTRO D/O

8 L azione dei cpi nel 2015

9 L azione dei cpi nel 2015

10 I servizi affidati al soggetto privato Tutti i servizi che non sono di competenza esclusiva del soggetto pubblico e che sono stati previsti in bandi o programmi regionali, individuabili in prestazioni di Informazione e accesso al sistema dei servizi al lavoro della Regione Veneto Mediazione per l incontro domanda/offerta di lavoro Progetto individuale e misure di accompagnamento al lavoro.

11 La Natura Giuridica degli Operatori Accreditati

12 La Tipologia degli Operatori per «core business»

13 Le buone pratiche di integrazione pubblico privato

14 Buone pratiche di integrazione: reti per l orientamento RETI ORIENTAMENTO GIOVANI AREA: CIRCOSCRIZIONE CENTRO PER L IMPIEGO Capofila: soggetto accreditato per l orientamento e/o nell ambito dell obbligo formativo Partner non obbligatori: Province, quindi i CPI, Uffici Scolastici Provinciali, altri Dimensione minima: minimo 9 partner tra CFP e Scuole, di cui almeno tre Scuole secondarie di primo grado e almeno tre enti tra Istituti scolastici secondari di secondo grado e Centri di Formazione Professionale RETI ORIENTAMENTO ADULTI IN DIFFICOLTA AREA: CIRCOSCRIZIONE DUE CENTRI PER L IMPIEGO Capofila: soggetto accreditato all orientamento Dimensione minima: territorio di due centri per l impiego, comuni per minimo abitanti, almeno un comune Partner non obbligatori:c.t.p., Associazioni specializzate nel sociale e in azione di volontariato sociale e altri soggetti locali, Province e Centri per l Impiego 14

15 Interventi per cassa integrati e lavoratori in mobilità Perché: Sostenere i processi di aggiornamento, riqualificazione e ricollocazione sul mercato del lavoro dei lavoratori percettori di ammortizzatori sociali in deroga Cos è: Insieme integrato di percorsi di politica attiva ed indennità di partecipazione ad esso collegata erogata al lavoratore, per conto della Regione, da soggetti accreditati per i servizi al lavoro. Processo: Il dispositivo si è inserito a valle del percorso di costruzione ed erogazione di interventi di politica attiva in favore dei percettori di cassa integrazione e mobilità in deroga presidiato dai Centri per l Impiego. La stipula con questi ultimi del Patto di servizio e del conseguente Piano di Azione Individuale (PAI), infatti, costituisce il pre-requisito necessario sia per accedere agli ammortizzatori in deroga, sia per beneficiare degli interventi regionali. 15

16 Garanzia Giovani Uffici Placement Atenei e Istituti Scolastici Rete degli Youth Corner Accoglienza e Presa in Carico Patto di Servizio Piano di Azione individuale Profiling Attestazione stato NEET Fascicolo individuale NEET Centri per l Impiego Organismi accreditati ai servizi per il lavoro Organismi accreditati per la formazione e l orientamento Soggetti attuatori delle Misure Orientamento Formazione Accompagnamento al lavoro Tirocinio Sostegno all autoimpiego Promozione della mobilità 16

17 17 Garanzia Adulti

18 Servizi, azioni e policy per la garanzia dei LEP Azioni Livello di servizi Policy Conferma dello stato di disoccupazione, PSP, laboratori di orientamento e empowerment SERVIZI di BASE Disoccupati < 4 mesi ORIENTAMENTO TIROCINIO ACCOMPAGNAMENTO AL LAVORO Assegno di ricollocazione Servizi intensivi di ricerca di lavoro Interventi di sostegno per cittadini con maggiori difficoltà di reinserimento lavorativo e cittadini svantaggiati SERVIZI INTENSIVI Disoccupati da 4 a 12 mesi (Disoccupato percettore nuova ASPI) SERVIZI SPECIALISTICI Disoccupati > 12 mesi (Soggetti svantaggiati, Lavoratori anziani) ACCOMPAGNAMENTO AL LAVORO RICOLLOCAZIONE RIQUALIFICAZIONE (con formazione di breve durata e/o tirocinio formativo) ACCOMPAGNAMENTO AL LAVORO RICOLLOCAZIONE RIQUALIFICAZIONE (con formazione anche di media o lunga durata e/o tirocinio) 18

19 19 Il sistema informativo lavoro (SIL)

20 L infrastruttura del sistema informativo regionale

21 Le prospettive

22 Il rafforzamento dei servizi con il POR Priorità di investimento 8.vii) Modernizzazione delle istituzioni del mercato del lavoro, come i servizi pubblici e privati di promozione dell occupazione, migliorando il soddisfacimento delle esigenze del mercato del lavoro, anche attraverso azioni che migliorino la mobilità professionale transnazionale, nonché attraverso programmi di mobilità e una migliore cooperazione tra le istituzioni e i soggetti interessati Budget del settennio 2% del POR: = Budget del Piano = 22

23 Azioni POR azioni per favorire la modernizzazione e la qualificazione dei servizi al lavoro sia dal punto di vista dell organizzazione interna (gestione attività amministrative, sviluppo e valorizzazione delle competenze interne, segmentazione dei servizi, sistemi di valutazione e monitoraggio) che dei servizi al cittadino e alle imprese (recruitment, placement, matching); azioni di rafforzamento del networking tra servizi al lavoro pubblici e privati, di miglioramento della qualità dei servizi erogati e di una più capillare acquisizione delle vacancies/opportunità presenti sul territorio anche attraverso l utilizzo di nuove tecnologie (CPI on line) e il consolidamento di strumenti già esistenti (Portale Clic Lavoro ); azioni volte ad introdurre ed implementare un sistema di gestione, valutazione e monitoraggio delle performances delle istituzioni del mercato del lavoro basate sui LEP (Livelli Essenziali di Prestazioni) nell ottica di assicurare un effettiva sostenibilità ed efficacia del sistema dei servizi per il lavoro; 23

24 Il piano di intervento Servizi intensivi ricerca attiva e autompiego Sistemi informativi Rafforzamento competenze operatori 24

25 Risorse finanziarie Sistemi informativi = Rafforzamento delle competenze = Servizi intensivi e autoimpiego = Totale = 25

26 1. Garantire una governance uniforme del sistema pubblico-privato 2. Rendere disponibili prestazioni, competenze tecnico professionali e risorse in tutti i punti della rete 3. Garantire un approccio case management e la necessaria efficacia operativa 4. Favorire un organizzazione project management dei servizi Sfide future 26

27 27

28 Area Capitale Umano e Cultura Per maggiori informazioni:

IL MERCATO DEL LAVORO TRA NUOVI SERVIZI E ATTENZIONE ALLA PERSONA. Santo Romano Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro

IL MERCATO DEL LAVORO TRA NUOVI SERVIZI E ATTENZIONE ALLA PERSONA. Santo Romano Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro IL MERCATO DEL LAVORO TRA NUOVI SERVIZI E ATTENZIONE ALLA PERSONA Santo Romano Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro FARE RETE PER COMPETERE AMBITO CASE MANAGEMENT PROGETTO MODELLIZZAZIONE. Creazione

Dettagli

La Garanzia Giovani in Veneto. Maggio 2014

La Garanzia Giovani in Veneto. Maggio 2014 Maggio 2014 La strategia è rivolta a: prevenire e contrastare la dispersione scolastica e formativa; rafforzare le competenze dei giovani a vantaggio dell occupabilità; favorire le occasioni di efficace

Dettagli

Dalla Youth Employment Initiative alla Garanzia Giovani

Dalla Youth Employment Initiative alla Garanzia Giovani In LIGURIA 1 Dalla Youth Employment Initiative alla Garanzia Giovani 2 Youth Employment Initiative (YEI) La YEI trae le mosse dalla Raccomandazione del Consiglio dell Unione Europea del 22 aprile 2013

Dettagli

TABELLA D ESPERIENZA DEI SOGGETTI CHE RICHIEDONO L ACCREDITAMENTO. di cui all art. 6

TABELLA D ESPERIENZA DEI SOGGETTI CHE RICHIEDONO L ACCREDITAMENTO. di cui all art. 6 TABELLA D ESPERIENZA DEI SOGGETTI CHE RICHIEDONO L ACCREDITAMENTO di cui all art. 6 1 Tabella D: ESPERIENZA - SERVIZI PER IL LAVORO GENERALI OBBIGATORI Aree Funzionali I, II, III e IV Documenti da presentare

Dettagli

GARANZIA PER I GIOVANI. Incontro con le Associazioni datoriali. 6 dicembre 2013

GARANZIA PER I GIOVANI. Incontro con le Associazioni datoriali. 6 dicembre 2013 GARANZIA PER I GIOVANI Incontro con le Associazioni datoriali 6 dicembre 2013 1 IL PIANO ITALIANO 2 DESTINATARI Giovani nella fascia di età 15-24 anni ai quali offrire un servizio entro quattro mesi dall

Dettagli

FAQ GARANZIA PON IOG

FAQ GARANZIA PON IOG GARANZIA PON IOG Deliberazione della Giunta Regionale 3 novembre 2014, n. 34-521. Direttiva pluriennale per l attuazione del Piano Regionale Garanzia Giovani (Youth Employment Iniziative PON Garanzia Giovani).

Dettagli

MASTERPLAN REGIONALE DELLE POLITICHE E DEI SERVIZI PER IL LAVORO. Revisione n. 04 maggio 2013

MASTERPLAN REGIONALE DELLE POLITICHE E DEI SERVIZI PER IL LAVORO. Revisione n. 04 maggio 2013 MASTERPLAN REGIONALE DELLE POLITICHE E DEI SERVIZI PER IL LAVORO Revisione n. 04 maggio 2013 0 MASTERPLAN REGIONALE DELLE POLITICHE E DEI SERVIZI PER IL LAVORO Sommario 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 2 2. ACCORDO

Dettagli

ASSESSORATO AL LAVORO E ALLA FORMAZIONE

ASSESSORATO AL LAVORO E ALLA FORMAZIONE ASSESSORATO AL LAVORO E ALLA FORMAZIONE Masterplan Campania Linee guida per il potenziamento dei servizi per il lavoro 1.#Premessa# Il Masterplan dei servizi per il lavoro è un documento di programmazione

Dettagli

La Garanzia Giovani alla prova dei fatti. Stato dell arte in Italia e in Europa

La Garanzia Giovani alla prova dei fatti. Stato dell arte in Italia e in Europa La Garanzia Giovani alla prova dei fatti. Stato dell arte in Italia e in Europa Un primo bilancio: le esperienze di successo nelle regioni italiane Tiziana Lang, MLPS-ISFOL Quadro nazionale Un anno fa

Dettagli

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE E IL CONTROLLO DEL CATALOGO DEI SERVIZI PER IL LAVORO GARANZIA GIOVANI

DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE E IL CONTROLLO DEL CATALOGO DEI SERVIZI PER IL LAVORO GARANZIA GIOVANI ALLEGATO A DISPOSIZIONI DI DETTAGLIO PER LA GESTIONE E IL CONTROLLO DEL CATALOGO DEI SERVIZI PER IL LAVORO GARANZIA GIOVANI DETERMINA DIRIGENZIALE 20 GENNAIO 2015, n. 12 e successive modifiche Approvazione

Dettagli

RISORSE STANZIATE Accoglienza, presa in carico, orientamento 80.000,00. Orientamento specialistico o di II livello 150.000,00

RISORSE STANZIATE Accoglienza, presa in carico, orientamento 80.000,00. Orientamento specialistico o di II livello 150.000,00 OGGETTO: Approvazione Avviso Facciamo impresa - Percorsi di accompagnamento all avvio d impresa - Modalità a sportello e modifiche al Piano Esecutivo Regionale per l Attuazione della Garanzia Giovani (DGR

Dettagli

Garanzia Giovani: Piani Esecutivi regionali e ruolo delle Agenzie Formative Focus sulla Regione Puglia

Garanzia Giovani: Piani Esecutivi regionali e ruolo delle Agenzie Formative Focus sulla Regione Puglia Governance Regionale e sviluppo dei servizi per il lavoro Linea 2. Network degli operatori del mercato del lavoro Garanzia Giovani: Piani Esecutivi regionali e ruolo delle Agenzie Formative Focus sulla

Dettagli

7. IL FONDO SOCIALE EUROPEO

7. IL FONDO SOCIALE EUROPEO Da ALLULLI G., Dalla Strategia di Lisbona a Europa 2020, Tipografia Pio XI, aprile 2015. 7. IL FONDO SOCIALE EUROPEO 1. Uno strumento per favorire un armonioso sviluppo economico e sociale degli Stati

Dettagli

PANORAMICA GENERALE SULLA GARANZIA GIOVANI Riunione Commissione Sindacale Roma 15 aprile 2014

PANORAMICA GENERALE SULLA GARANZIA GIOVANI Riunione Commissione Sindacale Roma 15 aprile 2014 Servizio Sindacale Giuslavoristico PANORAMICA GENERALE SULLA GARANZIA GIOVANI Riunione Commissione Sindacale Roma 15 aprile 2014 a cura del SERVIZIO SINDACALE GIUSLAVORISTICO Dipartimento Politico Sindacale

Dettagli

Allegato B. Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani. Piano di attuazione regionale

Allegato B. Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani. Piano di attuazione regionale Allegato B Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani Piano di attuazione regionale Dati identificativi Denominazione del programma PON Occupazione Giovani Periodo di programmazione 2014

Dettagli

Il Portale del Mercato del Lavoro in Edilizia

Il Portale del Mercato del Lavoro in Edilizia Il Portale del Mercato del Lavoro in Edilizia Perugia 26 27 settembre Sala dei Notari 1 Il progetto della Borsa Lavoro Edile Nazionale La realizzazione della borsa lavoro per il settore dell edilizia è

Dettagli

IL CONTESTO. Di cui Uomini Milano San Vittore 1102 102 1000 Opera 1116 42 1074 Bollate 710 0 710 Monza 591 86 505. N.

IL CONTESTO. Di cui Uomini Milano San Vittore 1102 102 1000 Opera 1116 42 1074 Bollate 710 0 710 Monza 591 86 505. N. PROGETTO I SERVIZI PER L IMPIEGO DELLA PROVINCIA DI MILANO PER IL SOSTEGNO ALL INSERIMENTO AL LAVORO DELLE PERSONE RISTRETTE NELLE LIBERTA E DEGLI EX-DETENUTI IL PROGETTO L Assessorato al Lavoro della

Dettagli

La Garanzia Giovani e le opportunità in Europa Siena, 15 aprile 2014

La Garanzia Giovani e le opportunità in Europa Siena, 15 aprile 2014 La Garanzia Giovani e le opportunità in Europa Siena, 15 aprile 2014 Giovani al Centro. Prove di anticipazione di Youth Guarantee nei Centri per l impiego della Provincia di Siena. Monica Becattelli /Coordinatore

Dettagli

SERVIZI PER L IMPIEGO E ORIENTAMENTO IN FRIULI VENEZIA GIULIA

SERVIZI PER L IMPIEGO E ORIENTAMENTO IN FRIULI VENEZIA GIULIA SERVIZI PER L IMPIEGO E ORIENTAMENTO IN FRIULI VENEZIA GIULIA Evoluzione nelle professionalità e nei sistemi di erogazione dei servizi Carlos Corvino Servizio Osservatorio Mercato del lavoro del FVG, Monitoraggio

Dettagli

I NUMERI E LE ATTIVITA DEI CENTRI PER L IMPIEGO DELLA PROVINCIA DI TORINO

I NUMERI E LE ATTIVITA DEI CENTRI PER L IMPIEGO DELLA PROVINCIA DI TORINO 1 I NUMERI E LE ATTIVITA DEI CENTRI PER L IMPIEGO DELLA PROVINCIA DI TORINO 13 CENTRI PER L IMPIEGO su 15 SEDI, di cui 2 integrate con INPS (Torino e Carmagnola) 233 unità di personale impiegate nei CPI

Dettagli

Il progetto il modello nazionale

Il progetto il modello nazionale ALLEGATO A il modello nazionale Obiettivo Assicurare che i giovani 15-29 anni non in formazione e non occupati iscritti al programma ricevano un offerta qualificata entro quattro mesi dall iscrizione Servizi

Dettagli

reddito di attivazione e riforma degli ammortizzatori sociali Dott.ssa Antonella Chiusole

reddito di attivazione e riforma degli ammortizzatori sociali Dott.ssa Antonella Chiusole reddito di attivazione e riforma degli ammortizzatori sociali Dott.ssa Antonella Chiusole 1) gli ammortizzatori sociali in trentino: il reddito di attivazione (oggi) 2) reddito di attivazione e Nuova ASpI

Dettagli

GARANZIA GIOVANI IN UMBRIA MARCHE E ABRUZZO

GARANZIA GIOVANI IN UMBRIA MARCHE E ABRUZZO GARANZIA GIOVANI IN UMBRIA MARCHE E ABRUZZO MISURE UMBRIA MARCHE ABRUZZO Misura 1A Accoglienza e informazioni sul Obiettivo minimo: Circa 25.000 giovani tra i 15-29 anni Informazioni disponibili presso

Dettagli

La GaranziaGiovani in Veneto

La GaranziaGiovani in Veneto La GaranziaGiovani in Veneto Luca Meneguzzo Incontro di approfondimento CEI Roma, venerdì 25 luglio 2014 La garanziagiovaniin Veneto: stato dell arte Il Piano Regionale Bando Youth Corner Dgr 555/2014

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PIANO ITALIANO PER LA GARANZIA GIOVANI Procedure informative - Audizione del Ministro del lavoro e delle politiche sociali,

Dettagli

Maria Cristina Cossu Assessore

Maria Cristina Cossu Assessore Maria Cristina Cossu Assessore Le Priorità del Programma Lavoro&Sviluppo MISURA INTERVENTO 1.1 INFRASTRUTTURE VIARIE 1.1.2 Pedemontana piemontese 1.1 INFRASTRUTTURE VIARIE 1.1.1 Autostrada Broni-Stroppiana

Dettagli

GARANZIA GIOVANI LOMBARDIA: l occasione che cerchi! www.garanziagiovani.regione.lombardia.it

GARANZIA GIOVANI LOMBARDIA: l occasione che cerchi! www.garanziagiovani.regione.lombardia.it GARANZIA GIOVANI LOMBARDIA: l occasione che cerchi! www.garanziagiovani.regione.lombardia.it UE LANCIA IL PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI Nel Marzo 2013 viene pubblicata la Raccomandazione della Garanzia per

Dettagli

GARANZIA PER I GIOVANI: LE RISPOSTE DELL UNIONE E DELL ITALIA ALLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE*.

GARANZIA PER I GIOVANI: LE RISPOSTE DELL UNIONE E DELL ITALIA ALLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE*. GARANZIA PER I GIOVANI: LE RISPOSTE DELL UNIONE E DELL ITALIA ALLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE*. (*Il presente articolo è frutto esclusivo del pensiero dell Autore e non impegna in alcun modo l Amministrazione

Dettagli

sistemapiemonte Sistema Informativo Lavoro Garanzia Giovani Piemonte Manuale d 1 uso PON IOG sistemapiemonte.it

sistemapiemonte Sistema Informativo Lavoro Garanzia Giovani Piemonte Manuale d 1 uso PON IOG sistemapiemonte.it sistemapiemonte Sistema Informativo Lavoro Garanzia Giovani Piemonte Manuale d 1 uso PON IOG sistemapiemonte.it 1 Manuale Silp PON IOG Aprile 2015 Sommario 1 INTRODUZIONE... 3 2 OBIETTIVO... 3 3 ACRONIMI

Dettagli

PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI

PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI OLBIA - Palazzo Provincia Olbia Tempio 6 novembre 2014 PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI La Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. Con questo obiettivo

Dettagli

Piano Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL

Piano Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL Allegato A) Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, ricerca Piano Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL PON IOG FVG FVG Progetto

Dettagli

GARANZIA GIOVANI IN VENETO VADEMECUM PER I GIOVANI

GARANZIA GIOVANI IN VENETO VADEMECUM PER I GIOVANI MY JOB Associazione Professionale Marcato Petro Manuel Bianzale V. Valeri 12, 35012 Camposampiero (PD) Tel 049 5794835 Fax 049 9317940 Web www.myjob.pro - email info@myjob.pro GARANZIA GIOVANI IN VENETO

Dettagli

Politiche del lavoro Promozione delle azioni di sostegno all occupazione e del sistema di integrazione delle politiche attive del lavoro

Politiche del lavoro Promozione delle azioni di sostegno all occupazione e del sistema di integrazione delle politiche attive del lavoro Politiche del lavoro Promozione delle azioni di sostegno all occupazione e del sistema di integrazione delle politiche attive del lavoro L ambito di attività collegate alle politiche del lavoro comprende

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e l Unione delle Province d Italia UPI VISTI il

Dettagli

Linee guida sulla piattaforma tecnologica di supporto alla Garanzia Giovani

Linee guida sulla piattaforma tecnologica di supporto alla Garanzia Giovani Linee guida sulla piattaforma tecnologica di supporto alla Garanzia Giovani Introduzione... 1 1. Il portale per la Garanzia Giovani... 2 2. La presa in carico dei giovani... 3 3. Monitoraggio e valutazione...

Dettagli

STATO DI AVANZAMENTO DELLA GARANZIA GIOVANI IN VENETO 23 OTTOBRE 2014. - Santo Romano - Direttore Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro

STATO DI AVANZAMENTO DELLA GARANZIA GIOVANI IN VENETO 23 OTTOBRE 2014. - Santo Romano - Direttore Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro STATO DI AVANZAMENTO DELLA GARANZIA GIOVANI IN VENETO 23 OTTOBRE 2014 - Santo Romano - Direttore Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro La Garanzia Giovani - YEI L iniziativa Europea per l Occupazione

Dettagli

Garanzia Giovani IL PIANO DI ATTUAZIONE ITALIANO. A cura dell'area Lavoro Ital Uil

Garanzia Giovani IL PIANO DI ATTUAZIONE ITALIANO. A cura dell'area Lavoro Ital Uil Garanzia Giovani IL PIANO DI ATTUAZIONE ITALIANO IL PROGRAMMA La GARANZIA GIOVANI è un PROGRAMMA EUROPEO per il contrasto al fenomeno della disoccupazione giovanile IL CONTESTO LA RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO

Dettagli

%FMJCFSBOm PHHFUUP &TUSBUUPEFMQSPDFTTPWFSCBMFEFMMBTFEVUBEFM HFOOBJP

%FMJCFSBOm PHHFUUP &TUSBUUPEFMQSPDFTTPWFSCBMFEFMMBTFEVUBEFM HFOOBJP %FMJCFSBOm &TUSBUUPEFMQSPDFTTPWFSCBMFEFMMBTFEVUBEFM HFOOBJP PHHFUUP 1*"/0% ";*0/&1&3*-4045&(/0"-- "$$&4403*&/53001&3."/&/;"/&-.&3$"50%&- -"7030"11307";*0/&%&'*/*5*7" %FCPSB4&33"$$)*"/* 1SFTJEFOUF QSFTFOUF

Dettagli

Piano di Attuazione Regionale (PAR) Lazio 2014 2015 Garanzia Giovani

Piano di Attuazione Regionale (PAR) Lazio 2014 2015 Garanzia Giovani Piano di Attuazione Regionale (PAR) Lazio 2014 2015 Garanzia Giovani Servizio FAQ Sezione: Domande Generali Aggiornamento del 23 Giugno 2015 1) Chi può aderire al programma Garanzia Giovani? I giovani

Dettagli

REGIONE MOLISE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MOLISE GIUNTA REGIONALE REGIONE MOLISE GIUNTA REGIONALE Mod. B (Atto che non comporta impegno di spesa) Seduta del 03-04-2015 DELIBERAZIONE N. 155 OGGETTO: PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI MOLISE APPROVAZIONE CONVENZIONE UNIVERSITÀ

Dettagli

Da un intervento contro la crisi a un progetto di sviluppo: Il Protocollo di intesa per la gestione di servizi di accompagnamento al lavoro sul

Da un intervento contro la crisi a un progetto di sviluppo: Il Protocollo di intesa per la gestione di servizi di accompagnamento al lavoro sul Da un intervento contro la crisi a un progetto di sviluppo: Il Protocollo di intesa per la gestione di servizi di accompagnamento al lavoro sul territorio della Provincia di Torino Il Contesto Normativo

Dettagli

DETERMINAZIONE. Estensore CAPRARI CARLO. Responsabile del procedimento CAPRARI CARLO. Responsabile dell' Area O. GUGLIELMINO

DETERMINAZIONE. Estensore CAPRARI CARLO. Responsabile del procedimento CAPRARI CARLO. Responsabile dell' Area O. GUGLIELMINO REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: LAVORO AFFARI GENERALI DETERMINAZIONE N. G09960 del 07/08/2015 Proposta n. 12199 del 31/07/2015 Oggetto: Modifica delle schede 7.1 e 8 del Programma Nazionale per

Dettagli

SEMINARIO FORMATIVO SUI PROGRAMMI EUROPEI PROGRAMMA

SEMINARIO FORMATIVO SUI PROGRAMMI EUROPEI PROGRAMMA Ai giovani dai 16 ai 29 anni delle associazioni o gruppi spontanei SEMINARIO FORMATIVO SUI PROGRAMMI EUROPEI PROGRAMMA 1 giornata 6 ore conoscere il gruppo definire aspettative ed attese stipulare un contratto

Dettagli

INDICE IL CE.I.S. DI BELLUNO ONLUS... 2 LA STORIA... 2 LA MISSION DEL CE.I.S... 3 OBIETTIVI... 3 PRINCIPI GUIDA... 3 LA CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ...

INDICE IL CE.I.S. DI BELLUNO ONLUS... 2 LA STORIA... 2 LA MISSION DEL CE.I.S... 3 OBIETTIVI... 3 PRINCIPI GUIDA... 3 LA CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ... INDICE IL CE.I.S. DI BELLUNO ONLUS... 2 LA STORIA... 2 LA MISSION DEL CE.I.S.... 3 OBIETTIVI... 3 PRINCIPI GUIDA... 3 LA CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ... 4 DOVE SIAMO... 4 I SERVIZI PER IL LAVORO... 5 FINALITA...

Dettagli

Dott. Andrea FUSCO Direttore del Dipartimento III della Provincia di Roma. della qualità della vita» Forum PA 2014

Dott. Andrea FUSCO Direttore del Dipartimento III della Provincia di Roma. della qualità della vita» Forum PA 2014 Dott. Andrea FUSCO Direttore del Dipartimento III della Provincia di Roma «ServiziperlaFormazione Formazione, il Lavoro e lapromozione della qualità della vita» Forum PA 2014 IlDipartimento IIIdellaProvincia

Dettagli

REPORT GARANZIA GIOVANI

REPORT GARANZIA GIOVANI REPORT GARANZIA GIOVANI Rilascio 19 gennaio 2015 Aggiornamento 14 gennaio 2015 PROGRAMMA POT Pianificazione Territoriale Operativa Sommario DOCUMENTI ATTUVI DELLA GARANZIA GIOVANI... 3 Tab. 1 Documenti

Dettagli

IL PROGRAMMA SOSTIENE I GIOVANI INTERESSATI ALL AUTOIMPIEGO E ALL AUTOIMPRENDITORIALITÀ

IL PROGRAMMA SOSTIENE I GIOVANI INTERESSATI ALL AUTOIMPIEGO E ALL AUTOIMPRENDITORIALITÀ Roma, 26 Giugno 2015 I giovani Neet registrati al Programma Garanzia Giovani sono 641.412, quasi 12 mila in più rispetto alla scorsa settimana SONO OLTRE 361 MILA I GIOVANI PRESI IN CARICO E A QUASI 119

Dettagli

UNIONE EUROPEA Iniziativa a favore dell Occupazione Giovanile Fondo Sociale Europeo. Lamezia Terme, 31/03/2013

UNIONE EUROPEA Iniziativa a favore dell Occupazione Giovanile Fondo Sociale Europeo. Lamezia Terme, 31/03/2013 UNIONE EUROPEA Iniziativa a favore dell Occupazione Giovanile Fondo Sociale Europeo Lamezia Terme, 31/03/2013 Garanzia Giovani: Overview OBIETTIVO: MIGLIORARE L OCCUPABILITÀ NASCE DA UNA RACCOMANDAZIONE

Dettagli

IL MONITORAGGIO DEI SERVIZI PER IL LAVORO

IL MONITORAGGIO DEI SERVIZI PER IL LAVORO VERSO UN SISTEMA REGIONALE AMPLIATO DEI SERVIZI AL LAVORO Giornata di confronto sui sistemi di accreditamento Palermo, 30 Novembre 2010 IL MONITORAGGIO DEI SERVIZI PER IL LAVORO Franco Deriu ISFOL Responsabile

Dettagli

Interventi di riqualificazione e reinserimento lavorativo di persone occupate a rischio del posto di lavoro

Interventi di riqualificazione e reinserimento lavorativo di persone occupate a rischio del posto di lavoro 1 INTERVENTI PER L OCCUPAZIONE RIVOLTI AGLI OCCUPATI A RISCHIO DEL POSTO DI LAVORO Pagina 1 di 5 Interventi di riqualificazione e reinserimento lavorativo di persone occupate a rischio del posto di lavoro

Dettagli

Programma Operativo Nazionale per l attuazione dell Iniziativa Europea per l Occupazione Giovanile PIANO ESECUTIVO REGIONALE GARANZIA GIOVANI

Programma Operativo Nazionale per l attuazione dell Iniziativa Europea per l Occupazione Giovanile PIANO ESECUTIVO REGIONALE GARANZIA GIOVANI Programma Operativo Nazionale per l attuazione dell Iniziativa Europea per l Occupazione Giovanile PIANO ESECUTIVO REGIONALE GARANZIA GIOVANI Bando di selezione per l assegnazione di n. 14 borse di mobilità

Dettagli

CIRCOLARE ATTUATIVA CRESCERE IN DIGITALE

CIRCOLARE ATTUATIVA CRESCERE IN DIGITALE CIRCOLARE ATTUATIVA CRESCERE IN DIGITALE Convenzione del 26 marzo 2015 tra il Ministero del Lavoro e le Politiche Sociali e Unioncamere in collaborazione con Google, per l attuazione del Progetto Crescere

Dettagli

Il progetto il modello nazionale

Il progetto il modello nazionale REGIONE PUGLIA il modello nazionale Obiettivo Assicurare che i giovani 15-29 anni non in formazione e non occupati iscritti al programma ricevano un offerta qualificata entro quattro mesi dall iscrizione

Dettagli

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Programma Strategico Regionale per la Ricerca, l Innovazione ed il Trasferimento Tecnologico per la IX legislatura 2011-2013 L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Cinzia Felci Direttore Programmazione Economica Ricerca

Dettagli

TABELLA D ESPERIENZA DEGLI OPERATORI CHE CHIEDONO DI ACCREDITARSI. di cui all art. 6

TABELLA D ESPERIENZA DEGLI OPERATORI CHE CHIEDONO DI ACCREDITARSI. di cui all art. 6 TABELLA D ESPERIENZA DEGLI OPERATORI CHE CHIEDONO DI ACCREDITARSI di cui all art. 6 1 Tabella D: ESPERIENZA SERVIZI PER IL LAVORO GENERALI OBBIGATORI Aree Funzionali I, II, III e IV (i contenuti indicati

Dettagli

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 746 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA SCORSA SETTIMANA

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 746 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA SCORSA SETTIMANA Roma, 11 Settembre 2015 I giovani presi in carico sono 441.589. A quasi 159 mila è stata proposta almeno una misura. Il Ministro Poletti ha dato il via al progetto Crescere in Digitale durante la conferenza

Dettagli

La diffusione dell ICF nell inserimento lavorativo dei disabili. Roma, 28 marzo 2012. Modello di Servizio per il Collocamento Mirato

La diffusione dell ICF nell inserimento lavorativo dei disabili. Roma, 28 marzo 2012. Modello di Servizio per il Collocamento Mirato La diffusione dell ICF nell inserimento lavorativo dei disabili Roma, 28 marzo 2012 Modello di Servizio per il Collocamento Mirato Finalità del Collocamento mirato Promozione di politiche attive per accrescere

Dettagli

Il servizio di incontro tra domanda ed offerta di lavoro E-labor. Primo servizio del Portale del SIL. A cura di Grazia Strano

Il servizio di incontro tra domanda ed offerta di lavoro E-labor. Primo servizio del Portale del SIL. A cura di Grazia Strano Il servizio di incontro tra domanda ed offerta di lavoro E-labor Primo servizio del Portale del SIL A cura di Grazia Strano Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Generale delle Reti

Dettagli

Regione Campania APPROVAZIONE AVVISO PER LA PARTECIPAZIONE DEGLI OPERATORI ALLA ATTUAZIONE DEL PIANO GARANZIA GIOVANI

Regione Campania APPROVAZIONE AVVISO PER LA PARTECIPAZIONE DEGLI OPERATORI ALLA ATTUAZIONE DEL PIANO GARANZIA GIOVANI AdIM News testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Sala Consilina (SA) al R.G. N. 3/05 del 14.12.05 Finalità Destinatari Attuatori/Beneficiari Scadenza 31 dicembre 2015 La Regione Campania

Dettagli

ENTE O AZIENDA DI SELEZIONE PROPOSTA E INFORMAZIONI REQUISITI RICHIESTI SCADENZA E CONTATTI OFFERTE LAVORO - CENTRI PER L IMPIEGO PROVINCIA SASSARI

ENTE O AZIENDA DI SELEZIONE PROPOSTA E INFORMAZIONI REQUISITI RICHIESTI SCADENZA E CONTATTI OFFERTE LAVORO - CENTRI PER L IMPIEGO PROVINCIA SASSARI OFFERTE LAVORO - CENTRI PER L IMPIEGO PROVINCIA SASSARI 1. Centro dei Servizi per il Lavoro di BONORVA Via GIOVANNIXXIII - Cap 07012 Località BONORVA tel. 079867877 FAX : 079867877 Il Comune di Bonnanaro

Dettagli

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 16/17/CU02/C8-C9 PARERE SUL DISEGNO DI LEGGE

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 16/17/CU02/C8-C9 PARERE SUL DISEGNO DI LEGGE CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 16/17/CU02/C8-C9 PARERE SUL DISEGNO DI LEGGE DELEGA RECANTE NORME RELATIVE AL CONTRASTO ALLA POVERTÀ, AL RIORDINO DELLE PRESTAZIONI E AL SISTEMA DEGLI

Dettagli

Garanzia Giovani La proposta del Ministero del Lavoro Roma, Struttura di Missione Lunedì 30 Settembre 2013

Garanzia Giovani La proposta del Ministero del Lavoro Roma, Struttura di Missione Lunedì 30 Settembre 2013 1 Garanzia Giovani La proposta del Ministero del Lavoro Roma, Struttura di Missione Lunedì 30 Settembre 2013 2 Il percorso seguito 30 luglio 2013, insediamento della Struttura di Missione e presentazione

Dettagli

Partecipazione di Unife alla procedura di Italia Lavoro di Sperimentazione di Standard di qualità dei Servizi di placement universitari

Partecipazione di Unife alla procedura di Italia Lavoro di Sperimentazione di Standard di qualità dei Servizi di placement universitari 1 Job Progetto FIxO Scuola e Università 2012 2013 Partecipazione di Unife alla procedura di Italia Lavoro di Sperimentazione di Standard di qualità dei Servizi di placement universitari Nota informativa

Dettagli

ALLEGATO 1. SCHEDE DEI SERVIZI di cui all art. 4

ALLEGATO 1. SCHEDE DEI SERVIZI di cui all art. 4 ALLEGATO 1 SCHEDE DEI SERVIZI di cui all art. 4 1 Sevizi per il lavoro generali obbligatori (Art. 4 co. 1) Area funzionale I coinvolte negli SPI - Illustrare i servizi offerti; - Informare sulla rete dei

Dettagli

Vista la L. n. 68 del 12 marzo 1999 Norme per il diritto al lavoro dei disabili ;

Vista la L. n. 68 del 12 marzo 1999 Norme per il diritto al lavoro dei disabili ; REGIONE PIEMONTE BU30 30/07/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 27 luglio 2015, n. 25-1906 Approvazione dell'atto di indirizzo per la formulazione del Bando regionale di attuazione del Progetto straordinario

Dettagli

Servizio Orientamento, Tutorato e Job Placement. 6 giugno 2007

Servizio Orientamento, Tutorato e Job Placement. 6 giugno 2007 Servizio Orientamento, Tutorato e Job Placement 6 giugno 2007 Il Servizio Orientamento mira al consolidamento dell'insieme integrato di attività di: informazione orientamento inserimento nel mondo del

Dettagli

Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani. Piano di Attuazione Regione Campania. Periodo di riferimento: 2014-2020

Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani. Piano di Attuazione Regione Campania. Periodo di riferimento: 2014-2020 Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani Piano di Attuazione Regione Campania Periodo di riferimento: 2014-2020 IDENTIFICATIVI Denominazione del programma Periodo di programmazione Regione

Dettagli

LA RETE EURES. SEMINARIO PER GLI OPERATORI DEI CENTRI PER L IMPIEGO Roma 5 novembre 2015. Catia Mastracci

LA RETE EURES. SEMINARIO PER GLI OPERATORI DEI CENTRI PER L IMPIEGO Roma 5 novembre 2015. Catia Mastracci LA RETE EURES SEMINARIO PER GLI OPERATORI DEI CENTRI PER L IMPIEGO Roma 5 novembre 2015 Catia Mastracci Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ufficio di Coordinamento Nazionale EURES EURES Finalità

Dettagli

Piano di Attuazione Regionale (PAR) Lazio 2014 2015 Garanzia Giovani

Piano di Attuazione Regionale (PAR) Lazio 2014 2015 Garanzia Giovani Piano di Attuazione Regionale (PAR) Lazio 2014 2015 Garanzia Giovani REGIONE LAZIO Avviso pubblico per la definizione dell offerta regionale relativa ai servizi e alle misure del PAR Lazio 2014 2015 (DGR

Dettagli

Progetto PON Governance Regionale e Sviluppo dei servizi per il lavoro

Progetto PON Governance Regionale e Sviluppo dei servizi per il lavoro Progetto PON Governance Regionale e Sviluppo dei servizi per il lavoro Linea 1 - Supporto alla regolamentazione e definizione della rete dei servizi per il lavoro Comparazione tra sistemi di accreditamento

Dettagli

Comune di Castell Umberto

Comune di Castell Umberto Comune di Castell Umberto Sportello Lavoro Delibera di Giunta Comunale n. 81 del 26.09.2013 già accreditato al Ministero del Lavoro il 15.10.2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Regione

Dettagli

Progetto SVI.S.PO. Intervento integrato di sviluppo e innovazione del sistema pontino. POR Obiettivo 2 FSE 2007-2013 Regione Lazio

Progetto SVI.S.PO. Intervento integrato di sviluppo e innovazione del sistema pontino. POR Obiettivo 2 FSE 2007-2013 Regione Lazio Progetto SVI.S.PO. Intervento integrato di sviluppo e innovazione del sistema pontino POR Obiettivo 2 FSE 2007-2013 Regione Lazio Agenda dell incontro Anagrafica del progetto Soggetto attuatore Valore

Dettagli

INVESTIAMO PER IL VOSTRO FUTURO. Carta dei servizi per il lavoro

INVESTIAMO PER IL VOSTRO FUTURO. Carta dei servizi per il lavoro INVESTIAMO PER IL VOSTRO FUTURO Carta dei servizi per il lavoro Carta dei servizi per il lavoro POR 2007-2013 Asse II OCCUPABILITÀ Linea di Intervento 1 Rafforzamento dei servizi per il lavoro INVESTIAMO

Dettagli

DETERMINAZIONE. Estensore CAPRARI CARLO. Responsabile del procedimento CAPRARI CARLO. Responsabile dell' Area O. GUGLIELMINO

DETERMINAZIONE. Estensore CAPRARI CARLO. Responsabile del procedimento CAPRARI CARLO. Responsabile dell' Area O. GUGLIELMINO REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: LAVORO AFFARI GENERALI DETERMINAZIONE N. G08881 del 17/07/2015 Proposta n. 11072 del 13/07/2015 Oggetto: Modifica della determinazione G06578 del 28 maggio 2015

Dettagli

Le Priorità del Programma Spazio Alpino 2014-2020 e le nuove opportunità per i portatori di interesse italiani

Le Priorità del Programma Spazio Alpino 2014-2020 e le nuove opportunità per i portatori di interesse italiani Le Priorità del Programma Spazio Alpino 2014-2020 e le nuove opportunità per i portatori di interesse italiani Udine Italy 15 Settembre 2015 Wania Moschetta Regione Friuli Venezia Giulia This programme

Dettagli

Incontro di Satriano di Lucania: Azioni di sistema per lo sviluppo dell agro-alimentare

Incontro di Satriano di Lucania: Azioni di sistema per lo sviluppo dell agro-alimentare Bollettino mensile N. 6 Maggio 2014 Ultime dal progetto Incontro di Satriano di Lucania: Azioni di sistema per lo sviluppo dell agro-alimentare A cura della redazione L incontro di Satriano di Lucania

Dettagli

1 di 5 05/11/2015 16.42

1 di 5 05/11/2015 16.42 1 di 5 05/11/2015 16.42 Identificazione dell'ente/azienda Denominazione ente/azienda Nominativo Referente (Nome, Cognome) E-mail Ufficio Scolastico Regionale del Lazio Mariangela Caturano mariangela.caturano@istruzione.it

Dettagli

Le opportunità per i giovani in Liguria DGR 985/2014

Le opportunità per i giovani in Liguria DGR 985/2014 Le opportunità per i giovani in Liguria DGR 985/2014 Il progetto obiettivi La Youth Guarantee (Garanzia per i Giovani) è la risposta europea alla crisi occupazionale giovanile, un iniziativa aperta a tutte

Dettagli

Seminario interprovinciale: Focus sui Servizi ai Datori di Lavoro. La prassi della Provincia di Torino

Seminario interprovinciale: Focus sui Servizi ai Datori di Lavoro. La prassi della Provincia di Torino Area Servizi per il Lavoro Progetto PON Qualificazione dei servizi per il lavoro e supporto alla governance regionale Seminario interprovinciale: Focus sui Servizi ai Datori di Lavoro La prassi della Provincia

Dettagli

III Agorà Regionale FQTS. Politiche attive del lavoro e terzo settore per uscire dalla crisi

III Agorà Regionale FQTS. Politiche attive del lavoro e terzo settore per uscire dalla crisi III Agorà Regionale FQTS Politiche attive del lavoro e terzo settore per uscire dalla crisi Anna Chiara Giorio - Ricercatrice Isfol - Welfare e Politiche Attive del Lavoro venerdì 6 dicembre 2013 Palermo

Dettagli

Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani. Piano di Attuazione Regionale

Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani. Piano di Attuazione Regionale Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani Piano di Attuazione Regionale Periodo di riferimento: 2014-2020 Piano di attuazione italiano della Garanzia per i giovani -Piano di attuazione

Dettagli

PROGETTO DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE

PROGETTO DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE PROGETTO DI COOPERAZIONE TRANSNAZIONALE TITOLO: LA RETE INTERNAZIONALE DEGLI SHOW ROOM NELLE AREE RURALI PARTNERS: GAL PUGLIESI ( Gal Luoghi del Mito- capofila_, Gal Alto Salento, Gal Terre Del Primitivo),

Dettagli

Formazione e Innovazione per l Occupazione FIxO Scuola & Università

Formazione e Innovazione per l Occupazione FIxO Scuola & Università Formazione e Innovazione per l Occupazione FIxO Scuola & Università "Verso una scuola che educa alla scelta, il ruolo del servizio di placement scolastico": Dalle riforme il nuovo ruolo della scuola Le

Dettagli

Il REPORT. I giovani Neet registrati

Il REPORT. I giovani Neet registrati Roma, 7 Novembre 2014 L adesione al programma da parte dei giovani continua. Al 6 novembre 2014 1 si sono registrati a Garanzia Giovani 283.317 giovani, di questi il 52% (146.983 giovani) lo ha fatto attraverso

Dettagli

Piano Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL

Piano Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL Allegato B) Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, ricerca Piano Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL PON IOG FVG FVG Progetto

Dettagli

Garanzia Giovani: il coraggio che manca

Garanzia Giovani: il coraggio che manca @bollettinoadapt, 30 aprile 2014 Garanzia Giovani: il coraggio che manca Di Lilli Casano, Carmen Di Stani, Lidia Petruzzo, Giulia Rosolen Tag: #lavoro #1maggio #riformedellavoro #garanziagiovani Poteva

Dettagli

WORKSHOP. IL COLLOCAMENTO MIRATO: L integrazione tra politiche, attori e strumenti convenzionali ex l.68/99

WORKSHOP. IL COLLOCAMENTO MIRATO: L integrazione tra politiche, attori e strumenti convenzionali ex l.68/99 WORKSHOP IL COLLOCAMENTO MIRATO: L integrazione tra politiche, attori e strumenti convenzionali ex l.68/99 IL COLLOCAMENTO MIRATO IN PUGLIA MASTERPLAN DEI SERVIZI E ORIENTAMENTI REGIONALI DOMIZIO PAOLONE

Dettagli

SERVIZIO DI JOB PLACEMENT PROPOSTA DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO

SERVIZIO DI JOB PLACEMENT PROPOSTA DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO 1. MISSION SERVIZIO DI JOB PLACEMENT PROPOSTA DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO Facilitare e supportare l'accesso dei laureandi e dei laureati dell'università di Bologna al mondo del lavoro, minimizzando i tempi

Dettagli

Il Programma Operativo Nazionale Per la Scuola Competenze e Ambienti per l Apprendimento

Il Programma Operativo Nazionale Per la Scuola Competenze e Ambienti per l Apprendimento Il Programma Operativo Nazionale Per la Scuola Competenze e Ambienti per l Apprendimento IL PERCORSO DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 Dicembre 2013: invio seconda bozza dell Accordo di Partenariato alla

Dettagli

DGR n.666 del 28 aprile 2015

DGR n.666 del 28 aprile 2015 DGR n.666 del 28 aprile 2015 Facciamo impresa - Percorsi di accompagnamento all avvio d impresa- Modalità a sportello Programma Operativo Nazionale per l attuazione dell Iniziativa Europea per l Occupazione

Dettagli

Workshop Territoriale Napoli 10.07.2014

Workshop Territoriale Napoli 10.07.2014 Competitività, sviluppo locale e risorse umane Workshop Territoriale Napoli 10.07.2014 Documenti di lavoro Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani 01.08.2014 Monitoraggio Garanzia Giovani

Dettagli

Garanzia Giovani: il coraggio che manca

Garanzia Giovani: il coraggio che manca @bollettinoadapt, 30 aprile 2014 Garanzia Giovani: il coraggio che manca di Giulia Rosolen, Lilli Casano, Lidia Petruzzo, Carmen Di Stani Tag: #lavoro #1maggio #riformedellavoro #garanziagiovani Poteva

Dettagli

Industrial Liaison Office Università di Sassari. Organizzazione dei servizi di Trasferimento Tecnologico e collegamento Università-Imprese

Industrial Liaison Office Università di Sassari. Organizzazione dei servizi di Trasferimento Tecnologico e collegamento Università-Imprese Industrial Liaison Office Università di Sassari Organizzazione dei servizi di Trasferimento Tecnologico e collegamento Università-Imprese In un'economia basata sulla conoscenza l Università, è chiamata

Dettagli

DECENTRAMENTO DELLE POLITICHE DEL LAVORO E SVILUPPO LOCALE L ESPERIENZA ITALIANA Note introduttive. Giovanni Principe General Director ISFOL

DECENTRAMENTO DELLE POLITICHE DEL LAVORO E SVILUPPO LOCALE L ESPERIENZA ITALIANA Note introduttive. Giovanni Principe General Director ISFOL DECENTRAMENTO DELLE POLITICHE DEL LAVORO E SVILUPPO LOCALE L ESPERIENZA ITALIANA Note introduttive Giovanni Principe General Director ISFOL DECENTRALISATION AND COORDINATION: THE TWIN CHALLENGES OF LABOUR

Dettagli

SCHEDA 1-A. Accoglienza, presa in carico, orientamento

SCHEDA 1-A. Accoglienza, presa in carico, orientamento SCHEDA 1-A Accoglienza, presa in carico, orientamento ACCOGLIENZA E INFORMAZIONI SUL PROGRAMMA Facilitare e sostenere l'utente nell'acquisizione di informazioni, anche in auto consultazione, utili a valutare

Dettagli

Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca. Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca

Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca. Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca Quali aspetti considerare? Management Comunicazio ne Aspetti etici Gender Professionalizzazione della gestione

Dettagli

SUPPORTO TECNICO-ORGANIZZATIVO ALLE PARTI ECONOMICHE E SOCIALI DEL PO BASILICATA FSE 2007-2013. La Garanzia per i Giovani Potenza, 21 febbraio 2014

SUPPORTO TECNICO-ORGANIZZATIVO ALLE PARTI ECONOMICHE E SOCIALI DEL PO BASILICATA FSE 2007-2013. La Garanzia per i Giovani Potenza, 21 febbraio 2014 SUPPORTO TECNICO-ORGANIZZATIVO ALLE PARTI ECONOMICHE E SOCIALI DEL PO BASILICATA FSE 2007-2013 La Garanzia per i Giovani Potenza, 21 febbraio 2014 Schema GG europeo 1/3 Raccomandazione europea Garanzia

Dettagli

URBACT III e il ruolo delle città per lo sviluppo urbano sostenibile in Europa

URBACT III e il ruolo delle città per lo sviluppo urbano sostenibile in Europa URBACT III e il ruolo delle città per lo sviluppo urbano sostenibile in Europa Il programma URBACT III Obiettivi e attività Aree tematiche 3 Tipi di network Beneficiari Come partecipare Calendario previsto

Dettagli

Italia Lavoro su Incentivi Manager to Work martedì 8 ottobre CPI Giulianova : tirocini e apprendistato quali contratti di ingresso giovedì 17 ottobre

Italia Lavoro su Incentivi Manager to Work martedì 8 ottobre CPI Giulianova : tirocini e apprendistato quali contratti di ingresso giovedì 17 ottobre Ultime iniziative 5 Workshop in Provincia nei CPI su varie tematiche e con intervento di Italia Lavoro su Incentivi Manager to Work martedì 8 ottobre CPI Giulianova : tirocini e apprendistato quali contratti

Dettagli

Elementi di progettazione europea La valutazione dei progetti da parte della Commissione europea, la negoziazione e il contratto

Elementi di progettazione europea La valutazione dei progetti da parte della Commissione europea, la negoziazione e il contratto Elementi di progettazione europea La valutazione dei progetti da parte della Commissione europea, la negoziazione e il contratto Giuseppe Caruso Project Manager Progetto Europa - Europe Direct - Comune

Dettagli