I SERVIZI PER L'IMPIEGO E IL NUOVO RUOLO DEI CENTRI PER L'IMPIEGO. Paola Garbari

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I SERVIZI PER L'IMPIEGO E IL NUOVO RUOLO DEI CENTRI PER L'IMPIEGO. Paola Garbari"

Transcript

1 I SERVIZI PER L'IMPIEGO E IL NUOVO RUOLO DEI CENTRI PER L'IMPIEGO Paola Garbari 1

2 RIORDINO DEI SERVIZI PER L IMPIEGO IL DECRETO LEGISLATIVO 150 DEL 14 SETTEMBRE 2015 RIORDINA LA NORMATIVA IN MATERIA DI SERVIZI PER L'IMPIEGO PER IL LAVORO E LE POLITICHE ATTIVE. IL DOCUMENTO DI POLITICA DEL LAVORO RINNOVA E POTENZIA I SERVIZI PER L'IMPIEGO EROGATI DAI CENTRI PER L'IMPIEGO 2

3 IN SINTESI IL DECRETO LEGISLATIVO 150/2015: ISTITUISCE L'ANPAL (AGENZIA NAZIONALE PER LE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO) E PREVEDE IL SISTEMA INFORMATIVO UNITARIO DELLE POLITICHE DEL LAVORO; DEFINISCE IL RUOLO DEI CENTRI PER L'IMPIEGO TERRITORIALI; INTRODUCE LA PROFILAZIONE DEL LAVORATORE E LA STIPULA DEL PATTO DI SERVIZIO PRESSO IL CENTRO PER L'IMPIEGO; RAFFORZA I MECCANISMI DI CONDIZIONALITA' PER I PERCETTORI PREVEDENDO DELLE SANZIONI IN CASO DI MANCATA PRESENTAZIONE AGLI APPUNTAMENTI; INTRODUCE L'ASSEGNO INDIVIDUALE DI RICOLLOCAZIONE CHE TIENE CONTO DELLA PROFILAZIONE; PREVEDE LA POSSIBILITA' PER IL LAVORATORE CHE E' STATO PRESO IN CARICO DAL CPI ENTRO 60 GIORNI DI ESSERE PROFILATO DALL'ANPAL 3

4 IL DOCUMENTO DI POLITICA DEL LAVORO PREVEDE LE SEGUENTI LINEE STRATEGICHE: 1. LA PROMOZIONE DELLA CONDIZIONALITA' E IL CONSOLIDAMENTO DEL SISTEMA DI GESTIONE DEI LEP I Cpi continueranno la loro attività di gestione della condizionalità (ottobre 2013) prevista sia per i percettrici di ammortizzatori sociali statali e provinciali sia per i non percettrici; I servizi generali erogati direttamente dai Cpi sono: Colloqui di Accoglienza Orientamento di primo livello (tecniche di ricerca, IDO, informazioni, servizi per l'impiego, iscrizione ai corsi di formazione, attivazione tirocini, assegnazione voucher) Orientamento per la sottoscrizione dei Piani d'azione individuali (azioni concordate) Orientamento e presa in carico dei giovani della GG (scelta percorso) 4

5 ALCUNI DATI DEI CPI ALCUNI DATI CPI 40 mila disoccupati iscritti 95 mila colloqui di accoglienza 29 mila colloqui di orientamento di primo livello Piani d'azione individuali stipulati disoccupati iscritti ai corsi di formazione cancellazioni per mancato rispetto delle azioni concordate nel PAI 5

6 IL NUOVO RUOLO DEI CPI 2. VALORIZZAZIONE DELLA COLLABORAZIONE TRA I CENTRI PER L'IMPIEGO E I SOGGETTI ACCREDITATI E LE STRUTTURE CONVENZIONATE I Cpi avranno a disposizione più strumenti da proporre ai lavoratori attraverso l'assegnazione di uno più voucher relativamente ai seguenti servizi: Orientamento specialistico: Consulenza di orientamento professionale; Bilancio di competenze; Accompagnamento al lavoro: Coaching Tutorato personalizzato Laboratorio Inserimento lavorativo 6

7 INTERVENTO 1: ORIENTAMENTO PROFESSIONALE ORIENTAMENTO SPECIALISTICO LA CONSULENZA DI ORIENTAMENTO: Colloqui individuali o di gruppo atti a supportare le persone nell'elaborare decisioni, autonome e consapevoli, sul proprio percorso professionale (dalle 3 alle 8 ore per i colloqui individuali e dalle 12 alle 20 per quelli di gruppo); IL BILANCIO DI COMPETENZA: Colloqui individuali atti a promuovere nella persona la capacità di individuare le risorse nella propria storia socioprofessionale e tradurle in un progetto di sviluppo e/o inserimento lavorativo (dalle 15 alle 18 ore) 7

8 ACCOMPAGNAMENTO AL LAVORO ACCOMPAGNAMENTO AL LAVORO IL COACHING: Colloqui individuali atti a supportare le persone a perseguire gli obiettivi professionali individuati, attraverso una individuazione delle tecniche di ricerca attiva del lavoro più idonee (dalle 10 alle 15 ore); IL TUTORATO PERSONALIZZATO: Colloqui individuali e attività di accompagnamento rivolti a persone in particolare difficoltà, che non rientrano nei soggetti svantaggiati o disabili, nella ricerca di un lavoro e nella fase d'inserimento (dalle 20 alle 40 ore); IL LABORATORIO: Attività pratiche, simulazioni e tutoraggio individuale atte a favorire la conoscenza di un contesto lavorativo, la conoscenza dei profili professionali fino ad accompagnare la persona nell'inserimento lavorativo; L'INSERIMENTO LAVORATIVO: Colloqui individuali atti ad accompagnare la persona all'inserimento o reinserimento lavorativo mediante contratti di lavoro subordianto, anche di somministrazione, utilizzando interventi integrati di orientamento professionale, formazione e tutoraggio. 8

9 INTERVENTO 7: RICOLLOCAZIONE PROFESSIONALE E' un nuovo intervento che cerca di favorire la collocazione o ricollocazione professionale, a seguito di espulsione dai processi produttivi, anche mediante l'utilizzo dell'assegno di ricollocazione o dei voucher. E' stato recentemente approvato dalla Regione un progetto denominato Garanzia di ricollocazione rivolto a persone disoccupate, in età matura, prossimi alla pensione e alla conclusione della percezione di sostegni al reddito, attraverso una serie di servizi all'impiego quali: Consulenza di orientamento Formazione individualizzata Tutorato personalizzato Inserimento lavorativo Il progetto coinvolgerà 150 lavoratori licenziati per GMO 9

10 IL RUOLO CENTRALE DEI CPI PROVINCIALI NE RISULTA UN COMPLESSO DI AZIONI MOLTO PIU' RICCO (più strumenti a disposizione) FLESSIBILE (meno burocrazia, più controllo e regia della PA) ARTICOLATO (i servizi generali ai Cpi e i servizi specialistici ai soggetti accreditati) I CPI AVRANNO SEMPRE PIU' UN RUOLO CENTRALE NEL: INDIVIDUARE/INTERPRETARE I BISOGNI DEI LAVORATORI PER GARANTIRE UNA MAGGIOR PERSONALIZZAZIONE DEI SERVIZI OFFERTI; CONCORDARE CON IL LAVORATORE LE AZIONI DA INSERIRE NEL PAI MOTIVANDOLO ALLA PARTECIPAZIONE ATTIVA E RESPONSABILIZZANDOLO MONITORARE COSTANTEMENTE IL PERCORSO DEL LAVORATORE (DIARIO DI ATTIVAZIONE) 10

11 INTERVENTO 2: INCONTRO DOMANDA-OFFERTA Anche questo Intervento è stato aggiornato nei contenuti dei servizi più tradizionali ed arricchito con nuove attività: I CPI AVRANNO SEMPRE PIU' UN RUOLO CENTRALE ANCHE NEI CONFRONTI DELLE AZIENDE GRAZIE A: Messa a regime di modalità di PROMOZIONE ATTIVA del servizio, quali: INCONTRI MIRATI CON LE AZIENDE CAREER DAYS SVILUPPO DELLA BORSA PROVINCIALE DEL LAVORO, proposta tramite il nuovo portale Trentinolavoro. Messa a disposizione di SERVIZI MIRATI DI SUPPORTO E CONSULENZA ALLA SELEZIONE DEL PERSONALE 11

12 GRAZIE PER L'ATTENZIONE! 12

I SERVIZI EROGATI DAI CENTRI PER L IMPIEGO. 17 marzo 2017 Paola Garbari

I SERVIZI EROGATI DAI CENTRI PER L IMPIEGO. 17 marzo 2017 Paola Garbari I SERVIZI EROGATI DAI CENTRI PER L IMPIEGO 17 marzo 2017 Paola Garbari PUNTI DELL INTERVENTO I CENTRI PER L IMPIEGO PUNTI DI RIFERIMENTO PER LAVORATORI E AZIENDE I SERVIZI MIRATI DI INCONTRO DOMANDA E

Dettagli

Riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive

Riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive Riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive D. Lgs n. 150 del 14 settembre 2015 Sezione Lavoro 20 e 22 ottobre 2015 1 Simonetta Mantovani Il Jobs Act e il D. lgs.

Dettagli

Il sistema di offerta di servizi ed attività di politica attiva del lavoro ai disoccupati

Il sistema di offerta di servizi ed attività di politica attiva del lavoro ai disoccupati Il sistema di offerta di servizi ed attività di politica attiva del lavoro ai disoccupati In provincia di Trento i Livelli Essenziali delle Prestazioni (LEP) dei servizi pubblici per l impiego sono attualmente

Dettagli

Normative e. lavoro. Roberta Aledda. 19 Luglio 2017

Normative e. lavoro. Roberta Aledda. 19 Luglio 2017 Normative e politiche attive per il lavoro Roberta Aledda 19 Luglio 2017 JOBS ACT D. LGS. N 150/2015 GARANZIA GIOVANI PATTO DI SERVIZIO E DICHIARAZIONE DI IMMEDIATA DISPONIBILITA AL LAVORO DOTE UNICA LAVORO

Dettagli

Decreto Legislativo 14 settembre 2015 n Riflessi per i servizi per il lavoro

Decreto Legislativo 14 settembre 2015 n Riflessi per i servizi per il lavoro Decreto Legislativo 14 settembre 2015 n. 150 Riflessi per i servizi per il lavoro Evoluzione del sistema 1997: decentramento amministrativo, le politiche del lavoro e i servizi per il lavoro sono affidati

Dettagli

Sintesi della riforma

Sintesi della riforma Assessorato del Lavoro, Formazione professionale, Cooperazione e Sicurezza sociale DISCIPLINA DEI SERVIZI E DELLE POLITICHE PER IL LAVORO Sintesi della riforma Cagliari, 11 maggio 2016 Gli obiettivi Razionalizzare

Dettagli

Il nuovo modello del mercato del lavoro e la nuova DUL. Milano, 23 novembre 2015 Palazzo Lombardia Sala Biagi

Il nuovo modello del mercato del lavoro e la nuova DUL. Milano, 23 novembre 2015 Palazzo Lombardia Sala Biagi Il nuovo modello del mercato del lavoro e la nuova DUL Milano, 23 novembre 2015 Palazzo Lombardia Sala Biagi La vecchia DUL: i numeri Percorsi di inserimento lavorativo Fasce 1, 2 e 3 Risorse disponibili

Dettagli

Sull'esempio del fondatore San Giovanni Calabria i fondamentali principi ispiratori su cui si fonda il progetto sono:

Sull'esempio del fondatore San Giovanni Calabria i fondamentali principi ispiratori su cui si fonda il progetto sono: CARTA DEI SERVIZI PRESENTAZIONE MEDIALABOR SRL è un servizio per il lavoro che ai sensi della DGR n.2238 del 20/12/2011 della Regione Veneto fa parte della rete dei servizi pubblici e privati che si occupano

Dettagli

Santo Romano Direttore dell Area Capitale Umano e Cultura

Santo Romano Direttore dell Area Capitale Umano e Cultura Ciclo di incontri sulle politiche del lavoro Scambio di buone pratiche regionali Modelli di integrazione tra pubblico e privato nell erogazione dei servizi per il lavoro Martedì 8 novembre 2016 Santo Romano

Dettagli

I SERVIZI EROGATI. 1. Accoglienza, informazione e auto consultazione:

I SERVIZI EROGATI. 1. Accoglienza, informazione e auto consultazione: I SERVIZI EROGATI 1. Accoglienza, informazione e auto consultazione: Consente all utente l accesso alla rete dei servizi erogati, informandolo circa le opportunità disponibili secondo le sue esigenze e

Dettagli

dott. Tiziano Barone direttore

dott. Tiziano Barone direttore dott. Tiziano Barone direttore Evoluzione del sistema 1997: decentramento amministrativo, le politiche del lavoro e i servizi per il lavoro sono affidati alle Regioni e alle Provincie; 1998: legge regionale

Dettagli

AGENZIA LAVORO. per il. Carta dei Servizi. Accreditato Regione Lombardia Servizi al lavoro (LR 22/06) Servizi alla Formazione (LR.

AGENZIA LAVORO. per il. Carta dei Servizi. Accreditato Regione Lombardia Servizi al lavoro (LR 22/06) Servizi alla Formazione (LR. AGENZIA per il LAVORO Accreditato Regione Lombardia Servizi al lavoro (LR 22/06) Servizi alla Formazione (LR.19/07) Carta dei Servizi Aggiornata al 01/02/2015 Chi siamo L Agenzia per il Lavoro nasce nel

Dettagli

8. Le politiche attive del lavoro

8. Le politiche attive del lavoro 8. Le politiche attive del lavoro In attuazione del Jobs Act 17, il Decreto Legislativo n.150/2015 si pone l obiettivo di riordinare la normativa in materia di servizi per il lavoro e delle politiche attive.

Dettagli

GARANZIA ADULTI Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro

GARANZIA ADULTI Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro GARANZIA ADULTI 2016 Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro MOTIVAZIONI Alcuni indicatori. Dal 2008 al 2013, la disoccupazione dei lavoratori over 50 è raddoppiata, passando dal 3,1% al 6,2%. Per

Dettagli

Servizi alla persona: destinatari e finalità del progetto

Servizi alla persona: destinatari e finalità del progetto Carta dei servizi Presentazione Con la Carta dei Servizi il Formont presenta i servizi per il lavoro rivolti sia ai cittadini che alle imprese, ne indica la tipologia e le modalità di accesso nonché le

Dettagli

Assegno di ricollocazione. Marinella COLUCCI

Assegno di ricollocazione. Marinella COLUCCI Assegno di ricollocazione Marinella COLUCCI 1 COSA ÈL AdR E la misura di politica attiva del lavoro, introdotta dall articolo 23 del Decreto Legislativo 14 settembre 2015 n. 150, destinata ai percettori

Dettagli

ALLEGATO D 1. Scheda ii. Scheda descrittiva della funzione ORIENTAMENTO DI PRIMO LIVELLO per target

ALLEGATO D 1. Scheda ii. Scheda descrittiva della funzione ORIENTAMENTO DI PRIMO LIVELLO per target DIPARTIMENTO SOCIALE DIREZIONE REGIONALE LAVORO, PARI OPPORTUNITÀ E POLITICHE GIOVANILI ALLEGATO D 1 Scheda ii. Scheda descrittiva della funzione ORIENTAMENTO DI PRIMO LIVELLO per target PRESTAZIONI esigibili

Dettagli

TRA REGIONE LAZIO VISTA. la determinazione dirigenziale n del cui si rinvia per relationem anche per la motivazione del presente atto PREMESSO CHE

TRA REGIONE LAZIO VISTA. la determinazione dirigenziale n del cui si rinvia per relationem anche per la motivazione del presente atto PREMESSO CHE Allegato A SCHEMA DI CONVENZIONE TRA REGIONE LAZIO E.. (indicare una delle seguenti:città metropolitana di Roma Capitale/ Provincia di Latina/ Provincia di Viterbo/ Provincia di Frosinone/ Provincia di

Dettagli

Sistema informativo per l invio on line delle domande di ammortizzatori sociali in deroga 26/07/10

Sistema informativo per l invio on line delle domande di ammortizzatori sociali in deroga 26/07/10 Sistema informativo per l invio on line delle domande di ammortizzatori sociali in deroga 26/07/10 Sistema Informativo lavoro BASIL Il sistema Basil consente ai Centri per l Impiego: Gestione della scheda

Dettagli

Liguria > Lavoro > Futuro Servizi > Innovazione > Sostegno

Liguria > Lavoro > Futuro Servizi > Innovazione > Sostegno Regione Liguria Liguria > Lavoro > Futuro Servizi > Innovazione > Sostegno Presentazione agli attori del mercato del lavoro del percorso partecipato sulle misure di politica attiva del lavoro che la Regione

Dettagli

Legge Regionale 30 gennaio 2017, n. 4

Legge Regionale 30 gennaio 2017, n. 4 home > Le Leggi Regionali > Leggi home > Le Leggi Regionali > Leggi Legge Regionale 30 gennaio 2017, n. 4 NORME IN MATERIA DI ACCREDITAMENTO AI SERVIZI PER IL LAVORO Bollettino Ufficiale n. 2 dell'1 febbraio

Dettagli

Il Piano Esecutivo della Regione Abruzzo STATO DI ATTUAZIONE

Il Piano Esecutivo della Regione Abruzzo STATO DI ATTUAZIONE www.abruzzolavoro.eu Il Piano Esecutivo della Regione Abruzzo STATO DI ATTUAZIONE un opportunità per i giovani abruzzesi Comitato di Sorveglianza PO FSE 2014-2020 Pescara 26 maggio 2016 Il Programma Garanzia

Dettagli

Metropolitan Agency for VET, Guidance and Employment services

Metropolitan Agency for VET, Guidance and Employment services Metropolitan Agency for VET, Guidance and Employment services Nuove indicazioni operative in attuazione del Decreto Legislativo n. 150/2015 Workshop Centro Impiego INPS Novità NASPI 2017 30 Maggio, 5 giugno,

Dettagli

La Garanzia Giovani in Italia. Scopri come funziona e cosa può fare per te

La Garanzia Giovani in Italia. Scopri come funziona e cosa può fare per te La Garanzia Giovani in Italia Scopri come funziona e cosa può fare per te E DOPO GLI STUDI? SE NON CONTINUI A STUDIARE SE NON LAVORI SE NON SEI IN FORMAZIONE PER TE C È GARANZIA GIOVANI www.garanziagiovani.gov.it

Dettagli

Indicazioni per la gestione e il controllo delle operazioni approvate e. finanziate in attuazione dei bandi provinciali Per la programmazione degli

Indicazioni per la gestione e il controllo delle operazioni approvate e. finanziate in attuazione dei bandi provinciali Per la programmazione degli Indicazioni per la gestione e il controllo delle operazioni approvate e finanziate in attuazione dei bandi provinciali Per la programmazione degli interventi per l inserimento/reinserimento lavorativo

Dettagli

Garanzia Giovani come opportunità di recruiting per le aziende

Garanzia Giovani come opportunità di recruiting per le aziende Incontro informativo Garanzia Giovani come opportunità di recruiting per le aziende Relatore - Davide Ballabio - Area Sistema Formativo e Capitale Umano Assolombarda Questo materiale è predisposto da Assolombarda

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO Area Lavoro e Solidarietà sociale RIPUBBLICAZIONE AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI LAVORATORI/LAVORATRICI

PROVINCIA DI TORINO Area Lavoro e Solidarietà sociale RIPUBBLICAZIONE AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI LAVORATORI/LAVORATRICI 1 ALLEGATO C Programma Sperimentale di interventi straordinari a sostegno di imprese e lavoratori dei settori tessile, dell ITC applicato e delle lavorazioni meccaniche PROVINCIA DI TORINO Area Lavoro

Dettagli

Uno strumento unitario e fortemente orientato al risultato occupazionale.

Uno strumento unitario e fortemente orientato al risultato occupazionale. Regione Lombardia, per rispondere alla difficile situazione sul fronte dell occupazione, ha creato un nuovo modello per le politiche attive per il lavoro: Dote Unica Lavoro. Uno strumento unitario e fortemente

Dettagli

"IL NUOVO SCENARIO DELLE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO. IL RUOLO DEI CONSULENTI DEL LAVORO"

IL NUOVO SCENARIO DELLE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO. IL RUOLO DEI CONSULENTI DEL LAVORO "IL NUOVO SCENARIO DELLE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO. IL RUOLO DEI CONSULENTI DEL LAVORO" Evoluzione della professione di Consulente del Lavoro: Qualità della prestazione Allargamento degli orizzonti professionali

Dettagli

Invalidita civile disabilita lavoro

Invalidita civile disabilita lavoro Associazione Crescere Gli Incontri del Sabato 28 marzo 2009 A cura dell Assistente Sociale Dr.ssa Fabrizia Capitani Invalidita civile disabilita lavoro Associazione Crescere Gli Incontri del Sabato 28

Dettagli

Azione1: Attività operative di inserimento/ reinserimento e di qualificazione delle persone in svantaggio lavorativo.

Azione1: Attività operative di inserimento/ reinserimento e di qualificazione delle persone in svantaggio lavorativo. PATTO SOCIALE PER IL LAVORO VICENTINO Strumenti per collegare la ripresa occupazionale alla ripresa economica con i supporti adeguati alla difficile fase di transizione Azione1: Attività operative di inserimento/

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO Operatore accreditato per i Servizi al Lavoro della Regione Piemonte con n. La carta dei Servizi intende descrivere le attività destinate ai cittadini e al mondo delle imprese

Dettagli

L evoluzione della Dote Unica Lavoro nella prospettiva del Jobs Act

L evoluzione della Dote Unica Lavoro nella prospettiva del Jobs Act WORKSHOP TEMATICO POR FSE ASSE 1 OCCUPAZIONE L evoluzione della Dote Unica Lavoro nella prospettiva del Jobs Act Giuseppe Di Raimondo Metallo DG Istruzione Formazione e Lavoro 25 ottobre 2016 ore 14:30

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro N. 219 24.11.2016 Assegno di ricollocazione Categoria: Previdenza e lavoro Sottocategoria: Indennità di disoccupazione Entro la fine del

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CANDIDATURA DI LAVORATORI/LAVORATRICI DISOCCUPATI

AVVISO PUBBLICO PER LA CANDIDATURA DI LAVORATORI/LAVORATRICI DISOCCUPATI 1 PROVINCIA DI VERCELLI Settore Formazione - Lavoro e Politiche Sociali - Cultura - Turismo - Energia - V.I.A. - Istruzione Servizio Formazione Professionale Servizio Lavoro Interventi di riqualificazione

Dettagli

QUESTIONARIO FP06U - Funzioni nel campo dello Sviluppo economico

QUESTIONARIO FP06U - Funzioni nel campo dello Sviluppo economico Servizi del Mercato del Lavoro QUADRO D Personale impiegato direttamente dall'ente, contabilizzato nei Servizi del Mercato del Lavoro o comunque addetto a tali servizi Unità persona/anno D01 Personale

Dettagli

JOBS ACT: NUOVI DECRETI ATTUATIVI CONVEGNO CONSULENTI DEL LAVORO DI SALERNO Venerdì 30 Ottobre 2015

JOBS ACT: NUOVI DECRETI ATTUATIVI CONVEGNO CONSULENTI DEL LAVORO DI SALERNO Venerdì 30 Ottobre 2015 LE POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO IN REGIONE CAMPANIA TIROCINI FORMATIVI GARANZIA GIOVANI IL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 150 Riordino della normativa in materia

Dettagli

La rete dei servizi per il lavoro in Puglia. G. Lella - Dirigente Servizio Politiche attive del Lavoro, Regione Puglia

La rete dei servizi per il lavoro in Puglia. G. Lella - Dirigente Servizio Politiche attive del Lavoro, Regione Puglia La rete dei servizi per il lavoro in Puglia G. Lella - Dirigente Servizio Politiche attive del Lavoro, Regione Puglia 0 L Articolazione e il dimensionamento dei servizi pubblici per il lavoro in Puglia

Dettagli

Servizi di inserimento/reinserimento disoccupati

Servizi di inserimento/reinserimento disoccupati 1 ALLEGATO A PROVINCIA DI TORINO Area Lavoro e Solidarietà sociale AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI LAVORATORI/LAVORATRICI DISOCCUPATI/E Inerente le attività riferite ai Servizi di inserimento/reinserimento

Dettagli

PON IOG Iniziativa Occupazione Giovani PIANO ESECUTIVO REGIONE CALABRIA (DGR N. 155 DEL 29/04/2014 e DGR n. 21 del 5/02/2015)

PON IOG Iniziativa Occupazione Giovani PIANO ESECUTIVO REGIONE CALABRIA (DGR N. 155 DEL 29/04/2014 e DGR n. 21 del 5/02/2015) PON IOG Iniziativa Occupazione Giovani PIANO ESECUTIVO REGIONE CALABRIA (DGR N. 155 DEL 29/04/2014 e DGR n. 21 del 5/02/2015) AVVISO PER L ATTUAZIONE DELLE MISURE DI ACCESSO ALLA GARANZIA, ORIENTAMENTO

Dettagli

Servizi alle Persone. Servizio. Finalità del servizio. Modalità di erogazione. Destinatari. Qualità del servizio. Accoglienza e Informazione

Servizi alle Persone. Servizio. Finalità del servizio. Modalità di erogazione. Destinatari. Qualità del servizio. Accoglienza e Informazione Servizi alle Persone Destinatari Accoglienza e Informazione Identificare preventivamente i bisogni dell utente per guidarlo verso il adeguato; Favorire l accesso degli utenti ai servizi erogati dai Centri

Dettagli

DOTE UNICA LAVORO Milano, 30 settembre 2013

DOTE UNICA LAVORO Milano, 30 settembre 2013 DOTE UNICA LAVORO 2013-2015 Milano, 30 settembre 2013 Dote unica Lavoro Dote Unica Lavoro è il nuovo modello di politiche del lavoro di Regione Lombardia, unitario e sempre attivo, che consente di accompagnare

Dettagli

LINEE GUIDA LE NUOVE REGOLE SULLO STATO DI DISOCCUPAZIONE

LINEE GUIDA LE NUOVE REGOLE SULLO STATO DI DISOCCUPAZIONE U.O.T. Servizi per l Impiego e servizi alle imprese per l occupazione. Funzioni di cui alla L.68/99 U.O.T. Servizi per l Impiego e l accompagnamento al lavoro delle persone LINEE GUIDA LE NUOVE REGOLE

Dettagli

Assegno di ricollocamento 2017 per disoccupati da più di 4 mesi

Assegno di ricollocamento 2017 per disoccupati da più di 4 mesi Assegno di ricollocamento 2017 per disoccupati da più di 4 mesi Assegno di ricollocazione 2017 cos'è come funziona? A chi spetta voucher per disoccupati da più di 4 mesi, come fare ad averlo, domanda Centri

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA LA PROVINCIA DI GORIZIA E I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LO SVILUPPO DI AZIONI SINERGICHE DI

PROTOCOLLO DI INTESA TRA LA PROVINCIA DI GORIZIA E I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LO SVILUPPO DI AZIONI SINERGICHE DI PROTOCOLLO DI INTESA TRA LA PROVINCIA DI GORIZIA E I COMUNI DEL TERRITORIO PROVINCIALE PER LO SVILUPPO DI AZIONI SINERGICHE DI POLITICA ATTIVA DEL LAVORO PREMESSA Il presente protocollo d intesa si prefigge

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA - SPORTELLO COMUNALE PER IL LAVORO POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO NEL COMUNE DI BOLOGNA: STORIA E ATTIVITA'

COMUNE DI BOLOGNA - SPORTELLO COMUNALE PER IL LAVORO POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO NEL COMUNE DI BOLOGNA: STORIA E ATTIVITA' POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO NEL COMUNE DI BOLOGNA: STORIA E ATTIVITA' aggiornamento 31/12/2013 POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO Obiettivi: favorire il massimo impiego possibile ridurre i periodi di disoccupazione

Dettagli

IL MODELLO LOMBARDO PER IL LAVORO. Assessore all' Istruzione, Formazione, Lavoro Regione Lombardia

IL MODELLO LOMBARDO PER IL LAVORO. Assessore all' Istruzione, Formazione, Lavoro Regione Lombardia IL MODELLO LOMBARDO PER IL LAVORO Assessore all' Istruzione, Formazione, Lavoro Regione Lombardia OBIETTIVI PRIMARI DELL AZIONE REGIONALE DOTE UNICA LAVORO: UN SISTEMA DI POLITICHE ATTIVE Attiva da ottobre

Dettagli

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO 2015 2018 II parte INTERVENTI Testo approvato dalla Commissione provinciale per l impiego con deliberazione n. 413 del 16.10.2015 ed adottato dalla Giunta

Dettagli

Collocamento Mirato di Pisa

Collocamento Mirato di Pisa Incontro SDS Pisa 25/01/16 Collocamento Mirato di Pisa Legge 68/99 Normativa di riferimento L inserimento delle persone con disabilità nel mondo del lavoro è una realtà regolamentata dalla legge 12 marzo

Dettagli

AGENZIA SOCIALE PER IL LAVORO, LA FORMAZIONE PROFESSIONALE E I SERVIZI

AGENZIA SOCIALE PER IL LAVORO, LA FORMAZIONE PROFESSIONALE E I SERVIZI PROTOCOLLO D INTESA PER LA COSTITUZIONE DI UNO SPORTELLO INTEGRATO DI SERVIZI A SUPPORTO DELL OCCUPAZIONE DA AFFIDARE ALL AGENZIA SOCIALE PER IL LAVORO, LA FORMAZIONE PROFESSIONALE ED I SERVIZI DELLA PROVINCIA

Dettagli

Le procedure amministrative dei Servizi per l'impiego e gli strumenti e i progetti per una ricerca attiva del lavoro

Le procedure amministrative dei Servizi per l'impiego e gli strumenti e i progetti per una ricerca attiva del lavoro Le procedure amministrative dei Servizi per l'impiego e gli strumenti e i progetti per una ricerca attiva del lavoro (accompagnamento al lavoro, percorsi personalizzati e Garanzia Giovani) Aula Magna Grafici

Dettagli

Comitato di sorveglianza POR FSE

Comitato di sorveglianza POR FSE Comitato di sorveglianza POR FSE Iniziativa Occupazione Giovani Garanzia Giovani Paolo Baldi Direttore Istruzione e Formazione Firenze, 27 Maggio 2016 Quadro di riferimento e dotazione finanziaria Garanzia

Dettagli

L ITCG FERMI DI PONTEDERA PRESENTA. Il servizio di orientamento e intermediazione al lavoro (SPS: servizio di placement scolastico)

L ITCG FERMI DI PONTEDERA PRESENTA. Il servizio di orientamento e intermediazione al lavoro (SPS: servizio di placement scolastico) L ITCG FERMI DI PONTEDERA PRESENTA Il servizio di orientamento e intermediazione al lavoro (SPS: servizio di placement scolastico) 15 Ottobre 2013 ALCUNE RIFLESSIONI Insoddisfacente propensione al rischio

Dettagli

Accreditamento dei Servizi per il Lavoro della Provincia Autonoma di Trento ALLEGATO N. 1 REPERTORIO DEGLI STANDARD DEI SERVIZI PER IL LAVORO

Accreditamento dei Servizi per il Lavoro della Provincia Autonoma di Trento ALLEGATO N. 1 REPERTORIO DEGLI STANDARD DEI SERVIZI PER IL LAVORO Accreditamento dei Servizi per il Lavoro della Provincia Autonoma di Trento ALLEGATO N. 1 REPERTORIO DEGLI STANDARD DEI SERVIZI PER IL LAVORO 1 Sommario Premessa... 3 Aree di prestazione e servizi... 6

Dettagli

Avviso Pubblico "Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento Determinazione dirigenziale n. G10271 del 28/08/2015.

Avviso Pubblico Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento Determinazione dirigenziale n. G10271 del 28/08/2015. FAQ Avviso Pubblico "Adesione dei disoccupati al Contratto di ricollocamento Determinazione dirigenziale n. G10271 del 28/08/2015. 1.D Quali sono i requisiti per candidarsi al contratto di ricollocazione?

Dettagli

ALL. A QUADRO REGIONALE DEGLI STANDARD MINIMI DEI SERVIZI AL LAVORO

ALL. A QUADRO REGIONALE DEGLI STANDARD MINIMI DEI SERVIZI AL LAVORO ALL. A QUADRO REGIONALE DEGLI STANDARD MINIMI DEI SERVIZI AL LAVORO Servizi Contenuto Output AREA SERVIZIO: ACCOGLIENZA E PRESA IN CARICO Accoglienza e accesso ai servizi Colloquio specialistico - Gestione

Dettagli

PROGETTO DI CANTIERE LAVORO PER DISOCCUPATI Art 32 della L.R. 34/ D.G.R /07/2014 D.D. n /05/2014 D.G.P /06/2014

PROGETTO DI CANTIERE LAVORO PER DISOCCUPATI Art 32 della L.R. 34/ D.G.R /07/2014 D.D. n /05/2014 D.G.P /06/2014 PROGETTO DI CANTIERE LAVORO PER DISOCCUPATI Art 32 della L.R. 34/2008 - D.G.R 22-7439 15/07/2014 D.D. n. 342 06/05/2014 D.G.P. 467-18222 25/06/2014 Ente presentatore del progetto SCHEDA PROGETTO COMUNE

Dettagli

PERCORSI DI RICOLLOCAZIONE

PERCORSI DI RICOLLOCAZIONE PERCORSI DI RICOLLOCAZIONE L Agenzia del lavoro realizza percorsi personalizzati per la Ricollocazione aventi natura orientativa, formativa e di supporto e accompagnamento al reinserimento lavorativo.

Dettagli

LaborLab LINEE DI SVILUPPO PER VALORIZZARE IL CAPITALE UMANO

LaborLab LINEE DI SVILUPPO PER VALORIZZARE IL CAPITALE UMANO LaborLab LINEE DI SVILUPPO PER VALORIZZARE IL CAPITALE UMANO Avviso per la realizzazione di una politica volta a favorire la stabilizzazione occupazionale dei lavoratori atipici Ambito Atipici 1 1. OGGETTO

Dettagli

Progetto per l inserimento lavorativo nel settore del commercio di giovani tirocinanti: una proficua relazione pubblico - privato

Progetto per l inserimento lavorativo nel settore del commercio di giovani tirocinanti: una proficua relazione pubblico - privato Agenzia per la Formazione l Orientamento e il Lavoro Est Milano Progetto per l inserimento lavorativo nel settore del commercio di giovani tirocinanti: una proficua relazione pubblico - privato Mario Palermo

Dettagli

La storia. Il progetto ha previsto:

La storia. Il progetto ha previsto: Lo Sportello ISELT è stato attivo a Torino dal 2003 al 2007, svolgendo attività di assistenza e di supporto alle persone transessuali e transgender e favorendone l'inserimento sociale e lavorativo. Lo

Dettagli

Gli strumenti per la formazione individuale. I voucher e il Catalogo Provinciale dell'offerta Formativa Personalizzata.

Gli strumenti per la formazione individuale. I voucher e il Catalogo Provinciale dell'offerta Formativa Personalizzata. Assessorato alla Formazione e Istruzione. Direzione Formazione e Lavoro Gli strumenti per la formazione individuale. I voucher e il Catalogo Provinciale dell'offerta Formativa Personalizzata. Un approccio

Dettagli

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Codice fiscale Indirizzo residenza Burchi Fabio BRCFBA73L10H501V ) Telefono(i) E-mail Data e luogo di nascita Cittadinanza ESPERIENZA

Dettagli

REGIONE LIGURIA Dipartimento Agricoltura, Turismo, Formazione e Lavoro

REGIONE LIGURIA Dipartimento Agricoltura, Turismo, Formazione e Lavoro Allegato A) REGIONE LIGURIA Dipartimento Agricoltura, Turismo, Formazione e Lavoro INDIRIZZI OPERATIVI DEI SERVIZI AL LAVORO RESI DAI CENTRI PER L IMPIEGO DELLA REGIONE LIGURIA IN ATTUAZIONE DEL DECRETO

Dettagli

MISURA 1 CRITERI PER L'ADOZIONE DELL'AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI VOUCHER FORMATIVI DI RICOLLOCAZIONE E DI VOUCHER FORMATIVI INDIVIDUALI

MISURA 1 CRITERI PER L'ADOZIONE DELL'AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI VOUCHER FORMATIVI DI RICOLLOCAZIONE E DI VOUCHER FORMATIVI INDIVIDUALI Allegato A) CRITERI PER L'EROGAZIONE DEI VOUCHER FORMATIVI DI RICOLLOCAZIONE E INDIVIDUALI E CRITERI PER L'EROGAZIONE DELL ASSEGNO PER L ASSISTENZA ALLA RICOLLOCAZIONE Descrizione delle finalità dell intervento

Dettagli

Chiara Noris. Curriculum Vitae

Chiara Noris. Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Chiara Noris Sesso F Data di nascita 06/09/1975 Nazionalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 4 gennaio 2016 Afol Monza Brianza - Agenzia per la Formazione, Orientamento e Lavoro

Dettagli

RISORSE FINANZIARIE PROGRAMMA ANNUALE DELLE ATTIVITA PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE 2005/2006

RISORSE FINANZIARIE PROGRAMMA ANNUALE DELLE ATTIVITA PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE 2005/2006 RISORSE FINANZIARIE PROGRAMMA ANNUALE DELLE ATTIVITA PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE 2005/2006 SEZIONE ATTIVITA A COFINANZIAMENTO DEL FONDO SOCIALE EUROPEO RISORSE FINANZIARIE - Programmazione FSE 2006

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. ACCESSO: tutte le persone possono accedere ai Servizi senza alcuna Discriminazione;

CARTA DEI SERVIZI. ACCESSO: tutte le persone possono accedere ai Servizi senza alcuna Discriminazione; CARTA DEI SERVIZI Euroconsulting S.r.l. nasce nel febbraio 1999 ed è oggi attivamente impegnata nella consulenza di direzione aziendale, nella formazione e nelle attività di training on the job delle risorse

Dettagli

PATTO DI SERVIZIO PERSONALIZZATO D. Lgs n. 150 del 14/09/2015

PATTO DI SERVIZIO PERSONALIZZATO D. Lgs n. 150 del 14/09/2015 Allegato 1 - D.D. G. n. del PATTO DI SERVIZIO PERSONALIZZATO D. Lgs n. 150 del 14/09/2015 TRA IL CENTRO PER L IMPIEGO DI... E IL SIG./LA SIG.RA A. Dati anagrafici ed amministrativi dell utente C.F... Nato

Dettagli

Attività Servizi al Lavoro

Attività Servizi al Lavoro CARTA DEI SERVIZI Attività Servizi al Lavoro SOMMARIO Obiettivi Finalità Principi fondamentali Servizi disponibili Strutture dedicate Comunicazione Diritti e doveri dell'utente Monitoraggio e controllo

Dettagli

TITOLI D ACQUISTO PER LA RICOLLOCAZIONE DOMANDE FREQUENTI

TITOLI D ACQUISTO PER LA RICOLLOCAZIONE DOMANDE FREQUENTI TITOLI D ACQUISTO PER LA RICOLLOCAZIONE DOMANDE FREQUENTI Qual è la normativa di riferimento dei TDA?... 3 Quali sono i servizi che l Agenzia del lavoro intende affidare ai Soggetti accreditati?... 3 INDIRIZZI

Dettagli

Servizi al lavoro. per l autoimprenditorialità

Servizi al lavoro. per l autoimprenditorialità al lavoro per l autoimprenditorialità Accreditamento presso la Regione Lombardia ai servizi al lavoro di PromoImpresa Borsa merci Accreditamento nazionale all intermediazione di Camera di Commercio 1Mantova

Dettagli

Primi appunti sull ANPAL e sulla strategia del governo per la gestione delle politiche attive

Primi appunti sull ANPAL e sulla strategia del governo per la gestione delle politiche attive Primi appunti sull ANPAL e sulla strategia del governo per la gestione delle politiche attive di Gianluca Meloni [*] Introduzione Lo scorso 11 giugno il Governo ha reso pubblico lo schema di Decreto Legislativo

Dettagli

GARANZIA GIOVANI IN REGIONE PUGLIA

GARANZIA GIOVANI IN REGIONE PUGLIA GARANZIA GIOVANI IN REGIONE PUGLIA 32 Report di Monitoraggio dalla fase di avvio al 13 gennaio 2017 a cura dell Osservatorio Mercato del Lavoro della Regione Puglia Servizio Politiche attive tutela della

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO Area Lavoro e Solidarietà sociale AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DELLE LAVORATRICI GIOVANI E ADULTE

PROVINCIA DI TORINO Area Lavoro e Solidarietà sociale AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DELLE LAVORATRICI GIOVANI E ADULTE 1 ALLEGATO A) PROGRAMMA PROVINCIALE DI ATTIVITA PER LA REALIZZAZIONE DELL AZIONE 3 PER L INSERIMENTO QUALIFICATO E IL REINSERIMENTO AL LAVORO DI DONNE GIOVANI E ADULTE PROVINCIA DI TORINO Area Lavoro e

Dettagli

Il decreto legislativo 150/2015: i nuovi servizi per l occupazione

Il decreto legislativo 150/2015: i nuovi servizi per l occupazione Programma Azioni di sostegno per l attuazione sul territorio delle politiche del lavoro Il decreto legislativo 150/2015: i nuovi servizi per l occupazione In collaborazione con il Programma Welfare to

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO SL 23.01.2017 I PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA FONDAZIONE CASA DELLA GIOVENTU CORTESIA E RISPETTO Le relazioni con i clienti/utenti e gli interlocutori sono improntate a criteri

Dettagli

Metropolitan Agency for VET, Guidance and Employment services

Metropolitan Agency for VET, Guidance and Employment services Metropolitan Agency for VET, Guidance and Employment services Nuove indicazioni operative in attuazione del Decreto Legislativo n. 150/2015 Workshop Centro Impiego di Milano INPS, 7 e 21 giugno 2016 Il

Dettagli

IL CONTRATTO DI MOBILITA'

IL CONTRATTO DI MOBILITA' IL CONTRATTO DI MOBILITA' IL CONTRATTO DI MOBILITA : COS E? E un progetto sperimentale promosso dalla Regione del Veneto che rientra nel quadro della strategia regionale delineata dalla DGR n.1675/2011

Dettagli

La Garanzia Giovani in Italia. Principi, servizi e misure previste

La Garanzia Giovani in Italia. Principi, servizi e misure previste La Garanzia Giovani in Italia Principi, servizi e misure previste Italialavoro, 6 maggio 2014 LA YG IN ITALIA: il modello SISTEMA NAZIONALE Misure Esiti attori Youth corners Incentivi collegati PRINCIPI

Dettagli

Il Tavolo congiunto sociale-lavoro

Il Tavolo congiunto sociale-lavoro Il Tavolo congiunto sociale-lavoro Tavolo di confronto e concertazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, delle Regioni e Province Autonome e dell ANCI, per l attuazione delle politiche

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 7/17 DEL 17.2.2015. Promozione del contratto di ricollocazione quale strumento per le politiche di flexicurity in Sardegna.

DELIBERAZIONE N. 7/17 DEL 17.2.2015. Promozione del contratto di ricollocazione quale strumento per le politiche di flexicurity in Sardegna. Oggetto: Promozione del contratto di ricollocazione quale strumento per le politiche di flexicurity in Sardegna. L Assessore del Lavoro, Formazione professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale ricorda

Dettagli

IL COLLOCAMENTO ORDINARIO

IL COLLOCAMENTO ORDINARIO IL COLLOCAMENTO ORDINARIO Definizione dell'istituto: Strumento volto a favorire la mediazione fra la domanda e l'offerta di lavoro. LA RIFORMA DEL 1997 (D.lgs. n. 469/1997): Principi della riforma: Inizialmente

Dettagli

CONVENZIONE PROVINCIA DELLA SPEZIA. ATC La Spezia S.p.A.

CONVENZIONE PROVINCIA DELLA SPEZIA. ATC La Spezia S.p.A. CONVENZIONE TRA PROVINCIA DELLA SPEZIA E ATC La Spezia S.p.A. PREMESSO CHE: - l Unione Europea ha più volte indicato nello sviluppo del sistema dei Servizi per l Impiego un elemento decisivo per la crescita

Dettagli

ACCORDO PROCEDIMENTALE

ACCORDO PROCEDIMENTALE Assistenza Tecnica delle Politiche del Lavoro a supporto delle funzioni delle Province in materia di servizi per il lavoro e delle politiche attive del lavoro. ACCORDO PROCEDIMENTALE TRA L Agenzia Regionale

Dettagli

CONFERENZA STAMPA ASPAL. Avviso Progetti di Tirocinio Assessorato del Lavoro, Formazione professionale, Cooperazione e Sicurezza sociale

CONFERENZA STAMPA ASPAL. Avviso Progetti di Tirocinio Assessorato del Lavoro, Formazione professionale, Cooperazione e Sicurezza sociale Assessorato del Lavoro, Formazione professionale, Cooperazione e Sicurezza sociale CONFERENZA STAMPA Avviso Progetti di Tirocinio 2017 Cagliari, 16 giugno 2017 Obiettivi Favorire l inserimento lavorativo

Dettagli

Protocollo d intesa. Premessa. Richiamati:

Protocollo d intesa. Premessa. Richiamati: PROVINCIA DI CAGLIARI Centro servizi per il lavoro MURAVERA MINISTERO DELLA GIUSTZIA Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Cagliari Carbonia-Iglesias Medio

Dettagli

Provincia di Torino. Seminario Il Ruolo della Provincia per il rafforzamento dei servizi per l impiego Piacenza - 11 novembre 2010

Provincia di Torino. Seminario Il Ruolo della Provincia per il rafforzamento dei servizi per l impiego Piacenza - 11 novembre 2010 Provincia di Torino Seminario Il Ruolo della Provincia per il rafforzamento dei servizi per l impiego Piacenza - 11 novembre 2010 Il modello regionale dei servizi per l impiego: l.r. 34/08 Art. 9 (Funzioni

Dettagli

Regione Siciliana Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro

Regione Siciliana Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro Dipartimento Regionale del Lavoro, dell Impiego, dell orientamento, dei servizi e delle

Dettagli

MOBILITA IN DEROGA PER L ANNO 2017

MOBILITA IN DEROGA PER L ANNO 2017 ALLEGATO A MOBILITA IN DEROGA PER L ANNO 2017 TRATTAMENTO DI MOBILITA IN DEROGA L art. 53-ter del D.L. 50 del 24 aprile 2017, convertito, con modificazioni nella L. 96/2017 prevede la possibilità da parte

Dettagli

Patto di servizio. Allegato 4. Programma FIxO - Linea 7 Azioni di accompagnamento, sviluppo e rafforzamento del sistema duale nell ambito IeFP.

Patto di servizio. Allegato 4. Programma FIxO - Linea 7 Azioni di accompagnamento, sviluppo e rafforzamento del sistema duale nell ambito IeFP. Allegato 4 Patto di servizio tra Il CFP (denominazione) e Cognome e nome.... Luogo e Data Età. Codice Fiscale.. Titolo di studio Timbro e firma Rappresentante Legale del CFP o dell Ente E mail... Telefono.

Dettagli

il BUONO per SERVIZI al LAVORO misura per favorire l inserimento occupazionaledi disoccupati e soggetti svantaggiati

il BUONO per SERVIZI al LAVORO misura per favorire l inserimento occupazionaledi disoccupati e soggetti svantaggiati misura per favorire l inserimento occupazionaledi disoccupati e soggetti svantaggiati La Regione Piemonte si propone di valorizzare la rete di operatori, pubblici e privati, presenti in modo capillare

Dettagli

Friuli Venezia Giulia

Friuli Venezia Giulia Friuli Venezia Giulia di Giulia Tolve Introduzione La Regione Friuli Venezia Giulia ha normato la materia dei tirocini, in ottemperanza a quanto disposto dalle Linee-guida del 24 gennaio 2013, con decreto

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROVINCIA DI GORIZIA E CONFINDUSTRIA GORIZIA PREMESSA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROVINCIA DI GORIZIA E CONFINDUSTRIA GORIZIA PREMESSA PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROVINCIA DI GORIZIA E CONFINDUSTRIA GORIZIA PREMESSA Il presente protocollo d intesa si prefigge la promozione di una sinergia di strumenti ed azioni tra Provincia di Gorizia

Dettagli

Il Programma Garanzia Giovani

Il Programma Garanzia Giovani Il Programma Garanzia Giovani La raccomandazione dell Unione Europea Garantire che tutti i giovani di età inferiore a 25 anni ricevano un'offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli

Dettagli

ALLEGATO 1 REGIONE EMILIA-ROMAGNA

ALLEGATO 1 REGIONE EMILIA-ROMAGNA ALLEGATO 1 REGIONE EMILIA-ROMAGNA Le prestazioni dei Servizi per il Lavoro Presentazione Si presentano di seguito le prestazioni erogabili dai servizi per il lavoro in Emilia Romagna. Le singole prestazioni,

Dettagli

I SERVIZI OFFERTI AI CITTADINI

I SERVIZI OFFERTI AI CITTADINI PROGETTI DI CONTINUITA SCUOLA-LAVORO - Studenti in obbligo formativo con disabilità accertata dalla Commissione medica integrata ai sensi della Legge n. 104/1992 o con certificazione scolastica rilasciata

Dettagli

Toscana: assegno di ricollocazione - Attivita' C B POR FSE

Toscana: assegno di ricollocazione - Attivita' C B POR FSE Toscana: assegno di ricollocazione - Attivita' C.3.1.1.B POR FSE 2014-2020 Data chiusura 10 Mag 2017 Agevolazione Regionale Stanziamento 3.900.000 Soggetto gestore Regione Toscana Descrizione Finanziamento

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) E Unione italiana delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura ( UNIONCAMERE) (di seguito le Parti)

Dettagli

Piano Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL

Piano Integrato di Politiche per l Occupazione e per il Lavoro PIPOL Direzione centrale lavoro, formazione, istruzione, pari opportunità, politiche giovanili, ricerca Servizio programmazione e gestione interventi formativi Posizione organizzativa Programmazione Piano Integrato

Dettagli