Iper ammortamenti: le novità della Circolare 4/E/2017

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Iper ammortamenti: le novità della Circolare 4/E/2017"

Transcript

1 Luca Bilancini Dottore Commercialista, Coordinatore scientifico MAP Iper ammortamenti: le novità della Circolare 4/E/2017 1

2 Iper ammortamenti La Legge di Bilancio 2017 (art. 1, co. 9, 10, 11, 12, 13 L. 11/12/2016, n. 232) ha introdotto una speciale agevolazione al fine di favorire i processi di trasformazione tecnologica e digitale secondo il modello Industria 4.0. Industria 4.0 (fonte: M.I.S.E.) L espressione Industria 4.0 è collegata alla cosiddetta «quarta rivoluzione Industriale». Resa possibile dalla disponibilità di sensori e di connessioni wireless a basso costo, questa nuova rivoluzione industriale si associa a un impiego sempre più pervasivo di dati e informazioni, di tecnologie computazionali e di analisi dei dati, di nuovi materiali, componenti e sistemi totalmente digitalizzati e connessi (internet of things and machines). 2

3 Iper ammortamenti Cos è L Iper ammortamento è l agevolazione che, in caso di acquisto di beni materiali strumentali nuovi con determinate caratteristiche, consente di dedurre gli ammortamenti beneficiando un costo fiscale maggiorato del 150%. 3

4 Iper ammortamenti A chi si rivolge Titolari di reddito d impresa. Quali beni sono agevolabili? Beni materiali strumentali nuovi compresi nell Allegato A della Legge di Bilancio

5 Iper ammortamenti Beni agevolabili e precisazioni della Circolare 4/E/2017 Tipologia del Bene Macchine utensili per asportazione Macchine utensili operanti con laser e altri processi a flusso di energia, elettroerosione, processi elettrochimici Chiarimenti Circolare 4/E/2016 Macchine atte alla trasformazione di pezzi, indipendentemente dal materiale lavorato (es. tornio a controllo numerico, centri di lavoro, ecc ). Macchine per lavorazione a ultrasuono. (USM), a getto abrasivo (AJM), waterjet, (WJM), chimiche (CHM), elettrochimiche. (ECM), elettroerosione (EDM), taglio laser. (LBM), con fascio di elettroni o di ioni. (EBM), plasma (PAM), ecc 5

6 Iper ammortamenti Beni agevolabili e precisazioni della Circolare 4/E/2017 Tipologia del Bene Macchine e impianti per la realizzazione di prodotti mediante la trasformazione dei materiali e delle materie prime Macchine utensili per la deformazione plastica dei modelli e altri materiali Macchine utensili per l assemblaggio, la giunzione e la saldatura Macchine per il confezionamento e l imballaggio Chiarimenti Circolare 4/E/2016 Macchine e impianti impiegati nella cd. manifattura discreta (produzione di unità distinte di prodotto), nella manifattura di processo e in quella di trasformazione, che devono essere dotati di proprietà di riconfigurabilità o flessibilità. Ne sono un esempio le punzonatrici a controllo numerico, i laminatoi, le pannellatrici, le trafilatrici, ecc Possono essere compresi anche linee, celle e sistemi di assemblaggio. Possono includere macchine per il packaging e l imbottigliamento. 6

7 Iper ammortamenti Beni agevolabili e precisazioni della Circolare 4/E/2017 Tipologia del Bene Macchine utensili di de-produzione e riconfezionamento per recuperare materiali e funzioni da scarti industriali e prodotti di ritorno a fine vita (come le macchine per il disassemblaggio, la separazione, la frantumazione, il recupero chimico) Robot, robot collaborativi e sistemi multi-robot Chiarimenti Circolare 4/E/2016 Sono inclusi i dispositivi finalizzati al riutilizzo diretto, alla riparazione, al remanufacturing, al riciclo/riutilizzo delle materie prime. Sono escluse le macchine finalizzate allo smaltimento in discarica e quelle finalizzate al recupero energetico. Macchine utensili e sistemi per il conferimento o la modifica delle caratteristiche superficiali dei prodotti o la funzionalizzazione delle superfici Macchine per la manifattura additiva utilizzate in ambito industriale Ne sono un esempio le lappatrici, le rettificatrici, le macchine per trattamenti superficiali, termici e/o chimici, le macchine per il coating, le macchine per la granigliatura, sabbiatura, pallinatura, vibrofinitura, verniciatura, funzionalizzazione mediante plasma, stampa su carta e tessuti, ecc Ne costituiscono un esempio le macchine per melting/lasering di polveri metalliche o polimeri, ecc 7

8 Iper ammortamenti Beni agevolabili e precisazioni della Circolare 4/E/2017 Tipologia del Bene Macchine, anche motrici e operatrici; Strumenti e dispositivi per il carico e lo scarico, la movimentazione, la pesatura e la cernita automatica dei pezzi; Dispositivi di sollevamento e manipolazione automatizzati; AGV e sistemi di convogliamento e movimentazione flessibili, e/o dotati di riconoscimento dei pezzi Chiarimenti Circolare 4/E/2016 Sono incluse in tale categoria le macchine per l agricoltura 4.0 che consentono la lavorazione con precisione del campo grazie all utilizzo di elettronica, sensori e gestione computerizzata delle logiche di controllo (l espressione macchine motrici non include i veicoli ai sensi della definizione di cui all art. 1, Direttiva 70/156/CE. Ne sono un esempio i carrelli elevatori, i sollevatori, i carriponte, le gru mobili, ecc Ne sono un esempio i manipolatori industriali, i sistemi di pallettizzazione e i dispositivi pick and place Ne sono un esempio i sistemi passivi come il QR code, i visori e i sistemi di visione meccanici. 8

9 Iper ammortamenti Beni agevolabili e precisazioni della Circolare 4/E/2017 Tipologia del Bene Magazzini automatizzati interconnessi ai sistemi gestionali di fabbrica Chiarimenti Circolare 4/E/2016 Si intendono tali, a titolo esemplificativo, i magazzini automatici asserviti da trasloelevatori o mini-loaders e software WMS per la gestione delle missioni in/out; i sistemi di selezionamento, prelievo e deposito automatico controllati da software di gestione e/o il controllo delle scorte e dei punti di riordino. 9

10 Iper ammortamenti - investimenti agevolabili La maggiorazione del 150% richiede, per essere applicata, che il bene acquisito sia nuovo e che sia compreso nel già citato elenco allegato A della L. 232/2016. Risulta quindi fondamentale, così come per i super ammortamenti, il requisito della novità del bene. Come precisato nella Circolare 30/03/2017, n.4/e, l agevolazione non spetta per gli investimenti in beni a qualunque titolo già utilizzati. Ulteriore analogia con la disciplina dei super ammortamenti risiede nel fatto che, in considerazione del riferimento al costo di acquisizione, la maggiorazione spetta ai soli fini della determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria (cfr. Circolare 4/E/2017, 6.1.2). 10

11 Iper ammortamenti - investimenti agevolabili Super e iper ammortamento non incidono sul costo fiscalmente rilevante del bene nelle seguenti circostanze: determinazione delle plusvalenze e minusvalenze rilevanti ex artt. 86, 54, co. 1-bis, 101 e 54, co. 1-ter, D.P.R. 917/1986; deduzione integrale dei beni il cui costo unitario non supera 516,46 ex art. 102, co. 5 e 54, co. 2, D.P.R. 917/1986; 11

12 Iper ammortamenti - investimenti agevolabili calcolo del limite triennale relativo agli acquisti di beni strumentali previsto per l accesso al regime dei contribuenti minimi, ora abrogato (art. 1, co. 96, L. 244/2007); calcolo dei parametri per effettuare il test di operatività delle società di comodo (a tal proposito è utile comunque rilevare quanto segnalato dalla Circolare 4/E/2017, che rimarca come la maggior quota di ammortamento derivante dall applicazione dell agevolazione non implichi il venir meno delle agevolazioni fiscali previste da specifiche disposizioni di legge). 12

13 Iper ammortamenti - investimenti agevolabili I beni agevolabili devono obbligatoriamente avere le seguenti caratteristiche: controllo per mezzo di Computer Numerical Control (CNC) e/o Programmable Logic Controller (PLC); interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o part program; integrazione automatizzata con: il sistema logistico della fabbrica; la rete di fornitura; altre macchine del ciclo produttivo; 13

14 Iper ammortamenti - investimenti agevolabili devono costituire semplici e intuitive interfaccia tra uomo e macchina; devono rispondere ai più recenti parametri di sicurezza, salute e igiene del lavoro. 14

15 Iper ammortamenti - investimenti agevolabili Interconnessione La Circolare 30/03/2017, n. 4/E, chiarisce come un bene possa definirsi interconnesso, laddove esso: scambi informazioni con sistemi interni, come il sistema gestionale, quello di progettazione e sviluppo prodotto, il sistema di controllo, ecc.. ed esterni (clienti, fornitori, altri siti di produzione, ecc ) attraverso un collegamento basato su specifiche tecniche disponibili pubblicamente e riconosciute a livello internazionale (Trasmission Control Protocol/Internet Protocol - TCP/IP -, Hyper Text Transfer Protocol - HTTP, ecc ); 15

16 Iper ammortamenti - investimenti agevolabili Interconnessione sia univocamente identificato, grazie all utilizzo di standard di indirizzamento riconosciuti a livello internazionale (ad esempio attraverso il cd. indirizzo IP). 16

17 Iper ammortamenti - investimenti agevolabili Irrilevanza del principio di derivazione rafforzata L Agenzia delle entrate precisa, nella Circolare 4/E/2017, che «i diversi criteri di qualificazione, imputazione temporale e classificazione in bilancio previsti per i soggetti che redigono il bilancio in base ai principi contabili internazionali e per i soggetti, diversi dalle micro imprese di cui all articolo 2435-ter del codice civile, che redigono il bilancio in conformità alle disposizioni del codice civile» non rilevano per la determinazione del costo agevolabile 17

18 Iper ammortamenti - ambito temporale Al fine di verificare l applicabilità dell agevolazione è necessario effettuare una sorta di «test», che metta in evidenza: il momento di effettuazione dell investimento; il momento di entrata in funzione del bene; il momento in cui il bene risulta essere «interconnesso». 18

19 Iper ammortamenti - ambito temporale Momento di effettuazione dell investimento La norma prevede, come detto, che l iper ammortamento si applichi agli investimenti effettuati dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2017, ovvero al 30 giugno 2018, se l ordine risulta accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione. Se il bene è acquistato in questa finestra temporale è potenzialmente idoneo a fruire dell agevolazione. 19

20 Iper ammortamenti - ambito temporale Momento di entrata in funzione del bene Le quote di ammortamento del costo dei beni materiali strumentali per l'esercizio dell'impresa sono deducibili a partire dall'esercizio di entrata in funzione del bene (art. 102, D.P.R. 917/1986). Se l investimento ha superato il primo test, in ordine al momento di acquisto, la maggiorazione del costo del bene ai fini dell ammortamento potrà avvenire dal momento in cui esso sarà entrato in funzione. In assenza di interconnessione del bene sarà applicabile solo la maggiorazione del 40% a titolo di super ammortamento. 20

21 Iper ammortamenti - ambito temporale Momento in cui si verifica l interconnessione La maggiorazione del 150% del costo di acquisizione si rende applicabile solo nel momento in cui il bene risulta interconnesso. Nella Circolare 30/03/2017, n.4/e, si sottolinea come il bene acquisito possa temporaneamente godere del beneficio del super ammortamento nell esercizio di entrata in funzione; tale circostanza non implica il venir meno della possibilità di fruire dell iper ammortamento nel periodo in cui si realizza il requisito dell interconnessione. 21

22 Iper ammortamenti - ambito temporale Momento in cui si verifica l interconnessione In altre parole, così come precisato anche dalla relazione tecnica al disegno di legge di bilancio 2017, il ritardo nell interconnessione (conseguente, ad esempio, alla complessità dell investimento) non è di ostacolo alla completa fruizione dell iper ammortamento, ma produce un semplice slittamento del momento dal quale si può iniziare a godere del beneficio. 22

23 Iper ammortamenti - beni immateriali Per i soggetti che già fruiscono dell agevolazione dell iper ammortamento, è consentita la maggiorazione del 40% relativamente ai beni immateriali strumentali compresi nell elenco B allegato alla L. 232/2016. Come specificato dall Agenzia delle entrate nella Circolare 4/E/2017, la Legge di bilancio 2017 mette in relazione il bene immateriale con il soggetto che fruisce dell iper ammortamento e non con uno specifico bene materiale ( oggetto ) agevolato. Ciò significa che il bene immateriale oggetto di agevolazione non deve necessariamente essere correlato al bene materiale in ordine al quale si beneficia della maggiorazione del 150%. 23

24 Iper ammortamenti - beni immateriali Anche in questo caso il perimetro oggettivo è definito da un apposito elenco allegato (sub B) alla Legge di bilancio Si tratta di tipologie di software stand alone, ovvero non indispensabili al funzionamento di un bene materiale. La Circolare 4/E/2017, oltre a precisare le varie tipologie di beni immateriali agevolabili, sottolinea come il costo relativo al software embedded, (acquisito unitamente al bene materiale cui inerisce), debba essere portato ad incremento del costo d acquisto del bene strumentale, beneficiando quindi dell iper ammortamento. 24

Circolare informativa n.1/2015

Circolare informativa n.1/2015 Dott. Giuseppina Sica D o t t o r e C o m m e r c i a l i s t a A l b o u n i c o A V n. 6 2 7 R e v i s o r e d e i C o n t i n. 1 3 6. 6 9 2 C o n s u l e n t e T e c n i c o t r i b u n a l e A V n.

Dettagli

Modellistica e Controllo di Sistemi ad Eventi Discreti

Modellistica e Controllo di Sistemi ad Eventi Discreti Modellistica e Controllo di Sistemi ad Eventi Discreti Cos è l Automazione Industriale? Automazione Industriale: insieme di discipline (modelli, metodi e strumenti) che permettono di analizzare e progettare

Dettagli

Oggetto: LA DETASSAZIONE DAL REDDITO D IMPRESA DEGLI INVESTIMENTI IN MACCHINARI E ATTREZZATURE (C.D. AGEVOLAZIONE TREMONTI-TER)

Oggetto: LA DETASSAZIONE DAL REDDITO D IMPRESA DEGLI INVESTIMENTI IN MACCHINARI E ATTREZZATURE (C.D. AGEVOLAZIONE TREMONTI-TER) Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: LA DETASSAZIONE DAL REDDITO D IMPRESA DEGLI INVESTIMENTI IN MACCHINARI E ATTREZZATURE (C.D. AGEVOLAZIONE TREMONTI-TER) L articolo 5 del D.L. n.78/09, convertito dalla

Dettagli

genzia ntrate UNICO Società di persone

genzia ntrate UNICO Società di persone genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Società di persone INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO SOCIETÀ DI PERSONE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

Fiscal News N. 225. Bonus macchinari. La circolare di aggiornamento professionale 08.09.2014

Fiscal News N. 225. Bonus macchinari. La circolare di aggiornamento professionale 08.09.2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 225 08.09.2014 Bonus macchinari Dal 25.06.2014 nasce il credito d imposta del 15% sull acquisto di beni strumentali nuovi. Categoria: Finanziaria

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VD32U ATTIVITÀ 25.40.00 FABBRICAZIONE DI ARMI E MUNIZIONI ATTIVITÀ 25.62.00 LAVORI DI MECCANICA GENERALE ATTIVITÀ 25.73.12 FABBRICAZIONE DI PARTI INTERCAMBIABILI PER MACCHINE UTENSILI

Dettagli

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013 Servizio circolari per la clientela Circolare n. 3 del 28 gennaio 2013 1 Premessa 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti 2.1 Auto aziendali 2.2 Auto dei professionisti 2.3 Auto concesse

Dettagli

Studio Commercialisti Associati

Studio Commercialisti Associati Dott. Turrina Walter Rag. Poltronieri Davide Dott. Lanza Federica Studio Commercialisti Associati Commercialista Revisore Contabile Commercialista Consulente del Lavoro AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI Circolare

Dettagli

I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir

I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA a.a.2013-2014 I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir 1 I.R.E.S. soggetti passivi = società di capitali S.p.a., S.a.p.a., S.r.l.,

Dettagli

Informativa Studio Fantinello Carlo

Informativa Studio Fantinello Carlo Informativa Studio Fantinello Carlo N. 7 del 21.01.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Bonus macchinari per acquisti dal 25.06.2014 al 30.06.2015 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

STUDIO TASSI. Sondrio, 5 gennaio 2015. A tutti i Sigg. Clienti LORO SEDI. loro indirizzi e-mail CIRCOLARE N. 1/2015. Oggetto: Le novità del 2015

STUDIO TASSI. Sondrio, 5 gennaio 2015. A tutti i Sigg. Clienti LORO SEDI. loro indirizzi e-mail CIRCOLARE N. 1/2015. Oggetto: Le novità del 2015 Sondrio, 5 gennaio 2015 A tutti i Sigg. Clienti LORO SEDI loro indirizzi e-mail CIRCOLARE N. 1/2015 Oggetto: Le novità del 2015 La legge di Stabilità per l anno 2015 ha portato una serie di rilevanti novità.

Dettagli

Il D.L. n. 78/2009 La detassazione degli utili reinvestiti in macchinari

Il D.L. n. 78/2009 La detassazione degli utili reinvestiti in macchinari ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 9 20 LUGLIO 2009 Il D.L. n. 78/2009 La detassazione degli utili reinvestiti in macchinari

Dettagli

GUIDA ALLA DEDUCIBILITA' DELLE SPESE DI RIPARAZIONE : ASPETTI CIVILI E FISCALI

GUIDA ALLA DEDUCIBILITA' DELLE SPESE DI RIPARAZIONE : ASPETTI CIVILI E FISCALI GUIDA ALLA DEDUCIBILITA' DELLE SPESE DI RIPARAZIONE : ASPETTI CIVILI E FISCALI MANUTENZIONE E a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Ai fini della chiusura del Bilancio d'esercizio il tema oggetto

Dettagli

dottori commercialisti

dottori commercialisti dottori commercialisti Renato Meneghini Enrico Povolo Marco Giaretta Dott Giacomo Prandina www.dottcomm.net Vicenza, 5 Agosto 2014 INFORMATIVA N. 7-2014: CREDITO IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI

Dettagli

CIRCOLARE N. 23 /E. Roma, 26 maggio 2016

CIRCOLARE N. 23 /E. Roma, 26 maggio 2016 CIRCOLARE N. 23 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 26 maggio 2016 OGGETTO: Articolo 1, commi da 91 a 94 e 97, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 - Maggiorazione del 40 per cento del costo di acquisizione

Dettagli

CREDITO D IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI NUOVI

CREDITO D IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI NUOVI 2014 Studio Pavan Daniela dottore commercialista e revisore contabile via G. Garibaldi 104/A 35043 Monselice (PD) e-mail: daniela.pavan@studiopavan.eu sito web: http:// www.studiopavan.eu tel. 0429/73659

Dettagli

Lo scenario: la definizione di Internet

Lo scenario: la definizione di Internet 1 Lo scenario: la definizione di Internet INTERNET E UN INSIEME DI RETI DI COMPUTER INTERCONNESSE TRA LORO SIA FISICAMENTE (LINEE DI COMUNICAZIONE) SIA LOGICAMENTE (PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE SPECIALIZZATI)

Dettagli

Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari

Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari Filodiritto.it Premessa La disciplina fiscale del leasing finanziario ha visto, nel tempo, importanti variazioni

Dettagli

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 14/2013 GENNAIO/14/2013 (*)

Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Dentro la Notizia 14/2013 GENNAIO/14/2013 (*) Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 14/2013 GENNAIO/14/2013 (*) 31 Gennaio 2013 LA RIDUZIONE DELLA DEDUCIBILITÀ

Dettagli

Direttore Responsabile: Franco Bolner Per eventuali problemi di ricezione telefonare allo 0461/805605. INFORMATIVA N. 202 Trento, 10.09.

Direttore Responsabile: Franco Bolner Per eventuali problemi di ricezione telefonare allo 0461/805605. INFORMATIVA N. 202 Trento, 10.09. Spa 38100 TRENTO Via Solteri, 74 INFORMATIVA FISCALE Direttore Responsabile: Franco Bolner Per eventuali problemi di ricezione telefonare allo 0461/805605 INFORMATIVA N. 202 Trento, 10.09.2009 Settore:

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UD32U ATTIVITÀ 25.40.00 FABBRICAZIONE DI ARMI E MUNIZIONI ATTIVITÀ 25.62.00 LAVORI DI MECCANICA GENERALE

STUDIO DI SETTORE UD32U ATTIVITÀ 25.40.00 FABBRICAZIONE DI ARMI E MUNIZIONI ATTIVITÀ 25.62.00 LAVORI DI MECCANICA GENERALE STUDIO DI SETTORE UD32U ATTIVITÀ 25.40.00 FABBRICAZIONE DI ARMI E MUNIZIONI ATTIVITÀ 25.62.00 LAVORI DI MECCANICA GENERALE ATTIVITÀ 25.73.12 FABBRICAZIONE DI PARTI INTERCAMBIABILI PER MACCHINE UTENSILI

Dettagli

BONUS MACCHINARI: credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

BONUS MACCHINARI: credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi BONUS MACCHINARI: credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi a cura di: Dott. Maurizio Belli Dott. Alberto Bandinelli Con atto del Senato n 1541 è stato convertito in legge il Decreto-Legge

Dettagli

genzia ntrate UNICO Persone fisiche

genzia ntrate UNICO Persone fisiche genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Persone fisiche INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO PERSONE FISICHE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

Profili contabili e fiscali della nuova disciplina dei contratti di leasing

Profili contabili e fiscali della nuova disciplina dei contratti di leasing Profili contabili e fiscali della nuova disciplina dei contratti di leasing Disciplina fiscale e relativi effetti contabili Ambito temporale di applicazione della nuova disciplina Art. 1, comma 163, della

Dettagli

Lo scorporo dei terreni nel leasing immobiliare e altri aspetti operativi. Gianluca De Candia Assilea Associazione Italiana Leasing

Lo scorporo dei terreni nel leasing immobiliare e altri aspetti operativi. Gianluca De Candia Assilea Associazione Italiana Leasing Lo scorporo dei terreni nel leasing immobiliare e altri aspetti operativi Gianluca De Candia Assilea Associazione Italiana Leasing AGENDA Novità per imprese utilizzatrici Ammortamento terreni (regole generali)

Dettagli

Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Circolare 8 del 3 marzo 2015 Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari del credito d imposta... 2 3 Ambito oggettivo di applicazione...

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 8/2012. OGGETTO: spese di telefonia e internet criteri di deducibilità e registrazione contabile.

NOTA OPERATIVA N. 8/2012. OGGETTO: spese di telefonia e internet criteri di deducibilità e registrazione contabile. NOTA OPERATIVA N. 8/2012 OGGETTO: spese di telefonia e internet criteri di deducibilità e registrazione contabile. - Introduzione L ormai sempre più rapido progresso tecnologico può rendere difficoltosa,

Dettagli

CONTRATTI di LEASING ULTIME NOVITÀ per il 2014

CONTRATTI di LEASING ULTIME NOVITÀ per il 2014 Studio Fabrizio Mariani Viale Brigata Bisagno 12/1 16129 Genova Tel. e. fax. 010.59.58.294 f.mariani@studio-mariani.it Circolare n. 26 Del 13 novembre 2014 CONTRATTI di LEASING ULTIME NOVITÀ per il 2014

Dettagli

Circolare n. 5/2015 Ai Sigg. Clienti Loro Sedi ------------------- Credito di imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Circolare n. 5/2015 Ai Sigg. Clienti Loro Sedi ------------------- Credito di imposta per investimenti in beni strumentali nuovi -------------------------------------- Via C. Colombo, 436 00145 ROMA Tel. 06/5416800 06/5416801 Fax 06/59601838 Mail: info@studiosantececchi.it PEC : studiosantececchi@legalmail.it --------------------------------------

Dettagli

CONVERSIONE DEL DECRETO CRESCITA NELLA L. 116/2014. PARTE PRIMA

CONVERSIONE DEL DECRETO CRESCITA NELLA L. 116/2014. PARTE PRIMA STUDIO DI CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA Commercialisti Revisori dei conti FABIO BETTONI LAURA LOCATELLI RACHELE DENEGRI Circolare n.20 del 03 settembre 2014 CONVERSIONE DEL DECRETO CRESCITA NELLA L.

Dettagli

Circolare Informativa n. 2/2013

Circolare Informativa n. 2/2013 Dr. Carmelo Grillo Dottore commercialista Revisore contabile Dr. Santi Grillo Consulente del lavoro - Dottore commercialista Revisore contabile Circolare Informativa n. 2/2013 Olivarella, 14.01.2013 Ai

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UD17U ATTIVITÀ 22.19.09 FABBRICAZIONE DI ALTRI PRODOTTI IN ATTIVITÀ 22.21.00 FABBRICAZIONE DI LASTRE, FOGLI, TUBI E

STUDIO DI SETTORE UD17U ATTIVITÀ 22.19.09 FABBRICAZIONE DI ALTRI PRODOTTI IN ATTIVITÀ 22.21.00 FABBRICAZIONE DI LASTRE, FOGLI, TUBI E STUDIO DI SETTORE UD17U ATTIVITÀ 22.19.09 FABBRICAZIONE DI ALTRI PRODOTTI IN GOMMA NCA ATTIVITÀ 22.21.00 FABBRICAZIONE DI LASTRE, FOGLI, TUBI E PROFILATI IN MATERIE PLASTICHE ATTIVITÀ 22.22.00 FABBRICAZIONE

Dettagli

La deduzione di interessi passivi ed oneri finanziari

La deduzione di interessi passivi ed oneri finanziari La deduzione di interessi passivi ed oneri finanziari Thomas Tassani Università degli Studi di Università degli Studi di Fiscalità Finanziaria Aspetti di criticità nella tassazione Dal lato attivo, alta

Dettagli

Il regime fiscale dell Avvocato: Dott. Roberto Sarti

Il regime fiscale dell Avvocato: Dott. Roberto Sarti Il regime fiscale dell Avvocato: Il reddito I regimi agevolati I contribuenti minimi Dott. Roberto Sarti Paratore Pasquetti & Partners 1 Il reddito inquadramento Reddito dell Avvocato inteso come Studio

Dettagli

LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO

LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE ROMA LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO Roma, 10 dicembre 2009 TRA

Dettagli

CREDITO D IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN NUOVI BENI STRUMENTALI, PRIME INFORMAZIONI

CREDITO D IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN NUOVI BENI STRUMENTALI, PRIME INFORMAZIONI CREDITO D IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN NUOVI BENI STRUMENTALI, PRIME INFORMAZIONI Il Decreto Legge n. 91 del 25 giugno 2014 (Decreto Competitività) contiene una disposizione che riconosce alle imprese un

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA FABBRICA

EVOLUZIONE DELLA FABBRICA EVOLUZIONE DELLA FABBRICA NUOVE TECNOLOGIE NELLA PRODUZIONE PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO H.S.C. High Speed Cutting (Lavorazione ad altissima velocità di taglio) Viene utilizzata in quelle lavorazioni che

Dettagli

Ditte individuali e società di persone: opzione/revoca metodo di determinazione Irap

Ditte individuali e società di persone: opzione/revoca metodo di determinazione Irap Numero 43/2014 Pagina 1 di 11 Ditte individuali e società di persone: opzione/revoca metodo di determinazione Irap Numero : 43/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : IMPOSTE DIRETTE OPZIONE IRAP ARTT.

Dettagli

e automazione industriale

e automazione industriale Corso di Laurea Magistrale di Ingegneria Elettrica Corso di Sistemi e componenti per l automazione AA 2014-15 Azionamenti elettrici e automazione industriale Ezio Bassi, Francesco Benzi Università di Pavia

Dettagli

Deducibilità dei canoni di leasing

Deducibilità dei canoni di leasing Circolare Monografica 11 giugno 2014 n. 1989 DICHIARAZIONI Deducibilità dei canoni di leasing Modifiche normative e gestione in UNICO 2014 di Marianna Annicchiarico, Giuseppe Mercurio La Legge 27 dicembre

Dettagli

La determinazione degli interessi passivi dal reddito di impresa e la compilazione in Unico

La determinazione degli interessi passivi dal reddito di impresa e la compilazione in Unico Focus di pratica professionale di Sandro Cerato e Michele Bana La determinazione degli interessi passivi dal reddito di impresa e la compilazione in Unico Premessa L articolo 96, co.1, primo periodo, del

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comunicazione dati IVA per l anno 2014 Dichiarazione IVA per l anno 2014 - Chiusure contabili 2014 Entro lunedì 2 marzo 2015 deve

Dettagli

LAVORAZIONI NON CONVENZINALI I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN

LAVORAZIONI NON CONVENZINALI I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN LAVORAZIONI NON CONVENZINALI I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN DEFINIZIONE Le Lavorazioni Non Convenzionali (LNC) sono quei processi che utilizzano tecniche di rimozione del materiale per via meccanica, elettrica,

Dettagli

STUDIO DI MURO CURTOLO COMMERCIALISTI REVISORI CONTABILI

STUDIO DI MURO CURTOLO COMMERCIALISTI REVISORI CONTABILI RAG. MARIA TERESA CURTOLO 31100 TREVISO DOTT. MARCO DI MURO Strada del Mozzato n.1 DOTT.SSA ROBERTA DI MURO DOTT. SIMONE FRANCHETTO collaboratori Tel. +39.0422.416611 DOTT. FEDERICO DEL VECCHIO Fax. +39.0422.545848

Dettagli

LA DETASSAZIONE DEGLI UTILI REINVESTITI C.D. TREMONTI-TER.

LA DETASSAZIONE DEGLI UTILI REINVESTITI C.D. TREMONTI-TER. EMME CONSULTING S.N.C. di E. MARTINI E R. MULTARI & C. Verona, 2 ottobre 2009 LA DETASSAZIONE DEGLI UTILI REINVESTITI C.D. TREMONTI-TER. Nell ambito del D.L. n. 78/2009, convertito dalla legge n. 102/2009,

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Novembre 2014. Strumenti di finanziamento per le imprese: importanti novità nella circolare dell Agenzia delle Entrate n. 29/E del 26 settembre 2014

Novembre 2014. Strumenti di finanziamento per le imprese: importanti novità nella circolare dell Agenzia delle Entrate n. 29/E del 26 settembre 2014 Novembre 2014 Strumenti di finanziamento per le imprese: importanti novità nella circolare dell Agenzia delle Entrate n. 29/E del 26 settembre 2014 Avv. Francesco Bonichi, Tax Partner, Avv. Michele Milanese,

Dettagli

Automazione Industriale

Automazione Industriale Politecnico di Milano Prof. Luca Ferrarini Tel. 02-2399-3672 e-mail luca.ferrarini@polimi.it http://www.elet.polimi.it/upload/ferrarin/ miai2004/corso.html 1 Orario del corso Lunedì 8.15-10.15 T.1.1 Martedì

Dettagli

PARTE A Norme generali: novità 2006. CAPITOLO 1 LA NUOVA DISCIPLINA DEL RIPORTO DELLE PERDITE FISCALI di Marco Cossetto e Roberto Frascinelli

PARTE A Norme generali: novità 2006. CAPITOLO 1 LA NUOVA DISCIPLINA DEL RIPORTO DELLE PERDITE FISCALI di Marco Cossetto e Roberto Frascinelli ANALISI PARTE A Norme generali: novità 2006 CAPITOLO 1 LA NUOVA DISCIPLINA DEL RIPORTO DELLE PERDITE FISCALI di Marco Cossetto e Roberto Frascinelli 1. PREMESSA 17 2. PERDITE DELLE IMPRESE MINORI E DEI

Dettagli

SICUREZZA NELL AUTOMAZIONE. SOLUZIONI PER il settore lamiera

SICUREZZA NELL AUTOMAZIONE. SOLUZIONI PER il settore lamiera SICUREZZA NELL AUTOMAZIONE SOLUZIONI PER il settore lamiera I prodotti giusti per le vostre applicazioni FINECORSA A TRASPONDER SERIE CET EUCHNER Forza e controllo in un solo dispositivo. FINECORSA A TRASPONDER

Dettagli

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 PARTE I PESCA E ACQUACOLTURA Legge Finanziaria per il 2008 (L. 24 dicembre 2007 n. 244, pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 285 della G.U. 28 dicembre 2007,

Dettagli

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali Circolare n. 1/13 Legnago, 15.01.2013 A TUTTI I CLIENTI - LORO SEDI - FATTURAZIONE NUOVE REGOLE DAL 2013 Dal 1 gennaio 2013

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2013

LEGGE DI STABILITA 2013 Studio Mantovani & Associati s.s. Pag. 1 di 6 Mantova, lì 18 gennaio 2013 Circolare N. 02/2013 Alle Aziende Clienti - Loro Sedi LEGGE DI STABILITA 2013 La L. 24.12.2012 n. 228 costituisce la legge di stabilità

Dettagli

Gestione del deposito petrolifero Soluzione X-Rete.Net

Gestione del deposito petrolifero Soluzione X-Rete.Net Gestione del deposito petrolifero Soluzione X-Rete.Net X-rete.Net è un software gestionale progettato per Aziende che operano nel settore della distribuzione dei prodotti petroliferi e della gestione dei

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - FALEGNAME - Il falegname

Dettagli

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 11/2015

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 11/2015 Como, 3.3.2015 INFORMATIVA N. 11/2015 Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi INDICE 1 Premessa... pag. 2 2 Soggetti beneficiari del credito d imposta... pag. 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Vicenza, Gennaio 2012 Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette PIAZZA DELLA VITTORIA, 8/20 16121 GENOVA TEL: 010 553241 FAX: 010 5532460 E-MAIL: studio.genova@stsnet.it C. F. E P. IVA: 03022160109 Ai Signori Clienti Loro Sedi Genova, 2 settembre 2011 CIRCOLARE N.

Dettagli

UNICO 2008 - Le novità del Quadro RF

UNICO 2008 - Le novità del Quadro RF Seminario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DELLE SOCIETÀ Arezzo 20 maggio 2008 Firenze 22 maggio 2008 Pisa 28 maggio 2008 UNICO 2008 - Le novità del Quadro RF Dott. Fabio Giommoni Le novità della dichiarazione

Dettagli

" Soluzioni avanzate di telecontrollo con componenti standard di automazione: tecnologie Internet, M2M, IEC60870 "

 Soluzioni avanzate di telecontrollo con componenti standard di automazione: tecnologie Internet, M2M, IEC60870 " Soluzioni avanzate di telecontrollo con componenti standard di automazione: tecnologie Internet, M2M, IEC60870 " Obiettivi Prevenzione malfunzionamenti riduzione disservizi conformità a standard minimi

Dettagli

DOTT. GINO COLLA Via Mazzini, 7 Udine CIRCOLARE FISCALE GENNAIO 2015

DOTT. GINO COLLA Via Mazzini, 7 Udine CIRCOLARE FISCALE GENNAIO 2015 Con la presente circolare si riassumono le novità del mese di gennaio 2015. ACCERTAMENTO Termini per i controlli - Termini in scadenza al 31.12.2014 I provvedimenti impositivi devono essere notificati

Dettagli

Fondazione Dottori Commercialisti Bologna 11 maggio 2010

Fondazione Dottori Commercialisti Bologna 11 maggio 2010 Detassazione degli investimenti Tremontiter Fondazione Dottori Commercialisti Bologna 11 maggio 2010 Silvia Mezzetti Agenzia delle Entrate Dir. Regionale E.R. Ufficio Fiscalità delle Imprese e Finanziaria

Dettagli

Novità per imprese e professionisti

Novità per imprese e professionisti Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 07 10.01.2014 Deducibilità canoni di leasing dopo la Legge di Stabilità Novità per imprese e professionisti Categoria: Finanziaria Sottocategoria:

Dettagli

OGGETTO: Bonus macchinari per acquisti dal 25.06.2014 al 30.06.2015

OGGETTO: Bonus macchinari per acquisti dal 25.06.2014 al 30.06.2015 CIRCOLARE N. 10/2014 UMBERTIDE, 31 dicembre 2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Bonus macchinari per acquisti dal 25.06.2014 al 30.06.2015 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

FINANZIARIA 2008 CONTRIBUENTI MINIMI

FINANZIARIA 2008 CONTRIBUENTI MINIMI Numero 1 Anno 2008 gennaio/2 FINANZIARIA 2008 CONTRIBUENTI MINIMI La Finanziaria 2008 ha introdotto un nuovo regime fiscale destinato alle persone fisiche esercenti attività d impresa, arti o professioni

Dettagli

Meccanismi di incentivazioni per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Tariffa incentivante. Pronunce Agenzia Entrate

Meccanismi di incentivazioni per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Tariffa incentivante. Pronunce Agenzia Entrate Meccanismi di incentivazioni per la produzione di energia da fonti rinnovabili convegno nazionale & question time IL CONTO ENERGIA IL REGIME FISCALE DEL FOTOVOLTAICO Certificati verdi (d.lgs.vo n. 79 del

Dettagli

DECRETO COMPETITIVITA Credito d imposta al 15% sugli investimenti in beni strumentali nuovi

DECRETO COMPETITIVITA Credito d imposta al 15% sugli investimenti in beni strumentali nuovi DECRETO COMPETITIVITA Credito d imposta al 15% sugli investimenti in beni strumentali nuovi IN BREVE Il Decreto Competitività ha introdotto un credito d imposta del 15% sugli investimenti in beni strumentali

Dettagli

CENTRO ASSISTENZA SOCIETARIA di Cappellini Lia & C. s.n.c.

CENTRO ASSISTENZA SOCIETARIA di Cappellini Lia & C. s.n.c. CIRCOLARE N 1/2007 Tivoli, 26/01/2007 Oggetto: FINANZIARIA 2007. Spett.le Clientela, con la Finanziaria 2007, approvata e divenuta L. 296 del 27/12/2006, come di consueto, sono state introdotte diverse

Dettagli

FISCALITA DEL TURN AROUND E DELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE Ignazio Arcuri Slide a cura della dott.ssa Silvia Ierardi

FISCALITA DEL TURN AROUND E DELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE Ignazio Arcuri Slide a cura della dott.ssa Silvia Ierardi STRUMENTI OPERATIVI PER LA SOLUZIONE DELLA CRISI D IMPRESA: RUOLO DEL SISTEMA BANCARIO E DEL DOTTORE COMEMRCIALISTA FISCALITA DEL TURN AROUND E DELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE Ignazio Arcuri Slide a cura

Dettagli

Altri eventuali percorsi possono essere da noi elaborati sulla base di Vostre richieste specifiche

Altri eventuali percorsi possono essere da noi elaborati sulla base di Vostre richieste specifiche 1 2 Settore TITOLO DEL CORSO DURATA 1 Alimentare Gli alimenti 32/48 ore 2 Igiene degli alimenti 32 ore 3 Corretta prassi igienica 24 ore 4 Tecniche di conservazione, cottura e 24 ore packaging 5 Informatica

Dettagli

Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a

Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a Giulio Andreani 1 Profili fiscali e opportunità in vista di Basilea 2 Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a Giulio Andreani Scuola Superiore Economia e

Dettagli

LA TREMONTI-TER TER. Dott. Giampiero GUARNERIO AGENDA

LA TREMONTI-TER TER. Dott. Giampiero GUARNERIO AGENDA LA TREMONTI-TER TER Dott. Giampiero GUARNERIO Diretta 17 maggio 2010 AGENDA Che cosa è la Tremonti-ter Principali differenze rispetto alle precedenti versioni Quali soggetti ne possono beneficiare Quali

Dettagli

NOVITA LEGISLATIVE. Settembre 2014. 9. Pubblica amministrazione (PA) e fattura in formato digitale

NOVITA LEGISLATIVE. Settembre 2014. 9. Pubblica amministrazione (PA) e fattura in formato digitale NOVITA LEGISLATIVE Settembre 2014 1. Tremonti quater bonus macchinari 2. F24 online dal 01.10.2014 3. Tasi: scadenza del 16.10.2014 4. Modello 770: proroga pag. 2 pag. 3 pag. 4 pag. 4 sommario 5. Riduzione

Dettagli

CIRCOLARE N. 41/E. OGGETTO: Legge 18 ottobre 2001, n. 383, recante Primi interventi per il rilancio dell economia. Risposta ai quesiti.

CIRCOLARE N. 41/E. OGGETTO: Legge 18 ottobre 2001, n. 383, recante Primi interventi per il rilancio dell economia. Risposta ai quesiti. CIRCOLARE N. 41/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 13 maggio 2002 OGGETTO: Legge 18 ottobre 2001, n. 383, recante Primi interventi per il rilancio dell economia. Risposta ai quesiti. Ad

Dettagli

Intier Seating ha risolto il problema della consegna sequenziale di parti (Sequenced Part Delivery, SPD) grazie ai sistemi RFID EMS

Intier Seating ha risolto il problema della consegna sequenziale di parti (Sequenced Part Delivery, SPD) grazie ai sistemi RFID EMS Case study Intier Seating ha risolto il problema della consegna sequenziale di parti (Sequenced Part Delivery, SPD) grazie ai sistemi RFID EMS La consegna sequenziale delle parti (Sequenced Part Delivery,

Dettagli

LA DISCIPLINA FISCALE DEGLI INTERESSI PASSIVI

LA DISCIPLINA FISCALE DEGLI INTERESSI PASSIVI LA DISCIPLINA FISCALE DEGLI INTERESSI PASSIVI Catania, 6 maggio 2011 Prof. Dott. Francesco Rossi Ragazzi LA NUOVA DISCIPLINA DEGLI INTERESSI PASSIVI PER I SOGGETTI IRES Gli interessi passivi e gli oneri

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

La Legge di Stabilità ha ridotto al 20% la percentuale di deducibilità dei costi delle auto aziendali a partire dall anno 2013

La Legge di Stabilità ha ridotto al 20% la percentuale di deducibilità dei costi delle auto aziendali a partire dall anno 2013 LA DEDUZIONE DEI COSTI DELLE AUTOVETTURE: LE NOVITA DAL 2013 a cura di Giancarlo Falco Centro Studi Consulta Premessa determinazione dei relativi redditi sono deducibili solo se rientranti in una delle

Dettagli

Visura ordinaria societa' di capitale

Visura ordinaria societa' di capitale Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di ROMA \ Visura ordinaria societa' di capitale Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA CON UNICO SOCIO Sede legale: TIVOLI (RM) VIA

Dettagli

FONTE INFORMATIVA SE DIVERSA DALLA STRUTTURA RESPONSABILE RIFERIMENTO NORMATIVO. Legge 190/2012 art. 1 c. 32. Art. 12 D.

FONTE INFORMATIVA SE DIVERSA DALLA STRUTTURA RESPONSABILE RIFERIMENTO NORMATIVO. Legge 190/2012 art. 1 c. 32. Art. 12 D. ALLEGATO "3" ADEGUAMENTO PIANO TRIENNALE DELLA TRASPARENZA ADOTTATO CON DELIBERAZIONE COMMISSARIALE N. 9 DEL 24.01.2013 ALLA LEGGE 6 NOVEMBRE 2012 N. 190 E AL D.LGS. 14 MARZO 2013 N. 33 PROGRAMMA DI ATTUAZIONE

Dettagli

Circolare n. 4 04 Febbraio 2013. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE. 1 Premessa... 3

Circolare n. 4 04 Febbraio 2013. Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE. 1 Premessa... 3 Circolare n. 4 04 Febbraio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE 1 Premessa... 3 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti... 3 2.1 Auto aziendali...

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica Curriculum Automazione e Produzione. II anno II semestre 9 crediti. Ing. Filippo Arrichiello

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica Curriculum Automazione e Produzione. II anno II semestre 9 crediti. Ing. Filippo Arrichiello Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica Curriculum Automazione e Produzione II anno II semestre 9 crediti Ing. Filippo Arrichiello Email: f.arrichiello@unicas.it URL: http://webuser.unicas.it/arrichiello

Dettagli

LA LETTRE FISCALE. Notiziario mensile N E W S 1. RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO ALL ANNO 2011

LA LETTRE FISCALE. Notiziario mensile N E W S 1. RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO ALL ANNO 2011 LA LETTRE FISCALE Notiziario mensile N E W S CIRCOLARE INFORMATIVA Febbraio 2012 1. RICHIESTA DI RIMBORSO DEL CREDITO IVA RELATIVO ALL ANNO 2011 Dallo scorso anno a seguito della soppressione del modello

Dettagli

Economia e gestione delle imprese 3/ed Franco Fontana, Matteo Caroli Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA

Economia e gestione delle imprese 3/ed Franco Fontana, Matteo Caroli Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA RISPOSTE ALLE DOMANDE DI VERIFICA (CAP. 9) 1. Illustra le principali tipologie dei processi produttivi. Sulla base della diversa natura tecnologica del ciclo di produzione, i processi produttivi si distinguono

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 20 del 14 gennaio 2013 Legge di stabilità 2013 - Novità in materia di imposte dirette INDICE 1 Premessa... 3 2 Deducibilità delle auto aziendali e dei professionisti...

Dettagli

Disciplina fiscale Lezione 1 Le immobilizzazioni materiali

Disciplina fiscale Lezione 1 Le immobilizzazioni materiali Disciplina fiscale Lezione 1 Le immobilizzazioni materiali Art. 102 Ammortamento dei beni materiali Le quote di ammortamento del costo dei beni materiali strumentali per l'esercizio dell'impresa sono deducibili

Dettagli

Studio Professionale di Consulenza Societaria Tributaria Legale

Studio Professionale di Consulenza Societaria Tributaria Legale Ai Gentili Clienti Loro sedi Milano, 13 luglio 2012 Oggetto: TAX NEWSLETTER N. 8/2012 NOVITA FISCALI SUGLI IMMOBILI DETENUTI DA IMPRESE: LE NUOVE REGOLE PER IL BONUS SUL RISPARMIO ENERGETICO E LA NUOVA

Dettagli

Impianti fotovoltaici: profili catastali e fiscali

Impianti fotovoltaici: profili catastali e fiscali n 03 del 17 gennaio 2014 circolare n 55 del 16 gennaio 2014 referente BERENZI/mr Impianti fotovoltaici: profili catastali e fiscali La circolare dell Agenzia delle Entrate n. 36/2013 ha fornito chiarimenti

Dettagli

LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI PER I SOGGETTI IRES

LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI PER I SOGGETTI IRES LA DEDUCIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI PER I SOGGETTI IRES a cura di Sandro Cerato Come noto, l art. 1, co. 33, lettere a), b), c), d), g) n. 2, i), l) e q), L. 24.12.2007, n. 244, oltre ad aver abrogato

Dettagli

IRAP 2015: AUMENTI e RIDUZIONI del CARICO FISCALE

IRAP 2015: AUMENTI e RIDUZIONI del CARICO FISCALE Circolare informativa per la clientela n. 09 del 19 marzo 2015 IRAP 2015: AUMENTI e RIDUZIONI del CARICO FISCALE In questa Circolare 1. Novità Irap 2015 2. Deduzione dei costi del personale 3. Aliquote

Dettagli

LE NUOVE REGOLE (DAL 2012) PER LA DEDUCIBILITÀ DELLE SPESE DI MANUTENZIONE

LE NUOVE REGOLE (DAL 2012) PER LA DEDUCIBILITÀ DELLE SPESE DI MANUTENZIONE INFORMATIVA N. 094 09 APRILE 2013 IMPOSTE DIRETTE LE NUOVE REGOLE (DAL 2012) PER LA DEDUCIBILITÀ DELLE SPESE DI MANUTENZIONE Art. 102, comma 6, TUIR Art. 3, comma 16-quater, DL n. 16/2012 Dal 2012 ai fini

Dettagli

Le novità della Legge di Stabilità 2016

Le novità della Legge di Stabilità 2016 Le novità della Legge di Stabilità 2016 Il super - ammortamento per Investimenti in Beni Strumentali (*) (*)Le specifiche tecniche contenute nel presente documento potrebbero subire delle modifiche in

Dettagli

Meccanica degli Azionamenti

Meccanica degli Azionamenti Università degli Studi di Brescia Laurea in Ingegneria dell Automazione Industriale Parte I Introduzione all automazione industriale I.1 Automazione e Flessibilità Automazione Automazione: Impiego di mezzi

Dettagli

IAS 18 Ricavi ( Revenues)

IAS 18 Ricavi ( Revenues) IAS 18 Ricavi ( Revenues) 1 INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD IL RAPPORTO CON GLI ALTRI STANDARD OGGETTO E FINALITÀ DELLO STANDARD AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD MISURAZIONE DEI RICAVI

Dettagli

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili Roma, 24 gennaio 2014 Gent.li CLIENTI Loro Sedi Via mail Oggetto: Circolare n. 2/2014 principali novità fiscali 2014 1 Gentili Clienti, La legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 1473), in vigore dall

Dettagli

Industria Imballaggi Flessibili

Industria Imballaggi Flessibili Industria Imballaggi Flessibili Informazioni Generali Chi siamo Selene Spa opera dal 1959 nel settore degli imballaggi in polietilene. La produzione si concentra principalmente sulla produzione di imballaggi

Dettagli

Circolare 02/06 Regime di detraibilità Iva e deducibilità dei costi relativi alle auto aziendali

Circolare 02/06 Regime di detraibilità Iva e deducibilità dei costi relativi alle auto aziendali Circolare 02/06 Regime di detraibilità Iva e deducibilità dei costi relativi alle auto aziendali A. Detraibilità Iva La normativa sulla detraibilità dell Iva pagata al momento dell acquisto di veicoli

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE WD17U ATTIVITÀ 22.19.09 FABBRICAZIONE DI ALTRI PRODOTTI IN GOMMA NCA ATTIVITÀ 22.21.00 FABBRICAZIONE DI LASTRE, FOGLI, TUBI E PROFILATI IN MATERIE PLASTICHE ATTIVITÀ 22.22.00 FABBRICAZIONE

Dettagli

LIMITI ALLA DEDUCIBILITA DEGLI INTERESSI PASSIVI ART. 96 DEL DPR 917-1986

LIMITI ALLA DEDUCIBILITA DEGLI INTERESSI PASSIVI ART. 96 DEL DPR 917-1986 COMMISSIONE IMPOSTE DIRETTE LIMITI ALLA DEDUCIBILITA DEGLI INTERESSI PASSIVI ART. 96 DEL DPR 917-1986 a cura di Stefano Coleti, Anna Gallo, Biagio Lanzillotti, Luigi Migliore, Annamaria Simonetti 1. RIFERIMENTI

Dettagli