>" name="description"> >">

1 - Visualizzare una scritta sullo schermo.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 - Visualizzare una scritta sullo schermo."

Transcript

1 1 - isualizzare una scritta sullo schermo. visualizza ciao cout << "ciao";

2 2 - Inserire due valori interi distinti e visualizzarne sullo schermo la somma. A B int A, B, Somma; A = B Somma A + B cin >> A; do{ cin >> B; while(a == B); Somma = A + B; visualizza Somma cout << Somma;

3 3 - Inserire due valori interi distinti e visualizzare sullo schermo il più grande. A B int A, B; visualizza A A = B A > B visualizza B cin >> A; do{ cin >> B; while(a == B); if(a>b) {cout << A; else {cout << B;

4 4 - Inserire due valori interi distinti. isualizzare il più piccolo e il più grande tra i valori inseriti. A B int A, B; cin >> A; visualizza B, A A = B A > B visualizza A, B do{ cin >> B; while(a == B); if(a>b) {cout << B << "," << A; else {cout << A << "," << B;

5 5 - Inserire un numero intero N. Stabilire se il numero inserito è pari o dispari. N int N; N%2 = 0 cin >> N; visualizza pari visualizza dispari if(n%2 == 0) {cout << "pari"; else {cout << "dispari";

6 6 - Inserire tre valori distinti. isualizzare il più piccolo e il più grande tra i valori inseriti. A B A = B C C=A OR C=B int A, B, C; cin >> A; do{ cin >> B; while(a==b); do{ cin >> C; while(c==a C==B); continua nella pagina successiva... continua nella pagina successiva...

7 continua dalla pagina precedente continua dalla pagina precedente A > B B > C A > C vis. C,A vis. B,A A > C vis. B,C vis. C,B vis. A,B B > C vis. A,C if(a>b) { if(b>c) { cout << C << "," << A; else { if(a>c) { cout << B << "," << A; else { cout << B << "," << C; else { if(a>c) { cout << C << "," << B; else{ if(b>c) { cout << A << "," << B; else {cout << A << "," << C;

8 7 - Inserire tre valori interi positivi corrispondenti alle misure dei lati di un triangolo. Stabilire di che tipo di triangolo si tratta (equilatero, scaleno o isoscele) A int A, B, C; A <= 0 B B <= 0 C do{cin >> A; while(a<=0); do{cin >> B; while(b<=0); do{cin >> C; while(c<=0); continua nella pagina successiva... C <= 0 continua nella pagina successiva...

9 continua dalla pagina precedente continua dalla pagina precedente vis. equil. B = C A = B vis. isosc. vis. isosc. B = C vis. isosc. A = C vis. scal. if(a==b){ if(b==c) {cout << "equilatero"; else {cout << "isoscele"; else { if(b==c) {cout << "isoscele"; else { if(a==c){cout << "isoscele"; else {cout << "scaleno";

10 8 -isualizzare la somma di n valori interi inseriti con la tastiera. N S 0 int N,, S; N > 0 S S + N N - 1 visualizza S cin >> N; S = 0; while(n>0) { cin >> ; S = S + ; N = N -1; cout << S;

11 9 - Inserire n valori interi con la tastiera e visualizzare sullo schermo la somma di tutti i valori inseriti compresi tra 0 e 100. N S 0 N > 0 >0 AND <100 S S + N N - 1 int N,, S; cin >> N; S = 0; while(n>0) { cin >> ; if(>0 && <100) { S = S + ; N = N -1; visualizza S cout << S;

12 10 - Inserire n valori interi. isualizzare sullo schermo il più piccolo e il più grande. N MAX MIN N N - 1 int N,, MIN, MAX; cin >> N; cin >> ; MIN = ; MAX = ; N = N - 1; continua nella pagina successiva... continua nella pagina successiva...

13 continua dalla pagina precedente N > 0 while(n > 0) { cin >> ; N = N - 1; continua dalla pagina precedente N N - 1 >MAX MAX <MIN MIN if( > MAX) { MAX = ; else { if( < MIN) { MIN = ; vis. MIN, MAX cout << MIN << "," << MAX;

14 11 - Inserire un valore intero positivo n. isualizzare sullo schermo i valori interi da 1 a n. (Es.: Con n=5 sullo schermo dovrà apparire la sequenza: ) N C 0 C < N C C + 1 int N, C; cin >> N; C = 0; while(c<n) { C = C + 1; visualizza C cout << C << endl;

15 12 - Inserire un valore intero positivo n. isualizzare sullo schermo n volte il valore inserito. (Es.: Con n=7 sullo schermo dovrà apparire la sequenza: ) N C 0 C < N C C + 1 int N, C; cin >> N; C = 0; while(c<n) { C = C + 1; visualizza N cout << N << endl;

16 13 - Inserire un valore intero positivo n. isualizzare sullo schermo una volta il numero 1, due volte il numero 2,..,n volte il numero n. N C 0 int N, C, D; C < N C C + 1 D C D > 0 D D - 1 visualizza C cin >> N; C = 0; while(c<n) { C = C + 1; D = C; while(d>0) { D = D -1; cout << C << endl;

17 14 - Inserire due numeri interi positivi A ed N. isualizzare sullo schermo i primi N valori interi successivi ad A. (Es.: Con A=7 ed N=3 sullo schermo dovrà apparire la sequenza: ). Inserisci A A <= 0 Inserisci N int A, N; N <= 0 A A + 1 visualizza A do{cin >> A; while(a<= 0); do{cin >> N; while(n<=0); do{ A = A + 1; cout << A << endl; N = N - 1; while(n>0); N N - 1 N > 0

18 15 - Inserire due numeri interi positivi A ed N. isualizzare sullo schermo i primi N valori interi pari successivi ad A. (Es.: Es.: Con A=7 ed N=3 sullo schermo dovrà apparire la sequenza: ) Inserisci A A <= 0 int A, N; Inserisci N do{cin >> A; while(a<= 0); do{cin >> N; while(n<=0); N <= 0 A%2!= 0 if(a%2!=0) {A = A + 1; else {A = A + 2; A A + 1 A A + 2 continua nella pagina successiva... continua nella pagina successiva...

19 continua dalla pagina precedente continua dalla pagina precedente visualizza A A A + 2 N N - 1 N > 0 do{ cout << A << endl; A = A + 2; N = N - 1; while(n>0);

20 16 - Inserire due numeri interi positivi A ed N. isualizzare sullo schermo i primi N valori interi dispari successivi ad A. (Es.: Es.: Con A=7 ed N=3 sullo schermo dovrà apparire la sequenza: ) Inserisci A A <= 0 int A, N; Inserisci N do{cin >> A; while(a<= 0); do{cin >> N; while(n<=0); N <= 0 A%2 == 0 if(a%2==0) {A = A + 1; else {A = A + 2; A A + 1 A A + 2 continua nella pagina successiva... continua nella pagina successiva...

21 continua dalla pagina precedente continua dalla pagina precedente visualizza A A A + 2 N N - 1 N > 0 do{ cout << A << endl; A = A + 2; N = N - 1; while(n>0);

22 17 - Inserire due numeri interi positivi A ed N. isualizzare sullo schermo la somma dei primi N valori interi successivi ad A. Inserisci A A <= 0 Inserisci N N <= 0 S 0 int A, N, S; do{cin >> A;while(A<=0); do{cin >> N;while(N<=0); S = 0; A A + 1 S S + A N N - 1 do{ A = A + 1; S = S + A; N = N - 1; while(n>0); N > 0 visualizza S cout << S;

23 18 - Inserire due valori interi positivi A e B. isualizzare sullo schermo tutti i valori interi compresi tra A e B (A e B esclusi). Inserisci A A <= 0 Inserisci B B <= 0 B > A A A + 1 B B + 1 B > A A > B vis. A vis. B A A + 1 B B + 1 int A, B; do{cin >> A;while(A<=0); do{cin >> B;while(B<=0); if(b>a) { A = A + 1; while(b>a) { cout << A << endl; A = A + 1; else { B = B + 1; while(a>b) { cout << B << endl; B = B + 1;

Strutture di iterazione

Strutture di iterazione Strutture di iterazione 1. Leggi i programmi qui sotto e disegna le tabelle di traccia nelle situazioni seguenti: a. Nel primo e nel secondo programma viene inserito da tastiera il valore 2; b. Nel primo

Dettagli

Programma del corso. Elementi di Programmazione. Introduzione agli algoritmi. Rappresentazione delle Informazioni. Reti di Calcolatori

Programma del corso. Elementi di Programmazione. Introduzione agli algoritmi. Rappresentazione delle Informazioni. Reti di Calcolatori Programma del corso Introduzione agli algoritmi Rappresentazione delle Informazioni Reti di Calcolatori Architettura del calcolatore Elementi di Programmazione Esempi di algoritmi e programmi Conversione

Dettagli

::= ::= ::= ;

<istruzione> ::= <istruzione-semplice> <istruzione> ::= <istruzione-di-controllo> <istruzione-semplice> ::= <espressione> ; ISTRUZIONI Le istruzioni esprimono azioni che, una volta eseguite, comportano una modifica permanente dello stato interno del programma o del mondo circostante. Le strutture di controllo permettono di

Dettagli

#include using namespace std; // int main ( ) { // --- Dichiarazione delle variabili int N ; float A, Pot;

#include <iostream> using namespace std; // int main ( ) { // --- Dichiarazione delle variabili int N ; float A, Pot; Dati A e N (A reale >0 e N intero >=0) comunica il valore di A elevato alla N. CL 3 - Es_11.cpp Variabili di Input: N di tipo intero, A di tipo reale Variabili di Output: Pot di tipo reale Variabili di

Dettagli

Istruzioni semplici e strutturate

Istruzioni semplici e strutturate Consorzio NETTUNO Corso di Fondamenti di Informatica I secondo giorno di stage Istruzioni semplici e strutturate Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università degli Studi di Napoli Federico II

Dettagli

Linguaggio C. Condizioni composte (operatori logici)

Linguaggio C. Condizioni composte (operatori logici) Linguaggio C Condizioni composte (operatori logici) Università degli Studi di Brescia Prof. Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 Condizioni composte Talvolta

Dettagli

soluzione in 7 step Es n 208

soluzione in 7 step Es n 208 soluzione in 7 soluzione in 7 soluzione in 7 AH 5 CA CH 5 6 4,8 5 36 3,04 5,96 5 cm soluzione in 7 AH 5 CA CH 5 6 4,8 5 36 3,04 5,96 5 cm 3 : 4,8 5 4,8 : HB 4,8 soluzione in 7 AH 5 CA CH 5 6 4,8 5 36 3,04

Dettagli

Esempio (if): equazione di secondo grado

Esempio (if): equazione di secondo grado Esempio (if): equazione di secondo grado /* Programma che calcola le radici di un equazione di secondo grado: ax2+bx+c=0 */ #include /*libreria standard matematica*/ main() { float a,b,c; /*coefficienti

Dettagli

Scelte ed alternative. Esercizi risolti

Scelte ed alternative. Esercizi risolti 1 Esercizio Indovina cosa... Esercizi risolti Determinare che cosa fa il seguente frammento di programma in linguaggio C: int a, b, c; scanf("%d", &a); scanf("%d", &b); if(a>b) { c = a ; a = b ; b = c

Dettagli

Strutture di iterazione

Strutture di iterazione Strutture di iterazione 1. Leggi i programmi qui sotto e disegna le tabelle di traccia nelle situazioni seguenti: a. Nel primo e nel secondo programma viene inserito da tastiera il valore 2; b. Nel primo

Dettagli

ISTRUZIONI ISTRUZIONI

ISTRUZIONI ISTRUZIONI ISTRUZIONI Le istruzioni esprimono azioni che, una volta eseguite, comportano una modifica permanente dello stato interno del programma o del mondo circostante. Le strutture di controllo permettono di

Dettagli

Esercitazione 3. Espressioni booleane I comandi if-else e while

Esercitazione 3. Espressioni booleane I comandi if-else e while Esercitazione 3 Espressioni booleane I comandi if-else e while Esercizio Si consideri la seguente istruzione: if (C1) if (C2) S1; else S2; A quali delle seguenti interpretazioni corrisponde? if (C1) if

Dettagli

I costrutti forniti dal linguaggio si dividono in corrispondenti classi di istruzioni

I costrutti forniti dal linguaggio si dividono in corrispondenti classi di istruzioni Classi di istruzioni In maniera simile a quanto fatto per i dati, un linguaggio mette a disposizione dei costrutti per realizzare la parte esecutiva dell algoritmo. Questa consiste di: Leggi i valori di

Dettagli

6SC Informatica 9/12/2015

6SC Informatica 9/12/2015 6SC-C-007-2015-12-09 (S) Studente: THE TEACHER CLASSE MATERIA DATA OGGETTO VALUTAZIONE 6SC Informatica 9/12/2015 Preparazione alla verifica di venerdì 18/12 (soluzioni) N.A. Scrivere, in linguaggio C++,

Dettagli

L organizzazione dei programmi

L organizzazione dei programmi L organizzazione dei programmi Lo sviluppo top-down L.S. Touschek - A.S. 2015/2016 - I fondamenti del Linguaggio C F. Cardarelli Lo sviluppo top-down I problemi complessi Blocco 1 Istruzione 1 Istruzione

Dettagli

Esempio: somma di due numeri

Esempio: somma di due numeri Esempio: somma di due numeri Scrivere l algoritmo che esegue la somma di due numeri ESEMPIO: somma di due numeri

Dettagli

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C/C++ per le classi seconde

ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C/C++ per le classi seconde ESERCIZI DI PROGRAMMAZIONE C/C++ per le classi seconde vers.0 in lavorazione Docente SAFFI FABIO Contenuti Struttura del file sorgente...2 Organizzazione della directory di lavoro...2 Esercizi sulle funzione

Dettagli

Espressioni semplici e condizionali

Espressioni semplici e condizionali LIA - DEIS - Facoltà di Ingegneria - Università di Bologna Elementi di informatica L Corso di laurea in Ingegneria Chimica - Anno Accademico 2007-2008 Espressioni semplici e condizionali Esercizio 1 Progettare

Dettagli

ESERCIZIO 1 (Definizione funzioni passaggio parametri per copia)

ESERCIZIO 1 (Definizione funzioni passaggio parametri per copia) ESERCIZIO 1 (Definizione funzioni passaggio parametri per copia) Scrivere una funzione per definire se un numero è primo e un programma principale minimale che ne testa la funzionalità. #include

Dettagli

PROGRAMMAZIONE: Le strutture di controllo

PROGRAMMAZIONE: Le strutture di controllo PROGRAMMAZIONE: Le strutture di controllo Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 Le tre modalità La modalità basilare di esecuzione di un programma è la sequenza: le istruzioni vengono eseguite una dopo l

Dettagli

Esercitazione 3. Oggi sono stati effettuati semplici esercizi in C utilizzando le seguenti istruzioni: if...else, while, printf, scanf

Esercitazione 3. Oggi sono stati effettuati semplici esercizi in C utilizzando le seguenti istruzioni: if...else, while, printf, scanf Riassunto Esercitazione 3 Oggi sono stati effettuati semplici esercizi in C utilizzando le seguenti istruzioni: if...else, while, printf, scanf Sono state introdotte anche le seguenti relazioni: uguaglianza:

Dettagli

Teorema di Pitagora. Triangoli con angoli di 45, 30 e 60. Eserciziario con soluzioni. - 1

Teorema di Pitagora. Triangoli con angoli di 45, 30 e 60. Eserciziario con soluzioni. - 1 Teorema di Pitagora. Triangoli con angoli di 45, 30 e 60. Eserciziario con soluzioni. - 1 Raccolta di problemi di geometra piana sul teorema di Pitagora applicato ai triangolo con angoli di 45, 30 e 60

Dettagli

Scelte ed alternative

Scelte ed alternative Istruzioni if- annidate Scelte ed alternative Istruzioni if- annidate Annidamento di istruzioni if- Opzionalità del ramo Catene if- if-...- Esercizio proposto erifica della soluzione 2 2006 Politecnico

Dettagli

Formalismi per la descrizione di algoritmi

Formalismi per la descrizione di algoritmi Formalismi per la descrizione di algoritmi Per descrivere in passi di un algoritmo bisogna essere precisi e non ambigui Il linguaggio naturale degli esseri umani si presta a interpret non univoche Si usano

Dettagli

Esercizi Programmazione I

Esercizi Programmazione I Esercizi Programmazione I 9 Novembre 201 Esercizio 1 Valutare e dare il tipo delle seguenti espressioni condizionali. 1 char a= a, b= b ; // a ha v a l o r e decimale 97 2 i n t i= 1, j= 2 ; 3 double x=

Dettagli

Strutture di controllo in C++

Strutture di controllo in C++ Strutture di controllo in C++ Fondamenti di Informatica R. Basili a.a. 2006-2007 Il controllo: selezione Spesso la sequenza delle istruzioni non e prevedibile a priori ma dipende strettamente dalle configurazioni

Dettagli

Esercizi di programmazione in C

Esercizi di programmazione in C Esercizi di programmazione in C Esercizio 1 Scrivere un programma in linguaggio C che legga da tastiera una sequenza di lunghezza ignota a priori di numeri interi positivi. Il programma, a partire dal

Dettagli

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica Liste semplici (semplicemente linkate) Una lista semplice e costituita da nodi Laboratorio di Informatica 7. Strutture complesse di dati in C++ Ogni nodo e una struttura che contiene : Dati Un riferimento

Dettagli

Espressioni logiche. Espressioni logiche. Operatori logici. Operatori logici. Operatori logici. Espressioni Logiche e Istruzione di Test

Espressioni logiche. Espressioni logiche. Operatori logici. Operatori logici. Operatori logici. Espressioni Logiche e Istruzione di Test Espressioni logiche Espressioni Logiche e Istruzione di Test Fondamenti di Informatica 1 Massimo Di Nanni Gennaio, 2001 Espressioni logiche nelle Istruzioni di Test e di Iterazione Calcolo del massimo

Dettagli

Le strutture di controllo in C++

Le strutture di controllo in C++ Le strutture di controllo in C++ Docente: Ing. Edoardo Fusella Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Tecnologie dell Informazione Via Claudio 21, 4 piano laboratorio SECLAB Università degli Studi di Napoli

Dettagli

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2

Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 Fondamenti di Informatica T-1 Modulo 2 Obiettivi di questa lezione 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli Valutazione in cortocircuito In C, le espressioni booleane sono

Dettagli

Istruzioni Condizionali

Istruzioni Condizionali Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica 1 Dispensa 6 Istruzioni Condizionali Carla Limongelli Settembre 2006 http://www.dia.uniroma3.it/~java/fondinf1/ Istruzioni condizionali

Dettagli

Esercizio 1. Testo: Calcolare l area di un triangolo date in input le misure della base e della altezza. Programma sorgente:

Esercizio 1. Testo: Calcolare l area di un triangolo date in input le misure della base e della altezza. Programma sorgente: 1. Area del triangolo 2. Area e perimetro trapezio 3. Calcolo resto divisore 4. Calcolare il numero maggiore tra tre numeri 5. Salutare in lingue diverse 6. Numeri pari o dispari 7. Somma dei numeri da

Dettagli

Implementazione dell albero binario in linguaggio C++

Implementazione dell albero binario in linguaggio C++ Implementazione dell albero binario in linguaggio C++ Costruire il programma per gestire le operazioni su un albero binario. Ogni nodo dell albero contiene un codice e una descrizione; il programma deve

Dettagli

Questo teorema era già noto ai babilonesi, ma fu il matematico greco Pitagora, intorno al 500 a.c., a darne una descrizione precisa.

Questo teorema era già noto ai babilonesi, ma fu il matematico greco Pitagora, intorno al 500 a.c., a darne una descrizione precisa. IL TEOREMA DI PITAGORA Questo teorema era già noto ai babilonesi, ma fu il matematico greco Pitagora, intorno al 500 a.c., a darne una descrizione precisa. ENUNCIATO: la somma dei quadrati costruiti sui

Dettagli

Far apprendere i concetti della geometria. Sviluppare la capacità di osservazione e ragionamento attraverso l esperienza.

Far apprendere i concetti della geometria. Sviluppare la capacità di osservazione e ragionamento attraverso l esperienza. Progetto: Far apprendere i concetti della geometria. Sviluppare la capacità di osservazione e ragionamento attraverso l esperienza. Offrire all alunno con DSA l opportunità di acquisire un metodo di lavoro

Dettagli

Alcuni esercizi. 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli

Alcuni esercizi. 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli Alcuni esercizi 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli Esercizio 1 (valutazione in cortocircuito) int main() int a=5, b=5, c=5; if (a>0 (a=a+1) ) printf( %d, a); if (b>0

Dettagli

Appunti, esempi ed esercizi sui linguaggi C/C++

Appunti, esempi ed esercizi sui linguaggi C/C++ Appunti, esempi ed esercizi sui linguaggi C/C++ Dispense e materiale didattico su http://www.eclecticforce.com/ Ambiente di sviluppo Dev C++ http://www.bloodshed.net/devcpp.html // commento su una linea

Dettagli

Esercitazione 4. Comandi iterativi for, while, do-while

Esercitazione 4. Comandi iterativi for, while, do-while Esercitazione 4 Comandi iterativi for, while, do-while Comando for for (istr1; cond; istr2) istr3; Le istruzioni vengono eseguite nel seguente ordine: 1) esegui istr1 2) se cond è vera vai al passo 3 altrimenti

Dettagli

La struttura dati ad albero binario

La struttura dati ad albero binario La struttura dati ad albero binario L albero è una struttura dati nella quale le informazioni sono organizzate in modo gerarchico, dall alto verso il basso. Gli elementi di un albero si chiamano nodi,

Dettagli

Corso di Fondamenti di Informatica Classi di istruzioni 2

Corso di Fondamenti di Informatica Classi di istruzioni 2 Corso di Informatica Classi di istruzioni 2 Anno Accademico 2010/2011 Francesco Tortorella Strutture di controllo Caratteristica essenziale degli algoritmi è la possibilità di decidere le operazioni da

Dettagli

Breve Manuale di Riferimento sulla Sintassi Linguaggi C++ e FORTRAN

Breve Manuale di Riferimento sulla Sintassi Linguaggi C++ e FORTRAN Breve Manuale di Riferimento sulla Sintassi Linguaggi e versione aggiornata al 05/02/2004 Sommario Elementi di Base... 2 Dati, Tipi e Dichiarazioni... 2 Tipi di Dato di Base... 2 Tipi di Dato Strutturati...

Dettagli

Sequenze di controllo C:

Sequenze di controllo C: Sequenze di controllo C:! sequenza! if-else! while! do-while! for!break!switch 1 Sequenza Una sequenza di istruzioni è racchiusa sempre tra parentesi graffe. Per esempio: leggere e sommare due numeri scanf(a);

Dettagli

Introduzione alla programmazione Esercizi risolti

Introduzione alla programmazione Esercizi risolti Esercizi risolti 1 Esercizio Si determini se il diagramma di flusso rappresentato in Figura 1 è strutturato. A B C D F E Figura 1: Diagramma di flusso strutturato? Soluzione Per determinare se il diagramma

Dettagli

TRIANGOLI CLASSIFICAZIONE DEI TRIANGOLI RISPETTO AI LATI. Def: Si dice triangolo un poligono che ha 3 lati e 3 angoli.

TRIANGOLI CLASSIFICAZIONE DEI TRIANGOLI RISPETTO AI LATI. Def: Si dice triangolo un poligono che ha 3 lati e 3 angoli. TRIANGOLI Si dice triangolo un poligono che ha 3 lati e 3 angoli. Proprietà: in ogni triangolo la somma di due lati è sempre maggiore del terzo lato. CLASSIFICAZIONE DEI TRIANGOLI RISPETTO AI LATI SCALENO:

Dettagli

Introduzione alla programmazione in C(++)

Introduzione alla programmazione in C(++) Testi Testi Consigliati: Introduzione alla programmazione in C(++) A. Kelley & I. Pohl C didattica e programmazione A. Kelley & I. Pohl C didattica e programmazione B.W. Kernighan & D. D. M. M. Ritchie

Dettagli

Sequenze di controllo C:

Sequenze di controllo C: Sequenze di controllo C: sequenza if-else while do-while for 1 Sequenza Una sequenza di istruzioni è racchiusa sempre tra parentesi graffe. Per esempio: leggere e sommare due numeri scanf(a); scanf(b);

Dettagli

I triangoli. In questa dispensa presenteremo brevemente la definizione di triangolo e le proprietà principali.

I triangoli. In questa dispensa presenteremo brevemente la definizione di triangolo e le proprietà principali. I triangoli In questa dispensa presenteremo brevemente la definizione di triangolo e le proprietà principali. Dopo aver introdotto la definizione e le classificazioni rispetto ai lati e rispetto agli angoli,

Dettagli

Programmare in C. Esempio: Algoritmo del Risveglio

Programmare in C. Esempio: Algoritmo del Risveglio MASTER Information Technology Excellence Road (I.T.E.R.) Programmare in C (strutture di controllo) Maurizio Palesi Salvatore Serrano Master ITER Informatica di Base Maurizio Palesi, Salvatore Serrano 1

Dettagli

Informatica! Appunti dal laboratorio 1!

Informatica! Appunti dal laboratorio 1! Informatica Appunti dal laboratorio 1 Sistema Operativo Windows Vista, Windows 7, Mac OS X, Linux, Debian, Red Hat, etc etc Il sistema operativo è un programma che serve a gestire TUTTE le risorse presenti

Dettagli

Polinomio di secondo grado: Calcolo delle soluzioni di una equazione di secondo grado: import GraphicIO.*; public class Polinomio2 {

Polinomio di secondo grado: Calcolo delle soluzioni di una equazione di secondo grado: import GraphicIO.*; public class Polinomio2 { Polinomio di secondo grado: public class Polinomio2 GraphicConsole.println ("Inserisci i coefficienti interi del polinomio di secondo grado"); int a = GraphicConsole.readInt("a ="); int b = GraphicConsole.readInt("b

Dettagli

Esercizi sugli Algoritmi numerici

Esercizi sugli Algoritmi numerici Università di Udine, Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Informatica Applicata alla Didattica (Giorgio T. Bagni) Esercizi sugli Algoritmi numerici 1. Esercizio risolto. Descrivere, attraverso

Dettagli

Strutture di Controllo in Matlab

Strutture di Controllo in Matlab Strutture di Controllo in Matlab Informatica (ICA) AA 2015 / 2016 Giacomo Boracchi 16 Ottobre 2015 giacomo.boracchi@polimi.it Matlab: Costrutto Condizionale Istruzioni composta: if, switch Costrutto Condizionale:

Dettagli

Programmazione Strutturata. Programmazione Strutturata. Istruzione composta { } Istruzioni strutturate in C

Programmazione Strutturata. Programmazione Strutturata. Istruzione composta { } Istruzioni strutturate in C Programmazione strutturata (Dijkstra, 1969) La programmazione strutturata nasce come proposta per regolamentare e standardizzare le metodologie di programmazione. Obiettivo: rendere piu facile la lettura

Dettagli

PROGRAMMA DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE 2015/2016 Classe 2ª Sez. C Tecnologico

PROGRAMMA DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE 2015/2016 Classe 2ª Sez. C Tecnologico ISTITUTO TECNICO STATALE MARCHI FORTI Viale Guglielmo Marconi n 16-51017 PESCIA (PT) - ITALIA PROGRAMMA DI SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE 2015/2016 Classe 2ª Sez. C Tecnologico Docente PARROTTA GIOVANNI

Dettagli

sum = 0; positivenumbers = 0; /* Passo 1 */ printf("introduci i numeri (0 per finire): "); scanf("%d", &number);

sum = 0; positivenumbers = 0; /* Passo 1 */ printf(introduci i numeri (0 per finire): ); scanf(%d, &number); / Questo programma legge numeri interi, positivi e negativi, finche' l'utente non digita il valore 0 (valore di terminazione). Quando l'utente ha finito di immettere gli interi, il programma stampa la

Dettagli

Prova Scritta del 19/07/10

Prova Scritta del 19/07/10 Avvertenze Usare ESCLUSIVAMENTE penne ad inchiostro nero o blu (NO MATITE). Consegnare solo fogli formato A4 scritti da un solo lato. In testa a ciascun foglio scrivere: cognome, nome, numero progressivo

Dettagli

Proprietà di un triangolo

Proprietà di un triangolo Poligono con tre lati e tre angoli. Proprietà di un triangolo In un triangolo : I lati e i vertici sono consecutivi fra loro; La somma degli angoli interni è 180 ; La somma degli angoli esterni è 360 Ciascun

Dettagli

Esercitazione 3. Corso di Fondamenti di Informatica

Esercitazione 3. Corso di Fondamenti di Informatica Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Esercitazione 3 Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti

Dettagli

Dall analisi alla codifica (2)

Dall analisi alla codifica (2) Corso di Laurea Ingegneria Civile Fondamenti di Informatica Dispensa 10 Dall analisi alla codifica (2) Aprile 2010 Dall analisi alla codifica (2) 1 Contenuti Problemi di ingresso e uscita (esempi ed esercizi)

Dettagli

3 Costrutti while, for e switch

3 Costrutti while, for e switch Questa dispensa propone esercizi sulla scrittura di algoritmi, in linguaggio C, utili alla comprensione dei costrutti while, for e switch. I costrutti per costruire cicli in C sono il while, la variante

Dettagli

Costrutti condizionali e iterativi

Costrutti condizionali e iterativi Costrutti condizionali e iterativi Introduction to Fortran 90 Paolo Ramieri, CINECA Aprile 2014 Strutture di controllo Le strutture di controllo permettono di alterare la sequenza di esecuzione delle istruzioni

Dettagli

Esercizi di programmazione in linguaggio C - Costrutto iterazione

Esercizi di programmazione in linguaggio C - Costrutto iterazione Esercizi di programmazione in linguaggio C - Costrutto iterazione prof. Roberto uligni 1. [potenze1] Scrivere un programma che visualizzi il valore di tutte le prime n potenze di 2 con n richiesto all'utente

Dettagli

Laboratorio Progettazione Web Il linguaggio PHP Le Istruzioni. Andrea Marchetti IIT-CNR AA 2014/2015

Laboratorio Progettazione Web Il linguaggio PHP Le Istruzioni. Andrea Marchetti IIT-CNR AA 2014/2015 Laboratorio Progettazione Web Il linguaggio PHP Le Istruzioni Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.it AA 2014/2015 Ambiente di test Cercare PHP online per avere un interprete PHP Assegnamento

Dettagli

Informatica/ Ing. Meccanica/ Edile/ Prof. Verdicchio/ 17/01/2014/ Foglio delle domande / VERSIONE 1

Informatica/ Ing. Meccanica/ Edile/ Prof. Verdicchio/ 17/01/2014/ Foglio delle domande / VERSIONE 1 Informatica/ Ing. Meccanica/ Edile/ Prof. Verdicchio/ 17/01/2014/ Foglio delle domande/ VERSIONE 1 1) L approccio con cui si studia un sistema focalizzandosi solo sul rapporto tra input e output si chiama

Dettagli

Linguaggio C++ 8. Matrici

Linguaggio C++ 8. Matrici 2009-2010 Ingegneria Aerospaziale Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (E-Z) Linguaggio C++ 8 Matrici Linguaggio C++ 8 1 Array a più dimensioni. Sintassi generale : tipo nome [dimensione 1][dimensione

Dettagli

LEZIONE 3: SELEZIONE

LEZIONE 3: SELEZIONE LEZIONE 3: SELEZIONE CON TIPI NUMERICI Esercizio 1 Scrivere un'applicazione che richieda l'immissione di un numero intero e comunichi all'utente se il numero e' pari o dispari. Nota. Utilizzare l'operatore

Dettagli

a) S/ 4; b) S/ 8; c) S/12; d) S/16; e) Nessuna delle precedenti. 2. Due triangoli sono congruenti se hanno congruenti:

a) S/ 4; b) S/ 8; c) S/12; d) S/16; e) Nessuna delle precedenti. 2. Due triangoli sono congruenti se hanno congruenti: 1. Sia ABC un triangolo equilatero di area S. Siano L, M, N, i punti medi dei lati AB, BC, CA, e E, F, D, i punti medi dei lati LM, MN, NL.. L area del triangolo DEF è uguale a: a) S/ 4; b) S/ 8; c) S/12;

Dettagli

Prova di Laboratorio del [ Corso A-B di Programmazione (A.A. 2004/05) Esempio: Media Modalità di consegna:

Prova di Laboratorio del [ Corso A-B di Programmazione (A.A. 2004/05) Esempio: Media Modalità di consegna: Prova di Laboratorio del 12.1.2005 [durata 90 min.] Corso A-B di Programmazione (A.A. 2004/05) 1. Leggere da tastiera un insieme di numeri interi ed inserirli in un vettore A 2. Calcolare tramite una funzione

Dettagli

Corso di Fondamenti di Informatica. Dispensa 3: Espressioni artimetico-logiche e costrutti di decisione. Prof. Domenico Rosaci

Corso di Fondamenti di Informatica. Dispensa 3: Espressioni artimetico-logiche e costrutti di decisione. Prof. Domenico Rosaci Corso di Fondamenti di Informatica Dispensa 3: Espressioni artimetico-logiche e costrutti di decisione Prof. Domenico Rosaci 2014-15 Esercizio 1: Scrivere un programma che chieda all'utente di inserire

Dettagli

Esercizio: dispari-pari

Esercizio: dispari-pari Esercizio: dispari-pari Dato un numero, verificare se è pari o dispari e stampare il relativo messaggio N := N - 2 write "pari" read N N > 1 N = 0 write "dispari" read N while (N > 1) N := N 2 while if

Dettagli

Valori Alfanumerici. Informatica di Base -- R.Gaeta 1

Valori Alfanumerici. Informatica di Base -- R.Gaeta 1 Valori Alfanumerici Finora abbiamo utilizzato solo valori numerici; Se vogliamo usare valori alfanumerici (caratteri e numeri), usiamo le stringhe; In Logo le stringhe si delimitano con le parentesi quadre;

Dettagli

PROGETTAZIONE TOP-DOWN E BOTTOM-UP

PROGETTAZIONE TOP-DOWN E BOTTOM-UP PROGETTAZIONE TOP-DOWN E BOTTOM-UP Top-down e bottom-up sono strategie di elaborazione dell'informazione e di gestione delle conoscenze, riguardanti principalmente il software e, per estensione, altre

Dettagli

Fondamenti di Informatica Esercizi settimanali n. 3 01/10/2009 SOLUZIONI PROPOSTE

Fondamenti di Informatica Esercizi settimanali n. 3 01/10/2009 SOLUZIONI PROPOSTE Politecnico di Torino Corso di Laurea in ing. Logistica e della Produzione e ing. dell Organizzazione d Impresa Esercizio 3.1: File di testo Fondamenti di Informatica Esercizi settimanali n. 3 01/10/2009

Dettagli

COMANDI ITERATIVI. Ivan Lanese

COMANDI ITERATIVI. Ivan Lanese COMANDI ITERATIVI Ivan Lanese Argomenti Comando while Comando do while Comando for Comando while: reminder while (condizione) comando; Semantica: la condizione viene testata: se è vera, viene eseguito

Dettagli

Laboratorio di Programmazione Lezione 2. Cristian Del Fabbro

Laboratorio di Programmazione Lezione 2. Cristian Del Fabbro Laboratorio di Programmazione Lezione 2 Cristian Del Fabbro Prossima lezione GIOVEDÌ 29 OTTOBRE 14:00 Input da tastiera package input; import java.io.*; public class Input { public static void main(string[]

Dettagli

POLIGONI: PROPRIETÀ E FORMULE PER IL CALCOLO DI PERIMETRO E AREA. Poligono formato da 3 angoli e 3 lati. Nessuna diagonale.

POLIGONI: PROPRIETÀ E FORMULE PER IL CALCOLO DI PERIMETRO E AREA. Poligono formato da 3 angoli e 3 lati. Nessuna diagonale. POLIGONI: PROPRIETÀ E FORMULE PER IL CALCOLO DI PERIMETRO E AREA NOME E FIGURA PROPRIETÀ FORMULE TRIANGOLO Poligono formato da 3 angoli e 3 lati. Nessuna diagonale. P=somma delle misure dei 3lati SCALENO

Dettagli

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica Laboratorio di Informatica Ingegneria Meccanica Lezione 3, 8 ottobre 2007 versione 9 ottobre 2007 Renato Menicocci Interi in complemento a 2 (I) Con N bit

Dettagli

2) FILE BINARI: è una sequenza di byte avente una corrispondenza uno a uno con la sequenza ricevuta dal dispositivo esterno.

2) FILE BINARI: è una sequenza di byte avente una corrispondenza uno a uno con la sequenza ricevuta dal dispositivo esterno. Tipo File Per memorizzare un dato su un supporto magnetico come un hard disk o un nastro, o più in generale su un'unità di memoria di massa viene utilizzata un tipo di dato chiamato file. Un file può essere

Dettagli

Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media.

Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media. Esercizio 1 Realizzare un programma che legga da input tre numeri interi e stampi a video la loro somma e la media. #include Esercizio 1 - Soluzione int main() int num1, num2, num3, somma; float

Dettagli

Verifica di MATEMATICA Nr

Verifica di MATEMATICA Nr Verifica di MATEMATICA Nr. 5 18.12.2015 Fila A 1) L insieme die numeri razionali. a) Calcola il valore delle seguenti espressioni, svolgendo tutti i passaggi, ed esprimerlo mediante frazione ridotta ai

Dettagli

Corso di Geometria BIAR, BSIR Esercizi 2: soluzioni

Corso di Geometria BIAR, BSIR Esercizi 2: soluzioni Corso di Geometria 2- BIAR, BSIR Esercizi 2: soluzioni Esercizio Calcolare il determinante della matrice 2 3 : 3 2 a) con lo sviluppo lungo la prima riga, b) con lo sviluppo lungo la terza colonna, c)

Dettagli

HOMEWORKS. in modo che il programma stampi N ripetizioni della stringa HelloWorld (su righe diverse), con N inserito dall utente.

HOMEWORKS. in modo che il programma stampi N ripetizioni della stringa HelloWorld (su righe diverse), con N inserito dall utente. HOMEWORKS Questi esercizi saranno proposti di tanto in tanto e forniti sempre SENZA soluzioni. Come materiale complementare ai libri di testo e alle lezioni frontali e di esercitazione, si consiglia di

Dettagli

a.a Codice corso: 21012, HOMEWORKS

a.a Codice corso: 21012, HOMEWORKS HOMEWORKS Questi esercizi saranno proposti ogni 2 settimane e forniti sempre SENZA soluzioni. Come materiale complementare ai libri di testo e alle lezioni frontali e di esercitazione, si consiglia di

Dettagli

SISTEMI DI RIFERIMENTO SU UNA RETTA E SU UN PIANO

SISTEMI DI RIFERIMENTO SU UNA RETTA E SU UN PIANO DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE PRECORSO DI MATEMATICA ANNO ACCADEMICO 013-014 ESERCIZI RELATIVI A SISTEMI DI RIFERIMENTO SU UNA RETTA E SU UN PIANO Esercizio 1: Fissato su una retta un sistema di riferimento

Dettagli

Fondamenti di Programmazione

Fondamenti di Programmazione Fondamenti di Programmazione Ingegneria dell Automazione Industriale Ingegneria Elettronica e delle Comunicazioni Alessandro Saetti Marco Sechi e Andrea Bonisoli (email: {alessandro.saetti,marco.sechi,andrea.bonisoli@unibs.it)

Dettagli

Programmazione a blocchi. Algobuild Prof. Sergio Roselli

Programmazione a blocchi. Algobuild Prof. Sergio Roselli Programmazione a blocchi Algobuild Prof. Sergio Roselli Blocchi base Inizio programma I Fine programma F Input IN A Output Esecuzione OUT A A = 5 + 1 L interprete Algobuild Algobuildpermette di trascrivere

Dettagli

Alcuni esercizi. 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli

Alcuni esercizi. 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli Alcuni esercizi 1. Valutazione in cortocircuito 2. If e if innestati 3. Switch 4. Cicli Stampa di voti Esempio 1 (switch) Realizzare un programma che legge da input un voto (carattere tra A ed E ) e ne

Dettagli

La scrittura di un programma Modellizzazione del programma Scrittura del codice Esercizi. Sperimentazioni I. Alberto Garfagnini, Marco Mazzocco

La scrittura di un programma Modellizzazione del programma Scrittura del codice Esercizi. Sperimentazioni I. Alberto Garfagnini, Marco Mazzocco Sperimentazioni I Alberto Garfagnini, Marco Mazzocco Università degli studi di Padova 10 Novembre 2011 La scrittura di un programma Modellizzazione programma Flowcharts Pseudocode Scrittura del codice

Dettagli

Fondamenti di Informatica T. Linguaggio C: Istruzioni Strutturate

Fondamenti di Informatica T. Linguaggio C: Istruzioni Strutturate Linguaggio C: Istruzioni Strutturate Programmazione strutturata (Dijkstra, 1969) La programmazione strutturata nasce come proposta per regolamentare e standardizzare le metodologie di programmazione. Obiettivo:

Dettagli

Esercitazione 2. Corso di Fondamenti di Informatica

Esercitazione 2. Corso di Fondamenti di Informatica Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Esercitazione 2 Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti

Dettagli

Ricerca binaria (o dicotomica) di un elemento in un vettore

Ricerca binaria (o dicotomica) di un elemento in un vettore Ricerca binaria (o dicotomica) di un elemento in un La ricerca binaria o dicotomica è utilizzata per ricercare i dati in un ORDNATO. L algoritmo di ricerca binaria, dopo ogni confronto, scarta metà degli

Dettagli

Elementi di Programmazione in C++

Elementi di Programmazione in C++ Chapter 1 Elementi di Programmazione in C++ 1.1 C++: Elementi di Base cat example05.design Comportamento: Il programma dovrebbe invitare l utente a immettere il raggio di un cerchio

Dettagli

Laboratorio Progettazione Web Il linguaggio PHP Le Istruzioni. Andrea Marchetti IIT-CNR AA 2015/2016

Laboratorio Progettazione Web Il linguaggio PHP Le Istruzioni. Andrea Marchetti IIT-CNR AA 2015/2016 Laboratorio Progettazione Web Il linguaggio PHP Le Istruzioni Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.it AA 2015/2016 Ambiente di test PHP online per avere un interprete PHP Php Online PHP Tester

Dettagli

Unità 3 Istruzioni condizionali

Unità 3 Istruzioni condizionali Corso di Fondamenti di Informatica Ingegneria delle Comunicazioni BCOR Ingegneria Elettronica BELR Introduzione al C Unità 3 Istruzioni condizionali D. Bloisi, S. Peluso, A. Pennisi, S. Salza Sommario

Dettagli

Compitino di Laboratorio di Informatica CdL in Matematica 13/11/2007 Teoria Compito A

Compitino di Laboratorio di Informatica CdL in Matematica 13/11/2007 Teoria Compito A Matematica 13/11/2007 Teoria Compito A Domanda 1 Descrivere, eventualmente utilizzando uno schema, gli elementi funzionali di una CPU. Domanda 2 Java è un linguaggio compilato o interpretato? Motivare

Dettagli

Problemi, algoritmi e oggetti

Problemi, algoritmi e oggetti Fondamenti di informatica Oggetti e Java Luca Cabibbo Capitolo 5 Marzo 2007 1 Fondamenti di informatica: Oggetti e Jav Contenuti... Problemi e algoritmi comprensione del problema identificazione di un

Dettagli

La scrittura di un programma Modellizzazione del programma Scrittura del codice Esercizi. Sperimentazioni I. Alberto Garfagnini, Marco Mazzocco

La scrittura di un programma Modellizzazione del programma Scrittura del codice Esercizi. Sperimentazioni I. Alberto Garfagnini, Marco Mazzocco Sperimentazioni I Alberto Garfagnini, Marco Mazzocco Università degli studi di Padova 30 Ottobre 2013 La scrittura di un programma Modellizzazione programma Flowcharts Pseudocode Scrittura del codice Esercizi

Dettagli

03.x1. esercizi Sui cicli. 03-X1_Esercizi_[02] Versione del: giovedì 14 novembre Andrea Zoccheddu CORSO INFORMATICA ITI ANGIOY SASSARI

03.x1. esercizi Sui cicli. 03-X1_Esercizi_[02] Versione del: giovedì 14 novembre Andrea Zoccheddu CORSO INFORMATICA ITI ANGIOY SASSARI Versione del: giovedì 14 novembre 2013 03.x1 esercizi Sui cicli Andrea Zoccheddu CORSO INFORMATICA ITI ANGIOY SASSARI Sintesi Questa dispensa è una collezione di esercizi proposti agli studenti che studiano

Dettagli

AREA RETTANGOLO LIRE IN EURO

AREA RETTANGOLO LIRE IN EURO AREA RETTANGOLO Private Sub Area() Dim h As Integer h = InputBox("altezza") b = InputBox("base") A = b * h MsgBox( L area del Rettangolo è : & A) LIRE IN EURO Dim lire As Double Dim euro As Double lire

Dettagli