Zuccherificio, Romano: quella delibera da annullare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Zuccherificio, Romano: quella delibera da annullare"

Transcript

1 in vendita obbligatoria OGGI Nuovo Molise + il Giornale OGGI Nuovo Molise Edizione della regione e del Frentano San Davide Campobasso: Via San Giovanni 15/b - Tel Fax Isernia: P.zza della Repubblica, 29 - Tel Fax Anno 14 - N ,00 Pubblicità: N.C.P. srl Via San Giovanni 15/b Campobasso Tel Fax Termoli: C.so Nazionale, 10 - Tel Fax Martedì 29 dicembre 2009 All Interno VENAFRO Ristorante in fiamme: esclusa la natura dolosa CAMPOBASSO Il mago Bruno resta in carcere Ma è depresso A pagina 14 ISERNIA Alla guida, ma era drogato Investe una donna A pagina 12 MONTECILFONE Un malore e si schianta con l auto A pagina 6 A pagina 18 Regione, maggioranza divisa E sul Bilancio è bagarre cata ieri mattina dal presidente Molinaro, non si è tenuta. I commissari di maggioranza e di opposizione hanno abbandonato i lavori in aperto contrasto con il modo di procedere dettato dall Esecutivo regionale. E ieri mattina, nel corso del Consiglio regionale, le prove di forza di Mario Pietracupa (Adc). Alle pagine 2 e 3 Ieri in aula Mauro e Romagnuolo, sul fronte deleghe tutto tace... ATTUALITA Bloccati a Il Cairo i pacifisti che vogliono raggiungere Gaza: c è la nostra Francesca A pagina 3 IL FATTO - La richiesta ufficiale già inoltrata al presidente Iorio: ecco perché Zuccherificio, Romano: quella delibera da annullare Per la scelta del partner privato (Remo Perna) ci voleva un bando PROVINCIA Palazzo Magno licenzia il Bilancio in tempi record Via libera dal Consiglio provinciale al Bilancio di previsione e pluriennale Tredici i voti favorevoli, dieci i contrari. E tra questi ultimi spiccano quelli di Macchiarola e Neri (Pd) che sostengono: troppo poco tempo per discuterne. A pagina 4 A pagina 3 ATTUALITA Intimidazioni e minacce, ancora attestati di solidarietà al pm Papa e a Nuovo Molise A pagina 6 In aula, ieri mattina, quel suo passaggio sullo Zuccherificio aveva incuriosito la platea. E così si è scoperto che Massimo Romano ha inoltrato richiesta ufficiale di annullare la delibera della Giunta con la quale la Regione ha scelto di non esercitare il diritto di prelazione sulle quote della famiglia Tesi. E così, senza alcun bando di evidenza pubblica, quelle quote sono state venduta alla G&B Investment.

2 2 ATTUALITA NUOVO oggi MOLISE I LAVORI DELL AULA Piano per la Cultura 2008, a Palazzo con molto ritardo Scintille e botti Seduta pirotecnica E il giorno di Romagnuolo e Mauro Pietracupa (Adc): basta con gli atti di fiducia, promuovere non significa sanare Fuochi pirotecnici nell aula di Palazzo Moffa. No, questa volta l estro creativo del presidente del Consiglio regionale, Michele Picciano, c entra poco. Questa volta a sparare i botti di fine anno sono alcuni consiglieri regionali. Qualcuno di maggioranza, tutti quelli di minoranza. VOLTI NUOVI E POLEMI- CHE - Ore circa: i lavori possono cominciare dopo il tradizionale aggiornamento. Entrano in aula Nico Romagnuolo e Raffaele Mauro, i due volti nuovi (si fa per dire) della politica molisana. Subentrano alle new entry, gli assessori regionali Salvatore Muccilli e Filoteo Di Sandro assenti dall aula come il resto del governo regionale. Tutti impegnati con il presidentissimo per definire la questione deleghe. Baci, abbracci, strette di mano e calorosi benvenuto, con qualche punta di polemica come quella innestata dal consigliere regionale Luigi Terzano che è stato protagonista di un mini show natalizio con tanto di colonna sonora. Quella della suoneria del telefonino, l arcinota Profondo rosso che ormai fa sorridere tutti al primo squillo. Il presidente Picciano, novello fustigatore degli usi e costumi natalizi e non, comincia a rimproverare un po tutti. E ordina: la suoneria deve essere silenziosa, altrimento chiudo la seduta. Più sorridente e meno impacciato il consigliere Romagnuolo, già abituato al Palazzo. Meno desideroso di parlare Raffaele Mauro, che ad un certo punto si è accomodato tra il pubblico. A loro l augurio di Terzano. Che, quasi testualmente, ha detto: «formulo gli auguri ai due colleghi... vedo che Romagnuolo non c è...quindi conosce già bene i meccanismi dell aula... e a Mauro perché capisca presto e bene quale è il modo di lavorare qui...». Ma il Terzano polemico ha ancora parecchio da dire e da fare. LAVORI AL VIA - Si parte subito con quanto accaduto in mattinata, la causa scatenante dell aggiornamento dei lavori di Consiglio regionale. Riunione dei capigruppo tesa a regolare i lavori assembleari nel tentativo di non aggiornare la seduta al pomeriggio. Perché, con una convocazione ad horas che ha fatto infuriare tutti, il presidente della Prima Commissione Antonino Molinaro ha convocato i commissari per discutere del Bilancio. Due giorni prima dell approvazione. Documento sconosciuto a tutti ma questa non è una novità. CULTURA VECCHIA FA BUON BRODO? Arriva in aula, a tre giorni dalla fine del 2009, il piano di riparto dei fondi per la cultura, relativo al Se non fosse vero sembrerebbe una barzelletta... invece è così. E l aspetto evidente a tutti non è passato inosservato nemmeno alla maggioranza. E toccato al relatore in aula, il consigliere Vincenzo Bizzarro sottolineare con un certo imbarazzo il ritardo con il quale l atto di programmazione delle manifestazioni culturali della Regione Molise arrivi in aula. Bizzarro ha poi citato pedissequamente i passaggi del piano, quelli relativi alla programmazione (ormai già effettuata da mesi e mesi) e al riparto economico. Come si ricorderà, la dotazione finanziaria iniziale (quella poi votata in Consiglio essendo parte del Bilancio per il 2008) prevedeva uno stanziamento di 470mila euro ma, con un altro colpo magico alla Silvan, la metà dei fondi è stata destinata ad altro. E lo ha spiegato bene in aula il capogruppo del Partito democratico, Antonio D Alete. «La pur apprezzabile relazione di Bizzarro non ha fugato alcun dubbio rispetto al Piano e alle domande, già poste in Commissione, alle quali non sono state fornite risposte. Ma è il ritardo con il quale questo provvedimento - che dovrebbe essere prerogativa del Consiglio - è arrivato in aula. Senza dimenticare che a fronte dei 470mila euro impegnati dal Consiglio, a metà 2009 con delibera di Giunta la somma veniva dimezzata. E quindi 117mila e 500 sono stati i fondi per la associazioni di carattere regionale e locale e euro sono andati all assessore che li ha impegnati per gli accordi di programma stipulati con associazioni e enti. Quando abbiamo approvato il Bilancio quella era la somma, l assessore con un atto proprio ha disposto di scegliere eventi a grave danno delle associazioni che invece avevano già programmato cosa fare e con quali artisti farlo». L argomento non è nuovo, è una delle spine nel fianco di questa politica da granducato. L esautoramento quotidiano del Consiglio regionale, lì dove siedono tutti i rappresentanti eletti dai molisani. Lì dove siede la regione nella sua completezza. Massimo Romano, presidente di Costruire democrazia, annuncia il suo voto contrario e si associa a quanto esposto da Tonino D Alete (e che poi sarà ribadito, nel concetto, anche da Michele Petraroia, Michele Pangia e Mauro Natalini). La dignità del Consiglio, mormora il consigliere Romano davanti ai banchi desolatamente vuoti dell intero governo regionale. E si appella a chi predica bene in tema di ruolo dell assise quando si discute di temi alti come la stesura dello Statuto e poi improvvisamente tace quando ci sono esempi così lampanti di questo esautoramento. «Questo provvedimento riguarda argomento di competenza del Consiglio regionale, noi andiamo a codificare scelte compiute e vendute dai componenti del Governo regionale». Sì, Romano usa proprio il verbo vendere. «Il tema - continua il giovane consigliere - è quello del recupero della dignità del ruolo dei consiglieri ma anche delle leggi che qui servono per essere violate con comportamente illeggittimi, a volte illeciti. E l organizzazione della Festa della Regione è un altro esempio. Una festa deliberata in maniera unilaterale, alla quale l opposizione non ha partecipato e preannuncio che per il terzo anno consecutivo denunceremo alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica quanto fatto da Iorio, approvato da Iorio e al quale solo Iorio ha partecipato. Una manifestazione fatta da una sola parte politica». Ma i fuochi pirotecnici continuano. «Non sappiamo chi ha la delega alla Cultura ma sappiamo che fino ad oggi l assessore è stato latitante. Siamo al terzo rimpasto ma il presidente della Giunta regionale non si è degnato nemmeno di venire in aula per comunicare all assise il nuovo Esecutivo regionale. E sono sconcertato dalle dichiarazioni di chi dice: non importa quale delega, l importante è essere in Giunta. Certo, per i benefit che se ne traggono. Mica le competenze e le progettualità possono essere alla base della scelta degli uomini di governo...». Romano continua e parla dello Zuccherificio, del partner privato e dell assoluta latitanza dell assessore Cavaliere, della mancata delega all Energia, della Fondazione Molise Cultura. Rivendica dignità. PIETRACUPA INCALZA - Si alza in piedi, chiude la giacca di velluto blu a coste e con il solito tono di voce pacato e misurato Terzano (Udc): questa è carta straccia Ma poi ci ripensa e vota a favore getta la prima bomba. «Un provvedimento non attuale, come accade troppo spesso per questo Consiglio. Che è chiamato solo a ratificare. Annuncio la mia astensione. Gli atti di fiducia sono finiti - continua ancora l esponente di maggioranza -, la valutazione politica sui nuovi ingressi la farò quando ci sarà l interlocutore giusto, il presidente della Regione. Ma la posizione dell Adc è chiara da tempo ormai. Promuovere la cultura non significa sanare né sostenere le persone più leste oppure più brave a raccomandarsi. Non compierò più atti di fiducia, la convocazione del presidente della Prima Commissione Molinaro è offensiva. Non è possibile approvare un bilancio senza sapere qual è il suo contenunto. E arrivato il momento di svolgere il ruolo con dignità». LA PERLA DI PANGIA - «Oggi siamo arrivati al numero magico, 30 consiglieri più 8 assessori esterni più il presidente». TERZANO SHOW - Verve polemica per il consigliere dell Udc, Luigi Terzano, che passa al contrattacco ma, purtroppo, solo alla fine rivelerà che le sue armi sono spuntate. Annuncia di voler riflettere ancora sul voto da attribuire al Piano per la cultura del 2008, chiede di voler comprendere meglio il significato del titolo della legge in oggetto. Mentre arringa la folla, alla spicciolata entrano in aula gli assessori. Per primo Passarelli, poi la Fusco, Muccilli, Vitagliano, Marinelli, Di Sandro. Arriva pure il presidente Iorio. Un po di imbarazzo per le new entry, qualche ripensamento su dove sedersi, accanto a chi. Terzano ne approfitta. «Non so a chi rivolgermi visto che non sappiamo chi è l assessore alla Cultura ma ritengo di non voler ratificare più gli atti di Iorio. Dovevamo discutere di 470mila euro non della metà. Che fine ha fatto la parte restante della somma? Questo è un provvedimento che meriterebbe di essere respinto. Mi riservo di valutare se votarlo o meno». NATALINI GUARDA OL- TRE - L intervento in aula, con una fascia verde stretta al braccio. Per ricordare quanto sta accadendo in Iran, per rammentare la repressione messa in atto. Che vuol dire morte. PIETRACUPA NON MOLLA - Riprende la parola e ricorda a Iorio, guardandolo negli occhi, che «le nomine rientrano nelle facoltà del presidente ma voglio sottolineare la delegittimazione del Consiglio, lei è stato eletto con il contributo di quella maggioranza che oggi è allargata. Ribadisco la mia astensione, non condivido il sistema della ratifica e chiedo al presidente, alla luce della richiesta di verifica politica alla quale non c è stata risposta, quali sono le strategie del presidente oppure sono così segrete che nemmeno lei ne è a conoscenza?». IORIO FA L IMBONITORE - Naturalmente il presidente Iorio, con la dialettica che non gli difetta ma soprattutto grazie alla posizione di forza di cui gode, ha sottolineato la bontà del Piano, del dimezzamento dei fondi e dell attività messa in campo a sostegno della promozione culturale. L accordo di programma (un vero e proprio atto monocratico) diventa «una legge innovativa» e Molise Live ha consentito una produzione mai vista prima. «Un atto da approvare» ha detto all indirizzo di Terzano. Che, zitto zitto, vota a favore senza nemmeno alzare la mano. UNA TAVOLA IMBANDITA - Tutti insieme appassionatamente (la maggioranza sia chiaro): il pranzo in un noto ristorante della zona servirà a fare il punto della situazione. Ma mancano all appello Pietracupa, Incollingo e Pallante. L atmosfera di festa riuscirà a eliminare le frizioni interne? lusa

3 NUOVO oggi MOLISE ATTUALITA 3 UN ALTRA NOTIZIA CRIMINIS? Il consigliere regionale di «Costruire democrazia» ha inviato una richiesta formale «Zuccherificio, annullate gli atti» L esponente di Palazzo Moffa ha chiesto di disporre l immediata revoca della delibera di Giunta Perché la Regione non ha esercitato il diritto di prelazione? E poi perché spunta ancora l Ifim Spa? Romano (Cd): similitudini con il caso Termoli Jet IL FATTO Pacifisti bloccati a Il Cairo Fra loro anche Francesca Antinucci Francesca Antinucci è in un hotel de Il Cairo. Una giornata trascorsa su un autobus, perché i pacifisti italiani diretti al valico di Rafah per partecipare alla marcia per la libertà di Gaza sono stati bloccati dalla polizia egiziana. La giovane molisana partita l altro ieri assieme alla delegazione (lei fa parte di quella americana) è riuscita a parlare con i suoi cari ed ha chiamato anche Nuovo Molise. Stanca, provata e soprattutto in ansia per i compagni che con lei stanno tentando questa missione di pace ha detto che sta bene e che oggi sarà di nuovo nella sede egiziana dell Onu per chiedere ancora e con forza di poter raggiungere la Striscia di Gaza dove per il 31 dicembre è prevista la Gaza Freedom March. La marcia, come si ricorderà, è stata vietata dal governo egiziano che non ha alcuna intenzione di aprire il valico di Rafah per l accesso alla Striscia di Gaza. lusa Nell aula di Palazzo Moffa il suo intervento, che ha anche toccato la questione dello Zuccherificio (vedi a pagina 2, ndr) ha incuriosito i colleghi consiglieri e anche qualche giornalista. E ieri pomeriggio quelle parole, alla luce di quanto stava accadendo, si sono rivelate in maniera chiara e decisamente inquietante. Il consigliere regionale Massimo Romano ha ufficialmente chiesto alla Regione Molise di disporre l immediata revoca oppure l annullamento in autotutela della delibera di Giunta regionale numero 1126 del 27 novembre scorso. «Compravendita di azioni del socio privato della società Zuccherificio del Molise spa. Esercizio del diritto di prelazione». Con questo atto di Giunta, la Regione ha deliberato di non esercitare il diritto di prelazione sulle azioni di proprietà della famiglia Tesi che da oltre 40 anni rappresenta l azienda molisana che produce zucchero. Perché mai, si è chiesto il consigliere Romano a fronte anche del fatto che la Regione Molise detiene, in proprio oppure attraverso l Arsiam, il 59,11% del capitale sociale dello Zuccherificio? L Esecutivo di Michele Iorio, secondo il consigliere Romano, alla decisione manifestata dalla famiglia Tesi di trasferire la quota azionaria (circa il 37,7% del capitale sociale), RIMPASTO&BILANCIO In Prima Commissione. E sul fronte deleghe tutto tace Maggioranza battuta dai suoi In Prima Commissione, alle 17, c erano tutti i commissari convocati ad horas dal presidente Molinaro. Una convocazione che ha fatto andare su tutte le furie i rappresentanti di maggioranza e di minoranza. E per questo la Commissione non ha avuto luogo perché Chierchia, Incollingo, Romano, Leva e PIetracupa hanno abbandonato i lavori in aperto dissenso con la strada che il Governo regionale intende seguire per arrivare all approvazione del Bilancio. Si sarebbero registrati anche momenti di tensione tra i commissari e l assessore Vitagliano messo sotto scacco persino dalla sua maggioranza. Proprio il capogruppo del Pdl, Toni Incollingo, avrebbe sottolineato come la convocazione non sia valida sotto il profilo della legittimità. Sul fronte delle deleghe da assegnare agli uomini del suo Esecutivo, invece, il presidente Michele Iorio nel corso di un incontro tenutosi con gli assessori avrebbe preso ancora qualche giorno di tempo. Qualche frizione con gli assessori storici a fronte della possibilità che qualche delega pesante passerà in altre mani? Insomma, per Iorio i grattacapi non finiscono. non ha esercitato il diritto di prelazione ma ha preso atto dell intenzione di trasferire le stesse azioni ordinarie alla «G&B Investment spa». «Ma allora l affaire Termoli Jet non ha insegnato nulla? - si chiede, retoricamente, Massimo Romano - La situazione dello Zuccherificio ha evidenti analogie con il caso del catamarano e della costituzione della società mista pubblico-privato che adesso è al centro delle indagini della Procura della Repubblica. Le vigenti normative nazionali e comunitarie in materia di contratti pubblici di società pubbliche e di diritto della concorrenza impongono alle pubbliche amministrazioni l obbligo di procedere allo svolgimento di procedure con evidenza pubblica per la individuazione di partner industriali privati nello svolgimento di attività economiche. Peraltro, nel caso di specie, non riconducibili in alcun modo ai fini istituzionali dell ente e dunque probabilmente vietate, anche al fine di verificare la sussistenza dei requisiti industriali, finanziari nonché di moralità professionale del contraente privato». La questione è arcinota: il nuovo socio della Regione Molise è l imprenditore isernino Remo Perna, che nel suo recente passato imprenditoriale annovera due fallimenti milionari. Romano diffida la Regione Molise a disporre l immediata revoca o l annullamento in autotutela della delibera «anche per scongiurare il rischio per la Regione di incorrere in onerosi e controproducenti annullamenti in sede giurisdizionale dei provvedimenti adottati eventualmente in violazione di legge». Romano sottolinea anche la necessità di non autorizzare il CdA a deliberare il trasferimento delle azioni al nuovo acquirente e di procedere all indizione di una gara pubblica per la scelta del partner industriaale privato. Ma forse tutta la verità su questa partita che Iorio ha giocato sullo Zuccherificio non è stata ancora detta. «Chiedo di sapere dei rapporti societari, contrattuali e patrimoniali tra la società G&B Investment e la Ifim Spa posto che, nel contratto preliminare allegato alla delibera di Giunta, è indicato l indirizzo della Ifim Spa a cui trasmettere comunicazioni rispetto allo stesso contratto. E chiedo anche di sapere l ammontare complessivo dei trasferimenti finanziari pubblici della Regione in favore della società Zuccherificio». La Ifim, come si ricorderà, è una società che gestisce importanti servizi finanziari tra cui l assunzione di partecipazioni, concessione di finanziamenti, prestazione di servizi di pagamento, gestione di immobili a uso funzionale e intermediazione in cambi. Tra i suoi soci, oltre a piccole partecipazioni di privati, c è la FinMolise spa (la Finanziaria regionale che ha il 35%) e la Soim S.A. di Lussemburgo, con il 62,32%. Una società anonima, figura giuridica del diritto lussemburghese che consente di schermare i soci reali per mantenerli nel più stretto anonimato. «Perché la Regione Molise - si chiede Romano - affida le sorti delle politiche regionali del credito ad una società anonima con sede nel Lussemburgo? E stata scelta con bando pubblico, quali garanzie offre, chi c è dietro e chi sono i suoi soci noi ancora non lo sappiamo». Ed oggi si scopre che nell affaire Zuccherificio c è sempre la Ifim Spa. Troppe domande senza risposta. E una sola certezza: anche questa volta Iorio&Co faranno finta di nulla. E, anche questa volta, toccherà alla Magistratura togliere il coperchio... wanda bergamin

4 DALLA PROVINCIA D Ascanio: già dal mese di gennaio potremo utilizzare le ingenti risorse disponibili Bilancio, approvazione lampo Il documento contabile passa con tredici voti favorevoli Macchiarola e Neri votano contro: poco tempo per discuterne VIA libera, del Consiglio provinciale, riunito ieri, al Bilancio di previsione 2010 e pluriennale Tredici i voti favorevoli, dieci i contrari, tra cui quelli dei consiglieri del Pd Macchiarola e Neri. Nel suo intevento in aula Annmaria Macchiarola ha criticato le modalità con le quali il documento contabile è stato portato all attenzione dell aula: «Avremmo preferito aprire un dibattito, un confronto su un tema così importante - ha dichiarato - La data del Consiglio è stata fissata senza consultazioni. Qui stiamo parlando di un problema politico. Nessuno può avere il monopolio degli interessi dei cittadini. Si poteva fare sicuramente uno sforzo maggiore». Critiche, quelle mosse dall esponente del Pd, uguali a quelle sollevate dal consigliere del PdL, Crema, che non ha risparmiato attacchi alla maggioranza, definendo blindato il documento contabile approdato in aula. «Non abbiamo avuto il tempo materiale per esaminare l intera documentazione e per sentire gli assessori competenti. Questo significa non accettare la nostra collaborazione. E un modo di fare che non ha alcun senso», ha denunciato l esponente di opposizione. Che poi, spulciando tra i capitoli di Bilancio, ha posto l attenzione su quella relativa al personale. «Ci sono stati aumenti contrattuali, pari a 168mila euro per i 275 dipendenti della Provincia - ha segnalato Crema - ed incrementi per i dieci dirigenti dell ente pari a 473mila euro». Condivisibili gli interventi decisi sull edilizia scolastica e sulla viabilità, ma, a giudizio del consigliere del PdL non è altrettanto condivisibile il metodo seguito dalla maggioranza. La replica del presidente della Provincia, D Ascanio, non si è fatta attendere. «Ho assistito ad un dibattito surreale - ha esordito - Surreale perché, di fronte ad una situazione di gravissima crisi economica che investe il territorio provinciale, si va a polemizzare sulla data di convocazione del Consiglio. Volutamente abbiamo portato il Bilancio in aula prima della fine dell anno perché già dal prossimo gennaio, avremo a disposizione le risorse, compresi i 24 milioni di euro dell accordo di programma per la viabilità. Questa è la pura e semplice verità», ha chiosato D Ascanio. anna di matteo La presa di posizione Natalini critico Non condivide l iniziativa NON si sono fatte attendere le reazioni politiche sul voto contrario dei due consiglieri del Pd al Bilancio. Sulla vicenda interviene il coordinatore regionale di Sinistra e Libertà, Mauro Natalini. «La Provincia ha approvato il bilancio di previsione La cosa che desta una certa curiosità non è il fatto, positivo in sé, che sia avvenuto entro il termine di scadenza naturale del 31 dicembre, né tanto meno che nessuno dei 13 consiglieri della maggioranza trasversale sia stato colto da raffreddore facendo venir meno quel voto in più su cui si regge l Ente di Via Roma - dice - Ciò che suscita perplessità è la posizione del Pd all interno del Consiglio, dove tre consiglieri votano contro e uno a favore (in realtà i no sono stati due, Di Stasi ha votato a favore, assente Gravina, ndr). Inoltre, il PD è presente nell esecutivo, con l assessore Gigino D Angelo che, quindi, si Mauro Natalini appresta a gestire un bilancio che ha ricevuto tre voti contrari su quattro dal suo partito di appartenenza. O da quelle parti il tempo si è fermato all epoca dei DS e Margherita (ed anche in questo caso vi sarebbero divisioni nei sottogruppi) oppure il PD ha rieletto sì nuovi organismi, ma per fare vecchie politiche». L ex Idv chiarisce il suo ruolo all interno della coalizione Di Narzo precisa: sto nella maggioranza SCINTILLE in aula, tra i banchi della maggioranza, ieri, in occasione della riunione del Consiglio. Il consigliere Di Narzo, ex Idv, confluito nel Gruppo misto, ha voluto precisare la propria posizione politica, in relazione anche a quanto è accaduto al Comune di Termoli. «Sono confluito nel Gruppo misto, ma resta ferma la mia permanenza all interno del centrosinistra - ha dichiarato - Continuerò ad appoggiare la coalizione e questa maggioranza, per una questione di lealtà nei confronti di chi mi ha votato». Un intervento rivolto ai due consiglieri del Pd, Macchiarola e Neri, apertamente critici nei confronti dell esecutivo. «Abbiamo il dovere di andare avanti - ha aggiunto Di Narzo - evitando che anche qui si verifichi quello che è accaduto al Comune di Termoli. Cerchiamo di ritrovare l unità. Mi auguro si possa proseguire insieme, in caso contrario prenderò atto della situazione», ha concluso il consigliere. amdm I provvedimenti adottati dalla Giunta La priorità va al sociale NELL ambito dell iniziativa nazionale di sostegno alle popolazioni terremotate dell Aquila portata avanti dall UPI, l Unione delle Province d Italia, la Giunta provinciale ha scelto di contribuire alla realizzazione di un volume sulle "Testimonianze morti del terremoto". L intervento, deciso di concerto con l Ufficio unico per la ricostruzione costituito presso la Provincia de L Aquila, è ritenuto importante e necessario per la ripresa sociale e culturale di quella parte d Abruzzo così gravemente colpita anche sotto il profilo del costo umano provocato dal sisma. La pubblicazione, che avrà un alta tiratura e costerà circa 40mila euro, sarà sostenuta anche con circa 3mila euro, frutto di un libero contributo degli assessori provinciali di Campobasso. La Giunta ha inoltre approvato alcune iniziative di promozione sociale, tra le quali una, denominata "Azienda solidale", proposta dal "Centro di Solidarietà e Carità Basso Molise" di Termoli, volta a rispondere al bisogno di molte famiglie che spesso si trovano in difficoltà anche per l acquisto di cibo. Il contributo concesso dalla Provincia per tale iniziativa è di 30mila euro. Sono state inoltre approvati i progetti proposti dall Associazione culturale "Toma Toma" di Montefalcone nel Sannio per la migliore integrazione delle persone della terza età e dei diversamente abili anche attraverso programmi per il loro tempo libero (10mila euro); dei "Donatori di Sangue Fratres" di Mirabello Sannitico, per la realizzazione di corsi teatrali e di informazione per i ragazzi delle scuole primarie di primo e secondo grado sulla donazione di sangue e degli organi ( euro); dell Associazione "Solidarietà senza confini" di Campobasso, per un azione di integrazione in favore dei bambini curdi ed extracomunitari presenti sul territorio provinciale attraverso la pubblicazione e la divulgazione di un libro intitolato "I racconti di Kawa". La Giunta, su invito dell Associazione della Stampa del Molise, ha anche deciso di partecipare attivamente all organizzazione di un importante evento culturale che si svolgerà prossimamente a Torino, presso la sede del quotidiano "La Stampa", e che sarà imperniato sulla presentazione del volume "Gaetano Scardocchia, la vita e gli scritti di un grande reporter" curato da Giuseppe Tabasso. In tema di iniziative culturali, è stato approvato il programma proposto dall A- GIMUS - Grandi Magazzini Teatrali - di Campobasso, che si sostanzierà in un ricco cartellone di spettacoli teatrali, musicali, incontri letterari e mostre d arte per tutto il prossimo anno. Il contributo deliberato per tali attività è di 8mila euro. Nell ambito della tutela e salvaguardia del territorio e della valorizzazione dei nostri prodotti naturali, la Giunta ha individuato una serie di azioni in favore del tartufo molisano. Il programma è legato all erogazione da parte della Regione Molise delle risorse previste per l anno 2010, che ammontano a 50mila euro.

5 NUOVO oggi MOLISE CAMPOBASSO 5 DAL COMUNE Intanto oggi tornerà a riunirsi l assise civica: all ordine del giorno il caso Romita Nessuna incompatibilità Musenga resta in Consiglio Chiarezza sul suo incarico TIENE ancora banco, in Comune, l incarico affidato al consigliere del PdL, Carlo Musenga. Incarico che deriva da un concorso bandito dall Asrem e superato brillantemente dall esponente del centrodestra. Il consigliere, come noto, è stato nominato responsabile del distretto sanitario di Campobasso. Un incarico che aveva riacceso la speranza di entrare in Consiglio del primo dei non eletti, Gaetano Mascione. Ma a stoppare ogni aspirazione ci ha pensato non solo il sindaco, ma anche lo stesso Musenga, che ha ribadito come non esista incompatibilità tra i due incarichi. Potrà dunque continuare ad esercitarre la sua funzione di consigliere comunale. Intanto oggi tornerà a riunirsi, in seconda convocazione, il Consiglio comunale. In agenda la spinosa questione legata alla sede che dovrà ospitare gli studenti del liceo scientifico Romita. Un argomento che di certo provocherà accese polemiche in seno al Consiglio. Come noto, c è una parte della minoranza che si dice pronta a dare battaglia. La maggioranza è compatta Il consigliere Musenga resterà in Consiglio L intervento del consigliere Battista «In aula argomenti della minoranza» «DUE importanti argomenti, proposti dalla minoranza, verranno finalmente trattati durante il Consiglio comunale, che si riunirà oggi in seconda convocazione. Il primo riguarda ancora la sicurezza nelle scuole e le circostanze con le quali sono state rilasciate le autorizzazioni comunali per la nuova sede del Liceo Scientifico " Romita" di Campobasso. Il secondo argomento riguarda la conversione in legge del DL 135 che all art. 15 prevede la progressiva privatizzazione dell acqua». A parlare è il consigliere del Pd, Antonio Battista, secondo il quale quello che è per definizione un servizio pubblico locale privo di rilevanza economica viene consegnato al "mercato". «Se non verranno prese posizioni chiare la speculazione economica produrrà nei prossimi anni aumenti sconsiderati del costo dell acqua. Tutto ciò quando ancora, nonostante la disponibilità di acqua sul nostro territorio, molte zone del Molise non possono approvvigionarsi per usi potabili di acqua di qualità».

6 6 CAMPOBASSO NUOVO oggi MOLISE Bruno Arcella rinchiuso nel carcere di Teramo Il mago resta in cella I legali: è depresso Pronto il ricorso al Riesame Due tentativi, fortunatamente falliti, di togliersi la vita. Con una lametta si sarebbe procurato ferite profonde ad un avambraccio e poi alla gola. Salvato in extremis, Bruno Battista, più noto come il mago Bruno, resta in carcere a Teramo. Il Tribunale ha deciso che può restare in cella dove è monitorato attraverso le visite del personale specialistico. La richiesta urgente di revoca della misura cautelare in carcere presentata dai legali Carmine Verde e Cristiana Valentini, che avevano avanzato anche richiesta in subordine di arresti domiciliari per incompatibilità dello stato detentivo con le condizioni di salute dell imputato, si fondava su una perizia tecnica e soprattutto su un passaggio della relazione del medico legale Virgilio Rovitelli nella quale si raccomandava massima sorveglianza dell imputato con controlli diurni e notturni. I legali del mago Bruno - che come si ricorderà era finito in cella con le accuse di violenza sessuale, circonvenzione d incapace e truffa - inoltreranno ricorso al Tribunale del Riesame. La seconda udienza è prevista per il 13 gennaio. Matrice, il casinò in una villa Fate il vostro gioco, ma invece del croupier arriva la Finanza Altro che notte da leoni. Quella vissuta dai giocatori d azzardo - sorpresi nella bisca clandestina scoperta a Matrice dalla Guardia di Finanza di Campobasso - è stata di certo una notte da dimenticare. Il blitz scattato tra il 24 e il 25 dicembre e coordinato dal sostituto procuratore Rossana Venditti, ha consentito di scoprire una vera e propria bisca clandestina, organizzata con meticolosità in una villa in campagna. Cinque le persone segnalate a vario titolo all Ag, si tratta del proprietario dello stabile e di quattro avventori. Sotto sequestro 7 tavoli da gioco (una roulette a controllo elettronico, una roulette classica, due tavoli Texas hold em, un tavolo Carribean poker, uno per lo Chemin de Fer e uno per il Black Jack), fiches di vario taglio, sette mazzi di carte, tre valigette professionali Deaver, un distributori di carte da gioco e 4mila e 600 euro tra contanti e titoli di credito. Sequestrati anche i 3 registri che riportano le vicende gestionali connesse all attività illecita. Molto articolata e complessa la fase delle indagini curate dal sostituto Venditti e concretizzate dagli uomini del Comando Provinciale della Fiamme Gialle con pedinamenti, appostamenti e altra attività di intelligence. I finanzieri hanno esperito un preliminare ed accurato monitoraggio che ha interessato persone, automezzi e relativi spostamenti ricostruendo tassello dopo tassello l illecita attività posta in essere nell immobile sequestrato. Numerosi attestati di solidarietà dopo le lettere minatorie Giudici e giornalisti Minacce che pesano Ma il centrodestra continua a tacere La solidarietà e l invito a non fermarsi, a non temere di cercare la verità. E questo il tenore dei messaggi, arrivati in redazione in questi giorni e indirizzati al pubblico ministero Fabio Papa, all editore di Nuovo Molise e ai giornalisti, oggetto di intimidazioni e minacce nemmeno tanto velate. La solidarietà del mondo politico, arrivata sia in forma confidenziale (attraverso tantissime telefonate di sostegno) che in forma ufficiale (attraverso comunicati stampa) ha in qualche modo reso ancor più evidente il silenzio di chi, invece, avrebbe potuto prendere prendere le distanze da soggetti che - in maniera pesante - credono di poter incidere sul cammino delle inchieste giudiziarie e sperano di mettere il silenziatore alle penne dei giornalisti, soprattutto di quelli che danno fastidio. Il Partito democratico, attraverso la voce del segretario regionale Danilo Leva, del capogruppo nonché portavoce in Consiglio regionale Antonio D Alete ha inteso fin da subito chiarire la posizione - del resto nota - su argomenti simili. «Atti incommentabili, che non devono essere presi sottogamba ma che purtroppo testimoniano come anche in Molise ci siano personaggi che preferiscono i silenzi e le connivenze alla ricerca della verità» ha detto D Alete. Il presidente di Costruire democrazia, il consigliere regionale Massimo Romano che ha sottolineato ll necessità di «rompere il muro dell omertà e del silenzio che tende pericolosamente a declassare e sottovalutare tali atti intimidatori». I colleghi di Primapaginamolise.it, quelli di primonumero.it, del quotidiano Primo Piano e dell emittente Teleregione che hanno espresso vicinanza. E ieri Laboratorio Molise e la confederazione sindacale Cisal provinciale che ricordano come «una magistratura attenta e una informazione corretta sono garanzie essenziali dei valori democratici. Profonda e piena solidarietà al pm Papa e al quotidiano Nuovo Molise per i vergognosi e vili episodi di minacce perpetrati nei giorni scorsi». Ma anche la Lega Sannita di Lorenzo Lommano e il consigliere comunale di Isernia Edmondo Angelaccio, esponente dell Idv che scrive: «Egregio direttore, sono un attento lettore del Suo giornale che trovo unico anche solo a considerare l aspetto propriamente comunicativo. Le porgo la mia solidarietà per quello che è accaduto e per le invettive di esponenti politici della Regione Molise infastiditi a tal punto da ciò che la realtà evidenzia da censurare perfino la rassegna stampa. La trovo cosa deplorevole e fastidiosa, come poche. Spero vivamente, come credo, che andrà avanti su questa linea. Auguri per un anno superbo». n.m. D Ascanio: vicino al pm Papa, all editore e a Nuovo Molise «Ritengo doveroso esprimere la mia completa solidarietà, anche a nome dell intera Amministrazione provinciale, al Dr. Papa ed ai giornalisti, così come alla proprietà del quotidiano Nuovo Molise, fatti oggetto di odiose minacce che non debbono essere assolutamente sottovalutate per il loro contenuto intimidatorio che soggetti non ancora identificati si sono incaricati di spargere anche nella vita pubblica della nostra regione. Credo che in un momento in cui, obiettivamente, gli Organismi istituzionali, presidi della democrazia, vengono sovente presi di mira da attacchi che non tengono in conto i sacri principi costituzionali ed in cui sulle comunità locali si scaricano i colpi più duri della gravissima crisi economica globale, vadano respinti con determinazione tutti i tentativi volti ad ingenerare ulteriori momenti di tensione in settori nevralgici della convivenza civile quali la libera stampa e la magistratura. Voglio pertanto invitare tutte le forze sociali e politiche alla massima attenzione e partecipazione democratica riguardo tali episodi, nella convinzione che essi non resteranno senza una adeguata risposta sia da parte delle Forze dell Ordine che dalla coscienza civile dei molisani». Nicola D Ascanio presidente Provincia di Campobasso

7 NUOVO oggi MOLISE CAMPOBASSO-ALTRI CENTRI 7 IL FATTO Torna la polemica sull antico maniero: vietato ai turisti nel periodo di maggiore affluenza Il castello chiuso a Natale La denuncia giunge dall associazione Centro storico che chiede all amministrazione comunale maggiori controlli IL castello Monforte durante il giorno di Natale. La denuncia arriva dall associazione Centro storico che sulla vicenda legata alla valorizzazione del sito che ospita l antico maniero si è sempre battuta. «Eravamo imbarazzati quando abbiamo letto l avviso che annunciava la chiusura per il giorno 25, intenti ad accompagnare un gruppo di turisti in visita in città - si legge in una nota - Bel regalo ai turisti! Segnaliamo che il 25 Dicembre tutti i siti archeologici erano aperti, con visite guidate su iniziativa della Soprintendenza ai beni culturali, (Altilia, Museo Sannitico di Campobasso, Museo di S.Maria delle Monache di Isernia, S.Vincenzo al Volturno, anfiteatro romano di Larino). Nel 2009 c erano l associazione ed una Coop. Sociale a gestire il Castello e pertanto possiamo garantire che proprio a Natale c è stato il più alto numero di visitatori. La gravità sta nella giustificazione che ha dato la CO.MOL.TUR. il giorno dopo: "i regolamenti si interpretano. Se pensate di aver subito un torto potete rivolgervi al Tribunale!" Ma stiamo scherzando? Per tale arroganza chiediamo al sindaco, lo stesso sindaco che si è vestito da custode durante il periodo di Ferragosto per garantire il servizio di accoglienza, a suo dire, da noi interrotto improvvisamente (anche se era stato informato con congruo anticipo della sospensione del servizio a partire dal 1 agosto e non dal 14 come ha continuato ad asserire in tulle le dichiarazioni): - di eseguire controlli periodici sul comportamento di questa società o consorzio; - che gli impegni presi vengano rispettati ; - che il consorzio non si senta autorizzato a prendere iniziative unilaterali come se il Castello fosse proprietà privata: è dei cittadini! Ci auguriamo che questa volta la nostra denuncia non venga letta come sterile polemica ma che sia interpretata come stimolo nei riguardi dell Amministrazione comunale affinché eserciti, quello che comunque gli compete, la verifica degli obblighi contrattuali», chiude l associazione. Il castello è rimasto chiuso mentre la Soprintendenza decideva l apertura al pubblico di tutti i siti della regione

8 8 BOJANO-AREA MATESINA NUOVO oggi MOLISE La donna ricoverata al Cardarelli di Napoli Rogo di Natale La mamma sta meglio Il parto non sarà anticipato CAMPITELLO MATESE - La donna napoletana coinvolta nell incendio del caravan sul pianoro di Campitello Matese, incinta dell ottavo mese, e per la quale i medici del reparto di ostetricia e ginecologia del Cardarelli di Napoli erano preoccupati circa possibili conseguenze alla bambina che porta in grembo, potrà portare a termine la sua gravidanza senza ricorrere al parto cesareo. La donna, infatti, nelle ultime ore ha superato la fase critica che aveva fatto temere, in un primo momento, per la sua salute e quella della bambina la cui nascita è prevista per il mese prossimo. La signora, che ha avuto 40 giorni di prognosi, ha riportato ustioni di 2 grado e un principio di intossicazione da fumo, mentre la figlioletta di 13 mesi, ricoverata al Santo Bono di Napoli, ha avuto 20 giorni di prognosi. Gli altri due fratellini di 9 e 7 anni, e il padre, invece, sono usciti illesi dall incendio che in pochi minuti ha distrutto il caravan. La famiglia partenopea, marito, moglie e tre figli, era arrivata mercoledì scorso a Campitello Matese per trascorrere sulla neve le festività natalizie, parcheggiando il camper vicino al residence San Nicola 2. Sembra che sia stato proprio il vento che aveva spazzato via la neve nei giorni prima, neve che sarebbe dovuta essere la gioia di quei bambini, a causare verso le 4 della mattina di Natale, l incendio all interno del mezzo, mentre la famiglia dormiva. Secondo indiscrezioni il vento incanalatosi dalla canna fumaria avrebbe spostato la fiamma della stufa, che si sarebbe propagata ad alcuni oggetti altamente infiammabili, posti a poca distanza. Da qui l incendio che in pochi secondi si è sviluppato con una certa forza avvolgendo l intero caravan seguito dallo scoppio di una bombola di gas. Fortunatamente l intenso fumo ha svegliato il capofamiglia che accertata subito la gravità della situazione ha posto immediatamente in salvo i congiunti. Sarebbe stata una tragedia se l uomo non si fosse svegliato in tempo e reso conto dell imminente pericolo che incombeva sulla sua famiglia. Per quanto concerne comunque la causa dell incendio del caravan che ha visto il danneggiamento anche di un autovettura Opel parcheggiata vicino, spetterà ai vigili del fuoco di Campobasso stabilirla. Danni si sono avuti anche alla parete esterna del residence. (Luz) IN EVIDENZA L iniziativa è dell assessorato regionale al Turismo, del Moligal e della Comunità montana Matese, la Carta dei sentieri La mappa contiene in maniera dettagliata tutti i percorsi presenti sul versante settentrionale del massiccio QUESTA mattina presso la Sala Consiliare della Comunità Montana Matese in via Barcellona, sarà presentata la Carta escursionistica dei sentieri del Matese - versante settentrionale a cura dell Assessorato regionale al Turismo, del Moligal - Gruppo di azione Locale, della Comunità Montana Matese, del Club Alpino Italiano - Delegazione Molise e del Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo. Una cartina di notevole utilità voluta dall ex Commissario dell ente montano, ing. Michele Calabrese, e realizzata in collaborazione con il Moligal e il coinvolgimento del C.A.I. Molise. In essa sono riportati in modo dettagliato tutti i sentieri presenti sul massiccio del Matese, sia del versante molisano che campano, nonché i rifugi presenti nelle varie località: Jezza, Oasi, Sant Egidio, Baita La Gallinola, LA MANIFESTAZIONE Monte Orso, La Casella, Valle Uma, del Massaro, Campitello di Sepino e Guado la Melfa. Questi non sono rifugi nel senso classico del termine, l unica struttura realizzata esplicitamente a tale scopo è il Rifugio Q. Jezza a Campitello di San Massimo, di proprietà della provincia di Campobasso, attualmente gestito da privati come piccolo albergo di montagna. La maggior parte degli altri sono ricoveri in pietra, costituiti da un paio di locali più uno spazio per il ricovero degli animali, realizzati per uso forestale circa 90 anni fa. Per la loro costruzione furono utilizzati come manodopera anche soldati prigionieri dell esercito austro-ungarico. Il più antico è quello di Sant Egidio che risale intorno al IX secolo. Vi sono anche altri rifugi attualmente in stato di abbandono, come quelli di Colle Arso e Costa Chianetta E la proposta dell associazione ambientalista Falco rivolta ai ragazzi Divertimento intelligente Come essere cittadini modello GIOCARE per divertirsi e nello stesso tempo apprendere le norme fondamentali per essere un cittadino modello. E la proposta dell Associazione Falco che sarà protagonista questo pomeriggio, con inizio ore 16 presso il palatenda di piazza della Vittoria, insieme a ragazzi e ragazze dai 7 ai 14 anni con canti, musiche, cartoni animati, karaoke e divertenti giochi educativi. L iniziativa rientra nel cartellone degli appuntamenti del "1 Natale in piazza" promosso dall Associazione di Promozione Sociale San Bartolomeo Apostolo con il patrocinio della Regione Molise e del Comune di Bojano. "Il tema dominante è il divertimento intelligente, ossia giochi interessanti e coinvolgenti su tematiche ambientali cercando di coniugare istruzione e divertimento appassionando i ragazzi - ha spiegato il presidente della Falco, Alessio Papa -. Abbiamo ideato e realizzato un simpatico strumento ludico-educativo, il gioco okkio di falko, in cui prendendo spunto dalla vista del falco, dieci volte superiore a quella umana, cercherà di realizzare un mini percorso di educazione ambientale basato sulle attitudini di memoria visiva dei ragazzi. Il gioco, molto semplice ma di sicuro impatto, è strutturato in duplice versione : okkio di falko n 1 è un gioco a squadre a tempo in cui si dovrà cercare il maggior numero di differenze tra due disegni simili, ovviamente su tematiche ambientali come i pericoli dell inceneritore, i pericoli della discarica, i vantaggi della raccolta differenziata, ecc.; okkio di falko n 2 è invece un gioco individuale senza tempo in cui si dovranno cercare coppie di figure simili su un totale di 64 immagini, anch esse a tematica ambientale e precisamente tratte dalle lezioni realizzate nelle scuole dall associazione Falco. Per i più bravi ed attenti - ha aggiunto - ci saranno premi e gadgets gentilmente offerti dalla tabaccheria Auriemma, per tutti adesivi, materiali informativi e dolcetti". (Luz) sulla montagna di Campochiaro, e quelli di monte Tre Confini e Tana della Lupa sulla montagna di Sepino. Altri sono stati ristrutturati e destinati per finalità turistico-ricreative. La Cartina contiene inoltre dei link e degli indirizzi utili, oltre che stupende fotografie. E senza dubbio una cartina interessante che può tornare utile agli amanti della montagna. Il programma della presentazione è il seguente: registrazione dei partecipanti; apertura dei lavori a cura del Commissario dell ente montano; presentazione della Carta dei Sentieri del Matese da parte del Club Alpino Italiano - Delegazione Regionale Molise; intervento del Moli.g.a.l. Gruppo Azione Locale sulla valorizzazione del territorio, cui seguirà un dibattito. A conclusione ci sarà la degustazione di prodotti tipici regionali. (Luz) Si svolgerà nel palatenda in piazza della Vittoria Per il veglione di Capodanno tutti in piazza a festeggiare C E grande attesa per il primo veglione di Capodanno che si svolgerà in piazza della Vittoria sotto un palatenda termo riscaldato. Sarà possibile brindare all arrivo del nuovo anno in compagnia di alcuni bravi artisti della Televisione della Musica Italiana. Il programma prevede: apertura con i "Ditelo Voi", mitico trio campano di Colorado Cafe di Mediaset-Italia1; per gli appassionati del Raggae: Brusco - I Ragger n.1 in Italia, i Dj della serata saranno il molisano Carlo Brunetti, appena rientrato da un viaggio di nove mesi tra New York e la Jamaica, e Christian Mantini, una delle star dell House, Dj resident del 4DOR di Pescara, che vanta presenze in tutte le discoteche più famose d Europa accompagnato dal vocalist per eccellenza, Max Di Vico. Il prezzo in prevendita è di 25 euro comprensivo di due consumazioni, al botteghino, invece, il costo dei tagliandi è 30 euro con incluse le due consumazioni. Ultime ore, quindi, per gli organizzatori per preparare l importante evento che si preannuncia ricco di sorprese e di divertimento soprattutto per i giovani. (v.g.) Molto ricco il programma della serata Tanta musica per tutti i gusti

9 NUOVO oggi MOLISE RICCIA-CERCE-JELSI Il 2009 sta per terminare e l importo previsto potrebbe non essere più sufficiente Piano dei Limiti, tutto fermo Il sindaco di Carlantino Guerrera: «La situazione va sbloccata» CASALNUOVO MONTE- ROTARO - Dovrebbe sorgere tra Puglia e Molise, tra i comuni di Casalnuovo Monterotaro e Colletorto, ma finora il costruendo invaso artificiale di Piano dei Limiti ha prodotto solo polemiche e proteste. Intanto anche il 2009 se ne è andato e il residuo finanziamento, 65 milioni di euro rispetto agli iniziali 118, potrebbe non bastare per la realizzazione dell opera. Tra i sindaci dei cinque comuni interessati alla realizzazione dell invaso (Casalnuovo Monterotaro, Carlantino e Celenza Valfortore, in provincia di Foggia; Colletorto e San Giuliano di Puglia, in provincia di Campobasso), quello di Carlantino, Vito Guerrera, che è anche assessore provinciale ai lavori pubblici e protezione civile, ha maggiormente il polso della situazione, di monitoraggio e di coordinamento con gli altri enti interessati, dal Consorzio di bonifica di Capitanata, alla Regione Puglia, ai Comuni coinvolti. «Con gli altri quattro sindaci (Pasquale De Vita di Casalnuovo, Francesco Santoro di Celenza, Flavio Tosti di Colletorto, Luigi Barbieri di San Giuliano) siamo pronti ad andare a discutere a livello ministeriale per sbloccare nel più breve tempo la situazione» - ci dichiara il sindaco Guerrera - «Per questo attendiamo che riprenda il confronto tra Governo centrale e lo stesso Consorzio sul progetto esecutivo dell opera». Sul fronte pugliese nei mesi scorsi era stato già raggiunto un sostanziale accordo tra i tre Comuni subappenninici, la Provincia di Foggia e la Regione Puglia per la realizzazione di opere socio-economiche compensative in contropartita alla sottrazione di centinaia di ettari terreni fertili sulle quali realizzare l invaso e cioè opere infrastrutturali come la realizzazione e l ammodernamento delle direttrici di raccordo stradale con i centri provinciali e interregionali; la costruzione di una strada a scorrimento veloce dal Ponte 13 Archi al casello autostradale di Poggio Imperiale; opere di urbanizzazione primaria e secondaria sulla S.S. 17; infrastrutturazione primaria sulla diga di Occhito. «Una concreta base di discussione e di approfondimento tra i cinque comuni interessati all opera e gli altri enti istituzionali coinvolti è rappresentato da un esaustivo studio-monitoraggio elaborato dalla Camera di Commercio di Foggia» - sostiene a sua volta il sindaco di Casalnuovo, De Vita - «che indica proposte operative di iniziative progettuali di rilievo economico che puntano alla valorizzazione del territorio potenziandone l aspetto ambientale, paesaggistico e culturale». Com è noto, di questo secondo invaso sul Fortore si parla da decenni. Quasi tutti gli addetti ai lavori e rappresentanti del mondo agricolo hanno unanimamente riconosciuto che l opera, una volta realizzata, riuscirebbe a risolvere i problemi connessi all irrigazione dei terreni e alle esigenze potabili delle popolazioni della Capitanata e dello stesso Molise. Infatti attualmente questo è possibile utilizzando l acqua contenuta nell invaso di Occhito che però, dovendo essere usata anche a fini potabili, non riesce a soddisfare la notevole richiesta degli operatori agricoli della Capitanata. La diga di Piano dei Limiti, progettata con una capacità utile di 42 milioni di metri cubi d acqua, una volta completata, sottrarrà complessivamente 510 ettari dei territori dei comuni di Casalnuovo, Carlantino, Celenza, Colletorto e San Giuliano, in particolare il bacino imbrifero direttamente sotteso dallo sbarramento sarà di Km. quadrati, dei quali a monte della diga di Occhito e 107 a valle della stessa. La costruzione di questa seconda diga richiederà anche l esecuzione di due varianti stradali, una sulla provinciale Casalnuovo-Colletorto e l altra sulla strada di servizio della galleria di adduzione dal serbatoio di Occhito. Dino De Cesare Riccia - Ogni mese curato nel particolare Calendario 2010 con le foto più belle della sagra dell uva RICCIA - E ricco di immagini bellissime della settantottesima Festa dell uva. E il calendario 2010 realizzato dal Comitato promotore della Festa e disponibile in questi giorni per tutti coloro che desiderano avere ogni giorno un immagine dell evento dello scorso settembre. Ogni mese infatti ci sono foto molto curate della manifestazione, dei protagonisti e soprattutto dei meravigliosi carri che hanno partecipato alla sfilata lungo le strade cittadine. Tantissime le persone giunte per l evento della Festa a Riccia, una festa molto partecipata e che è stata curata nei minimi particolari. L ultima edizione della Festa dell uva è stata caratterizzata anche dalla pioggia: nel calendario non mancano immagini dei turisti con gli ombrelli aperti. Le condizioni atmosferiche avverse non hanno fermato l allegria, l entusiasmo e la voglia di stare insieme dei partecipanti: dalle immagini è chiara la gioia dei carristi di prendere parte alla Festa. Un calendario senza dubbio affascinante e, dunque, da non perdere per ricordare ogni giorno uno degli eventi che identitica la cittadina del Fortore anche al di fuori dei confini regionali: la mitica Festa dell uva. Emmeffe La cerimonia domani alle 17 nella sala municipale del Comune di Carlantino Attestati di benemerenza a 19 persone Saranno premiati uomini e donne distintisi dopo il sisma del 2002 CARLANTINO - Saranno consegnati a Carlantino gli "Attestati di pubblica benemerenza" alle donne e agli uomini che si sono distinti dopo il sisma che il 2002 colpì il Molise e i comuni della provincia di Foggia. La cerimonia si svolgerà mercoledì 30 dicembre, con inizio alle ore 17,00, nella sede municipale del comune carlantinese. Gli attestati saranno consegnati dal Dipartimento della Protezione Civile "a testimonianza dell opera e dell impegno prestati nello svolgimento di attività connesse ad eventi della Protezione Civile". All incontro parteciperanno Mons. Domenico Cornacchia, vescovo della Diocesi di Lucera- Troia, Antonio Nunziante, Prefetto di Foggia e Vito Guerrera, sindaco di Carlantino e assessore provinciale alla Protezione Civile che consegnerà materialmente gli attestati. «E giusto riconoscere l impegno ed il lavoro delle persone che in quei momenti critici si sono sacrificati per dare una mano alle popolazioni duramente colpite dalla tragedia del terremoto», ha dichiarato Guerrera durante la presentazione dell evento. I premiati saranno 19, tra questi Silvia Noè, direttrice dell Istituto "San Giuseppe" di Bologna che, un anno dopo il sisma, nel 2003, oltre ad aver dotato la scuola dell infanzia di Carlantino di diversi giochi per i bambini, ha donato al paese del preappennino dauno decine di testi per completare ed arricchire la biblioteca comunale. Inoltre, fra i beneficiari del riconoscimento, spicca la presenza di Giuseppe De Vita, in rappresentanza della Croce Rossa Italiana. La C.R.I., nelle ore immediatamente successive agli eventi tellurici, ha allestito un campo per gli sfollati occupandosi della distribuzione dei pasti ed installando un presidio ambulanza per le emergenze. Sempre la Croce Rossa, nel 2003, ha dotato la scuola materna di Carlantino di una nuova cucina e di una nuova mensa scolastica. Carlantino è stato uno dei comuni più colpiti dal terremoto del 31 ottobre del 2002 ed è rientrato subito nella cosiddetta "Prima fascia", quella, cioè, dei paesi "gravemente colpiti" dall ondata sismica che a San Giuliano di Puglia Campodipietra - Il 3 gennaio tra i vicoli del paese Fervono i preparativi per il presepe vivente CAMPODIPIETRA - Tutta la comunità si prepara per la rappresentazione sacra del 3 gennaio Continuano i preparativi a Campodipietra per l organizzazione della Rappresentazione Sacra "Il Grande Evento" organizzata dalla Pastorale Giovanile della Parrocchia San Martino Vescovo, dall Associazione Genitori "Per il Futuro" e dall Amministrazione Comunale di Campodipietra per domenica 3 gennaio Si tratta della prima edizione del Presepe Vivente nata come rappresentazione di scene bibliche recitate con l intento di far compiere al visitatore un viaggio in Palestina alla scoperta dei luoghi, dei personaggi e delle città al tempo della nascita di Gesù. Una camminata nel borgo antico tra scene bibliche recitate, arti e mestieri che si concluderà con la visita al Presepe nella Chiesa di San Martino Vescovo e con l ascolto di canti natalizi. Oltre 200 raffiguranti animeranno le strade del centro storico in costumi ed ambientazioni dell epoca. Non il classico Presepe Vivente ove i figuranti sono "immobili" ma scene vissute dell epoca con copioni rivisiti ed adattati ai nostri tempi. I figuranti cercheranno di trasmettere con i loro gesti, le loro parole, i loro sguardi ciò che Maria e Giuseppe, dal loro primo incontro fino alla nascità di Gesù, hanno vissuto. Quasi un "film" ove il visitatore potrà toccare con mano le sensazioni dell epoca. Otto le scene bibliche che verranno rappresentate: il Prologo, l Annuncio dell Angelo Gabriele al Sacerdote Zaccaria della nascita di Giovanni Battista, l Annuncio dell Angelo Gabriele a Maria della nascita di Gesù, Elisabetta partorisce Giovanni Battista, l apparizione dell Angelo Gabriele a Giuseppe, il Censimento di Cesare Augusto, il Viaggio a Betlemme di Giuseppe e Maria, la nascita di Gesù e adorazione dei Pastori a Gesù nato. Mafin 9 provocò 29 morti. Le ordinanze di sgombero furono un centinaio mentre i nuclei familiari sfollati furono 28, per un totale di circa 90 persone. Di queste, alcune trovarono sistemazione nelle roulotte (a Carlantino ne arrivarono una ventina) altre, invece, preferirono cercare ospitalità presso parenti e amici. A sette anni da quella tragedia, la situazione resta critica. Infatti, se è vero che con gli ultimi fondi stanziati per la ricostruzione si dovrebbero completare gli interventi sui fabbricati di "classe A" (la prima abitazione con ordinanza di sgombero totale) è altrettanto vero che restano ancora senza interventi 8 abitazioni di "classe B" (la prima abitazione con ordinanza di sgombero parziale) e 18 di "classe C" (la prima abitazione senza ordinanza di sgombero). Inoltre, restano ancora in attesa di interventi ben 32 fabbricati rurali. E, il futuro non promette nulla di buono visto che la Finanziaria 2010, che ha appena ricevuto il via libera definitivo dal Parlamento, non prevede neanche un euro per i comuni terremotati. Infine, resta irrisolto il grave problema delle precarie condizioni di stabilità dei fabbricati danneggiati dal sisma. Il sindaco Guerrera, nei giorni scorsi, aveva chiesto alla struttura commissariale un monitoraggio generale ed immediato di tutti i fabbricati ancora inagibili. A parere del primo cittadino, infatti, occorrono interventi di messa in sicurezza degli edifici che presentano un instabilità strutturale al fine di evitare ulteriori crolli soprattutto con l avvicinarsi delle precipitazioni nevose. Le case crollate a Carlantino sono in totale 3, lo stesso numero di fabbricati crollati nel vicino Molise.

10 CRONACA SINDACALE Da febbraio gli 836 lavoratori attendono di conoscere il loro destino occupazionale Ittierre, un tavolo contro la crisi La richiesta parte dalla Filtea Cgil A Poggio Sannita un concerto pro Unitalsi POGGIO SANNITA - Tra gli appuntamenti oorganizzati per questo periodo di feste a Poggio Sannita ieri nella Chiesa Santa Vittoria si è svolta la presentazione dell opuscolo Poggio Sannita e l arte organaria dei D Onofrio, seguita da un concerto organistico degli allievi del conservatorio di musica Lorenzo Perosi di Campobasso. La manifestazione è stata a cura del Comune di Poggio Sannita. Un calendario di eventi ma non solo di divertimenti. Per oggi sempre nella Chiesa Santa Vittoria è in programma a partire dalle il concerto di Natale di Domenico Bocconi e Alessandro De Fusco, duo di chitarra classica. Il concerto di beneficenza è stato organizzato a favore dei disabili dell UNI- TALSI Molise in collaborazione con la Parrocchia Santa Vittoria del paese. redis Da ieri al Veneziale si torna alla normalità Ripristinate le attività al reparto di Chirurgia A seguito di un incontro svoltosi ieri tra il Direttore Generale Asrem, Angelo Percopo, il Direttore Sanitario Asrem, Giancarlo Paglione, i dirigenti medici della UOC di Chirurgia del Presidio ospedaliero Veneziale di Isernia, e i dirigente medico di presidio Fulvio Manfredi Selvaggi e il coordinatore dei servizi di ambito territoriale, Lucio De Bernardo si è concordato il ripristino, a partire dalle ore 14,00 di ieri di tutte le attività routinarie e in urgenza della UOC di Chirurgia. All auditorium invece il concerto del maestro Sala Prosegue il 2 Trofeo di calcio Città di Isernia allo stadio Lancellotta ISERNIA - Proseguono gli appuntamenti del cartellone natalizio organizzato dall amministrazione comunale di Isernia in collaborazione con la Pro loco. E iniziati ieri la tre giorni presso lo stadio comunale Lancellotta, in località Le Piane, il 2 Trofeo di calcio Città di Isernia, un torneo delle rappresentative juniores e delle società del settore giovanile e scolastico. Il 2 Trofeo si concluderà il 30 dicembre. E oggi per gli amanti della musica è in programma a partire dalle 18 nell auditorium dell Università il concerto pianistico Nel segno della tradizione del maestro Simone Sala. Un appuntamento da non perdere in attesa della grande festa in piazza organizzata per dare l addio al 2009 con musica, cabaret e tanta allegria. ISERNIA - Un grido d aiuto giunge dal segretario generale della Filtea Cgil, Lino Zambianchi, affinchè il 2010 si apra con una speranza per gli 836 lavoratori della Ittierre, ovvero che si attivi immediatamente il tavolo permanente di crisi. Il segretario regionale della Filtea Cgil scrive una lettera al presidente della Regione affinchè convochi le parti sociali per aprire una vera discussione sul destino degli 836 lavoratori della Ittierre, che dal 12 febbraio scorso vivono con il terrore di poter perdere il posto di lavoro. Ricorda al ministro delle Attività produttive che finora non è stato firmato il piano industriale e neanche convocato a Roma le parti sociali per cominciare a dipanare questa complicatissima vertenza, senza tralasciare i commissari che avrebbero dovuto avere il buon senso di informare costantemente le parti sociali facendole partecipi di un progetto che indiscutibilmente dovranno discutere prima o poi. Ironicamente il segretario Zambianchi scrive: visto che gli auguri di buon anno si scambiano per educzione, per convenzione ma soprattutto perchè si sente dentro di doverlo fare per rispetto dichi li riceve i miei auguri migliori vanno a quelle 836 persone che hanno riposto le speranze in persone che dovranno rappresentarle. A loro va l augurio che il 2010 non sia un anno di disgrazie vere che seguono quelle già abbondantemente annunciate nel corso di questo anno. A loro va l augurio di trovare nella Cgil, rappresentanti degni di questo nome e capaci di difendere ogni posto di lavoro possibile, perchè in Molise il lavoro è la cosa più preziosa che esiste, perchè ne abbiamo poco e quel poco cercheremo di difenderlo con tutte le forze. Nel continua il segretario della Filtea Cgil - dovremo essere tutti uniti, gli 836 dipendenti, le sigle sindacali che rappresentano i lavoratori. E giunto il momento che i tavoli permanenti di crisi in Molise vengano aperti immediatamente, ognuno eserciti il proprio ruolo, ai sindacati quello di chiedere e partecipare attivamente ai tavoli e a chi governa il ruolo di creare le condizioni perchè si attivino. «E allora sapendo che inevitabilmente i tavoli si apriranno e che se si aprono tardi i danni saranno irreparabili gli 836 dipendenti sapranno identificare a chi vanno le colpe». mpt L Arci Isernia appoggia la marcia della pace L invito agli egiziani di non ostacolare il percorso di aiuti destinati ai piccoli L Arci Isernia esprime il pieno sostegno alla Gaza Freedom March del 31 dicembre «Chiediamo al Governo egiziano di consentire ai delegati internazionali di entrare nella Striscia di Gaza attraverso l Egitto». Obiettivo della marcia in programma a giorni è esigere da Israele la fine dell assedio. La delegazione internazionale cui partecipa anche il Molise consegnerà anche aiuti medici di cui c è grande scarsità, così come materiale scolastico e giacche invernali per i bambini di Gaza. «Per favore, - si legge nella nota dell Arci Isernia - lasciate che questa storica Marcia possa procedere». I Blues Ash of Manhattan si presentano al pubblico Il cd ispirato a Macchiagodena MACCHIAGODENA - L accademia delle arti popolari invita i cittadini a partecipare stasera a partire dalle 21 alla presentazione del cd del gruppo macchiagodenese Blues ash of Manhattan. Testimonila della serata sarà Mario Insegna, leader storico del Blue-Stuff. E dopo la presentazione del cd i Blues Stuff si esibiranno in concerto.

11 12 ISERNIA NUOVO oggi MOLISE LA CRONACA La malcapitata è stata trasportata al Veneziale. E per le feste l Arma intensifica i controlli Guida sotto l effetto di droga Investe una donna in pieno centro L automobilista è stato denunciato ISERNIA - Era alla guida sotto l effetto di sostanze stupefacenti quando ha investito in pieno centro a Isernia una donna. Il pedone stava attraversando le strisce quando è stata sbalzata a terra per l urto con l auto. Soccorsa e trasportata in ospedale i medici hanno diagnosticato un prognosi di 40 giorni. I carabinieri hanno denunciato l automobilista per guida sotto l effetto di sostanze stupefacenti e lesioni personali colpose gravi. Al conducente è stata ritirata la patente di guida per la prevista sospensione. Purtroppo non si è trattato di un caso isolato, altre due automobilisti - che fortunatamente non hanno provocato ulteriori danni a persone - sono stati denunciati dai carabinieri per guida sotto l effetto di sostanze stupefacenti. A tutti e tre è stata ritirata la patente. Saranno costretti a rimanere a piedi per tutta la durate delle festività natalizie. Il Comando provinciale dei carabinieri di Isernia ha predisposto proprio in occasione delle festività natalizie un piano di servizi preventivi indirizzato prevalentemente al contrasto dei reati contro il patrimonio e al controllo della circolazione stradale per assicurare un Natale tranquillo. Il primo bilancio - per il comando provinciale dell Arma - può considerarsi positivo. Sul fronte invece dei controlli sulle strade invece cinque tra i tanti automobilisti controllati e sottoposti a test alcolemico sono risultati positivi. I cinque al volante con L ospedale Veneziale dove è ricoverata la donna I carabinieri al lavoro nei giorni di feste un tasso alcolico superiore a quanto stabilito dalla legge sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza e ritiro immediato della patente. Inoltre un automobilista è stato denunciato per falsità materiale commessa dal privato. L uomo aveva falsificato, posticipando la data di scadenza dell assicurazione, il certificato e contrassegno assicurativo. Numerose le pattuglie in strada in questi giorni. E tra i tanti controlli i carabinieri hanno fermato anche un pensionato di 65 anni che si trovava alla guida di una macchina pur non avendo mai preso la patente. Oltre alla denuncia all anziano è stata anche posta sotto sequestro l auto. Un impegno non indifferente per l Arma in questi giorni di festa che ha decurtato oltre cento punti in sole tre giornate di festa agli automobilisti indisciplinati. mpt

12 NUOVO oggi MOLISE AMMINISTRATIVA AGNONE-ALTO MOLISE Agnone - Ore di attesa tra i dipendenti di palazzo Tirone 13 Montana, niente Consiglio e il futuro è assai incerto Iorio vuole prorogare i commissari Comunità Montana Alto Molise, quale futuro? L appuntamento è nella biblioteca del Comune di Capracotta alle ore 18 Libri, oggi presentazione di Terratradita CAPRACOTTA - «Terratradita». Simboli e frammenti del Neolitico agricolo nella cultura dei popoli dell area adriatico-appenninica d Italia», il saggio demo-etnoantropologico recentemente pubblicato da Paola Di Giannantonio (278 pagine, 30 euro) sarà presentato dall autrice e da Jolanda Ferrara, collaboratrice del Centro, oggi, alle 18, nella sede della biblioteca comunale di Capracotta. L appuntamento è inserito nel programma delle manifestazioni organizzate dalla Pro Loco per le festività. Il testo ripercorre le tradizioni e i riti ancestrali delle popolazioni dell Abruzzo e del Molise che dal periodo eneolitico, espressione di una civiltà agricola, sono stati Si sono ritrovati al ristorante «La Botte» «Come ai vecchi tempi», in festa i ragazzi classe 79 di Agnone AGNONE - Come ai vecchi tempi. Una rimpatriata per festeggiare i trent anni. Si sono ritrovati al ristorante «La Botte» i ragazzi classe 79 (nella foto) di Agnone, in tutto una cinquantina, che hanno ballato e cantato fino alle luci dell alba. In precedenza non sono mancati momenti di forte commozione, quando all interno della chiesa dei Cappucini, dove il vescovo di Trivento, Angelo Scotti in occasione della «Festa della Famiglia» ha celebrato una messa, i ragazzi del 79, tutti presenti, hanno inteso ricordare un loro compagno scomparso prematuramente: Ignazio Giordano. tramandati fino a oggi, filtrati dalla cultura cristiana. Processioni, fiaccolate, altari, riti familiari e comunitari nati in onore della terra, dea madre, vengono analizzati e ripercorsi, cogliendone il significato e il valore ancora presente nella cultura. Un affascinante viaggio nella preistoria documentato da immagini fotografiche e testimonianze della gente dei luoghi, che raccontano come l homo sapiens-sapiens celebrò in mille modi la sacralità della terra madre di tutti gli esseri viventi. «Un archetipo che riemerge dall analisi dei frammenti superstiti nella cultura popolare contemporanea», afferma la studiosa, «e su cui è necessario riflettere». Il valore scientifico del saggio si fonda su una sorta di decostruzione della cultura contadina abruzzesemolisana rigorosamente messa a confronto con reperti, figurazioni, racconti mitologici, credenze presenti nelle culture mediterranee, da quelle mediorientali a quelle anatoliche ed egeo-cretesi, da quella micenea a quella della Grecia classica. Usanze e tradizioni che ancora oggi si ripetono nei paesi della Valle subequana, della Valle peligna, della Marsica, fra le montagne più impervie dell Abruzzo e nelle colline dissestate del Molise fino alla Puglia garganica, vale a dire la macroregione dei tratturi, interessata da millenni dal fenomeno della transumanza delle greggi. Rinviato per maltempo Domani il presepe vivente di Pescopennataro PESCOPENNATARO - Si terrà domani in uno scenario storico ambientale tra i più incantevoli dell Alto Molise, il presepe vivente di Pescopennataro.La manifestazione doveva tenersi domenica 27 ma è stata rinviata causa il maltempo. AGNONE - Comunità Montana «Alto Molise», slitta ancora la convocazione del Consiglio che a sua volta ha il compito di nominare il nuovo presidente dell Ente di palazzo Tirone. Circostanza che sarebbe dovuta avvenire entro la fine dell anno. Ma a quanto pare il Governatore della Regione Molise, Michele Iorio è intenzionato a prendere tempo per decidere il destino delle comunità montane del Molise. Il tutto considerato che la nuova finanziaria prevede il loro azzeramento, demandando alle Regioni il compito di tenerle in vita o meno. Così da indiscrezioni si apprende che Iorio vorrebbe prorogare il mandato degli attuali commissari di almeno altri tre mesi. E la conferma arriva dalla mancata convocazione dei Consigli. Il dato di fatto comunque resta quello che lo Stato, a livello di finanziamenti pubblici, chiuderà i rubinetti. Una tegola pesante per le Regioni che in un ottica di cassa saranno di fronte ad un bivio. Ovvero ridurre il numero degli enti o addirittura cancellarli definitivamente dalla mappa geografica locale, affidando ai Comuni maggiori poteri. L ipotesi più accreditata resta quella che Iorio possa tenerne in vita almeno due. Se così fosse il Governatore salverebbe quella dell Alto Molise e una in provincia di Campobasso. Nel frattempo tra i dipendenti di palazzo Tirone si vivono giorni di apprensione in attesa di conoscere il proprio futuro. Tuttavia c è da rimarcare la levata di scudi in favore dell Ente arrivato dall ultimo consiglio comu- La Finanziaria prevede il loro azzeramento ma il Governatore vorrebbe tenerne in vita almeno due nale di Agnone. E se un po tutti i consiglieri durante l assise, che ha eletto Gelsomino De Vita rappresentante del Comune, hanno sottolineato l importanza della Comunità Montana «Alto Molise», al tempo stesso in molti hanno inteso ribadire di dover cambiare registro. Così come funzionano le Comunità Montane non hanno motivo di esistere, in estrema sintesi il messaggio lanciato. Al contrario urge una seria programmazione futura e soprattutto un lavoro a 360 gradi, capace di garantire all utenza servizi maggiori e di qualità. Questo il paletto fissato dal Consiglio comunale di Agnone. In definitiva solo il nuovo anno potrà dire se la Montana Alto Molise vivrà ancora... fds

13 LA CRONACA/ Necessario l intervento dei Vigili del fuoco. Ingenti i danni. Indagano i Cc Le fiamme distruggono un bar L episodio in viale della Stazione Attimi di paura tra i residenti VENAFRO - Brutto incendio in un ristorante pizzeria di viale Vittorio Emanuele. Dai venafrani conosciuto come viale della Stazione. L altra mattina, poco dopo le sei, alcuni passanti hanno notato che fuoriusciva fumo dalle saracinesche chiuse del noto locale «Antico Borgo». Tanto da chiamare, via telefonino, i Carabinieri ed i Vigili del Fuoco. Questi ultimi, giunti da Isernia in meno di mezzora, hanno notato che il ristorante si stava incendiando. Con fiamme sempre più alte. In meno di mezzora i Vigili, lavorando con schiumogeni ed idranti, sono riusciti a spegnere le fiamme. In un primo momento l Antico Borgo, che è gestito a livello familare da Giovanni Iannarelli, sembrava completamente distrutto. Annerite le suppellettili, anneriti i muri ed il soffitto. I danni sembravano dell ordine di centinia di migliaia di euro. Praticamente irreparabili. Ma poi, ad un esame più attento e con il lavoro di pulizia, i danni sono apparsi ben più contenuti. Sotto i diecimila euro. I Vigili hanno anche esaminato le pareti ed il soffitto, rilevando che non avevano subito grossi danni. Se non agli intonaci anneriti. In tal modo nè il ristorante, nè le abitazioni sovrastanti correvano alcun pericolo strutturale. L incendio non è di natura dolosa. I Vigili hanno potuto accertare che è partito dalla spina elettrica di un congelatore, probabilmente surriscandatasi ed andata in corto circuito. E da una scintilla si è prodotta una fiammella sempre più vasta. Probabilmente il fuoco non si è potuto alimentare e propagare velocemente poichè il locale era chiuso. Mancava l ossigeno ed il circolo dell aria ad alimentare il fuoco. E questa circostanza è stata una vera fortuna. Solitamente il noto locale, che «pratica» una cucina assai gustosa e tradizionale (con piatti tipici venafrani), rimane chiuso il lunedì. Proprio come nella giornata di ieri. Il locale è assai frequentato dagli amanti della buona tavola. Anche perchè vanta una convenzione coi dipendenti della Asl, con l Enel, la Telecom e con alcuni Istituti di Credito. Ieri pomeriggio molti operai erano al lavoro per ripulire tutto e rimettere di nuovo in moto l attività. Si pensa a pochi giorni di fermo, ma poi l esercizio verrà riperto a funzionerà a pieno regime. Il locale andato in fumo lungo viale della Stazione a Venafro Forse già dalla fine dell anno e Capodanno. Intanto i Carabinieri sul caso - com è prassi - hanno fatto regolare rapporto. Al momento non sono stati per fortuna accertati doli o responsabilità di sorta. Per il proprietario del locale poteva anche andare peggio. Anche perchè qualunque danno non sarebbe stato ripagato, mancando una copertura assicurativa. Presto comunque nell Antico Borgo si torneranno a gustare le specialità della casa. A comiciare dalle frittelle venafrane, le patate ed il baccalà alla m ntanara. Oltre alla tradizionale pizza napoletana. M.Lepore L emittente sporge denuncia all Arma contro ignoti Sabotato il ripetitore di Tvi Tranciati tre cavi elettrici VENAFRO - Un atto vandalico ai danni di Tvi, ignoti hanno tranciato il giorno della vigilia di Natale tre cavi del ripetitore Tre Torri a Venafro. I danni hanno interessato tra l altro anche il ripetitore principale impedendo di conseguenza le trasmissioni televisive. Sono stati gli stessi telespettatori a segnalare, in occasione dei tg, il guasto alla redazione dell emittente televisiva. E così, saltate le trasmissioni il 24 dicembre, nella mattina di Natale i tecnici hanno effettuato un sopralluogo nella zona, rimediando al meglio il danno. Tre i cavi elettrici tranciati. Ieri la direzione dell emittente ha presentato una regolare denuncia ai carabinieri di Venafro, contro ignoti. Episodi simili erano già accaduti in passato, in realtà si era trattato di problemi a ripetitori, ma mai sinora nessuno si era spinto fino a tanto. «Pensiamo ad un sabotaggio» affermano amareggiati dalla direzione dell emittente televisiva «ma abbiamo scoperto il grande affetto dei telespettatori in tutta questa vicenda». Intanto sull episodio indagano ora i carabinieri. Comune, il bilancio di un anno Sarà illustrato questa mattina in una conferenza stampa VENAFRO - Già largamente annunciata e pubblicizzata. Stamattina conferenza stampa di fine anno. A partire dalle 10.30, nella sala consiliare Pilla, il sindaco Nicando Cotugno illustrerà le opere realizzate in quest anno e quelle da realizzare per l anno a venire. Il sindaco, per quanto è dato sapere, sarà contornato dall intera Giunta. Non è la prima conferenza di fine anno, ma la novità è data dalla presenza di alcuni illustri funzionari. Come la direttrice generale degli Uffici Anna Cascardi, Carlo Tatti (direttore dei Lavori Pubblici), Nicolò Roccolino (responsabile dell Ufficio Ragioneria), Mauro Cappellari (Affari Generali) e tenente Gianni Giampietri comandante della Polizia Municipale. A nome della collettività chiediamo fatti concreti e non promesse. Come la data della sistemazione definitiva delle Medie, l altra data della sistemazione del palazzo Liberty, la data della gara d appalto della raccolta dei rifiuti, la certezza che al SS Rosario riaprirà Rianimazione e verranno potenziati il Pronto Soccorso, Ortopedia ed altri Reparti essenziali. Servono non le parole, ma carte scritte. Serve anche conoscere se il Comune di Venafro farà dei passi concreti per rilanciare tutta l area industriale e la sua imprenditoria locale. Con legge regionale, dal momento che la città ed il suo hinterland sono state esclusi dalle Zone Franche Urbane e dall Obiettivo Uno. Serve conoscere con certezza quali progetti finanzierà l amico Michele Iorio, dal momento che dalla Regione stentano ad arrivare appena 60mila euro (erano in principio 80- mila), promessi da quattro anni per rifare via Leopoldo Pilla. Serve sapere se Venafro vorrà essere proiettata verso il futuro, con il rifacimento di almeno due strade: via Colonia Giulia (biglietto da visita per chi transita per la città) e la strada centrale più «vergognosa» ed indecente del Molise: viale della Stazione. Serve sapere quando la città avrà un cineteatro, dal momento che possiede la compagnia teatrale più attiva della Regione. Così come quando arriverà un accordo con la Sovrintendeza per «sfruttare» i suoi irripetibili monumenti. Serve conoscere che fine ha fatto l ordinanza di blocco della captazione oppure di denuncia alla Magistratura, dal momento che l ambiente venafrano è stato letteralmente violentato, col rischio che scompaia una secolare ricchezza: l acqua sorgiva. Serve sapere quando chiuderanno tre cantieri aperti da anni: quello di piazza Castello, quello delle sorgenti di Venafro e quello della nuova rete idrica. Infine serve consoscere quali opere verranno appaltate nel fatidico anno Grazie di cuore, a nome di tutta la città, per le risposte che verranno. Senza se o ma. ml Venafro - I casi continuano a ripetersi Ancora black-out in città Luci spente fuori al SS Rosario VENAFRO - Mentre sfavillavano le luci e gli addobbi di fine anno (in centro), tutta l area della Fontana sino all ospedale SS Rosario è rimasta inesorabilmente al buio. Succedeva nel corso delle festività di Natale. Una bella ed importante area della città è rimasta al buoio. Ed ironia della sorte è quella su cui si sta lavorando a trasferirvi il Mercato. La pubblica illuminazione ha ancora bisogno di fare il classico salto di qualità. Con pali puliti, dritti e verniciati. E soprattutto con nuove sfavillanti luci, a basso consumo. Che funzionino sempre. A Venafro se c è una cosa che non serve affatto è il buio pesto. In tutti i sensi. Speriamo che l anno nuovo porti la svolta. E soprattutto faccia nuova «luce» sulla città. Emmelle Tvi, sabotati i ripetitori. Nella foto i cavi tranciati Auguri a Lorenzo per il suo primo compleanno Il piccolo Lorenzo Spegne la sua prima candelina il piccolo Lorenzo Verrecchia. All ometto una valanga di auguri da papà Antonio, mamma Isaura, dai nonni, gli zii e i bisnonni.

14 NUOVO oggi MOLISE VENAFRO-AREA VOLTURNO L amministrazione eredita case nel centro storico Donati alcuni immobili al Comune di Cerro I locali utilizzati come centro culturale 15 Montaquila punta al rilancio Il 2009 si chiude con la fiera di S. Silvestro CERRO AL VOLTURNO - In riunione il Consiglio comunale. Il sindaco Vincenzo Iannarelli ha convocato l assise civica in serata. All ordine del giorno la comunicazione della donazione immobile ricevuta. Il primo cittadino di Cerro al Volturno, Vincenzo Iannarelli, ha convocato l assise civica prima della fine del 2009 per chiudere l anno in bellezza ed approvare alcuni punti di stretto interesse per far sì che la macchina amministrativa-burocratica cerrese vada avanti. Il Consiglio si riunirà questa sera alle ore 19 all interno dei locali dell ex scuola materna, temporaneamente adibiti ad aula consiliare. All ordine del giorno, argomenti più che altro tecnici. Subito dopo l approvazione dei verbali della seduta precedente si provvederà alla notifica di una delibera di giunta e alla nomina di un rappresentante del Consiglio comunale che farà anche parte dell associazione Amici del pance, che come ogni anno si occupa dell organizzazione della rinomata festa del pane di Cerro al Volturno. Infine, il sindaco Iannarelli comunicherà all assise riunita la donazione ricevuta da parte di alcuni cittadini benefattori originari di Cerro, che hanno donato di propria volontà alcuni stabili ubicati nel centro storico cittadino al Comune e alla persona del sindaco. Quest ultimo utilizzerà i locali per creare, in futuro, un centro culturale ed aggregativo da mettere a disposizione dei giovani del posto. mi.vi. L amministrazione comunale di Cerro a Volturno ha ereditato alcuni immobili MONTAQUILA - Ripristinata l antica fiera di San Silvestro che si svolgerà il 30 e 31 dicembre. Intenso l impegno dell amministrazione comunale guidata dal sindaco Franco Rossi. Un occasione per far conoscere il paese e soprattutto per aumentare l afflusso turistico. Periodo festivo di lavoro intenso per gli amministratori comunali di Montaquila, sindaco Franco Rossi in testa, che, invece di godersi qualche giorno di meritato riposo, hanno pensato di ripristinare, per il secondo anno consecutivo, una tradizione locale. Infatti, si svolgerà a Montaquila in località San Silvestro l antica fiera che caratterizzava il mercato artigianale e contadino del periodo invernale di gran parte della Valle del Volturno. Si tratta della fiera o mercato di San Silvestro in programma per il 30 e 31 dicembre 2009, giornata dedicata al santo dal quale prende il nome la fiera. Un appuntamento voluto con tutte le forze dal Comune di Montaquila che in questi giorni sta predisponendo al meglio l area dove si svolgerà l evento post-natalizio che farà da buon auspicio all ingresso del nuovo anno. Due giornate aperte ai commercianti locali, agli artigiani a tutti i mercanti ambulanti che girano il Molise e soprattutto aperte alle tradizioni antiche. Si è detto molto soddisfatto il primo cittadino di Montaquila Franco Rossi che punta molto su questa manifestazione invernale della durata di due giorni, con la quale si potrà rilanciare una vecchia tradizione scomparsa nel Un tuffo a ritroso per i giovani collesi che hanno compiuto 25 anni: un pranzo per ricordare quel periodo I ragazzi della mitica classe 1984 Ricordi, emozioni e il passato mai dimenticato COLLI A VOLTURNO - Emozioni, ricordi e sentimenti. Una rimpatriata riuscita quella della classe 1984 collese. Tutti riuniti per un pranzo di buon auspicio per il Con qualche assenza dell ultima ora si è svolto comunque il pranzo organizzato per festeggiare la classe 1984 di Colli a Volturno. Undici partecipanti, tutti nati nello stesso anno che hanno onorato con la loro presenza questo evento. Il miglior modo per stare insieme naturalmente non poteva essere altro che legato al buongusto. Infatti, i giovani del 1984 si sono ritrovati presso il ristorante-albergo Voturno di Colli, domenica 27 dicembre. Un appuntamento atteso da tempo e che in molti ha scatenato emozioni. Tante la gioia nel rivedere le vecchie foto e scorgere volti di piccoli bambini innocenti che frequentavano la scuola elementare e che ora sono diventati adulti. Durante il pranzo un pensiero anche per gli amici che non sono più tra noi e per coloro che difficilmente si incontrato, sia per problemi di lavoro che per altri motivi. Un lauto banchetto ha caratterizzato la giornata del ricordo e dell incontro che tutti volevano, ma che fino ad ora non era stata mai organizzata. In queste occasioni quello che conta è stare insieme e anche qualche divergenza passata è stata messa alle spalle. Gli undici partecipanti al pranzo si sono soffermati molto nei loco ricordi sugli anni della scuola e su come si trascorreva in allegria il tempo insieme. Al termine del pranzo torta commemorativa e i saluti alla prossima riunione fissata per il raggiungimento dell obiettivo dei 30 anni, un pò come il film Compagni di classe! michele visco tempo e soprattutto si farà conoscere il territorio comunale di Montaquila anche all esterno dei confini provinciali. Tutti i commercianti interessati sono invitati a partecipare alla manifestazione fieristica che avrà luogo proprio in località San Silvestro a Montaquila nelle ore mattutine e nel primo pomeriggio del 30 e 31 dicembre. Anche il vicesindaco di Montaquila Giovanni Perna, ha espresso una sua considerazione sull evento, ripristinato per il secondo anno consecutivo, definendolo l anima della tradizioni popolari di Montaquila e di tutti il suo territorio comunale, al quale non si può assolutamente mancare. In questo modo i cittadini e l amministrazione comunale accoglieranno il 2010 all insegna del rilancio turistico-economico. michele visco

15 AMMINISTRATIVE 2010 di Michela Bevilacqua Quella poltrona è la più ambìta del basso Molise. Governare una città come Termoli, infatti, ha sempre la sua rilevanza. E, d altronde, si sa che quando una amministrazione comunale cade nella maniera nella quale è caduta quella retta da Vincenzo Greco, sono in tanti quelli che pretendono di "farsi avanti" e che si vedrebbero bene addosso la fascia tricolore. Si prevedono, dunque, tre mesi di autentica corrida politica per i termolesi. Fino al momento della presentazione delle liste, infatti, saranno tanti i nomi (ipotetici o no, presunti o anche solo di fantasia) che saranno buttati "nel calderone". Proviamo, quindi, a fare una sorta di "schemino mentale" giusto per avere le idee più chiare buttando l occhiolino ai probabili nomi per ogni schieramento. Politico e non. PD Nel partito attualmente retto dal segretario regionale Danilo Leva (che ieri avrebbe dovuto celebrare una riunione straordinaria e urgente della segreteria regionale, riunione che, invece, è stata rimandata a domani), il "candidato perfetto" sembrava essere Antonio D Ambrosio. D altronde era stato lo stesso D Ambrosio a buttare avanti la sua candidatura («me l hanno chiesto in tanti»). Il suo nome, per come lui stesso lo aveva descritto, sembrava quello della "sintesi perfetta" per quella grande "deriva centrista" che in tanti prospettano come la soluzione migliore per ridare solidità all amministrazione comunale termolese. Più di qualcuno, infatti, pensa che sia arrivata l ora di rimettere "in sella" un politico con la "P" maiuscola. Mano a mano, però, che i giorni passano si guarda con maggiore attenzione a quello che potrebbero fare, Tra ritorni, conferme, volti vecchi e nuovi e "apparentamenti ipotetici" un caldo capodanno Schieramento per schieramento le ipotesi al momento più gettonate Tanti candidati per una sola (ambìta) poltrona a Palazzo E corsa al "nome perfetto" e a come la potrebbero pensare, i grandi "ex" attualmente nel Pd. Quei Laura Venittelli e Ettore Fabrizio che vennero defenestrati da Greco. E c è un altra domanda che affolla la mente: si faranno o non si faranno le primarie per la scelta del candidato? C è chi dice che, dati i tempi ristretti, alla fine sarà il partito a decidere il nome da portare al tavolo delle trattative. EX DS Nel calderone di chi, alla fine, potrebbe presentare il proprio nome, ci sono anche gli esponenti degli ex Ds, il raggruppamento che, scomparso dalla scena nazionale (il simbolo, infatti, non esiste più essendo confluito all interno del Pd insieme all ex Margherita) continua ad avere una certa rilevanza in quel del basso Molise. Non bisogna dimenticare, infatti, che tra i "rossi" ad avere preso una "caterva" di voti alle ultime amministrative ci sono nomi che hanno ancora molti consensi a Termoli. Vedi Filippo Monaco e Mario Di Blasio. Il primo è stato vicesindaco di Greco (poi defenestrato senza che il Pd battesse neanche ciglio) e "uomo di fiducia" di un altro consigliere regionale del Pd (a sua volta candidato alla carica di segretario regionale del partito), Michele Petraroia. Da più parti il nome di Monaco esce come candidato a sindaco (magari di una lista civica prettamente di sinistra). Lo stesso nome che, però, non sarebbe gradito al Pd nel caso in cui il partito volesse tentare il "colpaccio" di centro. Per quello che, invece, riguarda Di Blasio, è stato uno degli esponenti più importanti della Giunta appena caduta. Assessore ai Lavori pubblici, il suo nome è trapelato nelle ultime ore, correndo a creare ancora maggiori punti interrogativi. D altronde, come ha affermato un altro storico "diessino" (e capogruppo Pd in consiglio comunale fino a qualche giorno fa) Franco Scurti: «il centrodestra ha tanti candidati, ma anche noi non stiamo facendo di meglio in quanto a numeri». L «INCOGNITA» DI GIANDOMENICO In una "corrida" che di giorno in giorno ha sempre più pretendenti, da più parti ci si domanda cosa farà, alla fine, Remo Di Giandomenico. Il sindaco "storico" di Termoli proporrà qualcuno dei suoi fedelissimi oppure appoggerà Antonio D Ambrosio? Non bisogna dimenticarsi, infatti, che Di Giandomenico e D Ambrosio hanno una parentela molto stretta. Sono cognati. I più maligni affermano che, se dovessere concretizzarsi l operazione D Ambrosio sarà anche perché quest ultimo avrà ottenuto l appoggio del cognato che, non dimentichiamocelo, in quanto a esponente di centro in basso Molise è uno dei più importanti. L IDV Il partito di Antonio Di Pietro non sta mettendo molta bocca nelle questioni termolesi, o almeno non lo sta facendo alla luce del sole. Stando ad alcune indiscrezioni alla fine potrebbe decidere di ripresentare il nome di Vincenzo Greco. Sotto la lente, però, ci sono anche le decisioni che prenderanno alcuni "naufraghi del Pd" come Francesco Caruso. L ex vicesindaco del dopo- Monaco, infatti, pare stia seriamente pensando di lasciare il Pd (da cui ha preso nettamente le distanze dopo la caduta di Greco), per entrare proprio nell IdV. E se, alla fine, decidesse di proporsi lui stesso alla guida della città? IL CENTRODESTRA A destra tanti sono i nomi che da giorni circolano negli ambienti politici e non. Sono quelli di Antonio Di Brino, Alberto Montano e Oreste Campopiano. Nomi termolesi che corrono di pari passo con altri nomi che termolesi lo sono di adozione ma che sarebbero ben visti a livello regionale: Gianfranco Vitagliano (assessore regionale alla Programmazione) e Antonio Del Torto (presidente del Cosib e uomo di fiducia del presidente della Regione Molise, Michele Iorio). Anche qui, stando sempre alla voci di corridoio che, proprio per il fatto di essere di corridoio rappresentano delle pure indiscrezioni, tutto dipenderà dalla rilevanza dell ipotesi di centro con D Ambrosio come candidato a sindaco. C è, infatti, chi pensa che, alla fine, se si dovessere realizzare il "grande centro" sarà anche per volontà del centrodestra. UDC E UDEUR Giusto perché la situazione era già abbastanza "travagliata" così non potevano mancare due grandi partiti di centro (come amano loro stessi definirsi). Se, per quello che riguarda l Udeur, il partito del coordinatore regionale Vincenzo Niro, per il momento non sembra aver abbandonato lo schieramento di Iorio, la stessaa cosa (forse) non potrebbe essere pensata anche per l Udc. Cosa farà il partito dell assessore regionale Luigi Velardi? Affiancherà il Pd nella corsa alla poltrona di palazzo Sant Antonio, resterà accanto al centrodestra o, al contrario, deciderà di correre da solo, magari con una lista civica avente come candidato a sindaco proprio lo stesso Velardi? Tanti presunti candidati, quindi, per una sola poltrona. Chi la spunterà?

16 NUOVO oggi MOLISE TERMOLI 17 IN PRIMO PIANO Le ipotesi a pochi giorni dalla grande protesta popolare Termoli di nuovo in auge sul nucleare La città bassomolisana spunta ancora come probabile sito di installazione La Befana arriva allo Zuccherificio Come tutti gli anni si terrà il 6 gennaio la manifestazione per i lavoratori ANCHE quest anno, puntuale, la Befana arriverà allo Zuccherificio di Termoli il prossimo 6 gennaio alle 10 di mattina, per dispensare doni e dar vita ad una delle ricorrenze più attese, soprattutto dai più piccoli. Nel giorno dell Epifania, ad essere presenti nello stabilimento saccarifero anche i dirigenti dell azienda, fra cui il nuovo proprietario Remo Perna ed alcuni politici regionali e locali per distribuire i consueti regali ai bambini figli dei dipendenti. Per l edizione 2010, l incontro con la Befana prevede anche una lotteria di beneficenza, il cui ricavato sarà devoluto agli atleti paralimpici della «Asd Termoli Nuoto», anche loro ospiti della manifestazione. Anto Di Spalatro IN EVIDENZA TERMOLI come nuovo sito per l installazione di una centrale nucleare? L ipotesi di installazione di una centrale nucleare in territorio bassomolisano rimbalza ancora una volta tramite internet. E, infatti, un sito internet a riportare (nuovamente) l indiscrezione. La notizia arriva a pochi giorni dalla grande manifestazione di protesta contro l installazione di una centrale nucleare in basso Molise. Non c è da dimenticare, infatti, che a Termoli, poco prima delle vacanze di Natale, furono in tanti a protestare contro la paventata idea del governo nazionale. Smentita una prima volta, poi di nuovo affermata, poi smentita ancora, il nome della città bassmolisana continua a venire fuori. D altronde lo stesso nome fu tra quelli gettonati già negli anni 70. Per poi scomparire con l approvazione del referendum che sanciva la fine dell incubo atomico in Italia. Siamo dopo il disastro di Cherobyl. Quando il nucleare (anche quello pulito e sicuro) faceva paura. Adesso ci si vorrebbe adeguare alla Francia e ad altri paesi dove, invece, il nucleare è una realtà. E anche abbastanza consolidata. Per contro c è il parere della stragrande maggioranza dei termolesi (e dei molisani in generale) che, invece, non vuole l incubo di scorie radioattive e malattie sul proprio territorio. Poi c è, invece, chi il nucleare non lo vuole proprio in Italia. Su tutto questo c è sempre la parola del Governo. Contro la quale i comuni possono fare davvero poco. Tutto dall idea di Pelliccione e Cocciante: grande iniziativa Si terrà stasera, al Lumière, lo spettacolo «Animammersa». Il ricavato agli aquilani Un "terremoto di bontà" STASERA al Cinema Teatro Lumiére, va in scena uno spettacolo di beneficenza di teatro e musica, proposta «Dagli aquilani per gli aquilani» dal titolo «Animammersa» (Lettere da L Aquila voci e suoni della memoria). Animammersa che in dialetto aquilano vuol dire «Anima Profonda», come ci ha spiegato una delle anime pulsanti di questo evento teatrale, Miriam Pagliarulo, che per ragioni di studio prima e di famiglia dopo, da originaria molisana, è divenuta aquilana di adozione ed ha vissuto l immane tragedia del terremoto del 6 aprile come tutti i suoi concittadini in presa diretta e che ancora oggi si portano dietro le scorie psicologiche di quel dramma. Questo spettacolo, che una compagnia di circa 11 elementi porta in scena nei vari teatri italiani, vuol portare a conoscenza degli spettatori che saranno in teatro tutte le paure le emozioni e le speranza di rinascita di un popolo che in pochi secondi si è visto sconvolgere la vita nei propri affetti nelle proprie cose, ha dimostrato e sta dimostando grande dignità e orgoglio senza mai cadere in facili vittimismi. Loro, invece, si sono fin da subito rimboccati le maniche e senza perdere tempo hanno ricominciato a ridare vita alla loro città alla loro terra ferita e purtroppo in alcuni casi rasa al suolo. Miriam Pagliarulo ci ha raccontato quanto lavoro è stato fatto per riuscire a mettere in piedi questo spettacolo e quante traversie, soprattutto burocratiche, si sono dovute superare perché filasse tutto liscio. Oggi ci è apparsa una persona profondamente stanca ma felice nell animo. Ci ha detto che i termolesi in genere sono apparsi tanto generosi e solidali quando nel suo porta a porta autentico e propone di venire stasera al cinema teatro Lumiere ad assistere allo spettacolo. Questa sera è l occasione buona per dimostrare che il termolese LO SPECCHIETTO TORNA l appuntamento con la rubrica satirica a cura di Giodi che ogni settimana analizza la situazione termolese. Buona lettura. SON SALTATE LE QUAGLIE: SI VOTA Che peccato, amici. Ci siamo persi un avvenimento eccezionale, che avrebbe potuto far balzare Termoli alla notorietà nazionale. Lo avevamo sognato, previsto e descritto in un precedente "Specchietto". Ricordate? Il famoso "corteo" dei babbi Natale, che la nostra fantasia, aveva fatto sfilare per le vie cittadine alla vigilia del Santo Natale? Purtroppo è "saltato". Enorme il rammarico da parte di tutti coloro che lo attendevano, non fosse altro che per sostituire, durante queste feste, la assoluta mancanza a Termoli di qualsiasi intrattenimento gioioso programmato. Erano quasi tutti pronti ad affluire sui marciapiedi per conquistare le prime posizioni e diventare anche loro protagonisti. Si attendeva solo la fatidica data del 24 dicembre, data ultima, come noto,per il ritiro delle dimissioni da parte del sindaco Greco. Avvenimento eccezionale, tanto da far preoccupare molte Signore a prenotare per quella data i vari parrucchieri. Una aggiustatina ai capelli per farsi belle era d uopo. Si contavano ormai i giorni. Le tuniche da babbo Natale erano, a quanto pare, già state commissionate ed il pagamento per il nolo pure anticipato. Purtroppo tutto andato a monte. Peccato! Ci saremmo divertiti nel vedere i trenta babbi Natali, somiglianti tremendamente ai trenta consiglieri comunali, percorrere in corteo il Corso Nazionale della nostra cittadina fino a via Sannitica sistemati ovviamente su due file, quelli di destra sul lato destro e quelli di sinistra a sinistra. Con la "chicca finale", una volta giunti alla meta, dell inchino al Sindaco dimissionario, immaginato assiso su una vellutata poltrona all ingresso del Comune, ad attenderli ed a sigillare in tal modo il "perdono" fra abbracci e baci. No, non è andata così! Si è invece materializzato quanto sommessamente previsto, ovviamente sempre nella immaginazione, da alcuni «sapienti politici locali». Dal corteo, alla fine del Corso Nazionale, 16 babbi Natale (12+4 grandi quaglie saltatrici da uno schieramento all altro), invece di svoltare per piazza Sant Antonio, si sono distaccati per prendere la via di un Notaio donna e depositare le firme di dimissionari. Che colpo, ragazzi! Hanno voluto mettere all angolo il primo cittadino, prima che decidesse se ritirare o meno le dimissioni. Salti di gioia e fuochi di artificio (proprio così, amici). in piazza S.Antonio con i consiglieri della ex minoranza tutti insieme a issare il «V» con le dita della mano. Risultato: si andrà a votare, quasi sicuramente a fine marzo e nel frattempo il Comune commissariato da un esperto Prefetto in pensione. Che fine! E adesso cosa succederà? Difficile una previsione. Basti pensare che nella ex minoranza sono ben 6 gli aspiranti alla poltrona dorata. I nomi sono iniziati a circolare fin dal momento in cui i dimissionari hanno varcata la soglia dello studio notarile (tutti e 6 in bella posa fotografica sui «media» allo scoppio dei fuochi di artificio). Nella ex maggioranza invece tutto tace. La botta è stata assorbita con molto disappunto, soprattutto in riferimento ai 4 consiglieri, autori del madornale «salto della quaglia». Voci di corridoio comunque fanno già circolare il nominativo di un esperto esponente regionale con parenti a Termoli Se vero, la «bomba» esploderà a breve. Ma in tutto questo bailamme ai cittadini, frastornati per lo spettacolo mal digerito, chi ci pensa? Oddio! Mi sorge un dubbio. Vuoi vedere che il voto per una eventuale rielezione degli attori, autori di questo «tortuoso» spettacolo, non è più prerogativa dei «frastornati cittadini»? Tranquilli! Non è cambiato nulla. Ed allora vedrete quanti notevoli e molteplici pensieri affluiranno nella mente degli elettori, nel momento in cui si accingeranno ad apporre la croce sul nominativo da prescegliere. Che brutta gatta da pelare. Per i grandi «saltatori di quaglia». Giodi ha in fondo un cuore tenero spendendo 10 euro di solidarietà per i nostri fratelli aquilani recandosi a vedere questo spettacolo verità, magari per una volta rinunciando alla pizza, al ristorante per una buona azione. Vedrete che alla fine vi sentirete tutti più felici. In fondo siamo ancora sotto festività natalizie. L inizio dello spettacolo è previsto per le ore 21, il prezzo del biglietto devoluto in beneficenza è di 10 euro. Anche la direzione del cinema teatro ha sposato la causa della compagnia mettendo a disposizione a titolo compleatamente grautito la struttura per mettere inscena lo spettacolo. Micky guidetti Quando l anima immersa incontra il cuore del pubblico «Animammersa» nasce dall idea di due artisti: Carlo Pelliccione, musicista di spessore europeo, docente di contrabbasso al conservatorio di Campobasso, ed Antonella Cocciante, attrice di cinema e teatro che ha arricchito la sua eperienza artistica con i fraltelli Taviani, Lugi Squarzina e Lorenzo Salveti. Che cos è Animammersa?. «Tra noi la chiamiamo "ssa cosa" Un anima immersa nella terra e dal tempo riapparsa Quella notte. Non dovete aver paura. E solo l anima Finalmente». Animammersa è un concerto le cui trame si intessono dei canti della tradizione popolare aquilanae della costa abruzzese, rielaoborati dall approfondita ricerca etnomusicale di Carlo di Silvestre e Carlo Pelliccione ed eseguiti nello spettacolo dal Gruppo «Il Passagallo». Animammersa è un rito dove le due parti di uno spettacolo, pubblico e attori, incontrano la propria anima immersa nel dolore, nella rabbia, nello sconforto essendo i primigli autori di ciò a cui i secondidanno voce e riscoprono, così, un identità forte, commovente, indomita. Migui

17 18 MONTENERO-CAMPOMARINO NUOVO oggi MOLISE POLITICA IN PRIMO PIANO MONTENERO di Bisaccia, paese del basso Molise "arroccato" a metà tra la collina e il mare. "Patria" dell onorevole dell Italia dei Valori, Antonio Di Pietro. Il paese, dopo essere balzato agli onori delle cronache per la questione dell edilizia popolare alla marina che ha messo in crisi (e non poco) la Giunta guidata dal sindaco uscente Giuseppe D Ascenzo, adesso ha di nuovo i fari puntati addosso. Sì perché Montenero sarà il secondo paese bassomolisano, dopo Termoli, nel quali gli abitanti saranno chiamati a rinnovare il consiglio comunale. E come in ogni campagna elettorale che si rispetti (e a maggior ragione quando il paese è di piccole dimensioni), anche a Montenero sta iniziando il "toto-candidati a sindaco". Tra le voci, più o meno reali, che stanno circolando in questi giorni di "vacanza" (anche della politica), c è anche quella che vedrebbe l attuale coordinatore cittadino del Partito Democratico, Pino Chiappini, tra i presunti candidati alla carica di primo cittadino. «Non è una voce che è uscita dalla mia bocca - smentisce seccamente al telefono Chiappini - ho già fatto l amministratore e so quanto questa carica sia un onore. Ma è un impegno che porta anche delle grandi difficoltà». Stando alle parole di Chiappini, quindi, le voci che circolano in queste ore, tra un fetta di pandoro e l altra, sarebbero più "fumo negli occhi" che fatti e ipotesi concrete. Come sarebbe lo stesso anche per l altra indiscrezione che vedrebbe una sorta di "spartizione di territorio e competenze" tra Pd e IdV. «C è gente - ha continuato il coordinatore cittadino - che mette in giro voci provocatorie. Finora non abbiamo avuto ancora contatti con gli altri schieramenti politici, ma penso che, alla fine, a Montenero non ci saranno delle liste politiche, ma delle liste civiche ognuna delle quali porterà il suo candidato. Alla fine si sceglierà quello migliore. Una cosa è sicura - ha concluso - al centrosinistra interessa sia Termoli che Montenero. Ma si è ancora ai primordi per parlare di queste cose. C è ancora tempo». Michela Bevilacqua E sulla possibilità di una sua candidatura: «E una voce che non è uscita dalla mia bocca» Montenero - Si accende il dibattito per le amministrative Il Pd e la campagna elettorale: «Siamo aperti a tutto» Parla il coordinatore cittadino del partito di Bersani, Pino Chiappini Tragedia in centro a Montecilfone: perde la vita il 70enne Luigi Pugliese Ha un malore in macchina e si schianta contro un muro USCIRE per un giro con la propria macchina e non fare ritorno a casa. E questa la tragedia che ha colpito Montelcifone. Tutto è successo in una frazione di secondi. Lui, un 70enne molto conosciuto in paese, Luigi Pugliese, decide di compiere un giro con la propria vettura, un Fiat Punto grigia. Si è messo al volante della macchina quando, all improvviso, si è sentito male. Un malore che non gli ha dato neanche il tempo di capire L evento organizzato con la Proloco «Frentana» quello che stava succedendo. Subito, infatti, ha perso il controllo della macchina che, dopo aver sfondato una ringhiera, è finita contro un muro. Il tragico incidente è successo quando erano da poco passate le 15 di ieri pomeriggio in via San Rocco. A causare l incidente, con tutta probabilità, è stato un infarto. Immediata è scattata la chiamata al 118 che hanno provato per più di mezzora a rianimare l uomo. Per lui, però, non c è stato nulla da fare. Ai vigili del fuoco di Termoli, invece, è toccato il compito di rimuovere la macchina. La voce ha fatto subito il giro del paese e sul luogo dell incidente si sono subito radunate diverse persone. Conosciuto da tutti in paese, Luigi era in pensione da qualche anno, dopo aver lavorato per tanti anni in Fiat. Lascia la moglie e due figli. I funerali ci saranno oggi nella chiesa del paese. Mic. Bev. Quando il Natale diventa "arte sacra" Successo per l iniziativa di «Non solo musica» Un atmosfera particolare è quella che ha riunito l auditorio montenerese nella Chiesa di San Matteo Apostolo in occasione del Concerto di Natale di domenica sera, organizzato dalla Pro- Loco «Frentana» in collaborazione con l associazione musicale «Non solo musica». Grande prova d artisti e professionalità per i musicisti dell Orchestra «Collegium Musicum Apuliae» che hanno eseguito diretti dal maestro Marco Maria Lacasella, nove dei più celebri motivi sacri della tradizione classica e natalizia, dall Ave Maria di Schubert a «White Christmas» di Berlin, da «Jingle bells» di Pierpont, all intramontabile «Gabriel s Oboe» di Morricone. E dunque in un contesto speciale, ancor più perchè al cospetto del Sacro e dell Altissimo, che le auliche note degli inni e dei violini, Consulta giovanile, eletto il direttivo A Montenero l associazione dei giovani C è stata domenica sera, con la designazione dei probiviri, l elezione per il direttivo della neonata Consulta giovanile. La proclamazione, avvenuta nella sala polivalente del comune di Montenero, ha visto decretati tra gli otto candidati per il direttivo: Cristiano Marrollo, Mariano Vozza, Nerwal Sabatino, Simone Benedetto, Alessio D Ascenzo, eletti a maggioranza semplice ed in carica per due anni. Tre invece sono i probi viri designati, tra i quali Enrico Sabatino e Simone Zappitelli, ai quali spetterà il compito di far rispettare le norme dettate nello Statuto. Toccherà inoltre al direttivo la designazione di un proprio presidente, di un vicepresidente, ed a sua volta il presidente sceglierà un proprio segretario. Particolarmente soddisfatto per l affluenza e la risposta del mondo giovanile, l assessore alla Cultura ed alla Politiche giovanili Giuseppe Di Pinto: «è da 50 anni che non si aveva un incontro coi giovani di questo calibro, e poter vedere una sala consiliare gremita di ragazzi, partecipi e coinvolti, mi fa ben sperare per la politica condotta in questi anni. Domenica sera - continua l assessore - gli iscritti ammontavano a circa 340, con un aumento del tutto rilevante rispetto ai 140 del 12 dicembre. Le iscrizioni inoltre sono di nuovo aperte». Un vero picco di adesioni ha infatti registrato il nuovo ente dal giorno dell istituzione del 12 dicembre scorso, in un crescendo continuo di consensi che è sintomatico del bisogno di attenzione e di partecipazione sempre più avvertito dalle nuove generazioni, nel rapportarsi ai problemi reali e concreti della comunità, in qualità di parti attive e consapevoli del variegato panorama della società attuale. «Con l istituzione della consulta giovanile e con la nuova biblioteca multimediale abbiamo portato a termineil programma per i giovani - conclude Di Pinto - ai quali non possiamo dare solo una costituzione, ma anche la possibilità di rendere concreti quei principi sui quali la nostra costituzione si fonda». Laura D Angelo dei cembali, degli archi hanno tradotto in musica alla presenza di un pubblico scelto e partecipe il miracolo religioso del Natale, in un aura sacrale ed in una sorta di rapimento estetico che dalle tre navate della Chiesa del Santo Patrono cittadino ha pervaso l animo degli ascoltatori. Particolarmente soddisfatto dell iniziativa il parroco Don Claudio D Ascenzo: «inserire l arte in un contesto teologico», come egli stesso ha commentato, costituisce una delle tante possibilità che Dio offre all uomo per abbracciare e vivere appieno la magnificenza del creato, della quale ognuno di noi, spesso inconsapevolmente, fa parte. L. D Angelo

18 NUOVO oggi MOLISE BASSO MOLISE 19 Ambiente e territorio in evidenza CHE COSA c azzeccano piattaforme e trivelle con la natura, ancora incontaminata, delle Isole Tremiti? E al tempo stesso amareggiato e preoccupato il sindaco delle Isole Tremiti, Giuseppe Calabrese, alla luce delle ultime notizie che si rifanno a fonti del Ministero dell Ambiente relativo al via libera concesso dallo stesso dicastero per le ricerche petrolifere da compiere nei fondali dello specchio acqueo vicino allo splendido arcipelago. Tra i siti individuati dal Governo, infatti, ci sono anche le Diomedee e questo, immediatamente, ha fatto storcere il naso a molti, in prima battuta per i rischi di ricadute negative sul locale comparto turistico, forza trainante nel posto. Il sindaco Calabrese annuncia battaglia ed al suo fianco ci sono i residenti, parte dei quali non ha esitato a dichiarare: «Siamo un centro balneare, il petrolio non c entra nulla con noi». Va giù duro il primo cittadino: «Facciamo tanto per preservare, difendere la nostra natura, rendere il mare sempre più pulito e poi autorizzano ricerche petrolifere sui fondali. Ma stiamo scherzando? Allora deduco che non si è capito nulla. Possibile? Confido nel ministro Stefania Prestigiacomo - continua Giuseppe Calabrese - e sono sicuro che sarà attenta a quelle che saranno le richieste delle Isole Tremiti. Se questo non dovesse avvenire sicuramente ci saranno azioni contrarie, oserei dire di vera e propria resistenza a proposte che io giudico scellerate per la loro nefandezza ambientale». Difesa a spada tratta del territorio, delle bellezze paesaggistiche e di un tesoro ambientale che ha consentito, non a torto, di etichettare come perle dell Adriatico le isole. Ecco, in sintesi, il senso della mobilitazione, con i motori appena alla fase di riscaldamento, del sindaco e della sua comunità. Nessuno, insomma, vuole che si metta a repentaglio la fondamentale risorsa turistica per la patria di Diomede. Il «no» al petrolio è un grido compatto e va a far eco a quello, non da oggi, urlato anche nel vicino Abruzzo. Anche in questo caso ulteriori trivelle, piattaforme e perforazioni, peraltro in aggiunta a quelle già esistenti, potrebbero arrivare ad invadere una significativa parte del mare Adriatico. E, sempre dal vicino Abruzzo, c è anche chi suggerisce una sorta di gemellaggio antitrivelle. Se l unione fa la forza, in pratica, è bene provarci anche in questo caso. «Siamo pronti ad azioni contrarie e a resistere contro scelte scellerate» Tra trivelle, piattaforme e ripercussioni per il turismo Il sindaco Calabrese e i residenti sul piede di guerra: «E una vera nefandezza» Petrolio alle Tremiti: che c azzecca? Fronte compatto contro le perforazioni L arcipelago tra i siti di ricerca: le proteste Un impegno ed un fronte compatto e comune per contrastare un disegno di deriva petrolifera che non può, secondo ambientalisti e molti cittadini, essere confacente con le risorse naturali e turistiche che questo territorio, globalmente considerato, è in grado di esprimere ed anche sviluppare. Un pre allarme, dunque, che si estende dal basso Il primo cittadino confida nel ministro Prestigiacomo Abruzzo (e da Vasto in particolare dove ipotesi di piattaforme sono previste al largo della riserva naturale marina di Punta Aderci) alle Isole Tremiti. In mezzo c è il Basso Molise e quindi Montenero, Petacciato e Termoli e qui, invece, ad essere contestato c è il parco eolico. Ma questa è un altra storia... Michele Tana Il sindaco delle Isole Tremiti Giuseppe Calabrese amareggiato e preoccupato per le ultime notizie Anche per la prossima tornata sembra difficile il confronto tra due gruppi alternativi L «incognita» Bonefro A marzo si torna alle urne: l unica lista elettorale, come avvenuto in passato, potrebbe di nuovo essere realtà BONEFRO - Il clima ancora tranquillo delle festività natalizie non impedisce ad alcuni cittadini di Bonefro di riflettere sullo scenario politico locale in vista delle prossime consultazioni comunali del mese di marzo. Impostosi all attenzione in ambito regionale per effetto della particolare situazione venutasi a creare dopo che, nel giugno scorso, l unica lista presentatasi non era riuscita ad ottenere il quorum minimo necessario con la conseguente nomina Altre tre rappresentazioni in vista per il presepe vivente della comunità La Natività illumina San Felice di un commissario, il paese si avvicina a questo ulteriore appuntamento con le urne ancora in un clima di incertezza. E alcuni residenti temono che possa ripetersi già quanto avvenuto nei mesi scorsi, ovvero che a scendere in campo ci sia di nuovo un unica lista, di ispirazione politica di centrosinistra, senza che - dall altra parte della barricata elettorale - si riesca a proporre un alternativa. Da qui, proprio da alcuni bonefrani, l appello alle diverse componenti della comunità, in particolare ai più giovani, di ispirazione moderata, a volersi fare avanti per un confronto sui programmi e dunque sulle cose da fare concreto, franco, certamente caratterizzato dalla contrapposizione, ma sempre nell ambito delle regole e del rispetto reciproco. Un auspicio, in piena regola. Il sassolino, insomma, è stato lanciato. Ma ci sarà qualcuno pronto a raccoglierlo? S.M. SAN FELICE DEL MOLISE - Si sta caratterizzando anche in questo periodo festivo natalizio come una delle iniziative con maggiore appeal la rappresentazione vivente della Natività organizzata a San Felice del Molise dalla parrocchia di Santa Maria di Costantinopoli e dal Comune. Le due prime tappe dell iniziativa, quelle di sabato 26 e domenica 27 dicembre, nonostante condizioni climatiche particolarmente benevoli, hanno fatto registrare una buona partecipazione di pubblico a conferma di quanto questo presepe vivente abbia acquisito crescente considerazione nel corso del tempo. Una rappresentazione che coinvolge buona parte della comunità, nell obiettivo di ricreare la sempre sentita atmosfera di una piccola Betlemme di indubbio fascino e suggestione, unito ai sapori e ai profumi di questa terra. Fino alla conclusione di queste festività ci saranno altri tre appuntamenti con il presepe vivente di San Felice del Molise, in programma nel giorno di Capodanno, venerdì all imbrunire, ed ancora domenica 3 gennaio e, per concludere, nel pomeriggio dell Epifania, mercoledì 6.

19 22 LARINO-CASACALENDA NUOVO oggi MOLISE L EVENTO Note biografiche sui più importanti personaggi che hanno segnato il lungo periodo Presentato il volume di Acca Dedicato alla Società Operaia di Casacalenda il libro «Una storia, » ripercorre 134 anni di vita CASACALENDA - Tanta gente e grande passione per la presentazione del libro dedicato alla Società Operaia di Casacalenda. «Una storia ( )» è il titolo che il curatore Umberto Acca ha voluto dare al volume. «Questa non è solo la storia della Società Operaia, ma di tutta Casacalenda» è stato il commento del professore Lino Di Stefano, casacalendese impiantato a Frosisone da tanti anni ma che porta (con le sue numerose pubblicazioni) il suo paese nel cuore. Alla presentazione di domenica pomeriggio, in una sala della società Operaria di Casacalenda stracolma di gente, erano presenti (e presentati da Angela Ramacieri) il presidente del sodalizio Michelangelo Ramacieri, l assessore alla Cultura del Comune di Casacalenda Marco Masciantonio, il consigliere regionale Nicola Eugenio Romagnuolo, il parroco di Casacalenda don Michele Di Legge, il presidente della Società Operaia di San Martino in Pensilis Michele Mancini, il professore Lino Di Stefano (che ha presentato il libro con professionalità e cortesia) e l autore Umberto Acca. Un lavoro certosino, quello compiuto dall autore, che è riuscito a ripercorrere il 134 anni di storia della Società Operaria, fondata come Società di Mutuo Soccorso (quindi aveva un grande valore sociale per la comunità). Nel volume sono ripercorsi tutti i consigli di amministrazione del sodalizio (fondato l 1 giugno 1875 con il nome do Il tavolo dei relatori ed accanto la platea, attenta, che ha seguito la presentazione dle libro Società Operaia di Mutuo Soccorso Principe Amedeo di Casacalenda), con regolamenti cambiati nel corso degli anni. L autore ha voluto mettere in risalto la storia di Casacalenda con una breve biografia dei più importanti personaggi che nel corso degli anni hanno scritto pagine importanti della regione e della nazione. DA GUARDIALFIERA Riflessione del «Centro Studi Molise 2000» «Il presepe, realtà sul mistero della vita» GIARDIALFIERA - Curzio Malaparte classe 1898, giornalista toscano, scrittore ateo dalla penna graffiante, nel 1954 scrive una pagina violentissima in occasione di quel Natale che ancora svela rabbia, nervosismo, inquietudine per il malanimo, le imposture, le impurità con le quali, tal uni credenti, banalizzano e devastano la sacralità e la poesia del Natale. "E Natale - osserva Malaparte - gli uomini si apprestano alla suprema ipocrisia. Nessuno mai ha il coraggio di dire che il mondo è oggi scristianizzato e che nessuno osa ammettere che la magniloquenza dei potenti, la parata dei bigotti, le processioni dei falsi devoti, abbrutisce e spodesta la Grotta di Betlem. Non ci importa di chi soffre, non facciamo nulla per impedire il male, la miseria, il delitto, la violenza, la strage. Siamo quieti e muti e festeggiamo il Santo Natale". Lo scrittore così incalza: "Via da questa mangiatoia, ipocriti e bugiardi; andate a casa vostra a piangere sulle culle deifigli. Se il mondo soffre è anche perché non osate difendere la giustizia e la bontà e provate panico ad esercitare la fede sino in fondo. Questo Bambino è nato per salvare l uomo ed ha orrore di voi". Parole di drammatica attualità sulle quali il giornalista suda tanto, finché riesce a ritrovare se stesso. Curzio Malaparte si converte, chiede e riceve il battesimo a 59 anni e morirà riconciliato con Cristo, il 19 luglio 1957, stringendo tra le mani il crocefisso. La via di Betlemme è ancora oggi ostruita da detriti d orgoglio, di vanità, di egoismo, di violenza, di odio. L arida fantasia di sette giudici della Corte Europea per i diritti umani, individua finalmente in Gesù il sovversivo ed il nemico fondamentale all educazione dei bimbi! Il successo del "Codice da Vinci" di Dan Brown ha convito da poco certi ambienti che, attaccare la Chiesa, rende emotivamente ed economicamente l editoria giornalistica e mediatica. Sicché è adesso in libreria la "Santa Casta: duemila anni di intrighi, delitti, lussuria, inganni tra papi, vescovi, preti, cardinali". Siamo davanti alla diabolica ricerca del negativo nella Chiesa che, formata da uomini, compie anche errori. Ma chissà su quali siti potremo leggere che l ideatore dell Ospedale moderno è Camillo de Lellis, o Vincenzo de Paoli, Antida Thouveet, il Cottolengo o don Gnocchi. Chi ci ricorderà che la vera prima scuola popolare d Europa fu fondata da Giuseppe Colasanzio e che grandi uomini della Chiesa, prima e dopo di lui: don Bosco, Murialdo, Filippo Neri, hanno alfabetizzato ed educato milioni di figli della povera gente, e che continuano oggi, in terra di missione, a lottare contro la povertà, le malattie, l oppressione degli indifesi? Tutto avvenne ed avviene nello spirito del Presepe, della carità, dell amore. "Voce che sale dal colle - verseggia Antonio Crecchia - illuminato di stelle. E Guardialfiera respira la sua ora più bella. Al forte ramo dell antica sua gloria, spunta ancora un germoglio di storia". Dentro il cuore del Natale, la festa più sentita, più necessaria, più difficile, a Guardia, paese del Presepe, si medita. A Palazzo Loreto è allestito il "Natale di terra - dal fango al cielo": un racconto magico della natività in terra cotta, sculture e grafiche di Antonietta Caruso. Nostalgia di un mondo incantato, che porta con sé più domande che risposte. Nella chiesetta di San Giuseppe è esposto il significante Presepe artistico di Antonio di Meo, realizzato con materiale riciclato che induce ad amare e salvaguardare l ambiente e la natura. E a "Piedicastello", dove il contagio irresistibile della purità e creatività, rende credibile l incredibile, Angelo Antenucci e l appassionato lavoro corale dei giovani e dei meno giovani della "Pro-Loco", realizzano la 23 " edizione del Presepe Vivente. E lì, all interno di uno scenario di fiaba, la sera di Santo Stefano, c è stata la rappresentazione e la prova più reale e tragica sul mistero della vita e della morte, della futilità e preziosità dell esistenza. Emidio, 46enne, il pingue e simpatico personaggio nel lussuoso harem di Erode, si stiracchia, stramazza, muore in un istante, fulminato dall infarto, e disteso sul filare delle scalee bianche del villaggio. La notte incombe, lo spavento, l impressione, le urla, le luci del Presepe, si fanno amare e tormentose. Oggi, fra questo dolore cupo, nel rispetto del dramma, Guardialfiera atterrita, insinua il seme di speranza, della fiducia, della nuova attesa. Il Presepe fa balenare un altra luce che il cielo rinfrange nel cuore d ogni contemporaneo. Invita a compiere un passo che va oltre, anche rischiando nel mistero. Un passo che non s accontenta della disperazione e della sconfortata rassegnazione, ma che insegna al tempo "l arte del vivere". Vincenzo di Sabato

20 NUOVO oggi MOLISE TRIVENTO-VALLE TRIGNO 23 Trivento - Celebrata anche la messa Incontri di preghiera nelle contrade dell agro Con don Luigi Di Lella TRIVENTO - Nei giorni scorsi il parroco della Santa Croce ha tenuto diversi incontri di preghiera e catechesi nelle famiglie dei ragazzi che devono fare la prima comunione nelle numerose contrade della parrocchia. "A Montelungo e a Fonte del Cerro - ricorda don Luigi Di Lella - gli incontri si sono tenuti nelle chiese, a Cerreto, a Maiella, a Sterparo, a Querciapiana e in paese nelle case private. Nelle contrade si è andato di sabato o di domenica: dopo il momento di preghiera e di catechesi, si è celebrata anche la Santa Messa. In questi casi, l omelia verteva sul tema delle letture. E stato molto bello vedere i papa e le mamme, guidare la recita del Rosario, proclamare le intervenire nelle catechesi in modo appropriato. Primo momento molto significativo è la intronizzazione della Bibbia: brevi spiegazioni sul significato della parola "Bibbia": accennando alla parola "biblioteca" si capiva che la "Bibbia" era una raccolta di libri. Veniva aperta e ci si soffermava sul significato delle parole "Antico Testamento" e "Nuovo Testamento". Il passo successivo era quello di far capire che Dio voleva stabilire un patto di alleanza, di collaborazione, di amicizia con l uomo. Si accennava al patto stipulato dopo il diluvio universale e con Abramo. Il racconto del patto stipulato con Mosè dopo la consegna dei comandamenti con lo spargimento di sangue sull altare e sul popolo riportava il discorso della consacrazione del vino". am Montefalcone nel Sannio - Le domande andranno presentate entro il 30 aprile 2010 Fornitura di gas, arrivano i bonus La concessione, da parte dell amministrazione comunale, alle famiglie che vivono in condizioni di disagio MONTEFALCONE NEL SANNIO - L Amministrazione comunale ha reso note le modalità per accedere alla concessione del bonus sociale per la fornitura di gas alle famiglie in condizioni di disagio. "Il reponsabile del servizio - è scritto nell avviso pubblico - visto l art. 3, comma 9, del D.L. 29 novembre 2008, n. 185; visto lo statuto comunale; rende noto che con deliberazione 6 luglio 2009 l Autorità per l energia elettrica ed il gas ha approvato le "Modalità applicative del regime di compensazione della spesa per la fornitura di gas naturale sostenuta dai clienti domestici economicamente svantaggiati; hanno diritto al bonus sociale, per una sola abitazione di residenza, le famiglie con indicatore ISEE non superiore a euro, nonché le famiglie numerose (4 o più figli a carico) con ISEE non superiore a euro. Questi parametri economici sono gli stessi che permettono ai clienti domestici di accedere anche al bonus elettrico per disagio economico. Il bonus gas potrà essere richiesto anche da coloro che, in presenza dei requisiti ISEE e di residenza indicati, utilizzano impianti di riscaldamento condominiali, ovviamente a gas naturale. Il valore del bonus gas sarà differenziato: per zona climatica (in modo da tener conto delle diverse esigenze di riscaldamento, legate alle diverse condizioni climatiche); per tipologia di utilizzo (solo cottura cibi e acqua calda, o solo riscaldamento, oppure cottura cibi più acqua calda e riscaldamento); per numerosità delle persone residenti nella medesima abitazione. Coloro che ritengono di avere diritto al bonus sociale, per l anno 2009 dovranno presentare domanda a questo comune entro il 30 aprile 2010, esclusivamente sull apposito modello gratuitamente disponibile presso questo ufficio; i moduli sono reperibili anche sul sito internet Alla domanda dovranno essere allegati i seguenti documenti: a) Attestazione ISEE (in relazione al disagio economico) se non già presentata per altre agevolazioni; b) Copia fotostatica del documento di identità. Il diritto al bonus ha una validità di 12 mesi (1 gennaio - 31 dicembre 2009). Al termine di tale periodo, per ottenere l eventuale rinnovo, il consumatore dovrà presentare una domanda accompagnata da una certificazione ISEE aggiornata, che attesti il permanere delle condizioni di disagio economico". Le domande vanno presentante entro il prossimo 30 aprile. Organizzato dalla pastorale giovanile Christmas party al San Giovanni TRIVENTO - Questa mattina, organizzato dall equipe della Pastorale giovanile della Diocesi di Trivento, presso il centro polifunzionale di via Colle San Giovanni, si terrà il Christmas Party. L iniziativa è riservata ai ragazzi di età compresa tra 14 e 25 anni. "L equipe di Pastorale Giovanile Diocesana - si legge nella presentazione di questo atteso appuntamento - riunitasi martedì 15 dicembre insieme al Vescovo mons. Domenico Scotti, dopo aver valutato in maniera più che positiva il precedente raduno di Agnone, ha programmato un altro suggestivo incontro da tenersi durante le prossime festività natalizie e ne è scaturito il seguente appuntamento per il 29 dicembre in Trivento, presso il Centro Polifunzionale di Colle San Giovanni. CHRISTMAS PARTY riservato ai giovani dai 14 ai 25 anni (garantiti)". Questo il programma della giornata: ore 9.30: Accoglienza; 10.00: preghiera iniziale e riflessione sui Talenti; 10.30: giochi di conoscenza tra i gruppi di provenienza; 11.15: laboratori di gruppo; 13.00: pranzo; 14.30: giochi vari e ricca tombolata; 16.30: condivisione dei lavori di gruppo; 17.30: preghiera finale e canto dell arrivederci. All incontro di questa mattina saranno presenti giovanidi tutta la Dicoesi di Trivento. antonio mancinella Monsignor Domenico Scotti: «Spalanchiamo gli occhi e il cuore alla luce e alla pace» Dalla Curia vescovile di Trivento riceviamo e pubblichiamo l omelia tenuta da mons. Domenico Scotti in Cattedrale il giorno di Natale. Buon Natale a tutti! Oggi celebriamo la nascita di Gesù e in questa Eucaristia Lui si rende presente e ci invita a spalancare gli occhi e il cuore alla luce e alla pace che il Bambino del presepe ci porta. Egli auguri che ci scambiamo, i regali che di solito si fanno a Natale sono segno dei doni effusi su di noi dall amore di Dio. Il motivo per il quale celebriamo il Natale è perché desideriamo dare al mondo l annuncio stupendo: il Verbo di Dio si è fatto carne ed è venuto ad abitare in mezzo a noi. Si è fatto uomo, ha assunto la nostra condizione di debolezza, di fragilità, di morte, per riscattarci da questa condizione. Le splendide letture odierne ci guidano nella riflessione e nell approfondimento dell evento grandioso dell Incarnazione. La lettura del profeta Isaia canta il ritorno degli esiliati a Gerusalemme. Siamo invitati, anche noi, a cantare di gioia come le sentinelle sulle mura della città santa, perché il Signore viene a donare la luce, viene a riscaldare il cuore con il suo amore, viene a cancellare le nostre debolezze. L annuncio che il Verbo di Dio si è fatto uomo proclama il ritorno dell umanità a Dio. Con il Natale il Figlio di Dio entra nell oscurità del mondo, nel buio del male per ricostruire l amicizia tra Dio e l uomo, per ricostruire l unità nell uomo e nella società, riducendo le divisioni e mettendo fine alle lotte. Sta a noi accogliere per primi questo messaggio natalizio di salvezza, sta a noi credere e sperare anche per chi non crede e non spera, nella certezza che la parola del Signore si adempie e si adempirà, che il Natale mette nel cuore di ognuno di noi un fermento di vita nuova, un germoglio di puro amore, che, a suo tempo, darà frutti copiosi. La verità dell evento che stiamo celebrando, è tutta racchiusa nell introduzione del Vangelo di Giovanni: "E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi". Queste parole sono il punto culminante di un Dio che entra e cammina nella storia dell uomo. Lui è il creatore di ogni cosa: "Tutto è stato fatto per mezzo di lui e senza di lui nulla è stato fatto di ciò che esiste". Egli è luce e vita per ogni essere umano: "In lui c era la vita e la vita era la luce degli uomini... Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo" Dio non è estraneo alle vicende umane: è vicino, partecipa, è solidale. Egli è l Emmanuele, il Dio con noi, perché nel grembo di Maria prende la nostra stessa carne umana coinvolgendosi nella storia di ogni uomo che viene a questo mondo. La pagina del Vangelo di Giovanni ci pone davanti ad un quadro splendido. Ma la stessa pagina ci mette di fronte ad una sfida drammatica. E la sfida della risposta che di fronte al dono di Dio l uomo deve dare. Dio, per salvare l uomo, offre tutto se stesso nel Figlio nato a Betlemme. Ma l uomo come risponde? San Giovanni usa tre immagini. Scrive: "La luce - Gesù Cristo - splende nelle tenebre e le tenebre non l hanno accolta". Poi "Il mondo è stato fatto per mezzo di lui, eppure il mondo non lo ha riconosciuto". Infine: "Venne fra i suoi e i suoi non l hanno accolto". E questo il mistero del rifiuto. Di questo mistero ci parla anche l evangelista Luca quando annota che Maria "lo pose in una mangiatoia, perché per loro non c era posto nell alloggio". Dobbiamo riflettere sulla gravità di questo mistero. Al Signore, che nasce tra noi, possiamo rispondere con l indifferenza, l ateismo pratico, la noia, l incredulità, il rifiuto, la chiusura del cuore. Dobbiamo prendere coscienza che la nostra società ricca ed opulenta non sa più accogliere la vita: la nostra società è contro la famiglia, lo stato non sostiene con le sue leggi le famiglie numerose, ne consegue il preoccupante basso tasso di natalità, non c è più rispetto per la legalità, c è l aumento dell uso della droga, da una parte si cerca di combatterla, dall altro lato si concede tutto per la sua diffusione, giustificando che il divertimento, ogni divertimento è necessario. Se noi questa mattina siamo qui è perché nel nostro cuore c è la volontà di aprirci al Signore e non lasciarlo fuori dalla nostra vita, ma di accoglierlo dentro di noi. Lo accogliamo perché riconosciamo che Lui è il Salvatore, Lui è la nostra "Via, verità e vita", è per noi somma consolazione ed eterna speranza. Da qui comprendiamo un altro aspetto bellissimo del Natale che Giovanni ci presenta: "A quanti però l hanno accolto ha dato potere di diventare figli di Dio: a quelli che credono nel suo nome, i quali non da sangue, né da volere di carne, né da volere di uomo, ma da Dio sono stati generati". Questo è il vero regalo di Natale. Se nella fede accogliamo Cristo, diventiamo figli di Dio. Nella festa di Natale celebriamo la nascita di Gesù a Betlemme e celebriamo anche la nostra nascita come figli di Dio. La gratitudine, la lode, la gioia devono scaturire dal nostro essere per il Signore che si fa bambino per noi e ci eleva alla dignità di figli di Dio. Maria ci aiuti a godere del mistero del Natale, a contemplare e ad adorare il bambino Gesù, per amarlo come Lei lo ha amato e per seguirlo come Lei l ha saputo seguire. Sarà così davvero un buon Natale per tutti. Lo auguro a tutti voi.

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE

IL CONSIGLIO REGIONALE MOZIONE Intesa a promuovere, ai sensi dell art. 92 del regolamento interno, una motivata deliberazione del Consiglio regionale, organo competente in materia ai sensi della L. n. 347/1971, art. 6, lett.

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.26

1 di 5 11/01/2012 0.26 1 di 5 11/01/2012 0.26 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO

COMUNE DI BITONTO. Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE. N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO Si trasmette in copia l esecuzione a... Il Segretario Generale COMUNE DI BITONTO Provincia di Bari COPIA VERBALE CONSIGLIO COMUNALE N. 16... del...17.02.2010. OGGETTO INSEDIAMENTO INTERVENTI VARI. L anno

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Gentilissimo dr. Carli,

Gentilissimo dr. Carli, 1) Mail inviata il giorno 6 marzo 2014 al dr. Guido Carli, Consigliere Federale FISI, con delega allo Sci di Fondo Gentilissimo dr. Carli, da questa mattina siamo in frenetica agitazione per la copiosa

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

STATUTO DEL GRUPPO CINOFILO COMASCO

STATUTO DEL GRUPPO CINOFILO COMASCO COSTITUZIONE E SCOPI STATUTO DEL GRUPPO CINOFILO COMASCO ART. 1 E costituito con sede in Como, una associazione non avente fini di lucro denominata Gruppo Cinofilo Comasco ed è operante nella provincia

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO. preso atto. dichiara

ORDINE DEL GIORNO. preso atto. dichiara VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Verbale N 1 Data 23 giugno 2014 Il giorno ventitre del mese giugno dell anno duemilaquattordici alle ore 21,00 presso la Sala Buozzi, posta in GIULIANOVA c.a.p. 64021 prov.

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 10/11/12 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Indagini sul concorsone, i carabinieri anche al Ced (10/10/2015) Ospedali, Rossi venga in audizione in consiglio (10/10/2015) Lettere

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

THE POWER OF X. Un evento che farà notizia e che lascerà il segno nel cuore di una Torino che non potrà dimenticare.

THE POWER OF X. Un evento che farà notizia e che lascerà il segno nel cuore di una Torino che non potrà dimenticare. THE POWER OF THE POWER OF X Un evento che farà notizia e che lascerà il segno nel cuore di una Torino che non potrà dimenticare. 2 THE POWER OF X TORINO! Piazza San Carlo. UNA DELLE PIAZZE PIÙ IMPORTANTI

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

Marco Federici e i suoi "Angeli tra le Macerie"

Marco Federici e i suoi Angeli tra le Macerie "Angeli tra le macerie" aiuta la Protezione civile in Abruzzo È stato consegnato alla Protezione civile il ricavato della vendita del libro «Angeli tra le macerie», scritto dal giornalista della Gazzetta

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

COMMISSIONI RIUNITE. I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali)

COMMISSIONI RIUNITE. I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali) Martedì 15 febbraio 2011 3 Commissioni riunite I e XII COMMISSIONI RIUNITE I (Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e interni) e XII (Affari sociali) S O M M A R I O SEDE REFERENTE: Istituzione

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA 1/7 MISSIONE A FIRENZE 7 FEBBRAIO 2012 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GIOVANNI FAVA La seduta inizia alle 15.50. Audizione della dottoressa Patrizia Rabatti, rappresentante della Camera di commercio di Firenze.

Dettagli

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa Letto, confermato e sottoscritto IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.TO: B. BUSCEMA F.TO: G. QUARRELLA CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione verrà affissa all albo Pretorio

Dettagli

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA

ISTITUTO ITALIANO STATALE COMPRENSIVO DI BARCELLONA VERBALE DEL CONSIGLIO DELLA CASSA SCOLASTICA SEDUTA DELL 11.11.2015 In data 11 novembre 2015, alle ore 18.00, su convocazione ordinaria, si sono riuniti i componenti della Cassa Scolastica per discutere

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Relazione: una giornata a Torino.

Relazione: una giornata a Torino. Relazione: una giornata a Torino. Martedì 2 febbraio 2016 noi alunni della classe 2 A del Liceo Economico Sociale Lagrangia di Vercelli siamo andati in quel che è il capoluogo della nostra regione, per

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI

DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI 667 DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI Disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 36 del 2014: Disposizioni urgenti in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI.

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI. CONAPO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" Sezione Provinciale PAVIA email : conapo.pavia@conapo.it uuu SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE

Dettagli

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica.

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Comune di Brentonico Provincia autonoma di Trento Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Collaborazione Istituto comprensivo Scuola primaria Brentonico

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

La scatola dei pensieri sparsi

La scatola dei pensieri sparsi La scatola dei pensieri sparsi In tutte le classi prime di scuola secondaria e, dunque, non solo in quella sperimentale, e stata proposta la creazione de La scatola dei pensieri sparsi(strumento anonimo).

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

COMUNE DI POSITANO Provincia di SALERNO

COMUNE DI POSITANO Provincia di SALERNO *------------------------------------* Prot.n. del *------------------------------------* COMUNE DI POSITANO Provincia di SALERNO COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 3 DEL 14/01/2008 ========================================================================

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte 34 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott.

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott. 10 Venerdì 2 settembre 2011 CAMPOBASSO LA REPLICA Malasanità, l Asrem si difende Lʼospedale Cardarelli di Campobasso CAMPOBASSO. In relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente

CONSULTA DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE. Premessa della Dirigente Allegato n. 1 C.I. del 29.04.2014 ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEMARCIANO MARINA Via G. Marotti, 26 60018 MONTEMARCIANO (AN) ic.montemarciano@libero.it - www.icsmontemarciano.it Tel. 071 915239 - Fax 071 915050

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.30

1 di 5 11/01/2012 0.30 1 di 5 11/01/2012 0.30 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Direzione e uffici: Via Mazenta, 51 20013 Magenta (Mi) codice fiscale n. 93035720155 e-mail: miis09100v@istruzione.it Posta Elettronica Certificata miis09100v@pec.istruzione.it

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Pari opportunità, Autonomie locali, Sicurezza;

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Pari opportunità, Autonomie locali, Sicurezza; OGGETTO: Approvazione della proposta di legge regionale concernente: Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del sovraindebitamento e dell usura e istituzione della Casa regionale

Dettagli

VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC

VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC VERBALE della Riunione del Tavolo delle AREE OMOGENEE del giorno 16 Settembre 2014 Fossa, USRC Il giorno martedì 16 settembre 2014, alle ore 15,30, presso la sala delle aree omogenee dell USRC di Fossa,

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Regione Molise Presidente Paolo di Laura Frattura. Comunicato stampa. Per il futuro del Molise la politica della serietà e della verità

Regione Molise Presidente Paolo di Laura Frattura. Comunicato stampa. Per il futuro del Molise la politica della serietà e della verità Regione Molise Presidente Paolo di Laura Frattura Comunicato stampa Per il futuro del Molise la politica della serietà e della verità Mi sarei aspettato contenuti, proposte, suggerimenti, integrazioni

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

Parlamento delle Idee

Parlamento delle Idee Il 14 aprile 2015 siamo andati a Potenza per far visita alla sede della Regione Basilicata. Siamo stati accolti in una delle tante sale che la compongono e ci è stato mostrato un breve filmato che spiegava

Dettagli

Le attività Fragile (l ombra che resta)

Le attività Fragile (l ombra che resta) Introduzione all uso (per gli studenti) Cari studenti e studentesse di italiano, questo Cdlibro è uno strumento con il quale speriamo di farvi apprezzare lo studio della lingua, di aspetti della cultura

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DNO COMUNE DI ARIANO IRPINO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 32 OGGETTO: del Reg. Legge 730/86 e s.m.i. Riparto fondi anticipati per ricostruzione Rione Valle in corso di recupero. ADUNANZA DEL

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA -------------- DELIBERAZIONE N. 71 in data: 27.11.2008 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: COMUNICAZIONI DEL SINDACO L anno

Dettagli

Una macchina ingenua per le divisioni. Strumenti di calcolo aritmetico ingenui ma ingegnosi,

Una macchina ingenua per le divisioni. Strumenti di calcolo aritmetico ingenui ma ingegnosi, Una macchina ingenua per le divisioni Estratto da: Strumenti di calcolo aritmetico ingenui ma ingegnosi, Bruno Jannamorelli, Ed. Qualevita È l ultimo giorno di scuola. I miei alunni liceali sono già in

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI 23 MARZO 2013 RELAZIONE RENDICONTO CONSUNTIVO 2012

ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI 23 MARZO 2013 RELAZIONE RENDICONTO CONSUNTIVO 2012 ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI 23 MARZO 2013 RELAZIONE RENDICONTO CONSUNTIVO 2012 L anno trascorso deve essere analizzato con la maggiore obiettività possibile se desideriamo mantenere in vita la nostra

Dettagli

Sportelli al Comune: "non mi avete invitato alla conferenza stampa". Ma Agromed cosa ha fatto in tutti questi anni?

Sportelli al Comune: non mi avete invitato alla conferenza stampa. Ma Agromed cosa ha fatto in tutti questi anni? Sportelli al Comune: "non mi avete invitato alla conferenza stampa". Ma Agromed cosa ha fatto in tutti questi anni? Il presidente della Camera di Commercio di Taranto, rag. Luigi Sportelli ha inviato ai

Dettagli

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE

SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE COMUNICATO STAMPA SUL REFERENDUM DI BOLOGNA CHE CHIEDE DI ELIMINARE I CONTRIBUTI ALLE SCUOLE PARITARIE Roma, 11 gennaio Il 26 maggio prossimo i cittadini bolognesi saranno chiamati al voto per un referendum

Dettagli

INCONTRO INFORMATIVO AMMINISTRAZIONE E OO.SS AL VIMINALE

INCONTRO INFORMATIVO AMMINISTRAZIONE E OO.SS AL VIMINALE CO.NA.PO. SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" uuu Segreteria Generale Vico del Fiore, 21/23-54011 - Aulla (MS) Tel. 0187-421814 - Fax 06-98380115 Cell. 329-0692863

Dettagli

Deliberazione n. 1/2009/PAR

Deliberazione n. 1/2009/PAR Deliberazione n. 1/2009/PAR Repubblica italiana Corte dei Conti La Sezione del controllo per la Regione Sardegna composta dai Signori: dott. Mario Scano dott. Nicola Leone dott.ssa Maria Paola Marcia dott.

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Servizio di Protezione Civile

Servizio di Protezione Civile COMUNE DI GAVARDO Provincia di Brescia Servizio di Protezione Civile Parliamo di Protezione Civile In Italia il Servizio Nazionale della Protezione Civile è costituito da una pluralità di Amministrazioni,

Dettagli

2ª COMMISSIONE PERMANENTE

2ª COMMISSIONE PERMANENTE SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA 2ª COMMISSIONE PERMANENTE (Giustizia) Seduta n. 548 DISEGNI DI LEGGE IN SEDE DELIBERANTE 90º Resoconto stenografico SEDUTA DI MARTEDÌ 17 GENNAIO 2006 (Notturna)

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

I Genitori... n i s o ro avale F. M ola N cus

I Genitori... n i s o ro avale F. M ola N cus I Genitori... Per i loro figli desiderano una vita ordinata, vissuta nel rispetto delle regole; vorrebbero una scuola impegnata con docenti di livello e che non cambino continuamente, con istruttori capaci

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

I "veri" retroscena sull'arresto del finanziere-estorsore Piero Stabile

I veri retroscena sull'arresto del finanziere-estorsore Piero Stabile I "veri" retroscena sull'arresto del finanziere-estorsore Piero Stabile Come sempre il CORRIERE DEL GIORNO non si è fermato agli spifferi di corridoio, attività in cui alcuni ventriloqui sotto mentite

Dettagli

Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di

Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di aprire un percorso istituzionale attraverso il quale

Dettagli

11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1

11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1 11 del 10 FEBBRAIO 2003 PROT. N. 3102 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO ALLE ASSUNZIONI DI PERSONALE ATTRAVERSO PROCEDURE PUBBLICHE DA PARTE

Dettagli

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo

COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011. PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo COMUNE DI PARABITA CONSIGLIO COMUNALE DEL 9 MAGGIO 2011 PUNTO 2 O.D.G. aggiuntivo Sistemazione attrezzature sportive all interno dell area di proprietà comunale in Via Gorizia. Modifica deliberazione C.C.

Dettagli

SPETT.LE COMANDO STAZIONE CARABINIERI SANT ELIA A PIANISI Per SPETT.LE PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il TRIBUNALE DI CAMPOBASSO

SPETT.LE COMANDO STAZIONE CARABINIERI SANT ELIA A PIANISI Per SPETT.LE PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il TRIBUNALE DI CAMPOBASSO SPETT.LE COMANDO STAZIONE CARABINIERI SANT ELIA A PIANISI Per SPETT.LE PROCURA DELLA REPUBBLICA presso il TRIBUNALE DI CAMPOBASSO Atto di denuncia-querela Io sottoscritto Dott. Luigi SAURO, in qualità

Dettagli

**************** REGOLAMENTO DELLA ISTITUZIONE MUSEO DI STORIA NATURALE BELLONA DEL COMUNE DI MONTEBELLUNA ****************

**************** REGOLAMENTO DELLA ISTITUZIONE MUSEO DI STORIA NATURALE BELLONA DEL COMUNE DI MONTEBELLUNA **************** **************** REGOLAMENTO DELLA ISTITUZIONE MUSEO DI STORIA NATURALE BELLONA DEL COMUNE DI MONTEBELLUNA **************** 1 Art. 1 Finalità dell Istituzione Ai sensi dell art. 22, comma 3, lettera d)

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 4 L' industria riparte ad ottobre 1 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 10 «Conad cresce,

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

16 0 RMT Finale maggio 2008 ARMT.2008 1

16 0 RMT Finale maggio 2008 ARMT.2008 1 16 0 RMT Finale maggio 2008 ARMT.2008 1 1. PERLE ROSSE (Cat. 3) ARMT.2008-16 - finale Martina e Carlotta hanno trovato delle perle gialle, blu e rosse. Decidono di farsi una collana ciascuna e infilano

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli