Milano/Cronaca. Home Cronaca Politica Arte e cultura Cinema e teatro Concerti e locali Bambini Agenda Milano,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Milano/Cronaca. Home Cronaca Politica Arte e cultura Cinema e teatro Concerti e locali Bambini Agenda Milano,"

Transcript

1 Il prefetto: a Milano mai più campi abusivi - Milano Milano/Cronaca LOGIN REGISTRATI Home Cronaca Politica Arte e cultura Cinema e teatro Concerti e locali Bambini Agenda Milano, Corriere Della Sera > Milano > Cronaca > Il Prefetto: A Milano Mai Più Campi Abusivi DE CORATO: ANCORA SGOMBERI. FANZAGO (PD): QUANTO CI COSTA LA TOLLERANZA ZERO? Il prefetto: a Milano mai più campi abusivi Lombardi: «Troppi immigrati, Milano lasciata sola». Moioli: da noi arrivano i disperati da tutta Italia MILANO - «È ora che lo si NOTIZIE CORRELATE capisca: in città di campi Blitz all'alba, sgomberato il nomadi abusivi non ce ne campo rom di via Rubattino saranno più». Il prefetto Gian Valerio Lombardi è da due anni commissario straordinario all emergenza rom. Lo sgombero della favela di via Rubattino? «Una scelta dolorosa», ammette Lombardi. L obiettivo però è tracciato: «I milanesi non vogliono i I rom sgomberati da via campi fai-da-te, questo è chiaro. E noi in questa logica ci stiamo Rubattino (Fotogramma) muovendo. Nel caso specifico, poi, c era una questione in più: una pressante richiesta della proprietà per ritornare in possesso dell area». Mille e non più mille, si era detto qualche settimana fa nell ultimo vertice politico tra le forze di maggioranza. Conferma il prefetto: «Eliminare gli insediamenti irregolari e poi, in un secondo momento, superare la logica stesso di insediamento permanente». Lo sgombero da via Rubattino e poi il «blitz» nella chiesa del quartiere Feltre. L assessore alle Politiche Sociali Mariolina Moioli insiste su due punti: «Dobbiamo offrire assistenza a tutti, perché Milano non può sottrarsi a questa responsabilità. Ma è necessario un maggior governo dei flussi migratori, perché la pressione è fortissima, da noi arrivano disperati da tutta Italia». Il concetto però è lo stesso: «I campi ormai sono un ostacolo all integrazione. A dominare, lì dentro, è la logica della sopraffazione, del più forte contro il più debole, dello sfruttamento. Una logica che dobbiamo spezzare». «Occorre intervenire, e su questo non c è dubbio. Ma le persone, una volte allontanate dai campi, non spariscono per incanto. E allora bisogna valutare per bene le conseguenze di ogni azione azioni», obietta il pd Andrea Fanzago. Linea durissima predica invece il vicesindaco Riccardo De Corato: «Gli sgomberi andranno avanti fino ad azzerare tutte le baraccopoli della città. La decisione di dare assistenza nelle strutture comunali e convenzionate alle madri con i loro bambini è un 'di piu' garantito dall'amministrazione. Che dal punto di vista dei principi vigenti nella Ue dovrebbe invece proporre al prefetto il decreto di allontanamento di tutti gli abusivi oltre a una denuncia per invasione di terreno». Unsolodubbio,insiste Fanzago: «Quanto spendiamo tra sgomberi e accoglienze improvvisate? Siamo sicuri che per le tasche dei milanesi sia così conveniente la tolleranza zero della giunta?». Andrea Senesi 23 novembre 2009 RIPRODUZIONE RISERVATA Eventi Ristoranti Locali Cinema Teatri Sport e Benessere Tutti gli eventi per vivere Milano nel tempo libero Scegli l'evento Oggi TROVOincittà Cerca negozi e professionisti MAPPE TAXI NOLEGGIO AUTO E MOTO FARMACIE OSPEDALI PRONTO SOCCORSO ALBERGHI AGRITURISMO RESIDENCE BED AND BREAKFAST OSTELLI AGENZIE VIAGGI SUPERMERCATI CENTRI COMMERCIALI MERCATI COMUNALI FABBRI ELETTRICISTI IDRAULICI TRASLOCHI IMPRESE DI PULIZIA CENTRI SPORTIVI PISCINE PALESTRE ISTITUTI DI BELLEZZA TERME MASSAGGI PARRUCCHIERI ERBORISTERIE VETERINARI PENSIONI & ALLEVAMENTI ANNUNCI PREMIUM PUBLISHER NETWORK Conto Deposito CheBanca! 13:22:26] 71

2 Ultim'ora Milano la Repubblica.it Cerca: La Repubblica dal 1984 Domenica Ore Cerca: Home Cronaca Attualità Sport Persone Speciali Multimedia Partecipa Tutto città Edizioni Annunci Aste-Appalti Lavoro Motori Negozi Mobile IN EDICOLA LOGIN Leggi il quotidiano Per abbonarsi Prezzi Consulta una copia LE ULTIME NOTIZIE VIA RUBATTINO, MOIOLI: "NON MI SENTO SOTTO ACCUSA" "Non mi sento affatto sotto accusa, anzi credo che da tre anni a questa parte i problemi incancreniti e storici siano stati affrontati, occorre sano realismo e trasparenza". Così l'assessore comunale alle politiche sociali Mariolina Moioli riguardo alle polemiche seguite allo sgombero del campo rom di via Rubattino. Moioli, a margine dell'inaugurazione del progetto Jobox dell'impresa sociale La Cordata, ha spiegato: "Quelli che chiacchierano quando c'e' l'evento non mi impressionano affatto, certo sono pronta ad accogliere consigli e aiuto da quelli che si danno da fare, che lavorano e che sono dentro ai problemi". L'assessore ha poi ricordato le misure messe in atto dal Comune: "A seguito dello sgombero - ha detto - abbiamo offerto accoglienza a tutte le donne e ai loro bambini, in un primo momento hanno accettato una decina, poi anche altre e le abbiamo immediatamente accolte".(omnimilano.it) (23 novembre 2009 ore 11:52) ULTIM'ORA LOMBARDIA Milano, 18:22 PALAZZO MARINO, MILANESI IN CODA PER SAN GIOVANNI DI LEONARDO Milano, 17:33 UE, BRACCO: "NOMINA TAJANI FARA' BENE ANCHE A EXPO" Le altre notizie DA REPUBBLICA.IT Berlusconi: "Da Forza Italia al Pdl io ho fatto più di tutti contro la mafia" No al processo breve le firme sono 425 mila Rubbia: "L'errore nucleare Il futuro è nel sole" TESTATE LOCALI Repubblica edizioni locali Quotidiani locali MULTIMEDIA Le donne in piazza contro la violenza REPUBBLICA TV Ultimo Tg ANNUNCI (MILANO E LOMBARDIA) Hotel Offerta biglietto musical La Bella e la Bestia + camera hotel: 28 novembre 5 dicembre 6 dicembre e 19 dicembre ore Teatro Nazionale di Milano... Offro - Auto Opel Corsa 1. 3 DTI Usato anno 2007 Berlina km Climatizzatore Airbag Conducente Airbag Passeggero Airbag laterali ABS ESP Antifurto... Uffici alcide de gasperi 56 Via Vendita 220 mq 4 locali. NO AGENZIE. Palazzina 2 piani nuova riscaldamento autonomo adiacenze stazione melegnano e uscita..... Hotel In Maremma il ponte dell?8 Dicembre 2 giorni Euro 315 p. p e SOLO PER NOI DUE Un momento d?amore in un posto speciale con una persona... ANNUNCI DI LAVORO (MILANO E LOMBARDIA) 13:22:51] 72

3 Carta Rom. Azione di protesta contro il razzismo del Comune di Milano settimanale il sito cartaqui EstNord cartaqui Roma home campagne editoriali rivista ozio articoli nonews agenda bottega radio gallerie chi siamo iscriviti alla NoNewsletter Home Page > Campagne > Migranti > Clandestino Rom. Azione di protesta contro il razzismo del Comune di Milano [23 Novembre 2009] Si moltiplicano gli appelli e le iniziative in solidarietà con le comunità di rom e sinti in molte città, anche se i «grandi» media continuano a ignorarli. Dopo quello promosso a livello nazionale, tra gli altri dall Ong Osservazione, l associazione Africa Insieme, Carta e l associazione Sucar Drom [il testo completo e le adesioni sono su clandestino.carta.org] è la rete antirazzista Milano città aperta a diffondere oggi un comunicato per rendere noto «che nelle ultime ore centinaia e centinaia di cittadini milanesi hanno inciato agli indirizzi di posta elettronica del prefetto, del vicesindaco Riccardo De Corato e dell assessore assessore alla Famiglia, scuola e politiche sociali Marina Moioli per protestare contro il brutale sgombero del campo Rom di via Rubattino del 19 novembre». «Tale mobilitazione non è stata organizzata né da Milano Città Aperta, né da alcuna altra realtà o struttura che si stia occupando in questi giorni della questione Rom, ma è nata indipendentemente da esse in maniera del tutto spontanea e dal basso si legge nel comunicato, per iniziativa di un nutrito gruppo di cittadini indignati dal preservare da parte del comune in una politica di feroce razzismo istituzionale nei confronti della comunità rom milanese oltre che in metodi brutalmente repressivi e lesivi dei più elementari diritti umani». links archivio vedi tutti gli articoli directory articoli directory autori Carta / Cantieri sociali Via dello Scalo S. Lorenzo, Roma tel P.I navigazione home page contatti rivista settimanale mensile standards Credits sviluppo standards & css Diego La Monica grafica Monica pastorini Seleziona :24:41] 73

4 Libero News - MILANO: AGNOLETTO, SU ROM SINDACO MORATTI DICE IL FALSO Oggi: 29/11/2009 Ultima edizione: 29/11/2009 vai >> Prima Pagina Primo Piano Italia Attualità Esteri Economia Lavoro Cultura Scienza Spettacoli Sport Costume & Soc. Regioni Milano Roma Motori Alimentazione Cavalli Animali Moda Lettere Video Blog RSS Shopping I Blog di Libero Abbonamenti Online Cartaceo L'Aquila, raccolta proterremotati: ecco cosa stiamo facendo MILANO: AGNOLETTO, SU ROM SINDACO MORATTI DICE IL FALSO Milano, 23 nov. (Adnkronos) - "Il sindaco dice il falso sapendo di dirlo". E' la reazione di Vittorio Agnoletto, ex eurodeputato Prc che replica alle dichiarazioni del sindaco di Milano, Letizia Moratti, secondo cui la linea nei confronti dei rom e' dettata dall'europa. "I dettami dell'unione Europea -aggiunge Agnoletto- parlano d'integrazione e rispetto dei diritti dei rom, non certo di persecuzione". Agnoletto critica il recente sgombero del campo di via Rubattino "con 300 persone, tra cui moltissime donne e bambini lasciati al freddo sotto un ponte" e ricorda al sindaco "la dura critica della Commissione Europea contro la circolare del Comune di Milano che aveva tentato di escludere dall'accesso agli asili i bambini figli di immigrati irregolari". Per l'ex eurodeputato Prc, il sindaco Moratti "farebbe meglio ad occuparsi della vera emergenza sociale: la perdita dei posti di lavoro e l'insufficienza degli ammortizzatori sociali". Vai alla home page >> Appello a Silvio: eliminiamo le province firma anche tu Per una scuola migliore firma anche tu Etica & società a cura di Luigi Santambrogio Carotine a cura di Fausto Carioti La Bella e La Bestia Preparatevi a vedere con il cuore: Il Musical vi aspetta in teatro Prestiti INPDAP â Prestiti INPDAP Veloci e Sicuri Approviamo la Tua Richiesta Oggi. Calciopoli Segui in tempo reale tutte le notizie su calciopoli su Sky TG24! Sei anche tu del PDL? Riviste ed info di Centro-Destra Richiedi subito Copia Omaggio Omissis: inchieste & segreti a cura di Gianluigi Nuzzi Storie Private: libere donne e liberi uomini a cura di Albina Perri Storie di animali a cura di Albina Perri L'Italia nel Pallone a cura di Luciano Moggi Complimenti per la trasmissione a cura di Francesco Specchia Art attack a cura di Carlo Franza A ruota libera a cura di Fabio Rubini Ultimi post X-Factor è morto, viva X-Factor di Francesco Specchia - 28/11/09 13:17 Con la Ru486 la donna sempre più sola di Luigi Santambrogio - 27/11/09 17:23 Lo show di Zeman. Ride bene... di Luciano Moggi - 27/11/09 11:46 Se Giraudo verrà assolto, la Fgci dovrà scucire... di Luciano Moggi - 26/11/09 15:59 Paura a Palazzo: nel pc di Brenda trovati migliaia di file e video 13:25:08] 74

5 Libero News - MILANO: MORATTI, PER I ROM NON SI TRATTA DI LINEA DURA Oggi: 29/11/2009 Ultima edizione: 29/11/2009 vai >> Prima Pagina Primo Piano Italia Attualità Esteri Economia Lavoro Cultura Scienza Spettacoli Sport Costume & Soc. Regioni Milano Roma Motori Alimentazione Cavalli Animali Moda Lettere Video Blog RSS Shopping I Blog di Libero Abbonamenti Online Cartaceo L'Aquila, raccolta proterremotati: ecco cosa stiamo facendo MILANO: MORATTI, PER I ROM NON SI TRATTA DI LINEA DURA Milano, 23 nov. (Adnkronos) - ''Nei confronti dei rom non si tratta di nessuna linea dura ma di una linea dettata dall'europa''. Cosi' il sindaco di Milano, Letizia Moratti, a margine della presentazione del Comitato scientifico per l'expo 2015, risponde ai giornalisti su un possibile inasprimento della linea da tenere nei confronti di rom ed in particolare in materia di sgomberi. ''Gli sgomberi - ha precisato la Moratti - vengono decisi tutti assieme in prefettura con il tavolo per la sicurezza, coordinato dal prefetto, al quale sono presenti Regione, Provicia e Comune. Si tratta di decisioni che vengono prese dal governo attraverso il prefetto e da tutte le forze locali, sulla base di direttive europee che ci impongono determinate soluzioni''. ''A queste soluzioni cerchiamo di affiancare risposte sociali. La linea - ha concluso la Moratti - e' quella del rispetto della legalita' e nel rispetto della legalita' l'accoglienza''. Vai alla home page >> Sei di Forza Italia? Riviste di Centro Destra sulla Politica Richiedi Copia Omaggio Istituto Ambrosiano Recupero anni scolastici e corsi regolari, diurni pomeridiani serali Preventivo x Fotovoltaico Impianti Chiavi In Mano Chiedici un Preventivo Gratuito! collead.net/preventivi-fotovoltaici Notizie sul Calciopoli Sky TG24: l'unico TG in tempo reale con articoli, foto e diretta TV! Appello a Silvio: eliminiamo le province firma anche tu Per una scuola migliore firma anche tu Etica & società a cura di Luigi Santambrogio Carotine a cura di Fausto Carioti Omissis: inchieste & segreti a cura di Gianluigi Nuzzi Storie Private: libere donne e liberi uomini a cura di Albina Perri Storie di animali a cura di Albina Perri L'Italia nel Pallone a cura di Luciano Moggi Complimenti per la trasmissione a cura di Francesco Specchia Art attack a cura di Carlo Franza A ruota libera a cura di Fabio Rubini Ultimi post X-Factor è morto, viva X-Factor di Francesco Specchia - 28/11/09 13:17 Con la Ru486 la donna sempre più sola di Luigi Santambrogio - 27/11/09 17:23 Lo show di Zeman. Ride bene... di Luciano Moggi - 27/11/09 11:46 Se Giraudo verrà assolto, la Fgci dovrà scucire... di Luciano Moggi - 26/11/09 15:59 Paura a Palazzo: nel pc di Brenda trovati migliaia di file e video 13:25:30] 75

6 Sgombero campi rom, Milano non ha il cuore freddo, Notizie Milano, Ultime Notizie Contatti Adnkronos Annunci Google Ultime Di Cronaca Roma Ultime Notizie Prima Pagina Cronaca Notizie Ansa Oggi Notizie cultura & spettacolo Notizie mondo Notizie cronaca Notizie economia Notizie politica Notizie salute Notizie scienze Notizie sportive Sei in > Home page / Notizie Milano / Sgombero campi rom, Milano non ha il cuore freddo, Notizie Milano, Ultime Notizie Sgombero campi rom, Milano non ha il cuore freddo lunedì, 23 novembre, 2009, 11:09 «E rimasto a Milano chi non ha nulla, chi non ha neppure i soldi per la benzina da mettere nell auto per tornare in Romania». I volontari del Naga che in queste ore stanno seguendo le vicende del gruppo di rom cacciati giovedì da via Rubattino, sono certi dell esito che avrà lo sgombero voluto dal Comune, dopo la notte di sabato, passata nella parrocchia di Sant Ignazio. «Oggi (ieri sera, ndr) i 40 uomini si sono dispersi in giro per fabbriche dismesse e palazzi abbandonati, dove cercheranno di apprestare un giaciglio per le proprie mogli e i figli. Del resto la Caritas, il Comune come le parrocchie che stanno dando un letto alle donne e ai bambini sono stati chiari: l aiuto è per pochi giorni. Gli uomini non hanno scelta, devono cercare un posto al coperto per le proprie famiglie». Molti hanno la febbre alta, sono influenzati per aver dormito all addiaccio, le condizioni igieniche sono pessime. E si aggirano come fantasmi in giro per la città. «In ciabatte da NOTIZIE CORRELATE Campi nomadi Milano, entro il 2011 meno di mille rom Sgombero rom in Rubattino, continuano le polemiche Doppio sgombero per il campo rom abusivo Casilino 700 Professori per rom, Comune di Roma fa scuola nei campi Campo nomadi Rubattino, sgombero tra le polemiche piscina», sostengono i cittadini della zona di via Rubattino che, a sorpresa, si sono schierati con le famiglie del campo, insieme alle maestre dei bimbi rom che frequentavano regolarmente le scuole. In pochi giorni, grazie a un passa parola, che come un tam tam è arrivato un po dovunque a Milano, superando i confini del quartiere, hanno raccolto coperte, scarpe, giacconi, vestiti. «C è stata una grande mobilitazione. Siamo davvero sorpresi», dicono gli organizzatori tra cui la comunità di Sant Egidio. «Sono arrivati da ogni parte della città, non solo da zona 3, carichi di generi di prima necessità». Milano non ha il cuore freddo. Lo dicevano i nonni e nella fretta della vita quotidiana, in molti se l erano dimenticato. Ma, a sorpresa, la vicenda del campo nomadi sgomberato a pochi giorni da Natale, con il meteo che annuncia pioggia, strappando da scuola quaranta bimbi, ha risollevato molte coscienze. C è chi ha donato coperte e vestiti e chi ha fatto di più. Nove famiglie hanno aperto le loro case per dare ospitalità ai bimbi rom rimasti all addiaccio. Non solo gente di zona, la maestra che ha accolto un suo alunno o la mamma che ha dato un letto al compagno del figlio, ma anche gente che «non c entra nulla». Come una coppia di giovani sposi che si è portata a casa una donna di 21 anni con il suo neonato. «Mio marito ha sentito dello sgombero ed è andato a portare qualche coperta. Ha visto questa ragazza con il suo piccolo. Raffaele, un mese, tossiva, niente di grave, ma certo non avrebbe potuto stare al freddo. E così ha portato tutte e due a casa nostra», racconta Francesca Gasparini, medico in un ospedale milanese. Parla di un gesto cristiano, solidale, piccolo: «La madre non parlava la nostra lingua, anche se per il piccolo ha scelto un nome italiano. Nei suoi comportamenti ho visto dignità e rassegnazione, come se non ci fosse un posto al mondo per lei e la sua famiglia. Era preparata al peggio. Noi abbiamo cercato di darle una speranza: c è chi chiude le porte, ma anche chi le apre». Ora il piccolo Raffaele e la sua mamma sono in comunità. Cerotto dimagr. -30kg/10â Incredibile! Se perdi troppo in fretta metti il cerotto 1 giorno /2 Ph t l b l /it Master Fotovoltaico Iscriviti al Master in Energie AIternative di ecampus. Chiedi info i it/ t i it Commenta: Sgombero campi rom, Milano non ha il cuore freddo Tags: campi nomadi, campi rom, Francesca Gasparini Segnala notizia Annunci Google Notizie STAMPAImmagini Roma As Roma Video Roma Italia Nome (obbligatorio) (obbligatorio - non sarà pubblicato) 13:26:00] 76

7 Rom, ecco le conseguenze di uno sgombero InviatoSpeciale Domenica, 29 Novembre :26 HOME CHI SIAMO FEEDBACK COLLABORA FORUM MAPPA DEL SITO news tu inviato cronaca esteri politica opinioni gallerie reportage vivere tecnologie spettacolo sport Categorie cronaca, tu inviato Adnkronos Rss Romanì, ecco le conseguenze di uno sgombero Scritto il 23 novembre 2009 Milano, dopo i fatti di via Rubattino trecento esseri umani sono alla deriva, spostati come pacchi ingombranti. Un articolo per Tu Inviato Tommaso Vitale, sociologo, insegna all Università di Milano Bicocca. Giovedì scorso era presente, all alba, al momento dello sgombero delle famiglie Rom accampate in via Rubattino. Nei giorni successivi ha continuato a seguire la drammatica evoluzione della vicenda Archivio generale per mese Popolari Ultimi Commenti RSS Non è certo il primo sgombero a cui assisto. Questa mattina alle 5.45 in via Rubattino c erano già alcuni uomini che uscivano per andare a lavorare nei cantieri. Non credevano sarebbe arrivato lo sgombero, proprio oggi. C era già Stefano, della Comunità di S. Egidio, presente, ben più sveglio di me. Capace di parlare con tutte le persone della baraccopoli, conoscendole una a una. C era già anche un cittadino del quartiere, in pensione, che abitualmente accompagna i bambini a scuola, organizzando una sorta di piedibus in cui bambini rom e gagi si tengono per mano. Alle 6.00 sono iniziate a uscire le prime famiglie che hanno preso sul serio la notizia dello sgombero. Solo coppie senza figli, più rapide e capaci di prendere su le proprie cose e cercarsi un altra sistemazione. Per chi ha figli, spostarsi è ben più difficile. Pian piano tutti hanno iniziato a svegliarsi e uscire. Forse 250 persone, probabilmente di più. Almeno 80 bambini. Pian piano sono arrivati anche altri gagi: Elisabetta e tante persone della Comunità di S. Egidio, Greta, Valerio e tanti da Segnavia l associazione animata dai padri Somaschi -, Fabio, Lavinia e tanti altri del Naga, e poi le maestre delle scuole elementari del quartiere, alcuni genitori, Vincenzo e le persone del circolo Acli di Lambrate, Patrizia Quadrelli consigliera comunale di Rifondazione e David Gentili consigliere comunale del Pd. E poi i giornalisti, Repubblica, Corriere, Radio Popolare. Un sacco di persone, e non solo delle associazioni coinvolte abitualmente nel Tavolo Rom. Tanti cittadini ordinari, a testimonianza dei legami forti creati nel quartiere. Le persone sono arrivate così presto alla mattina, forse anche senza credere veramente allo sgombero. Quasi per rassicurare e rassicurarsi. In una delle prime mattine un po fredde, con una pioggerellina intermittente. Alle sette di mattina eravamo già tutti lì. Convocati da sms rapidi, veloci poche ore prima, fra le e le del giorno precedente pare che sia veramente domani lo sgombero appuntamento in via Rubattino. Poi è sorto il sole, alle E alle 7.30 sono arrivate le ruspe. Alle 7.40 l esercito (polizia di stato e carabinieri) e la polizia locale. La normativa internazionale prevede che non possa essere fatto uno sgombero in assenza di alternative abitative. Prevede anche che debba essere data una notifica individuale ai maggiorenni. Né l uno, né l altro vincolo è stato rispettato. Prevede anche molte altre cose, come si può leggere nel dettaglio nei tanti documenti del Tavolo Rom di Milano (Documento Tavolo Rom Politiche e interventi possibili per i rom e i sinti a Milano2). Più di trecento persone si sono viste distruggere ogni effetto personale che non sono riusciti a portare subito via con sé. Materassi, letti tutto è stato distrutto. Il Comune non ha predisposto alcuna alternativa abitativa per le persone. De Corato ha fatto girare dei comunicati stampa con una frase non rispondente alla realtà: i servizi sociali hanno offerto a donne e bambini l accoglienza nelle strutture comunali. Solo a cinque donne con figli è stato data l opportunità di andare in Link Al Jazeera English BBC News Cnn Beaking News El Pais Haaretz Daily Newspaper LaTribune Liberation Mail & Guardian Online The Guardian The New York Times TimesOnline Washington Post Diritti Civili Adalah B'Tselem Amnesty International The International Committee of the Red Cross Human Rights Watch United Nations High Commissioner for Human Rights (UNHCHR) United Nations High Commissioner for Refugees (UNHCR) Rawa AIDH 13:26:55] 77

8 Rom, ecco le conseguenze di uno sgombero InviatoSpeciale Comunità mamma con bambino, 3 a Monza, 2 a Milano. Ma altre 40 donne hanno fatto richiesta, per iscritto, al Comune. Gli è stato detto, noi presenti, che potevano essere accolti solo bimbi fino ai 7 anni, dagli 8 in sù sarebbero stati allontanati e messi in Comunità senza i genitori. 67 adulti maschi hanno fatto richiesta per usufruire delle strutture dell accoglienza freddo, ma è stato detto loro di andare in stazione centrale, fare richiesta e mettersi in lista di attesa (che consta già di 160 persone). Moltissime coppie di genitori, poi, non hanno accettato di separarsi e hanno chiesto aiuto per trovare una dimora, hanno chiesto di preservare la loro unità familiare. Nessuna mamma, anche di quelle che avrebbe accettato di separarsi dal marito ha accettato però di separarsi dai bimbi con più di sette anni. Le associazioni del Tavolo Rom, per voce del segretario generale della Camera del Lavoro metropolitana di Milano, Rosati, hanno sentito il Prefetto. Hanno parlato con voce unica, hanno chiesto spiegazioni per questo comportamento sconsiderato. Il Prefetto ha risposto di aver ricevuto dal Comune di Milano un assicurazione preventiva allo sgombero che tutti i bambini avrebbero trovato accoglienza con i loro genitori. Non è avvenuto. Il dirigente del Comune di Milano, presente, non aveva alcun piano di accoglienza se non per 5 mamme. Le pressioni sul Sindaco e sul Prefetto hanno portato lo stesso dirigente, che si era già allontanato, a tornare e prendere ulteriori richieste, senza però nulla garantire. Non vi è la disponibilità politica di mettere a disposizione le strutture di emergenza della protezione civile ubicate in via Barzaghi. Non vi è disponibilità ad ampliare i posti dell emergenza freddo. Nel dormitorio di viale Ortles non possono entrare mamme con bambini, forse potrebbe trovarvi posto una (!) donna senza figli. Il Cardinale, pastore della chiesa ambrosiana, è stato avvisato, e più persone gli hanno dato un racconto dettagliato. Non ha caso le sue parole sono state forti e precise nel pomeriggio: Chi ha alte responsabilità deve ascoltare l invocazione che viene da tante forme di miseria, ingiustizia e solitudine. A vincere deve essere sempre la dignità dell essere umano. La miseria non sia zittita, ma piuttosto ascoltata per essere superata. Le principali organizzazioni per i diritti umani sono state informate, e stanno scrivendo e facendo pressione sull amministrazione. Tutti si chiedono che urgenza ci fosse nell effettuare uno sgombero così radicale proprio ora, alle porte dell inverno. Tutti si chiedono perché lo sgombero è stato effettuato proprio oggi. Perché oggi non è un giorno ordinario per la Giunta milanese. Questa mattina nell aula consiliare di Palazzo Marina veniva celebrata una giornata ben precisa. Mentre si distruggeva una baraccopoli senza proporre alcuna alternativa a 300 persone, l assessore alla Famiglia (!) Mariolina Moioli festeggiava nell Aula Consiliare di Palazzo Marino la XX Giornata internazionale dei Diritti dell Infanzia. Visto che queste grandi operazioni con centinaia di poliziotti non sono organizzate da un giorno per l altro, questa mattina eravamo come attoniti nel pensare che l Assessore alla Famiglia abbia potuto pianificare per la stessa giornata, negli stessi orari, di festeggiare i diritti dell infanzia e di lasciare 80 bambini su un marciapiedi. Attoniti, non perché ingenui, attoniti non perché di primo pelo. Stupefatti dalla arroganza dell amministrazione nell esercizio del potere, che forse non teme nemmeno la critica. Questa mattina, nelle tre scuole elementari del quartiere era previsto per i bambini di festeggiare la XX Giornata internazionale dei Diritti dell Infanzia. I bambini si sono preparati, hanno studiato la Carta dei diritti dell infanzia. E oggi hanno scritto delle lettere al sindaco di Milano. Hanno chiesto spiegazioni per l assenza dei loro compagni di scuola. Hanno chiesto spiegazioni del mancato rispetto dei fondamentali della Carta. Hanno chiesto come mai questo possa avvenire proprio oggi. Ancora una volta, mi sembra che non sia tempo sprecato ribadire con grande forza che i rom appartengono alla comune umanità. Che l infanzia rom è l infanzia umana. Che un trattamento differenziale lede la nostra Costituzione. Ancora una volta, mi sembra che ribadire l appartenenza dei rom alla comune umanità sia troppo poco, un orizzonte imprescindibile ma solo morale. Occorre abbinare a questo anche una progettualità politica, che riconosca parola e dignità a queste persone, che con loro pensi percorsi incrementali di inserimento e autonomia possibile. Nonostante il dolore, non resteremo senza parole e capacità di proposta politica. Tommaso Vitale Ps: Senza ritegno, l assessore Moioli ha dichiarato Gli operatori dei Servizi Sociali prosegue l assessore Moioli, d intesa con la Prefettura e le realtà del privato sociale, si stanno già occupando di mamme e bambini attraverso un progetto condiviso, elaborato negli scorsi giorni: a tutti è stata offerta la possibilità di essere ospitati presso strutture d accoglienza, ma solo sei famiglie hanno accettato il ricovero il comunità. E ha precisato: Tengo a ribadire che a tutti i 61 nuclei familiari che vivevano in quel campo è stata offerta un opportunità di accoglienza e che l attenzione dei nostri operatori è stata massima, in particolar modo per i bambini e per le loro mamme. Con che coraggio si può dichiarare una cosa del genere dopo aver messo a disposizione solo cinque posti in Comunità? Arrivata la notte, e il freddo. 6 uomini adulti hanno trovato accoglienza alla Casa della Carità, una dozzina di famiglie in tre parrocchie del quartiere e in un altra struttura di accoglienza. Ovviamente per pochi giorni. Più di duecento persone sono restate senza un tetto sopra la testa. Somaschi e comunità di S. Egidio questa sera hanno distribuito almeno 170 coperte. Prima a bambini, donne incinte e persone anziane. Nemmeno le coperte 13:26:55] 78

9 Rom, ecco le conseguenze di uno sgombero InviatoSpeciale sono state messe a disposizione dalla protezione civile. PSS: 20 novembre Un solo post scriptum non basta, perché nella notte quanti hanno trovato rifugio ai confini di Segrate, e quelli che si sono accampati sotto il ponte della tangenziale sono stati nuovamente intimati a spostarsi. Un bambino che ha solo tre giorni di vita, Fabrizio, è stato sgomberato già tre volte. Solo oggi il Comune ha accettato di accogliere la puerpera, il neonato e il fratellino. Salgono così a cinque le madri accolte, e a 14 i bambini. L assessore Moioli, però, ha dichiarato ieri alla stampa di aver accolto 12 madri. E falso. Così come è falso che le famiglie Rom avrebbero rifiutato le offerte del Comune. A tutte le altre madri non è stato offerto nulla, a fronte di oltre 40 richieste scritte e firmate, raccolte ieri mattina fra le madri. Nel frattempo i rom, spaventati, hanno scritto a Sua Eccellenza il Prefetto e gli hanno chiesto un appuntamento per incontrarlo e potere parlarci. Hanno una proposta da fargli, che li impegna con serietà su una soluzione abitativa. Chiedono poi che il Prefetto garantisca i loro diritti fondamentali. Al contempo le associazioni chiedono con tutta la loro forza che il Comune apra le strutture di emergenza abitativa della Protezione civile in via Barzaghi, per dare un po di tregua alle persone, ragionare sul da farsi. E chiedono con forza di non separare i nuclei familiari, di non spezzare le coppie o allontanare i bimbi dai propri genitori. Alle di oggi ci sarà un presidio organizzato dal NAGA davanti alla Prefettura, sperando il Prefetto accetti di incontrare una delegazione di rom. PSSS: Il presidio c è stato, almeno 50 rom, fra adulti e bambini, e altrettanti gagi: soprattutto del comitato genitori, ma anche tante maestre, oltre a Corrado della Camera del Lavoro, Stefano di S. Egidio, tanti attivisti del Naga e molte persone che si sono mobilitate. Siamo stati ricevuti solo in sei, più due consiglieri comunali (Gentili e Quartieri) e un consigliere regionale (Muhlbauer) ci hanno accompagnato. Ci ha ricevuto il capo di gabinetto Tortora, facente funzioni di vice-prefetto. Ha introdotto Marta del Naga, lasciando poi la parola a Valentin Sandu che ha illustrato la situazione dei duecento rom che si sono ritrovati sotto il ponte della Tangenziale all altezza di via Rubattino, e ha dichiarato la disponibilità dei rom a coinvolgersi in un progetto di autocostruzione accompagnata. Viorel Vaduva ha poi spiegato l importanza che ha per i genitori rom di via Rubattino la scuola, e la situazione impossibile che si è venuta a creare. Gli interventi successivi di Flaviana Robbiati (maestra) e di Domenico Protti (presidente dell associazione dei genitori) hanno mostrato la solidità delle reti di solidarietà che si sono create in quartiere. Abbiamo dichiarato la disponibilità del terzo settore ad accompagnare con responsabilità e competenza i rom, l importanza di pensare a una progettualità di respiro, ma anche di occuparsi immediatamente dell emergenza umanitaria che si è venuta a creare. In questa direzione, ricordate alla Prefettura le sue competenze a garanzia della sicurezza delle persone, e dei diritti fondamentali dell infanzia, abbiamo chiesto con grande precisione di far aprire immediatamente la struttura di accoglienza abitativa della Protezione civile comunale, ubicata in via Barzaghi. Abbiamo poi mostrato i dati, e smentito le tante falsità che sono state dette dagli assessori in questi due giorni. Dal canto suo, il vice Prefetto Tortora ha: riconosciuto come assai importanti i legami di solidarietà profonda stabilita con gli abitanti del quartiere, e con tutti le insegnanti delle tre scuole elementari; si è impegnato affinché il Prefetto contatti immediatamente il sindaco di Milano sollecitando la repentina apertura della struttura di via Barzaghi; ha affermato che avrebbe dato risposta questa sera stessa rispetto alla disponibilità del Comune di Milano di aprire le strutture della Protezione Civile; ha riconosciuto come segnale importante la disponibilità dei rom di impegnarsi in prima persona nella ricerca di una soluzione abitativa; si è impegnato a rappresentare al Comune di Milano le proposte complessive emerse; ha riconosciuto la grave situazione di emergenza umanitaria e di pericolo per l incolumità delle persone della situazione venutasi a creare. In effetti il prefetto ha subito chiamato e ci ha fatto sapere la risposta in meno circa mezz ora. Nel frattempo il presidio continuava di fronte alla Prefettura. A fronte delle richieste effettuate dal Prefetto, la risposta dell Assessore Moioli è stata di completa chiusura. Immediatamente i presenti hanno scritto un comunicato assai preciso: Non ci si può certo fermare di fronte a questa risposta. La richiesta al sindaco di Milano, è diretta: si apra la Protezione Civile. La situazione delle persone sgomberate è quella di una vera e propria emergenza umanitaria. Abbiamo informato tutti i quotidiani e parlato lungamente con l Ansa, che ha ascoltato attentamente. Abbiamo informato alcuni degli esponenti più significati del clero milanese, e fatto sapere nel dettaglio al Cardinale la chiusura di principio, ideologica ed estremista, dell Assessore Moioli e la situazione di pericolosità che si è venuta a creare per i bambini. Abbiamo parlato con la Polizia per avere assicurazione che avrebbero tollerato la presenza dei rom sotto il ponte della tangenziale senza allontanarli questa notte. Brandirali, Presidente della Commissione Servizi Sociali del Consiglio Comunale, è stato informato della situazione gravissima e gli è stato chiesto di prendere posizione e mobilitare il movimento a lui vicino: ci ha dato ragione, ma è sembrato titubante rispetto a una sua mobilitazione. In questa situazione, tutti sembrano non prendere posizione e non metterci la faccia per far accadere le cose. Lo stesso prefetto, che pure ci ha fatto incontrare dal suo vice, volendo potrebbe imporre lo stato di emergenza e fare aprire la struttura di accoglienza di via Barzaghi. Per dei bambini gagi nessuno avrebbe esitato. Per fortuna qualcuno non esita, e immediatamente si mobilita. Nel corso del presidio le persone presenti sono riuscite a trovare qualche nuova accoglienza privata per qualche giorno per le mamme con i figli malati. Ed è partita una mobilitazione per cercare tende e coperte. Stefano di S. Egidio è riuscito a trovare altre 10 tende e 80 coperte, ma rimangono ancora insufficienti. Anche Segnavia è presente assiduamente. Speriamo che gli 13:26:55] 79

10 Rom, ecco le conseguenze di uno sgombero InviatoSpeciale scout possano dare una mano nei prossimi giorni a partire dalle loro competenze e dai mezzi a loro disposizione. Al contempo, tutti i presenti hanno concordato sull importanza di una forte campagna di pressione sul sindaco e sul prefetto. Ci si è detti di mandare lettere, mail, fax in Comune e in Prefettura, che sentono molto il peso di quello che sta avvenendo. Confidiamo che a breve le organizzazioni non governative internazionali (ERRC e Amnesty International) scrivano direttamente alle istituzioni internazionali per chiedere conto del comportamento del Comune di Milano. Andranno comunque pensati anche altre modalità per aumentare le pressioni dirette sul sindaco affinché già domani venga aperta la Protezione civile. PSSSS: h Ahimé, purtroppo le cose si volgono in peggio. Mi hanno chiamato adesso da via Rubattino, c è lì Stefano di S. Egidio e Andrea Fanzago del PD. E appena passata la polizia, ha comunicato che nonostante quando dichiarato alle 21.00, hanno cambiato idea. Domani mattina vanno lì e sgomberano perché nel pomeriggio arriva lì (piazza Vigili del fuoco) De Corato a festeggiare con il Coordinamento Cittadino del Pdl e la Giovane Italia la restituzione alla città di un altro pezzo di Milano. Un volontario della Comunità di San Egidio sta portando a casa di una persona di buona volontà una donna incinta che sta male, e non può passare un altra notte sotto il ponte. Le istituzioni continuano ad affermare una cosa, e fare il suo diretto contrario. Ma adesso devono veramente aprire la Protezione Civile di via Barzaghi. Lo sgombero è stato annunciato per domani mattina alle 6.00, forse 6.30 Stampa articolo (o crea PDF) Fai una donazione a InviatoSpeciale Condividi o invia per Articoli correlati Maestre e genitori (italiani) in difesa dei romanì Italia: continua la pulizia etnica da rom e sinti Toh, ritorna la sinistra Pubblico impiego: a casa 400mila precari? I romanì dimenticati di via Rubattino «Spataro: non si esageri col pericolo terrorismo I cento passi della Carovana Antimafie 2009» Lascia un commento È necessario collegarsi/registrarsi per commentare InviatoSpeciale Redazione Condizioni Generali di Utilizzo Crediti InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'associazione Onlus The GlobalvillageVoice, registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile :26:55] 80

11 IL MANIFESTO Area abbonati: username password domenica 29 novembre 2009 IL MANIFESTO ABBONAMENTI STORE ARCHIVI IO MANIFESTO INFO In Edicola Prima Pagina Politica & Società Capitale & Lavoro Internazionale Visioni Sport ARCHIVIO NOTIZIE 29 novembre novembre novembre novembre novembre novembre novembre novembre 2009 LE VIGNETTE DI VAURO ALIAS 15L LOCALI TAGLIO MEDIO di Luca Fazio RAZZISMO La storia contemporanea in una giornata schifosa I diritti dell infanzia e i bambini rom cacciati come topi La contemporaneità delle cose - insieme all'insopportabile consapevolezza della nostra personalissima insignificanza rispetto al resto del mondo (mentre ci preoccupiamo delle nostre cosucce un bambino muore di fame e un lampione continua indifferente a fare il lampione) - ogni tanto ci regala di riflesso squarci di terribile verità. C'è da vergognarsi, o da rassegnarsi, ma questo è. Il sindaco Letizia Moratti, per celebrare degnamente la giornata mondiale per i diritti dell'infanzia, con un colpo a sorpresa si è presentata in consiglio comunale (questo sconosciuto) e ha sorriso a un gruppetto di marmocchi ben ripuliti e selezionati per l'occasione: «A ognuno di voi mi impegno a dare una risposta». Lasciamo Palazzo Marino, poi ci torniamo. Su iniziativa della Casa della Carità di don Colmegna (uno cui affideremmo senza battere ciglio anche le chiavi di casa nostra), proprio in queste ore, la Milano che conta sta generosamente riflettendo su come far dialogare le istituzioni, gli intellettuali e la città degli affari sul tema della solidarietà e dell'inclusione dei poveri e degli immigrati (è Milano si-cura, e ci sono i vertici di Unicredit, Assolombarda, del privato sociale, della chiesa e... di Palazzo Marino). Speriamo che facciano in fretta. E per non farci mancare proprio niente, giusto ieri, la giunta comunale - dopo aver a lungo riflettuto se «nominare» o meno gli agenti che rastrellano gli stranieri sugli autobus per l'ambrogino d'oro 2009 ha deciso i nomi che saranno insigniti del riconoscimento solenne in occasione di Sant'Ambrogio, che era un santo: Marina Berlusconi, Maurizio Belpietro, Stefano Dambruoso, Dolce & Gabbana e altri ancora. Che altro aggiungere, visto che stavamo celebrando la giornata mondiale per l'infanzia? Che, per esempio, nonostante la crisi Milano nei primi sei mesi del e deve ancora arrivare il Santo Natale! - ha importato giocattoli per oltre 111 milioni di euro: il 13,5% in più rispetto all'anno scorso. Proprio mentre accadeva tutto questo, anzi un po' prima, verso le 7,30 del mattino, quando i bambini di un qualsiasi paese civile stanno imbambolati davanti a una tazza di caffelatte, un nutrito esercito di vigili e poliziotti ha raso al suolo il campo rom di via Rubattino. In tutto circa 250 persone. Alcuni bambini, zingari ma pur sempre bambini, piangevano, altri continuavano a succhiare il biberon, altri ancora hanno cercato di non perdere il giorno di scuola. Insieme a loro c'erano anche alcune maestre delle elementari, degnissime persone da ambrogino d'oro che in questi mesi hanno accolto una trentina di bambini nelle loro classi. E' stato un esperimento difficile ma per certi versi anche esaltante, e forse, lo dicono le stesse maestre, sono stati i bambini rom a dare più di quanto abbiano ricevuto. Proprio per questo, l'altra domenica, sotto la pioggia, un centinaio di persone - insieme alle maestre c'erano anche alcuni genitori - avevano manifestato per dimostrare la loro solidarietà agli abitanti del campo, una prima assoluta in una città che somiglia sempre più all'uomo delle istituzioni che anche ieri ha vantato il successo dello sgombero numero 166. Per completare la lista delle cose accadute, bisogna solo aggiungere che c'è stato anche chi giustamente ha gridato «vergogna» - sempre troppo pochi però. Infine, una nota sul tempo, su suggerimento del Naga: è stata una «triste grigia schifosa giornata bigia e piovigginosa». Oggi, non è un altro giorno. Terminal A: volare non è mai stato così facile. Air France: Voli economici per Parigi, Francia e Europa... Bol.it: 30 titoli al 30% di sconto. Novità di ogni genere, bestseller e gli autori più amati. McAfee Internet Security Suite: protezione completa per il Pc. Tuo a soli 46,87 INDICE DEL GIORNALE IMMAGINE 01 PRIMA PAGINA 02 CONTROPIANO 03 CONTROPIANO 04 POLITICA & SOCIETÀ 05 POLITICA & SOCIETÀ 06 CAPITALE & LAVORO 07 CAPITALE & LAVORO 08 INTERNAZIONALE 09 INTERNAZIONALE 10 LETTERE E COMMENTI 11 CULTURA & VISIONI 12 CULTURA & VISIONI 13 CULTURA & VISIONI 14 MEDIA&SPORT 15 TERRITORI 15L LOCALI Forme politiche da cambiare praticandole TAGLIO MEDIO di Anna Picciolini La storia contemporanea in una giornata schifosa TAGLIO MEDIO di Luca Fazio Sgomberato l Horus, poliziotti con la pistola TAGLIO MEDIO di Militant A TERRA TERRA IN EDICOLA SABATO 28 NOVEMBRE Software Gestionale Software Hotel Software Commercialisti Software Negozi VIAGGI ricerca voli e vacanze in tutto il mondo Il credito del Bangladesh di Luca Manes del Strage di ringraziamento di Luca Celada del LE MONDE Diplomatique Novembre 2009 Meteo Meteo Italia Meteo Mari e Venti Webcam Meteo Ricerca Hotel: offerte last minute per prenotare un hotel a Rimini e nelle principali località italiane EST EST EST a cura di Astrit Dakli Sciogliere la polizia? Al Cremlino ci pensano Può sembrare inverosimile e probabilmente infatti alla fine non se ne farà nulla ma a Mosca c è anche 13:27:37] 81

12 IL MANIFESTO Area abbonati: username password domenica 29 novembre 2009 IL MANIFESTO ABBONAMENTI STORE ARCHIVI IO MANIFESTO INFO In Edicola Prima Pagina Politica & Società Capitale & Lavoro Internazionale Visioni Sport ARCHIVIO NOTIZIE 29 novembre novembre novembre novembre novembre novembre novembre novembre 2009 LE VIGNETTE DI VAURO 15L LOCALI APERTURA di Luca Fazio RAZZISMO I bambini rom con le maestre in presidio alla Prefettura «Lo sgombero ha fatto piangere mezza scuola» «Visto che mezza scuola era in lacrime, eccoci qui...ci devono ricevere». Davanti alla Prefettura, ieri sera all'ora di cena, in presidio, per vedere se anche il prefetto può ignorare che decine di famiglie rom con bambini piccoli sono state umiliate e cacciate dall'accampamento di via Rubattino. Risultato? Sì, anche lui, Gianvalerio Lombardi, può permetterselo, visto che a tarda sera il Comune di Milano si è rifiutato di accogliere il suo timido suggerimento: aprire almeno i locali della protezione civile di via Barzaghi. Allora dove dormono? E dove mangiano? E tornano a scuola? Non si sa... Ci aggrappiamo alle maestre delle elementari del quartiere Feltre, perché se lo meritano. Ornella Salina insegna alla scuola di via Pini. Cosa è accaduto dopo lo sgombero dell'altro giorno? Le famiglie dei nostri alunni rom, inseriti dall'inizio dell'anno, hanno preso come unico punto di riferimento la scuola. Sono venuti a chiederci un posto per dormire. Siamo riusciti a trovare delle soluzioni provvisorie, abbiamo trovato posto in alcuni oratori, e una famiglia è stata ospitata a casa di due maestre. La scuola come ha reagito? Rispetto all'inserimento dei bambini non ci sono mai stati problemi. Quando sono arrivati, su iniziativa dei padri somaschi, abbiamo aperto uno sportello per dare informazioni ai genitori e per ricevere eventuali reclami: nessuno ha protestato. Quando si inseriscono, i bambini riescono a maturare relazioni nuove anche fra i grandi. Quando tua figlia, o tua nipote, arriva a casa e ti racconta come è simpatica una bimba rom, e poi la vedi piangere perché hanno buttato in mezzo alla strada quella stessa bambina che hai invitato alla festa di compleanno, ecco... forse sei costretto ad allargare il tuo orizzonte. Come spiegate ai bambini cosa sta accadendo ai compagni rom? L'anno scorso abbiamo lavorato con i bambini su un progetto di integrazione dell'unicef, tra le altre cose la scuola ha invitato i piccoli rom a fare la doccia una volta la settimana. Li abbiamo conosciuti così. Poi un giorno, senza volerlo, i rom hanno preso il calcetto per giocarci e i nostri bambini prima si sono arrabbiati poi, chiarito l'equivoco, hanno cominciato a fare amicizia... e quest'anno se li sono ritrovati sui banchi. L'altra mattina, quando hanno saputo che stavano distruggendo la baracca di Roberta, si sono messi a piangere. Li abbiamo invitati a scrivere un tema, era l'unico modo per sciogliere la tensione. Cosa le insegna questa storia? All'inizio dell'anno, lo ammetto, ero molto preoccupata. Non sapevo nemmeno se un bambino rom fosse in grado di tenere in mano una penna, o di restare seduto al banco, invece sono bambini educati, sanno stare tranquilli, poi ci sono anche quelli più vivaci, come i bambini italiani... Ho imparato a fare i conti anche con me stessa, prima ero diffidente, ora invece ho capito che il mio atteggiamento era frutto della non conoscenza. E' un'esperienza bellissima, per questi bambini, e per la scuola. Sarebbe un dramma farla finire in questa maniera. INDICE DEL GIORNALE IMMAGINE VIGNETTA 01 PRIMA PAGINA 02 CONTROPIANO 03 CONTROPIANO 04 POLITICA & SOCIETÀ 05 POLITICA & SOCIETÀ 06 POLITICA & SOCIETÀ 07 CAPITALE & LAVORO 08 INTERNAZIONALE 09 INTERNAZIONALE 10 LETTERE E COMMENTI 11 CULTURA & VISIONI 12 CULTURA & VISIONI ALIAS Terminal A: volare non è mai stato così facile. Air France: Voli economici per Parigi, Francia e Europa... Software Gestionale Software Hotel Software Commercialisti Software Negozi Bol.it: 30 titoli al 30% di sconto. Novità di ogni genere, bestseller e gli autori più amati. McAfee Internet Security Suite: protezione completa per il Pc. Tuo a soli 46,87 VIAGGI ricerca voli e vacanze in tutto il mondo 13 CULTURA & VISIONI 14 MEDIA & SPORT 15 TERRITORI 15L LOCALI L'ultimo sogno lituano TAGLIO MEDIO «Lo sgombero ha fatto piangere mezza scuola» APERTURA di Luca Fazio Vent anni indipendenti, il rock è l alternativa TAGLIO MEDIO di R. Pe. IN EDICOLA SABATO 28 NOVEMBRE Meteo Meteo Italia Meteo Mari e Venti Webcam Meteo Ricerca Hotel: offerte last minute per prenotare un hotel a Rimini e nelle principali località italiane TERRA TERRA Il credito del Bangladesh di Luca Manes del Strage di ringraziamento di Luca Celada del LE MONDE Diplomatique Novembre 2009 EST EST EST a cura di Astrit Dakli Sciogliere la polizia? Al Cremlino ci pensano 13:27:55] 82

13 Libero News - IMMIGRATI: FORMIGONI, PREFERIAMO OCCUPARCI ASSISTENZA CITTADINI E REGOLARI Oggi: 29/11/2009 Ultima edizione: 29/11/2009 vai >> Prima Pagina Primo Piano Italia Attualità Esteri Economia Lavoro Cultura Scienza Spettacoli Sport Costume & Soc. Regioni Milano Roma Motori Alimentazione Cavalli Animali Moda Lettere Video Blog RSS Shopping I Blog di Libero Abbonamenti Online Cartaceo L'Aquila, raccolta proterremotati: ecco cosa stiamo facendo IMMIGRATI: FORMIGONI, PREFERIAMO OCCUPARCI ASSISTENZA CITTADINI E REGOLARI Milano, 21 nov. (Adnkronos) - "Chi entra clandestinamente in Italia viola la legge, quindi noi preferiamo occuparci dell'assistenza dei nostri cittadini e degli immigrati regolari. Per loro stiamo costruendo case". Cosi' il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, risponde, a margine di un dibattito alla Casa della Carita' di Milano a chi gli chiede se la politica del centrodestra non sia troppo concentrata sugli sgomberi come unica soluzione per le situazioni di marginalita' sociale. Per Formigoni, "non e' questione di Pdl o sinistra: si tratta di contemperare il rispetto delle leggi con un'ottica di assistenza nei confronti di chi non ha nulla. Le leggi vanno fatte rispettare: le case occupate sono di qualcuno e magari di enti pubblici, come l'aler. Molte migliaia di appartamenti pubblici sono occupati da abusivi, che tolgono il posto a cittadini che avrebbero diritto di occuparle, che sono poveri come loro o di piu' e che non possono farlo. In questo caso non credo sia sbagliato sgomberare: credo che anzitutto vada attribuita la casa ai cittadini che hanno i requisiti per averla. Poi chi occupa puo' essere un poveraccio che non ha nulla o uno che ha la Mercedes parcheggiata sotto casa". Nell'area milanese, spiega Formigoni, "c'e' un patrimonio abitativo che il comune e la regione stanno costantemente aumentando. Dopodiche' la pressione abitativa su una citta' come Milano e' molto forte perche' continuano ad arrivare cittadini anche clandestini". Vai alla home page >> SuperFlash IntesaSanpaolo Per ricevere bonifici e pagare le spese senza un conto. Scoprila! Prestiti INPDAP â Prestiti INPDAP Veloci e Sicuri Approviamo la Tua Richiesta Oggi. Sei anche tu del PDL? Riviste ed info di Centro-Destra Richiedi subito Copia Omaggio Mutui ai tassi ridotti Mutui da 40 banche, fino al 100% Fino a 50 anni! Servizio gratuito. mutuionline.it/offerte.mutui Appello a Silvio: eliminiamo le province firma anche tu Per una scuola migliore firma anche tu Etica & società a cura di Luigi Santambrogio Carotine a cura di Fausto Carioti Omissis: inchieste & segreti a cura di Gianluigi Nuzzi Storie Private: libere donne e liberi uomini a cura di Albina Perri Storie di animali a cura di Albina Perri L'Italia nel Pallone a cura di Luciano Moggi Complimenti per la trasmissione a cura di Francesco Specchia Art attack a cura di Carlo Franza A ruota libera a cura di Fabio Rubini Ultimi post X-Factor è morto, viva X-Factor di Francesco Specchia - 28/11/09 13:17 Con la Ru486 la donna sempre più sola di Luigi Santambrogio - 27/11/09 17:23 Lo show di Zeman. Ride bene... di Luciano Moggi - 27/11/09 11:46 Se Giraudo verrà assolto, la Fgci dovrà scucire... di Luciano Moggi - 26/11/09 15:59 Paura a Palazzo: nel pc di Brenda trovati migliaia di file e video 13:29:01] 83

14 Libero News - MILANO: FORMIGONI CONTESTATO ALLA CASA DELLA CARITA' Oggi: 29/11/2009 Ultima edizione: 29/11/2009 vai >> Prima Pagina Primo Piano Italia Attualità Esteri Economia Lavoro Cultura Scienza Spettacoli Sport Costume & Soc. Regioni Milano Roma Motori Alimentazione Cavalli Animali Moda Lettere Video Blog RSS Shopping I Blog di Libero Abbonamenti Online Cartaceo L'Aquila, raccolta proterremotati: ecco cosa stiamo facendo MILANO: FORMIGONI CONTESTATO ALLA CASA DELLA CARITA' Milano, 21 nov. (Adnkronos) - Contestazioni per il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, intervenuto questo pomeriggio ad un dibattito alla Casa della Carita' di Milano. Formigoni stava parlando, quando un ragazzo tra il pubblico, Angelo Z. di Vedano al Lambro (Monza), volontario in una casa di riposo, lo ha interrotto: "Essere vicini agli ultimi vuol dire sgomberare i campi nomadi?". Formigoni non si e' scomposto e ha risposto che "la Regione Lombardia non e' responsabile di queste azioni. La Regione non c'entra". Il contestatore non e' un ospite della Casa della Carita' di don Virginio Colmegna e spiega di aver contestato Formigoni perche' "mi ha fatto scoppiare d'indignazione". In particolare, al ragazzo non piacciono le nuove norme sull'immigrazione clandestina. Vai alla home page >> Appello a Silvio: eliminiamo le province firma anche tu Per una scuola migliore firma anche tu Etica & società a cura di Luigi Santambrogio Carotine a cura di Fausto Carioti Omissis: inchieste & segreti a cura di Gianluigi Nuzzi Storie Private: libere donne e liberi uomini a cura di Albina Perri Storie di animali a cura di Albina Perri L'Italia nel Pallone a cura di Luciano Moggi Complimenti per la trasmissione a cura di Francesco Specchia Art attack a cura di Carlo Franza A ruota libera a cura di Fabio Rubini Ultimi post X-Factor è morto, viva X-Factor di Francesco Specchia - 28/11/09 13:17 Con la Ru486 la donna sempre più sola di Luigi Santambrogio - 27/11/09 17:23 Lo show di Zeman. Ride bene... di Luciano Moggi - 27/11/09 11:46 Se Giraudo verrà assolto, la Fgci dovrà scucire... di Luciano Moggi - 26/11/09 15:59 Paura a Palazzo: nel pc di Brenda trovati migliaia di file e video 13:29:22] 84

15 Via Rubattino, si accendono le polemiche per lo sgombero del campo nomadi - Milano 2.0 Feed RSS Chi siamo Mappa del blog Interviste Post: «Precedente Home Successivo» Nov Via Rubattino, si accendono le polemiche per lo sgombero del campo nomadi Video Crea un Preventivo Su Misura à facile prova subito con noi Misto Ganulare Riciclato Richiedi un Preventivo per il Misto Granulare Riciclato Widget Articoli su Milano Newsletter Pubblicità Cerca sul blog Foto & Video Articoli :: Foto Pubblicato da Valentina Sansoni alle 15:46 in Milano cronaca Smaltimento Rifiuti Sondaggi PAG:1 SUCC» Crisi, addio alla Yamaha di Lesmo. In... 29/11/ :40 Non ci sarà nessuna trattativa tra sindacati e direzione. La Yamaha di Lesmo ha chiuso d fi iti t i b tt ti SONDAGGIO Terrorismo Uno sgombero veloce e senza indugi quello di giovedì mattina nell'area ex Enel di via Rubattino. Nonostante la fiaccolata di domenica sera organizzata dalle associazioni di quartiere e dalle maestre dei bambini, un plotone risoluto di carabinieri, poliziotti e vigili urbani ha costretto con la forza gli occupanti del campo rom ad abbandonare le baracche per procedere con la "bonifica" della zona. Come riporta il Corriere, il vicesindaco De Corato si dice soddisfatto e convinto dell'operazione così come delle sue motivazioni, ribadendo, infatti, che con questo 166esimo sgombero, "restituiamo alla città un'altra fetta abbandonata al degrado. I vigili hanno trovato condizioni igieniche spaventose e tonnellate di rifiuti che ci vorranno giorni a smaltire: una situazione pericolosa anche per gli stessi abusivi". Dal punto di vista della sicurezza, il Comune mette a segno un'altra operazione che vorrebbe, perlomeno negli intenti, scongiurare il ripetersi di "furti negli appartamenti, dei veicoli parcheggiati sulle pubbliche vie e nei box, pure danneggiate o bruciate, scippi nelle ore notturne e nei pressi del supermarket, intimidazioni e minacce". De Corato conclude, poi, assicurando una sorveglianza territoriale a partire da subito: "la polizia locale continuerà nei prossimi giorni a monitorare la zona per impedire nuove occupazioni. Non daremo tregua agli abusivi perché Milano ha scelto una politica della legalità e dell'immigrazione sostenibile, che poi è anche la linea dell'unione Europea". Dure le reazioni degli esponenti del Pd, i quali puntano l'indice soprattutto sulla mancata opera di "salvataggio" e integrazione dei bambini rom e che, tramite le parole dei consiglieri comunali Gentili e Quartieri, rimarcano: "in via Rubattino l'esperienza di integrazione di 40 bambini nelle scuole del quartiere viene calpestata dalle ruspe. Uno sgombero che è una vergogna per Milano. Si fa propaganda politica sulla vita dei bambini". Repubblica, invece, riporta le parole di Amnesty International che a settembre si era battuta affinchè non avvenisse lo sgombero e che a tutt'oggi ne denuncia la gravità. Per Amnesty questo tipo di operazioni "eseguite senza protezione legale, sono proibite dal diritto internazionale in quanto costituiscono una grave violazione di una serie di diritti umani, in particolare del diritto a un alloggio adeguato". Durante la notte e dopo una serie di monitoraggi del territorio per prevenire altre occupazioni, informa il Giorno, sono stati allontanati una cinquantina di rom accampati con delle tende in via Caduti di Marcinelle e rimossi anche altri 4 camper con una decina di nomadi posizionatisi nuovamente in via Rubattino, vicino al ponte della Tangenziale Est (foto da repubblica.it). Prestiti INPDAP â Prestiti INPDAP Veloci e Sicuri Approviamo la Tua Richiesta Oggi. Rifiuti Green il nuovo Magazine Verde i blogger scrivono di Ambiente Responses: 259 Closed on: Nov 27, Dopo l'attentato alla caserma Santa Barbara avete paura? No 44% (115) No, ma la vicenda fa riflettere 36% (94) Sà 19% (50) Poll by: PollJunkie.com PARTECIPA ANCHE TU! Sei un appassionato di hockey su ghiaccio? Vuoi vedere per Blogosfere le partite dell'hockey Milano Rossoblu? Invia la tua candidatura a questa mail ARCHIVI Mappa del blog Categorie Categorie Mesi Mesi TAG Cronaca e Attualità Cultura Economia e Finanza High Tech Politica e Società Scienza e Salute Spettacoli Sport e Motori Style e Fashion Tempo libero Speciali video milano intervista expo Milan letizia moratti Letizia Moratti Inter calcio interviste foto Filippo Penati concerto basket ecopass manifestazione Roberto Formigoni Armani Jeans scuola inter comune Silvio Berlusconi Paolo Glisenti atm omicidio protesta piazza Duomo metropolitana mostra Milano cantieri Giulio Tremonti sciopero milan blogmilano multe Malpensa 13:29:45] 85

16 Italia: continua la pulizia etnica da rom e sinti InviatoSpeciale Domenica, 29 Novembre :30 HOME CHI SIAMO FEEDBACK COLLABORA FORUM MAPPA DEL SITO news tu inviato cronaca esteri politica opinioni gallerie reportage vivere tecnologie spettacolo sport Categorie cronaca Adnkronos Rss Italia: continua la pulizia etnica da rom e sinti Scritto il 20 novembre 2009 Una catena crescente di sgomberi sta travolgendo la comunità romanì. Dopo Cosenza, Roma, le violenze di Alba Adriatica ieri è stata la volta di Milano, dove circa 200 persone di etnia romanì, tra le quali almeno 70 bambini, e con passaporti principalmente rumeni sono stati sgomberati dal campo di via Rubattino, nell area ex-enel alla periferia est della città. Archivio generale per mese Popolari Ultimi Commenti RSS Fin dalle prime ore della mattina vigili urbani e polizia e carabinieri in tenuta anti sommossa hanno invaso la zona, pronti a radere al suolo tutto. Come è successo a Roma sono stati violati non solo i diritti civili di queste persone, ma anche le leggi che regolano questo tipo di iniziative. I volontari del Naga, una associazione che si occupa di difendere i diritti dei cittadini, hanno dichiarato: Come ormai succede da anni durante l era De Corato, anche in questo caso, lo sgombero è avvenuto senza alcuna preventiva notifica agli interessati di un provvedimento formale di sgombero, come previsto, invece, dalla normativa nazionale e internazionale, senza alcuna consultazione e dialogo con gli interessati, senza alcuna comunicazione preventiva e, dunque, senza possibilità di contraddittorio e di difesa. Da mesi il Naga, la Comunità di Sant Egidio e gli aderenti Medicina di Strada portavano assistenza agli abitanti del campo. Hanno reso noto che si è provveduto allo sgombero senza che a tutti i nuclei familiari fosse prospettata un adeguata alternativa abitativa, nonostante le richieste delle diverse associazioni che da mesi seguono la vicenda e senza che fossero adottate misure atte a proteggere i diritti all abitazione, all istruzione e alla salute delle persone. I volontari hanno aggiunto: Proprio temendo uno scenario di questo tipo, gli avvocati Pietro Massarotto, Livio Neri e Alberto Guariso, appoggiati dalla volontà e dalle risorse del Naga, Avvocati Per Niente e Asgi Lombardia, hanno depositato un ricorso cautelare volto ad impedire lo sgombero del campo. Non è servito a nulla e lo sgombero è stato eseguito lo stesso, anche se tra una settimana è fissata l udienza davanti al Giudice Miccichè del Tribunale di Milano. La decisione di procedere da parte del Comune di Milano, secondo le associazioni ostacola l accertamento giudiziale dei diritti in questione e impedusce comunque ai bambini di continuare a frequentare le scuole. Tuttavia il giudice dovrà ancora pronunciarsi sulle richieste volte a garantire il diritto all istruzione e ad un abitazione. Preoccupanti le parole del vicesindaco Riccardo De Corato, che senza mostrare alcun sentimento di umanità ha detto: La proprietà ha già iniziato i lavori di smantellamento e messa in sicurezza della struttura. De Corato, che fu definito dall ex presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati, un vecchio fascista ha aggiunto con soddisfazione che quello di ieri era il 166esimo sgombero. Il vicesindaco, poi, ha continuato: Sul posto, oltre a vigili del fuoco e Protezione civile, sono presenti i Servizi sociali che hanno offerto a donne e bambini l accoglienza nelle strutture comunali. Una cosa non ha spiegato: la presunta assistenza viene fornita (come è stato a Roma) solo a donne e bambini ed esclude gli uomini. Il risultato è che le famiglie non accolgono nessun aiuto, perchè non possono accettare di essere divise e di non sapere che fine faranno i padri, i nonni, i fratelli più grandi. La presenza di rifiuti e degrado, inoltre, è una responsabilità delle amministrazioni pubbliche, che non solo non fanno nulla per individuare aree nelle quali poter accogliere i profughi, ma che neppure attrezzano quelle occupare abusimante, lasciando che la situazione peggiori progressivamente. Link Al Jazeera English BBC News Cnn Beaking News El Pais Haaretz Daily Newspaper LaTribune Liberation Mail & Guardian Online The Guardian The New York Times TimesOnline Washington Post Diritti Civili Adalah B'Tselem Amnesty International The International Committee of the Red Cross Human Rights Watch United Nations High Commissioner for Human Rights (UNHCHR) United Nations High Commissioner for Refugees (UNHCR) Rawa AIDH 13:30:15] 86

17 Italia: continua la pulizia etnica da rom e sinti InviatoSpeciale Sono state molto dure le proteste dell opposizione. I consiglieri comunali David Gentili (Pd) e Patrizia Quartieri (Prc) hanno dichiarato: Mentre l assessore Moioli celebra l anniversario della Carta dei diritti all infanzia in via Rubattino l esperienza di integrazione di 40 bambini nelle scuole del quartiere viene calpestata dalle ruspe. Uno sgombero che è una vergogna per Milano. Si fa propaganda politica sulla vita dei bambini. Gentili ha anche rilevato: Alle porte dell inverno, dopo le mobilitazioni del quartiere e delle insegnanti delle scuole che ospitano i bambini, pensavo, ingenuo, che ciò non sarebbe accaduto. Non c è limite all utilizzo della vita delle persone per fare propaganda politica. Come è successo nel caso dello sgombero del Casilino 700 anche Amnesty International non è rimasta passiva. L associazione per la difessa dei diritti umani a settembre aveva criticato eventuali operazioni di sgombero e lanciato un appello al prefetto di Milano, Gian Valerio Lombardi, nel quale si chiedeva di non eseguire lo sgombero forzato. Come risulta chiaro per chiunque abbia a cuore i diritti dei cittadini, Amnesty aveva fatto notare che questo tipo di procedure eseguite senza protezione legale, sono proibite dal diritto internazionale in quanto costituiscono una grave violazione di una serie di diritti umani, in particolare, del diritto a un alloggio adeguato. Sempre un altro sgombero ha bonificato dai romanì la zona di via Luini a Sesto San Giovanni, nell hinterland milanese. Ma la pulizia etnica è stata addirittura certificata a Milano. Lunedì scorso, durante un vertice a Palazzo Marino, Lega e Pdl hanno trovato l accordo su una delle questioni che in passato ha diviso la maggioranza, fissando in mille il tetto dei romanì accettabili dal capoluogo lombardo. Il numero dovrà essere raggiunto entro il Sinti e rom non sono più nomadi da decenni, ma continuano ad essere considerati tali e non profughi. La loro fuga dai diversi Paesi ex comunisti è la conseguenza delle drammatiche condizioni di vita nelle quali erano costretti. Adesso dovranno essere internati in campi regolari, che secondo le intenzioni saranno di transito, non si sa per dove. Stampa articolo (o crea PDF) Fai una donazione a InviatoSpeciale Condividi o invia per Articoli correlati Appello per rom e sinti Romanì, ecco le conseguenze di uno sgombero Maestre e genitori (italiani) in difesa dei romanì Il razzismo nel Pd e la confusione Gli zingari sarebbero oggettivamente accattoni e ladri «Gli abitanti perbene di via Gradoli Appio Latino: un quartiere romano e la sua gente» Lascia un commento È necessario collegarsi/registrarsi per commentare. 13:30:15] 87

18 Libero News - MILANO: PATTA (PRC), 166 VOLTE VERGOGNA PER SGOMBERO VIA RUBATTINO Oggi: 29/11/2009 Ultima edizione: 29/11/2009 vai >> Prima Pagina Primo Piano Italia Attualità Esteri Economia Lavoro Cultura Scienza Spettacoli Sport Costume & Soc. Regioni Milano Roma Motori Alimentazione Cavalli Animali Moda Lettere Video Blog RSS Shopping I Blog di Libero Abbonamenti Online Cartaceo L'Aquila, raccolta proterremotati: ecco cosa stiamo facendo MILANO: PATTA (PRC), 166 VOLTE VERGOGNA PER SGOMBERO VIA RUBATTINO Milano, 19 nov. (Adnkronos) - ''Il vicesceriffo De Corato si vanta che quello di questa mattina e' stato il 166 sgombero compiuto dalla Giunta comunale. A lui e alla sindaca Moratti diciamo: 166 volte vergogna". Cosi' il Segretario provinciale di Rifondazione Comunista, Antonello Patta commenta lo sgombero del campo rom di via Rubattino avvenuto all'alba di oggi. "Ci vuole una bella faccia tosta a celebrare l'anniversario della Convenzione sui diritti dell'infanzia e, nello stesso, tempo mandare le ruspe in via Rubattino a spazzare via 40 bambini e le rispettive famiglie, cancellando brutalmente una straordinaria esperienza di integrazione e di inclusione testimoniata dalle maestre delle scuole della zona". "La destra al governo in citta' -aggiunge Patta- si ostina a gestire i problemi sociali come problemi di ordine pubblico e di sicurezza, ma le persone non si possono cancellare con le ruspe. E' irresponsabile continuare a fare propaganda sulla pelle dei rom quando poi non si danno delle alternative concrete a queste persone. Questi sgomberi non risolvono nulla, spostano solamente il problema da un punto all'altro della citta', continuando a seminare odio ed intolleranza''. Vai alla home page >> Appello a Silvio: eliminiamo le province firma anche tu Per una scuola migliore firma anche tu Etica & società a cura di Luigi Santambrogio Carotine a cura di Fausto Carioti Omissis: inchieste & segreti a cura di Gianluigi Nuzzi Storie Private: libere donne e liberi uomini a cura di Albina Perri Storie di animali a cura di Albina Perri L'Italia nel Pallone a cura di Luciano Moggi Complimenti per la trasmissione a cura di Francesco Specchia Art attack a cura di Carlo Franza A ruota libera a cura di Fabio Rubini Ultimi post X-Factor è morto, viva X-Factor di Francesco Specchia - 28/11/09 13:17 Con la Ru486 la donna sempre più sola di Luigi Santambrogio - 27/11/09 17:23 Lo show di Zeman. Ride bene... di Luciano Moggi - 27/11/09 11:46 Se Giraudo verrà assolto, la Fgci dovrà scucire... di Luciano Moggi - 26/11/09 15:59 Paura a Palazzo: nel pc di Brenda trovati migliaia di file e video 13:30:57] 88

19 Libero News - MILANO: TOIA (PD), CON SGOMBERO VIA RUBATTINO NEGATI DIRITTI A MINORI Oggi: 29/11/2009 Ultima edizione: 29/11/2009 vai >> Prima Pagina Primo Piano Italia Attualità Esteri Economia Lavoro Cultura Scienza Spettacoli Sport Costume & Soc. Regioni Milano Roma Motori Alimentazione Cavalli Animali Moda Lettere Video Blog RSS Shopping I Blog di Libero Abbonamenti Online Cartaceo L'Aquila, raccolta proterremotati: ecco cosa stiamo facendo MILANO: TOIA (PD), CON SGOMBERO VIA RUBATTINO NEGATI DIRITTI A MINORI Milano, 19 nov. (Adnkronos) - "Complimenti alla giunta del Comune di Milano. Proprio un bel modo di ricordare i vent'anni della Convenzione Onu sui diritti dell'infanzia". Cosi' Patrizia Toia, eurodeputata per il Pd, stigmatizza lo sgombero effettuato questa mattina in via Rubattino a Milano. "Oggi, a Milano -afferma- si e' celebrato nel modo peggiore per i diritti dei bambini questo anniversario. Procedendo allo sgombero del campo nomadi di via Rubattino si e' negato il diritto fondamentale all'istruzione di almeno una quarantina di bambini del campo che stavano proficuamente frequentando la scuola. Nel campo di via Rubattino si stava compiendo un miracolo di integrazione, un miracolo possibile solo se vi e' cura e attenzione, da parte delle amministrazioni, a creare le condizioni minime che il volontariato, da un lato, e il valore professionale degli insegnanti, dall'altro, sanno poi sviluppare e portare avanti con successo". "Facciamo appello al senso di civilta' dell'amministrazione comunale perche' ponga rimedio a questo atto violento e senza prospettive che e' lo sgombero, perche' torni sui suoi passi e trovi soluzioni concrete e praticabili, che non sono la separazione dei nuclei familiari. Vogliamo sapere dal sindaco di Milano, Letizia Moratti, dal vice-sindaco Riccardo De Corato, dall'assessore Mariolina Moioli, in quale scuola domani andranno quei 40 bambini". (segue) Vai alla home page >> Appello a Silvio: eliminiamo le province firma anche tu Per una scuola migliore firma anche tu Etica & società a cura di Luigi Santambrogio Carotine a cura di Fausto Carioti Omissis: inchieste & segreti a cura di Gianluigi Nuzzi Storie Private: libere donne e liberi uomini a cura di Albina Perri Storie di animali a cura di Albina Perri L'Italia nel Pallone a cura di Luciano Moggi Complimenti per la trasmissione a cura di Francesco Specchia Art attack a cura di Carlo Franza A ruota libera a cura di Fabio Rubini Ultimi post X-Factor è morto, viva X-Factor di Francesco Specchia - 28/11/09 13:17 Con la Ru486 la donna sempre più sola di Luigi Santambrogio - 27/11/09 17:23 Lo show di Zeman. Ride bene... di Luciano Moggi - 27/11/09 11:46 Se Giraudo verrà assolto, la Fgci dovrà scucire... di Luciano Moggi - 26/11/09 15:59 Paura a Palazzo: nel pc di Brenda trovati migliaia di file e video 13:31:13] 89

20 Letterine ai compagni nomadi - METRO NEWS ITALIA HOME PAGE NEWS ITALIA NEWS MONDO ECONOMIA SPORT TUTTI FUORI JOB METRO COMMUNITY Club Metro Forum Cuori nel traffico Lettere Metro iniziative Join the Green Blog Oroscopo del giorno Stop the fever Club dogo CERCA NEL SITO LOGIN Username Password Ricordami Password dimenticata? Nessun account? Registrati ATTENZIONE! Per chi e' in possesso del codice tessera CLUB METRO... Letterine ai compagni nomadi :02:00 Lascia il tuo commento! Una letterina per far sentire la propria vicinanza al compagno di banco sparso in chissà quale dormitorio della città. Ne hanno scritte a decine gli alunni della primaria Elsa Morante, quella frequentata da 26 bambini sgomberati giovedì mattina dal campo di via Rubattino, per far capire ai loro compagni che - anche se in questi giorni non sono a scuola ma sparsi per la città - l affetto e l amicizia sono quelli di sempre. «Le hanno consegnate ai volontari delle associazioni - spiega Flaviana Robbiati, una delle maestre dell elementare - che poi le hanno recapitate ai destinatari». Un gesto d affetto che già nei giorni scorsi aveva avuto precedenti. «Nel weekend - continua Flaviana - alcuni di loro, saputo che i compagni erano nella chiesa di Sant Ignazio, si erano fatti accompagnare dai genitori per poter giocare insieme. Perché i bambini non fanno differenze». Ieri alcuni bimbi rom si sono presentati a scuola. «Qualche genitore - spiega la maestra - è riuscito ad accompagnarli, ma logisticamente non è stato possibile per tutti. Il problema è il futuro: non sappiamo per quanto tempo resteranno nei dormitori e quindi chissà se e quando potranno tornare. È un vero peccato, perché attraverso la scuola si era creato un bel processo di integrazione. Dopo lo sgombero, alcuni se ne sono già tornati in Romania. Quelli li abbiamo persi, per sempre». (MARCO BRESOLIN) ARTICOLI CORRELATI Alloggi popolari, richieste record Licei serali ''L'offerta è assurda'' Nuovo orario, pendolari soddisfatti Fiera di Sinigaglia ''Andiamo a Pagano'' Morti 3 neonati, indagati medici del San Paolo L'ortomercato pronto al restyling ''Rom, da oggi tutti per strada'' La pensilina rimarrà nella piazza Via Rubattino, sgombero e polemiche La vita in carcere tra violini e gelati 29/11 Tutte le notizie» 13:00 usa: rapporto senato, bin laden a un passo dalla cattura a tora bora 12:24 aids: papa chiesa non cessa di prodigarsi per ANNUNCI IMMOBILIARI Lascia il tuo commento! I commenti piu' interessanti domani su Metro! METRO LIFE PANEL Nome: Sito web Titolo: BBCode: Commento: SCARICA IL PDF PARTNER Per ragioni di sicurezza esegui il seguente calcolo: CEH 5 S 3 I OP 98Q YCQ Y4R W L M S P7J T89 9N2 Si prega di inserire commenti riguardanti l'articolo. Commenti ritenuti offensivi verranno eliminati. E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam. Cose del genere verranno Metro SUMMER» Metro BEACH» Metro STADIO» 13:31:41] 90

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Libero News - BANDA LARGA: MANDARIN LANCIA SERVIZI INGROSSO W...

Libero News - BANDA LARGA: MANDARIN LANCIA SERVIZI INGROSSO W... Pagina 1 di 5 Oggi: Ultima edizione: vai >> Abbonamenti Online Cartaceo Prima Pagina Primo Piano Italia Attualità Esteri Economia Lavoro Cultura Scienza Spettacoli Sport Costume & Soc. Regioni Milano Roma

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto.

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. 1) studente abita a Firenze. 3) Io conosco città italiane.

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli UNITÀ 2 Collegate la definizione alla parola corrispondente. Persone con handicap. 2 Persone senza genitori. 3 Persone che stanno in carcere. 4 Persone che hanno bisogno di aiuto. Persone che hanno dovuto

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2 Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 1 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

VOLONTARIATO & SERVIZIO

VOLONTARIATO & SERVIZIO www.tolentini.it GRUPPO VOLONTARIATO & SERVIZIO Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. (Matteo 10, 8) Il Gruppo Volontariato e Servizio della Pastorale Universitaria è formato da studenti di

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI

LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI Giammatteo Secchi LAVORARE CON LE FAMIGLIE NELLE COMUNITÀ PER MINORI LAVORO SOCIALE IN TASCA COLLANA DIRETTA DA M.L. RAINERI Gli operatori sociali in tutela minori si confrontano ogni giorno con situazioni

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007 PORCHIPINO Temi: L incontro, lo stare e il partire. La narrazione della storia di Porchipino, un piccolo riccio rimasto solo nel bosco, introduce i bambini al tema dell incontro, dell accoglienza del diverso

Dettagli

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro LEZIONE 1 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso volevo arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. Ci siamo conosciuti venti

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

Esercizi pronomi diretti

Esercizi pronomi diretti 1. Completate con i pronomi diretti: Esercizi pronomi diretti 1. Marina ha la tosse, dobbiamo portar dal dottore. 2. Signorina, prego di salutare i Suoi genitori quando vedrà. 3. Caro, sei libero stasera?

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

Io vivo al campo, un posto non molto bello

Io vivo al campo, un posto non molto bello Sezione 1 Io vivo al campo, un posto non molto bello Sezione 1 Io vivo al campo, un posto non molto bello I bambini, nei disegni che seguono, illustrano con immediatezza cosa significhi vivere in un campo

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Livello A2. Unità 8. Le certificazioni di italiano L2. In questa unità imparerai:

Livello A2. Unità 8. Le certificazioni di italiano L2. In questa unità imparerai: Livello A2 Unità 8 Le certificazioni di italiano L2 In questa unità imparerai: quali sono le certificazioni per la lingua italiana a descrivere al passato e a parlare delle azioni abituali al passato come

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un [ ] processo di crescita per gli alunni con disabilità e per i loro compagni.

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un [ ] processo di crescita per gli alunni con disabilità e per i loro compagni. L integrazione scolastica degli alunni con disabilità è un [ ] processo di crescita per gli alunni con disabilità e per i loro compagni. la presenza di alunni disabili non è un incidente di percorso, un

Dettagli

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con LEZIONE 1 ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. (conoscersi) venti giorni fa a

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Direzione e uffici: Via Mazenta, 51 20013 Magenta (Mi) codice fiscale n. 93035720155 e-mail: miis09100v@istruzione.it Posta Elettronica Certificata miis09100v@pec.istruzione.it

Dettagli

Adozione nel 25 dicembre 2010 (mia mail a tutti gli utenti) Cari Amici, questi auguri contengono una bella notizia:

Adozione nel 25 dicembre 2010 (mia mail a tutti gli utenti) Cari Amici, questi auguri contengono una bella notizia: Associazione Canili Milano Onlus www.canilimilano.it Tel 338/83.60.753 e-mail info@canilimilano.it C/C BANCARIO Canili Milano BANCA SELLA IBAN IT 39 L 03268 01604 052847586490 CODICE FISCALE 974 6561 0158

Dettagli

Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte

Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte Compiti delle vacanze estive per chi in agosto sarà al livello 3 Non è necessario stampare questo file, puoi anche solo scrivere le risposte in maniera chiara e ordinata su un foglio a parte Questi compiti

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni PIANO DI ETTURA Dai 9 anni Le arance di Michele Vichi De Marchi Illustrazioni di Vanna Vinci Grandi Storie Pagine: 208 Codice: 566-3270-5 Anno di pubblicazione: 2013 l autrice Vichi De Marchi è giornalista

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Abschlussklausur. Italienisch Italiano Online SS 2008. Comprensione orale: / 15. Comprensione scritta: / 20

Abschlussklausur. Italienisch Italiano Online SS 2008. Comprensione orale: / 15. Comprensione scritta: / 20 Abschlussklausur Italienisch Italiano Online SS 2008 Dozent: Davide Schenetti Comprensione orale: / 15 Comprensione scritta: / 20 Riflessione grammaticale e interculturale: / 40 Produzione scritta: / 25

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

Dir. Resp.: Mario Orfeo

Dir. Resp.: Mario Orfeo Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Mario Orfeo da pag. 42 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Mario Orfeo da pag. 42 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Ezio Mauro da pag. 90 liberoquotidiano.it

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

..parlattare tra genitori

..parlattare tra genitori 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE..parlattare tra genitori Cari amici e care amiche, vi presentiamo una chiacchierata che abbiamo avuto il piacere di raccogliere dai genitori che partecipano a Parlattando

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui.

Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. Buonasera e grazie dell invito rivoltomi e a tutti voi per essere qui. E un grande momento questo perché si mette a tema l educazione e questo tema per me che sono un imprenditore è quello centrale della

Dettagli

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com BASIC QUESTIONS 200 Opportunities to Discover ITALIAN Basic Questions Italian INDICE 1. SEI CAPACE DI?...3 2. TI PIACE?...4 3. COME?...5 4. QUANDO?...6 5. CHE?...7 6. COSA?...8 7. QUALE?...9 8. QUANTO?...10

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 7 IL TEMPO LIBERO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 IL TEMPO LIBERO DIALOGO PRINCIPALE DIALOGO PRINCIPALE A- Tatiana, ti ricordi che

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT N E W S O U T H W A L E S HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION 1998 ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT 2 ITEM 1 PAOLO PAOLO Ieri ho avuto una bella sorpresa; ho ricevuto una lettera da Paolo.

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

La Cerva di Sant'Egidio

La Cerva di Sant'Egidio 1ª LETTURA SIRACIDE (24,1-2.8-12) 2ª LETTURA EBREI (1,3-6.15-18) VANGELO di Giovanni (1,1-18) La Cerva di Sant'Egidio Anno XIX N 6 5 DICEMBRE 2015 II DOMENICA DOPO NATALE ANNO B BOLLETTINO PARROCCHIALE

Dettagli

Unità 15. Muoversi nel territorio. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai:

Unità 15. Muoversi nel territorio. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai: Unità 15 Muoversi nel territorio In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sui servizi relativi al trasporto urbano parole relative all uso dei trasporti urbani ed agli strumenti

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 Il cantoniere di Cisterna, Roberto Massocco, ci ha portato un bel bidone

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Indice. I. Gli articoli, i nomi, gli aggettivi. Esercizi 8 Test 18. Esercizi 24 Test 31. Esercizi 36 Test 39. Esercizi 44 Test 118

Indice. I. Gli articoli, i nomi, gli aggettivi. Esercizi 8 Test 18. Esercizi 24 Test 31. Esercizi 36 Test 39. Esercizi 44 Test 118 Indice I. Gli articoli, i nomi, gli aggettivi. Esercizi 8 Test 18 II. I possessivi e i dimostrativi. Esercizi 24 Test 31 III. I gradi di comparazione Esercizi 36 Test 39 IV. I verbi Esercizi 44 Test 118

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome

1. Il nome utente: NON può essere modificato 2. Il tuo nome (ne trovate prescritto uno generico): metti il tuo vero nome SENZA il cognome Guida NetPupils Un social network è un sito che dà la possibilità alle persone di entrare in contatto e condividere informazioni. I social network si basano su quella che viene definita amicizia : concedendo

Dettagli

festa per la famiglia o famiglia per la festa?

festa per la famiglia o famiglia per la festa? Natale: festa per la famiglia o famiglia per la festa? Inserto N. 4 2010 Bè provo un po a spiegarmi: ogni anno mi viene un certo nervosino perchè mi sembra che tutti: la tv, internet, gli amici, le pubblicità

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli