Technical User Group. 21 luglio 2008 Palazzo Mezzanotte Milano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Technical User Group. 21 luglio 2008 Palazzo Mezzanotte Milano"

Transcript

1 Technical User Group 21 luglio 2008 Palazzo Mezzanotte Milano

2 TradElect - functionality, performance and capacity Mark Reece Trading System Architect London Stock Exchange 1

3 Introduction to TradElect The main characteristics of TradElect: support for Order Driven Market Models limit orders, market orders, iceberg orders, named orders, quotes Good til Time, Good til Cancelled, Fill or Kill, Execute and Eliminate, At The Open and At The Close continuous execution, auctions, quote display price/time priority anonymity for executions integrated with X-TRM and existing post-trade services. 2

4 Main technical characteristics of TradElect TradElect is the latest generation technical platform launched on 2 April Currently supports trading on the London Stock Exchange, Johannesburg Stock Exchange and Dutch Trading Service markets for equities, ETF and covered warrants. Almost unlimited processing capability (currently tps) thanks to the extreme horizontal scalability of the system; each transaction is made of independent processing units that are processed by concurrent systems. TradElect s latency is 4 times faster when compared to the current one (6 ms as opposed to 24 ms as of now). High reliability and system availability; the active-active configuration guarantees a hot recovery even in case of total unavailability of the primary site. Maximum flexibility in the configuration of the different market models. 3

5 Main characteristics of market model The main new characteristics of TradElect: the definition of tick sizes (dynamic tick) is in relation to the price of the orders entered specialists quotes (executable quotes) are not anonymous automatic activation of a volatility auction phase at the attempt to execute trades outside the price tolerance levels the new algorithm for the determination of the indicative auction price an extension of 5 minutes of the closing auction phase when the indicative price is not valid Parked Orders which allow to enter orders (in auction and continuous trading phase) with a deferred validity asynchronous messaging. 4

6 Main characteristics of market model and the main functions on Affari that will not be available: the validation of the price of orders with respect to the control price the cross order functionality the cancellation of principal versus principal trades executed by the same participant the definition of tick sizes in relation to the reference prices of the previous trading day the anonymity of the Specialist quotes. 5

7 Main characteristics of market model Market structure Market Defines the geographical elements of a trading environment, including: - opening and closing hours - business calendar - time zone LSE Segment Defines the high level characteristics of a trading model - order/quote/hybrid model - trade reporting model - minimum/maximum order and quote sizes SET1 Sector Defines the detailed specifications of a trading model - default period schedule - price monitoring thresholds - maximum spreads FT10 Security An individual tradable instrument (ISIN). The same tradable instruments may be traded in more than one segment on TradElect - temporary period schedules VOD 6

8 Main characteristics of market model Period rules Segment Period rules for: -execution - mechanism type Defines the high level features: - valid order types - valid quote types - price monitoring parameters - automatic order deletion - valid execution combinations OBT Sector Periods Defines the trading behaviour in a time window - continuous execution - call periods - auction uncrossing - trade reporting - order management - administration OBT Security Period extensions Additional periods triggered automatically by defined market situations - automatic executions suspension periods - price monitoring and - market order extensions AESP Temporary periods Security specific period schedule used after certain market situations - regulatory suspensions - Introduction of securities intra-day [xxx] 7

9 Main characteristics of market model Member structure Member ID The mandatory high level public identifier for a participant - used to identify a participant in public (broadcast) messages - used by a participant to identify its counterparty in TradElect - typically assigned to the legal entity - each member ID is associated with a unique trading mnemonic MERRILL Trader Group The mandatory private identifier for a participant - only used on private messages between the Exchange and the relevant member ID - all roles in TradElect are set at this level - could be assigned to a business unit, trading desk, or individual customer - provides business level granularity and control ML1 Trader ID The optional low level private identifier within a participant - only used on private messages between the Exchange and the relevant Trader Group - can be mandated (and validated) if required - could be assigned to individual traders, algorithms, customers - no functionality operates at Trader ID level JSMITH Role A defined set of activities that may be undertaken by an authorised Trader Group - the ability to enter orders and the use of specific order types - the ability to enter quotes and the use of specific quote types - the ability to enter trade reports and the use of specific trade types BROK 8

10 Capacity and performance TradElect has an on-going programme of technical enhancements: currently (today) it supports 4,200 messages per second with a latency of 6ms for Phase 1 of the Affari migration, it will support 7,000 messages per second with a latency of 5ms in October, it is planned to reduce latency further to 3ms, with an expected rise in messages per second further capacity will be added in Release 4 (December 2008 ready for Affari Phase 2 migration) and Release 5 this is in addition to functional enhancements at those releases. 9

11 Performance optimisation Depending on your trading patterns, there are ways to optimise the performance you experience. Once network latency and the latency of your systems up to the measurement point is taken into account, you should experience latency similar to 6ms. This may not be the case for a number of reasons: on TradElect, as capacity is reached, latency will rise, therefore, it may be that you are trading at busy periods alternatively, it may be the rate at which you are sending orders. 10

12 Performance optimisation TradElect supports multiple connections: minimum connection to TradElect is a single USAP with a single connection each connection can run at up to approx 600 messages per second if this is not sufficient or you are seeing latency, consider using multiple connections up to 4 are permitted per USAP, giving an aggregate of approx 2,400 messages per second note: connections share Session Keys. 11

13 Performance optimisation TradElect supports multiple USAPs per Trader Group. Each USAP has to pass through a common layer of the TradElect architecture to implement duplicate processing correctly. Throughput is approx 3,000 messages per second. Since 4 connections can run up to about 2,400 messages per second, the USAP is not the limit. However, if the capacity of 4 connections does not meet your requirements, then you can request additional USAPs. Note: multiple USAPs require independently managed Session Keys. 12

14 Performance optimisation TradElect system throttling When a connection runs above a certain rate, it will be throttled. This is to protect the system when it is being overloaded by incoming messages. The throttle is based on the number of in-flight messages as the system reaches 4,200 messages per second, latency will rise, ultimately triggering the throttle. Throttling works by stopping reading from connections and relying on TCP/IP to apply back-pressure to your systems. You may see sends block and you should ensure that your application will continue to receive messages. 13

15 Performance optimisation Nagelling Critical: Make sure Nagelling is switched off since this will severely increase latency. Congestion on the lines supporting TCP/IP will delay the delivery of your trading responses. 14

16 Migrazione del mercato MTA alla piattaforma di negoziazione TradElect Stato di avanzamento Simona Cervi Head of Clients Services BIt Systems 15

17 Introduzione Come anticipato nella presentazione del 7 febbraio 2008, nel corso di questi mesi sono state effettuate le seguenti attività: Predisposizione dell ambiente di avviamento CDS per Tradelect, Infolect e MDF- DDM Plus Spedizione delle KEKs per accesso all ambiente CDS a tutti i clienti (operatori e ISVs) Configurazione degli USAPs di trading a delle utenze di informativa Predisposizione dell ambiente di Conformance Test per Tradelect ed Infolect Schedulazione ed esecuzione dei conformance test per Tradelect, Infolect e MDF- DDM Plus 16

18 Conformance test TradElect Eseguiti con successo il 50% dei conformance test previsti Il rimanente 50% verrà eseguito entro la metà di agosto MDF-DDM Plus Eseguiti con successo il 30% dei conformance test previsti Ulteriore 40% verrà eseguito entro il 31 luglio Il rimanente 30% verrà ultimato entro il 31 agosto Infolect Per la partenza di MTA su Tradelect non sono previsti conformance test di clienti italiani su Infolect 17

19 Configurazione di produzione propedeutica al collaudo di settembre Il Member id (6 caratteri) assegnato ad ogni cliente è composto da: IT + codice Ced Ad ogni cliente è stato attribuito di default un Trader Group (11 caratteri alfanumerici) che è così composto: MA + codice Ced (= 5 campi liberi che possono essere modificati su richiesta del cliente) Per Operatori Specialist è stato assegnato un Trader Group aggiuntivo che consentirà di identificare l attività svolta per ottemperare a tali obblighi. Per ciascun cliente è stato generato lo stesso numero di user attualmente utilizzato per negoziare in produzione su MTA; il rapporto GAM AMI user/usap generato è pertanto pari a 1. Sono già state generate le KEKs per la produzione (3 per USAP) che verranno distribuite alla fine della presentazione. 18

20 Prossimi passi 11 agosto: integrazione di X-TRM alla piattaforma Tradelect su CDS Inizio settembre: test di connettività in ambiente di produzione. Al fine di poter verificare la corretta login al sistema di negoziazione Tradelect, Vi invitiamo a farci pervenire il risultato ottenuto dal calcolo delle KEKs entro il mese di agosto. Settembre: sessioni di collaudo obbligatorie in ambiente di produzione così organizzate: Test di connettivià (una sessione) Test funzionali (due sessioni) Migrazione (ultima sessione) 19

21 Contatti Per qualsiasi informazione potete contattare BIt Systems: Clients Services: 02/ Technical Support Desk: 20

22 Migrazione Affari: fase 1 aggiornamento sul Post trading Simone D'Ippolito Regulation and Post Trading Borsa Italiana S.p.A 21

23 I Trader Group e i riflessi sul post-trading Sul punto si ricorda come il Regolamento del mercato, in fase di approvazione da parte della CONSOB, prevede che: gli operatori possono configurare il proprio accesso al mercato utilizzando codici di accesso diversi (Trader Groups). A tal fine, gli stessi operatori devono preventivamente prendere contatti con Borsa Italiana (tramite BIt Club - Membership); qualora nello svolgimento delle attività di controllo individui situazioni o comportamenti che possono comportare rischi per l integrità del mercato, Borsa Italiana può richiedere all operatore di segregare specifiche attività di negoziazione tramite i Trader Groups; gli operatori devono comunicare a Borsa Italiana l elenco degli addetti che possono chiedere la cancellazione delle proposte, in caso di disfunzioni tecniche dei propri sistemi, per ciascun Trader Group utilizzato. Nei servizi di post-trading l implementazione della suddetta configurazione sarà gestita in due fasi, come descritto nelle slide successive. 22

24 I Trader Group e i riflessi sul post-trading FASE 1 (partenza migrazione): L utilizzo dei Trader Groups non ha riflessi sul posttrading, consentendo la segregazione dell operatività dell intermediario soltanto a livello di trading MEMBER ID Trading TG 1 TG 2 TG n X-TRM e CC&G COD SIA (CED) (ABI e BIC opzionali) GCM Express II COD SIA (CED) (ABI e BIC opzionali) Conto liquidazione 23

25 I Trader Group e i riflessi sul post-trading FASE 2: L utilizzo dei Trader Groups consente la segregazione dell operatività dell intermediario sia a livello di trading sia a livello del post-trading MEMBER ID Trading TG 1 TG 2 TG n X-TRM e CC&G COD SIA (CED) (ABI e BIC opzionali) COD SIA (CED) (ABI e BIC opzionali) GCM Express II COD SIA (CED) (ABI e BIC opzionali) COD SIA (CED) (ABI e BIC opzionali) Conti liquidazione/ Liquidatore 24

26 I Trader Group e i riflessi sul post-trading Al fine di fornire un quadro completo dell informativa relativa ad un partecipante aderente al mercato, si riporta la seguente tabella che illustra i dettagli disponibili su TradElect: 25

27 Infolect/MDF-DDM Plus: integration update and Accredited Proximity Hosting Ollie Cadman Product Manager, Real Time Data London Stock Exchange 26

28 Agenda Data feed integration update background feedback summary bandwidth management reliability flexibility of data subscriptions commercials timescales support Accredited Proximity Hosting 27

29 Background Following the merger, our vision is to create a bridge between London and Milan through a single technology platform that enables customers to access a deeper pool of liquidity and take advantage of new trading and investment opportunities. The migration of MTA and Expandi to our world-leading trading system, TradElect in September this year will be the first major step in this integration process. During the first half of 2009 an enriched version of Infolect will become the single information delivery mechanism for both Borsa Italiana and London Stock Exchange market data, taking us a step closer to achieving our vision. It is our intention to bring together the most valued functionality of each feed to this single information system and we have consulted with customers over the last three months to understand which existing MDF-DDM Plus features should be retained. 28

30 Infolect Service Channels Infolect is the Exchange s low latency market data system, publishing real time full depth order and trade information in only 2ms. Launched in September 2005 Infolect is built on next generation technology, providing a flexible, scalable platform which is one of the fastest market data systems in the world. Infolect publishes market data as a series of Service Channels, which are logically grouped. A Service Channel will publish a series of fixed width messages on a specific multicast IP address. 29

31 Feedback summary In summary, customer feedback indicated that the following areas of the existing DDM Plus service were important and needed to be supported on the combined Infolect feed: management of bandwidth reliability flexibility of data subscriptions. The Group has ensured the new enhanced Infolect will meet all of these requirements. Each enhancement is discussed in more detail on the following slides. 30

32 Bandwidth management Infolect will be enhanced with a new snapshot service, compressed using FAST to ensure customers extract the most from existing bandwidths. For each existing Italian market new Service Channels will be introduced providing a choice of 5, 10 and 20 depth shots of each instrument, either aggregated or non-aggregated. The new channels will be calculated twice a second, published in multicast and compressed in FAST. Infolect currently publishes market data in Multicast rather than TCP. As a protocol, TCP does not deliver any saving on bandwidth in comparison to Multicast. Although TCP is able to manage the level of data transmitted on a connection, in order to deliver market data in a timely manner, the bandwidth requirements for a TCP feed would mirror those of a multicast feed. 31

33 Reliability Infolect ensures reliable message transmission through the use of the rerequest service, which allows customers to request the re-transmission of any message across a dedicated TCP connection. Customer feedback indicated reliability was a key benefit of TCP as it guarantees delivery. With the correct bandwidth and network configuration multicast will offer an equivalent level of service. The interactive service allows customers to re-request missed messages, identified through a gap in unique sequence numbers, via a dedicated TCP connection across all channels and services. 32

34 Flexibility of data subscriptions The configuration for the new snapshot services will be set at an appropriately granular structure to allow customers to select which feeds they receive and therefore which instruments they receive price updates on. Each group will contain a subset of instruments for each particular market, allowing customers to further define the price updates they receive. These groups will be generic and will not be possible to configure for a particular user. This is a future Infolect enhancement that is currently being considered and feedback is welcome. We are keen to work with customers to ensure the correct and most efficient structure is implemented for the snapshot channels. 33

35 Key commercial points Phase 1 September 2008 There will be no change to the products offered via the MDF/DDM Plus platform. MTA and Expandi data will continue to be available. Customers can elect to receive MTA and Expandi market data via new services on Infolect. If you choose this option you will be bound to similar terms and conditions to the existing Infolect agreement and have to account for and report data usage. Phase 2 H All customers will be required to sign a new contract as well as account for and report data usage via the new integrated feed. 34

36 Migration time line Sept 08 Q Q Q Publish Service & Technical Description Testing DDM DDM Plus/MDF Infolect Enriched Infolect Migrated markets available via Infolect. All Italian markets available via MDF/DDM Plus One integrated feed based on Infolect, will include IDEM 35

37 Support The Group will support customers through each step of the migration: regular updates will be provided at the Technical User Groups your technical and primary account managers will be available to offer support and answer any questions/queries a full Service and Technical Description will be published to detail the new services all existing services on Infolect are described in detail in the Technical Specifications published by the Group. 36

38 Accredited Proximity Hosting For those customers who wish to host their systems in London, the Exchange plans to accredit proximity hosting provider sites. This will be particularly relevant for those customers based overseas wishing to reduce latency, or looking for flexibility/scalability of a hosted facility. For the lowest latency offering, Accredited Proximity Hosting customers are advised to subscribe to Infolect for their market data. 37

39 Potential Accredited Proximity Hosting providers The Exchange will accredit those hosting providers in London that comply with our selection criteria, based on site location, space, power, cooling, connectivity, BCP, support etc. Full details are available in our accreditation document. We are in discussions with these and other potential accredited hosting providers in London and we will provide details of these companies to you as soon as they have been approved. 38

40 Accredited Proximity Hosting The commercial model is currently in discussion with potential providers and customers Details of accredited providers will be published on the Group s websites and in relevant supporting literature. Those customers with latency sensitive trading strategies interested in Accredited Proximity Hosting should contact their primary or technical account manager to discuss the services available in more detail. 39

41 FIX interface for TradElect Stuart English Technical Account Manager, Client Technology Group London Stock Exchange 40

42 Contents Background why FIX? Optional FIX trading interface for TradElect Benefits of using FIX FIX version 5.0 Core design decisions Next steps and timescales 41

43 Objectives of this presentation today The aim of this presentation today is to introduce you to the main aspects concerning the introduction of an optional FIX interface for trading on TradElect, and in particular: why we are introducing this protocol for trading connectivity to TradElect to share with you some of the key core design decisions that have been made and explain functional differences between the current fixed width protocol provide you with detail on next steps and future timescales. 42

44 Why FIX? The Financial Information exchange Protocol is a messaging standard developed specifically for the real-time electronic exchange of securities transactions. A FIX Global Survey conducted by TowerGroup at the end of last year announced that 75% of buy-side and 80% of sell-side firms interviewed use FIX for electronic trading, and that both groups plan to focus substantial efforts on expanding their FIX usage in Source: FIX Protocol Limited website Features: de-facto messaging standard for pre-trade and trade communication globally within the equity markets supports Straight-Through-Processing (STP) from Indication-of-Interest (IOI) to Allocations and Confirmations supports other asset classes eg fixed income and derivative markets. 43

45 Optional FIX trading interface The availability of an optional FIX trading interface would translate messages into our common message format at the input gateway of our system. TradElect TradElect Existing Existing Exchange Exchange Fixed Fixed Width Width Interface Interface FIX FIX Interface Interface Exchange network Fixed Width Interface Fixed Width Interface Vendor Vendor Order Order Routing Routing Systems Systems FIX Interface FIX Interface Fixed Width Interface Fixed Width Interface Host Host to to Host Host Customers Customers Vendor Network Vendor Vendor Access Access Customers Customers FIX Interface FIX Interface FIX-Compliant FIX-Compliant Host Host to to Host Host Customers Customers 44

46 What are the benefits of using the FIX interface? The main benefits for using the FIX interface for trading on TradElect: performance improvement our goal is for the FIX interface to match the performance of the current fixed width interface and give us the flexibility to make further performance gains by introducing efficiencies within our trade processing cycle access to our markets will be easier for clients as the FIX messaging protocol has been adopted as the industry standard reduce clients costs for both initial access and ongoing support by removing the need to code to an underlying message structure (facilitates STP) clear published interfaces making use of open standards rich product support (more order types, more asset classes to trade). 45

47 FIX version 5.0 We will adopt FIX version 5.0 as this is best placed to support existing trading functionality and multi-asset access. Key points: FIX 5.0 has been developed with additional functionality that allows FIX to be used more effectively between participants and Exchanges, eg: improved quotation models improved trade capture models and MiFID trade reporting support multiple fills on an execution mass cancels. Richer product support eg increased support for pegged orders. Message structure aligned with ISO for handoff to downstream processing eg parties block for settlement details. 46

48 Core design decisions The main core design decisions for the FIX interface on TradElect: Functional compatibility our goal is for system functionality to remain backward compatible where possible, ie order handling will behave as per today eg a modification that takes an order quantity below zero will equate to a cancel. Recovery model under normal circumstances message recovery and resends will be managed by the FIX session. In the event of a cross site failure FIX sessions will be closed and all open orders removed. Security identification the 4 way key will be populated into a single security identifier field (tag 48) on transactional message flows. USAP COMPID relationship one USAP can have many COMPIDs. Each TCP session will be identified by a COMPID. Participant hierarchy will remain the same. 47

49 Core design decisions cont. Hubbing interface will not act as a hub or an order router. Private order code will be replaced with CliOrdID and OrigClOrdID and assigned by the client. Participant identification Member ID, Trader Group and Trader ID will be carried in the parties repeating group. Security the use of MAC keys will no longer be required. An alternative based on TLS and IP SEC will be available. Participants decide on level of security required. Order types all supported including both cash and CFD. Order handling functionality remains the same, eg acknowledgements will include execution information (unless there is no immediate execution). 48

50 Key dates all dates are indicative and subject to confirmation Q Service and Technical documentation Q Go live July 08 Technical User Group Q CDS available 49

51 50 Q&A

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014

Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014 Workshop sulla revisione della Direttiva MIFID 11 giugno 2014 Plateroti Fabrizio Head of Regulation and Post Trading Page 1 Elenco dei temi La nuova architettura dei mercati MR, MTF e OTF Algo e high frequency

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 2 Agenda 17.00 17.15 Introduzione Matteo Carcano Orc Software 17.15 17.30 Le opportunità di

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

I mercati organizzati e il post-trading nella MiFID

I mercati organizzati e il post-trading nella MiFID I mercati organizzati e il post-trading nella MiFID Regulation & Post Trading Fabrizio Plateroti Elena Vantellini Simone D Ippolito La MiFID Contenuti Le trading venues nella MiFID I mercati regolamentati

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds 4 to 7 funds 8 to 15 funds 16 to 25 funds 26 to 40 funds 41 to 70 funds 53 Chi siamo Epsilon SGR è una società di gestione del risparmio del gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nella gestione di portafoglio

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

Le piattaforme di investimento alternativo nel quadro regolatorio italiano ed europeo: il caso di Epic

Le piattaforme di investimento alternativo nel quadro regolatorio italiano ed europeo: il caso di Epic XVI Convention IBAN Dall Entrepreneurship al Capitale di Rischio dei Business Angels Le piattaforme di investimento alternativo nel quadro regolatorio italiano ed europeo: il caso di Epic Guido Ferrarini

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie Quello che devi sapere sulle opzioni binarie L ebook dà particolare risalto ai contenuti più interessanti del sito www.binaryoptionitalia.com ed in particolar modo a quelli presenti nell area membri: cosa

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

La nuova piattaforma di trading per il mercato IDEM

La nuova piattaforma di trading per il mercato IDEM La nuova piattaforma di trading per il mercato IDEM Milano, 3 giugno 2010 IDEM Capital Markets Agenda 1. Overview dei mercati di LSEG e introduzione alla nuova piattaforma di trading per il mercato IDEM

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007

Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007 Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007 EFET European Federation of Energy Traders Amstelveenseweg 998 / 1081 JS Amsterdam Tel: +31 20 5207970/Fax: +31 20 6464055 E-mail: secretariat@efet.org

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

Queste istruzioni si trovano in italiano a pagina 4 di queste note informative.

Queste istruzioni si trovano in italiano a pagina 4 di queste note informative. Authorising a person or organisation to enquire or act on your behalf Autorizzazione conferita ad una persona fisica o ad una persona giuridica perché richieda informazioni o agisca per Suo conto Queste

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Kedrios propone un modello di outsourcing completo Il Gruppo SIA-SSB, attraverso Kedrios dispone di una consolidata tradizione di offerta di servizi di Outsourcing Amministrativo

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual.

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual. MANUALE CASALINI M10 A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even people who come from the same brand

Dettagli

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 CLASSE I - IP20 IT Avvertenze La sicurezza elettrica di questo apparecchio è garantita con l uso appropriato di queste istruzioni. Pertanto

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Privacy Policy Grand Hotel Et De Milan INFORMATIVA DI QUESTO SITO

Privacy Policy Grand Hotel Et De Milan INFORMATIVA DI QUESTO SITO Privacy Policy Grand Hotel Et De Milan INFORMATIVA DI QUESTO SITO In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO Poste ALL. 15 Informazioni relative a FDA (Food and Drug Administration) FDA: e un ente che regolamenta, esamina, e autorizza l importazione negli Stati Uniti d America d articoli che possono avere effetti

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica

UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica UNIVERSITA DI URBINO Mercati regolamentati, sistemi multilaterali di negoziazione, internalizzatori sistematici, Best Execution dinamica 17 Ottobre 2011 Indice Pag Sedi di esecuzione MiFID 2 Impatto della

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation

Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation 20 Dicembre 2002 1 L ABI ha esaminato con uno specifico

Dettagli