Proposta di Regolamento regionale in materia di Tirocini Documento di sintesi

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Proposta di Regolamento regionale in materia di Tirocini Documento di sintesi"

Transcript

1 Proposta di Regolamento regionale in materia di Tirocini Documento di sintesi 1. Impostazione La proposta di Regolamento regionale sui tirocini in attuazione dell articolo 18 della Legge regionale n.22/2006 e ss.mm.ii. e dell art. 21, comma 4 della Legge regionale n.19/2007 e ss.mm.ii., opera nel rispetto dei livelli essenziali di tutela dei tirocini come definiti dall art. 11 del Decreto legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito nella Legge 14 settembre 2011, n La proposta di Regolamento ricostruisce un quadro organico della disciplina dei tirocini con riguardo sia ai tirocini curriculari sia ai tirocini extracurriculari, ivi compresi i tirocini extracurriculari per cittadini extracomunitari. Il presente documento focalizza le questioni nodali della disciplina regionale dei tirocini sia per i tirocini curriculari, ma soprattutto, per i tirocini extracurriculari. 2. Destinatari 2.1 Tirocini curriculari La proposta di Regolamento individua destinatari dei tirocini curriculari i seguenti soggetti, cittadini dell Unione Europea e i loro familiari (D.Lgs. 30/2007), o provenienti da paesi non appartenenti ad essa presenti, in condizione di regolarità, sul territorio regionale (D.Lgs. 286/1998): a. adolescenti che abbiano compiuto i 15 anni di età, iscritti a percorsi per l assolvimento del dirittodovere all istruzione e formazione presso un istituzione scolastica o un istituzione formativa regionale accreditata ai sensi della l.r. 19/07; b. studenti iscritti a percorsi di Diploma Professionale regionale, di Istruzione tecnica Superiore ovvero di Istruzione e formazione tecnica superiore; c. studenti iscritti a percorsi universitari, compresi master universitari e corsi di dottorato di ricerca; d. studenti iscritti a master realizzati da istituti di alta formazione o scuole di management pubbliche o private, accreditati ASFOR o EQUIS, EPAS o AACSB o riconosciuti da Association of MBAS (AMBA), ovvero accreditati da altri enti riconosciuti in ambito nazionale o internazionale. I tirocini curriculari hanno lo scopo di rendere effettiva l'alternanza studio e lavoro al fine di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza del mondo del lavoro. 1

2 2.2 Tirocini Extra curriculari La proposta di Regolamento qualifica l istituto del Tirocinio extracurriculare come un esperienza di apprendimento in azienda con finalità non solo formative e di orientamento ex art. 11, Legge n. 138/2011, ma anche d inserimento e/o reinserimento lavorativo. Conseguentemente, oltre ai neoqualificati o neodiplomati del sistema di istruzione e formazione professionale, neodiplomati del sistema di istruzione e neolaureati, sono individuati ulteriori tipologie di destinatari collegate direttamente alle finalità dell inserimento o reinserimento lavorativo: a) inoccupati, ivi compresi i neo qualificati, neodiplomati e neolaureati; b) disoccupati, compresi i lavoratori in mobilità, a seguito di percorsi di riqualificazione e/o orientamento; c) immigrati in soggiorno regolare; d) richiedenti asilo politico; e) disabili, invalidi psichici, fisici, psichici e sensoriali; f) soggetti in trattamento psichiatrico, tossicodipendenti, alcolisti e condannati ammessi a misure alternative di detenzione; g) ulteriori categorie di soggetti svantaggiati destinatari di specifiche iniziative di inserimento o reinserimento al lavoro promosse dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, dalle Regioni e dalle Province. 3. Durata del Tirocinio Fermo restando la durata di 6 mesi, proroghe comprese, ripreso letteralmente dall art. 11 della Legge n. 138/2011, per i neodiplomati e neolaureati dei tirocini formativi e di orientamento, la proposta di Regolamento, introduce nuovi termini per la durata dei tirocini finalizzati all inserimento o reinserimento lavorativo: - fino a 6 mesi, proroghe comprese, nel caso d inoccupati, disoccupati e immigrati regolari (vedi circ- 24/2011 Min Lavoro e Pol Sociali); - fino a 12 mesi, proroghe comprese per persone svantaggiate (art 4 L.381/91) ai sensi dell art 7 D.M. 25 marzo 1998 n. 142; - fino a 24 mesi, proroghe comprese, nel caso di soggetti portatori di handicap. I tirocini curricolari hanno una durata conforme a quanto previsto dai relativi ordinamenti. 4. Ripetibilità del Tirocinio La proposta di Regolamento introduce nei confronti dell azienda il vincolo dell irripetibilità del tirocinio con lo stesso tirocinante. 2

3 5. Modalità di attivazione Lo svolgimento del tirocinio è regolato da una convenzione tra il soggetto promotore, il tirocinante e il soggetto ospitante. Alla convenzione, che stabilisce gli obiettivi e le modalità di svolgimento del tirocinio, è allegato il progetto formativo. 6. Soggetto promotore Con riferimento ai tirocini extracurriculari la proposta di Regolamento individua i soggetti seguenti soggetti promotori: - istituzioni accreditate ai servizi di istruzione e formazione professionale ed ai servizi al lavoro ai sensi delle leggi regionali n. 22/2006 e n. 19/2007; - istituzioni autorizzate regionali, ai sensi della legge regionale n. 22/2006; - istituzioni autorizzate nazionali, ai sensi degli artt. 4, 5 e 6 del dlgs 276/2003; - comunità terapeutiche, cooperative sociali purché iscritti negli specifici albi regionali; - servizio di inserimento lavorativo per disabili gestiti da enti pubblici delegati dalla regione. I tirocini curricolari sono promossi dai soggetti che in base agli ordinamenti di riferimento realizzano i percorsi di istruzione, di istruzione e formazione professionale, nonché percorsi universitari e di alta formazione. 7. Limiti numerici La proposta di Regolamento pone per i seguenti limiti con riferimento al numero di tirocini attivabili dal soggetto ospitante in uno stesso periodo (come da Decreto 142/1998): a. fino a 5 dipendenti con contratto a tempo indeterminato: non più di 1 tirocinante nello stesso periodo; b. con un numero compreso tra 6 e 19 dipendenti con contratto a tempo indeterminato: non più di 2 tirocinanti nello stesso periodo; c. con più di 20 dipendenti con contratto a tempo indeterminato: non superiore al 10% nello stesso periodo. Ai fini del computo numerico i soci lavoratori sono considerati dipendenti a tempo indeterminato. 8. Rimborso spese La proposta di Regolamento introduce la possibilità quindi facoltativa - per il soggetto ospitante (azienda) di concordare con il tirocinante un rimborso spese. Va previsto un rimborso spese a carico delle aziende, congruo e proporzionale alle spese sostenute dal tirocinante. 3

4 9. Obblighi, Divieti e Controlli La proposta di Regolamento stabilisce i seguenti obblighi e divieti in capo al soggetto ospitante per l avvio di un tirocinio: a) la piena applicazione per i propri dipendenti del CCNL sottoscritto dalle organizzazioni comparativamente più rappresentative; b) rispetto della normativa in materia di previdenza, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; c) non aver subito sanzioni su tali materie, compresa l intermediazione irregolare e/o fraudolenta, aver rispettato la normativa sul corretto utilizzo dei tirocini; d) divieto di utilizzo dei tirocinanti in sostituzione di personale assente con diritto alla conservazione del posto di lavoro; e) divieto di utilizzo dei tirocinanti durante periodi di cassa integrazione; f) individuazione di un tutor aziendale che è responsabile del piano formativo e dell inserimento e affiancamento sul luogo di lavoro per tutto il periodo previsto dalla convenzione. In capo al soggetto promotore: a) obbligo di assicurazione INAIL contro gli infortuni e le malattie professionali nonché assicurazione per responsabilità civile verso terzi (art.3 comma 1 D.M. 142/1998) b) individuazione di un tutor responsabile delle attività didattico-organizzative (vedi punto 12). La Regione si riserva di compiere controlli presso il promotore al fine di verificare la corretta gestione del tirocinio, con eventuali provvedimenti sanzionatori sul regime di accreditamento, nel caso di accertata irregolarità rispetto alle prescrizioni del regolamento regionale e alle statuizioni della convenzione. In tutti gli altri casi, la Regione provvede alla segnalazione all Ispettorato del lavoro per i successivi adempimenti. 10. Coerenza Formativa Anche nell ottica della creazione di un coerente portafoglio di competenze, il tirocinio formativo deve avere un contenuto professionale allineato con il percorso scolastico/universitario del giovane. In caso di tirocinio di orientamento e inserimento il tirocinante non può essere adibito ad attività meramente ripetitive, prive di contenuto formativo. In ogni caso il tirocinante deve avere a disposizione tutti gli strumenti necessari alla realizzazione del progetto formativo, compresa una postazione di lavoro. 11. Incentivi all assunzione Nell ottica del comune obiettivo di incentivare la stabilizzazione, le aziende riceveranno dalla Regione un bonus modulato in caso di: 4

5 assunzione dello stagista con un contratto a tempo determinato di durata non inferiore ai 6 mesi; assunzione dello stagista con un contratto di apprendistato; assunzione dello stagista a tempo indeterminato. In entrambi i casi previo superamento del periodo di prova. 12. Rafforzamento ruolo del tutor del soggetto promotore Il tutor del soggetto promotore è il responsabile didattico-organizzativo delle attività. Al fine di monitorare e verificare la qualità, la correttezza e la coerenza del progetto formativo e di facilitare le relazioni tra i soggetti, si prevedono obbligatoriamente: almeno 3 incontri con il tirocinante e almeno 3 incontri con il tutor aziendale (durante l orario dello stage e presso l azienda) preferibilmente in fase di avvio, intermedia e finale; si prevede inoltre una relazione finale che rilevi le competenze acquisite durante il percorso, da rilasciare ai due soggetti. 13. Monitoraggio Creazione di un data base condiviso con le parti sociali sull utilizzo dello stage in Lombardia al fine di monitorarne l uso e gli inserimenti realizzati ed evidenziare potenziali situazioni di abuso (eventuale coinvolgimento dell INAIL e/o altri istituti o sportelli regionali). 14. Sanzioni I tirocini che non rispettano la normativa vigente sono da considerarsi a tutti gli effetti rapporti di lavoro subordinato. 5

COMUNE DI BOLOGNA - SPORTELLO COMUNALE PER IL LAVORO TIROCINI FORMATIVI IN EMILIA ROMAGNA SINTESI DELLA LEGGE

COMUNE DI BOLOGNA - SPORTELLO COMUNALE PER IL LAVORO TIROCINI FORMATIVI IN EMILIA ROMAGNA SINTESI DELLA LEGGE Legge regionale n. 7 del 19 luglio 2013 con modifiche della Legge regionale n. 14/2015 Premesse 1) le Regioni hanno competenza esclusiva in materia 2) Legge Fornero > Linee Guida > Accordo Stato-Regioni

Dettagli

Principi comuni in materia di tirocini, definizioni e tipologie

Principi comuni in materia di tirocini, definizioni e tipologie Emilia Romagna di Edoardo Morselli Introduzione L Emilia Romagna con la legge regionale n. 7 del 19 luglio 2013 Disposizioni in materia di tirocini. Modifiche alla legge regionale 1 agosto 2005, n. 17

Dettagli

Principi comuni in materia di tirocini, definizioni e tipologie

Principi comuni in materia di tirocini, definizioni e tipologie Calabria di Francesca Fazio Introduzione Con deliberazione di Giunta regionale n. 268 del 29 luglio 2013, pubblicata nel BUR n. 18 del 16 settembre 2013, la Regione Calabria ha approvato la propria Proposta

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DEI TIROCINI IN LOMBARDIA

LE NUOVE REGOLE DEI TIROCINI IN LOMBARDIA Nota informativa novembre 2013 Direzione Sindacale Welfare Sicurezza sul lavoro LE NUOVE REGOLE DEI TIROCINI IN LOMBARDIA La Regione Lombardia ha deliberato i Nuovi indirizzi regionali in materia di tirocini

Dettagli

Riforma di Stage e Tirocini: requisiti 2013

Riforma di Stage e Tirocini: requisiti 2013 Riforma di Stage e Tirocini: requisiti 2013 4 Ottobre 2013 Il tirocinio formativo è una misura di politica attiva del lavoro che consiste in un periodo di formazione con inserimento in un contesto produttivo

Dettagli

REGIONE TOSCANA. LEGGE REGIONALE 27 gennaio 2012, n. 3

REGIONE TOSCANA. LEGGE REGIONALE 27 gennaio 2012, n. 3 REGIONE TOSCANA LEGGE REGIONALE 27 gennaio 2012, n. 3 Modifiche alla legge regionale 26 luglio 2002 n. 32 (Testo unico della normativa della Regione Toscana in materia di educazione, istruzione, orientamento,

Dettagli

IL CENTRO PER L IMPIEGO DI ANCONA INCONTRA L UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE

IL CENTRO PER L IMPIEGO DI ANCONA INCONTRA L UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE IL CENTRO PER L IMPIEGO DI ANCONA INCONTRA L UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE TIROCINI FORMATIVI L.R. N. 2/2005, ART. 18 DGR N. 1134 del 29/07/2013 PRINCIPI E CRITERI APPLICATIVI Articolo 1: Il Tirocinio

Dettagli

Programma FIxO Scuola & Università NORMATIVA TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO REGIONE SICILIA

Programma FIxO Scuola & Università NORMATIVA TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO REGIONE SICILIA Programma FIxO Scuola & Università NORMATIVA TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO SCHEDA SINTETICA Direttiva Prot. n. 43881/US1/2013 OGGETTO: Tirocini Formativi Direttiva applicativa linee guida del 24/01/2013

Dettagli

INDIRIZZI REGIONALI IN MATERIA DI TIROCINI

INDIRIZZI REGIONALI IN MATERIA DI TIROCINI INDIRIZZI REGIONALI IN MATERIA DI TIROCINI Allegato Delibera n 3153 del 20/03/2012 Oggetto e ambito di applicazione I presenti indirizzi regionali in materia di tirocini sono emanati in osservanza dei

Dettagli

Strumenti per il sostegno all inserimento lavorativo delle donne in uscita dalle situazioni di violenza

Strumenti per il sostegno all inserimento lavorativo delle donne in uscita dalle situazioni di violenza Strumenti per il sostegno all inserimento lavorativo delle donne in uscita dalle situazioni di violenza Corso di formazione per operatrici e volontarie dei centri antiviolenza aderenti alla rete D.i.Re.

Dettagli

Sicilia. di Lilli Casano. Introduzione

Sicilia. di Lilli Casano. Introduzione Sicilia di Lilli Casano Introduzione Con la deliberazione di Giunta regionale n. 269 del 23 luglio 2013 e la conseguente direttiva del Dipartimento regionale del lavoro, dell impiego, dell orientamento,

Dettagli

RICOSTRUZIONE DEL QUADRO NORMATIVO SUI TIROCINI PREVIGENTE ALL ART. 11 LEGGE 148/2011

RICOSTRUZIONE DEL QUADRO NORMATIVO SUI TIROCINI PREVIGENTE ALL ART. 11 LEGGE 148/2011 RICOSTRUZIONE DEL QUADRO NORMATIVO SUI TIROCINI PREVIGENTE ALL ART. 11 LEGGE 148/2011 1. Riferimenti normativi nazionali e regionali Legge 196/97 Norme in materia di promozione dell occupazione, art. 18

Dettagli

Friuli Venezia Giulia

Friuli Venezia Giulia Friuli Venezia Giulia di Giulia Tolve Introduzione La Regione Friuli Venezia Giulia ha normato la materia dei tirocini, in ottemperanza a quanto disposto dalle Linee-guida del 24 gennaio 2013, con decreto

Dettagli

Principi comuni in materia di tirocini, definizioni e tipologie

Principi comuni in materia di tirocini, definizioni e tipologie Toscana di Alessandra Innesti Introduzione Il 31 marzo 2012, con la pubblicazione sul BURT del regolamento emanato con decreto del Presidente della Giunta regionale n.11/r del 22 marzo 2012, è entrata

Dettagli

Lazio. di Alessandra Innesti. Introduzione

Lazio. di Alessandra Innesti. Introduzione Lazio di Alessandra Innesti Introduzione In data 25 luglio è stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio la deliberazione della Giunta regionale n. 199 del 18 luglio 2013. L atto dà attuazione

Dettagli

e il reinserimento di disoccupati, anche in mobilità, nonché di lavoratori sospesi in regime di cassa integrazione.

e il reinserimento di disoccupati, anche in mobilità, nonché di lavoratori sospesi in regime di cassa integrazione. 9 LEGGE REGIONALE 5 agosto 2013, n. 23 Norme in materia di percorsi formativi diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO La seguente legge: IL

Dettagli

CONVENZIONE DI TIROCINIO DI INSERIMENTO/REINSERIMENTO LAVORATIVO TRA SOGGETTO

CONVENZIONE DI TIROCINIO DI INSERIMENTO/REINSERIMENTO LAVORATIVO TRA SOGGETTO Allegato A Convenzione stipulata in data..con protocollo CONVENZIONE DI TIROCINIO DI INSERIMENTO/REINSERIMENTO LAVORATIVO PROMOTORE. TRA SOGGETTO Indirizzo.. CAP Comune. Provincia.. Codice fiscale:. Partita

Dettagli

Tirocini formativi: approvate le linee guida

Tirocini formativi: approvate le linee guida Tirocini formativi: approvate le linee guida Cambiano le regole dei tirocini formativi. In data 24 gennaio 2013 sono state approvate, ma non ancora pubblicate in Gazzetta, le linee guida per una uniforme

Dettagli

L APPRENDISTATO E I TIROCINI (STAGE)

L APPRENDISTATO E I TIROCINI (STAGE) L APPRENDISTATO E I TIROCINI (STAGE) APPRENDISTATO Normativa di riferimento DLgs. 167/2011 (TU «Sacconi») Successive modifiche L. 92/2012 (riforma Fornero) DL 69/2013 (decreto Fare) DL 76/2013 (decreto

Dettagli

Regolamento in materia di tirocini di formazione e orientamento presso l Ente Parco nazionale del Vesuvio

Regolamento in materia di tirocini di formazione e orientamento presso l Ente Parco nazionale del Vesuvio Regolamento in materia di tirocini di formazione e orientamento presso l Ente Parco nazionale del Vesuvio Art. 1 1. Al fine di consentire momenti di alternanza tra studio e lavoro nell ambito dei processi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO DI ÉUPOLIS LOMBARDIA. (Delibera del CdA n. 6 del 19 gennaio 2015)

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO DI ÉUPOLIS LOMBARDIA. (Delibera del CdA n. 6 del 19 gennaio 2015) REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO DI ÉUPOLIS LOMBARDIA (Delibera del CdA n. 6 del 19 gennaio 2015) Éupolis Lombardia Istituto superiore per la ricerca, la statistica

Dettagli

Nuove Linee guida in materia di tirocini

Nuove Linee guida in materia di tirocini Nuove Linee guida in materia di tirocini Le nuove linee guida sono state formalizzate con un Accordo Stato-Regioni nella seduta del 25 maggio 2017, analogamente a quelle approvate il 24 gennaio 2013. Rispetto

Dettagli

Circolare N. 74 del 19 Maggio 2015

Circolare N. 74 del 19 Maggio 2015 Circolare N. 74 del 19 Maggio 2015 Tirocini extracurriculari stipulati con i parenti senza agevolazioni Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il Ministero del Lavoro e delle Politiche

Dettagli

Programma FIxO Scuola & Università NORMATIVA TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO REGIONE EMILIA ROMAGNA

Programma FIxO Scuola & Università NORMATIVA TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO REGIONE EMILIA ROMAGNA Programma FIxO Scuola & Università NORMATIVA TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO SCHEDA SINTETICA Legge Regionale 19 luglio 2013, n. 7 - Disposizioni in materia di tirocini. Modifiche alla legge regionale

Dettagli

TIROCINIO E APPRENDISTATO

TIROCINIO E APPRENDISTATO TIROCINIO E APPRENDISTATO PRESENTAZIONE A cura di: Dott.ssa Vaccaneo Daniela Responsabile Servizio Incontro Domanda/Offerta di lavoro Centro per l Impiego di Vercelli SERVIZIO TIROCINI Il tirocinio si

Dettagli

Archivio selezionato:

Archivio selezionato: Archivio selezionato: Autorità: Decreto ministeriale Data: 25/03/1998 Numero: 142 Gazzetta uff.: 12/05/1998 N. gazzetta: 108 Classificazioni: PROPRIETÀ - Modi di acquisto (della) - - occupazione Testo

Dettagli

VISTA la Legge 196/97 e successivo D.M. n. 142/98; la Circolare n. 24 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 12/09/2011;

VISTA la Legge 196/97 e successivo D.M. n. 142/98; la Circolare n. 24 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 12/09/2011; IL RETTORE D.R. 1031 VISTO il DM 270/04; VISTA la Legge 196/97 e successivo D.M. n. 142/98; VISTA VISTA VISTO la Circolare n. 24 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 12/09/2011; la delibera

Dettagli

Il contratto di apprendistato

Il contratto di apprendistato Il contratto di apprendistato Il contratto di apprendistato Le principali novità del contratto di apprendistato nel D.lgs.167/2011 LE TIPOLOGIE DI APPRENDISTATO DOPO IL T.U. DEL 27/07/2011 I tratti comuni

Dettagli

VISTA la Legge 196/97 e successivo D.M. n. 142/98; la Circolare n. 24 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 12/09/2011;

VISTA la Legge 196/97 e successivo D.M. n. 142/98; la Circolare n. 24 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 12/09/2011; IL RETTORE D.R. 1026 VISTA la Legge 196/97 e successivo D.M. n. 142/98; VISTA VISTA VISTO VISTE VISTO la Circolare n. 24 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 12/09/2011; la legge 28 giugno

Dettagli

A relazione dell'assessore Porchietto:

A relazione dell'assessore Porchietto: REGIONE PIEMONTE BU16 17/04/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 7 aprile 2014, n. 42-7397 Tirocini formativi e di orientamento, tirocini di inserimento/reinserimento. Approvazione delle "Disposizioni

Dettagli

C o n v e g n o 11 Luglio 2016

C o n v e g n o 11 Luglio 2016 C o n v e g n o 11 Luglio 2016 Diritto del lavoro Novità e aggiornamenti Tirocini e Garanzia Giovani Dott. Ottavio Gonano Studio Associato Barillari Lapolla Cavalleri I tirocini formativi e di orientamento

Dettagli

TIPOLOGIA CONTRATTUALE DESCRIZIONE PLATEA

TIPOLOGIA CONTRATTUALE DESCRIZIONE PLATEA TIPOLOGIA CONTRATTUALE DESCRIZIONE PLATEA Contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti Il contratto a tempo indeterminato è la forma comune di rapporto di lavoro. Con il D.lgs 23/2015 non è stata

Dettagli

I TIROCINI IN PIEMONTE. 10 maggio 2017

I TIROCINI IN PIEMONTE. 10 maggio 2017 I TIROCINI IN PIEMONTE 10 maggio 2017 I percorsi Scuola/Formazione-Lavoro Durante la scuola Alternanza scuola-lavoro Tirocinio Apprendistato di I livello Dopo la scuola o l università Tirocinio formativo

Dettagli

Nuovi indirizzi regionali in materia di tirocini Approvato con DGR X/

Nuovi indirizzi regionali in materia di tirocini Approvato con DGR X/ Nuovi indirizzi regionali in materia di tirocini Approvato con DGR X/ 1. Oggetto, ambito di applicazione e definizioni 2. Soggetti 2.1 Soggetti Promotori 2.2 Soggetti Ospitanti 2.3 Tutorship 3. Disciplina

Dettagli

Modello - Convenzione

Modello - Convenzione Allegato 5 Modello Convenzione Modello - Convenzione Premesso che le disposizioni della deliberazione della Giunta regionale 18 luglio 2013, n. 199 Attuazione dell Accordo adottato dalla Conferenza permanente

Dettagli

L.R. 18/2005, art. 63, cc. 2 e 3 B.U.R. 3/6/2010, n. 22. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 21 maggio 2010, n. 0103/Pres.

L.R. 18/2005, art. 63, cc. 2 e 3 B.U.R. 3/6/2010, n. 22. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 21 maggio 2010, n. 0103/Pres. L.R. 18/2005, art. 63, cc. 2 e 3 B.U.R. 3/6/2010, n. 22 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 21 maggio 2010, n. 0103/Pres. Regolamento per l attivazione di tirocini formativi e di orientamento e di tirocini

Dettagli

Disposizioni in materia di tirocini ai sensi dell art. 41 della legge regionale 13 marzo 2009 n. 3

Disposizioni in materia di tirocini ai sensi dell art. 41 della legge regionale 13 marzo 2009 n. 3 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1324 del 23 luglio 2013 pag. 1/10 Disposizioni in materia di tirocini ai sensi dell art. 41 della legge regionale 13 marzo 2009 n. 3 Art. 1 Definizioni...2

Dettagli

Circolare N.153 del 11 Ottobre 2013

Circolare N.153 del 11 Ottobre 2013 Circolare N.153 del 11 Ottobre 2013 Tirocini formativi. Arriva l incentivo statale di 200 euro Gentile cliente, desideriamo informarla che secondo quanto previsto dal DL n. 76/2013, convertito con legge

Dettagli

L attenzione alla qualità dei tirocini

L attenzione alla qualità dei tirocini L attenzione alla qualità dei tirocini L'esperienza della Regione Toscana Roma 4 dicembre 2013 Gabriele Grondoni Dirigente Settore Formazione e Orientamento Regione Toscana Giunta Reg.le la legge regionale

Dettagli

CONVENZIONE DI TIROCINIO

CONVENZIONE DI TIROCINIO Regione Liguria Modello TCT/13 Codice Regionale di Registrazione CONVENZIONE DI TIROCINIO - Articolo 35 della L.R. 30/2008 Articolo 12 della D.G.R. 1052/2013 TRA Il Soggetto Promotore UNIVERSITA DEGLI

Dettagli

Qual è la normativa che regola i rapporti di tirocinio?

Qual è la normativa che regola i rapporti di tirocinio? Qual è la normativa che regola i rapporti di tirocinio? Il tirocinio in Italia è regolamentato dal D.M. 25 marzo 1998 n 142 che chiarisce ambiti e modalità applicative della legge 196 del 24 giugno 1997

Dettagli

E innanzitutto bene specificare che il tirocinio non costituisce un rapporto di lavoro subordinato.

E innanzitutto bene specificare che il tirocinio non costituisce un rapporto di lavoro subordinato. Tirocini, un opportunità per le imprese I tirocini non curriculari costituiscono una misura di politica attiva del lavoro finalizzata a facilitare le scelte professionali dei giovani e accompagnarli nella

Dettagli

TIROCINI E BANDI PSR MIS

TIROCINI E BANDI PSR MIS TIROCINI E BANDI PSR MIS. 4.1 4.2 Con propria delibera n. 72/2016 la Giunta regionale Toscana ha stabilito di prevedere nei bandi regionali per la concessione di contributi alle imprese a valere su tutti

Dettagli

I tirocini formativi e di orientamento (Stages)

I tirocini formativi e di orientamento (Stages) I tirocini formativi e di orientamento (Stages) Il Decreto legge n.138/2011 con le misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo Sviluppo, è stato convertito in legge n. 148 del 14 settembre

Dettagli

(Rif. Convenzione n... stipulata in data / / )

(Rif. Convenzione n... stipulata in data / / ) (Rif. Convenzione n.... stipulata in data / / ) PROGETTO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO PER L ATTIVAZIONE DI TIROCINI EXTRACURRICULARI IN REGIONE LAZIO RELATIVO ALLA CONVENZIONE STIPULATA IN DATA /../.. TRA

Dettagli

Istituto Professionale Alberghiero dei Servizi Ristorativi Collegio P.A. Ballerini

Istituto Professionale Alberghiero dei Servizi Ristorativi Collegio P.A. Ballerini Istituto Professionale Alberghiero dei Servizi Ristorativi Collegio P.A. Ballerini Normativa di riferimento per lo svolgimento di stage o tirocini formativi e di orientamento ARTICOLO 18 LEGGE 24/06/1997

Dettagli

Guida alla nuova normativa tirocini Regione Lazio

Guida alla nuova normativa tirocini Regione Lazio Guida alla nuova normativa tirocini Regione Lazio Nuova Normativa Tirocini Regione Lazio Guida alle principali novità introdotte dalla DGR 533/2017. Cos è il Tirocinio? Il tirocinio è una misura formativa

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI. Rep. n. Prot. del / Anno: Titolo: Classe: Fascicolo:

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI. Rep. n. Prot. del / Anno: Titolo: Classe: Fascicolo: UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Rep. n. Prot. del / Anno: Titolo: Classe: Fascicolo: CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE E DI ORIENTAMENTO E DI INSERIMENTO E REINSERIMENTO LAVORATIVO L Università

Dettagli

IL CENTRO PER L IMPIEGO, L ORIENTAMENTO E LA FORMAZIONE DI ANCONA. incontra L UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE

IL CENTRO PER L IMPIEGO, L ORIENTAMENTO E LA FORMAZIONE DI ANCONA. incontra L UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE IL CENTRO PER L IMPIEGO, L ORIENTAMENTO E LA FORMAZIONE DI ANCONA incontra L UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE COSA SONO I TIROCINI FORMATIVI? Il tirocinio è una misura formativa di politica attiva,

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Servizio Sanitario Regionale Basilicata Azienda Sanitaria Locale di Potenza NUMERO 2014/00509 DEL 01/10/2014 Collegio Sindacale il 01/10/2014 OGGETTO D.G.R. BASILICATA

Dettagli

GUIDA AI TIROCINI IN REGIONE LOMBARDIA. 17 giugno 2014

GUIDA AI TIROCINI IN REGIONE LOMBARDIA. 17 giugno 2014 GUIDA AI TIROCINI IN REGIONE LOMBARDIA 17 giugno 2014 1 Legge 22/06 Il mercato del lavoro in Lombardia Legge 19/07 Norme sul sistema educativo DGR 825/2013 Nuovi indirizzi regionali in materia di tirocini

Dettagli

AVVISO Dote Lavoro Tirocini Giovani. BURL 28 novembre 2012

AVVISO Dote Lavoro Tirocini Giovani. BURL 28 novembre 2012 AVVISO Dote Lavoro Tirocini Giovani BURL 28 novembre 2012 Il presente Avviso intende favorire i giovani e le aziende attraverso interventi atti a : - sostenere i giovani nell attivazione e realizzazione

Dettagli

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: IL QUADRO NORMATIVO. Antonietta Di Martino USR per il Piemonte

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: IL QUADRO NORMATIVO. Antonietta Di Martino USR per il Piemonte ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: IL QUADRO NORMATIVO Antonietta Di Martino USR per il Piemonte PREMESSA CONTENUTI Stage, tirocinio, alternanza scuola lavoro: differenziazione 1) STAGE E TIROCINIO: inquadramento

Dettagli

CONVENZIONE DI TIROCINIO EXTRACURRICULARE TRA

CONVENZIONE DI TIROCINIO EXTRACURRICULARE TRA Convenzione n. del / / Marca da bollo 16.00 CONVENZIONE DI TIROCINIO EXTRACURRICULARE TRA L Università degli Studi di Perugia con sede legale in Piazza dell Università, n. 1 Comune di Perugia, Cap. 06123,

Dettagli

Collocamento Mirato di Pisa

Collocamento Mirato di Pisa Incontro SDS Pisa 25/01/16 Collocamento Mirato di Pisa Legge 68/99 Normativa di riferimento L inserimento delle persone con disabilità nel mondo del lavoro è una realtà regolamentata dalla legge 12 marzo

Dettagli

Milano, 16 aprile I contratti a contenuto formativo: il contratto di apprendistato ed i tirocini formativi e di orientamento

Milano, 16 aprile I contratti a contenuto formativo: il contratto di apprendistato ed i tirocini formativi e di orientamento Milano, 16 aprile 2015 I contratti a contenuto formativo: il contratto di apprendistato ed i tirocini formativi e di orientamento Avv. Andrea Rapacciuolo Responsabile U.O. Vigilanza Ordinaria della Direzione

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Circoscrizione del Tribunale di Catania

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Circoscrizione del Tribunale di Catania ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Circoscrizione del Tribunale di Catania Strumenti operativi per il rilancio dell occupazione giovanile nella Regione Siciliana. Il Piano Giovani

Dettagli

Ente accreditato Regione Puglia D.G.R. n del 28/10/2005 (BURP n.138 del 09/11/2005) - D.D.180 del 12/03/2014 (BURP n.

Ente accreditato Regione Puglia D.G.R. n del 28/10/2005 (BURP n.138 del 09/11/2005) - D.D.180 del 12/03/2014 (BURP n. Ente accreditato Regione Puglia D.G.R. n. 1503 del 28/10/2005 (BURP n.138 del 09/11/2005) - D.D.180 del 12/03/2014 (BURP n.40 del 20/03/2014) DISPOSIZIONI CONCERNENTI L'ATTIVAZIONE DI TIROCINI FINALIZZATI

Dettagli

ingresso e soggiorno di lavoratori stranieri per tirocinio formativo a cura di Emilia Pauletti Treviso, 13 dicembre 2013

ingresso e soggiorno di lavoratori stranieri per tirocinio formativo a cura di Emilia Pauletti Treviso, 13 dicembre 2013 ingresso e soggiorno di lavoratori stranieri per tirocinio formativo a cura di Emilia Pauletti Treviso, 13 dicembre 2013 rigida programmazione degli ingressi artt.3 e 21 T.U. Immigrazione attraverso le

Dettagli

Con la presente si richiede l avvio di uno stage della durata di il/la Sig./a si dichiara che

Con la presente si richiede l avvio di uno stage della durata di il/la Sig./a si dichiara che DIPARTIMENTO DI STUDI PER L ECONOMIA E L IMPRESA Via E. Perrone, 18 28100 Novara NO Tel. 0321 375224 - Fax 0321 375225 segreteria.stage@unipmn.it MODULO PER L AVVIO STAGE POST LAUREAM Consegnato il Con

Dettagli

SI CONVIENE QUANTO SEGUE: ARTICOLO 1

SI CONVIENE QUANTO SEGUE: ARTICOLO 1 Via Tre Venezie, 63 20821 Meda (MB) Tel. 0362.341125 - fax 0362.344230 www.afolmonzabrianza.it lavoro@afolmonzabrianza.it Reviewed by: RSQ Modulo Page: 1 of 5 Approved by: RSQ Date: 12.01.2009 Revision:

Dettagli

L apprendimento basato sul lavoro nel contesto nazionale

L apprendimento basato sul lavoro nel contesto nazionale NetWBL - Conferenza Nazionale WBL L apprendimento basato sul lavoro: prospettive e potenzialità L apprendimento basato sul lavoro nel contesto nazionale Roma, 5 giugno 2015 I dispositivi nazionali di alternanza

Dettagli

TIROCINI FORMATIVI: LA REGOLAMENTAZIONE REGIONALE

TIROCINI FORMATIVI: LA REGOLAMENTAZIONE REGIONALE TIROCINI FORMATIVI: LA REGOLAMENTAZIONE REGIONALE Linee Guida (Accordo 24.01.2013 tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano) TIROCINIO: è una misura formativa di politica attiva, finalizzata

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N. 4 del

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N. 4 del Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N. 4 del 28.09.2011 Art. 11 del decreto legge 13 agosto 2011, n. 138 Livelli di tutela essenziali per l'attivazione di tirocini Premessa L'articolo

Dettagli

COMUNE DI TAGLIACOZZO Provincia dell Aquila

COMUNE DI TAGLIACOZZO Provincia dell Aquila COMUNE DI TAGLIACOZZO Provincia dell Aquila REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI TIROCINI FORMATIVI PRESSO IL COMUNE (approvato con deliberazione CC n. 54 del 27.7.2006 (aggiornato con deliberazione CC n.

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO ATTIVATI IN REGIONE TOSCANA TRA

SCHEMA DI CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO ATTIVATI IN REGIONE TOSCANA TRA SCHEMA DI CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO ATTIVATI IN REGIONE TOSCANA TRA Il/La... (soggetto promotore) con sede in..., codice fiscale...d'ora in poi denominato «soggetto promotore»,

Dettagli

ALLEGATO D. Regolamento di attivazione dei tirocini presso il Comune di Prato

ALLEGATO D. Regolamento di attivazione dei tirocini presso il Comune di Prato ALLEGATO D Regolamento di attivazione dei tirocini presso il Comune di Prato Approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 398 del 11/10/2011 INDICE Articolo 1: Principi Generali Articolo 2: Definizioni

Dettagli

CONVENZIONE DI TIROCINIO DI INSERIMENTO/REINSERIMENTO LAVORATIVO

CONVENZIONE DI TIROCINIO DI INSERIMENTO/REINSERIMENTO LAVORATIVO Convenzione stipulata in data con protocollo CONVENZIONE DI TIROCINIO DI INSERIMENTO/REINSERIMENTO LAVORATIVO TRA SOGGETTO PROMOTORE Servizio Socio Assistenziale ASL AL distretto di Casale Monferrato Indirizzo

Dettagli

Dipartimento Scienze della Vita e dell Ambiente

Dipartimento Scienze della Vita e dell Ambiente TIROCINIO FORMATIVO (Art. 18 Legge Regionale 25/01/2005 n. 2) PROGETTO FORMATIVO Rif. Convenzione n... stipulata in data.. TIPOLOGIA DI TIROCINIO E DESTINATARIO (barrare la casella): tirocinio formativo

Dettagli

Garanzia Giovani: le agevolazioni per le imprese

Garanzia Giovani: le agevolazioni per le imprese Garanzia Giovani: le agevolazioni per le imprese Relatore Manuela Zocco - Area Sistema Formativo e Capitale Umano Assolombarda Copyright Assolombarda 2014 Garanzia Giovani per i tirocini Copyright Assolombarda

Dettagli

Stage. Trovare un impiego senza avere esperienze è difficile!

Stage. Trovare un impiego senza avere esperienze è difficile! Stage Trovare un impiego senza avere esperienze è difficile! Ad aiutare i tanti giovani che si avvicinano al mondo del lavoro, c è oggi lo stage, o tirocinio formativo. 1 Stage È un periodo di formazione

Dettagli

1. Disposizioni generali

1. Disposizioni generali Allegato A Attuazione dell Accordo adottato dalla Conferenza permanente per i rapporti fra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 24 gennaio 2013 sui tirocini, in applicazione

Dettagli

PROVINCIA BARLETTA-ANDRIA-TRANI SETTORE POLITICHE DEL LAVORO FORMAZIONE PROFESSIONALE E PUBBLICA ISTRUZIONE I.T.A.

PROVINCIA BARLETTA-ANDRIA-TRANI SETTORE POLITICHE DEL LAVORO FORMAZIONE PROFESSIONALE E PUBBLICA ISTRUZIONE I.T.A. Tel. e Fax Centro per l'impiego di Via n e-mail CONVENZIONE DI TIROCINIO, DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO (N del / / raccolta generale) (ai sensi dell art.6 del Regolamento Regionale n.3 del 10/03/2014 di

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione Regolamento del 16 dicembre 2015 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLO SVOLGIMENTO DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO PRESSO L AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE L AUTORITÀ VISTO l art. 18 della legge

Dettagli

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO TIROCINIO O STAGE

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO TIROCINIO O STAGE ALTERNANZA SCUOLA LAVORO TIROCINIO O STAGE Francesca Benedetti Ufficio scolastico di Varese Simucenter IFS Lombardia Il contesto normativo D.G.R. Lombardia n. 825/2013 I tirocini sono regolati da una convenzione

Dettagli

REGIONE TOSCANA Giunta Regionale. Regione Toscana - Collocamento Mirato di Firenze

REGIONE TOSCANA Giunta Regionale. Regione Toscana - Collocamento Mirato di Firenze REGIONE TOSCANA Giunta Regionale Incentivi e Agevolazioni per l'inserimento lavorativo dei soggetti disabili Regione Toscana - Collocamento Mirato di Firenze - Agevolazioni & Incentivi - Per accedervi

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO INDIVIDUALE IN REGIONE LOMBARDIA

PROGETTO FORMATIVO INDIVIDUALE IN REGIONE LOMBARDIA PROGETTO FORMATIVO INDIVIDUALE IN REGIONE LOMBARDIA ANAGRAFICA GENERALE TIROCINANTE Nominativo Nato a Data di nascita Codice Fiscale Residenza Via n. civico Telefono Mail Domicilio Non inserire se corrisponde

Dettagli

ALLEGATO A2. Art. 2. Natura e durata del tirocinio formativo e di orientamento

ALLEGATO A2. Art. 2. Natura e durata del tirocinio formativo e di orientamento ALLEGATO A2 Il tirocinio è una misura formativa di politica attiva, finalizzata a creare un contatto diretto tra un soggetto ospitante e il tirocinante allo scopo di favorirne l arricchimento del bagaglio

Dettagli

TRA. dell Università, n. 1 Comune di Perugia, Cap , Provincia di Perugia,

TRA. dell Università, n. 1 Comune di Perugia, Cap , Provincia di Perugia, Marca da bollo Convenzione n. del / / 16.00 CONVENZIONE DI TIROCINIO EXTRACURRICULARE TRA L Università degli Studi di Perugia con sede legale in Piazza dell Università, n. 1 Comune di Perugia, Cap. 06123,

Dettagli

CONVENZIONE DI TIROCINIO FORMATIVO REGIONALE (Art. 18 Legge Regionale 25/01/2005 n. 2 ) TRA

CONVENZIONE DI TIROCINIO FORMATIVO REGIONALE (Art. 18 Legge Regionale 25/01/2005 n. 2 ) TRA CONVENZIONE DI TIROCINIO FORMATIVO REGIONALE (Art. 18 Legge Regionale 25/01/2005 n. 2 ) TRA L Università Politecnica delle Marche, Dipartimento di Scienze della Vita e dell Ambiente di seguito denominato

Dettagli

Il Piano Esecutivo della Regione Abruzzo STATO DI ATTUAZIONE

Il Piano Esecutivo della Regione Abruzzo STATO DI ATTUAZIONE www.abruzzolavoro.eu Il Piano Esecutivo della Regione Abruzzo STATO DI ATTUAZIONE un opportunità per i giovani abruzzesi Comitato di Sorveglianza PO FSE 2014-2020 Pescara 26 maggio 2016 Il Programma Garanzia

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ATTIVAZIONE DI PROGETTI DI TIROCINIO 2017

AVVISO PUBBLICO PER L ATTIVAZIONE DI PROGETTI DI TIROCINIO 2017 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AGENZIA SARDA PER LE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO AVVISO PUBBLICO PER L ATTIVAZIONE DI PROGETTI DI TIROCINIO 2017 I presenti materiali sono rilasciati con licenza Creative

Dettagli

Tirocini Formativi e di Orientamento

Tirocini Formativi e di Orientamento Tirocini Formativi e di Orientamento 04 dicembre 2013 Roberto Garritano I tirocini formativi e di orientamento rappresentano un momento di alternanza tra studio e lavoro realizzati all interno di processi

Dettagli

MOBILITA E LAVORO IN EUROPA

MOBILITA E LAVORO IN EUROPA MOBILITA E LAVORO IN EUROPA J D E U R O P E A N B Y S 2 0 1 3 Jessica Spezzano DG Istruzione, Formazione e Lavoro Milano, 14 ottobre 2013 Il lavoro in Lombardia: qualche dato Politiche regionali per il

Dettagli

6 Bollettino Ufficiale

6 Bollettino Ufficiale 6 Bollettino Ufficiale ALLEGATO A INDICE 1. OGGETTO, AMBITO DI APPLICAZIONE E DEFINIZIONI 2. SOGGETTI 2.1 Soggetti Promotori 2.2 Soggetti Ospitanti 2.3 Tutorship 3. DISCIPLINA COMUNE 3.1 Modalità di attivazione

Dettagli

3. I datori di lavoro possono ospitare tirocinanti in relazione all'attività dell'azienda, nei limiti di seguito indicati:

3. I datori di lavoro possono ospitare tirocinanti in relazione all'attività dell'azienda, nei limiti di seguito indicati: D.M. 25-3-1998 n. 142 Regolamento recante norme di attuazione dei princìpi e dei criteri di cui all'articolo 18 della L. 24 giugno 1997, n. 196, sui tirocini formativi e di orientamento. Pubblicato nella

Dettagli

Disposizioni in materia di tirocini e distacchi per cittadini non appartenenti all Unione Europea

Disposizioni in materia di tirocini e distacchi per cittadini non appartenenti all Unione Europea giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. 1150 del 5.07.2013 pag. 1/8 Disposizioni in materia di tirocini e distacchi per cittadini non appartenenti all Unione Europea INDICE Sezione I : Disciplina

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 299 del O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 299 del O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 299 del 27-4-2016 O G G E T T O Convenzione con l'università Cattolica del Sacro Cuore - Direzione di sede di Roma

Dettagli

CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO DI FORMAZIONE E ORIENTAMENTO

CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO DI FORMAZIONE E ORIENTAMENTO CONVENZIONE N. CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO DI FORMAZIONE E ORIENTAMENTO TRA Il Dipartimento/Università degli Studi del Piemonte Orientale, nel prosieguo denominata DIPARTIMENTO/ATENEO,

Dettagli

Provincia autonoma di Bolzano

Provincia autonoma di Bolzano Provincia autonoma di Bolzano di Isabella Oddo Introduzione In data 16 luglio 2013 è stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige n. 29/I-II/2013 la deliberazione

Dettagli

CONVENZIONE COLLETTIVA DI TIROCINIO CURRICULARE. Tra. (codice fiscale: ), di seguito soggetto promotore, con sede legale in

CONVENZIONE COLLETTIVA DI TIROCINIO CURRICULARE. Tra. (codice fiscale: ), di seguito soggetto promotore, con sede legale in CONVENZIONE COLLETTIVA DI TIROCINIO CURRICULARE (d.g.r. 25 ottobre 2013, n. X/825, e d.d.u.o. 5 novembre 2013, n. 10031) Tra (codice fiscale: ), di seguito soggetto promotore, con sede legale in ( ) (c.a.p.

Dettagli

LINEE GUIDA. Allegato alla Delib.G.R. n. 44/11 del

LINEE GUIDA. Allegato alla Delib.G.R. n. 44/11 del Allegato alla Delib.G.R. n. 44/11 del 23.10.2013 LINEE GUIDA Disciplina dei tirocini formativi e di orientamento, dei tirocini di inserimento/reinserimento, e dei tirocini estivi. Recepimento dell Accordo

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 41 DELIBERAZIONE 3 ottobre 2011, n. 835

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 41 DELIBERAZIONE 3 ottobre 2011, n. 835 DELIBERAZIONE 3 ottobre 2011, n. 835 Approvazione delle modifiche alla Carta dei tirocini e stage di qualità in Regione Toscana appro vata con DGR 339/2011, modificata con DGR 710/2011. LA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

TIROCINI: DISPOSIZIONI IN MATERIA

TIROCINI: DISPOSIZIONI IN MATERIA Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 17/09/2013. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

Lavorare oggi. Leggi e contratti: primi elementi.

Lavorare oggi. Leggi e contratti: primi elementi. Lavorare oggi. Leggi e contratti: primi elementi. Comunicazione di Silvano Saccani Segretario CGIL di Mantova 1 LE TIPOLOGIE DEL LAVORO Lavoro dipendente Lavoro autonomo Lavoro parasubordinato si.sa. -

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO INDIVIDUALE (ai sensi della DGR n. 825 del e del DDUO n del Regione Lombardia)

PROGETTO FORMATIVO INDIVIDUALE (ai sensi della DGR n. 825 del e del DDUO n del Regione Lombardia) TIROCINANTE PROGETTO FORMATIVO INDIVIDUALE (ai sensi della DGR n. 825 del 25.10.13 e del DDUO n 10031 del 5.11.13 Regione Lombardia) ANAGRAFICA GENERALE Nominativo Inserire cognome e nome tirocinante Nato

Dettagli

DEFINIZIONE DEL TIROCINIO

DEFINIZIONE DEL TIROCINIO CONVENZIONE COLLETTIVA DI TIROCINIO EXTRACURRICULARE IN REGIONE LOMBARDIA (ai sensi della Delibera della Giunta della Regione Lombardia del 25 ottobre 2013, numero 825 e del Decreto del Dirigente della

Dettagli

PROGRAMMA ATTUATIVO 2014 PROGETTO PER LA PROMOZIONE DI TIROCINI RIVOLTI AD UTENTI DEI SERVIZI SOCIALI

PROGRAMMA ATTUATIVO 2014 PROGETTO PER LA PROMOZIONE DI TIROCINI RIVOLTI AD UTENTI DEI SERVIZI SOCIALI PROGRAMMA ATTUATIVO 2014 PROGETTO PER LA PROMOZIONE DI TIROCINI RIVOLTI AD UTENTI DEI SERVIZI SOCIALI La Legge Regionale 19 luglio 2013, n. 7 e le successive disposizioni attuative, contenute nelle deliberazioni

Dettagli

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali

a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali a cura dell Ufficio Lavoro e Relazioni Sindacali Tirocini, un opportunità per le imprese Udine, 11 maggio 2016 I tirocini non curriculari costituiscono una misura di politica attiva del lavoro finalizzata

Dettagli