In base alle ultime stime del sistema informativo CRESME sul mercato delle costruzioni, nel il valore della produzione del settore delle costruzioni

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "In base alle ultime stime del sistema informativo CRESME sul mercato delle costruzioni, nel il valore della produzione del settore delle costruzioni"

Transcript

1 In base alle ultime stime del sistema informativo CRESME sul mercato delle costruzioni, nel il valore della produzione del settore delle costruzioni in Campania ammonta a miliardi di e ro, di cui relativ al mercato napoletano. Se confrontati con il dato nazionale, così come descritto nell ultimo rapporto congiunturale del Cresme presentato lo scorso 18 ottobre 216, 1

2 % % % % % % 9% 2% 21% 11% 14% 12% 11% 13% 8% 4% 46% 13% 1% 7% 38% 15% 9% 39% * Nuovo Residenziale Non Residenziale privato Opere pubbliche Rinnovo Residenziale Non Residenziale privato Opere pubbliche Totale Investimenti Manutenzione Ordinaria Valore della Produzione FER (Impianti energetici da fonti rinnovabili) Totale valore produzione + FER / / / */215* 217*/216* 216*/27** Nuovo -9,7-14,3-2,9,7 1,1-59,5 Residenziale -6,2-7,9-6,9-4,3 1,7-58,9 Non Residenziale privato -22,1-29, 2, 3, 3,3-68, Opere pubbliche -3,7-11,2-1,5 3,9 -,4-54,1 Rinnovo -2,9 5, 1,5 9,4 3,1-8,2 Residenziale -2,1 8,8 13,8 9,8 3,8 22,9 Non Residenziale privato 6,5 9,9-11,8-1,7 3,5-24,3 Opere pubbliche -9,7-5,3 21,8 15,4 1,6-32, Totale Investimenti -5,8-2,9 5,7 6,6 2,5-34,1 Manutenzione Ordinaria,3,5,4,5,6-3,4 Valore della Produzione -4,4-2,1 4,5 5,2 2,1-29,3 FER (Impianti energetici da fonti rinnovabili) -36,4-65,3-33,7 Totale valore produzione + FER -1, -9,8 2,7 2

3 * Nuovo Residenziale Non Residenziale privato Opere pubbliche Rinnovo Residenziale Non Residenziale privato Opere pubbliche Totale Investimenti Manutenzione Ordinaria Valore della Produzione FER (Impianti energetici da fonti rinnovabili) Totale valore produzione + FER / / / */215* 217*/216* 216*/27** Nuovo -14,4-3,1,1 3,8,8-54,7 Residenziale -5,,5-2,3 3,7 5,9-42,7 Non Residenziale privato -42,7-35, 33,7 8,2 6,5-76,1 Opere pubbliche -34,5-24,5 12,5 1,2 2,7-69,3 Rinnovo,5 7,6 9,2 9,6 2,3-6,2 Residenziale -1,7 7,7 13,8 11,3 5,2 22,7 Non Residenziale privato 16,6 2,1-11, 1,2-2,2-35,7 Opere pubbliche 4,2 4,1 -,9 8,7-3,5-27,1 Totale Investimenti -4,5 4,4 6,6 8,1 2, -26,2 Manutenzione Ordinaria,3,5,4,5,6-3,7 Valore della Produzione -3,3 3,3 5,1 6,2 1,6-22, FER (Impianti energetici da fonti rinnovabili) -53,3-4,8-29,1 Totale valore produzione + FER -8,5 1, 4, Importi a prezzi correnti in milioni di euro * Caserta Benevento Napoli Avellino Salerno CAMPANIA ITALIA Variazioni % su valori a prezzi costanti 212/ / / / */ */27** Caserta -7,6-11,9-1,5 13,2 4,4-34,6 Benevento -26,3-3,8 3,1 -,3-6,5-36,1 Napoli -5,4-3,3 3,3 5,1 6,2-22, Avellino -22,4 3,4-16,7 -,5-4,3-35,9 Salerno -21,6-5,1-8,3 1,3 11,1-35,2 CAMPANIA -13, -4,4-2,1 4,5 5,2-29,3 ITALIA*** -6, -3,3-2,2,8 1,9-26,5 Composizione % * * Caserta 15,1 16, 14,7 13,5 14,6 14,5 Benevento 6,2 5,2 5,3 7, 6,7 5,9 Napoli 42,2 45,9 46,5 49,1 49,4 49,8 Avellino 11,1 9,9 1,7 9,1 8,6 7,9 Salerno 25,5 23, 22,8 21,4 2,7 21,9 CAMPANIA 1, 1, 1, 1, 1, 1, CAMPANIA SU ITALIA 6,7 6,2 6,1 6,1 6,4 6,6 Fonte: elaborazione e stime CRESME/Si - novembre 216 * Previsione. ** Picco del mercato regionale. *** Variazione complessiva rispetto al 26 3

4 Napoli Campania Italia Napoli Campania Italia Napoli Campania Italia Napoli Campania Italia Napoli Campania Italia iceversa per il rinnovo l andamento più recente mostra un maggiore dinamismo in regione, con un indice tornato ai livelli dei primi anni 2, sebbene ancora inferiore rispetto alla fase espansiva malgrado gli incentivi Per quanto riguarda l edilizia residenziale, si osserva in primo luogo la dinamica più sottotono in regione e in provincia, rispetto ai ritmi espansivi che hanno caratterizzato il mercato nazionale tra il 22 e il 26. Mentre nel biennio 216 e 217 le stime indicano un più spiccato recupero proprio in questi territori, soprattutto a Napoli dove, alla accelerazione della spesa per interventi sul patrimonio esistente, si prevede l avvio di una nuova fase per la nuova produzione residenziale Napoli Campania Italia 4

5 * , , 8, 6, 4, 6,9 7,8 7,9 7,5 7,6 6,6 7,9 9,6 9,2 5,4 8,6 4, , *, Residenziale Non residenziale Residenziale Non residenziale Fonte: elaborazione CRESME/SI Novembre 216 * Previsione Caserta Benevento Napoli Avellino Salerno CAMPANIA Caserta 2,8 29,3 24,4 Benevento 4,2 12,7 7,9 Napoli 4,5 25,3 34, Avellino 11,5 9,1 1,5 Salerno 23, 23,6 23,3 CAMPANIA 1, 1, 1, 5

6 * Volumi residenziali Volumi non residenziali 1% 8% 6% 32,1 37,5 43,7 51,6 69,4 46,4 4% 2% % 67,9 62,5 56,3 48,4 3,6 53,6 Napoli Avellino Salerno Caserta Benevento CAMPANIA Residenziale Non residenziale 1% 8% 6% 4% 58, 61,7 66,4 69,6 72, 63,9 2% % 42, 38,3 33,6 3,4 28, 36,1 Caserta Napoli Salerno Benevento Avellino CAMPANIA Residenziale Non residenziale Valori assoluti (tonnellate) Variazioni % Gennaio Settembre / / /27 Gen-Set 216/ Gen-Set 215 Piemonte e Liguria ,2-2,9-62,3-7,4 Lombardia ,4-8,4-45,6-1,4 Veneto ,2-9,2-64,4-5,3 Friuli VG e Trentino AA ,7-23,8-73, -17,7 Emilia Romagna ,1 4,7-59,3-5,2 Umbria e Marche ,7-6,2-58, -9,6 Lazio e Toscana ,3 1,5-63,2-5,5 Abruzzo e Molise ,4-4,1-69,7 4,6 Campania ,7 8,4-5,6-9, Puglia , 3, -58, -2,1 Calabria e Basilicata ,7 4,4-34,2-7,4 Sicilia ,8-3,5-52,4 3,3 Sardegna ,8 4,4-64,6,9 NORD ,1-6,8-58, -4,7 CENTRO ,9-1,9-61,2-7,2 SUD , 3,7-53, -4,7 ISOLE ,4-1,4-56,6 2,6 TOTALE , -3, -57,4-4,5 6

7 3.. 2,1 25, Tonnellate ,8 9,8 8,2 8,1 7,7 7,4 7,2 6,1 5,4 4,2 2,7 2,3 2, 15, 1, 5, % sul totale Italia, Lombardia Lazio e Toscana Veneto Emilia Romagna Tonnellate Calabria e Basilicata Umbria e Marche Sicilia Piemonte e Liguria Campania % su totale Italia Puglia Abruzzo e Molise Sardegna Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige Milioni di euro * 212* 213* * totale in detrazione Numero (asse dx) Numero Fonte: elaborazione e stime CRESME su dati ENEA, Ministero delle Finanze, Agenzia delle Entrate * Per le detrazioni finalizzate al recupero edilizio stime riferite agli anni Per le detrazioni finalizzate al risparmio energetico stime per gli anni ,8 3,9 17,5 19, 11,7 15,1 17,9 7,3 6,1 6,8 43,8 26,7 27,7 28,5 29,5 1,6 1,9 11, * 212* 213* * 216* Campania Italia Fonte: elaborazione Cresme/Si su fonti varie * Per le detrazioni finalizzate al recupero edilizio stime riferite agli anni Per le detrazioni finalizzate al risparmio energetico stime per gli anni

8 ANALISI ECONOMICA DELLE DETRAZIONI FISCALI DEL 55-65% PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO ESISTENTE Document. inviate % document. Costo totale su cui calcolare il 55-65% (mln di ) (materiali + spese prof) Costo regionale per intervento ( ) Risparmio conseguito (Gwh/anno) Lombardia ,2% ,2 Piemonte ,3% ,9 Veneto ,4% ,9 E.Romagna ,% ,3 Lazio ,8% ,6 Toscana ,% ,7 Liguria ,3% , Friuli V. Giulia ,3% ,2 Puglia ,1% ,5 Trentino A.A ,% ,4 Marche 1.2 2,8% ,3 Campania ,5% , Sicilia ,4% ,7 Sardegna ,8% , Abruzzo ,5% ,3 Umbria ,1% ,7 Calabria ,% ,4 Basilicata 2.599,7% ,9 Valle d Aosta 1.524,4% ,6 Molise 1.269,4% , Totale ,% ,6 Fonte: elaborazione CRESME su dati Enea RISPARMIO ENERGETICO CONSEGUITO NELLE REGIONI TRAMITE AGEVOLAZIONE DEL 55-65% - Gwh/anno Lombardia Piemonte Emilia Veneto Toscana Lazio Liguria Trentino A.A. Friuli V.G. Marche Puglia Campania Sicilia Sardegna Abruzzo Umbria Calabria Valle d'aosta Basilicata Molise Fonte: elaborazione CRESME su dati Enea

9 DINAMICA DEI BANDI DI GARA PER OPERE PUBBLICHE (Importi in mln di ) CAMPANIA PROVINCIA DI NAPOLI 4. Numero Numero Fonte: dati ed elaborazione CRESME Europa Servizi DINAMICA DELLE AGGIUDICAZIONI DI GARE PER OPERE PUBBLICHE (Importi in mln di ) CAMPANIA PROVINCIA DI NAPOLI 2.5 Numero Numero Fonte: dati ed elaborazione CRESME Europa Servizi 9

10 CAMPANIA Gennaio-Ottobre 215 Gennaio-Ottobre 216 Variazioni % non segnalato ,2 - - Fino a , ,6-7,5-18,8-12,3 Da 15.1 a , ,27-59,3-61,8-6,2 Da 5.1 a , ,74-64,3-64,1,6 Da 1..1 a , ,22-7,3-66,8 11,8 Da 5..1 a , ,6-22,9-21,5 1,7 Da a , ,97, 25,6 25,6 Oltre , ,56-33,3 62,5 143,7 TOTALE , ,97-42,9-13,9 6,3 PROVINCIA DI NAPOLI Gennaio-Ottobre 215 Gennaio-Ottobre 216 Variazioni % non segnalato ,2 - - Fino a , ,7-6,1-17,3-11,9 Da 15.1 a , ,27-31,8-36,8-7,3 Da 5.1 a , ,73-41,9-41,1 1,4 Da 1..1 a , ,16-41,2-38,7 4,2 Da 5..1 a , ,5-41,7-39,9 3,1 Da a , ,38-4, -9,5 5,8 Oltre , ,6-4, 33,5 122,4 TOTALE , ,72-24,4-3,4 33,6 CAMPANIA Gennaio-Ottobre 215 Gennaio-Ottobre 216 Variazioni % Amministrazioni Territoriali , ,95-44,1-59,8-23,2 Comuni , ,4-55,8-51,7 17,7 Province 39 28, ,48 259, 12, -41,6 Aziende Speciali , ,48-33,7-86,9-81,4 Sanità , 16 1,79-57,9-86, -6,4 Regione , ,22 1, -68,5-83,6 Grandi Committenze , ,1-29,1 679, 1.47,4 Amministrazioni centrali 44 1,68 29,98-34,1-66, -41,6 Strade 56 33, ,84-28,6 233,1 378,2 Ferrovie , ,6 9, , ,2 Altri 6 2, ,53 16,7 522,1 255,5 TOTALE , ,97-42,9-13,9 6,3 PROVINCIA DI NAPOLI Gennaio-Ottobre 215 Gennaio-Ottobre 216 Variazioni % Amministrazioni Territoriali , ,53-23,9-47,2-27,7 Comuni , ,12-49,3 7,7 121,3 Province 14 13, ,46 778,6 281,4-52,3 Aziende Speciali , ,59-51,8-87,1-75,6 Sanità ,99 7 1,14-61,1-98,8-96,5 Regione , ,22 112,5-73,5-87,5 Grandi Committenze , ,28-34,9 476,4 917,2 Amministrazioni centrali 3 2,4 14,24-53,3-96,6-88,4 Strade 2 9, ,9-15, 389,8 512,3 Ferrovie , ,21-1, 1.8,1 2.11,3 Altri 4 1, ,53 75, 1.212,9 275,1 TOTALE , ,72-24,4-3,4 33,6 1

11 Caserta Caserta -29,9-8,3-9, 6,,4 Benevento Benevento -2,3 5,5-11,5 2,1-1,4 Napoli Napoli -3,6-3,1-11, -,1-1,6 Avellino Avellino -38,5 3, -1,2-6,4-7,2 Salerno Salerno 29,7 1,5-6,8,8 2,7 Campania Campania -7,2 -,4-9,7,6 -,9 Italia Italia -2, 1, -5,2,9,3-1,1 18,1-1,7 2,9 4,3 Caserta Caserta -,6,2-24, -1,5-3,5 Benevento Benevento -3,7,8-15,8 3,2 1,2 Napoli Napoli 5,2 3,8-13,6 7,5 4,4 Avellino Avellino 12, 8,6-18,7,6,4 Salerno Salerno 4,2 5,2-14,9 2,7 1,5 Campania Campania,2-1,7-5,1,9 -,1 Italia Italia -1,1 18,1-1,7 2,9 4,3 Caserta Caserta 26,7,3-19,8,7,1 Benevento Benevento 31,8-15,9-3,5-16,6-11,2 Napoli Napoli 16,2 4,5-18, 1,5,8 Avellino Avellino 42,9-9,1 5, 5,4 4,1 Salerno Salerno -25,7 3,5-16,3,5-2,5 Campania Campania 4,1 1, -14,7,6 -,4 Italia Italia -4,1-1,7-8,6 -,8-1,7 Caserta Caserta 2, -2,7 7,8-7,4-5,3 Benevento Benevento 31,6-2,5 58,7-17,1-2,4 Napoli Napoli -,2,8 14,1,3 1,1 Avellino Avellino -3,3 11,4 2,9-12,9-5,2 Salerno Salerno -6,2-2,9-14,5, -1,8 Campania Campania 2,6,5 1,3-2,8-1,2 Italia Italia 1,6 1,4-4,4,5,4 Caserta Caserta 11,8 6,1 -,2-4,2-1,5 Benevento Benevento -12,2 4,7-15,1 2,4 7,8 Napoli Napoli -1,6-5,9 13,9 1,1,9 Avellino Avellino -2,1-1,4-43,4 7,4-1,8 Salerno Salerno 12, -4,2 21,2 1,6 2,6 Campania Campania,7-2,7 2,5 1,6 1, Italia Italia 3,8, -1,1 1,1,8 Caserta Caserta 38,1-3,2-25,7-1,9-2,5 Benevento Benevento -9,8-32,1-7,1-16,9-17,1 Napoli Napoli -31,3-17,6-21,9,5-5, Avellino Avellino 6,1-19,5-39,9-2,3-9,6 Salerno Salerno -5,7-14, -31,1 1,2-4,7 Campania Campania -6,4-15,8-25,4 -,8-5,7 Italia Italia -1,3-8,5-24,8 1,9-2,7 Gen-Giu 16 Gen-Giu 16 Campania Campania -2, 5,1-5,2 4,2 3,4 Italia Italia 6,2,8-4,3 2,1 1,5 11

12 Caserta ,1 Caserta -7,3-12,6-9, Benevento ,8 Benevento -17,2-1,2-11,5 Napoli ,7 Napoli -9, -14,5-11, Avellino ,7 Avellino -19,3 17,6-1,2 Salerno ,6 Salerno -17,5 11,1-6,8 Campania , Campania -12,4-4,6-9,7 Italia ,1 Italia -6,1-3,7-5,2 Caserta ,8 Caserta -2,2 -,5-1,7 Benevento ,9 Benevento -14,3-38,4-24, Napoli ,3 Napoli -6,6-32,6-15,8 Avellino ,3 Avellino -6,9-27,6-13,6 Salerno ,8 Salerno -15, -23,2-18,7 Campania , Campania -8,2-26,1-14,9 Italia ,7 Italia -5,9-3,8-5,1 Caserta ,2 Caserta -3,1-56,7-19,8 Benevento ,3 Benevento -15,1 2,8-3,5 Napoli ,3 Napoli -18,7-16,4-18, Avellino ,1 Avellino -,9 2,9 5, Salerno ,3 Salerno -16,2-16,3-16,3 Campania ,1 Campania -13,5-17,3-14,7 Italia ,3 Italia -11, -5, -8,6 Caserta ,8 Caserta -1,7 98,9 7,8 Benevento ,5 Benevento 46,9 76, 58,7 Napoli ,8 Napoli 12,4 18,3 14,1 Avellino ,2 Avellino 2,2 62,1 2,9 Salerno ,3 Salerno -2,4-6,5-14,5 Campania ,2 Campania 2,5 27,4 1,3 Italia ,8 Italia -6,3-1,8-4,4 Caserta ,1 Caserta 12,1-27,3 -,2 Benevento ,9 Benevento 12,4-48,8-15,1 Napoli ,9 Napoli 12, 18,1 13,9 Avellino ,8 Avellino -38, -51, -43,4 Salerno ,3 Salerno 4, -,7 21,2 Campania , Campania 1, -1,6 2,5 Italia , Italia,2-2,9-1,1 Caserta ,6 Caserta -25,2-27,3-25,7 Benevento ,1 Benevento -19,6 59,9-7,1 Napoli , Napoli -19,9-26,1-21,9 Avellino ,2 Avellino -45,7-26,1-39,9 Salerno ,9 Salerno -45,1 18,4-31,1 Campania ,4 Campania -29,3-15,2-25,4 Italia ,2 Italia -3,3-15,3-24,8 Gen-Giu 16 Gen-Giu 16/Gen-Giu 15 Campania ,7 Campania,7-19,2-5,2 Italia ,5 Italia -1,2-8,4-4,3 12

13 Milioni di ore (+43,7%) (-4,5%) (-52,6%) Gen-Ott 215 Gen-Ott 216 Settore edile allargato* Industria** Altre attività Ore di cassa integrazione autorizzate nel settore edile allargato per regime in Campania Numero ore Gen-Ott 215 Gen-Ott 216 CIG ordinaria CIG straordinaria CIG in deroga Totale Variazioni % 212/ / / /214 Gen-Ott 216/Gen-Ott 215 CIG ordinaria -8,2-4,9-11,3-17,2-46, CIG straordinaria 24,4 37,8-15,9-49,1-6,3 CIG in deroga -12,7 32,4 4,2-58,7-85, Totale -2,7 8,4-11, -31,5-4,5 Fonte: elaborazione CRESME su dati Inps * Comprende l edilizia, i settori industriale e artigianale dell installazione di impianti per l edilizia ** Escluso installazione impianti per l edilizia N.B.: Tra parentesi le variazioni percentuali su periodo corrispondente 13

14 25 Milioni di euro Gen-Ott 215 Settore edile allargato* Industria** Altre attività (+4,6%) (-61,4%) (-38,6%) Gen-Ott 216 Ore di cassa integrazione autorizzate nel settore edile allargato per regime in Provincia di Napoli Numero ore Gen-Ott 215 Gen-Ott 216 CIG ordinaria CIG straordinaria CIG in deroga Totale Variazioni % 212/ / / /214 Gen-Ott 216/Gen-Ott 215 CIG ordinaria,8-3,5-13,4-7,4-41,5 CIG straordinaria -6,6 64,9 6,8-6,5-14,5 CIG in deroga -6,2-2,8 53,4-57, -74,1 Totale -2,1 14,1 -,6-35,9-36,8 Fonte: elaborazione CRESME su dati Inps * Comprende l edilizia, i settori industriale e artigianale dell installazione di impianti per l edilizia ** Escluso installazione impianti per l edilizia N.B.: Tra parentesi le variazioni percentuali su periodo corrispondente Milioni di euro Gen-Ott 215 Settore edile allargato* Industria** Altre attività (-4,8%) (-31,5%) (-37,5%) Gen-Ott 216 Ore di cassa integrazione autorizzate nel settore edile allargato per regime in Italia Numero ore Gen-Ott 215 Gen-Ott 216 CIG ordinaria CIG straordinaria CIG in deroga Totale Variazioni % 212/ / / /214 Gen-Ott 216/Gen-Ott 215 CIG ordinaria 21,4 14, -14,1-3,5-38,9 CIG straordinaria 27,8 33,4 19,4-31,2-33,3 CIG in deroga 65,8-23,7-18, -57,8-45,4 Totale 3,7 9,7-5,9-34,5-37,5 Fonte: elaborazione CRESME su dati Inps * Comprende l edilizia, i settori industriale e artigianale dell installazione di impianti per l edilizia ** Escluso installazione impianti per l edilizia N.B.: Tra parentesi le variazioni percentuali su periodo corrispondente 14

15 5, 45, 43, , 35, 3, 28,8 27,6 26,3 25, 2, 15, 17,8 15,1 14,6 16, 21,1 21,4 15,9 14,2 14,2 13,3 1, 5, 6,7 6,9, Campania Italia Campania Italia Campania Italia Campania Italia Costruzioni Industria in senso stretto Servizi Totale Fonte: elaborazione CRESME su dati Istat * Incidenza % degli occupati non regolari sul totale occupati Il part-time perde peso La Cassa edile di Napoli ha registrato come il part time sia raddoppiato tra il 26 e il 27, passando dal 9% al 18%, raggiungendo il 25% nel 29. Dal 21 si osserva una brusca inversione di tendenza, con una incidenza del lavoro a tempo parziale che scende al 19% nel 21, a meno del 1% nel 211, a meno del 6% nel 213, e attestarsi a meno del 5% nel 215 e nel 216. L utilizzo del part-time in edilizia risulta un fenomeno piuttosto anomalo per la manodopera, che sembra piuttosto essere una soluzione per contenere l onere contributivo legato al costo del lavoro regolare. Mettendo a confronto la dinamica occupazione complessiva con quella part-time, appare evidente il più forte processo di contrazione per la componente di lavoro parziale che dal 211, fino alle stime per il 216 ha perso il 57%, a fronte di una riduzione del 17% del numero complessivo di operai denunciati. Inoltre nel 215, a fronte di una prima crescita per il numero complessivo degli occupati denuncianti (+18%), i lavoratori in part-time vedono solo ridurre l entità del calo (-1,2%). In flessione invece entrambi i dati nelle stime per il ,1 23, 25,3 19,1 3, 25, 2, ,1 9,5 6,3 5,8 5,7 4,7 4,9 15, 1, 1. 5, *, TOTALE LAVORATORI PART-TIME DENUNCIATI Incidenza part-time Fonte: elaborazione CRESME su dati Cassa Edile di Napoli * media periodo gennaio-settembre per il totale e gennaio-novembre per i lavoratori in part-time 15

16 1% Totale industria Totale industria Totale industria 6.8 8% 6% 4% 2% % (32,4%) Fonte: elaborazione CRESME su dati Istat (39,4%) (38,5%) Italia Campania Provincia di Napoli Costruzioni Industria in senso stretto ,4-16,1 -,2 1,9-29, ,6-3,5-1,2-12,9-28, ,5-15,6-4,7, -34, ,8-7,2-5, -6,4-31, ,3-15,2-13,8-9,9-45, ,2-1,4-7,2-6,2-33,1 Fonte: elaborazione CRESME su dati Inail , , , , , , , , , , , , , , , , , ,9 Fonte: elaborazione CRESME su dati Inail 1% 9% 8% 7% 6% 5% 4% 3% 2% 1% %,8 1,,3 22,3 22,3 11,9 77, 76,7 Fonte: elaborazione CRESME su dati Inail 87,8 Provincia di Napoli Campania Italia Morte Inabilità permanente Inabilità temporanea , 22,3,8 1, 76,7 22,3 1, 1, 87,8 11,9,3 1,

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA Maggio 2017 A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario SCHEDA CAMPANIA... 3 TAVOLE REGIONALI E PROVINCIALI... 7 Occupazione... 9 Imprese... 13 Permessi

Dettagli

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA Novembre 2017 A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario SCHEDA CAMPANIA... 3 TAVOLE REGIONALI E PROVINCIALI... 7 Occupazione... 9 Imprese... 13 Permessi

Dettagli

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA Ottobre A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario SCHEDA CAMPANIA... 3 TAVOLE REGIONALI E PROVINCIALI... 9 Occupazione... 11 Imprese... 15 Permessi

Dettagli

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni

Persone che hanno subito incidenti in. Regioni Tabella 1 - Persone (valori assoluti in migliaia e Intervalli di Confidenza al 95%) che nei tre mesi precedenti l intervista hanno subito incidenti in ambiente domestico e tassi di incidenti domestici

Dettagli

I PUBBLICI ESERCIZI IN ITALIA Distribuzione dei p.e. (valori assoluti - giugno 2006)

I PUBBLICI ESERCIZI IN ITALIA Distribuzione dei p.e. (valori assoluti - giugno 2006) I PUBBLICI ESERCIZI IN ITALIA Distribuzione dei p.e. (valori assoluti - giugno 2006) Regioni Ristoranti (U.L.) Bar (U.L.) Piemonte 7.544 12.708 Valle d'aosta 589 646 Lombardia 13.165 27.552 Trentino 2.635

Dettagli

6 RAPPORTO 2014 UIL (GIUGNO 2014) LA CASSA INTEGRAZIONE PER MACRO AREE, REGIONI E PROVINCE

6 RAPPORTO 2014 UIL (GIUGNO 2014) LA CASSA INTEGRAZIONE PER MACRO AREE, REGIONI E PROVINCE Servizio Politiche del Lavoro e della Formazione 6 RAPPORTO 2014 UIL (GIUGNO 2014) LA CASSA INTEGRAZIONE PER MACRO AREE, REGIONI E PROVINCE ORE AUTORIZZATE GIUGNO 2014 dati per regioni e province autonome

Dettagli

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004

Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 Prodotto interno lordo per ripartizione geografica, in Italia e in Sardegna: variazioni percentuali 2005 su 2004 NORD-ORIENTALE NORD-OCCIDENTALE ITALIA MEZZOGIORNO ITALIA CENTRALE -0,5 0,0 0,5 1,0 1,5

Dettagli

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica 1 Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica ripartizione geografica votanti partec. voti validi CGIL CISL UIL ALTRE LISTE AGENZIE FISCALI Nord Ovest 85 12.904 11.248 87,17 10.922

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

LE COSTRUZIONI IN BREVE: EMILIA-ROMAGNA

LE COSTRUZIONI IN BREVE: EMILIA-ROMAGNA LE COSTRUZIONI IN BREVE: EMILIA-ROMAGNA n. 2/ A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario SCHEDA EMILIA-ROMAGNA... 3 TAVOLE REGIONALI... 7 Occupazione... 9 Imprese... 12 Permessi di

Dettagli

IL MERCATO DEL LAVORO IN ABRUZZO

IL MERCATO DEL LAVORO IN ABRUZZO Servizio Politiche del Lavoro e della Formazione IL MERCATO DEL LAVORO IN ABRUZZO DAL 1993 AL 213 19 giugno 213 ABRUZZO: I PRINCIPALI INDICATORI DEL MERCATO DEL LAVORO ANDAMENTO DAL 1993 AL 212 2 ABRUZZO:

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE GEOLOGI Centro Studi NOTA STAMPA

CONSIGLIO NAZIONALE GEOLOGI Centro Studi NOTA STAMPA CONSIGLIO NAZIONALE GEOLOGI Centro Studi NOTA STAMPA FRANE E ALLUVIONI: SEI MILIONI DI PERSONE A RISCHIO Emilia Romagna, Campania e Lombardia tra le regioni più esposte ausa del consapevolezza nella società

Dettagli

BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN LIEVE AUMENTO A SETTEMBRE 2016 MA I PRIMI NOVE MESI RESTANO NEGATIVI

BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN LIEVE AUMENTO A SETTEMBRE 2016 MA I PRIMI NOVE MESI RESTANO NEGATIVI Direzione Affari Economici e Centro Studi BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN LIEVE AUMENTO A SETTEMBRE 216 MA I PRIMI NOVE MESI RESTANO NEGATIVI Nel mese di settembre 216, secondo il monitoraggio Ance-Infoplus

Dettagli

2 RAPPORTO 2014 UIL (Febbìraio 2014) LA CASSA INTEGRAZIONE PER REGIONI E PROVINCE AUTONOME

2 RAPPORTO 2014 UIL (Febbìraio 2014) LA CASSA INTEGRAZIONE PER REGIONI E PROVINCE AUTONOME Servizio Politiche del Lavoro e della Formazione 2 RAPPORTO UIL (Febbìraio ) LA CASSA INTEGRAZIONE PER REGIONI E PROVINCE AUTONOME Elaborazione UIL su fonte INPS ORE AUTORIZZATE FEBBRAIO dati per regioni

Dettagli

Interventi di Upgrading di Impianti di Depurazione Esistenti

Interventi di Upgrading di Impianti di Depurazione Esistenti Prof. G. d Antonio Comuni e popolazione residente secondo il grado di depurazione delle acque reflue convogliate nella rete fognaria per regione - Anno 2005 (valori assoluti) REGIONI Depurazione completa

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H02 102 4.663 6.145 159.302,40 51.697,76 Basilicata H03 102 9.222 12.473 252.025,98 136.892,31 Basilicata H04 102 3.373 3.373 230.650,00

Dettagli

9. I consumi delle famiglie

9. I consumi delle famiglie 9. I consumi delle famiglie Nelle principali province italiane, la percentuale del reddito disponibile destinata ai consumi, e quindi all acquisto di beni e servizi necessari a soddisfare i propri bisogni,

Dettagli

CONTINUA IL TREND DI CRESCITA DEI BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI NEL CORSO DEL 2015

CONTINUA IL TREND DI CRESCITA DEI BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI NEL CORSO DEL 2015 Direzione Affari Economici e Centro Studi CONTINUA IL TREND DI CRESCITA DEI BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI NEL CORSO DEL 2015 Nei primi otto mesi dell anno sono stati pubblicati circa 1.300 bandi in

Dettagli

ASSOBETON Primo rapporto del comparto dell edilizia industrializzata in calcestruzzo Informazioni di sintesi

ASSOBETON Primo rapporto del comparto dell edilizia industrializzata in calcestruzzo Informazioni di sintesi ASSOBETON Primo rapporto del comparto dell edilizia industrializzata in calcestruzzo Milano, 11 giugno 2010 Premessa Nel presente documento vengono esposti i risultati e le informazioni relative all analisi

Dettagli

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DELLA POPOLAZIONE Luca Romano Direttore di Local Area Network Martedi 8 Aprile 2014 Auditorium del Lavoro ROMA L INVECCHIAMENTO DEMOGRAFICO 1/6 65 ANNI E PIU' TOTALE ANDAMENTO

Dettagli

BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI: NEGATIVI I PRIMI UNDICI MESI DEL 2016

BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI: NEGATIVI I PRIMI UNDICI MESI DEL 2016 Direzione Affari Economici e Centro Studi BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI: NEGATIVI I PRIMI UNDICI MESI DEL 2016 Il mercato dei lavori pubblici in Italia, nel corso del 2016, è stato caratterizzato da

Dettagli

Tasso di occupazione

Tasso di occupazione MERCATO DEL LAVORO 2016: Liguria in controtendenza rispetto alla media italiana in calo gli occupati, cresce il tasso di disoccupazione La Liguria è sempre stata una regione atipica e meno dinamica, rispetto

Dettagli

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente)

FIGURA 1 ESPORTAZIONI PER MACROAREA DATI TRIMESTRALI (variazioni percentuali rispetto all anno precedente) Le esportazioni delle regioni italiane estre 3 13/6/3 CONGIUNTURA TERRITORIALE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE I Trimestre 3 Giugno 3 La dinamica delle esportazioni in valore nel estre 3 registra un

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione H02 102 3.244 4.234 prestazioni 106.541,38 39.721,59 Basilicata H03 102 6.820 9.139 183.359,67 103.341,43 Basilicata H04 102 2.243 2.243 150.815,00

Dettagli

DISOCCUPAZIONE, ASPI, MINIASPI E MOBILITÀ SINTESI FOCUS GENNAIO 2014

DISOCCUPAZIONE, ASPI, MINIASPI E MOBILITÀ SINTESI FOCUS GENNAIO 2014 SINTESI FOCUS GENNAIO 2014 CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI Nel mese di gennaio il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate è stato pari a 81,4 milioni, in diminuzione del -10,4% rispetto

Dettagli

BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN CALO NEL PRIMO TRIMESTRE 2016: -13,5% IN NUMERO E -35,4% IN VALORE

BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN CALO NEL PRIMO TRIMESTRE 2016: -13,5% IN NUMERO E -35,4% IN VALORE Direzione Affari Economici e Centro Studi BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI IN CALO NEL PRIMO TRIMESTRE 2016: -13,5% IN NUMERO E -35,4% IN VALORE Dopo la crescita registrata nel biennio 2014-2015, nei

Dettagli

Dossier I dati regionali. Dossier Casa I dati regionali. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi

Dossier I dati regionali. Dossier Casa I dati regionali. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Dossier I dati regionali A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Dossier Casa I dati regionali A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario... 3 Mercato immobiliare residenziale...

Dettagli

Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN NOTIZIARIO STATISTICO

Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN NOTIZIARIO STATISTICO Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN NOTIZIARIO STATISTICO ANNO - NUMERO 1 AFFLUENZA ALLE URNE DEI GENITORI E DEGLI STUDENTI PER

Dettagli

La qualità della raccolta differenziata di carta e cartone

La qualità della raccolta differenziata di carta e cartone La qualità della raccolta differenziata di carta e cartone Carlo Montalbetti Rimini 23 ottobre 2003 Raccolta differenziata di carta e cartone in Italia nel biennio 2001 2002 (ton) 2/14 Regione 2001 2002

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE (36%) L ANDAMENTO NEL 2008 E UN BILANCIO DI DIECI ANNI DI APPLICAZIONE

LE AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE (36%) L ANDAMENTO NEL 2008 E UN BILANCIO DI DIECI ANNI DI APPLICAZIONE Direzione Affari Economici e Centro Studi LE AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE (36%) L ANDAMENTO NEL 2008 E UN BILANCIO DI DIECI ANNI DI APPLICAZIONE Aprile 2009 L'andamento delle richieste

Dettagli

Per Regione e posizione giuridica

Per Regione e posizione giuridica Elaborazione del Centro Studi di Ristretti Orizzonti su dati del Ministero della Giustizia - Dap Per nazionalità e posizione giuridica Imputati Condannati Internati Da impostare Totale Itaniani 17.481

Dettagli

LE COSTRUZIONI IN BREVE: LOMBARDIA

LE COSTRUZIONI IN BREVE: LOMBARDIA LE COSTRUZIONI IN BREVE: LOMBARDIA Novembre A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario SCHEDA LOMBARDIA... 3 TAVOLE REGIONALI E PROVINCIALI... 7 PIL... 9 Imprese... 14 Permessi di

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO FEBBRAIO 2016

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO FEBBRAIO 2016 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO FEBBRAIO 2016 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo febbraio 2016 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione...

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione... ISTITUTO DELLA PREVIDENZA SOCIALE DIREZIONE Regionale PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Pensioni PENSIONI Presentazione...2 Totale categorie...3 Vecchiaia...4 Invalidità...5 Superstiti...6 Presentazione

Dettagli

Regione FVG - arrivi e presenze - italiani e stranieri dettaglio trimestrale anno 2011 (conf. 2010)

Regione FVG - arrivi e presenze - italiani e stranieri dettaglio trimestrale anno 2011 (conf. 2010) Regione FVG - arrivi e presenze - italiani e stranieri dettaglio trimestrale anno 2011 (conf. 2010) TAV. 1 ARRIVI PRESENZE I T rim e stre II T rim e stre III T rim e stre IV T rim e stre TOTALE 2011 2010

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO MARZO 2016

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO MARZO 2016 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO MARZO 2016 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo marzo 2016 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia Commento

Dettagli

L OCCUPAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

L OCCUPAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI L OCCUPAZIONE NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi ESTRATTO DALL'OSSERVATORIO

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

L economia del Lazio nel 2009

L economia del Lazio nel 2009 L economia del Lazio nel 2009 Evidenza dai conti regionali Istat pubblicati il 28 settembre 2010 Servizio Analisi e Finanza Sviluppo Lazio L economia del Lazio nel 2009 1. Premessa Il 28 settembre, l Istat

Dettagli

LE COSTRUZIONI IN BREVE: EMILIA-ROMAGNA

LE COSTRUZIONI IN BREVE: EMILIA-ROMAGNA LE COSTRUZIONI IN BREVE: EMILIA-ROMAGNA n. 1/2014 A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario SCHEDA EMILIA-ROMAGNA... 3 TAVOLE REGIONALI... 7 Pil... 9 Valore aggiunto... 10 Occupazione...

Dettagli

Bologna, Quartiere fieristico, Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza.

Bologna, Quartiere fieristico, Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza. Bologna, Quartiere fieristico, 21-24 Maggio 2014: manifestazione dedicata alla sanità e all assistenza. > 1) Documentazione (sito esterno) >>> Exposanità, 29 aprile 2014, > Comunicati stampa 1 / 33 In

Dettagli

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA AZIENDE RILEVATARIE PER CLASSIFICAZIONE C-Montana Aziende 6.000 B-Svantaggiata A-Non svantaggiata 5.000 4.000 3.000 524 450 499 336 597 305 803 394 629 358 532 413 572 454 609 441 697 592 818 609 627 481

Dettagli

IL SETTORE TERMALE. Caratteristiche strutturali e performance. Federterme. Rimini, 12 maggio 2011 * * *

IL SETTORE TERMALE. Caratteristiche strutturali e performance. Federterme. Rimini, 12 maggio 2011 * * * IL SETTORE TERMALE Caratteristiche strutturali e performance * * * Federterme Rimini, 12 maggio 2011 Numero delle imprese termali per aree geografiche al 31/12/2010 378 Imprese 259 Società di capitali

Dettagli

7 RAPPORTO 2016 UIL(LUGLIO 2016) LA CASSA INTEGRAZIONE PER MACRO AREE, REGIONI E PROVINCE

7 RAPPORTO 2016 UIL(LUGLIO 2016) LA CASSA INTEGRAZIONE PER MACRO AREE, REGIONI E PROVINCE Servizio Politiche Attive e Passive del Lavoro 7 RAPPORTO 2016 UIL(LUGLIO 2016) LA CASSA INTEGRAZIONE PER MACRO AREE, REGIONI E PROVINCE ORE AUTORIZZATE LUGLIO2016 dati per macro area e regioni - (confronto

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2015

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2015 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2015 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2015 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 204: aggiornamento al 30/04/204 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering su base dati Inail DATI INAIL NAZIONALI

Dettagli

Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese

Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese Nota di commento ai dati sulla spesa nella Ricerca e Sviluppo e sull innovazione nelle imprese Fonte: Istat Ricerca e Sviluppo in Italia (anno 2014) Le rilevazioni sulla Ricerca e lo sviluppo sperimentale,

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31//2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 201: aggiornamento al 30//201 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/4/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/4/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 07: aggiornamento al 30//07 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/7/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Cassa integrazione guadagni

Cassa integrazione guadagni Cassa integrazione guadagni 2007 Servizio statistica giugno 2008 Servizio statistica REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Piazza Unità d Italia, 1 34100 Trieste telefono: 040 3773593 fax: 040 3773578

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI ROMA E PROVINCIA SERVIZI DELL ORDINE DI ROMA E PROVINCIA PER GLI ISCRITTI. consulenza nel settore specifiche

ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI ROMA E PROVINCIA SERVIZI DELL ORDINE DI ROMA E PROVINCIA PER GLI ISCRITTI. consulenza nel settore specifiche ORDINE DEGLI ARCHITETTI DI ROMA E PROVINCIA Viale Maresciallo Pildsuski n 124 - Roma SERVIZI DELL ORDINE DI ROMA E PROVINCIA PER GLI ISCRITTI - COMMISSIONE OPINAMENTO SPECIFICHE - consulenza nel settore

Dettagli

Le consistenze e la natimortalità

Le consistenze e la natimortalità Rete carburanti, contrazione di imprese,consumi in rosso per la rete, perdita secca in autostrada. 2014 da dimenticare. Le consistenze e la natimortalità Nei primi dieci mesi del 2014 le imprese che operano

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/8/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Mercato immobili non residenziali: compravendite e leasing più 16%

Mercato immobili non residenziali: compravendite e leasing più 16% Pubblicata su FiscoOggi.it (http://www.fiscooggi.it) Dati e statistiche Mercato immobili non residenziali: compravendite e leasing più 16% Piazza in crescente fermento per negozi, uffici e capannoni industriali

Dettagli

TASSE E TARIFFE LOCALI: 58,7 MILIARDI DI EURO (PIU 6% DAL 2012 AL 2014)

TASSE E TARIFFE LOCALI: 58,7 MILIARDI DI EURO (PIU 6% DAL 2012 AL 2014) TASSE E TARIFFE LOCALI: 58,7 MILIARDI DI EURO (PIU 6% DAL 2012 AL 2014) TRA ADDIZIONALI IRPEF, IMU, TASI, TARIFFE RIFIUTI, BOLLO AUTO IMPOSTA RC AUTO NEL 2014 UN ESBORSO DI 966 EURO MEDI PRO CAPITE TRA

Dettagli

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Roberto Strocco Coordinatore Area Studi e Sviluppo del Territorio Unioncamere Piemonte Lo scenario internazionale

Dettagli

IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI IN SARDEGNA ANDAMENTO DEL SETTORE NEL 2015 E STIME PREVISIONALI 2016

IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI IN SARDEGNA ANDAMENTO DEL SETTORE NEL 2015 E STIME PREVISIONALI 2016 IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI IN SARDEGNA ANDAMENTO DEL SETTORE NEL 2015 E STIME PREVISIONALI 2016 Novembre 2015 1 INDICE 1. INVESTIMENTI E VALORE DELLA PRODUZIONE DELLE COSTRUZIONI 3 1.1. Il valore della

Dettagli

Occupati - Disoccupati 2010 Confronto su Forza Lavoro Tra 2 Trimestre 2010 e Trimestri anni precedenti. Incidenza della CIG sugli occupati

Occupati - Disoccupati 2010 Confronto su Forza Lavoro Tra 2 Trimestre 2010 e Trimestri anni precedenti. Incidenza della CIG sugli occupati Occupati - Disoccupati 2010 Confronto su Forza Lavoro Tra 2 Trimestre 2010 e Trimestri anni precedenti. Incidenza della CIG sugli occupati A Cura dell Dipartimento Settori Produttivi, Industria -Agricoltura

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2013

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2013 Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata Anno 2013 Nota introduttiva - 1 Nel 2013 nel settore della vigilanza privata si è registrato un significativo aumento della CIG straordinaria,

Dettagli

Quadro sociale - Campania e Italia 2011

Quadro sociale - Campania e Italia 2011 Quadro sociale - Campania e Italia 2011 Quadro generale TERRITORIO POPOLAZIONE * OCCUPATI * PORTAFOGLIO AZIENDE** Campania 5.819.299 1.567.239 239.245 Italia 60.328.235 22.967.244 3.343.815 *Fonte: ISTAT

Dettagli

Boschi alti Impianti di arboricoltura da legno Aree temporanemente prive di soprassuolo. Totale Impianti di arboricoltura da legno

Boschi alti Impianti di arboricoltura da legno Aree temporanemente prive di soprassuolo. Totale Impianti di arboricoltura da legno Tabella 5.39 - Estensione delle categorie inventariali del Bosco, ripartite per appartenenza a parchi naturali Boschi alti Impianti di arboricoltura da legno Aree temporanemente prive di soprassuolo Totale

Dettagli

Redditi Irpef e Toscana nel 2014 (anno d imposta 2013)

Redditi Irpef e Toscana nel 2014 (anno d imposta 2013) Settore Sistema Informativo di Supporto alle Decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Redditi Irpef e nel 2014 (anno d imposta 2013) SINTESI Redditi Irpef e nel 2014 La seguente presentazione offre una

Dettagli

OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO

OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO OCCUPAZIONE ITALIANA E STRANIERA A CONFRONTO QUALI LE DINAMICHE DAL 2008 AL 2009 STUDIO DELLE DIFFERENZE ASSOLUTE DEGLI OCCUPATI Distinzioni per Posizione nella professione Classi di età Genere Macroarea

Dettagli

I principali risultati

I principali risultati FINANZA LOCALE: ENTRATE E SPESE DEI BILANCI CONSUNTIVI (COMUNI, PROVINCE E REGIONI). ANNO 2014 1 I principali risultati 1 Comuni Nel prospetto 1 sono riportati i principali risultati finanziari di competenza

Dettagli

A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi

A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi PAGAMENTO DEI DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE - Il decreto di allentamento del Patto di stabilità interno per 200 milioni di euro (attuazione dello Sblocca Italia) A cura della Direzione Affari Economici

Dettagli

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012 Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata Anno 2012 Premessa Nel settore della vigilanza privata il 2012 è stato un anno di record per gli ammortizzatori sociali, in particolare per

Dettagli

Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni (valori nominali in migliaia di lire)

Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni (valori nominali in migliaia di lire) Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni -1999 - (valori nominali in migliaia di lire) 35... 3... 25... 2... 15... à montane 1... 5... 1998 1999 Grafico 2 - Enti locali Contributi erariali

Dettagli

Dati statistici sull energia elettrica in Italia Nota di sintesi CRESCE LA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2015: +2,0%

Dati statistici sull energia elettrica in Italia Nota di sintesi CRESCE LA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2015: +2,0% Dati statistici sull energia elettrica in Italia - 2015 Nota di sintesi CRESCE LA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2015: +2,0% I dati definitivi sul bilancio elettrico del 2015 fanno registrare un aumento del

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 CE.S.I.L. RE Centro Studi Infortuni sul lavoro Reggio Emilia, 2//2016 Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro a cura del Centro Studi Infortuni sul Lavoro di Conflavoro Pmi Reggio Emilia

Dettagli

Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno 2013

Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno 2013 Il ricorso alla Cassa Integrazione Ordinaria, Straordinaria ed in Deroga Anno CIGO e CIGS e CIG in Deroga CIGO CIGS Il numero di ore di cassa integrazione ordinaria, straordinaria ed in deroga complessivamente

Dettagli

Crediti in sofferenza e aste immobiliari

Crediti in sofferenza e aste immobiliari Crediti in sofferenza e aste immobiliari Italia, Aprile 2015 SOFFERENZE BANCARIE E ASTE IMMOBILIARI Settembre www.osservatorioimmobiliaredigitale.it Copyright - Tutti i diritti sono riservati Sommario

Dettagli

Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN

Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN AFFLUENZA ALLE URNE DEI GENITORI E DEGLI STUDENTI PER LE ELEZIONI DEGLI ORGANI COLLEGIALI

Dettagli

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI: DATI REGIONALI

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI: DATI REGIONALI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI: DATI REGIONALI P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it info@datagiovani.it CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI: DATI REGIONALI Il primo

Dettagli

Grafico 1 - Numero e importo dei bandi di gara pubblicati per mese. Fonte: CRESME Europa Servizi

Grafico 1 - Numero e importo dei bandi di gara pubblicati per mese. Fonte: CRESME Europa Servizi Grafico 1 - Numero e importo dei bandi di gara pubblicati per mese 7.000 1.800 6.000 1.600 1.400 Importo (Meuro) 5.000 4.000 3.000 1.200 1.000 800 Numero 2.000 600 400 1.000 200 0 gen-11 feb-11 mar-11

Dettagli

IMPRESE: IN CALO GLI IMPIEGHI BANCARI, AUMENTA IL RISCHIO USURA

IMPRESE: IN CALO GLI IMPIEGHI BANCARI, AUMENTA IL RISCHIO USURA IMPRESE: IN CALO GLI IMPIEGHI BANCARI, AUMENTA IL RISCHIO USURA A seguito delle difficoltà in cui versano molte banche italiane, nell ultimo anno (maggio 2016 sullo stesso mese del 2015) gli impieghi bancari

Dettagli

FEDERAZIONE REGIONALE PENSIONATI TOSCANA GLI INTERVENTI E I SERVIZI SOCIALI DEI COMUNI A SOSTEGNO DELLA POPOLAZIONE ANZIANA IN TOSCANA

FEDERAZIONE REGIONALE PENSIONATI TOSCANA GLI INTERVENTI E I SERVIZI SOCIALI DEI COMUNI A SOSTEGNO DELLA POPOLAZIONE ANZIANA IN TOSCANA FEDERAZIONE REGIONALE PENSIONATI TOSCANA GLI INTERVENTI E I SERVIZI SOCIALI DEI COMUNI A SOSTEGNO DELLA POPOLAZIONE ANZIANA IN TOSCANA SETTEMBRE 2009 Il lavoro si inserisce nell ambito delle attività dell

Dettagli

GLI EFFETTI DELLA CRISI SULLE IMPRESE DI COSTRUZIONI

GLI EFFETTI DELLA CRISI SULLE IMPRESE DI COSTRUZIONI GLI EFFETTI DELLA CRISI SULLE IMPRESE DI COSTRUZIONI Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio 2016 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi ESTRATTO

Dettagli

Ufficio Studi. Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche

Ufficio Studi. Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche Ufficio Studi Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche Il report è stato

Dettagli

INDICATORI DI DISAGIO ECONOMICO SOCIALE

INDICATORI DI DISAGIO ECONOMICO SOCIALE INDICATORI DI DISAGIO ECONOMICO SOCIALE DISAGIO ECONOMICO: LE REGIONI PIU COLPITE Chi ha il punteggio più alto è stato meno colpito. Dato medio ITALIA = 100 DISAGIO ECONOMICO POSIZIONE REGIONI (punteggio

Dettagli

CASSA INTEGRAZIONE METALMECCANICI GENNAIO 2010 E CONFRONTO TRA VOLUMI TOTALI 2009 E 2008

CASSA INTEGRAZIONE METALMECCANICI GENNAIO 2010 E CONFRONTO TRA VOLUMI TOTALI 2009 E 2008 Federazione Impiegati Operai Metallurgici nazionale corso Trieste, 36-00198 Roma - tel. +39 06 852621 - fax +39 06 85303079 www.fiom.cgil.it - e-mail: protocollo@fiom.cgil.it UFFICIO SINDACALE CASSA INTEGRAZIONE

Dettagli

Indici ISTAT dei prezzi a consumo per le famiglie di operai ed impiegati per l'aggiornamento tariffa prestazioni piani pluriennali di attuazione, compensi per prestazioni relative alla legge 818/1984 e

Dettagli

Nel Mez zo g i o r n o

Nel Mez zo g i o r n o OCCUPAZIONE: LE CIFRE DEL DISAGIO Nel Mez zo g i o r n o le pro s p e t t i ve occupazionali - secondo lo Sv i m ez - restano scarse soprattutto per i giovani che re g i s t r a vano a gennaio un tasso

Dettagli

Diminuiscono le rimesse degli immigrati. 1,3 miliardi in meno nel 2013.

Diminuiscono le rimesse degli immigrati. 1,3 miliardi in meno nel 2013. Diminuiscono le rimesse degli immigrati. 1,3 miliardi in meno nel 2013. Fondazione Leone Moressa. Comunicato stampa del 18 aprile 2014 In termini macro economici, le rimesse dei migranti costituiscono

Dettagli

LA RICOGNIZIONE DELLE OPERE PUBBLICHE CANTIERABILI. In collaborazione con

LA RICOGNIZIONE DELLE OPERE PUBBLICHE CANTIERABILI. In collaborazione con LA RICOGNIZIONE DELLE OPERE PUBBLICHE CANTIERABILI In collaborazione con 29 aprile 2015 L urgenza di investire in progetti per migliorare la qualità della vita 2 IL TERRITORIO ITALIANO È CARATTERIZZATO

Dettagli

Il lavoro interinale nel primo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL

Il lavoro interinale nel primo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL [ 2010] Il lavoro interinale nel primo trimestre 2010 attraverso i Dati INAIL SINTESI Nel primo trimestre del 2010 il numero di lavoratori che hanno svolto almeno una missione di lavoro interinale (assicurati

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO NOVEMBRE 2015

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO NOVEMBRE 2015 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO NOVEMBRE 2015 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo novembre 2015 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA RAPPORTO 2016

LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA RAPPORTO 2016 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA RAPPORTO 2016 XXXVII Conferenza scientifica annuale AISRe Il finanziamento degli investimenti degli Enti locali e territoriali: gli strumenti ed il loro utilizzo Ancona,

Dettagli

I NUOVI RAPPORTI DI LAVORO DIPENDENTE IN FVG NEL 2015 (gennaiodicembre)

I NUOVI RAPPORTI DI LAVORO DIPENDENTE IN FVG NEL 2015 (gennaiodicembre) 18 febbraio #lavoro Rassegna stampa TG3 RAI FVG 16feb2016 Messaggero Veneto 17feb2016 Il Piccolo 17feb2016 Il Gazzettino 17feb2016 I NUOVI RAPPORTI DI LAVORO DIPENDENTE IN FVG NEL 2015 (gennaiodicembre)

Dettagli

In occasione. di lavoro Senza mezzo. di trasporto 32 In itinere. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. di trasporto 144. Con mezzo di.

In occasione. di lavoro Senza mezzo. di trasporto 32 In itinere. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. di trasporto 144. Con mezzo di. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/08/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

I nuovi rapporti di lavoro in FVG nel 2016 (gennaio-novembre)

I nuovi rapporti di lavoro in FVG nel 2016 (gennaio-novembre) 20 gennaio #lavoro Rassegna stampa TG3 RAI FVG 19gen2017 Messaggero Veneto 20gen2017 Il Piccolo 20gen2017 Il Gazzettino 20gen2017 I nuovi rapporti di lavoro in FVG nel (gennaio-novembre) Nel i nuovi rapporti

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 7: aggiornamento al 8//7 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

Punto 5 dell ordine del giorno: A - Analisi della risposta all Invito per la presentazione di progetti di ricerca industriale

Punto 5 dell ordine del giorno: A - Analisi della risposta all Invito per la presentazione di progetti di ricerca industriale Punto 5 dell ordine del giorno: Informativa sulle azioni attivate A - Analisi della risposta all Invito per la presentazione di progetti di ricerca industriale Comitato di Sorveglianza 16 giugno 2010 Roma

Dettagli

Il SINAB è un progetto di: L AGRICOLTURA BIOLOGICA AL 31/12/2009 Tabella 1 Numero operatori per tipologia e regione TOTALE. Var.

Il SINAB è un progetto di: L AGRICOLTURA BIOLOGICA AL 31/12/2009 Tabella 1 Numero operatori per tipologia e regione TOTALE. Var. Il SINAB è un progetto di: Tabella 1 Numero operatori per tipologia e regione produttori esclusivi preparatori esclusivi importatori esclusivi produttori / preparatori produttori / preparatori / importatori

Dettagli

LA SOMMINISTRAZIONE IN ITALIA

LA SOMMINISTRAZIONE IN ITALIA LA SOMMINISTRAZIONE IN ITALIA Stime anno 2004 Numero %.le Rapporti di lavoro/missioni instaurati nell'anno 1.060.000 Rapporti di lavoro/missioni attivi nell'anno (1) 1.180.000 Media rapporti di lavoro/missioni

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI LO STOCK ABITATIVO IN ITALIA

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI LO STOCK ABITATIVO IN ITALIA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI LO STOCK ABITATIVO IN ITALIA 5 Maggio 2015 INDICE SINTESI... 3 ABITAZIONI... 4 ABITAZIONI OCCUPATE DA PERSONE RESIDENTI... 6 POPOLAZIONE E FAMIGLIE... 9 ABITAZIONI

Dettagli