Anno III - Numero 4 Settimanale della Scuola Superiore di Giornalismo della Luiss Guido Carli 4 Febbraio Reporter. nuovo IL FATTO DESNUDO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno III - Numero 4 Settimanale della Scuola Superiore di Giornalismo della Luiss Guido Carli 4 Febbraio 2010. Reporter. nuovo IL FATTO DESNUDO"

Transcript

1 Reporter Anno III - Numero 4 Settimanale della Scuola Superiore di Giornalismo della Luiss Guido Carli 4 Febbraio 2010 Regionali Lazio I manifesti invadono Roma Moneta alternativa Col bancomat al mercato Peggio del Gabon? Piccolo paese grandi contrasti 15 anni di meno Vale per tutti l età scontata? IL FATTO DESNUDO IL LOOK DI MONICA SETTA SUL TG2 RILANCIA LE SEXY CONDUTTRICI

2 Politica Verso le elezioni. Forze politiche in campo con budget milionari e strategie diverse Sui muri di Roma domina la Polverini Ma Emma Bonino punta sul web e invita gli elettori a tenere pulita la città Tommaso Rodano Aumenta la temperatura del termometro politico, mentre si entra nel vivo della campagna per l elezione del consiglio regionale del Lazio prevista il 28 e 29 marzo. E come succede ad ogni appuntamento elettorale, i muri di Roma sono presi d assalto dai manifesti dei candidati. L impressione che si ottiene osservando la città già tappezzata da tonnellate di carta stampata è che i partiti abbiano disponibilità finanziarie enormi per sostenere una pubblicità così massiccia. Il merito di tanto sfarzo va attribuito a una legge particolarmente generosa approvata dal parlamento italiano nel 2002, la quale stabilisce il diritto al rimborso di un euro per voto ricevuto per ogni partito che abbia raggiunto la soglia minima dell uno percento. Ecco spiegato, per esempio, come le due principali formazioni italiane, il Pdl e il Pd, abbiano ricevuto rispettivamente 206 e 85 milioni di euro a fronte delle spese di 53 e 18 milioni per le ultime politiche, dati della Corte dei Conti alla mano. Non sorprende, allora, che Roma sia sommersa da valanghe di manifesti. Quelli di Renata Polverini, aspirante governatrice del centrodestra, sono in circolazione da diverse settimane e sono per la maggior parte abusivi. Si è già discusso dell allusione poco elegante all affaire Marrazzo contenuto nelle sue prime affissioni. Ma i suoi nuovi poster non hanno suscitato meno polemiche. Per esempio, alcuni maliziosi osservatori hanno notato un particolare della fotografia della Polverini che ha invaso le strade di Roma: dal polso della sindacalista è scomparso un rolex da tremila euro, presente invece nella prima versione della stessa immagine. Per non parlare del logo rosso della sua lista civica: oltre a suscitare più di una perplessità di natura cromatica negli alleati, è stato accusato di plagio per la sua somiglianza con quello di Sinistra Democratica. L affissione abusiva è un fardello che sta diventando insopportabile per la città e il ALLE RADICI DI RENATA NELL INCONTRO ALL EUR PER LE CANDIDATURE Scritte in gotico e slogan da destra sociale Assieme ai vessilli tricolore e agli striscioni in carattere gotico, sventolano bandiere rosse nella sala stracolma del Palazzo dei Congressi dell Eur. Ma attenzione: sono del Popolo di Roma, movimento della destra radicale capitolina. La cerimonia che dà il via alla campagna elettorale del consigliere regionale del Pdl Pietro Di Paolo ha due officianti d eccezione: il sindaco Alemanno e la candidata alla presidenza del Lazio Renata Polverini. I militanti hanno risposto gremendo il palazzo; molti sono stati costretti a rimanere in piedi sulle scalinate, altri, rimasti fuori, seguono gli interventi attraverso i monitor e gli altoparlanti. E una dimostrazione della vitalità dei militanti della destra sociale: ancora galvanizzati dalla storica vittoria di Alemanno, ora assaporano la prospettiva di piazzare una loro donna alla presidenza della regione. Un entusiasmo che si riflette nelle immagini del video introduttivo dell evento, nel quale si vede il sindaco della capitale in festa sotto al Campidoglio e la scritta: abbiamo preso Roma, ora riprendiamoci il Lazio. Renata Polverini è espressione di questo gruppo dirigente romano che sull onda dei successi politici locali coltiva MANIFESTI La campagna elettorale per l appuntamento del 28 e 29 marzo invade tutti gli spazi della città: molti sono abusivi e non risparmiano nemmeno le panchine delle fermate dell autobus ambizioni di ribalta nazionale. Ha il compito di tenere unite le anime divergenti della destra post missina: quella più radicale, garante dell alleanza con Storace nel Lazio, e quella moderata e liberale che fa capo a Gianfranco Fini. Impresa non facile: il suo background di sindacalista e alcune esternazioni eccessivamente progressiste in materia di lavoro e coppie di fatto hanno lasciato perplesso più di un elettore conservatore. Ma per la destra romana è un momento storico, per la prima volta ha la possibilità di concentrare governo nazionale, regionale e capitolino. Un occasione troppo ghiotta: il richiamo del potere appiana le differenze politiche. T. R. comune di Roma ha promesso un impegno speciale per tutto il periodo precedente alle elezioni: un dispiegamento straordinario di pattuglie dell Ama (diciotto notturne e quattro diurne) con il compito di monitorare l affissione dei manifesti e di rimuovere quelli abusivi. Nel frattempo però alcuni gruppi di cittadini hanno cominciato a fare da sé: diciotto associazioni di quartiere si sono unite nella campagna Adotta un muro al fine di ripulire le zone maggiormente mortificate dall attacchinaggio illegale, mentre altri gruppi, raccolti attorno ai blog Riprendiamoci Roma e Degrado Esquilino, sono passati dalle parole ai fatti, realizzando una nottata di defissione organizzata tra piazza Magnanapoli e via IV Novembre. Nel contesto di malcostume diffuso a cui si assiste in questi periodi, ha meritato un plauso la scelta di Emma Bonino, candidata del centrosinistra, di adottare una strategia politica diversa. Cambiamo metodo e abitudini: non imbrattiamo il nostro territorio con i manifesti ha promesso presentando il suo comitato elettorale. Addobbate piuttosto i vetri delle vostre auto, delle vostre case, le vostre biciclette: sul nostro sito metteremo a disposizione immagini del formato adatto. La campagna elettorale lanciata dalla radicale si chiama open party : l idea è di aprire al pubblico una piazza virtuale sul web per seguire gli appuntamenti della campagna elettorale in diretta su internet. Una comunicazione che punta su strumenti meno statici del classico manifesto, con buona pace del decoro delle strade del Lazio. Stefano Petrelli Massimo D Alema è già al lavoro. Dopo essere stato nominato Presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della repubblica e dopo aver smentito chi vedeva nel incarico un ritiro temporaneo dalla politica attiva, l ex presidente del consiglio ha dato il via alla sua nuova attività mercoledì 3 febbraio. Sotto esame ci sono i procedimenti in corso presso gli uffici giudiziari di Perugia e di Milano. Il primo è quello a carico dell ex capo della sezione operativa del Sismi (oggi Aise) Marco Mancini, accusato in concorso con Tavaroli per il Già al lavoro Massimo D Alema al vertice del Comitato per il controllo dei Servizi Caso Pollari e Telecom i primi nodi caso Telecom-Pirelli in merito al dossieraggio illegale. L altro procedimento è relativo alla richiesta da parte della procura della Repubblica di Perugia del rinvio a giudizio dell ex direttore del Sismi Niccolò Pollari e dell ex funzionario Pio Pompa, accusati di peculato, per aver costituito un archivio illegale con fondi e mezzi dei servizi segreti militari, senza alcuna utilità per attività istituzionali. Su entrambe le inchieste la presidenza del consiglio ha apposto il segreto di Stato. Ma quali sono i poteri ed il funzionamento del Comitato? Il Copasir è un organo del parlamento italiano, composto da cinque deputati e cinque senatori, nominati dal presidente della camera e da quello del senato ed ha funzione di controllo sui Servizi segreti. Il Presidente viene eletto tra i componenti appartenenti ai gruppi parlamentari dell opposizione, per precisa disposizione di legge. Il Comitato può intervenire in materia di conferma dell apposizione del segreto di Stato da parte del presidente del consiglio che, in ogni caso di conferma dell apposizione di tale segreto, è tenuto a dare comunicazione al Copasir, il quale, qualora la ritenesse infondata, riferisce a ciascuna delle camere per le conseguenti valutazioni. Per l esercizio delle proprie funzioni di controllo, il Comitato può procedere all audizione di soggetti titolari di informazioni ritenute di interesse, tra cui il presidente del consiglio dei ministri, il Ministro o il sottosegretario preposto al coordinamento dei servizi di informazioni e sicurezza, i Ministri che fanno parte del Comitato interministeriale per la sicurezza della repubblica (Cisr) e i responsabili di vertice dei Servizi segreti (Dis, Aise, Aisi). Il Comitato ha anche il potere di disporre le audizioni di chiunque, facente parte o estraneo al Sistema di informazione per la sicurezza, sia ritenuto in grado di fornire elementi di informazione, ferma restando la facoltà del presidente del consiglio dei ministri di opporsi per giustificati motivi. Nel caso di riscontrate violazioni delle norme che regolano l attività di informazione della sicurezza, il Copasir informa il presidente del consiglio e riferisce ai presidenti delle due camere. Il Comitato, inoltre, presenta annualmente una relazione al parlamento sulla propria attività, al quale può presentare anche informative o relazioni urgenti. D Alema è il terzo Presidente del Copasir, che dopo la sua istituzione, avvenuta con la legge 124 del 3 agosto il 2007, ha sostituito il Copaco, Comitato parlamentare di controllo sui Servizi segreti. 2 4 Febbraio 2010 Reporter

3 Politica Nella ex sede del Manifesto si installerà l associazione Democratica, nuova iniziativa di Veltroni Walter sceglie il rosso Ferrari Ecco chi dovrebbe andare con l ex segretario del Pd in via Tomacelli Giacomo Perra Appena oltre l ingresso dello stabile, dei cartelli in piedi sull asfalto segnalano lavori in corso. Sul citofono, un foglio bianco sostituisce una delle stringhe della pulsantiera; c è scritto: Cassa di compensazione e garanzia, 3 piano. Il portiere avverte: Al terzo piano non c è nessuno. E tutto chiuso da tre mesi. Fino a due anni fa, in quelle stesse stanze, dove ora si fa di conto e si discute di azioni e mercati, lavorava la redazione del manifesto. Ci saranno stati quasi trent anni, ricorda il portiere con la malcelata soddisfazione di chi sa più del suo interlocutore. Ora da queste parti a sventolare la bandiera rossa è rimasto giusto il negozio Ferrari, un numero civico più in là. E qui dal 2003; il rosso vincente dello sport che scaccia quello ormai sbiadito della politica. Eppure, proprio nella vecchia casa del manifesto, al numero 146 della centralissima Via Tomacelli, sarà un po il caso, un po il destino, qualcosa di sinistra è rimasto. Magari non sarà a tinta unita, ora che il rosso è accompagnato, nel simbolo, dal bianco e dal verde del tricolore; sarà pure in cantiere, però, presto, potrebbe diventare una realtà. Sì, perché, fra non molto, (non si conoscono ancora i tempi), in uno dei tanti interni dell edificio già caro a Luigi Pintor e a Rossana Rossanda, porrà le tende la nuova associazione dell ex segretario del Partito democratico Walter Veltroni. Si chiamerà Democratica e segnerà il ritorno in politica dell ultimo grande sconfitto del centro - sinistra, dimessosi dalla guida del partito il diciassette febbraio del 2009, all indomani della debacle delle regionali sarde, ultimo avamposto caduto in mani nemiche nella guerra a distanza con il Popolo della Libertà di Silvio Berlusconi. L indiscrezione è riportata dal settimanale L Espresso che indica nelle persone dell economista Michele Salvati, docente WALTER Una curiosa espressione dell ex segretario del Partito democratico Veltroni di Economia politica all Università Statale di Milano e deputato Ulivo nella tredicesima legislatura, e del politologo Salvatore Vassallo, eletto alla Camera per il Pd nel 2008, i collaboratori del progetto a venire. Non a caso due fedelissimi dell ex leader Pd. Il primo, teorico della prima ora e in tempi non sospetti, insieme a Nino Andreatta, della costruzione di un partito riformista di sinistra sul modello dei Democratici statunitensi; il secondo, giovane e valente pupillo del Walter nazionale, nominato nel 2007, proprio per sua autorevole intercessione, presidente della Commissione per lo Statuto del Pd, eletta dall Assemblea Costituente Nazionale del partito. Un pranzo con Arturo Parisi, consumato al ristorante della Camera qualche giorno fa, avrebbe rinsaldato in Veltroni la prospettiva di un impegno attivo, di una nuova discesa in campo, tanto per utilizzare una metafora inflazionata nel linguaggio politico. Come ai bei tempi dell Ulivo, si tratterebbe di riproporre con il contributo di tutte le forze di sinistra, compreso Di Pietro con l Italia dei Valori, quel patrimonio di idee dispersosi solo l anno scorso tra mille sconquassi interni, sanzionati irrimediabilmente dal voto degli elettori. Un dejavù pericoloso che comunque non sembra preoccupare Veltroni. Walter è convinto di farcela e per nutrire la sua creatura è alla ricerca di alleanze e sponsor; sa di poter contare, in ogni caso, su una folta schiera di illustri sostenitori: attori, cantanti, intellettuali; insomma tutto quel nutrito parterre de roi che l aveva sostenuto alle politiche del In più la porta è aperta ai professionisti dell imprenditoria e al mondo del volontariato. Senza dubbio, l avvento di Democratica si pone in sintonia con lo stato di confusione di cui è preda il Pd targato Bersani. Un partito litigioso e più diviso che mai ogni giorno che passa. Non che quello veltroniano fosse immune da peccati ma il corso 2009 è riuscito a batterlo. Correnti e correntine si combattono strenuamente, associazioni e fondazioni spuntano come funghi. E adesso c è Veltroni ad accrescere i galli nel pollaio. Come se non bastassero le beghe degli ultimi tempi; dal caso Delbono, l ex sindaco di Bologna dimessosi il 28 gennaio scorso in quanto indagato, dalla Procura del capoluogo emiliano, dei reati di peculato, truffa aggravata e abuso d ufficio, alle divisioni nel Lazio per le Regionali di fine marzo, i problemi non mancano mai. Ma, si sa, le vie del Pd sono infinite. Dove abitano i segretari. Come un gioco dell oca che riguarda tutti Il partito ha il trasloco facile Francesco Alfani I pacchi di penne, bandiere rosse e ritagli dell Unità accumulati negli anni nella sede del Pci, che Massimo D Alema e gli altri reduci del Bottegone si sono idealmente caricati sulle spalle nel 1998, hanno visto un buon numero di palazzi di Roma. Ma gli ex comunisti non sono stati gli unici a faticare nei traslochi, carichi dei pezzi della loro storia: insieme a loro, tanti uomini di partito italiani, certamente quasi tutti quelli di più vecchia generazione, negli ultimi vent anni hanno cambiato indirizzo. E hanno ogni volta lasciato le stanze vuote e le vecchie sedie ammucchiate nei corridoi delle segreterie, ognuna pronta per un destino diverso. La storia più interessante è quella del Pci, anche perché il pellegrinaggio degli ex comunisti ha radici lontane nel tempo, in quegli ultimi mesi del 1989 quando i ragazzi a Berlino Est picconavano il muro e anche Achille Occhetto alla Bolognina dava le sue martellate a un partito in crisi di identità. Nonostante la svolta socialdemocratica del Pds Occhetto non cambiò sede della segreteria del partito, vissuto per anni con il peso ingombrante di quel nome, le Botteghe Oscure, che sembrava fatto apposta per spaventare gli italiani moderati e per evocare la fosca immagine di avamposto della Russia sovietica. C è voluto il liberal Walter Veltroni, segretario Ds, per abbandonare il Bottegone e operare un prudente trasferimento a via Palermo. Oggi la segreteria del Pd è a via Sant Andrea della Fratte, una sede nuova e anonima poco citata dai giornali, mentre al numero 5 di via delle Botteghe Oscure il destino ha fatto arrivare, con fin troppo facile ironia, il colosso angloamericano della consulenza aziendale Ernst&Young. In un residuo slancio di attaccamento al passato, i Democratici hanno conservato la sede di Rinascita, la storica libreria del Destini incrociati: il Pci ha abbandonato Botteghe Oscure e molti ex Dc sono finiti a via dell Umiltà partito, dove oggi Antonio Polito dirige il Riformista. La diaspora degli ex democristiani è stata non meno complicata; da piazza del Gesù Pierferdinando Casini e Franco Marini hanno seguito segretari, e strade, diverse, trovandosi alla fine più vicini in parlamento ma separati nella capitale, il primo a via Due Macelli, il secondo anche lui a Sant Andrea delle Fratte. Un bel pezzo dei politici della Prima Repubblica nel 1994 hanno imboccato prontamente via dell Umiltà per saltare sulla barca di Silvio Berlusconi, dove sono rimasti a remare per la causa di Forza Italia, prima, e del Popolo della Libertà, poi. Socialisti, democristiani e anche quasi tutti i dirigenti della destra transitata dal postfascismo ad Alleanza Nazionale. A Via della Scrofa, la vecchia sede del partito di Gianfranco Fini, restano le bacheche con le prime pagine del Secolo d Italia, e poco altro. Chi è rimasto sempre fedele alle proprie quattro mura è il Partito Radicale: Marco Pannella ha benedetto a Largo di Torre Argentina la sua Emma Bonino per le elezioni di marzo nel Lazio. E anche il Partito Repubblicano: nonostante sia passato in pochi anni dal centrosinistra al centrodestra, le lettere bianche, rosse e verdi del nome campeggiano imperturbabili sulla facciata della segreteria di Corso Vittorio Emanuele. SEDI Sopra la Segreteria della Democrazia Cristiana e sotto un adunata in via delle Botteghe Oscure, storica sede del Pci Reporter 4 Febbraio

4 Economia Il denaro si smaterializza. Carte di credito e ticket aziendali sono sempre più diffusi Ormai col bancomat anche al mercato In aumento i dati diffusi dalla banca d Italia. I vantaggi e i rischi Francesco Alfani Al popolare mercato di Ponte Milvio, a Roma Nord, capita già di trovare qua e là un Pos (Point of Sale), la macchinetta su cui strisciamo bancomat e carte di credito per pagare la spesa o il conto del ristorante. Un segno chiaro, al di là dei numeri, che le abitudini economiche degli italiani sono cambiate. Anche di quelli un po in là con gli anni, che quando vanno a fare la spesa ai banchi di frutta e verdura o dal macellaio di fiducia lasciano sempre più di frequente a casa il portamonete. Insomma, la moneta virtuale sostituisce la moneta reale, e il percorso sembra irreversibile. Tutto parte, come al solito, dagli Stati Uniti, che guidano il cambiamento, e sono lo specchio per capire come le cose si trasformeranno da noi. Un paese, gli Usa, dove il contante si tiene per pagare le mance al tassista o per pagare il biglietto dell autobus, e spesso nemmeno per quello. Il resto dei pagamenti si fa con le carte di credito o di debito (il bancomat), senza trasferimenti reali di moneta, ma attraverso pure scritture elettroniche. L Italia, con ritardo, sembra seguire questa strada. Le statistiche della Banca d Italia parlano così: il numero delle carte di credito è aumentato di quasi il 10 per cento tra il 2006 e il 2008; quello dei bancomat del 15 per cento. In totale, in Italia circolano oltre 52 mila strumenti di pagamento elettronico, che ogni italiano usa in media più di una volta a settimana. Solo con le carte di credito gli italiani hanno speso, nel 2008, 50 miliardi di euro, quasi 10 miliardi in più rispetto ad appena due anni prima. E ci sono anche strumenti più semplici, come i ticket aziendali, usati al bar o nei supermercati senza dover tirare fuori il portafoglio. Se il denaro si smaterializza, lo stesso fanno banche e assicurazioni; le polizze stipulate on line crescono ogni anno, così come i conti virtuali che spesso offrono sui soldi depositati tassi di interesse più alti di quelli garantiti dalle banche tradizionali. E gli italiani ricorrono sempre più spesso ai sistemi di home banking, la consulenza finanziaria individuale, che si svolge nella maggior parte MERCATO I commercianti si sono adeguati al fatto che gli italiani rinunciano sempre più spesso al borsellino e pagano con bancomat e carte di credito. Un abitudine che viene dagli Stati Uniti e che si sta imponendo anche qui da noi. Dobbiamo dire addio alle vecchie banconote? dei casi per via telefonica o telematica. I vantaggi della smaterializzazione del denaro sono molti; riduzione dei costi di emissione e di trasferimento delle banconote e delle monete metalliche, semplificazione delle transazioni, minori pericoli legati al possesso materiale della moneta (smarrimenti e soprattutto furti). Tuttavia ci sono anche dei rischi. I sistemi di pagamento virtuale, e quelli on line in particolare, hanno dimostrato di essere poco sicuri. Le forme di protezione dei dati personali attivate dai siti commerciali non riescono ad evitare che l acquirente si ritrovi all improvviso con la carta svuotata da uno smanettone neanche troppo bravo. Il secondo rischio, più di sostanza, riguarda il controllo sulla propria spesa che ciascuno di noi può effettuare. Usare gli strumenti di pagamento virtuali incentiva la spesa e riduce la propensione al risparmio, se è vero che gli americani, quelli che le carte di credito le usano più di tutti, sono anche i più indebitati con banche e altri istituti di credito. I commercianti hanno le loro riserve, e spesso accettano malvolentieri di non essere pagati in contanti. Alcuni non vogliono proprio sentir parlare di carte di credito, altri mettono un tetto massimo ai ticket che i clienti possono spendere nei loro negozi. E c è anche una ragione economica per questo: su ogni operazione di questo tipo le banche e le società di emissione trattengono una percentuale, anche se piccola (per i ticket siamo tra il 6 e il 10 per cento del totale). Insomma: anche se stropicciato, il vecchio pezzo di carta ha motivo di continuare a riempirci (volentieri) le tasche. Aste giudiziare: beni mobili e immobili a prezzi stracciati. Come al Monte di Pietà Affari d oro con i fallimenti Stefano Silvestre Un furgone Iveco del 2005 a euro, una Citroen Xsara del 1998 a poco più di 100. Una Cadillac sport luxury full-option a 24mila euro e una Chevrolet Corvette a metà prezzo. E ancora, l intero inventario di un negozio di videogiochi a euro, gru e macchinari edilizi a poco meno di Sono solo alcuni dei beni mobili destinati alle aste giudiziarie, visibili sul sito del tribunale di Milano. Molto presto saranno battuti all asta direttamente in tribunale o da uno dei gestori online concessionari del Ministero della giustizia e incaricati di organizzare la vendita dei beni. Le modalità di pubblicazione degli avvisi di vendita sono definite dalla legge 14 maggio 2005 n. 80. L articolo 490 del Codice di procedura civile prevede che in caso di vendita all asta di oggetti e immobili derivanti da un atto esecutivo, venga pubblicato un avviso contenente tutti i dati di pubblico interesse. L avviso deve essere affisso per tre giorni consecutivi nell albo dell ufficio giudiziario davanti al quale si svolge il procedimento esecutivo. Tutti i materiali provengono da fallimenti di aziende che operano nei settori più disparati, dall informatica all edilizia, fino all alimentare. E gli immobili? Le case rappresentano la più grossa fetta del mercato delle aste giudiziarie e gli affari non mancano. Un appartamento in pieno centro a Roma parte da una base d asta di 400 mila euro, un locale per bar a Piazza Mazzini a mezzo milione. Una villa all Olgiata su due livelli a poco più di 300 mila euro. L affare potrebbe essere dietro l angolo. Anche a Milano le aste sugli immobili la fanno da padrone e una lussuosa villa di tre piani a Corso Turati, del valore di milioni di euro, parte solo da A Porta Sempione, si può trovare un appartamento di 200 metri quadri con poco più della metà. Una villa all Olgiata su due livelli a poco più di euro, una in pieno centro a Roma Prezzi vantaggiosi dunque, ma che fino a ieri non erano per tutti. Per comprare alle aste giudiziarie serviva infatti la dritta giusta, bisognava controllare minuziosamente le affissioni ai palazzi di giustizia o cercare gli introvabili fogli di annunci legali. Ora, dopo l iniziativa del tribunale di Milano, partita nel settembre scorso, sembra che davvero chiunque potrà avere la possibilità di accaparrarsi beni mobili e immobili a basso prezzo partecipando a un asta. Dopo aver deciso cosa acquistare, bisogna versare tramite carta di credito o bonifico una cauzione e fare la propria offerta d acquisto. La gara dura 15 giorni durante i quali è sempre possibile seguire online l andamento della competizione e intervenire con nuove offerte. Sembra, si è detto, perché fino ad oggi i noti squali delle aste vedi Monte di Pietà a Roma non rendono la vita facile a chi, per la prima volta, si affaccia nel mondo delle vendite giudiziarie. Le nuove normative dovrebbero aumentare la trasparenza e porre un freno ai furbetti che, tramite una rete di imbeccate e suggerimenti, a volte di commessi compiacenti, riescono a sapere dove e quando saranno battute le aste migliori. Stavolta chi crede di poter fare il furbo, tirando bidoni come nelle aste tra i privati, dovrà stare attento: si rischia la galera. COME FUNZIONA LA VENDITA FORZATA All incanto vanno tutti ma il debitore resta fuori Le aste giudiziarie sono uno strumento per attuare la vendita forzata di un bene. La legge prevede che, se un privato o una società sono gravati da debiti insoluti, i loro beni possano essere oggetto di vendita forzata. Viene, così, permesso ai creditori di assicurarsi il soddisfacimento del loro avere e all acquirente di ottenere i diritti sul bene che spettavano a colui che ha subito l espropriazione, fatti salvi gli effetti del possesso di buona fede. Il codice di procedura civile, all art. 579, prevede che ognuno, eccetto il debitore, è ammesso a fare offerte all incanto. Non è prevista la necessità della rappresentanza tecnica. Le offerte, infatti, possono essere fatte personalmente o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. Esistono due ipotesi di vendita: senza incanto e all incanto. Nella prima, l offerta è depositata in busta chiusa in Cancelleria. Se viene stabilito che la cauzione debba esser versata tramite assegno circolare, esso andrà inserito nella busta. L offerta è irrevocabile salvo che il giudice non disponga la gara tra gli offerenti sull offerta più alta. Nella vendita con incanto, la cauzione viene restituita integralmente, dopo la chiusura dell incanto, se l offerente non diviene aggiudicatario del bene. Nell ipotesi in cui, però, questi non abbia partecipato affatto all incanto, la cauzione viene restituita solo nella misura dei nove decimi dell intero. L art. 490 prevede l obbligo di pubblicazione dell avviso di vendita, dell ordinanza del giudice e della relazione di stima su appositi siti internet almeno quarantacinque giorni prima del termine per la presentazione delle offerte o della data dell incanto. Stefano Silvestre 4 4 Febbraio 2010 Reporter

5 Mondo Con Jamila Mascat di Internazionale un analisi sulle attuali condizioni del Gabon Un piccolo paese pieno di contrasti Il confronto con l Italia stimolato dal rapporto della Banca Mondiale Daniele Serio I numeri forniti dalla Banca Mondiale hanno messo in allarme i protagonisti della giustizia italiana, su tutti Vincenzo Carbone, Primo presidente della Corte di Cassazione il quale, in occasione dell inaugurazione dell anno giudiziario, ha affermato che la crisi della giustizia italiana ha conseguenze che si estendono alla fiducia dei cittadini e alla credibilità delle istituzioni democratiche. Siamo peggio del Gabon, ha concluso. Un paragone forte, provocatorio benchè basato sulle statistiche. Ma siamo sicuri che in Italia vada peggio che in Gabon? In effetti, secondo Doing Business, risolvere i contenziosi civili nel piccolo paese centrafricano è più facile che da noi ma il fenomeno della corruzione, soprattutto dei giudici, è molto diffuso. Ce lo ha confermato Jamila Mascat, giornalista di Internazionale ed esperta di paesi africani. Il dato è sorprendente. Il Gabon è uno dei paesi più corrotti del continente ha spiegato- E stato governato per oltre 40 anni da un autocrate terribile, Omar Bongo, che non è stato deposto né sconfitto ma, alla sua morte, gli è succeduto il figlio, Ali, in seguito ad elezioni molto contestate. Il potere politico - ha aggiunto Mascat- è sempre LE GRADUATORIE Tempi per recupero crediti nei paesi più industrializzati Posizione Tempi in giorni 6 Francia Germania Stati Uniti Cina Giappone Regno Unito Media Ocse Spagna Canada Italia I paesi del gruppo Italia 153 Gabon Guinea Bissau Sao Tome Principe Italia Gibuti Liberia Slovenia GABON Il neo presidente Ali Bongo stato gestito in maniera personalistica. E poi se la giustizia è più rapida credo sia dovuto al fatto che in Gabon hanno pochi processi. Di sicuro, il presidente sta inviando segnali importanti di rinnovamento: la nomina di un governo ristretto, composto da appena 29 ministri, e la rimozione di alcuni baroni del vecchio regime sostituiti da giovani provenienti dalla società civile, possono essere considerati una scossa quasi rivoluzionaria per una nazione in cui da decenni la situazione è di totale immobilismo. Ali Bongo, però, dovrà far dimenticare il modo poco limpido in cui è stato eletto e i facili arricchimenti della vecchia classe dirigente, dando risalto ai problemi dei più poveri, come i bassissimi salari. Nonostante il Gabon abbia uno dei più alti redditi pro capite dell Africa, rimane - secondo la Mascat- il problema della diseguale distribuzione della ricchezza. In questo momento, il La ricerca di Doing Business fornisce i parametri regolatori per intraprendere un attività economica: come ottenere i permessi di costruzione, l impiego dei lavoratori, la registrazione delle proprietà, il credito, il pagamento delle tasse, il commercio entro i confini nazionali, il rispetto dei contratti.si parte da una premessa fondamentale: in economia servono regole chiare. Significa, quindi, stabilire con certezza i diritti sulle proprietà e cercare di ridurre i costi per la risoluzione delle controversie. Si tratta di precetti volti a incrementare il grado di prevedibilità delle interazioni economiche e proteggere i partners contrattuali da ogni abuso. Il progetto Doing Business racchiude due tipologie di dati. Il primo viene estratto dalla lettura di leggi e regolamenti. Il secondo considera tempo e indicatori di movimento che misurano l efficienza nel raggiungere un obiettivo regolatorio (come la garanzia dell identità legale di un business). Di solito, i governi reagiscono con diffidenza ai dati che vengono fuori da questo tipo di rapporti, mettendone in discussione la qualità e la rilevanza. paese si divide tra sostenitori del presidente, contenti della direzione che stanno prendendo le sue politiche e fiduciosi nel governo, e detrattori che non credono, invece, a un cambiamento duraturo. Il fronte unito contro Ali Bongo considera queste prime misure solo una facciata dietro cui si nasconde un immutata architettura del sistema. In ogni caso, investire in Italia è davvero difficile. Lo si ricava dal rapporto Doing Business redatto dalla Banca Mondiale che stima, tra le altre cose, l efficienza del sistema giudiziario di una nazione e le conseguenze che ricadono sulla sua economia. Si tratta di un dossier che le imprese di tutto il mondo utilizzano per trarre indicazioni utili riguardo ai paesi nei quali è più conveniente impiegare le proprie risorse finanziarie. Dall Italia, a quanto pare, è meglio stare alla larga. I nostri tempi processuali, infatti, vanno a passo di lumaca e non possono che scoraggiare gli operatori internazionali. A cominciare dai giorni necessari per recuperare un credito, fino ai per risolvere una causa civile davanti alla Corte d Appello. Altri ce ne vogliono per un processo di previdenza, per un processo in materia di lavoro non pubblico e 740 per uno pubblico. Il tutto accompagnato da un consistente spreco di denaro. Nel 2009, come nel 2008 quindi, l Italia figura in fondo alla classifica, al 156esimo posto (su 183 nazioni considerate) tra i paesi più rapidi in materia di giustizia civile. A dispetto di una media Ocse che si attesta al 31esimo posto. NEGOZIATI Gli Usa disposti a trattare con i talebani moderati Reporter Per quali motivi la strategia dell Occidente nei confronti dell Afghanistan Talebani moderati giovano agli Usa? Giacomo Perra Invisibili come fantasmi, nascosti da qualche parte tra le aride montagne del sud dell Afghanistan, eppure così presenti; anche la settimana scorsa alla Conferenza di Londra. Con i rappresentanti di circa 70 paesi impegnati a decifrare nelle loro imperscrutabili mosse il destino del paese asiatico e, insieme, della sicurezza mondiale. Sono i Talebani gli attori protagonisti della scena politica e mediatica internazionale. Ancora di più adesso che Hillary Clinton ha aperto definitivamente a una trattativa con la parte moderata, quella, per intenderci, disposta a sganciarsi da Al - Qaeda. Lo stesso Robert Gates, segretario alla Difesa dell amministrazione Obama, ha affermato che i Talebani fanno parte della storia politica afghana e quindi è necessario includerli nel processo politico complessivo. Il premier Karzai ha già approntato un piano di reintegro che prevede l allestimento di un fondo fiduciario di circa un miliardo di euro. Naturalmente sul groppone dei paesi occidentali che, pertanto, prima di impegnarsi, chiedono garanzie. Tra queste, la resa delle armi e l accettazione dei valori della Costituzione. D altro canto i Talebani chiedono che tutte le forze straniere si ritirino dall Afghanistan e senza nessun accordo riguardo al futuro del paese e alla sua forma di governo. Karzai si è spinto fino al punto di chiedere la loro presenza alla Loya Jirga, l assemblea degli anziani di prossima convocazione. L accordo sembra alla portata ma non si può commettere l errore, osservano gli analisti, di confondere la componente meno estremista con il mullah Omar e i suoi seguaci. Come potrebbe il cognato di Bin Laden, (ha sposato una sua sorella), rinnegare il legame con lo sceicco del terrore? Saltan Amir Tarar, eroe della resistenza ai russi negli anni Ottanta, capo istruttore del mullah e di una generazione di mujhaiddin e ora uomo di punta dell Isi, lo spionaggio pachistano, la fa facile: Al Qaeda non è un problema. Gli afgani non la vogliono, e se gli americani sono in buona fede, si troverà un accordo. Così sembrano affermare anche i sondaggi commissionati a dicembre dalle tv Bbc, Ard e Abc: il 90 per cento degli afghani preferisce il governo attuale all emirato di Omar. In realtà, e lo sostiene anche Tarar, la situazione è molto più complessa e la questione talebana si configura in più come centro di un inquietante guerra geopolitica che non coinvolge solo l Afghanistan. Americani e indiani afferma - vogliono trasformare il Pakistan in uno staterello irrilevante, in un altro Bhutan. Ma nessuno si faccia illusioni. Questa non è l Europa Orientale, che s inchinò all Armata Rossa. La nostra è gente povera, molto religiosa. Più la opprimete, più reagirà. 4 Febbraio

6 Cronaca Sempre più cartelloni pubblicitari. Anche Palazzo Venezia tutto impacchettato per restauri Dal fatidico balcone ora parla Belen L impegno di associazioni e assessorato. Il parere di Alberto Benzoni Paolo Riva Ieri Benito, oggi Belen. Poco più a sinistra del balcone di Palazzo Venezia dal quale il Duce nel 1940 annunciò l entrata in guerra, un gigantesco manifesto pubblicitario di una nota compagnia telefonica con l ammiccante soubrette Belen Rodriguez occupa oggi buona parte dell edificio ingabbiato dai ponteggi. É il simbolo di una Roma dove i cartelli pubblicitari, piccoli o grandi, autorizzati o abusivi, la fanno sempre più da padroni. In verità, la pubblicità di Palazzo Venezia è stata voluta dal Ministero dei Beni culturali per abbassare i costi dei restauri, ma la scelta non è la regola. Alla Normale di Pisa, per esempio, nonostante il vantaggio economico, rifiutarono di coprire con reclame un palazzo di Giorgio Vasari e lasciarono la sola riproduzione della facciata sopra le impalcature. Al di là dei restauri, però, il problema è più ampio e chiama in causa politiche comunali e installazioni abusive. È qualcosa di antico e complesso spiega Alberto Benzoni, vicesindaco socialista della capitale dal 76 al 81 e oggi presidente dell associazione Roma Nuovo Secolo. Per l abusivismo, in particolare, è troppo IN RESTAURO Palazzo Venezia circondato da impalcature e ricoperto da una riproduzione della facciata. Sulla parte destra dell edificio, però, campeggia un gigantesco manifesto pubblicitario con Belen Rodriguez: servirà ad abbattere i costi dei lavori difficile riscontrare la notizia di reato perché intervenga la magistratura e così la questione molto sentita dai cittadini rimane irrisolta. Numerosi, infatti, sono le segnalazioni, i comitati e le iniziative che si contano in città per protestare contro l eccessiva presenza di cartelloni che non solo attentano al decoro urbano, ma sono anche pericolosi per la sicurezza di guidatori e pedoni. Per Athos De Luca, consigliere d opposizione, è la peggior situazione di sempre: quella dei cartelli è una presenza ormai oppressiva. Per l assessore competente Davide Bordoni, invece, la giunta Alemanno sta facendo la sua parte. E la delibera 37 del Consiglio Comunale, che nel marzo scorso ha ridisciplinato la materia, sta dando riscontri positivi. Ha introdotto uno strumento utile alla regolamentazione del fenomeno -spiega l assessore alle attività produttive- come la banca dati delle aziende del settore: prima molte società non pagavano il canone di locazione, ora hanno sanato il loro debito nei confronti della municipalità. Il risultato, in un settore che secondo Benzoni ha sempre reso economicamente al di sotto delle sue possibilità, è stato un aumento degli introiti per il Comune. Con circa 32mila impianti pubblicitari censiti e più di 7mila abusivi scoperti (dati settembre 09), da otto milioni di euro incassati nel 2008, si è passati ai 19 dichiarati per l anno appena concluso. Il tutto in attesa dell entrata in vigore un piano regolatore, previsto per il 2011, che decida una volta per tutte dove e come fare pubblicità nella capitale senza pericoli o brutture. Intanto, prosegue lo sforzo per limitare gli abusivi con la task force dei vigili urbani che controlla e segnala i cartelloni non conformi al codice stradale (troppo vicini a semafori o incroci) e il raddoppio dell appalto per la loro rimozione. Inoltre, ha annunciato Bordoni, sono stati posizionati nella zona di Viale Aventino- Piazza Albania i nuovi impianti di colore grigio, realizzati in materiale eco-compatibile, con stemma e identificativo che in futuro saranno la tipologia standard per tutto il territorio cittadino. Uno sforzo che però non convince Athos De Luca, consigliere comunale Pd che si occupa del tema da tempo e che ha proposto una petizione contro il cartellone selvaggio di Alemanno. La logica seguita dall amministrazione ha dequalificato il mercato spiega. Le strutture pubblicitarie, in una città della bellezza di Roma, dovrebbero essere poche, belle e di alta qualità. Questo permetterebbe di salvaguardare sicurezza e decoro facendo comunque cassa. Senza contare che le rimozioni gestite in maniera centralizzata non sono efficienti: andrebbero affidate ai singoli municipi. In via petroselli solo poche file grazie al decentramento amministrativo L Anagrafe più snella funziona QUALI CERTIFICATI ALL ANAGRAFE E AI MUNICIPI Matrimonio nella sede centrale La residenza fa la differenza Francesco Salvatore Quello che per i romani è sempre stato il monumento della burocrazia è nel grosso edificio in laterizio rosso e ornamenti di marmo posizionato in un area in cui ci sono monumenti tra i più illustri di Roma: l Anagrafe di via Petroselli. Intorno, il Teatro Marcello, il Tempio d Ercole e il Tevere, poco più distante Bocca della Verità e Circo Massimo. Questo enorme palazzo, costruito nel 1937, figlio del periodo fascista, oggi non ne rappresenta più le complicate logiche. Il Comune di Roma nell arco degli anni lo ha affrancato dalla morsa burocratica attraverso un meccanismo di decentramento che ha permesso una più semplice relazione con i cittadini che devono fare i conti con questo monumento amministrativo. Adesso i diciannove municipi della capitale, hanno tutti al proprio interno un ufficio anagrafico che sbriga le pratiche che un tempo causavano file chilometriche nell Anagrafe comunale di via Petroselli. Come si entra si vede che i quattro piani del palazzo, hanno ancora l aria di un vecchio archivio. Solo il piano terra, più simile a un ufficio delle poste, è condiviso con gli uffici del primo municipio di Roma. All ingresso ecco il chiosco informativo e poco più in là un grande grafico che indica gli uffici dei diversi piani. Il corridoio di destra conduce al reparto denunce di morte dove, buon segno, gli sportelli non sono troppo affollati. Un altro avviso indica la sede dell ufficio relazioni con il pubblico: non c è gente in fila. Due impiegati dietro alle rispettive scrivanie indirizzano al secondo piano, direzione generale, per parlare con qualcuno. Grazie a un timbro digitale che autentica i documenti, in futuro sarà possibile scaricare da internet i certificati Il viaggio continua al primo piano, allo sportello estratti di nascita, ma solo per non residenti a Roma. È per questo motivo che dalla fila si sentono accenti non italiani e, delle persone in attesa, almeno la metà è straniera. Al secondo piano le stanze si moltiplicano e le etichette sulle porte indicano matrimoni religiosi celebrati in Roma, trascrizione matrimoni dall estero, ufficio divorzi, ufficio nascite, cittadinanza, giuramento cittadinanza. Davanti all ufficio prenotazione matrimoni civili una futura coppia di sposi prende il numeretto in attesa di essere ricevuta. È di 1200 euro la quota che dovrà pagare se non residente a Roma euro se la cerimonia è di sabato o di domenica. Davanti alla porta cittadinanza ci sono stranieri che aspettano il loro turno. Uno di loro, del Bangladesh, ha tutti i documenti ma poi dovrà prendere appuntamento per il giuramento di cittadinanza. Va comunque detto che la direzione generale conserva la vecchia ruggine di una burocrazia complicata: per poter parlare con un addetto c è bisogno di una richiesta scritta vidimata dall assessore all Anagrafe. Sarà lui, poi, a concedere o no l autorizzazione. Infine per spiegare come il Comune si stia muovendo viene ricordato che il 31 luglio del 2009 c è stata la firma di un protocollo d intesa tra Comune di Roma e Ministero dell Interno che sposterà ancora di più il confine tra amministrazione e cittadinanza a favore di quest ultima. Grazie a un timbro digitale per l autenticazione dei certificati anagrafici e di stato civile, in futuro si potranno scaricare i documenti direttamente dal portale del Campidoglio. All Anagrafe centrale Estratto di nascita. Per i non residenti nel comune di Roma Estratto di matrimonio. Richiedibile dai non residenti nel comune di Roma Matrimonio civile Matrimonio in imminente pericolo di vita Matrimonio per cittadini stranieri non residenti a Roma Denuncia di morte Nei municipi Estratto di nascita. Per i residenti nel comune di Roma Stato libero. Richiedibile da tutti Estratto di morte. Richiedibile per tutti i cittadini Godimento dei diritti politici. Richiedibile da tutti Estratto di matrimonio. Richiedibile da tutti, per i matrimoni contratti a Roma Cittadinanza. Richiedibile da tutti e per ogni cittadino Stato di famiglia. Richiedibile da tutti e per ogni cittadino Pubblicazioni. Richiedibile da tutti Matrimonio per cittadini stranieri residenti a Roma 6 4 Febbraio 2010 Reporter

7 Costume & Società Dopo i dati medico sanitari sui cinquantenni di oggi che avrebbero quindici anni di meno Per chi vale l età con lo sconto Da Schumacher a Celentano a Margherita Hack e Rita Levi Montalcini Stefano Silvestre A volte ritornano, e spesso vincono ancora. Il 2010 sarà l anno del ritorno in Formula 1 di Michael Schumacher, il leggendario sette volte campione del mondo, ritiratosi dalle corse a fine Il pilota tedesco, fresco dei suoi 41 anni, si sente come un bambino e, nonostante il forfait dell estate scorsa, non accusa cali nella motivazione dovuta alle tante vittorie (91) accumulate nel corso della sua quindicennale avventura nella competizioni. Avere quarant anni in Formula 1 equivale all età pensionabile, in uno sport in cui la resistenza fisica è essenziale, si stima che, passata la soglia dei 35 anni l uomo non sia più in grado di gestire al meglio la fatica che comporta la velocità. Ma è davvero così? Schumacher come Prost prima di lui, è un immortale delle corse, un highlander delle competizioni, che proprio non ne vuole sapere di lasciare il passo ai giovani e scalpitanti colleghi. Il professore Alain Prost tornò nel 1993 a 38 anni suonati dopo un anno sabbatico e il bruciante licenziamento dalla Ferrari, portando a casa il suo quarto titolo iridato. Ma lo sport internazionale è ricco di campioni che in tarda età hanno raccolto anche di più che in gioventù. Mohammed Alì riprese la licenza nel 1970, evitando la guerra del Vietnam e perdendo la corona mondiale ma tornando più di prima sotto le luci della ribalta mondiale. Il collega e rivale George Foreman non riuscì a resistere ai pugni di Alì sul Cavalli di razza dello sport che danno battaglia anche da anziani ring, ma se la cavò contro il tempo: incrociò i guantoni fino a 48 anni. E Michael Jordan? Il cestista americano è risorto addirittura due volte, dopo la morte del padre nel 1995 e nel 2001, quando, alla veneranda (per il basket) età di 38 anni riuscì ad accumulare una media di quasi 23 punti a partita. Due i ritorni di Lance Armstrong, che, dopo aver vinto la sua battaglia contro il tumore nel 1998, ha inanellato una serie record di sette vittorie al tour de France. Al giro del 2009 non è però riuscito a confermare l impresa, chiudendo al 12 posto finale. Cavalli di razza dello sport dati per vecchi e bolliti che danno battaglia, ma anche dello spettacolo, del cinema e nella ricerca. Dopo il suo esilio di tre anni in Spagna, nel 1995 Raffaella Carrà tornò in Italia e, a quasi cinquant anni, fece il suo esordio con Carramba che Sorpresa, ballando e cantando con il suo stile inconfondibile e riscuotendo un successo clamoroso che le valse una media del 30 per cento di share. Il molleggiato Adriano Celentano, a sessant anni compiuti, riprese a saltare in televisione con Francamente me ne infischio, confermando in pieno la sua fama di intrattenitore a tutto campo. L America non è un paese per vecchi? Forse è proprio il contrario. Se si parla dei great comebacks, sui quali negli Stati Uniti si costruiscono campagne pubblicitarie milionarie, non si può non citare la rinascita dello scalcinato Mickey Rourke. Scomparso dalle scene dopo il successo di 9 settimane e SEMPREVERDI Michael Schumacher, al suo rientro in F1 dopo 3 anni e, a destra, Mickey Rourke. Ha vinto il suo primo Golden globe a 57 anni mezzo per dedicarsi alla boxe è tornato al vero successo vent anni e molti pugni dopo, nel Oggi, a quasi sessant anni mostra ancora un fisico invidiabile e il suo cachet è considerevolmente lievitato. Gli anni l hanno invecchiato ma il volto da duro di Clint Eastwood è uno dei più acclamati e richiesti ad Hollywood, anche ora che gradisce di più stare dietro la cinepresa. Anche John Travolta ha raccolto di più invecchiando. Dopo il successo di Grease e La febbre del Sabato sera, la sua parabola è scesa in picchiata negli 80 per trovare nuova luce nel decennio successivo, solo dopo aver passato i quaranta. La nomination all Oscar del 1994 per il suo Dive di Hollywood che posano nude anche passati i cinquant anni ruolo in Pulp Fiction segna allo stesso tempo la sua rinascita e il culmine della sua carriera cinematografica. George Clooney è stato poco in vista finché i suoi capelli non si sono ingrigiti. E le donne hanno iniziato a impazzire per lui. Anche Sean Connery, come il miglior whisky scozzese, è più ricercato da quando è invecchiato e ha smesso i panni di James Bond. E ancora, Madonna ha superato i cinquanta ma continua nelle sue tournee mondiali, cantando e ballando davanti al pubblico di tutto il mondo e non sembra perdere un colpo. Si può essere ancora sexy anche a mezzo secolo di età. Sharon Stone ha posato nuda per Paris Match nel luglio scorso e nessuno sembra aver notato che, dai tempi di Basic Instinct, sono passati due decenni. E Sofia Loren? A settantatré anni è stata immortalata nel calendario Pirelli insieme ad altre colleghe molto più giovani, ma nessuno ha notato la differenza. Anche la scienza vanta i suoi decani eccellenti. Rita Levi Montalcini, a 80 anni suonati continuava a fare ricerca sulla sclerosi multipla, contribuendo enormemente allo sviluppo di nuove, sofisticate tecniche di ricerca. E ancora oggi il suo impegno non è diminuito. Margherita Hack continua a dare battaglia in campo scientifico e soprattutto politico, candidata nel 2009 alle elezioni europee, non ha però ottenuto il seggio a causa del mancato raggiungimento della soglia per il suo partito. Quindi, chi l ha detto che invecchiare fa rima con peggiorare? Irene Pugliese Età apparente contro età anagrafica. Uno a zero. In tutto il mondo occidentale sembra questo l esito della partita. Conquistiamo tre mesi di vita l anno. Abbiamo i malanni del benessere, ma godiamo di una qualità della vita mai raggiunta prima. Ne abbiamo chiesto conferma al dottor Graziano Onder, geriatra del Policlino Gemelli di Roma. Si dice che i cinquant anni di oggi corrispondano ai trentacinque di un tempo, è vero? «È vero, perchè la vita si è allungata e con lei è aumentata la sua qualità. Si tende a Reporter Il geriatra Graziano Onder spiega perché gli anziani oggi stanno meglio Anche la vecchiaia arriva più tardi vivere sempre più a lungo fino a 80 anni e oltre. La vita attiva tende a corrispondere sempre di più a quella che è l attesa di vita vera e propria. Quindi si vive di più e si vive meglio». Ma il merito è della medicina? «Di solito si sovrastima un po quello che fa la medicina. Questo allungamento della vita è sicuramente una conseguenza del miglioramento dei progressi scientifici ma anche del progresso industriale, del progresso in agricoltura, grazie ai quali tutti riescono a nutrirsi bene. Sicuramente la medicina di progressi ne ha fatti e questo ha inciso notevolmente, ma ci sono anche campagne di igiene e di salute pubblica, tutte condizioni che hanno sostanzialmente ridotto il rischio di contrarre malattie prima ancora che curarle». Per quel che riguarda il suo ambito, come si lavora su questo fronte? E che cosa è stato sperimentato scientificamente? «Quello che noi misuriamo è la disabilità. Lavoriamo sugli anziani, sul periodo in cui riescono a vivere da soli, a svolgere le attività di tutti i giorni, sono autosufficienti in pratica. E quello che si è visto è questo fenomeno: oltre a quella che si chiama la compressione della mortalità, cioè che è compressa verso le fasce di età più avanzate, si muore sempre dopo in sostanza, c è anche una compressione della morbidità, cioè della cosparsa di malattie, della disabilità, per cui si contraggono le malattie e si diventa disabili sempre più tardi». Questo gap di quindici anni quindi è estensibile anche alle altre età della vita? «Decisamente. L ipotesi può essere generalizzabile. Chiaramente se il livello di vita avanza, tutto il resto si muove insieme, è tutto collegato». Quali fattori influiscono dunque sul benessere fisico degli uomini dai cinquanta in su? «Una vita più facile, i lavori usuranti ridotti al minimo, un alimentazione giusta quando non si eccede, l attività fisica, i farmaci sempre più mirati. Essere magri, per esempio, è un assicurazione sulla vita. Nel nostro reparto si è testato come un anziano snello ha un età biologica spesso assai più bassa dei suoi anni». 4 Febbraio

8 Costume In televisione incalzano conduttrici e show-women in abiti succinti modello Ilaria D Amico Seminudo, Il Fatto funziona meglio Davanzali da capogiro per Monica Setta nel talk show pieno di big Irene Pugliese PROROMPENTE Monica Setta esibisce una delle sue scollature durante la conduzione del programma Quando si parla di politica, agli italiani piace piccante. E lei sicuramente questo l ha capito. Monica Setta ha deciso di conquistare l attenzione del pubblico del Fatto del giorno a suon di scollature mozzafiato e cosce al vento. Ma non è né la prima né l ultima. Donne formose in minigonna e top ridotti al minimo, mentre la telecamera zoomma su decoltè e gambe lunghe: ormai è un classico in tv. Nuove conduttrici sexy crescono. In Rai e in Mediaset. Molte delle novelle presentatrici provengono da esperienze televisive di programmi di successo dove rivestivano ruoli di concorrenti o vallette. Le varie Cristina Chiabotto, Caterina Balivo, Ilaria D Amico, Silvia Toffanin sono solo alcune delle bellissime che si sono affermate nel panorama televisivo italiano, in cui sembra dominare l immagine della donna come oggetto di desiderio e ad essere richiesta è quasi mai la competenza. Presenza di contenitore, e qualche volta di contenuto. Ma non sempre. Monica Setta, infatti, vanta un curriculum da invidia quasi quanto il suo decolté. La rossa anchorwoman, percorrendo un territorio più vicino alla non giornalista Barbara D Urso che alle titolate Monica Maggioni e Lilli Gruber, è riuscita dove altre colleghe hanno fallito: trasformare Porta a Porta in una cosa da femmine. Grazie a lei e al suo programma, il salotto della politicaspettacolo ha conquistato il daytime. In onda tutti i giorni nel primo pomeriggio di Raidue il talk show mira ad accendere con cautela la miccia dell attualità con dibattiti, collegamenti in diretta e faccia a faccia tra ministri, leader di partito e gruppi finanziari. Ma questo non significa che anche la Setta non sia condizionata da quell immagine di donna estremamente seducente che deriva dal mondo della pubblicità e dai mass media. Anzi ne è la più autorevole rappresentante. La conferma viene dalla rete: tra i video più cliccati su youtube si piazzano quelli ritraenti le sue scollature da capogiro e gli spacchi inguinali. E i blog sono scatenati, la soprannominano Poppea. E mentre queste promesse della televisione italiana si sforzano di presentare importanti personaggi della politica o servizi di cronaca, il rischio (o forse lo scopo?) è che chi le guarda non ascolti minimamente le loro parole, ma si accontenti di osservare. Che ne è dunque dei sobri completi delle varie Maria Giovanna Elmi e Angela Buttiglione che hanno dominato lo scenario televisivo dell Italia nei primi cinquant anni? Sebbene il sex appeal di una donna venga decisamente preferito a questo vecchio modello, il rapporto donna-informazione è ancora oggi difficile. La visibilità femminile nei tg non supera il 20 per cento, mentre il 10 per cento è la quota rosa di partecipazione ai dibattiti informativi. È il terreno su cui si muovono ad essere limitato: alle donne vengono riservate le soft news: spettacolo, istruzione, cronaca rosa, mentre resta agli uomini lo scettro in politica, sport ed economia. La voce dei lettori. Dalle battaglie di Indro Montanelli alla posta del cuore Sfoghi di rabbia e passione Vanno forte le rubriche su quotidiani e settimanali Dario Parascandolo Lettere di denuncia, di commento o di sfogo costituiscono un appuntamento fisso, e oggi sono veri e propri indicatori di gradimento, al punto che le versioni online dei più importanti quotidiani offrono uno spazio di commento a ogni articolo pubblicato. E i lettori fanno sentire la propria voce. Talvolta alle missive rispondono firme autorevoli in vere e proprie rubriche. È il caso di Corrado Augias su Repubblica e Sergio Romano sul Corriere, che rispondono a tematiche di tipo politico. Il primo giornalista ad aver ampliato lo spazio quotidiano riservato alla posta dei lettori è Indro Montanelli. La parola ai lettori è stata una delle novità editoriali annunciate sin dalla nascita del Giornale, il 25 giugno «Il lettore è il mio padrone. Il lettore è un padrone che mi mette al riparo dagli altri padroni e che è stato in più occasioni la mia guardia del corpo. E al lettore devo rendere conto, senza assecondarne i pregiudizi, senza scrivere quello che vuole sentire. Una pagina al giorno, tutti i giorni». La continua corrispondenza fra Montanelli e il suo pubblico è testimoniata dal volume Caro direttore, pubblicato da Rizzoli nel 2002, all indomani della sua morte. Fino al 2007 il Venerdì di Repubblica ha ospitato due pagine di missive nella rubrica Scalfari risponde, in cui il direttore trattava temi politici o di stretta attualità, partendo dallo spunto del lettore. Dillo al Messaggero è una rubrica del quotidiano romano che offre uno spazio a segnalazioni e denunce di carattere prevalentemente urbano, dalla strada dissestata ai mezzi pubblici, dalle code agli sportelli ai disservizi. Simile è quella presente sul Corriere della Sera, dove Paolo Conti, firma storica della testata, risponde in Una città mille domande alle lettere pervenute alla redazione romana del giornale. Le lettere a Ci pensa il Corriere trovano la risposta diretta degli enti e delle istituzioni tramite la voce dei giornalisti. Clarida Salvatori, una delle curatrici della rubrica, sottolinea che «i Nella pagina della posta del Corriere della Sera anche le risposte dirette di enti e istituzioni sotto accusa problemi sottoposti dai cittadini trovano spesso una soluzione. Talvolta accade che un cittadino riscriva per comunicare il buon fine dell intervento. Ci pensa il Corriere è, quindi, uno spazio che garantisce un contatto diretto fra il cittadino e gli enti urbani, sia pubblici che privati» Un caso a sé è la posta del cuore, delle delusioni d amore, dei tradimenti, dei divorzi e dei ritorni di fiamma. Pioniera di questi problemi è stata Susanna Agnelli, che per anni ha curato la rubrica Risposte private sul settimanale Oggi. Il suo grande successo era dovuto alle risposte brevi e telegrafiche ai problemi sentimentali delle lettrici. Di taglio più letterario sono le pagine di Questioni di cuore sul Venerdì di Repubblica, curate da Natalia Aspesi. Il rotocalco Di Più di Sandro Mayer ospita puntualmente le lettere inviate allo psichiatra e sessuologo Marco Rossi, reso celebre dalla trasmissione di Mtv Loveline, rispondendo a domande riguardanti la sfera sessuale e sfatando così uno degli ultimi tabù. Il successo della posta del cuore è riscontrabile anche dalla quantità infinita di blog e siti web dedicati agli affari di cuore. Schiere di psichiatri, sessuologi, psicanalisti e legali dispensano consigli e risposte a un pubblico sempre più numeroso. In particolare, su postadelcuore.myblog.it le missive sono suddivise in sottocategorie. Amori virtuali, diritti civili, gelosia, suocera, tradimenti, vita d ufficio e homosex sono soltanto alcune di esse, e dimostrano quanto sia fragile il cuore degli italiani. Reporter Settimanale della Scuola Superiore di giornalismo Massimo Baldini della LUISS Guido Carli Direttore responsabile Comitato di direzione Direzione e redazione Stampa Amministrazione LA POSTA DEL CUORE innamorati e traditi, i cuori degli italiani trafitti e sanguinanti si sfogano su internet Roberto Cotroneo Sandro Acciari, Alberto Giuliani, Sandro Marucci Viale Pola, Roma tel fax Centro riproduzione dell Università Università LUISS Guido Carli viale Pola, Roma Reg. Tribunale di Roma n. 15/08 del 21 gennaio Febbraio 2010 Reporter

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile,

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, e della cioccolata, in una cornice resa particolarmente suggestiva dal sole che illuminava la bella valle circostante,

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale?

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Growing Unequal? : Income Distribution and Poverty in OECD Countries Summary in Italian Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Riassunto in italiano La disuguaglianza

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare Le schede di Sapere anche poco è già cambiare LE LISTE CIVETTA Premessa lo spirito della riforma elettorale del 1993 Con le leggi 276/1993 e 277/1993 si sono modificate in modo significativo le normative

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA. Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale

LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA. Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale CARLO FUSARO I limiti della legislazione elettorale vigente LEGISLAZIONE ELETTORALE: complesso delle norme concernenti

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Il capo del Governo Da almeno una decina d anni mi sono convinto che il passaggio delle quote è inevitabile. Una volta cambiato

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra:

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un primo vincolo è rappresentato dalla sentenza della Corte Costituzionale

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE ALLEGATO AL VERBALE DELL UDIENZA DEL TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE PROCEDURA N R.G.E. PROCEDIMENTO DI DIVISIONE N. I L G I U D I C E Visto il provvedimento reso all udienza del nella procedura esecutiva

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Costituzione della Repubblica Italiana

Costituzione della Repubblica Italiana Artt. 123, 127, 134, 135, 136, 137 della Costituzione Costituzione della Repubblica Italiana (Gazzetta Ufficiale 27 dicembre 1947, n. 298) [ ] TITOLO V LE REGIONI, LE PROVINCIE, I COMUNI Art. 123 Ciascuna

Dettagli