DELIBERAZIONE N X / 1694 Seduta del 17/04/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DELIBERAZIONE N X / 1694 Seduta del 17/04/2014"

Transcript

1 DELIBERAZIONE N X / 1694 Seduta del 17/04/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA CANTU' CRISTINA CAPPELLINI ALBERTO CAVALLI MAURIZIO DEL TENNO GIOVANNI FAVA MASSIMO GARAVAGLIA MARIO MELAZZINI ANTONIO ROSSI CLAUDIA TERZI Con l'assistenza del Segretario Marco Pilloni Su proposta dell'assessore Mario Melazzini Oggetto DETERMINAZIONI IN ORDINE AL PROGETTO DI INVEST IN LOMBARDY PER L'ATTRAZIONE DI INVESTITORI ESTERI IN LOMBARDIA IN OCCASIONE DI EXPO 2015 Si attesta la regolarità istruttoria del procedimento Il Dirigente Milena Bianchi Si attesta la conformità dell'atto a leggi e regolamenti Il Direttore Generale Roberto Albonetti L'atto si compone di 26 pagine di cui 18 pagine di allegati parte integrante

2 RICHIAMATI: la l.r. n. 11 del 19 febbraio 2014 Impresa Lombardia: per la libertà d impresa, il lavoro e la competitività, con la quale la Regione persegue la crescita competitiva e l attrattività del contesto territoriale e sociale della Lombardia; il Programma Regionale di Sviluppo, approvato con d.c.r. n. X/78 del 09/07/2013, che prevede tra i suoi obiettivi l attrazione di nuovi investimenti esteri in Lombardia; RICORDATO : che Regione Lombardia in data 14/11/2012 ha sottoscritto l Accordo di collaborazione con Promos Promozione e Sviluppo - Azienda Speciale per l internazionalizzazione della Camera di Commercio di Milano - per l attrazione degli investimenti esteri, come da schema approvato con d.g.r 4114 del 3 ottobre 2012, finalizzato a favorire l'adozione e la realizzazione di azioni utili all' attrazione degli investimenti esteri, sviluppando tra l altro attività di promozione delle opportunità di investimento in Lombardia, con l'obiettivo di orientare le scelte di investimento degli investitori stranieri dei Paesi target; che nell'ambito del predetto accordo è stato individuato il servizio Attrazione Investimenti di Promos, afferente l'area Marketing Territoriale, quale organismo esecutivo che ha il compito di realizzare e sviluppare le attività di attrazione degli investimenti sopra citate, denominandolo Invest in Lombardy ; RICHIAMATI: l Accordo di Programma (AdP) per lo Sviluppo Economico e la Competitività del Sistema Lombardo fra Regione Lombardia e Sistema Camerale, approvato con d.g.r. 30 dicembre 2009 n. VIII/10935, che prevede la realizzazione di attività tese a migliorare la competitività e l attrattività dei territori; il Programma d Azione 2014, approvato, ai sensi dell art. 5 del suddetto Accordo, dal Collegio di Indirizzo e Sorveglianza dell AdP nella seduta del 25 febbraio 2014, che prevede l implementazione del progetto Invest in Lombardy nell ottica di strutturare servizi per potenziali investitori in occasione di Expo, sia in termini di attività propedeutiche di avvicinamento 1

3 e promozione da realizzare nel 2014, sia in termini di servizi da erogare nel 2015 nei mesi della manifestazione. PRESO ATTO della nota prot. n. R del 10/04/2014, con cui Unioncamere Lombardia ha trasmesso il progetto esecutivo di dettaglio relativo alle attività dell annualità 2014, come riportato all Allegato 1 del presente atto, che prevede, in sintesi, le seguenti attività: prosecuzione dell attività ordinaria, che include l assistenza agli investitori sul territorio, le iniziative di promozione all estero e promozione on line, la creazione di pacchetti di offerta territoriali da promuovere all estero, per un budget complessivo IVA inclusa di euro ; attività specifiche per Expo, per un budget complessivo IVA inclusa di euro , che includono: attività con ricadute nel 2014, quali l instaurazione di relazioni con i Commissari Expo dei Paesi espositori, lo scouting di potenziali investitori stranieri coinvolti o interessati a Expo, una specifica attività di web marketing, la realizzazione di un Expo Business Club per favorire e consolidare le attività di networking tra gli operatori contattati; attività propedeutiche e di preparazione delle azioni da attuatore nel 2015, quali la strutturazione di un servizio di accoglienza gratuita temporanea delle imprese ( Land in Lombardy ) esteso a tutto il periodo dell Expo, la comunicazione e il marketing durante l evento, la realizzazione di una Venture Capital Arena per favorire l incontro tra investitori istituzionali e imprese start-up; DATO ATTO che il dirigente competente riferisce che dalla Relazione Finale 2013 prodotta dal servizio Invest in Lombardy - agli atti della Direzione competente - emerge che lo stesso nel corso del 2013: ha contattato, nell'ambito delle attività di promozione delle opportunità di investimento lombarde, più di imprese e realizzato attività di follow-up che hanno portato ad individuare oltre 190 contatti qualificati come potenziali lead, ovvero investitori potenziali con un effettivo interesse; ha strutturato, tramite il lavoro dei suoi desk esteri e le attività di promozione, un database di contatti imprenditoriali e industriali qualificati di oltre nomi; ha svolto una significativa attività di assistenza ai potenziali investitori, e di 2

4 accompagnamento, tramite il lavoro di un network di 25 operatori e professionisti del territorio, alla finalizzazione dell investimento, assistendo circa 130 imprese esteri e arrivando alla finalizzazione di 20 investimenti di cui 13 nuove attività e 8 ampliamenti di attività già esistenti (prevalentemente da India, Giappone e estremo oriente, Brasile, Europa continentale e altre economie OCSE); CONSIDERATO, come emerge da fonti statistiche internazionali, quali la banca dati fdi Intelligence del The Financial Time, e da analisi interne, in particolare la ricerca di Eupolis Lombardia Attrattività degli investimenti esteri (codice ECO13005), che: i flussi di investimenti internazionali sono diventati, nell ultimo decennio, uno dei fenomeni economici internazionali più significativi, passando tra il 2003 e il 2012 da 600 a più di miliardi di dollari di controvalore, con l ingresso nel panorama mondiale, accanto ai Paesi investitori tradizionali (USA, Giappone, Europa Occidentale ecc.) di nuove economie emergenti (quali Cina, India, Russia, Brasile), dotate di ingenti riserve di capitale da investire; il mercato degli investimenti internazionali è diventato molto competitivo e i diversi Paesi e territori competono attivamente per orientare le scelte degli operatori e attrarre gli investimenti, con politiche di incentivo e con l utilizzo sempre più frequente di strutture, nazionali o regionali, espressamente dedicate allo scouting proattivo di potenziali investitori internazionali; nel quadro europeo, l Italia nel suo complesso ricopre un ruolo sostanzialmente periferico, con un totale di investimenti attratti nel decennio di poco superiore a 1.600, contro i della Francia, i della Germania, gli oltre della Spagna, gli del Regno Unito ed anche i quasi dell Irlanda; nel panorama italiano, la Lombardia ricopre il ruolo di leader per numero di investimenti attratti (più di 560 nel periodo , di cui 46 nel 2011 e 41 nel 2012), con Milano quale polo di attrazione che catalizza il 70-80% degli investimenti lombardi, ma a livello europeo si colloca in posizione relativamente arretrata, nettamente distante dalle principali regioni europee paragonabili, come ad esempio il South East inglese (3.700 progetti nel ), l Ile-de-France (1.600 progetti), la Catalogna (870 progetti), la Baviera (780 progetti), il Baden-Wuttemberg (730 progetti); 3

5 CONSIDERATO inoltre che: Expo 2015, Feeding the Planet, Energy for Life si configura come un evento di grande richiamo internazionale, al quale hanno già aderito oltre 140 Paesi espositori e per il quale si stimano oltre 20 milioni di visitatori nel corso dei 6 mesi di apertura, di cui almeno 7 dall estero; nel periodo dell Expo, i Paesi espositori realizzeranno numerose attività di animazione dei padiglioni, e sono da attendersi delegazioni istituzionali ed economiche di livello nazionale e subnazionale che porteranno in visita in Lombardia un numero molto rilevante di operatori economici e imprenditoriali, oltre che istituzionali; Expo 2015 offre pertanto, in considerazione di quanto sopra esposto, amplissime opportunità per il contatto e la promozione delle opportunità di investimento in Lombardia, obiettivo che risulta per Regione Lombardia una delle priorità, sul fronte economico, per la valorizzazione dell evento, come sottolineato dalla d.g.r. n. X/1230 Presa d'atto della comunicazione del presidente maroni avente oggetto: World Expo Tour che, nel delineare lo svolgimento di un tour mondiale di promozione dell evento, individua tra le sue finalità quella di presentare la Lombardia come opportunità di investimento per imprese estere; DATO ATTO che il dirigente competente in ordine al progetto esecutivo riferisce che : lo stesso prevede azioni per promuovere le opportunità di investimento lombarde e per entrare in contatto con potenziali investitori, sfruttando l occasione offerta da Expo 2015 e dalla relativa presenza sul territorio regionale, prima e durante l evento, di numerosi operatori economici e istituzionali esteri per moltiplicare i contatti possibili e quindi l efficacia dell attività di scouting messa in campo, ed è coerente con gli indirizzi di programmazione regionale e con le priorità d azione dell Accordo di Programma; la realizzazione del progetto col supporto del servizio Invest in Lombardy è stata già condivisa - nell ambito del citato AdP - tra Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia, in collaborazione con Promos Promozione e Sviluppo; DATO ATTO che il dirigente competente propone, sulla base degli esiti della Segreteria Tecnica dell'accordo di Programma: 4

6 l'adesione al progetto di Invest in Lombardy per l attrazione di investitori stranieri in Lombardia in occasione di Expo 2015, con riferimento alle attività previste per l annualità 2014 descritte all Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente, per un budget complessivo di IVA inclusa; l'individuazione come soggetto attuatore dell iniziativa, nell ambito dell Accordo di Programma col Sistema Camerale lombardo e in continuità con le azioni già approvate sul Programma d'azione 2013 dell'adp, di Unioncamere Lombardia; il trasferimento delle risorse ad Unioncamere Lombardia in un unica tranche a conclusione delle attività, a fronte della presentazione, entro dicembre 2014, del rendiconto analitico dei costi di progetto e di una relazione finale sulle attività svolte e che, nel caso in cui, a consuntivo, i costi di progetto siano risultati inferiori allo stanziamento previsto, la partecipazione finanziaria di Regione Lombardia sarà ridotta proporzionalmente; DATO ATTO che la Segreteria Tecnica dell AdP, nelle sedute del 20/12/2013 e del 04/04/2014, ha condiviso e approvato la presente iniziativa di attrazione di investitori esteri in occasione di Expo 2015, prevedendo uno stanziamento complessivo di così ripartito : a carico di Regione Lombardia; a carico del Sistema Camerale lombardo; PRECISATO che gli oneri a carico di Regione Lombardia, nella misura massima di sono così imputati : a valere sul bilancio 2013 quali risorse già trasferite ad Unioncamere Lombardia con decreto n del 09/12/2013; a valere sull annualità 2014 sul capitolo del bilancio 2014 (Titolo I Spese Correnti ; Missione 14 "Sviluppo economico e competitività", Programma 1 "Industria, PMI e artigianato"), che presenta la necessaria capienza e disponibilità; RICHIAMATE: la l.r. 34/1978 e successive modifiche e integrazioni, nonché il regolamento di contabilità e la legge di approvazione del bilancio di previsione dell anno in corso; 5

7 la l.r. 7 luglio 2008, n. 20 "Testo unico delle leggi regionali in materia di organizzazione e personale"; A voti unanimi, espressi nelle forme di legge; DELIBERA 1. di aderire al progetto di Invest in Lombardy per l attrazione di investitori stranieri in Lombardia in occasione di Expo 2015, con riferimento alle attività previste per l annualità 2014 descritte all Allegato 1, parte integrante e sostanziale del presente, a fronte di un costo compressivo stimato in euro IVA inclusa, con una partecipazione finanziaria a carico di Regione Lombardia per il 2014 pari ad euro IVA inclusa; 2. di individuare come soggetto attuatore dell iniziativa, nell ambito dell Accordo di Programma col Sistema Camerale lombardo e in continuità con le azioni già approvate sul Programma d'azione 2013 dell'adp, Unioncamere Lombardia; 3. di prevedere che le risorse a carico di Regione Lombardia, pari a IVA inclusa, saranno trasferite ad Unioncamere Lombardia in un unica tranche a conclusione delle attività, a fronte della presentazione, entro dicembre 2014, del rendiconto analitico dei costi di progetto e di una relazione finale sulle attività svolte e che, nel caso in cui, a consuntivo, i costi di progetto siano risultati inferiori allo stanziamento previsto, la partecipazione finanziaria di Regione Lombardia sarà ridotta proporzionalmente; 4. di dare atto che agli oneri finanziari a carico di Regione Lombardia relativi al progetto in oggetto, pari ad euro IVA inclusa, si farà fronte con le risorse previste sul capitolo del bilancio 2014 (Titolo I Spese Correnti ; Missione 14 "Sviluppo economico e competitività", Programma 1 "Industria, PMI e artigianato"), che presenta la necessaria capienza e disponibilità; 6

8 5. di dare atto che il Dirigente competente provvederà, contestualmente all adozione del presente atto, alla pubblicazione sul sito istituzionale - sezione amministrazione trasparente - in attuazione degli art. 26 e27 del D.lgs. n. 33/2013. IL SEGRETARIO MARCO PILLONI 7

9 PROGETTO ESECUTIVO 2014 a cura di

10 1 Il progetto 2014 Promos - Azienda Speciale della CCIAA di Milano è soggetto attuatore dell iniziativa Invest in Lombardy, un progetto articolato volto alla gestione della struttura preposta per l attrazione di investimenti diretti esteri sul territorio lombardo. E un progetto di Unioncamere Lombardia, Sistema Camerale lombardo e Promos, realizzato con il supporto di Regione Lombardia. Nel biennio il progetto ha permesso di assistere quasi 260 imprese straniere, mentre gli investimenti finalizzati sono stati 18 e gli ampliamenti di investimento 21. Il percorso che ha portato alla stesura del progetto 2014 parte dalla riflessione secondo cui Invest in Lombardy potrà giocare un duplice ruolo in vista di EXPO: capofila di iniziative per lo sviluppo di servizi innovativi per le imprese straniere facilitatore e promotore di progettualità condivise con altri partner pubblici (Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia, Camere di Commercio lombarde) e privati (membri del Partner Program). Anche le attività ordinarie per il biennio , che proseguiranno sulla scorta di quanto già intrapreso nel 2012 e 2013, saranno inquadrate nel più ampio contesto di Expo, in modo da sfruttare la manifestazione milanese come un volano per l'attrazione di investimenti (ad esempio le missione di attrazione investimenti potranno essere collegate ad iniziative Expo, l'assistenza beneficerà dei ritorni di Expo,...). Accanto a questo sarà necessario sviluppare un piano di attività specifiche che permetta di trarre effettivamente vantaggio da EXPO. Nel 2014 l Area Attrazione Investimenti di Promos lavorerà per predisporre un percorso di avvicinamento ad EXPO, che porterà a fine anno alla definizione di una serie di servizi che saranno messi a disposizione degli investitori stranieri nel corso del L idea centrale è quella di avvicinare Expo a potenziali investitori stranieri tramite Invest in Lombardy. La manifestazione milanese ha infatti un potenziale per produrre a Milano e in Italia, tra il 2012 e il 2020 un incremento delle attività di interscambio con l estero, sia come investimenti diretti esteri sul territorio (16,5 mila occupati, 1 miliardo di valore aggiunto) che come rapporti commerciali tra la Lombardia e il resto del mondo. Tali attività specifiche in vista di Expo saranno suddivise in due macro categorie: attività che danno un ritorno principale già nel corso del 2014 attività che porteranno risultati anche nel 2015, pur avendo attività previste e primi ritorni 1

11 già nel 2014 Il quadro così delineato delle attività specifiche del progetto 2014 avrà i seguenti OBIETTIVI: trasformare la manifestazione milanese in un occasione per attrarre nuovi investitori già a partire dal Tali investimenti potranno poi essere ampliati e valorizzati durante il 2015 sfruttare le azioni di promozione di Expo (es. World Expo Tour di Regione Lombardia) per promuovere Invest in Lombardy rendere Invest in Lombardy trasversale rispetto ad eventi/iniziative già organizzate dai territori (CCIAA, Unioncamere, ) durante Expo sviluppare nuovi progetti di miglioramento dell attrattività dei territori lombardi PRE e POST Expo (es. Land in Lombardy esteso) Al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati, tutte le attività descritte dovranno essere realizzate in stretta collaborazione con Regione Lombardia, Società Expo ed Unioncamere Lombardia. A partire dalla mappatura attuale degli stakeholder di Invest in Lombardy, le azioni poste in essere dal progetto avranno come TARGET: Aziende straniere in visita durante Expo Aziende straniere espositrici durante Expo ( tra cui sponsor Expo, sponsor padiglione Italia, sponsor altri padiglioni, ) Aziende straniere che hanno già investito in Lombardia/Italia e che potrebbero ampliare il loro progetto di business Intermediari finanziari (professionisti, società di consulenza) Banche / Fondi di investimento Istituzioni straniere e Commissari Expo Media & Opinion Leader stranieri 2

12 2 Attività 2014 Le attività previste verranno suddivise in tre categorie: 1. Attività ordinaria 2. Attività specifiche EXPO che danno un ritorno principale già nel corso del Attività specifiche EXPO che porteranno risultati anche nel 2015, pur avendo azioni previste e primi ritorni già nel 2014 Inoltre, trasversalmente nel corso dell anno prossimo sarà necessario lavorare su due priorità: intensificare le azioni di costruzione dell offerta territoriale con l obiettivo di predisporre un pacchetto completo delle opportunità di business in Lombardia proseguire le azioni di presentazione del progetto Invest in Lombardy ai diversi stakeholder sul territorio (es. associazioni di categoria, Enti locali, Province, ), al fine di sostenere l implementazione di una strategia di comunicazione più efficace verso gli operatori stranieri Tab. 1 Attività specifiche per EXPO 3

13 2.1 Attività ordinaria Nel corso del biennio Invest in Lombardy ha acquisito una dimensione regionale che ha consentito allo strumento di: creare un offerta territoriale più adeguata alle esigenze degli investitori internazionali integrare le specifiche offerte territoriali provinciali, aumentando le possibilità di successo creare una regia condivisa delle attività promozionali all estero unendo le risorse condividere analisi e informazioni per l individuazione di opportunità di investimento sul territorio fornire input operativi ai decision maker per lo sviluppo di nuovi strumenti per attrarre investitori stranieri (come, ad esempio, il contratto Lombardia), rendendoli più funzionali possibili alle esigenze degli investitori stessi. Nel 2014 sarà fondamentale continuare in questo percorso di crescita attraverso la gestione ordinaria del servizio che prevede diverse tipologie di attività di seguito descritte. 1. ASSISTENZA AGLI INVESTITORI STRANIERI Azioni da realizzare Gestione dello sportello unico per l investitore straniero per fornire informazioni necessarie alla sua decisione di investimento e indirizzare l investitore ai nodi provinciali. Gestione delle attività legate al Partner Program, il network regionale di 21 professionisti lombardi (società di consulenza, professionisti, banche..) a disposizione degli investitori stranieri 2. PROMOZIONE ED INTERCETTAZIONE DEGLI INVESTITORI Azioni da realizzare Intercettazione di potenziali investitori stranieri da parte dei desk esteri di Invest in Lombardy e valorizzazione dei follow-up dei contatti sviluppati nel corso del 2013 (ad es. invio informazioni periodiche sulla Lombardia agli investitori) Partecipazione attiva di Invest in Lombardy e del suo network di contatti ad iniziative di Regione Lombardia e/o delle singole CCIAA in cui possano esserci opportunità di intercettazione di potenziali investitori (es. attività di incoming, seminari all estero in occasione di missioni Camerali, ) 4

14 Presentazione del servizio a selezionati gruppi di investitori stranieri presenti in Lombardia in occasione di fiere internazionali Attivazione di software specifici per la gestione dei contatti dei potenziali investitori stranieri, utili per incrementare l efficacia e condivisione delle attività Promozione delle strutture partecipanti al progetto LAND IN LOMBARDY attraverso missioni all estero Organizzazione di almeno 4 Missioni di Attrazione di investimenti in Paesi ritenuti di interesse strategico (come ad esempio India, Brasile, Turchia, sud est Asiatico), coinvolgendo anche partner privati che possano condividere la promozione degli eventi e le spese Supporto nell accoglienza di delegazioni straniere di imprenditori, intercettate da RL, Unioncamere e Sistema Camerale, con organizzazione di seminari e visite on site a realtà di eccellenza lombarde, tra cui le strutture partecipanti al LAND IN LOMBARDY Partecipazione attiva di Invest in Lombardy durante missioni significative del Sistema Camerale lombardo o della Presidenza di Regione (es. World Expo Tour), con organizzazione di momenti di presentazione del servizio presso la business community locale 3. CREAZIONE DELL OFFERTA TERRITORIALE Azioni da realizzare Analisi territoriale per l individuazione dei vantaggi competitivi (distretti, incubatori,...) e delle facilitazioni per le imprese da comunicare e valorizzare presso gli investitori stranieri Gestione dell Osservatorio degli investimenti esteri da diffondere a tutti gli stakeholder nodi camerali per sensibilizzare il territorio attorno alla tematica Analisi di possibili incentivi/contributi legate alle attività produttive in Lombardia, sinergie con progetti di interesse strategico e nuovi strumenti per attrarre investitori Individuazione di aziende lombarde capital seeking (M&A) tramite partner privati e scounting di potenziali investitori stranieri interessati ad acquistare quote societarie (di maggioranza o minoranza) delle società lombarde 4. SENSIBILIZZAZIONE DEI TERRITORI Azioni da realizzare 5

15 Organizzazione di momenti di confronto con i professionisti lombardi partecipanti al network, con il coinvolgimento di rappresentanti di RL con l obiettivo di far emergere indicazioni di policy utili per il miglioramento del contesto legislativo e facilitare l ingresso di nuovi investitori Realizzazione di eventi e/o momenti di incontro sul territorio in collaborazione con ogni singola CCIAA e gli STER con gli attori locali con lo scopo di: fare attività di policy advocacy e di sensibilizzazione sulla tematica investimenti individuare interessanti opportunità di investimento Attivare un canale di informativo con gli stakeholder del territorio (es. Enti locali, associazioni di categoria,..) per individuare eventuali facilitazioni al processo di insediamento (es. riduzione degli oneri di costruzione, ecc.) 5. PROMOZIONE ON LINE Nel corso del 2013, grazie alle attività di Web Marketing, sono stati sviluppati nuovi contatti qualificati. In particolare: SITO WEB WEBINAR TWITTER LINKEDIN YOU TUBE visite al sito Gen - Nov 2013 (con il 65% di nuovi visitatori rispetto al 2012). I visitatori sono principalmente dei seguenti Paesi: 1. Italy 2. USA 3. UK 4. India 5. Germania 6. Cina 7. Francia 8. Bulgaria 9. Spagna 10. Paesi Bassi 3 webinar per un totale di circa 100 partecipanti 800 Tweet e 200 Follower 1 Gruppo Linkedin seguito da 350 membri 1 canale e quasi 800 visualizzazioni Pertanto proseguiranno le azioni di Web Marketing con l obiettivo di: Movimentare i contenuti rendendoli meno istituzionali Valorizzare e diffondere i contenuti, allargando la platea grazie ai meccanismi di condivisione Intercettare contatti utili e conseguente list building Aumentare la coerenza tra online e offline, aumentare usabilità (misurabile in termini di 6

16 tempi di permanenza sul sito e pagine visitate) Azioni da realizzare Gestione e ampliamento del sito investinlombardy.com e investinlombardy.it Realizzazione di video promozionali, in collaborazione con YOU IMPRESA, da caricare sul canale web YOU TUBE di Invest in Lombardy Organizzazione di WEBINAR in collaborazione con partner privati, su tematiche di interesse di investitori stranieri Implementazione di azioni di Web Marketing 2.0 per incrementare il flusso di visitatori del sito Gestione e ampliamento dei canali social Twitter e Linkedin 7

17 2.2 Attività specifiche EXPO con ricadute già nel GESTIONE ATTIVITÀ PER COMMISSARI EXPO In un ottica di intercettazione della domanda di potenziali investitori durante i giorni della manifestazione milanese, sarà quanto mai necessario attivare canali in grado di veicolare il messaggio di Invest in Lombardy alle aziende straniere. Risulta pertanto necessario predisporre un programma di attività da realizzarsi nel corso del 2014 per i Commissari Expo di alcuni Paesi ritenuti di interesse strategico. Tale attività ha l obiettivo di: stringere alleanze strategiche per definire azioni volte ad intercettare potenziali investitori durante i giorni della manifestazione raccogliere spunti per l erogazione di un offerta di servizi in linea con i bisogni specifici delle aziende interessate ad utilizzare la vetrina di EXPO per sviluppare nuovi mercati Azioni da realizzare Identificazione dei Paesi sui quali si ritiene opportuno intervenire Definizione di un programma di incontri (seminari, incontri one-to-one, visita presso centri di eccellenza lombardi e strutture LAND IN LOMBARDY, presentazioni di opportunità di investimento) con i Commissari Expo durante le visite degli stessi in Italia Condivisione con alcuni Commissari Expo di azioni da svolgersi nel 2015 durante i giorni della manifestazione 2. SCOUTING DI INVESTISTORI STRANIERI Sarà predisposto e realizzato un piano di azioni finalizzato alla generazione di leads, interessati ad Expo, che possano portare nuovi progetti di investimento in Lombardia. Per lead si intende un azienda straniera che ha una certa possibilità di trasformarsi in investitore reale. Va distinto da un semplice contatto informativo o da un elenco di nomi. L attività prevederà l organizzazione, identificazione e sviluppo di contatti e relazioni in alcuni Paesi di riferimento tramite azioni di intercettazione diretta, tra cui trasferte all estero per incontrare potenziali investitori. Successivamente sarà predisposta una classificazione dei contatti sviluppati secondo parametri di classificazione marketing lead generation e conseguente azione di follow-up con l obiettivo di definire un database di contatti qualificati cui presentare le opportunità di business e di investimento in Lombardia in vista di Expo. 8

18 Paesi di interesse (aderenti ad EXPO): Russia, Brasile, Corea del Sud, Cina, Giappone, Thailandia, Indonesia, Malesia, Turchia, Qatar, Brunei, Arabia Saudita, Israele, Kazakistan, Germania, Francia, UK, Spagna, Messico, Cile e Argentina Azioni da realizzare Identificazione di 2/3 Paesi target Definizione del target da intercettare per ciascun Paese (aziende, istituzioni, professionisti) Definizione del metodo di intercettazione (direct mail, phone call, web marketing, incontri b2b tramite missioni nel Paese di riferimento) Classificazione dei contatti sviluppati Lead nurturing, ovvero si tratta del processo che porta un semplice contatto informativo alla sua qualifica. Molti contatti hanno bisogno di essere coltivati con un adeguata comunicazione fino al momento in cui il potenziale investitore diventi un reale investitore. 3. WEB MARKETING In vista di Expo verrà implementata una strategia di web marketing specifica attraverso canali web, social media e utilizzo strumenti multimediali a supporto. Azioni da realizzare Individuazione e monitoraggio dei canali più adatti per la promozione dei contenuti Costruzione, gestione e animazione del gruppo Expo Business Club all interno di Linkedin Creazione di una campagna Twitter attraverso il profilo di Invest in Lombardy chiamata #ExpoBizClub, monitoraggio account di opinion leader ed esperti, partecipazione alle conversazioni online sui temi attinenti all Expo 2015 e all attrazione degli investimenti Promozione delle attività e degli eventi attraverso la piattaforma Web, Twitter e Linkedin Identificazione di opinion leader, blogger ed esperti per l animazione delle conversazioni online Sviluppo delle PR online Organizzazione di webinar dedicati alle opportunità offerte da Expo 2015 Creazione di un video promozionale dedicato al progetto Expo Business Club, che verrà utilizzato durante le iniziative promozionali all estero e pubblicato sul canale YouTube 4. EXPO BUSINESS CLUB Al fine di rafforzare i legali tra il Sistema Lombardia ed il mondo imprenditoriale straniero, verranno 9

19 creati degli EXPO Business Club. Questi club verranno presentati durante tutte le attività internazionali di Invest in Lombardy e vedranno come partecipanti: Membri della business community straniera che hanno forti rapporti di business con l Italia e la Lombardia (aziende e istituzioni locali, intermediari, media, ) Rappresentanti di grandi imprese italiane che hanno una sede nei Paesi in cui svolgono le attività Membri del Partner Program che hanno una sede nei Paesi in cui si svilupperà l attività Questa attività si inserirà all interno di una più ampia strategia di lead nurturing, ovvero l insieme di azioni grazie alle quali il potenziale investitore viene fidelizzato attraverso informazioni graduali, ottenendo il consolidamento e l'ottimizzazione dei contatti acquisiti da Invest in Lombardy in alcuni Paesi ritenuti di interesse strategico. Azioni da realizzare Definizione dei benefit destinati ai partecipanti Predisposizione di un programma di marketing internazionale Lancio di un Award per il socio che presenta il miglior Business Plan per lo sviluppo di un investimento in Lombardia 10

20 2.3 Attività specifiche EXPO con ricadute principalmente nel SERVIZIO INFORMATIVO PER L INVESTITORE Per poter offrire un servizio completo alle imprese straniere che saranno presenti durante i giorni della manifestazione milanese, si propone la creazione di uno sportello per gli investitori da ubicare fisicamente all interno del Padiglione Italia. Lo sportello fornirà un supporto informativo sull offerta territoriale lombarda e darà un primo overview del contesto legale e fiscale locale. Lo spazio che sarà identificato dovrà prevedere, oltre al front office, anche un area dove poter realizzare incontri b2b e accogliere delegazione di imprenditori stranieri in visita ad EXPO. Nel 2014 saranno messe in campo una serie di azioni preparatorie per la costruzione dei contenuti del servizio informativo e la creazione di partnership strategiche. Azioni da realizzare Definizione dei servizi offerti Definizione del business plan Definizione della location (da valutare postazione itinerante presso spazi di partner pubblici e privati) Definizione della struttura (personale) Definizione di eventuali collaborazioni e/o integrazione dei servizi con partner, come ad esempio membri del Partner Program EXPO LAND IN LOMBARDY ESTESO Nel corso del 2014 si amplieranno le strutture (Parchi Scientifici Tecnologici, Business Centre, Incubatori,..) legate al progetto Land in Lombardy. Tale progetto prevede la messa a disposizione di uffici e spazi gratuiti per investitori stranieri che presentino un business plan adeguato rispetto alle finalità di investimento. Inoltre, si proporne di valutare l ipotesi di una possibile costituzione di un Incubatore Invest in Lombardy in collaborazione con Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia presso una struttura già esistente. Azioni da realizzare Selezione dei principali incubatori presenti in Lombardia, in collaborazione con la Regione, per l eventuale valorizzazione all interno di Land in Lombardy Individuazione di nuove strutture (incubatori, parchi scientifici/tecnologici, business centre) 11

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

1. Finalità pag. 2. 2. Definizioni. 3. Proposte. 4. Promotori. 5. Linee di intervento. 6. Dotazione finanziaria

1. Finalità pag. 2. 2. Definizioni. 3. Proposte. 4. Promotori. 5. Linee di intervento. 6. Dotazione finanziaria LE FIERE PER LA COMPETITIVITA E LO SVILUPPO DEL TESSUTO IMPRENDITORIALE LOMBARDO. INVITO A PRESENTARE PROGETTI DI INNOVAZIONE ED INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL SISTEMA FIERISTICO REGIONALE 1. Finalità pag.

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 Identificativo Atto n. 191 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELL AVVISO FORMAZIONE CONTINUA COMPETITIVITA EXPO E L'atto si compone

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Presentazione dei risultati del progetto e prospettive future dr. Antonio Biasi

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

SOGGETTI AMMISSIBILI E CARATTERISTICHE DEI PROGETTI BANDO SVILUPPO DI RETI LUNGHE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE DELLE FILIERE TECNOLOGICHE CAMPANE - FAQ Frequent Asked Question : Azioni di sistema per l internazionalizzazione della filiera tecnologica

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA RHO, DAL 25 AL 28 NOVEMBRE 2008 Un quarto di secolo di storia,

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma I PROMOTORI I promotori del progetto DAT COMUNE DI MORBEGNO ENTE CAPOFILA TRAONA DAZIO- CIVO MELLO CERCINO COSIO VALTELLINO - MANTELLO ROGOLO - VALMASINO

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time NOVITÀ 2013! CONSUMER INTELLIGENCE FORUM 7 Aziende: Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time > Nicola Aliperti Global It Project Manager Marketing

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Lo spettacolo di una vecchia fatiscente imbarcazione da diporto, sia in decomposizione nel suo ormeggio che mezza affondata con gli alberi che spuntano dall acqua

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti OGGETTO: PROGETTO TECO A ATTIVITÀ CINECA AUTORE: MAURO MOTTA Indice della presentazione 1. Obiettivo del progetto 2. Identificazione degli attori coinvolti 3. Fasi del progetto Tecnologie e Strumenti Il

Dettagli