E-Commerce. e siti web a norma di legge. a cura di David D'Agostini e Paolo Vicenzotto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "E-Commerce. e siti web a norma di legge. a cura di David D'Agostini e Paolo Vicenzotto"

Transcript

1 E-Commerce e siti web a norma di legge a cura di David D'Agostini e Paolo Vicenzotto

2 La presente Guida è stata predisposta nell'ambito dei lavori del Progetto Centro di Competenza Open Source attivato dal Ditedi Distretto delle Tecnologie Digitali del Friuli Venezia Giulia. La presente Guida è rilasciata con licenza Creative Commons BY-SA 3.0 E-Commerce e siti web a norma di legge pag.2

3 Sommario Introduzione...5 Avvio dell'attività di e-commerce...7 Premessa...7 Fonti normative...8 Disciplina...8 Procedimento della SCIA...10 Sanzioni...13 Adempimenti giuridici nella realizzazione di siti di e-commerce...15 La scelta e la tutela del nome a dominio...15 Il diritto d'autore e la realizzazione di siti internet...19 Adempimenti giuridici in materia di e-commerce e E-Commerce e siti web a norma di legge pag.3

4 servizi Internet (D.Lgs 70/03)...22 La tutela del consumatore e i contratti on-line nel Codice del Consumo (D.lgs 206/05)...37 Privacy e sicurezza sul web...49 Introduzione...49 Le definizioni...49 Informativa o informative?...52 La Privacy Policy...54 L'informativa...56 Le sanzioni...57 Il Consenso...58 Casi di esclusione del consenso...60 Cookies - le modifiche introdotte dal d.lgs. 69/ La Notificazione al Garante...64 Le sanzioni...65 La sicurezza informatica...66 Le misure minime di sicurezza...68 La figura dell'amministratore di Sistema...69 Le sanzioni...72 Le comunicazioni commerciali tramite Open source ed e-commerce...77 Premessa...77 Open Source Definition...78 Principali licenze Open Source...79 Soluzioni open source per l'e-commerce...85 E-Commerce e siti web a norma di legge pag.4

5 Introduzione Tutte le imprese sono ormai presenti nel web con il proprio sito internet aziendale e spesso anche con profili o pagine in uno o più social network. Molte di loro, tuttavia, non sanno che nel realizzare e gestire un sito per il commercio elettronico si devono rispettare specifiche norme di legge, a volte a pena di sanzioni o a rischio di controversie giudiziarie. La presente guida, senza avere la presunzione di esaurire l'argomento, si prefigge la finalità di illustrare in modo chiaro quali sono i principali adempimenti legali inerenti all'avvio di un'attività di e-commerce, nonché ai contenuti del sito internet (per es. le informazioni che obbligatoriamente devono essere contenute al suo interno), facendo anche cenno alla tutela del diritto E-Commerce e siti web a norma di legge pag.5

6 d'autore e dei segni distintivi on line. Viene, altresì, affrontato il tema del trattamento di dati personali tramite il sito di e-commerce, con le relative peculiarità (si pensi ai cd. cookies) e degli annessi profili di sicurezza informatica. In conclusione, previa spiegazione del concetto di open source, sono indicate alcune soluzioni OS per siti internet di e-commerce. E-Commerce e siti web a norma di legge pag.6

7 Avvio dell'attività di e-commerce (*) Premessa Con l'espressione e-commerce (o commercio elettronico) si indica la commercializzazione di beni o servizi realizzata per il tramite di internet, vale a dire utilizzando strumenti telematici. Convenzionalmente, secondo le modalità di transazione o in base ai soggetti coinvolti, si è soliti individuare diverse tipologie di commercio elettronico; in questa sede appare opportuno distinguere tra e-commerce Business to Business (B2B) e Business to Consumer (B2C). (*) Avv. David D'Agostini E-Commerce e siti web a norma di legge pag.7

8 La prima tipologia riguarda le transazioni commerciali tra imprese e l'avvio di tale attività non richiede adempimenti particolari (tranne quelli eventualmente previsti da normative di settore). Nella seconda categoria rientrano gli acquisti di beni e servizi da parte dei consumatori finali. Qualora un'impresa volesse esercitare attività di e- commerce B2C, dovrà considerare i seguenti aspetti. Fonti normative Decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114 Riforma della disciplina relativa al settore del commercio Articolo 18 Vendita per corrispondenza, televisione o altri sistemi di comunicazione. Articolo 22 Sanzioni e revoca. Decreto legislativo 26 marzo 2010 n.59 Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno Articolo 68 Vendita per corrispondenza, televisione o altri sistemi di comunicazione. Disciplina L'art. 18 d.lgs. 114/98 originariamente disponeva che la vendita al dettaglio per corrispondenza, tramite televisione o altri sistemi di comunicazione (ivi E-Commerce e siti web a norma di legge pag.8

9 compreso il commercio elettronico) fosse soggetta a previa comunicazione al comune al comune nel quale l'esercente ha la residenza, se persona fisica, o la sede legale; veniva, inoltre, previsto che l'attività potesse essere iniziata solamente decorsi trenta giorni dal ricevimento della comunicazione stessa. Il d.lgs. 59/10 (emanato in attuazione alla Direttiva 123/2006/CE) ha inteso eliminare le barriere allo sviluppo del settore dei servizi tra Stati membri, semplificando la normativa e, in particolare, le procedure relative all accesso e allo svolgimento delle attività di servizio. Per effetto dell art. 68 d.lgs. 59/10, la vendita al dettaglio per corrispondenza, tramite televisione o altri sistemi di comunicazione è soggetta a dichiarazione di inizio di attività (DIA) da presentare allo sportello unico per le attività produttive del comune nel quale l'esercente, persona fisica o giuridica, intende avviare l'attività. Si tratta di una semplificazione importante in quanto non è più necessario attendere i trenta giorni prima dell avvio dell attività previsti dall abrogato istituto della comunicazione (da effettuarsi mediante il modello COM 6 BIS). Resta in vigore l art. 22 di quest'ultimo decreto che punisce il mancato invio della DIA con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma fino a lire (odierni ,71). E-Commerce e siti web a norma di legge pag.9

10 Successivamente, nell'art. 19 della Legge 241/90 la dichiarazione di inizio di attività è stata sostituita dalla Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) in carta semplice, senza marca da bollo, da effettuarsi utilizzando l'idonea modulistica. Procedimento della SCIA La segnalazione certificata di inizio attività è obbligatoria sia nel caso in cui venga avviata un'attività di e- commerce mediante un proprio sito internet, sia qualora a tale fine si utilizzi un negozio on line all'interno di un marketplace (per es. Ebay o Amazon). La segnalazione ha lo scopo di rendere edotto il Comune che si sta avviando un attività di commercio elettronico B2C, specificando i punti fondamentali della medesima: i dati del titolare la sede fisica il tipo di attività il codice attività ed eventuali altre attività svolte il sito utilizzato per le vendite il documento di riconoscimento L inizio dell attività può avvenire subito dopo la presentazione al Comune della SCIA, a condizione che la stessa sia compilata in ogni sua parte e completa degli allegati previsti. E-Commerce e siti web a norma di legge pag.10

11 Qualora in sede di controllo delle segnalazioni e dei relativi allegati emergano carenze dei requisiti e presupposti previsti dalle normative vigenti, entro il termine di 60 giorni dal ricevimento della SCIA il Comune adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, salvo che (ove ciò sia possibile) l interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro il termine fissato dall Amministrazione, in ogni caso non inferiore a 30 giorni. Si ricorda che: la SCIA dev'essere completa di tutti gli elementi richiesti a pena di irricevibilità; è fatto obbligo al sottoscrittore della SCIA di comunicare al Comune, alla data di variazione, ogni modifica intervenuta successivamente alla presentazione della medesima; per il commercio di determinati prodotti devono essere rispettate le relative norme speciali (art. 26 comma 3 del D.lgs. 114/98 e s.m.); per il commercio di cose usate/antiche occorre presentare la Dichiarazione ai sensi degli artt del T.U.L.P.S.; sui dati dichiarati e contenuti nella SCIA possono E-Commerce e siti web a norma di legge pag.11

12 essere effettuati, ai sensi dell art. 71 del D.P.R. n. 445/2000, controlli finalizzati ad accertare la veridicità delle informazioni fornite e confronti dei dati in possesso di altre Pubbliche Amministrazioni; ai sensi degli artt. 75 e 76 del DPR n. 445/2000, qualora emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguiti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera ed inoltre chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia; in caso di accertata carenza dei requisiti necessari, il Comune potrà adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell attività, salvo che l interessato provveda a conformarsi alla normativa vigente entro un termine fissato dall Amministrazione (non inferiore ai trenta giorni, ai sensi dell art. 19 della L. n. 241/1990, come sostituito dall art. 49, comma 4-bis della Legge 30 luglio 2010 n. 122); ai sensi dell art. 19 comma 6 della L. n. 241/90 e s.m.i., ove il fatto non costituisca più grave reato, chiunque, nelle dichiarazioni o attestazioni o asseverazioni che corredano la SCIA, dichiara o attesta falsamente l esistenza dei requisiti o dei presupposti di cui al comma 1 è punito con la reclusione da uno a tre anni. E-Commerce e siti web a norma di legge pag.12

13 Sanzioni In caso di violazioni delle disposizioni di cui al d.lgs. 114/98 e al d.lgs. 59/2010, si applicano le sanzioni amministrative previste dagli artt. 22 e s.s. del d.lgs. 114/98. In particolare, se si omette la segnalazione certificata di inizio attività prevista per l'e-commerce B2C, viene irrogata la sanzione amministrativa di una somma da 2.582,28 a ,71. In ipotesi di particolare gravità o di recidiva (qualora sia stata commessa la stessa violazione per due volte in un anno) il sindaco può, inoltre, disporre la sospensione dell'attività di vendita per un periodo non superiore a venti giorni. FAC SIMILE DI SCIA: Il sottoscritto... ai fini dell'applicazione al procedimento amministrativo dell'istituto della segnalazione certificata di inizio attività in ossequio alla normativa vigente, consapevole che le dichiarazioni false, la falsità negli atti e l'uso di atti falsi comportano l'applicazione delle sanzioni penali previste dalla vigente normativa in materia DICHIARA di essere in possesso dei requisiti di onorabilità e di non E-Commerce e siti web a norma di legge pag.13

14 trovarsi nelle condizioni di cui all art.71, comma 1 del D.Lgs. n. 59/2010; che non sussistono nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all'art. 10 della legge n. 575 (antimafia); di aver rispettato tutte le norme ed i regolamenti vigenti in materia relativi all'esercizio dell'attività in oggetto; (solo in caso di vendita di prodotti alimentari) di essere in possesso di uno dei requisiti professionali di cui all'art.71, comma 6 del D. Lgs. 59/2010; (solo in caso di nomina di un preposto) che la persona specificatamente preposta all'attività è il Sig./la Sig.ra... in possesso dei requisiti morali e professionali per l'esercizio dell'attività di cui alla presente Segnalazione Certificata di Inizio Attività. In caso dichiarazioni false o mendaci è fatta salva, comunque, l applicazione delle sanzioni penali previste dall art. 76 del D.P.R. 445/2000 e dall art. 19 comma 6 della L. 241/90 e s.m.i. E-Commerce e siti web a norma di legge pag.14

15 Adempimenti giuridici nella realizzazione di siti di e-commerce (*) La scelta e la tutela del nome a dominio Nomi a dominio nel contesto e-commerce I nomi di dominio, se dal lato tecnico sono semplicemente lettere che sostituiscono numeri (IP address) per costituire un indirizzo identificativo di un computer connesso alla rete, una volta inseriti nel contesto dell e-commerce assumono un significato economico-giuridico strategico. La prima esigenza che un imprenditore tiene in (*) Avv. Paolo Vicenzotto E-Commerce e siti web a norma di legge pag.15

16 considerazione nella scelta di un nome a dominio è che esso abbia la capacità di permettere l individuazione dell offerta commerciale contenuta nel sito in questione, distinguendola dalle innumerevoli altre presenti nella rete. Il nome a dominio assume un valore suggestivo ed un efficacia distintiva identici a quelli di ogni altro segno distintivo dell imprenditore (marchio, insegna, ditta). Così, si garantirà al cliente, che ritenga comodo l utilizzo di Internet, la certezza di ritrovare in rete le caratteristiche e la qualità dei beni e dei servizi offerti nel mercato reale da quell imprenditore. A tal fine l art. 22 D. Lgs. 30/05 dispone che è vietato adottare come ditta, denominazione o ragione sociale, insegna e nome a dominio aziendale un segno uguale o simile all'altrui marchio se, a causa dell'identità o dell'affinità tra l'attività di impresa dei titolari di quei segni ed i prodotti o servizi per i quali il marchio è adottato, possa determinarsi un rischio di confusione per il pubblico che può consistere anche in un rischio di associazione fra i due segni. Nella scelta del nome a dominio da utilizzare in un sito e-commerce, pertanto, l imprenditore dovrà evitare di scegliere nel dominio di secondo livello, nomi identici o simili ad altri marchi registrati per prodotti affini a quelli che si intende commercializzare. Nella pratica, l imprenditore titolare di un marchio, anche di fatto, tenderà a registrare un nome a dominio che richiami il proprio segno distintivo, proprio per giovarsi E-Commerce e siti web a norma di legge pag.16

17 dell avviamento e degli investimenti marketing già effettuati in passato. La tutela giuridica del nome a dominio Ma come ci si deve comportare se il dominio corrispondente o simile al proprio segno distintivo aziendale è già stato registrato da soggetti terzi? Le soluzioni giuridiche a tutela del diritto di utilizzo del proprio marchio nel nome a dominio sono due. La prima consiste nel ricorso alla procedura stragiudiziale di riassegnazione fornita dai prestatori del Servizio di Risoluzione extragiudiziale delle Dispute (PSRD) accreditati dal Registro per la conduzione delle procedure di riassegnazione di un nome a dominio nel cctld "it" (per il TLD.com la procedura analoga avviene tramite la WIPO). La procedura è disciplinata da apposito Regolamento (oggi alla versione 2.0 di data 19 giugno 2009) disponibile, insieme a tutte le indicazioni utili, al sito La seconda soluzione, invece, è quella giudiziale con ricorso, anche d urgenza, alle sezioni specializzate del Tribunale competente. In generale, comunque, se vi è una disputa fra diversi soggetti che reclamano il diritto di utilizzare un nome a dominio o se, come accade di frequente, un terzo occupa un dominio corrispondente ad un nostro segno distintivo, i parametri utili per dirimere la controversia in generale sono questi. E-Commerce e siti web a norma di legge pag.17

18 Il soggetto che ha registrato il dominio per primo manterrà tale diritto se riuscirà a provare la propria buona fede cioè ad esempio se proverà di essere già conosciuto, personalmente, come associazione o ente commerciale con il nome corrispondente al nome a dominio registrato, anche se non ha registrato il relativo marchio. Parimenti egli potrà provare la propria buona fede se l uso che sta facendo di tale dominio è non commerciale e non comporta sviamento di clientela del ricorrente o nocumento per il marchio registrato. Per chi invece vorrà recuperare il dominio corrispondente al proprio marchio, anche di fatto, servirà invece provare la mala fede del registrant: cosa agevole nei casi di registrazione del dominio corrispondente al nostro marchio da parte di soggetti che hanno poi tentato di rivenderci il dominio per un corrispettivo, monetario o meno, che sia superiore ai costi ragionevolmente sostenuti per la registrazione ed il mantenimento del nome a dominio. Oppure se vi è prova che il nome a dominio sia stato registrato (magari da un concorrente) proprio per impedirci di utilizzare tale nome, ovvero venga utilizzato per attività in concorrenza alla nostra. Altra circostanza che consente il recupero del dominio è che in assenza di requisiti di buona fede sopra citati - si provi che non esiste alcun collegamento dimostrabile tra il titolare del nome di dominio e il nome di dominio registrato identico o simile al marchio. E-Commerce e siti web a norma di legge pag.18

19 Il diritto d'autore e la realizzazione di siti internet Oggetto di tutela del diritto d'autore on-line Ogni opera di carattere creativo è realizzata da un soggetto che ne è Autore e che è il titolare dei relativi diritti morali. L autore dispone poi dei diritti materiali ed economici sulle singole opere, potendo così cederli a terzi, verso il pagamento di un corrispettivo o gratuitamente. Alla luce di ciò, si può affermare che i contenuti multimediali di un sito Internet sono oggetto di tutela ai sensi della Legge sul Diritto d Autore (Legge 22 aprile 1941 n. 633 Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio ), nella misura in cui essi siano dotati di carattere creativo. Secondo una certa interpretazione, anche il sito Internet nel suo complesso potrebbe essere oggetto di tutela, in quanto ricompreso nella definizione di data base della Direttiva 96/9/CE, recepita nella legge sul Diritto d Autore agli art. 64 quinquies e seguenti. Nella pratica, però, è più frequente applicare la normativa sul copyright non tanto a tutela dell intero sito nel suo complesso, quanto a singole parti di esso, quali testi, foto, video, animazioni, grafici, tabelle, jingle, musiche. Elementi questi che se dotati di un minimo carattere di creatività costituiscono elementi tutelati dalle leggi italiane e straniere sul copyright. E-Commerce e siti web a norma di legge pag.19

20 Pertanto, chi realizza siti Internet è pienamente coinvolto nella citata normativa sotto due opposti punti di vista: primo, dovrà rispettarla nel momento in cui vorrà utilizzare per propri siti Internet un contenuto multimediale non originale, in quanto tratto da terze parti; secondo, dovrà invocarla quando terzi utilizzano illecitamente contenuti multimediali presenti sulle proprie pagine web. L elemento essenziale è comunque che l elemento tutelabile deve essere dell ingegno e di carattere creativo. Cioè deve essere nuova rispetto creazioni precedenti e deve riflettere la personalità dell'autore. Alcuni semplici suggerimenti per chi realizza siti web Questa brevissima e generale introduzione all oggetto del diritto d autore nei siti Internet consente di elaborare alcuni principi ai quali è opportuno attenersi nella realizzazione di un sito web. In primo luogo è importante indicare in un apposito link nella home page (denominato diritti d autore o copyright ) l autore dei contenuti multimediali del sito e chi ne detiene i diritti economici di sfruttamento (che può essere la web agency che ha creato il sito ovvero l azienda Cliente). Questa accortezza è utile in primo luogo perché la legge ritiene che sia Autore dell'opera, salvo prova contraria, semplicemente chi è in essa indicato come tale (art. 8 L. 633/41). Inoltre tale link è necessario anche indicare se e in che misura sarà E-Commerce e siti web a norma di legge pag.20

21 possibile utilizzare i contenuti del sito web. Ad esempio, in molti casi potrebbe essere consigliabile sfruttare le licenze creative commons, già universalmente note e riconosciute in ambito Internet e sufficientemente flessibili per le più classiche esigenze. In generale è sempre consigliato evitare il copia incolla di testi o di altro materiale multimediale tratto da Internet, salvo che nel sito di provenienza sia esplicitata una licenza di utilizzo del materiale compatibile con le finalità del nostro lavoro. E pertanto utile avvalersi di materiale tratto da librerie che cedono i diritti di utilizzazione per uso commerciale o non personale, ovvero da siti Internet che professionalmente mettono a disposizione foto, video, musica e quant altro sempre per uso commerciale (www.istockphoto.com, ecc.) ed anche in questo caso e non per ragioni giuridiche ma di professionalità si raccomanda di verificare i siti concorrenti della vostra committente, onde evitare leciti, ma sgradevoli, doppioni. Occorre particolare attenzione anche nei frequenti casi di progetti e-commerce dove è prevista la rivendita online di beni di aziende terze. Solitamente in tali casi l immagine o la foto del bene in vendita viene presa direttamente dal sito Internet del produttore, oppure il prodotto viene direttamente fotografato, magari con il relativo marchio in bella vista. In questi casi normalmente non vi saranno problemi, visto che il E-Commerce e siti web a norma di legge pag.21

22 produttore sarà ben contento che altri siti vendano e pubblicizzano i suoi prodotti. Tuttavia alcuni marchi, soprattutto se notori, non sempre lasciano totale libertà in campo di diritto intellettuale ed industriale. Se vi sono dei dubbi sull utilizzabilità di determinato materiale multimediale (o sulla possibilità di riprodurre un marchio o un logo) è sempre opportuno leggere attentamente le condizioni di copyright per l utilizzo del materiale tratto da quel sito ed eventualmente, qualora non vi siano indicazioni specifiche, inviare una mail richiedendo il consenso all utilizzo. Altre piccole attenzioni devono essere poste qualora sia il Cliente a fornire testi e foto da inserire nel sito: è sempre opportuno farsi confermare per iscritto, oppure anche via mail, la titolarità dei relativi diritti di disposizione. Questo al fine di prevenire possibili futuri fraintendimenti a fronte di contestazioni sulla titolarità dei diritti di utilizzazione del materiale. Adempimenti giuridici in materia di e-commerce e servizi Internet (D.Lgs 70/03) Brevi cenni su alcuni aspetti fiscali dell e-commerce Prima di trattare alcune parti più specifiche circa gli aspetti giuridici dell e-commerce, si ritiene utile accennare, pur senza approfondire, alcuni aspetti fiscali dell impresa in Internet. Generalmente l attività di e-commerce svolta dal E-Commerce e siti web a norma di legge pag.22

23 privato per fini personali è legittima, ma diventa fiscalmente rischiosa quando tende a sconfinare un attività più complessa ed organizzata. L attività di e-commerce, infatti, richiede l apertura di una partita IVA, con conseguente inquadramento come ditta individuale, società di persone o società di capitali, quando non è occasionale e genera un fatturato superiore ai 5.000,00 annui. Sotto tale soglia l attività di e-commerce potrebbe rientrare nella c.d. prestazione meramente occasionale che da un punto di vista fiscale rientra nelle previsioni dell'articolo 67 del TUIR (redditi diversi) ed è esclusa dal campo di applicazione dell'iva ai sensi dell'articolo 5 del Dpr 633/1972, per carenza del presupposto soggettivo. Il giro d affari e la non occasionalità delle prestazioni di un sito e-commerce possono essere oggetto di valutazioni da parte della Agenzia delle Entrate onde valutare eventuali evasioni di imposta diretta e indiretta. La cosa rileva particolarmente per chi ha aperto un negozio nella piattaforma ebay. Ricordo, a mero titolo informativo, che la Guardia di Finanza ha richiesto formalmente ed ottenuto da ebay informazioni quali: Nome e Cognome, Ragione Sociale (per gli account business) ID utente, Indirizzo, Recapito telefonico, Indirizzo , Codice Fiscale, di tutti gli utenti che avessero ricevuto fatture da ebay per importi superiori a 1.000,00 annui, per ogni anno dal 2004 al 2007 e avessero venduto più di 5 oggetti per anno. E-Commerce e siti web a norma di legge pag.23

24 Da queste informazioni potremmo perciò ricavare i parametri per definire un venditore professionista, che svolge un attività di fatto imprenditoriale e non più personale. A seguito di tale indagine, l Autorità ha eseguito una serie di controlli ed accertamenti fiscali che hanno coinvolto anche alcuni privati, di fatto rivelatisi professionisti ed evasori totali. Introduzione al D.lgs 70/03 su e-commerce e servizi Internet Il Decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70 è il recepimento nell ordinamento italiano della Direttiva 2000/31/CE relativa a taluni aspetti giuridici dei servizi della società dell'informazione, in particolare il commercio elettronico, nel mercato interno ed è uno dei riferimenti giuridici principali per la realizzazione di siti Internet a norma di legge. Di fatto, il D.lgs 70/03 regola i servizi che vengono erogati tramite un sito Internet, con l obiettivo di promuoverne la libera circolazione nella UE. E opportuno sottolineare come i taluni aspetti giuridici citati dal titolo della normativa sono alquanto variegati. La legge, infatti, oltre il tema della libertà di erogazione dei servizi web, disciplina tematiche quali il contenuto obbligatorio dei siti Internet, le modalità con cui si deve impostare e gestire un sistema di e-commerce ed infine la responsabilità dei provider. Quest ultimo aspetto è il parametro giuridico che la E-Commerce e siti web a norma di legge pag.24

25 Giurisprudenza di merito sta prendendo per disciplinare controversie sulle responsabilità dei fornitori di servizi web 2.0, quali social network, blog, piattaforme per utenti o elaborazioni software in modalità as a service. Ambito di applicazione e ubicazione dei server L ambito di applicazione del d.lgs 70/03 non si limita ai soli siti di commercio elettronico, ma è ben più ampio, in quanto coinvolge tutti i servizi della società dell informazione. L art. 1, infatti, richiamando anche la legge 317/86, specifica che la norma si applica a qualsiasi attività economica svolta on-line (perciò dal semplice sito vetrina aziendale ai più complessi servizi hosting dei provider ecc.) nonché a qualsiasi servizio prestato normalmente dietro retribuzione, a distanza, per via elettronica e a richiesta individuale di un destinatario di servizi, cioè un servizio inviato all'origine e ricevuto a destinazione mediante attrezzature elettroniche di trattamento, compresa la compressione digitale e di memorizzazione di dati e che è interamente trasmesso, inoltrato e ricevuto mediante fili, radio, mezzi ottici od altri mezzi elettromagnetici. Il prestatore del servizio deve essere stabilito nel territorio italiano (o Europeo). In un contesto tecnologico come quello di Internet non è sempre agevole individuare dove sia effettivamente stabilita un azienda. A tal fine, la norma precisa correttamente che La presenza e l'uso dei mezzi tecnici e delle tecnologie necessarie per prestare un servizio non costituiscono di E-Commerce e siti web a norma di legge pag.25

26 per sé uno stabilimento del prestatore. Il principio applicabile, perciò, pare essere quello della stabile organizzazione di diritto tributario. Esemplificando, un azienda costituita a Londra, con server in Irlanda, ma che di fatto gestisce e organizza il servizio dall Italia, sarà sottoposta alla disciplina del D.lgs 70/03 così come ad ogni altra normativa di diritto italiano. Cosa di non poco conto, se si tengono conto gli aspetti fiscali o i divieti e limitazioni previste nel nostro ordinamento per talune attività in Internet (si pensi ai giochi d azzardo, alla vendita di medicinali, alle c.d. aste al ribasso ecc). Tutela generale e la libertà di erogazione di servizi Internet in UE In primo luogo il D.Lgs 70/03 garantisce che qualsiasi servizio erogato via Internet (siti web, e-commerce, hosting, mail, applicazioni ecc.) offerto da un soggetto stabilito in uno degli stati membri dell Unione Europea non possa essere limitato da norme o Autorità di un altro paese, salvo ovviamente casi di ordine pubblico, prevenzione e repressione di reati, salute, sicurezza, tutela del consumatore, però con modalità e limiti ben specifici (art. 7 comma 2 e 3). Altro obiettivo della norma è quello di vietare che singoli paesi membri approvino forme locali di autorizzazione ai servizi ICT. L art. 8 dispone infatti che l'accesso all'attività di un prestatore di un servizio della società dell'informazione e il suo esercizio non sono soggetti, in quanto tali, ad autorizzazione preventiva o ad altra E-Commerce e siti web a norma di legge pag.26

27 misura di effetto equivalente. Secondo la direttiva è importante assicurare che il commercio elettronico possa beneficiare pienamente del mercato interno di ogni singolo paese, favorendo così la libera circolazione dei servizi. Ad esempio, anche in ossequio a tale principio, dal 2010 in Italia sono stati finalmente eliminati i farraginosi obblighi autorizzatori previsti dal D.Lgs 31/3/1998 n.114 (art. 18 e 26 comma 5) per intraprendere un attività di commercio elettronico, oggi sostituiti da una semplice comunicazione di inizio attività al Comune ove a sede l azienda, che potrà così operare con effetto immediato. Rimangono comunque leciti i limiti imposti per attività che non riguardano specificatamente ed esclusivamente i servizi della società dell'informazione, come servizi finanziari, assicurativi, medici, giuridici, di telecomunicazioni ecc. Contenuto minimo obbligatorio di siti web, obblighi generali di informazione Un primo ed importante aspetto pratico del D.lgs 70/03 è la previsione di una serie di contenuti minimi obbligatori per chi intenda realizzare un qualsiasi servizio tramite Internet, come ad esempio un sito di e-commerce. Chiaramente questi obblighi informativi valgono anche per l attività on-line svolta da aziende di un qualsiasi paese membro della UE, in forza delle rispettive norme di recepimento della direttiva 31/00/CE. E-Commerce e siti web a norma di legge pag.27

28 In generale le informazioni che risulta necessario fornire agli utenti/clienti di un sito web sono numerose e purtroppo sparse in diverse normative non sempre ben coordinate: il D.lgs 70/03 e il Codice del Consumo, che vedremo in modo più specifico qui di seguito, nonché il Codice Civile e il DPR 633/72. Le prime informazioni obbligatorie che deve contenere un sito web sono elencate analiticamente all art. 7 del d.lgs 70/03, e sono le seguenti: a) il nome, la denominazione o la ragione sociale (del soggetto che eroga il servizio tramite il sito) b) il domicilio o la sede legale; c) gli estremi che permettono di contattare rapidamente il prestatore e di comunicare direttamente ed efficacemente con lo stesso, compreso l'indirizzo di posta elettronica; d) il numero di iscrizione al repertorio delle attività economiche, REA, o al registro delle imprese; e) il numero della partita IVA o altro numero di identificazione considerato equivalente nello Stato membro, qualora il prestatore eserciti un'attività soggetta ad imposta; Questi primi cinque elementi sono sostanzialmente comuni ed obbligatori per qualsiasi attività economica svolta on-line da un soggetto, sia esso persona giuridica, professionista o ditta individuale. Qualora invece il sito Internet sia gestito da un persona fisica, E-Commerce e siti web a norma di legge pag.28

E-COMMERCE e PROBLEMATICHE DEL COMMERCIO ELETTRONICO. Avv. Maela Coccato

E-COMMERCE e PROBLEMATICHE DEL COMMERCIO ELETTRONICO. Avv. Maela Coccato E-COMMERCE e PROBLEMATICHE DEL COMMERCIO ELETTRONICO Avv. Maela Coccato DEFINIZIONE Attività commerciale caratterizzata da transazioni per via elettronica, consistente nella: commercializzazione di beni

Dettagli

1. In tempo utile, prima della conclusione di qualsiasi contratto a distanza, il consumatore deve ricevere le seguenti informazioni:

1. In tempo utile, prima della conclusione di qualsiasi contratto a distanza, il consumatore deve ricevere le seguenti informazioni: legge sul diritto di recesso Art. 1 - Definizioni 1. Ai fini del presente decreto si intende per: a) contratto a distanza: il contratto avente per oggetto beni o servizi stipulato tra un fornitore e un

Dettagli

CONTRATTI A DISTANZA Codice del consumo Dlgs 206/2005 Artt. 50-59 e Artt. 62-67. Art. 50. Definizioni

CONTRATTI A DISTANZA Codice del consumo Dlgs 206/2005 Artt. 50-59 e Artt. 62-67. Art. 50. Definizioni CONTRATTI A DISTANZA Codice del consumo Dlgs 206/2005 Artt. 50-59 e Artt. 62-67 Art. 50. Definizioni 1. Ai fini della presente sezione si intende per: a) contratto a distanza: il contratto avente per oggetto

Dettagli

ESSERE PRESENTI ON LINE: LE REGOLE DI BASE PER UTILIZZARE AL MEGLIO SITO WEB ED E-COMMERCE

ESSERE PRESENTI ON LINE: LE REGOLE DI BASE PER UTILIZZARE AL MEGLIO SITO WEB ED E-COMMERCE Sandra Bianchi ESSERE PRESENTI ON LINE: LE REGOLE DI BASE PER UTILIZZARE AL MEGLIO SITO WEB ED E-COMMERCE 1 Definizione L art. 4 del D.Lgs. n. 114/98 distingue il commercio a seconda che sia all ingrosso

Dettagli

DELIBERA N. 664/06/CONS

DELIBERA N. 664/06/CONS DELIBERA N. 664/06/CONS Regolamento recante disposizioni a tutela dell utenza in materia di fornitura di servizi di comunicazione elettronica mediante contratti a distanza (Proposta di modifiche) Articolo

Dettagli

La normativa italiana in materia di commercio elettronico. Avv. Ivan Rigatti

La normativa italiana in materia di commercio elettronico. Avv. Ivan Rigatti La normativa italiana in materia di commercio elettronico Avv. Ivan Rigatti Il commercio elettronico Nella sua accezione più ristretta, il commercio elettronico (più noto come e-commerce contrazione di

Dettagli

LA DISCIPLINA DEI CONTRATTI A DISTANZA (PER POSTA, TELEFONO, INTERNET, TELEVENDITE) DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 185 DEL 1999

LA DISCIPLINA DEI CONTRATTI A DISTANZA (PER POSTA, TELEFONO, INTERNET, TELEVENDITE) DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 185 DEL 1999 LA DISCIPLINA DEI CONTRATTI A DISTANZA (PER POSTA, TELEFONO, INTERNET, TELEVENDITE) DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 185 DEL 1999 Di Gianfranco Visconti 1) I contratti a distanza : definizione ed evoluzione

Dettagli

la Disciplina di legge che regola gli acquisti effettuati on-line

la Disciplina di legge che regola gli acquisti effettuati on-line parere legale e-commerce di Maurizio Iorio la Disciplina di legge che regola gli acquisti effettuati on-line In questo articolo vengono introdotte ed esaminate le principali regole che disciplinano l e-commerce

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO DI M-PAYMENT

CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO DI M-PAYMENT CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO DI M-PAYMENT Avviso legale. Le presenti condizioni generali disciplinano gli accordi contrattuali per la fruizione dei servizi di ricarica messi a disposizione da Totobit

Dettagli

Introduzione al commercio elettronico

Introduzione al commercio elettronico Introduzione al commercio elettronico Definizioni di commercio elettronico Comunicazione della Commissione europea al parlamento europeo, al Consiglio, al comitato economico e sociale ed al comitato delle

Dettagli

Come portare un attività su internet

Come portare un attività su internet Come portare un attività su internet Le regole base per l e-commerce ottobre 2014 1 Impresa e internet pubblicità promozione commercio ottobre 2014 2 pubblicità diretta aprendo un proprio sito web indiretta

Dettagli

IL COMMERCIO ELETTRONICO VALORE4IT MESTRE, 19 FEBBRAIO 2014...SI FA PRESTO A DIRE E COMMERCE...

IL COMMERCIO ELETTRONICO VALORE4IT MESTRE, 19 FEBBRAIO 2014...SI FA PRESTO A DIRE E COMMERCE... IL COMMERCIO ELETTRONICO VALORE4IT MESTRE, 19 FEBBRAIO 2014...SI FA PRESTO A DIRE E COMMERCE... Qualche dato: Le vendite da siti italiani 13,3 miliardi di euro nel 2014 hanno fatto registrare una crescita

Dettagli

Acquisti in rete. Come tutelarsi dalle truffe on - line

Acquisti in rete. Come tutelarsi dalle truffe on - line Acquisti in rete. Come tutelarsi dalle truffe on - line Avv. Gianbattista Causin causin@caputocausin caputocausin.itit Consulente Legale Federconsumatori di Venezia e Membro della Consulta Giuridica Regionale

Dettagli

GUIDA SULL E-COMMERCE E LA VENDITA ONLINE

GUIDA SULL E-COMMERCE E LA VENDITA ONLINE GUIDA SULL E-COMMERCE E LA VENDITA ONLINE 1 Indice Cos è l e-commerce?... 3 I principi fondamentali della vendita online... 7 La normativa in materia di e-commerce... 11 Lo spamming... 13 La tutela della

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Articolo 1 - Definizioni 1. Ai fini del presente contratto si intende per: - Produttore, la società Calligaris S.p.A. con sede a Manzano (UD) in via Trieste 12, P. IVA 05617370969;

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA SUL COMMERCIO ELETTRONICO E SUI SERVIZI DELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE

L ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA SUL COMMERCIO ELETTRONICO E SUI SERVIZI DELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE L ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA SUL COMMERCIO ELETTRONICO E SUI SERVIZI DELLA SOCIETA DELL INFORMAZIONE 1) I principi fondamentali e l ambito di applicazione del Decreto Legislativo n 70 del 2003

Dettagli

Delibera n. 664/06/cons

Delibera n. 664/06/cons Delibera n. 664/06/cons Adozione del regolamento recante disposizioni a tutela dell utenza in materia di fornitura di servizi di comunicazione elettronica mediante contratti a distanza L AUTORITÀ NELLA

Dettagli

Condizioni Generali di Vendita

Condizioni Generali di Vendita Condizioni generali di vendita di servizi offerti da www.linkeb.it Premessa: L'offerta e la vendita di servizi sul sito web www.linkeb.it sono regolati dalle seguenti condizioni generali di vendita. I

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI A TUTELA DELL UTENZA IN MATERIA DI FORNITURA DI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICA MEDIANTE CONTRATTI A DISTANZA

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI A TUTELA DELL UTENZA IN MATERIA DI FORNITURA DI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICA MEDIANTE CONTRATTI A DISTANZA ALLEGATO A Alla delibera n. REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI A TUTELA DELL UTENZA IN MATERIA DI FORNITURA DI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ELETTRONICA MEDIANTE CONTRATTI A DISTANZA Art. 1 (Definizioni) 1. 1.

Dettagli

E possibile chiedere informazioni relative agli abbonamenti o all'acquisto dei crediti scrivendo a supporto@clubdelburraco.it.

E possibile chiedere informazioni relative agli abbonamenti o all'acquisto dei crediti scrivendo a supporto@clubdelburraco.it. CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO ON LINE Questi termini e condizioni (di seguito le Condizioni Generali ) disciplinano i contratti che verranno di volta in volta conclusi aventi ad oggetto la vendita on-line

Dettagli

CONTRATTI A DISTANZA: INFORMAZIONI DA FORNIRE e DIRITTO DI RECESSO

CONTRATTI A DISTANZA: INFORMAZIONI DA FORNIRE e DIRITTO DI RECESSO DI Commercio elettronico, contratti a distanza P 1/13 CONTRATTI A DISTANZA: INFORMAZIONI DA FORNIRE e DIRITTO DI RECESSO I contratti di commercio elettronico secondo il D. LGS 70/2003 e i contratti a distanza

Dettagli

L AZZECCA E-COMMERCE 6.1 6.2 6.2.1 6.2.2 6.2.3 6.3 6.3.1 6.3.2 6.3.3 6.4

L AZZECCA E-COMMERCE 6.1 6.2 6.2.1 6.2.2 6.2.3 6.3 6.3.1 6.3.2 6.3.3 6.4 6 L AZZECCA E-COMMERCE 6 L azzecca e-commerce... 99 6.1 L e-commerce secondo i sacri testi... 100 6.2 La bussola nel mare magnum normativo... 101 6.2.1 Il commercio elettronico al dettaglio e all ingrosso...

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Premessa L offerta e la vendita di prodotti sul sito web www.natevo.com sono regolate da queste Condizioni generali di Vendita. Natevo è un marchio di Flou S.p.A (di seguito

Dettagli

Tutti gli Utenti/Clienti, registrati e non, sono tenuti a prendere attenta visione delle seguenti Condizioni Generali prima di usufruire dei

Tutti gli Utenti/Clienti, registrati e non, sono tenuti a prendere attenta visione delle seguenti Condizioni Generali prima di usufruire dei Tutti gli Utenti/Clienti, registrati e non, sono tenuti a prendere attenta visione delle seguenti Condizioni Generali prima di usufruire dei Servizi/Prodotti offerti da www.gommejohnpitstop.it ed a stamparle

Dettagli

Condizioni generali di vendita con i consumatori

Condizioni generali di vendita con i consumatori Condizioni generali di vendita con i consumatori Art. 1) Ambito di applicazione delle Condizioni generali - Oggetto della fornitura 1.1) Le presenti Condizioni generali di vendita (le Condizioni ) costituiscono

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. Articolo 1 Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. Articolo 1 Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Articolo 1 Definizioni Ai fini del presente contratto si intende per: "Venditore", la società BBang S.r.l. (P.IVA 02716060302), avente sede a Tavagnacco (fraz. Feletto Umberto)

Dettagli

MODIFICHE AL CODICE DI CONSUMO - DLGS 21/02/2014 N. 21 SU G.U. N. 58 DEL 11/03/2014

MODIFICHE AL CODICE DI CONSUMO - DLGS 21/02/2014 N. 21 SU G.U. N. 58 DEL 11/03/2014 MODIFICHE AL CODICE DI CONSUMO - DLGS 21/02/2014 N. 21 SU G.U. N. 58 DEL 11/03/2014 Lunedì, 30 Giugno 2014 Sono entrate in vigore alcune rilevanti modifiche al Codice del Consumo che costituisce la normativa

Dettagli

OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Nuova Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011. nat a prov.

OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Nuova Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011. nat a prov. Allo Sportello Unico per le attività produttive del Comune di SALA CONSILINA OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Nuova Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011.

Dettagli

Circolare N.182 del 13 Dicembre 2013

Circolare N.182 del 13 Dicembre 2013 Circolare N.182 del 13 Dicembre 2013 Artigiani e agricoli. Quali sono gli adempimenti per vendere online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il Ministero dello Sviluppo ha fornito

Dettagli

Il rapporto tra ITALPROTEZIONE S.r.l. e l'acquirente è regolamentato dalla seguente norma.

Il rapporto tra ITALPROTEZIONE S.r.l. e l'acquirente è regolamentato dalla seguente norma. DIRITTO DI RECESSO Il rapporto tra ITALPROTEZIONE S.r.l. e l'acquirente è regolamentato dalla seguente norma. D.Lgs. 15 gennaio 1992 n. 50 (in G.U. del 3-2-1992, n. 27) Attuazione della direttiva CEE n.

Dettagli

Con l espressione tecnica di comunicazione a distanza si intende fare riferimento a qualunque mezzo che,

Con l espressione tecnica di comunicazione a distanza si intende fare riferimento a qualunque mezzo che, Un peculiare modo di formazione del contratto è quello che caratterizza i c.d. contratti a distanza, definiti dal legislatore come quei contratti, aventi ad oggetto beni o servizi, stipulati tra un professionista

Dettagli

Condizioni di vendita

Condizioni di vendita Condizioni di vendita Le Condizioni Generali di Vendita disciplinano l'offerta e la vendita on-line dei prodotti presenti sul sito www.gidielle.com (di seguito denominato "Sito"). Disposizioni Generali

Dettagli

Diritto dei Mezzi di Comunicazione. Indice

Diritto dei Mezzi di Comunicazione. Indice INSEGNAMENTO DI DIRITTO DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE LEZIONE X IL MERCATO FINANZIARIO ONLINE PROF. ERNESTO PALLOTTA Indice 1 I servizi ed i prodotti finanziari online ----------------------------------------------------------------

Dettagli

Condizioni Generali di Vendita sul sito www.giomais.it

Condizioni Generali di Vendita sul sito www.giomais.it Condizioni Generali di Vendita sul sito www.giomais.it Prezzi: Tutti i prezzi indicati sono comprensivi di iva nelle relative aliquote pertinenti per legge a seconda del prodotto/referenza. Pagamenti:

Dettagli

Federalberghi Montecatini Terme A.P.A.M ASSOCIAZIONE ALBERGATORI di MONTECATINI TERME

Federalberghi Montecatini Terme A.P.A.M ASSOCIAZIONE ALBERGATORI di MONTECATINI TERME 1 tel. 70124, fax 770677 - www.apamontecatini.it, info@apamontecatini.it Federalberghi Montecatini Terme A.P.A.M ASSOCIAZIONE ALBERGATORI di MONTECATINI TERME Circolare n. 08/2014 Montecatini T., 12/06/2014

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA I prodotti di cui alla presenti condizioni generali, sono posti in vendita da ESTETICA ANNA DI GUERRINI ANNA MARIA, via Ortigara, 1 Cervia Milano Marittima, iscritta al registro

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA L offerta e la vendita di prodotti effettuata sul sito web www.beds4pets.it sono regolate dalle presenti Condizioni Generali di Vendita. Per qualsiasi altra informazione

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE Le presenti condizioni generali di vendita regolano i contratti a distanza stipulati tra BYOU S.r.l.a socio unico, società con sede in Sarcedo (VI), Via dell Industria

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.)

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Agenzie di viaggio e turismo: DD.G.R. 816/2010 e 95/2011 - Variazione strutturale Agenzia di viaggi Allo Sportello Unico per

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.)

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Agenzie di viaggio e turismo: DD.G.R. 816/2010 e 95/2011 - Apertura nuova Agenzia di viaggi Allo Sportello Unico per le attività

Dettagli

COM 6 CORRISPONDENZA, TV, ALTRI SISTEMI

COM 6 CORRISPONDENZA, TV, ALTRI SISTEMI spazio per la protocollazione Allo Sportello Unico delle Attività Produttive del COMUNE DI SESTO FIORENTINO COM 6 CORRISPONDENZA, TV, ALTRI SISTEMI PRIVACY: Nel compilare questo modello le chiederemo di

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA E DI UTILIZZO DEL SITO E-COMMERCE WWW.DEDGY.IT

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA E DI UTILIZZO DEL SITO E-COMMERCE WWW.DEDGY.IT CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA E DI UTILIZZO DEL SITO E-COMMERCE WWW.DEDGY.IT 1. PREMESSA 1. Le presenti Condizioni Generali di Vendita hanno per oggetto la definizione dei diritti e degli obblighi delle

Dettagli

Scheda 3.5 Forme speciali di vendita

Scheda 3.5 Forme speciali di vendita Scheda 3.5 Forme speciali di vendita SOGGETTI RICHIEDENTI Il soggetto che intende presentare al Comune la domanda per le forme speciali di vendita al dettaglio deve dimostrare di essere in possesso dei

Dettagli

OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Filiale Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011. nat a prov.

OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Filiale Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011. nat a prov. Allo Sportello Unico per le attività produttive Comune di SALA CONSILINA OGGETTO: Segnalazione Certificata di Inizio Attività per Apertura Filiale Agenzia di Viaggi e Turismo. DD.G.R. 816/2010 e 95/2011.

Dettagli

LE NUOVE NORME DEL COMMERCIO ON LINE

LE NUOVE NORME DEL COMMERCIO ON LINE LE NUOVE NORME DEL COMMERCIO ON LINE www.aicel.org www.adiconsum.it Associazione Italiana Commercio Elettronico ADICONSUM Associazione Difesa Consumatori e Ambiente promossa dalla CISL Con la pubblicazione

Dettagli

DICHIARA di N O M I N ARE. Cognome Nome C.F. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F

DICHIARA di N O M I N ARE. Cognome Nome C.F. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F NOLEGGIO di VEICOLI senza CONDUCENTE SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITÀ ai sensi dell'art. 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, modificato dalla legge n. 122/2010 e del D.P.R. 19.12.2001, n.

Dettagli

Circolare N.167 del 14 dicembre 2011. Obbligo di conservazione delle e-mail a contenuto giuridico-commerciale

Circolare N.167 del 14 dicembre 2011. Obbligo di conservazione delle e-mail a contenuto giuridico-commerciale Circolare N.167 del 14 dicembre 2011 Obbligo di conservazione delle e-mail a contenuto giuridico-commerciale Obbligo di conservazione delle e-mail a contenuto giuridico-commerciale Gentile cliente con

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO COLLETTIVO E-COMMERCE CERTIFICATO O.P.P.I.C.

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO COLLETTIVO E-COMMERCE CERTIFICATO O.P.P.I.C. REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO COLLETTIVO E-COMMERCE CERTIFICATO O.P.P.I.C. Art. 1 Premessa ed obiettivi 1.1. L Osservatorio pugliese della proprietà intellettuale concorrenza e consumo digitale- associazione

Dettagli

Condizioni generali di contratto Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza

Condizioni generali di contratto Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza Art. 1 Condizioni generali di contratto Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza Ai fini delle presenti condizioni generali, si intende per: Consumatore, la persona fisica che agisce per scopi

Dettagli

Termine e condizione per la vendita on line

Termine e condizione per la vendita on line Termine e condizione per la vendita on line L Acquirente dichiara espressamente di compiere l acquisto per fini estranei all attività commerciale o professionale esercitata. Identificazione del Fornitore

Dettagli

L Internet service provider tra disciplina sulla privacy e disciplina sul commercio elettronico.

L Internet service provider tra disciplina sulla privacy e disciplina sul commercio elettronico. L Internet service provider tra disciplina sulla privacy e disciplina sul commercio elettronico. I prestatori dei servizi della societa dell informazione / 1 Il prestatore di servizi della società dell

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI (di seguito Condizioni Generali )

CONDIZIONI GENERALI (di seguito Condizioni Generali ) CONDIZIONI GENERALI (di seguito Condizioni Generali ) 1. OGGETTO DEL CONTRATTO 1.1. Sito. Il sito internet www.larimonta.it (di seguito Sito ) è di titolarità di con sede legale in Milano, via Carlo Freguglia

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE PROCEDURE ISTRUTTORIE IN MATERIA DI DISCIPLINA DELLE RELAZIONI COMMERCIALI CONCERNENTI LA CESSIONE DI PRODOTTI AGRICOLI E ALIMENTARI

REGOLAMENTO SULLE PROCEDURE ISTRUTTORIE IN MATERIA DI DISCIPLINA DELLE RELAZIONI COMMERCIALI CONCERNENTI LA CESSIONE DI PRODOTTI AGRICOLI E ALIMENTARI REGOLAMENTO SULLE PROCEDURE ISTRUTTORIE IN MATERIA DI DISCIPLINA DELLE RELAZIONI COMMERCIALI CONCERNENTI LA CESSIONE DI PRODOTTI AGRICOLI E ALIMENTARI Articolo 1 Definizioni Ai fini del presente regolamento

Dettagli

LA RIFORMA DELL E-COMMERCE! Aspetti operativi della riforma in vigore dal 13 giugno 2014*! 1. Definizioni ed ambito di applicazione della riforma!

LA RIFORMA DELL E-COMMERCE! Aspetti operativi della riforma in vigore dal 13 giugno 2014*! 1. Definizioni ed ambito di applicazione della riforma! LA RIFORMA DELL E-COMMERCE Aspetti operativi della riforma in vigore dal 13 giugno 2014* * La presente guida breve è stata scritta prendendo a fonte il D.Lgs. 21/2014 che, recependo la direttiva 2011/83/UE

Dettagli

Diritto dei mezzi di comunicazione. Indice

Diritto dei mezzi di comunicazione. Indice INSEGNAMENTO DI DIRITTO DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE LEZIONE X IL MERCATO FINANZIARIO ON LINE PROF. SIMONE OREFICE Indice 1 I Servizi ed i Prodotti Finanziari On Line ---------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ver. 2.1

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ver. 2.1 CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ver. 2.1 Tutti i rapporti commerciali sul sito http://www.gmed.it/portale_gmed/condizionivendita.html sono regolati dalle presenti Condizioni Generali di Vendita. 1. Soggetti

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP:

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: IL/LA SOTTOSCRITTO/A COMUNICAZIONE DI VARIAZIONE DEL DELEGATO

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON LINE 1. OGGETTO 1.1 Le presenti condizioni generali di vendita online (di seguito "CGV") disciplinano il contratto (di seguito il "CONTRATTO") per la vendita dei prodotti

Dettagli

Al Consiglio dell'ordine degli Avvocati di Verona DOMANDA D'AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO

Al Consiglio dell'ordine degli Avvocati di Verona DOMANDA D'AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO Al Consiglio dell'ordine degli Avvocati di Verona DOMANDA D'AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO Il sottoscritto/a..... (1) nato/a... il.... residente...via...... cittadinanza... codice fiscale

Dettagli

INFORMAZIONI SUL VENDITORE

INFORMAZIONI SUL VENDITORE INFORMAZIONI SUL VENDITORE CETMA COMPOSITES srl C/O Cittadella della Ricerca S.S.7 Appia Km.706+030 72100 Brindisi P.IVA e C.F.: 02387860741 CETMA COMPOSITES srl gestisce un negozio online attraverso il

Dettagli

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.)

Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/1990 e s.m.i.) Agenzie di viaggio e turismo: DD.G.R. 816/2010 e 95/2011 - Variazione della sede della filiale di agenzia di viaggi Allo Sportello

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA E-SHOP H-FARM

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA E-SHOP H-FARM CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA E-SHOP H-FARM 1. PREMESSA Le presenti condizioni generali di vendita hanno per oggetto l'acquisto di prodotti effettuato a distanza tramite rete telematica per mezzo del

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA AL CONSUMATORE - SKYPOINT S.r.l.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA AL CONSUMATORE - SKYPOINT S.r.l. 1. PREMESSA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA AL CONSUMATORE - SKYPOINT S.r.l. 2. OGGETTO DEL CONTRATTO 3. INFORMAZIONI AL CLIENTE 4. COME ORDINARE 5. CONDIZIONI DI VENDITA 6. TEMPI DI CONSEGNA 7. PRINCIPIO

Dettagli

Termini e Condizioni Generali e di Vendita - area Offerte nel sito web www.nozzemeravigliose.it

Termini e Condizioni Generali e di Vendita - area Offerte nel sito web www.nozzemeravigliose.it Termini e Condizioni Generali e di Vendita - area Offerte nel sito web www.nozzemeravigliose.it 1. Premessa Quanto scritto di seguito costituisce un accordo tra le parti, cioè il Cliente finale (colui

Dettagli

CONTRATTO DI ACQUISTO

CONTRATTO DI ACQUISTO CONTRATTO DI ACQUISTO L Acquirente dichiara espressamente di compiere l acquisto per fini estranei all attività commerciale o professionale esercitata. Identificazione del Fornitore I beni oggetto delle

Dettagli

Contratto per la vendita on line di beni di consumo

Contratto per la vendita on line di beni di consumo Contratto per la vendita on line di beni di consumo Identificazione del Fornitore I beni oggetto delle presenti condizioni generali sono posti in vendita dalla Art Production di Albanese Vincenzo con sede/filiale

Dettagli

Se intendete acquistare libri e prodotti da Transeuropa Edizioni, avvalendovi della comunicazione via internet, vi informiamo (ai sensi dell art.

Se intendete acquistare libri e prodotti da Transeuropa Edizioni, avvalendovi della comunicazione via internet, vi informiamo (ai sensi dell art. Se intendete acquistare libri e prodotti da Transeuropa Edizioni, avvalendovi della comunicazione via internet, vi informiamo (ai sensi dell art. 52 del DLgs. 206/2005) che: - il soggetto dal quale acquistate

Dettagli

TERMINI DI ACQUISTO. Condizioni per l'uso

TERMINI DI ACQUISTO. Condizioni per l'uso Condizioni per l'uso TERMINI DI ACQUISTO 1. Condizioni generali Il commercio elettronico via Internet in Italia è regolato dalle normative vigenti sulla vendita a distanza. La legge (DL 22/05/99 n.185)

Dettagli

Codice del Consumo. Parte III Sul rapporto di consumo. Sezione II

Codice del Consumo. Parte III Sul rapporto di consumo. Sezione II Codice del Consumo Parte III Sul rapporto di consumo Sezione II INFORMAZIONI PRECONTRATTUALI PER IL CONSUMATORE E DIRITTO DI RECESSO NEI CONTRATTI A DISTANZA E NEI CONTRATTI NEGOZIATI FUORI DEI LOCALI

Dettagli

Parere sulla vessatorietà delle clausole contenute nei CONTRATTI DI VENDITA ON-LINE DI BENI DI CONSUMO

Parere sulla vessatorietà delle clausole contenute nei CONTRATTI DI VENDITA ON-LINE DI BENI DI CONSUMO Parere sulla vessatorietà delle clausole contenute nei CONTRATTI DI VENDITA ON-LINE DI BENI DI CONSUMO Realizzato in attuazione del Progetto di cui all art. 9 Decreto DGAMTC del Ministero dello Sviluppo

Dettagli

LINEE GUIDA GUIDA ALL E-COMMERCE

LINEE GUIDA GUIDA ALL E-COMMERCE Gennaio 2015 L e-commerce L e-commerce, o più semplicemente lo shopping on-line, rappresenta per il consumatore un importante opportunità per fare acquisti accedendo a un ampia gamma di prodotti e offerte,

Dettagli

CORSO di AGGIORNAMENTO per MEDIATORE PROFESSIONISTA. Hotel Athena Via Paolo Mascagni, 55 53100 Siena. 14-15 Marzo 2014

CORSO di AGGIORNAMENTO per MEDIATORE PROFESSIONISTA. Hotel Athena Via Paolo Mascagni, 55 53100 Siena. 14-15 Marzo 2014 CORSO di AGGIORNAMENTO per MEDIATORE PROFESSIONISTA Hotel Athena Via Paolo Mascagni, 55 53100 Siena 14-15 Marzo 2014 A CHI E RIVOLTO IL CORSO Il corso è rivolto a tutti i Mediatori Professionisti. La partecipazione

Dettagli

FUTURE NOVITÀ SULLA SCIA IN EDILIZIA APPROVATE DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL 20 GENNAIO 2016 (NON ANCORA IN VIGORE) di Antonella Mafrica

FUTURE NOVITÀ SULLA SCIA IN EDILIZIA APPROVATE DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL 20 GENNAIO 2016 (NON ANCORA IN VIGORE) di Antonella Mafrica FUTURE NOVITÀ SULLA SCIA IN EDILIZIA APPROVATE DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI IL 20 GENNAIO 2016 (NON ANCORA IN VIGORE) di Antonella Mafrica Lo scorso 20 gennaio 2016 il Consiglio dei Ministri ha approvato

Dettagli

Comune di Pietramontecorvino Area Vigilanza Polizia Locale

Comune di Pietramontecorvino Area Vigilanza Polizia Locale Comune di Pietramontecorvino Area Vigilanza Polizia Locale Piazza Martiri del Terrorismo 1 tel 0881-555020 - fax 0881 555189 Ai sensi del Decreto del Presidente della Repubblica del 26 ottobre 1972, n.

Dettagli

COMUNE DI QUATTORDIO(AL) UFFICIO TECNICO

COMUNE DI QUATTORDIO(AL) UFFICIO TECNICO COMUNE DI QUATTORDIO(AL) UFFICIO TECNICO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) Art. 19 della Legge 7 agosto 1990 n 241 come modificato dall art. 49, comma 4-bis del D.L. 31.05.2010 n 78

Dettagli

Consigli ed indicazioni al consumatore per un sano e leale rapporto con i gestori di telefonia

Consigli ed indicazioni al consumatore per un sano e leale rapporto con i gestori di telefonia TELEFONO...CASA Consigli ed indicazioni al consumatore per un sano e leale rapporto con i gestori di telefonia A cura del Servizio Tutela del consumatore e della proprietà industriale della Camera di Commercio

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Gentile Cliente, La informiamo che le Condizioni Generali di Vendita, di seguito riportate, indicano, nel rispetto delle normative vigenti, le condizioni e le modalità con

Dettagli

PROVINCIA DI COSENZA DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

PROVINCIA DI COSENZA DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE PROVINCIA DI COSENZA DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER LA DISCIPLINA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE INDICE GENERALE Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Istituzione dell Albo Pretorio on-line Art. 3 - Finalità della pubblicazione

Dettagli

COMUNE DI CATTOLICA SETTOREATTIVITA' ECONOMICHE SUAP

COMUNE DI CATTOLICA SETTOREATTIVITA' ECONOMICHE SUAP S COMUNE DI CATTOLICA SETTOREATTIVITA' ECONOMICHE SUAP VENDITA DIRETTA AL DETTAGLIO di PRODOTTI AGRICOLI (D.Lgs 28 maggio 2001, n. 228 e s.m.) SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (SCIA) 1 ESENTE

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA PAPETTI CARTA S.R.L.

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA PAPETTI CARTA S.R.L. PAPETTI CARTA S.R.L. Via Ticino 66-20098 San Giuliano Milanese (Mi) Tel. 02 58318223 - Fax 02 58305198 P.Iva 06396800960 www.papetticarta.it e-mail: info@papetticarta.it - p.e.c.: papetticarta@legalmail.it

Dettagli

Decreto Legislativo 9 aprile 2003, n. 70

Decreto Legislativo 9 aprile 2003, n. 70 Decreto Legislativo 9 aprile 2003, n. 70 "Attuazione della direttiva 2000/31/CE relativa a taluni aspetti giuridici dei servizi della società dell'informazione nel mercato interno, con particolare riferimento

Dettagli

3.1 I Clienti saranno avvisati di eventuali modifiche a queste condizioni di vendita mediante avviso pubblicato sul sito.

3.1 I Clienti saranno avvisati di eventuali modifiche a queste condizioni di vendita mediante avviso pubblicato sul sito. Condizioni Generali di Vendita REV4(13 October 2014) Oggetto 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Vendita regolano la vendita dei prodotti effettuata on line sul sito www.seco.com e sottodomini tra SECO

Dettagli

SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE AL COMUNE DI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ * RELATIVA A UNA ATTIVITÀ DI NOLEGGIO SENZA CONDUCENTE

SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE AL COMUNE DI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ * RELATIVA A UNA ATTIVITÀ DI NOLEGGIO SENZA CONDUCENTE SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE AL COMUNE DI PRIVACY: Nel compilare questo modello Le chiederemo di fornire dati personali che saranno trattati dall Amministrazione nel rispetto dei vincoli e delle

Dettagli

Modifica alla disciplina IVA delle prestazioni di servizi di telecomunicazione

Modifica alla disciplina IVA delle prestazioni di servizi di telecomunicazione Modifica alla disciplina IVA delle prestazioni di servizi di telecomunicazione In data 25 Marzo 2008 l Agenzia delle Entrate ha divulgato la Circ. n. 25/E in merito alle modifiche apportate alla disciplina

Dettagli

LE REGOLE DELL E-COMMERCE AVV. SERENA CORONGIU AIGA SEZIONE DI VICENZA

LE REGOLE DELL E-COMMERCE AVV. SERENA CORONGIU AIGA SEZIONE DI VICENZA LE REGOLE DELL E-COMMERCE AVV. SERENA CORONGIU AIGA SEZIONE DI VICENZA LIMITAZIONE DI RESPONSABILITA Gli Autori non rispondono per eventuali danni derivanti dall uso delle presenti informazioni, che sono

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ * RELATIVA A UNA ATTIVITÀ DI NOLEGGIO SENZA CONDUCENTE

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ * RELATIVA A UNA ATTIVITÀ DI NOLEGGIO SENZA CONDUCENTE MODELLO 16 SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE Marzo 2011 AL COMUNE DI VAPRIO D AGOGNA Modello realizzato a cura di: Formazione Pianificazione e Ricerca di R.Iaconi e C. Sas e Sotreco Snc PRIVACY: Nel

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP:

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (SCIA) ATTIVITÀ

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO ACCORDO PER LA FORNITURA D USO DEI VIDEOCORSI IL PRESENTE ACCORDO È UN DOCUMENTO LEGALE. LEGGERE ATTENTAMENTE PRIMA DI ATTIVARE IL VIDEOCORSO. QUESTO ACCORDO PREVEDE UN

Dettagli

E-commerce & e-fattura

E-commerce & e-fattura E-commerce & e-fattura A cura di: Paola Zambon Dottore Commercialista - Pubblicista Presidente Associazione ICT Dott.Com Paola Zambon - Dottore Commercialista 22 novembre 2013 Commercio elettronico Il

Dettagli

- VAN PROJECT S.r.l. - Condizioni generali di vendita (CGV)

- VAN PROJECT S.r.l. - Condizioni generali di vendita (CGV) - VAN PROJECT S.r.l. - Condizioni generali di vendita (CGV) Premessa. 1. Le presenti Condizioni generali di vendita (d ora in avanti solo CGV ) regolano l'acquisto, tramite modalità telematiche o per via

Dettagli

LA NUOVA TERRITORIALITA IVA DELLE PRESTAZIONI DI E-COMMERCE

LA NUOVA TERRITORIALITA IVA DELLE PRESTAZIONI DI E-COMMERCE Circolare N. 70 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 8 ottobre 2010 LA NUOVA TERRITORIALITA IVA DELLE PRESTAZIONI DI E-COMMERCE Per commercio elettronico diretto sono da intendersi le operazioni

Dettagli

MODELLO VARIAZIONI SOGGETTIVE E DATI IMPRESA Attività commerciali

MODELLO VARIAZIONI SOGGETTIVE E DATI IMPRESA Attività commerciali Allo Sportello Unico delle Attività Produttive del COMUNE di MODELLO VARIAZIONI SOGGETTIVE E DATI IMPRESA Attività commerciali PRIVACY: Nel compilare questo modello le chiederemo di fornire dati personali

Dettagli

ACCETTAZIONE DELLE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

ACCETTAZIONE DELLE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI DI VENDITA I prodotti acquistati su www.lasalceta.it sono venduti direttamente da La Salceta sas, iscritta al Registro delle Imprese di Arezzo, C.F. e partita I.V.A. 02073310514, avente sede

Dettagli

Rag. Silvano Nieri. Commercialista, Revisore Contabile, Curatore Fallimentare

Rag. Silvano Nieri. Commercialista, Revisore Contabile, Curatore Fallimentare Regime IVA del commercio elettronico REGIME IVA COMMERCIO ELETTRONICO INDIRETTO COMMERCIO ELETTRONICO DIRETTO PRESTAZIONI RESE A PRIVATI ITALIANI DA PARTE DI SOGGETTI EXTRA-UE PRESTAZIONI RESE A PRIVATI

Dettagli