PAC : L applicazione dei pagamenti diretti.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PAC 2014-2020: L applicazione dei pagamenti diretti."

Transcript

1 PAC : L applicazione dei pagamenti diretti. Roma, 28 ottobre 2014 Francesco Tropea Esperto agricoltura Presidenza italiana del Consiglio europeo *(NB: le slides hanno meramente scopo didattico, non sostituiscono la normativa UE e nazionale).

2 Dotazione finanziaria Italia : La dotazione assegnata all Italia è di circa 52 miliardi di euro, in 7 anni. Circa 27 miliardi di euro totali (circa 4 miliardi di euro l anno) saranno a disposizione dell Italia per I Pagamenti diretti del I Pilastro PAC, completamente finanziati dall Europa (FEAGA); Circa 21miliardi di euro (circa 3 miliardi di euro l anno) saranno a disposizione per finanziare le misure di Sviluppo rurale del II Pilastro PAC. Queste risorse sono stanziate per la metà dal relativo fondo europeo (FEASR) e per la metà da una quota nazionale. Ai fondi destinati al finanziamento delle misure dei due pilastri (48 miliardi) va aggiunta una quota relativa ai finanziamenti dell OCM (Organizzazione comune di mercato) di circa 4 miliardi di euro(per l OCM non vi sono spese pre-allocate tranne per il settore vitivinicolo e l olio di oliva).

3 La nuova architettura dei pagamenti diretti: Dal 1 gennaio 2015, gli agricoltori attivi avranno accesso ai seguenti schemi di sostegno: Obbligatori per gli Stati membri: Pagamento di base ( basato sui titoli ) Pagamento per il greening proporzionale Pagamento per i giovani agricoltori, < 40 anni. Volontari per gli Stati membri: Aiuti accoppiati alla produzione (11% del plafond) Pagamento redistributivo sui primi 30 ettari Pagamento per le zone svantaggiate Schema semplificato per i piccoli agricoltori fino a 1250

4 Definizione di agricoltore attivo Non sono concessi pagamenti diretti agli agricoltori le cui superfici agricole sono principalmente superfici mantenute naturalmente in uno stato idoneo al pascolo o alla coltivazione e che non svolgono su tali superfici l'attività minima stabilita dagli Stati membri (esempio: ordinaria lavorazione, turno di pascolo); Non sono concessi pagamenti diretti a persone fisiche o giuridiche, o ad associazioni di persone fisiche o giuridiche, che gestiscono aeroporti, servizi ferroviari, impianti idrici, servizi immobiliari, terreni sportivi e aree ricreative permanenti;

5 Definizione di agricoltore attivo Non sono concessi pagamenti diretti ai soggetti che: svolgono intermediazione bancaria, finanziaria e/o commerciale società, cooperative e mutue assicurazioni che svolgono attività di assicurazione e/o di riassicurazione Pubblica amministrazione, eccetto enti che svolgono attività formative e/o sperimentazione in campo agricolo e quelli che hanno la gestione degli usi civici

6 Definizione di agricoltore attivo Gli Stati Membri possono esentare dalle regole sull agricoltore attivo i beneficiari di pagamenti fino a euro; fino a euro di pagamenti diretti per le zone di montagna e/o svantaggiate; fino a1.250 euro di pagamenti diretti nelle altre zone. Criteri a livello nazionale per dimostrare la rilevanza dell attività agricola; iscrizione all INPS: coltivatori diretti, coloni o mezzadri o IAP possesso p.iva attiva in campo agricolo (con dichiarazione annuale IVA dal 2016) solo possesso p.iva attiva in campo agricolo, per zone svantaggiate e/o di montagna

7 Requisiti minimi Requisito minimo per poter fissare i titoli nel 2015: superficie agricola > 0,5 ha Requisiti minimi per poter beneficiare di pagamenti diretti: > 250 euro (2015 e 2016) > 300 euro (dal 2017) Pur soddisfacendo i criteri dell agricoltore attivo, i pagamenti diretti non sono erogati se l importo è inferiore alla soglia minima I titoli che non danno luogo a pagamenti per due anni consecutivi confluiscono nella riserva nazionale.

8 Capping L importo del pagamento di base da concedere ad un agricoltore è ridotto annualmente: del 50% per la parte eccedente i euro e del 100% qualora l importo così ridotto superi i euro, per la parte eccedente i euro Prima di procedere all applicazione di tali riduzione, dal pagamento di base sono sottratti i costi relativi a salari e stipendi legati all esercizio di un attività agricola e forestale effettivamente pagati e dichiarati dall agricoltore nell anno civile precedente.

9 Le superfici ammissibili: qualsiasi superficie agricola dell'azienda, nonché le superfici investite a bosco ceduo a rotazione rapida; seminativi, incluse le serre; Pascoli e prati permanenti; colture permanenti, inclusi vigneti e frutteti; bosco ceduo a rotazione rapida, superficie coltivata con con Pioppi, Salici, Eucalipti, Robinie, Paulowinie, Ontani, Olmi, Platani, Acacia salignae e con un turno di taglio non superiore ad 8 anni. superfici eleggibili al regime di pagamento unico nel 2008 che a causa delle misure di conservazione delle direttive uccelli e habitat ( Natura 2000), o per la durata dell'impegno di Sviluppo rurale ( misura set aside e afforestazione), non rispondono più alle caratteristiche di eleggibilità; superfici degli elementi caratteristici del paesaggio compresi in una parcella agricola, quali siepi, alberi in filari, muretti a secco, terrazzamenti, stagni, fasce tampone, nonché alberi identificati nel registro nazionale degli alberi monumentali o tutelati da legislazione regionale e nazionale.

10 Chi avrá diritto ad ottenere i nuovi titoli all aiuto nel 2015? Gli agricoltori attivi nel 2015, che hanno ricevuto o avevano diritto a ricevere pagamenti diretti nella domanda unica 2013 L Italia ha scelto di ampliare la lista: - agli agricoltori che nel 2013 hanno coltivato vigneti, frutteti, ortaggi, patate o piante ornamentali; - agli agricoltori che nel 2014 hanno ottenuto titoli dalla riserva nazionale; Accesso alla riserva nazionale nel 2015, con priorità ai giovani.

11 Gli anni di riferimento della PAC Diritto a presentare domanda Gli ettari ammissibili dichiarati nel 2015 saranno il riferimento per il numero ed il valore dei titoli assegnati I pagamenti diretti ricevuti nel 2014 saranno gli importi di riferimento per il calcolo dei nuovi titoli

12 Assegnazione dei titoli nel 2015 Con successivo decreto del Mipaaf saranno censite pratiche tradizionali e soggetti abilitati ad esercitarle. Il numero di diritti all'aiuto (titoli) assegnati nel 2015 = numero ettari ammissibili che l'agricoltore dichiara nella sua domanda unica per il 2015 Coefficiente di riduzione sui pascoli permanenti: Riduzione dell 80% sui pascoli permanenti oltre i 600 metri slm e pascoli magri a qualsiasi altitudine Tale riduzione non si applica a: ettari di pascolo permanente e/o pascolo magro dichiarati da allevatori e pascolati con animali detenuti dal richiedente e appartenenti ad un codice allevamento intestato, da almeno otto mesi prima della presentazione della domanda, al medesimo richiedente; ettari ammissibili all aiuto di proprietà o a disposizione del richiedente non proprietario degli animali, nel caso in cui il richiedente sia in grado di dimostrare che la gestione del pascolo sulle medesime superfici tramite capi bovini, equini e/o ovicaprini di terzi costituisce una pratica tradizionale esercitata prima del 2005;

13 Pagamenti diretti, la convergenza interna dei titoli all aiuto. Massimali pagamenti diretti di cui Pagamento Base* Italia unica regione; di cui Greening milioni di euro; pr. Correnti di cui Sostegno accoppiato di cui Giovani (All. II) 58% 30% 11% 1% Convergenza interna dal 2015 al 2019, poi i valori dei titoli si stabilizzano; (riduzione massima dal 2015 al 2019 del 30%). Nel 2019, tutti gli agricoltori avranno dei titoli pari ad almeno il 60% della media nazionale, fatta salva la clausola del 30%.

14 Pagamenti diretti, la convergenza interna dei titoli all aiuto. Italia unica regione; L importo di riferimento è calcolato rispetto ai pagamenti percepiti dall agricoltore per la domanda unica 2014 nell ambito del Regime di Pagamento Unico (RPU) e dell articolo 68, esclusivamente per tabacco, danaee racemosa e patate

15 importi (euro/ettaro). Convergenza interna dei titoli, Convergenza titoli dal 2014 al Importo totale pagamento di base greening anni NB: Il grafico rappresenta una simulazione, i valori variano in funzione degli ettari dichiarati nel 2015 e delle risorse per la riserva nazionale.

16 Fonte: simulazioni PAC2020-Simulation tool (INEA-Mipaaf, 2014 su dati AGEA) in Rapporto Stato Agricoltura, INEA 2014 Pagamento Base e Greening 2015 distribuzione territoriale per Comune 2015

17 La componente Greening 30% del plafond nazionale (allegato II del regolamento n. 1307/2013) Italy Annex II National ceiling (annex II) , , , , , ,00 Greening (art. 47) , , , , , ,00 Pagamento per ettaro legato al pagamento del titolo all aiuto ( pagamento di base) - greening in % fissa del titolo all aiuto (calcolato ogni anno, circa il 52-54% del titolo) Ambito di applicazione: tutti gli ettari ammissibili dell azienda

18 La componente Greening Greening ipso facto: Aziende agricole certificate da agricoltura biologica; Aziende agricole nelle aree NATURA 2000, purché i requisiti siano compatibili con le misure greening; Aziende agricole che rispettano pratiche agro-ambientali equivalenti, se applicate

19 Greening Diversificazione delle colture Escluse le aziende inferiori ai 10 ha di seminativo Escluse le aziende con almeno il 75% della superficie agricola coltivata a riso, prati permanenti, foraggere o combinazioni di esse, purché il totale dei seminativi non utilizzato a tali fini non superi i 30 ha Escluse le aziende con almeno il 75% della superficie a seminativi coltivata a foraggere o maggese, purché il totale dei seminativi non utilizzato a tali fini non superi i 30 ha;

20 Greening Diversificazione delle colture almeno 2 colture diverse per le aziende tra i 10 ed i 30 ettari di superficie a seminativo; (esempio 75%-25%) almeno 3 colture per le aziende con piú di 30 ettari di superficie a seminativo. (esempio 75%-20%-5%)

21 Greening Protezione dei pascoli permanenti Protezione del pascolo permanente a livello nazionale; Mantenimento del rapporto al 5% e divieto di conversione nelle aree NATURA 2000.

22 Greening Aree ecologiche La norma si applica alle aziende agricole con piú di 15 ha di seminativi. Dal 2015, almeno il 5% della superficie a seminativo dovrà essere dedicata ad EFA, esclusi i pascoli permanenti e le colture permanenti; Nel 2017, la Commissione presenterà al Parlamento ed al Consiglio una proposta legislativa per portare, eventualmente, tale percentuale al 7%, previo studio d'impatto.

23 Greening Aree ecologiche Cosa rientra nelle aree ecologiche? Terreni a riposo, set aside; Elementi caratteristici del paesaggio, quali alberi in gruppo o isolati, siepi, stagni, terrazzamenti; Margini dei campi, fossi, fasce tampone; Colture azoto-fissatrici e catch crops. Specie a breve rotazione senza utilizzo di fertilizzanti Superfici a seminativi afforestate con le misure dei PSR;

24 Cosa rientra nelle aree ecologiche? Le specie azotofissatrici, coefficiente 0,7 arachide (Arachis hypogaea L.) cece (Cicer arietinum L.) cicerchia (Lathyrus sativus L.) erba medica e luppolina (Medicago sp) fagiolo (Phaseolus vulgaris L.) fagiolo dall occhio (Vigna unguicolata L.) fagiolo d'egitto (Dolichos lablab L.) fagiolo di Lima (Phaseolus lunatus) fava, favino e favetta (Vicia faba L.) fieno greco (Trigonella foenum-graecum L.) ginestrino (Lotus corniculatus L.) lenticchia (Lens culinaris Medik.) liquirizia (Glycyrrhiza glabra L.,) lupinella (Onobrychis viciifolia Scop.) lupino (Lupinus sp.) moco (Lathyrus cicera L.) pisello (Pisum sativum L.) sulla (Hedysarum coronarium L.) trifogli (Trifolium sp.) soia (Glycine max L.) veccia (Vicia sativa L.) veccia villosa (Vicia villosa Roth) Esempio: 10 ettari di sulla o favino, equivalgono a 7 ettari di area ecologica.

25 I nuovi aiuti accoppiati Plafond Italia , , , , , ,00 Accoppiato ( di cui 2% proteiche) 15% , , , , , ,00 Fino al 13 % del plafond nazionale; Ulteriore 2% dedicato alle colture proteiche; Fino a 585 milioni di euro per l Italia; Lista dei prodotti agricoli, esclusi fiori, suini e tabacco.

26 11,00% totale Aiuto accoppiato - settori % plafond (euro) Importo stimato ( /capo, /ha) LATTE vacche da latte 17,50% aggiuntivi in zone montane 2,30% Bufale 0,96% CARNE BOVINA vacche nutrici 9,50% bovini macellati mesi 15,60% OVI-CAPRINO agnelle 2,21% agnelli macellati IGP e DOP 1,29% SOIA Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli, Emilia romagna 2,30% GRANO DURO Toscana, Umbria, Marche,Puglia 13,95% Lazio, Abruzzo, Molise,Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna PROTEOLEAGINOSE Toscana, Umbria, Marche,Lazio 3,30% LEGUMINOSE GRANELLA Abruzzo, Molise,Campania, Puglia, 2,75% Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna RISO Italia 5,30% BARBABIETOLA da ZUCCHERO 4,01% POMODORO da INDUSTRIA 2,63% OLIVETI Puglia, Calabria, Liguria 10,30% Puglia, Calabria, pendenza >7,5% 3,10% Italia, particolare rilevanza (bio, dop) 3,00%

27 Giovani agricoltori Giovani agricoltori fino a 40 anni. L Italia utilizza fino al 2% del plafond nazionale ( 1% del plafond ed ulteriore 1% dalla riserva nazionale se necessario) Pagamento addizionale pari al 25% della media dei diritti all aiuto (titoli) fino ai primi 90 ha. La soglia massima dei 90 ha é fissata a livello europeo. Il pagamento si estende fino a 5 anni.

28 Schema semplificato piccoli agricoltori Possibilità di scelta per gli agricoltori (dal momento della presentazione della domanda unica a maggio 2015 al 15 settembre 2015) pagamento del richiesto nel 2015 fino ad un massimo di euro. Esenti da greening e sanzioni condizionalità.

29 Grazie per la vostra attenzione! Curiositá, domande?? La PAC , le novità sui pagamenti diretti.

PAC 2014-2020 L agricoltura italiana verso il futuro

PAC 2014-2020 L agricoltura italiana verso il futuro PAC 2014-2020 L agricoltura italiana verso il futuro LE RISORSE FINANZIARIE La dotazione assegnata all Italia è di circa 52 miliardi di euro, in 7 anni. Circa 27 miliardi di euro totali (circa 4 miliardi

Dettagli

Esempio di spacchettamento, regionalizzazione e convergenza Agricoltore con titoli di valore alto (esempio: zootecnia da carne)

Esempio di spacchettamento, regionalizzazione e convergenza Agricoltore con titoli di valore alto (esempio: zootecnia da carne) Guadagno insperato In caso di vendita o affitto (parziale o totale), tra il 16 maggio 2014 e il 15 maggio 2015, uno Stato membro può stabilire che l aumento del valore di titoli sia riversato alla riserva

Dettagli

Syngenta Foggia, 22 ottobre 2014 La nuova Pac 2015-2020. Le scelte definitive

Syngenta Foggia, 22 ottobre 2014 La nuova Pac 2015-2020. Le scelte definitive Syngenta Foggia, 22 ottobre 2014 La nuova Pac 2015-2020. Le scelte definitive Angelo Frascarelli è docente di Economia e Politica Agraria nella Facoltà di Agraria dell Università di Perugia. Direttore

Dettagli

PAC 2014-2020 Vademecum pagamenti diretti

PAC 2014-2020 Vademecum pagamenti diretti Data 6 febbraio 2015 PAC 2014-2020 Vademecum pagamenti diretti RIFORMA DELLA PAC 2014-2020 PAGAMENTI DIRETTI La nuova architettura della Pac è strutturata come dallo schema allegato ed è costituito dal

Dettagli

I pagamenti diretti 2015 2020 UN CANTIERE APERTO

I pagamenti diretti 2015 2020 UN CANTIERE APERTO I pagamenti diretti 2015 2020 2020 UN CANTIERE APERTO Gli Obiettivi della Nuova PAC Gli Obiettivi della Nuova PAC La strategia Europa 2020 ha indicato la mission generale della nuova Pac, che si propone

Dettagli

3 miliardi di euro l anno) per finanziare le misure del. mercato) di circa 4 miliardi di euro (per l OCM non vi

3 miliardi di euro l anno) per finanziare le misure del. mercato) di circa 4 miliardi di euro (per l OCM non vi PAC 2014-20202020 L agricoltura italiana verso il futuro I NUMERI La dotazione assegnata all Italia è di circa 52 miliardi di euro, in 7 anni. Circa 27 miliardi di euro totali (circa 4 miliardi di euro

Dettagli

Laore. Sestu, 21 novembre 2014. Il regime dei pagamenti diretti PAC e la nuova OCM Unica per il periodo 2014-2020

Laore. Sestu, 21 novembre 2014. Il regime dei pagamenti diretti PAC e la nuova OCM Unica per il periodo 2014-2020 Laore Sestu, 21 novembre 2014 Giornata informativa Le novità della Pac 2014-2020 Il regime dei pagamenti diretti PAC e la nuova OCM Unica per il periodo 2014-2020 Angelo Frascarelli è docente di Economia

Dettagli

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare Prof. Felice ADINOLFI Università degli Studi di Bologna Roma 22 Gennaio

Dettagli

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata

Riforma della PAC Aiuti Diretti. CIA di Treviso - Working Progress - Ultimo Aggiornamento Fine Ottobre Riproduzione Vietata Riforma della PAC Aiuti Diretti Europa 2020 Aiuti diretti Quadro finanziario Pluriennale (QFP) per l Italia 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 TOTALE 3953,3 3902,0 3850,8 3799,5 3751,9 3704,3 3704,3 26.666,38

Dettagli

LA PAC 2014-2020 Speciale Vinitaly 2015

LA PAC 2014-2020 Speciale Vinitaly 2015 LA PAC 2014-2020 [Digitare una citazione tratta dal documento o il sunto di un punto di interesse. È possibile collocare la casella di testo in qualsiasi punto del documento. Utilizzare la scheda Strumenti

Dettagli

Gabriele Chiodini La nuova Pac: le principali novità e la regola dei pagamenti accoppiati

Gabriele Chiodini La nuova Pac: le principali novità e la regola dei pagamenti accoppiati Gabriele Chiodini La nuova Pac: le principali novità e la regola dei pagamenti accoppiati Le riforme della PAC 1962-1968: periodo transitorio; 1968-1984: funzionamento delle OCM; 1984-1988: prima riforma

Dettagli

Diversificazione colturale. e r. i i. INSERTO Il greening per l agricoltore a cura di ANGELO FRASCARELLI. Foto Concorso Fata 2003 di Claudio Marcozzi

Diversificazione colturale. e r. i i. INSERTO Il greening per l agricoltore a cura di ANGELO FRASCARELLI. Foto Concorso Fata 2003 di Claudio Marcozzi Foto Concorso Fata 2011 di Milko Marchetti Fata 2005 di Cla se s e r e t n i i d e e r A ecologico Foto Concorso udio Calosi Foto Concorso Fata 2007 di Etto re Marzocchi Foto Concorso Fata 2003 di Claudio

Dettagli

L agricoltura dopo la riforma della Pac 2014-2020. Riunioni di zona 2014. Slides di Vincenzo Lenucci e Massimo Chiarelli

L agricoltura dopo la riforma della Pac 2014-2020. Riunioni di zona 2014. Slides di Vincenzo Lenucci e Massimo Chiarelli L agricoltura dopo la riforma della Pac 2014-2020 Riunioni di zona 2014 Slides di Vincenzo Lenucci e Massimo Chiarelli Argomenti della presentazione 1. I nuovi pagamenti diretti 2. Approfondimenti su:

Dettagli

Una nuova PAC: quali le novità per le montagne? Fabio Pierangeli Istituto Nazionale di Economia Agraria

Una nuova PAC: quali le novità per le montagne? Fabio Pierangeli Istituto Nazionale di Economia Agraria Una nuova PAC: quali le novità per le montagne? Fabio Pierangeli Istituto Nazionale di Economia Agraria Implementazione nazionale. A che punto siamo? - 27 maggio accordo politico su importanti opzioni

Dettagli

REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE

REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE REGIONE MOLISE ASSESSORATO POLITICHE AGRICOLE E AGROALIMENTARI - PROGRAMMAZIONE FORESTALE - SVILUPPO RURALE - PESCA PRODUTTIVA TUTELA DELL AMBIENTE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE - MOLISE 2014-2020 BANDO

Dettagli

La riforma della PAC nelle proposte della Commissione europea. Andrea Comacchio Commissario allo sviluppo rurale

La riforma della PAC nelle proposte della Commissione europea. Andrea Comacchio Commissario allo sviluppo rurale La riforma della PAC nelle proposte della Commissione europea Andrea Comacchio Commissario allo sviluppo rurale La PAC nel nuovo bilancio Ue Congelamento della spesa in valori correnti per entrambi i pilastri

Dettagli

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti DENIS PANTINI Responsabile Area Agricoltura e Industria Alimentare 5 aprile 2013 I temi di approfondimento Il percorso

Dettagli

«Riforma della Politica Agricola Comune per il comparto zootecnico»

«Riforma della Politica Agricola Comune per il comparto zootecnico» «Riforma della Politica Agricola Comune per il comparto zootecnico» Agenzia Laore Sardegna Direzione Generale Area di Supporto allo Sviluppo Rurale tommasobetza@agenzialaore.it, tel. 079/2558273-348/2363224

Dettagli

Il nuovo sistema di pagamenti diretti

Il nuovo sistema di pagamenti diretti FORUM INTERNAZIONALE DELL AGRICOLTURA E DELL ALIMENTAZIONE POLITICHE EUROPEE SVILUPPO TERRITORIALE MERCATI Il nuovo sistema di pagamenti diretti Angelo Frascarelli (Università di Perugia) Workshop su La

Dettagli

SPECIALE PAC 2014-2020 I pagamenti diretti del primo pilastro Istruzioni per l'uso. a cura di Gianfranco Latino - Direzione Agricoltura

SPECIALE PAC 2014-2020 I pagamenti diretti del primo pilastro Istruzioni per l'uso. a cura di Gianfranco Latino - Direzione Agricoltura SPECIALE PAC 2014-2020 I pagamenti diretti del primo pilastro Istruzioni per l'uso a cura di Gianfranco Latino - Direzione Agricoltura Gli aiuti diretti dal 2015 in poi Il 31 luglio 2014 il Consiglio dei

Dettagli

PAC 2014-2020 Rossella Pampanini Dip. di Scienze Agrarie, alimentari e ambientali, Università di Perugia

PAC 2014-2020 Rossella Pampanini Dip. di Scienze Agrarie, alimentari e ambientali, Università di Perugia Università degli Studi di Perugia PAC 2014-2020 Rossella Pampanini Dip. di Scienze Agrarie, alimentari e ambientali, Università di Perugia PERCHÉ UNA NUOVA RIFORMA? affrontare le crescenti preoccupazioni

Dettagli

LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI

LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI LE NUOVE MISURE DELLA GESTIONE DEI RISCHI PAOLA GROSSI PRESIDENTE GRUPPO GESTIONE DEI RISCHI COPA-COGECA 1. QUALI I RISCHI PER UN IMPRESA AGRICOLA 2. PERCHE SOSTENERE LA GESTIONE DEI RISCHI 3. LE POSSIBILITÀ

Dettagli

AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/2011

AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/2011 AGRICOLTURA BIOLOGICA IN CIFRE AL 31/12/ Dalla prima analisi dei dati forniti al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali dagli Organismi di Controllo (OdC) operanti in Italia al 31 dicembre

Dettagli

Definizione di agricoltore attivo e criteri di riduzione dei pagamenti diretti

Definizione di agricoltore attivo e criteri di riduzione dei pagamenti diretti ISTRUZIONI PER L APPLICAZIONE DELLA NUOVA PAC Definizione di agricoltore attivo e criteri di riduzione Con questo articolo, primo di una serie, vogliamo fornire le informazioni pratiche sul funzionamento

Dettagli

Vercelli ARCA 2 luglio 2015 Nutrirsi di paesaggio TERRITORIO AGRARIO E NUOVA PAC, LE STRATEGIE EUROPEE

Vercelli ARCA 2 luglio 2015 Nutrirsi di paesaggio TERRITORIO AGRARIO E NUOVA PAC, LE STRATEGIE EUROPEE Vercelli ARCA 2 luglio 2015 Nutrirsi di paesaggio TERRITORIO AGRARIO E NUOVA PAC, LE STRATEGIE EUROPEE LA POLITICA AGRICOLA COMUNITARIA PRIMO PILASTRO (pagamenti diretti) PAGAMENTO UNICO AZIENDALE GREENING

Dettagli

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti

La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti La riforma della PAC per il post 2013: principali cambiamenti e possibili impatti Università di Bologna 17 maggio, 2013 I temi di approfondimento Il percorso di riforma Gli obiettivi e lo scenario economico

Dettagli

PAC 2020: LA "CONTROPROPOSTA" APPROVATA DALLA COMAGRI DEL PE NUOVO REGIME DEI PAGAMENTI DIRETTI

PAC 2020: LA CONTROPROPOSTA APPROVATA DALLA COMAGRI DEL PE NUOVO REGIME DEI PAGAMENTI DIRETTI PAC 2020: LA "CONTROPROPOSTA" APPROVATA DALLA COMAGRI DEL PE NUOVO REGIME DEI PAGAMENTI DIRETTI ARGOMENTO Convergenza esterna Active farmers Flessibilità tra i pilastri NOVITÀ RISPETTO ALLA PROPOSTA UE

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali DECRETO prot. 6513 del 18 novembre 2014 Disposizioni nazionali di applicazione del regolamento (UE) n. 1307/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013 VISTO il regolamento (CE) n.

Dettagli

Il nuovo sistema dei Pagamenti Diretti della PAC L ingresso delle superfici a vigneto nel Primo Pilastro: quali novità?

Il nuovo sistema dei Pagamenti Diretti della PAC L ingresso delle superfici a vigneto nel Primo Pilastro: quali novità? Il nuovo sistema dei Pagamenti Diretti della PAC 2014-2020 L ingresso delle superfici a vigneto nel Primo Pilastro: quali novità? Giampiero Mazzocchi Rete Rurale Nazionale MiPAAF Vinitaly - Verona, 23

Dettagli

La nuova Pac il greening

La nuova Pac il greening La nuova Pac il greening Obiettivi della Pac: due parole chiave Competitività (capacità di stare sul mercato) Beni pubblici (remunerazione ai beni non pagati dal mercato) La ridefinizione dei pagamenti

Dettagli

2020. I contenuti della riforma approvata il 20 novembre 2013

2020. I contenuti della riforma approvata il 20 novembre 2013 Europe Direct Emilia - Agrea Bologna, 4 dicembre 2013 La Pac 2014-2020. 2020. I contenuti della riforma approvata il 20 novembre 2013 Angelo Frascarelli è docente di Economia e Politica Agraria nella Facoltà

Dettagli

Stefano Ciliberti (DSA3 Università di Perugia) La nuova PAC: agricoltore in attività e greening

Stefano Ciliberti (DSA3 Università di Perugia) La nuova PAC: agricoltore in attività e greening Stefano Ciliberti (DSA3 Università di Perugia) La nuova PAC: agricoltore in attività e greening L architettura giuridica della Pac INFO(PAC)K: LA PAC INFORMA. Progetto cofinanziato dal PSR Umbria 2007-2013

Dettagli

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.140 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 20 marzo 2015 Organismo Pagatore AGEA

Dettagli

Possibilità e convenienza della coltivazione di biomasse legnose

Possibilità e convenienza della coltivazione di biomasse legnose Possibilità e convenienza della coltivazione di biomasse legnose Dagli incentivi del prossimo P.S.R. al greening della nuova PAC Relatore: Dott. Alessandro Pasini Una nuova agricoltura compatibile con

Dettagli

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 A S S E 2 : M I G L I O R A M E N T O D E L L A M B I E N T E E D E L L O S P A

Dettagli

Cofinanziato dalla Commissione Europea

Cofinanziato dalla Commissione Europea Cofinanziato dalla Commissione Europea LA NUOVA PAC A partire da Gennaio 2015 Approccio più mirato e adattabile rispetto al passato Ampia scelta di regimi e misure facoltativi Possibilità di trasferimenti

Dettagli

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20%

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20% Allegato A PARTE I Determinazione delle ore lavoro per realizzare la condizione di principalità di cui all'articolo 6, comma 3, lettera a) della l.r.30/2003. (42) 1. PREMESSA L imprenditore agricolo che

Dettagli

Ufficio tecnico di consulenza e

Ufficio tecnico di consulenza e Ufficio tecnico di consulenza e progettazione: competenza e professionalità a servizio dei soci Per non cercare lontano quello che abbiamo in casa Consulenti/progettisti: Giuseppe Campanaro, Francesco

Dettagli

Riforma della PAC Quadro comunitario e opzioni nazionali. Massimo Chiarelli

Riforma della PAC Quadro comunitario e opzioni nazionali. Massimo Chiarelli Riforma della PAC Quadro comunitario e opzioni nazionali Massimo Chiarelli Slides: Massimo Chiarelli e Vincenzo Lenucci Direzione Economica Confagricoltura Rovigo 30 ottobre 2013 Argomenti della presentazione

Dettagli

LEGISLAZIONE VITIVINICOLA (18699)

LEGISLAZIONE VITIVINICOLA (18699) Università degli studi di Bologna Facoltà di Agraria-Polo di Cesena Legislazione Vitivinicola Gabriele Testa LEGISLAZIONE VITIVINICOLA (18699) Gabriele Testa Crediti formativi: 3 Anno accademico 2011/12

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

I RISCHI PER SVILUPPARE L IMPRESA

I RISCHI PER SVILUPPARE L IMPRESA CESAR - ASNACODI Assisi, 13 febbraio 2015 Convegno GESTIRE I RISCHI PER SVILUPPARE L IMPRESA Gestione del rischio in Italia: le nuove prospettive Angelo Frascarelli è docente di Economia e Politica Agraria

Dettagli

Direttiva Habitat e agricoltura

Direttiva Habitat e agricoltura Natura 2000 ed il ruolo degli agricoltori Oliviero Spinelli Seminario Coldiretti Roma, 11 dicembre 2012 Direttiva Habitat e agricoltura Nella Direttiva "Habitat" viene specificato l'obiettivo di conservare

Dettagli

L ATLANTE AMBIENTE SULLE PRATICHE AGRONOMICHE ECOSOSTENIBILI

L ATLANTE AMBIENTE SULLE PRATICHE AGRONOMICHE ECOSOSTENIBILI L ATLANTE AMBIENTE SULLE PRATICHE AGRONOMICHE ECOSOSTENIBILI Maggio 211 Pubblicazione realizzata con il contributo FEASR (Fondo europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale) nell'ambito delle attività

Dettagli

FAQ. La formazione è obbligatoria anche per il subentrante? Si.

FAQ. La formazione è obbligatoria anche per il subentrante? Si. FAQ Le risposte di seguito riportate hanno carattere indicativo e non vincolante. Eventuali approfondimenti specifici potranno essere richiesti agli uffici referenti delle singole misure. INFORMAZIONI

Dettagli

BIO IN CIFRE 2014. Bologna, 6.9.2014 - Francesco Giardina

BIO IN CIFRE 2014. Bologna, 6.9.2014 - Francesco Giardina Bologna, 6.9.2014 - Francesco Giardina Andamento di operatori e superfici in Italia 1990-2013 Biologico in Italia al 31/12/2013 n. operatori: 52.383 SAU: 1.317.177 ha 1993-2013: dati MiPAAF; elaborazioni:

Dettagli

2020. I contenuti della riforma approvata il 20 novembre 2013

2020. I contenuti della riforma approvata il 20 novembre 2013 Europe Direct Emilia - Agrea Bologna, 4 dicembre 2013 La Pac 2014-2020. 2020. I contenuti della riforma approvata il 20 novembre 2013 Angelo Frascarelli è docente di Economia e Politica Agraria nella Facoltà

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE E INTERNAZIONALI E DELLO SVILUPPO RURALE DIREZIONE GENERALE DELLE POLITICHE INTERNAZIONALI E DELL'UNIONE EUROPEA

Dettagli

La Pac, criticità e punti da migliorare

La Pac, criticità e punti da migliorare La Pac, criticità e punti da migliorare Roberto Pretolani Dipartimento di Economia, Management e Metodi quantitativi Università degli Studi di Milano Cremona, 22 aprile 2016 Situazione attuale della PAC

Dettagli

Interventi di mercato e quote latte dopo l Health Check

Interventi di mercato e quote latte dopo l Health Check Workshop promosso dal Gruppo 2013 Il futuro della PAC dopo l Health Check Roma, Palazzo Rospigliosi, 26 novembre 2008 Interventi di mercato e quote latte dopo l Health Check Gabriele Canali Università

Dettagli

La nuova PAC per la Sardegna. Stefano Leporati

La nuova PAC per la Sardegna. Stefano Leporati La nuova PAC per la Sardegna Stefano Leporati Riepilogo Il bilancio Le regole transitorie La PAC I 5 punti COLDIRETTI Le scelte A fair system for all EU regions (eligibility simulation) GDP/capita* *index

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura. Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020

PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura. Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020 PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Ripartizione Agricoltura Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Bolzano 2014-2020 Sottomisura 6.1 Aiuto all avviamento di imprese per giovani

Dettagli

CARATTERISTICHE STRUTTURALI

CARATTERISTICHE STRUTTURALI CARATTERISTICHE STRUTTURALI DELLE AZIENDE AGRICOLE DELLA FILIERA DELLE PIANTE OFFICINALI Corrado Ievoli Università del Molise www.ismea.it www.ismeaservizi.it ROMA 17/07/2013 L APPROCCIO E LE FONTI STATISTICHE

Dettagli

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015).

Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). Agricoltura biologica oggi Estratto dalla pubblicazione Scegliere l agricoltura biologica in Calabria, Edagricole (2015). L agricoltura biologica nel mondo ha registrato negli ultimi venti anni un trend

Dettagli

Il Regime di Pagamento Unico. Simone Severini DAFNE Facoltà di Agraria Viterbo

Il Regime di Pagamento Unico. Simone Severini DAFNE Facoltà di Agraria Viterbo Il Regime di Pagamento Unico Simone Severini DAFNE Facoltà di Agraria Viterbo Riforma Fischler (2003) Motivazioni della riforma Allargamento dell UE del 2004 (15 25 Stati Membri): Nuovi SM: rapporto abitanti/agricoltori;

Dettagli

ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008

ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008 ALLEGATO 7 alla deliberazione della Giunta regionale n. 2030 dell 11 luglio 2008 MISURA 211 - INDENNITÀ COMPENSATIVE DEGLI SVANTAGGI NATURALI A FAVORE DEGLI AGRICOLTORI DELLE ZONE MONTANE 1) OBIETTIVI

Dettagli

Aggiornamento e proposte

Aggiornamento e proposte La riforma della Pac verso il 2020 Aggiornamento e proposte Comitato Direttivo confederale Roma, 10 maggio 2012 Argomenti della presentazione Novità Tempistica Proposte di modifica richieste di Confagricoltura

Dettagli

La nuova PAC 2014/2020: le scelte nazionali sui pagamenti diretti

La nuova PAC 2014/2020: le scelte nazionali sui pagamenti diretti XXI Congresso Nazionale della Società Italiana di Patologia e Allevamento degli Ovini e Carini La nuova PAC 2014/2020: le scelte nazionali sui pagamenti diretti Istituto Nazionale di Economia Agraria Workshop

Dettagli

Non hai il conto corrente? L Agea non può pagarti.

Non hai il conto corrente? L Agea non può pagarti. POLITICA AGRICOLA COMUNE DOMANDA UNICA 2007 Non hai il conto corrente? L Agea non può pagarti. Da quest anno, per effetto delle norme contenute nella Finanziaria 2007, i premi PAC non verranno più pagati

Dettagli

«La Nuova PAC» «Le scelte Italiane»

«La Nuova PAC» «Le scelte Italiane» Coldiretti Piacenza «La Nuova PAC» «Le scelte Italiane» I tre strumenti della Pac (risorse per l Italia) 1. Pagamenti diretti (52% risorse) 2. Misure di mercato (8% risorse) 3. Sviluppo rurale (40% risorse)

Dettagli

Nuova PAC: il Consiglio dell'ue approva definitivamente la riforma per il periodo 2014-2020

Nuova PAC: il Consiglio dell'ue approva definitivamente la riforma per il periodo 2014-2020 mer c o l e d ì 1 8 d i c e mbre 2 0 1 3 Nuova PAC: il Consiglio dell'ue approva definitivamente la riforma per il periodo 2014-2020 Il 16 Dicembre 2013 il Consiglio dell'ue ha adottato il pacchetto di

Dettagli

La PAC dopo il 2014: il nuovo sistema dei pagamenti diretti e la componente greening

La PAC dopo il 2014: il nuovo sistema dei pagamenti diretti e la componente greening La PAC dopo il 2014: il nuovo sistema dei pagamenti diretti e la componente greening Patrizia Borsotto Agripiemonteform, 28 ottobre 2014 Scaletta Il nuovo sistema dei pagamenti diretti Lo spachettamento

Dettagli

Documento di lavoro. ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura. (Versione 1.0)

Documento di lavoro. ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura. (Versione 1.0) ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura R Documento di lavoro T Sintesi Gestione dei terreni ritirati dalla produzione (Versione 1.0) Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

Dettagli

EVOLUZIONE DELLE TECNICHE COLTURALI E INTERAZIONI CON LA GESTIONE FAUNISTICA NEL CONTESTO DELLA NUOVA PAC

EVOLUZIONE DELLE TECNICHE COLTURALI E INTERAZIONI CON LA GESTIONE FAUNISTICA NEL CONTESTO DELLA NUOVA PAC VENEZIA, 19 MAGGIO 2014 EVOLUZIONE DELLE TECNICHE COLTURALI E INTERAZIONI CON LA GESTIONE FAUNISTICA NEL CONTESTO DELLA NUOVA PAC MANUEL BENINCA (COLDIRETTI VENETO) 1 QUALI SONO LE NORME CHE REGOLANO LE

Dettagli

ALLEGATO N. 1 MODALITA PER L APERTURA CONDIZIONATA DELLA MISURA 11 AGRICOLTURA BIOLOGICA DEL PSR 2014-2020 ANNO 2015

ALLEGATO N. 1 MODALITA PER L APERTURA CONDIZIONATA DELLA MISURA 11 AGRICOLTURA BIOLOGICA DEL PSR 2014-2020 ANNO 2015 ALLEGATO N. 1 MODALITA PER L APERTURA CONDIZIONATA DELLA MISURA 11 AGRICOLTURA BIOLOGICA DEL PSR 2014-2020 ANNO 2015 In attesa che la Commissione Europea approvi il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020

Dettagli

Agroforestry e PAC in Italia

Agroforestry e PAC in Italia Agroforestry e PAC in Italia Andrea Pisanelli andrea.pisanelli@ibaf.cnr.it Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Biologia Agroambientale e Forestale Adolfo Rosati adolfo.rosati@entecra.it Consiglio

Dettagli

INFORMAZIONI AZIENDALI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CREDITO

INFORMAZIONI AZIENDALI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CREDITO INFORMAZIONI AZIENDALI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CREDITO INFORMAZIONI GENERALI CognomeNome/RagioneSociale: Codice Fiscale/Partita Iva: I. Regione di appartenenza Piemonte Emilia R. Campania Valle

Dettagli

ALLEGATO _C_ Dgr n. 440 del 31/03/2015 pag. 53/74

ALLEGATO _C_ Dgr n. 440 del 31/03/2015 pag. 53/74 ALLEGATO _C_ Dgr n. 440 del 31/03/2015 pag. 53/74 REGIONE DEL VENETO PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER IL VENETO 2014-2020 BANDO PUBBLICO REG UE 1305/2013, Art. 29 Priorità dello sviluppo rurale Focus area

Dettagli

L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac

L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac Workshop Gli strumenti per l assicurazione del rischio di impresa nello scenario della nuova Pac L utilizzazione dell art. 68 e la gestione del rischio nella nuova Pac Roma, 3 marzo 2009 Angelo Frascarelli

Dettagli

RAPPORTO SULL AGRICOLTURA BIOLOGICA IN EMILIA ROMAGNA ANNO 2013

RAPPORTO SULL AGRICOLTURA BIOLOGICA IN EMILIA ROMAGNA ANNO 2013 DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA, ECONOMIA ITTICA, ATTIVITÀ FAUNISTICO-VENATORIE Servizio Percorsi di qualità, relazioni di mercato e integrazioni di filiera U.O. RAPPORTO SULL AGRICOLTURA BIOLOGICA IN EMILIA

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n. 608 del 21 aprile 2015 pag. 1/18

ALLEGATOB alla Dgr n. 608 del 21 aprile 2015 pag. 1/18 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 608 del 21 aprile 2015 pag. 1/18 PROPOSTE DI MODIFICA AL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 5.3.2.1.3 Misura 214/a - Pagamenti agroambientali Sottomisura

Dettagli

Presentazione situazione dell allevamento italiano

Presentazione situazione dell allevamento italiano Incontro tecnico Gruppo UNIPEG Tavola Rotonda Dalle produzioni eccellenti del territorio alla Riforma PAC Presentazione situazione dell allevamento italiano Kees de Roest - Claudio Montanari CRPA-Reggio

Dettagli

Dal 2016, Dichiarazione IVA anche per gli agricoltori minimi, purché attivi

Dal 2016, Dichiarazione IVA anche per gli agricoltori minimi, purché attivi Periodico informativo n. 63/2015 Dal 2016, Dichiarazione IVA anche per gli agricoltori minimi, purché attivi Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza

Dettagli

Infrastrutture verdi e greening in agricoltura: un ambito di contatto tra fondi SIE europei 2014-2020 e nuova PAC

Infrastrutture verdi e greening in agricoltura: un ambito di contatto tra fondi SIE europei 2014-2020 e nuova PAC Convegno CATAP Riflessi della nuova Politica Agricola Comune 2014-2020 sull ambiente e sul paesaggio in Italia. Roma, 19 giugno 2014 Infrastrutture verdi e greening in agricoltura: un ambito di contatto

Dettagli

MANUALE PER LA GESTIONE DEGLI AIUTI DIRETTI CAMPAGNA 2015

MANUALE PER LA GESTIONE DEGLI AIUTI DIRETTI CAMPAGNA 2015 MANUALE PER LA GESTIONE DEGLI AIUTI DIRETTI CAMPAGNA 2015 Regolamento (CE) n. 1307/2013 Approvato con decreto n. 66 del 5 giugno 2015 1 / 83 INDICE 1. DEFINIZIONI... 5 2. INTRODUZIONE... 7 3. AMBITI D

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60)

ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Struttura Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali PSR 2007/2013 Istruzioni per la compilazione Istanze

Dettagli

SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLE FONTI RINNOVABILI IN AGRICOLTURA

SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLE FONTI RINNOVABILI IN AGRICOLTURA Rovato, 13 novembre 2013 SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLE FONTI RINNOVABILI IN AGRICOLTURA Michele Donati Dipartimento di Bioscienze Università degli Studi di Parma Il nuovo imprenditore agricolo L agricoltore

Dettagli

La PAC dopo il 2014: condizionalità, greening e II pilastro

La PAC dopo il 2014: condizionalità, greening e II pilastro La PAC dopo il 2014: condizionalità, greening e II pilastro Patrizia Borsotto Agripiemonteform, 28 ottobre 2014 Presentazione Condizionalità CGO e BCAA Breve storia Post 2013 Sviluppo rurale Condizionalità,

Dettagli

EUROPEAN PARLIAMENT PAC 2020 CONFRONTO POSIZIONI DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI UE: PRIME VALUTAZIONI DI SINTESI BOZZA

EUROPEAN PARLIAMENT PAC 2020 CONFRONTO POSIZIONI DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI UE: PRIME VALUTAZIONI DI SINTESI BOZZA PAC 2020 CONFRONTO POSIZIONI DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI UE: PRIME VALUTAZIONI DI SINTESI BOZZA PAGAMENTI DIRETTI OGGETTO PARLAMENTO CONSIGLIO NOTE ART. 1 CAMPO DI APPLICAZIONE

Dettagli

DETERMINAZIONE DELLE DIMENSIONI AZIENDALI

DETERMINAZIONE DELLE DIMENSIONI AZIENDALI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE Allegato 1 alla Determinazione n. 15737/706 DETERMINAZIONE DELLE DIMENSIONI AZIENDALI del 04.08.2009 Si ricorda che

Dettagli

ASSESSORATO AGRICOLTURA Direzione Generale Agricoltura Bologna (Italy) Autorit

ASSESSORATO AGRICOLTURA Direzione Generale Agricoltura Bologna (Italy) Autorit ASSESSORATO AGRICOLTURA Direzione Generale Agricoltura Bologna (Italy) Autorit Autorità locale competente in agricoltura Guido Violini Servizio Valorizzazione delle produzioni Qualificazione delle produzioni

Dettagli

Gli agricoltori attivi nella nuova PAC Chi sono, quanti sono, dove sono?

Gli agricoltori attivi nella nuova PAC Chi sono, quanti sono, dove sono? Gli agricoltori attivi nella nuova PAC Chi sono, quanti sono, dove sono? Andrea Arzeni INEA sede regionale per le Marche Gli agricoltori attivi per la PAC Sono i soggetti che potranno ricevere gli aiuti

Dettagli

STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE

STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE Dipartimento delle politiche competitive del mondo rurale e della qualità Direzione generale della competitività per lo sviluppo rurale STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE Bollettino

Dettagli

2014-2020 - C 7100 V 20-3.P. 5 0-0689 - C 02 SSN 0 1 - I

2014-2020 - C 7100 V 20-3.P. 5 0-0689 - C 02 SSN 0 1 - I Supplemento n. 1 al n. 35/2015 de L Informatore Agrario - Poste Italiane spa - Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27-2-2004 n. 46) Art. 1, Comma 1, DCB Verona Anno 71 - ISSN 0020-0689 - C.P. 520-37100

Dettagli

Pac: Convergenza aiuti, l'italia punta sul modello irlandese

Pac: Convergenza aiuti, l'italia punta sul modello irlandese Pac: Convergenza aiuti, l'italia punta sul modello irlandese Finalmente un punto fermo: la nuova Pac 2014-2020, il 20 novembre 2013, è stata definitivamente approvata in prima lettura dal Parlamento europeo.

Dettagli

1.1.1 Adempimenti specifici per la misura 2.1.4. Azione b) Sostegno all agricoltura biologica

1.1.1 Adempimenti specifici per la misura 2.1.4. Azione b) Sostegno all agricoltura biologica 1.1.1 Adempimenti specifici per la misura 2.1.4. Azione b) Sostegno all agricoltura biologica La misura è finalizzata a promuovere uno sviluppo sostenibile delle aree rurali, incoraggiando degli agricoltori

Dettagli

All. All. All. ARPEA Via Bogino, 23 10123 Torino. All. All. All. Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. All

All. All. All. ARPEA Via Bogino, 23 10123 Torino. All. All. All. Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. All AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.306 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 02.07.2015 A.G.R.E.A Largo Caduti del

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 50-13328 DEL 15 FEBBRAIO 2010

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 50-13328 DEL 15 FEBBRAIO 2010 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 50-13328 DEL 15 FEBBRAIO 2010 PSR 2007-2013 della Regione Piemonte: misura 214 Pagamenti agroambientali - Campagna 2010. Presentazione domande di pagamento per le

Dettagli

Crea - Assosementi. Fermo, 19 febbraio 2016. Convegno Le aspettative per la coltura del girasole tra sperimentazione, mercato e industria

Crea - Assosementi. Fermo, 19 febbraio 2016. Convegno Le aspettative per la coltura del girasole tra sperimentazione, mercato e industria Crea - Assosementi Fermo, 19 febbraio 2016 Convegno Le aspettative per la coltura del girasole tra sperimentazione, mercato e industria PAC e mercato: quale redditività per il girasole? Angelo Frascarelli

Dettagli

Paolo Gramiccia. è Agronomo Dirigente al Parco Regionale Naturale Monti Simbruini www.simbruini.it pgramiccia@regione.lazio.it

Paolo Gramiccia. è Agronomo Dirigente al Parco Regionale Naturale Monti Simbruini www.simbruini.it pgramiccia@regione.lazio.it Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini Trevi nel Lazio, 8 Novembre 2013 Le opportunità e le risorse per i territori dei Parchi nella nuova Politica Agricola dell Unione europea: il PSR 2014-20202020

Dettagli

Reg. (CE) 1698/2005 Reg. (CE) 1290/2005 ITALIA. Programmi di Sviluppo Rurale 2007-2013 Rete Rurale Nazionale 2007-2013 REPORT MENSILE

Reg. (CE) 1698/2005 Reg. (CE) 1290/2005 ITALIA. Programmi di Sviluppo Rurale 2007-2013 Rete Rurale Nazionale 2007-2013 REPORT MENSILE 16 giugno 2015 Reg. (CE) 1698/2005 Reg. (CE) 1290/2005 ITALIA Programmi di Sviluppo Rurale 2007-2013 Rete Rurale Nazionale 2007-2013 La programmazione finanziaria, l avanzamento del bilancio comunitario

Dettagli

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. PARTE PRIMA Roma - Sabato, 20 dicembre 2014 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. PARTE PRIMA Roma - Sabato, 20 dicembre 2014 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI SERIE GENERALE Spediz. abb. post. - art. 45% 1, - comma art. 2, 1 comma 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46662 - Filiale - Filiale di Roma di Roma GAZZETTA Anno 155 - Numero 295 UFFICIALE DELLA

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 REG. (CE) N. 1698/2005 CHIARIMENTI SULLE

Dettagli

Angelo Frascarelli Docente di Economia e Politica Agraria all Università di Perugia. Direttore del Centro per lo Sviluppo Agricolo e Rurale.

Angelo Frascarelli Docente di Economia e Politica Agraria all Università di Perugia. Direttore del Centro per lo Sviluppo Agricolo e Rurale. OATA Liberi Professionisti Oviglio, 6 febbraio 2015 Pac 2015-2020, 2020, organizzazione aziendale e mercato Angelo Frascarelli Docente di Economia e Politica Agraria all Università di Perugia. Direttore

Dettagli

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Finalità ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Sostenere le operazioni fondiarie riservate ai giovani che si insediano per la prima volta in aziende agricole in qualità di capo azienda.

Dettagli

Aggiornamenti sulla PAC. Sommario. di Maria Rosaria Pupo D'Andrea (Dicembre 2011)

Aggiornamenti sulla PAC. Sommario. di Maria Rosaria Pupo D'Andrea (Dicembre 2011) Aggiornamenti sulla PAC di Maria Rosaria Pupo D'Andrea (Dicembre 2011) Sommario - Distribuzione degli aiuti tra Stati membri e flessibilità tra pilastri - Agricoltore attivo - Requisiti minimi per beneficiare

Dettagli

La risicoltura italiana e le sfide della nuova P.A.C. Enrico Losi - Ente Nazionale Risi - Milano

La risicoltura italiana e le sfide della nuova P.A.C. Enrico Losi - Ente Nazionale Risi - Milano La risicoltura italiana e le sfide della nuova P.A.C. Enrico Losi - Ente Nazionale Risi - Milano Semine 2012 Con le semine del 2012 si è completata la vecchia riforma: tutti gli aiuti accoppiati sono stati

Dettagli

LA PAC 2014-2020. L'evoluzione normativa

LA PAC 2014-2020. L'evoluzione normativa LA PAC 2014-2020 2020 L'evoluzione normativa 1 - LA PAC 2014-2020 - L'evoluzione normativa 1. Introduzione... 3 2. I pagamenti diretti... 3 3. H pagamento di base... 4 3.1. I requisiti per la prima assegnazione...

Dettagli

Anno Accademico 2011-2012

Anno Accademico 2011-2012 Università di Bologna Facoltà di Agraria Anno Accademico 2011-2012 Insegnamento di POLITICA delle PRODUZIONI VEGETALI Docente Prof. GIORGIO ZAGNOLI Le riforme degli anni 90 VERSO LA RIFORMA FISCHLER...

Dettagli

A.G.R.E.A Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA. APPAG Trento Via G.B. Trener, 3 38100 TRENTO. Via E.Molè 88100 CATANZARO. All

A.G.R.E.A Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA. APPAG Trento Via G.B. Trener, 3 38100 TRENTO. Via E.Molè 88100 CATANZARO. All AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.255 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 21 maggio 2015 A.G.R.E.A Largo Caduti

Dettagli