REGOLAMENTO DI SETTORE SERIE B DILETTANTI ANNO SPORTIVO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO DI SETTORE SERIE B DILETTANTI ANNO SPORTIVO 2009-2010"

Transcript

1 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 1 di 12 REGOLAMENTO DI SETTORE SERIE B DILETTANTI ANNO SPORTIVO

2 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 2 di 12 Articolo 1 Raccolta dati statistici Tutte le gare devono essere effettuate in NETCASTING. I rilevatori devono collegarsi ad Internet ed aggiornare il database il giorno precedente ogni partita. Per tutte le problematiche e per effettuare la rilevazione statistica con il software ufficiale per la Serie B dilettanti Fullcourt, seguire le regole inserite nell'apposito manuale che è stato consegnato ai rilevatori statistici. (scaricabile dal sito 1. Qualora si verificasse un problema di qualsiasi natura al computer: continuare ad effettuare la rilevazione anche manualmente; riportare i dati di entrambe le squadre su un modello cartaceo di rilevazioni statistiche; fornire il tabellino completo a entrambe le formazioni; riportare i dati su un file EXCEL, scaricabile al link 2. Se tutto si è svolto regolarmente entro il termine massimo di 15 minuti dalla fine della partita, inviare i dati collegandosi su Internet e premendo il pulsante INVIA dati su Fullcourt (tempo massimo per l invio 1 ora dal termine della gara). 3. Qualora esistessero problemi di collegamento per l'invio diretto dei dati, occorre salvare la cartella zippata della gara contenente i dati della partita (presente nella sottocartella C:/programmi/fullcourt/SAVE). In tutti e tre i casi inviare il documento come allegato via ai seguenti indirizzi di posta elettronica Le Società sono inoltre tenute a consegnare, a fine partita, una copia dello scout di entrambe le squadre alla compagine ospite. In ogni impianto dovrà essere situato a bordo campo un tavolo per i rilevatori statistici di dimensioni tali da consentirne il comodo utilizzo da parte di tre persone, una linea telefonica ADSL e un allaccio di corrente. Articolo 2 Comunicazione risultato Le Società Sportive, devono tassativamente comunicare il risultato della partita entro i 5 minuti successivi TRAMITE SMS AL NUMERO Articolo 3 Comunicazione spettatori e incassi Le Società Sportive devono comunicare, per ogni incontro disputato in casa, il numero degli spettatori e l importo degli incassi, direttamente nel file Fullcourt.

3 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 3 di 12 Articolo 4 Comunicazione recapito telefonico Tutte le Società dovranno comunicare un numero telefonico (anche di telefonia mobile) sempre in funzione durante la disputa della partita e fino ad un ora dal termine della stessa. Articolo 5 Comunicazione Responsabile statistiche Tutte le Società dovranno comunicare il nome, il recapito telefonico e un indirizzo di posta elettronica dei rilevatori statistici responsabili del servizio. L addetto alle statistiche per servizi richiesti dalla Lega Nazionale Pallacanestro può accedere all impianto anche in caso di partita disputata a porte chiuse, come previsto dal punto 8 delle DOA emanate dalla FIP per la stagione 2009/10. Articolo 6 Inoltro comunicati stampa Tutte le Società possono inserire i propri comunicati stampa accompagnati da una foto, che devono essere firmati, nello spazio delle news. Per le modalità e le informazioni utili per accedere al servizio seguire le istruzioni inserite nell'apposito manuale che è stato inviato alle Società. Dovranno inoltre comunicare via per conoscenza in LNP, ogni comunicato stampa emesso. Del contenuto degli articoli e di eventuali dichiarazioni le Società si assumono ogni responsabilità. La Lega si riserva di apportare eventuali modifiche e di procedere nei confronti dei Responsabili degli articoli. Articolo 7 Comunicazione recapito fax ed Tutte le Società dovranno comunicare come da Regolamento Interno (art. 16 comma 1) un numero di telefax ed attivo 24 ore su 24 per consentire l inoltro di tutte le comunicazioni o notifiche della LNP alle Società. Articolo 8 Comunicazione recapito telefonia mobile Tutte le Società dovranno comunicare un numero di telefonia mobile per consentire l inoltro di tutte le comunicazioni o notifiche della LNP alle Società, che saranno inviate tramite sms, come da Regolamento Interno (art. 16 commi 2-3).

4 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 4 di 12 Articolo 9 Ingresso agli impianti di gioco La società ospitante deve consentire l ingresso alla squadra ospite in ragione di 20 persone (compresi gli iscritti a referto). Se le persone sono in numero minore i rimanenti biglietti vanno lasciati alla cassa, in maniera tale che la Società possa usufruirne. Non sono previsti biglietti omaggio salvo eventuali accordi fra le due società interessate, nel rispetto del principio di reciprocità. Per visionare altri incontri (inclusa la gara in cui le Società giocano) avranno valore le tessere emesse dalla LNP (valide per la stagione regolare, play off /play out compresi, gare di Coppa Italia e altre manifestazioni organizzate dalla LNP). In attesa del ricevimento delle nuove (cinque per Società), per le prime 3 giornate di campionato avranno validità le tessere dello scorso anno. Articolo 10 Visione filmati gare tramite internet Al termine di ogni partita la squadra ospitante dovrà produrre un DVD con commento della gara e ripresa della partita. Una copia dovrà essere fornita sul campo alla società ospite. Il filmato prodotto potrà essere inviato tramite: internet (programma FTP denominato DVD Uploader scaricabile dal sito internet spedendo il dvd Lunedì mattina per corriere o raccomandata1 al seguente recapito: Basketnet - Via della Grada 4/f Bologna Le spese di spedizione sono a carico delle singole società. La società che opteranno per il videoupload dovranno effettuarlo entro: la sera al termine dalla gara; lunedì mattina (come termine ultimo) cosicché la partita sarà on line direttamente il giorno successivo (massimo, in caso di problemi tecnici, il mercoledì). Se il disguido non è risolvibile è obbligatorio l invio del DVD a mezzo corriere o raccomandata1 al seguente recapito: Basketnet - Via della Grada 4/f Bologna Le spese di spedizione sono a carico delle singole società. Per accedere al servizio di trasmissione filmati on line utilizzare le informazioni ricevute tramite posta elettronica. (scaricabili dal sito e dal link

5 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 5 di 12 Articolo 11 Riprese televisive e accordo con emittente La Lega Nazionale Pallacanestro a norma dell articolo 1 comma 6 del Regolamento Interno, concede alle società di stabilire accordi con altre Tv locali e satellitari, fermo restando l ottenimento del nulla osta da parte di LNP, in base a valutazioni della validità tecnica delle emittenti e la messa in onda del logo LNP. Articolo 12 Obbligo apposizione marchio LNP sulle divise e presentazione delle squadre in campo con esatta denominazione Tutte le società dovranno apporre sulla maglia di gioco (e precisamente sulla spallina) il logo inviato della LNP. Ciò varrà per il campionato e per le altre manifestazioni sportive. La normativa e le modalità a cui attenersi sarà oggetto di apposita comunicazione. Tutte le società dovranno presentare le squadre in campo, per le partite di campionato e altre manifestazioni, secondo le seguenti modalità: - Quando mancano sei minuti dall inizio della gara le due squadre fanno rientro in panchina e lo speaker presenta prima la squadra ospite, poi la squadra di casa, annunciando giocatore per giocatore (dal numero 4 in poi) e i due allenatori, che si schiereranno uno per volta nella propria metà campo costituendo così una fila crescente. - Si richiede di sensibilizzare gli speakers per pronunciare correttamente le esatte denominazione delle squadre partendo dal nome dello sponsor (es: Serapide Pozzuoli e non Pozzuoli). Articolo 13 Obbligo apposizione marchio LNP sui cubi per i cambi Tutte le società dovranno apporre sui cubi per i cambi il logo inviato della LNP. Ciò varrà per il campionato e per le altre manifestazioni sportive.

6 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 6 di 12 Articolo 14 Obbligo apposizione marchio LNP sui tabelloni Sui tabelloni deve essere applicato l'adesivo fornito dalla LNP, che deve essere posto in una posizione che lo renda visibile alle riprese televisive (posizioni suggerite i quattro angoli).

7 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 7 di 12 Articolo 15 Ingresso al campo All interno del campo di gioco possono accedere unicamente: gli arbitri e gli ufficiali di campo designati; l osservatore designato dal Comitato Italiano Arbitri; lo speaker ufficiale della gara, che dovrà essere chiaramente individuato e registrato presso gli uffici della LNP onde poter assumere provvedimenti disciplinari nei suoi confronti in caso di comportamento non consono; l'addetto al tabellone luminoso, se persona diversa dagli ufficiali di campo; il dirigente della squadra ospitante addetto agli arbitri, se iscritto a referto; l'allenatore, l'assistente allenatore, l'assistente alle statistiche, il medico, il massaggiatore, i giocatori ed il dirigente accompagnatore di ciascuna squadra, iscritti a referto; gli addetti alla sicurezza e gli addetti al servizio sanitario di emergenza. All interno degli spogliatoi nei 45 minuti precedenti l inizio della partita possono accedere solo le persone sopra citate oltre al commissario designato per la partita e gli eventuali componenti degli staff tecnici delle squadre (preparatori atletici, medici, fisioterapisti, etc) se opportunamente identificati e se in possesso di elementi che li identifichino (es. divisa e /o abbigliamento della squadra). Per le persone non registrate a referto e che devono accedere all interno del terreno di gioco la Lega Nazionale Pallacanestro provvederà ad inoltrare alle Società numero quattro pass, validi per le partite interne. Moduli di identificazione devono essere forniti dalle Società agli addetti ai servizi all interno del Palasport. E consigliabile l utilizzo di pass riservati alla squadra ospite. All interno degli spogliatoi per i primi 30 minuti trascorsi dal termine dell incontro non potrà accedere nessuno oltre alle persone sopra citate in modo da evitare possibili tensioni e screzi dovuti all emotività della partita. Riguardo a questo ultimo punto si raccomanda la massima attenzione, sensibilizzando il personale addetto agli spogliatoi e si evidenzia che il provvedimento si è reso necessario per evitare i problemi a volte verificatisi negli anni scorsi al termine delle partite. La LNP monitorerà il corretto adempimento delle disposizioni confrontandosi con gli arbitri e con i commissari.

8 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 8 di 12 Articolo 16 Ufficiali di campo e dirigenti iscritti a referto Devono prendere posto al tavolo degli Ufficiali di Campo, il cronometrista, l'addetto ai 24", il segnapunti, l osservatore designato dal Comitato Italiano Arbitri, l'addetto al tabellone segnapunti, lo speaker (dal lato della società ospitante), il dirigente addetto agli arbitri, il dirigente accompagnatore di ciascuna squadra. Come previsto dalle DOA emanate dalla FIP per la stagione 2009/10 è consentita la presenza sulla panchina della propria squadra di un secondo dirigente fornito di regolare tessera federale, che avrà il compito, se richiesto, di coadiuvare l attività del 1 dirigente e di tutti gli altri tesserati iscritti a referto, ovviamente, allenatori e giocatori esclusi. Il secondo dirigente potrà essere iscritto a referto solo in presenza dell allenatore capo. Articolo 17 Caratteristiche degli impianti Gli impianti devono avere i seguenti requisiti: completa copertura; conformità alle vigenti prescrizioni in materia di pubblici spettacoli sportivi al coperto; autorizzazione da parte delle competenti autorità allo svolgimento di incontri di pallacanestro; capienza, attestata da apposita dichiarazione della Commissione di vigilanza, od organo pubblico competente, non inferiore a quella prescritta; impianto di riscaldamento e di condizionamento o ventilazione idonei allo scopo e comunque conformi alle norme vigenti; impianto di illuminazione in grado di consentire riprese televisive a colori secondo adeguati standard tecnici. Gli impianti devono inoltre essere dotati: di due spogliatoi separati destinati alle squadre in gara secondo il seguente standard: docce, servizi igienici, lavandini, macchina del ghiaccio (può essere sostituita con buste di ghiaccio freddo), lettino, lavagna, confezioni da 6 bottiglie (1.5 lt) di acqua minerale naturale. di spogliatoi muniti di tutti i servizi igienici, destinati agli arbitri ed agli ufficiali di campo, separati da quelli per le squadre; di una saletta per i controlli antidoping; di un locale appositamente destinato al primo soccorso di persone iscritte a referto o del pubblico. Deve essere garantita la costante presenza di almeno due addetti alla manovra degli spazzoloni per l asciugatura del terreno di gioco. Del loro comportamento risponde il dirigente della squadra ospitante addetto agli arbitri.

9 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 9 di 12 Articolo 18 Allenamenti La squadra ospitante, se richiesto in anticipo, dovrà cercare di permettere, compatibilmente agli impegni dell impianto, il giorno della partita, alla squadra ospite, la possibilità di svolgere un ora di allenamento nell'impianto ove verrà disputata la gara in una fascia oraria compresa fra le ore 9.30 e le ore L'orario sarà nel caso stabilito dalla squadra ospitante. Articolo 19 Pubblicità Non vengono posti limiti alla pubblicità all interno degli impianti di gioco, fatta salva la possibilità per LNP di esporre una propria struttura pubblicitaria. in caso di posizionamento di adesivi sul parquet il materiale da utilizzare deve essere antiscivolo e posto ad una distanza di almeno 50 centimetri dalle linee dell out che delimitano il rettangolo di gioco; in caso di pubblicità davanti al tavolo degli ufficiali di campo, l altezza non deve superare lo stesso; in caso di pubblicità attorno al rettangolo di gioco deve essere posta ad opportuna distanza dalle linee di delimitazione ; i loghi degli sponsor non devono coprire la linea del cerchio centrale e quelle del tiro libero; eccezioni in merito riguardano la Coppa di Lega (Finali) e le partite trasmesse su emittenti stabilite dal Direttivo della LNP e concordato con le Società. In ogni caso è vietata ogni forma di pubblicità sui tabelloni di gioco. Articolo 20 Pronto soccorso Fermo quanto prescritto dalla vigente normativa in materia di pubblici spettacoli, durante la disputa degli incontri devono in ogni caso essere immediatamente disponibili sul posto: un medico presente all interno dell impianto di gioco e comunque in un posto che ne faciliti un immediato intervento di soccorso, durante la disputa della gara; una autoambulanza (dotata di defibrillatore) nei pressi dell impianto di gioco e comunque in un posto che ne faciliti un immediato intervento di soccorso, durante la disputa della gara; se l impianto è dotato di un proprio defibrillatore con la presenza di personale abilitato all utilizzo, l ambulanza può essere priva dell attrezzatura; una barella posizionata nelle immediate adiacenze del rettangolo di gioco; una cassetta di medicazione provvista di tutto il necessario per gli interventi di pronto soccorso, posizionata nelle immediate adiacenze del rettangolo di gioco. I responsabili addetti all assistenza sanitaria devono essere in possesso di elementi che li identifichino (es. divisa e /o un tesserino di identificazione visibile). E consigliabile l utilizzo di pass.

10 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 10 di 12 Articolo 21 Strutture funzionali per i media accreditati Le società sono tenute a predisporre, negli impianti di gioco, apposite strutture funzionali (tribuna stampa, spazio interviste dopo-partita) destinate ai giornalisti accreditati, dotate di un collegamento internet, meglio se ADSL, per l invio di comunicati o articoli. Dette aree dovranno essere adeguatamente delimitate prima, durante e dopo l'incontro, ai fini della sicurezza di giornalisti, fotografi e tecnici radiotelevisivi che vi lavorano. Ove non sia possibile predisporre tali strutture le Società ne dovranno fare circostanziata e documentata comunicazione alla LNP. Le società riserveranno apposite aree individuando delle postazioni fisse per i pullman di regia all'esterno degli impianti di gioco, in posizione tale da consentire il più agevole accesso al campo. Articolo 22 Giornalisti e altri soggetti accreditati Possono essere ammessi a fruire delle strutture funzionali approntate dalle società unicamente: i giornalisti muniti di tessera CONI; i giornalisti che facciano pervenire motivata richiesta scritta di accredito, dalla testata di appartenenza, entro le ore del giorno precedente l'incontro (gli accrediti fatti pervenire successivamente a questo termine saranno accolti a discrezione delle società); i tecnici radiotelevisivi autorizzati; i fotografi che abbiano fatto pervenire richiesta scritta di accredito secondo le modalità sopra riportate per i giornalisti; le società non consentiranno l'accesso alla tribuna e alla sala stampa a soggetti diversi da quelli sopra indicati. La Lega ha predisposto un facsimile del modello da consegnare alla stampa accredita per consentirne l identificazione e che sarà inviato a tutte le Società. Ogni società potrà stampare quanti Pass Stampa sono i propri giornalisti. I Pass potranno essere personalizzati con logo e nome della società ospitante affinché vengano utilizzati solo nel proprio campo e non ovunque.

11 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 11 di 12 Articolo 23 Sanzioni Il mancato rispetto all articolo 1 del presente Regolamento sarà sanzionato con una ammenda di: Euro 100,00 (euro cento/00) per i dati inviati oltre 1 ora da fine gara; Euro 200,00 (euro duecento/00) se la rilevazione statistica non viene effettuata. Il mancato rispetto degli articoli: N 2 Comunicazione risultato N 4 Comunicazione recapito telefonico N 5 Comunicazione Responsabile statistiche N 6 Inoltro comunicati stampa N 7 Comunicazione recapito fax ed del presente Regolamento sarà sanzionato con una ammenda di Euro 100,00 (euro cento/00) per ogni sollecito inoltrato. Il mancato rispetto all articolo 10 (Visione filmati gare tramite internet) del presente Regolamento sarà sanzionato con una ammenda di: Euro 100,00 (euro centocinquanta/00) per i video non pervenuti (inviati col DVD o tramite video Uploader) entro e non oltre il mercoledì successivo alla gara; Euro 150,00 (euro centocinquanta/00) per i DVD richiesti e non consegnati alla società che ne ha fatto richiesta; Euro 150,00 (euro centocinquanta/00) da sommare alla sanzione di Euro 100,00 per ogni filmato non inviato (totale della sanzione Euro 250,00). Il mancato rispetto all articolo 11 (Riprese televisive e accordo con emittente) del presente regolamento sarà sanzionato con una ammenda di: Euro 250,00 (euro duecentocinquanta/00) per la mancata disponibilità alle riprese televisive con le emittenti che hanno sottoscritto accordi con LNP e per ogni inosservanza delle disposizioni riguardanti la richiesta di concessione dei diritti. Le sanzioni comminate saranno addebitate mensilmente con apposita comunicazione. In caso di mancato pagamento dopo il termine indicato nella lettera sarà escussa la fidejussione. Gli importi delle sanzioni saranno raccolti in un fondo che sarà utilizzato per la mutualità o per incentivare l attività giovanile. Articolo 24 Riferimenti regolamentari Per quanto non espressamente disciplinato nel presente Regolamento si fa riferimento al Regolamento Interno, allo Statuto di LNP ed alle disposizioni federali, in quanto applicabili.

12 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 12 di 12 Articolo 25 Norma finale Questo regolamento, è stato deliberato dal Consiglio Direttivo del 06/11/2009 in base all articolo 10 comma 5 lettera e) dello Statuto. Con apposito regolamento saranno forniti dettagli circa eventuali accordi con emittenti televisive e radiofoniche.

REGOLAMENTO DI SETTORE SERIE A DILETTANTI ANNO SPORTIVO 2009-2010

REGOLAMENTO DI SETTORE SERIE A DILETTANTI ANNO SPORTIVO 2009-2010 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 1 di 13 REGOLAMENTO DI SETTORE SERIE A DILETTANTI ANNO SPORTIVO 2009-2010 Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 2 di 13 Articolo 1 Raccolta dati statistici Tutte le gare

Dettagli

Vademecum Adempimenti Operativi Dna, Dnb, Dnc Anno Sportivo 2011-2012 VADEMECUM ADEMPIMENTI OPERATIVI

Vademecum Adempimenti Operativi Dna, Dnb, Dnc Anno Sportivo 2011-2012 VADEMECUM ADEMPIMENTI OPERATIVI Lega Nazionale Pallacanestro Pagina 1 di 12 VADEMECUM ADEMPIMENTI OPERATIVI Campionato Divisione Nazionale A Dilettanti Campionato Divisione Nazionale B Dilettanti Campionato Divisione Nazionale C Dilettanti

Dettagli

1. RESPONSABILE DEI RAPPORTI CON I MEDIA

1. RESPONSABILE DEI RAPPORTI CON I MEDIA REGOLAMENTO MEDIA Il presente Regolamento Media viene stipulato in accordo con l USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana) a partire dalla stagione 2010-2011. Esso regolamenta i rapporti fra le società aderenti

Dettagli

Oggetto del Bando. Requisiti di partecipazione. Termini e Modalità di partecipazione

Oggetto del Bando. Requisiti di partecipazione. Termini e Modalità di partecipazione BANDO ASSEGNAZIONE FINALI HOCKEY PISTA 2015 COPPA ITALIA E CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI Oggetto del Bando Premesso che l assegnazione dell organizzazione dei Campionati Italiani FIHP è esclusiva e insindacabile

Dettagli

CAPITOLO IV - Gare. Disposizioni Campionati Nazionali Iscrizione a Referto

CAPITOLO IV - Gare. Disposizioni Campionati Nazionali Iscrizione a Referto Disposizioni Campionati Nazionali Iscrizione a Referto CAMPIONATO Obbligo Under Limite Over Limite Prestiti Serie A2 Gold e Silver 3 nati 93e seg. vedi circolare(2) Non previsto Non previsto Serie B 3

Dettagli

Campionato Serie C Regionale

Campionato Serie C Regionale Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Fax: 0965 598440 -Tel: 0965 598441 e-mail: ufficiogare@fip.it internet: www.fip.it/calabria COMUNICATO UFFICIALE

Dettagli

Sez. Albano Laziale Vademecum Arbitri OTS Stagione 2013/2014 SEZIONE DI ALBANO LAZIALE VADEMECUM ORGANO TECNICO SEZIONALE S.S.

Sez. Albano Laziale Vademecum Arbitri OTS Stagione 2013/2014 SEZIONE DI ALBANO LAZIALE VADEMECUM ORGANO TECNICO SEZIONALE S.S. SEZIONE DI ALBANO LAZIALE VADEMECUM ORGANO TECNICO SEZIONALE S.S. 2013/2014 ARBITRI INVIO DESIGNAZIONI: Le designazioni verranno caricate dall Organo Tecnico Sezionale su SINFONIA4YOU ed inviate a mezzo

Dettagli

Oggetto del Bando. Requisiti di partecipazione. Termini e Modalità di partecipazione

Oggetto del Bando. Requisiti di partecipazione. Termini e Modalità di partecipazione BANDO ASSEGNAZIONE CAMPIONATI ITALIANI PATTINAGGIO ARTISTICO 2017 SPECIALITA LIBERO DIVISIONE NAZIONALE A/B/C/D SOLO DANCE DIVISIONE NAZIONALE SOLO DANCE DIVISIONE INTERNAZIONALE ALLIEVI/CADETTI /JEUNESSE

Dettagli

Per completa ed incondizionata accettazione delle norme del Presente Regolamento

Per completa ed incondizionata accettazione delle norme del Presente Regolamento REGOLAMENTO CHE DISCIPLINA IL RAPPORTO TRA LE SOCIETA CALCISTICHE E GLI ORGANI DI INFORMAZIONE, AI FINI DELL ESERCIZIO DEL DI- RITTO DI CRONACA, IN OCCASIONE DELLE GARE ORGANIZZATE DALLA LEGA NAZIONALE

Dettagli

Alle Società partecipanti ai Campionati Nazionali di Serie A A2 B e Under 21 di Calcio a 5 Loro Sedi CIRCOLARE N. 07

Alle Società partecipanti ai Campionati Nazionali di Serie A A2 B e Under 21 di Calcio a 5 Loro Sedi CIRCOLARE N. 07 14 settembre 2010 1068/FDF/ar Alle Società partecipanti ai Campionati Nazionali di Serie A A2 B e Under 21 di Calcio a 5 Loro Sedi CIRCOLARE N. 07 CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A A2 B UNDER 21 - Coppa Italia

Dettagli

Bando per l assegnazione dell organizzazione delle Finali Provinciali 2014 2015

Bando per l assegnazione dell organizzazione delle Finali Provinciali 2014 2015 Bando per l assegnazione dell organizzazione delle Finali Provinciali 2014 2015 Come nelle scorse stagioni è intenzione del Comitato Provinciale di Milano assegnare la co-partecipazione all organizzazione

Dettagli

Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA

Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Comitato Regionale CALABRIA Ufficio Gare Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Fax: 0965 598440 -Tel: 0965 598441-346 0825520-346 4133777 e-mail: ufficiogare@fip.it internet: www.calabria.fip.it

Dettagli

REGOLAMENTO RADIO TELEVISIVO

REGOLAMENTO RADIO TELEVISIVO REGOLAMENTO RADIO TELEVISIVO AGGIORNATO AL 4 SETTEMBRE 2014 ARTICOLO 1 DISPOSIZIONI RIGUARDANTI I CLUB 1.1. Con il presente Regolamento i Club (nel seguito Club ) aderenti alla Lega Basket (nel seguito

Dettagli

CNC FIBS Casella Postale 33 Parma 8 43100 PARMA PR Tel. 0521 984264 - Fax 0521 984220 Cell. Presidente: 329 3741827 Email: cnc@fibs.

CNC FIBS Casella Postale 33 Parma 8 43100 PARMA PR Tel. 0521 984264 - Fax 0521 984220 Cell. Presidente: 329 3741827 Email: cnc@fibs. A Tutti i Classificatori Parma, 27/03/2006 Prot. 38 Oggetto : Circolare Attività 2006 Carissimi colleghi, Eccoci di nuovo all inizio del campionato, sembra passato poco tempo dalla fine e stiamo già per

Dettagli

Per completa ed incondizionata accettazione delle norme del Presente Regolamento

Per completa ed incondizionata accettazione delle norme del Presente Regolamento REGOLAMENTO CHE DISCIPLINA IL RAPPORTO TRA LE SOCIETA CALCISTICHE E GLI ORGANI DI INFORMAZIONE IN OCCASIONE DELLE GARE ORGANIZZATE DALLA LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE A NELLE STAGIONI SPORTIVE 2012/2013-2013/2014-2014/2015

Dettagli

Spett.le AIA CAN 5 Sede CIRCOLARE N. 04. CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A A2 B A Femminile - UNDER 21 Coppa Italia Supercoppa Winter Cup

Spett.le AIA CAN 5 Sede CIRCOLARE N. 04. CAMPIONATO NAZIONALE SERIE A A2 B A Femminile - UNDER 21 Coppa Italia Supercoppa Winter Cup CIRCOLARE N. 04 09 settembre 2014 1068/FT/FDF Spett.le AIA CAN 5 Sede Alle Società partecipanti ai Campionati Nazionali di Serie A A2 B A femminile Under 21 di Calcio a 5 Loro Sedi CAMPIONATO NAZIONALE

Dettagli

Serie C Rispetto adempimenti Campi di gioco Rilevazioni statistiche

Serie C Rispetto adempimenti Campi di gioco Rilevazioni statistiche Quota funzionamento struttura... 1.100 Progetto Video:... 1.800 inserimento video on line attivazione e gestione web tv Utilizzo software per rilevazione statistiche... 1.300 Messa on line statistiche

Dettagli

REGOLAMENTO BASKET GIOVANILE FASE PROVINCIALE.

REGOLAMENTO BASKET GIOVANILE FASE PROVINCIALE. Riferimento : 2015 10 20 Regolamento Tecnico Basket Giovanile.docx REGOLAMENTO BASKET GIOVANILE FASE PROVINCIALE. PREMESSA: Il Centro Sportivo Italiano (d ora in poi denominato per brevità CSI), ente di

Dettagli

REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2014 2015

REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2014 2015 REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2014 2015 Rappresentanza, Iscrizioni, Doveri e Obblighi. Articolo 1 Rappresentanza 1.01 La Divisione Calcio a 5 organizza la Supercoppa riservata alla Società Campione d Italia 2013-2014

Dettagli

Norme comportamentali Arbitri di calcio a 5

Norme comportamentali Arbitri di calcio a 5 Associazione Italiana Arbitri Comitato Regionale Lombardia Norme comportamentali Arbitri di calcio a 5 Stagione Sportiva 2015-2016 Indice 1 DESIGNAZIONI, INVIO GARE E GESTIONE ACCETTAZIONI E RIFIUTI...

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEI FOTOGRAFI ALLE COMPETIZIONI UFFICIALI DELLA LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE B PER LA STAGIONE SPORTIVA 2012/2013

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEI FOTOGRAFI ALLE COMPETIZIONI UFFICIALI DELLA LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE B PER LA STAGIONE SPORTIVA 2012/2013 REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEI FOTOGRAFI ALLE COMPETIZIONI UFFICIALI DELLA LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE B PER LA STAGIONE SPORTIVA 2012/2013 1 1) Il Regolamento per l accesso dei fotografi alle competizioni

Dettagli

Oggetto del Bando. Requisiti di partecipazione. Termini e Modalità di partecipazione

Oggetto del Bando. Requisiti di partecipazione. Termini e Modalità di partecipazione BANDO ASSEGNAZIONE CAMPIONATI ITALIANI PATTINAGGIO ARTISTICO 2015 DIVISIONE NAZIONALE A/B/C/D SPECIALITA LIBERO SOLO DANCE DIVISIONE NAZIONALE Oggetto del Bando In esecuzione della Deliberazione Consiglio

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO Regolamento Campionato serie C regionale A.S. 2014/2015 Formula di svolgimento: Fase di qualificazione. Fase ad orologio. Play-off. Fase di

Dettagli

LNP ORGANIZER STAGIONE 2015/2016 MANUALE OPERATIVO

LNP ORGANIZER STAGIONE 2015/2016 MANUALE OPERATIVO LNP ORGANIZER STAGIONE 2015/2016 MANUALE OPERATIVO LNP Organizer è l unico strumento che aiuta tutte le società partecipanti ai campionati gestiti da LNP, ad aggiornare i propri dati relativi alla stagione

Dettagli

SPORTING MAGI A.S.D. VIA MANDRE, 6 PONTE DELLA PRIULA (TV) TEL. 347.5948479 sportingmagi@libero.it

SPORTING MAGI A.S.D. VIA MANDRE, 6 PONTE DELLA PRIULA (TV) TEL. 347.5948479 sportingmagi@libero.it SPORTING MAGI A.S.D. VIA MANDRE, 6 PONTE DELLA PRIULA (TV) TEL. 347.5948479 sportingmagi@libero.it REGOLAMENTO - NORME ART. 1 SPORTING MAGI A.S.D. indice ed organizza il 2^ TORNEO di calcio a 5, per giocatori

Dettagli

REGOLAMENTO PALLAVOLO

REGOLAMENTO PALLAVOLO REGOLAMENTO PALLAVOLO STAGIONE 2009/2010 in vigore dal 1 settembre 2009 PREMESSA: Il regolamento è uno strumento atto a garantire nel migliore dei modi lo svolgimento dell attività in sintonia con le scelte

Dettagli

DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F. Anno Sportivo 2010/2011. Serie C Regionale

DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F. Anno Sportivo 2010/2011. Serie C Regionale DOAR 2010-2011 SERIE C REG. D B/F UNDER nei campionati seniores regionali maschili Anno Sportivo 2010/2011 Serie C Regionale Serie D Minimo 3 Under 3 nati 1990 e seguenti Minimo 3 Under 3 nati 1990 e seguenti

Dettagli

C I R C O L A R E N 1

C I R C O L A R E N 1 C I R C O L A R E N 1 Organizzazione Finali Nazionali Campionati Giovanili 2011 Si comunicano, per opportuna conoscenza, le condizioni a cui gli Enti o Società dovranno attenersi qualora desiderino presentare

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016 REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2015/2016 Il Comitato Regionale F.I.Te.T. Liguria indice per la stagione agonistica 2015/2016 i seguenti campionati a squadre:

Dettagli

COMITATO PROVINCIALE COSENZA

COMITATO PROVINCIALE COSENZA COMITATO PROVINCIALE COSENZA 02 settembre 2015 1 MOVIMENTO SPORTIVO POPOLARE ITALIA Comitato Provinciale Cosenza Lega Calcio Cosenza 1^ Traversa Kennedy, 4 87037 RENDE (CS) Tel. e fax 0984 446750 e-mail:

Dettagli

Le emittenti televisive/radiofoniche/web dovranno fornire il regolare nulla-osta rilasciato dalla Lega.

Le emittenti televisive/radiofoniche/web dovranno fornire il regolare nulla-osta rilasciato dalla Lega. STAGIONE SPORTIVA 2011-2012 ACCREDITI STAMPA Le richieste di accrediti stampa e fotografi per lo stadio "Nicola Ceravolo", in occasione delle partite casalinghe della stagione sportiva 2011/2012, dovranno

Dettagli

IL PROTOCOLLO DI GARA

IL PROTOCOLLO DI GARA IL PROTOCOLLO DI GARA per i Campionati di Serie B e Regionali, Provinciali, di Categoria SETTORE ARBITRALE Stagione Sportiva 2009/2010 Gli arbitri debbono applicare le formalità protocollari e farle rispettare

Dettagli

REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2015 2016

REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2015 2016 REGOLAMENTO SUPERCOPPA 2015 2016 Rappresentanza, Iscrizioni, Doveri e Obblighi. Articolo 1 Rappresentanza 1.01 La Divisione Calcio a Cinque organizza la Supercoppa stagione Sportiva 2015/2016, riservata

Dettagli

1 TROFEO PERUGIA CUP 1 TROFEO PERUGIA CUP

1 TROFEO PERUGIA CUP 1 TROFEO PERUGIA CUP 1 TROFEO PERUGIA CUP Il Comitato Regionale Umbria della F.I.G.C. indice ed organizza il 1 TROFEO PERUGIA CUP Campo Federale di Prepo R E G O L A M E N T O U F F I C I A L E STAGIONE SPORTIVA 2011/2012

Dettagli

PALLAVOLO AMATORI FASE LOCALE DEL CAMPIONATO REGIONALE E NAZIONALE CSI STAGIONE SPORTIVA 2012-2013

PALLAVOLO AMATORI FASE LOCALE DEL CAMPIONATO REGIONALE E NAZIONALE CSI STAGIONE SPORTIVA 2012-2013 PALLAVOLO AMATORI FASE LOCALE DEL CAMPIONATO REGIONALE E NAZIONALE CSI STAGIONE SPORTIVA 2012-2013 REGOLAMENTO UFFICIALE A cura della Commissione Tecnica Pallavolo CENTRO SPORTIVO ITALIANO - COMITATO PROVINCIALE

Dettagli

Comitato Regionale FRIULI VENEZIA GIULIA

Comitato Regionale FRIULI VENEZIA GIULIA Ufficio Gare Regionale 1 Fase - Qualificazione COMUNICATI N. 63 DEL 20/10/2015 UFFICIO GARE N. 57 Allegato al Campionato Serie D Regionale Formula di svolgimento Le 20 squadre iscritte sono state suddivise

Dettagli

BANDO ASSEGNAZIONE CAMPIONATI ITALIANI PATTINAGGIO CORSA 2017 CAMPIONATO ITALIANO SENIORES JUNIORES MARATONA. Oggetto del Bando

BANDO ASSEGNAZIONE CAMPIONATI ITALIANI PATTINAGGIO CORSA 2017 CAMPIONATO ITALIANO SENIORES JUNIORES MARATONA. Oggetto del Bando BANDO ASSEGNAZIONE CAMPIONATI ITALIANI PATTINAGGIO CORSA 2017 CAMPIONATO ITALIANO SENIORES JUNIORES MARATONA Oggetto del Bando Premesso che l assegnazione dell organizzazione dei Campionati Italiani FIHP

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE ABRUZZO Regolamento Campionato serie C regionale A.S. 2013/2014 Formula di svolgimento: fase di qualificazione, fase ad orologio più Play-off e eventuali

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO MASTER ( VALIDO PER LA CLASSIFICA NAZIONALE MASTER)

CAMPIONATO ITALIANO MASTER ( VALIDO PER LA CLASSIFICA NAZIONALE MASTER) 1) INVITO La Federazione Italiana Canottaggio indice e la Società Canottieri Pesaro ASD con la collaborazione della Delegazione Marche FIC, del Comune di Sassocorvaro, del Comitato Iniziative Mercatale,

Dettagli

VADEMECUM AMMINISTRATIVO DELL ARBITRO

VADEMECUM AMMINISTRATIVO DELL ARBITRO VADEMECUM AMMINISTRATIVO DELL ARBITRO 1 Introduzione Il compito dell arbitro può essere articolato in 3 fasi: due amministrative ed una tecnica e cioè: 1^ fase 2^ fase 3^ fase : La Designazione (fase amministrativa)

Dettagli

COMITATO REGIONALE LIGURIA CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012

COMITATO REGIONALE LIGURIA CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012 E-mail: liguria@federvolley.it http://www.volleyliguria.net CAMPIONATO NAZIONALE MASTER MASCHILE E FEMMINILE 2011/2012 1. INDIZIONE Il C. R. Liguria indice e la COGR organizza la Fase Regionale del Campionato

Dettagli

ALLEGATO B alla delibera n. 600/13/CONS del 28 ottobre 2013

ALLEGATO B alla delibera n. 600/13/CONS del 28 ottobre 2013 ALLEGATO B alla delibera n. del 28 ottobre 2013 TESTO DEL REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI CRONACA RADIOFONICA ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 406/09/CONS COORDINATO CON LE MODIFICHE APPORTATE DALLE

Dettagli

CAMPIONATI NAZIONALI DI CACIO A 11 REGOLAMENTO GENERALE FASE PROVINCIALE 44ª COPPA CITTA DI CAVA CALCIO A 11

CAMPIONATI NAZIONALI DI CACIO A 11 REGOLAMENTO GENERALE FASE PROVINCIALE 44ª COPPA CITTA DI CAVA CALCIO A 11 COMITATO PROVINCIALE DI CAVA DE TIRRENI c/o Stadio Comunale S.Lamberti C.so Mazzini, 210 Cava de Tirreni (SA) e-mail: info@csicava.it www.csicava.it Telefax 089/461602 ANNO SPORTIVO 2015/2016 CAMPIONATI

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015 REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ A SQUADRE E DEI RELATIVI CAMPIONATI REGIONE LIGURIA 2014/2015 Il Comitato Regionale F.I.Te.T. Liguria indice per la stagione agonistica 2014/2015 i seguenti campionati a squadre:

Dettagli

MODULO CANDIDATURA RICHIESTA ORGANIZZAZIONE MANIFESTAZIONI FIPIC ATTIVITA FEDERALE STAGIONE SPORTIVA 2014/2015

MODULO CANDIDATURA RICHIESTA ORGANIZZAZIONE MANIFESTAZIONI FIPIC ATTIVITA FEDERALE STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 MODULO CANDIDATURA RICHIESTA ORGANIZZAZIONE MANIFESTAZIONI FIPIC ATTIVITA FEDERALE STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 EVENTI ALL STAR GAME FINAL FOUR COPPA ITALIA FINAL FOUR CAMPIONATO GIOVANILE CONCENTRAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEI FOTOGRAFI ALLE COMPETIZIONI UFFICIALI DELLA LEGA SERIE A

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEI FOTOGRAFI ALLE COMPETIZIONI UFFICIALI DELLA LEGA SERIE A REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEI FOTOGRAFI ALLE COMPETIZIONI UFFICIALI DELLA LEGA SERIE A Data di pubblicazione: 14 luglio 2015 1 1) Il Regolamento per l accesso dei fotografi alle competizioni ufficiali

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA CRONACA RADIOFONICA EMANATO DALLA LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI PER LA STAGIONE SPORTIVA 2007/2008

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA CRONACA RADIOFONICA EMANATO DALLA LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI PER LA STAGIONE SPORTIVA 2007/2008 REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA CRONACA RADIOFONICA EMANATO DALLA LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI PER LA STAGIONE SPORTIVA 2007/2008 Allegato n. 1 al Comunicato ufficiale n. 4 del 25 luglio 2007 4/13 ART.

Dettagli

IL PROTOCOLLO DI GARA. per i CAMPIONATI SERIE A

IL PROTOCOLLO DI GARA. per i CAMPIONATI SERIE A IL PROTOCOLLO DI GARA per i CAMPIONATI SERIE A SETTORE ARBITRALE Stagione Sportiva 2009/2010 IL PROTOCOLLO DI GARA CAMPIONATI SERIE A Gli arbitri debbono applicare le formalità protocollari e farle rispettare

Dettagli

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA TENNIS ROMA REGOLAMENTO INTERNO

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA TENNIS ROMA REGOLAMENTO INTERNO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA TENNIS ROMA REGOLAMENTO INTERNO 1 ART. 1 - DISPOSIZIONI GENERALI 1.1 Il presente regolamento dell Associazione Sportiva Dilettantistica Tennis Roma (in seguito anche

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Comitato Regionale Basilicata

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Comitato Regionale Basilicata COMUNICATO UFFICIALE N. 5 DEL 19/11/2010 UFFICIO GARE N.5 CAMPIONATO DI SERIE D ANNO SPORTIVO 2010-2011 1. SQUADRE PARTECIPANTI 1) Cod. 013182 ASD CIUMNERA BASKET POTENZA (**) 2) Cod. 015493 POL.AICS P.VARLOTTA

Dettagli

IL PROTOCOLLO DI GARA. Campionati di Serie B Regionali, Provinciali, di Categoria

IL PROTOCOLLO DI GARA. Campionati di Serie B Regionali, Provinciali, di Categoria IL PROTOCOLLO DI GARA Campionati di Serie B Regionali, Provinciali, di Categoria SETTORE TECNICO NAZIONALE UFFICIALI DI GARA Stagione Sportiva 2012/2013 Gli arbitri debbono applicare le formalità protocollari

Dettagli

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI 2015-2016

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI 2015-2016 DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI 2015-2016 AFFILIAZIONE - RIAFFILIAZIONE - TESSERAMENTO Il Consiglio Federale, nella riunione tenutasi in data 28 maggio 2015, ha deliberato, ai sensi dell art. 27.3,

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI SEZIONE DI BELLUNO VADEMECUM DELL ARBITRO STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 74 32100 BELLUNO (BL)

ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI SEZIONE DI BELLUNO VADEMECUM DELL ARBITRO STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 74 32100 BELLUNO (BL) ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI SEZIONE DI BELLUNO VADEMECUM DELL ARBITRO STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 Via San Lorenzo, 74 32100 BELLUNO (BL) Tel.: 0437/932343 Fax.: 0437/932343 E-mail: belluno@aia-figc.it

Dettagli

F.C.D. Enotria 1908 REGOLAMENTO INTERNO PREMESSA... 2 RUOLI... 3 ORARI APERTURA... 4 COMPORTAMENTO ED ABBIGLIAMENTO... 5

F.C.D. Enotria 1908 REGOLAMENTO INTERNO PREMESSA... 2 RUOLI... 3 ORARI APERTURA... 4 COMPORTAMENTO ED ABBIGLIAMENTO... 5 F.C.D. Enotria 1908 REGOLAMENTO INTERNO PREMESSA... 2 RUOLI... 3 ORARI APERTURA... 4 COMPORTAMENTO ED ABBIGLIAMENTO... 5 RIMANDI GENERALI... 5 DIVIETI... 5 UTILIZZO ATTREZZATURE... 6 SERVIZI FOTOGRAFICI,

Dettagli

REGOLAMENTO CSI LAZIO - CALCIO A 11

REGOLAMENTO CSI LAZIO - CALCIO A 11 REGOLAMENTO CSI LAZIO - CALCIO A 11 Validità dei regolamenti La fase finale dei Campionati Regionali 2014 si svolge secondo quanto stabilito dal Regolamento generale pubblicato su Sport in regola -Regolamento

Dettagli

generalità dell'utilizzatore, l'indicazione del posto assegnato e le altre indicazioni di cui all'art. 4; b) negli impianti sportivi con capienza

generalità dell'utilizzatore, l'indicazione del posto assegnato e le altre indicazioni di cui all'art. 4; b) negli impianti sportivi con capienza D.M. 6 giugno 2005. Modalità per l'emissione, distribuzione e vendita dei titoli di accesso agli impianti sportivi di capienza superiore alle diecimila unità, in occasione di competizioni sportive riguardanti

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE CAMPIONATI SUPERLEAGUE CALCIO A 5 E CALCIO A 7

REGOLAMENTO GENERALE CAMPIONATI SUPERLEAGUE CALCIO A 5 E CALCIO A 7 REGOLAMENTO GENERALE CAMPIONATI SUPERLEAGUE CALCIO A 5 E CALCIO A 7 1. ISCRIZIONE AI CAMPIONATI E QUOTA DI CAMPO L iscrizione ad ogni campionato è gratuita. Le squadre che si iscrivono ad ogni singola

Dettagli

Circuito regionale Aquagol 2014

Circuito regionale Aquagol 2014 Federazione Italiana Nuoto EDIZIONE 2014 SETTORE PROPAGANDA nati 2003-2004-2005 e seguenti (m/f) Circuito regionale Aquagol 2014 Definizione di categoria: il Circuito Aquagol viene svolto dal all interno

Dettagli

MOVIMENTO SPORTIVO POPOLARE ITALIA COMITATO PROVINCIALE DI VERONA MANIFESTAZIONE PROMOZIONALE OPEN DI CALCIO A 5 CENTRO SPORTIVO SAN FLORIANO

MOVIMENTO SPORTIVO POPOLARE ITALIA COMITATO PROVINCIALE DI VERONA MANIFESTAZIONE PROMOZIONALE OPEN DI CALCIO A 5 CENTRO SPORTIVO SAN FLORIANO MOVIMENTO SPORTIVO POPOLARE ITALIA COMITATO PROVINCIALE DI VERONA Ente di Promozione Sportiva Riconosciuto dal CONI PIANETA CALCIO A5 di CALCIO A5 8 TROFEO MANIFESTAZIONE PROMOZIONALE OPEN DI CALCIO A

Dettagli

E IMPOSSIBILE GIOCARE IL VENERDI

E IMPOSSIBILE GIOCARE IL VENERDI INDIZIONE CAMPIONATO di SECONDA DIVISIONE FEMMINILE 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice e la Commissione Organizzativa Gare di Torino organizza il campionato di Prima Divisione Femminile.

Dettagli

CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE DI SERIE A1 Ediz. 2003/2004

CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE DI SERIE A1 Ediz. 2003/2004 CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE DI SERIE A1 Ediz. 2003/2004 Sono ammesse a partecipare al Campionato di Serie A1 maschile, ediz. 2003/2004 le seguenti Società: LEONESSA BRESCIA PRO RECCO C.N. POSILLIPO

Dettagli

CAMPIONATO SERIE D REGIONALE 2011/2012

CAMPIONATO SERIE D REGIONALE 2011/2012 Comitato Regionale CALABRIA Via Frangipane, 38 C.P. 301 89131 REGGIO CALABRIA Tel. +39 0965 598440/598441 Fax +39 0965 598440 E-mail: info@calabria.fip.it Internet: www.calabria.fip.it COMUNICATO UFFICIALE

Dettagli

Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna. Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2014/2015

Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna. Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2014/2015 Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna Disposizioni Organizzative Annuali Regionali Anno Sportivo 2014/2015 Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale della Sardegna

Dettagli

CATEGORIE D ETA E NORME DI TESSERAMENTO SPORT DI SQUADRA CALCIO A 11

CATEGORIE D ETA E NORME DI TESSERAMENTO SPORT DI SQUADRA CALCIO A 11 1 CATEGORIE D ETA E NORME DI TESSERAMENTO SPORT DI SQUADRA CALCIO A 11 istituzionale di Calcio a 11. tempi di gioco Ragazzi Under 14 25 minuti Allievi Under 16 30 minuti Juniores Under 18 30 minuti Open

Dettagli

1) Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel ruolo di portiere.

1) Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel ruolo di portiere. REGOLA 3 - NUMERO DEI CALCIATORI 1) Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel ruolo di portiere. 2) Procedura di sostituzione a) È

Dettagli

TESSERAMENTO E IMPIEGO DI ATLETI EXTRA-COMUNITARI: PRIORITA E PROCEDURE

TESSERAMENTO E IMPIEGO DI ATLETI EXTRA-COMUNITARI: PRIORITA E PROCEDURE CIRCOLARE FIH N. 5 - (Anno Sportivo 2014/2015) Settore Tesseramento Protocollo n : 2344, Roma, 17 giugno 2014 Oggetto: Tesseramento atleti extracomunitari Destinatari: Società/Organi Territoriali - per

Dettagli

CAMPIONATO PROVINCIALE UNDER 17 MASCHILE 2015/2016

CAMPIONATO PROVINCIALE UNDER 17 MASCHILE 2015/2016 COMUNICATO UFFICIALE N. 9 STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 CAMPIONATO PROVINCIALE UNDER 17 MASCHILE 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice ed il Comitato Provinciale di Roma organizza il Campionato

Dettagli

-SERIE A- 3)COMPOSIZIONE SQUADRE

-SERIE A- 3)COMPOSIZIONE SQUADRE -SERIE A- La Federazione Italiana Biliardo Sportivo, Sezione Stecca, organizza il 8 Campionato Italiano a squadre Serie A che si svolgerà sui biliardi internazionali con biglie da 63.2. 1)Tutte le società

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO MASTER ( VALIDO PER LA CLASSIFICA NAZIONALE MASTER)

CAMPIONATO ITALIANO MASTER ( VALIDO PER LA CLASSIFICA NAZIONALE MASTER) 1) INVITO La Federazione Italiana Canottaggio indice e la S.C. San Miniato organizza con la collaborazione del Comitato Regionale F.I.C. Toscana il: CAMPIONATO ITALIANO MASTER ( VALIDO PER LA CLASSIFICA

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ALTRE DISPOSIZIONI ALTRE DISPOSIZIONI Vengono di seguito fornite le informazioni relative a: campo di gioco attrezzature controlli preliminari modulo CAMP3 componenti delle squadre assenza della squadra o degli Ufficiali

Dettagli

Associazione sportiva dilettantistica REGOLAMENTO. Versione 1 del marzo 2006

Associazione sportiva dilettantistica REGOLAMENTO. Versione 1 del marzo 2006 REGOLAMENTO Versione 1 del marzo 2006 INDICE 1 COMUNICAZIONE DELLE REGOLE...1 1.1 Modo ordinario... 1 1.2 Modo straordinario... 1 2 QUOTA ASSOCIATIVA E VISITA MEDICO-SPORTIVA...1 3 COMPORTAMENTO DURANTE

Dettagli

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo.

L attività della categoria Giovanissimi costituisce il primo momento di verifica del processo di apprendimento tecnico-formativo. 2) ATTIVITÀ GIOVANILE AGONISTICA L attività giovanile è ad indirizzo competitivo e si configura principalmente attraverso i risultati delle gare ed il comportamento disciplinare in campo e fuori di Atleti,

Dettagli

(normativa F.I.F.A. in vigore dal 01 agosto 2011 con circolare numero 1273)

(normativa F.I.F.A. in vigore dal 01 agosto 2011 con circolare numero 1273) Alla fine di ogni mese, le società che hanno fatto richiesta dovranno inoltrare all Ufficio Tornei del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC tramite i Comitati Regionali competenti nel territorio un

Dettagli

11 CAMPIONATO DI CALCIO A 7

11 CAMPIONATO DI CALCIO A 7 11 CAMPIONATO DI CALCIO A 7 COORDINAMENTO PROVINCIALE CALCIO A 7 OPES AREZZO INIZIO CAMPIONATO LUNEDI 12 OTTOBRE 2015. Per la stagione sportiva 2015/2016 il campionato verterà su tre fasi e segnatamente:

Dettagli

46 C.I.S. SERIE PROMOZIONE ABRUZZO REGOLAMENTO GENERALE ATTUATIVO 2014

46 C.I.S. SERIE PROMOZIONE ABRUZZO REGOLAMENTO GENERALE ATTUATIVO 2014 CONI FEDERAZIONE SCACCHISTICA ITALIANA COMITATO ABRUZZO 46 C.I.S. SERIE PROMOZIONE ABRUZZO REGOLAMENTO GENERALE ATTUATIVO 2014 DECLARATORIA La serie Promozione del Campionato Italiano a Squadre si svolge

Dettagli

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI TROFEI BRIANZA STAGIONE 2014/15

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI TROFEI BRIANZA STAGIONE 2014/15 A tutte le Società di Monza Brianza Loro sedi Agrate Brianza, 22-12-2014 Prot. 211/CPG e p.c. C.R. Lombardia FIPAV ROMA CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI TROFEI BRIANZA STAGIONE 2014/15 2 MODALITA DI SVOLGIMENTO

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 27/A Il Consiglio Federale - Viste le modifiche all art. 31 del Regolamento della Lega

Dettagli

I GIOCATORI SPROVVISTI DI UNO DEI DOCUMENTI SOPRA INDICATI NON POTRA' IN ALCUN CASO PRENDERE PARTE ALLE GARE DI CAMPIONATO

I GIOCATORI SPROVVISTI DI UNO DEI DOCUMENTI SOPRA INDICATI NON POTRA' IN ALCUN CASO PRENDERE PARTE ALLE GARE DI CAMPIONATO 1) ISCRIZIONE SQUADRE E LISTA GIOCATORI 2) CAUZIONE, QUOTE DI PARTECIPAZIONE E DI PARTITE 3) PERIODO DI SVOLGIMENTO, NUMERO SQUADRE E GIRONI 4) MODALITA' DI SVOLGIMENTO TORNEO 5) MODALITA' DI SVOLGIMENTO

Dettagli

Regolamento CALCIO. Comitato di Como. D. Time-Out

Regolamento CALCIO. Comitato di Como. D. Time-Out Comitato di Como Regolamento CALCIO D. Time-Out Verrà applicato in tutte le categorie, anche in quelle che non rientrano nei Campionati Nazionali. Ogni squadra potrà richiedere una sospensione di 2 per

Dettagli

Regolamento per la realizzazione e ristrutturazione di impianti sportivi per il gioco del baseball e softball

Regolamento per la realizzazione e ristrutturazione di impianti sportivi per il gioco del baseball e softball Regolamento per la realizzazione e ristrutturazione di impianti sportivi per il gioco del baseball e softball Art. 1 - Normativa di riferimento Il presente regolamento, disciplina le norme della Federazione

Dettagli

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora.

Quali dati potremmo modificare? Impostazioni sul campionato, risultati, designazioni, provvedimenti disciplinari, statistiche e tanto ancora. WCM Sport è un software che tramite un sito web ha l'obbiettivo di aiutare l'organizzazione e la gestione di un campionato sportivo supportando sia i responsabili del campionato sia gli utilizzatori/iscritti

Dettagli

REGOLAMENTO DI BASE Commissione Italiana Karting (CIKA-ENDAS)

REGOLAMENTO DI BASE Commissione Italiana Karting (CIKA-ENDAS) REGOLAMENTO DI BASE Commissione Italiana Karting (CIKA-ENDAS) Prefazione La Commissione Italiana Karting viene istituita dall ENDAS e diretta dal Responsabile Politico Dr. Elio Dalto dal Responsabile Tecnico

Dettagli

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE REGIONALI

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE REGIONALI Pagina 1 FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE REGIONALI stagione sportiva 2007 2008 Delibera n. 37 Consiglio Regionale n. 22 del 29/05/2007 PER

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEI FOTOGRAFI ALLE COMPETIZIONI UFFICIALI DELLA LEGA SERIE B

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEI FOTOGRAFI ALLE COMPETIZIONI UFFICIALI DELLA LEGA SERIE B REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEI FOTOGRAFI ALLE COMPETIZIONI UFFICIALI DELLA LEGA SERIE B Data di pubblicazione: 22 novembre 2013 1) Il Regolamento per l accesso dei fotografi alle competizioni ufficiali

Dettagli

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI CAMPIONATI DI SERIE STAGIONE 2011/12

CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI CAMPIONATI DI SERIE STAGIONE 2011/12 A tutte le Società di MonzaBrianza Loro sedi Agrate B.za 14-07-2011 Prot. 2/CPG e p.c. C.R. Lombardo FIPAV ROMA CIRCOLARE DI INDIZIONE DEI CAMPIONATI DI SERIE STAGIONE 2011/12 1. MODALITA DI SVOLGIMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC

REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO REGOLA 5 DECISIONI UFFICIALI FIGC REGOLAMENTO DEL GIUOCO DEL CALCIO ALL. D) REGOLA 5 Persone ammesse nel recinto di gioco 1) Per le gare organizzate dalla LNP, dalla Lega PRO e dalla Lega Nazionale Dilettanti in ambito nazionale sono ammessi

Dettagli

PRONTUARIO PER L AMMISSIONE DELLE PERSONE ALL INTERNO DEL RECINTO DI GIOCO

PRONTUARIO PER L AMMISSIONE DELLE PERSONE ALL INTERNO DEL RECINTO DI GIOCO www.crapiemonteva.it PRONTUARIO PER L AMMISSIONE DELLE PERSONE ALL INTERNO DEL RECINTO DI GIOCO Stagione Sportiva 2013/2014 PERSONE AMMESSE NEL RECINTO DI GIUOCO (Campionati/Coppe e Tornei della Lega Nazionale

Dettagli

CHAMPIONS LEAGUE. Torneo di calcio a 7 I) REGOLAMENTO GENERALE

CHAMPIONS LEAGUE. Torneo di calcio a 7 I) REGOLAMENTO GENERALE C.U.S. FOGGIA A.S.D. Via Napoli, 109 71122 Foggia CHAMPIONS LEAGUE Torneo di calcio a 7 I) REGOLAMENTO GENERALE Articolo 1 Iscrizioni. Il Campionato Champions League 2015 è aperto a tutti (universitari

Dettagli

Norme comportamentali Arbitri e Assistenti Arbitrali

Norme comportamentali Arbitri e Assistenti Arbitrali Associazione Italiana Arbitri Comitato Regionale Lombardia Norme comportamentali Arbitri e Assistenti Arbitrali Stagione Sportiva 2015-2016 Indice 1 DESIGNAZIONI - INVIO GARE E GESTIONE ACCETTAZIONI/RIFIUTI...

Dettagli

ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA

ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA ATTIVITÀ UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI di COMPETENZA del COMITATO REGIONALE LOMBARDIA La Lega Nazionale Dilettanti - in attuazione delle disposizioni di cui all'art. 49, punto 1, lett. c),

Dettagli

CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014

CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014 CAMPIONATO DI PALLANUOTO MASCHILE Serie A2 Edizione 2014/2015 Approvato con delibera n. 229 Consiglio Federale del 30.09.2014 Iscrizione Tassa Gara Sono ammesse al Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile

Dettagli

Servizio di accreditamento tesserati C.O.N.I. / F.I.G.C. / A.I.A.

Servizio di accreditamento tesserati C.O.N.I. / F.I.G.C. / A.I.A. Servizio di accreditamento tesserati C.O.N.I. / F.I.G.C. / A.I.A. I titolari di tessere federali in corso di validità, possono richiedere l assegnazione del posto (accredito) per l accesso allo stadio

Dettagli

DISPOSIZIONI SQUADRE NAZIONALI

DISPOSIZIONI SQUADRE NAZIONALI DISPOSIZIONI SQUADRE NAZIONALI TITOLO I - Campo di applicazione - Art. 1 Soggetti 1. Le presenti disposizioni si applicano: a) agli atleti selezionati a rappresentare le Squadre Nazionali dal settore tecnico

Dettagli

VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795

VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO - LEGA NAZIONALE DILETTANTI REGIONALE CALABRIA VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 Indirizzo Internet: www.crcalabria.it

Dettagli

CAMPIONATO DEGLI AFFILIATI 2015 Divisione nazionale Serie A1 PROGRAMMA - REGOLAMENTO

CAMPIONATO DEGLI AFFILIATI 2015 Divisione nazionale Serie A1 PROGRAMMA - REGOLAMENTO CAMPIONATO DEGLI AFFILIATI 2015 Divisione nazionale Serie A1 PROGRAMMA - REGOLAMENTO SERIE A1 MASCHILE Alla serie A1 maschile prendono parte 16 squadre divise in quattro gironi da quattro squadre, con

Dettagli

REGOLAMENTO ESECUTIVO LEGA BASKET

REGOLAMENTO ESECUTIVO LEGA BASKET 1. Scopi e attività della Lega REGOLAMENTO ESECUTIVO LEGA BASKET 1.1. La Lega Società di Pallacanestro Serie A (d ora innanzi: Lega ) ha gli scopi di coordinare, indirizzare e sviluppare l attività sportiva

Dettagli

DIPARTIMENTO INTERREGIONALE

DIPARTIMENTO INTERREGIONALE Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DIPARTIMENTO INTERREGIONALE Piazzale Flaminio, 9-00196 ROMA (RM) TEL. (06)328221 FAX: (06)32822717 SITO INTERNET: http://www.lnd.it/ Stagione

Dettagli

Norme comportamentali Arbitri e Assistenti Arbitrali

Norme comportamentali Arbitri e Assistenti Arbitrali Associazione Italiana Arbitri Comitato Regionale Lombardia Norme comportamentali Arbitri e Assistenti Arbitrali Stagione Sportiva 2014-2015 Indice 1 DESIGNAZIONI - INVIO GARE E GESTIONE ACCETTAZIONI/RIFIUTI...

Dettagli

COMUNE DI TARANTO Direzione Pubblica Istruzione Cultura Spettacolo Sport

COMUNE DI TARANTO Direzione Pubblica Istruzione Cultura Spettacolo Sport COMUNE DI TARANTO Direzione Pubblica Istruzione Cultura Spettacolo Sport DISCIPLINARE PER L' UTILIZZO DELLO STADIO COMUNALE ERASMO IACOVONE ( allegato alla deliberazione GC n. 54 del 14/04/2014 ) Partite

Dettagli

DIREZIONE SPORT E PREPARAZIONE OLIMPICA Roma, 19.6.2006 Pt. 2024 A TUTTE LE FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI LORO SEDI

DIREZIONE SPORT E PREPARAZIONE OLIMPICA Roma, 19.6.2006 Pt. 2024 A TUTTE LE FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI LORO SEDI DIREZIONE SPORT E PREPARAZIONE OLIMPICA Roma, 19.6.2006 Pt. 2024 A TUTTE LE FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI LORO SEDI OGGETTO: nuovo regolamento di attuazione del testo unico delle disposizioni in materia

Dettagli