Studio e sviluppo di un applicazione biomedicale in ambiente Android

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Studio e sviluppo di un applicazione biomedicale in ambiente Android"

Transcript

1 UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE FACOLTÀ DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e dell Automazione Studio e sviluppo di un applicazione biomedicale in ambiente Android Tesi di Laurea di: Vlad Stefan Lupu Relatore: Prof. Aldo Franco Dragoni Anno Accademico

2 A mia moglie e ai miei genitori, che mi sono sempre stati accanto

3 INDICE 1. Introduzione e-health Definizione Telemedicina mhealth STMicroelectronics Bodygateway STMicroelectronics Panoramica sul device I sensori Elettrocardiogramma Bioimpedenza Accelerometro Altri sensori Elaborazioni indipendenti Elaborazione elettrocardiogramma Elaborazione accelerometro Elaborazione bioimpedenza Elaborazioni Comuni Android Cos è Android Storia Dalvik Virtual Machine Architettura Il kernel Android Runtime e le librerie native Application Framework Application layer Componenti di un applicazione Activity Intent e Intent Filter Service

4 Content Provider Broadcast Receiver Strumenti di sviluppo Eclipse Android Development Tools Android SDK Sviluppo del software Il software per PC Presentazione dell applicazione Miglioramenti e nuove funzionalità Dispositivo Android utilizzato Conclusioni e Sviluppi Futuri Bibliografia

5 1. Introduzione Nel prossimo futuro è prevista a crescere la richiesta dei servizi connessi alla sanità in Europa, parzialmente a causa dell aumento del numero di anziani nella regione europea. Sempre più richieste saranno per servizi sanitari concentrati sul paziente e basati sulla prevenzione. Le tecnologie per affrontare queste richieste sono sistemi real-time a basso costo che monitorano i parametri fisiologici dei pazienti. Una rete wireless è necessaria per poter trasmettere i dati medicali del paziente ai professionisti medicali direttamente dall interno dell abitazione. In questo modo si evitano l ospedalizzazioni e si da al paziente una maggiore mobilità. Da qualche anni Telemonitoring e Telemedicina sono considerati settori promettenti per ridurre i costi della salute mediante l uso di dispositivi biomedicali controllati a distanza. La miniaturizzazione e la riduzione dei costi dei componenti elettronici facilitano la creazione di dispositivi indosabili per un monitoraggio a distanza in tempo reale. Uno strumento di questo tipo è BodyGateWay, progettato e sviluppato da STMicroelectronics, e in grado di rilevare segnali vitali di un paziente. Tale apparecchio verrà preso in esame in questa tesi e il suo funzionamento approfondito nel capitolo 3. Il device si trova nella zona di intersezione dei settori mhealth (mobile Health) e Telemedicina, nozioni accennate nel secondo capitolo. Nel quarto capitolo verrà presentato il sistema operativo Android con la sua architettura e gli strumenti di sviluppo. Creata da Google in collaborazione con l Open Handset Alliance, Android è la prima piattaforma completa e gratuita per lo sviluppo di applicazioni mobile. Attualmente è la più diffusa al mondo e il suo negozio online Google Play Store conta più di applicazioni. Lo scopo di questa tesi è di aggiustare e migliorare un applicazione per i dispositivi Android capace di collegarsi tramite protocollo Bluetooth al dispositivo BodyGateWay. L applicazione dovrà essere in grado di tracciare grafici per segnali come l ECG e bioimpedenza e mostrare anche altri parametri, tutto in tempo reale

6 2. e-health 2.1. Definizione L evoluzione delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (ICT) in ambito sanitario ha introdotto un modello innovativo di sanità elettronica, chiamato e- Health. L e-health rappresenta un vero paradigma di innovazione, al cui servizio si raggruppano diverse discipline, tra cui l informatica clinica, la medicina e anche l economia aziendale. Ci sono opinioni che mettono l e-health intercambiabile con il termine health care informatics, altre invece lo utilizzano in un senso più stretto, ovvero la pratica delle cure sanitarie mediante l uso di internet. Il termine include una vasta gamma di servizi o sistemi: Cartella clinica elettronica - permette una comunicazione semplice dei dati del paziente tra le diverse figure professionali (medici di medicina generale, specialisti); Telemedicina - include tutti i tipi di cure mediche o psicologiche che non richiedono al paziente la presenza fisica dal medico curante; Medicina basata sulle evidenze - sistema in grado di fornire informazioni circa l appropriato trattamento di una malattia; Consumer health informatics - branca dell informazione medica che si occupa di analizzare i bisogni dei consumatori e rendere accessibili gli studi e gli sviluppi nel campo della medicina; Virtual healthcare team - composto da professionisti della salute che collaborano fra loro e condividono le informazioni sui pazienti attraverso l utilizzo di apparecchiature digitali; mhealth l uso di dispositivi mobili per colletare dati sulla salute del paziente, monitoraggio in tempo reale dei segnali vitali del paziente; Sistemi informatici healthcare soluzioni software per prenotare le visite, gestire i dati del paziente o gestire l orario di lavoro del personale

7 2.2. Telemedicina Quando si parla dell applicazione dell e-health, spesso ci si pensa ad una disciplina conosciuta sotto il nome di Telemedicina. La Telemedicina comprende l applicazione delle tecnologie informatiche e delle telecomunicazioni alla medicina e consente di rendere disponibili le risorse mediche sia di base, sia specialistiche a pazienti che non possono accedere direttamente ai servizi sanitari per difficoltà di varia natura. Questa disciplina è in grado di migliorare la qualità dell assistenza sanitaria e consentire la disponibilità di cure, servizi di diagnosi e consulenza medica a distanza, oltre al costante monitoraggio di parametri vitali, al fine di ridurre il rischio d insorgenza di complicazioni in pazienti affetti da patologie gravi. Negli ultimi decenni l andamento demografico, soprattutto nei paesi più sviluppati, ha evidenziato un costante aumento della vita media, con conseguente incremento delle fasce di età più elevata. La diminuzione della natalità e dei decessi hanno modificato completamente la composizione della società, con conseguenze sociali e sanitarie complesse che si manifesteranno in modo sempre più evidente. L invecchiamento della popolazione determina l incremento percentuale delle fasce adulte ed anziane con la necessità di ripensare le strategie sanitarie e affrontare controlli periodici più frequenti. La Telemedicina potrà essere uno degli strumenti per rendere più efficace l azione di prevenzione e di monitoraggio necessarie per mantenere in salute la popolazione anziana. La Telemedicina include numerosi campi di applicazione: Teleassistenza, Telecardiologia, Teleconsulto, Teledialisi, Telemonitoraggio, Teleradiologia, Telesoccorso, Telespirometria, Telechirurgia e Telerobotica chirurgica. In conclusione, la Telemedicina porta l assistenza a casa del paziente, permette la consultazione a distanza tra specialisti e mette a disposizione dell intera struttura ospedaliera informazioni in tempo reale, in questo modo evitando lo spreco di tempo e di risorse mhealth mhealth (o m-health) è un termine usato per la pratica della medicina con il supporto dei dispositivi mobili. Mobile health è un campo giovane e dinamico che potrebbe migliorare il benessere delle persone da tutto il mondo

8 I dispositivi mobili e servizi associati possono svolgere delle funzioni di primo piano per migliorare il livello delle cure sanitarie, sia nel mondo sviluppato che nei paesi emergenti. Le applicazioni mobili possono abbassare i costi e consolidare la prevenzione, tutto questo migliorando i risultati della sanità a lungo termine. Le tecnologie mobili non possono trasmettere farmaci, dottori o apparecchiatura tra diversi luoghi, ma possono in cambio trasmettere ed elaborare più tipi di informazioni: dati criptati, testo, immagini, audio e video. Le principale tecnologie che possono trasmettere informazioni m-health sono le reti di telefonia mobile GSM, GPRS, 3G e 4G-LTE, le tecnologie Wi-Fi e WiMax e il Bluetooth per le comunicazioni a corto raggio. Queste tecnologie funzionano su reti hardware che comprendono telefoni cellulari, computer portatili (che includono netbook, tablet e PDA), camere digitali e sensori remoti. mhealth è un settore in piena crescita guidato dal successo delle applicazioni per smartphone e tablet, dalla forte penetrazione di questi device mobili. Attualmente ci sono circa 250 milioni gli utenti di applicazioni mhealth nel mondo, nel 2011 erano 125 milioni. Figura 2.1 Applicazioni mhealth 1 1 Fonte: healthinformatics [Online]

9 3. STMicroelectronics Bodygateway In questo capitolo si farà una presentazione del device in studio in questa tesi e per il quale è stato sviluppato il software per dispositivi mobili Android. È un dispositivo progettato e creato da STMicroelectronics STMicroelectronics STMicroelectronics è una azienda italo-francese con sede a Ginevra (Svizzera), per la produzione di componenti elettronici a semiconduttore. È uno dei più grandi produttori mondiali di componenti elettronici, usati soprattutto nell'elettronica di consumo, nell'auto, nelle periferiche per computer, nella telefonia cellulare e nel settore cosiddetto "industriale". Figura 3.1 STMicroelectronics - Settori di attività 2 2 Fonte: STMicroelectronics [Online]

10 I top 10 Clienti OEM per il 2011 sono stati: Apple, Bosch, Cisco, Continental, HP, Nokia, Research In Motion, Samsung, Seagate, Sony/Sony Ericsson Panoramica sul device Il Bodygateway (BGW) (Fig. 3.2) è un dispositivo biomedico indossabile e non invasivo in grado di monitorare i parametri vitali dell uomo. (a) (b) Figure 3.2 (a) e (b) Immagini del dispositivo 3 3 Fonte: Andrea Vitali, Marco Pessione, STMicroelectronics. Detection, Processing And Wireless Transmission Of Biologic Signal: The Electronic Patch "BodyGateWay". efytimes.com. [Online] -

11 È dotato di sensori in silicio miniaturizzati e circuiti per il rilevamento di segnali biologici (accelerometro a tre assi e filtri/amplificatori per l elettrocardiografia), un modulo Bluetooth per la trasmissione dei dati e un microcontrollore a bassa potenza per la gestione locale e in tempo reale dei dati. L elaborazione dell elettrocardiogramma include rimozione di rumori e artefatti, stima della frequenza cardiaca, stima della frequenza respiratoria e classificazione e valutazione del battito cardiaco. Il trattamento dei dati dell accelerometro comprende filtri digitali per la rimozione di rumore e stima del livello di attività fisica. I segnali vengono trattati sia singolarmente che insieme, per esempio si va a verificare la corrispondenza di battito cardiaco e attività fisica. I sensori miniaturizzati permettono al dispositivo di essere piccolo e leggero per poter essere indossato in maniera confortevole e nello stesso momento permettono un rilevamento continuo e preciso dei segnali biologici. Infatti questo è un fattore importante nella creazione di un apparecchio di questo genere. Inoltre, deve essere robusto allo stress mentre è indossato. Un altro fattore importante è il consumo di energia. Il dispositivo deve essere a bassa potenza per permettere la rilevazione dei segnali biologici per un lungo periodo di tempo. È necessaria la presenza di un unità di elaborazione per pulire i segnali, per comprimerli (per ridurre i consumi durante la trasmissione) e per elaborarli (per estrarre i parametri significativi). L apparecchio deve includere anche un modulo per trasmettere i dati individuati ad una memoria remota per permettere ulteriori processazioni. Attualmente nel prototipo del Bodygateway sono presenti rilevatori di tensione per l elettrocardiogramma, misuratori di impedenza (iniezione di una corrente con successivo calcolo della tensione), accelerometro a tre assi e due LED bicolori. I futuri prototipi includeranno fotodiodi per la fotopletismografia, un microfono per i suoni interni (suoni cardiaci e respiratori) e suoni esterni (voce) e due sensori di temperatura (uno per la pelle e uno per l ambiente). La gestione del rilevamento dei segnali e della loro elaborazione, delle memorie locali/remote, della trasmissione/ricezione via Bluetooth è realizzata mediante un microcontrollore a bassa potenza. Il sistema integrato è a basso costo e permette ad uno strato più ampio della popolazione di essere monitorato con la stessa quantità di spese. Questo è un punto importante dato che la popolazione diventa più anziana. Questo approccio aumenta l efficienza di ogni protocollo sanitario

12 Il dispositivo è estremamente pratico da usare, senza compromettere alcun movimento all utente. Si applica al torace tramite un cerotto adesivo monouso che contiene dei elettrodi. Le dimensioni ridotte e la facilità d uso li permettono di essere usato in diversi campi: home care, riabilitazione, allenamento sportivo, ricerca, wellness. Tutto il sistema viene alimentato da una batteria ricaricabile interna ed è munito di un unità di ricarica con connettore AC/DC. I due led posizionati sul fronte del dispositivo consentono di controllare l accensione e lo spegnimento e di verificare la connessione con un dispositivo esterno o la trassmissione dei dati. Per ingrandire il raggio di parametri medicali, il dispositivo può essere accoppiato con sensori esterni come bilance e misuratori di pressione sanguigna. Figura 3.3 Sistema completo rappresentando il Bodygateway accanto a sensori off-body. Il dispositivo è progettato per rilevare segnali biologici, elaborarli e trasmeterli via Bluetooth ad un telefono mobile, che in seguito li trasmette ad un server remote di una struttura sanitaria, dove i dati possono essere verificati da personale specializzato 4 I segnali biologici raccolti dai sensori interni ed esterni collegati wireless sono elaborati e ritrasmessi su dispositivi locali (smartphone o PC). Una connessione internet è 4 Fonte: Vanni Saviotti, STMicroelectronics. The Body Gateway: mhealth Platform for Wearable Devices. MEDS Medical Electronic Device Solutions [Online]

13 usata dal dispositivo ricevente per trasferire i dati dalla locazione del paziente ai dispositivi remoti (server) e viceversa. Il dispositivo locale può ospitare una GUI (graphical user interface) con lo scopo della consultazione dal paziente. Infine, la memorizzazione sul server e l architettura dei servizi rappresentano l unità remota di elaborazione hardware e software responsabile di costituire connessioni securizzate e autenticare l utente, per raccogliere i dati ricevuti dal BGW nonché per fornire le funzioni per monitorare ed emettere allarmi o messaggi all utente. Questi server rappresentano i centri per la fornitura dei servizi I sensori Il dispositivo fa uso di due tipologie di sensori: uno per il rilevamento della tensione per l elettrocardiogramma e la bio-impedenza, l altro dedicato all acquisizione dei movimenti mediante un accelerometro triassiale Elettrocardiogramma L elettrocardiogramma viene calcolato amplificando la differenza di potenziale tra due elettrodi posizionati sul petto, per mezzo del cerotto, 8-10 cm l uno dall altro. Il circuito elettronico annulla la tensione di modo comune mediante filtri passa-banda (banda di interesse da Hz a 100 Hz). (a) (b) Figura 3.4 Testing del ECG dalla STMicroelectronics. ECG corretta (a) e con un elettrodo scollegato (b) 5 5 Fonte: Andrea Vitali, STMicroelectronics. Dispositivi bio-elettronici: sensori per la salute e il benessere. [Online] STM.pdf

14 Il campionamento è eseguito a 500 Hz, però tale frequenza può essere programmata e posta da 100 Hz sino ad 4 khz mentre la quantizzazione viene fatta con 12 bit di precisione Bioimpedenza L acquisizione dell impedenza avviene per mezzo degli stessi elettrodi usati per l elettrocardiogramma. Facendo scorrere una corrente continua o alternata sul corpo, si misura la tensione, dal loro rapporto risultando l impedenza. Occorrono alcuni secondi per passare dalla rilevazione dell elettrocardiogramma a quella della bio-impedenza al fine di permettere di completare i transitori nei filtri analogici Accelerometro Il movimento viene rilevato per mezzo di un accelerometro a 3-assi. Il segnale è campionato a 25 Hz con una risoluzione a 8 bit. La stima della velocità istantanea del corpo e la distanza percorsa sono realizzate tramite un algoritmo proprietario. L algoritmo è progettato per funzionare con un accelerometro posizionato sul petto (come avviene con il BGW), sul braccio o sulla vita Altri sensori Come detto prima, il dispositivo prevede di includere nel futuro altri sensori come un fotodiodo CMOS che rileva la luce riflessa dai tessuti sotto la pelle. Due LED emettono luce nella banda rossa e infrarossa. Questa rilevazione verrà usata per il fotopletismogramma (stima della saturazione dell ossigeno). Si prevede anche un microfono per catturare i suoni cardiaci (fonocardiogramma) e respiratori. Il segnale sarà campionato a 4 khz con 16 bit di risoluzione

15 (a) (b) (c) Figura 3.5 Testing del fotodiodo dalla STMicroelectronics. Immagini con il fotodiodo posizionato sul dito (a), polso (b) e petto (c) con relativi grafici sotto, rappresentando i led della banda rossa (colore rosso) e infrarossa (colore blu) e l ECG(colore nero). 6 (a) (b) (c) Figura 3.6 Testing del microfono dalla STMicroelectronics. Grafici per il microfono posizionato sul polso (a), braccio (b) e petto (c). 7 6 Fonte: Andrea Vitali, STMicroelectronics. Dispositivi bio-elettronici: sensori per la salute e il benessere. [Online] STM.pdf 7 Ibidem

16 3.4. Elaborazioni indipendenti Sul microcontrollore è stato precaricato un software che si occupa del filtraggio dei segnali generati da ogni sensore. Il primo passo della catena di processo comprende filtri indipendenti per ogni segnale, con l obiettivo di rimuovere il rumore e trovare artefatti. Il rumore fuori banda è eliminabile grazie ad un filtro passa-banda. I segnali puliti vengono utilizzati per stimare i parametri significativi (frequenza cardiaca, frequenza respiratoria, etc). Anche gli artefatti (falsi segnali generati dal movimento) e le condizioni anomale (disconnessione dell elettrodo) sono rilevate, ovviamente in questo caso i parametri non sono disponibili. L estrazione dei parametri è soggetta a falsi negativi (il campione è presente ma non rilevato) e falsi positivi (viene trovato un campione anche se non presente). Una sensibilità elevata permetterebbe maggiore correttezza nella rilevazione ma permetterebbe inoltre anche una maggiore frequenza di casi di falsi positivi. Nel settore per il quale questo dispositivo è progettato, ovvero applicazioni biomediche, è preferibile avere un alta precisione, per essere sicuri che, quando il campione viene dichiarato rilevato, è veramente presente nel segnale. Purtroppo questo porta ad un più alto tasso di falsi negativi Elaborazione elettrocardiogramma Per il calcolo del segnale dell elettrocardiogramma sono implementati e valutati due differenti processi a catena. Il primo è quello di Hamilton-Tompkins, usato nel ben noto algoritmo per il calcolo della frequenza cardiaca (OSEA). La catena è composta dai seguenti blocchi: filtro passa-basso con frequenza di taglio a 16 Hz che elimina i rumori alle alte frequenze (rumore muscolare e interferenza a Hz dell alimentazione); filtro passa-alto con frequenza di taglio a 8 Hz il quale rimuove il funzionamento alla linea di base; blocco che calcola la derivata del primo ordine (con i picchi corrispondenti al battito cardiaco che presentano generalmente considerevoli pendenze); filtro media mobile a 80 ms che evidenzia i picchi;

17 soglia adattiva di rilevamento logico. Il secondo processo, e quello scelto per il Bodygateway, è basato sul algoritmo di Pan-Tompkins. La catena è esenzialmente uguale, con la differenza che la pendenza è quadrata e non presa nel valore assoluto, e la media mobile è svolta a 150ms invece di 80ms. Questo spinge ad una rilevazione del picco più efficace, anche in casi di bassa ampiezza degli stessi, però con un maggior sforzo di calcolo. Figura 3.7 Risultati di un elaborazione ECG usando l algoritmo di Pan-Tompkins e la semplice logica sogliaadattiva per il rilevamento del picco relativo al battito. In rosso: falsi positivi (eventi rilevati, ma non presenti). Verde: falsi negativi (eventi non rilevati, che dovevano essere presenti). Nero: Classificazione corretta ma nella parte sbagliata della forma dell onda. 8 Due situazioni critiche sono state rivelate dai primi risultati sperimentali: la disconnessione degli elettrodi e la sovrapposizione del rumore sulla larghezza di banda spettrale del segnale di interesse. Entrambe portavano ad una errata rilevazione dei picchi R, con una conseguente valutazione sbagliata della frequenza cardiaca (Fig. 3.7). L algoritmo è stato ottimizzato in tre modi. Il primo dice che una valutazione della varianza del segnale permette di individuare eventi critici (es. disconnessione degli elettrodi, rumore ad alta frequenza), perché questi eventi hanno alti valori di varianza. Il calcolo di somiglianze (corrispondenze) con un onda di riferimento rappresenta il secondo miglioramento dell algoritmo. Le corrispondenze sono valutate trovando il minimo locale della SAD (Sum of 8 Fonte: Andrea Vitali, Marco Pessione, STMicroelectronics. Detection, Processing And Wireless Transmission Of Biologic Signal: The Electronic Patch "BodyGateWay". efytimes.com. [Online] -

18 Absolute Differences somma delle differenze assolute) tra la porzione di segnale corrente e il riferimento. Infine, il prototipo deve funzionare qualunque sia il posizionamento degli elettrodi. Perciò, è necessaria una base di dati dei modelli per rendere l algoritmo indipendente dall onda acquisita (Fig. 3.9). (a) (b) Figura 3.8 Catena de elaborazione (a) e algoritmo del rilevamento (b) dei battiti cardiaci (picchi d onda R) 9 L adattamento all onda ECG specifica del paziente si garantisce aggiornando i modelli in maniera adeguata ai campioni riconosciuti. 9 Ibidem

19 Figura 3.9 Database dei modelli usati per la classificazione dei picchi d onda R 10 Figura 3.10 Confronto tra i due algoritmi. Nel grafico in alto l algoritmo standard (OSEA) che conta 10 falsi positivi, 24 falsi negativi e una classificazione corretta di 25/49 battiti; nel grafico in basso l algoritmo modificato di Pan-Tompkins, che conta 0 falsi positivi, 10 falsi negativi e una classificazione corretta di 39/49 battiti Ibidem 11 Ibidem

20 Elaborazione accelerometro Mediante filtraggio e elaborazioni, dal segnale dell accelerometro si estrae un parametro corrispondente all attività totale, contando i passi e quindi misurando il livello di attività fisica. La rilevazione è effettuata identificando ripidi passaggi sugli assi dell accelerometro (Fig (a)). Durante l attività fisica, il segnale di ECG è affetto da rumore (dovuto al movimento dei muscoli pettorali). Una elaborazione più sofisticata permette la stima della postura (inclinato, disteso, in piedi), delle azioni (camminare, correre) e situazioni anomale (cadute). Con l aiuto dell accelerometro può essere stimata anche frequenza cardiaca e respiratoria (Fig (b) e (c)). Sfortunatamente queste rilevazioni sono possibili solo quando il paziente è fermo. Infatti, questo sensore permette di rilevare deboli segnali con una frequenza inferiore di 150 Hz, permettendo un buon meccanomiogramma (MMG) e un soddisfacente fonocardiogramma. Tramite un processo di inviluppo dei picchi d onda R, la frequenza respiratoria può essere ricavata anche dal segnale dell ECG (Fig 3.11 (c)). Un maggior processo di elaborazione potrebbe permettere inoltre la stima della pressione sanguigna dal segnale acustico/accelerometro

21 (a) (b)

22 (c) Figura 3.11 Rilevazioni sincronizzate di elettrocardiogramma (onda in alto) e di accelerazione su i tre assi (x, y, z). Il paziente sta camminando (ECG con disturbi) (a); paziente fermo (ritmo cardiaco presente anche nei segnali xyz) (b); paziente fermo ma con difficoltà respiratoria (ritmo respiratorio anche sull ECG e sul XYZ) (c) Elaborazione bioimpedenza Il segnale dell impedenza acquisito utilizzando una corrente DC permette una stima della qualità del contatto elettrico. Utilizzando correnti ad alta frequenza (30-50 KHz) è possibile ricavare invece la frequenza respiratoria (tuttavia la posizione ottimale in questo caso degli elettrodi è differente rispetto al caso dell ECG). 12 Ibidem

23 3.5. Elaborazioni Comuni Dopo aver elaborato in maniera indipendente i segnali, il dispositivo provvede ad effettuare una elaborazione comune. Lo stesso parametro può essere stimato da segnali acquisiti da sensori differenti. Combinando i segnali da diversi canali può essere ottenuta una stima più affidabile del parametro. Per esempio, l elettrocardiogramma è il principale metodo usato per calcolare la frequenza cardiaca. Però lo stesso parametro può essere ricavato dai risultati di una elaborazione di fotopletismografia o del segnale acustico. Se il paziente è fermo, anche il segnale dell accelerometro permette una stima attendibile. Nella stessa maniera, la frequenza respiratoria è rilevata principalmente dal segnale di fotopletismografia e dal segnale di impedenza. Lo stesso parametro può essere verificato con il microfono e, durante l immobilità, con l accelerometro. Per incrementare l affidabilità dell informazione o addirittura per creare una nuova, è possibile combinare più parametri. Per esempio, il segnale di fotopletismografia è affetto da rumore che può essere corretto mediante la stima con l accelerometro. Il software integrato realizza una cancellazione in tempo reale di questi artefatti, mettendo a disposizione dati più affidabili. In modo simile, la frequenza cardiaca calcolata dall elettrocardiogramma è confrontata con il valore stimato dell attività fisica calcolato usando l accelerometro, distinguendo tra anomalie (immobilità combinata a tachicardia) e normali situazioni (corsa con frequenza cardiaca elevata)

24 Figura 3.12 Diagramma a blocchi hardware (a) e elaborazioni indipendenti e comuni dei segnali (b) Fonte: Vanni Saviotti, STMicroelectronics. The Body Gateway: mhealth Platform for Wearable Devices. MEDS Medical Electronic Device Solutions [Online]

25 4. Android 4.1. Cos è Android Android è un sistema operativo open source per dispositivi mobili costituito da uno stack software che include un sistema operativo, un middleware e applicazioni di base. Nel corso degli anni, Android è arrivato ad essere la piattaforma mobile più diffusa al mondo. Infatti nel secondo trimestre del 2012, Android domina il mercato con una quota di 68,1%, rispetto all ios di Apple che ha solo 16,9% (Fig.4.1). Tramite il negozio online Google Play Store si ha accesso a più di applicazioni, milioni di libri e brani audio e migliaia di film. 2,3% 4,4% 3,5% 4,8% 16,9% 0,1% 68,1% Android ios BlackBerry OS Symbian Windows Phone/Windows Mobile Linux Altri Figura 4.1 Quote di mercato approssimate per i sistemi operativi degli smartphone per il secondo trimestre del Fonte dati: Android and ios Surge to New Smartphone OS Record in Second Quarter, According to IDC. IDC [Online] -

26 4.2. Storia Il sistema operativo ha origini nell acquisizione di Android, Inc. da parte di Google nel L azienda è stata fondata nel 2003 da Andy Rubin (co-fondatore di Danger) e Nick Sears (ex-vicepresidente di T-Mobile). Nel 2007, prende vita la Open Handset Alliance (OHA), un consorzio formato da 84 aziende di cui Google è capofila. I membri includono operatori mobili, costruttori di telefoni, aziende di semiconduttori, aziende software e aziende di commercializzazione. Nel 5 novembre dello stesso anno OHA presentò publicamente Android. Dopo una settimana è stato rilasciato il Software Development Kit (SDK) che include: gli strumenti di sviluppo, le librerie, un emulatore del dispositivo, la documentazione e alcuni progetti di esempio e tutorial. Nel 2008 è uscita la versione 1.0 di Android insieme al primo dispositivo reale, ovvero HTC Dream, conosciuto anche come T-Mobile G1 in alcuni mercati (Fig. 4.2). A febbraio 2009 esce la versione 1.1 che porta piccole correzioni e alcuni bugfix. Però le più importanti versioni lanciate nel 2009 sono 1.5 Cupcake e 1.6 Donut. La prima introduce una maggior integrazione con i servizi Google e aggiunge il pieno supporto ai widget, mentre la seconda integra funzionalità a voce come la ricerca e la sintesi vocale, supporto alle reti CDMA, diverse risoluzioni di schermo insieme ad altre piccole novità generali. Dalla 1.5 in poi, ogni versione avrà un nome di dolce che rispetterà un ordine alfabetico. Figura 4.2 HTC Dream il primo dispositivo Android Fonte: Android Caotic

Scuola Professionale e Filologica Geom. F.Borgogna Vercelli

Scuola Professionale e Filologica Geom. F.Borgogna Vercelli Scuola Professionale e Filologica Geom. F.Borgogna Vercelli Corsi ANDROID 2013/2014 Benvenuti nel mondo dinamico dello sviluppo di applicazioni per smartphone e tablet Android Corsi ANDROID 2013/2014 L

Dettagli

ANDROID. Domenico Talia. Università della Calabria. talia@dimes.unical.it

ANDROID. Domenico Talia. Università della Calabria. talia@dimes.unical.it ANDROID Domenico Talia Università della Calabria talia@dimes.unical.it Sistemi Operativi per Mobile! I sistemi operativi per sistemi mobili seguono i principi dei SO classici ma devono gestire risorse

Dettagli

Programmazione in ambiente

Programmazione in ambiente Università Politecnica delle Marche Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Programmazione in ambiente Android Laura Montanini - laura.montanini@univpm.it Corso di Tecnologie per le TLC 2013-2014

Dettagli

Sistemi Mobili e Wireless Android Introduzione alla piattaforma

Sistemi Mobili e Wireless Android Introduzione alla piattaforma Sistemi Mobili e Wireless Android Introduzione alla piattaforma Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Cos'è Android?

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE PIATTAFORME

INTRODUZIONE ALLE PIATTAFORME INTRODUZIONE ALLE PIATTAFORME Android ios Windows Phone 8 Android 2 Cos è Android? Un moderno open-source sistema operativo Componenti: Linux kernel Java Core applications 3 Perché è stato un successo

Dettagli

Android development. Sviluppo di Mobile Apps sul sistema operativo di Google

Android development. Sviluppo di Mobile Apps sul sistema operativo di Google Android development Sviluppo di Mobile Apps sul sistema operativo di Google Agenda Giorni: Gio 14/04/2011 Ven 15/04/2011 Gio 21/04/2011 Ven 22/04/2011 Suddivisione: Mattina: teoria Pomeriggio: pratica

Dettagli

Tecniche di progettazione e sviluppo di applicazioni mobile

Tecniche di progettazione e sviluppo di applicazioni mobile Slide del corso FSE Tecniche di progettazione e sviluppo di applicazioni mobile svolto presso AREA Science Park Padriciano - Trieste - Italy diegozabot@yahoo.it Android Introduzione diegozabot@yahoo.it

Dettagli

Linux Day 2015. ANDROID ed i suoi derivati. Pavia, 24 ottobre 2015. Marco Giorgi NUTRIA LUG

Linux Day 2015. ANDROID ed i suoi derivati. Pavia, 24 ottobre 2015. Marco Giorgi NUTRIA LUG Linux Day 2015 NUTRIA LUG Pavia, 24 ottobre 2015 ANDROID ed i suoi derivati Quant'è davvero open un dispositivo Android e come renderlo ancora più libero CHI SONO Membro del team di sviluppo DEFT Linux

Dettagli

Android. Android. Sviluppo di applicazioni. Dalvik 19/03/2011. A. Ferrari

Android. Android. Sviluppo di applicazioni. Dalvik 19/03/2011. A. Ferrari Android Android A. Ferrari Android è un sistema opera8vo per disposi8vi mobili. Inizialmente sviluppato da Startup Android Inc. acquisita poi nel 2005 da Google Inc. Il cuore di Android è un kernel Linux.

Dettagli

Un Sistema Location-based per la mappatura degli Access Point

Un Sistema Location-based per la mappatura degli Access Point 1 Un Sistema Location-based per la mappatura degli Access Point Pasquale Cautela pasquale.cautela@studio.unibo.it Marco Peca marco.peca@studio.unibo.it Rosario Salpietro rosario.salpietro@studio.unibo.it

Dettagli

Android world. Sviluppare app per Android. Un insieme di software per dispositivi mobili (smartphone, tablet, portatili...)

Android world. Sviluppare app per Android. Un insieme di software per dispositivi mobili (smartphone, tablet, portatili...) Android world Un insieme di software per dispositivi mobili (smartphone, tablet, portatili...) Contiene un Sistema Operativo, software middleware e applicazioni varie Sviluppato da Open Handset Alliance,

Dettagli

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali HD+ Descrizione generale HD+ è un dispositivo di acquisizione ECG wireless, sviluppato come acquisitore per PC e Tablet che utilizzino piattaforme standard (Windows / MAC OS / Android) e per l utilizzo,

Dettagli

USER GUIDE. Manuale operativo per l utilizzo dell applicativo per il monitoraggio remoto Aditech Life REV 1

USER GUIDE. Manuale operativo per l utilizzo dell applicativo per il monitoraggio remoto Aditech Life REV 1 USER GUIDE Manuale operativo per l utilizzo dell applicativo per il monitoraggio remoto Aditech Life REV 1 SOMMARIO Introduzione... 3 Sensore BioHarness... 3 OVERVIEW BIOHARNESS 3.0 BT/ECHO... 4 OVERVIEW

Dettagli

Sviluppo su Android. Linux Day Torino 2010

Sviluppo su Android. Linux Day Torino 2010 Sviluppo su Android Linux Day Torino 2010 Francesco Ronchi francesco.ronchi@gmail.com - www.synesthesia.it Cos'è Android Sistema operativo dedicato ai device mobili: cellulari, palmari, tablet, navigatori...

Dettagli

S.I.T. srl 4 febbraio 2008. Dispositivo indossabile per la misura di parametri biometrici

S.I.T. srl 4 febbraio 2008. Dispositivo indossabile per la misura di parametri biometrici Dispositivo indossabile per la misura di parametri biometrici Indice degli argomenti Indice delle figure...2 Introduzione...3. Parametri misurati dal sistema Hornet...4 2. Caratteristiche hardware del

Dettagli

Basi Android. Android si definisce open. Con8ene tecnologie open source. Il codice di Android è open. Licenza Open Source Apache 2.

Basi Android. Android si definisce open. Con8ene tecnologie open source. Il codice di Android è open. Licenza Open Source Apache 2. Basi Android 1 Android Cosa è Android? Android è un insieme di strumen8 e librerie per sviluppare applicazioni mobili è più di un SO Android si definisce open Con8ene tecnologie open source Linux Il codice

Dettagli

Programmazione Android

Programmazione Android Programmazione Android Giovanni Perbellini, Stefano Cordibella Università di Verona EDALab S.r.l. Agenda Introduzione Android Overview Ambiente di sviluppo Esempi Helloworld Weather 2 1 Cos è Android?

Dettagli

ANDROID 4.2 JELLY BEAN Installazione e configurazione dell ambiente

ANDROID 4.2 JELLY BEAN Installazione e configurazione dell ambiente INTRODUZIONE Per sviluppare applicazioni in grado di girare su sistemi Android servono tre cose: il Java JDK (Java Development Kit), che contiene tutti gli strumenti necessari a sviluppare nel linguaggio

Dettagli

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi

Calcolo numerico e programmazione. Sistemi operativi Calcolo numerico e programmazione Sistemi operativi Tullio Facchinetti 25 maggio 2012 13:47 http://robot.unipv.it/toolleeo Sistemi operativi insieme di programmi che rendono

Dettagli

Caratteristiche Tecniche

Caratteristiche Tecniche cubestresslite system cubestresslite system è il sistema completo per la gestione dell esame ECG da Sforzo. Include l hardware e il software necessari per l esecuzione dell esame ed è compatibile con gli

Dettagli

per favore Android Mobile Programming Prof. R. De Prisco Prof. Roberto De Prisco 29/09/14 e NON RISPONDERE!!!! Slide 3

per favore Android Mobile Programming Prof. R. De Prisco Prof. Roberto De Prisco 29/09/14 e NON RISPONDERE!!!! Slide 3 Prof. Roberto De Prisco 2 per favore 3 o almeno e NON RISPONDERE!!!! Scrivere un app che mehe la vibrazione il lun e gio dalle 16:00 alle 18:00 1 Dress Code 4 Lui Vestito scuro, cravatta, camicia chiara,

Dettagli

Android AppInventor. Argomenti trattati. Introduzione. AppInventor. etc. Google Android Android SDK, Android Market

Android AppInventor. Argomenti trattati. Introduzione. AppInventor. etc. Google Android Android SDK, Android Market Android v. 1.0.1 Argomenti trattati Android AppInventor Introduzione Google Android Android SDK, Android Market AppInventor Architettura Sviluppo di applicazioni etc Storia Introduzione Android Android

Dettagli

Nuova ECDL ONLINE COLLABORATION

Nuova ECDL ONLINE COLLABORATION PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER Nuova ECDL ONLINE COLLABORATION CONCETTI FONDAMENTALI USO DI DISPOSITIVI MOBILI APPLICAZIONI SINCRONIZZAZIONE 4. COLLABORAZIONE MOBILE 4.1. Concetti fondamentali 4.1.1 Identificare

Dettagli

Introduzione ad Android

Introduzione ad Android Capitolo 1 Introduzione ad Android La fine del precedente millennio è stata sicuramente caratterizzata da Internet: una vera e propria rivoluzione non solo tecnologica ma soprattutto culturale. La possibilità

Dettagli

Modulo 3. Ecosistema Android

Modulo 3. Ecosistema Android Modulo 3 Ecosistema Android 3.1 Introduzione ad Android 3.1 Cos'è Android Sistema operativo open-source inizialmente pensato per dispositivi mobili e poi evolutosi. Attualmente leader del mercato...e lo

Dettagli

Introduzione ad Android

Introduzione ad Android Capitolo 1 Introduzione ad Android La fine del precedente millennio è stata sicuramente caratterizzata da Internet: una vera e propria rivoluzione non solo tecnologica, ma soprattutto culturale. Il fatto

Dettagli

Sviluppo di un applicazione mobile per la gestione degli interventi tecnici tramite geolocalizzazione

Sviluppo di un applicazione mobile per la gestione degli interventi tecnici tramite geolocalizzazione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA Corso di Laurea in informatica Anno Accademico 2011-2012 Sviluppo di un applicazione mobile per la gestione degli interventi tecnici tramite geolocalizzazione Relatore:

Dettagli

Android. Anatomia di una applicazione

Android. Anatomia di una applicazione Android Anatomia di una applicazione Elementi di base Gli elementi di base per costruire una applicazione Android sono cinque: Activity Intent Broadcast Receiver Service Content Provider 2 Activity (1/3)

Dettagli

Sviluppo di un applicazione Android per la lettura di dati da un pressurometro con tecnologia NFC

Sviluppo di un applicazione Android per la lettura di dati da un pressurometro con tecnologia NFC CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA ELETTRONICA Laurea in ingegneria elettronica Sviluppo di un applicazione Android per la lettura di dati da un pressurometro con tecnologia NFC Laureando Roberto Guarnieri

Dettagli

Filippo Druda LO SVILUPPO IN ANDROID

Filippo Druda LO SVILUPPO IN ANDROID 1 Classe 5 A Candidato Filippo Druda LO SVILUPPO IN ANDROID 2 L'EVOLUZIONE TECNOLOGICA NON HA MAI DANNEGGIATO NESSUNO.. ABSTRACT Istituto Tecnico Industriale Don Orione Fano 3 Il progresso tecnologico

Dettagli

MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School

MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School Area Sviluppo Software Autore: Sergio Gandola Revisione: 2 Data: 07/06/13 Titolo: Documentazione Tecnica Diario File:Documentazione Tecnica.pdf Sito: http://inno-school.netsons.org/

Dettagli

Progettazione di Sistemi Interattivi. Gli strati e la rete. Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni)

Progettazione di Sistemi Interattivi. Gli strati e la rete. Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni) Progettazione di Sistemi Interattivi Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni) Docente: Daniela Fogli Gli strati e la rete Stratificazione da un altro punto di vista: i calcolatori

Dettagli

Laboratorio di Elaborazione e Trasmissione Video

Laboratorio di Elaborazione e Trasmissione Video + Laboratorio di Elaborazione e Trasmissione Video Prof. Christian Micheloni Dott. Marco Vernier Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Udine Outline Lezione 1 - Il sistema

Dettagli

Sviluppo di applicazioni mobili su piattaforma Maemo

Sviluppo di applicazioni mobili su piattaforma Maemo tesi di laurea Anno Accademico 2009/2010 relatore Ch.mo prof. Marcello Cinque candidato Giovanni Fortini Matr. 534/2169 Contesto e contributo Sistemi operativi per dispositivi mobili Sviluppo di un applicazione

Dettagli

ELABORAZIONE CONDIVISA DI TESTI CON ANDROID

ELABORAZIONE CONDIVISA DI TESTI CON ANDROID Alma Mater Studiorum Università di Bologna FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Scienze di Internet ELABORAZIONE CONDIVISA DI TESTI CON ANDROID Tesi di Laurea in Programmazione

Dettagli

Manuale d Uso. jepssen.com 02

Manuale d Uso. jepssen.com 02 jepssen PAN Manuale d Uso jepssen.com 02 jepssen.com 2014 Jepssen. All rights reserved. Indice Introduzione 04 1.1 Funzionamento e Preparazione 05 1.2 Stato e Promemoria 05 Guida Rapida 06 2.1 Pulsanti

Dettagli

IL SISTEMA ANDROID E GLI SMARTPHONE

IL SISTEMA ANDROID E GLI SMARTPHONE IL SISTEMA ANDROID E GLI SMARTPHONE Android è un sistema operativo open source, per dispositivi mobili, basato sul kernel 2.6 di Linux (Il kernel è il nucleo di un sistema operativo e fornisce tutte le

Dettagli

ADiTech Life Manual. Manuale operativo per l utilizzo della piattaforma per il monitoraggio remoto ADiTech Life

ADiTech Life Manual. Manuale operativo per l utilizzo della piattaforma per il monitoraggio remoto ADiTech Life Manuale operativo per l utilizzo della piattaforma per il monitoraggio remoto ADiTech Life Ufficio Tecnico ADiTech S.R.L. 26/01/2016 ADT LIFE MAN REV.01 ADITECH S.R.L INDIRIZZO: VIA GHINO VALENTI, 2, 60131,

Dettagli

Titolo: È gradita una competenza base in Matlab. Conoscenze linguistiche: padronanza della lingua inglese

Titolo: È gradita una competenza base in Matlab. Conoscenze linguistiche: padronanza della lingua inglese Titolo: Studio e sviluppo di applicazioni innovative basate su tecnologia di sensori indossabili Descrizione: Le body sensor networks (BSN) sono costituite da piccoli dispositivi che posti sul corpo umano

Dettagli

Installazione della tablet sul supporto. Installazione guidata

Installazione della tablet sul supporto. Installazione guidata Manuale d uso ! AVVIO Prima di utilizzare il dispositivo ARNOVA per la prima volta, caricare completamente la batteria. Caricamento della batteria 1.Collegare il cavo di alimentazione fornito al dispositivo

Dettagli

Avetana Health Telematic Services

Avetana Health Telematic Services Avetana Health Telematic Services Permette l acquisizione del tracciato ECG di un paziente da remoto e la successiva visualizzazione da parte del clinico o chi di competenza su un qualsiasi pc dotato di

Dettagli

LA TUA PRIMA APP CON CORDOVA

LA TUA PRIMA APP CON CORDOVA LA TUA PRIMA APP CON CORDOVA Dedicato a. Gianluca ed Enza, due persone speciali Autore: Gianpiero Fasulo www.gfasulo.it - Pag. 2 COPYRIGHT La tua prima APP con CORDOVA Tutti i diritti riservati. Nessuna

Dettagli

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni.

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Book 1 Conoscere i computer Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi, Sara

Dettagli

www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software

www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software WEB-BASED MANAGEMENT SOFTWARE C-Light è l applicazione per la gestione locale (intranet) e remota (internet) di ogni impianto d automazione integrabile

Dettagli

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011

Fondamenti di Informatica 1. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011 Fondamenti di Informatica 1 Prof. B.Buttarazzi A.A. 2010/2011 Sommario Installazione SOFTWARE JDK ECLIPSE 03/03/2011 2 ALGORITMI E PROGRAMMI PROBLEMA ALGORITMO PROGRAMMA metodo risolutivo linguaggio di

Dettagli

Il Tablet e le app per la didattica

Il Tablet e le app per la didattica Il Tablet e le app per la didattica Il dispositivo mobile Claudia Casapollo Che cosa è un Tablet? E' un computer portatile, ma non può sostituire il computer da tavolo o il notebook. E' molto più sottile

Dettagli

Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0

Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0 Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0 Per rispondere ad aspettative in costante evoluzione e soddisfare la crescente domanda di dispositivi mobili, intelligenti e connessi al cloud, Zebra Technologies ha

Dettagli

Avviso per il prodotto

Avviso per il prodotto Guida per l'utente Copyright 2013 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Bluetooth è un marchio del rispettivo proprietario usato da Hewlett-Packard Company su licenza. Google è un marchio di Google

Dettagli

Progettazione e Sviluppo dell Applicazione Web Share Mobile per Dispositivi Mobili Multipiattaforma. Elaborato di Laurea di: Marco Stanzani

Progettazione e Sviluppo dell Applicazione Web Share Mobile per Dispositivi Mobili Multipiattaforma. Elaborato di Laurea di: Marco Stanzani UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Facoltà di Ingegneria Enzo Ferrari Sede di Modena Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Progettazione e Sviluppo dell Applicazione Web

Dettagli

GLORY 4. Manuale Istruzioni - Italiano

GLORY 4. Manuale Istruzioni - Italiano GLORY 4 Manuale Istruzioni - Italiano 1. ICONE Nuova e-mail Modalità aereo USB collegato Debug USB collegato Pulsante Indietro Visualizza opzioni di una funzione selezionata Livello della batteria Scaricamento

Dettagli

L ambiente di sviluppo Android Studio

L ambiente di sviluppo Android Studio L ambiente di sviluppo Android Studio Android Studio è un ambiente di sviluppo integrato (IDE, Integrated Development Environment) per la programmazione di app con Android. È un alternativa all utilizzo

Dettagli

Corso App modulo Android. Antonio Gallo info@laboratoriolibero.com

Corso App modulo Android. Antonio Gallo info@laboratoriolibero.com Corso App modulo Android Antonio Gallo info@laboratoriolibero.com Strumentazione: PC + smartphone Android + cavo micro USB per connessione Framework Phonegap SDK di Android JDK (Java) Eclipse (opzionale)

Dettagli

Strumenti per la programmazione

Strumenti per la programmazione Editing del programma Il programma deve essere memorizzato in uno o più files di testo editing codice sorgente 25 Traduzione del programma Compilazione: è la traduzione effettuata da un compilatore Un

Dettagli

Sistema Operativo Chrome: Analisi degli aspetti peculiari.

Sistema Operativo Chrome: Analisi degli aspetti peculiari. tesi di laurea Sistema Operativo Chrome: Analisi degli aspetti peculiari. Anno Accademico 2009/2010 relatore Ch.mo prof. Porfirio Tramontana candidato Lina Cocomello Matr. 534/000565 Obiettivi. Che cos

Dettagli

Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0

Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0 Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0 Per rispondere ad aspettative in costante evoluzione e soddisfare la crescente domanda di dispositivi mobili, intelligenti e connessi al cloud, Zebra Technologies ha

Dettagli

Sviluppo di una applicazione su piattafotma Android con il supporto di un DBMS orientato ad oggetti

Sviluppo di una applicazione su piattafotma Android con il supporto di un DBMS orientato ad oggetti Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Ingegneria Tesi di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica Sviluppo di una applicazione su piattafotma Android con il supporto di un DBMS orientato ad

Dettagli

Realizzazione di un sistema di logging prototipale per la piattaforma

Realizzazione di un sistema di logging prototipale per la piattaforma tesi di laurea Realizzazione di un sistema di logging prototipale per la piattaforma Android Anno Accademico 2011 / 2012 relatore Ch.mo prof. Marcello Cinque candidato Dario De Meis Matr. 528 / 741 Smartphone

Dettagli

La Login in Prestito!!Disponbilità Tesi. Categorie di Progetti di Ingegneria del Software

La Login in Prestito!!Disponbilità Tesi. Categorie di Progetti di Ingegneria del Software Draft versione 1.1 Categorie di Progetti di Ingegneria del Software Tutti i temi Progettuali proposti rientrano in una delle seguenti categorie. 1. Temi sull'elaborazione di Dati Multimediali Temi su Audio,

Dettagli

Sviluppo di App per sistema operativo Android

Sviluppo di App per sistema operativo Android Università degli Studi di Padova Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Corso di Laurea Triennale in Ingegneria dell Informazione Tesina di laurea triennale Sviluppo di App per sistema operativo

Dettagli

Lezione 1 Primi passi con Android

Lezione 1 Primi passi con Android A cura di Carlo Pelliccia Android è una piattaforma software per smartphone e tablet realizzata dal consorzio noto come Open Handset Alliance, di cui Google è capofila e maggiore contributore, ed al quale

Dettagli

Centro Servizi e Sala Controllo

Centro Servizi e Sala Controllo Progetto SNIFF (Sensor Network Infrastructure For Factors) INFRASTRUTTURA DI SENSORI PER IL RILEVAMENTO DI INQUINANTI NELL ARIA PON RC1 [PON01_02422] Settore Ambiente e Sicurezza Comune di Crotone 1 Napoli,

Dettagli

Programmazione Fondi Strutturali 2007/2013 P.O.N. FSE A.S. 2013/2014 SCHEDA PROGETTUALE MODULO. Obiettivo: C Azione: 1 Riferimento interno:

Programmazione Fondi Strutturali 2007/2013 P.O.N. FSE A.S. 2013/2014 SCHEDA PROGETTUALE MODULO. Obiettivo: C Azione: 1 Riferimento interno: ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE GUGLIELMO MARCONI Piazza Poerio 2, 70126 Bari - Tel.080-5534450 Fax.080-5559037 - www.marconibari.it - info@marconibari.it Programmazione Fondi Strutturali 2007/2013

Dettagli

CUSTOMIZZAZIONE DI ANDROID

CUSTOMIZZAZIONE DI ANDROID ALMA MATER STUDORIUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica CUSTOMIZZAZIONE DI ANDROID Tesi di Laurea in Architettura degli Elaboratori

Dettagli

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved WEB TECHNOLOGY Il web connette LE persone Indice «Il Web non si limita a collegare macchine, ma connette delle persone» Il Www, Client e Web Server pagina 3-4 - 5 CMS e template pagina 6-7-8 Tim Berners-Lee

Dettagli

Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base

Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base Sistema operativo Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base Architettura a strati di un calcolatore

Dettagli

Inizia da Qui BlackBerry Curve 9300 Series

Inizia da Qui BlackBerry Curve 9300 Series Benvenuti in BlackBerry! Impara a conoscere il nuovo smartphone BlackBerry Curve. Esplorazione tasti 2010 Research In Motion Limited. Tutti i diritti riservati. BlackBerry, RIM, Research In Motion, SureType,

Dettagli

Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui

Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui Griglie e Sistemi di Elaborazione Ubiqui Sistemi Operativi per Sistemi di Elaborazione Ubiqui Griglie e Sistemi Ubiqui - D. Talia - UNICAL 1 Sistemi Operativi per Ubiquitous Computing Palm OS Symbian OS

Dettagli

Manuale d'uso del Microsoft Apps for Symbian

Manuale d'uso del Microsoft Apps for Symbian Manuale d'uso del Microsoft Apps for Symbian Edizione 1.0 2 Informazioni su Microsoft Apps Informazioni su Microsoft Apps Microsoft Apps incorpora le applicazioni aziendali di Microsoft nel telefono Nokia

Dettagli

Net Mobile e Net GeoLocation

Net Mobile e Net GeoLocation Ottobre 2012 Net Mobile e Net GeoLocation La nuova generazione di applicazioni per la mobilità dei tecnici e la pianificazione delle attività Unicò Net Mobile Cos è Unico3 Net Mobile è un applicazione

Dettagli

Prof. Pagani Corrado INGEGNERIA DEL SOFTWARE

Prof. Pagani Corrado INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Pagani Corrado INGEGNERIA DEL SOFTWARE INTRODUZIONE L ingegneria del software è la disciplina tecnologica e gestionalerelativa alla realizzazione sistematica e alla manutenzione di un software rispettando

Dettagli

touchecg Mercato di riferimento your profession, our mission

touchecg Mercato di riferimento your profession, our mission touchecg touchecg è un elettrocardiografo per ECG a riposo a 12 canali che si avvale di un tablet computer con schermo tattile ad alta risoluzione e dell acquisitore ECG clickecgbt, che comunicano tra

Dettagli

Laboratorio di Smart Vision and Sensor Networks. Niki Martinel Marco Vernier Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Udine

Laboratorio di Smart Vision and Sensor Networks. Niki Martinel Marco Vernier Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Udine + Laboratorio di Smart Vision and Sensor Networks Niki Martinel Marco Vernier Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Udine Outline Lezione 1 - Il sistema operativo Android Cos

Dettagli

Indice: Introduzione 1 Strumenti di lavoro 2 Istallare Eclipse e SDK 3 Istallare l ADT in eclipse 4. Powered by: Vincenzo Acinapura

Indice: Introduzione 1 Strumenti di lavoro 2 Istallare Eclipse e SDK 3 Istallare l ADT in eclipse 4. Powered by: Vincenzo Acinapura Indice: Introduzione 1 Strumenti di lavoro 2 Istallare Eclipse e SDK 3 Istallare l ADT in eclipse 4 Introduzione Salve a tuttiù Mi presento mi chiamo Vincenzo Acinapura e studio ingegneria informatica,

Dettagli

2 Android Market e la commercializzazione delle applicazioni 35

2 Android Market e la commercializzazione delle applicazioni 35 Prefazione Prima di iniziare xiv xxii 1 Introduzione ad Android 31 1.1 Introduzione 32 1.2 Panoramica di Android 34 1.3 Android 2.2 (Froyo) 37 1.4 Android 2.3 (Gingerbread) 40 1.5 Android 3.0 (Honeycomb)

Dettagli

GOLEM 101 TABLET 10.1"DUAL SIM 3G -IH-G101. 1024x600

GOLEM 101 TABLET 10.1DUAL SIM 3G -IH-G101. 1024x600 GOLEM 101 TABLET 10.1"DUAL SIM 3G -IH-G101 1024x600 1 Introduzione 1.1 Ringraziamenti Grazie per aver acquistato questo tablet ad alta definizione. Il tablet è dotato di un processore MTK con tecnologia

Dettagli

Mobile Apps. Web Solutions. Design & Communication. Consulting Services. Software Development. Business Intelligence

Mobile Apps. Web Solutions. Design & Communication. Consulting Services. Software Development. Business Intelligence Mobile Apps Web Solutions Design & Communication Consulting Services Software Development Business Intelligence PROFILO AZIENDALE STORIA Di-SiDE s.r.l. nasce nel Marzo 2011 come startup per inserirsi nel

Dettagli

Progetto e sviluppo di un applicazione client-server per la raccolta dati su fallimenti in ambiente Android

Progetto e sviluppo di un applicazione client-server per la raccolta dati su fallimenti in ambiente Android Facoltà di Ingegneria Corso di Studi in Ingegneria Informatica Elaborato finale in Sistemi operativi Progetto e sviluppo di un applicazione client-server per la raccolta dati su fallimenti in Anno Accademico

Dettagli

Introduzione ad Android

Introduzione ad Android Introduzione ad Android Android Day 15 dicembre 2014 Oggi parleremo di Il mondo mobile oggi Perché scegliere la piattaforma Android Possibilità di lavoro Creare un App Come iniziare lo sviluppo Consigli

Dettagli

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Informazioni sul copyright 2004 Copyright Hewlett-Packard Development Company, L.P. Sono vietati la riproduzione, l'adattamento e la

Dettagli

Sommario. Introduzione... 11

Sommario. Introduzione... 11 Introduzione... 11 1. Prima di cominciare... 13 Da Windows a Windows 7...13 Le novità di Windows 7...15 La barra delle applicazioni...16 Il menu Start...17 Gli effetti Aero...18 Windows 7 e il Web...19

Dettagli

Introduzione a API e game engine per la programmazione grafica

Introduzione a API e game engine per la programmazione grafica Introduzione a API e game engine per la programmazione grafica OpenGL e WebGL Davide Gadia Corso di Programmazione Grafica per il Tempo Reale Laurea Magistrale in Informatica per la Comunicazione a.a.

Dettagli

STRUTTURA DEL PERCORSO DIDATTICO

STRUTTURA DEL PERCORSO DIDATTICO STRUTTURA DEL PERCORSO DIDATTICO MODULO NUMERO DI CORSI CFU ATTIVITÀ FORMATIVA ORE DIDATTICA FRONTALE ORE DI STUDIO INDIVIDUALE, DI GRUPPO, TIROCINIO CORE 12 corsi 18 CFU 108 342 TOOLS 4 corsi 14 CFU 84

Dettagli

MyVoice Home Manuale Utente

MyVoice Home Manuale Utente Manuale Utente Elenco dei contenuti 1. Cosa è MyVoice Home?... 4 1.1. Introduzione... 5 2. Utilizzo del servizio... 6 2.1. Accesso... 6 2.2. Disconnessione... 8 3. Rubrica... 8 4. Contatti... 9 4.1. Dettaglio

Dettagli

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI

CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI CAPITOLO 1 I SISTEMI OPERATIVI Introduzione ai sistemi operativi pag. 3 La shell pag. 3 Tipi di sistemi operativi pag. 4 I servizi del sistema operativo pag. 4 La gestione dei file e il file system Il

Dettagli

Con questo termine si individuano tutti i componenti fisici dei sistemi informatici. Tutto quello che si può toccare è hardware.

Con questo termine si individuano tutti i componenti fisici dei sistemi informatici. Tutto quello che si può toccare è hardware. 2008-10-28 - pagina 1 di 7 Informatica (Informazione Automatica) memorizzare elaborazione trasmissione (telematica) Complessità operazione testo audio immagini video realtà virtuale memorizzare 1 10 100

Dettagli

Corso Eclipse. Prerequisiti. 1 Introduzione

Corso Eclipse. Prerequisiti. 1 Introduzione Corso Eclipse 1 Introduzione 1 Prerequisiti Uso elementare del pc Esecuzione ricerche su Internet Esecuzione download Conoscenza elementare della programmazione 2 1 Cos è Eclipse Eclipse è un IDE (Integrated

Dettagli

Introduzione. A chi si rivolge questo libro. Gli argomenti trattati

Introduzione. A chi si rivolge questo libro. Gli argomenti trattati Introduzione Il successo straordinario di iphone e ipad degli ultimi quattro anni ha confermato che gli sviluppatori di applicazioni si trovano al centro di un nuovo mondo di soluzioni mobili, sofisticate

Dettagli

Programmazione a Oggetti e JAVA. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013

Programmazione a Oggetti e JAVA. Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013 Programmazione a Oggetti e JAVA Prof. B.Buttarazzi A.A. 2012/2013 Sommario Contenuti del Corso Riferimenti Regole del Corso Materiale Didattico Scheduling Esami Strumenti Software 16/01/2013 2 Contenuti

Dettagli

cubestress Descrizione

cubestress Descrizione 0470 Descrizione cubestress è la soluzione completa per la gestione dell esame ECG da Sforzo. cubestress integra in un unica applicazione tutte le procedure tipiche dell esame stress: dalla gestione della

Dettagli

Interstudio L INGEGNERE NELLE NUVOLE. App, WEB App e Cloud. ing. Sauro Agostini. Architectural & Engineering Software. venerdì 11 ottobre 13

Interstudio L INGEGNERE NELLE NUVOLE. App, WEB App e Cloud. ing. Sauro Agostini. Architectural & Engineering Software. venerdì 11 ottobre 13 Architectural & Engineering Software L INGEGNERE NELLE NUVOLE App, WEB App e Cloud ing. Sauro Agostini Mitterand 1981 Reagan Battaglin Alice IBM PC 5150 Alonso C ERA UNA VOLTA IL DOS Non è una rivoluzione,

Dettagli

Modulo 1 Concetti teorici di base

Modulo 1 Concetti teorici di base Modulo 1 Concetti teorici di base 1 Quale delle seguenti frasi rappresenta il significato di ICT (Tecnologie per l informazione e la comunicazione)? La progettazione e l utilizzo dei computer Le scienze

Dettagli

Sistemi Mobili e Wireless Android Primi passi

Sistemi Mobili e Wireless Android Primi passi Sistemi Mobili e Wireless Android Primi passi Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Ambiente di sviluppo L'ambiente

Dettagli

FT-1000/GPS-N. Sistema di monitoraggio e controllo remoto di parametri fisici

FT-1000/GPS-N. Sistema di monitoraggio e controllo remoto di parametri fisici FT-1000/GPS-N Sistema di monitoraggio e controllo remoto di parametri fisici Localizzazione di automezzi durante il trasporto con l invio dei valori di Temperatura, U.R.%, ecc. con relativi allarmi di

Dettagli

Corso di formazione CerTIC Tablet

Corso di formazione CerTIC Tablet Redattore prof. Corso di formazione CerTIC Tablet Dodicesima Dispensa Comitato Tecnico Scientifico: Gruppo Operativo di Progetto CerticAcademy Learning Center, patrocinato dall assessorato al lavoro e

Dettagli

CFU ATTIVITÀ FORMATIV A. ORE DI STUDIO INDIVIDUALE, DI GRUPPO, TIROCINIO CORE 12 corsi 18 CFU 108 342 TOOLS 4 corsi 14 CFU 84 266

CFU ATTIVITÀ FORMATIV A. ORE DI STUDIO INDIVIDUALE, DI GRUPPO, TIROCINIO CORE 12 corsi 18 CFU 108 342 TOOLS 4 corsi 14 CFU 84 266 3.2 STRUTTURA DEL CORSO MODULO NUMERO DI CORSI CFU ATTIVITÀ FORMATIV A ORE DIDATTICA FRONTALE ORE DI STUDIO INDIVIDUALE, DI GRUPPO, TIROCINIO CORE 12 corsi 18 CFU 108 342 TOOLS 4 corsi 14 CFU 84 266 Mobile

Dettagli

Caratteristiche principali. la struttura open source (escluse alcune versioni intermedie) il suo basarsi su kernel Linux.

Caratteristiche principali. la struttura open source (escluse alcune versioni intermedie) il suo basarsi su kernel Linux. Android s.o. Androidè un sistema operativo per dispositivi mobili costituito da uno stack software che include: un sistema operativo di base, i middleware per le comunicazioni le applicazioni di base.

Dettagli

«Ability, la meta-distribuzione Abinsula per il mondo Embedded»

«Ability, la meta-distribuzione Abinsula per il mondo Embedded» INUXDAY «Ability, la meta-distribuzione Abinsula per il mondo Embedded» About Abinsula Azienda che propone soluzioni nel campo dei sistemi Embedded, nel campo della Sicurezza Informatica e delle applicazioni

Dettagli

Dichiarazione di conformità Noi dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto è conforme alle disposizioni della

Dichiarazione di conformità Noi dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto è conforme alle disposizioni della Dichiarazione di conformità Noi dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto è conforme alle disposizioni della standby! È possibile installare due SIM GSM e permettere loro l entrambi

Dettagli

Streaming Tool per CoFFEE

Streaming Tool per CoFFEE Streaming Tool per CoFFEE a cura di Gerardo Lombardo CoFFEE Cooperative Face-to-Face Educational Environment Groupware Suite di applicazioni distribuite (in LAN) per il problem solving collaborativo in

Dettagli