DOTTORATO DI RICERCA IN AUTOMATICA E RICERCA OPERATIVA ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA DEI DOTTORANDI SVOLTA NELL A.A. 2012/2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOTTORATO DI RICERCA IN AUTOMATICA E RICERCA OPERATIVA ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA DEI DOTTORANDI SVOLTA NELL A.A. 2012/2013"

Transcript

1 DOTTORATO DI RICERCA IN AUTOMATICA E RICERCA OPERATIVA ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA DEI DOTTORANDI SVOLTA NELL A.A. 2012/2013 Durante l'a.a l'attività svolta dagli studenti iscritti al 1 anno di corso del Curriculum di Automatica si è svolta regolarmente sia per quanto concerne l'attività di studio e di formazione sia per quanto riguarda l'attività di ricerca sviluppata da ciascuno dei dottorandi. Di seguito della presente relazione verranno in primo luogo elencati di dottorandi iscritti nell'a.a , in secondo luogo verranno date informazioni relativamente alla loro attività di studio e di formazione, infine verrà brevemente presentata la loro attività di ricerca. CURRICULUM DI AUTOMATICA Elenco dei dottorandi al Curriculum di Automatica - XXVIII ciclo - BONGHI Raffaello (borsa di studio cofinanziata ricerca e Dipartimento) (tutore Prof. S. Monaco) - CONTE Federica (borsa MiUR) (tutore Prof.ssa S. Salinari); - COGNETTI Marco (borsa MiUR) (tutore Prof. G. Oriolo); - GAZ Claudio Roberto (borsa MiUR) (tutore Prof. A. De Luca); - LANNA Andrea (borsa MiUR) (tutore:f. Delli Priscoli) - MAGRINI Emanuele (borsa di studio fondi di ricerca) (tutore A. De Luca); - SIMEONI Andrea (senza borsa) (tutore F. Delli Priscoli); - TURATTI Marsilio (senza borsa (tutore S. Monaco) BONGHI Raffaello Il dottorando ha svolto le seguenti attività di studio per la formazione generale negli ambiti della teoria dei sistemi e del controllo. Durante il periodo di Maggio 2013 si è avviata l attività di cotutela con la prof: Dorothée Normand-Cyrot - Supélec, Gif-sur- Yvette (France). L attività di ricerca del primo anno è stata incentrata sulla concezione e realizzazione di una piattaforma mobile per l ispezionamento della macchina Tokamak. Si tratta di un attività di progetto e ricerca con l ENEA di frascati. La pianificazione ed il controllo della mi- bilità è stato sviluppato impiegando tecniche di controllo digitale a più scale di tempo. In questo contesto è stato realizzato un prototipo che sperimenterà il controllo di tipo digitale testando anche in presenza di ritardo sul controllo, tale tecnica risulta d interesse nei sistemi di controllo via web. Studio personale di approfondimento negli ambiti dei robot mobili, azionamenti elettrici e sui sistemi embedded: Robot Mobili Attività dedicata allo studio dello stato dell arte sui sistemi di controllo e pianificazione dei robot mobili, con particolare attenzione sulle leggi di controllo sviluppate a tempo discreto, sulla implementazione: Probabilistc Robotics, Sebastian Thrun; Hybrid Systems: Computation and Control, Bemporad, Bicchi Buttazzo. Azionamenti elettrici: Attività dedicata allo studio di sistemi di controllo per quanto riguarda piccoli aziona- menti presenti nei sistemi robotici, quali motori a corrente continua o motori brushless -Sensorless Vector and Direct Torque Control, P. Vas; - Control of Electrical Drives, Werner Leonhard. Sistemi embedded: Attività dedicata all acquisizione delle conoscenze nell ambito del design dei sistemi embedded e dell integrazione di sistemi operativi real-time in processi di produzione. - Hard Real-Time Computing Systems: Predictable Scheduling Algorithms and Ap- plications (Real-Time Systems Series), Buttazzo; - DSP for Embedded and Real-Time Systems: Expert Guide, Robert Oshana. CONTE Federica L attività di ricerca svolta dalla dottoranda Conte Federica si sviluppa nell ambito della Teoria dei sistemi e del controllo applicata a problemi di interesse biomedico. Nel corso degli ultimi anni, infatti, lo studio e lo sviluppo di modelli matematici in biomedicina ha rivestito un importante ruolo sia nella ricerca di base in fisiologia e patologia sia nelle applicazioni diagnostiche e terapeutiche (farmacologia, epidemiologia, neuroscienze, organi artificiali ecc.). In questo contesto la dottoranda sta lavorando con un gruppo di ricerca dell Istituto di Analisi dei Sistemi ed Informatica Antonio Ruberti (IASI- CNR) occupandosi prevalentemente di due argomenti. Il primo argomento verte sull ottimizzazione del protocollo di radioterapia tumorale: più in particolare, l obiettivo è stato quello di individuare analiticamente il protocollo radioterapico ottimo che massimizza il danno al tessuto tumorale in presenza di vincoli che limitano sia i danni ai tessuti sani e sia la dose giornaliera fornita al paziente nel corso di un trattamento frazionato standard. Contrariamente a quanto fatto in studi precedenti, si è scelto di ottimizzare il vettore avente come componenti le frazioni di dose fornite nell arco settimanale anziché il tempo totale di trattamento. Il problema di ottimizzazione del trattamento radioterapico è stato formulato e risolto come problema di programmazione matematica non-lineare dimostrando che il protocollo ottimo varia dipendentemente dal tipo di tumore, dai parametri che caratterizzano i tessuti sani e dal valore scelto come soglia per la singola dose giornaliera. Inoltre, è stato anche verificato che per i tumori rapidamente proliferanti (ad esempio quello della testa-collo) il protocollo radioterapico ottimale è quello uniforme già normalmente utilizzato nella pratica clinica, mentre per i tumori lentamente proliferanti (ad esempio il tumore della prostata) lo schema ottimo è quello ipofrazionato (minor numero di frazioni nell arco settimanale con dosi maggiori), non usuale. I risultati di tale studio sono riportati in un articolo che verrà a breve proposto per la pubblicazione su rivista scientifica.

2 Il secondo argomento di ricerca rientra nell ambito della Systems Biology che si occupa principalmente di costruire modelli cinetici accurati per reti di proteine, vie di segnale o circuiti genici. L obiettivo di tale ricerca, che si svolge in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Interna dell Università Cattolica Sacro Cuore di Roma, è quello di costruire un modello matematico dell insulin signaling pathway, ovvero di quei processi biochimici che si innescano nella cellula quando l insulina si lega al suo recettore. Di particolare interesse è lo studio di questo meccanismo all interno delle cellule muscolari, delle cellule del tessuto adiposo e degli epatociti poiché esso risulta cruciale per la comprensione di patologie come l insulinoresistenza e il diabete. Tuttavia, le dinamiche dell insulin signaling pathway sono note solo in parte e ciò pone il problema di costruire e di identificare il modello matematico a partire dai dati sperimentali presenti in letteratura. Tenendo conto di ciò, è stato considerato un modello dinamico precedentemente sviluppato per rappresentare la cinetica delle principali molecole coinvolte nel metabolismo glucosio-insulina. L attività di ricerca ha inizialmente riguardato lo studio dello stato stazionario del modello proposto. Nello stato stazionario, il modello è costituito da oltre venti equazioni non lineari per le quantità d interesse e include feedback sia negativi che positivi. Rispetto a quanto fatto in studi precedenti, la novità principale di questo lavoro sta nel fatto che si è scelto di utilizzare un modello completo che possa tenere conto delle principali interazioni e degli effetti dei feedback. In futuro si prevede di valutare qualitativamente le risposte del modello proposto e, successivamente, di identificarne i parametri a partire sia da misure sperimentali di letteratura che da misure ad hoc ottenute in laboratorio dai collaboratori dell Università Cattolica. Ha frequentato numerosi corsi, seminari e convegni presso strutture di ricerca nazionali ed estere che si è concretizzata con la pubblicazione di 2 articoli pubblicazioni. COGNETTI Marco Le attività di studio svoltesi nell'anno accademico includono la partecipazione ad una scuola di dottorato esterna - European PhD School in Robotics Systems (Leuven, July 8-12, 2013): Cognitive robotics (Dr. Herman Bruyninckx), e ad un workshop organizzato all'interno del dipartimento della Sapienza, Università di Roma, DIAG - 6th International Workshop on Human-Friendly Robotics (HFR 2013), 25-26/09/2013.L'attività di ricerca si è concentrata prevalentemente su tre fronti: A) Localizzazione di sistemi multi-robot con misure anonime; B) Identificazione e controllo di un sistema eterogeneo di robot;c) Pianificazione per robot umanoidi con vincolo di task. sono stati seguiti i seguenti corsi: - Erogati dalla Sapienza Università di Roma, dipartimento DIAG:Ha frequentato numerosi corsi e seminari presso strutture nazionali ed estere. GAZ Claudio Roberto L'attività di ricerca durante l'anno Accademico 2012/2013 è stata svolta prevalentemente presso la Sapienza Università di Roma ed ha riguardato tematiche di robotica. Una minore, seppur consistente parte delle attività è stata dedicata inoltre a tematiche di modellazione di sistemi biologici (continuando una collaborazione che dura da diversi anni) presso il CNR-IASI (Istituto per l'analisi dei Sistemi ed Informatica A. Ruberti ). Entrambe le attività di ricerca hanno prodotto lavori accettati o sottomessi a conferenze internazionali. Un ultimo filone di ricerca, iniziato nell'anno accademico precedente e concluso nel corrente, ha riguardato la regolarizzazione dei parametri intrinseci ed estrinseci di una telecamera, intesi come funzione dei livelli di zoom, tramite una rete neurale. Anche questa attività di ricerca ha prodotto il lavoro accettato a conferenza internazionale. Approfondimenti di attività di ricerca sui seguenti argomenti: Identificazione del modello dinamico del manipolatore KUKA LWR4, Modellazione del sistema glucosio-insulina per esperimenti in vitro LANNA Andrea L attività di ricerca è stata incentrata su due tematiche principali: - Studio delle problematiche connesse alle sicurezza dei sistemi embedded, alla modellizzazione matematica del problema di composizione dei componenti e dei servizi combinati possibili e ricerca di metodologie di controllo. - Studio della rete elettrica di trasmissione, modellizzazione del problema di power flow, studio e simulazione dei metodi di power flow analysis. L attività di ricerca si è concretizzata con due pubblicazioni. MAGRINI Emanuele Il dottorando ha indirizzato la sua attività di ricerca nell ambito del progetto europeo FP7 SAPHARI. Sono state affrontate problematiche di sicurezza e cooperazione uomo-robot, utilizzando sensori di profondità e strategie di controllo reattivo per manipolatori robotici. Il dottorando si è occupato del problema della localizzazione in tempo reale del punto di contatto tra uomo e robot e della stima della forza di contatto applicata, senza utilizzare sensori di forza concentrati o distribuiti nella struttura del manipolatore stesso. E stata sviluppata una metodologia che utilizza un sensore di profondità con il quale è possibile determinare la parte del corpo umano che entra in contatto con il robot e localizzare il punto (o eventualmente più punti) di contatto sulla superficie del braccio robotico. A valle di questa localizzazione, è possibile stimare in linea le forze di contatto esterne che vengono applicate dall umano utilizzando la metodologia dei residui e considerazioni cineto-statiche. Una volta identificate le forze di contatto, è possibile progettare diverse leggi di controllo del robot che sfruttano tale informazione in modo da ottenere una cooperazione attiva e sicura. Il lavoro svolto è stato raccolto in un extended abstract e presentazione con poster a workshop e in un articolo (attualmente in revisione).

3 TURATTI Marsilio L attività di ricerca nel corso del primo anno ha riguardato le problematiche connesse alla trasmissione dell energia elettrica nelle reti di potenza, in particolare in riferimento alla stabilità. Sono stati studiati due diversi approcci: quello dei sistemi caotici e quello della passivizzazione. Ha frequentato Corsi, Seminari presso istituzioni nazionali. Ha prodotto due pubblicazioni. Non è stato ammesso al 2 anno di corso il dottor SIMEONI Andrea per non aver partecipato alle attività di studio e formazione previste dal piano formativo del Dottorato. Risultano iscritti al XXVII ciclo del Dottorato di ricerca in Ingegneria dei Sistemi: Liberati Francesco, Mattei Giovanni, Paolillo Antonio, Zuccaro Letterio, Ruini Raffaele LIBERATI Francesco Durante il secondo anno di corso il dottorando ha proseguito lo studio personale di approfondimento della teoria dei sistemi e del controllo, con attenzione particolare alle problematiche caratterizzanti le nuove reti elettriche di trasmissione e distribuzione. Approfondimento delle conoscenze nell ambito del controllo ottimo multiobiettivo, dei sistemi stocastici e delle tecniche di model predictive control. Studio delle problematiche emergenti nell ambito dei sistemi di trasmissione e distribuzione dell energia elettrica, con particolare riguardo alle tematiche del demand side management, controllo della ricarica di veicoli elettrici, voltage stability e power flou. Attività di Ricerca Come da programma preliminare, le attività di ricerca nel corso del secondo anno hanno riguardato in particolare le problematiche connesse alle nuove reti elettriche di distribuzione intelligenti (impatto della generazione distribuita, evoluzione del mercato elettrico, elettromobilità, demand side management, etc.) e la protezione delle infrastrutture critiche. L attività di studio e ricerca si è concretizzata con numerose pubblicazioni su rivista e pubblicazioni a conferenze. MATTEI Giovanni L attività di ricerca del secondo anno ha preso le mosse dalla teoria del controllo nonlineare robusto con applicazione a sistemi nonlineari che presentino incertezze parametriche non strutturate non trascurabili di tipo unmatched, con forte variazione temporale dei parametri. Sulla base dell attività di ricerca dei primi due anni accademici è in fase di sottomissione a rivista (Journal of Guidance, Control and Dynamics - AIAA) il paper Nonlinear Autopilot Design for an Asymmetric Missile Using Robust Backstepping Control, autori Giovanni Mattei e Salvatore Monaco. In esso si studia il progetto di un autopilota nonlineare e robusto di un missile aria-aria che non presenta simmetria assiale. Nel controllo si tiene conto dei range di variabilita` dei parametri incerti del sistema, fra cui anche l effetto Magnus. Gli inviluppi d incertezza sono accuratamente modellizzati e di conseguenza lo sono le funzioni di bound utilizzate nel controllo. Inoltre si considera in fase di progetto anche l accoppiamento fra i tre canali di controllo dovuto al differenziale di pressione sulle alette di coda, utilizzando la versione MIMO del backstepping. Utilizzando l architettura di controllo proposta `e possibile seguire riferimenti provienti dal sistema di quida corrispondenti sia a manovre Bank-To-Turn che Skid-To-Turn. La collaborazione con il Laboratoire des signaux et syst`emes di Sup élec, presso il quale verra` conseguito il titolo francese, è proseguita con lo studio di possibili estensioni del backstepping a tempo continuo al caso a tempo discreto e a dati campionati, anche nel contesto di sistemi con ritardo sull ingresso di controllo. Sono state effettuate inoltre simulazioni per avere riscontro pratico sui risultati teorici trovati. Particolare attenzione, anche dal punto di vista della ricerca, è stata posta all analisi dei legami fra ottimalità, passività e stabilizzazione di sistemi nonlineari con o senza disturbo e con o senza incertezze parametriche nella dinamica. Il focus è principalmente rivolto verso la soluzione di problemi di controllo ottimo inverso. Limitazioni pratiche nel caso di applicazioni reali sono state riscontrate, ad esempio: - nel progetto di un sistema di guida per un intercettore aria-aria di target ad alta manovrabilità; - nel controllo di assetto di un satellite rigido, in cui si `e andata a verificare l efficacia del controllo ottimo inverso a tempo continuo, implementato sotto campionamento, confrontandolo con i risultati ottenuti utilizzando un controllore ottimo (diretto) che tenesse conto della presenza del sampling; - nel controllo di traiettoria di natanti autonomi di tipo hovercraft, con attenzione particolare alla modellistica e all analisi del comportamento dinamico del sistema non retroazionato (e.g. accessibilità e controllabilità) Infine, `e in corso la preparazione di un articolo circa la stabilizzazione e il tracking in assetto di un satellite con appendici flessibili. La metodologia utilizzata `e quella del ri-progetto alla Lyapunov robusto e adattativo sulla base di una legge di controllo nominale ottenuta mediante feedback-linearizzazione. Le parti robuste della legge di controllo servono a contrastare l effetto dei disturbi, come il gradiente di gravità, e delle incertezze parametriche. Quelle adattative tengono conto dell effetto sulla dinamica rigida della dinamica flessibile non-modellata delle appendici.

4 PAOLILLO Antonio Le attività di ricerca hanno riguardato, in generale, il controllo di robot antropomorfi. Alcune di queste attività si sono evolute portando avanti progetti cominciati durante il primo anno di dottorato, altre sono state avviate durante l ultimo anno. In particolare ci si `e focalizzati su tre specifici filoni di ricerca: (i) navigazione e (ii) localizzazione di robot umanoidi, e (iii) interazione fisica uomo-umanoide. Il tema della localizzazione `e stato affrontato mediante tecniche di filtraggio basate sulle misure di sensori estero e propriocettivi. Lo studio della navigazione `e stato condotto investigando la possibilità di sfruttare le informazioni provenienti da una videocamera montata sul robot come feedback per lo schema di controllo. Infine, si `e elaborato una tecnica di interazione fisica tra uomo ed umanoide particolarmente interessante in quanto priva dell utilizzo di sensori di forza. L attività di ricerca e formazione si è concretizzata con pubblicazioni su riviste e pubblicazioni a workshop internazionali. ZUCCARO Letterio L attività di ricerca del secondo anno di dottorato si è concentrata sull impiego di tecniche di controllo per modellare il comportamento degli utenti nell ambito del Future Internet al fine di migliorarne la Quality of Experience (QoE) e algoritmi di controllo e ottimizzazione per l allocazione di risorse in ambiente Cloud al fine di minimizzarne i costi. Allo scopo di collezionare dati utili per l attività di ricerca relativa alla QoE è stata inoltre sviluppata una piattaforma per la raccolta di feedback degli utenti durante la fruizione di contenuti multimediali. Tale piattaforma è stata presentata in occasione dell OpenDIAG. L attività svolta nelle suddette tematiche ha portato alla pubblicazione di articoli. Il terzo anno è dedicato essenzialmente all'attività di ricerca ed allo sviluppo delle tesi. Sono stati ammessi all'esame finale dottori: - PELITI Pietro (tutore prof. Oriolo) XXV ciclo con proroga - CHINI Giorgia (tutore prof. Delli Priscoli) - PALO Andi (tutore prof. Delli Priscoli) - ROSA Lorenzo (tutore prof. Oriolo) - PANFILI Martina (tutore prof. Delli Priscoli) la dottoranda nel corso dell AA è stata collocata in congedo per maternità. - Il dottorando Peliti Pietro, dottorando del XXV ciclo senza borsa in quanto dipendente a tempo indeterminato della società SELEX Galileo, ha completato il proprio programma di studio e di ricerca con un anno di proroga concessa nel 2012 dal Collegio dei docenti. L attività svolta ha dato luogo a quattro lavori: 3 pubblicati in atti di conferenze internazionali, un lavoro in corso di redazione. La tesi in fase di completamento sul controllo mediante contro reazione visiva dei velivoli autonomi presenta interessanti spunti e soluzioni a problemi aperti. - La dottoranda CHINI Giorgia ha completato il proprio programma di studio e di ricerca nell ambito dal Dottorato in Ingegneria dei Sistemi XXVI ciclo. L attività di studio e ricerca della dottoressa Chini, avviata nel corso del primo anno sui temi della modellistica dei sistemi biologici, è stata poi orientata allo controllo della gestione in tempo reale di parchi di veicoli; un tema di particolare interesse nella gestione del traffico ed in situazioni di emergenze sanitarie. L attività condotta ha dato luogo ad una pubblicazione in questa prima fase Rapporto Tecnico del Dipartimento, che sarà completata per la pubblicazione su una rivista, ed una lavoro in fase di redazione. La tesi in fase di completamento sulla gestione di parchi di veicoli nelle emergenze sanitarie contiene elementi di modellistica interessanti e soluzioni nuove in termini di metodi di ottimizzazione. Il dottorando PALO Andi ha completato il proprio programma di studio e di ricerca nell ambito del Dottorato in Ingegneria dei Sistemi, XXVI ciclo. I temi di ricerca, sviluppati anche nel contesto di progetti europei ed orientati alla concezione di metodi innovativii di gestione e controllo di Internet di nuova generazione (Future Internet), sono relativi alla rappresentazione dell esperienza degli utenti e il soddisfacimento di adeguati livelli di qualità di esperienza Quality of Experience ; le metodologie di riferimento sono i processi decisionali di Markov e i sistemi multi agente. L attività condotta ha dato luogo 9 pubblicazioni 1 su rivista internazionale, 5 su atti di conferenze internazionali e 2sottomessi a rivista e 1 in fase di redazione. La tesi in fase di completamento sulla gestione e il controllo di sistemi di telecomunicazione di nuova generazione contiene interessanti risultati sia dal punto di vista metodologico che applicativo. - Il dottorando ROSA Lorenzo ha completato il proprio programma di studio e di ricerca nell ambito del Dottorato in Ingegneria dei Sistemi XXVI ciclo. I temi di ricerca sviluppati hanno riguardato il controllo in manovre di atterraggio di velivoli e decollo verticale, la stima della posa in robot umanoidi e le tecniche avanzate di controllo dei sistemi multi-robot.. L attività condotta ha dato luogo 6 pubblicazioni su atti di conferenze internazionali e 2 lavori su rivista in corso di redazione. La tesi in fase di completamento sul controllo dei velivoli autonomi e la localizzazione dei sistemi umanoidi contiene risultati originali e, aspetto non comune, tratta sia gli aspetti metodologici che applicativi.

5 CURRICULUM DI RICERCA OPERATIVA Dottorandi iscritti al Curriculum di Ricerca Operativa - XXVIII ciclo (1 anno di attività) - Bracaglia Valentina; Delle Piane Umberto; Renzi Stefania, Jahanbani Adel (studente straniero in soprannumero) BRACAGLIA Valentina. In questo primo anno, la dottoranda si è impegnata con costanza e metodo ad ampliare ed approfondire la propria formazione di base. In particolare la sua attività di studio è stata rivolta ai seguenti argomenti: Ottimizzazione Globale, Ottimizzazione Stocastica, Economia dei Contratti, Economia del settore elettrico, Econometria. In anticipo con i tempi, si è anche dedicata alla studio di argomenti più specialistici riguardanti la modellazione matematica della interazione strategica fra aeroporti compagnie aeree e regolatore in un contesto nel quale l aeroporto è considerato come un two sided business. In questo ambito ha anche avviato una attività di ricerca che ha già portato a dei risultati originali ed interessanti. DELLE PIANE Umberto. In questo primo anno, lo studente si è impegnato ad ampliare ed approfondire la sua formazione di base. In particolare la sua attività di studio è stata rivolta ai seguenti argomenti: Analisi Non Differenziabile, Programmazione Matematica, Problemi di programmazione intera, Reti Neurali e Sistemi ad Apprendimento, Ottimizzazione Stocastica. Si è anche dedicato alla studio di argomenti più specialistici riguardanti l'uso di tecniche di ottimizzazione globale per la gestione ottima dei prezzi e le tecniche di Forex-Trading. In questo ambito ha avviato una attività di ricerca che ha già portato a dei risultati originali ed interessanti presentati a tre congressi internazionali. Attività di ricerca svolta e documentata delle seguenti presentazioni: ERICE Nonlinear Optimization: A bridge from theory to applications durante il quale ha presentato un lavoro intitolato Using SVMs Combining Continous Heuristics for Global Optimization Problems ; EUROPT Workshop on Advances in Continuos Optimization durante il quale ha presentato un lavoro intitolato Using SVMs Combining Continous Heuristics for Global Optimization Problems ; EURO-INFORMS European Conference on Operational Research durante il quale, nel corso di una sessione organizzata, ha presentato il lavoro intitolato Modeling for Optimization in Trading of Securities. RENZI Stefania In questo primo anno, la dottoranda si è impegnata con molta costanza e scrupolo ad ampliare ed approfondire la sua formazione di base. In particolare la sua attività di studio è stata rivolta ai seguenti argomenti: Analisi Non Differenziabile, Programmazione Matematica, Ottimizzazione Bilivello, Reti Neurali e Sistemi ad Apprendimento, Ottimizzazione Stocastica. In anticipo con i tempi, si è anche dedicata alla studio di argomenti più specialistici riguardanti l'uso di tecniche di ottimizzazione globale per la gestione ottima dei prezzi e le tecniche di Forex-Trading. In questo ambito ha anche avviato una attività di ricerca che ha già portato a dei risultati originali ed interessanti presentati tre congressi. L attività di ricerca svolta e documentata delle seguenti presentazioni: ERICE Nonlinear Optimization: A bridge from theory to applications durante il quale ha presentato un lavoro intitolato Global Black-Box Optimization in Trading of Securities ; EUROPT Workshop on Advances in Continuos Optimization durante il quale ha presentato un lavoro intitolato Derivative Free Algorithmfor Global Black-Box Optimization in Trading ; EURO-INFORMS European Conference on Operational Research durante il quale, nel corso di una sessione organizzata, ha presentato il lavoro intitolato Global Black-Box Optimization in Trading of Securities. JAHANBANI Adel Il dottorando ha relazionato sulla attivita svolta nel primo anno di dottorato con un Progress Report e un "Ph.D. thesis proposal". L esame di questi documenti conferma che il dottorando ha seguito con impegno il piano di lavoro concordato. Con i limiti imposti dalla circostanza che il dottorando risiede in Iran, e che la comunicazione avviene solo via mail.

6 Dottorandi iscritti al XXVII ciclo del Dottorato di Ricerca in Ricerca Operativa. Risultano iscritti al 2 anno di corso i dottori: DI MARO Marco; MANNO Andrea; OTTAVIANI Olimpia Il Dott. DI MARO Marco ha presentato rinuncia al dottorato, la Dott.ssa OTTAVIANO Olimpia è stata dichiarata decaduta ai sensi dell Art. 10 comma 2) del Regolamento in materia di Dottorato di Ricerca, per assenteismo prolungato dalle attività di studio e ricerca del dottorato. MANNO Andrea L attività di ricerca svolta dal dottorando consiste nello studio e nello sviluppo di tecniche di decomposizione per problemi di ottimizzazione a grandi dimensioni con applicazione nell apprendimento automatico. In particolare è stato ideato e implementato un algoritmo per la soluzione di problemi con singolo vicnolo di uguaglianza lineare e bounds sulle variabili; l algoritmo è stato testato con buoni risultati su molte applicazioni reali riguardanti l addestramento di Support Vector- Machines e ne è stata dimostrata la convergenza teorica. Risultano iscritti al XXVI ciclo del Dottorato di Ricerca in Ricerca Operativa (3 anno di attività). DE ASMUDIS Roberta, MARI Renato, MINNETTI Valentina, Alessandra REALE, SENATORE Marco, DE ASMUDIS Roberta Presenta una tesi dal titolo: New gradient methods: spectral properties and steplength selection. La tesi riguarda la progettazione e analisi di metodi del primo ordine per problemi di ottimizzazione non lineare. In particolare viene considerato il problema della programmazione quadratica convessa. I metodi del gradiente sono analizzati in termini di proprietà spettrali, mettendone in evidenza le potenzialità quali metodi di regolarizzazione per problemi inversi. L analisi condotta ha anche suggerito alcuni nuovi metodi, oggetto di un ampia sperimentazione computazione. MARI Renato Presenta una tesi dal titolo Integer Bilevel Linear Programming Problems: New Results and Applications. Studia problematiche inerenti l ottimizzazione bilivello. Il Candidato in quest area di ricerca si è occupato della stima dei parametri di penalità nella riformulazione dei problemi bilivello lineari discreti-continui, del progetto di algoritmi esatti di tipo Branch and Cut, e della modellizzazione ed applicazione nel campo del Grid Scheduling e del Facility Location di detti problemi. SENATORE Marco Ha proposto una tesi dal titolo Robust Path Planning: Models and Algorithms. La tesi studia modelli e algoritmi per problemi di cammino minimo robusto. Il candidato ha risolto in maniera soddisfacente tutti i problemi che gli sono stati posti all inizio del progetto di tesi dal suo relatore. In particolare, i principali risultati ottenuti sono: la caratterizzazione in termini di complessità dei vari modelli e il progetto di algoritmi efficienti per tutti i casi polinomiali. REALE Alessandra La candidata presenterà nella seconda sessione di esame una tesi dal titolo: Mixed Integer Linear Programming for the management of large-scaled Statistical Surveys. MINNETTI Valentina. La candidata ha richiesto una proroga di un anno.

UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA

UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRONICA ANNO ACCADEMICO 2004-2005 TESI DI LAUREA SVILUPPO DI METODI DECONVOLUTIVI PER L INDIVIDUAZIONE DI SORGENTI INDIPENDENTI

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

A. Bicchi Centro I.R. E. Piaggio, Università di Pisa

A. Bicchi Centro I.R. E. Piaggio, Università di Pisa Controllo, Teoria del Teoria dell Enciclopedia Italiana di Scienze, Lettere ed Arti Istituto della Enciclopedia Italiana ``G. Treccani'' XXI Secolo -- Aggiornamento, A. Bicchi Centro I.R. E. Piaggio, Università

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

VC-dimension: Esempio

VC-dimension: Esempio VC-dimension: Esempio Quale è la VC-dimension di. y b = 0 f() = 1 f() = 1 iperpiano 20? VC-dimension: Esempio Quale è la VC-dimension di? banale. Vediamo cosa succede con 2 punti: 21 VC-dimension: Esempio

Dettagli

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI 2011/2012 2012/2013 2013/2014 Iscritti I anno I volta Iscritti totali

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Cos è l Ingegneria del Software?

Cos è l Ingegneria del Software? Cos è l Ingegneria del Software? Corpus di metodologie e tecniche per la produzione di sistemi software. L ingegneria del software è la disciplina tecnologica e gestionale che riguarda la produzione sistematica

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale.

Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. Modal 2 Modulo Analisi modale Modulo per l Analisi della dinamica strutturale. L analisi modale è un approccio molto efficace al comportamento dinamico delle strutture, alla verifica di modelli di calcolo

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Corso di laurea magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Trasmettitore

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Come scrivere una Review

Come scrivere una Review Come scrivere una Review Federico Caobelli per AIMN Giovani Fondazione Poliambulanza - Brescia federico.caobelli@gmail.com SOMMARIO Nel precedente articolo, scritto da Laura Evangelista per AIMN Giovani,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013 Implementazione di un modello dinamico 3D densità a dipendente all'interno di un sistema Web-GIS per la gestione e il monitoraggio della qualità delle acque di falda per un comparto di discariche Prof.

Dettagli

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale

La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale La Visione Artificiale: Controllo di Qualità, Fotogrammetria e Realtà Virtuale D. Prattichizzo G.L. Mariottini F. Moneti M. Orlandesi M. Fei M. de Pascale A. Formaglio F. Morbidi S. Mulatto SIRSLab Laboratorio

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO è il resoconto di uno studio completo e originale, con struttura ben definita e costante: rappresenta il punto finale di una ricerca (in inglese: paper, article) STRUTTURA

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c.

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Data e Sede: 1-2 dicembre 2010 - Roma Evento ECM N N. rif. ECM 10033589 crediti 9 Programma e

Dettagli

Il giardino nella macchina

Il giardino nella macchina Idee per una rilettura Il giardino nella macchina La nuova scienza della vita artificiale Claus Emmeche Bollati Boringhieri, 1996 È possibile la vita artificiale? In che modo gli strumenti offerti dalla

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/2012 - Docente: Prof. Carlo Isetti

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/2012 - Docente: Prof. Carlo Isetti Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 0/0 - Docente: Prof. Carlo Isetti LAVORO D NRGIA 5. GNRALITÀ In questo capitolo si farà riferimento a concetto quali lavoro ed energia termini che hanno nella

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014 Tipologia: LAVORO Protocollo: 2006614 Data: 26 maggio 2014 Oggetto: Jobs Act: disposizioni Legge n. 78 del 16/05/2014 di conversione del D.L. n. 34 del 20/03/2014 Allegati: No JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA Pagina 1 di 5 COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA AREA DISCIPLINARE : Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, articolazione Informatica.

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA EDIFICI CON STRUTTURA IN CONGLOMERATO CEMENTIZIO ARMATO «Quello Quello che per un uomo è "magia", per un altro è ingegneria». Robert Anson Heinlein ORDINE DEGLI INGEGNERI DELL A PROV INCI A DI RIMINI AS SOCI AZIO NE CONGENIA Corso di aggiornamento sulle Norme

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione

Processi (di sviluppo del) software. Fase di Analisi dei Requisiti. Esempi di Feature e Requisiti. Progettazione ed implementazione Processi (di sviluppo del) software Fase di Analisi dei Requisiti Un processo software descrive le attività (o task) necessarie allo sviluppo di un prodotto software e come queste attività sono collegate

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

TTORATO. Il Dichiarante. Cognome nubile) Nome nato/a a il (2) provincia ( Codice fiscale residente a. Provincia (1) C.A.P. e-mail. L addetto.

TTORATO. Il Dichiarante. Cognome nubile) Nome nato/a a il (2) provincia ( Codice fiscale residente a. Provincia (1) C.A.P. e-mail. L addetto. BANDO DI SELEZIONE N.. 35/2014 PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 ASSEGNO DI RICERCA POST-DOT TTORATO SCADENZA BANDO: ore 12.000 del 15 gennaio 2015 DOMANDA DI AMMISSIONE Al Direttore del CIMeCC IL/LA SOTTOSCRITTO/A

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli