UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/3592 del 21/10/2015 Firmatari: De Vivo Arturo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/3592 del 21/10/2015 Firmatari: De Vivo Arturo"

Transcript

1 DR/2015/3592 del 21/10/2015 Firmatari: De Vivo Arturo U.S.R. IL RETTORE VISTO l'art. 9 del D.P.R. 3/8/1990, n. 319; VISTO il D.Lgs. 30/3/2001 n. 165; VISTO il vigente CCNL relativo al personale del Comparto Università; VISTO il D.M. 22/10/2004, n. 270, relativo a Modifiche al regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei, approvato con decreto del Ministro dell università e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509 ; VISTO il vigente Statuto dell Ateneo; VISTO il Regolamento per la disciplina dei permessi straordinari per il diritto allo studio, emanato con D.R. n del 11/12/2007; RITENUTO necessario procedere ad una revisione del predetto Regolamento anche a seguito del riassetto organizzativo dell Ateneo e nell ottica di una maggiore semplificazione della procedura attualmente in essere; VISTA la Delibera n. 37 del 28/9/2015 con la quale il Consiglio di Amministrazione ha espresso parere favorevole alla modifica del Regolamento per la disciplina dei permessi straordinari per motivi di studio di cui sopra; VISTA la Delibera n. 13 del 29/9/2015 con la quale il Senato Accademico ha approvato le modifiche del suddetto Regolamento, DECRETA Il Regolamento per la disciplina dei permessi straordinari per il diritto allo studio, emanato con D.R. n del 11/12/2007, è modificato come nella stesura allegata al presente Decreto di cui costituisce parte integrante e sostanziale. Il testo modificato del suddetto Regolamento entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione all Albo Ufficiale dell Ateneo e sostituisce quello emanato con il citato D.R. n del 11/12/2007. IL RETTORE Gaetano MANFREDI AdP Ripartizione Affari Generali, Professori e Ricercatori Il Dirigente ad interim della Ripartizione: dott. Francesco BELLO Unità organizzativa responsabile del procedimento: Ufficio Statuto, Regolamenti e Organi universitari Responsabile del procedimento: Il Capo dell Ufficio dott. Antonio NASTI

2 Regolamento per la disciplina dei permessi straordinari per il diritto allo studio Art. 1 Disposizioni generali 1. Il presente Regolamento disciplina i permessi straordinari per il diritto allo studio e si applica al personale tecnico-amministrativo inquadrato nelle categorie B, C, D ed EP, in servizio presso le Ripartizioni, gli Uffici ad esse afferenti, i Dipartimenti Universitari, le Scuole ed i Centri, fermo restando quanto previsto al successivo comma Esso non si applica, salvo quanto precisato in ciascun capo: a) al personale tecnico-amministrativo utilizzato anche dall Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II ed individuato nell elenco allegato C al Protocollo di intesa Università/Regione Campania sottoscritto in data 20/04/2012, destinatario di altro trattamento accessorio finanziato con un distinto fondo dell Azienda stessa; b) al personale di cui all elenco allegato D al Protocollo di intesa Università/Regione Campania sottoscritto in data 20/04/2012, assunto dall Università in categoria D ed EP, per conto dell Azienda, per soli fini assistenziali, a totale carico del finanziamento regionale. Art. 2 Finalità, attribuzione quantitativa e contingente 1. Ai dipendenti sono concessi, in aggiunta alle attività formative programmate dall amministrazione o previste dal vigente CCNL Comparto Università, permessi straordinari per la partecipazione a corsi destinati al conseguimento di titoli di studio universitari, postuniversitari, di scuole di istruzione primaria, secondaria e di qualificazione professionale, statali, pareggiate o legalmente riconosciute, o comunque abilitate al rilascio di titoli di studio legali o attestati professionali riconosciuti dall ordinamento pubblico e per sostenere i relativi esami e per la preparazione dell esame finale. 2. I permessi sono concessi nella misura massima di 150 ore individuali per ciascun anno. Nel caso di rapporto di lavoro a tempo parziale, i permessi sono ridotti in misura proporzionale alla durata dell attività lavorativa. 3. I permessi sono concessi nel limite del 3% del personale in servizio all inizio di ogni anno, con arrotondamento all unità superiore. 4. Il calcolo del contingente viene effettuato all inizio di ogni anno e reso noto, di norma, entro il 7 gennaio, mediante avviso pubblicato nell Albo Ufficiale on line di Ateneo e nel sito web di Ateneo. La pubblicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti. Ai fini del calcolo, il personale con rapporto di lavoro a tempo parziale è calcolato in proporzione alla durata dell attività svolta secondo i criteri di cui alla Circolare 30 aprile 2001, n 46, del Ministero del Lavoro e dell e Politiche Sociali. Art. 3 Trattamento economico e normativo 1. I permessi sono retribuiti e non soggetti a recupero; sono considerati utili anche ai fini del trattamento di previdenza e di quiescenza. In attuazione delle disposizioni interne di Ateneo, non sono utili ai fini della maturazione del buono pasto.

3 Art. 4 Modalità e termini di richiesta 1. Ai fini della fruizione dei permessi, il dipendente è tenuto a formulare apposita istanza entro il 15 dicembre di ciascun anno secondo le modalità specificate al comma Il dipendente può alternativamente: a) utilizzare il modulo UAPPC-DS - reperibile nella sezione modulistica del sito web di Ateneo - debitamente sottoscritto e compilato in ogni sua parte e presentarlo all Ufficio Assenze e Presenze Personale contrattualizzato; b) compilare un documento informatico presente sul sito web di Ateneo. 3. Il richiedente deve indicare nella domanda i seguenti dati: a) nome, cognome e regime orario della propria attività lavorativa; b) data di nascita; c) corso di studi al quale è iscritto, o intende iscriversi, e relativa sede; d) anno di iscrizione al corso di studi; e) durata legale del corso di studi; f) l eventuale fruizione, negli anni precedenti, dei permessi per il medesimo corso di studi indicato; g) l eventuale superamento, per gli studenti universitari e post-universitari, di tutti gli esami degli anni precedenti; h) per gli studenti universitari fuori corso, l eventuale debito del solo esame finale di laurea; i) il possesso o meno di un titolo di studi pari a quello per il quale intende fruire dei permessi; l) l impegno a fornire al Responsabile della struttura di servizio il calendario dei corsi di insegnamento ai quali intende partecipare nonché a comunicare in via preventiva allo stesso eventuali permessi per la preparazione dell esame finale. 4. Le istanze pervenute incomplete dei dati di cui ai punti b), c), d), e), f), g), h) e i) del comma 3 si intendono respinte e del rigetto viene data comunicazione in sede di affissione della graduatoria di cui al successivo art. 5. Art. 5 Graduatoria, autorizzazione e rinunzia 1. Qualora il numero delle richieste pervenute entro il termine di cui all art. 4 non superi il contingente massimo di cui al comma 3 dell art. 2, l Ufficio Assenze e Presenze Personale Contrattualizzato provvederà, di norma, entro il 10 gennaio, con decreto del Direttore Generale da pubblicare nell Albo Ufficiale on line di Ateneo e nel sito web di Ateneo, a dare notizia di tale eventualità; a comunicare il numero di autorizzazioni residue; a fissare alla data del 31 gennaio successivo il termine per la presentazione di ulteriori istanze, secondo le medesime modalità fissate al precedente articolo 4, ai fini della copertura delle autorizzazioni residue rilasciabili; a redigere, secondo i criteri di cui ai commi 3 e 4 del presente articolo, la graduatoria delle istanze pervenute. 2. Qualora il numero delle richieste pervenute entro il termine di cui all art. 4 sia pari o in esubero rispetto alla disponibilità di autorizzazioni, l Ufficio Assenze e Presenze Personale Contrattualizzato provvederà a redigere la relativa graduatoria, secondo i criteri di cui ai successivi commi 3 e 4, da formalizzare con decreto del Direttore Generale e pubblicare, di norma, entro il 10 gennaio, nell Albo Ufficiale on line di Ateneo e nel sito web di Ateneo.

4 3. La graduatoria di cui ai precedenti commi 1 e 2 è redatta secondo il seguente ordine di precedenza: a) diploma di istruzione secondaria di primo grado; b) diploma di istruzione secondaria di secondo grado; c) laurea (L); d) diploma di laurea ante D.M. n. 509/99 (V.O.), laurea specialistica (LS) a ciclo unico e laurea magistrale (LM) a ciclo unico; e) master di I livello; f) master di II livello, diploma di specializzazione e dottorato di ricerca; g) corsi di perfezionamento e attestati professionali; h) corsi di studio finalizzati al conseguimento di un ulteriore titolo rientrante nelle medesime tipologie tra quelle elencate dalla lettera b) alla lettera g) nonché corsi di studio finalizzati al conseguimento della laurea specialistica di durata biennale (LS) o della laurea magistrale di durata biennale (LM). Nell ambito dell ipotesi di cui al punto h), la preferenza sarà accordata secondo il seguente ordine di precedenza, tenuto conto dell ulteriore titolo di studio da conseguire: a) diploma di istruzione secondaria di secondo grado; b) laurea (L); c) diploma di laurea ante D.M. n. 509/99 (V.O.), laurea specialistica (LS) a ciclo unico e laurea magistrale (LM) a ciclo unico; d) laurea specialistica (LS) e laurea magistrale di durata biennale (LM); e) master di I livello; f) master di II livello, diploma di specializzazione e dottorato di ricerca; g) corsi di perfezionamento e attestati professionali. 4. Nell ambito di ciascuna delle tipologie di titolo di studio elencate al comma 3 la precedenza è accordata nel seguente ordine: a) se studenti universitari, ai dipendenti iscritti ad anni fuori corso che siano in debito del solo esame finale di laurea; b) ai dipendenti che frequentino l ultimo anno del corso di studi e, se studenti universitari o post-universitari, abbiano superato gli esami degli anni precedenti; c) ai dipendenti che frequentino l anno di corso che precede l ultimo e, successivamente, quelli che, nell ordine, frequentino gli anni ancora anteriori, escluso il primo, ferma restando per gli studenti universitari e post-universitari la condizione di cui alla lettera b); d) ai dipendenti ammessi a frequentare le attività didattiche e formative che non si trovino nelle condizioni di cui alle lettere a), b) e c). In caso di parità all interno delle ipotesi di cui ai punti a), b), c) e d), i permessi sono accordati ai dipendenti che non ne abbiano già fruito per lo stesso corso di studi e, in caso di ulteriore parità, secondo l ordine decrescente di età. 5. Qualora il numero delle ulteriori richieste pervenute entro il termine di cui al comma 1 sia inferiore rispetto alla disponibilità di autorizzazioni residue, l Ufficio Assenze e Presenze Personale contrattualizzato provvederà, di norma, entro il 10 febbraio, con decreto del Direttore Generale da pubblicare nell Albo Ufficiale on line di Ateneo e nel sito web di Ateneo, a dare notizia di tale eventualità; a comunicare il numero di autorizzazioni residue; a fissare alla data del 28 febbraio successivo il termine per la presentazione di ulteriori istanze, secondo le medesime modalità fissate al precedente articolo 4, ai fini della copertura delle

5 autorizzazioni residue rilasciabili; a redigere, secondo i criteri di cui ai commi 3 e 4 del presente articolo, la graduatoria delle istanze pervenute. 6. Qualora il numero delle ulteriori richieste pervenute entro il termine di cui al comma 1 sia pari o in esubero rispetto alla disponibilità di autorizzazioni residue, l Ufficio Assenze e Presenze Personale contrattualizzato provvederà a redigere, con gli stessi criteri di cui ai commi 3 e 4, una graduatoria limitatamente alle stesse. 7. Relativamente alle ulteriori richieste pervenute entro il termine di cui al comma 5, l Ufficio Assenze e Presenze Personale contrattualizzato provvederà a redigere, secondo i criteri di cui ai commi 3 e 4 del presente articolo, la relativa graduatoria da pubblicare, di norma, entro il successivo 10 marzo. 8. La pubblicazione della graduatoria di cui ai commi 1, 2, 5, 6 e 7 del presente articolo avverrà nell Albo Ufficiale on line di Ateneo e nel sito web di Ateneo. La pubblicazione costituirà autorizzazione alla fruizione dei richiesti permessi straordinari per il diritto allo studio a decorrere dal giorno successivo alla pubblicazione stessa ed alla stessa seguirà nota dirigenziale indirizzata agli interessati ed ai rispettivi Responsabili della struttura di servizio. 8. Il dipendente che intende rinunziare alla fruizione dei permessi, o che non si iscrive al corso di studi indicato, è tenuto a darne tempestiva comunicazione all Ufficio Assenze e Presenze Personale contrattualizzato ai fini dello scorrimento della graduatoria e, quindi, dell assegnazione dei permessi al dipendente che, nell ambito della graduatoria, ricopre la posizione immediatamente successiva. Art. 6 Modalità di fruizione 1. I permessi possono essere fruiti dal giorno successivo alla pubblicazione nell Albo Ufficiale on line di Ateneo del decreto del Direttore Generale di cui al precedente articolo e fino al 31 dicembre del medesimo anno. I permessi comprendono anche il tempo necessario per raggiungere la sede di svolgimento dei corsi e per l eventuale rientro in servizio. 2. Sia per la fruizione in forma oraria che per la fruizione in forma giornaliera, il dipendente deve presentare al Responsabile della struttura di servizio apposita istanza, utilizzando l allegato modulo UAPPC-IDS, reperibile anche nella sezione modulistica del sito web di Ateneo nella quale deve obbligatoriamente indicare la motivazione per la quale fruisce dei permessi. Le predette istanze, debitamente vistate dal Responsabile della struttura di servizio, sono inoltrate a cura di quest ultimo, all Ufficio Assenze e Presenze Personale Contrattualizzato tramite i tabulati riepilogativi delle assenze mensili. Il predetto Ufficio provvede alla verifica formale e sostanziale delle istanze formulate ed al loro consequenziale caricamento nell apposita procedura informatica. 3. Il dipendente è tenuto, altresì, a fornire al Responsabile della struttura di servizio (o comunque al superiore gerarchico) il calendario dei corsi nonché a comunicare in via preventiva allo stesso l eventuale fruizione dei permessi per la preparazione dell esame finale. 4. La fruizione dei permessi è subordinata al sostenimento, a prescindere dall esito, dell esame relativo al corso per il quale il dipendente ha fruito dei permessi o all ammissione agli anni successivi del corso di studi entro la fine dell anno scolastico o dell ultima sessione di esami dell anno accademico di riferimento.

6 5. Il dipendente è tenuto a produrre idonea dichiarazione sostitutiva in ordine alla iscrizione appena effettuata, nonché a produrre, in allegato all istanza di fruizione dei permessi, idonea dichiarazione sostitutiva in ordine alla frequenza alle scuole, ai corsi ed agli esami finali sostenuti. 5bis. Il dipendente iscritto ad una Università telematica è tenuto a produrre, in allegato all istanza di fruizione dei permessi, idonea dichiarazione sostitutiva attestante l avvenuto collegamento all Università telematica durante l orario di lavoro, conformemente alle indicazioni fornite dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Funzione Pubblica con circolare n. 12/ Nel caso non siano soddisfatte le condizioni di cui ai commi 4, 5 e 5bis del presente articolo, nonché nei casi di rinunzia con avvenuta fruizione di parte dei permessi, di superamento delle ore di permesso autorizzate, di fruizione dei permessi prima dell autorizzazione, di fruizione dei permessi per finalità diverse od oltre la scadenza annuale dell autorizzazione, l Ufficio Assenze e Presenze Personale Contrattualizzato procederà d ufficio a formalizzare, con provvedimento del Direttore Generale, quanto segue: a) i permessi fruiti in forma giornaliera saranno convertiti in congedo per motivi di famiglia e di studio secondo le disposizioni del vigente CCNL Comparto Università; b) i permessi fruiti in forma oraria saranno considerati debito orario e dovranno essere recuperati entro un termine congruo fissato dall Amministrazione anche in relazione all entità del debito stesso; in mancanza di recupero, si procederà alla proporzionale decurtazione della retribuzione. 7. Per sostenere gli esami relativi ai corsi di cui al comma 1, il dipendente può utilizzare, per il solo giorno della prova, anche i permessi per esami previsti dal vigente CCNL Comparto Università. Art. 7 Pubblicazione ed entrata in vigore 1. Il presente Regolamento è pubblicato nell Albo Ufficiale on line di Ateneo ed entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione.

Criteri generali di concessione e modalità di utilizzo dei permessi per motivi di studio per l anno 2012.

Criteri generali di concessione e modalità di utilizzo dei permessi per motivi di studio per l anno 2012. Roma 26.10.2011 prot. 0067795 pos. Ai Signori Presidi di Facoltà Ai Direttori di Dipartimento Ai Direttori Biblioteche Centrali di Facoltà Ai Direttori dei Centri Interdip. Interunivers. Ai Direttori Centri

Dettagli

REGOLAMENTO DIRITTO ALLO STUDIO AREA DEL COMPARTO SANITA

REGOLAMENTO DIRITTO ALLO STUDIO AREA DEL COMPARTO SANITA REGOLAMENTO DIRITTO ALLO STUDIO AREA DEL COMPARTO SANITA Redazione a cura di G. De Foresta Verifica a cura di G. D Angeli, F. Luvarà Riferimenti legislativi: - Legge 20.05.1970, n. 300, art. 10 lavoratori

Dettagli

Regolamento per l esercizio del Diritto Allo Studio del Personale Non Dirigente del Comparto Sanità dell Area Vasta Pordenonese

Regolamento per l esercizio del Diritto Allo Studio del Personale Non Dirigente del Comparto Sanità dell Area Vasta Pordenonese Regolamento per l esercizio del Diritto Allo Studio del Personale Non Dirigente del Comparto Sanità dell Area Vasta Pordenonese Art. 1 Premessa Normativa 1. Il presente Regolamento disciplina, con le precisazioni

Dettagli

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 3 ALTO FRIULI REGOLAMENTO AZIENDALE

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 3 ALTO FRIULI REGOLAMENTO AZIENDALE SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 3 ALTO FRIULI REGOLAMENTO AZIENDALE DIRITTO ALLO STUDIO PERSONALE DI COMPARTO Art. 1- PERMESSI RETRIBUITI

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria ALLEGATO ALLA DELIBERA N 1233/2010 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI PER DIRITTO ALLO STUDIO

Dettagli

AVVISO AL PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO DEL COMPARTO SANITA

AVVISO AL PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO DEL COMPARTO SANITA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AVVISO AL PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO DEL COMPARTO SANITA D I R I T T O A L L O S T U D I O 150 ORE ANNO SCOLASTICO/ACCADEMICO 2014/2015 In conformità a quanto previsto

Dettagli

U.S.R Decreto n. 1682

U.S.R Decreto n. 1682 U.S.R Decreto n. 1682 IL RETTORE VISTO l'art.75 dello Statuto dell'ateneo; VISTO il D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni; VISTO il CCNL Comparto Università, sottoscritto in data 16.10.08;

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/2655 del 23/07/2015 Firmatari: De Vivo Arturo

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/2655 del 23/07/2015 Firmatari: De Vivo Arturo DR/2015/2655 del 23/07/2015 Firmatari: De Vivo Arturo U.S.R. IL RETTORE VISTO il vigente Statuto dell Ateneo e, in particolare, gli artt. 43 e 44; VISTO il Decreto del M.I.U.R. 22 ottobre 2004, n. 270,

Dettagli

DI R I T T O A L L O S T U DI O

DI R I T T O A L L O S T U DI O AVVISO AL PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO DEL COMPARTO SANITA DI R I T T O A L L O S T U DI O ANNO SOLARE 2014 In conformità a quanto previsto dall art. 22 del C.C.N.L. Comparto Sanità integrativo del

Dettagli

ISTITUTO TUMORI GIOVANNI PAOLO II

ISTITUTO TUMORI GIOVANNI PAOLO II ISTITUTO TUMORI GIOVANNI PAOLO II I S T I T U T O DI R I C O V E R O E C U R A A C A R A T T E R E S C I E N T I F I C O Viale Orazio Flacco, 65-70124 Bari ITALIA Prot. n. Bari AVVISO A TUTTO IL PERSONALE

Dettagli

- l art. 21 del C.C.N.L. Area del Comparto dell 1/9/95; - l art. 22 del C.C.N.L. Area del Comparto del 21/09/01;

- l art. 21 del C.C.N.L. Area del Comparto dell 1/9/95; - l art. 22 del C.C.N.L. Area del Comparto del 21/09/01; $&&25'2 GHO/8*/,2 75$/ $00,1,675$=,21((/(25*$1,==$=,21,6,1'$&$/, $5($'(/&203$572 5(*2/$0(1723(5/ $&&(662$/ ',5,772$//2678',2! /(3$57, 9,67, - l art. 21 del C.C.N.L. Area del Comparto dell 1/9/95; - l art.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/2994 del 15/09/2015 Firmatari: MANFREDI Gaetano

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/2994 del 15/09/2015 Firmatari: MANFREDI Gaetano DR/2015/2994 del 15/09/2015 Firmatari: MANFREDI Gaetano U.S.R. IL RETTORE VISTO il vigente Statuto di Ateneo ed, in particolare, l art. 10, comma 7; VISTO l'art. 13 della Legge 2.12.1991, n. 390; VISTA

Dettagli

U.O.C. Risorse Umane Regolamento PERMESSI RETRIBUITI (150 ORE) REV.: /// PER DIRITTO ALLO STUDIO PAG.: 1 di 9 REGOLAMENTO

U.O.C. Risorse Umane Regolamento PERMESSI RETRIBUITI (150 ORE) REV.: /// PER DIRITTO ALLO STUDIO PAG.: 1 di 9 REGOLAMENTO PER DIRITTO ALLO STUDIO PAG.: 1 di 9 Allegato alla deliberazione n. 1217 del 22 ottobre 2015 REGOLAMENTO PER LA FRUIZIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI PER DIRITTO ALLO STUDIO (150 ORE) COMPARTO SANITÀ Rev.

Dettagli

Le Delegazioni di Parte pubblica e di Parte sindacale. premesso che

Le Delegazioni di Parte pubblica e di Parte sindacale. premesso che CONTRATTO INTEGRATIVO del 14.11.2003 IN MATERIA DI 150 ORE DIRITTO ALLO STUDIO decorrente dall anno 2004 (ai sensi dell art. 3- comma 7- del DPR 23.8.88, n. 395 e dell art. 9 del DPR 3.8.90 n. 319) Le

Dettagli

ACCORDO IN TEMA DI PERMESSI STUDIO

ACCORDO IN TEMA DI PERMESSI STUDIO ACCORDO IN TEMA DI PERMESSI STUDIO sottoscritto l 11.12.2007 in Roma 1 Le delegazioni sottoscrivono la seguente ipotesi di accordo: PER L INPS Il Presidente della delegazione trattante Avv.Gian Paolo SASSI

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SULLE MODALITÀ DI ACCESSO DALL ESTERNO AI POSTI DI PERSONALE TECNICO E AMMINISTRATIVO 22 2007, 1027) INDICE

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SULLE MODALITÀ DI ACCESSO DALL ESTERNO AI POSTI DI PERSONALE TECNICO E AMMINISTRATIVO 22 2007, 1027) INDICE REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SULLE MODALITÀ DI ACCESSO DALL ESTERNO AI POSTI DI PERSONALE TECNICO E AMMINISTRATIVO (modificato con decreto rettorale 22 ottobre 2007, n. 1027) INDICE Articolo 1 (Criteri

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/3454 del 12/10/2015 Firmatari: MANFREDI Gaetano

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/3454 del 12/10/2015 Firmatari: MANFREDI Gaetano DR/2015/3454 del 12/10/2015 Firmatari: MANFREDI Gaetano U.S.R. IL RETTORE VISTO il D. Lgs. 30 marzo 2001, n. 165, recante norme generali sull ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni

Dettagli

Oggetto: Diritto allo studio anno 2013 - art. 32 C.C.N.L Comparto Università del 16/10/2008 e seguenti.

Oggetto: Diritto allo studio anno 2013 - art. 32 C.C.N.L Comparto Università del 16/10/2008 e seguenti. DIRITTO ALLO STUDIO Criteri e modalità di assegnazione Oggetto: Diritto allo studio anno 2013 - art. 32 C.C.N.L Comparto Università del 16/10/2008 e seguenti. Sono aperti i termini per richiedere i permessi

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale - Ufficio V Ambito Territoriale Provinciale di Cosenza Corso Telesio, n. 17, 87100 - COSENZA - Tel. 0984 894111 Prot. n 8950 Cosenza, lì 20 ottobre 2015 Ai Dirigenti Scolastici di ogni

Dettagli

BIENNIO 2014 2015. Allegato alla Circ. n. 9 del 6 novembre 2013

BIENNIO 2014 2015. Allegato alla Circ. n. 9 del 6 novembre 2013 Allegato alla Circ. n. 9 del 6 novembre 2013 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135

Dettagli

Università di Pisa Dipartimento di Economia e Management

Università di Pisa Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Dipartimento di Economia e Management Provvedimento d'urgenza n. 24/2015 IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT - vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168, ed in particolare

Dettagli

IL RETTORE. VISTO lo Statuto di autonomia dell Università del Salento ed in particolare l art. 29;

IL RETTORE. VISTO lo Statuto di autonomia dell Università del Salento ed in particolare l art. 29; OGGETTO: Emanazione del Regolamento per la formazione del personale tecnicoamministrativo novellato dalla delibera del Consiglio di Amministrazione in data 22/12/2010. IL RETTORE D.R. N. 1 VISTO lo Statuto

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO DI ATENEO PER IL RECLUTAMENTO DI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina il reclutamento di personale addetto allo svolgimento di attività

Dettagli

IL RETTORE. VISTO lo Statuto di Ateneo ed in particolare l'art. 38, comma 1, lett. c;

IL RETTORE. VISTO lo Statuto di Ateneo ed in particolare l'art. 38, comma 1, lett. c; U.S.R. Decreto n. 1226 IL RETTORE VISTO lo Statuto di Ateneo ed in particolare l'art. 38, comma 1, lett. c; VISTO VISTO VISTO VISTA VISTA RITENUTO il Decreto del M.I.U.R. 22 ottobre 2004, n. 270, ed in

Dettagli

REGOLAMENTO DIRITTO ALLO STUDIO

REGOLAMENTO DIRITTO ALLO STUDIO UO Formazione e Qualità P.zza Santa Maria Pietà 5-00135 Roma tel. 06 33062832, fax 063062785 REGOLMENTO DIRITTO LLO STUDIO (rt. 22 CNNL 20.09.2001 D.P.R. 384/90 D.P.R. 395/98) Il presente regolamento si

Dettagli

CIRCOLARE N. 76 Breganze, 08 novembre 2012 A TUTTO IL PERSONALE DOCENTE E A.T.A. TEMPO INDETERMINATO TEMPO DETERMINATO

CIRCOLARE N. 76 Breganze, 08 novembre 2012 A TUTTO IL PERSONALE DOCENTE E A.T.A. TEMPO INDETERMINATO TEMPO DETERMINATO CIRCOLARE N. 76 Breganze, 08 novembre 2012 A TUTTO IL PERSONALE DOCENTE E A.T.A. TEMPO INDETERMINATO TEMPO DETERMINATO BREGANZE - BASSANO OGGETTO: Permessi per il diritto allo studio anno solare 2013.

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE concernente i criteri per la fruizione dei permessi per il Diritto allo Studio Personale della scuola

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE concernente i criteri per la fruizione dei permessi per il Diritto allo Studio Personale della scuola CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE concernente i criteri per la fruizione dei permessi per il Diritto allo Studio Personale della scuola SOMMARIO Art. 1 Beneficiari del diritto Art. 2 Finalità

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Scadenze amministrative per l anno accademico 2012-2013 Per l anno accademico 2012-2013 le scadenze amministrative di seguito riportate che devono essere osservate necessariamente per tutti i corsi di

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE. VISTO il codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003);

IL DIRETTORE GENERALE. VISTO il codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003); ATTI del DIRETTORE GENERALE dell anno 2015 Deliberazione n. 0001197 del 26/11/2015 - Atti U.O. Risorse Umane Oggetto: Concessione dei permessi per il diritto allo studio (150 ore) al personale dipendente

Dettagli

( D.R. n 142 del 01.03.2007) Articolo 1 Ambito di applicazione e definizioni. Articolo 2 Principi generali

( D.R. n 142 del 01.03.2007) Articolo 1 Ambito di applicazione e definizioni. Articolo 2 Principi generali Regolamento per la disciplina delle procedure di progressione verticale del personale tecnico ed amministrativo dell Università degli Studi del Sannio nel nuovo sistema di classificazione ( D.R. n 142

Dettagli

Art. 2 (Frequenza corsi)

Art. 2 (Frequenza corsi) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI PERMESSI RETRIBUITI PER LA FREQUENZA A CORSI LEGALI DI STUDIO DI CUI ALL ART. 15 DEL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI DIRITTO ALLO STUDIO

REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI DIRITTO ALLO STUDIO REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI DIRITTO ALLO STUDIO A.S.P. FIRENZE MONTEDOMINI Approvato con Delibera del Consiglio di Amministrazione n. del Azienda Pubblica di servizi alla persona Montedomini Sant

Dettagli

COMUNICATO N. 0234. Oggetto: PERMESSI RETRIBUITI DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SOLARE 2016.

COMUNICATO N. 0234. Oggetto: PERMESSI RETRIBUITI DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SOLARE 2016. COMUNICATO N. 0234 A TUTTI I DOCENTI AL PERSONALE A.T.A. Oggetto: PERMESSI RETRIBUITI DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SOLARE 2016. Si fa presente che il 15 novembre 2015 scade, per il Personale docente, educativo

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Decreto n. 58 IL DIRETTORE GENERALE VISTA VISTA VISTA La Legge 19

Dettagli

DISCIPLINA PER LA CONCESSIONE DI PERMESSI RETRIBUITI PER MOTIVI DI STUDIO PER L UNIONE ED I COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA

DISCIPLINA PER LA CONCESSIONE DI PERMESSI RETRIBUITI PER MOTIVI DI STUDIO PER L UNIONE ED I COMUNI DELLA BASSA ROMAGNA AREA PERSONALE E ORGANIZZAZIONE Servizio Amministrazione del Personale Corso Garibaldi, 62 48022 Lugo Tel. 0545 38311 Fax 0545 38442 marinid@unione.labassaromagna.it DISCIPLINA PER LA CONCESSIONE DI PERMESSI

Dettagli

C I T T À DI SURBO Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi

C I T T À DI SURBO Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi C I T T À DI SURBO Provincia di Lecce ~~~~~~o~~~~~~ Settore Servizi Amministrativi REGOLAMENTO SUL DIRITTO ALLO STUDIO - approvato con Deliberazione G.C. n. 239 del 27.11.2009 - modificato con Deliberazione

Dettagli

Segreteria studenti 695 Facoltà di Architettura IL RETTORE DECRETA

Segreteria studenti 695 Facoltà di Architettura IL RETTORE DECRETA Segreteria studenti 695 Facoltà di Architettura Vista Viste IL RETTORE Il D.M. n. 270/2004 ed in particolare l art.3 comma 9 che, in attuazione dell art.1 comma 15 della legge n. 4 del 14.01.1999, dispone

Dettagli

B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato

B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato B3 Regolamento per l effettuazione delle selezioni per l assunzione dei docenti a tempo determinato e indeterminato Art. 1 Modalità assunzione personale docente 1. L assunzione del personale docente a

Dettagli

fxüä é É ftç àtü É até ÉÇtÄx exz ÉÇx TâàÉÇÉÅt YÜ âä ixçxé t Z âä t

fxüä é É ftç àtü É até ÉÇtÄx exz ÉÇx TâàÉÇÉÅt YÜ âä ixçxé t Z âä t fxüä é É ftç àtü É até ÉÇtÄx exz ÉÇx TâàÉÇÉÅt YÜ âä ixçxé t Z âä t AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 4 MEDIO FRIULI VERBALE DI CONCERTAZIONE NR. 2/2006 1 In data novembre 2006, alle ore presso la sede

Dettagli

BANDO PER ATTIVITA DI TUTORATO RELATIVO ALLE PROBLEMATICHE DELL HANDICAP. Il DIRETTORE

BANDO PER ATTIVITA DI TUTORATO RELATIVO ALLE PROBLEMATICHE DELL HANDICAP. Il DIRETTORE Prot. N. 503 del 18/03/2014 BANDO PER ATTIVITA DI TUTORATO RELATIVO ALLE PROBLEMATICHE DELL HANDICAP Il DIRETTORE VISTI i Regolamenti di Ateneo vigenti, D.R. n.385 del 28.01.2004, con il quale sono stati

Dettagli

BANDO PER ATTIVITA TUTORIALI AI SENSI DEL D.M. 198/2003 a.a. 2014/2015

BANDO PER ATTIVITA TUTORIALI AI SENSI DEL D.M. 198/2003 a.a. 2014/2015 Prot. n. 685/14 DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE - Visto il comma 6 dell art. 7 del DL 165/01; - Visto il DL 9.5.2003 n. 105, convertito in Legge n. 170 dell 11.7.2003; - Visto l art. 2 del DM 23.10.2003

Dettagli

Circ. n. 60 San Bonifacio, 10 Novembre 2015 rv. OGGETTO: Permessi per il diritto allo studio anno solare 2016

Circ. n. 60 San Bonifacio, 10 Novembre 2015 rv. OGGETTO: Permessi per il diritto allo studio anno solare 2016 Liceo Statale Guarino Veronese Via Cavalieri di Vittorio Veneto, 28 37047 San Bonifacio (VR) tel. 0457610190 C.F. 83002170237 vris008006@istruzione.it vris008006@pec.istruzione.it www.guarinoveronese.it

Dettagli

Comune di Bariano Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO

Comune di Bariano Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO Comune di Bariano Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO Approvato con delibera G.C. n. 27 del 14.03.2009 La procedura per la concessione dei permessi

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA BANDO DI SELEZIONE PER IL PASSAGGIO DALL AREA B ALL AREA C, POSIZIONE C1 In applicazione degli artt.11 e 14 del CCNL concernente

Dettagli

CALENDARIO ACCADEMICO 2015/2016

CALENDARIO ACCADEMICO 2015/2016 CALENDARIO ACCADEMICO 2015/2016 Date e scadenze comuni Inizio dell Anno Accademico: 1 ottobre 2015. Inizio delle attività didattiche: 1 ottobre 2015. Per motivi di organizzazione ed efficacia della didattica,

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio IV Settore II

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio IV Settore II Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio IV Settore II CONTRATTO INTEGRATIVO REGIONALE SUI CRITERI PER LA FRUIZIONE

Dettagli

Ufficio Atti Normativi

Ufficio Atti Normativi Ufficio Atti Normativi NORME DISCIPLINANTI LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE TECNICO E AMMINISTRATIVO (Emanato con D.R. n. 198/Uff. Pers. del 27.02.1999, pubblicato nel Bollettino Ufficiale

Dettagli

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art.

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art. Regolamento per l istituzione e la gestione dei Master universitari di I e di II livello, dei Corsi di aggiornamento, perfezionamento e di formazione professionale SEZIONE I- Disposizioni generali SEZIONE

Dettagli

CIRCOLARE N. 49. OGGETTO: Diritto allo studio anno 2015. Concessione di permessi straordinari retribuiti.

CIRCOLARE N. 49. OGGETTO: Diritto allo studio anno 2015. Concessione di permessi straordinari retribuiti. Présidence de la Région Presidenza della Regione Al Segretario generale della Regione e del Consiglio regionale Réf n - Prot. n. U.P Al Capo di Gabinetto e Vice Capo di Gabinetto Al Capo Ufficio stampa

Dettagli

DIST Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

DIST Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA DIST Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Genova, 8 gennaio 2010 AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 (UNO) INCARICO DI COLLABORAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PER L'ACCESSO ALL'IMPIEGO NELLE CATEGORIE DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PER L'ACCESSO ALL'IMPIEGO NELLE CATEGORIE DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI SUI PROCEDIMENTI DI SELEZIONE PER L'ACCESSO ALL'IMPIEGO NELLE CATEGORIE DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO Approvato con Delibera del Consiglio di Amministrazione n.

Dettagli

2. Le procedure di reclutamento, di cui al presente articolo, dovranno garantire oltre all adeguata pubblicità della selezione, l imparzialità nello

2. Le procedure di reclutamento, di cui al presente articolo, dovranno garantire oltre all adeguata pubblicità della selezione, l imparzialità nello REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE DI PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO A TEMPO DETERMINATO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ CONNESSE A PROGRAMMI DI RICERCA E PER L ATTIVAZIONE DI INFRASTRUTTURE TECNICHE COMPLESSE

Dettagli

REGOLAMENTO SULL'ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI - ALLEGATO D - I PERMESSI PER MOTIVI DI STUDIO.

REGOLAMENTO SULL'ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI - ALLEGATO D - I PERMESSI PER MOTIVI DI STUDIO. REGOLAMENTO SULL'ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI - ALLEGATO D - I PERMESSI PER MOTIVI DI STUDIO. mod. RegolamentoEnte.dot Versione 3.10 del 25.10.2011 PAG.1 DI 6 INDICE SISTEMATICO Art.1 - Criteri

Dettagli

COMUNICATO N. 081. Treviso, 12/11/2014. A TUTTO IL PERSONALE DOCENTE E A.T.A. Sede

COMUNICATO N. 081. Treviso, 12/11/2014. A TUTTO IL PERSONALE DOCENTE E A.T.A. Sede Istituto di Istruzione Superiore Via Tronconi, 22-31100 Treviso tel. 0422.430310 fax 0422.432545 C.F. 80011740265 mail: pallad@tin.it dirigente@palladio-tv.it pec: tvis019001@pec.istruzione.it url: www.palladio-tv.gov.it

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE U.R.S.T.A. IL DIRETTORE GENERALE VISTO l art. 24 dello Statuto dell Ateneo; VISTO l art. 19 del C.C.I. sottoscritto in data 28/4/2014 che rinvia in toto all art. 30 - rubricato Servizi Sociali del Contratto

Dettagli

Disposizioni applicative inerenti i permessi retribuiti per motivi di studio

Disposizioni applicative inerenti i permessi retribuiti per motivi di studio Disposizioni applicative inerenti i permessi retribuiti per motivi di studio Ai sensi dell art. 3 del D.P.R. 23/8/88 n. 395 e dell art. 22 del CCNL integrativo del 20 settembre 2001, al fine di garantire

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Servizio Regolamento Didattico di Ateneo e Certificazione dell Offerta Formativa DECRETO Rep. n.... - Prot. n.... Anno... Tit.... Cl.... Fasc....

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO. Regolamento per la disciplina del diritto allo studio

PROVINCIA DI PRATO. Regolamento per la disciplina del diritto allo studio PROVINCIA DI PRATO Regolamento per la disciplina del diritto allo studio Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n. 265 del 08.11.2011 e successive modifiche ed integrazioni approvate con Deliberazione

Dettagli

E-mail: segreteria@martini-schio.it sito internet : www.martini-schio.it

E-mail: segreteria@martini-schio.it sito internet : www.martini-schio.it ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE A. MARTINI - SCHIO sede amministrativa : Via Pietro Maraschin, n 9-36015 SCHIO (Vicenza) - ITALIA 0445 / 523118 fax 0445 / 525132 - C.F. 92002080247 E-mail: segreteria@martini-schio.it

Dettagli

Università degli Studi Milano Bicocca

Università degli Studi Milano Bicocca Università degli Studi Milano Bicocca Bandi per i laboratori per il corso di abilitazione per l'insegnamento di sostegno scadenza: 3 settembre 2013 BANDO 9072 PER LA COPERTURA A TITOLO RETRIBUITO DI INCARICHI

Dettagli

IL RETTORE. VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010;

IL RETTORE. VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010; VISTO lo Statuto dell Ateneo; IL RETTORE VISTO l artt. 15 del vigente Regolamento Didattico di Ateneo; VISTO il Regolamento di funzionamento dei Corsi di Perfezionamento emanato con D.R. n. 2120 del 17/06/2010;

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE A. MARTINI - SCHIO

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE A. MARTINI - SCHIO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE A. MARTINI - SCHIO sede amministrativa : Via Pietro Maraschin, n 9-36015 SCHIO (Vicenza) - ITALIA 0445 / 523118 fax 0445 / 525132 - C.F. 92002080247 E-mail: segreteria@martini-schio.it

Dettagli

DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE PSICOBIOLOGIA E NEUROSCIENZE COGNITIVE (Classe LM-51 - PSICOLOGIA)

DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE PSICOBIOLOGIA E NEUROSCIENZE COGNITIVE (Classe LM-51 - PSICOLOGIA) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE PSICOBIOLOGIA E NEUROSCIENZE COGNITIVE (Classe LM-51 - PSICOLOGIA) BANDO PER L AMMISSIONE AL 1 ANNO ANNO ACCADEMICO 2015/2016 RIFERIMENTI NORMATIVI D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI BORSE DI STUDIO PER ADDESTRAMENTO E PERFEZIONAMENTO ALLA RICERCA (emanato con D.R. 196/2013 dell 11/3/2013)

REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI BORSE DI STUDIO PER ADDESTRAMENTO E PERFEZIONAMENTO ALLA RICERCA (emanato con D.R. 196/2013 dell 11/3/2013) REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI BORSE DI STUDIO PER ADDESTRAMENTO E PERFEZIONAMENTO ALLA RICERCA (emanato con D.R. 196/2013 dell 11/3/2013) Articolo 1 (Oggetto, ambito di applicazione, soggetti interessati)

Dettagli

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 1328 del 15/10/2015 OGGETTO: Permessi retribuiti per motivi di studio anno scolastico / accademico 2015/2016.

Dettagli

Bando per l erogazione di borse di studio per l anno in corso. Art.1 Premesse

Bando per l erogazione di borse di studio per l anno in corso. Art.1 Premesse Bando per l erogazione di borse di studio per l anno in corso Art.1 Premesse L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3, comma 3, dello

Dettagli

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei Testo aggiornato al 13 gennaio 2006 Decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509 Gazzetta Ufficiale 4 gennaio 2000, n. 2 Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei IL MINISTRO

Dettagli

CIRCOLARE N. 40. OGGETTO: permessi straordinari retribuiti per diritto allo studio (150 ore) per l anno 2016.

CIRCOLARE N. 40. OGGETTO: permessi straordinari retribuiti per diritto allo studio (150 ore) per l anno 2016. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Liceo Scientifico, Liceo Classico, Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico Tito Lucrezio Caro 35013 CITTADELLA (PD) - Via Alfieri, 58 tel. 049 5971313 - fax 049 5970692

Dettagli

Convenzione tra l Università Ca Foscari di Venezia e la Guardia di Finanza per il riconoscimento di crediti formativi universitari.

Convenzione tra l Università Ca Foscari di Venezia e la Guardia di Finanza per il riconoscimento di crediti formativi universitari. Convenzione tra l Università Ca Foscari di Venezia e la Guardia di Finanza per il riconoscimento di crediti formativi universitari Premesso che - con DM n. 509/1999 Regolamento recante norme concernenti

Dettagli

REGISTRO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE

REGISTRO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE Romsch UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA FACOLTÀ DI. Anno Accademico.. REGISTRO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE Prof. PROFESSORE DI I FASCIA TEMPO PIENO PROFESSORE DI II FASCIA TEMPO DEFINITO SETTORE SCIENTIFICO

Dettagli

I L R E T T O R E. d e c r e t a

I L R E T T O R E. d e c r e t a D. R. n. 3861 REG. XVS I L R E T T O R E VISTO il "Regolamento Recante Norme Concernenti l'autonomia Didattica degli Atenei" approvato con Decreto dal Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato Art.1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina il reclutamento di personale addetto allo svolgimento

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE U.R.S.T.A. IL DIRETTORE GENERALE VISTO l art. 24 dello Statuto dell Ateneo; VISTA l intesa, sottoscritta in data 3.11.2011, i cui contenuti sono stati recepiti nell art. 30 - rubricato Servizi Sociali

Dettagli

Apprendistato di alta formazione e ricerca. Guida informativa

Apprendistato di alta formazione e ricerca. Guida informativa Apprendistato di alta formazione e ricerca Guida informativa Cos è l apprendistato di alta formazione e di ricerca Il contratto di apprendistato per il conseguimento di un diploma di istruzione secondaria

Dettagli

Decreto Rep. 6138/2015. Prot. n. 145717 del 02.11.2015 pos. V/5.3

Decreto Rep. 6138/2015. Prot. n. 145717 del 02.11.2015 pos. V/5.3 Il Presidente Decreto Rep. 6138/2015 Prot. n. 145717 del 02.11.2015 pos. V/5.3 Bando di concorso per la formazione di graduatorie relative al reclutamento di un tutor junior matematico a favore degli studenti

Dettagli

Ai Docenti Al personale ATA. Oggetto: Permessi diritto allo studio anno 2015 - Contratto integrativo regionale e fac-simile di domanda.

Ai Docenti Al personale ATA. Oggetto: Permessi diritto allo studio anno 2015 - Contratto integrativo regionale e fac-simile di domanda. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESTARI - RIGHI Borgo San Giovanni, 12/A - 30015 Chioggia (VE) Tel. 041.4967600 Fax 041.4967733 Cod. Mecc. VEIS02200R C.F. 91021780274 e-mail: veis02200r@istruzione.it

Dettagli

UFFICO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO L AQUILA

UFFICO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO L AQUILA UFFICO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO L AQUILA CONTRATTO COLLETTIVO REGIONALE INTEGRATIVO RELATIVO AI CRITERI PER FRUIZIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO [Art. 4 -comma 2 lett. a)- CCNL]

Dettagli

Direzione Generale PREMESSO

Direzione Generale PREMESSO CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE CONCERNENTE I CRITERI PER LA FRUIZIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEL PERSONALE COMPARTO SCUOLA Il giorno 9 dicembre 2008 in Bologna presso l Ufficio

Dettagli

CALENDARIO ACCADEMICO 2014/2015

CALENDARIO ACCADEMICO 2014/2015 CALENDARIO ACCADEMICO 2014/2015 Date e scadenze comuni Inizio dell Anno Accademico: 1 ottobre 2014 (mercoledì). Inizio delle attività didattiche: 1 ottobre 2014 (mercoledì). Nel rispetto delle scadenze

Dettagli

IL RESPONSABILE DELLA STRUTTURA

IL RESPONSABILE DELLA STRUTTURA PROCEDURA PUBBLICA DI SELEZIONE, PER TITOLI, PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO DI COLLABORAZIONE PER ATTIVITA DI FORMAZIONE SULL INGLESE SCIENTIFICO PER IL DOTTORATO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE E COMUNICAZIONE

Dettagli

Provincia di Ferrara. SETTORE II Affari Generali, Pubblica Istruzione, Personale, Contenzioso e Assicurazioni Servizio Personale

Provincia di Ferrara. SETTORE II Affari Generali, Pubblica Istruzione, Personale, Contenzioso e Assicurazioni Servizio Personale SETTORE II Affari Generali, Pubblica Istruzione, Personale, Contenzioso e Assicurazioni Servizio Personale REGISTRO DELLE DETERMINE E ATTI ASSIMILATI CIRCOLARE N. 1349 DEL 21/07/2015 OGGETTO: DIRITTO ALLO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE COLLABORAZIONI DEGLI STUDENTI NELLE ATTIVITÀ PART-TIME DELL UNIVERSITÀ DI CAMERINO

REGOLAMENTO PER LE COLLABORAZIONI DEGLI STUDENTI NELLE ATTIVITÀ PART-TIME DELL UNIVERSITÀ DI CAMERINO REGOLAMENTO PER LE COLLABORAZIONI DEGLI STUDENTI NELLE ATTIVITÀ PART-TIME DELL UNIVERSITÀ DI CAMERINO (Emanato con decreto rettorale n. 759 del 21 ottobre 2005 Modificato con decreto rettorale n. 31 del

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE concernente i criteri per la fruizione dei permessi per il Diritto allo Studio Personale della scuola

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE concernente i criteri per la fruizione dei permessi per il Diritto allo Studio Personale della scuola CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE concernente i criteri per la fruizione dei permessi per il Diritto allo Studio Personale della scuola SOMMARIO Art. 1 Beneficiari del diritto Art. 2 Finalità

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Decreto n. 85 del 18 novembre 2005 VISTO VISTO VISTO VISTA VISTO Il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, con il quale è stato approvato

Dettagli

Dipartimento di Giurisprudenza Via Matteotti, 1-61029 Urbino (PU) Tel. +39 0722 303220-303222 Fax +39 0722 2955 http://digiur.uniurb.

Dipartimento di Giurisprudenza Via Matteotti, 1-61029 Urbino (PU) Tel. +39 0722 303220-303222 Fax +39 0722 2955 http://digiur.uniurb. ACCORDO tra L Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Pesaro e Urbino e il dell Università degli Studi di Urbino Carlo Bo visto - la Legge 11 gennaio 1979, n. 12 recante Norme per l ordinamento

Dettagli

tutto ciò premesso REQUISITI PER L AMMISSIONE

tutto ciò premesso REQUISITI PER L AMMISSIONE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI AMMISSIONE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOTECNOLOGIE MEDICHE AFFERENTE ALLA CLASSE DELLE LAUREE LM-9 ANNO ACCADEMICO 2013/2014

Dettagli

TRIENNIO 2013 2015 TRA PREMESSO VIENE SOTTOSCRITTO

TRIENNIO 2013 2015 TRA PREMESSO VIENE SOTTOSCRITTO CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE CONCERNENTE I CRITERI PER LA FRUIZIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEL PERSONALE DEL COMPARTO SCUOLA. TRIENNIO 2013 2015 Il giorno 15 novembre 2012

Dettagli

Regolamento recante la disciplina dei professori a contratto

Regolamento recante la disciplina dei professori a contratto Regolamento recante la disciplina dei professori a contratto IL COMITATO TECNICO ORGANIZZATIVO Visto il D.P.R. 11.7.1980, n. 382; Vista la legge 9.5.1989 n. 168, concernente l istituzione del Ministero

Dettagli

CIRCOLARE n. 136 Oderzo 10 novembre 2015

CIRCOLARE n. 136 Oderzo 10 novembre 2015 I S T I T U T O T E C N I C O S T A T A L E ECONOMICO TECNOLOGICO JACOPO SANSOVINO indirizzi: Amministrazione, finanza e marketing - Turistico Costruzioni, ambiente e territorio Trasporti e logistica C

Dettagli

U.S.R. IL RETTORE DECRETA

U.S.R. IL RETTORE DECRETA DR/2015/3557 del 19/10/2015 Firmatari: MANFREDI Gaetano U.S.R. IL RETTORE VISTA la Legge 30/12/2010, n. 240 recante norme in materia di organizzazione delle università, di personale accademico e reclutamento,

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA PROCEDURA PUBBLICA DI SELEZIONE, PER TITOLI, PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO PER ATTIVITA

Dettagli

PREMESSO VIENE SOTTOSCRTTO

PREMESSO VIENE SOTTOSCRTTO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE CONCERNENTE I CRITERI PER LA FRUIZIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEL PERSONALE COMPARTO SCUOLA Il giorno 20 del mese di novembre 2012

Dettagli

Nuovi percorsi abilitanti: TFA lo stato dell arte

Nuovi percorsi abilitanti: TFA lo stato dell arte Nuovi percorsi abilitanti: TFA lo stato dell arte A CHE PUNTO SIAMO Nella informativa di fine dicembre 2011 sullo stato dell'arte dei decreti applicativi del Regolamento sulla formazione iniziale (DM 249/10)

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau

Università degli Studi di Cagliari FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau FACOLTA DI SCIENZE Presidente :Anna Maria Giovanna Musinu Responsabile Segreteria di Presidenza: Donatella Cau Monserrato, 03 febbraio 2016 Prot. n 3767 del 03/02/2016 OGGETTO: Bando di selezione pubblica,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DIDATTICA ED IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO NEI CORSI DI LAUREA, LAUREA MAGISTRALE E DI SPECIALIZZAZIONE Capo I

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

FAC-SIMILE DOMANDA CONCESSIONE PERMESSI DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SOLARE 2016. Il/la sottoscritto/a. nato/a a il. codice fiscale

FAC-SIMILE DOMANDA CONCESSIONE PERMESSI DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SOLARE 2016. Il/la sottoscritto/a. nato/a a il. codice fiscale FAC-SIMILE DOMANDA CONCESSIONE PERMESSI DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SOLARE 2016 La compilazione del presente modulo di domanda avviene secondo le disposizioni previste dal D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA PROCEDURA PUBBLICA DI SELEZIONE, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Foggia, 5 gennaio 2012 Prot. n. 174 VII.1 Rep. n. 10/2012 Il PRESIDE la Legge 30 dicembre, n. 240/2010 Norme in materia di organizzazione delle università, di personale accademico e reclutamento, nonché

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA PROCEDURA PUBBLICA DI SELEZIONE, PER TITOLI, PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO NELL AMBITO

Dettagli