Milano - 18 giugno 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Milano - 18 giugno 2014"

Transcript

1 Milano - 18 giugno 2014 Linee Guida CIG N. 11 Esecuzione degli accertamenti documentali di sicurezza degli impianti di utenza a gas. (Realizzate ai sensi della Delibera AEEG n. 40/14 in ambito CIG P.C. dal G.d.L. n. 6). Relatore: Emilio Bianchi; funzionario tecnico CIG.

2 Accertamenti documentali Delibera 40/14. I. Scopo e Campo di applicazione (1 di 2). La nuova edizione delle Linee guida definisce: I criteri standard aggiornati per l effettuazione degli accertamenti documentali relativi a: Impianti di utenza nuovi (Titolo II della Delibera); Impianti di utenza modificati/trasformati (Titolo III della Delibera). Il modello di "Dichiarazione del progettista" dell impianto (DP) relativo al rispetto delle norme di prevenzione incendi; Il modello di "Rapporto tecnico di compatibilità" (RTC) per le parti esistenti dell impianto, prive di documentazione tecnica. 2

3 Accertamenti documentali Delibera 40/14. I. Scopo e Campo di applicazione (2 di 2). L accertamento documentale ai fini della sicurezza non comprende valutazioni di merito sul rispetto di disposizioni (nazionali e/o locali) afferenti altri ambiti non correlati all impianto gas (es. antincendio, efficienza energetica, regolamenti igiene ecc.). Gli accertamenti documentali consentono di attestare la coerenza degli impianti alle leggi/norme tecniche di riferimento vigenti, limitatamente a quanto rilevabile dai documenti presentati. I "documenti presentati" e l eventuale "esito positivo" rilasciato dall accertatore non sostituiscono la "Dichiarazione di Conformità" che in ogni caso deve essere compilata e consegnata al cliente finale a cura dell installatore, a seguito della messa in servizio dell impianto. 3

4 2. Esame della documentazione ai fini dell accertamento (1 di 2). È suddiviso in due fasi: Verifica (della documentazione presentata); Accertamento. Linee Guida CIG n. 11. Parte I Impostazione dell attività di accertamento. Verifica: controllo formale di completezza e congruenza dei documenti; Allegato H/40, a cura del cliente finale; Allegato I/40, a cura dell installatore, completo di: Allegati Tecnici Obbligatori (ATO) di cui al D.M. 37/08. Certificato di Abilitazione o Visura Camerale, con data di rilascio non superiore a 1 anno solare (se risulta superiore deve essere supportata da autocertificazione). L accertamento sarà effettuato solo se la documentazione è completa. 4

5 Parte I Impostazione dell attività di accertamento. 2. Esame della documentazione ai fini dell accertamento (2 di 2). Accertamento: controllo dettagliato dei contenuti della documentazione tecnica pervenuta (ATO ed ulteriori documenti tecnici); Consente di rilevare l effettiva coerenza dei contenuti alle leggi/norme tecniche di riferimento applicabili allo specifico impianto. L accertamento non si effettua su: a) Dichiarazione del Progettista dell impianto (DP); b) Rapporto tecnico di compatibilità (RTC). 5

6 Parte I Impostazione dell attività di accertamento. 3. Individuazione delle non conformità (1 di 2). Per ogni elemento controllato l accertatore deve esprimere un giudizio: a norma; elemento conforme alle leggi/norme tecniche applicabili. fuori norma; presenza di una o più non conformità rispetto alle leggi/norme tecniche applicabili. non verificabile; informazioni relative ad un elemento descrittivo atteso non sufficienti ad esprimere un giudizio certo. I casi di fuori norma e non verificabile relativi a uno o più elementi previsti per la sicurezza di funzionamento dell impianto, comportano l esito negativo dell accertamento. 6

7 Parte I Impostazione dell attività di accertamento. 3. Individuazione delle non conformità (2 di 2). L impianto è considerato verificabile ai fini dell accertamento quando sono descritti tutti gli elementi indispensabili alla successiva messa in servizio. A tal proposito l impianto deve prevedere almeno un apparecchio. La documentazione presentata deve contenere elementi descrittivi esaustivi relativi a: presenza di almeno un apparecchio (previsto o posato); e delle necessarie predisposizioni per: alimentazione del gas combustibile; ventilazione e/o aerazione dei locali (ove necessario); evacuazione dei prodotti della combustione (pdc). 7

8 Parte I Impostazione dell attività di accertamento. 5. Descrizione dell impianto gas ai fini dell accertamento (1 di 5). Oggetto dell accertamento è la descrizione documentale dell impianto. L installatore, in tutti i casi dichiarati di impianti, in tutto o in parte riferibili ad un progetto di un professionista, nella compilazione degli ATO deve: indicare i riferimenti del progetto; allegare il progetto ai documenti tecnici da accertare. La presenza del progetto, timbrato e firmato dal progettista, potrebbe sollevare l impresa dal compilare alcune sezioni degli ATO (ad es. potrebbe essere superfluo lo schema e l elenco dei materiali). 8

9 Parte I Impostazione dell attività di accertamento. 5. Descrizione dell impianto gas ai fini dell accertamento (2 di 5). In presenza di progetto redatto da professionista non è compito dell accertatore entrare nel merito di aspetti progettuali di calcolo o aspetti non strettamente attinenti l impianto gas (es.: disciplina antincendio). In ogni caso non devono sorgere dubbi in merito all ubicazione degli apparecchi e al percorso dell impianto interno. Compito dell accertatore è verificare: la presenza nel progetto dei riferimenti fondamentali anagrafici, normativi e professionali (timbro/firma/iscrizione all ordine); l assenza di evidenti gravi anomalie (es.: apparecchi di tipo B installati in bagno/camera da letto, box, ecc.). 9

10 Parte I Impostazione dell attività di accertamento. 5. Descrizione dell impianto gas ai fini dell accertamento (3 di 5). L installatore in ogni caso deve compilare i punti e le sezioni relative: alle predisposizioni previste nei locali d installazione; agli apparecchi previsti dal progetto/elaborato tecnico. Ciò consente all installatore di precisare: quali e quanti apparecchi abbia posato e/o predisposto per il successivo allacciamento (fornendo informazioni esaustive su aerazione, ventilazione, evacuazione p.d.c., evacuazione vapori di cottura ecc.); oppure se siano state realizzate una o più predisposizioni: chiuse con tappo filettato (per futuro ampliamento dell impianto); o dotate di rubinetti chiusi con tappo filettato (per il successivo collegamento degli apparecchi). 10

11 Parte I Impostazione dell attività di accertamento. 5. Descrizione dell impianto gas ai fini dell accertamento (4 di 5). L installatore, per ogni predisposizione, deve dichiarare: singola portata termica (per poter determinare la portata complessiva dell impianto); ubicazione (es.: all esterno, in vano tecnico, all interno); destinazione d uso e caratteristiche del locale (aerabilità ecc.). 11

12 Parte I Impostazione dell attività di accertamento. 5. Descrizione dell impianto gas ai fini dell accertamento (5 di 5). È fondamentale fornire informazioni esaustive anche se suddivise tra: descrizione esecutiva dell impianto (progetto); descrizione dei lavori effettivamente eseguiti (ATO). L accertatore deve verificare la congruenza tra: quanto previsto dal progettista; e quanto realizzato o descritto dall installatore; In caso di incongruenze, l esito negativo dell accertamento sarà in ogni caso determinato da: non conformità impiantistiche rilevate rispetto a leggi/norme vigenti. 12

13 7. Portata termica nominale complessiva dell impianto gas. Il riferimento alla portata termica totale dell impianto è fondamentale. Per quanto attiene la portata delle singole predisposizioni per successivi ampliamenti o collegamento degli apparecchi fa fede quanto dichiarato dall installatore. In caso di discordanze l accertatore deve assumere il valore maggiore tra: a) Il valore totale della portata dichiarato dall installatore; b) Il valore della somma delle portate: Linee Guida CIG n. 11. Parte II Accertamento documentale. degli apparecchi posati o previsti; delle predisposizioni (con rubinetto e tappo) previste per il successivo allacciamento degli apparecchi; e delle predisposizioni (con tappo filettato) previste per futuri ampliamenti. 13

14 Parte II Accertamento documentale. 8. Lista dei principali controlli da eseguire È suddivisa in base alla modulistica pertinente, formale e tecnica; È predisposta per essere utilizzata: sia nella fase di verifica della documentazione; sia nella fase di accertamento. Documenti/informazioni mancanti relative ad uno o più elementi comportano l impossibilità a proseguire l esame della pratica. Le anomalie tecniche riscontrate (anche a seguito di richieste di chiarimenti/integrazioni) comportano l esito negativo. 14

15 Elemento; Certificato dei requisiti professionali o Visura Camerale; Linee Guida CIG n. 11. Parte II Accertamento documentale. 8.2 Modulo Allegato I/40 Oggetto del controllo. Presenza del Certificato o della Visura e data di rilascio non antecedente a 12 mesi rispetto alla data dell Allegato I. In caso contrario presenza di autocertificazione accompagnata da copia di documento di identità. Indirizzo impianto e Codice PDR; Portata termica; Norma tecnica applicabile; Data; Dichiarante; Congruenza con l indirizzo di fornitura e il PDR indicati nell allegato H/40. Congruenza con la portata termica totale indicata negli ATO. Presenza e congruenza di indicazioni esaustive quali: per le norme: sigla (UNI; UNI EN; UNI EN ISO) e numero. Per le leggi: tipologia (Legge; DM; DPR;) eventuale numero d ordine e data (anno) di promulgazione. Congruenza con le altre date presenti nella documentazione. Timbro e firma leggibile del titolare/responsabile tecnico. 15

16 Elemento; Insieme dei Moduli: Date, timbri e firme; Progetto impianto gas e relative predisposizioni (aerazione, ventilazione, evacuazione pdc ecc.); Progetto di sistemi collettivi di evacuazione dei pdc; Impianti soggetti a prevenzione incendi (>116; 350 kw); Linee Guida CIG n. 11. Parte II Accertamento documentale. 8.3 Allegati Obbligatori (ATO) (1 di 8). Oggetto del controllo. Se presenti, oltre al PDR, date (chiusura lavori, compilazione ecc.), timbri impresa e firme del titolare/responsabile tecnico, congruenti con Allegato I/40. Per impianti di singola portata termica > 50 kw: Presenza del progetto; Numero e data; Nome, timbro e firma del progettista e iscrizione all albo professionale. In alternativa RTC rilasciato da professionista. Per sistemi ramificati (e sistemi non ramificati con portata complessiva > 50 kw): presenza del progetto; numero e data; nome timbro e firma del progettista, iscrizione all albo professionale. in alternativa, RTC rilasciato da professionista. Per sistemi non ramificati con portata complessiva 50 kw: presenza di ATO. In alternativa, RTC rilasciato da impresa abilitata. Presenza di Dichiarazione del Progettista (DP) per il rispetto delle regole di prevenzione incendi. 16

17 Parte II Accertamento documentale. 8.3 Allegati Obbligatori (ATO) (2 di 8). Elemento; Impianto termico soggetto a prevenzione incendi (> 350 kw); Portata termica nominale complessiva; Oggetto del controllo. Presenza del Parere di Conformità espresso sul progetto dai VVF. Congruenza del valore con quello indicato nel modulo Allegato I/40 e con la somma delle portate dichiarate per le predisposizioni. Disegno dell impianto; Presenza di schema/elaborato grafico (facoltativo) e/o descrizione dell opera come eseguita: materiali impiegati, modalità di installazione, ubicazione, tipi di giunzioni e raccordi. Congruenza con altre informazioni tecniche fornite. Ubicazione (luogo/locale di posa); Chiarimenti sull ambito di installazione dei diversi componenti e/o gruppi di componenti (cortile/giardino, parte comune dell edificio, parete perimetrale esterna, cucina ecc.). 17

18 Elemento; Componente; Materiale; Installazione; Valvola d intercettazione (punto d inizio); Linee Guida CIG n. 11. Parte II Accertamento documentale. 8.3 Allegati Obbligatori (ATO) (3 di 8). Oggetto del controllo. Descrizione dettagliata dei componenti o gruppi di componenti installati (tubazioni, rubinetti, curve, gomiti, raccordi, griglie di ventilazione ecc.). Precisazioni sui materiali impiegati per i vari e diversi componenti (rame, acciaio, polietilene, ottone ecc.). Precisazioni sulla tipologia di posa effettuata (a vista, interrata, in canaletta, sottotraccia ecc.) e sulle giunzioni adottate (saldatura, filettatura, a pressare ecc.). Dichiarazione della presenza del dispositivo (nei casi previsti dalla normativa applicabile). Presa di pressione; Valvola d intercettazione generale; Dichiarazione della presenza del componente (nei casi previsti dalla normativa applicabile). Può essere integrata nel punto d inizio. Dichiarazione della presenza del dispositivo, posto generalmente a monte della prima derivazione (nei casi previsti dalla normativa applicabile). 18

19 Parte II Accertamento documentale. 8.3 Allegati Obbligatori (ATO) (4 di 8). Elemento; Valvola d intercettazione d utenza (una per ogni apparecchio); Tappo filettato di chiusura delle predisposizioni; Giunto dielettrico; Giunto di transizione; Oggetto del controllo. Presenza dei rubinetti (non dichiarati come parte integrante dell apparecchio) installati a vista (inteso come accessibili) o in scatole ispezionabili (per tubi multistrato solo scatole ispezionabili). Presenza dei tappi su tutti i punti terminali dell impianto (sia per successivo collegamento degli apparecchi, sia per futuro ampliamento dell impianto). Presenza del giunto, almeno sull uscita, di tutti i tratti interrati di tubazioni metalliche (rame e/o acciaio) di lunghezza > 3 m, e in ogni caso sui tubi CSST. Presenza del giunto alle estremità di ogni tratto di tubazione in polietilene interrata, collegata a tubazioni metalliche. 19

20 Parte II Accertamento documentale. 8.3 Allegati Obbligatori (ATO) (5 di 8). Elemento; Tubazione sottotraccia; Guaina di attraversamento; Oggetto del controllo. Verificare che non sia stata realizzata all esterno di parete perimetrale (comprese le pareti esterne del balcone) e/o in parti comuni (sia esterne che interne) di edificio plurifamiliare. È ammessa la posa sottotraccia all interno delle unità abitative e sul pavimento dei balconi di proprietà privata. Presenza della guaina di materiale adatto nell attraversamento di muri perimetrali, solai, intercapedini e box (in quest ultimo caso la guaina deve essere metallica). 20

21 Parte II Accertamento documentale. 8.3 Allegati Obbligatori (ATO) (6 di 8). Utilizzo di materiali non previsti dalla norma di riferimento principale. Elemento; Tipo di materiale e riferimento normativo; Tubi multistrato; Tubazioni CSST Oggetto del controllo. Indicazione di eventuali altre norme di riferimento UNI e/o di altri Enti di Normazione di paesi dell U.E. e/o di altri paesi appartenenti allo spazio economico europeo (SEE). In assenza di altre norme deve essere presente un progetto con attestazione di conformità di un Ingegnere iscritto all albo professionale. Corretta installazione del tubo (è vietata la posa in vista). Corretta installazione dei raccordi interrati (in pozzetto ispezionabile) o sottotraccia (in scatole ispezionabili). Corretta installazione all esterno dell edificio e e/o all interno di parti comuni. Corretta installazione nella posa interrata (ammessa esclusivamente con guaina di protezione) e presenza in ogni caso di giunto dielettrico; È vietato il collegamento di apparecchi mobili. 21

22 Parte II Accertamento documentale. 8.3 Allegati Obbligatori (ATO) (7 di 8). Verifica/prova di tenuta dell impianto. Elemento; Oggetto del controllo. Verifica della tenuta; Presenza di dichiarazione di effettuazione della prova con esito positivo e riferimento alla normativa tecnica applicabile. Apparecchi e relative predisposizioni dei locali di installazione. Predisposizioni; Apparecchi; Locali di installazione degli apparecchi; Locali di installazione di più apparecchi; Descrizione di ogni predisposizione e relative indicazioni su: ubicazione, portata termica e aerabilità del locale. Presenza di almeno un apparecchio collegato/da collegare. Indicazione, per ogni apparecchio dichiarato, di: ubicazione, portata termica, necessità di ventilazione e/o aerazione. Presenza, per almeno un apparecchio collegato/da collegare, e per tutti gli apparecchi dichiarati, delle specifiche predisposizioni necessarie: alimentazione gas, ventilazione, aerazione, evacuazione pdc. Indicazione della superficie di ventilazione e/o aerazione totale (se necessaria). 22

23 Parte II Accertamento documentale. 8.3 Allegati Obbligatori (ATO) (8 di 8). Casi particolari passibili di accertamento documentale. Elemento; Impianto che prevede una pluralità non ordinaria di apparecchi o predisposizioni servito da un unico contatore; Impianti previsti per l alimentazione gas, ad uso privato, di cogeneratori o assorbitori. Impianti a uso non tecnologico derivati da impianto a uso tecnologico. Oggetto del controllo. Presenza della documentazione tecnica (Progetto, ATO ecc.) per la descrizione dettagliata e completa dell impianto per ciascuna unità di utilizzo, domestica o similare, prevista e per ogni aspetto rilevante che riguarda la sicurezza. Riferimento alle specifiche disposizioni legislative o normative applicabili e presenza della documentazione tecnica (Progetti, ATO ecc.) con la descrizione dettagliata e completa dell impianto e di ogni aspetto rilevante che riguarda la sicurezza. L accertamento può essere eseguito soltanto in presenza di punto d inizio per poter stabilire in modo univoco la norma specifica applicabile alla parte soggetta ad accertamento [es.: secondo UNI 7129, figura 1b); oppure secondo UNI 11528, figure 1e) o 1f); oppure secondo UNI 8723, figure 1b) o 1c)]. 23

24 Rapporto Tecnico di Compatibilità (RTC) (1 di 4). Impianti a gas destinati ad uso civile, domestico e non domestico, senza limite di portata termica Dati anagrafici dell operatore Rapporto Tecnico n.. Il sottoscritto (cognome e nome). Titolare o legale rappresentante dell impresa (responsabile tecnico).. Titolare o legale rappresentante dello studio (professionista) con sede nel comune di...cap..(prov ) Via n Int. Tel...Fax cell partita iva...c.f Iscritta nel registro delle imprese della CCIA di Iscritta all albo delle imprese artigiane della provincia di. Iscrizione all albo professionale degli/dei. In relazione all impianto gas ubicato in via..n scala..piano interno nel comune di cap (prov ) Dati Anagrafici dell utilizzatore o responsabile dell impianto Cognome e nome In qualità di occupante proprietario altro (specificare) Indirizzo (se diverso da quello dell impianto) Dati e informazioni dell impianto PDR n Matricola contatore n.. Inteso come Nuovo Modificato Trasformato... Utilizzato per cottura cibi riscaldamento acqua sanitaria climatizzazione Altro (specificare) Tipo di combustibile Gas naturale GPL Altro (specificare) Eventuale documentazione disponibile (es. DdC parziale)

25 Linee Guida CIG n Rapporto Tecnico di Compatibilità (RTC) (2 di 4). Apparecchi presenti, per una portata termica complessiva di kw. Riferimento; Apparecchi; Quantità; tipo; portata kw; locale d installazione. Impianto domestico e similare 1) Piano cottura con termocoppia =. 2) Piano cottura senza termocoppia =. 3) Piano cottura + forno con termocoppia =.. 4) Piano cottura + forno senza termocoppia =.. 5) Forno a gas.. =. 6) Caldaia (solo riscaldamento). 7) Caldaia (combinata)... 8) Scaldabagno ) Stufa ) Radiatore a gas ) Altro (specificare)... 12) Altro (specificare).... Impianto non domestico 12) Caldaia ) Generatore A.C.S ) Generatore aria calda... 15) Altro (specificare) ) Altro (specificare)..... NOTE

26 Linee Guida CIG n Rapporto Tecnico di Compatibilità (RTC) (3 di 4). Dichiara di aver eseguito i seguenti controlli; con esito positivo; note; Impianti domestici e similari 1. Percorso tubazioni impianto interno 2. Materiali e sistemi di giunzione adottati 3. Stato di conservazione materiali 4. Tenuta impianto 5. Idoneità luogo d installazione degli apparecchi 6. Collegamento apparecchi all impianto 7. Ventilazione locali d installazione apparecchi (se necessario) 8. Aerazione locali d installazione apparecchi (ove necessario) 9. Materiali sistemi di evacuazione a vista o ispezionabili 10. Compatibilità tra canali/condotti di evacuazione e locali 11. Criteri di posa di canali/condotti di evacuazione 12. Stato di conservazione sistema di evacuazione 13. Compatibilità tra apparecchi e relativi sistemi di evacuazione 14. Assenza interferenze pressione (per apparecchi di tipo B) 15. Sistema di scarico condense (ove necessario) 16. Altro (specificare) 17. Altro (specificare)

27 Linee Guida CIG n Rapporto Tecnico di Compatibilità (RTC) (4 di 4). Dichiara di aver eseguito i seguenti controlli con esito positivo Impianti non domestici (controlli aggiuntivi a quelli precedenti) 20. Compatibilità impianto gas e locale d installazione apparecchi 21. Presenza e corretta posizione valvola combustibile esterna 22. Ventilazione/aerazione locale d installazione apparecchi 23. Altro (specificare) note L impianto è da considerare compatibile se i singoli controlli hanno dato esito positivo NOTE:.. Declina Ogni responsabilità per sinistri a persone, animali o cose, derivanti dall uso dell impianto gas senza che siano state eseguite le prove di funzionalità, o derivanti dalla manomissione delle attuali condizioni dell impianto gas o dal suo utilizzo improprio. Eventuali Allegati alla presente verifica: A seguito delle verifiche eseguite, in considerazione degli esiti positivi ottenuti, l impianto gas risulta Compatibile alla messa in servizio (fatto salvo l esito positivo dei controlli di sicurezza e di funzionalità. Data L operatore (firma).. Timbro

28 Linee Guida CIG n Dichiarazione del progettista. Inerente il rispetto della disciplina antincendio nei progetti per impianti con portata > 116 e 350 kw. Il sottoscritto (cognome e nome). con recapito in (indirizzo dell ufficio /domicilio/tel./pec.). appartenente a (collegio/ordine professionale e n di iscrizione) relativamente all impianto di utenza a gas ubicato nei locali siti nel comune di (prov ) in via.n..scala piano.interno. PDR (n pdr).. in qualità di progettista delle misure antincendio da adottare DICHIARA sotto la propria responsabilità, omissis e nella consapevolezza che le dichiarazioni mendaci omissis di aver elaborato il proprio progetto (data e n del progetto ) commissionato da (dati del soggetto cui sarà emessa fattura.) e attesta che il progetto è stato elaborato nel rispetto della normativa antincendio omissis Oppure in qualità di incaricato della verifica del rispetto della normativa antincendio nel progetto esistente DICHIARA sotto la propria responsabilità, omissis e nella consapevolezza che le dichiarazioni mendaci omissis di aver verificato il progetto realizzato da (data, n del progetto, nominativo e n iscrizione all albo) e attesta che il progetto è stato elaborato nel rispetto della normativa antincendio omissis Data Timbro e Firma leggibile 28

29 GRAZIE PER L ATTENZIONE 29

LA COMPILAZIONE E LA VERIFICA DELL ALLEGATO I/40

LA COMPILAZIONE E LA VERIFICA DELL ALLEGATO I/40 Delibera 40/14 La modulistica per gli installatori LA COMPILAZIONE E LA VERIFICA DELL ALLEGATO I/40 Moreno Barbani Responsabile Emilia Romagna Bologna, 9 settembre 2014 Linee Guida CIG n. 11. Accertamenti

Dettagli

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i.

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. ACCERTAMENTI DOCUMENTALI ai sensi della DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. PRINCIPALI ELEMENTI DI AUTOCONTROLLO AI FINI DELLA CORRETTA COMPILAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DA ACCERTARE 1 PREMESSA Nelle pagine

Dettagli

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i.

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. ACCERTAMENTI DOCUMENTALI ai sensi della DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. PRINCIPALI ELEMENTI DI AUTOCONTROLLO AI FINI DELLA CORRETTA COMPILAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DA ACCERTARE 1 PREMESSA Nelle pagine

Dettagli

Allegati Obbligatori ( DM 37 / 2008 ) DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ N. DEL

Allegati Obbligatori ( DM 37 / 2008 ) DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ N. DEL DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPIANTO Cod. rich. Venditore PDR Committente Impresa / Ditta Responsabile tecnico / Titolare La presente documentazione si riferisce alla seguente tipologia di intervento : impianto

Dettagli

LINEA GUIDA CIG N. 11

LINEA GUIDA CIG N. 11 Ente Federato all UNI 20122 Milano Via Larga, 2 www.cig.it LINEA GUIDA CIG N. 11 ESECUZIONE DEGLI ACCERTAMENTI DOCUMENTALI DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI DI UTENZA A GAS ai sensi della deliberazione dell'autorità

Dettagli

4.1 DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPIANTO

4.1 DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPIANTO 4.1 DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPIANTO Dichiarazione di conformità n Committente Punto di riconsegna (PDR) (1) Impresa / Ditta Responsabile Tecnico / Titolare La presente documentazione si riferisce alla

Dettagli

LINEA GUIDA CIG N. 11

LINEA GUIDA CIG N. 11 20122 Milano Via Larga, 2 www.cig.it LINEA GUIDA CIG N. 11 ESECUZIONE DEGLI ACCERTAMENTI DOCUMENTALI DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI DI UTENZA A GAS ai sensi della deliberazione dell'autorità per l'energia

Dettagli

LINEA GUIDA CIG N. 11

LINEA GUIDA CIG N. 11 Ente Federato all UNI 20122 Milano Via Larga, 2 www.cig.it LINEA GUIDA CIG N. 11 ESECUZIONE DEGLI ACCERTAMENTI DOCUMENTALI DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI DI UTENZA A GAS ai sensi della deliberazione dell'autorità

Dettagli

Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (Legge 46/90, D.M. 20-feb-1992, Del. AEEG 40/04 e succ. mod.)

Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (Legge 46/90, D.M. 20-feb-1992, Del. AEEG 40/04 e succ. mod.) Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (Legge 46/90, D.M. 20-feb-1992, Del. AEEG 40/04 e succ. mod.) Foglio n... Intervento su impianto gas di portata termica totale (Qn) (*) =.

Dettagli

Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori

Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori Seguire i riferimenti posti sul modulo prestampato Rif. (*) La portata termica totale dell impianto gas sul quale sono stati eseguiti i

Dettagli

Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (D.M. 37/08; Delibera AEEGSI 40/14 e successive modifiche e integrazioni)

Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (D.M. 37/08; Delibera AEEGSI 40/14 e successive modifiche e integrazioni) Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (D.M. 37/08; Delibera AEEGSI 40/14 e successive modifiche e integrazioni) SEZIONE 1 Quadro A: dati dell impresa installatore IMPRESA / DITTA

Dettagli

Il sottoscritto (*) residente in: via n. piano interno comune CAP (provincia ) tel. (tel. cellulare e-mail ) Codice Fiscale / Partita IVA:

Il sottoscritto (*) residente in: via n. piano interno comune CAP (provincia ) tel. (tel. cellulare e-mail ) Codice Fiscale / Partita IVA: Allegato H/40 (sezione da compilarsi a cura del venditore) Ragione sociale del venditore Codice del Punto di Riconsegna o codice assegnato dal distributore alla richiesta di attivazione/riattivazione della

Dettagli

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI Schema Impianto realizzato - Relazione con tipologie materiali utilizzati D.M.n.37 del 22 gennaio 2008

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI Schema Impianto realizzato - Relazione con tipologie materiali utilizzati D.M.n.37 del 22 gennaio 2008 ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI Schema Impianto realizzato - Relazione con tipologie materiali utilizzati D.M.n.37 del 22 gennaio 2008 Intervento su impianto gas di portata termica totale (Qn) (*)=............

Dettagli

Allegati Tecnici Obbligatori (Decreto 37/08, Delibera AEEG n. 40/14 e succ. integrazioni e modifiche)

Allegati Tecnici Obbligatori (Decreto 37/08, Delibera AEEG n. 40/14 e succ. integrazioni e modifiche) Tab. 1 Allegati Tecnici Obbligatori (Decreto 37/08, Delibera AEEG n. 40/14 e succ. integrazioni e modifiche) Impresa/Ditta Responsabile Tecnico/Titolare.. Dichiarazione di conformità n Modulo Allegato

Dettagli

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.)

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Foglio n 1 di 6 ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Intervento su impianto gas portata termica (Q n )= 34,10. kw tot Impresa/Ditta: DATI INSTALLATORE Resp. Tecnico/Titolare:

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA D ARTE ( D.M. 37 DEL 22 GENNAIO 2008)

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA DELL IMPIANTO ALLA REGOLA D ARTE ( D.M. 37 DEL 22 GENNAIO 2008) Il sottoscritto titolare/legale rappresentante dell impresa (rag. sociale) Operante nel settore Con sede nel comune di: (prov. ) Via nr. P.IVA: Cod. Fisc. Tel. Fax E-mail Iscritta nel registro delle imprese

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DELL IMPIANTO TERMICO

RELAZIONE TECNICA DELL IMPIANTO TERMICO RELAZIONE TECNICA DELL IMPIANTO TERMICO (Allegato alla dichiarazione di conformità o all attestazione di corretta esecuzione dell impianto a gas di cui al modello I allegato alla Delibera AEEG n 40/04)

Dettagli

Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori

Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori Seguire i riferimenti posti sul modulo prestampato (A) Per una migliore garanzia della integrità del documento è consigliato numerare tutti

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE Art. 9 della Legge n 46 del 5 marzo 1990

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE Art. 9 della Legge n 46 del 5 marzo 1990 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL IMPIANTO ALLA REGOLA DELL ARTE Art. 9 della Legge n 46 del 5 marzo 1990 Il sottoscritto.. titolare o legale rappresentante dell impresa (ragione sociale).operante nel settore

Dettagli

Relazione schematica opere eseguite: tipologia materiali utilizzati

Relazione schematica opere eseguite: tipologia materiali utilizzati Allegati alla dichiarazione di conformità alla regola dell arte delle opere eseguite, di cui al D.MSE 22 gennaio 2008, n. 37 (allegato all attestazione di corretta esecuzione dell impianto a gas di cui

Dettagli

UNI 11528:2014. Impianti a gas di portata termica maggiore di 35 kw. Progettazione, installazione e messa in servizio. ing.

UNI 11528:2014. Impianti a gas di portata termica maggiore di 35 kw. Progettazione, installazione e messa in servizio. ing. UNI 11528:2014 Impianti a gas di portata termica maggiore di 35 kw. Progettazione, installazione e messa in servizio ing. ALBERTO MONTANINI Presidente Assotermica Presidente Commissione Post-Contatore

Dettagli

Del. 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica e per il GAS

Del. 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica e per il GAS Del. 40/04 dell Autorità per l Energia Elettrica e per il GAS Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas Compilazione dei documenti previsti

Dettagli

Note Allegati obbligatori

Note Allegati obbligatori Note Allegati obbligatori (*) La portata termica totale dell impianto gas sul quale sono stati eseguiti i lavori (realizzazione, modifica, sostituzione apparecchi, ecc.), deve essere calcolata sommando

Dettagli

Multistrato per gas Il quadro normativo

Multistrato per gas Il quadro normativo Multistrato per gas Il quadro normativo DM. 37/2008 (in vigore dal 27/03/2008 ex L. 46/1990) Il DM 37/2008 si applica agli impianti posti al servizio degli edifici, indipendentemente dalla destinazione

Dettagli

Tipo di intervento effettuato. Eseguito come: Sez. I: riferimenti inerenti alla documentazione. Cod. rich. Venditore )

Tipo di intervento effettuato. Eseguito come: Sez. I: riferimenti inerenti alla documentazione. Cod. rich. Venditore ) ) ) ) ) ) Cod. rich. Venditore ) Impresa / Ditta Resp.Tecnico / Titolare ) ) ) ) ) )Cod. rich. GESAM S.p.A. ) Sez. I: riferimenti inerenti alla documentazione Quadro A Dichiarazione di Conformità (1) n

Dettagli

Committente Ubicazione impianto di utenza: Comune di: ( ) Via n.

Committente Ubicazione impianto di utenza: Comune di: ( ) Via n. Dati dell'installatore (1) Nominativo titolare/legale rappresentante Impresa/ditta (ragione sociale) Responsabile tecnico/titolare Sede: Comune di: CAP prov. Via n. tel cell fax email Dati del committente

Dettagli

Sezione I : Riferimenti inerenti alla documentazione Quadro A. Dichiarazione di conformità n Impianto gas rif. n data

Sezione I : Riferimenti inerenti alla documentazione Quadro A. Dichiarazione di conformità n Impianto gas rif. n data Allegato a: Dichiarazione di Conformità (ai sensi della Legge 46/90) Attestato di corretta esecuzione impianto gas di cui al modello "B" (Del. N 40/04 dell'aeeg) Sezione I : Riferimenti inerenti alla documentazione

Dettagli

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO, CLIMATIZZAZIONE, CONDIZIONAMENTO E REFRIGERAZIONE (DM. 37/08 art. 1, comma 2, lettera c)

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO, CLIMATIZZAZIONE, CONDIZIONAMENTO E REFRIGERAZIONE (DM. 37/08 art. 1, comma 2, lettera c) TIPO DI LAVORO Installazione, rifacimento, trasformazione, ampliamento di impianto dotato o anche non dotato di canna fumaria collettiva ramificata (Per frigorifero ad adsorbimento alimentato a gas vedere

Dettagli

UNI 7129/2008. Impianti di alimentazione e distribuzione d'acqua fredda e calda - Criteri di progettazione, collaudo e gestione

UNI 7129/2008. Impianti di alimentazione e distribuzione d'acqua fredda e calda - Criteri di progettazione, collaudo e gestione Impianti di alimentazione e distribuzione d'acqua fredda e calda - Criteri di progettazione, collaudo e gestione Ultimo aggiornamento Martedì 27 Luglio 2010 La UNI 7129 edizione 2008 è la più importante

Dettagli

1 321/000000 info@iltubo.it 01234567890 Roma n. 181251 RM 54874

1 321/000000 info@iltubo.it 01234567890 Roma n. 181251 RM 54874 Allegato I/40 ATTESTAZIONE DI CORRETTA ESECUZIONE DELL'IMPIANTO (rilasciata ai sensi della Deliberazione n. 40/2014/R/gas dell Autorità per l Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico) Sezione da compilarsi

Dettagli

Commissionato da : Nel comune di PR Via n scala piano Interno di proprietà di (nome, cognome, o ragione sociale e indirizzo) DICHIARA

Commissionato da : Nel comune di PR Via n scala piano Interno di proprietà di (nome, cognome, o ragione sociale e indirizzo) DICHIARA MINISTRO DELL INDUSTRIA DEL COMMERCIO E DELL ARTIGIANATO DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL IMPIANTO ALLA REGOLA D ARTE Allegato I di cui all art. 7 del Decreto 22 gennaio 2008 n.37 Il sottoscritto Titolare

Dettagli

ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA

ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA Modulo predisposto dal CIG ESEMPIO DI COMPILAZIONE L esempio di compilazione degli allegati tecnici secondo il modulo predisposto dal CIG e dall UNI,

Dettagli

(sezione da compilarsi a cura del venditore) (sezione da compilarsi a cura del cliente finale)

(sezione da compilarsi a cura del venditore) (sezione da compilarsi a cura del cliente finale) Allegato H/40 (sezione da compilarsi a cura del venditore) Ragione sociale del venditore Codice del Punto di Riconsegna o codice assegnato dal distributore alla richiesta di attivazione/riattivazione della

Dettagli

ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA

ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA Modulo predisposto dal CIG ESEMPIO DI COMPILAZIONE L esempio di compilazione degli allegati tecnici secondo il nuovo modulo predisposto dal CIG e dall

Dettagli

Il Comitato Italiano Gas CIG, si riserva di adire le vie legali nei confronti di chi non rispetterà le precedenti condizioni.

Il Comitato Italiano Gas CIG, si riserva di adire le vie legali nei confronti di chi non rispetterà le precedenti condizioni. NOTA PER GLI UTILIZZATORI DELLE PRESENTI LINEE GUIDA Le presenti linee guida, costituiscono un documento tecnico d indirizzo e consultazione, propedeutico ad una corretta attuazione della deliberazione

Dettagli

Delibera n.40/2014 AEEGSI

Delibera n.40/2014 AEEGSI Fare clic per modificare stile Delibera n.40/2014 AEEGSI Novità e adempimenti per installatori e progettisti 1 di 85 26 «Convegno CNA Installazione e impianti» Ore 17,45: «Le procedure e la documentazione

Dettagli

ATTIVAZIONE O RIATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DEL GAS COMBUSTIBILE

ATTIVAZIONE O RIATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DEL GAS COMBUSTIBILE ATTIVAZIONE O RIATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DEL GAS COMBUSTIBILE INDICAZIONI PER CLIENTI FINALI ED INSTALLATORI L'attivazione o riattivazione della fornitura del gas combustibile è svolta esclusivamente

Dettagli

Immobiliare EuroEdil Viale Milano 345 scala: 2 piano: 3 interno: 12 40126 Bologna (BO) Nuovo impianto di condizionamento in civile abitazione.

Immobiliare EuroEdil Viale Milano 345 scala: 2 piano: 3 interno: 12 40126 Bologna (BO) Nuovo impianto di condizionamento in civile abitazione. DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 Prot. N 0007-2010 Data 12/03/2010 Committente: Ubicazione Descrizione: Immobiliare EuroEdil Viale

Dettagli

Allegati Tecnici Obbligatori Foglio 1 di. (DM 37/08) Impresa/Ditta. Resp.Tecnico/Titolare. Committente.

Allegati Tecnici Obbligatori Foglio 1 di. (DM 37/08) Impresa/Ditta. Resp.Tecnico/Titolare. Committente. Allegati Tecnici Obbligatori Foglio 1 di. (DM 37/08) Impresa/Ditta Resp.Tecnico/Titolare Sez. I: Riferimenti inerenti alla documentazione. Quadro A: Dichiarazione di conformità (1) n. Committente Progetti:

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE. art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 0013-2010. Data.

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE. art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 0013-2010. Data. DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 Prot. N 0013-2010 Data 22/03/2010 Committente: Ubicazione Descrizione: Roberto Rossi Via Via Rosselli

Dettagli

LINEA GUIDA CIG N. 12

LINEA GUIDA CIG N. 12 Ente Federato all UNI 20122 Milano Via Larga, 2 www.cig.it LINEA GUIDA CIG N. 12 ATTIVAZIONE O RIATTIVAZIONE DELL IMPIANTO DEL CLIENTE FINALE IIIª EDIZIONE - 2014 NOTA ILLUSTRATIVA Il Progetto di Linea

Dettagli

Roberto Rossi Via Via Rosselli 54 scala: piano: T interno: 2 47522 Cesena (FC) Nuovo impianto solare termico in civile abitazione.

Roberto Rossi Via Via Rosselli 54 scala: piano: T interno: 2 47522 Cesena (FC) Nuovo impianto solare termico in civile abitazione. DICHIARAZIONE DI CONFORMITÁ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE art. 7, Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 Prot. N 0016-2010 Data 22/03/2010 Committente: Ubicazione Descrizione: Roberto Rossi Via Via Rosselli

Dettagli

Milano 27 novembre 2012

Milano 27 novembre 2012 Convegno La nuova norma UNI 10738 Le verifiche e i nuovi materiali negli impianti gas Mario Volongo - Area tecnica CIG 1 Un po di storia sui materiali utilizzati negli impianti a gas 2 Centrali termiche

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE D.M. 22.1.2008, n 37

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE D.M. 22.1.2008, n 37 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA DELL'ARTE D.M. 22.1.2008, n 37 Dichiarazione di conformità n. 001/2010 Il sottoscritto Antonio Verdi titolare o legale rappresentante dell'impresa

Dettagli

Il Comitato Italiano Gas CIG, si riserva di adire le vie legali nei confronti di chi non rispetterà le precedenti condizioni.

Il Comitato Italiano Gas CIG, si riserva di adire le vie legali nei confronti di chi non rispetterà le precedenti condizioni. NOTA PER GLI UTILIZZATORI DELLE PRESENTI LINEE GUIDA Le presenti linee guida, costituiscono un documento tecnico d indirizzo e consultazione, propedeutico ad una corretta attuazione della deliberazione

Dettagli

ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA

ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA ESEMPIO DI COMPILAZIONE L esempio di compilazione degli allegati tecnici secondo un modello predisposto dal CIG e dall UNI, unitamente alla compilazione

Dettagli

1. PREMESSA 2. TUBAZIONI

1. PREMESSA 2. TUBAZIONI 1. PREMESSA Oggetto della seguente relazione è il dimensionamento della rete di distribuzione interna di gas metano, distribuito dalla rete cittadina, a servizio del palazzo sede del Comune di Mesagne

Dettagli

La norma UNI 7129/08 Prima parte: Impianto interno Impianti a gas per uso domestico e similari alimentati da rete di distribuzione

La norma UNI 7129/08 Prima parte: Impianto interno Impianti a gas per uso domestico e similari alimentati da rete di distribuzione La norma UNI 729/08 Prima parte: Impianto interno Impianti a gas per uso domestico e similari alimentati da rete di distribuzione www. impiantitalia.it R08 La norma UNI 729/08 La norma definisce i criteri

Dettagli

aggiorna le disposizioni per gli accertamenti documentali sugli impianti di utenza NUOVI (di nuova installazione);

aggiorna le disposizioni per gli accertamenti documentali sugli impianti di utenza NUOVI (di nuova installazione); FEBBRAIO 2014 Il 6 febbraio 2014 l Autorità per l Energia Elettrica e il Gas (AEEG) ha emanato e pubblicato sul proprio sito la Delibera n. 40/2014/R/gas, Disposizioni in materia di accertamenti della

Dettagli

DELIBERA 40/04 AEEG: LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI GAS COMBUSTIBILI NELL AMBITO DELLA NORMA UNI 7129/2008

DELIBERA 40/04 AEEG: LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI GAS COMBUSTIBILI NELL AMBITO DELLA NORMA UNI 7129/2008 DELIBERA 40/04 AEEG: LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI GAS COMBUSTIBILI NELL AMBITO DELLA NORMA UNI 7129/2008 PROGRAMMA LAVORI ORE 15,00 INIZIO LAVORI 15,15 ACCERTAMENTI DOCUMENTALI 16,00 NORMA UNI 7129/2008

Dettagli

PROCEDURA PER L'ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA PER IMPIANTI DI UTENZA GAS NUOVI

PROCEDURA PER L'ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA PER IMPIANTI DI UTENZA GAS NUOVI PROCEDURA PER L'ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA PER IMPIANTI DI UTENZA GAS NUOVI Procedura per richieste di attivazione della fornitura di gas pervenute al venditore a partire dall'1 aprile 2007 (art. 16,

Dettagli

Il Comitato Italiano Gas CIG, si riserva di adire le vie legali nei confronti di chi non rispetterà le precedenti condizioni.

Il Comitato Italiano Gas CIG, si riserva di adire le vie legali nei confronti di chi non rispetterà le precedenti condizioni. NOTA PER GLI UTILIZZATORI DELLE PRESENTI LINEE GUIDA Le presenti linee guida, costituiscono un documento tecnico d indirizzo e consultazione, propedeutico ad una corretta attuazione della deliberazione

Dettagli

Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas

Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas Disposizioni in materia di accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas In vigore dal 1 luglio 2014 1 Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente regolamento,

Dettagli

Seminario di aggiornamento tecnico Aspetti normativi legati alla sicurezza degli impianti a gas in ambiente domestico

Seminario di aggiornamento tecnico Aspetti normativi legati alla sicurezza degli impianti a gas in ambiente domestico Seminario di aggiornamento tecnico Aspetti normativi legati alla sicurezza degli impianti a gas in ambiente domestico Nuove disposizioni introdotte dalla pubblicazione delle nuova edizione della norma

Dettagli

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n.

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n. Allegato A (da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore: (Denominazione, indirizzo, telefono) Richiesta di attivazione della fornitura di gas: Codice n. RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA

Dettagli

Versione da allegare al preventivo per un nuovo allacciamento

Versione da allegare al preventivo per un nuovo allacciamento Allegato F Versione da allegare al preventivo per un nuovo allacciamento Gentile Cliente, la procedura descritta Le consentirà di assicurarsi la realizzazione del suo impianto di utilizzo del gas nel pieno

Dettagli

UNITA OPERATIVA IMPIANTISTICA ANTINFORTUNISTICA AZIENDA USL DI BOLOGNA

UNITA OPERATIVA IMPIANTISTICA ANTINFORTUNISTICA AZIENDA USL DI BOLOGNA UNITA OPERATIVA IMPIANTISTICA ANTINFORTUNISTICA AZIENDA USL DI BOLOGNA Attività in materia di impianti termici Verifiche impianti di riscaldamento ad acqua calda DM 1/12/1975 Verifiche impianti su segnalazioni

Dettagli

5.1 FAQ 738. RISPOSTA: Riportiamo al riguardo quanto dice la delibera 40/14:

5.1 FAQ 738. RISPOSTA: Riportiamo al riguardo quanto dice la delibera 40/14: FAQ 738 info@ctenergia.it newsletter@tiemme.com DOMANDA: Salve sono un Ingegnere che si occupa di impiantistica, volevo sottoporvi un quesito in merito al tubo multistrato gas che vedo essere di vostro

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI

RIFERIMENTI NORMATIVI RELAZIONE TECNICA IMPIANTO TERMICO RIFERIMENTI NORMATIVI Tutti gli impianti dovranno essere forniti completi in ogni loro singola parte e perfettamente funzionanti, con tutte le apparecchiature ed accessori

Dettagli

LIBRETTO DI IMPIANTO

LIBRETTO DI IMPIANTO 1 LIBRETTO DI IMPIANTO OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE INFERIORE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI) (Sono già

Dettagli

PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014

PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014 PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014 PROGETTO ESECUTIVO PER LAVORI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATI DI E.R.P. COMPOSTO DA N. 8 ALLOGGI SITO

Dettagli

Residente in via/piazza n. Città Provincia DELEGO. Preventivo/fattura intestato a: C.F. Part. IVA tel: Indirizzo di spedizione:

Residente in via/piazza n. Città Provincia DELEGO. Preventivo/fattura intestato a: C.F. Part. IVA tel: Indirizzo di spedizione: Io sottoscritto1 Residente in via/piazza n Città Provincia C.I. n 2 DELEGO La società DUFERCO ENERGIA SPA ad effettuare la/e seguenti operazioni4: Preventivo nuovo impianto Colloca contatore con attivazione

Dettagli

Istruzioni d uso e manutenzione degli impianti termici a gas con portata termica fino a 35 kw

Istruzioni d uso e manutenzione degli impianti termici a gas con portata termica fino a 35 kw Istruzioni d uso e manutenzione degli impianti termici a gas con portata termica fino a 35 kw Allegati alla Dichiarazione di conformità n data Committente. Le presenti istruzioni d uso e manutenzione dell

Dettagli

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n.

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n. Allegato A (da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore: (Denominazione, indirizzo, telefono) Richiesta di attivazione della fornitura di gas: Codice n. RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA

Dettagli

Delibera 40-2014. Modifiche ed Innovazioni

Delibera 40-2014. Modifiche ed Innovazioni Delibera 40-2014 Modifiche ed Innovazioni Campo di applicazione: Il presente regolamento si applica agli impianti di utenza alimentati a gas per mezzo di reti canalizzate per uso non tecnologico ai sensi

Dettagli

CAMPAGNA PROMOZIONALE PER L UTILIZZO IN SICUREZZA DEL GAS METANO

CAMPAGNA PROMOZIONALE PER L UTILIZZO IN SICUREZZA DEL GAS METANO CAMPAGNA PROMOZIONALE PER L UTILIZZO IN SICUREZZA DEL GAS METANO 1 IMPIANTI GAS: LE REGOLE GENERALI A chi mi devo rivolgere? Quando fate realizzare, revisionare o riparare i vostri impianti dovete rivolgervi,

Dettagli

PROVA DI TENUTA DI UN IMPIANTO A GAS UNI 7129-1:2008 UNI 11528:2014

PROVA DI TENUTA DI UN IMPIANTO A GAS UNI 7129-1:2008 UNI 11528:2014 PROVA DI TENUTA DI UN IMPIANTO A GAS UNI 7129-1:2008 UNI 11528:2014 La PROVA DI TENUTA di un impianto gas è una verifica che deve essere eseguita obbligatoriamente su un NUOVO IMPIANTO interno di adduzione

Dettagli

ADOZIONE DEL REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI D UTENZA A GAS. UN NUOVO REGOLAMENTO PENSATO PER LA SICUREZZA.

ADOZIONE DEL REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI D UTENZA A GAS. UN NUOVO REGOLAMENTO PENSATO PER LA SICUREZZA. Delibera 40/04 della Autorità per l Energia Elettrica e il Gas ADOZIONE DEL REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI ACCERTAMENTO DELLA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI D UTENZA A GAS. UN NUOVO REGOLAMENTO PENSATO PER LA

Dettagli

Documentazione da presentare alla societa di distribuzione per impianti di utenza IMPIANTI NUOVI

Documentazione da presentare alla societa di distribuzione per impianti di utenza IMPIANTI NUOVI CAMPO DI APPLICAZIONE Quanto stabilito dalla presente norma si applica esclusivamente alle richieste di fornitura su allacciamenti di utenza nuovi. MODALITA RICHIESTA ATTIVAZIONE Per ogni nuova richiesta

Dettagli

LA COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA - LEGGE n. 46/90 -Settore termoidraulico-

LA COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA - LEGGE n. 46/90 -Settore termoidraulico- LA COMPILAZIONE DEGLI ALLEGATI OBBLIGATORI ALLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITA - LEGGE n. 46/90 -Settore termoidraulico- Pag 1 di 79 Allllegattii Obblliigattorrii IIll Modellllo prropostto dalllla Guiida

Dettagli

Obiettivi e definizioni

Obiettivi e definizioni PAG. 1 / 15 Obiettivi e definizioni L obiettivo che ci si pone con il presente documento è quello di definire le procedure operative necessarie per gestire e documentare l attività di attivazione o riattivazione

Dettagli

Pubblicata su S.O. n. 77- G.U.R.I. n. 99 del 28/04/2004. UNI 10845

Pubblicata su S.O. n. 77- G.U.R.I. n. 99 del 28/04/2004. UNI 10845 ; Sistemi per l evacuazione dei prodotti della combustione asserviti ad apparecchi alimentati a gas. Criteri di Verifica; Risanamento/Ristrutturazione; Intubamento. Pubblicata su S.O. n. 77- G.U.R.I. n.

Dettagli

PROCEDURA PER L ESECUZIONE DELLA VERIFICA DEL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE COMPILAZIONE DEL RAPPORTO DI PROVA

PROCEDURA PER L ESECUZIONE DELLA VERIFICA DEL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE COMPILAZIONE DEL RAPPORTO DI PROVA PROCEDURA PER L ESECUZIONE DELLA VERIFICA DEL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE COMPILAZIONE DEL RAPPORTO DI PROVA I. Premessa La presente procedura costituisce l insieme delle linee guida per l esecuzione delle

Dettagli

NORME TECNICHE IMPIANTI GAS. Norme pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. (Indice di norme integrale in formato pdf)

NORME TECNICHE IMPIANTI GAS. Norme pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. (Indice di norme integrale in formato pdf) NORME TECNICHE IMPIANTI GAS Norme pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (Indice di norme integrale in formato pdf) N.B. Per aprire i files delle norme, che sono in formato PDF,

Dettagli

2) Nome e cognome del titolare o legale rappresentante della ditta installatrice;

2) Nome e cognome del titolare o legale rappresentante della ditta installatrice; LA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Alla fine del lavoro l installatore è tenuto a rilasciare al committente la Dichiarazione di Conformità dei lavori eseguiti, tale dichiarazione per essere valida deve essere

Dettagli

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Relatore : Teresa Mauri - Responsabile Servizio Energia RUOLO PROVINCIA La Provincia, mediante

Dettagli

Interventi di manutenzione ordinaria dello stabile di proprietà comunale sito in piazzale zaccari. Progetto Esecutivo. Capitolato tecnico impianti

Interventi di manutenzione ordinaria dello stabile di proprietà comunale sito in piazzale zaccari. Progetto Esecutivo. Capitolato tecnico impianti Ing. Fabio Gramagna Via V. Emanuele, 131-18012 Bordighera (IM) - Tel./Fax. 0184/26.32.01 fgramagna@gmail.com - fabio.gramagna@ingpec.eu Comune di Bordighera Provincia di Imperia Interventi di manutenzione

Dettagli

SETTORE IMPIANTI TERMOIDRAULICI [DM 37/08 art.1 co. 2 lettere c), d), e) e g)]

SETTORE IMPIANTI TERMOIDRAULICI [DM 37/08 art.1 co. 2 lettere c), d), e) e g)] SETTORE IMPIANTI TERMOIDRAULICI [DM 37/08 art.1 co. 2 lettere c), d), e) e g)] A seguito dell incontro del 20 marzo u.s. e degli accordi presi a maggioranza dei presenti, si trasmette la modifica del calendario

Dettagli

IMPLEMENTAZIONI APPORTATE CON LA VERSIONE 3.1

IMPLEMENTAZIONI APPORTATE CON LA VERSIONE 3.1 Pagina 1 Mestre Venezia, luglio 2015 Siamo lieti di comunicarvi che è disponibile l aggiornamento alla versione 3.1 di iodichiaro2. IMPLEMENTAZIONI APPORTATE CON LA VERSIONE 3.1 VERBALE DI COLLAUDO UNI

Dettagli

Estratto della Norma UNI 10845

Estratto della Norma UNI 10845 Estratto della Norma UNI 10845 Estratto della NORMA UNI 10845 - Febbraio 2000 Sistemi per l evacuazione dei prodotti della combustione asserviti ad apparecchi alimentati a gas. Criteri di verifica, risanamento

Dettagli

UBICAZIONE DELL UNITA MOBILE Indirizzo... Nr... Palazzo... Scala...Piano...Interno...CAP... Località...Comune... Provincia...

UBICAZIONE DELL UNITA MOBILE Indirizzo... Nr... Palazzo... Scala...Piano...Interno...CAP... Località...Comune... Provincia... LIBRETTO IMPIANTO OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE INFERIORE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI) 2 Libretto impianto

Dettagli

UNI 7129 Impianti a gas per uso domestico alimentati da rete di distribuzione Progettazione, installazione e manutenzione

UNI 7129 Impianti a gas per uso domestico alimentati da rete di distribuzione Progettazione, installazione e manutenzione UNI 7129 Impianti a gas per uso domestico alimentati da rete di distribuzione Progettazione, installazione e manutenzione Scopo La presente norma ha lo scopo di fissare i criteri per la progettazione,

Dettagli

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 18 marzo 2004 Adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas dicembre 2000, n. 237/00 (deliberazione n. 40/04) L AUTORITA PER L ENERGIA

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

Canne fumarie. Sommario

Canne fumarie. Sommario Canne fumarie Sommario Legislazione e normativa di riferimento Esempi pratici di allacciamento Canne collettive ramificate Scarico a parete Termostato fumi Esempi di installazioni errate 1 Sommario Legislazione

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO RETE GAS

RELAZIONE DI CALCOLO RETE GAS Via della Madonna n 105, 51100 Pistoia Tel/fax 0573.977477 0573.25014 RELAZIONE DI CALCOLO RETE GAS S. Domenico ASP Via Colle dei Fabbri n 8 51017 Pescia (PT) Premessa di carattere generale La presente

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica

IL DIRETTORE GENERALE per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica DECRETO 19 maggio 2010 Modifica degli allegati al decreto 22 gennaio 2008, n. 37, concernente il regolamento in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici. IL DIRETTORE

Dettagli

RELATIVA ALLA POSISP 05

RELATIVA ALLA POSISP 05 IOSISP10-2 Pag. 1/6 RELATIVA ALLA POSISP 05 INDICE 1. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI E DOCUMENTI... 2 3. RESPONSABILITA... 2 4. MODALITÀ OPERATIVE... 2 5. GRADI DI RISCHIO

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DEGLI IMPIANTI DI INSEGNA LUMINOSA

DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DEGLI IMPIANTI DI INSEGNA LUMINOSA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DEGLI IMPIANTI DI INSEGNA LUMINOSA Istruzioni per la compilazione L art. 7 comma 1 del D.M. 37/08 prevede che Al termine dei lavori, previa effettuazione delle verifiche previste

Dettagli

UNI 11071/03. Impianti a gas per uso domestico asserviti ad apparecchi a condensazione e affini.

UNI 11071/03. Impianti a gas per uso domestico asserviti ad apparecchi a condensazione e affini. Impianti a gas per uso domestico asserviti ad apparecchi a condensazione e affini. Criteri per la progettazione, l installazione, la messa in servizio e la manutenzione. Redatto da Per. Ind. Marco Martinetto

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO DECRETO DELEGATO 13 aprile 2011 n.58 Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto l articolo 12 della Legge 28 ottobre 2005 n.148; Vista la deliberazione

Dettagli

ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS

ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS Edison DG Spa Società a socio unico Sede Legale - Via Pelosa, 20 35030 Selvazzano Dentro PD Tel. +39 049 8739444 ALLACCIAMENTI ALLA RETE GAS Richiedere l allaccio è semplice È sufficiente presentare la

Dettagli

RIEPILOGO DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI ATTIVAZIONE FORNITURA GAS METANO AI SENSI DELLA DELIBERA A.E.E.G. 40/04

RIEPILOGO DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI ATTIVAZIONE FORNITURA GAS METANO AI SENSI DELLA DELIBERA A.E.E.G. 40/04 RIEPILOGO DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA RICHIESTA DI ATTIVAZIONE FORNITURA GAS METANO AI SENSI DELLA DELIBERA A.E.E.G. 40/04 Per la parte Documentazione ALLEGATO A o C ALLEGATO B o D ALLEGATI TECNICI

Dettagli

SCALA - PROVINCIA BELLUNO

SCALA - PROVINCIA BELLUNO TITOLO ELABORATO SISTEMAZIONE DELL AREA PARCHEGGIO E REALIZZAZIONE DI UN AREA ATTREZZATA PER LA SOSTA BREVE DI CAMPER IN LOCALITÀ CANDÀTEN - COMUNE DI SEDICO (BL) FASE PROGETTO ESECUTIVO ELABORATO PROGETTO

Dettagli

PREZZARIO PER ATTIVITÀ ACCESSORIE E/O OPZIONALI NON COMPRESE NELLA TARIFFA DI DISTRIBUZIONE PREZZARIO PER ATTIVITA ACCESSORIE O OPZIONALI

PREZZARIO PER ATTIVITÀ ACCESSORIE E/O OPZIONALI NON COMPRESE NELLA TARIFFA DI DISTRIBUZIONE PREZZARIO PER ATTIVITA ACCESSORIE O OPZIONALI PREZZARIO PER ATTIVITÀ ACCESSORIE E/O OPZIONALI NON COMPRESE NELLA TARIFFA DI DISTRIBUZIONE Rev. 2.0 PREZZARIO PER ATTIVITA ACCESSORIE O OPZIONALI INDICE GENERALE pag. 1 OGGETTO E APPLICABILITÀ 3 1.1 Oggetto

Dettagli

Titolo: ONORARI A DISCREZIONE DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DI UN IMPIANTO Art. 5 DM 37/2008

Titolo: ONORARI A DISCREZIONE DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DI UN IMPIANTO Art. 5 DM 37/2008 Delibera del Consiglio in data 01/06/2011 In vigore dal: 01/06/2011 Sostituisce 01/03/2011 elaborazione Commissione Impianti QUESTA SCHEDA SI APPLICA PER PRESTAZIONI RELATIVE SIA AD OPERE PUBBLICHE CHE

Dettagli

Raccomandazioni generali Il CIG consiglia che: Corsi di formazione propedeutici a percorsi di qualificazione/certificazione siano tenuti da docenti

Raccomandazioni generali Il CIG consiglia che: Corsi di formazione propedeutici a percorsi di qualificazione/certificazione siano tenuti da docenti Programma corsi di formazione per qualificazione/certificazione degli operatori del post contatore gas ai sensi della norma UNI 11554 e del PdR 11/2014. Premessa Il presente documento riporta indicazioni

Dettagli

Listino prezzi per attività al Punto di Riconsegna non comprese nella tariffa di distribuzione

Listino prezzi per attività al Punto di Riconsegna non comprese nella tariffa di distribuzione Gritti Gas Rete S.r.l. Via Carducci, 2 26900 Lodi (LO) Condizioni Economiche Attività Presso il Punto di Riconsegna (PDR) Listino prezzi per attività al Punto di Riconsegna non comprese nella tariffa di

Dettagli

Disposizioni per esercizio, manutenzione ed ispezione impianti termici

Disposizioni per esercizio, manutenzione ed ispezione impianti termici Disposizioni regionali Disposizioni per esercizio, manutenzione ed ispezione impianti termici Regione Lombardia Relazione predisposta da Teresa Mauri Responsabile del Servizio Energia IMPIANTI NUOVI IMPIANTI

Dettagli

Testo coordinato con le integrazioni e modifiche apportate dalla deliberazione 22 luglio 2004, n. 129/04

Testo coordinato con le integrazioni e modifiche apportate dalla deliberazione 22 luglio 2004, n. 129/04 Deliberazione dell Autorità per l energia elettrica e il gas 18 marzo 2004, n. 40/04 in materia di adozione del regolamento delle attività di accertamento della sicurezza degli impianti di utenza a gas

Dettagli