TLC 4^ - Nuove norme

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TLC 4^ - Nuove norme"

Transcript

1 TLC 4^ - Nuove norme Deregulation Dal 1 gennaio 1998, a seguito della liberalizzazione dei servizi di telefonia fissa, altri gestori di reti possono operare in concorrenza con Telecom Italia; finora le licenze rilasciate per la telefonia vocale sono una trentina. A livello europeo, il processo di liberalizzazione è stato avviato nel 1990 con la pubblicazione della Direttiva 90/388/EC sull Open Network Provision (ONP). Mentre in Italia il processo di liberalizzazione vero e proprio ha preso avvio dal 1996 e dopo un anno il Parlamento ha approvato con la legge 249 la creazione dell Autorità del settore. Sempre nel 1997 è stato pubblicato il Telecommunication Act nazionale, cui hanno fatto seguito diversi Decreti Ministeriali (DM) attuativi. Per maggiore chiarezza si riportano in forma tabellare le principali scadenze regolamentari previste dalla normativa vigente. 1 luglio 1999 introduzione della number portability per numerazioni relative ai servizi mobili (in fase di discussione) 1 dicembre 1999 chiusura del periodo di parallelismo tra i codici 162 e 167 e il codice gennaio 2000 introduzione della Carrier Preselection 1 gennaio 2000 introduzione della Number Portability di numeri geografici e non geografici tra operatori di telefonia fissa 29 dicembre 2000 introduzione del piano organizzato per servizi relativamente alla telefonia di rete fissa e mobile 15 giugno 2001 fine del periodo transitorio relativo alla introduzione del piano organizzato per servizi Numerazione Fino al momento della liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni la risorsa numerazione, in Italia, è sempre stata sotto il controllo di Telecom Italia. Con la pubblicazione del DM licenze questa situazione è cambiata, in esso infatti è specificato come, contestualmente al rilascio di una licenza individuale, debbano essere assegnate dalla Autorità di settore le risorse di numerazioni necessarie per la prestazione del servizio di telefonia vocale, per l installazione e fornitura di reti di telecomunicazioni pubbliche, per la prestazione di servizi di comunicazioni mobili e personali e infine per l espletamento di servizi offerti al pubblico che richiedono l utilizzo di specifiche numerazioni. In base a quanto fissato dalla legge, ad oggi è già avvenuto il passaggio della gestione delle numerazioni da parte di Telecom Italia all Autorità del settore, cui si devono rivolgersi tutti i gestori, Telecom Italia compresa, per ottenere l assegnazione di nuove numerazioni. L assegnazione della risorsa numerazione è regolamentata dal DM 27 febbraio 1998 (Disciplina della numerazione), al momento in fase di revisione. In particolare vengono definite le modalità di assegnazione, prenotazione e revoca per tipo di risorsa. In linea con quanto avvenuto in tutti gli altri paesi europei ed extraeuropei, le numerazioni geografiche sono condivise tra tutti gli operatori utilizzando la stessa ripartizione territoriale, sancita nel decreto che rivisita la struttura territoriale in 696 aree locali e 232 distretti. Da questa scelta deriva che la struttura della numerazione per tutti gli operatori è integrata con quella della clientela di Telecom Italia e in particolare si hanno: aree locali comuni e identico trattamento per tutti gli operatori; numerazioni integrate su tali aree per archi da numeri contigui. Numerazioni per servizi geografici e per servizi mobili, di comunicazioni personali e satellitari Le numerazioni per gli operatori di servizi mobili (indicativi distrettuali a tre cifre sulla decade 3) e quelle per gli operatori satellitari (indicativo distrettuale a cinque cifre sulla decade 5) hanno entrambe la lunghezza massima di 10 cifre "0" escluso. Codici in decade "1" Relativamente alle risorse di numerazione di decade "1" i punti d interesse trattati dal DM per la disciplina della numerazione sono riportati di seguito. Servizi di emergenza: il DM specifica che i codici che consentono all utenza di accedere ai servizi di emergenza sono univoci, ed è compito dell Autorità stabilire, eventualmente, i nuovi codici e modificare ed eliminare i codici già esistenti. I codici di emergenza sono gratuiti al chiamante e sono senza addebito al chiamato, in rete inoltre hanno un trattamento che ne garantisce il servizio anche in condizioni particolari. Ad esempio gli utenti morosi devono comunque avere la possibilità di accedere a questi codici. Sono definiti come tali: TEL3_bis.doc pag. 1

2 112 - Pronto intervento Carabinieri; Soccorso pubblico di emergenza; Vigili del fuoco; Emergenza sanitaria. Servizi di addebito al chiamato: fino alla data del 1 febbraio 1999 Telecom Italia ha conservato l uso esclusivo del codice a tre cifre 167 per i servizi di addebito al chiamato, mentre gli altri operatori hanno condiviso il codice 162. Successivamente a tale data è stata prevista la convergenza dei due codici sul codice a tre cifre 800; la modalità di convergenza prevede la sostituzione dei codici 167 e 162 con il codice 800, lasciando inalterata la parte restante del numero assegnato al cliente. È stato previsto un periodo transitorio (1 febbraio dicembre 1999) durante il quale è possibile usare indifferentemente i codici 167, 162 e il codice 800. Servizi di addebito ripartito: il codice 147 per i servizi di addebito ripartito è condiviso da tutti gli operatori con identificazione dell operatore in quarta cifra. Telecom Italia conserva le due cifre "0" e "8" attualmente utilizzate a seguito del codice 147. È in corso di definizione la convergenza di queste numerazioni su un codice in decade 8, in analogia a quanto già fatto per i servizi di addebito al chiamato. Dal 1 dicembre 2000 i numeri che iniziavano con 147 (il codice identificativo dei Numeri Ripartiti che le aziende attivano per offrire informazioni e servizi ai clienti) sono stati sostituiti da numeri che iniziano con 840 o con 949, cui corrispondono due diversi prezzi di servizio. Le sei cifre dopo il codice, invece, sono rimaste invariate. Il prezzo di una chiamata a un Numero Ripartito è il seguente: - per le chiamate ai numeri 840-0XX XXX: 127 lire (IVA esclusa); - per le chiamate ai numeri 848-8XX XXX: normale prezzo di una telefonata urbana. Servizi di tariffa premio: i codici 144 e 166 mantengono l attuale suddivisione, in relazione agli scaglioni tariffari, basata sulla quarta cifra; le numerazioni sono condivise fra tutti gli operatori. Nuovo piano di numerazione organizzato per servizi Con l'introduzione della selezione completa (obbligo di digitare il prefisso anche per le chiamate urbane) avvenuta il 18 dicembre 1998 ha avuto inizio l'evoluzione del Piano di Numerazione Nazionale verso un piano per servizi. Al fine di completare l evoluzione del piano e quindi avere effettivamente una numerazione per servizi strutturata in cui la prima cifra digitata dall utente identifichi il servizio (ad esempio 0 per le chiamate verso rete fissa, 3 per le chiamate verso rete mobile), sono previste altre due tappe significative per l utenza: 29/12/2000: inizio transitorio per le chiamate destinate a reti mobili che dovranno essere effettuate omettendo lo 0 come prima cifra; le chiamate destinate a reti mobili effettuate con la selezione della prima cifra 0 saranno parimenti trattate. 15/06/2001: fine transitorio: reti mobili raggiungibili esclusivamente con omissione dello 0 in fase di selezione; la decade 3, in prima cifra, assume definitivamente valore di decade di servizio per reti mobili. L evoluzione del Piano di Numerazione Nazionale ha lo scopo di aumentare gli archi di numerazione, oggi risorsa critica, disponibili per i vari operatori presenti sul territorio nazionale. In particolare sarà possibile: aprire nuove numerazioni di rete mobile in decade 3 che utilizzano indicativi ad oggi utilizzati da rete fissa (ad es. l utenza potrà selezionare 0321xxxx per chiamate verso il distretto di Novara oppure 321xxxx per chiamate verso la rete mobile cui sarà assegnato questo codice); aprire numerazioni di rete fissa in decade 0 che utilizzano indicativi ad oggi utilizzati da rete mobile (ad es. l utenza potrà selezionare 368xxxx per chiamate verso rete mobile oppure 0368xxxx per chiamate verso il distretto a cui verrà assegnato questo codice in overlay); aprire nuove decadi di servizio per utenza di rete fissa. Affinché sia possibile ottenere i vantaggi descritti è necessario che per i numeri di rete fissa la cifra "0" prima dell'indicativo distrettuale diventi numero significativo e come tale trasportato in rete, questo impone degli interventi sincronizzati su tutta la rete sia di Telecom Italia che degli altri Operatori. Tale tipo di interventi è attualmente in fase di studio e definizione da parte di tutti gli operatori nelle opportune Commissioni ministeriali. TEL3_bis.doc pag. 2

3 Interconnessione Dal 1 gennaio 1998 Telecom Italia sta offrendo il servizio di telefonia vocale in concorrenza con altri operatori di rete fissa. Deve quindi essere garantita a tutti i clienti degli operatori autorizzati la possibilità di effettuare e ricevere chiamate (terminazione chiamate su clienti di Telecom Italia e dell operatore nuovo entrante rispettivamente) e di accedere ai medesimi servizi di telefonia vocale offerti da Telecom Italia alla propria clientela. Contestualmente Telecom Italia deve consentire ai suoi clienti di accedere alla rete di lunga distanza nazionale o internazionale degli Operatori interconnessi autorizzati (Carrier Selection). A tal fine, a luglio 1997 Telecom Italia, adeguandosi al regime legislativo Europeo, aveva individuato un set minimo di servizi di interconnessione e ne aveva definito le caratteristiche e i costi nel Listino prescrittivo di Interconnessione. Il listino è servito da riferimento fino a quando il regolatore non ha emesso il DM 23 aprile 1998 che stabilisce le disposizioni in materia di interconnessione nel settore delle telecomunicazioni. A questo a fatto seguito, nel dicembre 1998, la versione aggiornata dell Offerta di interconnessione di riferimento di Telecom Italia. Offerta di interconnessione di riferimento di Telecom Italia - dicembre 1998 Nell offerta di riferimento relativa al 1998 è stato definito il listino per l interconnessione e il listino per l accesso alla rete di Telecom Italia in linea con quanto richiesto dal DM 23 aprile I livelli di interconnessione alla rete di Telecom Italia previsti sono: centrale internazionale Stadio di Gruppo di Transito (SGT) Stadio di Gruppo Urbano (SGU) Per i servizi di trasporto del traffico commutato sono previste diverse tipologie di servizi: 1. servizio di terminazione: - via SGU; - via singolo SGT; - via doppio SGT. 2. servizio di raccolta da abbonati Telecom Italia e Telefonia Pubblica: - via SGU; - via singolo SGT; - via doppio SGT. 3. servizio di transito: - via singolo SGT; - via doppio SGT. 4. servizio di trasporto per traffico internazionale uscente. 5. servizi di accesso da abbonato di altro operatore ad alcuni servizi accessori e supplementari offerti sulla rete Telecom Italia. Misure Regolamentari asimmetriche Per favorire lo sviluppo della concorrenza nel settore delle telecomunicazioni gli organi di regolamentazione europei hanno stabilito alcune misure asimmetriche, ossia imposizioni per il solo operatore dominante, fissandone i principi generali e le date ultime di realizzazione. In particolare è stata imposta la realizzazione di servizi utili a favorire i nuovi entranti, questi sono la Carrier Selection Easy Access, la Number Portability e la Carrier Preselection. In Italia queste misure sono state tutte recepite dall Autorità nazionale, sia nei principi generali che nelle date ultime di introduzione; inoltre l Autorità nazionale ha richiesto un servizio aggiuntivo: l Unbundling del Local Loop, per il quale al momento sono in fase di discussione modalità e tempi di introduzione. Carrier Selection Easy Access La Carrier Selection è una prestazione che permette ad un operatore nuovo entrante di offrire servizi di trasporto commutato di lunga distanza alternativi, condividendo con l operatore dominante la rete di raccolta dell utente. In particolare, la carrier selection easy access permette al cliente di scegliere su base chiamata un operatore diverso da quello di accesso per chiamate a lunga distanza nazionali, internazionali e verso i mobili; dal punto di vista del cliente la selezione dell operatore avviene utilizzando uno specifico codice posto in testa al numero. Telecom Italia non fattura al cliente le chiamate effettuate in Carrier Selection ma è l operatore alternativo che si occupa di fatturare direttamente al cliente tali chiamate, versando a Telecom Italia un corrispettivo per la raccolta del traffico (Access Charge di raccolta). Secondo quanto previsto dal Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) numero 318, l obbligo di fornire la prestazione è in capo ai soli operatori di rete fissa detentori di notevole forza di mercato (al momento solo Telecom Italia è in questa categoria) e TEL3_bis.doc pag. 3

4 la data ultima di introduzione della prestazione era l 1 gennaio 1998, data che è stata rispettata da Telecom Italia. Carrier Preselection La Carrier Preselection è una particolare modalità di carrier selection. Permette al cliente di scegliere, in modo permanente, un operatore diverso da quello di accesso per chiamate a lunga distanza nazionali, internazionali e verso i mobili; la scelta del Carrier avviene tramite sottoscrizione da parte del cliente e può essere modificata su base chiamata tramite carrier selection easy access; in particolare i clienti Telecom Italia avranno la possibilità di override della preselection tramite codice 1033 assegnato a Telecom Italia. Anche per questa prestazione Telecom Italia non fatturerà al cliente le chiamate effettuate ma sarà l operatore alternativo che si occuperà di fatturare direttamente al cliente tali chiamate, versando a Telecom Italia un corrispettivo per la raccolta del traffico (Access Charge di raccolta). Si evidenzia comunque che in questo caso, a differenza che per l Easy Access visto sopra, la fornitura del servizio ha anche un insieme di implicazioni gestionali ben definite. In particolare, Telecom Italia sarà coinvolta nella fase di provisioning per modificare nello SGU il profilo di ogni utente ogni volta che egli richiederà l attivazione verso un nuovo Carrier. Inoltre, è previsto anche un coinvolgimento nella gestione dei reclami sui singoli utenti, provenienti sia dai Carrier che direttamente dagli utenti stessi. Gli aspetti di interazione gestionale tra Telecom Italia ed i Carrier sono in fase di studio. Secondo quanto previsto dal DPR 318 e dal DM per la disciplina della numerazione, l obbligo di fornire la prestazione è in capo ai soli operatori di rete fissa detentori di notevole forza di mercato e la data ultima di introduzione della prestazione è l 1 gennaio Number portability La "Number Portability" (NP) è una prestazione che dà la possibilità all utente di mantenere il proprio numero telefonico cambiando operatore, oppure locazione geografica, oppure servizio. Più precisamente si possono identificare tre diversi tipi di NP: Portabilità tra operatori (Service Provider Portability): un utente del servizio telefonico mantiene il proprio numero telefonico quando cambia operatore. Portabilità tra locazioni geografiche (Location Portability): un utente mantiene il proprio numero telefonico quando cambia la sua locazione fisica (trasloco purché nell ambito della stessa area di tassazione). Portabilità tra servizi (Service Portability): un utente mantiene il proprio numero quando cambia servizio; è ovvio che lo "spostamento" è consentito solo tra categorie di servizio simili (ad es. da servizio POTS a ISDN e non, ad esempio, da Numero Verde a Tariffa Premio in quanto si perderebbe la connotazione tariffaria tipica del servizio contenuta nella numerazione). La regolamentazione impone la portabilità tra operatori sia di rete fissa che di rete mobile mentre la portabilità geografica e tra servizi è da considerarsi un opportunità commerciale. Relativamente alla portabilità tra reti fisse, in linea con quanto definito in ambito nazionale, è in fase di realizzazione la number portability per numerazioni geografiche e non geografiche. La data di introduzione del servizio non è ancora stata ufficialmente fissata, ma alla luce degli indirizzi comunitari (Direttiva 98/61 in fase di recepimento), essa è posizionata al 1 gennaio Relativamente alla portabilità tra reti mobili, sebbene la regolamentazione attuale fissi la data ultima di introduzione della prestazione al 1 luglio 1999, è probabile uno slittamento della stessa. La soluzione di rete identificata in sede ministeriale, prevede il coinvolgimento dell operatore di cui era sottoscrittore il cliente portato (Donor), tale operatore deve farsi carico di riconoscere le chiamate dirette all utente portato e di reinstradarle verso la rete del nuovo operatore (Recipient). Per la Number Portability, le implicazioni gestionali sono ancora maggiori di quanto evidenziato sopra per la Carrier Preselection. Per questa prestazione, Telecom Italia sarà coinvolta in modalità diverse nella fase di provisioning a seconda che si tratti di prima portabilità oppure di portabilità successive. Nel primo caso occorrerà cessare, dal punto di vista ammistrativo, il cliente, modificare il suo profilo su SGU e configurarlo su Rete Intelligente (RI). Nel secondo caso, sarà aggiornata solo la configurazione in RI. Inoltre, è sempre previsto anche un coinvolgimento nella gestione dei reclami relativi agli utenti portati, in questo caso provenienti solo dai Carrier. Relativamente agli aspetti di interazione gestionale tra Telecom Italia ed i Carrier sono stati scelti: il "modello assicurazione" per i rapporti utente - operatore: l utente che intende richiedere il servizio di Number Portability deve rivolgersi direttamente al nuovo operatore che si fa carico delle interazioni verso l operatore Donor; il "modello bilateral agreement" per i rapporti tra operatori: secondo tale modello non è necessaria la presenza di un entità super partes che regoli i rapporti tra gli operatori. TEL3_bis.doc pag. 4

5 Per quanto riguarda la ripartizione dei costi è previsto un riconoscimento all operatore Donor per i costi sostenuti, secondo criteri non ancora stabiliti. Unbundling del Local Loop L Unbundling del Local Loop è il mezzo più veloce ed economico, per gli operatori nuovi entranti, di accedere direttamente al cliente finale. L accesso diretto al cliente finale può essere realizzato con le seguenti due modalità: affitto dal Dominante della infrastruttura trasmissiva fino alla sede del cliente - Copper Rental; affitto dal Dominante di un canale trasmissivo con determinate caratteristiche - Bit Stream Access. In entrambi i casi al Dominante rimane la responsabilità della manutenzione del circuito e nel caso del Bitstream anche il controllo sulle funzionalità del servizio. Nel caso del copper rental si hanno delle problematiche di compatibilità tra sistemi nello stesso cavo e la necessità di condividere con gli altri operatori regole per l utilizzo dei sistemi nel cavo che permettano di limitare al massimo i fenomeni di diafonia. Anche nel caso dell Unbundling del Local Loop sono da evidenziare diverse implicazioni gestionali, sia in fase di provisioning delle risorse della rete di accesso, sia di manutenzione e gestione reclamo con caratteristiche di complessità e numerosità comparabili con i casi Carrier Preselection e Number Portability. L analisi di queste implicazioni è, al momento, in fase di studio. Da un punto di vista regolamentare la Regolamentazione Comunitaria non tratta al momento in maniera diretta dell Unbundling del Local Loop; indicazioni specifiche sull argomento dovrebbero essere contenute nel pacchetto regolamentare del 1999, la cui attuazione è prevista per il Il quadro normativo Comunitario considera l Unbundling del Local Loop non attinente alla interconnessione, ma riporta gli obblighi di accesso disaggregato a livello di rete locale alla dottrina dell "essential facility". Per quanto riguarda la Regolamentazione nazionale, secondo quanto previsto dalla delibera dell Autorità 1/CIR/98, è stato istituito un tavolo tecnico presso l Autorità, che ha il compito di emanare, entro dicembre 1999, le specifiche tecniche, procedurali ed economiche per l attuazione di misure relative all accesso a livello periferico e a livello di rete di distribuzione. In particolare il tavolo ha il compito di individuare gli elementi che dovranno essere oggetto di unbundling e la modalità con la quale Telecom Italia dovrà offrire ai nuovi entranti la possibilità di raggiungere direttamente l utenza finale: copper rental, bit stream o entrambi. TEL3_bis.doc pag. 5

6 4. Tariffe telefoniche LO SCATTO Il costo dello scatto telefonico è regolato per legge. Da molti anni è fissato nella misura di Lire 127 (+ IVA), per qualunque tipo di linea (RTG, ISDN, ecc.), qualunque distanza (urbana, interurbana, internazionale), qualunque tipo di contenuto (fonia, fax, trasmissione dati).quello che cambia è il periodo fra un impulso e l'altro, che poi determina il numero degli scatti effettuati e quindi l'importo da pagare. Pertanto, quando vengono variate le tariffe telefoniche, ciò che si modifica è questo periodo, mentre lo scatto continua a valere 127 Lire. L'IVA, attualmente al 19%, porta il costo totale a circa 151 Lire. Da quando il monopolio telefonico non è più della Telecom, possiamo trovare vari gestori con tariffe diverse quindi abbiamo un mercato libero. Le tariffe si differenziano in base all utilizzo di apparecchi fissi o apparecchi mobili. TARIFFE TELEFONICHE. ECCO LE NOVITA. Le nuove tariffe telefoniche, approvate con decreto del Ministero delle Poste e Telecomunicazioni, hanno il fine di avvicinare il sistema tariffario italiano agli standard europei. Ecco in sintesi le più importanti novità: La tariffa notturna per le telefonate urbane viene anticipata alle 18,30 dei giorni feriali, alle 13,00 del sabato e viene applicata all intera giornata dei festivi; le tariffe urbane relative alle altre fasce orarie restano invariate. Diminuiscono le tariffe delle telefonate interurbane. Diminuiscono le tariffe delle telefonate internazionali per Canada e USA. Il canone mensile di abbonamento abitazione aumenta di lire dal 1 ottobre 1996 e di dal 1 marzo Il canone a condizioni agevolate resta invariato e in più cresce il numero degli scatti a tariffa agevolata. Il costo dello scatto resta invariato a 127 lire (a 200 lire IVA inclusa per i telefoni pubblici). Costi Linee affittate (CDA CDN) fonte ANUIT Costi Linee Commutate fonte ANUIT Qui di seguito riportiamo in maggiore dettaglio i principali cambiamenti delle tariffe telefoniche. Traffico urbano TUT. La diminuzione della spesa media per il traffico urbano a tempo (TUT) viene stimata, restando ferme le abitudini di consumo, intorno al 2,9%. Infatti, la tariffa notturna, pari a 1 scatto ogni 6 minuti e 40 secondi, prende il posto della tariffa serale, che prevedeva 1 scatto ogni 5 minuti. Essa viene anticipata alle 18,30 dei giorni feriali, alle 13,00 del sabato e viene applicata all intera giornata dei festivi. Di conseguenza (come mostrato nella tabella 1) viene ridotto a 3 il numero delle fasce orarie: di punta, ordinaria e serale/notturna. TEL3_bis.doc pag. 6

7 Traffico interurbano. La prima novità riguarda la riduzione delle tariffe, così come riportato nella tabella 2. La seconda novità riguarda quasi 7 milioni di clienti le cui telefonate interurbane settoriali dirette a località vicine (es.: Riccione-Rimini, Firenze- Calenzano, Cagliari-Villasimius) vengono tariffate come quelle del traffico urbano TUT con una riduzione di spesa pari al 47% medio. Traffico internazionale. La riduzione media delle tariffe per le chiamate verso USA e Canada è di circa l 11,8%. Infatti sono stati modificati, ampliandoli, i ritmi di tassazione per le comunicazioni verso questi paesi. Ad esempio, prima la fascia ordinaria prevedeva uno scatto ogni 6,80 secondi, oggi il ritmo è più lento, con uno scatto ogni 8,30 secondi. In più la fascia ridotta e la fascia super ridotta sono state unificate in una nuova fascia più conveniente. Traffico ISDN. Per la rete ISDN le tariffe urbane e interurbane subiscono le stesse riduzioni previste per il traffico sulla rete telefonica generale. Canone di abbonamento. Per le abitazioni private (cat. B) l aumento è di L al mese dal 1 ottobre 1996 e di L al mese dal 1 marzo1997. Rimane invariato a L mensili il canone "abitazioni" per gli abbonamenti successivi al primo (anche nelle seconde case). Per la categoria affari l aumento è di L mensili. L abbonamento alla rete ISDN e il supplemento per le reti non TUT non subiscono invece alcun aumento. Canone a condizioni agevolate. Resta invariato il canone di abbonamento a condizioni agevolate (L al mese per il singolo, L per il duplex). Aumenta il numero degli scatti mensili agevolati (a L. 50), che passa da 40 a 50. Aumenta anche il numero degli scatti mensili a L. 346, che passa da 50 a 60. Oltre il 110 scatto la tariffa torna a L.127. In pratica, grazie alle condizioni agevolate, questo tipo di contratto è conveniente per tutti coloro che effettuano conversazioni fino a un massimo di 93 scatti mensili (con le precedenti tariffe questo limite era di 69 scatti). Telefoni pubblici. Il costo dello scatto rimane invariato a L. 200 (IVA inclusa). Tutte le riduzioni tariffarie dovute all ampliamento dei ritmi di tassazione urbani e interurbani sono usufruibili anche dagli impianti pubblici. Per le sole comunicazioni interurbane (escluse le settoriali tariffate come le urbane TUT), gli scatti alla risposta passano da 1 a 2. Tab. 1 - TRAFFICO URBANO Fasce Orarie Tariffa di punta - Dalle ore 8.30 alle ore dei giorni feriali, escluso il sabato Tariffa ordinaria - Dalle ore8.00 alle 8.30 e dalle ore alle ore dei giorni feriali, escluso il sabato; dalle ore 8.00 alle ore del sabato Tariffa serale - Dalle ore alle dei giorni feriali, escluso il sabato; dalle ore alle ore del sabato; dalle ore 8.00 alle ore dei giorni festivi Tariffa notturna - Dalle ore 0.00 alle ore 8.00 e dalle ore alle ore di tutti i giorni * Valido anche per le telefonate urbane settoriali Ritmo degli scatti Precedente 2 min. 50 sec. 3 min. 40 sec. 5 min. 6 min. 40 sec. Nuovo* 2 min. 50 sec 3 min. 40 sec 6 min. 40 sec. 6 min. 40 sec. TEL3_bis.doc pag. 7

Gerarchia dei centri di commutazione

Gerarchia dei centri di commutazione Gerarchia dei centri di commutazione Ripartizione del territorio Ai fini dell espletamento el servizio telefonico ad uso pubblico, il territorio nazionale viene suddiviso in aree telefoniche urbane, caratterizzate,

Dettagli

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2013 SERVIZI DI RACCOLTA, TERMINAZIONE E TRANSITO DELLE CHIAMATE NELLA RETE TELEFONICA PUBBLICA FISSA CON INTERCONNESSIONE TDM (MERCATI 2, 3 ed ex 10) 31 Ottobre

Dettagli

Scritto da Administrator Sabato 06 Settembre 2008 16:40 - Ultimo aggiornamento Sabato 19 Giugno 2010 19:14

Scritto da Administrator Sabato 06 Settembre 2008 16:40 - Ultimo aggiornamento Sabato 19 Giugno 2010 19:14 Orientarsi tra i numeri telefonici Riferimenti normativi Questa sezione della guida vuole aiutarti a riconoscere le numerazioni, per poter distinguere i vari tipi di servizio abbinati ad ognuna di esse

Dettagli

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2007

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2007 OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2007 SERVIZI DI RACCOLTA, TERMINAZIONE E TRANSITO DELLE CHIAMATE NELLA RETE TELEFONICA PUBBLICA FISSA (MERCATI 8, 9 e 10) 30 Ottobre 2006 Tutti i diritti riservati

Dettagli

CARTA DELLE GARANZIE PER L ACCESSO DEI CLIENTI DI TELECOM ITALIA ALLE NUMERAZIONI NON GEOGRAFICHE 1 14 MARZO 2001

CARTA DELLE GARANZIE PER L ACCESSO DEI CLIENTI DI TELECOM ITALIA ALLE NUMERAZIONI NON GEOGRAFICHE 1 14 MARZO 2001 CARTA DELLE GARANZIE PER L ACCESSO DEI CLIENTI DI TELECOM ITALIA ALLE NUMERAZIONI NON GEOGRAFICHE 1 14 MARZO 2001 * * * La presente Carta delle Garanzie è prevista dall Offerta di Interconnessione di Riferimento

Dettagli

CONCETTI BASE FONIA FISSA MB

CONCETTI BASE FONIA FISSA MB CONCETTI BASE FONIA FISSA MB Febbraio 2009 FORMAZIONE VENDITE FISSO INDICE Il collegamento alla rete: pag 3 Selezione dell operatore (CS) Preselezione automatica dell operatore (CPS) Distacco fisico da

Dettagli

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE Allegato C alla delibera n. 417/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di intervento, con particolare riferimento alle

Dettagli

OFFERTA DI RIFERIMENTO DEI SERVIZI DI INTERCONNESSIONE ALLA RETE MOBILE NOVERCA ANNO 2016

OFFERTA DI RIFERIMENTO DEI SERVIZI DI INTERCONNESSIONE ALLA RETE MOBILE NOVERCA ANNO 2016 OFFERTA DI RIFERIMENTO DEI SERVIZI DI INTERCONNESSIONE ALLA RETE MOBILE NOVERCA ANNO 2016 Sommario 1 Introduzione 2 Servizi offerti 2.1 Servizio di terminazione sulla rete mobile 2.2 Servizi finalizzati

Dettagli

Delibera 6/00Cir Delibera n. 6/00/CIR "Piano di numerazione nel settore delle telecomunicazioni e disciplina attuativa" In corso di pubblicazione

Delibera 6/00Cir Delibera n. 6/00/CIR Piano di numerazione nel settore delle telecomunicazioni e disciplina attuativa In corso di pubblicazione Delibera 6/00Cir Delibera n. 6/00/CIR "Piano di numerazione nel settore delle telecomunicazioni e disciplina attuativa" In corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana Pubblicata

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE b. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di

Dettagli

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2011

OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2011 Offerta di Riferimento di 2011 (Mercati 2,3 e ex 10) OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA 2011 SERVIZI DI RACCOLTA, TERMINAZIONE E TRANSITO DELLE CHIAMATE NELLA RETE TELEFONICA PUBBLICA FISSA (MERCATI

Dettagli

prezzi iva esclusa Offerta valida sino al 30-09-2014

prezzi iva esclusa Offerta valida sino al 30-09-2014 NUOVO CONTRATTO VARIAZIONE DI CONTRATTO ATTIVO prezzi iva esclusa Offerta valida sino al 30-09-2014 TELEFONIA UNLIMITED Contributo attivazione incluso Mantieni GRATUITAMENTE i tuoi numeri di telefono Pubblicazione

Dettagli

Delibera n 10/99 Condizioni economiche delle comunicazioni FISSO-MOBILE originate dalla rete Telecom Italia

Delibera n 10/99 Condizioni economiche delle comunicazioni FISSO-MOBILE originate dalla rete Telecom Italia Delibera n 10/99 Condizioni economiche delle comunicazioni FISSO-MOBILE originate dalla rete Telecom Italia L'AUTORITA' NELLA sua riunione di Consiglio del 16 marzo 1999; VISTA la direttiva 96/19/CE della

Dettagli

MODIFICA DELL'OFFERTA DI INTERCONNESSIONE DI RIFERIMENTO DELLA SOCIETA' TELECOM ITALIA (AS209) (*)

MODIFICA DELL'OFFERTA DI INTERCONNESSIONE DI RIFERIMENTO DELLA SOCIETA' TELECOM ITALIA (AS209) (*) MODIFICA DELL'OFFERTA DI INTERCONNESSIONE DI RIFERIMENTO DELLA SOCIETA' TELECOM ITALIA (AS209) (*) Roma, 21 settembre 2000 Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni L Autorità Garante della Concorrenza

Dettagli

prezzi iva esclusa Offerta valida sino al 31-03-2014

prezzi iva esclusa Offerta valida sino al 31-03-2014 NUOVO CONTRATTO VARIAZIONE DI CONTRATTO ATTIVO prezzi iva esclusa Offerta valida sino al 31-03-2014 TELEFONIA UNLIMITED Contributo attivazione incluso Mantieni GRATUITAMENTE i tuoi numeri di telefono Pubblicazione

Dettagli

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO... 2 ACCESSO AL SERVIZIO... 2 ATTIVAZIONE/CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO... 2 FUNZIONALITÀ DI BASE... 2

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO... 2 ACCESSO AL SERVIZIO... 2 ATTIVAZIONE/CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO... 2 FUNZIONALITÀ DI BASE... 2 HPS 800 INDICE DESCRIZIONE DEL SERVIZIO... 2 ACCESSO AL SERVIZIO... 2 ATTIVAZIONE/CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO... 2 FUNZIONALITÀ DI BASE... 2 CONDIZIONI ECONOMICHE E CONTRATTUALI... 4 CONTRIBUTO DI ATTIVAZIONE...

Dettagli

Pubblicata su questo Sito in data 18/04/07 Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.99 del 30 aprile 2007

Pubblicata su questo Sito in data 18/04/07 Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.99 del 30 aprile 2007 Delibera n. 126/07/CONS Misure a tutela dell utenza per facilitare la comprensione delle condizioni economiche dei servizi telefonici e la scelta tra le diverse offerte presenti sul mercato ai sensi dell

Dettagli

OFFERTA DI RIFERIMENTO

OFFERTA DI RIFERIMENTO OFFERTA DI RIFERIMENTO DEI SERVIZI DI INTERCONNESSIONE ALLA RETE MOBILE WIND 1 LUGLIO 2013 WIND Tutti i diritti riservati Pagina 1 Sommario 1 Introduzione 3 2 Servizi offerti a listino 3 2.1 Servizio di

Dettagli

1. Apertura lavori (Dott. Marco Rossetti) 2. Iniziative Consip in ambito ICT: caratteristiche, risultati e leve per la

1. Apertura lavori (Dott. Marco Rossetti) 2. Iniziative Consip in ambito ICT: caratteristiche, risultati e leve per la Agenda 1. Apertura lavori (Dott. Marco Rossetti) 2. Iniziative Consip in ambito ICT: caratteristiche, risultati e leve per la razionalizzazione della spesa (Ing. Carmine Pugliese) 3. La Convenzione Reti

Dettagli

NET ELSYNET 14,00 /mese 1

NET ELSYNET 14,00 /mese 1 NUOVO CONTRATTO VARIAZIONE DI CONTRATTO ATTIVO Prezzi iva esclusa Offerta valida sino al 31-03-2014 NET ELSYNET 14,00 /mese 1 NUMERAZIONE VOIP NAZIONALE FAX SU EMAIL Costo a minuto invio fax su numerazioni

Dettagli

Pubblicata su questo Sito in data 02/03/07 Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 53 del 5 marzo 2007

Pubblicata su questo Sito in data 02/03/07 Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 53 del 5 marzo 2007 Delibera n. 96/07/CONS Modalità attuative delle disposizioni di cui all articolo 1, comma 2, del decreto-legge 31 gennaio 2007, n. 7 Pubblicata su questo Sito in data 02/03/07 Gazzetta Ufficiale della

Dettagli

SPECIFICA TECNICA N. 763-14 relativa alle. Caratteristiche tecniche dell interconnessione tra reti di telecomunicazioni

SPECIFICA TECNICA N. 763-14 relativa alle. Caratteristiche tecniche dell interconnessione tra reti di telecomunicazioni SPECIFICA TECNICA N. 763-14 relativa alle Caratteristiche tecniche dell interconnessione tra reti di telecomunicazioni Number Portability tra reti fisse per numeri non geografici Versione 3 (giugno 2011)

Dettagli

169 del 21 luglio 2000; VISTA la propria delibera n. 7/00/CIR del 1 agosto 2000, recante "Disposizioni sulle modalità relative alla prestazione di

169 del 21 luglio 2000; VISTA la propria delibera n. 7/00/CIR del 1 agosto 2000, recante Disposizioni sulle modalità relative alla prestazione di Delibera 19/01/CIR Modalità operative per la portabilità del numero tra operatori di reti per i servizi di comunicazioni mobili e personali (Mobile Number Portability) Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Agevolazioni per l accesso alla rete INTERNET N. 2958 GASPARRI, BOCCHINO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Agevolazioni per l accesso alla rete INTERNET N. 2958 GASPARRI, BOCCHINO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2958 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GASPARRI, BOCCHINO Agevolazioni per l accesso alla rete INTERNET Presentata il 10 gennaio

Dettagli

Prezzi iva inclusa Offerta valida sino al 30-09-2014. Modem ADSL + access Point WI-FI 3,00 Consegna Modem (escluso Isole)

Prezzi iva inclusa Offerta valida sino al 30-09-2014. Modem ADSL + access Point WI-FI 3,00 Consegna Modem (escluso Isole) NUOVO CONTRATTO VARIAZIONE DI CONTRATTO ATTIVO Prezzi iva inclusa Offerta valida sino al 30-09-2014 25,40 al mese 1 iva compresa HERMES LIGHT Ricezione 7 Mb Trasmissione 512 Kb 2 Nr Traffico Internet ILLIMITATO

Dettagli

Piano di numerazione nel settore delle telecomunicazioni e disciplina attuativa

Piano di numerazione nel settore delle telecomunicazioni e disciplina attuativa Allegato A alla delibera n. 26/08/CIR Piano di numerazione nel settore delle telecomunicazioni e disciplina attuativa Articolo 1 (Definizioni) Articolo 2 (Piano di numerazione per servizi) Articolo 3 (Assegnazione

Dettagli

LE FONTI DEL DIRITTO IN MATERIA POSTALE

LE FONTI DEL DIRITTO IN MATERIA POSTALE LE FONTI DEL DIRITTO IN MATERIA POSTALE PREMESSA Questo scritto non ha la velleità di ripercorrere la storia del servizio postale italiano, esso cerca, più modestamente, di delineare la sua attuale struttura,

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 7 agosto 2008 VIS 89/08 Adozione di un provvedimento ai sensi dell articolo 2, comma 20, lettere a) e d), della legge 14 novembre 1995, n. 481 nei confronti della società Pandora S.p.A. L

Dettagli

HERMES Plus20 Ricezione 20 Mb Trasmissione 1 Mb 2

HERMES Plus20 Ricezione 20 Mb Trasmissione 1 Mb 2 NUOVO CONTRATTO VARIAZIONE DI CONTRATTO ATTIVO Prezzi iva esclusa Offerta valida sino al 30-09-2014 37,50 al mese 1 HERMES Plus20 Ricezione 20 Mb Trasmissione 1 Mb 2 Nr Attivazione nuova linea per la tua

Dettagli

DELIBERA N. 19/06/CIR. APPROVAZIONE DELL OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA S.p.A. PER L ANNO 2006 L AUTORITA

DELIBERA N. 19/06/CIR. APPROVAZIONE DELL OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA S.p.A. PER L ANNO 2006 L AUTORITA DELIBERA N. 19/06/CIR APPROVAZIONE DELL OFFERTA DI RIFERIMENTO DI TELECOM ITALIA S.p.A. PER L ANNO 2006 L AUTORITA 2006; NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 30 maggio VISTA

Dettagli

Descrizione del Servizio. Numero Verde 800. Contact Center Service

Descrizione del Servizio. Numero Verde 800. Contact Center Service Contact Center Service Descrizione del Servizio Numero Verde 800 Service Description Pagina 1 di 10 BT CCS Italy www.bt Italia.it; la stessa può inoltre essere richiesta al Vostro riferimento commerciale

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

DELIBERA N. 113/07/CIR

DELIBERA N. 113/07/CIR DELIBERA N. 113/07/CIR MISURE URGENTI IN MATERIA DI ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE DI NUMERAZIONE A SEGUITO DELL INGRESSO NEL MERCATO DEI FORNITORI AVANZATI DI SERVIZI L AUTORITÁ NELLA riunione della Commissione

Dettagli

Allegato B alla Delibera 96/07/CONS - Telefonia fissa

Allegato B alla Delibera 96/07/CONS - Telefonia fissa Sezione 1 - Costo complessivo di una chiamata (Valori in cent, IVA inclusa) Fonia vocale 1 minuto 3 minuti Locale vedi box 3 vedi box 3 Nazionale vedi box 3 vedi box 3 Verso mobile vedi box 3 vedi box

Dettagli

L OFFERTA VOIP OPTIMA

L OFFERTA VOIP OPTIMA L OFFERTA VOIP OPTIMA Novembre 2007 Presentazione Servizi VoIP L OFFERTA VOIP DI OPTIMA è I VoIP You -2- I VoIP You di Optima: presentazione della offerta I Voip You di Optima è una soluzione integrata

Dettagli

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE BT (Andria Barletta Bisceglie Canosa Margherita di S. - Minervino S. Ferdinando di P. - Spinazzola Trani - Trinitapoli) 70031 A N D

Dettagli

Convenzione Nazionale

Convenzione Nazionale Convenzione Nazionale validità 00-00 Sconto del % sul piano tariffario Easycall Sconto del %(vedi tabella) sulla tariffe previste al minuto dal piano tariffario Easycall pubblico e pubblicato nel sito

Dettagli

PIANO DI NUMERAZIONE NEL SETTORE DELLE TELECOMUNICAZIONI E DISCIPLINA ATTUATIVA

PIANO DI NUMERAZIONE NEL SETTORE DELLE TELECOMUNICAZIONI E DISCIPLINA ATTUATIVA Allegato A alla delibera n. 26/08/CIR come modificato ed integrato dalle delibere n. 79/08/CIR, n. 34/09/CIR, n. 72/09/CIR, n. 80/09/CIR e n. 74/10/CIR PIANO DI NUMERAZIONE NEL SETTORE DELLE TELECOMUNICAZIONI

Dettagli

Descrizione del Servizio BT Italia Contact Centre Service. Offerta Commerciale. BT Italia CCS. Numero Verde (800) - Freephone

Descrizione del Servizio BT Italia Contact Centre Service. Offerta Commerciale. BT Italia CCS. Numero Verde (800) - Freephone Descrizione del Servizio BT Italia Contact Centre Service Numero Verde (800) - Freephone Addebito Ripartito (84x) Shared Rate Numero Unico (199) National Rate Offerta Commerciale Data : 01 settembre 2008

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni 1

Reti di Telecomunicazioni 1 Reti di Telecomunicazioni 1 Corso on-line - AA2004/05 Blocco 1 Ing. Stefano Salsano e-mail: stefano.salsano@uniroma2.it 1 Definizioni- Le funzionalità delle reti di TLC 2 Definizioni Comunicazione: trasferimento

Dettagli

- mezzi di acquisizione dei dati provenienti da un utente chiamante (105), e relativi

- mezzi di acquisizione dei dati provenienti da un utente chiamante (105), e relativi 1 RIASSUNTO Sistema di instradamento automatico (100) di richieste di connessione telefonica, preferibilmente applicato ad una centralina di smistamento, appartenente ad una infrastruttura base di una

Dettagli

Adeguamento tariffario dei servizi di telefonia mobile di rintracciabilità per il personale dell Amministrazione Penitenziaria- Informativa

Adeguamento tariffario dei servizi di telefonia mobile di rintracciabilità per il personale dell Amministrazione Penitenziaria- Informativa Ente di Assistenza per il personale dell Amministrazione Penitenziaria ALLEGATO A Adeguamento tariffario dei servizi di telefonia mobile di rintracciabilità per il personale dell Amministrazione Penitenziaria-

Dettagli

Offerta larga banda. Servizi connessione dati TGI SOLUTION SRL. Strettamente confidenziale 07/07/06

Offerta larga banda. Servizi connessione dati TGI SOLUTION SRL. Strettamente confidenziale 07/07/06 Offerta larga banda Servizi connessione dati TGI SOLUTION SRL 07/07/06 Pag. 1 di 11 indice 1 DESCRIZIONE GENERALE 3 2 PROFILI DEI SERVIZI ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. 3 LINEE XDSL 3 4 BANDA DEDICATA

Dettagli

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE Allegato B alla delibera n. 380/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a) l ambito dell intervento regolamentare proposto, con particolare

Dettagli

IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI

IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249; Visto il decreto-legge 23 gennaio 2001, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 marzo 2001, n. 66; Visto il decreto-legge

Dettagli

REGOLAMENTO dell operazione a premi Aderisci online a Sky, per te un Lumia 532"

REGOLAMENTO dell operazione a premi Aderisci online a Sky, per te un Lumia 532 REGOLAMENTO dell operazione a premi Aderisci online a Sky, per te un Lumia 532" IMPRESA PROMOTRICE Sky Italia S.r.l. sede legale in Milano Via Monte Penice, 7 C.F. e P.I. 04619241005 (di seguito Sky ).

Dettagli

Frodi in Internet: quali difese per il cittadino

Frodi in Internet: quali difese per il cittadino Frodi in Internet: quali difese per il cittadino Gilberto Nava Dipartimento Vigilanza e Controllo Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Competenze dell AGCOM Il fenomeno delle frodi in Internet

Dettagli

800 120 420 servizioclienti@trivenet.it

800 120 420 servizioclienti@trivenet.it 800 120 420 servizioclienti@trivenet.it Trivenet S.r.l.- Via Europa, 20, 35015 Galliera Veneta PD Italy REA 305589 P.Iva 03350610287 Capitale sociale Euro 1.600.000 www.trivenet.it CHI SIAMO Trivenet si

Dettagli

DELIBERA N. 147/11/CIR REVISIONE DELLE NORME RIGUARDANTI LA PORTABILITA DEL NUMERO MOBILE APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO L AUTORITA

DELIBERA N. 147/11/CIR REVISIONE DELLE NORME RIGUARDANTI LA PORTABILITA DEL NUMERO MOBILE APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO L AUTORITA DELIBERA N. 147/11/CIR REVISIONE DELLE NORME RIGUARDANTI LA PORTABILITA DEL NUMERO MOBILE APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO L AUTORITA NELLA riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 30

Dettagli

SCHEDA DISTRIBUZIONE GAS NEL TERRITORIO DELLA CAPITALE

SCHEDA DISTRIBUZIONE GAS NEL TERRITORIO DELLA CAPITALE SCHEDA Roma Capitale, Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana, il 10 settembre 2012, un anno dopo la pubblicazione del bando di gara, ha assegnato il contratto di concessione del servizio

Dettagli

Allegato A alla delibera n. 52/12/CIR

Allegato A alla delibera n. 52/12/CIR Allegato A alla delibera n. 52/12/CIR PIANO DI NUMERAZIONE NEL SETTORE DELLE TELECOMUNICAZIONI E DISCIPLINA ATTUATIVA Articolo 1 (Definizioni) Articolo 2 (Piano di numerazione per servizi) Articolo 3 (Assegnazione

Dettagli

Tiscali HDSL FULL. Offerta commerciale

Tiscali HDSL FULL. Offerta commerciale Tiscali HDSL FULL Offerta commerciale 09123 Cagliari pagina - 1 di 1- INDICE 1 LA RETE DI TISCALI S.P.A... 3 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO TISCALI HDSL... 4 2.1 I VANTAGGI... 4 2.2 CARATTERISTICHE STANDARD

Dettagli

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA NELLA sua riunione di Consiglio del 1 luglio 2010; VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249,

Dettagli

Descrizione del Servizio Contact Centre Service Internazionale. Offerta Commerciale

Descrizione del Servizio Contact Centre Service Internazionale. Offerta Commerciale Descrizione del Servizio Contact Centre Service Internazionale Offerta Commerciale Data : 29 settembre 2011 Versione : 2.3 Service Description Pagina 1 di 5 In ottemperanza a quanto stabilito dall'autorità

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO PER LA FORNITURA DI NUMERO VERDE 800 TRA

CONTRATTO DI SERVIZIO PER LA FORNITURA DI NUMERO VERDE 800 TRA CONTRATTO DI SERVIZIO PER LA FORNITURA DI NUMERO VERDE 800 Giugno 2011 TRA OKcom S.p.A., (di seguito denominata OKcom o l Operatore) con sede legale in Roma Via Vittorio Rossi 21/25 00133, partita IVA

Dettagli

Le imprese di telecomunicazioni

Le imprese di telecomunicazioni Le imprese di telecomunicazioni Anno 2004 6 giugno 2006 L Istat rende disponibili i principali risultati, relativi al 2004, della rilevazione annuale sulle imprese di telecomunicazioni. L indagine, di

Dettagli

Offerta Fissa Fastweb

Offerta Fissa Fastweb Offerta Fissa Fastweb Aggiornamento: 13 Marzo 2012 Il bollino NEW identifica i principali cambiamenti nel manuale rispetto alla versione precedente. ASSISTENZA PARTNER Attiva dal lunedì al sabato, dalle

Dettagli

Autorità per l energia elettrica e il gas

Autorità per l energia elettrica e il gas Autorità per l energia elettrica e il gas COMUNICATO Per caro petrolio, elettricità + 3,8 % e gas + 3,4% nel 1 trimestre 2008 Scatta ulteriore riduzione tariffe trasporto e distribuzione- In arrivo le

Dettagli

FORNITURA SERVIZIO DI TELEFONIA FISSA VOCE

FORNITURA SERVIZIO DI TELEFONIA FISSA VOCE FORNITURA SERVIZIO DI TELEFONIA FISSA VOCE CAPITOLATO TECNICO Il presente Capitolato Tecnico si riferisce a: Premessa fornitura ed installazione delle apparecchiature, dei materiali, dei lavori accessori

Dettagli

Next.it si è specializzata nella fornitura di servizi di telefonia VOIP (Voice Over IP) di elevata qualità, ampliando sempre più il tipo di offerta.

Next.it si è specializzata nella fornitura di servizi di telefonia VOIP (Voice Over IP) di elevata qualità, ampliando sempre più il tipo di offerta. Next.it si è specializzata nella fornitura di servizi di telefonia VOIP (Voice Over IP) di elevata qualità, ampliando sempre più il tipo di offerta. Il VOIP è la soluzione integrata di telefonia su internet

Dettagli

CONVENZIONE TELECOM NUOVO PIANO TARIFFARIO

CONVENZIONE TELECOM NUOVO PIANO TARIFFARIO CONVENZIONE TELECOM NUOVO PIANO TARIFFARIO 1. La Società Telecom, in riferimento alla Convenzione Quadro stipulata con il Ministero dell Interno, ha presentato il nuovo piano tariffario per i servizi di

Dettagli

Inoltre si è detto che le reti vengono tradizionalmente classificate in base alla distanza:

Inoltre si è detto che le reti vengono tradizionalmente classificate in base alla distanza: Pagina 1 di 5 Topologie WAN Reti di reti Nel modulo 5 si è discusso delle topologie di rete e si è affermato che una rete di telecomunicazioni può essere rappresentata con un grafo, ossia una struttura

Dettagli

Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER Settembre 2012

Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER Settembre 2012 1 Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER Settembre 2012 DISDETTA SERVIZIO ADSL: ANALISI DEI COSTI DI DISATTIVAZIONE SERVIZIO ADSL INDICE p. 1 1. Introduzione p.2 2. Le motivazioni che portano alla disdetta

Dettagli

LE FRODI SUI SERVIZI A SOVRAPPREZZO

LE FRODI SUI SERVIZI A SOVRAPPREZZO Frodi in Internet: quali difese per il cittadino Smau 3 Ottobre 2003 LE FRODI SUI SERVIZI A SOVRAPPREZZO 1 1 I SERVIZI DI INFORMAZIONE Il crescente sviluppo del mercato dei servizi di informazione, frutto

Dettagli

Procedure per il trasferimento delle utenze tra Operatori di rete fissa

Procedure per il trasferimento delle utenze tra Operatori di rete fissa Procedure per il trasferimento delle utenze tra Operatori di rete fissa Giovanni Santella Dirigente Ufficio Servizi all ingrosso, Controversie e Sanzioni della DIREZIONE RETI E SERVIZI DI COMUNICAZIONE

Dettagli

LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO E I CONSUMATORI FINALI

LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO E I CONSUMATORI FINALI Cosa vuole dire che il mercato del gas è "libero"? Con chi avrà rapporti contrattuali il cliente finale? Con la liberalizzazione cambierà la qualità del servizio? Cosa fa il distributore? Cosa fa il venditore?

Dettagli

GIOVEDI 26 febbraio 2004 ASSEMBLEA PROVINCIALE DEGLI ALBERGATORI. RISPARMIARE ENERGIA ELETTRICA un progetto Confcommercio * * * * *

GIOVEDI 26 febbraio 2004 ASSEMBLEA PROVINCIALE DEGLI ALBERGATORI. RISPARMIARE ENERGIA ELETTRICA un progetto Confcommercio * * * * * Anno XXXIII n. 04 Chieti 12.02.2004-1 - FEDERALBERGHI/CONFCOMMERCIO CHIETI GIOVEDI 26 febbraio 2004 ASSEMBLEA PROVINCIALE DEGLI ALBERGATORI * RISPARMIARE ENERGIA ELETTRICA un progetto Confcommercio SCONTI

Dettagli

VIP Premium. Fai il pieno di vantaggi, parli e navighi senza limiti. Offerta Commerciale Scheda di Adesione Condizioni Contrattuali

VIP Premium. Fai il pieno di vantaggi, parli e navighi senza limiti. Offerta Commerciale Scheda di Adesione Condizioni Contrattuali VIP Premium Fai il pieno di vantaggi, parli e navighi senza limiti Offerta Commerciale Scheda di Adesione Condizioni Contrattuali Mondo VIP Soluzioni dedicate alle piccole, medie e grandi aziende per ogni

Dettagli

Indice. Parte quarta Elementi di qualità del servizio Sistemi di gestione. Parte quinta Piano di numerazione Quadro normativo ed evoluzione

Indice. Parte quarta Elementi di qualità del servizio Sistemi di gestione. Parte quinta Piano di numerazione Quadro normativo ed evoluzione Indice Parte quarta Elementi di qualità del servizio Sistemi di gestione Parte quinta Piano di numerazione Quadro normativo ed evoluzione Parte quarta Elementi di qualità del servizio Sistemi di gestione

Dettagli

Velocità su una linea ADSL

Velocità su una linea ADSL Cosa è l ADSL? ADSL (Asymmetric Digital Subscriber Line) è una tecnologia per la trasmissione digitale di informazioni ad alta velocità sulle linee telefoniche esistenti (in Italia monopolio di Telecom

Dettagli

REGOLAMENTO dell operazione a premi Un Lumia 532 se aderisci online a Sky"

REGOLAMENTO dell operazione a premi Un Lumia 532 se aderisci online a Sky REGOLAMENTO dell operazione a premi Un Lumia 532 se aderisci online a Sky" IMPRESA PROMOTRICE Sky Italia S.r.l. sede legale in Milano Via Monte Penice, 7 C.F. e P.I. 04619241005 (di seguito Sky ). TERRITORIO

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 45/ 06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 45/ 06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 45/ 06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di intervento, con particolare riferimento alle

Dettagli

DELIBERA N. 628/07/CONS

DELIBERA N. 628/07/CONS DELIBERA N. MERCATO DELLA TERMINAZIONE DI CHIAMATE VOCALI SU SINGOLE RETI MOBILI (MERCATO N. 16 FRA QUELLI IDENTIFICATI DALLA RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA N. 2003/311/CE): VALUTAZIONE AI SENSI

Dettagli

Delibera n. 18/11/CIR. Definizione controversia Armone/ Telecom Italia S.p.A. L AUTORITA

Delibera n. 18/11/CIR. Definizione controversia Armone/ Telecom Italia S.p.A. L AUTORITA Delibera n. 18/11/CIR Definizione controversia Armone/ Telecom Italia S.p.A. L AUTORITA NELLA sua riunione della Commissione per le infrastrutture e le reti del 23 febbraio 2011; VISTA la legge 31 luglio

Dettagli

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 22 febbraio 2007: Modalita' attuative delle disposizioni di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto-legge 31 gennaio 2007, n. 7. (Deliberazione

Dettagli

4.1. LA TELEFONIA FISSA

4.1. LA TELEFONIA FISSA Gli interventi dell Autorità 4.1. LA TELEFONIA FISSA 4.1.1. Gli interventi in materia di regolamentazione L intervento regolamentare nell ambito della rete fissa si è svolto, nel periodo di riferimento,

Dettagli

ABBATTI I COSTI DELLE TELEFONATE!

ABBATTI I COSTI DELLE TELEFONATE! Abbonarsi? Via Internet. Più comodo, più veloce. ABBATTI I COSTI DELLE TELEFONATE! Per sottoscrivere un Piano Tariffario Residenziale ChiAma l Italia ChiAma il Mondo o un Piano Tariffario Affari ChiAma

Dettagli

Convergenza Fisso Mobile: Aspetti Giuridici e Regolatori

Convergenza Fisso Mobile: Aspetti Giuridici e Regolatori ANFOV Convergenza Fisso / Mobile Aspetti Giuridici e Regolatori Convergenza Fisso Mobile: Aspetti Giuridici e Regolatori Massimo Donna - Baker & McKenzie Studio Professionale Associato a Baker & McKenzie

Dettagli

Descrizione del Servizio Contact Centre Service Internazionale. Offerta Commerciale

Descrizione del Servizio Contact Centre Service Internazionale. Offerta Commerciale Descrizione del Servizio Contact Centre Service Internazionale Offerta Commerciale Data : 2 maggio 08 Versione : 2.2 Service Description Pagina 1 di 5 In ottemperanza a quanto stabilito dall'autorità per

Dettagli

da pagare entro il: 12//07 /2010

da pagare entro il: 12//07 /2010 Pag. 1 di 6 Telecom Italia Spa Sede Legale: Piazza degli Affari 2-20123 Milano direzione Generale e Secondaria: Corso d Italia 41-00198 Roma Cod Fisc:/ P.iva/ Iscriz. al Reg. delle Imprese di Milano n.

Dettagli

IL MINISTRO DELLE POSTE E DELLE TELECOMUNICAZIONI

IL MINISTRO DELLE POSTE E DELLE TELECOMUNICAZIONI "Regolamento recante disposizioni di attuazione della legge 28 marzo 1991, n. 109, in materia di allacciamenti e collaudi degli impianti telefonici interni." D.M. 23 maggio 1992, n. 314 (Pubblicato nella

Dettagli

14,67 D Voce di costo Locali Nazionali Cellulari Costo minuto in centesimi di Euro Iva esclusa 0,01 0,01 0,041 Scatto alla risposta 0,00 0,00 0,00

14,67 D Voce di costo Locali Nazionali Cellulari Costo minuto in centesimi di Euro Iva esclusa 0,01 0,01 0,041 Scatto alla risposta 0,00 0,00 0,00 LISTINO SIVOIP Siportal s.r.l. Via Toledo, 5 96016 Lentini (SR) Tel. 848.150.024 - Fax 095.783.6830 P. IVA 01356510899 http://www.siportal.it - email: info@siportal.it Listino Prezzi Pubblico sui servizi

Dettagli

RIEPILOGO DEI COSTI (in Euro)

RIEPILOGO DEI COSTI (in Euro) CONTO TELEFONICO Intestatario COMUNE DI MELISSANO VIA CASARANO, 59 MELISSANO 73040 MELISSANO LE P. IVA 02166190757 Codice Cliente 000053279 Codice Account 496789739 Cod. Domiciliazione Bancaria / Identificativo

Dettagli

Relazione annuale ex art. 10, comma 1, lett. b delibera AGCOM 179/03/CSP

Relazione annuale ex art. 10, comma 1, lett. b delibera AGCOM 179/03/CSP Green Telecomunicazioni SpA opera come reseller e nell erogazione dei servizi si avvale dell infrastruttura e dei servizi wholesale di operatori terzi regolarmente autorizzati. Di seguito vengono presentati

Dettagli

Fattura di energia elettrica. Quadro normativo

Fattura di energia elettrica. Quadro normativo Workshop 1 Quadro normativo Con legge n. 481 del 14 novembre 1995 è stata istituita l Autorità per l Energia Elettrica e il Gas (www.autorita.energia.it) che ha il compito di tutelare gli interessi dei

Dettagli

sul filo Il risparmio corre Da quando è finito il

sul filo Il risparmio corre Da quando è finito il TELEFONO FISSO: TARIFFE A CONFRONTO Il risparmio corre sul filo Nella giungla dei piani tariffari offerti dai vari operatori per il telefono di casa, le alternative non mancano. Il nostro servizio consultabile

Dettagli

Aggiornamento: 3 Febbraio 2012. Il bollino NEW identifica i principali cambiamenti nel manuale rispetto alla versione precedente.

Aggiornamento: 3 Febbraio 2012. Il bollino NEW identifica i principali cambiamenti nel manuale rispetto alla versione precedente. Aggiornamento: 3 Febbraio 2012 Il bollino NEW identifica i principali cambiamenti nel manuale rispetto alla versione precedente. ASSISTENZA PARTNER Attiva dal lunedì al sabato, dalle 9:00 alle 20:00 partner@kolme.it

Dettagli

Servizi VOCE WLR prezzi iva esclusa

Servizi VOCE WLR prezzi iva esclusa Servizi VOCE WLR prezzi iva esclusa Elsynet si propone come unico fornitore e mette a disposizione un pacchetto completo di SERVIZI a completamento dell Offerta LINEE WLR - Condizioni economiche relative

Dettagli

L'AUTORITA' GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

L'AUTORITA' GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO Provvedimento n. 5034 ( A156 ) ALBACOM-SERVIZIO EXECUTIVE L'AUTORITA' GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 29 maggio 1997; SENTITO il Relatore; VISTA la legge 10 ottobre 1990,

Dettagli

Struttura dei contratti B2B per la telefonia fissa e mobile

Struttura dei contratti B2B per la telefonia fissa e mobile Wireless Forum Spring Milano, 21 aprile 2005 Struttura dei contratti B2B per la telefonia fissa e mobile Avv. Raffaele Giarda Partner Baker & McKenzie Roma StP Agenda Struttura dei contratti B2B per la

Dettagli

SERVICE LEVEL AGREEMENT DI TELECOM ITALIA

SERVICE LEVEL AGREEMENT DI TELECOM ITALIA SERVICE LEVEL AGREEMENT DI TELECOM ITALIA 2013 SERVIZI DI RACCOLTA, TERMINAZIONE E TRANSITO DELLE CHIAMATE NELLA RETE TELEFONICA PUBBLICA FISSA CON INTERCONNESSIONE VoIP/IP (MERCATI 2, 3 ed ex 10 ) (sottoposto

Dettagli

SPECIFICA TECNICA N. 763-22 relativa alle. Caratteristiche tecniche dell interconnessione tra reti di telecomunicazioni

SPECIFICA TECNICA N. 763-22 relativa alle. Caratteristiche tecniche dell interconnessione tra reti di telecomunicazioni SPECIFICA TECNICA N. 763-22 relativa alle Caratteristiche tecniche dell interconnessione tra reti di telecomunicazioni TRATTAMENTO DELLE NUMERAZIONI DI TIPO 70X PER L ACCESSO AI SERVIZI INTERNET Versione

Dettagli

VOIP Easy. Piano VoIP a scelta. Apparato per l utilizzo del VoIP Configurazione numero VoIP gratuita

VOIP Easy. Piano VoIP a scelta. Apparato per l utilizzo del VoIP Configurazione numero VoIP gratuita Arcolink voce offre per la telefonia il servizio Voip che sfrutta la rete Arcolink e che ti permette di eliminare il canone Telecom o quello di altri operatori continuando ad utilizzare il proprio numero

Dettagli

FORZA DOPPIA SEMPLICE FIX OFFERTA ENERGIA ELETTRICA

FORZA DOPPIA SEMPLICE FIX OFFERTA ENERGIA ELETTRICA FORZA DOPPIA SEMPLICE FIX OFFERTA ENERGIA ELETTRICA Validità offerta: fino al 25 Gennaio 2016 Denominazione: FORZA DOPPIA SEMPLICE FIX Codice: ATEFSF/15 Destinatari offerta La presente offerta è riservata

Dettagli

2 Meeting 2001 CMMC 14 Settembre 2001 - Roma Unioncamere Il Contact Center e l offerta dei nuovi servizi di Telecomunicazioni Antonio Mustaro Direttore Commerciale Corporate Wind Telecomunicazioni S.p.A.

Dettagli

Disposizioni in materia di misura dell energia elettrica prodotta da impianti di generazione

Disposizioni in materia di misura dell energia elettrica prodotta da impianti di generazione Delibera n. 88/07 Disposizioni in materia di misura dell energia elettrica prodotta da impianti di generazione L AUTORITA' PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Nella riunione dell 11 aprile 2007 Visti: il

Dettagli

Allegato 4 CAPITOLATO TECNICO

Allegato 4 CAPITOLATO TECNICO Allegato 4 CAPITOLATO TECNICO Indice 1. Oggetto... 3 2. Caratteristiche della fornitura... 4 3. Gestione della fornitura... 5 4. Servizi connessi... 6 4.1 Call Center... 6 4.2 Responsabile della fornitura...

Dettagli

Offerta di Riferimento. di Telecom Italia. Servizi trasmissivi a capacità dedicata

Offerta di Riferimento. di Telecom Italia. Servizi trasmissivi a capacità dedicata Offerta di Riferimento di 2011 (Circuiti Terminating, Flussi di Interconnessione e Raccordi Interni di Centrale) 29 ottobre 2010 INDICE 1 Normativa di riferimento...6 1.1 Normativa comunitaria... 6 1.2

Dettagli

OFFERTA DI RIFERIMENTO SERVIZIO WHOLESALE LINE RENTAL DI TELECOM ITALIA 2013

OFFERTA DI RIFERIMENTO SERVIZIO WHOLESALE LINE RENTAL DI TELECOM ITALIA 2013 OFFERTA DI RIFERIMENTO SERVIZIO WHOLESALE LINE RENTAL DI TELECOM ITALIA 2013 (sottoposta ad AGcom per approvazione) 30 Ottobre 2012 INDICE 1 Premessa...3 2 Normativa di riferimento...3 2.1 Normativa comunitaria...

Dettagli