Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "newsletter.stim@libero.it"

Transcript

1 gennaio/febbraio 2008 La newsletter è realizzata dagli studenti del Laboratorio di Giornalismo (Prof. Carla Rossi - Corso di Economia e Gestione delle Imprese Commerciali) A questo numero hanno collaborato: Carmela Angelone; Diego Astore; Anna Beykova; Claudia Borriello; Roberto Caccioppoli; Dario De Simone; Adelaide Lippelli; Chiara Melisi; Alessandro Pipolo; Chiara Russo Maria Giovanna Salvia; Fabiola Sozio; Rossella Troncone. La nostra inchiesta sugli Info Point di Napoli: abbiamo finto di essere turisti per capire come vengono accolti i visitatori Divisi in cinque gruppi, abbiamo adottato la tecnica del mistery client e ci siamo finti turisti nella nostra città: abbiamo chiesto informazioni a tre Info Point del centro (galleria Umberto, piazza del Gesù e piazza Plebiscito), e abbiamo scoperto che l accoglienza è adeguata. Alle pagg La strana avventura di Diego: per caso ha vissuto una giornata con una simpatica coppia statunitense, innamorata di Napoli Al nostro Diego capitano molte avventure. L ultima l ha vissuta incontrando, per caso, una coppia di turisti americani. Hanno visto Napoli dal CitySightseeing e ne sono rimasti affascinati. Diego ha fatto scoprire loro la sfogliatella e ha dato loro qualche consiglio. A pag. 7 Come aprire un Bed & Breakfast: la burocrazia e le procedure ma anche i consigli di una imprenditrice che ci è già riuscita Il Bed & Breakfast: ovvero il modo più rapido per entrare, da imprenditori, nel mondo del turismo. Una pagina con i consigli per aprire l attività e i suggerimenti di Mariella Guglielmotti (nella foto) che ha vinto la sua sfida, con l apertura di un B&b a Paestum A pag. 8 Prenotare un esame può essere più semplice del previsto. Una guida realizzata da Chiara, e una piantina con tutti i chioschi telematici Una volta c era solo una possibilità per prenotare l esame: mettersi in fila agli sportelli della segreteria. Adesso è cambiato tutto. Chiara ci parla dei chioschi Appunti di viaggio. Rossella ha trascorso qualche giorno a Praga ed ha scoperto un luogo ricco di storia, tradizioni e bellezze Un blitz a dicembre, tra arte e mercatini: tra Rossella (nella foto: lei è a destra, al suo fianco c è la sorella) e la città di Praga è scoppiato un colpo di fulmine. Una telematici (con una piantina che spiega dove sono) e delle nuove opportunità di prenotazione tecnologica. A pag. 9 intera pagina con foto, curiosità, suggerimenti, e il racconto completo dell esperienza vissuta. A pag. 10

2 gennaio/febbraio Assalto agli Info point L inchiesta Ci siamo trasformati in giornalisti d inchiesta Travestiti da turisti abbiamo fatto un test ai punti di accoglienza del centro di Napoli e abbiamo scoperto che... Un cappello, una borsa, una macchina fotografica, una cartina alla mano ed è fatta. Sono questi gli elementi che ci fanno riconoscere un vero turista, infatti è così che ci siamo vestiti, alla ricerca di informazioni. Non su capitali europee o mete esotiche ma sulla nostra Napoli. Abbiamo individuato tre Di CARMELA ANGELONE e CLAUDIA BORRIELLO La nostra missione è iniziata con un punto fermo: le domande da fare agli info point. Abbiamo deciso di chiedere informazioni sulla cappella di San Gennaro, sul teatro San Carlo e sull'isola di Capri. Per riuscire con successo nell'inchiesta fin dall'inizio della nostra avventura ci siamo calate nel ruolo di due turiste studentesse inglesi e già per strada chiedevamo informazioni in lingua per constatare se eravamo credibili. Partite alle dieci da piazza Garibaldi siamo giunte presso il primo punto informazione da "assaltare", a piazza del Gesù, con non poco timore ma una volta entrate il timore è passato e abbiamo iniziato a chiedere informazioni sul vicino reliquiario di San Gennaro, sul museo dedicato al santo e su come potevamo arrivarci; le persone che ci hanno accolto si sono dimostrate disponibili e gentili fornendoci, oltre alle notizie richieste, anche una cartina geografica per poterci orientare meglio e raggiungere facilmente la nostra meta. infopoint ubicati nella nostra città: in piazza del Gesù, presso la galleria Umberto e in piazza del Plebiscito e, divisi in cinque gruppi, e in momenti diversi, siamo andati a fare domande da turisti. A volte in italiano, altre in inglese. Poi abbiamo compilato un memorandum riguardante i tempi di attesa, la conoscenza Il secondo punto informazione raggiunto è stato quello della galleria Umberto di fronte al teatro san Carlo, nostra nuova destinazione. Ad essere sincere l'approccio non è stato dei migliori visto che il personale non aveva molta padronanza della lingua inglese, infatti alle nostre richieste specifiche sugli spettacoli che sarebbero andati in scena in serata e sul teatro hanno risposto superficialmente, fornendoci un depliant sugli orari di spettacoli e concerti della stagione teatrale ma nessuno attinente alle nostre richieste. Ultima tappa del nostro percorso da turiste è stata l'infopoint di piazza del Plebiscito, dove, ad essere sincere, ci siamo sentite a nostro agio; ad accoglierci c'erano due giovani ragazzi ai quali abbiamo chiesto informazioni sull'isola di Capri, su come poterci arrivare, sui prezzi dei traghetti, sulla possibilità di fare shopping e pranzare in ristoranti tipici.insomma abbiamo cercato di mettere in difficoltà gli impiegati con domande assurde come ad esempio "se era possibile andare a Capri senza prendere il traghetto perché soffrivamo di mal di mare", sempre però nella massima serietà. Nonostante questo sono stati veramente molto esaustivi nelle risposte, ci hanno fornito molto materiale informativo, ma soprattutto sono stati molto pazienti visto che le nostre richieste erano davvero impossibili. La nostra inchiesta oltre ad essere stata un'esperienza per capire come i turisti sono accolti è stata anche un'avventura unica e indimenticabile. obiettivo centrato della lingua, fornitura di materiale informativo tutto basato sulla valutazione dell'efficienza delle strutture predisposte per l'accoglienza di turisti. Non avevamo la pretesa di fare una indagine scientifica. Cercavamo di capire come viene accolto un turista che arriva a Napoli. Abbiamo scoperto persone gentili, altre meno; abbiamo trovato informazioni utili e anche persone disinformate. Però alla fine la vera esperienza l abbiamo fatta noi. Vivere una giornata da turisti ci ha aiutato a capire cosa si aspetta un visitatore. E stata una grande lezione per il nostro futuro da manager del settore... PER CARMELA E CLAUDIA ESPERIENZA POSITIVA E RILASSANTE. GIORNATA INDIMENTICABILE Gentili e pazienti: tutti promossi Legenda In questa, e nelle altre pagine, troverete i taccuini della giornata. I redattori hanno dato un voto da 1 a 5 rispetto all esperienza che hanno vissuto. Non è una pagella, solo un memorandum per ricordare quel che è successo.

3 gennaio/febbraio L inchiesta Travestiti da turisti, pronti ad agire Ma per Fabiola e Alessandro è stata una giornata difficile tra registratori dimenticati e amici che li riconoscevano ovunque Noi, agenti segreti scoperti da tutti Di FABIOLA SOZIO e ALESSANDRO PIPOLO Napoli, 27 novembre Lei sa già che ci sarà da camminare tanto, così indossa un jeans stretto per trattenere le varicose (cattiveria scritta da Alessandro, n.d.r), un cappottino impermeabile e occhiali da sole alla Melanie Griffith. Lui jeans per non discostarsi troppo dalla sua compagna di missione, maglietta nera coperta da golfino multicolore, a voler sottolineare i suoi ideali pacifici, fascia tra i capelli, scarpette da trekking e occhialini da sole stile Celentano. Sono la perfetta coppia di turisti. Peccato che siano entrambi napoletani, e pure veraci. Sono Alessandro e Fabiola, giornalisti in erba di Stim News che, armati di macchina fotografica e registratore accuratamente nascosto, si fingono turisti e, con la stessa grinta dei reporter delle Iene, mettono a dura prova la professionalità del personale dei principali infopoint del centro storico di Napoli, sfidando la loro preparazioni linguistica, artistica, storica e culturale e la loro conoscenza di siti e luoghi tipicamente turistici. Primo obiettivo: il personale dell'infopoint sito in piazza del Gesù. Una volta arrivati là fuori però, la grinta viene meno quando si rendono conto che un membro del personale è una conoscente di lei. Panico! È ora che si fa? Soprassediamo? Entriamo e speriamo che non ti riconosca? Ma no, niente di tutto ciò. Lui ha una brillante idea. Decide di fingersi un amico di lei, venuto da Torino - perché è l'accento che gli viene meglio - e lei in cerca di informazioni su mostre da far vedere a lui. Il piano è perfetto. Decidono di entrare. Classici saluti da chi non si vede da molto tempo e, dopo 10 minuti di riassunti su tutte le cose fatte dall'ultimo loro incontro, finalmente arriva l'attesa domanda: Come mai sei qui?. Lei le spiega le ragioni di questa insolita visita. Lui cerca di inserirsi nel discorso per far notare il suo marcato accento nordico. La ragazza incaricata alle relazioni con il pubblico, però, non soddisfa in pieno la loro voracità di informazioni e sembra addirittura stupita di fronte alle domande sulla cappella di San Severo o sul cimitero delle Fontanelle: risponde in maniera un po evasiva. Ma loro in buona fede vogliono credere che l interlocutrice, abbia semplicemente approfittato del confidenziale rapporto che aveva con l'amica. Sarà cosi? Una volta usciti fuori, lui ricorda a lei di spegnere il registratore, ma lei, imbarazzatissima e rossa di vergogna, gli confessa di non averlo mai avviato. Lui, sconcertato, stenta un sorriso e la rassicura dicendole che l'intervista l'avrebbero passata in redazione su carta anziché su bobina. Continuano il loro percorso che li conduce all'infopoint di Galleria Umberto, seconda tappa del loro giro di investigazione. Arrivati lì fuori, decidono di usare la stessa tattica utilizzata nell'infopoint precedente, con un'unica variante: entrambi saranno torinesi. L'idea di essere italiani, in fondo, non è del tutto malvagia. Permette loro di fare domande ben assestate, di essere più minuziosi, precisi e di registrare con altrettanta chiarezza. Prima di entrare però, questa volta, lui decide di avviare personalmente il registratore. Vengono accolti con gusto, garbo e gentilezza - le cosiddette tre G - arrivando subito al dunque. La ragazza che si rivolge a loro - chissà perché poi sono tutte donne - sembra avere competenze e conoscenze che spaziano dall'ultimo spettacolo in scena al San Carlo a quelle infrastrutturali e di accordi tra trasporti e enti turistici. Entrambi restano enormemente soddisfatti. La ragazza ha stoffa. L'unica nota di demerito: una donna dietro al bancone, la quale, totalmente irrispettosa dei turisti appena entrati e della sua collega che lavorava, rideva di gusto parlando al telefono, probabilmente col ragazzo. Lasciano Galleria Umberto per dirigersi verso l'ultimo obbiettivo di quella giornata: l'infopoint di piazza Plebiscito. Stavolta ad attenderli è un amico di lui. A questo punto, decidono di fare l'inverso di quanto fatto a piazza del Gesù: lei sarà l'amica venuta da fuori e lui il cicerone. Dietro al bancone una fila di stagisti. Nessuno mostra competenze adeguate. Sono tutti giovani, inesperti, forniscono informazioni incomplete e mostrano un forte disagio nel comunicare con i turisti. Dei tre intervistati, questo senza dubbio è il peggiore. Conclusione da trarre? Speriamo che tutti i turisti preferiscano l info point della Galleria Umberto.

4 gennaio/febbraio L inchiesta Le difficoltà di Chiara e Dario che hanno parlato in inglese Alla Galleria nessuno sapeva come dire nave ; al Plebiscito sconosciuta la storia della piazza Svedesi per caso, delusi sul serio Di CHIARA RUSSO e DARIO DE SIMONE Armati di macchina fotografica, piantina della città, cappellini e zainetto, siamo andati in giro per Napoli, guardandola con occhi da turisti. La nostra missione non è stata quella di essere semplici visitatori, ma di scoprire la preparazione culturale, la conoscenza delle lingue, nonché il trattamento riservato ai veri turisti da parte dei punti informazione dislocati per le vie del centro. Per essere più credibili con i nostri inevitabili errori di grammatica e pronuncia inglese, abbiamo deciso di fingerci svedesi (aiutati dalla nostra carnagione chiara e dai capelli biondi): così, nonostante il nostro maccheronico accento, non abbiamo destato sospetti. Appuntamento a Montesanto alle ore 10, verso la prima meta: l'info point di piazza del Gesù. Con un po' d'ansia di essere scoperti, abbiamo nascosto (Chiara ha nascosto) con cura il registratore nella manica del giubbino e ci siamo apprestati ad entrare. L'esperienza da finti turisti è iniziata con un good morning. Le ragazze al bancone si sono dimostrate disponibili e gentili. Chiedendo informazioni riguardo San Martino e la sua storia, le mostre presenti al momento e i mezzi di trasporto da prendere, ci siamo resi subito conto che le operatrici non erano molto informate ma in compenso avevano una buona conoscenza della lingua. Ci hanno dato numerose cartine e opuscoli, dimostrandosi ben forniti di materiale informativo. La prima indagine si è svolta senza intoppi, non siamo stati scoperti. Evidentemente il nostro travestimento ha funzionato meglio del previsto, tant'è vero che nella Galleria Umberto, alcuni venditori di foto, hanno insistito per regalarci immagini fotografiche della città. Il secondo obiettivo è stato l'info point situato all'interno della Galleria Umberto. Questa volta è toccato a Dario stare in prima linea. Con sfrontatezza è entrato chiedendo informazioni sui prodotti tipici e sulle isole dell'arcipelago partenopeo. La prima impressione è stata positiva dato che si sono dimostrati capaci di indicare con chiarezza diversi ristoranti e negozi di liquori locali. Tutto sembrava perfetto, compreso il comportamento, fino alla fatidica domanda su come raggiungere Capri. Nessuno dei tre operatori ricordava un sinonimo di nave, ma tutto sommato il giudizio è stato positivo. Non molto distante, l'ultimo punto informazioni, a piazza Plebiscito. Siamo entrati entrambi rimanendo sorpresi della scarsa conoscenza dell'inglese e dei modi superficiali con i quali siamo stati trattati. In più, nonostante lavorassero lì, non erano a conoscenza neanche sommariamente della storia di piazza Plebiscito, e ci hanno saputo fornire solo scarse informazioni riguardo Napoli sotterranea. La nostra missione è finita senza essere scoperti, grazie anche ad un rispolvero della lingua straniera, e agevolati dalla conoscenza approssimativa dell'inglese degli operatori. Da notare che nessuno all'interno degli info point ci ha proposto nuovi itinerari e opere d'arte da visitare. Ore 12,30: mettiamo via le nostre vesti da turisti e torniamo ad essere napoletani, portando a casa un esperienza piacevole e solo a tratti deludente.

5 gennaio/febbraio L inchiesta Adelaide e Anna, una napoletana l altra straniera: sono state credibili nella loro missione e si sono fatte coinvolgere dal ruolo, così hanno messo in pratica i consigli ricevuti Alla fine siamo diventate vere turiste Di ANNA BEYKOVA e ADELAIDE LIPPELLI Martedi 4 dicembre, appuntamento alle ore 9:30 a piazza Garibaldi, da non dimenticare look da turiste, registratore acceso, macchina fotografica alla mano, ed eccoci pronte per l'inizio della nostra avventura. Trasformateci da studentesse universitarie in credibili turiste, ci incamminiamo verso i principali punti informativi turistici di Napoli alla ricerca di notizie utili sui luoghi più interessanti da visitare in città e provincia Un pullman ci porta alla prima tappa del nostro percorso: Piazza del Gesù, ma quale dovrà essere il modo giusto di agire, dove nascondere il registratore per non destare sospetti? Un terribile stato d'ansia ci accompagna durante tutto il tragitto, ma eccoci arrivate, dopo una breve passeggiata a piedi ci troviamo immerse tra un gruppo di giovani turisti dinanzi la chiesa del Gesù e approfittiamo della situazione per accendere il registratore e nasconderlo. All'ingresso dell'ufficio troviamo a nostra disposizione due dipendenti che ci accolgono con cordialità, ma starà a noi verificare, attraverso numerose domande curiose, le loro qualità: livello di disponibilità e gentilezza, conoscenza delle lingue straniere e dei luoghi, quantità e qualità di materiale informativo fornito. Le nostre domande si concentrano su Ercolano, le sue attrattive turistico culturali, i servizi offerti, i mezzi di trasporto a disposizione dei potenziali visitatori e le eventuali agevolazioni. L'esito della nostra indagine qui è stato positivo. Approfittando della giornata solare ci addentriamo tra le stradine del centro storico verso il prossimo infopoint turistico: Galleria Umberto. Interessate alla visita del Museo di Capodimonte, cerchiamo di acquisire maggiori informazioni, soffermandoci sulla mostra in corso da Caravaggio a Picasso in occasione del cinquantenario dall'apertura al pubblico del museo, e sorprese dalla cordialità, otteniamo indicazioni e direttive anche su altri musei campani come il Museo Madre e il Palazzo delle Arti di Napoli. Soddisfatte per l'accoglienza, e cariche di depliant, decidiamo di andar via verso la nostra terza ed ultima tappa Piazza Plebiscito. Qui l' accoglienza ha lasciato un po' a desiderare, le risposte alle nostre domande circa la zona turistica di Pozzuoli sono state generiche e poco esaustive, il livello di materiale informativo è stato eccellente, ci sono state fornite interessanti guide turistiche ma queste dovevano essere supportate da altrettanta ricchezza d'informazioni. Ed eccoci arrivate alla fine di questa avventura trascorsa da vere e proprie aspiranti giornaliste, anche se per poche ore abbiamo avuto la possibilità di calarci nelle vesti di vere e proprie turiste, la calda giornata ci invita a proseguire per le stradine del centro storico alla ricerca di posticini interessanti per scattare qualche foto, ripensando alla calorosità, la disponibilità delle persone che abbiamo incontrato, speriamo che ogni turista in visita nella nostra città si senta cosi ben accolto ed abbia la possibilità di entrare a contatto con il voltopulito e positivo di Napoli.

6 gennaio/febbraio L inchiesta Maria Giovanna e Roberto fingendosi turisti si sono resi conto che per lo sviluppo di una località è necessario diffondere in maniera capillare lo studio delle lingue Abbiamo capito quant è importante conoscere l inglese Di MARIA GIOVANNA SALVIA e ROBERTO CACCIOPPOLI previsione corretta della giornata è il mio ritardo all'appuntamento delle otto e trenta a Piazza Dante L'unica con Roberto il ventotto novembre scorso. Nei giorni precedenti avevamo deciso di preparare alcune domande in lingua inglese, riguardanti dei luoghi turistici del centro antico di Napoli come il complesso conventuale di San Lorenzo Maggiore o la chiesa del Gesù Nuovo; erano delle semplici indicazioni spaziali che ci aiutavano a raggiungere il posto, per il resto eravamo decisi a dare libero sfogo all'improvvisazione. L'obiettivo della nostra missione era di testare le qualità degli info-point e soprattutto scoprire se un turista (soprattutto straniero), può immergersi nel milieu napoletano affidandosi a questi punti di consulenza. Siamo uno dei gruppi di redattori della Newsletter in missione sul campo. Vogliamo scoprire se i punti informativi garantiscono l'accoglienza del turista consentendogli un'agevole fruizione delle risorse del territorio. Così, muniti di cappellini e scarpette da tennis da perfetti visitatori, macchine fotografiche a tracolla e soprattutto dopo aver trovato un'adeguata sistemazione per nascondere il registratore, ci dirigiamo verso il primo centro sito a piazza del Gesù, dieci minuti di preparazione per immedesimarci nella parte di due spaesati turisti greci e si entra! Tre ragazze ci accolgono allo sportello, soddisfano le nostre richieste ma la chiacchierata dura poco nonostante la disponibilità delle stesse, a causa della paura di tradirci. Contenti per aver rotto il ghiaccio compiliamo la scheda valutativa, sicuramente le ragazze sono abbastanza preparate ad accogliere un visitatore, ma non danno ulteriori informazioni e consigli; così un turista uscito dall'info-point di piazza del Gesù non saprà niente più di ciò che sapeva prima se non come raggiungere il luogo d'interesse. Il nostro percorso continua diretti all'ufficio informazione della galleria Umberto I che, per ironia della sorte, da buoni "turisti" non troviamo. Costetti a chiedere indicazioni continuiamo a recitare. ma per poco visto che nessuno è in grado di aiutarci e ci informiamo nella nostra lingua. Qui brevissimo è il dialogo con la responsabile dell'info-point alla quale vanno i nostri complimenti per il perfetto inglese che tronca prematuramente la conversazione; infatti, dopo aver saputo come raggiungere il museo Nazionale scappiamo via in preda al panico. Dopo due ore le valutazioni sono piuttosto positive; i centri d'informazione fino ad ora verificati si sono dimostrati all'altezza. Chiediamo così, incuriositi, le stesse indicazioni anche ai passanti e ai commercianti della zona, ma la situazione non è allo stesso modo soddisfacente, in quanto riscontriamo una conoscenza della lingua straniera pari a zero. La conversazione più interessante e anche più lunga è stata quella con il terzo ufficio turistico, a piazza Plebiscito, dove ci confrontiamo con un gruppo di stagisti, nostri coetanei, che si mostrano impacciati... molto più di noi! Proprio per questo, forti e sicuri di non essere smascherati chiediamo l'impossibile anche oltre le domande canoniche fino a quel momento formulate. L'evento più divertente, avviene alla fine della giornata, quando i ragazzi ci propongono di compilare separatamente un questionario pre-definito che essi solitamente somministrano ai turisti stranieri. Non possiamo sottrarci al "contro-assalto", ma fortunatamente nessuno si rende conto che Roberto ed io stiamo rispondendo diversamente alle stesse domande, come se fossimo due perfetti sconosciuti. Missione compiuta con successo. Due info-point turistici su tre soddisferebbero le esigenze di un "impreparato" turista, anche se, a causa dell'inverosomiglianza della situazione, in nessuna delle tre postazioni visitate ci sono state fatte proposte riguardanti luoghi diversi da quelli da noi menzionati. Siamo molto soddisfatti contrariamente alle nostre previsioni abbastanza negative, l'inchiesta ci è in ogni modo servita anche per capire la necessità di una corretta padronanza della lingua straniera nel processo di "cattura del turista". Che non si può acquisire solo sui banchi di scuola!

7 Il racconto Di DIEGO ASTORE Centro nevralgico economico e turistico della città, crocevia di lavoratori d'ogni specie e turisti affannati, desiderosi di catturare Napoli e conservarla, con un clic, nella fotocamera digitale o in un filmino da mostrare agli amici. Piazza Municipio. Ora di punta. Tra i nuovi gruppi con l immancabile ombrellino-guida, appena sfornati dalla stazione marittima, ed i "maestri dell'arte di arrangiarsi" (pronti a inseguirti per venderti l'ultimo rolex di tendenza. Falso, ovviamente) c'è chi trova anche il tempo per sedersi a mangiare un boccone. Tutto è iniziato per caso. Alla "Taverna do' re": sono vicino di tavolo di una coppia americana di Philadelphia. sulla cinquantina. Iniziamo a conversare, non senza difficoltà, davanti ad un bel piattone di insalata caprese: io resto al mio tavolino, loro a quello vicino. Scopro che sono in tour per l'italia per il più classico dei motivi (parenti nel fiorentino) e che sono già stati a Firenze e a Roma. Tutto in dieci giorni per un frenetico tour italiano. Chiedo com'è stata la loro giornata e le impressioni sulla nostra città. Mi rispondono con entusiasmo. Trovano che Napoli sia bellissima, un po' sporca, artisticamente perfetta, ricca di monumenti, abitata da persone colorite (è questo il termine che hanno usato), squisite e sorridenti, con tanti vicoli unici, tenebrosi, pericolosi ed eccitanti. Sono dispiaciuti perché per esigenze tecniche (tra un paio di giorni ritorneranno negli Stati Uniti) sono costretti a non potersi fermare troppo a lungo. Ma la maniera in cui hanno tratteggiato la città mi ha riempito d orgoglio. Per avere un quadro d assieme, rapido ed esauriente, della città, si sono affidati al CitySightseeing bus, il colosso del franchising turistico "made in cuffie", che in ogni città turistica del mondo scarrozza gli ospiti da un luogo all'altro, ed in contemporanea una voce pre-registrata in cinque lingue, spiega tutto quello che c'è da sapere. Accade così anche a Napoli da anni (sul numero di ottobre 2006 della nostra Newsletter c è un ampio approfondimento): il bus segue tre itinerari in città che avrebbero un tempo previsto, traffico gennaio/febbraio Il nostro Diego ha incontrato per caso una coppia di visitatori americani ed ha trascorso qualche ora con loro tra arte, bellezze, disagi e sfogliatelle Un giorno con i turisti: che città! Sopra: Il CitySightseeing sullo sfondo di San Martino. Sotto: Turisti in visita al Duomo di Napoli permettendo, di ottanta minuti. Secondo me, limitarsi al tour in autobus, è come andare in tribuna allo stadio, ma guardare la partita su un televisore portatile, con il commento della Playstation. Ciononostante è un servizio utilissimo, soprattutto per chi non ha a disposizione molto tempo. E sono molti i turisti che cercano di sfruttarlo fino in fondo: combinano i tre itinerari cittadini in modo da compiere il percorso in diversi momenti. Scendono dal bus per visitare un quartiere o un monumento, e aspettano il giro successivo per continuare la visita della città: il servizio non è proprio economico (il biglietto costa 22 euro), però c è la possibilità di usufruire del servizio per 24 ore consecutive. La chiacchierata con i signori Robowtham/Bianciardi prosegue con una passeggiata. Rilassante, piacevole, densa di parole e riempita dalle emozioni dei due turisti, che sembrano davvero innamorati della città. Sono realmente dispiaciuti: hanno pochi giorni a disposizione e troppe cose da vedere. Però, nonostante la fretta e la voglia di tuffarsi ancora nelle vie di Napoli, riesco a coinvolgerli in un rito tutto napoletano: la sfogliatella di Pintauro. Sono entusiasti della scoperta gastronomica e questo evento cementa definitivamente la nostra amicizia. Devono andare via e mi salutano con grande calore. Gli auguro una buona permanenza e li invito a tornare in futuro nella nostra Napoli con meno fretta, magari senza ascoltare quella algida voce in cuffia, ma le "sirene" degli storici vicoli di Napoli.

8 gennaio/febbraio Viaggio nel mondo del Bed & Breakfast Cos è, qual è il percorso burocratico e quali sono le norme da rispettare L esperienza di una struttura di Paestum B&b, e la casa diventa hotel di CHIARA MELISI Consigli per il futuro Qualsiasi nucleo familiare può aprire un Bed and Breakfast (B&B); il punto di partenza è senza dubbio lo statuto regionale (o, se disponibile, il regolamento comunale) relativo a questo tipo di attività. Sono documenti che delineano le caratteristiche, ma soprattutto i requisiti necessari per intraprenderne l esercizio. Ecco alcuni importanti elementi, tratti dalla consultazione di questi documenti (che tutti possono effettuare anche in rete): i proprietari o i possessori dell abitazione hanno l obbligo di residenza, e stabile domicilio, nella struttura adibita all attività; possono essere offerte in alloggio massimo 3 camere e per un massimo di 6 ospiti in tutto (ogni camera può ospitare da 1 a 4 persone a seconda della metratura); può essere offerta solo la prima colazione e solo in confezioni monodose; la struttura deve chiudere almeno 90 giorni l anno, anche non consecutivi. Dopo aver adeguato l appartamento ai dettami dello statuto, il passo successivo è quello di presentare la denuncia di inizio attività : un documento che va depositato presso l ufficio turistico del comune di appartenenza. Entro 30 giorni dalla data di richiesta, un delegato dell ufficio turistico, effettuerà un sopralluogo per verificare l effettiva idoneità alle norme di legge; all esito positivo del controllo corrisponderà l apertura ufficiale del Bed & Breakfast. Per quanto riguarda l aspetto economico, nonostante l alloggio sia già abitato dal nucleo familiare, non bisogna trascurare i costi necessari per l adeguamento dell abitazione alle necessità dell esercizio (es. per l arredamento delle camere, la biancheria, le posate, eventuali sistemi di climatizzazione) che possono portare spese, anche notevoli, e indurre alla ricerca di fonti di finanziamento agevolate. Anche in questo caso il canale telematico può essere d aiuto per individuare finanziamenti stanziati a livello europeo, statale o regionale, per l imprenditoria giovanile e femminile, oppure finanziamenti per l imprenditoria in genere (in questo caso si può fare riferimento, per esempio, al sito Ma quali sono i motivi che spingono ad aprire un Bed & Breakfast? Lo abbiamo chiesto a Mariella Guglielmotti, proprietaria del Bed & Breakfast Magna Graecia, a Capaccio-Paestum: Indubbiamente il fattore risparmio influisce molto sui consumatori, che avvertono la conseguente possibilità di prolungare la loro vacanza. L economicità del soggiorno - continua - è un rilevante fattore di attrazione per alcuni segmenti di mercato, quali ragazzi e giovani coppie, soprattutto nei mesi estivi; non sono da escludere poi gli anziani i quali apprezzano la tranquillità che può garantire l accoglienza in famiglia. Ed è proprio il rapporto umano il valore aggiunto di questa attività rispetto ad altre formule di accoglienza, talvolta troppo impersonali. La nostra intervistata, Mariella Guglielmotti, però confida che non è sempre facile far rispettare agli ospiti le regole necessarie per la convivenza in casa, ma che gli sforzi sono ben spesi quando si inizia a creare un rapporto di fiducia reciproco: Quando gli ospiti restano più a lungo, ad esempio, non chiudono più a chiave le camere perchè sanno che io controllo ogni cosa. Il Bed & Breakfast Magna Graecia a Paestum. Sopra: la proprietaria Mariella Guglielmotti. Sotto: gli scavi al tramonto La nostra intervistata ci saluta con un allegro e convinto in bocca al lupo a tutti gli studenti di Stim affinché possano realizzare con successo i loro obiettivi. Proprio come ha fatto lei, che ha avuto la tenacia di andare avanti anche quando, all inizio dell attività, bussavano alla sua porta chiedendo incuriositi cosa fosse di preciso questo Bric e Brac.

9 gennaio/febbraio Tutti i passaggi per usufruire del servizio telematico Esis e le modalità che non avete mai preso in considerazione Le vie delle prenotazioni sono infinite Come si fa di CHIARA MELISI Durante il periodo dei corsi, spesso l appello d esame ci appare lontano abbastanza da non turbare la quiete quotidiana ; poi le lezioni giungono al termine e, oltre a dedicarci principalmente allo studio, ci rendiamo conto che si avvicina l ora di effettuare la fatidica prenotazione della prova. E facile posticipare il più possibile questa incombenza perché spesso si ritiene prematuro eseguirla non avendo ancora terminato lo studio dell intero programma d esame; all effettuazione della prenotazione è inoltre associata la decisione definitiva di svolgere l esame sebbene l appello successivo, distante quasi un mese, conferisce una ventata di sano ottimismo e la quasi certezza di essere maggiormente preparati. Ma il momento arriva sempre e allora, siete sicuri di conoscere le molteplici modalità di prenotazione? La più conosciuta è senza dubbio il servizio ESIS (Erogazione Servizi Informatici Studenti) al quale si può accedere in tre modi: comodamente da casa attraverso internet, cliccando, in sequenza sul sito dell università (www.unina.it), didattica, nella sezione studenti, e segreteria online ; dai chioschi telematici, la cui ubicazione nella zona di Monte Sant Angelo, e in quelle di Fuorigrotta, Bagnoli è indicata nella tabella a destra; per via telefonica chiamando il numero verde (costo 0.07 euro allo scatto di risposta) e seguendo le indicazioni della segreteria automatica - molto simile a quella delle ricariche dei cellulari - che vi chiederà di digitare il numero di matricola, il PIN e il codice dell esame (anche in questo caso è possibile stampare una ricevuta della prenotazione effettuata perché questa verrà normalmente visualizzata nella sezione lista delle prenotazioni effettuate ). Ancora due avvertimenti per una corretta fruizione: nel caso di prenotazioni di esami a scelta (es. storia moderna o contemporanea) sarà necessario digitare il codice del singolo esame, reperibile nella sezione elenco insegnamenti ; è possibile inoltre prenotarsi entro una settimana dalla data d appello riportata in calendario, nonostante eventuali posticipazioni comunicate dal docente. Altra modalità, meno usata per le solite chilometriche file che la caratterizzano, è il ricorso alla segreteria che, una volta comunicati l esame da svolgere, il professore corrispondente e i vostri dati anagrafici (nome, cognome e numero di matricola), vi rilascerà una ricevuta da presentare eventualmente all appello. Non bisogna dimenticare che c è anche la possibilità di far riferimento direttamente al professore (presentandosi in dipartimento durante gli orari di ricevimento previsti) o inviandogli una richiesta tramite posta elettronica, soluzione alla quale è preferibile ricorrere se ve ne sia data l esplicita possibilità o in caso di estrema emergenza: le prenotazioni dell ultimo momento, sul filo del rasoio, non sono sempre gradite. Sul sito di ogni docente inoltre, è talvolta presente il numero di telefono del dipartimento a cui appartiene e col quale può essere utile mettersi in contatto. A questo punto a voi la scelta della modalità di registrazione con il consiglio di non rimandare troppo a lungo, perché rimanda-rimanda si rischia di arrivare al termine dei tempi di prenotazione e, in quella fase, di scelte non ce ne sono davvero più! Sopra due degli otto chioschi per la prenotazione degli esami, situati nei centri comuni di Monte Sant Angelo. Sotto una ricostruzione della dislocazione dei chioschi nella zona della nostra facoltà

10 gennaio/febbraio Tra monumenti, architettura storica e mercatini: Rossella ha fatto un blitz nella Repubblica Ceca ed è rimasta affascinata. Ecco il suo racconto Praga: una città senza tempo Gli appunti di viaggio Di ROSSELLA TRONCONE Numerose sono le leggende legate alla creazione dell incantevole Praga; da quella del Golem, gigante d argilla costruito per proteggere il popolo ebraico dalle persecuzioni, a quella della principessa Libussa, considerata non solo la fondatrice della città, ma anche colei che ne consentì lo splendore. Tutti racconti nati per tentare di dare una spiegazione alla sua straordinaria bellezza; non a caso, la capitale ceca figura oggi nell elenco dei beni dichiarati patrimonio dell umanità dall Unesco. Mia sorella ed io siamo arrivate la sera del primo dicembre, stanche dopo un volo di circa tre ore, ma non appena abbiamo respirato la coinvolgente aria praghese non siamo riuscite a resistere alla tentazione di partire subito alla scoperta delle sue ricchezze. Abbiamo cominciato dal Ponte Carlo che unisce le due principali parti della città: la vecchia (Stare Mesto) e la piccola (Mala Strana). Con le luci della sera, il ponte diventa particolarmente romantico e si popola di turisti che non possono far ritorno a casa senza aver scattato almeno una foto davanti alle 1993 Praga diviene capitale della Repubblica Ceca. la città conta abitanti Vengono intrapresi i lavori per la costruzione del Ponte Carlo ad opera di P. Parler. 30 L unità monetaria è la corona ceca. Trenta corone valgono un euro. 7 Il Castello di Praga si estende su una superfice di sette ettari. storiche statue che lo costeggiano. La nostra fortuna è stata quella di visitare Praga nel periodo natalizio quando, tra luci e mercatini inseriti tra le bellezze architettoniche, il panorama diventa quasi fiabesco. È come se passeggiando tra le sue stradine ed ammirando i suoi secolari palazzi si tornasse indietro nel tempo rivivendone la storia. Impossibile non visitare la torre del Municipio, nella parte vecchia della città dove l orologio astronomico continua da secoli ad attirare l attenzione della folla lasciando sfilare, allo scoccare dell ora, le statuette raffiguranti gli apostoli. Ancora numerosi sono i luoghi da collocare nella lista dei posti da vedere: il Clementinum, uno dei più grandi palazzi di Praga dove ha sede la biblioteca nazionale (e dal quale si gode di una delle migliori viste panoramiche); piazza San Venceslao, nella città nuova (Nove Mesto), che ospita non solo la statua equestre del Santo ma anche il Museo Nazionale e i negozi, ristoranti e hotel più frequentati dai praghesi e dai turisti; e ancora, il quartiere ebraico con le sue sinagoghe e il vecchio cimitero, il più antico d Europa. Senza dubbio, però, il più importante complesso architettonico è il Castello, che comprende l imponente cattedrale di San Vito, la più grande chiesa gotica della città, custode oggi delle spoglie dei più importanti principi, re e altri protagonisti della storia del paese. Tra i luoghi più caratteristici al suo interno troviamo, poi, oltre al vecchio Palazzo Reale con i suoi giardini dove avvenne la famosa defenestrazione di Praga durante la Guerra dei Trent anni, il Vicolo d Oro, una serie di variopinte casette addossate alle mura del Castello dove abitavano arcieri e mercanti e che oggi ospitano dei caratteristici negozietti di souvenir. Se non si è ancora troppo stanchi dopo aver girato per chiese, musei ed edifici storici tutto il giorno, Praga è in grado di offrire anche tantissime opportunità di divertimento notturno con i suoi numerosissimi ristoranti, bar, pub e ovviamente birrerie, sempre gremite di gente. Ed ecco che il tempo vola via rapido quando ci si trova in un luogo così ricco di cose da fare e posti da vedere. E allora, dopo aver assaporato l atmosfera praghese, ci si prepara per il fatidico ritorno, si riempiono le valige e si è pronti a ripartire, certi solo di voler ritornare ancora una volta prima o poi. CARTOLINE DA PRAGA Dall alto: tetti di Praga; l orologio astronomico; Rossella e la sorella davanti alla cattedrale di San Vito; Rossella davanti al ponte Carlo.

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita"

Consigli di lettura alla Libreria Rinascita Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita" Pagine d Estate: proposte di letture per l estate 2014 Quest'iniziativa vuole incentivare il gusto per la lettura e avvicinare i preadolescenti ai testi di

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo capitolo Fattori Introduzione suggestopedici alla Suggestopedia La dessuggestione Moderna delle barriere di apprendimento pag. 7 Se vuoi costruire una nave, non raccogliere i tuoi uomini per preparare

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA Tutti gli anni, affrontando l argomento della divisibilità, trovavo utile far lavorare gli alunni sul Crivello di Eratostene. Presentavo ai ragazzi una

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

1) In che misura ritiene che questo anno scolastico abbia accresciuto la preparazione di suo/a figlio/a?

1) In che misura ritiene che questo anno scolastico abbia accresciuto la preparazione di suo/a figlio/a? 1) In che misura ritiene che questo anno scolastico abbia accresciuto la preparazione di suo/a figlio/a? 4 4 3 2 1 1% 4 4 1a) In che misura valuta l'impegno di suo/sua figlio/a? 4 4 3 2 1 1% 1% 4 1 B 1b)

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

obotica per il relax A New York un esperienza all insegna della tecnologia senza rinunciare ai comfort

obotica per il relax A New York un esperienza all insegna della tecnologia senza rinunciare ai comfort l hotel hi-tech R obotica Se siete persone indipendenti e cercate un ambiente alternativo davvero easy, potete organizzare un giro intercontinentale a New York. Non solo per la città pulsante di vita e

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli