Corso di Reti di Calcolatori. java.net.url

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di Reti di Calcolatori. java.net.url"

Transcript

1 Corso di Reti di Calcolatori UNICAL Facoltà di Ingegneria a.a. 2002/2003 Esercitazione sul networking in Java (2 a parte) 1 java.net.url URL (String spec) crea un oggetto URL a partire dalla stringa che lo rappresenta URL (String protocol, String host, int port, String file) crea un URL a partire dai componenti specificati (port = -1 indica l uso della porta standard per il protocollo specificato) URLConnection openconnection() restituisce un oggetto URLConnection che gestisce la connessione diretta alla risorsa InputStream openstream() apre un flusso di input per la lettura dei dati della risorsa 2

2 Recupero del contenuto di un sito Web import java.io.*; import java.net.*; public class URLTest { public static void main(string[] args) { try { URL url = new URL("http://www.deis.unical.it"); BufferedReader in = new BufferedReader (new InputStreamReader(url.openStream())); boolean more = true; while (more) { String line = in.readline(); if (line == null) more = false; else System.out.println(line); catch (IOException e) { System.out.println("Error"+e); 3 java.net.urlconnection (1) Per ottenere dalla risorsa informazioni aggiuntive e controllarne meglio l accesso si usa la classe URLConnection. In generale per creare una URLConnection si seguono i seguenti passi: 1.Si chiama il metodo openconnection di un oggetto URL: URLConnection connection = url.openconnection(); 2.Si impostano le proprietà usando i metodi: setdoinput setdooutput setifmodifiedsince setusecaches setallowuserinteraction setrequestproperty 3.Si effettua la connessione alla risorsa remota mediante il metodo connect: connection.connect(); Il metodo connect crea una connessione socket con il server e richiede al server le informazioni di intestazione. 4

3 java.net.urlconnection (2) 4.Dopo aver attivato la connessione è possibile richiedere le informazioni di intestazione. I metodi getheaderfieldkey e getheaderfield consentono di accedere a tutti i campi di intestazione. I seguenti metodi interrogano i campi standard: getcontenttype getcontentlength getcontentencoding getdate getexpiration getlastmodified 5.Si accede alla risorsa remota, utilizzando il metodo getinputstream per ottenere un flusso di input per leggere le informazioni, ed il metodo getoutputstream per ottenere un flusso di output per inviare informazioni. 5 java.net.urlconnection (3) void setdoinput(boolean doinput) se doinput è true, l utente può ricevere l input da questo URLConnection void setdooutput(boolean dooutput) se dooutput è true, l utente può ricevere l output da questo URLConnection void setifmodifiedsince(long time) configura questo URLConnection per recuperare solo i dati che sono stati modificati dopo la data indicata void setusecaches(boolean usecaches) se usecaches è true, i dati possono essere recuperati da una cache locale void setallowuserinteraction(boolean allowuserinteraction) se allowuserinteraction è true, all utente può essere richiesta una password void setrequestproperty(string key, String value) imposta una proprietà della richiesta 6

4 java.net.urlconnection (4) void connect() si connette alla risorsa remota e recupera le informazioni di intestazione String getcontenttype() recupera il tipo di contenuto, per esempio text/plain o image/gif int getcontentlength() recupera la lunghezza del contenuto, oppure 1 se il valore è sconosciuto String getcontentencoding() recupera la codifica del contenuto, per esempio gzip long getdate() recupera la data di creazione della risorsa long getexpiration() recupera la data di scadenza della risorsa long getlastmodified() recupera la data dell ultima modifica della risorsa 7 java.net.urlconnection (5) String getheaderfieldkey(int n) recupera l n-esima chiave del campo di intestazione String getheaderfield(n) recupera l n-esimo valore del campo di intestazione InputStream getinputstream() restituisce uno stream per leggere la risorsa OutputStream getoutputstream() restituisce uno stream per scrivere sulla risorsa 8

5 URLConnectionTest (1) import java.io.*; import java.net.*; import java.util.*; public class URLConnectionTest { public static void main(string[] args) { try { URL url = new URL("http://java.sun.com"); URLConnection connection = url.openconnection(); connection.connect(); // print header fields int n = 1; String key; while ((key = connection.getheaderfieldkey(n))!= null) { String value = connection.getheaderfield(n); System.out.println(key + ": " + value); n++; // print convenience functions System.out.println(" "); System.out.println("getContentType: "+connection.getcontenttype()); 9 URLConnectionTest (2) System.out.println("getContentLength: "+connection.getcontentlength()); System.out.println("getContentEncoding: " +connection.getcontentencoding()); System.out.println("getDate: "+connection.getdate()); System.out.println("getExpiration: "+connection.getexpiration()); System.out.println("getLastModifed: "+connection.getlastmodified()); System.out.println(" "); BufferedReader in = new BufferedReader(new InputStreamReader(connection.getInputStream())); // print first ten lines of contents String line; n = 1; while ((line = in.readline())!= null && n <= 10) { System.out.println(line); n++; if (line!= null) System.out.println("..."); catch (IOException exception) {System.out.println("Error: " + exception); 10

6 URLConnectionTest (3) L output del programma è il seguente: Server: Netscape-Enterprise/6.0 Date: Sat, 12 Oct :15:45 GMT Content-type: text/html Connection: close getcontenttype: text/html getcontentlength: -1 getcontentencoding: null getdate: getexpiration: 0 getlastmodifed: <!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01 Transitional//EN"> <HTML> <HEAD> <TITLE>The Source for Java(TM) Technology</TITLE> Invio di dati ad un server Web (1) Per inviare informazioni ad un server Web sono disponibili due metodi: GET e POST Con il metodo GET i parametri si allegano alla fine dell indirizzo URL: I parametri sono separati tra loro da una &, e devono essere codificati secondo la specifica URL nel modo seguente: i caratteri alfanumerici ed i caratteri - _. * non vengono modificati, mentre gli spazi vengono sostituiti dal carattere + e tutti gli altri sono rappresentati nel formato %UV dove 0xUV è il byte di ordine minore del carattere. Esiste una classe java.net.urlencoder che offre due metodi: static String encode (String s) restituisce la forma codificata secondo la specifica URL della stringa s static String decode (String s) restituisce la stringa s decodificata 12

7 Invio di dati ad un server Web (2) Con il metodo GET si possono includere solo un numero limitato di caratteri. Il metodo POST non utilizza parametri, ma recupera un flusso di output da URLConnection e scrive le coppie nome/valore su questo flusso. Il processo per inviare dati ad una procedura con POST è il seguente: // si stabilisce una URLConnection URL url = new URL ( ); URLConnection connection = url.openconnection(); // si prepara la connessione all output connection.setdooutput(true); // si ottiene un flusso di output e si trasmette la sequenza di dati al server PrintWriter out = new PrintWriter(connection.getOutputStream()); out.println(name1+ = +URLEncoder.encode(value1)+ & ); out.println(name2+ = +URLEncoder.encode(value2)+ \n ); out.close(); 13 Invio di dati ad un server Web (3) Quindi la risposta del server viene letta nel solito modo: BufferedReader in = new BufferedReader (new InputStreamReader (connection.getinputstream())); String line; while ((line = in.readline())!= null) { elabora riga 14

8 PostTest (1) La pagina Web contiene un modulo per richiedere dati sulla popolazione dei diversi paesi: <form method=post action="/cgi-bin/ipc/idbsprd"> <select name="tbl" size=8 > <option value="001">001 Total Midyear Population <option value="002">002 Urban Population as a Percent of Total Population </select> </form> La procedura eseguita quando si preme invio è /cgi-bin/ipc/idbsprd, ed è necessario usare il metodo POST per inviare dati alla procedura. Il componente dell interfaccia che consente di scegliere l opzione desiderata si chiama tbl. Scegliendo l opzione 001 si ottiene la tabella sulla popolazione totale a metà anno. 15 PostTest (2) La pagina consente di impostare altri campi: cty, il cui valore indica il paese di cui si vogliono ottenere i dati opyr, il cui valore indica l intervallo temporale prescelto (si usa il valore latest checked per ottenere i dati più recenti) Per recuperare i dati più recenti relativi alla popolazione della Cina si costruisce la stringa: tbl=1&cty=ch&optyr=latest+checked si invia la stringa all indirizzo URL: quindi si recupera l output. Il programma seguente invia i dati via POST ad un URL arbitrario. I dati sono specificati nel file di proprietà PostTest.properties. 16

9 PostTest (3) import java.io.*; import java.net.*; import java.util.*; public class PostTest { public static void main(string[] args) { try { String filename = "PostTest.properties"; Properties props = new Properties(); FileInputStream in = new FileInputStream(fileName); props.load(in); URL url = new URL(props.getProperty("URL")); props.remove("url"); String r = dopost(url, props); System.out.println(r); catch (IOException exception) {System.out.println("Error: " + exception); public static String dopost(url url, Properties namevaluepairs) throws IOException { URLConnection connection = url.openconnection(); connection.setdooutput(true); 17 PostTest (4) PrintWriter out = new PrintWriter(connection.getOutputStream()); Enumeration enum = namevaluepairs.keys(); while (enum.hasmoreelements()) { String name = (String)enum.nextElement(); String value = namevaluepairs.getproperty(name); char ch; if (enum.hasmoreelements()) ch = '&'; else ch = '\n'; out.print(name + "="+URLEncoder.encode(value) + ch); out.close(); BufferedReader in; try { in = new BufferedReader (new InputStreamReader(connection.getInputStream())); 18

10 PostTest (5) catch (FileNotFoundException exception) { InputStream err = ((HttpURLConnection)connection).getErrorStream(); if (err == null) throw exception; in = new BufferedReader(new InputStreamReader(err)); StringBuffer response = new StringBuffer(); String line; while ((line = in.readline())!= null) response.append(line + "\n"); in.close(); return response.tostring(); 19 PostTest (6) Contenuto del file PostTest.properties: URL=http://www.census.gov/cgi-bin/ipc/idbsprd tbl=001 cty=ch optyr=latest checked 20

11 PostTest (7) L output del programma è il seguente: <PRE> U.S. Bureau of the Census, International Data Base Table 001. Total Midyear Population CtYear Population CH Source: U.S. Bureau of the Census, International Data Base. </PRE> 21 Bibliografia Cay S. Horstmann, Gary Cornell Java 2 Volume II Tecniche avanzate Quarta Edizione McGraw-Hill Capitolo 3: Comunicazione di Rete The Java Tutorial: 22

Architettura Client-Server

Architettura Client-Server Architettura Client-Server 1. il client manda una richiesta al server 2. il server (in attesa) riceve la richiesta 3. il server esegue il servizio richiesto (generando un thread concorrente) 4. il server

Dettagli

Cifratura simmetrica

Cifratura simmetrica Cifratura Cifratura simmetrica Alice canale insicuro Bob 2 Cifratura simmetrica m Algoritmo di decifratura m Alice canale insicuro Algoritmo di cifratura Bob 3 Cifrari simmetrici chiave privata k chiave

Dettagli

(VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ-DYD 6RFNHWGLWLSRGDWDJUDP

(VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ-DYD 6RFNHWGLWLSRGDWDJUDP (VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ-DYD 6RFNHWGLWLSRGDWDJUDP D /LQH&OLHQWH6HUYHU Sviluppare un applicazione C/S in cui: i inviano al server pacchetti (vuoti) che vengono interpretati dal server come richiesta

Dettagli

(VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ-DYD 6RFNHWGLWLSRVWUHDP

(VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ-DYD 6RFNHWGLWLSRVWUHDP (VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ-DYD 6RFNHWGLWLSRVWUHDP D (FKR&OLHQWH6HUYHU Sviluppare un applicazione C/S in cui: il server attende una connessione da parte del client (su MDYDQHW6HUYHU6RFNHW), usa la

Dettagli

Applicazioni web. Parte 5 Socket

Applicazioni web. Parte 5 Socket Agent and Object Technology Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Applicazioni web Parte 5 Michele Tomaiuolo tomamic@ce.unipr.it Protocolli Internet I computer

Dettagli

Basic Network Tutorial

Basic Network Tutorial java.net net.* Basic Network Tutorial aprile 2005 Agenda Java e network programming Low-level programming, network programming e distributed computing UDP e TCP Client e Server Applicazioni Bibliografia

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 10

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 10 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 10 Giovedì 3-04-2014 1 Reti per la distribuzione

Dettagli

La gestione dell input/output da tastiera La gestione dell input/output da file La gestione delle eccezioni

La gestione dell input/output da tastiera La gestione dell input/output da file La gestione delle eccezioni La gestione dell input/output da tastiera La gestione dell input/output da file La gestione delle eccezioni Autore: Prof. Agostino Sorbara ITIS "M. M. Milano" Autore: Prof. Agostino Sorbara ITIS "M. M.

Dettagli

20 - Input/Output su File

20 - Input/Output su File 20 - Input/Output su File Programmazione e analisi di dati Modulo A: Programmazione in Java Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it

Dettagli

MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School

MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School Area Sviluppo Web Autore: Alessio Bernardo Revisione: 1 Data: 23/05/13 Titolo: Sviluppo piattaforma e-learning e sviluppo siti web File: Documentazione tecnica Sito:

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 12

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 12 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II: Reti di calcolatori Lezione 12 Giovedì 16-04-2015 1 Confronto architetture C/S e

Dettagli

Corso sul linguaggio Java

Corso sul linguaggio Java Corso sul linguaggio Java Modulo JAVA6 A1 I file testo 1 Prerequisiti Programmazione base in Java Utilizzo di classi e oggetti Modello produttore consumatore Operazioni logiche su struttura file 2 1 Introduzione

Dettagli

Corsi di Reti di Calcolatori (Docente Luca Becchetti)

Corsi di Reti di Calcolatori (Docente Luca Becchetti) Corsi di Reti di Calcolatori (Docente Luca Becchetti) NOT : le soluzioni proposte sono volutamente sintetiche. Lo studente dovrebbe fare uno sforzo per risolvere i quesiti in modo autonomo, espandendo

Dettagli

Operazioni di input/output. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni

Operazioni di input/output. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni Operazioni di input/output Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Via Leopardi 132 Sesto San Giovanni Input /Output introduzione Per ottenere delle informazioni un programma apre un flusso (Stream)

Dettagli

Sincronizzazione con Java

Sincronizzazione con Java Sincronizzazione con Java Corse critiche e sincronizzazione Java implementa un meccanismo simile al monitor per garantire la sincronizzazione fra thread Ogni oggetto ha un lock associato ad esso Nelle

Dettagli

Connessioni di rete. Progetto di reti di Calcolatori e Sistemi Informatici - Stefano Millozzi. PdR_09010 - Stefano Millozzi

Connessioni di rete. Progetto di reti di Calcolatori e Sistemi Informatici - Stefano Millozzi. PdR_09010 - Stefano Millozzi Connessioni di rete Progetto di reti di Calcolatori e Sistemi Informatici - Stefano Millozzi 1 Socket orientato alla connessione o non orientato alla connessione 2 Socket in astratto 3 Socket modalità

Dettagli

Il Linguaggio Java: Socket.

Il Linguaggio Java: Socket. Il Linguaggio Java: Socket Il Linguaggio Java: Socket. Walter Cazzola Dipartimento di Informatica e Comunicazione Università à degli Studi di Milano. e-mail: cazzola@disi.unige.it Walter Cazzola Java Avanzato:

Dettagli

Corso di Reti di Calcolatori

Corso di Reti di Calcolatori Corso di Reti di Calcolatori UNICAL Facoltà di Ingegneria a.a. 2002/2003 Esercitazione sul networking in Java (3 a parte) e comandi di rete paolo.trunfio@deis.unical.it 1 Datagrammi Le applicazioni che

Dettagli

Gestione delle eccezioni Individuazione e ripristino parseint Individuazione e ripristino Individuazione e ripristino parseint

Gestione delle eccezioni Individuazione e ripristino parseint Individuazione e ripristino Individuazione e ripristino parseint parseint parseint showinputdialog JOptionPanenull null throw BankAccount IllegalArgumentException amount public class BankAccount { public void withdraw(double amount) { if (balance < amount) { // Parametro

Dettagli

/** * VETTORE DINAMICO elementi */ private Vector elementi; /** * METODO COSTRUTTORE */ public coda() { elementi=new Vector(); }

/** * VETTORE DINAMICO elementi */ private Vector elementi; /** * METODO COSTRUTTORE */ public coda() { elementi=new Vector(); } import java.util.*; class coda * Questa classe contiene tutti i metodi per la gestione della coda * @author D'Ambrosio Giovanni Classe 4D I.T.I.S. Grottaminarda * @version 26/02/2010 * VETTORE DINAMICO

Dettagli

Lezione 5: Socket SSL/ TLS. Corso di Programmazione in Rete Laurea Magistrale in Ing. Informatica Università degli Studi di Salerno

Lezione 5: Socket SSL/ TLS. Corso di Programmazione in Rete Laurea Magistrale in Ing. Informatica Università degli Studi di Salerno Lezione 5: Socket SSL/ TLS Corso di Programmazione in Rete Laurea Magistrale in Ing. Informatica Università degli Studi di Salerno 1 Outline Introduzione Gestione delle chiavi e dei certificati Comunicazione

Dettagli

Programmazione di rete in Java

Programmazione di rete in Java Programmazione di rete in Java Reti di calcolatori Una rete di calcolatori è un sistema che permette la condivisione di dati informativi e risorse (sia hardware sia software) tra diversi calcolatori. Lo

Dettagli

Operazioni di scrittura e lettura con periferici in linguaggio Java

Operazioni di scrittura e lettura con periferici in linguaggio Java Operazioni di scrittura e lettura con periferici in linguaggio Java Flussi logici (stream) di output Operazione di scrittura a monitor con uso di stream (flusso logico) di output RAM System.out.println

Dettagli

Programmare con le Socket TCP in java. 2: Application Layer 1

Programmare con le Socket TCP in java. 2: Application Layer 1 Programmare con le Socket TCP in java 2: Application Layer 1 Il Client contatta il server Il Server: Il processo server è sempre attivo in attesa di connessioni (demone) Crea una socket per accettare la

Dettagli

TFA 42 Sistemi e Reti di Calcolatori per la Didattica

TFA 42 Sistemi e Reti di Calcolatori per la Didattica Università degli Studi di Pisa 42 Sistemi e Reti di Calcolatori per la Didattica 29/03/2013 Laura Ricci Laura Ricci 1 DNS: DOMAIN NAME SYSTEM Persone: molti identificativi: o # CF, nome, # passaporto Host

Dettagli

Corso sul linguaggio Java

Corso sul linguaggio Java Corso sul linguaggio Java Modulo JAVA1 1.3 - Le strutture di controllo 1 Prerequisiti Istruzioni semplici Strutture di controllo Scittura di semplici applicazioni Java 2 1 Introduzione In molti casi le

Dettagli

Corso di Reti di Calcolatori L-A

Corso di Reti di Calcolatori L-A Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria Corso di Reti di Calcolatori L-A Esercitazione 2 (svolta) Socket Java con connessione Luca Foschini Anno accademico 2009/2010 Esercitazione 2 1 Architettura

Dettagli

Introduzione. Java. G. Prencipe prencipe@di.unipi.it. accesso alla rete -- TCP

Introduzione. Java. G. Prencipe prencipe@di.unipi.it. accesso alla rete -- TCP Java accesso alla rete -- TCP G. Prencipe prencipe@di.unipi.it Introduzione Storicamente, programmare su un sistema di macchine distribuite è sempre stato complesso Il programmatore doveva conoscere diversi

Dettagli

Input/Output in Java

Input/Output in Java Corso Java Input/Output in Java Docente: Dott. Marco Bianchi Slide realizzate da Ing. A.Bei, Dott. M.Bianchi, Dott. F.Lombardi Input/Output in Java Per effettuare operazioni di I/O in Java è possibile

Dettagli

Gestione delle Eccezioni

Gestione delle Eccezioni Gestione delle Eccezioni Condizioni di Errore Una condizione di errore in un programma può avere molte cause Errori di programmazione Divisione per zero, cast non permesso, accesso oltre i limiti di un

Dettagli

Input e Output in Java

Input e Output in Java Input e Output in Java Stream Redirecting Scomposizione dell input Uso di file Set di caratteri 1 Inserimento dati e test Riconsideriamo la versione iniziale della classe DataSet usata per illustrare le

Dettagli

Datagrammi. NOTA: MulticastSocket estende DatagramSocket

Datagrammi. NOTA: MulticastSocket estende DatagramSocket Datagrammi Le applicazioni che comunicano tramite socket possiedono un canale di comunicazione dedicato. Per comunicare, un client ed un server stabiliscono una connessione, trasmettono dati, quindi chiudono

Dettagli

Note pratiche sullo sviluppo di servlet (I)

Note pratiche sullo sviluppo di servlet (I) Note pratiche sullo sviluppo di servlet (I) Nel caso in cui sulla macchina locale (PC in laboratorio/pc a casa/portatile) ci sia a disposizione un ambiente Java (con compilatore) e un editor/ambiente di

Dettagli

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java

Algoritmi di Ricerca. Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica Algoritmi di Ricerca Esempi di programmi Java Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Ricerca in una sequenza di elementi Data una sequenza di elementi, occorre verificare

Dettagli

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1

R.Focardi Laboratorio di Ingegneria del Software 6. 1 Networking Java permette comunicazioni in rete basate sul concetto di socket, che permette di vedere la comunicazione in termini di flusso (stream), in modo analogo all input-output di file, usando Stream

Dettagli

Il modello client/server consente a due processi di condividere risorse e di cooperare per il raggiungimento di un obiettivo.

Il modello client/server consente a due processi di condividere risorse e di cooperare per il raggiungimento di un obiettivo. In una rete di ampie dimensioni, ciascuna sottorete (es. LAN, WAN) è connessa ad altre sottoreti tramite router. Internet è un insieme di reti connesse tra loro. Essenzialmente, in una rete alcune macchine

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

Un flusso (stream) è una astrazione che produce e/o consuma informazioni.

Un flusso (stream) è una astrazione che produce e/o consuma informazioni. I programmi Java eseguono l I/O mediante i flussi. Un flusso (stream) è una astrazione che produce e/o consuma informazioni. Ogni flusso è collegato ad un dispositivo fisico dal sistema di I/O di java.

Dettagli

Accesso Web a Data Base

Accesso Web a Data Base Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB Accesso Web a Data Base Ing. Marco Mamei Anno Accademico 2004-2005 M. Mamei -

Dettagli

Introduzione alla programmazione Http lato server in Java

Introduzione alla programmazione Http lato server in Java Introduzione alla programmazione Http lato server in Java Tito Flagella Laboratorio Applicazioni Internet - Università di Pisa Slide API Java Titleper il Protocollo Http Programmazione Client java.net.url

Dettagli

Laboratorio di reti II: Servlet

Laboratorio di reti II: Servlet Laboratorio di reti II: Servlet Stefano Brocchi brocchi@dsi.unifi.it 16 marzo, 2009 Stefano Brocchi Laboratorio di reti II: Servlet 16 marzo, 2009 1 / 34 Le servlet Una servlet è una classe Java eseguita

Dettagli

Introduzione. Java. Streams. Streams

Introduzione. Java. Streams. Streams Java il sistema di I/O G. Prencipe prencipe@di.unipi.it Introduzione La gestione del sistema di I/O è una parte fondamentale di qualsiasi linguaggio di programmazione In questa lezione approfondiremo la

Dettagli

appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client

appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un esempio particolarmente

Dettagli

Linguaggio Java. Robusto. Orientato agli oggetti. Protegge e gestisce dagli errori. Non permette costrutti pericolosi

Linguaggio Java. Robusto. Orientato agli oggetti. Protegge e gestisce dagli errori. Non permette costrutti pericolosi Linguaggio Java Robusto Non permette costrutti pericolosi Eredità Multipla Gestione della Memoria Orientato agli oggetti Ogni cosa ha un tipo Ogni tipo è un oggetto (quasi) Protegge e gestisce dagli errori

Dettagli

Unità B3 Strutture di controllo

Unità B3 Strutture di controllo (A) CONOSCENZA TERMINOLOGICA Dare una breve descrizione dei termini introdotti: I/O su console Package Blocco di controllo Oggetto System.out Oggetto System.in Oggetto Tastiera Metodo readline() Strutture

Dettagli

Gestione delle eccezioni in Java

Gestione delle eccezioni in Java Gestione delle eccezioni in Java - Introduzione al concetto di eccezioni E possibile definire un eccezione come un situazione imprevista che il flusso di un applicazione può incontrare. È possibile gestire

Dettagli

5 - I package di base in Java

5 - I package di base in Java 5 - I package di base in Java Vittorio Scarano Algoritmi e Strutture Dati: Algoritmi Distribuiti Università degli Studi di Salerno Organizzazione della lezione Obiettivo: Presentare gli strumenti di base

Dettagli

Socket & RMI Ingegneria del Software - San Pietro

Socket & RMI Ingegneria del Software - San Pietro Socket & RMI Ingegneria del Software - San Pietro Socket È possibile trattare la comunicazione di rete allo stesso modo con cui è possibile trattare la lettura da file. La classe Socket rappresenta la

Dettagli

Capitolo 13 Java IO. Software per TLC - AA 2008/2009 1

Capitolo 13 Java IO. Software per TLC - AA 2008/2009 1 Capitolo 13 Java IO Software per TLC - AA 2008/2009 1 Un problema OO Vogliamo aggiungere ad una ClasseBase, delle responsabilità di pari dignità I metodi r1, r2, r3, e r4 Potrebbe però servire anche creare

Dettagli

Jav@Lab Il linguaggio Java I file sequenziali

Jav@Lab Il linguaggio Java I file sequenziali Jav@Lab Il linguaggio Java I file sequenziali Input e Output Secondo i canoni dei linguaggi di programmazione "procedurali" il concetto di input e output è strettamente legato al tipo di dispositivo esterno

Dettagli

Laboratorio di reti II: Java Server Pages

Laboratorio di reti II: Java Server Pages Laboratorio di reti II: Java Server Pages Stefano Brocchi brocchi@dsi.unifi.it 6 aprile, 2009 Stefano Brocchi Laboratorio di reti II: Java Server Pages 6 aprile, 2009 1 / 34 JSP - Java Server Pages Le

Dettagli

C. Horstmann Fondamenti di programmazione e Java 2 3^ edizione Apogeo

C. Horstmann Fondamenti di programmazione e Java 2 3^ edizione Apogeo File e Flussi C. Horstmann Fondamenti di programmazione e Java 2 3^ edizione Apogeo trad. Nicola Fanizzi corso di Programmazione, CdS: Informatica TPS Dip. di Informatica, Università degli studi di Bari

Dettagli

Java RMI: Esempio Completo di un Applicazione Distribuita

Java RMI: Esempio Completo di un Applicazione Distribuita Java RMI: Esempio Completo di un Applicazione Distribuita Il Problema Produttore/Consumatore in Ambiente Distribuito* *a cura del Prof. L. Nigro, Università della Calabria Java RMI (Remote Method Invocation)

Dettagli

La velocità di una carovana

La velocità di una carovana Programmazione A.A. 2002-03 I linguaggio Java ( Lezione X, Parte I ) Il primo programma Prof. Giovanni Gallo Dr. Gianluca Cincotti Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Catania e-mail

Dettagli

Servlet e JDBC. Servlet e Web Server. Servlet e Web Server. Servlet e Web Server. Richieste. Servlet. Servlet:

Servlet e JDBC. Servlet e Web Server. Servlet e Web Server. Servlet e Web Server. Richieste. Servlet. Servlet: e JDBC Programmazione in Rete e Laboratorio Matteo Baldoni Dipartimento di Informatica Universita` degli Studi di Torino C.so Svizzera, 185 I-10149 Torino e : estensioni del Java API permettono di scrivere

Dettagli

789:;<:' .&+/"0&12%34%5&66+,("%3787%% %"+&%88$77%9%8:$:7%% ;<'&12%8%=,+>"%3787 % % % %"+&%88$77%9%8:$:7%

789:;<:' .&+/0&12%34%5&66+,(%3787%% %+&%88$77%9%8:$:7%% ;<'&12%8%=,+>%3787 % % % %+&%88$77%9%8:$:7% !"#$"%&'()')*+'!"#$%!&'()%*&++,+&-%%!"#$%&'"(()("*+,#$'"&$-. 789:;"%3787 % % % %"+&%88$77%9%8:$:7%?("'(%)"'"%'&0% 0,6"+,@"+("%1(%A'5"+=,B/,%C+,'1&$%

Dettagli

INFORMATICA DISTRIBUITA. lez 5 World Wide Web (cont)

INFORMATICA DISTRIBUITA. lez 5 World Wide Web (cont) INFORMATICA DISTRIBUITA prof. lez 5 World Wide Web (cont) Università degli Studi di Milano Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale a.a. 2009-2010 Protocolli usabili nelle URL http: ftp: : http://www.dico.unimi.it/

Dettagli

Prova d Esame 07.04.2006 Compito B

Prova d Esame 07.04.2006 Compito B DOMANDA 1 (6 punti) Si analizzi il codice seguente e si scriva l output prodotto dai metodi main public class General { public static String s1 = "ciao"; protected int n; public General() { n = 3; public

Dettagli

Esercitazione su JDBC

Esercitazione su JDBC Esercitazione su JDBC Basi di Dati L Ingegneria dei Processi Gestionali (Ilaria Bartolini - Roberto Cabras) come usare SQL (1) Le istruzioni SQL possono essere eseguite interattivamente Ese JDBC 2 come

Dettagli

Quando si sa chiaramente come si deve comportare l applicazione si può analizzare una possibile soluzione applicativa.

Quando si sa chiaramente come si deve comportare l applicazione si può analizzare una possibile soluzione applicativa. Introduzione alla tecnologia JMX 1 Viene analizzata l architettura sottostante le Java Managment Extensions (JMX) mostrandone un utilizzo applicativo e analizzando altri possibili scenari d uso di Ivan

Dettagli

Programmazione Java (Applicazioni e Applet )

Programmazione Java (Applicazioni e Applet ) Programmazione Java (Applicazioni e Applet ) Prof. Flavio Cerini Dopo aver installato il JDK 1.4.1_01 e inserito il percorso della cartella \bin nel PATH si possono provare i seguenti programmi funzionanti.

Dettagli

Non si deve fare ALCUN riferimento alla parte specifica di JDBC.

Non si deve fare ALCUN riferimento alla parte specifica di JDBC. Un applicazione per la quale sia fondamentale l indipendenza dal Database può essere scritta in Java usando le specifiche. (Package java.sql) Non devono essere usate chiamate specifiche del database: Si

Dettagli

RMI e Firewall. Una soluzione è offerta dal transport layer di RMI stesso

RMI e Firewall. Una soluzione è offerta dal transport layer di RMI stesso Firewall Ogni applicazione di rete, che opera fuori da quelli che sono i confini di una rete locale, incontra inevitabilmente i cosiddetti firewall Tipicamente i firewall bloccano tutto il traffico di

Dettagli

Java Socket LSO 2008

Java Socket LSO 2008 Java Socket LSO 2008 Modello Client/Server Richiesta di servizio Risposta Il cosiddetto lato client, effettua la richiesta di esecuzione di un servizio. La sua controparte, il lato server, effettua l esecuzione

Dettagli

LAVORI ESTIVI DI INFORMATICA PER LA CLASSE IV Sez. Ainf (Prof. Tessore Luca)

LAVORI ESTIVI DI INFORMATICA PER LA CLASSE IV Sez. Ainf (Prof. Tessore Luca) Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Tecnico Industriale Statale Enrico Mattei Via Martiri di Cefalonia 46-20097 San Donato Milanese Tel. 0255691411 - Fax 025276676 itisando@tin.it

Dettagli

Applicazioni TCP/IP. Maurizio Cozzetto. Brescia 20 agosto 2014

Applicazioni TCP/IP. Maurizio Cozzetto. Brescia 20 agosto 2014 Applicazioni TCP/IP Maurizio Cozzetto Brescia 20 agosto 2014 Un po' di teoria Ricordiamo che un'applicazione distribuita e un'applicazione composta da piu programmi (almeno 2) posti in esecuzione su macchine

Dettagli

Parcheggio.rtf 1/8 6 gennaio 2009. Prova di programmazione: parcheggio a pagamento

Parcheggio.rtf 1/8 6 gennaio 2009. Prova di programmazione: parcheggio a pagamento Parcheggio.rtf 1/8 6 gennaio 2009 Prova di programmazione: parcheggio a pagamento Si sviluppi il codice per la gestione di un parcheggio a pagamento mediante la classe Parcheggio, che ospita le auto rappresentate

Dettagli

File, flussi e pacchetto java.io

File, flussi e pacchetto java.io File, flussi e pacchetto java.io Formato binario e formato di testo I dati sono memorizzati nei files in due formati: testo (successione di caratteri) binario (successione di bytes) Ad es. numero 12345

Dettagli

Uno stream o flusso di dati o canale è un percorso di comunicazione tra la sorgente di una certa informazione e la sua destinazione.

Uno stream o flusso di dati o canale è un percorso di comunicazione tra la sorgente di una certa informazione e la sua destinazione. pag.112 9. Input e output Nell informatica classica il concetto di input e output era strettamente legato all uso dei dispositivi esterni di memorizzazione (dischi, nastri) e quindi al concetto di file,

Dettagli

Laboratorio di sistemi Prima Web Application JSP [Java]

Laboratorio di sistemi Prima Web Application JSP [Java] Vogliamo scrivere la nostra prima web application che legga da tastiera il nostro nome e fornisca un messaggio di saluto. Per costruire la nostra applicazione creiamo con NetBeans un nuovo progetto. File

Dettagli

Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop. Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop

Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop. Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop i Guida alla programmazione e integrazione di servizi in OpenSPCoop ii Copyright 2005-2011 Link.it s.r.l. iii Indice 1 Introduzione 1 2 Modalità d integrazione trasparente 1 3 Modalità d integrazione tramite

Dettagli

1 Gestione dell utente connesso in sessione con Java Server Pages, Java Beans, Servlet

1 Gestione dell utente connesso in sessione con Java Server Pages, Java Beans, Servlet 1 Gestione dell utente connesso in sessione con Java Server Pages, Java Beans, Servlet Controllo dell utente connesso al sito tramite JSP, Java Beans e Servlet. Ciò che ci proponiamo di fare è l accesso

Dettagli

Esercitazioni 7 e 8. Bounded Buffer con sincronizzazione Java (1)

Esercitazioni 7 e 8. Bounded Buffer con sincronizzazione Java (1) Università degli Studi della Calabria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica A.A. 2001/2002 Corsi A e B Esercitazioni 7 e 8 Bounded Buffer con sincronizzazione Java (1) public class BoundedBuffer private

Dettagli

Remote Method Invocation (RMI)

Remote Method Invocation (RMI) (RMI) Remote Method Invocation (RMI) in Java. Walter Cazzola Dipartimento di Informatica e Comunicazione Università à degli Studi di Milano. e-mail: cazzola@disi disi.unige.it Walter Cazzola Java: Remote

Dettagli

Studente (Cognome Nome): Corso di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale a.a. 2007-08 Primo scritto 11 Gennaio 2008

Studente (Cognome Nome): Corso di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale a.a. 2007-08 Primo scritto 11 Gennaio 2008 Studente (Cognome Nome): Matricola: Corso di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale a.a. 2007-08 Primo scritto 11 Gennaio 2008 Si noti che le soluzioni ai quesiti saranno considerate valide

Dettagli

Lezione n.7 LPR Informatica Applicata Il Protocollo TCP Stream Socket. 20/04/2009 Laura Ricci

Lezione n.7 LPR Informatica Applicata Il Protocollo TCP Stream Socket. 20/04/2009 Laura Ricci Lezione n.7 LPR Informatica Applicata Il Protocollo TCP Stream Socket 20/04/2009 Laura Ricci Laura Ricci 1 DATAGRAM SOCKET API: RIASSUNTO DELLE PUNTATE PRECEDENTI lo stesso Datagram Socket può essere utilizzato

Dettagli

10.1. Un indirizzo IP viene rappresentato in Java come un'istanza della classe InetAddress.

10.1. Un indirizzo IP viene rappresentato in Java come un'istanza della classe InetAddress. ESERCIZIARIO Risposte ai quesiti: 10.1. Un indirizzo IP viene rappresentato in Java come un'istanza della classe InetAddress. 10.2. Un numero intero in Java è compreso nell'intervallo ( 2 31 ) e (2 31

Dettagli

SAPIENZA Università di Roma, Facoltà di Ingegneria

SAPIENZA Università di Roma, Facoltà di Ingegneria SAPIENZA Università di Roma, Facoltà di Ingegneria Corso di PROGETTAZIONE DEL SOFTWARE Laurea in Ingegneria Informatica Prof. E.Casalicchio A.A. 2008/09 QUARTA PARTE: Soluzioni Esercizi 13-23 Soluzione

Dettagli

Le variabili. Olga Scotti

Le variabili. Olga Scotti Le variabili Olga Scotti Cos è una variabile Le variabili, in un linguaggio di programmazione, sono dei contenitori. Possono essere riempiti con un valore che poi può essere riletto oppure sostituito.

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Autenticazione utente mediante MySQL Jsp [Java]

Laboratorio di Sistemi Autenticazione utente mediante MySQL Jsp [Java] Per la comprensione del presente articolo, occorre aver assimilato i concetti esposti nell'articolo Prototipo autenticazione utente (file autenticazione_2.pdf). (Tratto da Wikipedia, l'enciclopedia libera)

Dettagli

Laboratorio di reti II: PHP

Laboratorio di reti II: PHP Laboratorio di reti II: PHP Stefano Brocchi brocchi@dsi.unifi.it 2 marzo, 2009 Stefano Brocchi Laboratorio di reti II: PHP 2 marzo, 2009 1 / 55 Il PHP Il PHP è un linguaggio di scripting che si può inserire

Dettagli

Organizzazione della lezione. Lezione 18 Remote Method Invocation - 6. (con callback) L accesso al registry per il rebind()

Organizzazione della lezione. Lezione 18 Remote Method Invocation - 6. (con callback) L accesso al registry per il rebind() Organizzazione della lezione Lezione 18 Remote Method Invocation - 6 Vittorio Scarano Corso di Programmazione Distribuita (2003-2004) Laurea di I livello in Informatica Università degli Studi di Salerno

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Dispensa E01 Esempi di programmi A. Miola Ottobre 2011 1 Contenuti Vediamo in questa lezione alcuni primi semplici esempi di applicazioni

Dettagli

Lezione 18 Le classi per l'input/output nel pacchetto java.io

Lezione 18 Le classi per l'input/output nel pacchetto java.io Lezione 18 Le classi per l'input/output nel pacchetto java.io Il package java.io incapsula le funzionalità di Input/Output (I/O) di Java. Come tutti i programmatori presto imparano, le applicazioni informatiche

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

Activation In sintesi: è inutile avere attivi degli oggetti se non vengono utilizzati

Activation In sintesi: è inutile avere attivi degli oggetti se non vengono utilizzati Activation In generale i Sistemi ad oggetti distribuiti sono progettati per lavorare con oggetti persistenti. Dato che questi sistemi saranno composti da migliaia (forse milioni) di tali oggetti, sarebbe

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java]

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java] Desideriamo realizzare una applicazione web che ci consenta di calcolare il fattoriale di un numero. L'esercizio in sé non particolarmente difficile, tuttavia esso ci consentirà di affrontare il problema

Dettagli

Eccezioni 1 CASO: SENTIRE E GESTIRE UN ALLARME. Prof. Enrico Denti Università di Bologna A.A. 2012/2013 1 SITUAZIONI CRITICHE IL CONCETTO DI ECCEZIONE

Eccezioni 1 CASO: SENTIRE E GESTIRE UN ALLARME. Prof. Enrico Denti Università di Bologna A.A. 2012/2013 1 SITUAZIONI CRITICHE IL CONCETTO DI ECCEZIONE Università degli Studi di Bologna Scuola di Ingegneria e Architettura Eccezioni Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Anno accademico 2012/2013 Prof. ENRICO DENTI Dipartimento di Informatica Scienza

Dettagli

Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 13. Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2012

Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 13. Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2012 + Sviluppo Applicazioni Mobile Lezione 13 + Credits I lucidi di questa lezione sono stati preparati da: Professor Stefano Mizzaro Professor Paolo Coppola e sono stati modificati e completati dal Dr. Paolo

Dettagli

Concetti Base Eccezioni Eccezioni e Metodi Gerarchia di Eccezioni. Java: Eccezioni. Damiano Macedonio

Concetti Base Eccezioni Eccezioni e Metodi Gerarchia di Eccezioni. Java: Eccezioni. Damiano Macedonio Dipartimento di Informatica, Università degli Studi di Verona Corso di Programmazione per Bioformatica lezione del 30 maggio 2014 Introduzione Un programma diviso in sezioni distinte Un approccio alla

Dettagli

Lezione 11 Accesso al file system

Lezione 11 Accesso al file system A cura di Carlo Pelliccia Qualunque applicazione Android può leggere e scrivere file dalla memoria interna del telefono o da una scheda esterna inserita nel dispositivo. I principi da osservare per compiere

Dettagli

Progetto Automi e Linguaggi Parser svliluppato con JLex e cup

Progetto Automi e Linguaggi Parser svliluppato con JLex e cup Progetto Automi e Linguaggi Parser svliluppato con JLex e cup Sviluppato da Santoro Carlo Maurizio Matricola:0108/528 Sviluppo terminato il: 18/06/06 TRACCIA DEL PROGETTO Si costruisca, utilizzando la

Dettagli

R. Focardi 2002 Laboratorio di Ingegneria del Software Slide 1. Applicazioni = programmi stand-alone

R. Focardi 2002 Laboratorio di Ingegneria del Software Slide 1. Applicazioni = programmi stand-alone Il linguaggio Java Nato nel maggio 95 (James Gosling & al.) Orientato ad oggetti, basato sulle classi, concorrente Fortemente tipato: distinzione chiara tra errori statici ed errori dinamici Ad alto livello:

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI Linguaggio Java: Il Package di Input Output

RETI DI CALCOLATORI Linguaggio Java: Il Package di Input Output Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria CORSO DI RETI DI CALCOLATORI Linguaggio Java: Il Package di Input Output Prof. Franco Zambonelli Lucidi realizzati in collaborazione

Dettagli

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica

Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Dispensa E04 Esempi di algoritmi e programmi C. Limongelli - A. Miola Novembre 2011 1 Contenuti q Somma di una sequenza di numeri interi

Dettagli

DNS: Domain Name System

DNS: Domain Name System DNS: Domain Name System Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP (32 bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

Introduzione JDBC interfaccia java.sql driver caricare i driver

Introduzione JDBC interfaccia java.sql driver caricare i driver J D B C DISPENSE Introduzione JDBC (Java Database Connectivity) è un interfaccia completamente Java utilizzata per eseguire istruzioni SQL sui database. L'API JDBC si trova nel pacchetto java.sql; contiene

Dettagli

Libreria standard Java possiede un enorme libreria di classi standard organizzata in vari package che raccolgono le classi secondo un organizzazione

Libreria standard Java possiede un enorme libreria di classi standard organizzata in vari package che raccolgono le classi secondo un organizzazione Libreria standard Java possiede un enorme libreria di classi standard organizzata in vari package che raccolgono le classi secondo un organizzazione basata sul campo d utilizzo. I principali package sono:

Dettagli

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Algebra di Boole: Concetti di base Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Algebra di Boole E un algebra basata su tre operazioni logiche OR AND NOT Ed operandi che possono

Dettagli

Laboratorio di Programmazione di Rete Corso A

Laboratorio di Programmazione di Rete Corso A Laboratorio di Programmazione di Rete Corso A Anno Accademico 2005-2006 Docente: Laura Ricci Assistente: Paolo Mori INFORMAZIONI UTILI Orario del Corso: Lunedì 9.00-11.00 Laboratorio Gruppo A 11.00-13.00

Dettagli