Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS)"

Transcript

1 Direzione scientifica a cura di: Prof. Marco Allegrini e Dott. Giulio Greco (Università di Pisa) Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS) Martedì 9 Aprile e Venerdì 19 Aprile, Ordine Commercialisti ed Esperti Contabili di Firenze Viale Spartaco Lavagnini, FIRENZE 1

2 Introduzione L obiettivo formativo è quello di trasferire conoscenze, esperienze e competenze in materia di principi contabili internazionali (IAS/IFRS). I docenti tratteranno gli standard relativi alle poste di natura operativa, come le immobilizzazioni tecniche, l impairment, i ricavi, i crediti commerciali ed i fondi. Sarà fatto largo utilizzo di casi aziendali e di esercitazioni. Destinatari Responsabili/addetti amministrativi e finanziari Dottori commercialisti/revisori legali 2

3 Martedì 9 Aprile Valutazione delle attività materiali e immateriali Impairment Test a cura del Prof. Marco Allegrini registrazione partecipanti INTRODUZIONE I soggetti interessati agli IAS/IFRS: obblighi, facoltà, divieti (D. Lgs. 38/2005) Le principali aree di differenza tra il bilancio civilistico ed i Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS) ATTIVITÀ MATERIALI (IAS 16, 17, 20, 23, 36, 40; IFRS 5) Attività materiali (IAS 16) Rilevazione Modello del costo Modello della rideterminazione del valore (costo rivalutato) Trattamento delle plusvalenze (minus) da rivalutazione Ammortamento e component approach Casi ed applicazioni Leasing (IAS 17) Classificazione delle operazioni di leasing (leasing finanziari e leasing operativi) Il trattamento delle operazioni di leasing nei nel bilancio dei locatari: rilevazione iniziale e valutazioni successive Contabilizzazione dei contributi pubblici (IAS 20) 3

4 Gli oneri finanziari relativi alla costruzione di immobilizzazioni (IAS 23) Accordi per servizi in concessione (IFRIC n. 12) Casi ed applicazioni Coffee Break ATTIVITÀ IMMATERIALI E AVVIAMENTO (IAS 38; IFRS 3) Requisiti per l iscrizione Quali sono i costi capitalizzabili L identificazione delle attività immateriali Quando si può applicare il fair value Periodo e metodi di ammortamento: vita utile finita e vita utile indefinita La determinazione e il trattamento dell avviamento Casi ed applicazioni pausa Lunch IMPAIRMENT TEST (IAS 36) Valore recuperabile, valore d uso e valore di realizzazione Indicatori interni ed esterni di impairment Determinazione dei cash flow prospettici Stima del tasso di attualizzazione Definizione delle cash generating unit Allocazione delle corporate assets e dell avviamento Casi ed applicazioni chiusura dei lavori 4

5 Venerdì 19 Aprile Ricavi e Crediti commerciali. Arrotondamenti, Passività e Passività Potenziali. Informativa sui Settori Operativi a cura del Dott. Giulio Greco registrazione partecipanti L IDENTIFICAZIONE E LA VALUTAZIONE DEI RICAVI NELLO IAS 18 Definizione e tipologie di ricavo Rilevazione Valutazione Vendite di beni: particolarità e casi operativi Prestazioni di servizi: particolarità e casi operativi Programmi di fidelizzazione della clientela (IFRIC13): aspetti valutativi e casi operativi Pausa Coffee Break L IDENTIFICAZIONE E LA VALUTAZIONE DEI CREDITI COMMERCIALI (IAS 32, 39). Iscrizione iniziale Valutazione 5

6 Impairment test e riduzione di valore Eliminazione contabile Cessione del credito: approfondimenti Casi operativi Pausa Lunch ACCANTONAMENTI, PASSIVITÀ E PASSIVITÀ POTENZIALI (IAS 37). Rilevazione di un accantonamento Obbligazione legale o implicita Passività potenziali Valutazione: valore atteso e tasso di attualizzazione Casi applicativi: contratti onerosi, ristrutturazione aziendale, indennizzi Rettifiche INFORMATIVA SUI SETTORI OPERATIVI (IFRS8) Individuazione dei settori Criteri di aggregazione Contenuti dell informativa e schemi di presentazione Informativa accessoria entity- wide Aspetti valutativi Riconciliazioni e rideterminazioni Casi operativi Chiusura dei lavori 6

7 RELATORI: Prof. Marco Allegrini, ordinario di Economia Aziendale e docente di Bilancio e Principi contabili all Università di Pisa, Membro Comitato Financial Reporting di ANDAF (Associazione Nazionale dei Direttori Amministrativi e Finanziari), Membro del gruppo di lavoro OIC sul rendiconto finanziario, autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali in materia di bilancio e principi contabili. Dott. Giulio Greco, ricercatore di Economia Aziendale e docente di Bilancio all Università di Pisa, membro Comitato Financial Reporting di ANDAF (Associazione Nazionale dei Direttori Amministrativi e Finanziari), autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali in materia di bilancio e principi contabili. 7

8 Dati e informazioni essenziali Registrazione partecipanti: dalle ore 09,00 alle ore 09,30 Orario Convegno: dalle ore 09,00 alle ore 18,30 entrambe le giornate Sede. Ordine Commercialisti ed Esperti Contabili di Firenze Viale Spartaco Lavagnini, FIRENZE Materiale didattico: tutti i partecipanti riceveranno una chiave USB contenente: Relazioni illustrative e slides Attestato di partecipazione: a tutti i partecipanti verrà consegnato un attestato di partecipazione nominativo. Quota di partecipazione: Listino: 250,00 + IVA 21% per ciascuna delle due giornate. In caso di iscrizione a entrambe le giornate formative il prezzo è di 400,00 + IVA. Riduzione del 20% per i soci ANDAF Riduzione del 20% per gli iscritti all Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili. Riduzione del 20% per ogni iscritto successivo al primo, proveniente dalla stessa azienda o ente o studio. Le riduzioni sopra descritte non sono cumulabili tra di loro. La quota d iscrizione comprende il Coffee Break. Per informazioni: Business Solutions SAS Area formazione e convegni Viale Carlo del Prete 347/F LUCCA Tel. 0583/ Fax 0583/ E- mail: solutions.it Sito Internet: solutions.it 8

9 Scheda di iscrizione Compilare e inviare a Business Solutions SAS Area formazione e convegni, per Fax (0583/409534)o per e- mail solutions.it) o via posta (Viale Carlo del Prete, 347/F LUCCA) Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS) Quota di partecipazione: D_A_T_I P_A_R_T_E_C_I_P_A_N_T_E Cognome e nome Professione Tel. / Fax / E- mail Iscritto Ordine dei* Codice fiscale Partita IVA* (*indispensabile per i crediti formativi) D_A_T_I P_E_R L_A F_A_T_T_U_R_A_Z_I_O_N_E Ragione sociale Indirizzo Cap. Citta' Prov. Partita IVA Codice fiscale Il pagamento deve essere effettuato all atto dell iscrizione con bonifico bancario a favore di Business Solutions SAS (IBAN: IT29 V ) indicando nella causale di riferimento: Principi Contabili 9 aprile + 19 Aprile oppure 9 aprile oppure 19 Aprile Firenze e il nome del partecipante. E necessario inviare via fax 0583/ o via e- mail solutions.it o per posta (Via Carlo del Prete 347/F Lucca) una copia del bonifico effettuato. Data Firma 9

10 Condizioni Generali di Vendita 1. OGGETTO - Oggetto delle presenti Condizioni Generali è la fornitura da parte di BUSINESS SOLUTIONS SAS, con le modalità di seguito descritte, 2. ISCRIZIONE AI CORSI - Le iscrizioni ai corsi avverranno a seguito dell'invio a BUSINESS SOLUTIONS SAS del "Modulo di Iscrizione", debitamente compilato in ogni sua parte e sottoscritto dal Cliente. Il modulo potrà essere sostituito da un ordine del Cliente contenente tutti i dati previsti dal modulo e facente riferimento all'accettazione delle presenti Condizioni Generali. Poiché il numero di partecipanti ai corsi è limitato, le iscrizioni verranno accettate in base alla data di ricevimento delle relative schede e/o ordini. 3. DISDETTA - Il Cliente può annullare o rinviare la partecipazione ai corsi in ogni momento, dandone comunicazione scritta a BUSINESS SOLUTIONS SAS, anche via fax. Resta peraltro inteso che, in caso di disdetta, il Cliente sarà tenuto a corrispondere a BUSINESS SOLUTIONS SAS, a titolo di penale, una percentuale del corrispettivo individuale previsto pari a: - Fino a 21 giorni dall'avvio del corso Nessuna - Fra 20 e 8 giorni dall'avvio del corso 50% - 7 giorni o meno, oppure nessuna comunicazione 100% Sostituzioni potranno essere accettate in qualsiasi momento prima dell'inizio del corso, purché comunicate per scritto. 4. RINVIO O CANCELLAZIONE DEI CORSI - BUSINESS SOLUTIONS SAS si riserva il diritto di annullare o rinviare i corsi, dandone semplice comunicazione scritta (anche via fax o e- mail) o telefonica al Cliente. I corrispettivi eventualmente già percepiti da BUSINESS SOLUTIONS SAS saranno restituiti al Cliente. Resta espressamente esclusa qualsiasi altra forma di risarcimento o rimborso a favore del Cliente da parte di BUSINESS SOLUTIONS SAS. 5. MODIFICA DEL PROGRAMMA - BUSINESS SOLUTIONS SAS si riserva la possibilità di sostituire uno o più relatori nel caso di impossibilità sopravvenuta a partecipare da parte di questi. Tali eventuali modifiche saranno comunicate agli iscritti, prima dello svolgimento del convegno. 6. DIRITTO D'AUTORE - Il Cliente prende atto per sé e per i partecipanti che i corsi e il materiale a essi relativo sono di proprietà di BUSINESS SOLUTIONS SAS. Il Cliente si impegna a non diffonderne presso terzi il contenuto, a non cederlo a terzi e a non svolgere né far svolgere ad altri corsi basati su detta documentazione. 7. REGOLE DI PARTECIPAZIONE - I partecipanti ai corsi sono tenuti a: a) utilizzare materiali e attrezzature di BUSINESS SOLUTIONS SAS con la massima cura e diligenza; b) non effettuare registrazioni video e/o audio o fotografie presso le sedi dei corsi, o durante i corsi stessi; 8. RESPONSABILITA' - Il Cliente dichiara di essere a conoscenza che, sebbene il contenuto dei corsi e della relativa documentazione sia stato per quanto possibile controllato, nessuna pretesa potrà essere avanzata nei riguardi di BUSINESS SOLUTIONS SAS nel caso in cui le informazioni contenute in tale documentazione risultassero erronee o obsolete. Il Cliente esonera, pertanto, BUSINESS SOLUTIONS SAS da ogni responsabilità, anche verso terzi, derivante dall'uso di tali informazioni. BUSINESS SOLUTIONS SAS si riserva il diritto di apportare tutte le variazioni al programma. 8. CORRISPETTIVI - fronte dell'iscrizione dei partecipanti ai corsi, con le modalità di cui al precedente punto 2, il Cliente è tenuto al pagamento dei corrispettivi previsti in vigore al momento dell'iscrizione, oltre all'iva. Le quote individuali di partecipazione comprendono il costo dell'aula, delle attrezzature didattiche e delle dispense e, salvo dove diversamente specificato, le colazioni di lavoro ed i coffee break previsti nel programma. 9. FATTURAZIONE E PAGAMENTI - I corrispettivi dovuti dal Cliente, imposte e tasse incluse, devono essere versati prima dell'inizio dei relativi corsi mediante bonifico bancario su conto corrente bancario che sarà indicato nella documentazione fiscale o in altra comunicazione. A pagamento avvenuto, BUSINESS SOLUTIONS SAS emetterà regolare fattura. In caso di operazioni in regime di non assoggettamento / non imponibilità IVA, detta esenzione dovrà essere comunicata per iscritto dal Cliente al momento dell'iscrizione, specificando il riferimento normativo. 10. FORO COMPETENTE - Il presente contratto è regolato dalla legge italiana e qualsiasi controversia insorgente in relazione a esso sarà di esclusiva competenza del Foro di Lucca. 11. DISPOSIZIONI GENERALI - Le presenti Condizioni Generali prevalgono su qualsiasi disposizione e condizione difforme contenute nell'ordine del Cliente relativo all'iscrizione al Convegno e su altro accordo verbale o scritto precedentemente intercorso fra le parti. 12. TRATTAMENTO DATI PERSONALI - Ai sensi dell'art. 13 D.Lgs. 196/2003, Le comunichiamo che i dati raccolti con la presente scheda: - saranno utilizzati a fini contabili amministrativi; - potranno essere utilizzati per uno o più trattamenti, mediante elaboratore elettronico o anche manuali, per mezzo di inserimento in banche dati aziendali aventi come finalità l'informazione su annunci, eventi, nuovi prodotti esclusivamente da parte della società organizzatrice; Il conferimento dei dati è facoltativo; tuttavia, un eventuale rifiuto di fornire i medesimi potrebbe determinare difficoltà nella conclusione, esecuzione e gestione del rapporto inerente i Corsi. L'art. 7 del D. Lgs. N. 196/2003, Le conferisce l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio: a) essere informato sul trattamento dei dati che la riguardano; b) ottenere conferma dell'esistenza di tali dati e trattamenti, aggiornamento dati, rettifiche, integrazioni degli stessi; c) di opporsi a taluni trattamenti; d) in alcuni casi, di esercitare gratuitamente il diritto di opposizione. Il titolare dei trattamenti dei dati raccolti è: BUSINESS SOLUTIONS SAS. 10

ANALISI DEL CASH FLOW

ANALISI DEL CASH FLOW Direzione scientifica Prof. Marco Allegrini, Dott. Alessio Poli, Dott. Iacopo Gialdini (Università di Pisa) ANALISI DEL CASH FLOW Mercoledì 17 e Lunedì 6 Maggio 2013 Ordine Commercialisti ed Esperti Contabili

Dettagli

La Revisione Legale dei Conti

La Revisione Legale dei Conti Direzione Scientifica: dei Professori Marco Allegrini e Giuseppe D Onza (Università di Pisa) La Revisione Legale dei Conti Principi e strumenti applicativi Venerdì 22 febbraio 2013-09.30/18.30 e Sabato

Dettagli

Revisione e controllo negli ENTI LOCALI I SISTEMI CONTABILI, I PIANI DI LAVORO

Revisione e controllo negli ENTI LOCALI I SISTEMI CONTABILI, I PIANI DI LAVORO DIREZIONE SCIENTIFICA: Iacopo Cavallini, Gian Piero Conti, Luciano Fazzi (Università di Pisa) Revisione e controllo negli ENTI LOCALI I SISTEMI CONTABILI, I PIANI DI LAVORO Martedì 17 Settembre e Martedì

Dettagli

Analisi del Cash flow

Analisi del Cash flow Analisi del Cash flow Costruzione del rendiconto finanziario e interpretazione dei flussi Docente Prof. Marco Allegrini Ordinario di Economia Aziendale, Università di Pisa Membro del gruppo di lavoro dell'oic

Dettagli

Cash flow e controllo finanziario della gestione

Cash flow e controllo finanziario della gestione Cash flow e controllo finanziario della gestione Collegamenti automatici con la contabilità generale Elaborazioni con Excel Docente Dott. Alessio Poli Esperto senior in Budget e Controllo di Gestione.

Dettagli

La pratica del Reporting Direzionale

La pratica del Reporting Direzionale La pratica del Reporting Direzionale Un efficace produzione di report applicazioni su Excel Docente Dott. Alessio Poli Esperto senior in Budget e Controllo di Gestione. Cultore della materia di Bilancio

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO F O R M A Z I O N E MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO EX D.LGS. 231/2001 E SISTEMI DI GESTIONE CERTIFICATI Firenze, 14 Marzo 2013 H I ITALIANA HOTEL FLORENCE VIALE EUROPA 205 50126 FIRENZE

Dettagli

Il D.Lgs. 231/2001: non conoscerlo bene è un grande rischio

Il D.Lgs. 231/2001: non conoscerlo bene è un grande rischio Il D.Lgs. 231/2001: non conoscerlo bene è un grande rischio Corso di formazione Siena - 28 Novembre 2012 HOTEL ATHENA - Via P. Mascagni -55-53100 - SI Il D.Lgs. 231/2001: il rischio più grosso è non conoscerlo

Dettagli

F O R M A Z I O N E D.LGS.231/2001: PRINCIPI ED APPLICAZONI

F O R M A Z I O N E D.LGS.231/2001: PRINCIPI ED APPLICAZONI F O R M A Z I O N E D.LGS.231/2001: PRINCIPI ED APPLICAZONI Bergamo 28-29 Novembre 2013 NH Hotel Orio al Serio Via Portico, 75 24050 Orio al Serio Bergamo http://www.nh-hotels.it/nh/it/hotels/italia/bergamo/nh-orio-al-serio.html

Dettagli

L Organismo di Vigilanza, la conformità al D.Lgs. 231/2001 e gli obiettivi aziendali

L Organismo di Vigilanza, la conformità al D.Lgs. 231/2001 e gli obiettivi aziendali L Organismo di Vigilanza, la conformità al D.Lgs. 231/2001 e gli obiettivi aziendali CONVEGNO E WORKSHOP 5-6 LUGLIO 2013 UNA HOTEL MALPENSA via Turati, 84 20023 Cerro Maggiore (MI) Perché questo corso?

Dettagli

CORSO SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE FORMATORI E RESPONSABILI DI PROGETTI FORMATIVI VALIDO PER AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE RSPP/ASPP

CORSO SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE FORMATORI E RESPONSABILI DI PROGETTI FORMATIVI VALIDO PER AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE RSPP/ASPP CORSO SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE FORMATORI E RESPONSABILI DI PROGETTI FORMATIVI VALIDO PER AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE RSPP/ASPP Obiettivi del corso: Il percorso formativo risponde ai contenuti

Dettagli

Dal bilancio italiano al bilancio IFRS: applicazioni pratiche dei principi contabili internazionali

Dal bilancio italiano al bilancio IFRS: applicazioni pratiche dei principi contabili internazionali PERCORSO Dal bilancio italiano al bilancio IFRS: applicazioni pratiche dei principi contabili internazionali Brescia, dal 12 al 27 maggio 2009 Programma I Modulo Dal bilancio italiano al bilancio IFRS

Dettagli

RSPP datore di lavoro RISCHIO BASSO

RSPP datore di lavoro RISCHIO BASSO RSPP datore di lavoro RISCHIO BASSO M Q 02.1 rev. 0 del 02/09/2013 Progettazione esecutiva CODICE P-FRSPP 5/14 PIN DESCRIZIONE Come risaputo in tutte le attività economiche che presentano almeno un dipendente,

Dettagli

L Organismo di Vigilanza: una funzione di governance necessaria. Come renderla anche utile?

L Organismo di Vigilanza: una funzione di governance necessaria. Come renderla anche utile? L Organismo di Vigilanza: una funzione di governance necessaria. Come renderla anche utile? Pisa 15-16 Giugno 2012 Green Park Resort - www.greenparkresort.com La terminologia predominante in tutti i convegni

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE

DOMANDA DI ISCRIZIONE DATI AZIENDA : CORSO RSPP 16 32 48 ore DOMANDA DI ISCRIZIONE Denominazione Codice Fiscale/ P.IVA Indirizzo Recapito telefonico Email DATI PARTECIPANTE: Cell. Cognome Nome Codice Fiscale Nato a Prov. il

Dettagli

BILANCIO, REDDITO D IMPRESA E PRINCIPI CONTABILI

BILANCIO, REDDITO D IMPRESA E PRINCIPI CONTABILI www.formazione.ilsole24ore.com BILANCIO, REDDITO D IMPRESA E PRINCIPI CONTABILI La redazione del bilancio di esercizio: IAS/IFRS e principi contabili nazionali a confronto Milano, 7, 8 e 9 novembre 2011

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE ALLA SELEZIONE CORSO DI FORMAZIONE PAGLIACCI IN OSPEDALE

MODULO DI ISCRIZIONE ALLA SELEZIONE CORSO DI FORMAZIONE PAGLIACCI IN OSPEDALE Associazione di Promozione Sociale MODULO DI ISCRIZIONE ALLA SELEZIONE CORSO DI FORMAZIONE PAGLIACCI IN OSPEDALE Il/La sottoscritto/a... nato/a... il... residente a... Provincia... C.A.P.... Via... tel....

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A.

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006. Marcolin S.p.A. TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI 30 giugno 2006 Marcolin S.p.A. Transizione ai Principi Contabili Internazionali (IAS/IFRS) Premessa In ottemperanza al Regolamento Europeo n. 1606 del 19

Dettagli

Addetti alla conduzione di PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI

Addetti alla conduzione di PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI Addetti alla conduzione di PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI M Q 02.1 rev. 0 del 02/09/2013 Progettazione esecutiva CODICE P-FAL 06/15 PIN DESCRIZIONE L'obbligo all'abilitazione degli operatori per

Dettagli

Il bilancio dell esercizio: novità dall OIC

Il bilancio dell esercizio: novità dall OIC Il bilancio dell esercizio: novità dall OIC Il LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPOSA La Scuola di Formazione Ipsoa fa parte del Gruppo Wolters Kluwer, multinazionale olandese presente in Italia con i più autorevoli

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE IN AULA, IN AZIENDA, ON-LINE E BLENDED MODALITA ORGANIZZATIVE E CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CORSI DI FORMAZIONE IN AULA, IN AZIENDA, ON-LINE E BLENDED MODALITA ORGANIZZATIVE E CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CORSI DI FORMAZIONE IN AULA, IN AZIENDA, ON-LINE E BLENDED MODALITA ORGANIZZATIVE E CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. AMBITO DI APPLICAZIONELe presenti modalità organizzative e condizioni generali di vendita

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS)

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS) TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS) Pag. 1 1 INDICE Premessa... 3 PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS1)... 4 RICONCILIAZIONI RICHIESTE DALL IFRS 1...

Dettagli

CONTABILITÀ, BILANCIO E FISCALITÀ D IMPRESA

CONTABILITÀ, BILANCIO E FISCALITÀ D IMPRESA CONTABILITÀ, BILANCIO E FISCALITÀ D IMPRESA 2015 Amministrazione finanza e controllo Z6053 IV Edizione / Formula weekend 8 MAGGIO 19 SETTEMBRE 2015 REFERENTE SCIENTIFICO DELL'INIZIATIVA Giovanni Fiori,

Dettagli

PREMESSA. 1 CAPITOLO 1 IFRS 2 PAGAMENTI BASATI SU AZIONI... 1. AMBITO DI APPLICAZIONE... 2. DEFINIZIONI. 3. RILEVAZIONE..

PREMESSA. 1 CAPITOLO 1 IFRS 2 PAGAMENTI BASATI SU AZIONI... 1. AMBITO DI APPLICAZIONE... 2. DEFINIZIONI. 3. RILEVAZIONE.. INDICE PREMESSA. 1 CAPITOLO 1 IFRS 2 PAGAMENTI BASATI SU AZIONI... 1. AMBITO DI APPLICAZIONE... 2. DEFINIZIONI. 3. RILEVAZIONE.. 4. VALUTAZIONE. 5. ALTRI ASPETTI. 6. OPERAZIONI CON AZIONI PROPRIE ALL INTERNO

Dettagli

IL RISCHIO USURA NELLA CONCESSIONE DEI FINANZIAMENTI BANCARI TRA RESPONSABILITA CIVILI E PENALI

IL RISCHIO USURA NELLA CONCESSIONE DEI FINANZIAMENTI BANCARI TRA RESPONSABILITA CIVILI E PENALI IL RISCHIO USURA NELLA CONCESSIONE DEI FINANZIAMENTI BANCARI TRA RESPONSABILITA CIVILI E PENALI Milano, martedì 18 marzo 2014 Spazio Chiossetto, Via Chiossetto 20 DESTINATARI Il workshop è rivolto a banche

Dettagli

LA VALUTAZIONE A FAIR VALUE DELLE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI

LA VALUTAZIONE A FAIR VALUE DELLE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI LA VALUTAZIONE A FAIR VALUE DELLE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI La società Delta S.p.A. redige il proprio Bilancio d esercizio in conformità ai principi contabili internazionali Ias/Ifrs. In relazione ad

Dettagli

NOVITA E CRITICITA NELLA REDAZIONE DEI BILANCI IAS/IFRS

NOVITA E CRITICITA NELLA REDAZIONE DEI BILANCI IAS/IFRS NOVITA E CRITICITA NELLA REDAZIONE DEI BILANCI IAS/IFRS Analisi delle problematiche aperte e soluzioni operative Milano, mercoledì 13 e giovedì 14 novembre 2013 Spazio Chiossetto, Via Chiossetto 20 DESTINATARI

Dettagli

Corso di formazione. Lunedì 15 e 22 settembre 2008

Corso di formazione. Lunedì 15 e 22 settembre 2008 Corso di formazione Lunedì 15 e 22 settembre 2008 Orario 9.30-13.30 / 14.30 17.30 INDICI DI BILANCIO E RENDICONTAZIONE FINANZIARIA CON EXCEL Relatori: Prof. Marco Allegrini Professore straordinario di

Dettagli

www.24oreformazione.com

www.24oreformazione.com FORMAZIONE CONTABILITÀ e BILANCIO LA CONTABILITÀ AZIENDALE ALLA LUCE DEGLI IAS E DELLA RIFORMA SOCIETARIA Roma, 18-19 febbraio 2004 IL BILANCIO D ESERCIZIO: le norme civilistiche, i principi contabili

Dettagli

DATI ECONOMICI E PATRIMONIALE CONSOLIDATI PRO-FORMA DELL EMITTENTE

DATI ECONOMICI E PATRIMONIALE CONSOLIDATI PRO-FORMA DELL EMITTENTE DATI ECONOMICI E PATRIMONIALE CONSOLIDATI PRO-FORMA DELL EMITTENTE SEMESTRALE AL 31 DICEMBRE 2014 1 Premessa In applicazione del D. Lgs. del 28 febbraio 2005, n. 38, Esercizio delle opzioni previste dall

Dettagli

LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI IAS 38 Caratteristiche delle attività immateriali: una risorsa controllata dall entità in in conseguenza di di eventi passati e dalla quale

Dettagli

La valutazione degli elementi dell attivo e del passivo: Profili contabili

La valutazione degli elementi dell attivo e del passivo: Profili contabili La valutazione degli elementi dell attivo e del passivo: Profili contabili Dott. Alex Casasola 1 La valutazione degli elementi dell attivo e del passivo Attendibilità della valutazione Di conseguenza.

Dettagli

USURA E ANATOCISMO. Le novità legislative. Martedì 30 Settembre 2014 Spazio

USURA E ANATOCISMO. Le novità legislative. Martedì 30 Settembre 2014 Spazio U USURA E ANATOCISMO Le novità legislative Martedì 30 Settembre 2014 Spazio Chiossetto - via Chiossetto 20, Milano DESTINATARI Il workshop è rivolto alle banche ed altri intermediari finanziari in modo

Dettagli

Leasing secondo lo IAS 17

Leasing secondo lo IAS 17 Leasing secondo lo IAS 17 Leasing: Ias 17 Lo Ias 17 prevede modalità diverse di rappresentazione contabile a seconda si tratti di leasing finanziario o di leasing operativo. Il leasing è un contratto per

Dettagli

La ristrutturazione del debito e il concordato preventivo

La ristrutturazione del debito e il concordato preventivo Evento formativo La ristrutturazione del debito e il concordato preventivo Firenze, 7 febbraio 2013 Milano, 8 febbraio 2013 Brescia, 14 febbraio 2013 Padova, 15 febbraio 2013 ORARIO 14.30 18.30 PROGRAMMA

Dettagli

SCHEMA DI SVOLGIMENTO

SCHEMA DI SVOLGIMENTO TEMA N. 2 Il candidato, con riferimento ai lavori in corso su ordinazione, ma non ancora ultimati alla fine dell esercizio, illustri i principi generali di valutazione e rappresentazione contabile (TRACCIA

Dettagli

Le basi della contabilità economico patrimoniale: gli obiettivi e gli strumenti

Le basi della contabilità economico patrimoniale: gli obiettivi e gli strumenti Le basi della contabilità economico patrimoniale: gli obiettivi e gli strumenti Tommaso Agasisti, Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale tommaso.agasisti@polimi.it Agenda 1.Il bilancio

Dettagli

Pensare il Diritto Tributario

Pensare il Diritto Tributario Pensare il Diritto Tributario MASTER DI ALTA SPECIALIZZAZIONE I profili fiscali dei principi contabili internazionali (IFRS) Annualità 2015-2016 Direzione scientifica di Ivan Vacca e Nicola Mazza Assonime

Dettagli

Bilancio consolidato e principi contabili internazionali A.A. 2012/2013 ESERCITAZIONE

Bilancio consolidato e principi contabili internazionali A.A. 2012/2013 ESERCITAZIONE Bilancio consolidato e principi contabili internazionali A.A. 2012/2013 ESERCITAZIONE In data 01/01/2012 la Società Alfa acquista una partecipazione del 90% nella Società Beta al prezzo di Euro 115.000.

Dettagli

Master Bilancio BILANCIO D ESERCIZIO: L IMPATTO SUI BILANCI DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI OIC

Master Bilancio BILANCIO D ESERCIZIO: L IMPATTO SUI BILANCI DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI OIC NOVEMBRE - FEBBRAIO Master Bilancio BILANCIO D ESERCIZIO: L IMPATTO SUI BILANCI DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI OIC L APPROFONDIMENTO IN AULA PER LA CRESCITA DELLE TUE COMPETENZE CONDIZIONI GENERALI E RECUPERO

Dettagli

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs)

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs) EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(s) EEMS Italia S.p.A PROSPETTI CONTABILI DI EEMS ITALIA S.P.A AL 30 GIUGNO 2006 Premessa

Dettagli

11) il Regolamento (CE) n. 1864/2005 del 15 novembre 2005 ha adottato lo IAS 39 rivisto e ha recepito le modifiche apportate all IFRS 1 e allo IAS

11) il Regolamento (CE) n. 1864/2005 del 15 novembre 2005 ha adottato lo IAS 39 rivisto e ha recepito le modifiche apportate all IFRS 1 e allo IAS Allegato 1 1) Il Regolamento (CE) n. 1606/2002 del 19 luglio 2002 che ha regolato l adozione e l utilizzo dei principi contabili internazionali; 2) il Regolamento (CE) n. 1725/2003 del 29 settembre 2003

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Provvedimenti 2008 di avvicinamento IAS

Provvedimenti 2008 di avvicinamento IAS Immobilizzazioni materiali Codice civile e PC nazionali Art. 2426 C.C. Immobilizzazioni Immateriali Materiali Finanziarie Circolante Scorte Crediti Attività finanziarie Liquidità valutazione Costo storico

Dettagli

I NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI OIC

I NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI OIC I NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI OIC APPROFONDIMENTI E CHIARIMENTI SULLA REVISIONE DEI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI IN VIGORE DAI BILANCI 2014 ROMA, 5 6 MARZO 2015 CENTRO CONGRESSI ICAVOUR VIA CAVOUR

Dettagli

IL CONTENZIOSO BANCA- CLIENTI I RISCHI CIVILI E PENALI PER LE BANCHE ALLA LUCE DELLA RECENTE GIURISPRUDENZA

IL CONTENZIOSO BANCA- CLIENTI I RISCHI CIVILI E PENALI PER LE BANCHE ALLA LUCE DELLA RECENTE GIURISPRUDENZA IL CONTENZIOSO BANCA- CLIENTI I RISCHI CIVILI E PENALI PER LE BANCHE ALLA LUCE DELLA RECENTE GIURISPRUDENZA Milano, mercoledì 27 gennaio 2016 Spazio Chiossetto, Via Chiossetto 20 DESTINATARI Il workshop

Dettagli

Corso di Principi contabili internazionali. Prof. Luigi Rinaldi Prof. Stefano Santucci

Corso di Principi contabili internazionali. Prof. Luigi Rinaldi Prof. Stefano Santucci Corso di Principi contabili internazionali Prof. Luigi Rinaldi Prof. Stefano Santucci Programma del corso a.a. 2015 2016 Parte prima I principi contabili internazionali e il loro recepimento nella legislazione

Dettagli

master DI IAS/IFRS MASTER

master DI IAS/IFRS MASTER master DI approfondimento Master in 6 incontri (a numero chiuso - disposizione a banchi) MASTER La redazione del bilancio secondo gli e la gestione del primo passaggio: le logiche contabili attuali e l

Dettagli

1450,00 + IVA 20% Comprensiva del coffee break. 1050,00 + IVA 20% Comprensiva del coffee break Sconto del 20% per i possessori della tessera

1450,00 + IVA 20% Comprensiva del coffee break. 1050,00 + IVA 20% Comprensiva del coffee break Sconto del 20% per i possessori della tessera Master in 6 giornate a numero chiuso (disposizione a banchi scuola) Master ias/ifrs L applicazione dei Principi Contabili Internazionali e la gestire del passaggio agli IAS/IFRS Destinatari Commercialisti

Dettagli

Il contratto di franchising Caratteristiche, clausole tipiche, contenzioso

Il contratto di franchising Caratteristiche, clausole tipiche, contenzioso Evento formativo Il contratto di franchising Caratteristiche, clausole tipiche, contenzioso Padova, 12 ottobre 2012 ORARIO 14.30 18.30 CONTENUTI Il franchising è, come è noto, una delle tipologie contrattuali

Dettagli

Master Bilancio BILANCIO D ESERCIZIO: L IMPATTO SUI BILANCI DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI OIC

Master Bilancio BILANCIO D ESERCIZIO: L IMPATTO SUI BILANCI DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI OIC NOVEMBRE - FEBBRAIO Master Bilancio BILANCIO D ESERCIZIO: L IMPATTO SUI BILANCI DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI OIC L APPROFONDIMENTO IN AULA PER LA CRESCITA DELLE TUE COMPETENZE CONDIZIONI GENERALI E RECUPERO

Dettagli

PRIMA APPLICAZIONE DEGLI IFRS

PRIMA APPLICAZIONE DEGLI IFRS PRIMA APPLICAZIONE DEGLI PRIMA APPLICAZIONE DEGLI Nella presente nota vengono riportate le informazioni richieste dall 1 e, in particolare, la descrizione degli impatti che la transizione agli ha determinato

Dettagli

37. Transizione ai principi contabili internazionali IFRS

37. Transizione ai principi contabili internazionali IFRS 37. Transizione ai principi contabili internazionali IFRS Premessa Come indicato in Nota 1, La Società, nell ambito del progetto intrapreso nel 2008 afferente la transizione ai principi contabili internazionali

Dettagli

La raccolta fondi per le strutture sanitarie in Italia

La raccolta fondi per le strutture sanitarie in Italia Corso di formazione La raccolta fondi per le strutture sanitarie in Italia Come assicurarsi la sostenibilità attraverso la ricerca di finanziamenti integrati e alternativi. L uso di strumenti di fundraising,

Dettagli

Gruppo Autostrade. Transizione ai principi contabili internazionali (IFRS)

Gruppo Autostrade. Transizione ai principi contabili internazionali (IFRS) Gruppo Autostrade Transizione ai principi contabili internazionali (IFRS) Situazione patrimoniale consolidata al 1 gennaio 2004, al 31 dicembre 2004 ed al 1 gennaio 2005 Conto economico consolidato per

Dettagli

La fiscalità del bilancio IAS. Gli effetti fiscali relativi agli ammortamenti e ai costi pluriennali

La fiscalità del bilancio IAS. Gli effetti fiscali relativi agli ammortamenti e ai costi pluriennali La fiscalità del bilancio IAS Gli effetti fiscali relativi agli ammortamenti e ai costi pluriennali Tavole sinottiche a cura di Giulio Andreani Professore di diritto tributario alla Scuola Superiore dell

Dettagli

Letture di riferimento per la domanda integrativa

Letture di riferimento per la domanda integrativa Letture di riferimento per la domanda integrativa Oic Guida operativa per la transazione ai principi contabili internazionali /Ias/Ifrs) Bozza Capitoli 3 e 4 CAPITOLO 3 IAS 38 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

Dettagli

Piacenza, 20 marzo 2003. Prof. Marco Allegrini allegrin@ec.unipi.it

Piacenza, 20 marzo 2003. Prof. Marco Allegrini allegrin@ec.unipi.it Piacenza, 20 marzo 2003 Prof. Marco Allegrini allegrin@ec.unipi.it I domini dell armonizzazione Armonizzazione de jure Armonizzazione de facto Norme e principi contabili Armonizzazione Bilanci effettivamente

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER SPECIALISTICO IN REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE in collaborazione con MASTER SPECIALISTICO IN REVISIONE LEGALE DEI CONTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE 30 Novembre, 01-06 07 14-15 Dicembre 2012 Aga hotel - Catania Via Ruggero di Lauria, 43 DESTINATARI

Dettagli

Corso base di lettura e analisi di bilancio per non addetti

Corso base di lettura e analisi di bilancio per non addetti Corso base di lettura e analisi di bilancio per non addetti Milano, 1 e 2 dicembre 2014 Un corso dedicato ai non addetti per leggere e utilizzare il bilancio Academy Gli strumenti della formazione Metodologia

Dettagli

Il sequestro giudiziario di beni, il sequestro conservativo e la tutela cautelare urgente

Il sequestro giudiziario di beni, il sequestro conservativo e la tutela cautelare urgente Evento formativo Il sequestro giudiziario di beni, il sequestro conservativo e la tutela cautelare urgente ORARIO 14.30 18.30 Bergamo, 21 febbraio 2014 Sesto San Giovanni (MI), 28 febbraio 2014 Brescia,

Dettagli

Valutazioni su Intangibles e Business Combinations

Valutazioni su Intangibles e Business Combinations Valutazioni su Intangibles e Business Combinations Concetta Viglianti Torino, 22 ottobre 2008 1 Business Combination (Ifrs 3):definizione Business Combination (Ifrs 3):definizione Unione di entità o attività

Dettagli

BILANCIO E COMUNICAZIONE FINANZIARIA Simulazione d esame del 27 maggio 2013

BILANCIO E COMUNICAZIONE FINANZIARIA Simulazione d esame del 27 maggio 2013 NOME: BILANCIO E COMUNICAZIONE FINANZIARIA Simulazione d esame del 27 maggio 2013 COGNOME: N. DI MATRICOLA: Utilizzando lo spazio sottostante a ciascun quesito: 1) Il candidato, dopo avere brevemente spiegato

Dettagli

CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME ISVAP

CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME ISVAP CORSO DI PREPARAZIONE ALL ESAME ISVAP PER AGENTI E BROKER Organizzato da Per informazioni: formazione@finanzaediritto.it www.editricelefonti.it Chi siamo Editrice Le Fonti è una primaria casa editrice

Dettagli

IL CONTROLLO E LA GESTIONE

IL CONTROLLO E LA GESTIONE IL CONTROLLO E LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI IN AZIENDA Milano 3 4 maggio 2010 Un occasione di confronto sull attuale approccio nella prevenzione, gestione e controllo dei rischi di liquidità, credito,

Dettagli

CONTABILITA E BILANCIO: IL BILANCIO PUBBLICO PRINCIPI ECONOMICI, DISCIPLINA GIURIDICA E NORMATIVA FISCALE

CONTABILITA E BILANCIO: IL BILANCIO PUBBLICO PRINCIPI ECONOMICI, DISCIPLINA GIURIDICA E NORMATIVA FISCALE CONTABILITA E BILANCIO: IL BILANCIO PUBBLICO PRINCIPI ECONOMICI, DISCIPLINA GIURIDICA E NORMATIVA FISCALE Prof. Giovanni Frattini Dal cap. 5 Il bilancio pubblico - L introduzione dei principi contabili

Dettagli

programma e costi www.csenfirenze.it corso per operatore consulenze corso di 50 ore FORMULA WEEKEND

programma e costi www.csenfirenze.it corso per operatore consulenze corso di 50 ore FORMULA WEEKEND corso per operatore consulenze FIORI DI BACH I fiori di Bach sono uno dei rimedi omeopatici più conosciuti ed utilizzati, per grandi e piccoli. Questo corso vuole fornire le indicazioni di base per iniziare

Dettagli

L Ordine degli Ingegneri della Provincia di Fermo

L Ordine degli Ingegneri della Provincia di Fermo L Ordine degli Ingegneri della Provincia di Fermo in collaborazione con C.S.F. snc Centro Servizi Formativi organizza CORSO per CONSULENTE TECNICO d UFFICIO (C.T.U.) (Codice Corso : CTU 014-1) PER INFORMAZIONI:

Dettagli

LA RIFORMA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

LA RIFORMA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI LA RIFORMA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI Decreto MEF n. 53/2015 Circolare Banca d Italia n. 288/2015 giovedì 25 giugno 2015 Milano, Via Chiossetto n. 20 Spazio Chiossetto DESTINATARI Il workshop è rivolto

Dettagli

Indice degli argomenti

Indice degli argomenti Indice degli argomenti Introduzione.. XIX Capitolo 1 Panorama dei principi e delle norme sul bilancio annuale 1 PARTE PRIMA L aspetto formale del bilancio Capitolo 2 La chiarezza formale del bilancio 2.1

Dettagli

Camozzi & Bonissoni. L applicazione dei principi contabili internazionali agli immobili. Francesco Assegnati. Camozzi & Bonissoni

Camozzi & Bonissoni. L applicazione dei principi contabili internazionali agli immobili. Francesco Assegnati. Camozzi & Bonissoni L applicazione dei principi contabili internazionali agli immobili Francesco Assegnati Camozzi & Bonissoni Studio Legale e Tributario Galleria San Carlo 6 20122 Milano www.camozzibonissoni.it Iter normativo

Dettagli

DI APPROFONDIMENTO 2 0 1 5-2 0 1 6

DI APPROFONDIMENTO 2 0 1 5-2 0 1 6 DI APPROFONDIMENTO 2 0 1 5-2 0 1 6 INCONTRI CHE FOCALIZZANO E APPROFONDISCONO TEMI SPECIFICI DICEMBRE 2015 SEMINARI DI APPROFONDIMENTO 1 giornata intera / cod. 131B 131B OPERAZIONI IMMOBILIARI (IL PRO

Dettagli

Il commercio elettronico in Cina quale nuovo canale di distribuzione

Il commercio elettronico in Cina quale nuovo canale di distribuzione In partnership con CHINA CONSULTING GROUP Seminario Il commercio elettronico in Cina quale nuovo canale di distribuzione Bergamo, 15 maggio 2014 Padova, 22 maggio 2014 ORARIO 14.30 17.30 PRESENTAZIONE

Dettagli

ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO

ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO IL CORSO Il D.M. 388/2003 attua quanto indicato dal D.lgs. 81/2008 e classifica le aziende in base alle dimensioni ed alla tipologia di rischio indicando le attrezzature minime

Dettagli

Comunicato stampa Documento Allegato

Comunicato stampa Documento Allegato Edison Spa Ufficio Stampa Tel. +39 02 6222.7331 Foro Buonaparte, 31 Fax. +39 02 6222.7379 20121 Milano - MI ufficiostampa@edison.it Comunicato stampa Documento Allegato Stato patrimoniale consolidato Si

Dettagli

PROFILI DEI PROCEDIMENTI DI REGOLAZIONE DELLE CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO:

PROFILI DEI PROCEDIMENTI DI REGOLAZIONE DELLE CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO: Seminario PROFILI DEI PROCEDIMENTI DI REGOLAZIONE DELLE CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO: l accordo di composizione della crisi; il piano del consumatore; la procedura di liquidazione dei beni del debitore

Dettagli

IAS 16 Immobili, impianti e macchinari IAS 40 Investimenti immobiliari IAS 38 Attività immateriali

IAS 16 Immobili, impianti e macchinari IAS 40 Investimenti immobiliari IAS 38 Attività immateriali IAS 16 Immobili, impianti e macchinari IAS 40 Investimenti immobiliari IAS 38 Attività immateriali 1 1 Le immobilizzazioni materiali Le immobilizzazioni materiali sono disciplinate da due IAS di riferimento

Dettagli

Immobili, impianti e macchinari Ias n.16

Immobili, impianti e macchinari Ias n.16 Immobili, impianti e macchinari Ias n.16 Corso di Principi Contabili e Informativa Finanziaria Prof.ssa Sabrina Pucci Facoltà di Economia Università degli Studi Roma Tre a.a. 2005-2006 prof.ssa Sabrina

Dettagli

TUTTO SUI NUOVI PARAMETRI: un autorevole attenta e pratica analisi commentata. Iscritto nel: Albo dell Ordine degli Avvocati di

TUTTO SUI NUOVI PARAMETRI: un autorevole attenta e pratica analisi commentata. Iscritto nel: Albo dell Ordine degli Avvocati di www.legalforma.it T 030.991.03.98 F 030.910.86.16 SCHEDA ISCRIZIONE (SI PREGA DI COMPILARE IN STAMPATELLO) Pagine 1 e 2 e 3 da inviare a mezzo fax al n. 030 910 86 16, oppure via mail a formazione@legalforma.it

Dettagli

CORSO IN SEGRETARIA DI DIREZIONE

CORSO IN SEGRETARIA DI DIREZIONE CORSO IN SEGRETARIA DI DIREZIONE OBIETTIVI DEL CORSO Il corso permette l acquisizione di un IMMEDIATA OPERATIVITA nella gestione della operazioni contabili principali all interno di imprese, studi e attività

Dettagli

I CREDITI PROBLEMATICI NEL SETTORE BANCARIO

I CREDITI PROBLEMATICI NEL SETTORE BANCARIO I CREDITI PROBLEMATICI NEL SETTORE BANCARIO IL CONFRONTO TRA BAD BANK E CESSIONE I MODELLI DI VALUTAZIONE I PROCESSI DI CONTROLLO E MONITORAGGIO L ASSET QUALITY REVIEW DELLA BCE LE OPERAZIONI DI CARTOLARIZZAZIONE

Dettagli

Antiriciclaggio: le ispezioni della Guardia di Finanza negli studi professionali

Antiriciclaggio: le ispezioni della Guardia di Finanza negli studi professionali Seminario Antiriciclaggio: le ispezioni della Guardia di Finanza negli studi professionali Bologna, 27 Ottobre 2015 Firenze, 24 Novembre 2015 PROGRAMMA Le ispezioni e i controlli della Guardia di Finanza,

Dettagli

Esempi scritture contabili Costituzione Spa

Esempi scritture contabili Costituzione Spa Esempi scritture contabili Costituzione Spa 1 Esempi scritture contabili Vincolo 25% 2 Esempi scritture contabili Versamento restante parte del capitale sociale 3 Esempi scritture contabili Registrazione

Dettagli

CONTABILIZZAZIONE DEL LEASING SECONDO IL METODO FINANZIARIO

CONTABILIZZAZIONE DEL LEASING SECONDO IL METODO FINANZIARIO CONTABILIZZAZIONE DEL LEASING SECONDO IL METODO FINANZIARIO SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI CLASSIFICAZIONE DELLE OPERAZIO- NI TRATTAMENTO DEL LEASING FI- NANZIARIO SECONDO I PRINCIPI INTERNAZIONALI TRATTAMENTO

Dettagli

LA TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS NEL BILANCIO INDIVIDUALE DELLA FIME S.P.A.

LA TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS NEL BILANCIO INDIVIDUALE DELLA FIME S.P.A. Appendice FTA LA TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS NEL BILANCIO INDIVIDUALE DELLA FIME S.P.A. INDICE A. Premessa B. Principi contabili e criteri di valutazione C. Riconciliazione

Dettagli

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio. L Impairment Test (Ias 36)

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio. L Impairment Test (Ias 36) 1 L Impairment Test (Ias 36) 2 Oggetto: riguarda la svalutazione per perdite di valore di attività Finalità: evita che le attività siano iscritte a un valore superiore a quello recuperabile Ambito: in

Dettagli

IL NUOVO ART. 120 DEL TUB: L ESAME DELLA GIURISPRUDENZA UDENZA DI MERITO

IL NUOVO ART. 120 DEL TUB: L ESAME DELLA GIURISPRUDENZA UDENZA DI MERITO IL NUOVO ART. 120 DEL TUB: L ESAME DELLA GIURISPRUDENZA UDENZA DI MERITO L Anatocismo in giudizio Le ordinanze del Tribunale di Milano Applicabilità dell art. 120 del TUB Legittimità delle clausole contrattuali

Dettagli

PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI

PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI Prima adozione degli Note tecniche di commento all applicazione dei principi contabili internazionali in sede di prima applicazione Transizione

Dettagli

IAS 40 - OIC 16: Investimenti immobiliari

IAS 40 - OIC 16: Investimenti immobiliari IAS 40 - OIC 16: Investimenti immobiliari Roma, marzo/maggio 2015 Finalità e ambito di applicazione Un investimento immobiliare è una proprietà immobiliare posseduta per: Percepire canoni d affitto Ottenere

Dettagli

Contabilità e bilancio

Contabilità e bilancio Contabilità e bilancio I corsi 2013 marzo 2014 Scopri all interno come personalizzare il tuo percorso formativo con sconti fino al 30% OLTRE 3.000 PARTECIPANTI IN 12 ANNI CORSO BASE DI CONTABILITA (8 lezioni)

Dettagli

Le immobilizzazioni immateriali

Le immobilizzazioni immateriali Le immobilizzazioni immateriali B) IMMOBILIZZAZIONI I - Immobilizzazioni immateriali 1) costi di impianto e di ampliamento; 2) costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicità; 3) diritti di brevetto industriale

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE per Mediatore Professionista

CORSI DI FORMAZIONE per Mediatore Professionista CORSI DI FORMAZIONE per Mediatore Professionista ex D.lgs 28/2010 e D.M.180/2010 Milano 3-5 - 10-14 - 16-28 Febbraio 2011 In collaborazione con gli Enti Formativi: NICOS ADR ADR CONCILMED www.adrsemplifica.it

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Situazione patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2006

Situazione patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2006 Pavimental S.p.A. Società soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade S.p.A. Situazione patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2006 Elaborata sulla base degli adottati nel Gruppo

Dettagli

Modulo iscrizione Cod. PFB02_2016

Modulo iscrizione Cod. PFB02_2016 Modulo iscrizione Cod. PFB02_2016 SEMINARIO AGGIORNAMENTO NORMATIVA RIFIUTI Cod. PFB02_2016 Genova, 15 Aprile 2016 9:00 13:00 DATI DEL PARTECIPANTE Cognome Nome Data e luogo di nascita Nazionalita Titolo

Dettagli

PERSONAL TRAINER CORSO PER OPERATORE. 48 ORE formula weekend. QUANDO 23 / 24 maggio 6 / 7 giugno 20 / 21 giugno

PERSONAL TRAINER CORSO PER OPERATORE. 48 ORE formula weekend. QUANDO 23 / 24 maggio 6 / 7 giugno 20 / 21 giugno CORSO PER OPERATORE PERSONAL TRAINER CON RILASCIO DIPLOMA NAZIONALE CSEN E TESSERINO TECNICO 48 ORE formula weekend Il corso è RIVOLTO ai diplomati del 2 livello di Body Building & Fitness CSEN, a laureati

Dettagli