Il Fondo di Garanzia. Novembre 2015 Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Fondo di Garanzia. Novembre 2015 Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia"

Transcript

1 Il Fondo di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese Novembre 2015 Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia

2 Il Fondo di Garanzia per le PMI E un Fondo di diritto pubblico, totalmente detenuto dallo Stato, istituito ai sensi della Legge 662/96 (art. 2, comma 100, lett. a) allo scopo di assicurare una parziale assicurazione ai crediti concessi dagli istituti di credito a favore delle piccole e medie imprese. E dotato di un organo amministrativo - il Comitato di Gestione - che delibera la concessione della garanzia e la liquidazione delle perdite; le sedute del Comitato hanno periodicità settimanale. Le attività di natura contabile / gestione sono svolte dal Soggetto Gestore (attualmente RTI con mandataria Banca del Mezzogiorno - Mediocredito Centrale SpA, in regime di concessione). Gli interventi del Fondo sono disciplinati dalle norme legislative di riferimento (v. D.M. 31/5/99 n. 248 e, per le più recenti misure volte al rafforzamento del Fondo, decreto legge n. 69/2013, cosiddetto decreto del fare, convertito nella legge 98/2013, e decreto interministeriale 27/12/2013), nonché dalle Disposizioni Operative (regolamento) di volta in volta aggiornate e pubblicate sul sito internet del soggetto gestore e del Ministero dello Sviluppo Economico ( 2

3 Il Fondo di Garanzia per le PMI 3

4 Il Fondo di Garanzia per le PMI Modalità di intervento Garanzia diretta E concessa a prima richiesta direttamente alle banche, agli intermediari finanziari (art.107 DL 385/93), SFIS, SGR e Società di gestione armonizzate (queste ultime due solo per le operazioni sul capitale di rischio), a garanzia del rimborso dei finanziamenti erogati/concessi alle Piccole e medie Imprese. Possono ottenere la garanzia diretta tutte le PMI ed i Professionisti situati sul territorio nazionale, ad eccezione di quelli con sede legale e/o operativa in Toscana e Abruzzo (l intervento del Fondo nella Regione Abruzzo è stato limitato, con riferimento alle operazioni di importo pari o inferiore a ,00, alla controgaranzia dei consorzi di garanzia collettiva fidi con sede legale e/o operativa nella Regione). Controgaranzia E concessa su garanzie prestate da Confidi ovvero Altri Fondi di garanzia. Essa può essere a prima richiesta ; in questo caso può essere attivata dal soggetto finanziatore nell eventualità dell inadempimento del garante di primo livello; ovvero sussidiaria, nel qual caso il Fondo riassicura/risponde soltanto al garante di primo livello e nei limiti delle somme da questi versate a titolo definitivo. Cogaranzia È una garanzia diretta concessa al soggetto finanziatore congiuntamente dal Fondo e dal Confidi o Altro fondo di garanzia. Essa è richiesta al Fondo per il tramite dei Confidi o Altri fondi di garanzia. Sono escluse dalla cogaranzia le imprese situate in Toscana e Abruzzo (con le limitazioni valide per la Garanzia diretta). 4

5 Il Fondo di Garanzia per le PMI Caratteristiche della garanzia Ammissibilità alla garanzia per qualunque operazione finanziaria Qualsiasi operazione finanziaria (finanziamenti bancari e/o leasing finanziario), purché finalizzata all attività di impresa, può accedere all intervento del FGPMI; in particolare possono essere garantiti i finanziamenti di durata non inferiore a 36 mesi, gli altri finanziamenti di durata inferiore a 36 mesi e le anticipazioni di crediti verso la P.A. Escutibilità a prima richiesta La garanzia è pienamente conforme ai requisiti imposti dall Accordo di Basilea: è esplicita, incondizionata, irrevocabile e a prima richiesta. Ponderazione zero sulla quota dei finanziamenti garantita dal Fondo L intervento del Fondo è assistito dalla garanzia di ultima istanza dello Stato (ai sensi del D.M. 25/03/2009) che consente alle banche finanziatrici, in base alla normativa di Vigilanza, l azzeramento dell assorbimento/detenzione di capitale proprio sulla quota di finanziamento garantita/ controgarantita. Esclusione di garanzie ulteriori Sulla quota di finanziamento garantita dal Fondo non possono essere acquisite altre garanzie reali (ipoteca, pegno, ecc.), assicurative e bancarie; sulla parte residua del finanziamento non garantita dal Fondo possono essere acquisite tali ulteriori garanzie, il cui valore cauzionale complessivo, calcolato secondo percentuali predeterminate, non superi l importo della quota di finanziamento non coperta dalla garanzia del Fondo. 5

6 Il Fondo di Garanzia per le PMI Vantaggi della garanzia I vantaggi per le imprese maggiore facilità di accesso al credito (il finanziamento viene garantito dallo Stato); minori oneri finanziari sostenuti per il rimborso del finanziamento (condizioni economiche/ tasso di interesse inferiori rispetto ai finanziamenti non garantiti dal Fondo); commissioni di garanzia agevolate / ridotte (gratuite in alcuni casi) rispetto alle condizioni di mercato; esclusione (ai sensi della normativa del Fondo) di garanzie reali e/o assicurative sulla quota garantita dal Fondo. I vantaggi per le Banche beneficiare di uno strumento di mitigazione del rischio conforme alla nuova normativa prudenziale di Vigilanza; diminuire i costi di produzione dei finanziamenti, sia per effetto della riduzione del costo del capitale prudenziale (ponderazione zero, nel metodo standardizzato, della quota garantita), sia per effetto della riduzione del costo del rischio di credito; incrementare i volumi di erogazione del credito. 6

7 Il Fondo di Garanzia per le PMI - Beneficiari Soggetti Beneficiari Definizione di PMI le PMI rientranti nei parametri dimensionali di cui al DM del 18 aprile 2005 ed alla Raccomandazione della Commissione Europea 2003/361/CE del 6 maggio 2003; i professionisti iscritti agli ordini professionali e i professionisti che esercitano professioni non organizzate in ordini o collegi, aderenti alle associazioni professionali iscritte in apposito elenco ministeriale e in possesso della specifica attestazione (ex L. 4/2013); appartenenti a qualsiasi settore (ad eccezione di alcuni settori esclusi dalla UE: cantieristica navale, industria automobilistica, agricoltura e pesca, autotrasporto merci conto terzi ATECO 60.24, etc); in data è stata sospesa l ammissibilità delle imprese dell autotrasporto merci per conto terzi (codice Ateco 2002: 60.24) attive sul territorio nazionale (anche per investimenti all estero); valutate economicamente e finanziariamente sane Media impresa: - impiega meno di 250 dipendenti; - registra un fatturato annuo non superiore a 50 mln o un totale di bilancio non superiore a 43 mln; Piccola impresa: - impiega meno di 50 dipendenti; - registra un fatturato annuo o un totale di bilancio non superiore a 10 mln; Microimpresa: - impiega meno di 10 dipendenti; - registra un fatturato annuo o un totale di bilancio non superiore a 2 mln. N.B.: L impresa deve essere indipendente, ovvero non associata o collegata ad altre imprese di maggiori dimensioni per più del 25% del capitale. 7

8 Il Fondo di Garanzia per le PMI - Garanzia Diretta Percentuali e importi massimi garantiti TIPOLOGIA IMPRESE Imprese ubicate nel Mezzogiorno* e Imprese femminili** Imprese Start up colpite innovative dagli e incubatori di impresa*** Altre imprese Riserve PON e Poin **** TIPOLOGIA OPERAZIONI Operazioni finanziarie NON inferiori a 36 mesi ( = > 36 mesi) Altre operazioni finanziarie (durata inferiore a 36 mesi) Consolidamento passività a breve su stessa banca/gruppo bancario Anticipazione crediti Pubblica Amministrazione % copertura Importo massimo garantito % copertura Importo massimo garantito 80% 2,5 mln 80% 2,5 mln 80% 1,5 mln 80% 2,5 mln 30% 1,5 mln 80% 2,5 mln 80% 2,5 mln 80% 2,5 mln % copertura Importo massimo garantito % copertura Importo massimo garantito 80% 2,5 mln 80% 2,5 mln 60% 1,5 mln 80% 2,5 mln 30% 1,5 mln 80% 2,5 mln non ammissibile non ammissibile Operazioni sul capitale di rischio 50% 2,5 mln non ammissibile 50% 2,5 mln non ammissibile * Regioni del Mezzogiorno : i territori delle Regioni Abruzzo, Molise, Basilicata, Campania, Calabria, Puglia, Sardegna e Sicilia; ** Imprese femminili: società di persone costituite in misura non inferiore al 60% da donne e società di capitali le cui quote di partecipazione siano detenute in misura non inferiore a 2/3 da donne e i cui organi amministrativi siano composti per almeno i 2/3 da donne, nonché le imprese individuali gestite da donne; ***Start up innovative e incubatori certificati: sono Start up innovative le PMI costituite da meno di 4 anni rispetto alla data di presentazione della domanda di ammissione alla garanzia al Fondo, iscritte nella sezione speciale del Registro delle Imprese; sono Incubatori certificati di Start up innovative gli incubatori di piccola e media dimensione, iscritti nella sezione speciale del Registro delle Imprese; **** Riserva PON Ricerca & Competitività e riserva POIn Energia e relative sottoriserve, costituite con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze dell 11 dicembre 2009 e successive modifiche e integrazioni, sono finalizzate agli interventi a favore delle PMI le cui sedi operative siano ubicate nelle Regioni dell Obiettivo Convergenza: Campania, Calabria, Puglia, Sicilia. **** Riserva Poin Attrattori Culturali, Naturali e Turismo, costituita con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze del 27 dicembre 2010 e successive modifiche e integrazioni, per il rafforzamento e sostegno del sistema delle imprese turistiche e di quelle del settore culturale e ambientale, è finalizzata agli interventi a favore delle PMI, le cui sedi operative siano ubicate nelle predette Regioni Convergenza. 8

9 Il Fondo di Garanzia per le PMI - Garanzia Diretta Percentuali e importi massimi garantiti TIPOLOGIA IMPRESE Imprese ubicate nel Mezzogiorno* e imprese femminili** Start up innovative e incubatori di impresa*** dagli Altre eventi imprese sismici Riserve PON e Poin**** TIPOLOGIA OPERAZIONI % Confidi % controgaranzia FGPMI % Confidi % controgaranzia FGPMI % Confidi % controgaranzia FGPMI % Confidi % controgaranzia FGPMI Operazioni finanziarie NON inferiori a 36 mesi ( = > 36 mesi) Altre operazioni finanziarie (durata inferiore a 36 mesi) Consolidamento passività a breve su stessa banca/gruppo bancario Anticipazione crediti Pubblica Amministrazione 80% 80% 80% 80% 80% 80% 80% 80% 60% 60% 60% 60% 80% 80% 80% 80% 80% 80% 80% 80% 80% 80% 80% 80% non ammissibile 60% 60% non ammissibile 80% 80% Operazioni sul capitale di rischio non ammissibile 60% 80% Per i riferimenti di cui agli asterischi, vedasi in calce alla tabella Garanzia diretta. 60% 80% non ammissibile N.B.: la controgaranzia è concessa entro il medesimo limite di importo massimo garantito previsto per la garanzia diretta (v. tabella) 9

10 Il Fondo di Garanzia per le PMI Valutazione delle imprese Ai fini dell ammissione alla garanzia pubblica del Fondo le PMI vengono valutate, mediante appositi modelli (oggettivi e validi erga omnes ), sulla base dei dati di bilancio degli ultimi due esercizi e della situazione contabile aggiornata a data recente. 4 modelli di scoring per valutare l eleggibilità delle imprese. Criteri di valutazione delle imprese In base al regime contabile sono stati predisposti 2 modelli per le imprese in contabilità ordinaria e 2 per le imprese in contabilità semplificata. Ogni modello consta di 4 parametri (indicatori economico/patrimoniali) a ciascuno dei quali è assegnato un punteggio in rapporto al rispetto del valore di riferimento per la valutazione del bilancio d esercizio. La valutazione dei bilanci è espressa con le lettere A, B e C. La fascia di valutazione dell impresa si ottiene dalla sequenza delle lettere: - AA-BA fascia 1, - AB-BB-CB-CA-AC fascia 2, - BC-CC fascia 3 Le imprese in fascia 3 sono escluse d ufficio dall intervento del Fondo. Le imprese start up Le nuove imprese (costituite da non oltre tre anni dalla richiesta di ammissione) sono ammissibili solo a fronte di un programma di investimento e in presenza di mezzi propri non inferiori al 25% dello stesso. Vengono valutate, CASO PER CASO, sulla base di bilanci previsionali triennali e di una dettagliato Business plan (su modello del Fondo). 10

11 Il Fondo di Garanzia per le PMI - Modelli di scoring (1/2) FORMULA VALORE OTTIMALE INDICE Imprese Industriali in regime di Contabilità Ordinaria A) MEZZI PROPRI + DEBITI A MEDIO/LUNGO TERMINE / IMMOBILIZZAZIONI 1,00 Copertura finanziaria immobilizzazioni B) MEZZI PROPRI / TOTALE DEL PASSIVO 10% Indipendenza finanziaria C) MARGINE OPERATIVO LORDO / ONERI FINANZIARI LORDI (ex oneri finanziari / fatturato: < 5%) 2 Copertura degli oneri finanziari (ex incidenza oneri finanziari sul fatturato) D) MARGINE OPERATIVO LORDO / FATTURATO* 8% (ex > 15%) Incidenza gestione caratteristica/fatturato Imprese Commercio in regime di Contabilità Ordinaria FORMULA VALORE OTTIMALE INDICE A) ATTIVO CIRCOLANTE / PASSIVO CIRCOLANTE 80% Indice di liquidità B) MEZZI PROPRI / TOTALE DEL PASSIVO (ex attivo circolante / fatturato: < 60%) C) MARGINE OPERATIVO LORDO / ONERI FINANZIARI LORDI (ex oneri finanziari/fatturato: < 5% 7% 2 Indipendenza finanziaria (ex indice di rotazione dell attivo circolante) Copertura degli oneri finanziari D) MARGINE OPERATIVO LORDO / FATTURATO* 8% (ex > 15%) Incidenza gestione caratteristica/fatturato * In caso di imprese caratterizzate da cicli produttivi ultrannuali: VALORE DELLA PRODUZIONE (anziché Fatturato) 11

12 Il Fondo di Garanzia per le PMI - Modelli di scoring (2/2) FORMULA VALORE OTTIMALE INDICE Imprese In regime di Contabilità Semplificata e Professionisti A) MARGINE OPERATIVO LORDO / ONERI FINANZIARI LORDI B) MARGINE OPERATIVO LORDO / FATTURATO* FORMULA A) ((RIMANENZE FINALI + RIMANENZE INIZIALI) / 2) / VENDITE O FATTURATO*) * 365 In caso di imprese che non presentano la voce RIMANENZE : MARGINE OPERATIVO NETTO / FATTURATO*: > 10% 2 8% (ex > 15%) VALORE OTTIMALE Copertura degli oneri finanziari Incidenza gestione caratteristica/ fatturato INDICE < 180 giorni Giorni di rotazione del magazzino per le imprese che presentano la voce Rimanenze oppure Margine operativo netto su Fatturato per le imprese che non presentano la voce Rimanenze B) MARGINE OPERATIVO LORDO / FATTURATO* 15% Incidenza gestione caratteristica / Fatturato C) ONERI FINANZIARI / FATTURATO* < 5% Incidenza oneri finanziari / Fatturato D) UTILE DI ESERCIZIO / FATTURATO* 6% Indice di redditività * In caso di imprese caratterizzate da cicli produttivi ultrannuali: VALORE DELLA PRODUZIONE (anziché Fatturato) 12

13 Il Fondo di Garanzia per le PMI Certificazione del merito di credito I soggetti richiedenti (Banche e Confidi) possono certificare il merito di credito ovvero l ammissibilità alla garanzia delle imprese beneficiarie in alcune fattispecie (le banche, nei casi di procedura Semplificata ed operazioni di Importo ridotto ) trasmettendo al Gestore, in luogo degli scoring contenenti i dati di bilancio, una dichiarazione attestante il ricorrere di determinate condizioni di ammissibilità. Certificazione del merito di credito In tali casi, alle operazioni è riconosciuta la priorità nell istruttoria e nella delibera di concessione della garanzia. Per l attivazione di tali procedure la banca deve attestare inoltre che, alla data di presentazione della domanda, i soggetti beneficiari finali: non registrino eventi pregiudizievoli, quali protesti, pignoramenti e, in caso di società di persone, anche a carico dei soci amministratori, sulla base delle risultanze delle visure presso i pubblici registri o tramite sistemi di informazioni creditizie; sulla base delle evidenze della Centrale Rischi, limitatamente ai rapporti con la Banca stessa, non presentino crediti scaduti da più di 180 gg. né siano classificati tra la clientela ad incaglio o in sofferenza. N.B.: ove non potessero essere applicate le procedure citate, per l insussistenza dei predetti requisiti, le operazioni potranno essere valutate esclusivamente con procedura Ordinaria. 13

14 Il Fondo di Garanzia per le PMI Procedura semplificata Procedura attivabile al ricorrere delle seguenti condizioni: l impresa rientri nella fascia 1 del modello di valutazione (scoring); assenza di garanzie reali, bancarie o assicurative; Procedura semplificata l importo dell operazione non superi il 40% del fatturato dell impresa (30% nel caso di operazioni fino a 36 mesi); l importo del fatturato dell impresa nell ultimo esercizio non presenti una diminuzione pari o superiore al 40% rispetto all esercizio precedente; l impresa non presenti nell ultimo bilancio approvato una perdita superiore al 5% del fatturato; l impresa presenti nell ultimo bilancio approvato un valore dell indice Mezzi Propri/ Totale del Passivo (Indipendenza finanziaria) non inferiore al 5%. 14

15 Il Fondo di Garanzia per le PMI Importo ridotto Parametro Aumento Limite massimo Anzianità dell impresa +5% dell importo base per ogni anno di attività dell impresa N addetti dell impresa +25% dell importo base per ogni addetto , ,00 Importo ridotto Investimenti in beni ammortizzabili (+40% in caso di imprese di autotrasporto) +20% del valore dei beni ,00 Investimenti da effettuare successivamente alla richiesta +10% del valore dei beni ,00 Fatturato +3% nell ultimo esercizio Fatturato +5% nell ultimo esercizio Immobile aziendale: di proprietà acquisito in leasing contratto di locazione di durata residua > durata del finanziamento +50% dell importo base +100% dell importo base +200% dell importo base +100% dell importo base +75% dell importo base 15

16 Il Fondo di Garanzia per le PMI Start up Innovative e Cooperative Sociali Start up innovative e Cooperative sociali La garanzia del Fondo è concessa senza valutazione dei dati contabili di bilancio del soggetto beneficiario finale, a favore di: a) Imprese Start-up innovative e Incubatori certificati, a condizione che: - il soggetto beneficiario attesti (legale rappresentante o procuratore speciale) l iscrizione dell impresa o dell incubatore nell apposita sezione speciale del registro delle Imprese b) Imprese sociali e cooperative sociali, a condizione che: - l importo dell operazione per la quale è richiesta la garanzia del Fondo, sommato a quelli di altre eventuali operazioni finanziarie già ammesse all intervento del Fondo, non sia superiore a ,00. 16

17 Il Fondo di Garanzia per le PMI - Le commissioni per l accesso alla garanzia La commissione non è dovuta per tutte le operazioni finanziarie ad esclusione delle Operazioni di consolidamento su stessa banca o gruppo bancario di qualsiasi durata e delle Operazioni sul capitale di rischio, nel caso di finanziamenti richiesti da: soggetti beneficiari finali ubicati nelle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Basilicata, Campania, Calabria, Puglia, Sardegna e Sicilia); imprese femminili; piccole imprese dell indotto di imprese in amministrazione straordinaria; micro, piccole e medie imprese che hanno sottoscritto un Contratto di rete; imprese sociali; imprese start-up innovative e incubatori di impresa. La commissione non è altresì dovuta per le Operazioni di anticipazione dei crediti verso la P.A.. Per le altre operazioni, i soggetti richiedenti devono versare al Fondo, con rivalsa sull impresa beneficiaria e a pena di inefficacia, una commissione una tantum calcolata in termini di percentuale sull'importo garantito dal Fondo, indipendentemente dalla durata del finanziamento, nelle misure di seguito indicate: Operazioni di durata non inferiore a 36 mesi Altre operazioni finanziarie Operazioni di consolidamento delle passività a breve termine su stessa banca o gruppo bancario Micro impresa Piccola impresa Media impresa 0,25% 0,50% 1,00% 3,00% (2,00% per i Confidi) Esempi di calcolo della commissione: finanziamento di , con garanzia 80%, in caso di: Micro impresa: ( x 80%) x 0,25% = 200 Piccola impresa: ( x 80%) x 0,50% = 400 Media impresa: ( x 80%) x 1,00% =

18 Riferimenti commerciali Banco Popolare per Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia SUPPORTO COMMERCIALE FINANZA AGEVOLATA E ENTI DI GARANZIA (FAEG) Umberto De Tata RESPONSABILE SPECIALISTI FINANZA AGEVOLATA NOMINATIVO Telefono fisso Telefono mail Sede Fiorella Rigon Padova Enrico Ferrari Modena Vittorio Gasparini Lodi Massimiliano Vailati Lodi Giovanni Furno Novara Antonio Piscopo Napoli Patrizio Carestiato Bergamo 18

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 GARANZIA DIRETTA (Banca) Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle PMI mediante la concessione di una garanzia

Dettagli

Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi

Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi 1 Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi Relatore: Cristiano Vincenzi (cristiano.vincenzi@bancopopolare.it) Responsabile Funzione Finanziamenti Agevolati

Dettagli

Sulla base dei valori di riferimento indicati sono assegnati alle imprese i seguenti punteggi: A 100% 3 75% < A < 100% 2 0 < A 75% 1

Sulla base dei valori di riferimento indicati sono assegnati alle imprese i seguenti punteggi: A 100% 3 75% < A < 100% 2 0 < A 75% 1 A. Procedura Ordinaria - Modello di valutazione per le imprese in contabilità ordinaria operanti nei settori: industria manifatturiera, edilizia, alberghi (società alberghiere proprietarie dell immobile),

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle piccole e medie imprese mediante la concessione di una garanzia pubblica. Riferimenti

Dettagli

FONDO DI GARANZIA L INTERVENTO PUBBLICO DI GARANZIA SUL CREDITO E MICROCREDITO ALLE PMI CRITERI DI ACCESSO E MODALITA OPERATIVE

FONDO DI GARANZIA L INTERVENTO PUBBLICO DI GARANZIA SUL CREDITO E MICROCREDITO ALLE PMI CRITERI DI ACCESSO E MODALITA OPERATIVE FONDO DI GARANZIA L INTERVENTO PUBBLICO DI GARANZIA SUL CREDITO E MICROCREDITO ALLE PMI CRITERI DI ACCESSO E MODALITA OPERATIVE Massimo Generali MPS Capital Services SpA RTI per la Gestione del Fondo di

Dettagli

L intervento pubblico di garanzia per il credito alle piccole e medie imprese

L intervento pubblico di garanzia per il credito alle piccole e medie imprese L intervento pubblico di garanzia per il credito alle piccole e medie imprese Gruppo di Lavoro Fondi Strutturali Torino, 22 Novembre 2013 FOCUS GARANZIA DIRETTA prestata dal Fondo direttamente a favore

Dettagli

Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI Legge 662/1996 Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI L intervento pubblico di garanzia sul credito alle piccole e medie imprese LA NORMATIVA IN SINTESI Gestore unico MCC SpA Customer Relations Unit Fondo di

Dettagli

Sezione speciale del fondo di garanzia PMI: aperto anche alle professioniste

Sezione speciale del fondo di garanzia PMI: aperto anche alle professioniste CIRCOLARE A.F. N.132 del 29 Settembre 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Sezione speciale del fondo di garanzia PMI: aperto anche alle professioniste Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Il Fondo di Garanzia per le PMI

Il Fondo di Garanzia per le PMI Il Fondo di Garanzia per le PMI Sezione Speciale Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Pari Opportunità L assistenza alla Sezione Speciale per le Imprese Femminili Silvia Lorenzini

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI

CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI ALLEGATO 2 CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI Si esplicitano i criteri adottati, in via generale, dal Gestore - MCC per la presentazione delle

Dettagli

FONDO UNICO REGIONALE DI INGEGNERIA FINANZIARIA FONDO DI GARANZIA REGIONALE PER LE PMI

FONDO UNICO REGIONALE DI INGEGNERIA FINANZIARIA FONDO DI GARANZIA REGIONALE PER LE PMI UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA FESR 2007/2013 Asse VII Sistemi Produttivi Obiettivo Specifico 7.1 Obiettivo Operativo 7.1.3 Linea di Intervento 7.1.3.1 Migliorare le condizioni

Dettagli

Il Fondo di Garanzia per le PMI

Il Fondo di Garanzia per le PMI Il Fondo di Garanzia per le PMI Le Disposizioni Operative alla luce delle novità di recente adozione. Workshop in Assolombarda Fondo di Garanzia per le PMI: le nuove caratteristiche di intervento Guglielmo

Dettagli

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI ALLEGATO PARTE VI ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI Si esplicitano i criteri adottati, in via generale, dal Gestore per la presentazione delle proposte di delibera al

Dettagli

ALLEGATO (articolo 2, comma 1)

ALLEGATO (articolo 2, comma 1) ALLEGATO (articolo 2, comma 1) CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI PREMESSA I modelli di valutazione adottati sono distinti per procedura, per settore

Dettagli

ALLEGATO (articolo 2, comma 1)

ALLEGATO (articolo 2, comma 1) ALLEGATO (articolo 2, comma 1) CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI PREMESSA I modelli di valutazione adottati sono distinti per procedura, per settore

Dettagli

Caro Lettore, Buona lettura!

Caro Lettore, Buona lettura! GUIDA PRATICA Caro Lettore, Semplificare e agevolare l accesso al credito. In questo momento di difficile congiuntura economica, sono queste le parole d ordine che hanno portato governo, banche e imprese

Dettagli

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 Vers 3/2014 GARANZIA DIRETTA (Banca) Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle PMI mediante la concessione

Dettagli

Finanziamenti con provvista. Finanza Agevolata - Novembre 2015

Finanziamenti con provvista. Finanza Agevolata - Novembre 2015 Finanziamenti con provvista Cassa Depositi e Prestiti Finanza Agevolata - Novembre 2015 Cassa Depositi e Prestiti Identità e missione (1/2) La Cassa Depositi e Prestiti (CDP) è una società per azioni a

Dettagli

ALLEGATO 4 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013. DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 e DGR Basilicata n. del.07.

ALLEGATO 4 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013. DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 e DGR Basilicata n. del.07. ALLEGATO 4 - Pag. 1 di 13 ALLEGATO 4 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 e DGR Basilicata n. del.07.2011 RICHIESTA DI AMMISSIONE ALLA CONTROGARANZIA

Dettagli

Fondo centrale di garanzia

Fondo centrale di garanzia Fondo centrale di garanzia 1 Riferimento Legge FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE LEGGE 662/96 ART. 2 COMMA 100 LETT. A); Tre forme di intervento: Garanzia Diretta, garanzia prestata dal

Dettagli

Le misure contenute nel

Le misure contenute nel 16_21:Programma_Amva.qxd 04/07/2012 12.45 Pagina 16 16 AGEVOLAZIONI NAZIONALI INVESTIMENTI PRODUTTIVI Per il Fondo di garanzia in arrivo le nuove percentuali di copertura Ammesse anche le anticipazioni

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico. Il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con

Il Ministro dello Sviluppo Economico. Il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze Vista la legge 23 dicembre 1996, n. 662 e, in particolare, l articolo 2, comma 100, lettera a), che ha istituito

Dettagli

Politica di credito anticrisi

Politica di credito anticrisi Politica di credito anticrisi Scheda prodotto DESCRIZIONE PRODOTTO Per assicurare al sistema produttivo i mezzi finanziari per superare la difficile congiuntura CapitaleSviluppo collabora con i confidi

Dettagli

www.adadvisory.it AD ADVISORY & FdG Servizi per la valorizzazione delle opportunità offerte dal Fondo di Garanzia (FdG) Roma, maggio 15

www.adadvisory.it AD ADVISORY & FdG Servizi per la valorizzazione delle opportunità offerte dal Fondo di Garanzia (FdG) Roma, maggio 15 www.adadvisory.it AD ADVISORY & FdG Servizi per la valorizzazione delle opportunità offerte dal Fondo di Garanzia (FdG) Roma, maggio 15 Indice 1. AD Advisory (AD) La società 2. Situazione del credito alle

Dettagli

Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96

Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96 Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96 Incontro formativo con gli operatori del territorio Lo stato dell arte del Fondo di Garanzia per le PMI Le attività di informazione e formazione operativa per

Dettagli

Il Fondo di Garanzia per le PMI (legge 662/96)

Il Fondo di Garanzia per le PMI (legge 662/96) Il Fondo di Garanzia per le PMI (legge 662/96) Link Campus University Il Riposizionamento del Sistema dei Confidi e del Fondo di Garanzia nel Nuovo Contesto Normativo Guglielmo Belardi Presidente del Comitato

Dettagli

DI INFORMATIVO GARANZIA PER LE PMI. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Ministero dello Sviluppo Economico

DI INFORMATIVO GARANZIA PER LE PMI. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Ministero dello Sviluppo Economico FONDO LIBRETTO DI INFORMATIVO GARANZIA PER SUL FONDO LE PICCOLE E DI MEDIE GARANZIA IMPRESE PER LE PMI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dello Sviluppo Economico IL FONDO

Dettagli

Seminario Il Fondo di Garanzia per le PMI al servizio delle imprese cinematografiche. * * * La garanzia dello Stato Un opportunità per le imprese

Seminario Il Fondo di Garanzia per le PMI al servizio delle imprese cinematografiche. * * * La garanzia dello Stato Un opportunità per le imprese Seminario Il Fondo di Garanzia per le PMI al servizio delle imprese cinematografiche * * * La garanzia dello Stato Un opportunità per le imprese Francesca Brunori Confindustria Area Fisco, Finanza e Welfare

Dettagli

"Leasing e Finanziamenti - Fondo di Garanzia MCC: novità e operatività in IBI"

Leasing e Finanziamenti - Fondo di Garanzia MCC: novità e operatività in IBI "Leasing e Finanziamenti - Fondo di Garanzia MCC: novità e operatività in IBI" 2 Indice Principali Caratteristiche della normativa (con evidenza NOVITA Dicembre 2012) Regole istruttorie del Fondo Tipologia

Dettagli

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 Approvazione delle modalità di attuazione degli Interventi di garanzia per gli investimenti POR CreO

Dettagli

REGIONE CALABRIA Dipartimento Attività Produttive

REGIONE CALABRIA Dipartimento Attività Produttive LEGGE 598/94 ART. 11 PACCHETTO INTEGRATO DI AGEVOLAZIONI (PIA) AGEVOLAZIONI PER: INVESTIMENTI CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE SPESE PER GARANZIA Legge 598/94 - INVESTIMENTI TIPOLOGIA INVESTIMENTI

Dettagli

Il Fondo di garanzia per le PMI

Il Fondo di garanzia per le PMI Il Fondo di garanzia per le PMI Incontro Confindustria Pesaro Urbino Roberto Olivieri Mediocredito Italiano RTI Gestore del Fondo di Garanzia Team di Assistenza alla clientela Pesaro, 25 novembre 2014

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Vista la legge 23 dicembre 1996, n. 662 e, in particolare, l articolo 2, comma 100, lettera a), che ha istituito il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese;

Dettagli

Garanzia confidi_sezione breve termine

Garanzia confidi_sezione breve termine Garanzia confidi_sezione breve termine Scheda prodotto DESCRIZIONE PRODOTTO CapitaleSviluppo attraverso il servizio di accesso alla garanzia dei confidi offre alle imprese un importante strumento atto

Dettagli

CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI

CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI Bergamo, 8 Novembre 2011 CONVEGNO FRIM LINEA D INTERVENTO N 8 START UP D IMPRESA

Dettagli

GLI STRUMENTI ISMEA PER L ACCESSO AL CREDITO. www.ismea.it www.ismeaservizi.it

GLI STRUMENTI ISMEA PER L ACCESSO AL CREDITO. www.ismea.it www.ismeaservizi.it GLI STRUMENTI ISMEA PER L ACCESSO AL CREDITO www.ismea.it www.ismeaservizi.it ISMEA L ISMEA è un Ente Pubblico Economico vigilato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Mipaaf)

Dettagli

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE A cura di Leopoldo Noventa 1 Che cosa sono? I finanziamenti agevolati per le piccole e medie imprese operanti nella Regione Veneto sono finanziamenti erogati

Dettagli

SCATTO. il prestito partecipativo di Fidi Toscana

SCATTO. il prestito partecipativo di Fidi Toscana SCATTO il prestito partecipativo di Fidi Toscana FINALITA BENEFICIARI SETTORI AMMISSIBILI PROGRAMMA D ATTIVITA Anticipare all impresa, alle migliori condizioni del mercato e sulla base di un programma

Dettagli

FONDO GARANZIA PO FESR 2007 2013

FONDO GARANZIA PO FESR 2007 2013 PREMESSA DESTINATARI SETTORI FONDO GARANZIA PO FESR 2007 2013 NATURA E MISURA DELLA GARANZIA COSTO DELLA GARANZIA / CONTROGARANZIA DOTAZIONE FINANZIARIA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA AMMISSIONE DELLE DOMANDE

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE E LA COMPETITIVITA

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE E LA COMPETITIVITA Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE E LA COMPETITIVITA Linee guida per l'applicazione del Metodo nazionale per calcolare l elemento di aiuto nelle garanzie

Dettagli

Centro Studi CNA SCHEDE SINTETICHE

Centro Studi CNA SCHEDE SINTETICHE SCHEDE SINTETICHE Tabella di sintesi Interventi In vigore dal Innovazione Voucher IT (Information Technology) 24 dicembre 2013 Credito d imposta 24 dicembre 2013 Finanziamenti per progetti di R&S 26 giugno

Dettagli

DISPOSIZIONI OPERATIVE PER L ACCESSO AL FONDO DI CONTROGARANZIA DI FIN.PROMO.TER S.C.P.A. PARTE I DEFINIZIONI

DISPOSIZIONI OPERATIVE PER L ACCESSO AL FONDO DI CONTROGARANZIA DI FIN.PROMO.TER S.C.P.A. PARTE I DEFINIZIONI DISPOSIZIONI OPERATIVE PER L ACCESSO AL FONDO DI CONTROGARANZIA DI FIN.PROMO.TER S.C.P.A. Nelle presenti disposizioni l espressione: PARTE I DEFINIZIONI a) Fondo, indica il Fondo interconsortile di controgaranzia

Dettagli

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Art. 1 Finalità e risorse La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura

Dettagli

ALLEGATO D) PREMESSA. 1.1 Competenze conferite a SGFA

ALLEGATO D) PREMESSA. 1.1 Competenze conferite a SGFA ALLEGATO D) PREMESSA SGFA (Società Gestione Fondi per l'agroalimentare) è una società di scopo a responsabilità limitata al 100% di proprietà dell'ismea. SGFA gestisce ad oggi gli interventi per il rilascio

Dettagli

CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI

CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI Allegato alla Delib.G.R. n. 50/27 del 10.11.2009 CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI L.R.10 gennaio 2001 n.. 2 Titolo T II DIRETTIVE DI

Dettagli

FINANZIAMENTI AGEVOLATI REGIONE LOMBARDIA

FINANZIAMENTI AGEVOLATI REGIONE LOMBARDIA FINANZIAMENTI AGEVOLATI REGIONE LOMBARDIA LINEE D INTERVENTO: 1. SVILUPPO AZIENDALE; 2. INNOVAZIONE DI PRODOTTO E DI PROCESSO; 3. APPLICAZIONE INDUSTRIALE DI RISULTATI DELLA RICERCA; 4. CRESCITA DIMENSIONALE

Dettagli

SEMINARIO IMPRESA FEMMINILE: ACCESSO AL CREDITO E FINANZIAMENTI PER LA CREAZIONE DI IMPRESA

SEMINARIO IMPRESA FEMMINILE: ACCESSO AL CREDITO E FINANZIAMENTI PER LA CREAZIONE DI IMPRESA SEMINARIO IMPRESA FEMMINILE: ACCESSO AL CREDITO E FINANZIAMENTI PER LA CREAZIONE DI IMPRESA QUARTU S.ELENA 5 LUGLIO 2010 Fondo camerale di garanzia per l accesso al credito delle PMI Dottor Stefano Carta

Dettagli

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Finalità. Art. 3 Costituzione Fondo Regionale. Art. 4 Durata. Art. 5 Beneficiari del Fondo. Art. 6 Iniziative ammissibili

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Finalità. Art. 3 Costituzione Fondo Regionale. Art. 4 Durata. Art. 5 Beneficiari del Fondo. Art. 6 Iniziative ammissibili REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL FONDO REGIONALE DI GARANZIA Art. 1 Definizioni Art. 2 Finalità Art. 3 Costituzione Fondo Regionale Art. 4 Durata Art. 5 Beneficiari del Fondo Art. 6 Iniziative ammissibili

Dettagli

Disposizioni Operative del Fondo di garanzia ALLEGATI

Disposizioni Operative del Fondo di garanzia ALLEGATI Il Fondo di garanzia per le PMI (Legge 662/1996, art. 2 comma 100, lett. a) Disposizioni Operative del Fondo di garanzia ALLEGATI INDICE ALLEGATI Allegato 1 Modulo garanzia diretta Allegato 1a Modulo garanzia

Dettagli

Randazzo, 9 Novembre 2015

Randazzo, 9 Novembre 2015 Randazzo, 9 Novembre 2015 L'INTERVENTO DEL FONDO DI GARANZIA SULLE OPERAZIONI DI MICROCREDITO divenuto operativo con circolare n. 8 del 26 maggio 2015 1 Il Fondo di Garanzia per le PMI è uno strumento

Dettagli

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Microcredito La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Gennaio 2016 Normativa relativa al Microcredito in Italia. Il Microcredito è stato oggetto negli anni di continue evoluzioni

Dettagli

Fondo di garanzia per le Pmi: le ultime modifiche

Fondo di garanzia per le Pmi: le ultime modifiche Agevolazioni Finanziarie 21 di Pietro Gioja Gioja e associati Fondi di garanzia Fondo di garanzia per le Pmi: le ultime modifiche Numerose le novità introdotte dal Mise e da Banca del Mezzogiorno Mediocredito

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON OPERAZIONE DI GARANZIA DIRETTA RICHIESTA DI AMMISSIONE A CONFERMA DELLA PRENOTAZIONE

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON OPERAZIONE DI GARANZIA DIRETTA RICHIESTA DI AMMISSIONE A CONFERMA DELLA PRENOTAZIONE Allegato 20a Modulo conferma garanzia diretta PON - Pagina 1 di 10 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON OPERAZIONE DI GARANZIA DIRETTA RICHIESTA DI AMMISSIONE A CONFERMA DELLA PRENOTAZIONE Data:

Dettagli

LA CONSULENZA PROFESSIONALE ESPLETATA DAL DOTTORE COMMERCIALISTA ALLE PMI PER L ACCESSO AL FONDO DI GARANZIA

LA CONSULENZA PROFESSIONALE ESPLETATA DAL DOTTORE COMMERCIALISTA ALLE PMI PER L ACCESSO AL FONDO DI GARANZIA LA CONSULENZA PROFESSIONALE ESPLETATA DAL DOTTORE COMMERCIALISTA ALLE PMI PER L ACCESSO AL FONDO DI GARANZIA Dott. Alberto Ferrara 1 La gestione finanziaria è influenzata principalmente dalle seguenti

Dettagli

Roma, 28/4/2008 All. 1

Roma, 28/4/2008 All. 1 Roma, 28/4/2008 All. 1 Legge 23 dicembre 1996, n. 662 (art. 2, comma 100, lett. a) Misure di razionalizzazione della finanza pubblica Fondo di garanzia per le PMI Sezione ORDINARIA Beneficiari Questo strumento

Dettagli

Linee guida per l accesso al Fondo di Garanzia PMI da parte dei liberi professionisti

Linee guida per l accesso al Fondo di Garanzia PMI da parte dei liberi professionisti Linee guida per l accesso al Fondo di Garanzia PMI da parte dei liberi professionisti Premessa Indice 1. A cosa serve il Fondo di Garanzia 2 2. Quali operazioni possono essere garantite ad un libero professionista

Dettagli

Banca Europea per gli Investimenti Linee di approvvigionamento. Finanza Agevolata - Novembre 2015

Banca Europea per gli Investimenti Linee di approvvigionamento. Finanza Agevolata - Novembre 2015 Banca Europea per gli Investimenti Linee di approvvigionamento Finanza Agevolata - Novembre 2015 Profilo sintetico della Banca Europea per gli Investimenti La Banca Europea per gli Investimenti è un istituzione

Dettagli

SABATINI BIS come chiedere le agevolazioni

SABATINI BIS come chiedere le agevolazioni Le Guide professionalità quotidiana SABATINI BIS come chiedere le agevolazioni a cura di Bruno Pagamici Soggetti beneficiari Investimenti e spese finanziabili Contributo in conto interessi Domanda di agevolazione

Dettagli

DELLA REPUBBLICA ITALIANA MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO. Disposizioni per il rafforzamento del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese.

DELLA REPUBBLICA ITALIANA MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO. Disposizioni per il rafforzamento del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese. Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 56 del 8 marzo 2014 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale -

Dettagli

NUOVA FINANZA PER PMI. Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo Tel: 035 271974 Fax: 035 224607 www.pafinberg.com info@pafinberg.

NUOVA FINANZA PER PMI. Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo Tel: 035 271974 Fax: 035 224607 www.pafinberg.com info@pafinberg. NUOVA FINANZA PER PMI Credito Adesso La migliore soluzione per anticipare i contratti e finanziare il fabbisogno di capitale circolante CREDITO ADESSO Caratteristiche dell intervento A chi si rivolge?

Dettagli

INFOPLUS - Bando n 2112230 Burc n. 39 del 28 Agosto 2014

INFOPLUS - Bando n 2112230 Burc n. 39 del 28 Agosto 2014 RICHIESTA DI AMMISSIONE ALL INTERVENTO CONTRIBUTIVO (modello sottoscritto dalla banca) Dipartimento 5 Attività Produttive Protocollo Fincalabra Num. Data arrivo Spett.le FINCALABRA SpA Via Pugliese n.

Dettagli

INTERVENTI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE TERMINE Legge Finanziaria 2006, art. 6, comma 4 lettera b) Direttive di attuazione

INTERVENTI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE TERMINE Legge Finanziaria 2006, art. 6, comma 4 lettera b) Direttive di attuazione Allegato alla Delib. G.R. n. 9/13 del 8.3.2006 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA INTERVENTI PER IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITA A BREVE TERMINE Legge Finanziaria 2006, art. 6, comma 4 lettera b) Direttive

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2014

REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2014 REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2014 Codice DB1512 D.D. 5 agosto 2014, n. 531 Legge regionale 22 dicembre 2008, n. 34, articolo 42, comma 6. Affidamento a Finpiemonte S.p.A. delle funzioni e delle attivita'

Dettagli

Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST DM 23 settembre 2011 e successive modifiche e integrazioni DM 21 dicembre 2012, artt.

Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST DM 23 settembre 2011 e successive modifiche e integrazioni DM 21 dicembre 2012, artt. Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST DM 23 settembre 2011 e successive modifiche e integrazioni DM 21 dicembre 2012, artt. 12 e 13 CIRCOLARE n. 7/2013 approvata con delibera del 2 dicembre

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ( GARANZIA DIRETTA )

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ( GARANZIA DIRETTA ) FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ( GARANZIA DIRETTA ) Le disposizioni operative contenute nelle presente scheda informativa si applicano alle richieste pervenute a MCC Spa a partire dal

Dettagli

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II)

Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) 1 Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II) L'Agenzia sostiene la realizzazione e l'avvio di piccole attività imprenditoriali da parte di disoccupati o persone in cerca di prima occupazione attraverso le seguenti

Dettagli

www.ismea.it www.ismeaservizi.it GLI STRUMENTI FINANZIARI ISMEA

www.ismea.it www.ismeaservizi.it GLI STRUMENTI FINANZIARI ISMEA www.ismea.it www.ismeaservizi.it GLI STRUMENTI FINANZIARI ISMEA 1 GARANZIE PER L ACCESSO AL CREDITO BANCARIO D.LGS 102/2004 ART. 17 www.ismea.it www.ismeaservizi.it GLI STRUMENTI GARANZIE MERITO CREDITIZIO

Dettagli

ALLEGATO 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013

ALLEGATO 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 ALLEGATO 10 CIRCOLANTE - Pag. 1 di 16 ALLEGATO 10 FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007 2013 DGR Basilicata n. 2124 del 15.12.2009 DGR Basilicata n. 353 del 04.04.2013 DGR Basilicata n. 965

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI TITOLO IMPRESE BENEFICIARIE AGEVOLAZIONE PREVISTA TERMINI DI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per nuove Start

Dettagli

Contratto di Sviluppo Turistico per la Provincia di Foggia SCHEDA RACCOLTA DATI. Scheda anagrafica impresa proponente

Contratto di Sviluppo Turistico per la Provincia di Foggia SCHEDA RACCOLTA DATI. Scheda anagrafica impresa proponente Scheda anagrafica impresa proponente N.B. Se la Società proponente è neo costituita le informazioni seguenti dovranno essere fornite anche dalla Società controllante e dalle eventuali altre società azioniste/socie.

Dettagli

Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail

Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Retail Impegni commerciali Penali Condizioni Banca dalle norme regolamentari del Fondo Centrale di Garanzia Finanziamento a BT, con piano di ammortamento e covenant commerciali

Dettagli

PARTE VII METODOLOGIA DI CALCOLO DELL EQUIVALENTE SOVVENZIONE LORDO

PARTE VII METODOLOGIA DI CALCOLO DELL EQUIVALENTE SOVVENZIONE LORDO METODOLOGIA DI CALCOLO DELL EQUIVALENTE SOVVENZIONE LORDO I valori dell ESL per il Fondo sono stati calcolati tenendo conto dei costi della garanzia, diversi per area d intervento e dimensione del soggetto

Dettagli

Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI Legge 662/1996 Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI L intervento pubblico di garanzia sul credito alle piccole e medie imprese LA NORMATIVA IN SINTESI Servizio Assistenza alla Clientela MedioCredito Centrale

Dettagli

FONDO DI GARANZIA A FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE LEGGE 662/96 art. 2 comma 100 lett. a), LEGGE 266 /97 art. 15, D.M. 248/99, DM del 26/6/2012

FONDO DI GARANZIA A FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE LEGGE 662/96 art. 2 comma 100 lett. a), LEGGE 266 /97 art. 15, D.M. 248/99, DM del 26/6/2012 Richiesta di attivazione del Fondo di garanzia - Controgaranzia sussidiaria Pagina 1 di 5 Data: Spett.le Banca del Mezzogiorno - MedioCredito Centrale Spa Area Fondi di Garanzia e Interventi per il Capitale

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico. Il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con

Il Ministro dello Sviluppo Economico. Il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze Vista la legge 23 dicembre 1996, n. 662 e, in particolare, l articolo 2, comma 100, lettera a), che ha istituito

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 OPERAZIONE DI GARANZIA DIRETTA - RICHIESTA DI AMMISSIONE PROCEDURA DI ACCESSO ALLA GARANZIA

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 OPERAZIONE DI GARANZIA DIRETTA - RICHIESTA DI AMMISSIONE PROCEDURA DI ACCESSO ALLA GARANZIA Allegato 1 Modulo garanzia diretta - Pagina 1 di 35 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 OPERAZIONE DI GARANZIA DIRETTA - RICHIESTA DI AMMISSIONE PROCEDURA DI ACCESSO ALLA GARANZIA (Barrare una casella) OPERAZIONE

Dettagli

FIN.PROMO.TER. FINANZIARIA PROMOZIONE TERZIARIO SOCIETA CONSORTILE PER AZIONI REGOLAMENTO INTERNO. Premessa

FIN.PROMO.TER. FINANZIARIA PROMOZIONE TERZIARIO SOCIETA CONSORTILE PER AZIONI REGOLAMENTO INTERNO. Premessa FIN.PROMO.TER. FINANZIARIA PROMOZIONE TERZIARIO SOCIETA CONSORTILE PER AZIONI REGOLAMENTO INTERNO Premessa Il presente Regolamento disciplina gli interventi a favore della piccola e media impresa del commercio,

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

Nuova Sabatini, Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e CoopUp

Nuova Sabatini, Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e CoopUp DIPARTIMENTO POLITICHE PER LO SVILUPPO Nuova Sabatini, Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e CoopUp La normativa nazionale di supporto agli investimenti delle imprese cooperative ed altre opportunità

Dettagli

Plafond BENI STRUMENTALI (c.d. Nuova Sabatini )

Plafond BENI STRUMENTALI (c.d. Nuova Sabatini ) Plafond BENI STRUMENTALI (c.d. Nuova Sabatini ) CONFIDUSTRIA VICENZA Le agevolazioni della nuova Sabatini Incontro informativo Intervento di A. Balboni Resp. Direzione Corporate di Banca Popolare di Vicenza

Dettagli

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Scadenze Fino ad esaurimento fondi. In breve La SEZIONE A del Fondo di rotazione

Dettagli

* al Comitato introdotto con delibera del Comitato Agevolazioni dell 11.10.2011.

* al Comitato introdotto con delibera del Comitato Agevolazioni dell 11.10.2011. Comitato Agevolazioni istituito presso la SIMEST in base alla Convenzione stipulata il 16.10.1998 tra il Ministero del Commercio con l Estero (ora Ministero dello Sviluppo Economico) e la SIMEST CIRCOLARE

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON OPERAZIONE DI CONTROGARANZIA - RICHIESTA DI AMMISSIONE PROCEDURA DI ACCESSO ALLA GARANZIA

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON OPERAZIONE DI CONTROGARANZIA - RICHIESTA DI AMMISSIONE PROCEDURA DI ACCESSO ALLA GARANZIA Allegato 2a Modulo controgaranzia PON - Pagina 1 di 23 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON OPERAZIONE DI CONTROGARANZIA - RICHIESTA DI AMMISSIONE PROCEDURA DI ACCESSO ALLA GARANZIA (Barrare una

Dettagli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli

Microimpresa. Pensare in grande, da piccoli Microimpresa Pensare in grande, da piccoli Le agevolazioni previste per la microimpresa sono rivolte a società di persone di nuova costituzione che intendono avviare un attività imprenditoriale di piccola

Dettagli

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO AGGIORNATO AL 16 NOVEMBRE 2010 PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO Prodotti e servizi per il consolidamento delle passività a breve Pag. 1. Credimpresa BNL per associati Assolombarda Finanziamento per aziende

Dettagli

Avviso n. 1/2008 ACCREDITAMENTO AL REPERTORIO DEI CONFIDI

Avviso n. 1/2008 ACCREDITAMENTO AL REPERTORIO DEI CONFIDI Avviso n. 1/2008 ACCREDITAMENTO AL REPERTORIO DEI CONFIDI Articolo 1 Finalità Con il presente Avviso FORMAZIENDA istituisce il Repertorio dei Confidi. Il Repertorio ha la finalità di individuare i Confidi

Dettagli

POI ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO 2007-2013 (POI)

POI ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO 2007-2013 (POI) POI ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO 2007-2013 (POI) Avanzamento Attività Organismo Intermedio Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per gli incentivi alle imprese D.G.I.A.I Linee

Dettagli

Regolamento del Fondo per la prevenzione del fenomeno dell'usura

Regolamento del Fondo per la prevenzione del fenomeno dell'usura Regolamento del Fondo per la prevenzione del fenomeno dell'usura Premesso: che la Coopcredito Cooperativa di Garanzia di Credito dei Commercianti della Regione Abruzzo, aderente alla Confesercenti Regionale

Dettagli

Gli interventi di garanzia attivati nell ambito del POR CREO FESR 2007-2013 Regione Toscana 22 ottobre 2015

Gli interventi di garanzia attivati nell ambito del POR CREO FESR 2007-2013 Regione Toscana 22 ottobre 2015 Gli interventi di garanzia attivati nell ambito del POR CREO FESR 2007-2013 Regione Toscana 22 ottobre 2015 La garanzia Lo strumento finanziario della garanzia è finalizzato a produrre effetti di mitigazione

Dettagli

L esperienza del nuovo fondo di garanzia ISMEA per l agricoltura. Marzo 2011

L esperienza del nuovo fondo di garanzia ISMEA per l agricoltura. Marzo 2011 L esperienza del nuovo fondo di garanzia ISMEA per l agricoltura Marzo 2011 Agenda ISMEA Garanzie per la protezione dal rischio Flussi operativi 2 ISMEA Articolo 6, comma 5, decreto legislativo 29 ottobre

Dettagli

VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto

VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto 2 Veneto Sviluppo: la Finanziaria della Regione del LA MISSION: Veneto Istituita con Legge Regionale n. 47 del 1975 FAVORIRE CRESCITA SISTEMA

Dettagli

SEZIONE A - INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO

SEZIONE A - INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO ALLEGATO 5 - Pag. 1 di 9 Per le imprese di nuova costituzione (ovvero quelle costituite o che hanno avviato la propria attività non oltre tre anni prima della richiesta di ammissione al Fondo di Garanzia

Dettagli

Chiarimenti in materia di rilascio di garanzie

Chiarimenti in materia di rilascio di garanzie Chiarimenti in materia di rilascio di garanzie L andamento del ciclo economico e le numerose norme che, a vario titolo, richiedono la presentazione di garanzie a supporto di obbligazioni assunte hanno

Dettagli

Assolombarda e Mediocredito Italiano

Assolombarda e Mediocredito Italiano AGGIORNATO AL 8 LUGLIO 2010 Assolombarda e Mediocredito Italiano Pag. 1. Riequilibrio Finanziario Finanziamento a medio termine finalizzato al sostegno di programmi di riequilibrio finanziario delle imprese,

Dettagli

IL FONDO CENTRALE di GARANZIA. Nota tecnica. Consorzio Camerale per il credito e la finanza Ufficio Studi

IL FONDO CENTRALE di GARANZIA. Nota tecnica. Consorzio Camerale per il credito e la finanza Ufficio Studi IL FONDO CENTRALE di GARANZIA Nota tecnica Consorzio Camerale per il credito e la finanza Ufficio Studi CRONOLOGIA 1996: nasce il Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese 2007: la legge finanziaria

Dettagli

Come funziona il Fondo di garanzia?

Come funziona il Fondo di garanzia? Con il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese, l Unione europea e lo Stato Italiano affiancano le imprese che hanno difficoltà ad accedere al credito bancario perché non dispongono di sufficienti

Dettagli

Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI Legge 662/1996 Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI L intervento pubblico di garanzia sul credito alle piccole e medie imprese LA NORMATIVA IN SINTESI Gestore unico MCC SpA Customer Relations Unit Edizione

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Il Ministro dell economia e delle finanze. di concerto con

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. Il Ministro dell economia e delle finanze. di concerto con DECRETO 18 aprile 2016, n.4293 Ripartizione delle risorse del fondo per gli investimenti nel settore lattiero caseario ai sensi dell articolo 1, commi 214-217, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge

Dettagli