U F F I C I O L I Q U I D A Z I O N I

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "U F F I C I O L I Q U I D A Z I O N I"

Transcript

1 Viale Tribunale di Firenze U F F I C I O L I Q U I D A Z I O N I PRONTUARIO PER GLI ONORARI SPETTANTI AI DIFENSORI NELLE IPOTESI DISCIPLINATE DAL TESTO UNICO DELLE SPESE DI GIUSTIZIA L ufficio liquidazioni presso il Tribunale di Firenze nasce in via sperimentale per il dibattimento penale, con l ambiziosa finalità di diventare il punto di riferimento per gli avvocati, attraverso l accentramento delle istanze di liquidazione e la gestione delle stesse, in vista della liquidazione del compenso tramite apposito provvedimento del magistrato. Le spese di giustizia, per loro natura, sono ascrivibili al settore amministrativo dell Ufficio Giudiziario di riferimento e trovano il loro principale fondamento normativo nel Testo Unico delle Spese di Giustizia DPR 115/2002; ciò permette, seppur nel rispetto del citato TUSG e della restante normativa in genere, di stabilire iter procedurali volti a migliorare efficienza ed efficacia dei servizi ad essi correlati. In questa fase iniziale, efficienza ed efficacia, altro non possono tradursi che in trasparenza, non potendo garantire nell immediato, una maggiore celerità nei pagamenti a causa della mole di arretrato gravante sulle cancellerie. Tuttavia, garantendo il nuovo ufficio una maggiore tracciabilità delle spese di giustizia per i casi a seguire, è auspicabile in un prossimo futuro, una velocizzazione anche della fase del pagamento. Protagonista della tracciabilità è il sistema SIAMM, ovvero l applicativo informatico nazionale che rappresenta e gestisce il registro ufficiale delle spese di giustizia, altrimenti noto come modello 1/A/SG. Solo a seguito dell annotazione su tale registro del provvedimento di liquidazione del magistrato si perfeziona la spesa di giustizia, che, in mancanza di tale adempimento, sarebbe claudicante e inibirebbe il passaggio alla fase successiva del pagamento. E l annotazione nel registro spese che determina la cronologia nell ordine dei pagamenti ed è sempre tramite il suddetto sistema che si stilano le statistiche nazionali inerenti la spesa pubblica dei processi. Tutto quanto sopra evidenziato per sancire l importanza di tale registro e la necessità di accreditarsi, da parte di ciascun professionista, al relativo portale raggiungibile all indirizzo web https://lsg.giustizia.it, che non rappresenta l ennesima complicazione informatica ma lo strumento utile e necessario per seguire l iter delle proprie pratiche direttamente on line. Addirittura, in un auspicabile prossimo futuro, come da indicazioni ministeriali, dovrebbe essere possibile redigere gratuitamente tramite il SIAMM anche la fattura elettronica, evitando il ricorso ad altri pacchetti applicativi. Lo scopo principale del nuovo ufficio è creare una procedura di servizio attraverso la quale è possibile prevedere una naturale riduzione degli adempimenti di cancelleria, dei tempi tecnici e dei costi generali.

2 In particolare, le facilitazioni e i vantaggi per i professionisti consisteranno nei punti di seguito evidenziati, in tal modo superando le attuali disfunzioni dovute alla movimentazione dei fascicoli e al carico di lavoro delle sezioni penali, che verranno in tal modo sgravate degli adempimenti relativi alle liquidazioni delle spese di giustizia in riferimento, in questa fase iniziale, unicamente alle casistiche successivamente indicate. Volendo enucleare gli aspetti positivi del nuovo assetto possiamo riassumerli nei seguenti punti: tracciabilità dell istanza, evitando deposito di istanze doppie o istanze di sollecito riduzione degli accessi in cancelleria con la possibilità di seguire on line direttamente dal portale ministeriale SIAMM tutto l iter dell istanza (dalla presentazione alla validazione, fino all iscrizione del decreto di liquidazione e alle successive vicende che saranno curate dall Ufficio Spese di Giustizia) eliminazione della movimentazione dei fascicoli, che allo stato attuale costituisce la causa principale dei ritardi nella sottoposizione ai magistrati delle istanze depositate semplificazione e celerità nell emanazione dei provvedimenti da parte dei giudici, che provvederanno sulla scorta della documentazione prodotta direttamente dagli interessati, ragion per cui è fondamentale corredare le istanze di liquidazione da tutti gli allegati richiesti trasmissione all Ufficio Spese di Giustizia in tempi celeri dei decreti irrevocabili da iscrivere a SIAMM per la successiva richiesta di emissione della fattura elettronica, riducendo il lasso temporale attualmente intercorrente tra le due fasi utilizzo delle altre funzionalità messe a disposizione dal sistema SIAMM, come ad es. la possibilità di scaricare autonomamente e in pochi passaggi la certificazione unica fiscale relativa ai pagamenti effettuati dal Tribunale, eliminando comunicazioni cartacee a mezzo posta possibilità di monitorare anche le liquidazioni già definite e pagate per anni pregressi e per tutti gli uffici giudiziari che adottano la piattaforma, con copertura quasi totale sul territorio nazionale DISLOCAZIONE DELL UFFICIO e ORARI DI APERTURA Tale ufficio si struttura di un front office deputato alla ricezione e convalida delle istanze di liquidazione ed un back office per la lavorazione delle stesse. Il front office viene collocato, nella fase sperimentale e fatto salvo il futuro trasferimento, al terzo piano accesso B alla stanza 03I06b. Inizialmente, proprio a causa della natura sperimentale del progetto, l ufficio sarà aperto nei soli giorni indicati in apposito calendario pubblicato sul sito web del Tribunale, tra le news, con l impegno di definire in futuro giorni ed orari definitivi di apertura. Il back office, altrove dislocato, non sarà accessibile al pubblico e curerà tutti gli adempimenti successivi alla presentazione dell istanza, il cui iter l interessato, come anzidetto, potrà seguire personalmente collegandosi attraverso le proprie credenziali di accesso al portale SIAMM.

3 FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO L avvocato, che nella fase dibattimentale ha ricevuto incarico per: patrocinio a spese dello stato in materia penale difesa d ufficio difesa irreperibile o latitante presenta al nuovo ufficio la propria istanza di liquidazione cartacea, unitamente agli allegati, istanza precedentemente inserita on-line sul portale ministeriale SIAMM, che attribuisce il c.d numero di protocollo Web. Risulta fondamentale, al momento dell inserimento dell istanza web, il controllo di tutti i dati anagrafici e fiscali come indicati nella scheda anagrafica, al fine della correttezza delle certificazioni fiscali rilasciate dal sistema SIAMM. L operatore di front office, alla ricezione dell istanza, controlla l esattezza dei dati inseriti. In particolare verifica: il numero di protocollo Web, attribuito dal sistema nel momento in cui si carica l istanza online il numero del procedimento e relativi registri (mod. 21 della Procura in riferimento al RGNR e mod. 16 del Tribunale in riferimento al RGDIB) il nome della parte assistita (imputato o parte civile) gli allegati previsti per le varie tipologie di liquidazioni * Immediatamente, all esito della verifica, il predetto operatore provvederà alla presa in carico sul sistema SIAMM dell istanza, con attribuzione del c.d. numero di protocollo SIAMM/anno d inserimento, diverso dal precedente e che permetterà la tracciabilità della propria pratica. Inoltre, in tal modo, si eviterà il rilascio di una copia con timbro depositato e relativo pagamento di bolli. La presa in carico sul sistema SIAMM, infatti, sostituisce a tutti gli effetti il depositato in cancelleria a prova dell avvenuta consegna del documento e relativi allegati, e costituisce condizione necessaria ed imprescindibile al fine della liquidazione da parte del magistrato procedente, in qualsiasi fase del procedimento. * al fine del reperimento degli allegati necessari è stato predisposto un modulo di richiesta (allegato E del presente progetto) da presentare in cancelleria per il rilascio gratuito di quanto mancante. Successivamente, l intera documentazione verrà trasmessa al magistrato competente, il quale provvederà al deposito del decreto di pagamento all Ufficio Liquidazioni, che a sua volta procederà alle notifiche di rito. In particolare agli avvocati, sia degli imputati che delle parti civili, le notifiche saranno effettuate via PEC, in proprio e anche per conto dell assistito, che verrà considerato domiciliato, ai soli fini delle notifiche delle liquidazioni, presso il difensore. Anche la notifica al PM avverrà via PEC, ai fini dell eventuale opposizione disciplinata dall art. 170 DPR 115/2001. Non sarà più possibile depositare istanze in udienza sia per consentire al magistrato di provvedere alla liquidazione con separato decreto ex art. 82 DPR 115/2002 invece che in sentenza, in ottemperanza a quanto previsto dal TUSG, sia al fine di distinguere il pronunciamento sul merito in punto di pena da quello sull anticipazione da parte dell Erario degli onorari difensivi.

4 TIPOLOGIE DI SPESE LIQUIDABILI Il difensore, a secondo dei casi sotto indicati, deve allegare all istanza la relativa documentazione. Liquidazione al difensore dell imputato ammesso al patrocinio a spese dello Stato (ART.74 e segg. DPR 115/ TUSG) istanza di liquidazione e relativa nota spese difensore; istanza di ammissione al patrocinio a spese dello Stato; nomina a difensore di fiducia; decreto di ammissione a GP del giudice; nel caso in cui l istanza di liquidazione venisse presentata da un difensore diverso da quello inizialmente nominato dall imputato dovrà essere prodotto la revoca del mandato e la nuova nomina; copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta; copia sentenza; indice secondo allegato A; scheda anagrafica debitamente compilata allegato E da allegare unicamente per il primo deposito e/o in caso di variazione dati anagrafici e/o fiscali. Liquidazione al difensore d ufficio (ART.116 DPR 115/ TUSG) All interno di questa casistica di spese possono essere individuati quattro casi. 1) Persona difesa: cittadino italiano residente nello Stato parcella inviata a mezzo raccomandata a.r. all assistito; atto di costituzione in mora recapitato presso la residenza anagrafica o il domicilio dichiarato o, se risulta dagli atti, presso il luogo ove l assistito esercita abitualmente la sua attività lavorativa; pignoramento negativo mobiliare o pignoramento presso terzi con dichiarazione negativa del terzo, qualora risulti dagli atti, lo svolgimento di un attività lavorativa o l esistenza di crediti; visura eseguita presso la conservatoria dei registri immobiliari del luogo di nascita e di residenza; visura eseguita presso il P.R.A. del luogo di nascita e di residenza; nomina a difensore d ufficio ex art. 97 c. I (o l atto equipollente da cui si possa risalire al conferimento dell incarico) o art. 97 c. IV cpp; copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta; indice secondo allegato B/1; scheda anagrafica debitamente compilata allegato E da allegare unicamente per il primo deposito e/o in caso di variazione dati anagrafici e/o fiscali.

5 2) Persona difesa: straniero residente nel territorio dello Stato o titolare di permesso di soggiorno parcella inviata a mezzo raccomandata a.r. all assistito; atto di costituzione in mora recapitato presso la residenza anagrafica o il domicilio dichiarato o, se risulta dagli atti, presso il luogo ove l assistito esercita abitualmente la sua attività lavorativa; pignoramento negativo mobiliare o pignoramento presso terzi con dichiarazione negativa del terzo, qualora risulti dagli atti, lo svolgimento di un attività lavorativa o l esistenza di crediti; visura eseguita presso la conservatoria dei registri immobiliari del luogo di residenza; visura eseguita presso il P.R.A. del luogo di residenza; nomina a difensore d ufficio ex art. 97 c. I (o l atto equipollente da cui si possa risalire al conferimento dell incarico) o art. 97 c. IV cpp; copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta; indice secondo allegato B/2; scheda anagrafica debitamente compilata allegato E da allegare unicamente per il primo deposito e/o in caso di variazione dati anagrafici e/o fiscali. 3) Persona difesa: cittadino italiano di fatto irreperibile parcella e atto di costituzione in mora di cui si sia tentato il recapito presso la residenza anagrafica, l ultimo domicilio conosciuto, il domicilio dichiarato o eletto se di diverso dallo studio del legale o, se risulta dagli atti, presso il luogo ove l assistito ha esercitato la sua attività lavorativa; verifica anagrafica aggiornata negativa; certificato del Dipartimento amministrazione penitenziaria dal quale risulti che l assistito non è detenuto; visura eseguita presso la conservatoria dei registri immobiliari del luogo di nascita e di residenza; visura eseguita presso il P.R.A. del luogo di nascita e di residenza; nomina a difensore d ufficio ex art. 97 c. I (o l atto equipollente da cui si possa risalire al conferimento dell incarico) o art. 97 c. IV cpp; copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta; indice secondo allegato B/3; scheda anagrafica debitamente compilata allegato E da allegare unicamente per il primo deposito e/o in caso di variazione dati anagrafici e/o fiscali.

6 4) Persona difesa: straniero sedicente, senza fissa dimora, di fatto irreperibile atti del fascicolo processuale che evidenzino la mancanza di documenti, l incertezza dell identificazione, l assenza di dimora o di domicilio in Italia; certificato del Dipartimento amministrazione penitenziaria, rilasciato con indicazione di tutti gli eventuali alias, dal quale risulti che l assistito non è detenuto; se risulta elezione o dichiarazione di domicilio in luogo diverso dallo studio del legale, parcella e atto di costituzione in mora di cui si sia tentato il recapito; nomina a difensore d ufficio ex art. 97 c. I (o l atto equipollente2 da cui si possa risalire al conferimento dell incarico) o art. 97 c. IV cpp; copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta; indice secondo allegato B/4; scheda anagrafica debitamente compilata allegato E da allegare unicamente per il primo deposito e/o in caso di variazione dati anagrafici e/o fiscali. Liquidazione al difensore dell imputato irreperibile (ART.117 DPR 115/ TUSG) nota spese; decreto di irreperibilità con nomina a difensore d ufficio; nel caso in cui l istanza di liquidazione venisse presentata da un difensore diverso da quello inizialmente nominato dovrà essere prodotta copia della nomina a difensore d ufficio ex art. 97 c. I (o l atto equipollente da cui si possa risalire al conferimento dell incarico) o art. 97 c. IV cpp; copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta; indice secondo allegato C; scheda anagrafica debitamente compilata allegato E da allegare unicamente per il primo deposito e/o in caso di variazione dati anagrafici e/o fiscali.

7 Allegato A INDICE DIFENSORE DELL IMPUTATO AMMESSO AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO Avvocato: Cognome Nome Procedimento: RGNR RG DIB (Mod. 16) istanza di liquidazione e relativa nota spese difensore istanza di ammissione al patrocinio a spese dello Stato nomina a difensore di fiducia decreto di ammissione a GP del giudice nel caso in cui l istanza di liquidazione venisse presentata da un difensore diverso da quello inizialmente nominato dall imputato dovrà essere prodotto la revoca del mandato e la nuova nomina copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta copia sentenza eventuale scheda anagrafica

8 Allegato B/1 INDICE DIFENSORE D UFFICIO Persona difesa: cittadino italiano residente nello Stato Avvocato: Cognome Nome Procedimento: RGNR RG DIB (Mod. 16) parcella inviata a mezzo raccomandata a.r. all assistito atto di costituzione in mora recapitato presso la residenza anagrafica o il domicilio dichiarato o, se risulta dagli atti, presso il luogo ove l assistito esercita abitualmente la sua attività lavorativa pignoramento negativo mobiliare o pignoramento presso terzi con dichiarazione negativa del terzo, qualora risulti dagli atti, lo svolgimento di un attività lavorativa o l esistenza di crediti visura eseguita presso la conservatoria dei registri immobiliari del luogo di nascita e di residenza visura eseguita presso il P.R.A. del luogo di nascita e di residenza nomina a difensore d ufficio ex art. 97 c. I (o l atto equipollente da cui si possa risalire al conferimento dell incarico) o art. 97 c. IV cpp copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta eventuale scheda anagrafica

9 Allegato B/2 INDICE DIFENSORE D UFFICIO Persona difesa: straniero residente nel territorio dello Stato o titolare di permesso di soggiorno Avvocato: Cognome Nome Procedimento: RGNR RG DIB (Mod. 16) parcella e atto di costituzione in mora di cui si sia tentato il recapito presso la residenza anagrafica, l ultimo domicilio conosciuto, il domicilio dichiarato o eletto se di diverso dallo studio del legale o, se risulta dagli atti, presso il luogo ove l assistito ha esercitato la sua attività lavorativa verifica anagrafica aggiornata negativa certificato del Dipartimento amministrazione penitenziaria dal quale risulti che l assistito non è detenuto visura eseguita presso la conservatoria dei registri immobiliari del luogo di nascita e di residenza visura eseguita presso il P.R.A. del luogo di nascita e di residenza nomina a difensore d ufficio ex art. 97 c. I (o l atto equipollente da cui si possa risalire al conferimento dell incarico) o art. 97 c. IV cpp copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta eventuale scheda anagrafica

10 Allegato B/3 INDICE DIFENSORE D UFFICIO Persona difesa: cittadino italiano di fatto irreperibile Avvocato: Cognome Nome Procedimento: RGNR RG DIB (Mod. 16) parcella e atto di costituzione in mora di cui si sia tentato il recapito presso la residenza anagrafica, l ultimo domicilio conosciuto, il domicilio dichiarato o eletto se di diverso dallo studio del legale o, se risulta dagli atti, presso il luogo ove l assistito ha esercitato la sua attività lavorativa verifica anagrafica aggiornata negativa certificato del Dipartimento amministrazione penitenziaria dal quale risulti che l assistito non è detenuto visura eseguita presso la conservatoria dei registri immobiliari del luogo di nascita e di residenza visura eseguita presso il P.R.A. del luogo di nascita e di residenza nomina a difensore d ufficio ex art. 97 c. I (o l atto equipollente da cui si possa risalire al conferimento dell incarico) o art. 97 c. IV cpp copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta eventuale scheda anagrafica

11 Allegato B/4 INDICE DIFENSORE D UFFICIO Persona difesa: straniero sedicente, senza fissa dimora, di fatto irreperibile Avvocato: Cognome Nome Procedimento: RGNR RG DIB (Mod. 16) atti del fascicolo processuale che evidenzino la mancanza di documenti, l incertezza dell identificazione, l assenza di dimora o di domicilio in Italia certificato del Dipartimento amministrazione penitenziaria, rilasciato con indicazione di tutti gli eventuali alias, dal quale risulti che l assistito non è detenuto se risulta elezione o dichiarazione di domicilio in luogo diverso dallo studio del legale, parcella e atto di costituzione in mora di cui si sia tentato il recapito nomina a difensore d ufficio ex art. 97 c. I (o l atto equipollente2 da cui si possa risalire al conferimento dell incarico) o art. 97 c. IV cpp copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta eventuale scheda anagrafica

12 Allegato C INDICE DIFENSORE IMPUTATO IRREPERIBILE Avvocato: Cognome Nome Procedimento: RGNR RG DIB (Mod. 16) nota spese decreto di irreperibilità con nomina a difensore d ufficio nel caso in cui l istanza di liquidazione venisse presentata da un difensore diverso da quello inizialmente nominato dovrà essere prodotta copia della nomina a difensore d ufficio ex art. 97 c. I (o l atto equipollente da cui si possa risalire al conferimento dell incarico) o art. 97 c. IV cpp copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta eventuale scheda anagrafica

13 Allegato D RICHIESTA COPIE ALLEGATI ALL ISTANZA DI LIQUIDAZIONE (esente dal pagamento dei diritti di copia; barrare quanto eventualmente necessario) Avvocato: Cognome Nome Procedimento: RGNR RG DIB (Mod. 16) In riferimento al procedimento sopra indicato si richiede il rilascio di copia dei documenti sotto indicati, esclusivamente al fine della presentazione dell istanza di liquidazione. decreto di ammissione a GP del giudice copia sentenza copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta nomina a difensore d ufficio ex art. 97 c. I (o l atto equipollente da cui si possa risalire al conferimento dell incarico) o art. 97 c. IV cpp copia dei verbali di udienza attestanti l attività svolta atti del fascicolo processuale che evidenzino la mancanza di documenti, l incertezza dell identificazione, l assenza di dimora o di domicilio in Italia altro Data / / Firma

14 SCHEDA ANAGRAFICA Allegato E Cognome Nome Luogo di Nascita Data di Nascita Codice Fiscale Partita Iva individuale Indirizzo Residenza Indirizzo Studio Legale Indirizzo del Domicilio Fiscale Cellulare Telefono studio Fax studio - Studio Legale Associato Partita IVA Studio Associato Indirizzo Studio Legale Associato Nominativi componenti Studio Legale Associato Telefono Studio Associato Fax Studio Associato- IBAN (Banca o Posta) IT BIC/SWIFT (Banca o Posta) Banca- Agenzia- Ufficio Postale Regime Fiscale Iva 22% Prestazione svolta in regime fiscale di vantaggio ex art. 1, commi , Legge 244/2007 come modificata dall art. 27 DL 98/2011 (in tal caso sulla fattura elettronica andrà indicato il bollo virtuale nella misura di 2.00) Ritenuta d Acconto Si No (Esente ai sensi della L. ) Cassa Previdenza e Assistenza 4% Rivalsa INPS 4% Autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 Data / / Firma

CORTE DI APPELLO PALERMO

CORTE DI APPELLO PALERMO CORTE DI APPELLO PALERMO LIQUIDAZIONI SPESE DI GIUSTIZIA - ISTANZA WEB A partire dal 18 luglio 2014 è attivo il Sistema web Liquidazioni Spese di Giustizia realizzato per consentire ai beneficiari di pagamenti

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI RIETI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIETI ASSOCIAZIONE DIFENSORI D UFFICIO DI RIETI CAMERA PENALE DI RIETI

TRIBUNALE ORDINARIO DI RIETI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIETI ASSOCIAZIONE DIFENSORI D UFFICIO DI RIETI CAMERA PENALE DI RIETI TRIBUNALE ORDINARIO DI RIETI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI RIETI ASSOCIAZIONE DIFENSORI D UFFICIO DI RIETI CAMERA PENALE DI RIETI ASSOCIAZIONE ITALIANA GIOVANI AVVOCATI SEZIONE DI RIETI 1 PROTOCOLLO PER LA

Dettagli

Il processo di liquidazione delle spese di giustizia

Il processo di liquidazione delle spese di giustizia Il processo di liquidazione delle spese di giustizia IL CICLO DELLA SPESA ANTICIPATA 1. Istanza di liquidazione 2. Decreto di liquidazione 3. Notifiche ed esecutività del decreto; 4. Invio della spesa

Dettagli

MODENA DI MOD E NA CARL ALBERTO PERROUX

MODENA DI MOD E NA CARL ALBERTO PERROUX TRIBUNALE DI MODENA MODENA ORDINE FORENSE DI CAM E R A P E NA L E DI MOD E NA CARL ALBERTO PERROUX Prontuario per la liquidazione degli onorari ai difensori dei cittadini non abbienti ammessi al patrocinio

Dettagli

SPUNTI PER UNA LINEA CONDIVISA IN MATERIA DI GRATUITO PATROCINIO E ANNESSI

SPUNTI PER UNA LINEA CONDIVISA IN MATERIA DI GRATUITO PATROCINIO E ANNESSI Premessa : SPUNTI PER UNA LINEA CONDIVISA IN MATERIA DI GRATUITO PATROCINIO E ANNESSI GRATUITO PATROCINIO. Il regolamento dettato con il DM n. 55 del 10 marzo 2014 prevede, per quanto qui d interesse,

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI PADOVA REGOLAMENTO PER IL PROCEDIMENTO DI RILASCIO DEI PARERI SULLA LIQUIDAZIONE DEI COMPENSI SPETTANTI AGLI ISCRITTI

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI PADOVA REGOLAMENTO PER IL PROCEDIMENTO DI RILASCIO DEI PARERI SULLA LIQUIDAZIONE DEI COMPENSI SPETTANTI AGLI ISCRITTI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI PADOVA REGOLAMENTO PER IL PROCEDIMENTO DI RILASCIO DEI PARERI SULLA LIQUIDAZIONE DEI COMPENSI SPETTANTI AGLI ISCRITTI 1 Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Padova, visto

Dettagli

Tribunale di Bari. Procedure relative ai processi di interazione dei Professionisti delegati con la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari

Tribunale di Bari. Procedure relative ai processi di interazione dei Professionisti delegati con la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Tribunale di Bari Procedure relative ai processi di interazione dei Professionisti delegati con la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Deposito e richiesta atti e allegati Sportello Unico Esecuzioni Immobiliari

Dettagli

Protocollo per le udienze preliminari avanti il Tribunale di Busto Arsizio

Protocollo per le udienze preliminari avanti il Tribunale di Busto Arsizio Protocollo per le udienze preliminari avanti il Tribunale di Busto Arsizio concordato tra il Presidente del Tribunale di Busto Arsizio Dott. Antonino Mazzeo Rinaldi, l Ufficio del Giudice per le indagini

Dettagli

La fatturazione elettronica verso la P.A. - Modalità operative -

La fatturazione elettronica verso la P.A. - Modalità operative - I Dossier fiscali La fatturazione elettronica verso la P.A. - Modalità operative - Aprile 2014 pag. 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 Decorrenza del nuovo regime... 3 La procedura di fatturazione elettronica...

Dettagli

TRIBUNALE DI MONZA CAMERA PENALE ORDINE DEGLI AVVOCATI

TRIBUNALE DI MONZA CAMERA PENALE ORDINE DEGLI AVVOCATI TRIBUNALE DI MONZA CAMERA PENALE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI MONZA DI MONZA GIUDICE DI PACE DI MONZA GIUDICE DI PACE DI DESIO Prontuario per la liquidazione degli onorari ai difensori dei cittadini non abbienti

Dettagli

Tribunale di Ferrara

Tribunale di Ferrara Tribunale di Ferrara Ferrara/ /2014 ~3 SET M prow. n}\t>l /14 Oggetto: deposito istanze di liquidazione. Il Dirigente Rilevato che è emersa una carenza di controllo sul numero di istanze di liquidazione

Dettagli

p.c. al Signor Procuratore della Repubblica c/o il Tribunale p.c. al Signor Presidente del Consiglio dell Ordine degli Avvocati LORO SEDI

p.c. al Signor Procuratore della Repubblica c/o il Tribunale p.c. al Signor Presidente del Consiglio dell Ordine degli Avvocati LORO SEDI 75,%81$/(25',1$5,2',520$ 35(6,'(1=$ Ai Signori Presidenti le Corti di Assise Al Signor Presidente la Sezione G.I.P./G.U.P. Ai Signori Presidenti le Sezioni penali Ai Dirigenti le Sezioni penali, GIP/GUP

Dettagli

C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A

C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A C O N S I G L I O D E L L O R D I N E D E G L I A V V O C A T I D I B O L O G N A REGOLAMENTO PER LE DIFESE D UFFICIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA approvato all adunanza del 1 luglio 2015 e integrato

Dettagli

Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia di Milano

Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia di Milano Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia di Milano Via Corridoni, 39-20122 Milano Credits Il Prontuario per l ammissione al patrocinio a spese dello Stato è stato redatto, con la supervisione

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI PER LA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI TREVISO

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI PER LA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI TREVISO CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI PER LA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI TREVISO TREVISO Via Verdi 18 TEL. 0422 5596 + 21-12-10-20-19 - FAX 0422 559618 SITO WEB: www.ordineavvocatitreviso.it Prot. n.

Dettagli

Direzione Generale Sistemi Informativi

Direzione Generale Sistemi Informativi Direzione Generale Sistemi Informativi Liquidazione Spese di Giustizia on-line Roma FORUM P.A. 18 Maggio 2012 Antonio Vitale Cisia Pa Agenda Contesto di riferimento Sistema Liquidazioni Spese di Giustizia

Dettagli

Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali)

Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) 1. Le disposizioni di cui ai commi 1, 2 e 3 dell articolo 16-bis del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni,

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE GESTIONE PCT TRIBUNALE DI FIRENZE

INDICAZIONI OPERATIVE GESTIONE PCT TRIBUNALE DI FIRENZE INDICAZIONI OPERATIVE GESTIONE PCT TRIBUNALE DI FIRENZE 13 GENNAIO 2015 La presente nota operativa dello StaffPCT del Tribunale di Firenze è un estratto di alcune indicazioni contenute nella circolare

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA AVVISO EX ART.92 L.F. FALLIMENTO <> << Società fallita>>

TRIBUNALE DI ROMA AVVISO EX ART.92 L.F. FALLIMENTO <<numero ed anno del fallimento>> << Società fallita>> TRIBUNALE DI ROMA AVVISO EX ART.92 L.F. FALLIMENTO > Si informa che con Sentenza il Tribunale di Roma ha dichiarato il fallimento

Dettagli

sulla liquidazione degli onorar! ai difensori di imputati e parti civili ammessi al patrocinio a spese dello Stato o di imputati irreperibili

sulla liquidazione degli onorar! ai difensori di imputati e parti civili ammessi al patrocinio a spese dello Stato o di imputati irreperibili \ Protocollo sulla liquidazione degli onorar! ai difensori di imputati e parti civili ammessi al patrocinio a spese dello Stato o di imputati irreperibili Sottoscritto da Tribunale di Ferrara, Ordine degli

Dettagli

ADEMPIMENTI PER LA CHIUSURA DEL FALLIMENTO

ADEMPIMENTI PER LA CHIUSURA DEL FALLIMENTO ADEMPIMENTI PER LA CHIUSURA DEL FALLIMENTO CONTROLLI 1. Controllare attentamente che tutti i beni siano stati venduti, non ci siano crediti da riscuotere (eventualmente cederli e abbandonare quelli inesigibili)

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Direzione regionale Toscana AVVISO

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Direzione regionale Toscana AVVISO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione regionale Toscana AVVISO per la formazione di liste triennali di Avvocati domiciliatari e/o sostituti di udienza per contenzioso INPS L Istituto Nazionale

Dettagli

IUS ET VIS Associazione per gli Avvocati Con diritto e con vigore difenderemo il cittadino per ciò che è giusto nel rispetto della legalità

IUS ET VIS Associazione per gli Avvocati Con diritto e con vigore difenderemo il cittadino per ciò che è giusto nel rispetto della legalità LA FATTURA ELETTRONICA DELL AVVOCATO Il D.M. n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013, ha fissato la decorrenza degli obblighi di utilizzo esclusivo della fatturazione elettronica nei

Dettagli

Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Biella. Via Marconi, 28 13900 Biella. Istanza di ammissione al Patrocinio a spese dello Stato

Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Biella. Via Marconi, 28 13900 Biella. Istanza di ammissione al Patrocinio a spese dello Stato Depositato / Pervenuto il Ammesso il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Biella Via Marconi, 28 13900 Biella Istanza di ammissione al Patrocinio a spese dello Stato Il / La sottoscritt nat a prov./naz.

Dettagli

ISTANZA DI MEDIAZIONE Ai sensi del D.lgs 28/10 FACOLTATIVA OBBLIGATORIA DELEGATA DAL GIUDICE CLAUSOLA DI MEDIAZIONE

ISTANZA DI MEDIAZIONE Ai sensi del D.lgs 28/10 FACOLTATIVA OBBLIGATORIA DELEGATA DAL GIUDICE CLAUSOLA DI MEDIAZIONE ISTANZA DI MEDIAZIONE Ai sensi del D.lgs 28/10 FACOLTATIVA OBBLIGATORIA DELEGATA DAL GIUDICE CLAUSOLA DI MEDIAZIONE A PARTE ISTANTE (in caso di più parti compilare il modello A per ciascuna parte istante

Dettagli

REGOLAMENTO DEL DIFENSORE D UFFICIO PER IL CIRCONDARIO DI ISERNIA (aggiornato al nuovo codice deontologico approvato dal CNF il 31/01/2014)

REGOLAMENTO DEL DIFENSORE D UFFICIO PER IL CIRCONDARIO DI ISERNIA (aggiornato al nuovo codice deontologico approvato dal CNF il 31/01/2014) CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ISERNIA Palazzo di Giustizia - Piazza Tullio Tedeschi Tel. 0865-50753 Fax 0865 416391 E-MAIL: info@ordineavvocatiisernia.com REGOLAMENTO DEL DIFENSORE D UFFICIO

Dettagli

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in CAP via tel., chiede di essere iscritto/a al Registro Praticanti Avvocati per trasferimento dall Ordine

Dettagli

COMUNICAZIONI RELATIVE ALLA RIFORMA DEL PROCESSO ESECUTIVO D.L.132/2014

COMUNICAZIONI RELATIVE ALLA RIFORMA DEL PROCESSO ESECUTIVO D.L.132/2014 COMUNICAZIONI RELATIVE ALLA RIFORMA DEL PROCESSO ESECUTIVO D.L.132/2014 Con l entrata in vigore della riforma del processo esecutivo ex D.L. 132/2014, limitatamente agli aspetti pratici e in attesa di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DIFESA D UFFICIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BELLUNO. 1.Funzione della difesa d ufficio

REGOLAMENTO PER LA DIFESA D UFFICIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BELLUNO. 1.Funzione della difesa d ufficio E' la difesa garantita a ciascun imputato che non abbia provveduto a nominare un proprio difensore di fiducia o ne sia rimasto privo. E' prevista dalla legge al fine di garantire il diritto di difesa in

Dettagli

ANNESSO TECNICO. Art. 1 Oggetto del servizio.

ANNESSO TECNICO. Art. 1 Oggetto del servizio. ANNESSO TECNICO Art. 1 Oggetto del servizio. L appalto ha per oggetto il servizio di recupero stragiudiziale dei crediti di Acam Acque Spa riferiti a morosità del servizio idrico integrato di importo superiore

Dettagli

CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA

CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA CONDIZIONI PER LA FRUIZIONE DELLA FUNZIONALITA DI INVIO ELETTRONICO DELLA FATTURA PREMESSO CHE: 1. Nell ambito della propria attività di impresa, SKY Italia S.r.l. e la sua controllata Telecare S.r.l.

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI RAVENNA

ORDINE DEGLI AVVOCATI RAVENNA TRIBUNALE DI RAVENNA ORDINE DEGLI AVVOCATI RAVENNA CAMERA PENALE DELLA ROMAGNA PROTOCOLLO PER LA LIQUIDAZIONE DEGLI ONORARI DOVUTI AI DIFENSORI (D'UFFICIO 0 Dl FIDUCIA) DI SOGGETTI AMMESSI AL PATROCINIO

Dettagli

ISTANZA DI AVVIO DELLA MEDIAZIONE (D.Lgs. 4 marzo 2010 n. 28)

ISTANZA DI AVVIO DELLA MEDIAZIONE (D.Lgs. 4 marzo 2010 n. 28) ISTANZA DI AVVIO DELLA MEDIAZIONE (D.Lgs. 4 marzo 2010 n. 28) (da consegnare a mano ovvero a mezzo raccomandata a/r presso la sede legale dell Organismo, oppure via e- mail all indirizzo di posta: legalmedia@pec.confagricoltura.it.

Dettagli

ISTANZA DI MEDIAZIONE Ex art. 4 D.lgs 28/10

ISTANZA DI MEDIAZIONE Ex art. 4 D.lgs 28/10 ISTANZA DI MEDIAZIONE Ex art. 4 D.lgs 28/10 FACOLTATIVA OBBLIGATORIA DELEGATA DAL GIUDICE CLAUSOLA DI MEDIAZIONE PARTE CHE ATTIVA IL PROCEDIMENTO: A PARTE ISTANTE (in caso di più parti compilare il modello

Dettagli

Premessa. Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale

Premessa. Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale Bando per la concessione di contributi alle imprese per interventi relativi alla progettazione in materia di efficienza energetica con elevati standard di qualità (es. CasaClima, Leed e simili) superiori

Dettagli

SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI PER IL RECUPERO DEI CREDITI INSOLUTI

SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI PER IL RECUPERO DEI CREDITI INSOLUTI SCHEMA CONVENZIONE ALLEGATO 1 SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI PER IL RECUPERO DEI CREDITI INSOLUTI L anno 2014, il giorno. del mese di, in Paternò (CT), nei

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

CAMERA PENALE DI MODENA CARL ALBERTO PERROUX

CAMERA PENALE DI MODENA CARL ALBERTO PERROUX TRIBUNALE DI MODENA ORDINE FORENSE DI MODENA CAMERA PENALE DI MODENA CARL ALBERTO PERROUX Prontuario per la liquidazione delle prestazioni svolte a favore di soggetti in gratuito patrocinio e per quelle

Dettagli

LE NOVITA DEL PROCESSO ESECUTIVO. Il Decreto Legge 132/2014 convertito con modifiche dalla legge 162/2014

LE NOVITA DEL PROCESSO ESECUTIVO. Il Decreto Legge 132/2014 convertito con modifiche dalla legge 162/2014 LE NOVITA DEL PROCESSO ESECUTIVO Il Decreto Legge 132/2014 convertito con modifiche dalla legge 162/2014 Le principali novità Iscrizione a ruolo del processo esecutivo per espropriazione (art. 518 co.6)

Dettagli

CAMERA PENALE di MESSINA P. PISANI G. AMENDOLIA

CAMERA PENALE di MESSINA P. PISANI G. AMENDOLIA Liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi professionali. Linee guida per l'applicazione dei parametri previsti dal D.M. n. 55 del 10 marzo 2014 Premessa: Che con la legge 31 dicembre

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Dipartimento di Scienze Sociali

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Dipartimento di Scienze Sociali UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Dipartimento di Scienze Sociali AVVISO PUBBLICO Rif. P.O. 1/2016 VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Napoli Federico II; VISTO l art. 7, commi 6

Dettagli

AVVISO DI PROCEDURA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PER COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PRESSO LA DIREZIONE GENERALE IL DIRETTORE GENERALE

AVVISO DI PROCEDURA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PER COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PRESSO LA DIREZIONE GENERALE IL DIRETTORE GENERALE Direzione del Personale e degli Affari Generali Dirigente: Dott. Ascenzo Farenti Unità Forme flessibili di lavoro e mobilità Responsabile: Dott.ssa Chiara Viviani Prot. n. 36957 del 02/10/2015 Pubblicato

Dettagli

AVVISO. per la formazione di liste triennali di Avvocati domiciliatari e/o sostituti di udienza per il contenzioso

AVVISO. per la formazione di liste triennali di Avvocati domiciliatari e/o sostituti di udienza per il contenzioso AVVISO per la formazione di liste triennali di Avvocati domiciliatari e/o sostituti di udienza per il contenzioso INAIL di competenza dei Tribunali di Matera e Melfi. L'Istituto Nazionale per l Assicurazione

Dettagli

Direzioni Regionali e Interregionali LORO SEDI. Comandi Provinciali VV.F. LORO SEDI. e, p.c. Al Sig. Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Direzioni Regionali e Interregionali LORO SEDI. Comandi Provinciali VV.F. LORO SEDI. e, p.c. Al Sig. Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco REGISTRO UFFICIALE USCITA Prot. n. 19712 del 05/10/2015 s.06.04.01 Lavori Preparatori Alle All Alle Ai Agli Agli Direzioni Centrali LORO SEDI Ufficio Centrale Ispettivo SEDE Direzioni Regionali e Interregionali

Dettagli

Il processo civile telematico e la consulenza tecnica di ufficio. Commissione di studio Area Giudiziale Sottocommissione alle CTU

Il processo civile telematico e la consulenza tecnica di ufficio. Commissione di studio Area Giudiziale Sottocommissione alle CTU Il processo civile telematico e la consulenza tecnica di ufficio Commissione di studio Area Giudiziale Sottocommissione alle CTU Art 16-bis D.L. 179/2012 come convertito in Legge "Salvo quanto previsto

Dettagli

VADEMECUM PER IL DEPOSITO DEL RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO

VADEMECUM PER IL DEPOSITO DEL RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO VADEMECUM PER IL DEPOSITO DEL RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO Il RICORSO per decreto ingiuntivo telematico deve essere redatto con il software tradizionalmente utilizzato dall avvocato (Word,

Dettagli

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda 5. PROCEDURE 5.1 Presentazione della domanda Le domande di contributo dovranno essere predisposte e presentate esclusivamente utilizzando gli appositi servizi on-line ad accesso riservato, integrati nel

Dettagli

Indice. 1 Gli organi e i modi della notificazione. --------------------------------------------------------------- 3

Indice. 1 Gli organi e i modi della notificazione. --------------------------------------------------------------- 3 INSEGNAMENTO DI PROCEDURA PENALE I LEZIONE X LE NOTIFICAZIONI PROF. GIANLUCA D AIUTO Indice 1 Gli organi e i modi della notificazione. --------------------------------------------------------------- 3

Dettagli

Regolamento disciplinante la richiesta, l esame, l opinamento e il rilascio dei pareri di congruità

Regolamento disciplinante la richiesta, l esame, l opinamento e il rilascio dei pareri di congruità Regolamento disciplinante la richiesta, l esame, l opinamento e il rilascio dei pareri di congruità dei compensi indicati nelle parcelle presentate per la loro approvazione all Ordine degli Avvocati di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MEDIAZIONE

REGOLAMENTO PER LA MEDIAZIONE REGOLAMENTO PER LA MEDIAZIONE 1. Il presente regolamento di applica alla procedura di mediazione a fini conciliativi delle controversie civili e commerciali che le parti intendono risolvere bonariamente.

Dettagli

Sistema di Notifiche e Comunicazioni telematiche penali

Sistema di Notifiche e Comunicazioni telematiche penali Dipartimento dell Organizzazione Giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione Generale per i Sistemi Informativi Automatizzati Sistema di Notifiche e Comunicazioni telematiche penali Lucia Marcon

Dettagli

3. Rendicontazione finale

3. Rendicontazione finale BANDO GALILEO 2012-2013 REGOLAMENTO 1. Accettazione del contributo Il conferimento del contributo è subordinato alla ricezione da parte del Segretariato italiano dell della seguente documentazione, che

Dettagli

COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA n. 46.1/AD del 14 nov 2007 Procedura Tutela Legale del personale aziendale vittima di aggressioni

COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA n. 46.1/AD del 14 nov 2007 Procedura Tutela Legale del personale aziendale vittima di aggressioni COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA n. 46.1/AD del 14 nov 2007 Procedura Tutela Legale del personale aziendale vittima di aggressioni Con la presente Comunicazione Organizzativa vengono definite le modalità operative

Dettagli

Processo AMMINISTRATIVO Telematico (P.A.T.) Avv. Andrea Pontecorvo

Processo AMMINISTRATIVO Telematico (P.A.T.) Avv. Andrea Pontecorvo Processo AMMINISTRATIVO Telematico (P.A.T.) Avv. Andrea Pontecorvo Trieste, addì 6 novembre 2015... Non si conosce, perché non ancora ancora pubblicate, il contenuto delle regole tecniche e delle specifiche

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

Il Giudice, dott. Orazio Muscato, in funzione di delegato del Presidente, nel giudizio di opposizione promosso dall Avv. Xxxxxx del Foro di Varese

Il Giudice, dott. Orazio Muscato, in funzione di delegato del Presidente, nel giudizio di opposizione promosso dall Avv. Xxxxxx del Foro di Varese T R I B U N A L E D I V A R E S E Il Giudice, dott. Orazio Muscato, in funzione di delegato del Presidente, nel giudizio di opposizione promosso dall Avv. Xxxxxx del Foro di Varese avverso il decreto di

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO FALLIMENTARE E GIUDIZIARIO

PROCESSO CIVILE TELEMATICO FALLIMENTARE E GIUDIZIARIO PROCESSO CIVILE TELEMATICO FALLIMENTARE E GIUDIZIARIO Firenze, 21 luglio 2014 Hotel Mediterraneo Eros Ceccherini La lunga strada del processo telematico D.LGS 7 MARZO 2005 N. 82 PRINCIPI PER L ADOZIONE

Dettagli

Piattaforma Imprese - Versione 20140805

Piattaforma Imprese - Versione 20140805 Piattaforma Imprese - Versione 20140805 REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA INFORMATICA PIATTAFORMA IMPRESE ONLINE Articolo 1 PREMESSA 1. Con il presente regolamento (il Regolamento ), Cassa depositi

Dettagli

Legge 21 gennaio 1994, n. 53

Legge 21 gennaio 1994, n. 53 Legge 21 gennaio 1994, n. 53 Facoltà di notificazioni di atti civili, amministrativi e stragiudiziali per gli avvocati e procuratori legali (1-2) (1) Il termine "procuratore legale" contenuto nella presente

Dettagli

DOMANDA / ISTANZA AVVIO PROCEDIMENTO DI MEDIAZIONE CIVILE FINALIZZATO ALLA CONCILIAZIONE

DOMANDA / ISTANZA AVVIO PROCEDIMENTO DI MEDIAZIONE CIVILE FINALIZZATO ALLA CONCILIAZIONE DOMANDA / ISTANZA AVVIO PROCEDIMENTO DI MEDIAZIONE CIVILE FINALIZZATO ALLA CONCILIAZIONE PRESSO ICAF ISTITUTO DI CONCILIAZIONE E ALTA FORMAZIONE SPORTELLO DI CONCILIAZIONE DI SESTO SAN GIOVANNI Area/e

Dettagli

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA. Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in CAP via tel. chiede

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA. Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in CAP via tel. chiede AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in CAP via tel. chiede di essere iscritto/a al Registro dei Praticanti Avvocati. Il/La sottoscritto/a consapevole

Dettagli

L invio on line sarà però possibile soltanto ad una delle seguenti condizioni:

L invio on line sarà però possibile soltanto ad una delle seguenti condizioni: RESIDENZA IN TEMPO REALE Ai sensi dell'art. 5 della Legge 35/2012 da domani, 9 maggio, si otterrà il cambio di residenza in soli due giorni e non sarà più necessario presentarsi di persona presso l ufficio

Dettagli

MEDIAZIONE N. / COMUNICAZIONE PARTECIPAZIONE AL PRIMO INCONTRO

MEDIAZIONE N. / COMUNICAZIONE PARTECIPAZIONE AL PRIMO INCONTRO Alla Segreteria del della Camera di d commercio di Torino Organismo iscritto al n. 122 del Registro degli organismi di mediazione MEDIAZIONE N. / COMUNICAZIONE PARTECIPAZIONE AL PRIMO INCONTRO Persona

Dettagli

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE BANDO PER LA SELEZIONE DI CANDIDATI A TIROCINIO FORMATIVO ART. 73 D.L.

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE BANDO PER LA SELEZIONE DI CANDIDATI A TIROCINIO FORMATIVO ART. 73 D.L. TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE BANDO PER LA SELEZIONE DI CANDIDATI A TIROCINIO FORMATIVO EX ART. 73 D.L. 69/2013 (convertito con legge 9 agosto 2013, n. 98, e ss.mm.) DECRETO N. 118/14 IL PRESIDENTE DEL

Dettagli

Protocollo di intesa per la sperimentazione dell inoltro digitalizzato. degli atti al Tribunale del Riesame

Protocollo di intesa per la sperimentazione dell inoltro digitalizzato. degli atti al Tribunale del Riesame Data: Procura della Repubblica presso il Tribunale di Livorno Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lucca Tribunale del Riesame di Firenze da parte degli uffici di Procura della Repubblica degli

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - ASTI Allegato 2) alla Deliberazione del Consiglio Camerale n. 10 del 27.10.

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - ASTI Allegato 2) alla Deliberazione del Consiglio Camerale n. 10 del 27.10. CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - ASTI Allegato 2) alla Deliberazione del Consiglio Camerale n. 10 del 27.10.2011 REGOLAMENTO GENERALE SUL REGISTRO DEI PROTESTI PREMESSA Art. 1

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI ARTICOLO 1 - Finalità La Camera di Commercio di Trapani, nell ambito del progetto

Dettagli

COMUNE DI BELLARIA IGEA MARINA Provincia di Rimini

COMUNE DI BELLARIA IGEA MARINA Provincia di Rimini COMUNE DI BELLARIA IGEA MARINA Provincia di Rimini AVVISO PUBBICO PER L INDIVIDUAZIONE DI PROFESSIONALITA AI FINI DELL EVENTUALE AFFIDAMENTO DI INCARICO DI COLLABORAZIONE PRESSO IL SETTORE GESTIONE DEL

Dettagli

BREVE VADEMECUM LE NOTIFICHE IN PROPRIO A MEZZO PEC A CURA DELL AVV. DARIO OBIZZI

BREVE VADEMECUM LE NOTIFICHE IN PROPRIO A MEZZO PEC A CURA DELL AVV. DARIO OBIZZI BREVE VADEMECUM LE NOTIFICHE IN PROPRIO A MEZZO PEC A CURA DELL AVV. DARIO OBIZZI Quest'opera è stata rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia. Per leggere una copia della licenza

Dettagli

Nuovi compiti dell Ufficiale di Stato Civile Separazioni e divorzi davanti all avvocato o all ufficiale di stato civile (D.L. 132/2014 convertito con L. 162/2014) Palazzo di Giustizia di Firenze - Dott.ssa

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PER IL PATROCINIO LEGALE AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PER IL PATROCINIO LEGALE AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE COMUNE DI POLISTENA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PER IL PATROCINIO LEGALE AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE IL RESPONSABILE

Dettagli

PARTE I. Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE

PARTE I. Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE INDICE pag. Prefazione.... XV PARTE I Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE 1.1. La garanzia costituzionale del diritto di difesa in

Dettagli

OSSERVATORIO VALORE PRASSI VERONA PROTOCOLLO DELL UDIENZA CIVILE AVANTI L UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE

OSSERVATORIO VALORE PRASSI VERONA PROTOCOLLO DELL UDIENZA CIVILE AVANTI L UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE OSSERVATORIO VALORE PRASSI VERONA PROTOCOLLO DELL UDIENZA CIVILE AVANTI L UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE 1 PARTE I^ 1) PRIMA UDIENZA 1) L assegnazione delle cause ai giudici e la fissazione dell udienza di

Dettagli

Documento. n. 31. Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali

Documento. n. 31. Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali Documento n. 31 Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali Luglio 2014 OBBLIGATORIETÀ DEL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI PROCESSUALI OBBLIGATORIETÀ DEL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI

Dettagli

A PARTE ISTANTE (in caso di più parti compilare il modello A per ciascuna parte istante )

A PARTE ISTANTE (in caso di più parti compilare il modello A per ciascuna parte istante ) ISTANZA DI MEDIAZIONE Ex art. 4 Dlgs 28/10 FACOLTATIVA OBBLIGATORIA DELEGATA DAL GIUDICE CLAUSOLA DI MEDIAZIONE PARTE CHE ATTIVA IL PROCEDIMENTO: A PARTE ISTANTE (in caso di più parti compilare il modello

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

MinisterodelloSviluppoEconomico

MinisterodelloSviluppoEconomico MinisterodelloSviluppoEconomico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 24 settembre 2014, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO

CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI SU PRESTITO BANCARIO BANDO PER L ANNO IN CORSO Art. 1 PREMESSE L Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per i Biologi, in ottemperanza alle finalità di cui all art. 3,

Dettagli

Controllo automatizzato delle dichiarazioni: domiciliazione degli esiti presso gli intermediari e assistenza tramite PEC

Controllo automatizzato delle dichiarazioni: domiciliazione degli esiti presso gli intermediari e assistenza tramite PEC Trieste, 7 maggio 2010 Controllo automatizzato delle dichiarazioni: domiciliazione degli esiti presso gli intermediari e assistenza tramite PEC Agenzia delle Entrate Settore Gestione Tributi 1 Comunicazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 3/2005. Premessa. PROT. n 14511

CIRCOLARE N. 3/2005. Premessa. PROT. n 14511 CIRCOLARE N. 3/2005 PROT. n 14511 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: Direzione dell Agenzia Modalità di gestione della Convenzione per la riutilizzazione commerciale dei documenti, dei dati e delle informazioni

Dettagli

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Gruppo Informatico di Presidenza

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Gruppo Informatico di Presidenza CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Gruppo Informatico di Presidenza Vademecum pratico operativo per l'attuazione del Protocollo sul Processo Civile Telematico sottoscritto dal Presidente del

Dettagli

Formazione 2015 Comm. Informatica OAT

Formazione 2015 Comm. Informatica OAT Formazione 2015 Comm. Informatica OAT 1. l ABC del Processo Telematico e dei servizi telematici attivi a Torino; 2. Processo telematico: gli strumenti necessari (PEC e firma digitale) e le notificazioni

Dettagli

Progetto FALLCO - MANDATI ELETTRONICI

Progetto FALLCO - MANDATI ELETTRONICI Progetto FALLCO - MANDATI ELETTRONICI Dematerializzazione dell iter autorizzativo ed esecutivo relativo ai mandati di pagamento disposti nell ambito delle procedure concorsuali presso le sezioni fallimentari

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI CONSULENTE ECONOMICO FINANZIARIO DELL I.A.C.P. DI CASERTA

AVVISO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI CONSULENTE ECONOMICO FINANZIARIO DELL I.A.C.P. DI CASERTA AVVISO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI CONSULENTE ECONOMICO FINANZIARIO DELL I.A.C.P. DI CASERTA SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE: ORE 12,00 DEL 27 GENNAIO 2014 OGGETTO L Istituto Autonomo

Dettagli

Fatturazione elettronica PA Nota informativa per i fornitori

Fatturazione elettronica PA Nota informativa per i fornitori Fatturazione elettronica PA Nota informativa per i fornitori Riferimenti normativi e nuovo adempimento obbligatorio Il Decreto Ministeriale n. 55 del 3 aprile 2013, entrato in vigore il 6 giugno 2013,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA DIFESA D UFFICIO Principi generali in materia di difesa d ufficio

REGOLAMENTO DELLA DIFESA D UFFICIO Principi generali in materia di difesa d ufficio REGOLAMENTO DELLA DIFESA D UFFICIO Principi generali in materia di difesa d ufficio 1. Elenchi La predisposizione e l aggiornamento degli elenchi degli iscritti negli albi disponibili ad assumere, a richiesta

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA ENTE SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA Ente proponente il progetto: PROCURA DELLA REPUBBLICA DI LIVORNO CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: PER

Dettagli

GUIDA PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ DEI PROGETTI DI EFFICIENZA ENERGETICA E DI MODIFICA DEI DATI ANAGRAFICI DEL SOGGETTO TITOLARE

GUIDA PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ DEI PROGETTI DI EFFICIENZA ENERGETICA E DI MODIFICA DEI DATI ANAGRAFICI DEL SOGGETTO TITOLARE GUIDA PER LA RICHIESTA DI TRASFERIMENTO DI TITOLARITÁ DEI PROGETTI DI EFFICIENZA ENERGETICA E DI MODIFICA DEI DATI ANAGRAFICI DEL SOGGETTO TITOLARE DEL PROGETTO SULL APPLICATIVO INFORMATICO Marzo 2014

Dettagli

Rep.405/2015 Prot. 29680-VII/16 del 16/6/2015 L UNIVERSITÀ CA FOSCARI VENEZIA - DIPARTIMENTO DI ECONOMIA

Rep.405/2015 Prot. 29680-VII/16 del 16/6/2015 L UNIVERSITÀ CA FOSCARI VENEZIA - DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PER L INDIVIDUAZIONE DI UNA RISORSA PER LO SVOLGIMENTO DELL ATTIVITÀ DI SCRITTURA DI TESTI E RACCOLTA DI MATERIALE PER LO SVILUPPO DI CONTENUTI DI UN APP PER SMARTPHONE

Dettagli

Le notificazioni all imputato in caso di irreperibilita'

Le notificazioni all imputato in caso di irreperibilita' Le notificazioni all imputato in caso di irreperibilita' In via del tutto preliminare, osservo che il procedimento penale è una serie di attivita e di attidocumenti susseguentisi nel tempo. Ovviamente,

Dettagli

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 Le modifiche introdotte dal DL Sviluppo bis in materia concorsuale riguardano:

Dettagli

ASL DELLA PROVINCIA DI LODI AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA VOLONTARIA

ASL DELLA PROVINCIA DI LODI AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA VOLONTARIA ASL DELLA PROVINCIA DI LODI AVVISO PUBBLICO DI MOBILITA VOLONTARIA In esecuzione della deliberazione n. 265 del 09.09.2015 è indetto ai sensi dell art. 30 comma 2-bis del D.Lgs n. 165/2001 e s.m.i. avviso

Dettagli

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO Determina del Ragioniere generale dello Stato concernente le modalità di trasmissione e gestione di dati e comunicazioni ai Registri di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, concernente la

Dettagli

SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO IL CONFERIMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE IN MATERIA PENALE

SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO IL CONFERIMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE IN MATERIA PENALE SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO IL CONFERIMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE IN MATERIA PENALE L anno, il giorno del mese di. in.. nello Studio dell avv., sono presenti: A) il sig., nato in. il (C.F.:,

Dettagli

AVVISO D ASTA N... DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP

AVVISO D ASTA N... DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP AVVISO D ASTA N... Allegato 1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP Il/la sottoscritto/a Cognome Nome Comune di nascita Provincia

Dettagli

AI SIGNORI PRESIDENTI DELLE CORTI DI APPELLO LORO SEDI

AI SIGNORI PRESIDENTI DELLE CORTI DI APPELLO LORO SEDI Ministero della Giustizia Dipartimento dell'organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi Direzione Generale del Personale e della Formazione Ufficio VI Prot. n. VI/ /035/EM Roma, CIRCOLARE AL

Dettagli

Capitolo II Tariffa penale

Capitolo II Tariffa penale Capitolo II Tariffa penale Art. 1 - Criteri generali - 1. Per la determinazione dell'onorario di cui alla tabella deve tenersi conto della natura, complessità e gravità della causa, delle contestazioni

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA MEDIAZIONE A FINI CONCILIATIVI IN MATERIA ASSICURATIVA

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA MEDIAZIONE A FINI CONCILIATIVI IN MATERIA ASSICURATIVA LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELLA MEDIAZIONE A FINI CONCILIATIVI IN MATERIA ASSICURATIVA L Associazione Nazionale tra le Imprese Assicuratrici (di seguito ANIA), in considerazione della peculiarità della

Dettagli

Oggetto: I nuovi servizi Conservazione Fiscale Online e FatturaPA Online

Oggetto: I nuovi servizi Conservazione Fiscale Online e FatturaPA Online 30 marzo 2015 Prot. U/INF/2015/866 email Oggetto: I nuovi servizi Conservazione Fiscale e FatturaPA I nuovi servizi sviluppati da Notartel, con il coordinamento del Settore Informatico del Consiglio Nazionale,

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FATTURA ELETTRONICA ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 28/10/2014 Relatore: Dott. Fabrizio Scossa Lodovico OPEN Dot Com Spa Fattura P.A. Facile Pag. 1 FONTI NORMATIVE E DI PRASSI Art. 1, commi da 209 a 214,

Dettagli