GUIDA SINTETICA DEGLI INQUADRAMENTI AL CREDITO ITALIANO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA SINTETICA DEGLI INQUADRAMENTI AL CREDITO ITALIANO"

Transcript

1 GUIDA SINTETICA DEGLI INQUADRAMENTI AL CREDITO ITALIANO INTRODUZIONE DEFINIZIONE DI ADIBIZIONE CONTINUATIVA E PREVALENTE SETTORE RETAIL (AGP) SETTORE RETAIL (ACU) SETTORE CORPORATE SETTORE ORGANIZZAZIONE SETTORE ELECTRONIC BANKING DIREZIONE TERRITORIALE CENTRO SERVIZI TERRITORIALE E FILIALI ARTICOLATE IN UFFICI AGENZIE DI CITTÀ, AGENZIE FORANEE INDENNITÀ DI CASSA SCHEDA PERSONALE PER LA RICOSTRUZIONE DEL PROPRIO CURRICULUM PROFESSIONALE

2 La Segreteria di Coordinamento Fisac/CGIL del Credito Italiano intende,con questa guida sintetica al Contratto Integrativo Aziendale, offrire Iscritti ed a tutti i Lavoratori uno strumento agile per determinare l inquadramento previsto per il ruolo gerarchico ricoperto o quello acquisibile seguito allo svolgimento di mansioni professionali specifiche. E opportuno ricordare come, nell ultimo rinnovo del C.I.A, l azione della nostra Organizzazione Sindacale si sia rivolta con particolare attenzione alla valorizzazione ed al riconoscimento contrattuale della professionalità rivestita dalle nuove figure, quali ad esempio Gestori Corporate, AGP ed ACU, create in seguito alle riforme organizzative della nostra Banca, prevedendo per queste la collocazione nelle posizioni più elevate dell Area impiegatizia. Parallelamente a questa azione si è introdotto, con la rinegoziazione dei criteri di determinazione del Premio Aziendale, un meccanismo che intercetti, a favore di tutte le componenti attive del nostro Istituto, gli incrementi di produttività della Banca al fine di ridistribuire equamente i proventi del maggior sforzo operativo di tutti i Lavoratori. Alla vigilia di importanti riorganizzazioni di settori dell Istituto, quali l Area Corporate, e con l introduzione di nuove Unità Operative, quali Private Banking, la FISAC/Cgil conferma il proprio impegno affinché le nuove figure professionali emergenti trovino, attraverso negoziazione sindacale, una opportuna collocazione all interno del regime degli inquadramenti. A conclusione di questa guida abbiamo collocato una scheda che consentirà ad ognuno di ricostruire il proprio curriculum professionale determinare quale inquadramento sia in corso di maturazione o sia già disponibile, nel caso di ricongiunzione di più periodi utili per gli avanzament carriera. I segretari FISAC/Cgil di ogni Filiale sono a disposizione di tutti coloro che desiderano avere chiarimenti e delucidazioni sia in merito alla disciplina degli inquadramenti sia per ogni questione di natura contrattuale e sindacale.

3 Definizione di adibizione continuativa e prevalente Riportiamo la definizione come contenuta nell art. 19 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro : Si considera convenzionalmente adibizione continuativa e prevalente - laddove prevista, in materia di inquadramento del personale, dal presente contratto nonché nelle corrispondenti norme degli accordi aziendali - l utilizzo, nei compiti ivi indicati, per almeno 3 ore giornaliere ( anche non consecutive nella giornata) un periodo di almeno 10 giorni mensili ( anche non consecutivi nel mese ). La definizione è importante per determinare se lo svolgimento di una particolare mansione da diritto o meno al conseguimento di un particolare inquadramento. Infatti mentre nella maggioranza dei casi non sorgono dubbi sull assegnazione di incarichi professionali, ad esempio ACU, AGP o Gestori Corporate, in altri lo svolgimento di attività promiscue, ad esempi esecutive/commerciali, Gestore di Portafoglio/attività di supporto Gestori non implica l automatica acquisizione del livello superiore. E pertanto opportuno, qualora sorgessero dei dubbi sulla classificazione del proprio ruolo da parte dell Azienda, chiarire che mansione, che determina il conseguimento del grado superiore, viene disimpegnata in modo continuativo e prevalente.

4 SETTORE RETAIL ( Fonte C.I.A art. 2 lettera d - 4 ) MANSIONE PERIODO DI ADIBIZIONE LIVELLO ACQUISIBILE PERIODI DI ADIBIZIONE PREGRESSI, VALIDI PER IL CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO Addetto alla Gestione Personalizzata ( AGP ) Addetto alla Gestione Personalizzata ( AGP ) tre anni ( adibizione in via continuativa e prevalente ) III area -IV livello cinque anni IV area - I livello ( adibizione in via continuativa e ( ex Quadro ) prevalente ) per intero : Gestore di Portafoglio per intero : Addetto alla Trattazione Affari in Titoli con la Clientela ex Addetto ai Fidi\Sviluppo Affari per la metà : ex Operatore Commerciale Addetto alla Clientela Universale per intero : Gestore di Portafoglio per intero : Addetto alla Trattazione Affari in Titoli con la Clientela ex Addetto ai Fidi\Sviluppo Affari per la metà : ex Operatore Commerciale Addetto alla Clientela Universale CONDIZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO nessuna svolgimento della mansione AGP per almeno un anno nessuna svolgimento della mansione AGP per almeno due anni

5 SETTORE RETAIL ( Fonte C.I.A art. 2 lettera d - 5 ex accordo 24 Giugno 1997 ) MANSIONE PERIODO DI ADIBIZIONE LIVELLO ACQUISIBILE PERIODI DI ADIBIZIONE PREGRESSI, VALIDI PER IL CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO Addetto alla Clientela Universale ( ACU ) Addetto alla Clientela Universale ( ACU ) tre anni ( adibizione in via continuativa e prevalente ) cinque anni ( adibizione in via continuativa e prevalente ) III area - III livello ( ex Vice Capo Ufficio ) III area -IV livello per intero : Gestore di Portafoglio Addetto alla Gestione Personalizzata Addetto alla Trattazione Affari in Titoli con la Clientela ex Addetto ai Fidi\Sviluppo Affari ex Operatore Commerciale ex Addetto all attività esterna di Sviluppo Diversi per intero : Gestore di Portafoglio Addetto alla Gestione Personalizzata Addetto alla Trattazione Affari in Titoli con la Clientela ex Addetto ai Fidi\Sviluppo Affari ex Operatore Commerciale ex Addetto all attività esterna di Sviluppo Diversi CONDIZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO nessuna svolgimento della mansione di per almeno sei mesi

6 SETTORE CORPORATE MANSIONE FONTE C.I.A PERIODO DI ADIBIZIONE LIVELLO ACQUISIBILE CONDIZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO Gestore di Portafoglio Art. 2 lettera d - 1 due anni IV area - I livello adibizione continuativa e prevalente ( ex Quadro ) Gestione dei server Art. 2 lettera d - 8 un anno III area - III livello diffusione delle innovazioni periferici sistema ( ex Vice Capo operative ILIADE Ufficio ) conoscenza approfondita applicativi funzionali assistenza agli utenti

7 SETTORE ORGANIZZAZIONE MANSIONE FONTE C.I.A PERIODO DI ADIBIZIONE Responsabile dell Organizzazione Locale ( ROL ) Addetto all Organizzazione Locale Art. 2 lettera d - 2 Art. 2 lettera d - 3 Lavoratori che Art. 2 lettera d - 9 collaborano con le Unità Organizzative della DC un anno tre anni tre anni LIVELLO ACQUISIBILE IV area - I livello ( ex Quadro ) CONDIZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO nessuna III area -IV livello adibizione continuativa e prevalente III area -IV livello collaborazione alle trasformazioni di processo cura dell applicazione riforme presso le Filiali in fase avvio

8 SETTORE ELECTRONIC BANKING MANSIONE Fonte C.I.A LIVELLO ACQUISIBILE PERIODO DI ADIBIZIONE VALIDO PER IL CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO Offerta prodotti e vendita di Installazione ed assistenza degli strumenti presso la clientela Art. 1 - lettera D - 6 Art. 1 - lettera D - 7 III area -IV livello III area - III livello ( ex Vice Capo Ufficio ) tre anni quattro anni CONDIZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO adibizione alla mansione continuativa prevalente adibizione alla mansione continuativa prevalente

9 DIREZIONE TERRITORIALE ( Analisi Creditizia - Pianificazione Operativa - Gestione Risorse - Stabili e Sicurezza - Legale e Contenzioso - Verifiche e Controlli ) MANSIONE Fonte C.I.A LIVELLO ACQUISIBILE PERIODO DI ADIBIZIONE VALIDO PER IL CONDIZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO Preposto ad un reparto Art. 1 - lettera C - 1 IV area - I livello ( nessuna Coadiutore del preposto ad un reparto Art. 1 - lettera C - 3 Coadiutore del preposto ad Art. 1 - lettera C - 3 un reparto Coadiutore del Funzionario Art. 1 - lettera C - 2 preposto ad un reparto Coadiutore del Funzionario preposto ad un reparto Art. 1 - lettera C - 2 ex Quadro ) III area -IV livello III area - III livello ( ex Vice Capo Ufficio ) III area -IV livello III area - III livello ( ex Vice Capo Ufficio ) Addetti al reparto Legale Art. 2 - lettera C - 1 III area -IV livello Addetti Stabili e Sicurezza Addetti Stabili e Sicurezza Lavoratori inquadrati nella II Art. 5 area III livello (adibiti a mansioni di operaio specializzato ) Art. 2 - lettera C - 2 Art. 2 - lettera C - 2 III area - III livello ( ex Vice Capo Ufficio ) III area -IV livello assegno mensile di importo equivalente alla differenza rispetto al trattamento economico della III area I livello ( ex Impiegato di 1^ ) tre anni (adibizione in via continuativa e prevalente) tre anni ( svolgimento delle mansioni in autonomia, non saltuariamente, anche alternativamente ) sei anni ( svolgimento delle mansioni in autonomia, non saltuariamente, anche alternativamente ) tre anni adibizione al reparto, continuativa e prevalente, di almeno cinque impiegati (escluso preposto) adibizione al reparto, continuativa e prevalente, di almeno tre impiegati (escluso il preposto) adibizione al reparto, continuativa e prevalente, di almeno cinque impiegati (compreso coadiutore) adibizione al reparto, continuativa e prevalente, di almeno tre impiegati (compreso coadiutore) cura della gestione del contenzioso amministrativo o civile predisposizione degli atti relativi redazione/analisi preventivi - trattative fornitori sorveglianza operai, dipendenti dall Istituto o da Aziende Esterne, durante lavori edili. redazione/analisi preventivi - trattative fornitori sorveglianza operai, dipendenti dall Istituto o da Aziende Esterne, durante lavori edili. esecuzione, anche in piena autonomia, complesse operazioni di riparazione manutenzione di impianti di elevato con tecnologico (compresi impianti di sicurezza) ovvero progettazione ed installazione di generali di controllo

10 CENTRO SERVIZI TERRITORIALE E FILIALI ARTICOLATE IN UFFICI MANSIONE Fonte C.I.A LIVELLO ACQUISIBILE CONDIZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO Preposto ad un Ufficio Art. 1 lettera d - 1 IV area -II livello ( ex Quadro Super ) sovrintendere al lavoro degli appartenenti alla III area e degli eventuali appartenenti alla II e I area addetti al medesimo Ufficio Coadiutore del Preposto ad Art. 1 lettera d - 2 III area - IV livello può essere incaricato di sostituire il preposto in un Ufficio Sovrintendente di un Ufficio Sovrintendente di un Ufficio nell ambito nell ambito Coadiutore del Funzionario preposto ad un Ufficio Art. 1 lettera d - 6 Art. 1 lettera d - 6 Art. 1 lettera d - 5 III area - III livello ( ex Vice Capo Ufficio ) III area - IV livello IV area -I livello ( ex Quadro ) Sovrintendente ai lavoratori Art. 1 lettera d - 9 III area - II livello inquadrati nella II area ( ex Capo Reparto ) (addetti alla mansione di commesso) Sovrintendente ai lavoratori Art. 1 lettera d - 9 II area - III livello inquadrati nella II area ( ex Impiegato di 2^) (addetti alla mansione di commesso) Sovrintendente ai lavoratori Art. 4 II area - II livello inquadrati nella II area ( ex Capo Commesso ) (addetti alla mansione di commesso) Addetti all economato Art. 3 lettera b III area - I livello ( ex Impiegato di 1^ ) caso di assenza sovrintendere al lavoro di almeno tre appartenenti alla III area, addetti all Ufficio in via continuativa e prevalente sovrintendere al lavoro di almeno otto appartenenti alla III area, addetti all Ufficio in via continuativa e prevalente adibizione all Ufficio, in via continuativa e prevalente, di almeno 4 lavoratori ( compreso il coadiutore ed esclusi gli appartenenti alla II e I area - previsione applicabile anche nel caso di più Funzionari assegnati all Ufficio) almeno 15 lavoratori almeno 9 lavoratori numero di lavoratori non inferiore a tre e non superiore al otto sovrintendere al lavoro di almeno 2 appartenenti alla II area I livello (commessi) ed alla I area stabilmente assegnati all economato

11 Agenzie di città, Agenzie foranee MANSIONE Fonte C.I.A LIVELLO ACQUISIBILE CONDIZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO Coadiutore del Art. 1 lettera d - 3 IV area -II livello Funzionario preposto allo Sportello (RS1) ( ex Quadro Super ) Coadiutore del Art. 1 lettera d - 4 III area - III livello può essere incaricato di sostituire il precedente (RS2) coadiutore in caso di assenza ( ex Vice Capo Ufficio ) Coadiutore del Art. 1 lettera d - 4 III area - IV livello può essere incaricato di sostituire il precedente (RS2) coadiutore in caso di assenza devono essere addetti allo sportello, in via continuativa e prevalente, almeno 10 appartenenti alla III o II area, esclusi gli operai ed i commessi, compreso il coadiutore. Coordinatore del movimento dei fondi (Collettore) Coordinatore del movimento dei fondi (Collettore) Operatore di sportello unico Art. 1 lettera d - 7 Art. 1 lettera d - 7 Art. 1 lettera d - 7 III area - IV livello III area - III livello ( ex Vice Capo Ufficio ) III area - II livello ( ex Capo Reparto ) devono operare almeno tre operatori di sportello devono operare due operatori di sportello

12 Sportelli Speciali Distaccati MANSIONE Fonte C.I.A LIVELLO ACQUISIBILE CONDIZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO Preposto a SSD Art. 1 lettera e - 1 Coordinatore del movimento dei fondi (Collettore) Coordinatore del movimento dei fondi (Collettore) Art. 1 lettera e - 2 Art. 1 lettera e - 2 IV area -II livello ( ex Quadro Super ) III area - IV livello III area - III livello ( ex Vice Capo Ufficio ) inquadramento previsto anche qualora sia addetto il solo Preposto devono operare almeno tre operatori di sportello devono operare almeno 2 operatori di sportello di cui : 1 in via permanente 1 in via continuativa per almeno 25 ore al mese

13 Sportelli Aziendali, Doganali ed Aeroportuali MANSIONE Fonte C.I.A LIVELLO ACQUISIBILE CONDIZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DEL LIVELLO Preposto a sportello funzionante in via continuativa Preposto a sportello funzionante in via continuativa Preposto a sportello funzionante non in via continuativa Art. 1 lettera f - 1 III area - IV livello inquadramento previsto anche qualora sia addetto il solo Preposto Art. 1 lettera f - 1 IV area - I livello adibizione stabile allo sportello di più di tre addetti (compreso il preposto ed esclusi gli ( ex Quadro ) appartenenti alla II e I area professionale) Art. 1 lettera f - 2 III area - II livello ( ex Capo Reparto ) deve essere preposto allo sportello per almeno 37 ore e 30 minuti al mese

14 Indennità di cassa ( fonte C.I.A nota a verbale in calce all art. 1 ) Ai Lavoratori incaricati di sostituire durante le temporanee assenze gli operatori di sportello spetta l indennità di rischio di cui all art. 45 del vigente C.C.N.L in misura pari al 70% di quella indicata al punto a) della tabella ivi richiamata. L adibizione dei Lavoratori di cui sopra nei compiti anzidetti non può superare, nell arco di ciascun anno, il 50% del complessivo orario di lavoro. Indennità di cassa, spettante a cassiere titolare a tempo pieno (adibizione di 6,5 ore) Indennità di cassa, spettante a cassiere titolare a tempo pieno ( adibizione di 6 ore ) Indennità di cassa, spettante a cassiere sostituto a tempo pieno ( 70% ) Indennità di cassa, spettante a cassiere titolare a part time (adibizione di 4,5 ore) Indennità di cassa, spettante a cassiere sostituto a part time ( 70% )

15 Scheda personale per la ricostruzione del proprio curriculum professionale Mansione dal al periodo complessivo inquadramento acquisibile

REGOLE IN MATERIA DI INQUADRAMENTI

REGOLE IN MATERIA DI INQUADRAMENTI REGOLE IN MATERIA DI INQUADRAMENTI Emittente: Direzione Centrale Risorse Umane Destinatari: Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Group Services Banche della Divisione Banca dei Territori con l esclusione di

Dettagli

Il giorno 29 maggio 2001 in Milano. tra il Credito Italiano, la Delegazione Sindacale della Federazione Autonoma Bancari Italiani (FABI;

Il giorno 29 maggio 2001 in Milano. tra il Credito Italiano, la Delegazione Sindacale della Federazione Autonoma Bancari Italiani (FABI; CONTRATTO IINTEGRATIIVO AZIIENDALE PER IIL PERSONALE DELLE AREE PROFESSIIONALII E PER II QUADRII DIIRETTIIVII DII 1 E DII 2 LIIVELLO RETRIIBUTIIVO DEL CREDIITO IITALIIANO Il giorno 29 maggio 2001 in Milano

Dettagli

Il giorno 29 maggio 2001 in Milano

Il giorno 29 maggio 2001 in Milano CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE PER IL PERSONALE DELLE AREE PROFESSIONALI E PER I QUADRI DIRETTIVI DI 1 E DI 2 LIVELLO RETRIBUTIVO DEL CREDITO ITALIANO Il giorno 29 maggio 2001 in Milano tra il Credito

Dettagli

REGOLE IN MATERIA DI INQUADRAMENTI

REGOLE IN MATERIA DI INQUADRAMENTI REGOLE IN MATERIA DI INQUADRAMENTI Emittente: Direzione Centrale Personale Destinatari: Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo Group Services Banca dell Adriatico Banco di Napoli Banca di Trento e Bolzano Cassa

Dettagli

Contratto integrativo aziendale

Contratto integrativo aziendale Contratto integrativo aziendale Per il personale delle aree professionali e per i quadri direttivi di UniCredit Banca Mobiliare S.p.A. Stipulato in Milano il 14 novembre 2002 1 CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE

Dettagli

ALLEGATO 2 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE IMPRESE

ALLEGATO 2 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE IMPRESE ALLEGATO 2 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE IMPRESE INDICE Direttore di Filiale Imprese... 3 Coordinatore... 4 Gestore Imprese... 5 Addetto Imprese... 6 Specialista Estero Merci... 7 Specialista Credito

Dettagli

Roma, 31/03/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 61

Roma, 31/03/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 61 Roma, 31/03/2011 Circolare n. 61 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore generale Medico legale

Dettagli

ADDETTO OPERATIVO - EVOLUZIONE

ADDETTO OPERATIVO - EVOLUZIONE SCHEDA DI ACCERTAMENTO CONOSCENZE ADDETTO OPERATIVO - EVOLUZIONE 1/10 Premessa Il Contratto Integrativo Aziendale del 5 aprile 2002 prevede, per alcune posizioni di lavoro, che l attribuzione degli inquadramenti

Dettagli

Inquadramenti e percorsi professionali. Inquadramenti e Percorsi professionali

Inquadramenti e percorsi professionali. Inquadramenti e Percorsi professionali Inquadramenti e Percorsi professionali 1 Indice La normativa su inquadramenti e percorsi professionali pag. 3 Schemi riepilogativi pag. 5 Le disposizioni per i percorsi professionali in essere pag. 8 La

Dettagli

ALLEGATO 1 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE

ALLEGATO 1 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE ALLEGATO 1 FIGURE PROFESSIONALI DI FILIALE INDICE Direttore di Filiale... 3 Modulo Famiglie... 4 Coordinatore Famiglie... 4 Assistente alla Clientela... 5 Gestore Famiglie... 6 Ausiliario... 7 Modulo Personal

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. tra. premesso che

VERBALE DI ACCORDO. tra. premesso che VERBALE DI ACCORDO Il giorno 22 aprile 2010, in Siena tra Banca CR Firenze S.p.A. (di seguito CRF) Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. (di seguito BMPS) e le sottoscritte Organizzazioni Sindacali premesso

Dettagli

Il giorno 24 luglio 2008, in Roma. tra. Premesso che

Il giorno 24 luglio 2008, in Roma. tra. Premesso che ACCORDO PER IL PASSAGGIO DEI QUADRI DIRETTIVI E DEL PERSONALE DELLE AREE PROFESSIONALI DELLA CASSA DEPOSIT I E PRESTITI SOCIETÀ PER AZIONI AL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER I QUADRI DIRETTIVI

Dettagli

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli.it Napoli, lì 12 giugno

Dettagli

IPOTESI DI PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO AZIENDALE. DI BANCA FIDEURAM S.p.A.

IPOTESI DI PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO AZIENDALE. DI BANCA FIDEURAM S.p.A. FABI / FIBA-CISL / FISAC-CGIL / SINDIRIGENTICREDITO / SINFUB / UIL.CA IPOTESI DI PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO AZIENDALE DI BANCA FIDEURAM S.p.A. Ottobre 2000 PREMESSA Sottoponiamo a colleghe

Dettagli

ACCORDO QUADRO EX ART. 18 CCNL 12.2.2005 SULLA DIVISIONALIZZAZIONE. Il giorno 24 gennaio 2007. In Padova PREMESSO CHE

ACCORDO QUADRO EX ART. 18 CCNL 12.2.2005 SULLA DIVISIONALIZZAZIONE. Il giorno 24 gennaio 2007. In Padova PREMESSO CHE ACCORDO QUADRO EX ART. 18 CCNL 12.2.2005 SULLA DIVISIONALIZZAZIONE Il giorno 24 gennaio 2007 In Padova Tra la S.P.A. e le Segreterie degli Organi di coordinamento delle RR.SS.AA. PREMESSO CHE nelle riunioni

Dettagli

PROFILI PROFESSIONALI BANCA INTESA

PROFILI PROFESSIONALI BANCA INTESA PROFILI PROFESSIONALI BANCA INTESA Accordo Inquadramenti e ruoli chiave 31 Ottobre 2003 Pubblicato dal Coordinamento Nazionale ad uso degli iscritti PRESENTAZIONE Questa pubblicazione raccoglie e sintetizza

Dettagli

Catalogo Formazione. S.I.A. Servizi Informatici Antelmi Srl Brindisi

Catalogo Formazione. S.I.A. Servizi Informatici Antelmi Srl Brindisi S.I.A. Servizi Informatici Antelmi Srl Brindisi Ultimo aggiornamento 01/10/2009 Introduzione... 3 Obiettivi... 3 Docenti... 3 Sommario Metodologia didattica... 3 Riferimenti e contatti... 3 Corsi generali

Dettagli

L evoluzione dell inquadramento dei coordinatori

L evoluzione dell inquadramento dei coordinatori L evoluzione dell inquadramento dei coordinatori Luca Benci http://www.lucabenci.it A.n.u.l. 1974 Accordo nazionale unico di lavoro per il personale ospedaliero Livello Qualifiche 1 Ausiliario Portantino

Dettagli

PIATTAFORMA UNITARIA DI RINNOVO DEL CONTRATTO DI SECONDO LIVELLO BCC CALABRIA 2009

PIATTAFORMA UNITARIA DI RINNOVO DEL CONTRATTO DI SECONDO LIVELLO BCC CALABRIA 2009 REGIONALI CALABRIA PIATTAFORMA UNITARIA DI RINNOVO DEL CONTRATTO DI SECONDO LIVELLO BCC CALABRIA 2009 PREMIO DI RISULTATO 1) Per il solo anno di esercizio 2008 erogazione 2009 si richiede la proroga della

Dettagli

REGOLAMENTO SAN PANCRAZIO SALENTINO

REGOLAMENTO SAN PANCRAZIO SALENTINO REGOLAMENTO SULLA MOBILITA INTERNA DEL C O M U N E DI SAN PANCRAZIO SALENTINO (Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 95 del 26 luglio 2007) 1 INDICE SISTEMATICO Art. 1 Individuazione e definizione

Dettagli

Ipotesi Rinnovo Contratto Integrativo Aziendale HPI

Ipotesi Rinnovo Contratto Integrativo Aziendale HPI Ipotesi Rinnovo Contratto Integrativo Aziendale HPI PREMESSA Nel sottolineare l importanza del ruolo che il Contratto Collettivo Nazionale e gli accordi vigenti assegnano alla contrattazione di secondo

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. premesso che

VERBALE DI ACCORDO. premesso che VERBALE DI ACCORDO In Milano, il giorno 29 gennaio 2009 tra Intesa Sanpaolo S.p.A. anche in qualità di Capogruppo e le OO.SS premesso che - con l Accordo del 21 dicembre 2006, le Parti hanno condiviso

Dettagli

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c.

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c. Roma, 12/8/2004 DIREZIONE CENTRALE PENSIONI Ufficio I Normativa Tel. 06 51017626 Fax 06 51017625 E mail dctrattpensuff1@inpdap.it Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali istituto nazionale di

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DI DIREZIONE

REGOLAMENTO AZIENDALE DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DI DIREZIONE SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA REGOLAMENTO AZIENDALE DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DI DIREZIONE Articolo 1 Costituzione

Dettagli

PROV. MILANO ACCORDO QUADRO. Premesso:

PROV. MILANO ACCORDO QUADRO. Premesso: ACCORDO QUADRO Premesso: o che coerentemente con quanto previsto dal piano industriale 2006-2009 al fine di proseguire e dare ulteriore impulso alla costante crescita conseguita negli ultimi anni, il Gruppo

Dettagli

CURRICULUM VITAE. dati anagrafici: studi: dati professionali: percorso professionale: - presso il Ministero dell ambiente:

CURRICULUM VITAE. dati anagrafici: studi: dati professionali: percorso professionale: - presso il Ministero dell ambiente: CURRICULUM VITAE dati anagrafici: Giuseppe DAIDONE nato a NOTO (SR) il 28 ottobre 1962 residente a AUGUSTA, in via Siracusa, 14 mail: g.daidone@plemmirio.it cell.: 3357702907 studi: - ha conseguito la

Dettagli

COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO tel. 011 9234400 - Fax 011 9234422 E-mail: comune@comune.robassomero.to.it - www.comune.robassomero.to.

COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO tel. 011 9234400 - Fax 011 9234422 E-mail: comune@comune.robassomero.to.it - www.comune.robassomero.to. COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO tel. 011 9234400 - Fax 011 9234422 E-mail: comune@comune.robassomero.to.it - www.comune.robassomero.to.it Approvato con deliberazione G.C. n. 103/29.12.2010 INDICE

Dettagli

POLIZIA LOCALE DI ROMA CAPITALE

POLIZIA LOCALE DI ROMA CAPITALE POLIZIA LOCALE DI ROMA CAPITALE RIALLINEAMENTO ALLA NORMATIVA CONTRATTUALE NAZIONALE Ad integrazione e specifica di quanto rappresentato nella nota trasmessa a codesto Dipartimento in data 29 aprile 2014,

Dettagli

CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE

CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DEL PERSONALE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 Principi generali...3 Art. 2 Regole generali di condotta per le procedure

Dettagli

Verbale di accordo. tra. premesso che

Verbale di accordo. tra. premesso che Verbale di accordo In Milano, il 29 maggio 2008 - Intesa Sanpaolo, anche in qualità di Capogruppo - le Delegazioni di Gruppo DIRCREDITO-FD, FABI, FALCRI, FIBA/CISL, FISAC/CGIL, SILCEA, SINFUB, UGL CREDITO

Dettagli

NUOVI MODELLI DI SERVIZIO: evoluzione dei progetti

NUOVI MODELLI DI SERVIZIO: evoluzione dei progetti NUOVI MODELLI DI SERVIZIO: evoluzione dei progetti Nella giornata di ieri l Azienda ha fornito ulteriori aggiornamenti sulle sperimentazioni in corso del Nuovo Modello di Servizio delle Imprese e del Retail.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome RADICI SANTO Data di nascita 11/01/1956 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Dirigente Amministrativo

Dettagli

ACCORDO. Il giorno.2007, In Padova. tra. la ROMA SERVIZI INFORMATICI S.P.A. (di seguito R.S.I. )

ACCORDO. Il giorno.2007, In Padova. tra. la ROMA SERVIZI INFORMATICI S.P.A. (di seguito R.S.I. ) ACCORDO Il giorno.2007, In Padova la (di seguito Banca ); la (di seguito R.S.I. ) tra e le SEGRETERIE NAZIONALI, le SEGRETERIE DEGLI ORGANI DI COORDINAMENTO e le RAPPRESENTANZE SINDACALI AZIENDALI di Padova

Dettagli

V E R B A L E D I A C C O R D O

V E R B A L E D I A C C O R D O V E R B A L E D I A C C O R D O Fusione per incorporazione di Banca Toscana Spa in Banca Monte dei Paschi di Siena Spa Procedura sindacale ai sensi di legge e di contratto (Art. 47 L. 428/90 e art. 19

Dettagli

Tra. -Banca Popolare dell Emilia Romagna Soc. Coop, anche in veste di capogruppo BPER (di seguito per brevità BPER);

Tra. -Banca Popolare dell Emilia Romagna Soc. Coop, anche in veste di capogruppo BPER (di seguito per brevità BPER); Il giorno 18 novembre 2010, in Modena Tra Le Aziende: -Banca Popolare dell Emilia Romagna Soc. Coop, anche in veste di capogruppo BPER (di seguito per brevità BPER); - Banca CRV Cassa di Risparmio di Vignola

Dettagli

Rinnovo del CCNL 18.7.2006 del settore elettrico

Rinnovo del CCNL 18.7.2006 del settore elettrico Rinnovo del CCNL 18.7.2006 del settore elettrico In data 5 Marzo 2010 è stato sottoscritto con Cgil-Filcem. Cisl-Flaei, Uil Uilcem, il rinnovo del CCNL 18.luglio 2006 scaduto il 30 giugno 2009. Il rinnovato

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO E PIENO, AI SENSI DELL ART.110, COMMA 1, D.LGS N. 267/2000, DI UN ALTA SPECIALIZZAZIONE NEL PROFILO PROFESSIONALE DI ESPERTO DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

LAVORO A TEMPO DETERMINATO

LAVORO A TEMPO DETERMINATO ARTT. 19 29 D.LGS 81/2015 FORMA E CONTENUTI DEL CONTRATTO DI LAVORO Al contratto di lavoro subordinato può essere apposto un termine di durata non superiore a trentasei mesi. Fatte salve le diverse disposizioni

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI Premesse e riferimenti normativi La valutazione del personale, che costituisce un processo centrale nell ambito del management pubblico, ha registrato negli

Dettagli

Nome DEL BELLO Daniela Telefono ufficio 071/8064354 Cellulare 339/2175694 Fax 071/8064405 E-mail daniela.delbello@regione.marche.

Nome DEL BELLO Daniela Telefono ufficio 071/8064354 Cellulare 339/2175694 Fax 071/8064405 E-mail daniela.delbello@regione.marche. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome DEL BELLO Daniela Telefono ufficio 071/8064354 Cellulare 339/2175694 Fax 071/8064405 E-mail daniela.delbello@regione.marche.it

Dettagli

Modificato dal D.Lgs. 106 del 03 Agosto 2009 TITOLO I. D.Lgs.n 81 del 9 Aprile 2008. UNICO TESTO delle LEGGI SULLA SICUREZZA

Modificato dal D.Lgs. 106 del 03 Agosto 2009 TITOLO I. D.Lgs.n 81 del 9 Aprile 2008. UNICO TESTO delle LEGGI SULLA SICUREZZA D.Lgs.n 81 del 9 Aprile 2008 Modificato dal D.Lgs. 106 del 03 Agosto 2009 UNICO TESTO delle LEGGI SULLA SICUREZZA TITOLO I 1 PRIMA DEL D.LGS.81 DEL 2008? IL CODICE CIVILE (1865 ) (Con la Legge 80/1898

Dettagli

FB SERVIZI S.r.l. Corso Italia 126 San Giovanni Teatino (CH) C.F./P.I. 02147910695

FB SERVIZI S.r.l. Corso Italia 126 San Giovanni Teatino (CH) C.F./P.I. 02147910695 FB SERVIZI S.r.l. Corso Italia 126 San Giovanni Teatino (CH) C.F./P.I. 02147910695 CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE Settembre 2007 INTRODUZIONE

Dettagli

girolomini_fulvio@assam.marche.it fulvio.girolomini@regione.marche.it

girolomini_fulvio@assam.marche.it fulvio.girolomini@regione.marche.it F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome GIROLOMINI FULVIO Indirizzo VIA TOGLIATTI, 39/A 60131 ANCONA Telefono 071/808382-347-3252980 Fax 071/808333 E-mail girolomini_fulvio@assam.marche.it

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Scienze Politiche, indirizzo di Relazioni Industriali. Libera Università Internazionale degli Studi Sociali (L.U.I.S.S.

CURRICULUM VITAE. Scienze Politiche, indirizzo di Relazioni Industriali. Libera Università Internazionale degli Studi Sociali (L.U.I.S.S. CURRICULUM VITAE Dati anagrafici Cognome e nome Data e luogo di nascita CIAMPI PAOLO 26.07.1967 Latina Titoli di studio Diploma di scuola media superiore Maturità Scientifica Voto 60/60 Laurea in Università

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E

C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo luogo di lavoro Marisa Forti Piazza Unità d Italia, 26 - Formigine Telefono 059-416248 E-mail Nazionalità italiana Data di nascita 17.06.1057

Dettagli

Art. 1 (Campo di applicazione)

Art. 1 (Campo di applicazione) Allegato C) alla deliberazione n. 29 del 31.10.2014 Regolamento per la definizione dei criteri per l individuazione, il conferimento, la valutazione e la revoca degli incarichi delle posizioni organizzative

Dettagli

SICUREZZA DEL PERSONALE SCOLASTICO

SICUREZZA DEL PERSONALE SCOLASTICO LA FORMAZIONE SULLA SICUREZZA DEL PERSONALE SCOLASTICO Il D.lvo 81/2008 e le novità introdotte dagli Accordi Stato-Regione del 21 dicembre 2011 Accordo Stato- Regioni Attuazione delle disposizioni del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE. REVISIONE approvata nella seduta del CDA in data 17/07/2015 1/5

REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE. REVISIONE approvata nella seduta del CDA in data 17/07/2015 1/5 Azienda Speciale Consortile COMUNITA SOCIALE CREMASCA REGOLAMENTO PER L ACQUISIZIONE, GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE REVISIONE approvata nella seduta del CDA in data 17/07/2015 1/5 Premessa Il

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo MAZZIERI MAURO VIA E. BERLINGUER, 6 60126 ANCONA Telefono 071 883917 cell. 3387019316 Fax E-mail mauro.mazzieri@regione.marche.it

Dettagli

Coordinamenti RSA Banca Monte dei Paschi di Siena SPA ACCORDO SU CESSIONE SPORTELLI MPS A BANCA CR FIRENZE

Coordinamenti RSA Banca Monte dei Paschi di Siena SPA ACCORDO SU CESSIONE SPORTELLI MPS A BANCA CR FIRENZE Coordinamenti RSA Banca Monte dei Paschi di Siena SPA ACCORDO SU CESSIONE SPORTELLI MPS A BANCA CR FIRENZE Il giorno 22 aprile 2010, a Siena, alla presenza dei responsabili del personale e delle relazioni

Dettagli

Progetto Multicanalità Integrata. Contact Unit. Milano, 17 luglio 2014

Progetto Multicanalità Integrata. Contact Unit. Milano, 17 luglio 2014 Progetto Multicanalità Integrata Contact Unit Milano, 17 luglio 2014 La nostra formula per il successo Piano d Impresa 2014-2017 1 Solida e sostenibile creazione e distribuzione di valore Aumento della

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NAPOLI REGOLAMENTO AVVOCATI ELENCO SPECIALE

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NAPOLI REGOLAMENTO AVVOCATI ELENCO SPECIALE CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NAPOLI REGOLAMENTO AVVOCATI ELENCO SPECIALE NAPOLI 2015 Prefazione Con l art. 23 della L. 247/12, istitutiva del nuovo ordinamento forense, viene portato a termine

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. - le Organizzazioni Sindacali Aziendali DIRCREDITO-FD, FALCRI, FIBA/CISL, FISAC/CGIL, UIL C.A. di CARIPARO.

VERBALE DI ACCORDO. - le Organizzazioni Sindacali Aziendali DIRCREDITO-FD, FALCRI, FIBA/CISL, FISAC/CGIL, UIL C.A. di CARIPARO. VERBALE DI ACCORDO In data 25/02/03, in Padova, tra - Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo S.p.A. (di seguito CARIPARO) e - le Organizzazioni Sindacali Aziendali DIRCREDITO-FD,,,, di CARIPARO premesso

Dettagli

Piattaforma per il rinnovo del CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE Cassa di Risparmio di Venezia SpA

Piattaforma per il rinnovo del CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE Cassa di Risparmio di Venezia SpA Libero / Falcri Fiba Cisl Fisac Cgil Uilca Piattaforma per il rinnovo del CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE Cassa di Risparmio di Venezia SpA PREMESSA La struttura del Gruppo è costituita da una Capogruppo,

Dettagli

COMUNICAZIONE CONSOB 1. DIN/1047369 del 13/06/2001. DIN/2024801 del 15/04/2002. DI/99052230 del 05/07/1999. DIN/1035077 del 10/05/2001

COMUNICAZIONE CONSOB 1. DIN/1047369 del 13/06/2001. DIN/2024801 del 15/04/2002. DI/99052230 del 05/07/1999. DIN/1035077 del 10/05/2001 Quadro sintetico delle qualifiche che consentono l iscrizione di diritto ai sensi dell art. 4 del D.M. n. 472/1998 aggiornato alle modifiche introdotte dal D.M. n. 140/2010. Avvertenza: le tabelle pubblicate

Dettagli

CRITERI GENERALI DELLA METODOLOGIA PERMANENTE PER LA VALUTAZIONE DEI RISULTATI E DELLA PRESTAZIONE LAVORATIVA DEI DIPENDENTI

CRITERI GENERALI DELLA METODOLOGIA PERMANENTE PER LA VALUTAZIONE DEI RISULTATI E DELLA PRESTAZIONE LAVORATIVA DEI DIPENDENTI CRITERI GENERALI DELLA METODOLOGIA PERMANENTE PER LA VALUTAZIONE DEI RISULTATI E DELLA PRESTAZIONE LAVORATIVA DEI DIPENDENTI Il sistema premiante introdotto dal CCNL 31 marzo 1999 e dal CCNL 1 aprile 1999

Dettagli

ESPERIENZE PROFESSIONALI ATTUALE INCARICO Posizione. ANVUR Dirigente di II fascia responsabile dell Area Amministrativocontabile ESPERIENZE PREGRESSE

ESPERIENZE PROFESSIONALI ATTUALE INCARICO Posizione. ANVUR Dirigente di II fascia responsabile dell Area Amministrativocontabile ESPERIENZE PREGRESSE Curriculum vitae di Valter BRANCATI INFORMAZIONI PERSONALI Nome e cognome Valter Brancati Luogo e data di nascita Reggio Calabria, 21/11/1962 Codice fiscale BRNVTR62S21H224N telefono e-mail valter.brancati@anvur.org

Dettagli

CCNL COOPERATIVE SOCIALI

CCNL COOPERATIVE SOCIALI CCNL COOPERATIVE SOCIALI Verbale di accordo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro per le lavoratrici e i lavoratori delle cooperative del settore socio-sanitario assistenziale-educativo

Dettagli

V E R B A L E D I A C C O R D O

V E R B A L E D I A C C O R D O V E R B A L E D I A C C O R D O Fusione per incorporazione di Banca Antonveneta Spa in Banca Monte dei Paschi di Siena Spa e contestuale conferimento di ramo d azienda nella Nuova Banca Antonveneta SpA.

Dettagli

Deli bera zio ne del Direttore Generale n.

Deli bera zio ne del Direttore Generale n. A Z I E N D A S A N I T A R I A L O C A L E AL Sede legale: Viale Giolitti 2 Deli bera zio ne del Direttore Generale n. d el OGGETTO: PARERI DELLA S.O. PROPONENTE EX ART. 4, 1 COMMA, L. 7.8.1990 N. 241

Dettagli

FIRMATA L IPOTESI DI ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE

FIRMATA L IPOTESI DI ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE Segreterie di Coordinamento UniCredit Banca FIRMATA L IPOTESI DI ACCORDO PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE 12 aprile 2007-27 settembre 2007: tanto è durata la trattativa per il rinnovo

Dettagli

PERSONALE DEL COMPARTO

PERSONALE DEL COMPARTO RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA E ILLUSTRATIVA AI SENSI DELL ART. 40 COMMA 3 SEXIES ALLEGATO ALLA PREINTESA DEL CONTRATTO INTEGRATIVO DELL AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI LECCO 2006-2009 PER LE FINALITA

Dettagli

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo

Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Redditi di lavoro dipendente Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo Il contratto di fornitura di lavoro temporaneo è il contratto mediante il quale l impresa fornitrice pone uno o più lavoratori,

Dettagli

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n.

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. SCHEDA n. 5 Le figure costitutive della sicurezza 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94 Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. 626/94 Il D. Lgs. del 19-9-94 n. 626 recepisce direttive comunitarie

Dettagli

POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE

POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE 1. Che cos è la formazione La formazione è il processo attraverso il quale si educano, si migliorano e si indirizzano le risorse umane affinché personale

Dettagli

Circolare N. 66 del 5 Maggio 2015

Circolare N. 66 del 5 Maggio 2015 Circolare N. 66 del 5 Maggio 2015 Jobs act e lavoro a termine: il mancato rispetto dei limiti non comporta l obbligo di assunzione Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con il terzo

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e nome BASSO MAURIZIO Numero civico, strada o piazza, codice postale, città, paese 11, LEVÀ DEGLI ANGELI,

Dettagli

DECRETI PRESIDENZIALI

DECRETI PRESIDENZIALI DECRETI PRESIDENZIALI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 26 giugno 2015. Definizione delle tabelle di equiparazione fra i livelli di inquadramento previsti dai contratti collettivi relativi

Dettagli

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI (ART. 37 D.LGS. 81/08)

FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI (ART. 37 D.LGS. 81/08) FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PER I LAVORATORI, PREPOSTI E DIRIGENTI (ART. 37 D.LGS. 81/08) L Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011 (pubblicato in G.U. 11 gennaio 2012 n. 8) disciplina la durata, i contenuti

Dettagli

Marzo 2013 Oggi AVM S.p.A. Isola Nova del Tronchetto 33, 30135 Venezia

Marzo 2013 Oggi AVM S.p.A. Isola Nova del Tronchetto 33, 30135 Venezia C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nazionalità CLAUDIA LAZZARINI italiana Data di nascita 24 AGOSTO 1969 ESPERIENZA LAVORATIVA Data Nome e indirizzo del datore di Tipo di azienda

Dettagli

GUIDA AGLI INQUADRAMENTI

GUIDA AGLI INQUADRAMENTI in UniCredit GUIDA AGLI INQUADRAMENTI nel Cntratt Integrativ Aziendale delle Banche del Grupp UniCredit Guida agli Recuper integrale del pregress a partire dalla data di si tratti di figure prfessinali

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail CAINELLI SANDRA [Via della Rì, 2 38123 Trento, Italia] Nazionalità Italiana

Dettagli

La gestione delle risorse umane nel pubblico impiego dopo la riforma della P.A. (D.L. n.90 del 2014 e Disegno di legge delega S1577)

La gestione delle risorse umane nel pubblico impiego dopo la riforma della P.A. (D.L. n.90 del 2014 e Disegno di legge delega S1577) FORMAZIONE AVANZATA La gestione delle risorse umane nel pubblico impiego dopo la riforma della P.A. (D.L. n.90 del 2014 e Disegno di legge delega S1577) 1. Scenario di riferimento La formazione del personale

Dettagli

RUOLI E FIGURE PROFESSIONALI - PERCORSI DI SVILUPPO PROFESSIONALE. Tra

RUOLI E FIGURE PROFESSIONALI - PERCORSI DI SVILUPPO PROFESSIONALE. Tra RUOLI E FIGURE PROFESSIONALI - PERCORSI DI SVILUPPO PROFESSIONALE In Milano, in data 7 ottobre 2015 - Intesa Sanpaolo S.p.A., anche nella qualità di Capogruppo (di seguito ISP) Tra e - le Delegazioni di

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI ai sensi del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 TESTO UNICO SULLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Azienda: I.I.S. A. GENTILESCHI DI CARRARA via: Sarteschi n. 1 città: Carrara

Dettagli

Regolamento per il conferimento degli incarichi ed il reclutamento del personale

Regolamento per il conferimento degli incarichi ed il reclutamento del personale Regolamento per il conferimento degli incarichi ed il reclutamento del personale PRINCIPI GENERALI Il presente Regolamento individua principi, criteri e modalità per il conferimento di incarichi di consulenza,

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità

Istituto Superiore di Sanità 1 Istituto Superiore di Sanità SISTEMA DI COMUNICAZIONI PER LA PREVENZIONE E LA PROTEZIONE DEI LAVORATORI DOGE n. Disposizione Operativa Generale BOZZA PER COMMENTI Distribuzione finale: Responsabili delle

Dettagli

CURRICULUM VITAE. CARNEVALE Assunta nata a Roma il 25/12/1961 ed ivi residente in Via Casilina, 379 00176. Coniugata con due figli.

CURRICULUM VITAE. CARNEVALE Assunta nata a Roma il 25/12/1961 ed ivi residente in Via Casilina, 379 00176. Coniugata con due figli. CURRICULUM VITAE CARNEVALE Assunta nata a Roma il 25/12/1961 ed ivi residente in Via Casilina, 379 00176. Coniugata con due figli. ATTIVITA LAVORATIVA - Ha rivestito la qualifica di funzionario amministrativo-contabile,

Dettagli

PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE D.Lgs. 81/08, Artt. 36, 37

PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE D.Lgs. 81/08, Artt. 36, 37 PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE D.Lgs. 81/08, Artt. 36, 37 ALLEGATO REV DATA 19..26 IV INDICE PIANO DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE 1 INTRODUZIONE... 3 2 CLASSIFICAZIONE AZIENDA... 3 3 LUOGO DI SVOLGIMENTO

Dettagli

la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili

la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili COMITATO PARITETICO TERRITORIALE DI TORINO E PROVINCIA la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili MODELLI PER LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI, PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA E

Dettagli

Formato europeo per il

Formato europeo per il Formato europeo per il c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Cognome e Nome LA PLACA AGNESE Telefono 091 6277206 3351294785 E-mail Codice fiscale agneselaplaca@virgilio.it LPLGNS57B50G273O

Dettagli

I soggetti del Sistema di Prevenzione Aziendale. Compiti, obblighi, responsabilità civili e penali

I soggetti del Sistema di Prevenzione Aziendale. Compiti, obblighi, responsabilità civili e penali Corso di Progettazione e Organizzazione della Sicurezza nel Cantiere - prof. arch. Renato G. Laganà I soggetti del Sistema di Prevenzione Aziendale. Compiti, obblighi, responsabilità civili e penali TITOLO

Dettagli

Regolamento per il reclutamento del personale

Regolamento per il reclutamento del personale Pagina 1 di 7 Regolamento per il 1 Pagina 2 di 7 INDICE PREMESSA... 3 ARTICOLO 1 PRINCIPI GENERALI... 3 ARTICOLO 2 PROCEDURA DI RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE... 4 ARTICOLO 3 PROCEDURA PER LA RICERCA

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI CONFERIMENTO AL PERSONALE DIPENDENTE E/O AI COLLABORATORI DI INCARICHI TECNICI DI NATURA PROFESSIONALE

REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI CONFERIMENTO AL PERSONALE DIPENDENTE E/O AI COLLABORATORI DI INCARICHI TECNICI DI NATURA PROFESSIONALE REGOLAMENTO AZIENDALE IN MATERIA DI CONFERIMENTO AL PERSONALE DIPENDENTE E/O AI COLLABORATORI DI INCARICHI TECNICI DI NATURA PROFESSIONALE 22 settembre 2014 Premesso: che l Amministrazione comunale di

Dettagli

Regolamento per il conferimento. degli incarichi ed il reclutamento del personale

Regolamento per il conferimento. degli incarichi ed il reclutamento del personale MEGAS. NET S.P.A. Regolamento per il conferimento degli incarichi ed il reclutamento del personale (adottato ai sensi dell'art. 18, secondo comma, D.L. 112/2008, convertito con Legge 6 agosto 2008, n.

Dettagli

CODICE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE

CODICE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE CODICE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE 1 PREMESSA Il presente codice disciplina le procedure di ricerca, selezione ed inserimento di personale, che sono demandate alla Direzione Generale,

Dettagli

MODULO DI DOMANDA SCHEDA INFORMATIVA GENERALE. Denominazione o ragione sociale: N P.A.T. 1 : Matricola INPS

MODULO DI DOMANDA SCHEDA INFORMATIVA GENERALE. Denominazione o ragione sociale: N P.A.T. 1 : Matricola INPS MODULO DI DOMANDA per la riduzione del tasso medio di tariffa ai sensi dell art. 24 delle Modalità di applicazione delle Tariffe dei premi (D.M. 12/12/2000) dopo il primo biennio di attività ANNO SCHEDA

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 Art. 1. FINALITA Presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università di Trieste è istituito il Master Universitario

Dettagli

CITTA di SARZANA Provincia della Spezia REGOLAMENTO

CITTA di SARZANA Provincia della Spezia REGOLAMENTO REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA, PREVIDENZA ED INCENTIVAZIONE DEI SERVIZI SVOLTI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Dettagli

DEFINITE LE REGOLE DEI PERCORSI FORMATIVI IN MATERIA DI SICUREZZA DEDICATI A

DEFINITE LE REGOLE DEI PERCORSI FORMATIVI IN MATERIA DI SICUREZZA DEDICATI A DEFINITE LE REGOLE DEI PERCORSI FORMATIVI IN MATERIA DI SICUREZZA DEDICATI A LAVORATORI, DIRIGENTI, PREPOSTI E DATORI DI LAVORO CHE INTEDONO SVOLGERE DIRETTAMENTE IL RUOLO DI RSPP La Conferenza permanente

Dettagli

CONVEGNO regionale DIRIGENTI SCOLASTICI LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE ISTTITUZIONI SCOLASTICHE: 1 Dicembre 2014

CONVEGNO regionale DIRIGENTI SCOLASTICI LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE ISTTITUZIONI SCOLASTICHE: 1 Dicembre 2014 CONVEGNO regionale DIRIGENTI SCOLASTICI LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NELLE ISTTITUZIONI SCOLASTICHE: RUOLI E RESPONSABILITÀ 1 Dicembre 2014 IS E. MOLINARI Via Crescenzago, 110 - Milano Formazione ed informazione

Dettagli

LO STUDIO. Lo Studio conta su 15 collaboratori che operano nelle sedi di Novara, Milano e Fagnano Olona, in provincia di Varese.

LO STUDIO. Lo Studio conta su 15 collaboratori che operano nelle sedi di Novara, Milano e Fagnano Olona, in provincia di Varese. LO STUDIO Ballarè Sponghini e Associati - Studio Commercialisti e Consulenti Tributari, opera nei principali settori dell economia aziendale e del diritto, trattando tutti i temi propri della vita delle

Dettagli

Formazione Lavoratori, Preposti e Dirigenti

Formazione Lavoratori, Preposti e Dirigenti EcoGeo S.r.l. Formazione - Sicurezza Formazione Lavoratori, Preposti e Dirigenti Accordo del 21 dicembre 2011 Conferenza permanente per i rapporti tra lo stato le regioni e le provincie autonome di Trento

Dettagli

UNIPOL BANCA S.p.A. PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE

UNIPOL BANCA S.p.A. PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE UNIPOL BANCA S.p.A. PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE Art. 1 INQUADRAMENTI Al fine di identificare e definire le competenze professionali del personale di Unipol Banca, sia

Dettagli

3. APPLICABILITÀ Personale tecnico operativo, appaltatori o lavori autonomi da adibire a lavorazioni in spazi confinati.

3. APPLICABILITÀ Personale tecnico operativo, appaltatori o lavori autonomi da adibire a lavorazioni in spazi confinati. legale in Cuneo, Corso Nizza 9 SGSL 1. DISTRIBUZIONE Tutto il personale 2. SCOPO Disciplinare le modalità di qualificazione del personale, interno o esterno all azienda, da adibire alla realizzazione di

Dettagli

Riorganizzazione delle strutture della Direzione Generale di Banca Popolare di Vicenza

Riorganizzazione delle strutture della Direzione Generale di Banca Popolare di Vicenza Banca Popolare di Vicenza Vicenza, 12 ottobre 2012 Riorganizzazione delle strutture della Direzione Generale di Banca Popolare di Vicenza Abbiamo ricevuto, il 04/10 scorso, dalla Direzione Risorse - Politiche

Dettagli

Conferimento incarico di coordinamento dell UO Amministrazione del Personale fino al 30 giugno 2015. Il Direttore Generale

Conferimento incarico di coordinamento dell UO Amministrazione del Personale fino al 30 giugno 2015. Il Direttore Generale Oggetto: Conferimento incarico di coordinamento dell UO Amministrazione del Personale fino al 30 giugno 2015. Il Direttore Generale la legge regionale 8 agosto 2006 n.13 di Riforma degli enti agricoli

Dettagli

IL Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)

IL Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) 1 IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS) Il RLS Materiale Didattico Azione Formativa on line di carattere Teorico-Normativo 2 PREMESSE Questa Dispensa Didattica è stata elaborata per l

Dettagli

Città di Nichelino Provincia di Torino. Regolamento degli Uffici Legali Enti Pubblici. al fine dell iscrizione nell Elenco speciale

Città di Nichelino Provincia di Torino. Regolamento degli Uffici Legali Enti Pubblici. al fine dell iscrizione nell Elenco speciale Città di Nichelino Provincia di Torino Regolamento degli Uffici Legali Enti Pubblici al fine dell iscrizione nell Elenco speciale Approvato dal Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino il 29.4.2014

Dettagli