LA CAMERA DI COMMERCIO DI LODI E LA SUA FUNZIONE DI SOSTEGNO ALLO SVILUPPO ECONOMICO Lodi, maggio 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA CAMERA DI COMMERCIO DI LODI E LA SUA FUNZIONE DI SOSTEGNO ALLO SVILUPPO ECONOMICO Lodi, maggio 2014"

Transcript

1 LA CAMERA DI COMMERCIO DI LODI E LA SUA FUNZIONE DI SOSTEGNO ALLO SVILUPPO ECONOMICO Lodi, maggio 2014

2 RISORSE ECONOMICHE E RISORSE UMANE Le Camere di Commercio sono enti pubblici dotati di autonomia funzionale (L. 580/1993), articolati su tutto il territorio nazionale. Il funzionamento delle Camere di Commercio viene garantito dal diritto annuale versato dai soggetti iscritti nel Registro delle imprese. Non grava quindi sul bilancio statale. Il diritto annuale incassato dalla Camera di commercio di Lodi nel 2012 è pari in media a 110,10 Euro per impresa (importo minimo: 88 euro), con una ulteriore riduzione a 107,75 nel 2013 (nel complesso - 6,95% rispetti al 2008) 2

3 RISORSE ECONOMICHE E RISORSE UMANE 3

4 RISORSE ECONOMICHE E RISORSE UMANE Evoluzione degli interventi economici Gli interventi economici a vantaggio del sistema economico locale hanno avuto il seguente andamento: Trasferimenti allo Stato per il contenimento della spesa pubblica oltre alle imposte e tasse hanno avuto il seguente andamento: 4

5 RISORSE ECONOMICHE E RISORSE UMANE Negli ultimi anni la Camera di Commercio di Lodi ha garantito l erogazione dei servizi e dal 2010 ha destinato più risorse all economia, pur in presenza di un trend decrescente del personale e di una contrazione dei proventi. 5

6 I COMPITI E LE FUNZIONI DEL SISTEMA 6

7 REGOLE E SERVIZI La Camera di Commercio di Lodi tutela gli interessi dei protagonisti del mercato: imprenditori, professionisti, consumatori, instaurando vere e proprie reti di fiducia, all insegna dell equità, della certezza delle regole, della correttezza e trasparenza nelle transazioni, dell affidabilità delle informazioni riguardanti i fatti e gli atti della vita d impresa. 7

8 REGOLE E SERVIZI Registro delle Imprese Il Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio di Lodi èun registro pubblico digitale che poggia su una comune infrastruttura telematica nazionale Rappresenta l anagrafe delle imprese e fornisce un quadro completo della situazione giuridica di ciascuna impresa di qualsiasi forma giuridica e settore Assicura un sistema organico di pubblicitàlegale delle imprese, garantendo tempestività dell informazione, trasparenza, legalità. Contiene informazioni economico-amministrative relative a: imprese registrate persone (soci, amministratori, altre cariche) bilanci di Società 8

9 REGOLE E SERVIZI Registro delle Imprese Volume medio annuo: visure estratte certificati firme digitali 197 copie di atti e bilanci 29 richieste da parte di Autorità giudiziarie e Forze dell ordine pratiche evase 5,4 giorni lavorativi mediamente necessari per una pratica d iscrizione d impresa 9

10 REGOLE E SERVIZI Comunicazione unica e semplificazione per le imprese Dall aprile 2010 le pratiche di iscrizione degli atti nel Registro delle Imprese sono inviate per via telematica alle Camere di Commercio che a loro volta le trasmettono all Agenzia delle Entrate, all INPS e all INAIL. La procedura della «comunicazione unica»consente una semplificazione amministrativa e una riduzione dei costi a carico delle imprese pratiche nel triennio : pratiche trasmesse ad altre Amministrazioni: di cui INPS di cui INAIL 800 di cui Agenzia delle Entrate

11 REGOLE E SERVIZI Regolazione del mercato e legalità Nel corso del 2013: 47 mediazioni gestite ,00 valore medio delle conciliazioni concluse 45 giorni durata media grado di soddisfazioneespresso dagli utenti pari 4,58 su ispezioni su 1007 prodotti e strumenti metrici 735carte tachigraficherilasciate 339 utenti degli uffici marchi e brevetti 11

12 COMPETITIVITA DELLE IMPRESE Servizi per la nuova imprenditorialità La natalitàdelle imprese èun punto di forza del sistema economico locale; tuttavia il 50% delle nuove imprese cessa la propria attivitàentro i 5 anni dalla nascita. La fase di accompagnamento e di sostegno allo start up riveste pertanto un ruolo indispensabile per un avvio consapevole dell attivitàdi impresa. Attivitàe risultati 2013 Realizzazione annuale del corso «Crea la tua impresa a Lodi», rivolto a 16 aspiranti imprenditori con lo scopo di orientarne l operato e massimizzarne le opportunitàdi successo. Bando camerale per le Start up lodigiane, con contributi a fondo perduto fino a e altrettanti a tasso zero. Hanno partecipato 45 start up e sono nate, grazie al contributo, 20 nuove imprese L alta mortalitàdelle imprese nei primi anni di vita èaltresìdovuta a una scarsa programmazione delle attività aziendali. Per aiutare aspiranti e nuovi imprenditori a progettare e realizzare la propria idea imprenditoriale, è attivo presso il centro servizi di Lodinnova un incubatore che fornisce una facilitazione in termini di spazi di lavoro a condizioni agevolate, oltre a una serie di servizi dedicati che vanno dall assistenza al tutoraggio e alla formazione. Le imprese incubate sono

13 COMPETITIVITA DELLE IMPRESE Servizi per la nuova imprenditorialità Nel 2008 attraverso l istituzione dello Sportello Per l Impresa si sono maggiormente strutturati i servizi di accompagnamento e di sostegno allo start up. Il servizio si occupa di erogare le più importanti informazioni sia di tipo anagrafico sia di tipo promozionale necessarie per avviare una nuova impresa o utili per gestire fasi successive di sviluppo di attività già esistenti. Accorpando in sé l'urp e il Punto Nuova Impresa, lo sportello eroga l'assistenza di primo livello rivolta in particolare agli aspiranti imprenditori; si occupa inoltre di aiutare l'utente a gestire gli adempimenti burocratici verso la Camera con un'assistenza dedicata semplificando e velocizzando le risposte per gli utenti senza doversi recare in uffici diversi. Parallelamente permette di promuovere in maniera diffusa i servizi informativi e di accompagnamento alla nascita e allo sviluppo delle imprese. Con l'entrata in vigore di "ComUnica" lo sportello si occupa di assistere le piccole imprese nella compilazione della nuova pratica di iscrizione e/o di cancellazione al Registro Imprese ed al suo invio telematico tramite la piattaforma "Starweb". Attivitàe risultati 2013 n utenti dei servizi allo Sportello Per l Impresa n. 69 pratiche ComUnicainviate dallo Sportello Per l Impresa con l attività di assistenza 13

14 COMPETITIVITA DELLE IMPRESE Finanza, contributi e accesso al credito Il sostegno all accesso al credito ha rappresentato in questi anni una leva strategica di primaria importanza, cui il Sistema camerale e la Camera di Commercio di Lodi hanno risposto con una serie di importanti iniziative: Confiducia: la Camera di Commercio di Lodi ha vincolato a patrimonio la somma di ,00 (dei quali ,00 destinati al settore commercio) nel fondo di garanzia Confiducia, che ha rappresentato la prima misura di contrasto alla crisi posta in essere dal Sistema camerale lombardo, in accordo con Regione Lombardia e Confidi, finalizzata a fronteggiare le difficoltàdi accesso al credito delle imprese. Il fondo -con dotazione complessiva di 51 milioni di Euro -ha permesso di attivare oltre pratiche di finanziamento per complessivi 1,1 miliardi di Euro. Le pratiche per la nostra provincia hanno interessato 171 imprese. La Camera inoltre ha coperto l insolvenza di 3 imprese con una somma complessiva di ,00. Fondo di garanzia Federfidi FEI: la Camera ha apportato ,00 al fondo di garanzia costituito in collaborazione con Federfidi e Fondo Europeo degli Investimenti, finalizzato a garantire - fino alla misura dell 80% - i finanziamenti e gli investimenti delle imprese. Hanno beneficiato di tale garanzia 263 imprese lodigiane, delle quali 49 start-up. Fondo rotativo Sbloccacrediti: con questa iniziativa si èinteso ovviare alla difficoltàdei Comuni nel rispettare le scadenze dei pagamenti a favore delle imprese fornitrici di beni e servizi. Il progetto, realizzato con la collaborazione di ANCI Lombardia, ha messo a disposizione un fondo rotativo di 15 milioni di Euro, che ha permesso alle imprese di vedersi anticipare il credito vantato nei confronti dei Comuni. Fondo con BCC Centropadana: tale fondo ha messo a disposizione ,00 - dei quali ,00 di competenza della Camera e ,00 della Banca -finalizzati ad anticipare i crediti compresi tra ,00 e ,00 vantati dalle imprese nei confronti della Provincia di Lodi. 26 imprese hanno beneficiato dell iniziativa esaurendo le diponibilità del fondo. Bando tassi creditori: realizzato per agevolare le imprese creditrici della Provincia di Lodi mediante contributi in abbattimento tassi sugli importi anticipati dagli istituti di credito, ha visto una platea di 15 imprese del territorio beneficiarie. Bando tassi camerale: misura in abbattimento tassi di interesse per investimenti e liquidità che la Camera propone annualmente con proprie risorse ( ,00 nel quadriennio ) e che ha visto beneficiate 294 imprese della provincia. 14

15 ,00: risorse destinate a sostenere le imprese nel imprese hanno ottenuto contributi nel 2013, di cui 68 imprese hanno ottenuto un contributo in abbattimento tassi 45 per il Bando Start up 57 per il Bando Occupazione 74 per il Bando Fiere internazionali in Italia 52 per il Bando Voucher Internazionalizzazione 12 per il Voucher Innovazione 29 per il Bando «Comunicazione digitale» 5 per il Bando «Impresa digitale ICT» COMPETITIVITA DELLE IMPRESE Finanza, contributi e accesso al credito Inoltre 263 le imprese che hanno beneficiato di garanzia sui finanziamenti (accordo Federfidi-FEI) 15

16 COMPETITIVITA DELLE IMPRESE Proprietà industriale e innovazione Attivitàe risultati di interventi economici Per superare l ostacolo della piccola dimensione delle imprese innovative e delle contingenze che ne limitano le opportunità di innovazione, la Camera di Commercio di Lodi mette a disposizione delle imprese una rete qualificata di assistenza consulenziale, sostenendone l utilizzo da parte delle MPMI tramite Voucher ad hoc: Imprese beneficiarie Bando Voucher Innovazione: 12per ,00 Imprese beneficiarie Bando Impresa digitale ICT: 5 per ,00 Imprese beneficiarie Bando progetti di comunicazione digitale, finanziato con risorse provenienti da Convenzione Artigianato: 29 domande, di cui 2 finanziate per ,00 Nel corso del 2013 la Camera di Commercio di Lodi ha inoltre partecipato al progetto promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico e Unioncamere Nazionale per potenziare l Ufficio Marchi e brevetti. Il progetto ha permesso di realizzare 3 incontri formativi e informativi rivolti alle imprese/professionisti e di istituire un servizio, gratuito, di prima consulenza a cura dei consulenti in proprietà industriale che è stato utilizzato da 7 utenti. 16

17 COMPETITIVITA DELLE IMPRESE Formazione e valorizzazione del capitale umano e professionale Dal 2011 ad oggi la Camera ha attivato il confronto sui temi della formazione del capitale umano e del raccordo con il mondo della formazione scolastica e professionale, costituendo il Laboratorio territoriale per il raccordo tra la domanda e l offerta di lavoro, che annovera tutti i soggetti locali che, a vario titolo, rappresentano il mondo della formazione e dell imprenditoria. Oltre l obiettivo principale del raccordo tra istruzione, formazione e lavoro, gli obiettivi specifici del progetto consistono in attivitàvolte all emersione dei fabbisogni di professionalitàe le competenze necessarie allo sviluppo competitivo dei sistemi economici locali; interventi per favorire l inserimento lavorativo dei giovani e l incontro di domanda e offerta di formazione e lavoro (alternanza scuola lavoro etc.); pianificazione concertata e collaborazione ai progetti per l Orientamento degli studenti che devono scegliere i percorsi formativi o di ingresso nel mondo del lavoro (progetti Millestrade, OrientaLO). ATTIVITA SVOLTE N. DI ISTITUTI SCOLASTICI COINVOLTI N. DI IMPRESE COINVOLTE N. DI STUDENTI COLLOCATI IN STAGE/TIROCINIO

18 COMPETITIVITA DELLE IMPRESE Servizi per il turismo e i beni culturali Attivitàe risultati 34 Strutture hanno conseguito il marchio di Qualità Turistica Ospitalità Italiana» di ISNART (Istituto nazionale per le ricerche Turistiche) 21 Ristoranti 8 Alberghi 5 Agriturismi La Camera di Commercio di Lodi ha sostenuto nel corso degli anni decine di iniziative e manifestazioni finalizzate allo sviluppo del territorio, alla promozione dell economia e all attrazione turistica, in partenariato con i Comuni, le istituzioni, le Associazioni di categoria. Tra di esse: le Notti Bianche di Lodi, Lodi Vecchio, Casalpusterlengo e Codogno, la Rassegna Gastronomica, le Forme del Gusto, la Strada del Vino San Colombano e dei Sapori Lodigiani, l Autunno di Lodi, il Festival dei Comportamenti, il Distretto del Cicloturismo, il Sistema Museale Lodigiano. La Camera di Lodi propone annualmente un iniziativa di attrattività territoriale, realizzata in collaborazione con la Camera di Cremona, di accoglienza di tour operator esteri. 18

19 MERCATI GLOBALI Le azioni di sviluppo del mercato si concentrano in particolare verso una dimensione globale e internazionale, essendo fondamentali i mercati di sbocco esteri per consolidare la ripresa e aumentare la competitività delle imprese 19

20 MERCATI GLOBALI Servizi per il commercio estero I servizi per l estero sono obbligatori in quanto richiesti da Convenzioni internazionali o da Stati esteri. La loro erogazione rappresentaun alleggerimento dei costi per le imprese esportatrici. Attività e risultati 2013: certificati d origine 19 carnet ATA attestati di libera vendita 903 visti di poteri di firma 3 depositi listini 20

21 MERCATI GLOBALI Internazionalizzazione Attivitàe risultati 2013 La Camera di Commercio di Lodi è snodo della rete «Worldpass», diffusa su tutto il territorio nazionale, nonché, dal 2004, punto della rete LombardiaPoint. 306 utenti per le attività di informazione, consulenza, formazione e accompagnamento in tema di internazionalizzazione La Camera di Lodi può contare anche sull appoggio di 81Camere di Commercio Italiane all estero, 38 Camere Italo estere e 154 desk all estero per supportare le imprese lodigiane di interventi economici 23 azioni di supporto per favorire la partecipazione delle imprese lodigiane a fiere internazionali all estero 25 missioni economiche all esteroin paesi strategici per l economia lodigiana 74 imprese partecipanti a fiere internazionali in Italia 21

22 MERCATI GLOBALI Internazionalizzazione Attivitàe risultati 2013 Progetto LET GO! Un Export Manager al servizio delle imprese Per far fronte alle difficoltà nell affrontare i mercati esteri manifestate dalle MPMI lodigiane, che raramente dispongono di figure professionali specializzate e di una pianificazione mirata, è stato messo loro a disposizione un esperto in internazionalizzazione che prestasse la propria opera di Export Manager. Il progetto ha visto la partecipazione di 10 imprese del territorio, nell ambito delle quali tre sono state selezionate a beneficiare della presenza in azienda dell Export Manager. Tale figura ha concordato con le imprese stesse una strategia di internazionalizzazione, valorizzando le competenze interne e indicando le migliori azioni di sviluppo sui mercati esteri. 22

23 COMPETITIVITA DEL TERRITORIO La Camera di Commercio di Lodi è protagonista di una serie di azioni per migliorare le condizioni generali del contesto socio economico, al fine di favorire una crescita equilibrata del tessuto imprenditoriale. 23

24 COMPETITIVITA DEI TERRITORI Sviluppo locale, promozione territoriale e programmazione comunitaria Per sostenere le attivitàdell artigianato e i piccoli esercizi commerciali, la Camera ha avviato una serie di progetti ed iniziative, in collaborazione con i Comuni e le associazioni di categoria. Le attività poste in essere dal Distretto Urbano del Commercio di Lodi hanno tratto origine dalla convinzione che il Distretto sia un area con caratteristiche omogenee per le quali soggetti pubblici e privati propongono interventi di gestione integrata, nell interesse di uno sviluppo sociale, culturale ed economico e della valorizzazione ambientale del contesto urbano e territoriale cui appartengono. Senza considerare gli investimenti pubblici realizzati, il Distretto ha messo a disposizione degli operatori privati risorse complessive per ,00, finalizzate a finanziare interventi quali ristrutturazioni edilizie, riqualificazione estetica degli immobili, acquisto di arredi, interventi a favore della sicurezza, sviluppo tecnologico. Le imprese beneficiare sono state 52. Nel complesso sono stati effettuati interventi -pubblici e privati -per oltre 1,1 milioni di Euro. L esperienza dei Distretti Urbani è stata replicata con i Distretti Diffusi, nati dalla partnership tra Amministrazioni, operatori locali e associazioni di categoria: Basso Lodigiano (Casalpusterlengo, Codogno, Somaglia, Maleo, Fombio) Lodi Vecchio (Lodi Vecchio, Salerano, Pieve Fissiraga, Caselle Lurani, Casaletto Lodigiano) Sant Angelo Lodigiano (Sant Angelo Lodigiano, Graffignana, Castiraga Vidardo). 24

25 COMPETITIVITA DEI TERRITORI Informazione economica, studio e monitoraggio delle economie locali Attivitàe risultati Studi e ricerche effettuate dalla Camera di Commercio 6 Rapporti annuali sull economia locale 24 Note congiunturali sull andamento dei principali settori economici 6 Ricerche sui fabbisogni professionali delle imprese 16 Approfondimenti settoriali 4 Indagini sul clima di fiducia 105 Comunicati stampa di divulgazione dell informazione economica 400 Risposte alle richieste degli utenti 25

26 GIUDIZIO SULL EFFICIENZA DEGLI ENTI PIU UTILIZZATI DALLE IMPRESE 26

27 LA FUNZIONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO Fonte: Indagine di CustomerSatisfaction fra gli utenti della Camera di Commercio di Lodi (Rilevazione gennaio 2013-dicembre 2013 a cura dell URP Camera di Commercio di Lodi) Per valutare la funzione della Camera di Commercio, è stato chiesto di scegliere tra le espressioni utile o inutile al territorio, di facilitazione o complessa per il cliente, presente o lontana dalle imprese, lineare o burocratica nelle procedure, all'avanguardia o poco moderna nei sistemi. La Camera di Commercio viene riconosciuta come utile dal 90% dei rispondenti 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% 90% UTILE/INUTILE 10% FACILITANTE/COMPLESSA 71% 70% 29% 30% PRESENTE/LONTANA 49% 51% LINERARE/BUROCRATICA 63% MODERNA/DATATA 37% Giudizio positivo Giudizio negativo 27

28 LA VALUTAZIONE COMPLESSIVA DEI SERVIZI EROGATI Fonte: Indagine di CustomerSatisfaction fra gli utenti della Camera di Commercio di Lodi (Rilevazione gennaio 2013-dicembre 2013 a cura dell URP Camera di Commercio di Lodi) E stato richiesto agli intervistati di esprimere un giudizio complessivo del livello di soddisfazione riscontrato nei confronti dei vari servizi ai quali hanno avuto occasione di rivolgersi presso l Ente. La valutazione espressa in relazione ai servizi erogati dalla Camera è di sostanziale soddisfazione: il giudizio medio relativo alla domanda è infatti pari a 3,49 in una scala da 1 a 5, dove è stato attribuito un voto superiore a 3 dall 88% degli intervistati. Risulta pertanto evidente una buona percezione da parte degli utenti del proprio livello di soddisfazione. 15% 6% 6% 38% 35% voto 1 voto 2 voto 3 voto 4 voto 5 28

IL SISTEMA CAMERALE E LA SUA FUNZIONE DI SOSTEGNO ALLO SVILUPPO ECONOMICO

IL SISTEMA CAMERALE E LA SUA FUNZIONE DI SOSTEGNO ALLO SVILUPPO ECONOMICO IL SISTEMA CAMERALE E LA SUA FUNZIONE DI SOSTEGNO ALLO SVILUPPO ECONOMICO 0 IL SISTEMA CAMERALE Le Camere di commercio sono enti pubblici dotati di autonomia funzionale (L. 580/1993), articolati su tutto

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA CREDITO INCASSA B2B. ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015

REGIONE LOMBARDIA CREDITO INCASSA B2B. ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015 ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015 Pubblichiamo un estratto delle ultime notizie relative alle opportunità offerte da bandi e finanza agevolata. CHIARI SERVIZI Srl è a Vostra disposizione per fornire

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI BRESCIA

CAMERA DI COMMERCIO DI BRESCIA NEWSLETTER n. 3 SETTEMBRE 2015 Pubblichiamo un estratto delle ultime informazioni relative alle opportunità offerte da bandi e finanza agevolata. Evidenziamo, fra le opportunità nella sezione Regione Lombardia,

Dettagli

LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE

LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE 1. Linee guida per il Progetto di legge per il rilancio della competitività lombarda 2. Aggiornamento dei criteri attuativi di Credito Adesso: 3.

Dettagli

NUOVI BANDI TRGIONE LOMBARDIA

NUOVI BANDI TRGIONE LOMBARDIA NUOVI BANDI TRGIONE LOMBARDIA Caro Osvaldo, ti inoltro il link con l'aggiornamento dei bandi regionali nel caso ci fossero informazioni di tuo interesse e la riapertura del bando per l'internazionalizzazione.

Dettagli

I nostri orizzonti vanno al di là di ogni schermo

I nostri orizzonti vanno al di là di ogni schermo I nostri orizzonti vanno al di là di ogni schermo La rete regionale al servizio dell internazionalizzazione LombardiaPoint (Punti Operativi per l Internazionalizzazione) è la rete degli sportelli regionali

Dettagli

Allegati seconda parte

Allegati seconda parte Allegati seconda parte Nella seconda parte degli allegati sono stati individuati sulla base della Relazione previsionale programmatica, del bilancio preventivo e del budget, gli obiettivi dell ente nel

Dettagli

PROGETTO CLUB DEGLI ESPORTATORI

PROGETTO CLUB DEGLI ESPORTATORI ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO ECONOMICO E LA COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA LOMBARDO Asse 2 Internazionalizzazione misura D PROGETTO CLUB DEGLI ESPORTATORI AVVISO PER LA SELEZIONE DI IMPRESE ANNO 2010

Dettagli

DETERMINAZIONI DEL SEGRETARIO GENERALE ANNO 2015

DETERMINAZIONI DEL SEGRETARIO GENERALE ANNO 2015 DETERMINAZIONI DEL SEGRETARIO GENERALE ANNO 2015 N. DATA OGGETTO SPESA UFFICIO PROPONENTE 1 05/01/2015 Costituzione del fondo cassa anno 2015 (D.P.R. 254/2005) 10.000,00 Gestione Risorse 2 15/01/2015 Convalida

Dettagli

Da tali presupposti e attraverso il supporto degli strumenti normativi regionali si delineano i presenti criteri attuativi.

Da tali presupposti e attraverso il supporto degli strumenti normativi regionali si delineano i presenti criteri attuativi. Criteri per la predisposizione del bando INNOVA RETAIL 3 Premessa La DG Commercio, Turismo e Servizi ha supportato le imprese lombarde nelle nuove sfide del mercato globalizzato, sia puntando sulle sinergie

Dettagli

Regione Abruzzo. Promozione e Sviluppo del Sistema Produttivo LEGGE REGIONALE PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DEL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONALE

Regione Abruzzo. Promozione e Sviluppo del Sistema Produttivo LEGGE REGIONALE PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DEL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONALE LEGGE REGIONALE PER LA PROMOZIONE E LO SVILUPPO DEL SISTEMA PRODUTTIVO REGIONALE La Competitività Territoriale Lo sviluppo e la competitività territoriale passano necessariamente attraverso la capacità

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

INTERVENTI E INIZIATIVE DELLA CAMERA DI COMMERCIO

INTERVENTI E INIZIATIVE DELLA CAMERA DI COMMERCIO Finanza agevolata, bandi, credito d'imposta INTERVENTI E INIZIATIVE DELLA CAMERA DI COMMERCIO Castellanza, LIUC - Università Cattaneo 2 ottobre 2014 INTERVENTI E INIZIATIVE DELLA CAMERA DI COMMERCIO PRINCIPI:

Dettagli

Ministero del Commercio Internazionale

Ministero del Commercio Internazionale Ministero del Commercio Internazionale La missione SPRINT Puglia è lo sportello operativo a livello regionale, per promuovere e favorire l accesso delle PMI e degli operatori economici pugliesi ad iniziative,

Dettagli

CAMERE DI COMMERCIO: ACCELERARE SULL INTERNAZIONALIZZAZIONE PER USCIRE DALLA CRISI 1 Cinque drivers per la promozione nel mondo

CAMERE DI COMMERCIO: ACCELERARE SULL INTERNAZIONALIZZAZIONE PER USCIRE DALLA CRISI 1 Cinque drivers per la promozione nel mondo CAMERE DI COMMERCIO: ACCELERARE SULL INTERNAZIONALIZZAZIONE PER USCIRE DALLA CRISI 1 Cinque drivers per la promozione nel mondo 1. La necessità di una azione di rete per l internazionalizzazione. Solo

Dettagli

PARTICOLARITA DEL SETTORE E LE START-UP INNOVATIVE NEL TURISMO

PARTICOLARITA DEL SETTORE E LE START-UP INNOVATIVE NEL TURISMO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO PARTICOLARITA DEL SETTORE E LE START-UP INNOVATIVE NEL TURISMO BENEDETTI DOTT. GIULIO Programma Digit Tax Credit Gestione IVA 74ter Consulenza Fiscale per

Dettagli

Camera di commercio di Cuneo: servizi e opportunita di accesso al credito. Alba, 22 novembre 2013 - Luisa Silvestro Camera di commercio di Cuneo

Camera di commercio di Cuneo: servizi e opportunita di accesso al credito. Alba, 22 novembre 2013 - Luisa Silvestro Camera di commercio di Cuneo Camera di commercio di Cuneo: servizi e opportunita di accesso al credito La riforma delle Camere di commercio Il D. Lgs. 23/2010 modifica la L. 580/1993 L art. 2 della nuova legge 580/1993 riconosce nuove

Dettagli

AL SERVIZIO DELL ECONOMIA. Economia che cambia. Programma di attività 2015 della Camera di commercio di Bolzano

AL SERVIZIO DELL ECONOMIA. Economia che cambia. Programma di attività 2015 della Camera di commercio di Bolzano AL SERVIZIO DELL ECONOMIA Economia che cambia Programma di attività 2015 della Camera di commercio di Bolzano AL SERVIZIO DELL ECONOMIA Economia che cambia Una sfida da affrontare on. Michl Ebner dott.

Dettagli

Le news settimanali del Consorzio Camerale

Le news settimanali del Consorzio Camerale \ Le news settimanali del Consorzio Camerale SOMMARIO News Credito alle imprese e alle famiglie: ancora in calo i finanziamenti Abi: prorogata la scadenza relativa alla sospensione di mutui alle PMI Commissione

Dettagli

I SERVIZI ALLE IMPRESE: ACCESSO AL CREDITO. Luisa Silvestro ufficio crediti agevolati. Camera di commercio di Cuneo

I SERVIZI ALLE IMPRESE: ACCESSO AL CREDITO. Luisa Silvestro ufficio crediti agevolati. Camera di commercio di Cuneo I SERVIZI ALLE IMPRESE: ACCESSO AL CREDITO Luisa Silvestro ufficio crediti agevolati Camera di commercio di Cuneo La riforma delle Camere di commercio Il D. Lgs. 23/2010 modifica la L. 580/1993 Le camere

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 1317 Seduta del 30/01/2014

DELIBERAZIONE N X / 1317 Seduta del 30/01/2014 DELIBERAZIONE N X / 1317 Seduta del 30/01/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a Resoconto

c o m u n i c a t o s t a m p a Resoconto 5 milioni di euro per aiutare le imprese e il territorio ad agganciare la ripresa Bandi ed iniziative della CCIAA per il 2014 Quasi 5 milioni di euro per aiutare le imprese e il territorio barese ad agganciare

Dettagli

Brokeraggio Informativo

Brokeraggio Informativo Brokeraggio Informativo Statistiche e Banche dati economiche, Indici Istat, Biblioteca, Elenchi di Imprese, Rilascio atti e bilanci, Banche dati per i mercati esteri, Nuova Imprenditoria, Marchi e Brevetti

Dettagli

INCENTIVI ALLE IMPRESE:

INCENTIVI ALLE IMPRESE: INCENTIVI ALLE IMPRESE: QUANDO COME E QUANTO Roma, 15-16 Febbraio 2014 Cari amici, questo opuscolo nasce con l auspicio di essere un valido punto di partenza per esplorare le possibilità messe in campo

Dettagli

Obiettivi della Riforma

Obiettivi della Riforma Rilancimpresa FVG 1 Obiettivi della Riforma Introdurre misure per l attrazione di nuovi investimenti, per attrarre investimenti nazionali e internazionali per l insediamento di nuove iniziative imprenditoriali;

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

CABINA DI REGIA PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE. Roma, 18 luglio 2012 Ore 17:00 CONCLUSIONI

CABINA DI REGIA PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE. Roma, 18 luglio 2012 Ore 17:00 CONCLUSIONI CABINA DI REGIA PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE Roma, 18 luglio 2012 Ore 17:00 CONCLUSIONI La Cabina di Regia per l internazionalizzazione, nella sua prima riunione svoltasi il 18 luglio 2012 al Ministero

Dettagli

Programma 2013 della Rete Estera Camerale per la promozione all estero. Fondo InterCamerale d Intervento di Unioncamere

Programma 2013 della Rete Estera Camerale per la promozione all estero. Fondo InterCamerale d Intervento di Unioncamere Programma 2013 della Rete Estera Camerale per la promozione all estero Fondo InterCamerale d Intervento di Unioncamere Linea progettuale: World Pass collaborazione con la rete degli sportelli di informazione

Dettagli

STRUTTURA ORGANIZZATIVA

STRUTTURA ORGANIZZATIVA STRUTTURA ORGANIZZATIVA ORGANIGRAMMA SEGRETARIO GENERALE F.F. (Cristina D Ercole) Segreteria e affari generali (ad interim Segretario Generale) Personale e controllo di gestione (ad interim Segretario

Dettagli

5. Considerazioni conclusive

5. Considerazioni conclusive 5. Considerazioni conclusive Il quadro emerso dallo studio mostra come il sistema creditizio provinciale sia caratterizzato dalla forte presenza di piccole banche e/o di banche locali e da una buona copertura

Dettagli

Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI. Convegno

Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI. Convegno Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI Convegno «LE PMI INNOVATIVE - LEGGE SULLE AGEVOLAZIONI» Pordenone, 28 aprile 2015 1 Obiettivi della Riforma

Dettagli

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile.

Imprese artigiane, anche in forma cooperativa o consortile. QUADRO SINOTTICO FINANZIAMENTI IMPRESE BANDI Oggetto Finanziamento Beneficiari Apertura Scadenza Stanziamento Importi finanziabili Legge n. 949/52 Bando INAIL 2014 - Contributo in c/interessi (64% del

Dettagli

Le normative relative all avvio, trasformazione, trasferimento, gestione e cessazione dell attività d impresa sono state recentemente modificate.

Le normative relative all avvio, trasformazione, trasferimento, gestione e cessazione dell attività d impresa sono state recentemente modificate. Cos'è lo Sportello Unico Attività Produttive Lo Sportello Unico per le Attività Produttive, già nella sua definizione data dal D.P.R. n. 447/1998, ha per oggetto la localizzazione degli impianti produttivi

Dettagli

Riepilogo interventi finanziari a favore dell PMI

Riepilogo interventi finanziari a favore dell PMI Riepilogo interventi finanziari a favore dell PMI Possibilità 1.CREDITO ADESSO 2014 2. SABATINI BIS 3.REGIONE LOMBARDIA - FONDO FRIM 4.BANDO PER L INNOVAZIONE DEL TERZIARIO 5. LOMBARDIA CONCRETA 6. BANDO

Dettagli

STARTUP SOCIALI. di Carmen Morrone

STARTUP SOCIALI. di Carmen Morrone STARTUP SOCIALI di Carmen Morrone Sono il fenomeno dell anno: le start up innovative in Italia sfiorano quota 2mila e crescono al ritmo di una trentina a settimana. Fra queste ci sono anche quelle a vocazione

Dettagli

PAROLE CHIAVE F I N A N Z I R I COMPETITIVITA. REALISMO, CORAGGIO e FIDUCIA IMPEGNO DI TUTTI STABILITA APERTURA CRESCITA

PAROLE CHIAVE F I N A N Z I R I COMPETITIVITA. REALISMO, CORAGGIO e FIDUCIA IMPEGNO DI TUTTI STABILITA APERTURA CRESCITA COMPETITIVITA REALISMO, CORAGGIO e FIDUCIA PAROLE CHIAVE F I N A N IMPEGNO DI TUTTI Z I STABILITA A APERTURA R I CRESCITA A 2015 MENO TASSE PER LE IMPRESE Il Trentino vuole essere territorio amico delle

Dettagli

Interventi regionali per le imprese

Interventi regionali per le imprese Marzo 2011 Gli strumenti di Regione Lombardia a sostegno delle imprese Istat Esportazioni (mld, 2010) 27,8% 93,9 Prestiti alle imprese (mld ) 27,7% 955,6 265,4 Bankit (30/09/2010) Gli strumenti messi in

Dettagli

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014 Strumenti per il rilancio dell impresa Ditte individuali I progetti di investimento non devono superare 25.823. La o il titolare della ditta individuale deve aver compiuto 18 anni e deve essere inoccupato.

Dettagli

Piano straordinario per l'occupazione.

Piano straordinario per l'occupazione. Piano straordinario per l'occupazione. Il lavoro, il futuro. COMPetitività ASSI MISURA II.1 Innovation Voucher Misura di sostegno Innovation Voucher Categorie di destinatari Favorire la nascita di nuove

Dettagli

PREVENTIVO. Anno 2011. Venerdì 17 dicembre 2010

PREVENTIVO. Anno 2011. Venerdì 17 dicembre 2010 PREVENTIVO Anno 2011 Venerdì 17 dicembre 2010 PREVENTIVO Allegato A Previsione Consuntivo al 31/12/2010 Preventivo anno 2011 ORGANI ISTITUZIONALI E SEGRETERIA GENERALE (A) SERVIZI DI SUPPORTO (B) ANAGRAFE

Dettagli

Fare impresa in Piemonte Servizi pubblici di sostegno alla creazione d impresa

Fare impresa in Piemonte Servizi pubblici di sostegno alla creazione d impresa Fare impresa in Piemonte Servizi pubblici di sostegno alla creazione d impresa Torino, 13 novembre 2013 Marco Manero, Provincia di Torino Area Attività Produttive Temi: il sistema dei servizi pubblici

Dettagli

La Camera di Commercio Di Milano per. Expo 2015. Verona, 5 maggio 2014

La Camera di Commercio Di Milano per. Expo 2015. Verona, 5 maggio 2014 La Camera di Commercio Di Mano per Expo 2015 Verona, 5 maggio 2014 DI COSA PARLEREMO LE INIZIATIVE A SUPPORTO DI EXPO 2015 DELLA CCIAA DI MILANO - Tavoli tematici - Turismo e attrattività del territorio

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE NEWS IN EVIDENZA AGEVOLAZIONI PER LA RICOLLOCAZIONE DI EX DIRIGENTI E QUADRI, DISOCCUPATI AI SENSI DELLA NORMATIVA VIGENTE Livello Nazionale AGEVOLAZIONI

Dettagli

LOMBARDIA AGEVOLATIVI STRUMENTI REGIONE 272 MILIONI PER LE AZIENDE LOMBARDE. Milano, 7 ottobre 2011

LOMBARDIA AGEVOLATIVI STRUMENTI REGIONE 272 MILIONI PER LE AZIENDE LOMBARDE. Milano, 7 ottobre 2011 STRUMENTI AGEVOLATIVI REGIONE LOMBARDIA 272 MILIONI PER LE AZIENDE LOMBARDE Milano, 7 ottobre 2011 1 IL NETWORK ACF SPA SEDI OPERATIVE BRESCIA MILANO BUCAREST BRUXELLES Feedback SOCI 2 DIPARTIMENTI 1.

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA INDUSTRIALE, LA COMPETITIVITA E LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DIV. VII PMI, Startup innovative e reti di impresa Indagine sulle PMI eccellenti

Dettagli

AGROALIMENTARE E OSPITALITA. Percorsi di Qualità in Provincia di Oristano. Il Marchio di Qualità Ospitalità Italiana"

AGROALIMENTARE E OSPITALITA. Percorsi di Qualità in Provincia di Oristano. Il Marchio di Qualità Ospitalità Italiana AGROALIMENTARE E OSPITALITA. Percorsi di Qualità in Provincia di Oristano Il Marchio di Qualità Ospitalità Italiana" e Le Strade dei Tesori e del Gusto MARCHIO DI QUALITA OSPITALITA ITALIANA PER LE IMPRESE

Dettagli

Coworking Linificio. I soggetti promotori del progetto:

Coworking Linificio. I soggetti promotori del progetto: Coworking Linificio Il miglior modo per predire il futuro è inventarlo Alan Kay Premessa Nel Programma di mandato dell Amministrazione comunale il coworking era individuato come uno degli strumenti innovativi

Dettagli

Considerazioni sulla Competitività e sui sistemi produttivi

Considerazioni sulla Competitività e sui sistemi produttivi Considerazioni sulla Competitività e sui sistemi produttivi Premessa In sede di programmazione degli obiettivi specifici dei sistemi produttivi occorre focalizzarsi sulla creazione di un sistema locale

Dettagli

LA LOMBARDIA PER L ATTRATTIVITÀ. Bando per la realizzazione di iniziative di area vasta

LA LOMBARDIA PER L ATTRATTIVITÀ. Bando per la realizzazione di iniziative di area vasta LA LOMBARDIA PER L ATTRATTIVITÀ Bando per la realizzazione di iniziative di area vasta 17 luglio 2014 LA STRATEGIA PER L ATTRATTIVITÀ Attivazione di iniziative per potenziare l attrattività del territorio

Dettagli

Bando: Concessione di contributi alle imprese colpite dalle calamità naturali anno 2015 Camera di Commercio di Ravenna

Bando: Concessione di contributi alle imprese colpite dalle calamità naturali anno 2015 Camera di Commercio di Ravenna Emilia-Romagna Bando: Concessione di contributi alle imprese colpite dalle calamità naturali anno 2015 Camera di Commercio di Ravenna Obiettivo: supportare le imprese colpite dalle recenti avversità atmosferiche

Dettagli

Iniziative ammissibili Gli interventi ammissibili sono:

Iniziative ammissibili Gli interventi ammissibili sono: La Regione Lombardia, con D.G.R. n. X/1692/14, ha approvato il bando per l aggregazione delle imprese del territorio e la creazione di club di prodotto per favorire l attrattività in vista di Expo in collaborazione

Dettagli

ASSE 1. INNOVAZIONE ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA Dott.ssa Colombo

ASSE 1. INNOVAZIONE ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA Dott.ssa Colombo ASSE 1 INNOVAZIONE ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA Dott.ssa Colombo ASSE 1: OBIETTIVI E FINALITÀ Promozione di maggiore intensità e qualità degli investimenti in Ricerca e Sviluppo; Potenziamento degli investimenti

Dettagli

Italia Startup Visa la politica del Governo italiano per attrarre imprenditori innovativi stranieri

Italia Startup Visa la politica del Governo italiano per attrarre imprenditori innovativi stranieri Italia Startup Visa la politica del Governo italiano per attrarre imprenditori innovativi stranieri 14 febbraio 2014 Ministero dello Sviluppo economico Sommario Contesto giuridico, nozione di startup innovativa

Dettagli

Location Service. Contributi e agevolazioni.

Location Service. Contributi e agevolazioni. Location Service. Contributi e agevolazioni. 2 Agevolazioni e facilitazioni fiscali. La BLS offre una consulenza di base su tutte le agevolazioni concesse in Alto Adige, fornendo in formazioni sulle possibili

Dettagli

Le news settimanali del Consorzio Camerale

Le news settimanali del Consorzio Camerale N.17 Anno I Nuova Edizione Le news del Consorzio Camerale Le news settimanali del Consorzio Camerale SOMMARIO News Pagamenti della Pubblica Amministrazione: le novità introdotte Commissione europea: modalità

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 648 Seduta del 06/09/2013

DELIBERAZIONE N X / 648 Seduta del 06/09/2013 DELIBERAZIONE N X / 648 Seduta del 06/09/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

Promuoviamo lo sviluppo delle imprese siciliane

Promuoviamo lo sviluppo delle imprese siciliane Promuoviamo lo sviluppo delle imprese siciliane Comiso, Via Leonardo Sciascia, 98 Contatti 800 910 267 info@multifidi.it info@pmiragusa.it Potete immaginare, creare e costruire il luogo più meraviglioso

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 648 del 15/12/2014

Delibera della Giunta Regionale n. 648 del 15/12/2014 Delibera della Giunta Regionale n. 648 del 15/12/2014 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 3 - Direzione Generale Internazz.ne e rapporti con

Dettagli

PROGRAMMA PASSAPORTO PER L EXPORT

PROGRAMMA PASSAPORTO PER L EXPORT PROGRAMMA PASSAPORTO PER L EXPORT Indice 1. OBIETTIVI... 2 2. DOTAZIONE FINANZIARIA... 2 3. AMBITI DI INTERVENTO... 2 4. SOGGETTI BENEFICIARI... 3 5. REGIME DI AIUTO... 4 6. PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE...

Dettagli

Le news settimanali del Consorzio Camerale

Le news settimanali del Consorzio Camerale N.15 Anno I Nuova Edizione Le news del Consorzio Camerale Le news settimanali del Consorzio Camerale SOMMARIO News Commissione europea: proroga per orientamenti in materia di aiuti di Stato Pagamenti PA:

Dettagli

Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca Programma Operativo per la fase 2 del Progetto ILO2

Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca Programma Operativo per la fase 2 del Progetto ILO2 FESR - FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO IL LAVORO E L INNOVAZIONE Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca Programma Operativo per

Dettagli

Antonio De Vito Direttore Generale di Puglia Sviluppo S.p.A. Risorse per investire in Puglia. Le opportunità di investimento in Puglia

Antonio De Vito Direttore Generale di Puglia Sviluppo S.p.A. Risorse per investire in Puglia. Le opportunità di investimento in Puglia Antonio De Vito Direttore Generale di Puglia Sviluppo S.p.A. Risorse per investire in Puglia Le opportunità di investimento in Puglia Argomenti trattati: La Puglia in breve Comparto del legno-arredo in

Dettagli

Il Registro Imprese al servizio della legalità

Il Registro Imprese al servizio della legalità Il Registro Imprese al servizio della legalità Click to edit Master subtitle style certezza e trasparenza degli assetti giuridici, economici e finanziari delle imprese Torchiarolo (BR), 09 ottobre 2013

Dettagli

LE NUOVE OPPORTUNITÀ DELLA CULTURA: ART BONUS E TAX CREDIT

LE NUOVE OPPORTUNITÀ DELLA CULTURA: ART BONUS E TAX CREDIT LE NUOVE OPPORTUNITÀ DELLA CULTURA: ART BONUS E TAX CREDIT ANTONELLA PARIGI Assessore alla Cultura e Turismo Regione Piemonte PAOLO TENNA Amministratore Delegato FIP (Film Investimenti Piemonte) PAOLA

Dettagli

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO

ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO ELENCO AGEVOLAZIONI DEL MOMENTO NUOVE IMPRESE E INVESTIMENTI PRODUTTIVI Finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto Inail 2014/2015 Contributi per il miglioramento della sicurezza sul lavoro Nuove

Dettagli

U.O. Controllo di gestione* U.O. Programmazione, progettazione e sviluppo organizzativo

U.O. Controllo di gestione* U.O. Programmazione, progettazione e sviluppo organizzativo Segretario Generale U.O. Controllo di gestione* 1. Acquisizione informazioni extracontabili (volumi, qualità, quantità) 2. Analisi dei risultati: esame scostamenti, ricerca delle cause, adozione interventi

Dettagli

Comunità Ospitali. gente che ama ospitare

Comunità Ospitali. gente che ama ospitare Comunità Ospitali gente che ama ospitare Cos'è una Comunità Ospitale? La Comunità Ospitale è un luogo e una destinazione in cui gli ospiti/turisti si sentono Cittadini seppure temporanei identificandosi

Dettagli

Le politiche per l internazionalizzazione delle PMI della Regione Emilia-Romagna: servizi reali e finanziari alle imprese e diplomazia economica

Le politiche per l internazionalizzazione delle PMI della Regione Emilia-Romagna: servizi reali e finanziari alle imprese e diplomazia economica Le politiche per l internazionalizzazione delle PMI della Regione Emilia-Romagna: servizi reali e finanziari alle imprese e diplomazia economica Ruben Sacerdoti Responsabile Servizio Sportello regionale

Dettagli

Provincia dell Aquila Settore E government Informatica Provveditorato e Patrimonio PROGETTO DI MARKETING TERRITORIALE PROGETTO ESECUTIVO

Provincia dell Aquila Settore E government Informatica Provveditorato e Patrimonio PROGETTO DI MARKETING TERRITORIALE PROGETTO ESECUTIVO Provincia dell Aquila Settore E government Informatica Provveditorato e Patrimonio PROGETTO DI MARKETING TERRITORIALE PROGETTO ESECUTIVO finanziato nell ambito dell ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO SVILUPPO

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE. N.11 del 5 maggio 2015. L'anno duemilaquindici, il giorno cinque del mese di maggio, in Caltanissetta.

DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE. N.11 del 5 maggio 2015. L'anno duemilaquindici, il giorno cinque del mese di maggio, in Caltanissetta. l camera di com1mer~~10 e Caltanissetta ' '"' DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE / N''' N.11 del 5 maggio 2015 L'anno duemilaquindici, il giorno cinque del mese di maggio, in Caltanissetta. Il dott.

Dettagli

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza.

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza. INSIEME PER L IMPRESA La forma e la sostanza. 2 La cultura d impresa è un patrimonio prezioso come i capitali e le buone consulenze. BANCA D IMPRESA SI NASCE ESPERIENZA, SPECIALIZZAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Dettagli

II Sessione Prodotti turistici del Piemonte e scenari di sviluppo. Piani, azioni e strumenti per lo sviluppo dell offerta turistica piemontese

II Sessione Prodotti turistici del Piemonte e scenari di sviluppo. Piani, azioni e strumenti per lo sviluppo dell offerta turistica piemontese II Sessione Prodotti turistici del Piemonte e scenari di sviluppo Piani, azioni e strumenti per lo sviluppo dell offerta turistica piemontese Paola Casagrande Responsabile Settore Offerta Turistica Regione

Dettagli

LE NUOVE POLITICHE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE I MPRESE NELLA PROSPETTIVA DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020

LE NUOVE POLITICHE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE I MPRESE NELLA PROSPETTIVA DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 LE NUOVE POLITICHE PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE I MPRESE NELLA PROSPETTIVA DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 \ OBIETTIVI TEMATICI (art.9 Reg.Generale) Interventi attivabili nel periodo 2014-2020 Grado

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI MONZA E BRIANZA PER EXPO 2015. Consulta dei Liberi Professionisti 18 maggio 2015 Camera di commercio di Monza e Brianza

CAMERA DI COMMERCIO DI MONZA E BRIANZA PER EXPO 2015. Consulta dei Liberi Professionisti 18 maggio 2015 Camera di commercio di Monza e Brianza CAMERA DI COMMERCIO DI MONZA E BRIANZA PER EXPO 2015 Consulta dei Liberi Professionisti 18 maggio 2015 Camera di commercio di Monza e Brianza La Camera di commercio di Monza e Brianza per Expo 2015 OBIETTIVO

Dettagli

Reagire alla crisi: Credito e Liquidità per Imprese e Famiglie 1 2 3 4 5 7 8 9 LE TUE DOMANDE, LE NOSTRE RISPOSTE

Reagire alla crisi: Credito e Liquidità per Imprese e Famiglie 1 2 3 4 5 7 8 9 LE TUE DOMANDE, LE NOSTRE RISPOSTE Reagire alla crisi: 610 Credito e Liquidità per Imprese e Famiglie 1 2 3 4 5 7 8 9 LE TUE DOMANDE, LE NOSTRE RISPOSTE 10 Reagire alla crisi Se sei un imprenditore e hai bisogno di nuovi finanziamenti o

Dettagli

OCCUPAZIONE E MERCATO DEL LAVORO. Roma, 17 marzo 2015. Auditorium Antonio Nori Confesercenti Nazionale

OCCUPAZIONE E MERCATO DEL LAVORO. Roma, 17 marzo 2015. Auditorium Antonio Nori Confesercenti Nazionale OCCUPAZIONE E MERCATO DEL LAVORO GLI INVISIBILI DEL MONDO DEL LAVORO OCCUPAZIONE E LAVORO AUTONOMO E DI IMPRESA Roma, 17 marzo 2015 Auditorium Antonio Nori Confesercenti Nazionale OLTRE IL JOBS ACT IL

Dettagli

Agevolazioni. Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 BANDI NAZIONALI E REGIONALI NAZIONALI ABRUZZO

Agevolazioni. Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 BANDI NAZIONALI E REGIONALI NAZIONALI ABRUZZO Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 Agevolazioni NAZIONALI ABRUZZO BANDI NAZIONALI E REGIONALI Bando per l internazionalizzazione, dal 25 ottobre 2012 è diventato operativo il Fondo Startup, nuovo

Dettagli

Sintesi per la stampa

Sintesi per la stampa Sintesi per la stampa PIANO TRIENNALE PER LO SVILUPPO Nel Piano triennale per lo sviluppo approvato dal Consiglio dei Ministri, sono contenuti numerosi provvedimenti presentati dal Ministero dello Sviluppo

Dettagli

ComUnica - Impresa in un giorno Firma Digitale, PEC, Servizi per lo sviluppo dell impresa, RegistroImprese.it, Servizi on line camerali

ComUnica - Impresa in un giorno Firma Digitale, PEC, Servizi per lo sviluppo dell impresa, RegistroImprese.it, Servizi on line camerali L impresa è on line ComUnica - Impresa in un giorno Firma Digitale, PEC, Servizi per lo sviluppo dell impresa, RegistroImprese.it, Servizi on line camerali imprese, liberi professionisti, studi di consulenza,

Dettagli

Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile

Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile Verona, 14 aprile 2014 Michele Pelloso Direttore Sezione Industria e Artigianato Assessorato all Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione

Dettagli

DIRITTO DEL TURISMO LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA

DIRITTO DEL TURISMO LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA 1 LA DISCIPLINA DEL TURISMO NELLA REGIONE PUGLIA 2 I PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI L.R. n. 28/78 Interventi della Regione per la promozione del turismo pugliese L.R. n. 12/89 Incentivazione regionale

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 5 Maggio 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 5 Maggio 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 5 Maggio 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO ALLA CREAZIONE DI NUOVA IMPRENDITORIA PER IL TRASFERIMENTO D AZIENDA Livello Nazionale INCENTIVI

Dettagli

LOMBARDIA REGIONE CONCRETA

LOMBARDIA REGIONE CONCRETA LOMBARDIA REGIONE CONCRETA PDL DIFESA DEL SUOLO PIÙ DI 200 MILIONI PER LA LOMBARDIA 126 MILIONI PER L AGRICOLTURA 62 MILIONI PER LE IMPRESE 15 MILIONI PER LA MODA E IL DESIGN 1,5 MILIONI AI CITTADINI COLPITI

Dettagli

FINANZA AGEVOLATA - AGOSTO 2015. 1.1 Legge Regionale 18/99 - Interventi regionali a sostegno dell offerta turistica

FINANZA AGEVOLATA - AGOSTO 2015. 1.1 Legge Regionale 18/99 - Interventi regionali a sostegno dell offerta turistica FINANZA AGEVOLATA - AGOSTO 2015 1. BANDI ATTIVI 1.1 Legge Regionale 18/99 - Interventi regionali a sostegno dell offerta turistica FINALITA' Il bando ha l obiettivo di favorire lo sviluppo, il potenziamento

Dettagli

internazionalizzazione@regione.lombardia.it

internazionalizzazione@regione.lombardia.it Finalità: Favorire i processi di internazionalizzazione delle micro piccole medie imprese Risorse: 5.440.000 Ambiti di intervento: Valore del voucher: MPMI lombarde (escluso settore agricolo) Misura A:

Dettagli

PANORAMICA SULLE TIPOLOGIE DI FINANZIAMENTO

PANORAMICA SULLE TIPOLOGIE DI FINANZIAMENTO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO MICROIMPRESA E FINANZIAMENTI PUBBLICI: PROBLEMATICHE DI ACCESSO AL CREDITO E NUOVE OPPORTUNITA PANORAMICA SULLE TIPOLOGIE DI FINANZIAMENTO Giovanni D Alessio

Dettagli

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Armando De Crinito Direttore Generale Vicario DG Attività produttive, Ricerca e Innovazione Regione

Dettagli

Il sistema dei Confidi lombardi e il ruolo delle Camere di commercio. nel sostegno alle imprese

Il sistema dei Confidi lombardi e il ruolo delle Camere di commercio. nel sostegno alle imprese Il sistema dei Confidi lombardi e il ruolo delle Camere di commercio Gianmarco Paglietti Ufficio Studi del Consorzio camerale Lecco, 16 febbraio 2011 Gli obiettivi Monitorare il processo di razionalizzazione

Dettagli

Progetto Pilota Start Up House azione 1.2

Progetto Pilota Start Up House azione 1.2 LA REGIONE TOSCANA PER LE PMI Tour di presentazione delle prossime opportunità POR FESR 2014-2020 Intro Fondo rotativo Fondi di Garanzia Protocolli d insediamento Progetto Pilota Start Up House azione

Dettagli

BANDO A SOSTEGNO DELLA REALIZZAZIONE DI NUOVE IDEE IMPRENDITORIALI IN PROVINCIA DI LODI

BANDO A SOSTEGNO DELLA REALIZZAZIONE DI NUOVE IDEE IMPRENDITORIALI IN PROVINCIA DI LODI BANDO A SOSTEGNO DELLA REALIZZAZIONE DI NUOVE IDEE IMPRENDITORIALI IN PROVINCIA DI LODI Mantenere il lavoro, la propria abitazione e assicurarsi con continuità l'accesso al cibo in questi anni è diventato

Dettagli

Promuovere il territorio per promuovere il turismo

Promuovere il territorio per promuovere il turismo Promuovere il territorio per promuovere il turismo Da territorio a destinazione turistica Dare risposte alla domanda di sviluppo di un territorio A livello nazionale A livello locale Per uno sviluppo a

Dettagli

Relazione dell Assessore Paolo Magnanensi. Seminario Il Bilancio di Genere nella Provincia di Pistoia. Martedì 7 dicembre 2010

Relazione dell Assessore Paolo Magnanensi. Seminario Il Bilancio di Genere nella Provincia di Pistoia. Martedì 7 dicembre 2010 Assessorato politiche inerenti lo sviluppo sostenibile, l industria, l artigianato, l innovazione produttiva, l università, la scuola, l istruzione, la formazione professionale, coordinamento politiche

Dettagli

Camera dei Deputati X Commissione Attività produttive, commercio e turismo

Camera dei Deputati X Commissione Attività produttive, commercio e turismo Camera dei Deputati X Commissione Attività produttive, commercio e turismo RISOLUZIONE IN COMMISSIONE 7/00574 AUDIZIONE 6 maggio 2015 CONTRATTI DI RETE COME STRUMENTO DI POLITICA ECONOMICA Le organizzazioni

Dettagli

Assistenza tecnica funzionale alla

Assistenza tecnica funzionale alla definizione, alla identificazione ed alla gestione dei Sistemi Turistici Locali ed altri idonei strumenti di promozione turistico territoriale complementari agli STL, e utili allo sviluppo del settore

Dettagli

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 -

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - Sono 96.369 le imprese registrate alla Camera di commercio al 30 giugno 2015,

Dettagli

La Camera di commercio di Milano per Expo 2015

La Camera di commercio di Milano per Expo 2015 Imprenditoria femminile guardando all Expo 2015 Roma, 6 Novembre 2014 Unioncamere, Piazza Sallustio 21 - Sala Danilo Longhi La Camera di commercio di Milano per Expo 2015 Le opportunità per le imprese

Dettagli

FORMAZIONE ICE: AL SERVIZIO DELL'ITALIA DA ESPORTARE

FORMAZIONE ICE: AL SERVIZIO DELL'ITALIA DA ESPORTARE FORMAZIONE ICE: AL SERVIZIO DELL'ITALIA DA ESPORTARE Noi della Formazione ICE siamo, dal 1963, lo strumento che tante aziende hanno utilizzato per prepararsi ad affrontare i mercati esteri. Progettiamo,

Dettagli

Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo

Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo Agenda Accordo tra ISP e Confindustria Piccola Industria: punti chiave Crescita: nuovo modello di servizio e specializzazione Credito:

Dettagli

Sostenere le nuove imprese, investire nel futuro.

Sostenere le nuove imprese, investire nel futuro. Sostenere le nuove imprese, investire nel futuro. Copertina Le iniziative della Camera di commercio di Torino Guido Bolatto, Segretario generale 16/4/2012 Programma dell incontro La Camera di commercio

Dettagli

IL MODELLO DI RIFERIMENTO Sito Web: www.ifsitalia.net

IL MODELLO DI RIFERIMENTO Sito Web: www.ifsitalia.net Scheda n. 2 Alternanza Scuola Lavoro Il Progetto Rete telematica delle Imprese Formative Simulate-IFSper la diffusione dell innovazione metodologica ed organizzativa IL MODELLO DI RIFERIMENTO Sito Web:

Dettagli