Cellule staminali. emopoietiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cellule staminali. emopoietiche"

Transcript

1

2 At t ua l i tà Cellule staminali Una speranza di vita Le cellule staminali sono le madri di tutte le cellule e sono in grado di produrre cellule figlie uguali a se stesse, ma anche di dare origine a cellule mature di uno o più tessuti ed organi. A seconda dello stadio di sviluppo si distinguono in cellule staminali embrionali e adulte. Le cellule staminali embrionali sono rappresentate dall ovocita fecondato e dalle cellule che ne derivano durante le successive duplicazioni, nei primi giorni della vita embrionale. Le cellule staminali adulte sono state ritrovate in alcuni organi e tessuti (ad esempio midollo osseo, sistema nervoso, fegato, tessuto adiposo). Delle cellule staminali adulte fanno parte le cosiddette cellule staminali emopoietiche, presenti nel midollo osseo e nel sangue periferico, oltre che nel sangue presente nel cordone ombelicale. Cellule staminali emopoietiche Sono le cellule madri dei globuli bianchi, rossi e delle piastrine, e sono in grado quindi di produrre questi elementi del sangue. Queste cellule possono essere ricavate ad oggi da tre fonti differenti: dal midollo osseo, in particolare a livello delle ossa piatte del bacino, attraverso un intervento; dal sangue periferico, dopo che L esportazione di sangue cordonale L Ordinanza 26 Febbraio 2009 del Ministero della Salute, permette di esportare a proprie spese e presso una struttura privata all estero il sangue di cordone ombelicale prelevato al momento della nascita del proprio figlio e conservarlo per uso personale previo rilascio di un nulla osta, da richiedere attraverso un apposito modulo. Il nulla osta all esportazione viene rilasciato dopo lo svolgimento di procedure previste dalla stessa Ordinanza: eseguire entro l ultimo mese di gestazione gli esami infettivologici previsti; richiedere il rilascio della certificazione prevista alla Direzione Sanitaria della struttura dove è avvenuto il parto; prendere visione del modulo informativo predisposto dal Centro Nazionale Trapianti. Delle suddette procedure di norma si occupa la banca a cui ci si affida. il donatore è stato sottoposto ad un trattamento farmacologico per aumentare il numero delle cellule staminali in circolo; dal sangue placentare prelevato dal cordone ombelicale al momento del parto. Il trapianto di cellule staminali emopoietiche è una terapia salvavita ormai consolidata e di successo per la cura di molte gravi malattie del sangue. Per poter eseguire un trapianto è necessario reperire un donatore compatibile e questo si verifica 1 volta ogni 100 mila persone. Per questo la ricerca del donatore compatibile è effettuata prima all interno del nucleo familiare (un fratello o una sorella), dove la compatibilità e molto elevata e può aumentare il successo del trapianto a un anno dallo stesso, dal 29% al 63%. Non sempre però si ha un familiare compatibile, quindi per molti pazienti è necessaria una ricerca nel registro nazionale dei donatori di midollo osseo. Le cellule staminali da cordone ombelicale La difficoltà che si presenta per alcuni pazienti nel reperire un donatore compatibile al di fuori del nucleo familiare, associata alla necessità che si manifesta frequentemente di un intervento d urgenza, ha spinto la co- 44

3 La possibilità di trapianto con sangue cordonale ha portato alla costituzione di banche dove vengono conservate le unità di sangue cordonale raccolte. munità scientifica a ricercare fonti alternative di prelievo delle cellule staminali. Studi e sperimentazioni eseguite prima sugli animali e poi sull uomo hanno evidenziato che le cellule staminali presenti nel sangue placentare sono perfettamente in grado di generare globuli bianchi, globuli rossi e piastrine, esattamente come il midollo osseo. Inoltre la donazione di midollo prevede un intervento, con tutti i rischi che può comportare per il donatore, e quindi si tratta di una procedura un po più impegnativa rispetto alla donazione di sangue cordonale, che non comporta nessun rischio né per il bambino né per la madre. Le cellule staminali cordonali, se trapiantate, possono curare bambini e adulti affetti da gravi malattie ematologiche come leucemie, linfomi, aplasie midollari, talassemie e gravi carenze del sistema immunitario. I trapianti effettuati finora con questo tipo di cellule hanno ottenuto gli stessi risultati avuti con cellule staminali da midollo o da sangue Il sangue cordonale RaCCOLTa e CONServazIONe allogenica Il sangue da cordone ombelicale viene donato dalla neomamma volontariamente, e in forma anonima, per essere messo a disposizione della collettività. Le banche presso le quali sono conservate le cellule sono strutture pubbliche e fanno parte del Servizio Sanitario Nazionale. Devono garantire la conformità a requisiti di qualità e sicurezza molto rigorosi. La raccolta e la conservazione non comportano alcun onere per la donatrice e per la famiglia. Per effettuare la donazione la mamma può trovare delle informazioni utili attraverso l A.D.I.S.C.O. (Associazione Italiana Sangue Cordone Ombelicale). RaCCOLTa e CONServazIONe dedicata Il sangue da cordone ombelicale è dedicato ad un familiare compatibile, generalmente un fratello o una sorella, affetto da una patologia per la quale è indicato un trattamento terapeutico che prevede l utilizzo di cellule staminali emopoietiche (trapianto allogenico). La raccolta e la conservazione non comportano alcun onere per la donatrice e per la famiglia. Le banche presso le quali sono conservate hanno le stesse caratteristiche di quelle deputate alla conservazione allogenica. RaCCOLTa e CONServazIONe autologa La conservazione autologa del sangue cordonale può essere effettuata da banche private che conservano il campione in laboratori situati in altri Paesi europei ed extraeuropei, dove è possibile esportare e conservare il sangue cordonale ad uso familiare. Le spese della raccolta e quelle relative alla conservazione sono a carico della famiglia. 45

4 At t ua l i tà periferico. Il sangue cordonale tra l altro, data la sua immaturità immunologica, permette di eseguire trapianti anche tra soggetti non perfettamente compatibili. La possibilità di trapianto con sangue cordonale ha portato alla necessità di avere tali cellule a disposizione immediata per gli interventi, e di conseguenza alla costituzione di banche dove vengono conservate le cellule staminali cordonali. Il sangue cordonale, raccolto immediatamente dopo il parto, viene inviato al laboratorio e sottoposto a controlli e trattamenti specifici per verificare se è idoneo alla conservazione (sterilità e numero di cellule) e definirne poi le caratteristiche. In Italia le banche per la conservazione del sangue cordonale sono istituite esclusivamente all interno di strutture pubbliche. 46 Le banche per la conservazione di sangue cordonale In Italia le banche per la conservazione del sangue cordonale sono istituite per legge esclusivamente all interno di strutture pubbliche. La loro attività si svolge in base a standard di qualità e sicurezza definiti a livello nazionale ed internazionale. Attualmente nel nostro Paese sono presenti 18 banche, coordinate a livello centrale dal Centro Nazionale Sangue, in collaborazione con il Centro Nazionale Trapianti, per i rispettivi ambiti di competenza. Dal report 2009 sulle unità di sangue placentare raccolto emerge che delle donate in modo solidaristico ne sono state messe in banca solo 4.376, che rappresentano il 27% del prelevato. Inoltre bisogna tener presente che la raccolta e le procedure per la conservazione molto spesso non si effettuano il sabato e la domenica, né durante i giorni festivi. Le unità di sangue cordonale conservate presso le banche italiane ad oggi sono circa e di queste, al 31 dicembre 2008, circa 800 sono state utilizzate per trapianti sia in Italia che all estero. Normalmente dopo la nascita del bambino il cordone ombelicale viene smaltito come ogni altro rifiuto biologico, quando invece potrebbe essere utilizzato per altri scopi. Considerate le nascite che ogni anno avvengono in Italia, se tutte le madri donassero il sangue cordonale si arriverebbe ad avere a disposizione una quantità di cellule staminali superiore a quelle effettivamente necessarie, con un alta probabilità di coprire la maggior parte dei trapianti. Il prelievo La raccolta di sangue cordonale viene fatta mediante sistema chiuso con sacche sterili: il cordone viene clampato alle due estremità, mentre la placenta è ancora nell utero della partoriente. Il cordone viene poi tagliato e l ostetrica procede alla raccolta del sangue del cordone ombelicale (il sangue è quello appartenente al gruppo sanguigno del neonato e non della madre): dopo aver disinfettato dal basso verso l alto la zona del cordone da cui sarà effettuata la raccolta, l ostetrica punge in una sola sede la vena ombelicale con l ago sterile collegato alla sacca di raccolta; per facilitare il deflusso di sangue si procede con una leggera spremitura del cordone; quando il flusso di sangue è terminato, si chiude il tubo di raccordo della sacca. La raccolta può avvenire anche in corso di taglio cesareo programmato, ad opera del medico ginecologo che lo esegue. La sacca viene quindi inviata presso la banca entro 24 ore, accompagnata dalla relativa documentazione, per essere trattata e criocongelata

5 Il prelievo per la conservazione autologa La sacca di raccolta del sangue cordonale, le provette della mamma e la relativa documentazione vengono etichettate con un codice identificativo univoco e anonimo. La struttura presso cui verrà conservato il sangue cordonale fornisce alla futura madre un kit certificato e omologato per il prelievo e il trasporto. Al momento del travaglio il kit verrà affidato dai genitori al personale medico dell ospedale in cui avverrà il parto. L ostetrica e/o il ginecologo raccolgono il sangue cordonale direttamente in sala parto e preparano il kit per la spedizione. Il campione prelevato viene consegnato dai genitori ad un corriere certificato che ritira il campione direttamente in ospedale e lo trasporta al laboratorio, dove verrà trattato e analizzato da un equipe di biologi. In laboratorio il campione viene registrato e vengono eseguiti esami per stabilirne la sterilità e il numero di cellule contenute. Se il campione è idoneo vengono avviate le procedure per il trattamento e il congelamento (crioconservazione). entro 72 ore dal momento del parto. La sacca di raccolta del sangue cordonale, le provette della mamma e la relativa documentazione vengono etichettate con un codice identificativo univoco e anonimo. La banca e il relativo laboratorio procederanno ad eseguire i controlli per verificare l idoneità alla conservazione del campione prelevato. Una volta raccolto il sangue cordonale si procede al calcolo del volume e dei globuli bianchi, che non devono essere inferiori a 800 milioni. Dai dati disponibili relativi alle banche pubbliche, si stima che solo il 20 per cento dei campioni raccolti sia idoneo: la maggior parte delle volte, infatti, questi risultano non adatti a causa di un numero insufficiente di staminali contenute (100 mila è il numero minimo di cellule staminali previste per definire come idoneo il campione raccolto) o per il fatto di non essere sterili. Tuttavia i campioni che non risultano idonei alla conservazione vengono comunque utilizzati a scopo di ricerca. Se il sangue cordonale raccolto risulta idoneo, la banca avvia il procedimento necessario alla conservazione. Le cellule vengono congelate in azoto liquido a -196 C per garantirne al massimo la sopravvivenza. Non c è un limite prestabilito per l utilizzo delle cellule conservate, ma molte banche ritengono opportuno effettuare delle verifiche dopo circa anni, per accertare che siano ancora perfettamente idonee al trapianto. Scopi della conservazione La raccolta e la conservazione di sangue cordonale da parte delle banche avviene principalmente per scopi solidaristici: il sangue cordonale viene donato e messo a disposizione della collettività (a scopo allogenico). È consentita però anche la conservazione per uso dedicato, ovvero per il neonato stesso o per un suo familiare (in genere un fratello o una sorella) che presenti una patologia per la quale risulti scientificamente fondato e clinicamente appropriato l utilizzo di cellule staminali da sangue cordonale. In questi casi deve essere presentata una documentazione clinico-sanitaria (Ordinanza 26 febbraio 2009, art. 1, comma 3 del Ministero della Salute). È consentita la conservazione anche nel caso di famiglie ad alto rischio di concepire altri figli affetti da particolari malattie genetiche. Anche in questo caso è necessario presentare una documentazione clinico- 47

6 At t ua l i tà sanitaria rilasciata da un medico specialista (Ordinanza 26 febbraio 2009, art. 1, comma 4). In tutti questi casi la conservazione avviene presso banche pubbliche che fanno parte del Servizio Sanitario Nazionale. La legge italiana, al fine di garantire le stesse opportunità a tutti i cittadini, non permette l istituzione di banche private su suolo italiano, ma la conservazione autologa è comunque consentita presso strutture private estere, previo rilascio di un nulla osta all esportazione da parte del Ministero della Salute. Questo per consentire, a chi lo desidera e a proprio onere, di conservare le staminali cordonali del proprio bambino ed averle sicuramente a disposizione qualora se ne presenti la necessità. La futura madre deve accettare di sottoporsi all anamnesi, agli esami di laboratorio e ai test previsti per accertarne l idoneità. 48 Il percorso da seguire Le donne che vogliono donare il sangue cordonale devono manifestare la propria intenzione presso il reparto di ostetricia e ginecologia dell ospedale in cui partoriranno. La futura madre deve accettare di sottoporsi all anamnesi, agli esami di laboratorio e ai test previsti per accertarne l idoneità. Anche per il padre è necessario escludere la presenza di eventuali malattie genetiche. Il percorso prevede un colloquio con un medico o con il personale ostetrico, formato dalla Banca del Sangue Cordonale, per la compilazione del questionario sulle condizioni di salute generali; un prelievo di sangue per l esecuzione dei test virologici previsti; controllo tra i 6 e i 12 mesi dal parto dello stato di salute generale della madre e del piccolo donatore e ripetizione degli esami di legge obbligatori sulla mamma per confermare definitivamente l idoneità del campione di sangue prelevato per fini allogenici. In alcuni casi, dopo questo lasso di tempo potrebbe risultare che il campione prelevato non sia effettivamente idoneo al trapianto. A quel punto verrà destinato ad altri scopi, ad esempio per la ricerca. Si ringraziano per la consulenza: Dott.ssa Laura Salvaneschi, Direttore del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale-Banca del Sangue Placentare, Fondazione IRCCS, Policlinico San Matteo di Pavia Dott.ssa Marina Buzzi, Biologo, dirigente Responsabile Struttura semplice Banca dei Tessuti, del Sangue Cordonale e Biobanca. Servizio di Immunoematologia e Trasfusionale, Policlinico S. Orsola- Malpighi di Bologna Dott. Paolo Strada, Responsabile Banca del Sangue Cordonale Regione Liguria, presso A.O.U., San Martino di Genova

7 Abbiamo intervistato l Ing. Stefania Mariani, Responsabile Marketing BiotechSol, un azienda attiva nel settore delle biotecnologie e della diagnostica che, oltre ad essere al servizio di importanti strutture sanitarie pubbliche, si occupa anche di raccolta e conservazione autologa di sangue cordonale. Quali sono i vantaggi della conservazione di sangue da cordone ombelicale per uso autologo? I vantaggi sono molteplici dal punto di vista terapeutico. Iniziamo a considerare in primo luogo che nel caso sia necessario effettuare un trapianto, il campione è già disponibile senza dover cercare un donatore compatibile. Inoltre le cellule staminali sono disponibili in maniera immediata: bastano poche ore per lo scongelamento e il trasporto. In ultimo, ma non per questo meno importante, va tenuto conto che la possibilità di rigetto è minimizzata dal fatto che l Htl (Human Leucocyte Antigens) è lo stesso. Vanno tenuti presente anche i vantaggi della conservazione a livello familiare, in quanto la compatibilità all interno dello stesso nucleo è molto elevata. Quali malattie si possono attualmente curare e guarire impiegando le cellule staminali? Le malattie che ad oggi si possono curare sono principalmente le malattie del sangue, ovvero anemie e linfomi. Va poi considerato che ci sono protocolli sperimentali a livello molto avanzato per la cura del diabete, del lupus, dei danni al tessuto cardiaco. La ricerca si sta muovendo molto in questo settore, basti pensare che è recente la notizia dell avvio di un protocollo sperimentale per la cura della paralisi cerebrale nei bambini. Il protocollo prevede il reclutamento di 40 bambini tra i 2 e 12 anni e si svolgerà negli USA (Università della Georgia). Inoltre già sono in atto altri protocolli di ricerca per la cura del morbo di Alzheimer, di Parkinson e della sclerosi multipla, ma in questo caso si tratta di fasi sperimentali. Qual è il costo della raccolta e della conservazione presso la vostra banca? Si parla di un costo una tantum al momento del prelievo oppure occorre pagare nel corso del tempo anche per la conservazione? Il costo dell intera procedura per la conservazione autologa è di euro + IVA. Tale corrispettivo viene però versato solo a conservazione avvenuta ed è possibile effettuare una rateizzazione triennale del pagamento. Nel costo la BiotechSol include gratuitamente anche uno screening metabolico neonatale su più di 50 patologie, da effettuare a poche ore dalla nascita. Per il mantenimento del campione crioconservato a partire dal secondo anno è richiesto un canone annuo di 38,00 euro + IVA per tutta la durata della conservazione. Se il campione prelevato non dovesse essere idoneo alla conservazione, la famiglia deve comunque sostenere delle spese? Se il campione non dovesse essere idoneo la famiglia non è tenuta a sostenere alcuna spesa e lo screening metabolico viene comunque effettuato. Nel caso in cui in futuro ci sia bisogno delle cellule staminali conservate per uso autologo, in che modo se ne rientra in possesso? In caso di necessità del campione conservato, documentata da certificazione medica che motivi l impiego terapeutico, il campione sarà restituito ai genitori entro 96 ore dal ricevimento da parte di BiotechSol della opportuna modulistica firmata dai genitori. I costi del trasporto del campione in Italia in questo caso sono a carico di BiotechSol e il campione, se necessario, può comunque essere consegnato anche all estero. Quali garanzie ha la donatrice che il sangue prelevato dal suo cordone ombelicale venga effettivamente conservato per il proprio figlio e non venga invece messo a disposizione di terzi? La garanzia è data dalla completa tracciabilità del campione dal momento del prelievo in sala parto, durante il trasporto, all arrivo in laboratorio, durante il trattamento e la conservazione. Il campione viene identificato con un codice personale e univoco che riporta i dati dei genitori e del bambino. Tale codice segue il campione in tutto il suo ciclo di vita e i dati sono salvati su sistemi elettronici protetti per poter essere conservati con assoluta sicurezza. È giusto pensare che la conservazione autologa sia una forma di assicurazione sulla vita del bambino? Questo tipo di conservazione viene considerata come un assicurazione sulla vita non solo del bambino, ma di tutta la famiglia, visto che la percentuale dei trapianti effettuati tra fratelli è maggiore di quelli autologhi. A testimoniare ciò va considerato che il primo trapianto effettuato con cellule staminali cordonali conservate per uso autologo è stato realizzato nel 1988 in Francia per curare il fratellino della donatrice che era affetto da anemia Falconi. Che cos è la crioconservazione? La crioconservazione è un procedimento che prevede un graduale abbassamento della temperatura, ovvero le cellule vengono addormentate dolcemente per non danneggiarne la struttura cellulare e far sì che le stesse siano ancora attive al loro graduale risveglio. Per quanto tempo si mantengono le cellule staminali da cordone ombelicale? E per quanto tempo vengono comunque conservate? Non esiste ad oggi una data di scadenza per le cellule staminali. Poiché i primi dati scientifici relativamente a campioni conservati e utilizzati risalgono a 20 anni fa, la BiotechSol propone un contratto di conservazione per 20 anni, ma questo non vuol dire che con il passare degli anni non sia possibile aumentare la durata della conservazione. 49

MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE DIREZIONE SANITARIA DI PRESIDIO TEL. 02 5503.2143-2570 3202 FAX 0255185528 e-mail direzione.presidio@policlinico.mi.it P.01.CLT.M.03 PAGINA 1 DI 6 MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E

Dettagli

Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti

Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti Sede: Piano terra, Presidio Ospedaliero Binaghi via Is Guadazzonis n.2-09126 Cagliari Struttura della Banca del Sangue Cordonale

Dettagli

A COSA SERVONO LE CELLULE STAMINALI DEL CORDONE OMBELICALE?

A COSA SERVONO LE CELLULE STAMINALI DEL CORDONE OMBELICALE? MODULO INFORMATIVO ORDINANZA 4 MAGGIO 2007 IN MATERIA DI ESPORTAZIONE DI STAMINALI DI CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra, Le chiediamo di leggere con attenzione le informazioni sotto riportate e di rispondere

Dettagli

USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE

USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE 1. Cosa sono le cellule staminali emopoietiche? Le cellule staminali emopoietiche sono cellule in grado di riprodursi dando origine agli elementi corpuscolati

Dettagli

Residente a..in via.c.a.p.. Numero di telefono..n. di fax.. Cognome padre..nome padre.

Residente a..in via.c.a.p.. Numero di telefono..n. di fax.. Cognome padre..nome padre. Ospedale S.Giovanni Calibita Fatebenefratelli Accordo Stato Regioni n.62 del 29 Aprile 2010 ALLEGATO 2 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALLA ESPORTAZIONE DI CAMPIONE DI SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE per USO

Dettagli

Lions Clubs International

Lions Clubs International Un iniziativa Lions Clubs International Distretto 108 Ya Governatore: Avv. Michele Roperto Anno sociale 2011-2012 Responsabile distrettuale tema di studio nazionale La donazione del sangue del cordone

Dettagli

La donazione del sangue dal cordone ombelicale

La donazione del sangue dal cordone ombelicale ASL NUORO La donazione del sangue dal cordone ombelicale CONSULTORIO NUORO La donazione del sangue dal cordone ombelicale La donazione del sangue dal cordone ombelicale è innocua e indolore. Il sangue

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA ULSS N. 7 PIEVE DI SOLIGO (TV) MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

REGIONE DEL VENETO AZIENDA ULSS N. 7 PIEVE DI SOLIGO (TV) MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra / Gent.mo Sig.re, Le chiediamo di leggere con attenzione le informazioni sotto riportate e di rispondere

Dettagli

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Allegato C/1 MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra/Gent.mo Sig.re Le chiediamo di leggere con attenzione le informazioni sotto riportate e il

Dettagli

Per la vita di chi ti sta a cuore

Per la vita di chi ti sta a cuore Per la vita di chi ti sta a cuore Cos è il sangue cordonale? Perchè conservare le cellule staminali? Chi è FamiCord Come opera FamiCord Perchè affidarsi a FamiCord Procedure e tempistica I trapianti con

Dettagli

DEL CORDONE OMBELICALE

DEL CORDONE OMBELICALE Assieme a una nuova vita nasce una possibilità di cura DONA IL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE UNA SCELTA CONSAPEVOLE Assieme a una nuova vita nasce una possibilità di cura. Questo messaggio richiama l

Dettagli

Assieme a una nuova vita nasce una possibilità di cura DONA IL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE UNA SCELTA CONSAPEVOLE

Assieme a una nuova vita nasce una possibilità di cura DONA IL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE UNA SCELTA CONSAPEVOLE Assieme a una nuova vita nasce una possibilità di cura DONA IL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE UNA SCELTA CONSAPEVOLE Assieme a una nuova vita nasce una possibilità di cura. Questo messaggio richiama l importanza

Dettagli

IN ITALIA. Infatti, una. precedenza

IN ITALIA. Infatti, una. precedenza P.O. Savona e Cairo M.tte Ospedale San Paolo Savona S.C. Direzione Medica Conn certificato n 17551/08/S MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTAA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 627 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori LIBÈ, MARCONI, POLI, MONACELLI, BUTTIGLIONE, MAFFIOLI, TREMATERRA, FORTE, ZANOLETTI, MANNINO, CUFFARO, PETERLINI,

Dettagli

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Alla Direzione Sanitaria di Presidio Alba Bra Allegato C MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra /Gent.mo Sig.re Le chiediamo di leggere con attenzione

Dettagli

Gentile/i Signora/i, R7122 Scheda Informativa relativa alla donazione. Ed. 1del 09/12/2010 Rev. 1 del 11/07/2011

Gentile/i Signora/i, R7122 Scheda Informativa relativa alla donazione. Ed. 1del 09/12/2010 Rev. 1 del 11/07/2011 Gentile/i Signora/i, il sangue contenuto nel cordone ombelicale (SCO) e raccolto al momento del parto, rappresenta una preziosa sorgente di cellule staminali emopoietiche, quelle stesse cellule che sono

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1946 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PORETTI, BELTRANDI, BIANCHI, CAPEZZONE, CIOFFI, DATO, DE ZULUETA, D ELIA, DIOGUARDI, GARNERO

Dettagli

La donazione del sangue da cordone ombelicale

La donazione del sangue da cordone ombelicale La donazione del sangue da cordone ombelicale Il sangue del cordone ombelicale è una fonte importante di cellule staminali emopoietiche Le cellule staminali emopoietiche: sono cellule in grado di dividersi

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI RIGUARDO ALLA CONSERVAZIONE DEL SANGUE PLACENTARE

DOMANDE FREQUENTI RIGUARDO ALLA CONSERVAZIONE DEL SANGUE PLACENTARE DOMANDE FREQUENTI RIGUARDO ALLA CONSERVAZIONE DEL SANGUE PLACENTARE Ho sentito parlare della possibilità di conservare il sangue placentare di mio/a figlio/a a scopo autologo, qualora in futuro ne avesse

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA DONAZIONE ALLOGENICA DI SANGUE CORDONALE

SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA DONAZIONE ALLOGENICA DI SANGUE CORDONALE LIGURIA CORD BLOOD BANK Servizio di Immunoematologia e Trasfusionale Direttore: Dr. Paolo Strada Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino Largo Rosanna Benzi n.10-16132 Genova Tel. 0105553148 Fax.

Dettagli

PREMESSA, RAZIONALE SCIENTIFICO

PREMESSA, RAZIONALE SCIENTIFICO 1 PREMESSA, RAZIONALE SCIENTIFICO Il termine cellule staminali emopoietiche si riferisce ad una popolazione cellulare in grado di dare origine agli elementi corpuscolati del sangue: globuli rossi, globuli

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA DONAZIONE ALLOGENICA DI SANGUE CORDONALE

SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA DONAZIONE ALLOGENICA DI SANGUE CORDONALE 1di 6 SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA Gentile Signora/e, il sangue contenuto nel cordone ombelicale (SCO) e raccolto al momento del parto, rappresenta una preziosa sorgente di cellule staminali emopoietiche,

Dettagli

Istruzione Operativa: Esportazione di sangue da cordone ombelicale per uso autologo presso Banche estere

Istruzione Operativa: Esportazione di sangue da cordone ombelicale per uso autologo presso Banche estere Istruzione Operativa: Esportazione di sangue da cordone ombelicale per uso autologo presso Banche estere Pr eparazion e Referente GdL C. Contessa Verifica Verifica sostenibilità organizzativa UOC Qualità

Dettagli

DIAGRAMMA DI FLUSSO ESPORTAZIONE S.C.O. PER USO AUTOLOGO (all.1)

DIAGRAMMA DI FLUSSO ESPORTAZIONE S.C.O. PER USO AUTOLOGO (all.1) DIAGRAMMA DI FLUSSO ESPORTAZIONE S.C.O. PER USO AUTOLOGO (all.1) I diretti interessati si recano presso la struttura all'uopo identificata: Direzione Sanitaria (DS) sede del parto per tutte le Aziende

Dettagli

LA DONAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE informazione e sensibilizzazione

LA DONAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE informazione e sensibilizzazione LA DONAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE informazione e sensibilizzazione Dr.ssa Barbara Grecchi Direzione Formazione e HPH Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi 1 Che cos è il sangue del cordone

Dettagli

Un Cordone di Staminali: Ciò che ha nutrito una vita può ancora dare la vita

Un Cordone di Staminali: Ciò che ha nutrito una vita può ancora dare la vita Un Cordone di Staminali: Ciò che ha nutrito una vita può ancora dare la vita Ascoli Piceno 29-30 Settembre 2012 Dott. ssa Barbara Tonnarelli Regione Marche Dipartimento Regionale di Medicina Trasfusionale

Dettagli

DONAZIONE SANGUE DA CORDONE OMBELICALE

DONAZIONE SANGUE DA CORDONE OMBELICALE DONAZIONE SANGUE DA CORDONE OMBELICALE Sono passati molti anni da quando si sono sperimentati i primi trapianti. Oggi trasferire gli organi da un corpo che muore ad uno che può continuare a vivere, non

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA PREVENZIONE SANITARIA UFFICIO VIII ORDINANZA

DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA PREVENZIONE SANITARIA UFFICIO VIII ORDINANZA DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA PREVENZIONE SANITARIA UFFICIO VIII ORDINANZA Misure urgenti in materia di cellule staminali da cordone ombelicale. IL MINISTRO

Dettagli

GenomaCord+ Laboratorio Genoma Sorgente GenomaCord+

GenomaCord+ Laboratorio Genoma Sorgente GenomaCord+ Cos e GenomaCord? GenomaCord+ è un servizio di conservazione delle cellule staminali cordonali che nasce da una partnership tra il Laboratorio Genoma, uno tra i laboratori europei più avanzati nell'ambito

Dettagli

consentire la nascita e lo sviluppo della rete di Banche di sangue del cordone ombelicale sul territorio nazionale.

consentire la nascita e lo sviluppo della rete di Banche di sangue del cordone ombelicale sul territorio nazionale. L'Associazione Donatrici Italiane Sangue del Cordone Ombelicale è nata nell'ottobre 1995 come associazione di donne disposte a donare, dopo il parto, il sangue del cordone ombelicale che sarebbe altrimenti

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FARINA COSCIONI, MAURIZIO TURCO, BERNARDINI, BELTRANDI, MECACCI, ZAMPARUTTI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FARINA COSCIONI, MAURIZIO TURCO, BERNARDINI, BELTRANDI, MECACCI, ZAMPARUTTI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2859 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI FARINA COSCIONI, MAURIZIO TURCO, BERNARDINI, BELTRANDI, MECACCI, ZAMPARUTTI Disposizioni

Dettagli

BIOTECNOLOGIE HEMATOS

BIOTECNOLOGIE HEMATOS BIOTECNOLOGIE HEMATOS al servizio della famiglia CONSERVAZIONE DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE NOVITÀ Il Kit di prelievo e trasporto più evoluto LUI O LEI? TEST DI DETERMINAZIONE DEL SESSO FETALE PERCHÈ

Dettagli

VISTO l Accordo 23 settembre 2004 tra il Ministro della Salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sul documento recante:

VISTO l Accordo 23 settembre 2004 tra il Ministro della Salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sul documento recante: Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E DELLA COMUNICAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA PREVENZIONE SANITARIA UFFICIO VIII - SETTORE SALUTE Ordinanza

Dettagli

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO.

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. SABATO 21 E DOMENICA 22 NOVEMBRE Centro d Abruzzo Ipercoop San Giovanni Teatino www.centrodabruzzo.com Chi

Dettagli

Prof. P. Curiel. Firenze 17.10.2010

Prof. P. Curiel. Firenze 17.10.2010 La donazione del sangue e (?) del cordone ombelicale Prof. P. Curiel Firenze 17.10.2010 Il trapianto di cellule staminali Trapianto di cellule staminali emopoietiche allogeniche = trattamento terapeutico

Dettagli

La donazione solidale di. sangue di cordone ombelicale

La donazione solidale di. sangue di cordone ombelicale Servizio Trasfusionale La donazione solidale di sangue di cordone ombelicale Informazioni utili Il presente opuscolo è stato realizzato a cura del: - Dipartimento Patologia Clinica e Medicina Trasfusionale

Dettagli

GUIDA ALLA DONAZIONE DEL SANGUE CORDONALE

GUIDA ALLA DONAZIONE DEL SANGUE CORDONALE GUIDA ALLA DONAZIONE DEL SANGUE CORDONALE Nel momento più bello e meraviglioso della vita, la nascita di un figlio, ogni mamma può scegliere di essere mamma 2 volte : offrendo una speranza di guarigione

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SALUTE ORDINANZA 4 maggio 2007 Misure urgenti in materia di cellule staminali da cordone ombelicale. (GU n.110 del 14-5-2007) IL MINISTRO DELLA SALUTE Visto l'art. 32 della legge 23 dicembre

Dettagli

- per uso dedicato al neonato o a consanguineo con patologia in atto al momento della raccolta;

- per uso dedicato al neonato o a consanguineo con patologia in atto al momento della raccolta; Cellule staminali da cordone ombelicale: misure urgenti Ministero Salute, ordinanza 04.05.2007, G.U. 14.05.2007 (Gesuele Bellini) Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 14 maggio 2007, l ordinanza del

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato BARANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato BARANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4747 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato BARANI Disciplina dei centri pubblici e privati di raccolta, conservazione e distribuzione

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA LE CELLULE STAMINALI

LE NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA LE CELLULE STAMINALI LE NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA LE CELLULE STAMINALI DEFINIZIONE DI CELLULA STAMINALE Le cellule staminali si caratterizzano per le loro capacità biologiche. Capacità di automantenimento: sono in grado

Dettagli

Associazione Donatrici Italiane Sangue Cordone Ombelicale. DONAZIONE SANGUE CORDONALE La Conservazione il Rilascio. Marina Buzzi

Associazione Donatrici Italiane Sangue Cordone Ombelicale. DONAZIONE SANGUE CORDONALE La Conservazione il Rilascio. Marina Buzzi Associazione Donatrici Italiane Sangue Cordone Ombelicale DONAZIONE SANGUE CORDONALE La Conservazione il Rilascio Marina Buzzi BO S.ORSOLA BO MAGGI BENTIVOGLIO PORRETTA IMOLA PARMA FIDENZA BORGOTARO

Dettagli

AUTOLOGHE, ALLOGENICHE, SINGENICHE.

AUTOLOGHE, ALLOGENICHE, SINGENICHE. CELLULE STAMINALI Il termine trapianto di midollo osseo è oggi sostituito da trapianto di cellule staminali. Queste possono essere AUTOLOGHE, ALLOGENICHE, SINGENICHE. Il trapianto di celule staminali è

Dettagli

1 di 5 20/01/15 12:01

1 di 5 20/01/15 12:01 N u m e rr o A :49643 tt tt i i A g g i i o rr n a tt : o 19 a gennaio l l 2015 HOME SERVIZI NEWS NEWSLETTER DIRETTIVE UE NUOVA RICERCA Dettaglio atto STAMPA ATTO SUDDIVISO 0 MINISTERO DEL LAVORO, DELLA

Dettagli

DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO

DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO Ogni anno migliaia di bambini e di giovani adulti si ammalano di leucemia e di altre malattie del sangue. Queste malattie che fino a pochi anni fa portavano generalmente alla

Dettagli

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza AVIS NAZIONALE/REGIONALE MARCHE Ancona, 31 Ottobre 2008 Il Sistema Trasfusionale tra necessità e disponibilità Le cellule staminali: una risorsa..una speranza Prof.ssa Gabriella Girelli Sapienza Università

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4949 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI SAVINO, MELONI, ROCCELLA, ANGELI, BARBIERI, COMPA- GNON, DE NICHILO RIZZOLI, DELFINO, DI

Dettagli

Chi siamo. Concorso ADMO 2007. Introduzione. Le nostre riflessioni. Ringraziamenti. Classi 1^C e 2^C Scuola Media Statale Vibo Marina

Chi siamo. Concorso ADMO 2007. Introduzione. Le nostre riflessioni. Ringraziamenti. Classi 1^C e 2^C Scuola Media Statale Vibo Marina Classi 1^C e 2^C Scuola Media Statale Vibo Marina a.s. 2006/2007 Il midollo osseo e il sangue L Anemia mediterranea La leucemia La speranza Concorso ADMO 2007 L ADMO Chi siamo Introduzione Chi è il donatore

Dettagli

UNISALUTE - Bologna, 30 settembre 2011

UNISALUTE - Bologna, 30 settembre 2011 Cellule staminali ematopoietiche del cordone ombelicale donazione autologa e allogenica legislazione, risultati e obiettivi Lorenza Ridolfi UNISALUTE - Bologna, 30 settembre 2011 L esperienza francese

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 267 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice VALPIANA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 5 MAGGIO 2006 Istituzione delle banche per la conservazione del sangue

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAVA, ANTONIONE, MISTRELLO DESTRO, SANTORI, SARDELLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAVA, ANTONIONE, MISTRELLO DESTRO, SANTORI, SARDELLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5097 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GAVA, ANTONIONE, MISTRELLO DESTRO, SANTORI, SARDELLI Disposizioni sanzionatorie per la violazione

Dettagli

Il nostro obiettivo comune.

Il nostro obiettivo comune. Il nostro obiettivo comune. 1 4 associazioni un obiettivo: VITA Per sensibilizzare in modo mirato i cittadini e richiamare la loro attenzione sulla nostra attività, noi 4 associazioni di volontariato AVIS

Dettagli

Il quadro normativo europeo e nazionale sulla conservazione delle CS del SCO

Il quadro normativo europeo e nazionale sulla conservazione delle CS del SCO Via Sallustiana, 26 00187 Roma Il quadro normativo europeo e nazionale sulla conservazione delle CS del SCO Roma, 14 giugno 2011 Conservazione del SCO -Conservazione pubblica per uso allogenico (da donazione

Dettagli

ALLEGATO _I _ Dgr n. del pag. 1/6

ALLEGATO _I _ Dgr n. del pag. 1/6 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO _I _ Dgr n. del pag. 1/6 Progetto ex Accordo Stato-Regioni rep. atti 84/CSR del 20 aprile 2011 per l utilizzo delle risorse vincolate per la realizzazione degli

Dettagli

Disposizioni in materia di conservazione di cellule staminali da sangue del cordone ombelicale per uso autologo dedicato

Disposizioni in materia di conservazione di cellule staminali da sangue del cordone ombelicale per uso autologo dedicato DECRETO 18 novembre 2009 Disposizioni in materia di conservazione di cellule staminali da sangue del cordone ombelicale per uso autologo dedicato IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE

Dettagli

IL SEGRETARIO (dott.ssa Alessandra Forgiarini)

IL SEGRETARIO (dott.ssa Alessandra Forgiarini) FEDERFARMA FRIULI VENEZIA GIULIA UNIONE REGIONALE TITOLARI DI FARMACIA DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Circolare n. 046/11 Trieste, 11 aprile 2011 Alle Farmacie delle province di Gorizia Pordenone Trieste Udine

Dettagli

30.000 DONAZIONI, 10.000 UNITÀ, 500 TRAPIANTI: 20 ANNI DELLA MILANO CORD BLOOD BANK

30.000 DONAZIONI, 10.000 UNITÀ, 500 TRAPIANTI: 20 ANNI DELLA MILANO CORD BLOOD BANK UNA VITA CHE NASCE RIGENERA LA VITA 30.000 DONAZIONI, 10.000 UNITÀ, 500 TRAPIANTI: 20 ANNI DELLA MILANO CORD BLOOD BANK 8 giugno 2013 ore 9.00 Auditorium del Palazzo dei Congressi Provincia di Milano Via

Dettagli

CHI DONA SANGUE HA CUORE.

CHI DONA SANGUE HA CUORE. Tel. e Fax Tel. e Fax Tel. e Fax Tel. e Fax IL E I SUOI COMPONENTI. LE DIVERSE FORME DI DONAZIONE. Il sangue è un tessuto fluido che circola nei vasi sanguigni, rappresenta l 8% del peso corporeo ed è

Dettagli

Cellule staminali Cosa sono, come si ottengono e qual è il loro uso nella terapia rigenerativa

Cellule staminali Cosa sono, come si ottengono e qual è il loro uso nella terapia rigenerativa Uni-ATENeO "Ivana Torretta" - Anno Accademico 2013-2014 Cellule staminali Cosa sono, come si ottengono e qual è il loro uso nella terapia rigenerativa Caterina Bendotti Dept. Neuroscience caterina.bendotti@marionegri.it

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1274 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI CARRA, ARLOTTI, BINI, BRAGA, CARELLA, FON- TANELLI, LATTUCA, MALPEZZI, MANFREDI, MANZI, MONGIELLO,

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1198 DEL 28 GIUGNO 2012

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1198 DEL 28 GIUGNO 2012 ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1198 DEL 28 GIUGNO 2012 Accordo tra la Regione Friuli Venezia Giulia e la Regione del Veneto finalizzato alla collaborazione nel campo della raccolta, lavorazione e conservazione

Dettagli

CHE COSA SONO Le cellule staminali del cordone ombelicale sono di tipo ematopoietico: ossia si sono già differenziate nel sangue e, una volta

CHE COSA SONO Le cellule staminali del cordone ombelicale sono di tipo ematopoietico: ossia si sono già differenziate nel sangue e, una volta 140 CHE COSA SONO Le cellule staminali del cordone ombelicale sono di tipo ematopoietico: ossia si sono già differenziate nel sangue e, una volta trapiantate, possono moltiplicarsi sotto forma di globuli

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3691 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PEDOTO, ARGENTIN, BOBBA, BOCCUZZI, BORDO, BRAGA, BRANDOLINI, BUCCHINO, BURTONE, CASTAGNETTI,

Dettagli

Le Cellule Staminali Cordonali

Le Cellule Staminali Cordonali 1 Le Cellule Staminali Cordonali risorsa biologica per l intera umanità opuscolo informativo per i genitori STATE ASPETTANDO UN BAMBINO? Informatevi sulle possibilità di donare il sangue cordonale. L attesa

Dettagli

RECEPIMENTO DELL'ACCORDO STATO REGIONI 29 APRILE 2010 SULL'ESPORTAZIONE DI CAMPIONI DI SANGUE DA CORDONE OMBELICALE PER USO AUTOLOGO.

RECEPIMENTO DELL'ACCORDO STATO REGIONI 29 APRILE 2010 SULL'ESPORTAZIONE DI CAMPIONI DI SANGUE DA CORDONE OMBELICALE PER USO AUTOLOGO. Progr.Num. 1176/2010 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno Lunedì 26 del mese di Luglio dell' anno 2010 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori: via

Dettagli

San Marino, 5 gennaio 2010/1709 d.f.r. Prot. N. 8/2010

San Marino, 5 gennaio 2010/1709 d.f.r. Prot. N. 8/2010 Prot. N. 8/2010 San Marino, 5 gennaio 2010/1709 d.f.r. Ill.mo Claudio PODESCHI Segretario di Stato per la Sanità e Sicurezza Sociale, la Previdenza, la Famiglia e gli Affari Sociali, le Pari Opportunità

Dettagli

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Per semplicità redazionale nel testo seguente si utilizza la sola forma al maschile. Naturalmente tutte le denominazioni vanno intese anche

Dettagli

Classe 2^D A.S. 2003/2004. Scuola Media Statale Vibo Marina

Classe 2^D A.S. 2003/2004. Scuola Media Statale Vibo Marina Classe 2^D A.S. 2003/2004 Scuola Media Statale Vibo Marina 1 Presentazione Introduzione La composizione del sangue Cos è il midollo osseo Alcune malattie del sangue: anemia mediterranea e leucemia. Il

Dettagli

1-10-2010 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 43 61

1-10-2010 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 43 61 1-10-2010 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 43 61 Giunta regionale con la deliberazione n. 320 del 4 settembre 2010, l atto aziendale dell Azienda sanitaria provinciale di Enna

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 5097 XVI Legislatura

CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 5097 XVI Legislatura CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 5097 XVI Legislatura Disposizioni sanzionatorie per la violazione della disciplina in materia di prelievo, conservazione e utilizzazione del sangue del cordone ombelicale

Dettagli

Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 23

Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 23 Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 23 Istituzione del Registro dei donatori di cellule staminali emopoietiche Regolamentazione e organizzazione della rete di raccolta (B. U. Regione Basilicata N. 58

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 913

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 913 Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 913 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori GRANAIOLA, AMATI, ALBANO, CUCCA, DE BIASI, FAVERO, GUERRIERI, LAI, LO GIUDICE, LUMIA, MANASSERO, MATTESINI, MATURANI,

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLA DONAZIONE DI SANGUE

PICCOLA GUIDA ALLA DONAZIONE DI SANGUE Ospedale IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo Opera di San Pio da Pietrelcina PICCOLA GUIDA ALLA DONAZIONE DI SANGUE a cura di: Servizio Trasfusionale e di Immunoematologia Tel.:

Dettagli

Aspetti organizzativi e legislativi sulla donazione del sangue cordonale in Emilia-Romagna. Nicola Alvaro CRT-ER

Aspetti organizzativi e legislativi sulla donazione del sangue cordonale in Emilia-Romagna. Nicola Alvaro CRT-ER Aspetti organizzativi e legislativi sulla donazione del sangue cordonale in Emilia-Romagna Nicola Alvaro CRT-ER Parma, 17-10-2013 PREMESSA Incrementare i prelievi di SCO è, ormai da tempo, un obiettivo

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE PROVINCIALE. Lotta alle leucemie ed altre malattie ematologiche. Istituzione di una banca per la conservazione di cordoni ombelicali

DISEGNO DI LEGGE PROVINCIALE. Lotta alle leucemie ed altre malattie ematologiche. Istituzione di una banca per la conservazione di cordoni ombelicali GRUPPO CONSILIARE PROVINCIALE Via Crispi 6 39100 BOLZANO Tel. 0471 946257 Consigliere Mauro Minniti www.minnitimauro.it info@minnitimauro.it Presentato dal Consigliere provinciale del Popolo della Libertà

Dettagli

INSERTO LA DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO ED IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE

INSERTO LA DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO ED IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE LA DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO ED IL TRAPIANTO DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE Il trapianto allogenico (da donatore) di cellule staminali emopoietiche (midollo osseo, sangue periferico, sangue cordonale)

Dettagli

Associazione Donatrici Italiane Sangue di Cordone Ombelicale. Carolina Sciomer

Associazione Donatrici Italiane Sangue di Cordone Ombelicale. Carolina Sciomer Associazione Donatrici Italiane Sangue di Cordone Ombelicale Carolina Sciomer Presidente Nazionale ADISCO Consiglio Nazionale ADMO Genova, 15 Novembre 2009 Origini della Associazione 1988: Primo trapianto

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA BOZZA N. 658 DISEGNO DI LEGGE d'iniziativa del senatore CARELLA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 21 SETTEMBRE 2001 Istituzione delle banche di sangue di cordone ombelicale

Dettagli

ADISCO IN TOSCANA BANCHE IN TOSCANA

ADISCO IN TOSCANA BANCHE IN TOSCANA ADISCO IN TOSCANA BANCHE IN TOSCANA Sezione Regionale Toscana O.N.L.U.S. Via del Lazzeretto 168/15 59100 Prato (PO) C.P. 340 Tel. e fax 0574.540002 - Cell. 335.1341929 e-mail: segreteria@ adiscotoscana.it

Dettagli

SERVIZIO DI IMMUNOEMATOLOGIA E TRASFUSIONE DIRETTORE: DOTT. F. BERTOLA

SERVIZIO DI IMMUNOEMATOLOGIA E TRASFUSIONE DIRETTORE: DOTT. F. BERTOLA SERVIZIO DI IMMUNOEMATOLOGIA E TRASFUSIONE DIRETTORE: DOTT. F. BERTOLA 1 Donazione di midollo: perché donare? vil 70% dei malati affetti da empopatie NON ha un donatore compatibile all interno della famiglia

Dettagli

IL SANGUE È UN BENE CHE NON SI PUÒ COMPRARE.

IL SANGUE È UN BENE CHE NON SI PUÒ COMPRARE. IL SANGUE È UN BENE CHE NON SI PUÒ COMPRARE. SI PUÒ SOLO DONARE! DIVENTA UN DONATORE ED OGNI TUA STILLA DIVENTERÀ UN PALPITO PER IL CUORE DI UN ALTRO! Misericordia di Pietrasanta Gruppo Fratres Per info

Dettagli

Un dono Conservare il sangue del cordone

Un dono Conservare il sangue del cordone Diritti deve essere Un dono Conservare il sangue del cordone ombelicale solo per il proprio figlio in una banca privata all estero non è utile. Un autorevole esperto spiega perché Lo specialista Il professor

Dettagli

Perché donare? sangue. plasma. piastrine. sangue. sangue. sangue. sangue. sangue. sangue. cordone ombelicale. sangue piastrine piastrine.

Perché donare? sangue. plasma. piastrine. sangue. sangue. sangue. sangue. sangue. sangue. cordone ombelicale. sangue piastrine piastrine. Perché donare? del cordone ombelicale del cordone ombelicale La donazione di, un gesto indispensabile. Donando il tuo puoi aiutare, per esempio, una donna che ha perduto molto durante il parto a riprendere

Dettagli

centro regionale trapianti Brochure_TrapiantoOrgani7_2.indd1 1 11/08/2008 12.16.38

centro regionale trapianti Brochure_TrapiantoOrgani7_2.indd1 1 11/08/2008 12.16.38 centro regionale trapianti Brochure_TrapiantoOrgani7_2.indd1 1 11/08/2008 12.16.38 Centri di Prelievo e Centri di Trapianto della Regione Friuli Venezia Giulia Centro trapianti Cuore Centro trapianti Fegato

Dettagli

I data base e il servizio di medicina trasfusionale: problematiche attuali nella nostra Azienda

I data base e il servizio di medicina trasfusionale: problematiche attuali nella nostra Azienda I data base e il servizio di medicina trasfusionale: problematiche attuali nella nostra Azienda Angela Mazzi, Dirigente Medico Servizio di Medicina Trasfusionale Cosa conserviamo c/o il SIMT Emocomponenti

Dettagli

Perché donare? sangue. piastrine. plasma. sangue. midollo osseo. cordone ombelicale. piastrine. midollo osseo cordone ombelicale. plasma.

Perché donare? sangue. piastrine. plasma. sangue. midollo osseo. cordone ombelicale. piastrine. midollo osseo cordone ombelicale. plasma. plasma piastrine midollo osseo cordone ombelicale Perché donare? sangue plasma sangue midollo osseo midollo osseo cordone ombelicale plasma piastrine midollo osseo plasma piastrine sangue cordone ombelicale

Dettagli

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta I TRAPIANTI - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta facilmente ad amplificazione e distorsione da parte dei mass-media. - Per trapianto si intende la

Dettagli

BANCA DEL SANGUE CORDONALE

BANCA DEL SANGUE CORDONALE La Banca del sangue cordonale è una struttura sanitaria pubblica autorizzata dal Ministero e dalle Regioni che raccoglie, valida,caratterizza, conserva e distribuisce le unità donate ai Centri di Trapianto,

Dettagli

Bur n. 11 del 08/02/2011

Bur n. 11 del 08/02/2011 Bur n. 11 del 08/02/2011 Sanità e igiene pubblica Deliberazioni della Giunta Regionale N. 12 del 11 gennaio 2011 lr 22/02 definizione dei requisiti di autorizzazione all'esercizio e di accreditamento istituzionale

Dettagli

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Per semplicità redazionale nel testo seguente si utilizza la sola forma al maschile. Naturalmente tutte le denominazioni vanno intese anche

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 941 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa dei senatori FUMAGALLI CARULLI, CIRAMI, NAVA, NAPOLI Bruno e NAPOLI Roberto COMUNICATO

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 18-12-2007 REGIONE BASILICATA

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 18-12-2007 REGIONE BASILICATA LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 18-12-2007 REGIONE BASILICATA Istituzione del Registro dei donatori di cellule staminali emopoietiche Regolamentazione e organizzazione della rete di raccolta. Fonte: BOLLETTINO

Dettagli

OGGETTO: Istanza di interpello - IRPEF detrazione - spese sanitarie conservazione cellule staminali - art 15 - DPR 22 dicembre 1986, n.

OGGETTO: Istanza di interpello - IRPEF detrazione - spese sanitarie conservazione cellule staminali - art 15 - DPR 22 dicembre 1986, n. RISOLUZIONE N. 155/E Roma, 12 giugno 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello - IRPEF detrazione - spese sanitarie conservazione cellule staminali - art 15 - DPR 22

Dettagli

Sezione parallela di Torino LA DONAZIONE DEL SANGUE CORDONALE

Sezione parallela di Torino LA DONAZIONE DEL SANGUE CORDONALE FACOLTÀ TEOLOGICA DELL ITALIA SETTENTRIONALE Sezione parallela di Torino Ciclo di Specializzazione in Teologia Morale con indirizzo sociale Master Universitario in Bioetica LA DONAZIONE DEL SANGUE CORDONALE

Dettagli

Subrogalia inaugura i nuovi uffici a Barcellona

Subrogalia inaugura i nuovi uffici a Barcellona APRILE 2014 Subrogalia inaugura i nuovi uffici a Barcellona SUBROGALIA inaugurò lo scorso 1 aprile i nuovi uffici a Barcellona, precisamente nella centralissima via Balmes della Città Condale. Le nuove

Dettagli

GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) PREFAZIONE

GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) PREFAZIONE GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) Le informazioni fornite attraverso queste pagine, sono state tratte da un opuscolo pubblicato e curato dal Gruppo di Lavoro

Dettagli

CONVENZIONE PER L ADESIONE ALLA RACCOLTA DEL SANGUE CORDONALE

CONVENZIONE PER L ADESIONE ALLA RACCOLTA DEL SANGUE CORDONALE CONVENZIONE PER L ADESIONE ALLA RACCOLTA DEL SANGUE CORDONALE L AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI BOLOGNA (CF 92038610371), con sede in Bologna - via Albertoni n. 15, nella persona del Dirigente Responsabile

Dettagli