Oggetto :- Caccia al Cinghiale in battute autorizzate - stagione venatoria Richiesta autorizzazione.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Oggetto :- Caccia al Cinghiale in battute autorizzate - stagione venatoria 20-20. - Richiesta autorizzazione."

Transcript

1 Marca da bollo da 16,00 Alla Città Metropolitana di Napoli Ufficio Caccia e Pesca Piazza Matteotti, 1 NAPOLI Oggetto :- Caccia al Cinghiale in battute autorizzate - stagione venatoria Richiesta autorizzazione. Il sottoscritto nato a il e residente (in Regione Campania) a in Via tel. (ATTENZIONE : DATO IMPORTANTE PER CONTATTI E CONVOCAZIONE RITIRO AUTORIZZAZIONE), in possesso di porto di fucile n rilasciato dalla Questura di in data, in regola con la documentazione prescritta per l esercizio dell attività venatoria - stagione 20 /20, nella qualità di Responsabile - Capo Squadra, CHIEDE Di essere autorizzato con la propria squadra ad esercitare la caccia al cinghiale in battuta con l ausilio dei cani da seguita, esclusivamente nei giorni stabiliti dal Calendario Venatorio 20 /20, con le modalità stabilite dalle norme di legge e dal Disciplinare approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n..del...., su una delle seguenti due zone individuate nel dettaglio dalla medesima Deliberazione di Giunta Provinciale, di (barrare con una X la zona prescelta, soltanto una): Lettere; Carbonara di Nola e Palma Campania. 1

2 Il sottoscritto dichiara, sotto la propria responsabilità, che la squadra è composta dai sottoelencati n. (min.: 12 max.:20) cacciatori, ciascuno in perfetta regola con la documentazione prescritta per l esercizio dell attività venatoria e che, in caso di assenza, verrà sostituito dal Vice Capo Squadra Sig. nato a il e residente in alla Via. Componenti (inclusi capo squadra e vice capo squadra): N Cognome Nome Data e luogo di nascita Numero e data Porto di Fucile Comune di Residenza (Regione Campania) Firma

3 , lì Il Responsabile - Capo Squadra 3

4 N.B. Nell esercizio delle battute di caccia al cinghiale occorre osservare le prescrizioni imposte dalla vigente normativa ed in particolare dal Disciplinare di caccia al cinghiale approvato con Deliberazione di Giunta provinciale n..del.., fra cui le seguenti: I periodi dell anno, i giorni e gli orari durante i quali è consentita la caccia al cinghiale, sono previsti dal Calendario Venatorio Regionale approvato per la stagione venatoria in corso, e dalla normativa vigente; Per poter esercitare una battuta di caccia al cinghiale è necessaria la partecipazione di almeno n 10 componenti della squadra fra i quali deve essere presente il caposquadra o il vice caposquadra; La caccia al cinghiale può essere esercitata unicamente nella zona prescelta in sede di istanza previa affissione, il giorno che precede la battuta, di apposito manifesto presso la sede del Comune competente oltre alla perimetrazione e messa in sicurezza della zona un ora prima della battuta; Durante la battuta non è permesso portare cartucce con munizione spezzata, inseguire o/e abbattere il cinghiale al di fuori della zona di battuta, abbandonare le viscere o parti di cinghiale abbattuto sul territorio di caccia, arrecare danno o disturbo alla selvaggina o all ambiente con mezzi illeciti; Per ogni giornata di caccia non potranno essere abbattuti più di n 3 cinghiali; Le squadre devono adottare le necessarie cautele sanitarie dopo l abbattimento del cinghiale, nel rispetto delle prescrizioni di cui al regolamento regionale n 10 del 06/12/2011 Regolamento per la gestione sanitaria e lo spostamento dei cinghiali catturati vivi o morti in regione Campania e del Piano Regionale di monitoraggio della trinchinellosi nella fauna selvatica, contenuto nel Piano Regionale Integrato dei controlli ufficiali in materia di alimenti, mangimi, sanità e benessere animale e sanità delle piante (P.R.I.) , approvato con D.G.R. n 377 del 04/08/2011. Il caposquadra deve portare con se, durante la battuta, l autorizzazione rilasciata dalla Città Metropolitana di Napoli oltre a tenere, custodire e compilare apposito report di ogni giornata di battuta di caccia al cinghiale con l indicazione dei nominativi dei partecipanti, dei capi abbattuti, feriti o anche solo avvistati. Ferme restando l applicazione delle sanzioni previste dalla normativa nazionale e regionale vigente regolante l esercizio venatorio in generale, l inosservanza di predette prescrizioni e delle altre presenti nel Disciplinare di caccia al cinghiale, comporterà per tutti i componenti della squadra la revoca dell autorizzazione alla caccia al cinghiale precedentemente rilasciata. 4

5 Alla Città Metropolitana di Napoli Ufficio Caccia e Pesca Piazza Matteotti, 1 - Napoli Io sottoscritto nato a il e residente a in via nella qualità di capo squadra di cacciatori di cinghiale, sotto la propria responsabilità, civile e penale, DICHIARA che tutti i dati riportati nella richiesta di autorizzazione per esercitare la caccia al cinghiale in battuta nell annata venatoria 20 20, sono veritieri e che tutti i componenti possiedono regolare porto di fucile per uso caccia in corso di validità, sono in regola con i pagamenti (tasse concessione Governative, Regionale, Assicurazione); di essere consapevole che l esercizio venatorio in battuta presuppone l iscrizione all A.T.C. di Napoli per la stagione venatoria in corso. Pertanto non verrà rilasciata autorizzazione per coloro che non risultino in possesso dell iscrizione succitata e qualora l esclusione di alcuni componenti determini il mancato raggiungimento del numero minimo fissato dall art. 3 del presente Disciplinare, l autorizzazione non potrà essere rilasciata per l intera squadra; Al ritiro dell autorizzazione il capo squadra deve presentare il tesserino regionale compilato e rilasciato dal Comune di residenza (o dalla Città Metropolitana di Napoli, per i residenti a Napoli) a ciascun componente della squadra per l annata venatoria in corso. In caso contrario non verrà consegnata l autorizzazione. Allega: 1. Copia del documento di riconoscimento in corso di validità di tutti i componenti della squadra. 2. Copia delle licenze di porto di fucile in corso di validità di tutti i componenti della squadra. Il Responsabile - Capo Squadra 5

ANNATA VENATORIA 2014/2015 VISTO

ANNATA VENATORIA 2014/2015 VISTO ANNATA VENATORIA 2014/2015 Il Comitato di Gestione dell Ambito Territoriale di Caccia CS2, al fine di garantire una corretta ed efficace gestione della caccia nel territorio dei 29 Comuni, VISTO la Legge

Dettagli

Il Sottoscritto. nato a il. residente a in via. Tel. Cell. Mail. Cod. Fiscale. Titolare della licenza di caccia n del. Rilasciata dalla questura di il

Il Sottoscritto. nato a il. residente a in via. Tel. Cell. Mail. Cod. Fiscale. Titolare della licenza di caccia n del. Rilasciata dalla questura di il Marca da bollo 14,62 Spettabile PROVINCIA DI BRESCIA Settore Caccia Via Milano, 13 25126 BRESCIA Prot. A.T.C. N del Il Sottoscritto nato a il residente a in via Tel. Cell. Mail. Cod. Fiscale Titolare della

Dettagli

BOZZA REGOLAMENTO DI CACCIA AL CINGHIALE ATC CS3

BOZZA REGOLAMENTO DI CACCIA AL CINGHIALE ATC CS3 BOZZA REGOLAMENTO DI CACCIA AL CINGHIALE ATC CS3 Art. 1 (Caratteri generali) 1. Il presente, disciplina la gestione faunistico-venatoria del cinghiale nella Provincia di Cosenza, nel rispetto della normativa

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N.2 - POTENZA

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N.2 - POTENZA AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N.2 - POTENZA via Mantova, 45-85100 Potenza. Tel.: 0971/410023 Fax: 0971/330018 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DEL CINGHIALE PER LA PROVINCIA DI POTENZA

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Allegato sub. B All A.T.C. A di Matera Casella Postale n. 58 Via del Corso n. 15 75100 Matera Oggetto: Attuazione Art. 12 del Calendario Venatorio 2014/2015 Controllo della specie cinghiale. AVVISO PER

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA D.G.R. N. 17-5754 DEL 06/05/2013

REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA D.G.R. N. 17-5754 DEL 06/05/2013 AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A.T.C.VC1 VIA VERCELLI 44 13030 CARESANABLOT TEL./FAX 0161 58181 REGOLAMENTO PER IL PRELIEVO E L ESERCIZIO VENATORIO ALLA SPECIE CINGHIALE NELL ATC VC1 IN ESECUZIONE DELLA

Dettagli

TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2009/2010. Nota sulle operazioni di rilascio

TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2009/2010. Nota sulle operazioni di rilascio TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2009/2010 Nota sulle operazioni di rilascio MATERIALE CONSEGNATO A PROVINCE E COMUNI Ad ogni Provincia vengono consegnati i tesserini non personalizzati,

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 5 ALLEGATO A Criteri e modalità di istituzione, autorizzazione e gestione delle Zone per l allenamento e l addestramento dei cani e per le gare e le prove cinofile (ZAC) (art. 33, l.r. 7/1995) Principi

Dettagli

TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2015/2016. Nota sulle operazioni di rilascio

TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2015/2016. Nota sulle operazioni di rilascio TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2015/2016 Nota sulle operazioni di rilascio MATERIALE CONSEGNATO A PROVINCE E COMUNI Ad ogni Provincia vengono consegnati i tesserini non personalizzati

Dettagli

TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2011/2012. Nota sulle operazioni di rilascio

TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2011/2012. Nota sulle operazioni di rilascio TESSERINO REGIONALE PER L ESERCIZIO VENATORIO STAGIONE 2011/2012 Nota sulle operazioni di rilascio MATERIALE CONSEGNATO A PROVINCE E COMUNI Ad ogni Provincia vengono consegnati i tesserini non personalizzati,

Dettagli

Oggetto: Manifesto per accessi venatori stagione venatoria 2016/17.

Oggetto: Manifesto per accessi venatori stagione venatoria 2016/17. AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A DELLA PROVINCIA DI MATERA Ufficio del Presidente e sede legale Via Cappelluti n. 35 75100 - Matera Casella Postale n. 58 Ufficio Postale Via del Corso n. 15 75100 Matera

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO DECRETO DELEGATO 21 ottobre 2013 n.133 Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto l articolo 6, comma 1, lettera g), del Decreto Delegato 8 agosto 2013

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO DELLE UNITA DI GESTIONE PER LA CACCIA ALLA LEPRE NELLA PROVINCIA DI SAVONA

PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO DELLE UNITA DI GESTIONE PER LA CACCIA ALLA LEPRE NELLA PROVINCIA DI SAVONA PROVINCIA DI SAVONA REGOLAMENTO DELLE UNITA DI GESTIONE PER LA CACCIA ALLA LEPRE NELLA PROVINCIA DI SAVONA (Deliberazione del Consiglio Provinciale n. 34 del 05/07/2012) TITOLO I Disposizioni generali

Dettagli

REGIONE TOSCANAGIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANAGIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANAGIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE COMPETITIVITA' DEL SISTEMA REGIONALE E SVILUPPO DELLE COMPETENZE AREA DI COORDINAMENTO SVILUPPO RURALE SETTORE POLITICHE AGROAMBIENTALI, ATTIVITA' FAUNISTICA-VENATORIA

Dettagli

Disciplinare per violazioni in materia di caccia

Disciplinare per violazioni in materia di caccia Disciplinare per violazioni in materia di caccia approvato dalla Commissione Consultiva per l esame dei processi verbali e la determinazione delle sanzioni amministrative e disciplinari in materia di caccia

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Il seguente documento è una copia dell'atto. La validità legale è riferita esclusivamente al fascicolo in formato PDF firmato digitalmente. Parte prima Decreti Regolamenti e decreti Assessorato Difesa

Dettagli

PROTOCOLLO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE AGLI AMBITI TERRITORIALI DI CACCIA DELLE ZONE DI RIPOPOLAMENTO E CATTURA DELLA PROVINCIA DI FIRENZE

PROTOCOLLO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE AGLI AMBITI TERRITORIALI DI CACCIA DELLE ZONE DI RIPOPOLAMENTO E CATTURA DELLA PROVINCIA DI FIRENZE Allegato A alla Deliberazione della Giunta Provinciale n. 513 del 19.12.2002 PROTOCOLLO PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE AGLI AMBITI TERRITORIALI DI CACCIA DELLE ZONE DI RIPOPOLAMENTO E CATTURA DELLA PROVINCIA

Dettagli

(PROVINCIA DI ROMA) MANIFESTAZIONE OCCASIONALE DI PUBBLICO SPETTACOLO DOMANDA NUOVA AUTORIZZAZIONE

(PROVINCIA DI ROMA) MANIFESTAZIONE OCCASIONALE DI PUBBLICO SPETTACOLO DOMANDA NUOVA AUTORIZZAZIONE CITTÀ DI FIUMICINO (PROVINCIA DI ROMA) Marca Bollo 16,00 AL S.U.A.P. Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di Fiumicino MANIFESTAZIONE OCCASIONALE DI PUBBLICO SPETTACOLO DOMANDA NUOVA AUTORIZZAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ESAMI VENATORI E ISCRIZIONE ALL ALBO PROVINCIALE DEI CACCIATORI DI SELEZIONE. Art.

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ESAMI VENATORI E ISCRIZIONE ALL ALBO PROVINCIALE DEI CACCIATORI DI SELEZIONE. Art. Approvato con delib. C.P. n. 109 del 9/06/2003 REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA DISCIPLINA DEGLI ESAMI VENATORI E ISCRIZIONE ALL ALBO PROVINCIALE DEI CACCIATORI DI SELEZIONE Art. 1 Il presente Regolamento

Dettagli

DISCIPLINA DEL PRELIEVO DELLA SPECIE CINGHIALE SUL TERRITORIO DELL ATCTO1 Zona Eporediese

DISCIPLINA DEL PRELIEVO DELLA SPECIE CINGHIALE SUL TERRITORIO DELL ATCTO1 Zona Eporediese DISCIPLINA DEL PRELIEVO DELLA SPECIE CINGHIALE SUL TERRITORIO DELL ATCTO1 Zona Eporediese (Delibere del CdG n. 219 del 30.08.2010, n. 92 del 27.05.2013, n. 94 e n. 95 del 10.06.2013, n. 101 del 17.06.2013,

Dettagli

dalla partecipazione a gare cinofile;

dalla partecipazione a gare cinofile; La garanzia, valida in tutto il mondo purchè l attività venatoria venga condotta nel rispetto delle leggi localmente vigenti, è prestata per i danni derivanti dall attività venatoria esercitata come previsto

Dettagli

Finalità. L offerta formativa prepara il selecontrollore per l iscrizione a due diverse sezioni dell Albo, a scelta del candidato:

Finalità. L offerta formativa prepara il selecontrollore per l iscrizione a due diverse sezioni dell Albo, a scelta del candidato: Dipartimento V Agricoltura ed ambiente rurale U.O. Ambiente rurale e naturale, gestione faunistica Provincia di Lodi Via Fanfulla, 14 26900 Lodi C.F. 92514470159 tel. 0371.442.1 fax 0371.416027 pec: provincia.lodi@pec.regione.lombardia.it

Dettagli

Il sottoscritto... nato a... (prov...) il... e residente in Comune di... CAP.. (prov...) via... n... Codice Fiscale...

Il sottoscritto... nato a... (prov...) il... e residente in Comune di... CAP.. (prov...) via... n... Codice Fiscale... Per il rinnovo: la domanda deve essere presentata entro e non oltre il 30 giugno precedente alla data di scadenza della struttura Marca da bollo ALLA PROVINCIA DI FORLI -CESENA SERVIZIO AGRICOLTURA SPAZIO

Dettagli

RENDE NOTO INDIRIZZI E CRITERI IN ORDINE ALL AMMISSIONE DEI CACCIATORI NEI C.A. E NEGLI A.T.C.

RENDE NOTO INDIRIZZI E CRITERI IN ORDINE ALL AMMISSIONE DEI CACCIATORI NEI C.A. E NEGLI A.T.C. La Giunta Regionale Vista la Legge 11 febbraio 1992, n. 157 e la L.R. 4 settembre 1996, n. 70 Vista la D.G.R. n. 179-45728 dell 8/5/1995, la D.G.R. n. 32-23997 del 16/2/1998, la D.G.R. n. 1-5182 del 30/1/2002,

Dettagli

DISCIPLINA DELLE ZONE PER L'ALLENAMENTO E L'ADDESTRAMENTO DEI CANI DA CACCIA E PER LE GARE CINOFILE (art. 16 L.R. n. 29/94)

DISCIPLINA DELLE ZONE PER L'ALLENAMENTO E L'ADDESTRAMENTO DEI CANI DA CACCIA E PER LE GARE CINOFILE (art. 16 L.R. n. 29/94) DISCIPLINA DELLE ZONE PER L'ALLENAMENTO E L'ADDESTRAMENTO DEI CANI DA CACCIA E PER LE GARE CINOFILE (art. 16 L.R. n. 29/94) ART. 1 - FINALITA' Il presente regolamento disciplina le zone per l'addestra-mento

Dettagli

PROVINCIA DELL AQUILA

PROVINCIA DELL AQUILA PROVINCIA DELL AQUILA Settore Politiche Ambientali - Risorse Naturali ed Energetiche AVVISO PUBBLICO AUTORIZZAZIONE AD ISTITUIRE E GESTIRE AREE CINOFILE PERMANENTI 1 PROVINCIA DELL AQUILA Settore Politiche

Dettagli

Regolamento per l introduzione e il trasporto di armi e di qualsiasi mezzo distruttivo e/o di cattura della fauna nel territorio del Parco Naturale

Regolamento per l introduzione e il trasporto di armi e di qualsiasi mezzo distruttivo e/o di cattura della fauna nel territorio del Parco Naturale Regolamento per l introduzione e il trasporto di armi e di qualsiasi mezzo distruttivo e/o di cattura della fauna nel territorio del Parco Naturale Regionale delle Serre 1 Articolo 1 Oggetto del Regolamento

Dettagli

PROGRAMMA VENATORIO. Annata 2013/2014. Linee Generali

PROGRAMMA VENATORIO. Annata 2013/2014. Linee Generali PROGRAMMA VENATORIO Annata 2013/2014 Linee Generali L art.9 comma 15 della L.R n. 27 del 13.8.98 dispone che, in attuazione del Piano faunistico venatorio regionale, la Giunta Regionale approva il programma

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA 20 aprile 2000, n. 0128/Pres.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA 20 aprile 2000, n. 0128/Pres. L.R. 30/1999, art. 26 e 42, c. 01 B.U.R. 31/05/2000, n. 22 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA 20 aprile 2000, n. 0128/Pres. Regolamento concernente il tesserino regionale di caccia per il Friuli-Venezia

Dettagli

Alla Provincia di Verona Servizio tutela faunistico ambientale Via S. Giacomo, 25 37135 Verona

Alla Provincia di Verona Servizio tutela faunistico ambientale Via S. Giacomo, 25 37135 Verona Marca da bollo Euro 16,00 Alla Provincia di Verona Servizio tutela faunistico ambientale Via S. Giacomo, 25 37135 Verona Oggetto Richiesta per l istituzione e l'affidamento in gestione di una zona destinata

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ZONE DI ADDESTRAMENTO CANI E DELLE GARE CINO-VENATORIE

REGOLAMENTO DELLE ZONE DI ADDESTRAMENTO CANI E DELLE GARE CINO-VENATORIE REGOLAMENTO DELLE ZONE DI ADDESTRAMENTO CANI E DELLE GARE CINO-VENATORIE Approvato con delibera del Consiglio Provinciale n. 67 del 30 dicembre 2013 Pag. 1 di 11 ART. 1 Finalità 1. Il presente regolamento

Dettagli

AVVISA. - il Comune di Bitritto ha approvato il Progetto SterilizziAMOli e che tale progetto si propone il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

AVVISA. - il Comune di Bitritto ha approvato il Progetto SterilizziAMOli e che tale progetto si propone il raggiungimento dei seguenti obiettivi: COMUNE DI BITRITTO (Provincia di Bari) Assessorato alla Polizia Municipale e alle Politiche per l Ambiente Servizio Polizia Municipale - Settore Randagismo AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA

Dettagli

MODULO 2. Da restituire entro il 31 maggio 2013. Il sottoscritto nato a il. residente in. via n. telefono lic. di caccia n. e-mail

MODULO 2. Da restituire entro il 31 maggio 2013. Il sottoscritto nato a il. residente in. via n. telefono lic. di caccia n. e-mail MODULO 2 AUTODICHIARAZIONE AI FINI DEL CENSIMENTO DEI RICHIAMI VIVI DI CUI ALL art. 4 L. 11 febbraio 1992 n. 157 DETENUTI DAI CACCIATORI IN REGIONE LOMBARDIA Da restituire entro il 31 maggio 2013 ALLA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CACCIA AL CINGHIALE ED INDICAZIONI DI GESTIONE FAUNISTICA DELLA SPECIE. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO PER LA CACCIA AL CINGHIALE ED INDICAZIONI DI GESTIONE FAUNISTICA DELLA SPECIE. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO PER LA CACCIA AL CINGHIALE ED INDICAZIONI DI GESTIONE FAUNISTICA DELLA SPECIE Art. 1 Finalità 1. La gestione faunistico venatoria del cinghiale mira ad attuare i principi di cui alla l. 157/92

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 23 del 17/08/2017

Decreto Dirigenziale n. 23 del 17/08/2017 Decreto Dirigenziale n. 23 del 17/08/2017 Direzione Generale 07 Direzione Generale per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Oggetto dell'atto: Calendario venatorio 2017/2018 caccia al cinghiale

Dettagli

DATI ANAGRAFICI DELL IMPRENDITORE AGRICOLO DATA DI NASCITA IN PROPRIO O IN QUALITA DI LEGALE RAPPRESENTANTE DELLA SOCIETA INDIRIZZO/VIA... COMUNE..

DATI ANAGRAFICI DELL IMPRENDITORE AGRICOLO DATA DI NASCITA IN PROPRIO O IN QUALITA DI LEGALE RAPPRESENTANTE DELLA SOCIETA INDIRIZZO/VIA... COMUNE.. RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI ALLE COLTURE AGRICOLE E/O ALLE OPERE FUNZIONALI ALL ATTIVITA AGRICOLA CAUSATI DA FAUNA SELVATICA (da presentare entro 48 ore dalla constatazione del danno) Spett.le ATC GR8

Dettagli

PRONTUARIO delle LEGGI AMBIENTALI

PRONTUARIO delle LEGGI AMBIENTALI PRONTUARIO delle LEGGI AMBIENTALI INDICE GENERALE Argomento Violazione Norme transitorie Norme definitive 1 aib 2 aib 4 aib Documentazioni e comunicazioni Impianti e espianti Trasform., modifiche,convers.

Dettagli

LA VIGILANZA VOLONTARIA VENATORIA. Federica Paolozzi Bologna, 27 aprile 2010

LA VIGILANZA VOLONTARIA VENATORIA. Federica Paolozzi Bologna, 27 aprile 2010 LA VIGILANZA VOLONTARIA VENATORIA Federica Paolozzi Bologna, 27 aprile 2010 LA DIRETTIVA REGIONALE PER LA DISCIPLINA DEL COORDINAMENTO DELLE GUARDIE VOLONTARIE CHE SVOLGONO ATTIVITA' DI VIGILANZA FAUNISTICO-VENATORIA

Dettagli

Al Dirigente del Dipartimento V Sviluppo economico e promozione del territorio Serv. IV Caccia e pesca della CITTÀ METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE

Al Dirigente del Dipartimento V Sviluppo economico e promozione del territorio Serv. IV Caccia e pesca della CITTÀ METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE Marca da Bollo Al Dirigente del Dipartimento V Sviluppo economico e promozione del territorio Serv. IV Caccia e pesca della CITTÀ METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE - domanda guardia venatoria volontaria -

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A.T.C. PROVINCIA DI FOGGIA

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A.T.C. PROVINCIA DI FOGGIA AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA A.T.C. PROVINCIA DI FOGGIA (Approvato con deliberazione del Comitato di Gestione n. 66/12 del 22 giugno 2012 e successive modiche ed integrazioni effettuate in data 30/01/2014

Dettagli

Tecniche per il controllo del cinghiale ed esperienze in Umbria

Tecniche per il controllo del cinghiale ed esperienze in Umbria Corso per il prelievo del cinghiale con metodi selettivi - ATC PG2 Dott. Luca Convito - Spoleto - 2014 Tecniche per il controllo del cinghiale ed esperienze in Umbria settori per la caccia al cinghiale

Dettagli

Qui proteggiamo Natura e Cultura 1

Qui proteggiamo Natura e Cultura 1 REGOLAMENTO PER L'INTRODUZIONE E IL TRASPORTO DI ARMI E DI QUALSIASI MEZZO DISTRUTTIVO E/O DI CATTURA DELLA FAUNA NEL TERRITORIO DEL PARCO REGIONALE SIRENTE VELINO Approvato con Delibera di Consiglio Direttivo

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL CINGHIALE NELLA REGIONE PIEMONTE

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL CINGHIALE NELLA REGIONE PIEMONTE Allegato A LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL CINGHIALE NELLA REGIONE PIEMONTE 1. METODI DI PRELIEVO E SUDDIVISIONE TERRITORIALE 1. La gestione faunistico-venatoria del cinghiale negli A.T.C., nei C.A., nelle

Dettagli

COMUNE DI PALMARIGGI Provincia di Lecce REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI PALMARIGGI Provincia di Lecce REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI PALMARIGGI Provincia di Lecce REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 29.12.2015 1 INDICE

Dettagli

Parco Nazionale Arcipelago Toscano

Parco Nazionale Arcipelago Toscano Parco Nazionale Arcipelago Toscano Richiesta di Autorizzazione per pesca sportiva - Isola di Capraia Importante: 1) prima della compilazione leggere con attenzione le indicazioni riportate a pag.5 2) L

Dettagli

SETTORE ANTIBRACCONAGGIO

SETTORE ANTIBRACCONAGGIO SETTORE ANTIBRACCONAGGIO SERVIZIO NAZIONALE VIGILANZA AMBIENTALE ITTICO VENATORIA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DELLE GUARDIE PARTICOLARI GIURATE VOLONTARIE DELLA L.I.P.U. Art. 1 L attività delle guardie

Dettagli

Città di Troia Provincia di Foggia

Città di Troia Provincia di Foggia Città di Troia Provincia di Foggia REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RANDAGI RINVENUTI SUL TERRITORIO COMUNALE ART. 1 (OGGETTO E FINALITÀ) Il presente regolamento disciplina l'adozione da parte di privati

Dettagli

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE ALL EFFETTUAZIONE DI RIPRESE FILMATE

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE ALL EFFETTUAZIONE DI RIPRESE FILMATE Dipartimento Cultura Dipartimento Cultura U.O. Autorizzazioni di Pubblico Spettacolo e Cinetelevisive Servizio Autorizzazioni Riprese Cinematografiche RICHIESTA AUTORIZZAZIONE ALL EFFETTUAZIONE DI RIPRESE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONDUZIONE DI ZONE DI RIPOPOLAMENTO E CATTURA

REGOLAMENTO PER LA CONDUZIONE DI ZONE DI RIPOPOLAMENTO E CATTURA REGOLAMENTO PER LA CONDUZIONE DI ZONE DI RIPOPOLAMENTO E CATTURA (Delibera del CdG n. 53 del 26.04.2004 come modificata con delibera CdG n. 221 del 19.03.2007, n. 75 del 18.03.2013) SOMMARIO ART. 1 PREMESSA

Dettagli

RINNOVO DEI PROVVEDIMENTI DI AUTORIZZAZIONE A SVOLGERE ATTIVITÀ DI GUARDIA ITTICA E/O VENATORIA VOLONTARIA

RINNOVO DEI PROVVEDIMENTI DI AUTORIZZAZIONE A SVOLGERE ATTIVITÀ DI GUARDIA ITTICA E/O VENATORIA VOLONTARIA RINNOVO DEI PROVVEDIMENTI DI AUTORIZZAZIONE A SVOLGERE ATTIVITÀ DI GUARDIA ITTICA E/O VENATORIA VOLONTARIA A. CRITERI Possono essere rinnovati i provvedimenti che scadono nell arco del biennio solare di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DELL AREA CONTIGUA Stagione Venatoria 2009-2010, 2010-2011.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DELL AREA CONTIGUA Stagione Venatoria 2009-2010, 2010-2011. REGOLAMENTO PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DELL AREA CONTIGUA Stagione Venatoria 2009-2010, 2010-2011. ART. 1 Accesso per l esercizio venatorio nell area contigua (zona di pre-parco) L esercizio

Dettagli

D.Lgs. n 33 del 14.03.2013, art. 35 Pubblicazione procedimenti amministrativi.

D.Lgs. n 33 del 14.03.2013, art. 35 Pubblicazione procedimenti amministrativi. D.Lgs. n 33 del 14.03.2013, art. 35 Pubblicazione procedimenti amministrativi. Settore di attività Oggetto del procedimento Riferimento normativo Unità organizzativa responsabile dell istruttoria Responsabile

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 14.9.2006 INDICE DEGLI

Dettagli

AVVISO AL PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO DEL COMPARTO SANITA

AVVISO AL PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO DEL COMPARTO SANITA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AVVISO AL PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO DEL COMPARTO SANITA D I R I T T O A L L O S T U D I O 150 ORE ANNO SCOLASTICO/ACCADEMICO 2014/2015 In conformità a quanto previsto

Dettagli

CHIEDE per l annualità 2016/2017

CHIEDE per l annualità 2016/2017 L.R. 0/00 - Regolamento per la gestione faunistico - venatoria degli ungulati n /0 e s.m.i. RICHIESTA DI ISCRIZIONE/CONFERMA REGISTRO SQUADRA COLLETTIVA (BRACCATA O GIRATA) E DI ASSEGNAZIONE/CONFERMA ZONA

Dettagli

PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE AREE PER LADDESTRAMENTO, LALLENAMENTO E LE GARE DEI CANI

PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE AREE PER LADDESTRAMENTO, LALLENAMENTO E LE GARE DEI CANI PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE AREE PER LADDESTRAMENTO, LALLENAMENTO E LE GARE DEI CANI Approvato con delibera C.P. n. 122 del 13/10/2005 Art. 1 FINALITA 1) Le aree di cui al presente

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA IX

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA IX PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA IX Direzione Infrastrutture Territoriali e Datore di Lavoro Ufficio Area Metropolitana, Infrastrutture,Trasporti e Servizi di distribuzione BANDO PER L AMMISSIONE ALL ESAME

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA DELLE SCUOLE MEDIE DELL ISTITUTO O. ORSINI IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO

BANDO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA DELLE SCUOLE MEDIE DELL ISTITUTO O. ORSINI IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO BANDO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA DELLE SCUOLE MEDIE DELL ISTITUTO O. ORSINI IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO Art. 1 SOGGETTI AMMESSI a) Fatto salvo il diritto di priorità all utilizzo della Palestra

Dettagli

Il/la sottoscritto/a DICHIARA. di essere nato/a a (prov. ) il. Codice Fiscale del Richiedente. Tel. Cell. e-mail

Il/la sottoscritto/a DICHIARA. di essere nato/a a (prov. ) il. Codice Fiscale del Richiedente. Tel. Cell. e-mail Al Presidente IV Circoscrizione Al Direttore IV Circoscrizione SEDE RICHIESTA DI CONCESSIONE DEI LOCALI DELLA IV CIRCOSCRIZIONE ai sensi dell articolo 4 comma 3 del Regolamento sull uso dei locali della

Dettagli

RILASCIO DEL PROVVEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE A SVOLGERE ATTIVITÀ DI GUARDIA ITTICA E/O VENATORIA VOLONTARIA

RILASCIO DEL PROVVEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE A SVOLGERE ATTIVITÀ DI GUARDIA ITTICA E/O VENATORIA VOLONTARIA RILASCIO DEL PROVVEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE A SVOLGERE ATTIVITÀ DI GUARDIA ITTICA E/O VENATORIA VOLONTARIA A. REQUISITI Il provvedimento di nomina a guardia particolare giurata per l espletamento dell

Dettagli

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale in data 19/12/2001

Dettagli

REGIONE EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI PIACENZA

REGIONE EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI PIACENZA REGIONE EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI PIACENZA REGOLAMENTO INTERNO DELL A.T.C. PC/2 Il Consiglio Direttivo dell ATC PC/2 nella seduta del 11/11/2008 vista la lettera R dell art. 6 punto 13 dello Statuto

Dettagli

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER OTTENERE IL PARERE per SANATORIA EDILIZIA

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER OTTENERE IL PARERE per SANATORIA EDILIZIA INTERVENTI ricadenti in aree naturali protette DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER OTTENERE IL PARERE per SANATORIA EDILIZIA 1) DOMANDA come da facsimile allegato n. 1/ter duplice copia. 2) VERSAMENTO di euro

Dettagli

IMPEGNATIVA DI TRAPASSO DI UTENZA DI ACQUA POTABILE

IMPEGNATIVA DI TRAPASSO DI UTENZA DI ACQUA POTABILE SPAZIO RISERVATO ALL UFFICIO Domanda da produrre in 2 copie GESTIONE CLIENTI Via Meda, 44-20141 Milano tel 800 02 18 00 - fax +39 02 78 00 33 servizio.clienti@metropolitanamilanese.it IMPOSTA DI BOLLO

Dettagli

DENUNCIA L INIZIO DELL ATTITA Ai sensi dell art.19 della Legge n 241/90

DENUNCIA L INIZIO DELL ATTITA Ai sensi dell art.19 della Legge n 241/90 AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI Oggetto: Denuncia di Manifestazione occasionale di pubblico spettacolo / somministrazione temporanea di alimenti e bevande in occasione di festa, fiera, sagra, altra manifestazione

Dettagli

COMUNE DI GAGGIANO Provincia di Milano

COMUNE DI GAGGIANO Provincia di Milano BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI RELATIVI ALLE SPESE CONNESSE ALLA FORNITURA DI GAS METANO A FAVORE DEI CITTADINI ECONOMICAMENTE DISAGIATI ANNO TERMICO 2006/2007 ARTICOLO 1 OGGETTO DEL BANDO

Dettagli

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI CROTONE VIA A. DE CURTIS, 2 88900 CROTONE Il/la sottoscritto/a (cognome) (nome) codice Fiscale in qualità di titolare/legale rappresentante della ditta/società con sede in via/piazza

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 3 POTENZA

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 3 POTENZA AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA N. 3 POTENZA Via L. Da Vinci n 11 85037 Sant Arcangelo (PZ) tel. 0973/611416 AUTODISCPLINA PER LA GESTIONE FAUNISTICO VENATORIA DEL CINGHIALE PER LA PROVINCIA DI POTENZA DI

Dettagli

Regolamento per il coordinamento della vigilanza volontaria

Regolamento per il coordinamento della vigilanza volontaria Regolamento per il coordinamento della vigilanza volontaria Testo approvato con delibera Consiliare n. 81 del 12.5.03 Art. 1 SERVIZIO DI VIGILANZA VOLONTARIA 1. L'Amministrazione Provinciale di Firenze

Dettagli

ISTRUZIONI. Denuncia di inizio attività Guida Turistica

ISTRUZIONI. Denuncia di inizio attività Guida Turistica ISTRUZIONI Denuncia di inizio attività Guida Turistica Si utilizza questo stampato per intraprendere l attività di Guida Turistica Si presenta al Comune in 2 copie in carta semplice. Allegati richiesti:

Dettagli

BANDO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BONNANARO CONCESSIONE CONTRIBUTI AI SENSI DELLA L.R.

BANDO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BONNANARO CONCESSIONE CONTRIBUTI AI SENSI DELLA L.R. BANDO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI BONNANARO CONCESSIONE CONTRIBUTI AI SENSI DELLA L.R. 21/94 E DELLA D.G.R. 17/39 DEL 27/04/2010. Art. 1 (Finalità) Il presente

Dettagli

TESSERA CACCIA BASE 2015 COSTO 65,00

TESSERA CACCIA BASE 2015 COSTO 65,00 TESSERA CACCIA BASE 2015 COSTO 65,00 CONDIZIONI ASSICURATIVE R.C.V.T. (polizza n. M0096937302): (estesa a coniuge, genitori, figli, parenti ed affini conviventi o non con l assicurato). 600.000,00 per

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS CONVENZIONE IN FORMA DI SCRITTURA PRIVATA PER L AFFIDAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI RIMOZIONE, POSA E RIPRISTINO TABELLE PERIMETRALI DELLE ZONE TEMPORANEE DI RIPOPOLAMENTO E

Dettagli

RICHIESTA DI VOLTURA CONCESSIONE CIMITERIALE

RICHIESTA DI VOLTURA CONCESSIONE CIMITERIALE UOC Patrimonio RICHIESTA DI VOLTURA CONCESSIONE CIMITERIALE Marca da bollo da 16,00 Al Comune di Angri Ufficio Gestione loculi cimiteriali Il/la sottoscritto/a nato/a a il residente a via telefono parentela

Dettagli

Il sottoscritto (cognome e nome) nato a Prov. il. residente a Prov. Via n. agendo in qualità di legale rappresentante/procuratore generale o speciale

Il sottoscritto (cognome e nome) nato a Prov. il. residente a Prov. Via n. agendo in qualità di legale rappresentante/procuratore generale o speciale MODELLO DI DOMANDA E ZIONE DEI REQUISITI Al Comune della Spezia Servizi Sociosanitari Piazza Europa n. 1 19124 La Spezia Il sottoscritto (cognome e nome) nato a Prov. il residente a Prov. Via n. agendo

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA SV 2 - ZONA PONENTE REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LA CACCIA DI SELEZIONE AGLI UNGULATI POLIGASTRICI - REV.

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA SV 2 - ZONA PONENTE REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LA CACCIA DI SELEZIONE AGLI UNGULATI POLIGASTRICI - REV. AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA SV 2 - ZONA PONENTE REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LA CACCIA DI SELEZIONE AGLI UNGULATI POLIGASTRICI - REV. 15/05/2015 L A.T.C. SV2 si prefigge il conseguimento delle finalità

Dettagli

Oggetto: Domanda di autorizzazione all apertura di un Agenzia di Viaggio e Turismo. L.R. n. 8/2008. Il/La sottoscritto/a (C.F ) nato/a a Prov.

Oggetto: Domanda di autorizzazione all apertura di un Agenzia di Viaggio e Turismo. L.R. n. 8/2008. Il/La sottoscritto/a (C.F ) nato/a a Prov. Marca da bollo 14.62 Amministrazione Provinciale di Catanzaro Servizio Agenzie di Viaggio e Turismo Piazza Luigi Rossi 88100 Catanzaro Oggetto: Domanda di autorizzazione all apertura di un Agenzia di Viaggio

Dettagli

f) di allegare alla presente domanda la seguente documentazione:

f) di allegare alla presente domanda la seguente documentazione: Marca bollo 16,00 MODULO OBBLIGATORIO PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Allegato A 1 (da compilare per il porto Isola Bella) PIAZZA MATTEOTTI, 6 28838 STRESA (VB) Oggetto: RICHIESTA PARTECIPAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO 9 gennaio 2014, n. 1. PROCEDURE PER LA NOMINA E L IMPIEGO DELLE GUARDIE ZOOFILE" (legge regionale n. 16 del 2001) LA GIUNTA REGIONALE

REGOLAMENTO 9 gennaio 2014, n. 1. PROCEDURE PER LA NOMINA E L IMPIEGO DELLE GUARDIE ZOOFILE (legge regionale n. 16 del 2001) LA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO 9 gennaio 2014, n. 1 PROCEDURE PER LA NOMINA E L IMPIEGO DELLE GUARDIE ZOOFILE" (legge regionale n. 16 del 2001) LA GIUNTA REGIONALE ha deliberato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE visto

Dettagli

NOTIFICA IMPRESA SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (Art. 6 REGOLAMENTO CE n. 852/04 e D.G.R. Lazio n.

NOTIFICA IMPRESA SETTORE ALIMENTARE AI FINI DELLA REGISTRAZIONE (Art. 6 REGOLAMENTO CE n. 852/04 e D.G.R. Lazio n. Azienda Unità Sanitaria Locale di Viterbo Dipartimento di Prevenzione U.O.S.D. Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione Via E. Fermi, 15 01100 Viterbo Per tramite il SUAP del Comune di NOTIFICA IMPRESA SETTORE

Dettagli

CALENDARIO VENATORIO RELATIVO ALL INTERO TERRITORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2015/2016

CALENDARIO VENATORIO RELATIVO ALL INTERO TERRITORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2015/2016 ALLEGATO A CALENDARIO VENATORIO RELATIVO ALL INTERO TERRITORIO REGIONALE PER LA STAGIONE 2015/2016 L esercizio venatorio nella stagione 2015/2016, è consentito con le seguenti modalità: 1) SPECIE E PERIODI

Dettagli

COMUNE DI CASAL VELINO PROV. SALERNO

COMUNE DI CASAL VELINO PROV. SALERNO COMUNE DI CASAL VELINO PROV. SALERNO Servizio Demanio ***** Tel.0974/908832 23 33 Fax 800 250797 Prot. n. 5913 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI POSTI BARCA PRESSO LE BANCHINE, PONTILI E SPECCHI ACQUEI COMUNALI

Dettagli

AL COMUNE DI MARANO SUL PANARO Piazza Matteotti, 17 41054 MARANO SUL PANARO

AL COMUNE DI MARANO SUL PANARO Piazza Matteotti, 17 41054 MARANO SUL PANARO Contrassegno telematico comprovante il pagamento dell imposta di bollo MODELLO PER LO SVOLGIMENTO TEMPORANEO DI SAGRE, FIERE, FESTE O ALTRE MANIFESTAZIONI da parte di PRIVATI (contrassegnare con una crocetta):

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA TORINO 3 Zona Pinerolese REGOLAMENTO PER LA CACCIA AL CINGHIALE

AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA TORINO 3 Zona Pinerolese REGOLAMENTO PER LA CACCIA AL CINGHIALE AMBITO TERRITORIALE DI CACCIA TORINO 3 Zona Pinerolese REGOLAMENTO PER LA CACCIA AL CINGHIALE Art.1 FINALITA 1. Ai fini di una gestione venatoria della specie cinghiale tesa a regolarne la popolazione

Dettagli

FERA DI USEI CANZO(CO) REGOLAMENTO GENERALE

FERA DI USEI CANZO(CO) REGOLAMENTO GENERALE FERA DI USEI CANZO(CO) REGOLAMENTO GENERALE ART. 1 - Manifestazione Fera di Usei La F.I.D.C. sezione di Canzo, nel rispetto e fatto salvo quanto previsto dalla normativa in materia di commercio, col presente

Dettagli

C O M U N E D I CARAGLIO Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

C O M U N E D I CARAGLIO Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI C O M U N E D I CARAGLIO Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 33

Dettagli

ISTRUZIONI. Denuncia di inizio attività circoli privati

ISTRUZIONI. Denuncia di inizio attività circoli privati ISTRUZIONI Denuncia di inizio attività circoli privati Si utilizza questo stampato come D.I.A. per l apertura/trasferimento/subingresso di circolo privato aderente ad Ente od organizzazione nazionale,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI BARADILI

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI BARADILI REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI BARADILI ART. 1 Finalità La finalità del presente regolamento è l incentivazione

Dettagli

! " #!! $ % &$! ' ( " ' ) &* ' # # + + #! $ # % &*

!  #!! $ % &$! ' (  ' ) &* ' # # + + #! $ # % &* C.A.P. 09070 - Via Umberto I n. 16 - tel. 0783.410219 fax: 0783.411176 - P.I.: 00070490958! " #!! $ % &$! ' ( " ' ) &* ' # # + + #! $ # % &* Approvato con deliberazione C.C. n in data INDICE: Art.1 OGGETTO

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO. AVVISO PUBBLICO per la selezione di aspiranti alla nomina di Guardia Ambientale Volontaria

PROVINCIA DI BENEVENTO. AVVISO PUBBLICO per la selezione di aspiranti alla nomina di Guardia Ambientale Volontaria PROVINCIA DI BENEVENTO SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE AVVISO PUBBLICO per la selezione di aspiranti alla nomina di Guardia Ambientale Volontaria IL DIRIGENTE Vista la Legge Regionale n.10 del 23/02/2005

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA - PALESTRE - (L.R. n.13 DEL 25/02/2000 E S.M.I.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA - PALESTRE - (L.R. n.13 DEL 25/02/2000 E S.M.I.) COMUNE DI RICCIONE Attività Produttive Polizia Amministrativa AL COMUNE DI RICCIONE SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE VIA VITTORIO EMANULE II, N.2 47838 RICCIONE (RN) SEGNALAZIONE CERTIFICATA

Dettagli

PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA

PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA Allegato alla Deliberazione Consiglio Provinciale n 52/00 in data 22 MAGGIO 2000. PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA SETTORE III POLITICHE AGRICOLE E MONTANE TUTELA FAUNISTICA E POLIZIA PROVINCIALE - PARCHI

Dettagli

Modulo Denuncia Sinistro ARCI CACCIA- Convenzione Ariscom Decesso e/o lesioni del cane di proprietà

Modulo Denuncia Sinistro ARCI CACCIA- Convenzione Ariscom Decesso e/o lesioni del cane di proprietà Modulo Denuncia Sinistro ARCI CACCIA- Convenzione Ariscom Per una gestione efficiente del sinistro si prega di compilare accuratamente il presente modulo in tutte le sue parti e di scrivere in stampatello,

Dettagli

Comune di Gissi Provincia di Chieti

Comune di Gissi Provincia di Chieti Comune di Gissi Provincia di Chieti AVVISO PUBBLICO CAMPAGNA PER L ADOZIONE DEI CANI ABBANDONATI ANNO 2014 ADOTTA UN AMICO A QUATTRO ZAMPE! Premesso: che presso il canile Abruzzo Servizi S.r.l. servizio

Dettagli

COMUNE DI CAMPODIPIETRA PROVINCIA DI CAMPOBASSO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI

COMUNE DI CAMPODIPIETRA PROVINCIA DI CAMPOBASSO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI COMUNE DI CAMPODIPIETRA PROVINCIA DI CAMPOBASSO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 45 del 29.09.2009 INDICE ART. 1 OGGETTO ART. 2 MODALITA DI ADESIONE

Dettagli

Marca da bollo. Responsabile del procedimento Sig.ra Graziella Massignan

Marca da bollo. Responsabile del procedimento Sig.ra Graziella Massignan Marca da bollo Al Sindaco del Comune di Torino Città di Torino Ufficio Licenzedi Pubblica Sicurezza Via Meucci 4-10121 Torino Prot. n del / / Responsabile del procedimento Sig.ra Graziella Massignan MODELLO

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 7 aprile 1997, n. 71-18113

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 7 aprile 1997, n. 71-18113 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 7 aprile 1997, n. 71-18113 D.P.R. 24 maggio 1988, n. 203 artt. 6, 7 e 8 e D.C.R. n. 964-17595 del 13 dicembre 1994. Autorizzazioni di carattere generale per le emissioni

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Giunta Regionale della Campania DECRETO DIRIGENZIALE AREA GENERALE DI COORDINAMENTO A.G.C. 11 Sviluppo Attività Settore Primario COORDINATORE DIRIGENTE SETTORE Dr. Massaro Francesco Dr.ssa Lombardo Daniela

Dettagli

Domanda di ammissione finalizzata all esercizio dell attività di Guida Turistica della Regione Campania

Domanda di ammissione finalizzata all esercizio dell attività di Guida Turistica della Regione Campania Fac-simile A) Domanda di ammissione finalizzata all esercizio dell attività di Guida Turistica della Regione Campania Alla Regione Campania Assessorato al Turismo e Beni Culturali Settore Sviluppo e Promozione

Dettagli

MODALITÀ DI UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE del Centro d Aggregazione Giovanile Via Giardini n. 31- Zoppola

MODALITÀ DI UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE del Centro d Aggregazione Giovanile Via Giardini n. 31- Zoppola MODALITÀ DI UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE del Centro d Aggregazione Giovanile Via Giardini n. 31- Zoppola (approvate con delibera della Giunta Comunale n. 190 del 28.09.2009) Premessa Il Comune di

Dettagli