BEEGIS Software per il rilevamento da terreno Manuale Utente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BEEGIS Software per il rilevamento da terreno Manuale Utente"

Transcript

1 Progetto Strategico Interreg IVa Risknat Attività B2/C2 Rischi idrogeologici e da fenomeni gravitativi BEEGIS Software per il rilevamento da terreno Manuale Utente Aggiornamento Maggio 2012

2 Redazione: Mauro De Donatis (1), Sara Susini (2) (1) DISTEVA - Department of Earth, Life and Environmental Sciences University of Urbino `Carlo Bo': Urbino - Italy (2) LINEE - Laboratory of Information Technology for Earth and Enviromnent Fermignano Italy Coordinamento attività progettuale: Luca Lanteri (3) (3) Arpa Piemonte Dipartimento Tematico Geologia e Dissesto, Via Pio VII, Torino - Italy Sviluppo: Andrea Antonello, Silvia Franceschi (4) (4) HydroloGIS s.r.l. Environmental Engineering - Via Siemens, Bolzano - Italy Except otherwise noted, this report is 2012 Arpa Piemonte under a Creative Commons Attribution-ShareAlike license:http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/.

3 Indice 1 Introduzione a BeeGIS Breve storia di BeeGIS e riconoscimenti Indicazioni per l'uso di questo manuale Installazione da OSGEO Installazione del programma Congurazione del software Aprire BeeGIS per la prima volta Comparti principali di BeeGIS Descrizione dei Menu' File Modica Navigazione Piano Mappa Dati Finestra Aiuto Barre degli strumenti Crea mappa Creare un nuovo progetto Denizione delle coordinate e delle proiezioni File.prj Caricamento di Raster Caricamento di SHP les Creazione nuovi Piani/Livelli Style Editor Annotation Layer 63 2

4 8 Geonota Struttura della geonota Disegna Testo Media Fieldbook Sezioni del Fieldbook Controlli del GPS Barra degli strumenti per l'uso del GPS Form Editor Label Texteld Textarea Combobox Checkbox Radio Separator Form View Style Editor Libreria di linee Libreria di punti Libreria di poligoni Database Altri Strumenti Esportazione registro dati GPS Importazione delle Foto Import dei dati da Geopaparazzi e BeeGIS

5 Capitolo 1 Introduzione a BeeGIS BeeGIS è un progetto di sviluppo di un sistema GIS mobile per il rilevamento sul terreno. La necessità di operare con strumenti semplici in ambienti spesso "`dicili"', dove non si hanno le comodita' di un ucio/laboratorio, ha spinto la ricerca di soluzioni ideali per raccogliere dati e informazioni georiferite verso metodi speditivi, ma completi. La scelta poi dell'utilizzo di ambienti di sviluppo aperti deriva, oltre che da esperienze negative nell'ambito di software commerciali, soprattutto dalla necessità della ricerca di utilizzare strumenti collaborativi e di accesso diretto da parte di sviluppatori e utenti. Per non reinventare la ruota, si è quindi partiti dalla scelta di un software GIS open source e multipiattaforama (Win, Mac, Linux) quale udig (vedi udig.refractions.net) sul quale sono stati creati nuovi strumenti tramite plugin che sono l'oggetto principale della descrizione di questo manuale. 1.1 Breve storia di BeeGIS e riconoscimenti Nel 1999, alcuni ricercatori del Laboratorio di Informatica Applicata alle Scienze della Terra e dell'ambiente (LINEE) dell'università di Urbino, fecero alcune prove di rilevamento geologico digitale con Pen Computer Fujitsu (sitema operativo: Windows 98) e MicroStation Geographic. L'esperienza fu deludente per molti fattori quali la visibilità dello schermo, le capacità di refresh e rendering, la scarsa utilizzabilità di un software nato per il disegno CAD. Qualche anno dopo, lo sviluppo del sistema operativo Windows XP permetteva l'utilizzo di Tablet PC piu' performanti e con strumenti (ink technology) migliori per la gestione dell'input con uno stylus sullo schermo. Si riprese quindi l'idea di sviluppo di un software adeguato e, grazie alla collaborazione con una società di sviluppo software, nacque nel 2004 MapIT, software commercializzato per poco tempo. Infatti la software house, che deteneva i diritti commerciali, decise di non continuare la collaborazione e il progetto si 1

6 si spense, nonostante il successo tra gli utilizzatori (ARPA Piemonte, Servizio Geologico dello Utah, Società di rilevamento della sentieristica, liberi professionisti). Le conoscenze maturate, non potevano comunque essere disperse e qualche tempo dopo, grazie ad un progetto di tesi di dottorato, si ripensò allo sviluppo delle stesse in ambiente open-source. Il software GIS aperto, scelto come `motore' del sistema, fu udig essenzialmente per la possibilità di documentazione dello sviluppo e della sua piattaforma (Eclipse). Su questo furono sviluppate le prime versioni dei plug-in per la gestione del GPS, delle geonote e delle annotazioni (vedi di seguito). Il progetto appena nato fu quasi da subito sostenuto da alcuni ricercatori illuminati dell'arpa Piemonte, i quali, avendo avuto esperienza con MapIT, decisero di appoggiare anche nanziariamente lo sviluppo di BeeGIS. Attualmente lo sviluppo del software è primariamente delegato ad Hydrologis, società di Ingegneria ambientale (www.hydrologis.com). La versione per la quale è scritto questo manuale (e il mauale stesso) è stata sostenuta tramite fondi del progetto europeo RISKNAT (www.risknat-alcotra.org). BeeGIS è comunque un sistema aperto e le idee e direzioni per il suo futuro sviluppo sono ancora in divenire e quindi aperte alla partecipazione di chiunque. 1.2 Indicazioni per l'uso di questo manuale Queste pagine servono da introduzione all'utilizzo di BeeGIS (versione 2011). Nella prima parte viene indicata la maniera secondo noi migliore per l'installazione del software. Si tenga comunque presente che si può anche semplicemente copiare la cartella di OSGEO da un computer ad un altro senza istallazione. Di seguito vengono descritti i menù e le toolbar. Quando ritenuto opportuno si è approfondito l'uso di alcuni strumenti, in particolare quelli specici derivanti dai plug-in di BeeGIS. Gli strumenti principali come la gestione del GPS, le geonote, l'annotation layer, lo style editor e il form editor sono stati oggetto di maggiore approfondimento. Altre funzioni, quali gli import delle foto sono state riprese dal precedente manuale di BeeGIS, scritto dal Dr. Andrea Antonello per la sua tesi di dottorato in Scienze Ambientali dell'università di Urbino dal quale sono state utilizzati, secondo gli accordi di licenza, alcune parti e alcune immagini. Si è consci tuttavia che tale opera non è esaustiva e quindi si rimanda alla documentazione di udig udig.refractions.net) e ai suoi manuali (es. indianocean.coaps.fsu.edu/foss GIS/Introduction to udig RC8.pdf). 5

7 Come tutto il progetto BeeGIS, anche questo manuale (fornito in Latex) è aperto al contributo di chiunque voglia partecipare al suo sviluppo in pieno spirito `open-source'. 6

8 Capitolo 2 Installazione da OSGEO Per istallare la versione windows del programma BeeGis si può utilizzare il pacchetto OSGEO4W; che permette di scaricare diversi software GIS open source e di mantenerli sempre aggiornati. 2.1 Installazione del programma 1. La prima fase è quella di scaricare il le dal link e avviare il setup; 2. Selezionare l'opzione Install from internet; 7

9 3. Poi selezionare l'opzione Advanced Install; 4. Si deve scegliere la cartella dove si desidera vengano installati i programmi. Ora, se si seleziona l'opzione All users si fa in modo che il programma sia visibile a tutti gli utenti del computer; 5. Selezionare la cartella dove si vuole che vengano archiviati i le di installazione; 6. Selezionare il tipo di connessione utilizzato e se necessario inserire i dati relativi al proprio proxy; 8

10 7. Selezionare i pacchetti che si desidera installare. Se non si desidera installare ulteriori software basterà selezionare l'ultima versione di BeeGIS, presente nella voce Desktop. A questo punto l'applicativo è installato. Per avviarlo utilizzare l'icona presente sul Desktop. 2.2 Congurazione del software Il programma utilizza come congurazione di default 340 Mb di memoria per la Java virtual machine. Se si possiede un PC con più di 1Gb di memoria è preferibile aumentare questo valore in modo da migliorare le prestazioni. 9

11 Tramite il menu' Finestra Opzioni scegliere la voce Generale Opzioni di runtime e modicare il valore della memoria disponibile. Un valore di almeno 1024 Mb permette generalmente un buon funzionamento dell'applicativo. Premere il pulsante rilanciare l'applicazione con i nuovi settaggi. 10

12 Capitolo 3 Aprire BeeGIS per la prima volta Al primo avvio, il programma mostra la seguente schermata Come si nota, le barre degli strumenti sono ridotte al minimo. Nella parte destra si trova la nestra di benvenuto che indirizza al tutorial online di udig e al sito uciale di Refraction.net (vedi Descrizione dei Menu'). Il resto dello schermo è occupato da nestre vuote che verranno riempite progressivamente. Inne al centro dello schermo vi è una nestra totalmente vuota che verrà in seguito occupata dalla visualizzazione della cartograa e delle varie features. 11

13 3.1 Comparti principali di BeeGIS La schermata principale del programma e' suddivisa in comparti da una serie di barre che riportano gli strumenti, icone, più utili. 1. Evidenzia tutta la parte delle icone e dei comandi di base (vedi Descrizione dei Menù); 2. Elenco dei progetti caricati e le denominazioni delle mappe relative; 3. Elenco dei piani (vedi Creazione nuovi piani/layers); 4. Visualizzazione delle mappe e del Form editor (vedi avanti); 5. Caratteristiche e proprietà della mappa modicabili, scala di visualizzazione e sistema di coordinate (vedi Denizione delle coordinate e delle proiezioni); E' possibile inserire da tastiera una scala personalizzata. 12

14 6. Elementi informativi. (a) Catalogo Ogni volta che si va a creare un nuovo layer, il programma richiede il suo salvataggio e tale operazione, ripetuta per ogni piano, crea il catalogo sotto riportato, in cui vengono registrati tutti i le e la cartella in cui sono stati salvati. Ogni riga è preceduta da un segno + che contiene un sotto-elenco con i nomi dei le caricati o creati. (b) Catalogo Web Può contenere liste di siti di dati cartograci a cui collegarsi in rete. 13

15 (c) Cerca Permette di eettuare una ricerca all'interno del catalogo; inserendo le parole chiave, automaticamente si troveranno i le con tale dicitura nel riquadro a sinistra e nello spazio a destra tutte le caratteristiche dei dati trovati, quali nome, estensione e posizione. (d) Tabella In questa Tabella, sono visualizzati tutti i campi del database del layer selezionato; possono essere quindi compilati i record relativi alle geometrie in mappa sia direttamente sulla tabella che tramite l'uso di schede/form (vedi form editor). Quando si seleziona una geometria in mappa, viene automaticamente evidenziata la riga corrispondente nella tabella. 14

16 Capitolo 4 Descrizione dei Menu' 4.1 File `Nuovo': consente di aprire un: Nuovo Progetto, crea un progetto nuovo; 15

17 Nuova Mappa, inserisce un nuovo piano di mappa; Nuovo Piano, da una sorgente di dati selezionabile dalla seguente nestra Altro, seleziona una procedura guidata che si apre con la nestra di seguito riportata: `Chiudi', chiude un progetto; `Chiudi tutto', chiude il programma; `Open File'..., apre un qualsiasi tipo di le: 16

18 `Apri Progetto': apre un progetto già creato; `Salva Progetto Come': salva il progetto attribuendo un nome; `Apri Mappa': apre una mappa già creata; `Rinomina': attribuisce un nuovo nominativo al progetto; `Ridisegna': è lo stesso comando riportato in precedenza, che rielabora la mappa; `Stampa': comando usato per stampare la mappa del progetto; `Importa': permette di caricare le diversi. Da elenco si scegliere il tipo di le, col tasto `avanti' si aprono le nestre di procedura guidata. `Esporta', esporta tipologie di dato dierenti da un elenco; `Proprietà', permette di cambiare alcuni aspetti generali del progetto; `Esci', chiude il programma. 17

19 4.2 Modica `Taglia', rimuove gli elementi introdotti nel progetto; `Copia', crea una copia dei dati; `Incolla', inserisce dati esterni; `Elimina', rimuove ciò che è stato selezionato; `Selezione', permette diverse tipologie di selezione: Select all features, evidenzia in mappa tutte le geometrie che appartengono al piano selezionato; Conta, apre uno nestra in cui viene riportato il numero delle geometrie appartenenti al piano selezionato: `Svuota la selezione', deseleziona l'elemento e gli elementi; `Tutte le operazioni...', mostra la maggior parte delle operazioni che è possibile fare all'interno dei vari Tool; `Registra', modalità di salvataggio dell'ultima operazione svolta; `Annulla completamente', annulla le operazioni eettuate. 18

20 4.3 Navigazione `Mostra Tutti', strumento che visualizza tutti i dati inseriti in mappa e che applica uno zoom che mostra tutta la cartograa; `Ingrandisci', strumento di zoom che ingrandisce la mappa aumentando la scala; `Rimpicciolisci', strumento di zoom che rimpicciolisce la mappa diminuendo la scala. 4.4 Piano 19

21 `Aggiungi'..., consente di inserire dati tramite la seguente nestra: `Crea', è il comando che crea un nuovo piano (vedi `Creazione nuovi piani/layers'); 20

22 `Legenda': inserisce sulla mappa una legenda, contenente i piani con gli stili inseriti; `Griglia': inserisce un nuovo piano in elenco creando un reticolo sopra la mappa; 21

23 `Scala': inserisce l'immagine della scala graca in mappa; `Altro'...: inserisce altri tipi di piani al progetto; questi devono essere scelti dalla nestra, se per esempio si seleziona il piano `North Arrow' allora si inserisce in mappa il simbolo del Nord geograco. 22

24 `Piano': Set map Projection From Layer, reimposta le caratteristiche della mappa in base alla tipologia di piano selezionato; Riassunto del piano, riporta in un'apposita nestra le caratteristiche principali del piano che è stato selezionato; `Modica dello stile'...: apre una nestra che consente la modica del piano, colore, tipo di geometria e altre proprietà (vedi Style editor); `Layer Properties': nestra che consente di modicare le coordinate di riferimento utilizzate no a quel momento e anche di personalizzarle. 23

25 4.5 Mappa `Mylar', evidenzia il piano selezionato, rendendo più chiari gli altri; `Conta le features nella Mappa', `Strumenti di Rendering', `Map Properties', permette di visualizzare le proprietà della mappa, tramite la nestra: Sistema di coordinate utilizzato per la mappa e dà l'opportunità di personalizzare i dati di riferimento, della cartograa utile anche a creare le.prj (vedi File.prj ). 24

26 Tavolozza: permette di modicare colori standard e altri aspetti di visualizzazione legati alla mappa; Un riassunto: riporta le principali informazioni della mappa. 25

27 4.6 Dati Risorsa: visualizza un riassunto delle risorse. Set Projection, apre la nestra per la modica delle proiezioni,(vedi: `Denizione delle coordinate e delle proiezioni'); Add Feature Type, apre la nestra per l'inserimento di un nuovo layer (vedi `Creazione nuovi piani/layers'). 26

28 4.7 Finestra `Apri Prospettiva': Prospettiva della mappa e Prospettiva dello stile: due tipologie di prospettiva, la prima, quella della mappa visualizza la classica schermata, la seconda visualizza invece gli stili e le loro caratteristiche. Altro: Finestra che sostanzialmente eettua le stesse operazioni illustrate sopra. 27

29 `Mostra Vista': permette di visualizzare una serie di comandi: catalogo, catalogo web, cerca, piani, preferiti, progetti, stile, tabella e altro; Apre la nestra di `catalogo' (vedi sopra); Apre la nestra `catalogo web' da dove e' possibile accedere come browser a risorse di rete (vedi sopra); Apre la nestra `cerca' (vedi sopra); Va ad aprire la nestra in cui sono elencati tutti i piani (vedi Creazione nuovi piani/layers); Apre la nestra preferiti in cui sono riportati tutti i les maggiormente usati come il le mappa; Apre la nestra con elencati tutti i progetti aperti no a quell'istante; Apre la nestra per modicare lo stile dei piani (style editor); Apre la nestra tabella dove sono riportati tutti i record e i campi dei databade per il piano selezionato; Permette di aprire le stesse nestre di cui sopra e più o meno tutti i comandi di BeeGIS, come il database, il catalogo e il eldbook. `Azzera Prospettiva', permette di reimpostare le condizioni di visualizzazioni che si avevano in partenza; 28

30 `Chiudi la prospettiva', chiude le nestre aperte no a quell'istante lasciando aperta solo la mappa; `Chiudi tutte le prospettive', questa invece chiude tutte le nestre aperte no a quel momento; `Opzioni', apre una serie di nestre in cui è possibile andare a modicare le impostazioni generali del programma. GPS, permette di modicare le proprietà dello strumento GPS: Correzioni, Proprieta' grache, Settaggi avanzati; General, permette di cambiare una serie di impostazioni di carattere generale, come ugualmente la voce successiva che permette ad esempio di cambiare i vari tasti, le opzioni di routine, ecc... Geonotes, è una nestra che permette di impostare i dati necessari all'invio della geonota ad un indirizzo mail. 29

31 Nei campi vanno inseriti i dati di riferimento dell'indirizzo mail a cui si desidera inviare il dato geonota, per esempio si deve inserire username e password, insieme all'indirizzo mail completo. 4.8 Aiuto `Benvenuto', è una nestra di introduzione al programma che contiene anche il link al tutorial di udig e alla sua pagina web uciale; `Contenuti dell'aiuto', apre la guida di udig; 30

32 `Suggerimenti e trucchi', se si seleziona, appare una nestra di suggerimenti che si visualizzerà ad ogni apertura dell'applicazione se il box di selezione viene selezionato; `Invio del Log...': permette di inviare i log degli errori; 31

33 `Trova ed installa', se si seleziona la prima opzione il programma avvia una ricerca automatica degli aggiornamenti disponibili, procedendo poi con installazione; se si seleziona la seconda, il programma ricerca nuovi siti di aggiornamento disponibili; `Key Assist...', apre un elenco, in cui vengono riportati i comandi da tastiera; 32

34 `A proposito di udig', apre una nestra per delle informazioni generali sul software udig. 33

35 Capitolo 5 Barre degli strumenti Precedente-Successivo, consente di tornare ad una situazione precedente all'attuale e una volta tornati indietro è possibile con l'altro comando, reimpostare le condizioni iniziali; Ridisegna Mappa, reimposta la mappa riportandola alle sue originarie condizioni; Termina il disegno delle geometrie, serve a interrompere l'operazione di refresh della mappa; Mostra tutti i dati, consente di visualizzare tutti i dati presenti all'interno della mappa, che quindi appaiono interamente; Ingrandisci-Riduci, consentono di ingrandire la mappa o al contrario di ridurla variandone la scala di visualizzazione; Mostra i dati selezionati; evidenza i dati cjhe vengono selezionati; Registra i cambiamenti, permette di salvare le operazioni; Annulla tutti i cambiamenti, è un comando che, al contrario del precedente, consente di annullare tutti gli ultimi cambiamenti fatti dall'utente. 34

36 Varia lo zoom attuale, classico comando di zoom che permette di cambiare la visione correntedella mappa ingrandendola tramite una nestra rettangolare denibile trascinando il mouse e tenendo premuto il tasto sinistro; Naviga la vista della mappa, permette di spostare la zona visualizzata della mappa, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse; Seleziona le feature mediante un riquadro, utilizzando questo comando è possibile selezionare le geometrie vettoriali presenti nel piano tramite un riquadro evidenziando le caratteristiche nella tabella; Informazioni sui punti della mappa, si può selezionare un elemento nel piano e ottenere le informazioni relative; Distanza, è uno strumento di misura della lunghezza di una spezzata o di riportata in mappa; tale misura viene visualizzata in basso a sinistra sulla cornice della nestra di udig. 35

37 Load an image on the map, questo comando permette di caricare delle immagini nel piano della mappa. Se si seleziona il comando load image si apre subito una nestra che permette di caricare le immagini per selezione e una volta scelta l'immagine appare subito sulla mappa. Tutti i comandi successivi servono a modicare l'immagine caricata: - Select Image, seleziona l'immagine in mappa; - Move Image, sposta l'immagine selezionata in ogni punto dello schermo senza modicarne le dimensioni; - Resize Image, modica le dimensioni dell'immagine; - Delete Image, cancella le immagini inserite; - Place Markers, permette di inserire dei marker numerati all'interno dell'immagine identicati sulla mappa; - Move Markers, sposta i punti inseriti con il comando precedente in modo da posizionarli in ogni punto dell'immagine; - Warp Image, trasforma l'immagine tramite markers identicati. `Selezione ed edita geometrie', consente di andare a modicare punti, linee e poligoni già inseriti in mappa, muovendo i nodi: - Edita geometrie, permette di selezionare una feature e di modicarne lunghezza e forma; basta cliccare col mouse su uno dei nodi e spostarlo per trascinamento dove si desidera, in questo modo assumerà una diversa forma; - Aggiungi vertice, consente di aggiungere un nodo ad una linea o ad un poligono esistente; - Rimuovi vertice, elimina i nodi presenti. 36

38 `Strumento di creazione di geometrie', crea punti, linee e poligoni. Nel caso di geometrie poligonali e consente: - Riempi area, permette di riempire le aree disegnate; - Crea rettangolo, permette di inserire un area di forma rettangolare; - Crea ellisse, permette di inserire un area di forma ellittica. Elimina feature, se si seleziona questo comando è possibile eliminare punti, linee e poligoni cliccando sopra col tasto sinistro del mouse; Draw freehand on the annotation layer, permette di scrivere a mano libera sulla mappa e la linea che si usa può essere modicata dalla seguente nestra: - Annotation remove tool, rimuove le annotazioni fatte; Strumento Geonote: inserisce annotazioni all'interno del lavoro: - Selezione Geonote: consente di selezionare le geonote con un riquadro; - Geonote move: sposta le geonote già inserite. Active Region Tool, limita tramite riquadro la regione attiva che è l'area dove vengono limitati i processi di analisi (utile quando la risoluzione della mappa e' molto elevata e occorrerebbe troppa memoria per analisi di dattaglio); `Move Mapgraphic', cambia le proprietà o lo stile, dove risoluzione o coordinate possono essere denite da tastiera. 37

39 5.1 Crea mappa `Nuovo Piano', apre una nestra che permette di aggiungere nuovi piani scegliendone il tipo dalla lista; selezionatone uno premere Avanti e seguire le successive fasi. `Nuova Mappa', permette l'apertura di un nuova mappa all'interno del progetto in cui si sta lavorando. Lo scopo principale dell'ideazione e dello sviluppo di BeeGIS è quello di raccogliere dati e informazioni georeferenziate sul terreno. Per questo il posizionamento su una base cartograca quali carte tecniche, ortofoto o in generale su basi topograche e' importante. Per caricare una base topograca il modo più semplice e diretto è quello per trascinamento: una volta scelto il le (es.ti georeferenziato) si fa un drag-and-drop all'interno dell'area di mappa. Contestualmente viene creato un piano per il raster caricato e compare nel catalogo dei le utilizzati. 38

40 Capitolo 6 Creare un nuovo progetto 6.1 Denizione delle coordinate e delle proiezioni UDig gestisce la cartograa georeferenziandola secondo sistemi di riferimento CRS (Coordinate Reference System) deniti secondo gli standard EPSG (European Petroleum Survey Group), anche se possono essere personalizzati per migliorare la correzione degli errori di proiezione o per scopi relativi al progetto. Per maggiori informazioni si consiglia di consultare il manuale di udig al: GIS/Introduction to udig RC8.pdf (pag.38). In Italia i sistemi di riferimento piu' usati sono: Gaus-Boaga e UTM- ED50 oltre al sistema globale utilizzato per i GPS che e' il WGS84 che e' il sistema che viene fornito di default ogni volta che si crea una nuova Mappa. Ogni sistema viene denito da un nome e un numero. Nel caso del sistema Gaus Boaga viene denito con come Monte Mario / Italy zone 1 (3003) e 2 (3004) per i due fusi principali in cui ricadono le carte topograche italiane. In particolare, nella versione di BeeGIS sono state aggiunte alcuni CRS per il miglioramento dell'accuratezza nel posizionamento (Peninsular Part, Sardinia, Sicily) 39

41 La barra contornata in rosso riporta il sistema di coordinate su cui stiamo lavorando, cliccandoci sopra appare la lista di tutti i sistemi di coordinate che il programma riesce a supportare, per applicarne uno basta selezionarlo e premere Ok. Vi e' anche la possibilita' di gestire manualmente il sistema di coordinate andando ad inserire le modiche necessarie. Tramite questa visualizzazione e' possibile creare le.prj (vedi di seguito) File.prj Questi tipi di les i conservano le informazioni sul sistema di coordinate e sono espressi in WKT (Well-Known Text). Per creare questi les si deve copiare il testo dalla nestra delle speciche 40

42 del CRS (vedi sopra) in un editor di testo (es. Notepad). Una volta salvato con lo stesso nome del le da georeferenziare (es. una CTR in formato raster TIFF georeferenziato) si modica l'estensione del le da.txt a.prj e si posizione nella stessa cartella dove e' contenuto il le raster. Una volta creato un le.prj, per creare altri le da collegare ad altre cartograe sara' suciente fare una copia e di seguito attribuire il nome del le a cui viene associato. Nell'immagine sopra tutti e tre i le fanno riferimento allo stesso sistema di coordinate. 41

43 6.2 Caricamento di Raster I les raster piu' comuni da caricare solitamente riportano la cartograa ed il modo piu' semplice e veloce per inserirli e' quello del drag-and-drop. Al termine del caricamento il l'immagine raster viene visualizzata in mappa e se e' georeferenziata con gli opportuni le (es. prj) viene posizionata in maniera appropriata potendo poi costruire un mosaico su piu' layer. 6.3 Caricamento di SHP les Gli SHP les costituiscono ormai uno standard internazionale per gli utilizzatori dei Sitemi Informativi Geograci. Ad ogni shape corrisponde un layer di punti, poligoni o linee, descritti da almeno tre les diversi con diverse estensioni:.shp, le che conserva le geometrie;.dbf, le che conserva il database degli attributi; 42

44 .shx, le che conserva l'indice delle geometrie; a cui si possono aggiungere anche altri le quale ad es. il.prj prima descritto. Anche in questo caso la manier più semplice e immediata (importante quando si opera sul terreno) di importare uno shape e' quella di trascinare il le.shp all'interno della mappa, aggiungendosi automaticamente come un nuovo piano/layer. 6.4 Creazione nuovi Piani/Livelli Per inserire un nuovo piano si deve andare a cliccare su: Piano - Crea e appare subito la nestra Create New Layer dove e' possibile inserire le caratteristiche che desideriamo dare al nostro nuovo piano: 43

45 1. inserire il nome del nuovo layer; 2. aggiungere un nuovo campo alla lista degli attributi oltre i due che il programma genera di default; 3. a ciascun campo e' possibile attribuirgli un Nome e denirne il Tipo; 4. elimina i campi. Inseriti i campi si clicca su `OK' per creare il nuovo Layer che appare in altto nell'elenco dei piani. In questa nestra e' possibile cambiare le proprieta' del layer che si e' inserito grazie alle seguenti icone: 44

46 Permettono di spostare il layer selezionato in basso o in alto all'interno dell'elenco; Evidenzia il piano selezionato; Zoom ai piani, visualizza la parte di mappa che comprende il layer selezionato. Modiche al layer possono essere fatte anche cliccandoci sopra col tasto destro del mouse; per la precisione e' possibile: Copia; Incolla; Elimina; Modica lo stile (vedi di seguito); Zoom al piano, adatta la visuale sulle geometrie del piano scelto; Rinomina, permette di modicare il nominativo del layer selezionato; 45

47 Operazioni. Make Hole; Select all Features, automaticamente seleziona le geometrie inserite nel piano; Conta, apre una nestra in cui vengono riportati il numero esatto delle geometrie riportate in mappa ed il numero di quelle selezionate; Muovi la voce verso l'alto, sposta il piano selezionato in alto rispetto alla sua posizione; Muovi al voce verso il basso, sposta il piano selezionato in basso rispetto alla sua posizione; Reshape: apre una nestra che consente di cambiare le proprieta' del layer andando a modicare il testo; Riassunto delle risorse, apre una tabella in cui sono riportate le caratteristiche principali della risorsa che regola il piano: es. Nome, Titolo, Limiti ecc... 46

48 Set Map Projection From Layer: reimposta la mappa e procede a fare un set up delle geometrie del piano; Riassunto del Piano, riassume le caratteristiche che appartengono al piano, tipo il le in cui e' stato salvato, il tipo di coordinate che lo caratterizzano ecc... 47

Utilizzo dei servizi WFS della Regione Autonoma della Sardegna

Utilizzo dei servizi WFS della Regione Autonoma della Sardegna Utilizzo dei servizi WFS della Regione Autonoma della Sardegna Sistema Informativo Territoriale Regionale (SITR-IDT) Titolo Creatore Utilizzo del servizio WFS della Regione Sardegna SITR Data 02/09/09

Dettagli

Tutorial gvsig. Versione 1.1

Tutorial gvsig. Versione 1.1 Tutorial gvsig Versione 1.1 24/10/2007 Tutorial gvsig - Versione 1.1 www.gvsig.org Testo e screenshot a cura di R3 GIS Srl Via Johann Kravogl 2 39012 Merano (BZ) Italia Tel. +39 0473 494949 Fax +39 0473

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Elaborazione testi Per scrivere una lettera, un libro, una tesi, o un semplice cartello

Dettagli

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/

www.informarsi.net MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http://www.informarsi.net/ecdl/powerpoint/ MODULO 6 ECDL - EIPASS STRUMENTI DI PRESENTAZIONE - PRESENTATIONS Microsoft PowerPoint http:///ecdl/powerpoint/ INTERFACCIA UTENTE TIPICA DI UN SOFTWARE DI PRESENTAZIONE APERTURA E SALVATAGGIO DI UNA PRESENTAZIONE

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS Compilato: Andrea De Felici Rivisto: Approvato: Versione: 1.0 Distribuito: 01/08/2013 1 INDICE 1. INTRODUZIONE..3 2. PRIMI PASSI.....4

Dettagli

GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO

GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO Ministero dell Ambiente e della tutela del territorio e del mare GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO Stato del documento Redatto Approvato Funzione Team di progetto Geoportale nazionale Responsabile

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Guida all'utilizzo di "Ambiente Italia 3D"

Guida all'utilizzo di Ambiente Italia 3D Guida all'utilizzo di "Ambiente Italia 3D" MATTM-SCC-DM0006-V01-01 Pagina 1 di 34 Sommario 1 Avvio del programma Ambiente Italia 3D 3 2 Elementi dell'interfaccia 5 2.1 Il visualizzatore 5 2.2 La barra

Dettagli

Software AutoCAD Map 3D - Lezione 1 Caricare, visualizzare e consultare dati vettoriali

Software AutoCAD Map 3D - Lezione 1 Caricare, visualizzare e consultare dati vettoriali Software AutoCAD Map 3D - Lezione 1 Caricare, visualizzare e consultare dati vettoriali 0) Premessa Come abbiamo accennato nella Lezione 0, AutoCAD Map 3D nasce sulla base del noto software AutoCAD, per

Dettagli

La barra degli strumenti

La barra degli strumenti La barra degli strumenti Di default si aprono a sinistra dello schermo ogni volta che viene acceso il computer. Se si desidera eliminare l'avvio automatico eliminare l'icona della Smart in avvio automatico

Dettagli

Guida per l utente. Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it. FotoMax editor è il software gratuito di

Guida per l utente. Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it. FotoMax editor è il software gratuito di Guida per l utente Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it FotoMax editor è il software gratuito di Indice Contenuti Introduzione... pag. 1 Copyright e contenuti... 2 Privacy... 2 Download

Dettagli

Prima Lezione: Costruire una mappa

Prima Lezione: Costruire una mappa Prima Lezione: Costruire una mappa I tipi di informazione geografica disponibili Navigazione nella mappa Coordinate e scala Vista panoramica Introduzione ai GIS GIS significa Sistema Informativo Geografico

Dettagli

Guida all utilizzo del forum online dell Università Gregoriana. Per gli studenti

Guida all utilizzo del forum online dell Università Gregoriana. Per gli studenti Guida all utilizzo del forum online dell Università Gregoriana Per gli studenti 1. Introduzione Lo scopo di questa guida è di presentare le basi per aiutare gli studenti ad utilizzare l applicazione forum

Dettagli

Introduzione. L applicazione è realizzata sulla piattaforma ArcGIS Server di Esri.

Introduzione. L applicazione è realizzata sulla piattaforma ArcGIS Server di Esri. Introduzione Il modulo software Metropolis Urbanistica è un applicazione Web su base cartografica che consente la fruizione dei dati inerenti la proprietà (cartografia catastale) e la normativa relativa

Dettagli

Capitolo 26: schemi di installazione

Capitolo 26: schemi di installazione Capitolo 26: schemi di installazione Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services. Manuale d'uso

GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services. Manuale d'uso GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services Manuale d'uso Indice generale Visualizzatore GREASE...1 Toolbar...3 FUNZIONI DI BASE...3 Annulla selezione...4 Aggiornamento...4 Stampa...4

Dettagli

Nuovo documento Anteprima di stampa Collegamento Zoom. Apri Controllo ortografico Annulla Sorgente dati. Salva Controllo automatico Ripristina Gallery

Nuovo documento Anteprima di stampa Collegamento Zoom. Apri Controllo ortografico Annulla Sorgente dati. Salva Controllo automatico Ripristina Gallery Writer è il programma per l'elaborazione di testi della suite OpenOffice.org che ti consente di creare documenti, lettere, newsletter, brochures, grafici, etc. Gli elementi dello schermo: Di seguito le

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

Foto di CoffeeGeek, Flickr. Slide e dintorni. materiale didattico sul corso di Impress a cura di Sonia Montegiove. 1 di 21

Foto di CoffeeGeek, Flickr. Slide e dintorni. materiale didattico sul corso di Impress a cura di Sonia Montegiove. 1 di 21 Foto di CoffeeGeek, Flickr Slide e dintorni materiale didattico sul corso di Impress a cura di Sonia Montegiove 1 di 21 10 regole da rispettare per fare una presentazione Non usare caratteri piccoli e

Dettagli

SardegnaFotoAeree. La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE

SardegnaFotoAeree. La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE SardegnaFotoAeree La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA [2] Indice 1. Introduzione 2. Navigatore 5 7 8 9 2.1. Strumenti di navigazione 2.2. Ricerca

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 20 Dicembre 2002 Testo A

PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 20 Dicembre 2002 Testo A PROVA DI CONOSCENZA CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA 20 Dicembre 2002 Testo A 1) Le memorie a semiconduttore: a) Sono usate principalmente per la memoria centrale b) Vengono usate esclusivamente per

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.1 Utilizzo applicazione Maria Maddalena Fornari Aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per

Dettagli

Software standard Alpi Label Ver. 2.2.0.0

Software standard Alpi Label Ver. 2.2.0.0 Pag. 1 di 16 Manuale utente Software standard Alpi Label Ver. 2.2.0.0 Pag. 2 di 16 1 SOMMARIO Sommario 1 Sommario... 2 2 Specifiche Tecniche... 3 3 Maschera Principale... 4 4 Funzioni menù... 7 Pag. 3

Dettagli

Manuale di Picto Selector

Manuale di Picto Selector Manuale di Picto Selector INDICE DEI CONTENUTI 1. Scaricare ed installare il programma.... 1 2. Avvio del programma per la prima volta.... 6 3. Creare la nostra prima tabella di comunicazione... 8 4. Salvare

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file Sommario Uso del computer e gestione dei file... 3 Sistema Operativo Windows... 3 Avvio di Windows... 3 Desktop... 3 Il mouse... 4 Spostare le icone... 4 Barra delle

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente 1. Introduzione Il Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli (SGSS) rappresenta l evoluzione dell ambiente

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

HORIZON SQL MODULO AGENDA

HORIZON SQL MODULO AGENDA 1-1/11 HORIZON SQL MODULO AGENDA 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni Generali... 1-2 Inserimento Appuntamento... 1-2 Inserimento Manuale... 1-2 Inserimento Manuale con Seleziona... 1-3 Inserimento con

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Sistema Informativo Alice

Sistema Informativo Alice Sistema Informativo Alice Urbanistica MANUALE UTENTE MODULO PROFESSIONISTI WEB settembre 2007 INDICE 1. INTRODUZIONE...2 1.1. Cos è MPWEB?... 2 1.2. Conoscenze richieste... 2 1.3. Modalità di utilizzo...

Dettagli

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Esercitazioni Forestello Luca - Niccoli Tommaso - Sistema Informativo Ambientale AT01 http://webgis.arpa.piemonte.it

Dettagli

StarBoard Software Rel. 8.1

StarBoard Software Rel. 8.1 StarBoard Software Rel. 8.1 Trasforma le lezioni in opportunità creative per stimolare l'apprendimento. Un set dinamico di strumenti di supporto all insegnamento, per fare lezione, progettato per gli educatori.

Dettagli

MODULO SUPERMAPPE INDICE

MODULO SUPERMAPPE INDICE INDICE INSTALLAZIONE... 3 LA FINESTRA PRINCIPALE... 4 CREARE LA MAPPA... 5 La struttura - Nodi e Frecce... 5 I contenuti - Testo e Immagini... 6 La personalizzazione - colori, forme e dimensioni... 6 La

Dettagli

Quaderni per l'uso di computer

Quaderni per l'uso di computer Quaderni per l'uso di computer con sistemi operativi Linux Ubuntu 2 DESKTOP, FINESTRE, CARTELLE E FILE a cura di Marco Marchetta Aprile 2013 1 DESKTOP E FINESTRE LA CARTELLA HOME : Dispositivi, Computer

Dettagli

ANVCO WEB GIS in HTML5

ANVCO WEB GIS in HTML5 Pag. 1 a 32 ANVCO WEB GIS in HTML5 GUIDA ALL UTILIZZO Versione Luglio 2014 Pag. 2 a 32 SOMMARIO Avviamento del visore... 4 Link... 4 Desktop, Tablet e Smartphone... 4 Modalità Light per Tablet... 4 Accesso...

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 3 Elaborazione testi Word Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 3 Elaborazione testi Word Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 3 Elaborazione testi Word Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 2 Modulo 3 Elaborazione testi Word G. Pettarin ECDL

Dettagli

Manuale LIM Hitachi FX77- PARTE 1

Manuale LIM Hitachi FX77- PARTE 1 Manuale LIM Hitachi FX77- PARTE 1 Sommario Che cos'è StarBoard Software?... 2 Elementi dello schermo... 2 Guida rapida all'avvio... 3 Selezione di una modalità... 5 Disegno... 6 Disegno con gli strumenti

Dettagli

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo

FINSON EXTRACAD 6 Manuale d uso minimo FINSON EXTRACAD 6 minimo AVVIO Attraverso l icona ExtraCAD 2D presente sul desktop o tra i programmi del menù Start. In alcuni casi il software potrebbe non essere stato installato nella cartella Programmi,

Dettagli

Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica. Corso propedeutico di Matematica e Informatica

Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica. Corso propedeutico di Matematica e Informatica Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica a.a. 2008/2009 Docente Ing. Andrea Ghedi IL DESKTOP Lezione 2 Il Desktop Tipi di icone Cartelle. Una

Dettagli

1. Barra dei menu Consente di visualizzare i comandi di menu per gestire StarBoard Software. 2. Barra di scorrimento Consente di scorrere l'area

1. Barra dei menu Consente di visualizzare i comandi di menu per gestire StarBoard Software. 2. Barra di scorrimento Consente di scorrere l'area 1. Barra dei menu Consente di visualizzare i comandi di menu per gestire StarBoard Software. 2. Barra di scorrimento Consente di scorrere l'area modificabile. 3. Pannello Visualizzato quando viene selezionata

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

IL DESKTOP Lezione 2

IL DESKTOP Lezione 2 Università degli studi di Brescia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica a.a. 2006/2007 Docente Ing. Andrea Ghedi IL DESKTOP Lezione 2 1 Il Desktop Tipi di icone Cartelle. Una

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

IL PROGRAMMA INSTALLAZIONE

IL PROGRAMMA INSTALLAZIONE INDICE Il Programma... 3 Installazione... 3 La finestra DI AVVIO... 4 Salvare il documento acquisito... 5 MODALITA AVANZATA... 7 Menu File... 8 MENU HOME... 10 MENU MODIFICA... 11 MENU SCANNER... 12 Modalita

Dettagli

HOME. Servizio Download Dati Geografici. Interfaccia utente

HOME. Servizio Download Dati Geografici. Interfaccia utente HOME Servizio Download Dati Geografici Il servizio download offre all'utente la possibilità di scaricare il dato sia in formato raster sia in formato vettoriale. Per ogni livello informativo che si desidera

Dettagli

FotoAeree. La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE

FotoAeree. La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE FotoAeree La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA [2] Indice 1. Introduzione 2. Navigatore 5 7 8 9 2.1. Strumenti di navigazione 2.2. Ricerca 3.

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA INDICE SOFTWARE PER

Dettagli

Quinta lezione: Stampare e salvare una mappa

Quinta lezione: Stampare e salvare una mappa Quinta lezione: Stampare e salvare una mappa Stampa e salvataggio in vari formati. Utilizzare il prodotto per inserirlo in relazioni, come base di disegni In questa lezione vedremo come creare una mappa

Dettagli

Impress è il programma per la creazione di presentazioni della suite OpenOffice.org.

Impress è il programma per la creazione di presentazioni della suite OpenOffice.org. Impress è il programma per la creazione di presentazioni della suite OpenOffice.org. Barra dei menu Menu degli strumenti standard Vista diapositive Pannello delle attività Menu degli strumenti di presentazione

Dettagli

SVG Editor. Istituto Italiano Edizioni Atlas 1

SVG Editor. Istituto Italiano Edizioni Atlas 1 SVG Editor SVG-edit è un applicazione per la creazione e modifica di grafica vettoriale in formato svg disponibile on-line. E compatibile con qualsiasi browser, essendo realizzato in linguaggio JavaScript.

Dettagli

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro INFORMATICA MICROSOFT WORD Prof. D Agostino Funzioni ed ambiente di lavoro...1 Interfaccia di Word...1 Stesso discorso per i menu a disposizione sulla barra dei menu: posizionando il puntatore del mouse

Dettagli

Indice III. Indice. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9

Indice III. Indice. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9 Indice III Indice Unità 1 Il personal computer, 1 1.1 Struttura del personal computer, 2 1.2 Il software, 5 1.3 I dispositivi informatici di stampa, 6 1.4 Il disegno al computer, 7 1.5 La fotografia digitale,

Dettagli

Presentazione Mind42 Mind42 Mind42

Presentazione Mind42 Mind42 Mind42 Presentazione Mind42 è una recente applicazione che consente di realizzare mappe mentali on-line in forma collaborativa, utilissima per il brainstorming e per la condivisione in rete. Il suo nome, infatti,

Dettagli

Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave

Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave 1 ACCESSIBILITA AL SISTEMA 3 2 VISUALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DEI LIVELLI CARTOGRAFICI 4 2.1 Visualizzazione del singolo livello cartografico 4 2.2 Accensione/spegnimento

Dettagli

ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE. Servizio INT Sistema Informativo Geografico

ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE. Servizio INT Sistema Informativo Geografico ISTAT bt.viewer: Basi Territoriali MANUALE UTENTE Servizio INT Sistema Informativo Geografico INDICE Utilizzare il bt.viewer Navigare nella mappa Confrontare foto aeree Tematismi Tematismi: applicare la

Dettagli

Strumenti Urbanistici on-line: requisiti e struttura del sito... Informazioni sulla procedura di download e installazione di Map Guide Viewer, sulla

Strumenti Urbanistici on-line: requisiti e struttura del sito... Informazioni sulla procedura di download e installazione di Map Guide Viewer, sulla Strumenti Urbanistici on-line: requisiti e struttura del sito... Informazioni sulla procedura di download e installazione di Map Guide Viewer, sulla struttura del sito e sugli elementi degli ambienti di

Dettagli

ICE. Introduzione 2. Importazioni definizioni temi 3. Importa file Shape 4. Gestione tabelle 5. Modifica la struttura di una tabella 7

ICE. Introduzione 2. Importazioni definizioni temi 3. Importa file Shape 4. Gestione tabelle 5. Modifica la struttura di una tabella 7 Prodotto da ICE Introduzione 2 Importazioni definizioni temi 3 Importa file Shape 4 Gestione tabelle 5 Modifica la struttura di una tabella 7 Gestione temi 9 Gestione entità grafiche 12 Crea entità 12

Dettagli

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net - Introduzione Con questo articolo chiudiamo la lunga cavalcata attraverso il desktop di Windows XP. Sul precedente numero ho analizzato il tasto destro del mouse sulla Barra delle Applicazioni, tralasciando

Dettagli

Word per iniziare: aprire il programma

Word per iniziare: aprire il programma Word Lezione 1 Word per iniziare: aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per lavorare su uno già esistente occorre avviare il programma di gestione testi. In ambiente Windows, esistono

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Fogli elettronici, dati e statistiche con LibreOffice 4.1. materiale didattico sul corso Calc avanzato a cura di Sonia Montegiove.

Fogli elettronici, dati e statistiche con LibreOffice 4.1. materiale didattico sul corso Calc avanzato a cura di Sonia Montegiove. Foto di Federica Testani, Flickr Fogli elettronici, dati e statistiche con LibreOffice 4.1 materiale didattico sul corso Calc avanzato a cura di Sonia Montegiove 1 di 24 Gestire i dati con Calc Strutturare

Dettagli

Manuale Utente. WebGis Comune di Regalbuto

Manuale Utente. WebGis Comune di Regalbuto Manuale Utente WebGis Comune di Regalbuto MANUALE UTENTE All avvio dell applicazione si apre una finestra suddivisa in diverse aree. Di seguito si riporta la schermata iniziale con evidenziate e numerate

Dettagli

Esplora gli argomenti della guida. Requisiti di sistema. Menu laterale - Area Temi. Temi. Legenda. Requisiti di sistema

Esplora gli argomenti della guida. Requisiti di sistema. Menu laterale - Area Temi. Temi. Legenda. Requisiti di sistema Esplora gli argomenti della guida Requisiti di sistema Menu laterale Menu Strumenti principali Menu altri Strumenti Temi Legenda Aggiungere / rimuovere temi Temi per editing Temi per snap Esporta/Carica

Dettagli

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo Creazione di moduli Creazione di moduli Che cos'è un modulo? Un elenco di domande accompagnato da aree in cui è possibile scrivere le risposte, selezionare opzioni. Il modulo di un sito Web viene utilizzato

Dettagli

A SCUOLA CON LA LIM 1

A SCUOLA CON LA LIM 1 A SCUOLA CON LA LIM 1 A cura dell'insegnante LUCIA STIRPE Istituto Comprensivo San Cesareo mag 13 19:01 1 Cos'è una LIM? LIM è l'acronimo di Lavagna Interattiva Multimediale. E' un dispositivo elettronico

Dettagli

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per:

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: 1 - File Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: - l apertura e salvataggio di disegni nuovi e esistenti; - al collegamento con altri programmi, in particolare AutoCAD; - le opzioni di importazione

Dettagli

Posta Elettronica Certificata. Manuale di utilizzo del servizio Webmail Light di Telecom Italia Trust Technologies

Posta Elettronica Certificata. Manuale di utilizzo del servizio Webmail Light di Telecom Italia Trust Technologies Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail Light di Telecom Italia Trust Technologies Documento Interno Pag. 1 di 28 Indice degli argomenti Indice degli argomenti... 2 1 Introduzione...

Dettagli

Teleview MANUALE D USO DEL SOFTWARE CARTOGRAFICO TELEVIEW IN AMBIENTE OPENGIADA. aggiornato alla versione del 16 aprile 2007

Teleview MANUALE D USO DEL SOFTWARE CARTOGRAFICO TELEVIEW IN AMBIENTE OPENGIADA. aggiornato alla versione del 16 aprile 2007 Teleview aggiornato alla versione del 16 aprile 2007 MANUALE D USO DEL SOFTWARE CARTOGRAFICO TELEVIEW IN AMBIENTE OPENGIADA Pagina 1 Sommario 1. Descrizione generale... 3 2. Installazione... 4 3. Tipi

Dettagli

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 INDICE 1 Strumenti di Presentazione... 4 2 Concetti generali di PowerPoint... 5 2.1 APRIRE POWERPOINT... 5 2.2 SELEZIONE DEL LAYOUT... 6 2.3 SALVARE LA PRESENTAZIONE...

Dettagli

Guida OpenOffice.org Writer

Guida OpenOffice.org Writer Guida OpenOffice.org Writer Le visualizzazioni di Writer Writer permette di visualizzare un documento in diverse maniere tramite: Visualizza->Schermo intero: permette di visualizzare il documento Writer

Dettagli

Introduzione all'uso della LIM

Introduzione all'uso della LIM Introduzione all'uso della LIM Download ed installazione del programma ebeam Interact 1. Scaricare il programma ebeam Interact dal sito della scuola nell'area Docenti Software per LIM del Fermi 2. Installarlo

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

Word prima lezione. Prof. Raffaele Palladino

Word prima lezione. Prof. Raffaele Palladino 7 Word prima lezione Word per iniziare aprire il programma Per creare un nuovo documento oppure per lavorare su uno già esistente occorre avviare il programma di gestione testi. In ambiente Windows, esistono

Dettagli

SOMMARIO: NOVITÀ DI PAINT SHOP PRO 7...3 CARATTERISTICHE DI PAINT SHOP PRO...5 CARATTERISTICHE DELLE FINESTRE...17 CREAZIONI DI IMMAGINI...

SOMMARIO: NOVITÀ DI PAINT SHOP PRO 7...3 CARATTERISTICHE DI PAINT SHOP PRO...5 CARATTERISTICHE DELLE FINESTRE...17 CREAZIONI DI IMMAGINI... SOMMARIO: NOVITÀ DI PAINT SHOP PRO 7...3 CARATTERISTICHE DI PAINT SHOP PRO...5 CARATTERISTICHE DELLE FINESTRE...17 CREAZIONI DI IMMAGINI...20 CREAZIONI DI FILE DI IMMAGINI...20 APERTURA DI FILE DI IMMAGINI...21

Dettagli

Nexus Badge Pc Access Manuale Installazione/Uso

Nexus Badge Pc Access Manuale Installazione/Uso Nexus Badge Pc Access Manuale Installazione/Uso 1. Installazione 1.1 Autorun Una volta inserito il CD-ROM di installazione, la procedura guidata dovrebbe auto-avviarsi e caricare la seguente schermata:

Dettagli

Modulo 6 Strumenti di presentazione - Open Office Impress Ivana Sacchi - 2003

Modulo 6 Strumenti di presentazione - Open Office Impress Ivana Sacchi - 2003 6.1.1 Primi passi con gli strumenti di presentazione 6.1.1.1 Aprire un programma di presentazione. 1. Premi il pulsante Start sulla Barra delle funzioni di Windows. 2. Seleziona il menu Programmi. 3. Cerca

Dettagli

Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen

Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen Prerequisiti Mon Ami 3000 Touch Interfaccia di vendita semplificata per monitor touchscreen L opzione Touch è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro; per sfruttarne al meglio

Dettagli

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata.

Microsoft Word 2007. La BARRA DI ACCESSO RAPIDO, che contiene alcuni comandi sempre visibili e può essere personalizzata. Microsoft Word 2007 Microsoft Office Word è il programma di elaborazione testi di Microsoft all interno del pacchetto Office. Oggi Word ha un enorme diffusione, tanto da diventare l editor di testi più

Dettagli

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP

GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP GESTIONE DI FINESTRE, FILE E CARTELLE con Windows XP Desktop (scrivania) Il Desktop è la prima schermata che appare all accensione del computer. icone Barra delle applicazioni Le piccole immagini che appaiono

Dettagli

SardegnaMappe Manuale utente

SardegnaMappe Manuale utente SardegnaMappe Manuale utente [2] Indice 1. Introduzione 4 2. Requisiti dell utente 5 3. L applicazione SardegnaMappe 6 3.1. Panoramica dell applicazione 6 3.1.1. Accesso all applicazione 6 3.1.2. Icona

Dettagli

CORSO PRATICO WinWord

CORSO PRATICO WinWord CORSO PRATICO WinWord AUTORE: Renato Avato 1. Strumenti Principali di Word Il piano di lavoro di Word comprende: La Barra del Titolo, dove sono posizionate le icone di ridimensionamento: riduci finestra

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

MANUALE D USO DEL SOFTWARE APPLICATIVO ADB-TOOLBOX (VERSIONE 1.7 E SUPERIORI) UTILIZZO DEI SERVIZI WMS-WFS-WCS E DEL CATALOGO CSW

MANUALE D USO DEL SOFTWARE APPLICATIVO ADB-TOOLBOX (VERSIONE 1.7 E SUPERIORI) UTILIZZO DEI SERVIZI WMS-WFS-WCS E DEL CATALOGO CSW Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE D USO DEL SOFTWARE APPLICATIVO ADB-TOOLBOX (VERSIONE 1.7 E UTILIZZO DEI SERVIZI WMS-WFS-WCS E DEL CATALOGO CSW Titolo Autore Oggetto

Dettagli

Personalizza. Page 1 of 33

Personalizza. Page 1 of 33 Personalizza Aprendo la scheda Personalizza, puoi aggiungere, riposizionare e regolare la grandezza del testo, inserire immagini e forme, creare una stampa unione e molto altro. Page 1 of 33 Clicca su

Dettagli

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d'uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE...3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

APPUNTI WORD PER WINDOWS

APPUNTI WORD PER WINDOWS COBASLID Accedemia Ligustica di Belle Arti Laboratorio d informatica a.a 2005/06 prof Spaccini Gianfranco APPUNTI WORD PER WINDOWS 1. COSA È 2. NOZIONI DI BASE 2.1 COME AVVIARE WORD 2.2 LA FINESTRA DI

Dettagli

ThermalVision 160 PC Software Manuale di istruzioni

ThermalVision 160 PC Software Manuale di istruzioni ThermalVision 160 PC Software Manuale di istruzioni Copyright 2011 IDEAL diritti riservati. Nessun parte di questa publicazione può essere riprodotta, salvata in un sistema o trasmessa in qualsiasi formato,

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

Università Iuav di Venezia - CIRCE / dp Corso di addestramento all'uso di ESRI ArcView

Università Iuav di Venezia - CIRCE / dp Corso di addestramento all'uso di ESRI ArcView Università Iuav di Venezia - CIRCE / dp Corso di addestramento all'uso di ESRI ArcView Francesco Contò Unità 7 - Impaginazione di una carta tematica per la stampa (layout di stampa) Informazioni generali:

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8JZGL450591 Data ultima modifica 22/07/2011 Prodotto Tuttotel Modulo Tuttotel Oggetto: Installazione e altre note tecniche L'utilizzo della procedura è subordinato

Dettagli

Presentazione funzionale. (utente redattore) Portale SPORVIC

Presentazione funzionale. (utente redattore) Portale SPORVIC TD Group S.p.A. www.tdgroup.it Presentazione funzionale (utente redattore) Portale SPORVIC TD Group S.p.A. Via del Fischione, 19 56019 Vecchiano - Migliarino P. (PI) Tel. (+39) 050.8971 Fax (+39) 050.897

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli