Regione Liguria Comune della Spezia Programma di intervento a contrasto delle disuguaglianze e delle povertà

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regione Liguria Comune della Spezia Programma di intervento a contrasto delle disuguaglianze e delle povertà"

Transcript

1 Regione Liguria Comune della Spezia Programma di intervento a contrasto delle disuguaglianze e delle povertà

2 I numeri dello spreco alimentare Ogni anno in Italia finiscono in discarica: 4 mila tonnellate di alimenti Il 15% del pane e della pasta Il 18% della carne Il 12% della frutta e della verdura Tutti prodotti ancora utilizzabili, ma che rimangono invenduti sugli scaffali delle attività commerciali

3 La legge del Buon Samaritano La Legge 155/2003 disciplina la distribuzione dei prodotti alimentari a fini di solidarietà sociale. Le Onlus che effettuano a fini di beneficenza, la distribuzione gratuita di prodotti alimentari, sono equiparate ai consumatori finali.

4 Il Progetto Buon Mercato Il Progetto nasce su iniziativa del Programma di intervento a contrasto delle disuguaglianze e delle povertà, promosso dal Comune della Spezia, che raccoglie 25 soggetti (istituzioni, sindacati ed enti del terzo settore)

5 Il Progetto Buon Mercato Il Progetto è il risultato di un corso di formazione per volontari, finanziato dal Centro di Servizio per il Volontariato Vivere Insieme della Spezia con il contributo dell Università di Bologna e la cooperativa Sociale Bolognese Carpe Cibum

6 Finalità ultima del Progetto Buon Mercato L attivazione di un sistema strutturato di recupero e di redistribuzione dei prodotti alimentari invenduti dalle attività commercialie dagli altri centri di distribuzione alimentare (mense, ospedali, caserme )

7 Obiettivi specifici Fornire ai soggetti impegnati nella distribuzione di risorse alimentari gratuite, maggiori prodotti Sensibilizzare le attività for profit ad un maggiore impegno verso iniziative di solidarietà sociale. Coinvolgere altre strutture pubbliche e private che somministrano generi alimentari (ospedali, mense scolastiche, caserme militari) Realizzare una rete territoriale di solidarietà sociale che sviluppi un maggior coordinamento tra Enti Pubblici ed Enti del Terzo Settore, al fine di fornire risposte più efficaci ai bisogni degli assistiti. Combattere lo spreco di risorse alimentari, Sensibilizzare la cittadinanza alla lotta allo spreco a alla solidarietà sociale, attraverso iniziative pubbliche e attività di informazione territoriale.

8 Partner del Progetto Comune della Spezia (capofila) Associazione Holding Famiglia Associazione Missione 2000 Chiesa Cristiana Avventista della Spezia Chiesa Evangelica Battista della Spezia CNGEI Comunità Ortossa Rumena Confcommercio La Spezia Coop Liguria Croce Rossa Italiana La Spezia, sezione femminile Gruppi di Volontariato Vincenziano

9 Destinatari del Progetto Enti del Terzo Settore e tutti i soggetti del territorio impegnati nella raccolta e distribuzione alimentare

10 La Cabina di Regia: cosa facciamo Il Progetto è coordinato da una Cabina di Regia, composta da 10 volontari e da un coordinatore organizzativo. La Cabina di Regia: rappresenta il punto di riferimento tra i soggetti donatori e i soggetti beneficiari dei prodotti alimentari; sviluppa l analisi dei bisogni del territorio e individua le soluzioni; sviluppa e mantiene le relazioni con i punti vendita alimentari e le associazioni; favorisce l incontro tra domanda e offerta di prodotti; predispone la documentazione necessaria ai fini del progetto; promuove la costruzione di una rete tra soggetti coinvolti sul territorio e assiste detti soggetti sotto il profilo organizzativo; promuove il progetto sul territorio attraverso iniziative di informazione e sensibilizzazione.

11 Organizzazione del servizio La Cabina di Regia mette in contatto il punto vendita con l Associazione Beneficiaria Insieme stipulano una scrittura privata che garantisce entrambe le parti I prodotti donati sono individuati dai punti vendita stessi e consistono genericamente alimenti invendibili a causa del deterioramento o della rottura delle confezioni esterne (su cui dovranno comunque essere indicati la data di scadenza e le informazioni nutrizionali) oppure i prodotti vicini alla scadenza. L Associazione si impegna a ritirare i prodotti e a garantirne il consumo nel rispetto delle normative sulla sicurezza alimentare I punti vendita forniranno un apposita bolla di accompagnamento per il trasporto dei prodotti

12 Doveri dei donatori rispettare quanto stabilito dalla scrittura privata con i punti vendita; donare la merce nel rispetto di quanto stabilito dalla scrittura privata; comunicare alla Cabina di Regia qualsiasi cambiamento, difficoltà o errore nella raccolta dei generi presso i propri punti vendita; conservare tutta la documentazione in originale per almeno 5 anni.

13 Doveri delle Associazioni beneficiarie rispettare quanto stabilito dalla scrittura privata con i punti vendita; garantire la presenza di proprio personale volontario nella raccolta e nel trasporto dei generi alimentari; comunicare alla Cabina di Regia qualsiasi cambiamento, difficoltà o errore nella raccolta dei generi presso i punti vendita; contattare la Cabina di Regia qualora si ravvisasse l impossibilità di recarsi presso i punti vendita nei giorni e negli orari stabili dalla scrittura privata; fornire, con cadenza mensile, copia delle bolle di accompagnamento relative alla raccolta; conservare tutta la documentazione in originale per almeno 5 anni.

14 Smaltimento delle eccedenze Nei casi in cui si registrassero eccedenze alimentari di carattere straordinario e di consistente quantità, i punti vendita devono comunicare alla Cabina di Regia la volontà di smaltire tali eccedenze. La Cabina di Regia si impegnerà a ridistribuire i prodotti presso i soggetti beneficiari secondo le necessità. Le Associazioni beneficiare che ricevono ingenti quantitativi di prodotti e non hanno la possibilità di smaltirli all interno del proprio circuito solidale, dovranno comunicarlo alla cabina di Regia, che provvederà alla redistribuzione presso la rete dei beneficiari.

15 Risultati attesi Riduzione dello spreco di generi alimentari Costituzione di una rete di soggetti, pubblici, privati e Terzo Settore in costante allargamento Incremento delle risorse libere presso i destinatari, allo scopo di costruire nuovi servizi a favore degli assistiti Sviluppo di una nuova cultura sul territorio comunale, rivolta ai principi di solidarietà sociale e redistribuzione della ricchezza

16 A che punto siamo Donatori Coop Liguria Via Saffi (settimanale prodotti secchi) Coop Liguria Viale Amendola (settimanale prodotto secchi) Conad Via Fontevivo (occasionale prodotti secchi) Igloo Market Via di Monale (occasionale prodotti secchi e freschi) Sigma Via Santa Caterina (occasionale prodotti secchi e freschi) Le Clerc/Conad (in fase di organizzazione) Operatori di Piazza Cavour (settimanale prodotti freschi)

17 A che punto siamo Sono in atto contatti con Esselunga Basko Pam Penny Market Arsenale della Marina Militare Sono inoltre impegnati con noi nella promozione CNA Confartigianato Confcommercio Confesercenti

18 A che punto siamo La raccolta in piazza del Mercato Nel corso dell attivazione del progetto, hanno aderito anche gli operatori commerciali di Piazza del mercato (piazza Cavour). Dal mese di ottobre 2008, ogni sabato, i volontari del Progetto raccolgono i prodotti invenduti (oltre un quintale di generi vari, soprattutto frutta e verdura). I prodotti vengono consegnati alle due mense cittadine dove vengono smistati e lavorati in giornata.

19 A che punto siamo Nuove adesioni da parte del Volontariato Cooperativa L Isola che non c è MASCI Liguria Pubblica Assistenza della Spezia Semplici cittadini

20 Contatti Cabina di Regia Progetto Buon Mercato Via Fiume 207 La Spezia Coordinamento organizzativo Moira Dinunzio Per saperne di più, visita il sito O il canale you tube

Progetto Mercati Amici

Progetto Mercati Amici Progetto Mercati Amici LINEE GUIDA per la GDO Fabrizio Baldassarre Università degli Studi di Bari A. Moro Bari - Palazzo della Provincia, 3 luglio 2012 Il pane, più che per nutrire, è nato per essere condiviso

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA SOSTEGNO, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLA RETE DI SOLIDARIETA SOCIALE A SUPPORTO DELLE SITUAZIONI DI DISAGIO SOCIALE

PROTOCOLLO D INTESA SOSTEGNO, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLA RETE DI SOLIDARIETA SOCIALE A SUPPORTO DELLE SITUAZIONI DI DISAGIO SOCIALE Zero Sprechi 100% Solidarietà e Ambiente PROTOCOLLO D INTESA SOSTEGNO, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLA RETE DI SOLIDARIETA SOCIALE A SUPPORTO DELLE SITUAZIONI DI DISAGIO SOCIALE PROTOCOLLO D INTESA

Dettagli

Piattaforma Parma. per l impresa che dona prodotti. Parma, 14 giugno 2013. Comune di Parma

Piattaforma Parma. per l impresa che dona prodotti. Parma, 14 giugno 2013. Comune di Parma Piattaforma Parma per l impresa che dona prodotti Parma, 14 giugno 2013 Comune di Parma IL PROGETTO Piattaforma Parma è, prima di tutto, un iniziativa condivisa dalla città e dai suoi principali rappresentanti,

Dettagli

ACLI PROVINCIALI di VERONA UFFICIO. ACLI PROVINCIALI di VERONA. Recupero. Utilizzabili. Eccedenze. Solidalmente. Beni

ACLI PROVINCIALI di VERONA UFFICIO. ACLI PROVINCIALI di VERONA. Recupero. Utilizzabili. Eccedenze. Solidalmente. Beni Recupero Eccedenze Beni Utilizzabili Solidalmente breve STORIA - Nasce nel 2002 da un idea del prof. Segrè, dello staff dell Università di Bologna e della coopoerativa Carpe cibum con la denominazione

Dettagli

La Storia Nazionale. Ambito Territoriale Sesto Calende. www.ambitosocialesestocalende.it

La Storia Nazionale. Ambito Territoriale Sesto Calende. www.ambitosocialesestocalende.it La Storia Nazionale Il progetto Last Minute Market, è stato ideato dal Prof. Andrea Segrè Preside della Facoltà d Agraria di Bologna. LMM si basa sul convincimento che quanto viene smaltito nel normale

Dettagli

Produrre meno rifiuti Esperienze a confronto

Produrre meno rifiuti Esperienze a confronto Produrre meno rifiuti Esperienze a confronto 25 novembre 2010 ARPAV Dipartimento di Treviso Sala Congressi L'esperienza di Last Minute Market Matteo Guidi Last Minute Market è una società Spin Off dell

Dettagli

Progetto LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA. Azione 3 - Attività 3.1

Progetto LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA. Azione 3 - Attività 3.1 Azione 3 Attività 3.1 Organizzazione delle attività di mappatura GENERALITÀ Denominazione della buona pratica: Brutti ma Buoni Promotore/i: Coop Consumatori Nordest Soggetti partner: Ente Ente pubblico/gdo

Dettagli

Obiettivi. Destinatari e Azioni

Obiettivi. Destinatari e Azioni PROGETTO NOVA SOLIDALE Insieme si può Obiettivi Il contesto socio economico evidenzia un impoverimento progressivo delle famiglie, in ragione della perdita della loro capacità di spesa per motivi differenti

Dettagli

ASSOCIAZIONE BANCO ALIMENTARE DEL PIEMONTE ONLUS

ASSOCIAZIONE BANCO ALIMENTARE DEL PIEMONTE ONLUS ASSOCIAZIONE BANCO ALIMENTARE DEL PIEMONTE ONLUS Relazione Attività 2012 Cosa è il Banco Alimentare? Una rete di organizzazioni senza fine di lucro con lo scopo di raccogliere le eccedenze di produzione,

Dettagli

Bergamo, 15 gennaio 2013

Bergamo, 15 gennaio 2013 2012 Condividere i bisogni per condividere il senso della vita L UOMO FA QUESTO GESTO PER IMPARARE A VIVERE COME CRISTO Cristo ci ha fatto capire il perché profondo di questo gesto svelandoci la legge

Dettagli

BUON FINE. Le buone pratiche COOP per il recupero delle eccedenze e contro lo spreco alimentare

BUON FINE. Le buone pratiche COOP per il recupero delle eccedenze e contro lo spreco alimentare BUON FINE Le buone pratiche COOP per il recupero delle eccedenze e contro lo spreco alimentare Valter Molinaro Responsabile Innovazione e gestione servizi ECCEDENZE/SPRECO DI CIBO Ogni anno la quantità

Dettagli

Banco Alimentare Campania ONLUS

Banco Alimentare Campania ONLUS La Rete Banco Alimentare opera da 21 anni sul territorio nazionale e provvede, in particolare, alla raccolta delle eccedenze di produzione agricole, dell industria, specialmente alimentare, della Grande

Dettagli

Tecnologie e soluzioni per la Smart City - Call for solutions di SMART City Exhibition

Tecnologie e soluzioni per la Smart City - Call for solutions di SMART City Exhibition Come rendere intelligente la città (un passo per volta)? Welfare e Sanità sostenibile Comune di Lecce Presentazione dell organizzazione Comune di Lecce Via Rubichi16-73100 Lecce http://www.comune.lecce.it/

Dettagli

DOSSIER Venerdì, 03 ottobre 2014

DOSSIER Venerdì, 03 ottobre 2014 DOSSIER Venerdì, 03 ottobre 2014 DOSSIER Venerdì, 03 ottobre 2014 Articoli 03/10/2014 Brescia Oggi Pagina 14 Sprechi di cibo: Brescia fa scuola anche ad Expo 1 03/10/2014 bresciaoggi.it Sprechi di cibo:

Dettagli

Modena e nuove povertà: un progetto di comunità di distribuzione alimentare

Modena e nuove povertà: un progetto di comunità di distribuzione alimentare Modena e nuove povertà: un progetto di comunità di distribuzione alimentare Angelo Morselli ASVM - Associazione Servizi per il Volontariato di Modena Bologna, 8 febbraio 2013 Il Contesto Il progetto Regionale

Dettagli

Indagine sullo spreco alimentare in Italia. 13 miliardi di euro di cibo ogni anno buttati nella spazzatura

Indagine sullo spreco alimentare in Italia. 13 miliardi di euro di cibo ogni anno buttati nella spazzatura Indagine sullo spreco alimentare in Italia 13 miliardi di euro di cibo ogni anno buttati nella spazzatura I risultati dell indagine promossa da Politecnico di Milano e Fondazione Banco Alimentare dal titolo

Dettagli

LOWaste MARKET PLACE SEMINARIO TECNICO: PROGETTI INNOVATIVI SUI RIFIUTI A CONFRONTO FERRARA 11 MAGGIO 2012

LOWaste MARKET PLACE SEMINARIO TECNICO: PROGETTI INNOVATIVI SUI RIFIUTI A CONFRONTO FERRARA 11 MAGGIO 2012 LOWaste MARKET PLACE SEMINARIO TECNICO: PROGETTI INNOVATIVI SUI RIFIUTI A CONFRONTO FERRARA 11 MAGGIO 2012 With the contribution of the LIFE financial instrument of the European Community NOME PROGETTO

Dettagli

nome progetto Percorsi di sostegno solidale, Banco Alimentare - Rete Bianca e Bernie 2016 ambito d intervento assistenza; disagio adulto Posti e sedi

nome progetto Percorsi di sostegno solidale, Banco Alimentare - Rete Bianca e Bernie 2016 ambito d intervento assistenza; disagio adulto Posti e sedi nome progetto Percorsi di sostegno solidale, Banco Alimentare - Rete Bianca e Bernie 2016 ambito d intervento Posti e sedi assistenza; disagio adulto 2 volontari senza vitto e alloggio, presso le Associazioni:

Dettagli

RASSEGNA STAMPA IL PANE A CHI SERVE

RASSEGNA STAMPA IL PANE A CHI SERVE RASSEGNA STAMPA IL PANE A CHI SERVE A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA CRISI: ACLI ROMA, "4% ROMANI VIVE SOTTO SOGLIA DI POVERTÀ, IL 7% MANGIA IN MANIERA ADEGUATA OGNI DUE GIORNI" Progetto

Dettagli

RASSEGNA STAMPA SPETTACOLO IL PANE A CHI SERVE. A cura di. Agenzia Comunicatio

RASSEGNA STAMPA SPETTACOLO IL PANE A CHI SERVE. A cura di. Agenzia Comunicatio RASSEGNA STAMPA SPETTACOLO IL PANE A CHI SERVE A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA SOCIALE; DA ACLI ROMA 30 TONNELLATE DI PANE PER ULTIMI DELLA CAPITALE GRAZIE A PROGETTO IL PANE A CHI SERVE

Dettagli

PIANO CONTRO LA POVERTÀ

PIANO CONTRO LA POVERTÀ PIANO CONTRO LA POVERTÀ LE AZIONI DELLA REGIONE LAZIO PER CONTRASTARE ARE VECCHIE E NUOVE FORME DI VULNERABILITÀ ASSESSORATO POLITICHE SOCIALI E FAMIGLIA EMPORIO DELLA SOLIDARIETÀ Finanziamento del progetto

Dettagli

BANCO ALIMENTARE: UN CRM SENZA CUSTOMER

BANCO ALIMENTARE: UN CRM SENZA CUSTOMER BANCO ALIMENTARE: UN CRM SENZA CUSTOMER. BANCO ALIMENTARE ONLUS La Vision CONDIVIDERE I BISOGNI PER CONDIVIDERE IL SENSO DELLA VITA La Mission CONTRO LO SPRECO, CONTRO LA FAME raccogliere le eccedenze

Dettagli

POVERTÀ ASSOLUTA E NUOVE POVERTÀ EMERGENTI

POVERTÀ ASSOLUTA E NUOVE POVERTÀ EMERGENTI LA FONDAZIONE Qui Foundation è la Onlus di Qui! Group S.p.a., azienda italiana leader nel settore dei buoni pasto, voucher aziendali e dei servizi integrati su smart card multifunzione. Nata a Genova nel

Dettagli

Progetto DAL PIATTO ALLA CIOTOLA, QUI NON SI BUTTA NULLA

Progetto DAL PIATTO ALLA CIOTOLA, QUI NON SI BUTTA NULLA Educazione alla Sostenibilità a Tavola nella Scuola Progetto DAL PIATTO ALLA CIOTOLA, QUI NON SI BUTTA NULLA PREMESSA Le società moderne vivono in una situazione di sazietà e i dati relativi allo spreco

Dettagli

da spreco a opportunità la gestione degli avanzi nelle ristorazione scolastica

da spreco a opportunità la gestione degli avanzi nelle ristorazione scolastica DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO Area Igiene degli Alimenti e della Sicurezza Nutrizionale Servizio Igiene della Nutrizione da spreco a opportunità la gestione degli avanzi nelle ristorazione scolastica

Dettagli

1. Servizio / Ufficio! Politiche Ambientali. 2. Dirigente! Viviana De Podestà. 4. Referente per la comunicazione!

1. Servizio / Ufficio! Politiche Ambientali. 2. Dirigente! Viviana De Podestà. 4. Referente per la comunicazione! [13] 1. Servizio / Ufficio! Politiche Ambientali 2. Dirigente! Viviana De Podestà 3. Account! Vincenzo Terlizzi 4. Referente per la comunicazione! Maria Carla Cuccu 5. Referente sito web! Davide Lombardelli

Dettagli

Presentazione avanzamento progetto. Col contributo dello strumento finanziario LIFE della Commissione Europea.

Presentazione avanzamento progetto. Col contributo dello strumento finanziario LIFE della Commissione Europea. Presentazione avanzamento progetto Col contributo dello strumento finanziario LIFE della Commissione Europea. DELIVERABLES E MILESTONES PER OGNI AZIONE LE AZIONI AZIONE 1 WP1. DEFINIZIONE DEL SISTEMA INTEGRATO

Dettagli

LA PIETANZA NON AVANZA Gusta il giusto, dona il resto

LA PIETANZA NON AVANZA Gusta il giusto, dona il resto LA PIETANZA NON AVANZA Gusta il giusto, dona il resto Esperienza di recupero, a finisolidaristici, di pasti non distribuiti nelle mense scolastiche di Torino SINTESI DEL PROGETTO E DEI RISULTATI L. 155/2003

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Piano Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare (PINPAS) Contributo n 76

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Piano Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare (PINPAS) Contributo n 76 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Piano Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare (PINPAS) Contributo n 76 2014 PINPAS Piano Nazionale di Prevenzione degli Sprechi

Dettagli

Emergenza Alimentare Lombardia 11 Maggio 2014

Emergenza Alimentare Lombardia 11 Maggio 2014 Emergenza Alimentare Lombardia 11 Maggio 2014 La Mission La Rete Banco Alimentare recupera le eccedenze dalla filiera agroalimentare, dalla grande distribuzione organizzata e dalla ristorazione collettiva

Dettagli

VOLONTARI LATINA SISTEMA SISTEMA SANITARIO REGIONALE. Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio

VOLONTARI LATINA SISTEMA SISTEMA SANITARIO REGIONALE. Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio VOLONTARI NEL IN DISTRETTO RETE 1 - ASL DI APRILIA ASL ASL LATINA SISTEMA SISTEMA SANITARIO REGIONALE Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio VOLONTARI NEL IN DISTRETTO RETE 1 - ASL DI APRILIA

Dettagli

La povertà letta dalla Caritas a Livorno

La povertà letta dalla Caritas a Livorno La povertà letta dalla Caritas a Livorno I semestre 2015 Dati raccolti dalla rete di Centri di Ascolto Caritas A cura di Osservatorio Diocesano delle Povertà e delle Risorse POVERTA' ALIMENTARE Area/centro

Dettagli

LA NOSTRA MISSIONE, LA NOSTRA IDENTITÀ

LA NOSTRA MISSIONE, LA NOSTRA IDENTITÀ 0. LA NOSTRA MISSIONE, LA NOSTRA IDENTITÀ Una vita al servizio della comunità L Antoniano è l amore di Dio all opera. Realizziamo la nostra testimonianza francescana attraverso opere di carità, azioni

Dettagli

Servizi per la Green Economy

Servizi per la Green Economy Programma Carbon Tax del Progetto finanziato da Promosso da Regione Puglia Comune di Candela Nasce il primo centro interregionale di Servizi per la Green Economy Incubatore di Impresa Candela 28 Marzo

Dettagli

Il contributo della Regione Emilia-Romagna alla diffusione del Last Minute Market Dal 2007 la Regione Emilia-Romagna, nell ambito della competenza

Il contributo della Regione Emilia-Romagna alla diffusione del Last Minute Market Dal 2007 la Regione Emilia-Romagna, nell ambito della competenza Il contributo della Regione Emilia-Romagna alla diffusione del Last Minute Market Dal 2007 la Regione Emilia-Romagna, nell ambito della competenza Tutela dei consumatori, ha individuato la promozione del

Dettagli

Le tre R in Coop: strategia ed esempi per la sostenibilità

Le tre R in Coop: strategia ed esempi per la sostenibilità Le tre R in Coop: strategia ed esempi per la sostenibilità Workshop MILANO 15 NOVEMBRE 2011 Valter Molinaro Coop Lombardia per l ambiente e la sostenibilità Il cittadino può determinare le dinamiche che

Dettagli

Dove. fa la differenza. Rossella Saoncella, direttore generale Granarolo S.p.A.

Dove. fa la differenza. Rossella Saoncella, direttore generale Granarolo S.p.A. Dove un bicchiere di latte fa la differenza Rossella Saoncella, direttore generale Granarolo S.p.A. la nostra idea di Csr charity cittadinanza d impresa elargire aiutare cooperare l autosviluppo! cooperare

Dettagli

STRADE IN SALITA. Ricerca sulla povertà in provincia di Lecco. Osservatorio per le Politiche Sociali della Provincia di Lecco

STRADE IN SALITA. Ricerca sulla povertà in provincia di Lecco. Osservatorio per le Politiche Sociali della Provincia di Lecco STRADE IN SALITA Ricerca sulla povertà in provincia di Lecco Osservatorio per le Politiche Sociali della Provincia di Lecco La ricerca: i contenuti 1. Povertà. Scenario generale e definizione del fenomeno

Dettagli

GRUPPO PASTORALE SLM Il gruppo donatori SLM opera all interno del Gruppo di Pastorale che promuove ed organizza varie iniziative distintive all

GRUPPO PASTORALE SLM Il gruppo donatori SLM opera all interno del Gruppo di Pastorale che promuove ed organizza varie iniziative distintive all GRUPPO PASTORALE SLM Il gruppo donatori SLM opera all interno del Gruppo di Pastorale che promuove ed organizza varie iniziative distintive all interno dell istituto e durante l intero anno scolastico

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLA SOLIDARIETA INTERNAZIONALE E DEI DIRITTI UMANI. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLA SOLIDARIETA INTERNAZIONALE E DEI DIRITTI UMANI. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLA SOLIDARIETA INTERNAZIONALE E DEI DIRITTI UMANI Art. 1 Finalità La Provincia di Genova, in attuazione di quanto previsto dal proprio Statuto, promuove la cultura della

Dettagli

Modena e nuove povertà: un progetto di comunità per la distribuzione alimentare

Modena e nuove povertà: un progetto di comunità per la distribuzione alimentare Modena e nuove povertà: un progetto di comunità per la distribuzione alimentare Perché un Emporio Sociale La crisi economico-finanziaria e sociale che si sta attraversando ha fortemente incrementato i

Dettagli

LE ECCEDENZE ALIMENTARI COME FONTI DI NUTRIMENTO PER L UOMO. L esperienza di Banco Alimentare

LE ECCEDENZE ALIMENTARI COME FONTI DI NUTRIMENTO PER L UOMO. L esperienza di Banco Alimentare LE ECCEDENZE ALIMENTARI COME FONTI DI NUTRIMENTO PER L UOMO L esperienza di Banco Alimentare Milano,10 dicembre 2014 LA RETE BANCO ALIMENTARE ITALIA FONDAZIONE BANCO ALIMENTARE ONLUS COORDINA 21 ORGANIZZAZIONI

Dettagli

Aggiornamento: maggio 2015

Aggiornamento: maggio 2015 BOLOGNA CONSUMI RESPONSABILI Aggiornamento: maggio 2015 Descrizione del progetto Diffusione di orientamenti e pratiche di consumerismo socialmente responsabile per promuovere il capitale sociale del territorio,

Dettagli

8) Descrizione del progetto e tipologia dell intervento che definisca in modo puntuale le attività previste dal progetto con particolare riferimento

8) Descrizione del progetto e tipologia dell intervento che definisca in modo puntuale le attività previste dal progetto con particolare riferimento 8) Descrizione del progetto e tipologia dell intervento che definisca in modo puntuale le attività previste dal progetto con particolare riferimento a quelle dei volontari in servizio civile nazionale,

Dettagli

SCHEDA SINTETICA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA SINTETICA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA SINTETICA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO BANCO ALIMENTARE DELLA CALABRIA ONLUS L Associazione

Dettagli

Alimenta il dono. sostieni il Banco Alimentare della Toscana

Alimenta il dono. sostieni il Banco Alimentare della Toscana Alimenta il dono sostieni il Banco Alimentare della Toscana Guida alle agevolazioni fiscali sulle erogazioni in denaro e natura per le persone fisiche e per le aziende aggiornata al settembre 2012 1 Presentazione

Dettagli

Azione 4. Piano d Azione per la riduzione dei rifiuti nella Grande Distribuzione Organizzata

Azione 4. Piano d Azione per la riduzione dei rifiuti nella Grande Distribuzione Organizzata Azione 4 Piano d Azione per la riduzione dei rifiuti nella Grande Distribuzione Organizzata Protocollo d intesa (Memorandum of Understanding) Comune di Reggio Emilia LIFE10 ENV/IT/307 NO.WA No Waste PROTOCOLLO

Dettagli

Associazione BANCO DI SOLIDARIETA ARCA - ON- LUS

Associazione BANCO DI SOLIDARIETA ARCA - ON- LUS Associazione BANCO DI SOLIDARIETA ARCA - ON- LUS R e l a z i o n e a t t i v i t à e s e r c i z i o 2 0 1 1 (aprile 2012) edizione n. 1 Indice 1. Presentazione dell'associazione 2. Relazione attività

Dettagli

A relazione dell'assessore Cerutti:

A relazione dell'assessore Cerutti: REGIONE PIEMONTE BU33 20/08/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 6 luglio 2015, n. 20-1673 L.R. 24/2009, articolo 2 - L.R. 6/1977, articoli 1 lett. c) e 4, primo comma. Adesione della Regione Piemonte

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO

CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO CARTA DEI SERVIZI E DELLE OPPORTUNITà PER IL VOLONTARIATO Identità DarVoce è un associazione di volontariato di secondo livello in quanto i suoi soci sono associazioni di volontariato; ha personalità giuridica;

Dettagli

Il progetto Ma.Ri.Sa.

Il progetto Ma.Ri.Sa. Il progetto Ma.Ri.Sa. Alimentazione e stili di vita MAngio e RIsparmio in Salute: una collaborazione fra ASL 11, Comuni, Associazioni di volontariato per sviluppare comportamenti solidali nella comunità

Dettagli

I SERVIZI PER L IMPIEGOL

I SERVIZI PER L IMPIEGOL I SERVIZI PER L IMPIEGOL Assessore ai Servizi per l Impiegol Francesco Brendolise CONSIGLIO PROVINCIALE 6 LUGLIO 2012 SOSTEGNO AL REDDITO 1. MICROCREDITO 2. FONDO DI SOLIDARIETA 1. PROGETTO MICROCREDITO

Dettagli

Condividere i bisogni per condividere il senso della vita

Condividere i bisogni per condividere il senso della vita Condividere i bisogni per condividere il senso della vita L Associazione ONLUS La Luna Banco di Solidarietà di Busto Arsizio è stata costituita all inizio dell anno 2010, è iscritta al registro delle ONLUS

Dettagli

Una Primavera per il Mozambico

Una Primavera per il Mozambico L Associazione ImmaginArte per la Comunità di Sant Egidio promuove Una Primavera per il Mozambico II Rassegna Concertistica dei Conservatori Italiani PROGETTO CULTURALE PER IL COMPLETAMENTO DELLA SALA

Dettagli

TRA VISTI. - il D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 Norme in materia ambientale ;

TRA VISTI. - il D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 Norme in materia ambientale ; Accordo tra Regione Emilia-Romagna, ATERSIR e Centro di Coordinamento RAEE, per favorire il recupero e l incremento dei tassi di raccolta differenziata dei RAEE di origine domestica attraverso la sperimentazione

Dettagli

LAST MINUTE MARKET. guida. n 1

LAST MINUTE MARKET. guida. n 1 LAST MINUTE MARKET guida n 1 indice Che cos è Last Minute Market Un modello che funziona Il progetto Last Minute Market Emilia-Romagna Waste Watcher, l osservatorio nazionale contro gli sprechi Ancora

Dettagli

Progetto regionale Cittadini sempre SCHEDA INTERVENTO LOCALE

Progetto regionale Cittadini sempre SCHEDA INTERVENTO LOCALE Progetto regionale Cittadini sempre SCHEDA INTERVENTO LOCALE DENOMINAZIONE INTERVENTO Promuovere e consolidare la rete di volontari della giustizia Agire Sociale CSV Ferrara, aderisce all invito della

Dettagli

Cos è il fundraising 1

Cos è il fundraising 1 La Raccolta di fondi richiede competenze e investimenti. Ha senso sviluppare un progetto di fundraising per un gruppo di organizzazioni nonprofit? La Campagna Lasciti, una strada percorribile. Intervento

Dettagli

La solidarietà a tutela della salute

La solidarietà a tutela della salute Recuperare il valore del cibo e degli altri beni. Dallo spreco alla solidarietà comunitaria La solidarietà a tutela della salute gli impegni dei servizi sanitari Emilia Guberti UO Igiene Alimenti e Nutrizione

Dettagli

Un gesto concreto, un aiuto sicuro per i bimbi del Gaslini. www.assegnoamico.org

Un gesto concreto, un aiuto sicuro per i bimbi del Gaslini. www.assegnoamico.org Un gesto concreto, un aiuto sicuro per i bimbi del Gaslini www.assegnoamico.org I bambini al centro del progetto Assegno Amico nasce per tutti quei bambini malati che sono costretti ad abbandonare la propria

Dettagli

Responsabile del Progetto: Cons. Amb. Anna Maria Micaela Piantadosi (Capo Ufficio VI, Direzione Generale per le Risorse e l Innovazione - DGRI)

Responsabile del Progetto: Cons. Amb. Anna Maria Micaela Piantadosi (Capo Ufficio VI, Direzione Generale per le Risorse e l Innovazione - DGRI) REDISTRIBUZIONE ECCEDENZE ALIMENTARI PER ENTI CARITATEVOLI Responsabile del Progetto: Cons. Amb. Anna Maria Micaela Piantadosi (Capo Ufficio VI, Direzione Generale per le Risorse e l Innovazione - DGRI)

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferrari:

A relazione dell'assessore Ferrari: REGIONE PIEMONTE BU48 03/12/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 9 novembre 2015, n. 21-2388 Approvazione Protocollo di Intesa fra la Caritas Diocesana di Vercelli, il Comune di Vercelli, la Provincia

Dettagli

ASSSOCIAZIONE NAZIONALE COOPERATIVE DI CONSUMATORI A.C. 2093

ASSSOCIAZIONE NAZIONALE COOPERATIVE DI CONSUMATORI A.C. 2093 ASSSOCIAZIONE NAZIONALE COOPERATIVE DI CONSUMATORI A.C. 2093 Disegno di legge: "Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse

Dettagli

---------------------- PROVINCIA DI ROVIGO ---------------------- --------------------- PROTOCOLLO D INTESA ---------------------

---------------------- PROVINCIA DI ROVIGO ---------------------- --------------------- PROTOCOLLO D INTESA --------------------- ---------------------- PROVINCIA DI ROVIGO ---------------------- Rep. n. --------------------- PROTOCOLLO D INTESA --------------------- tra la PROVINCIA DI ROVIGO il COMUNE DI ROVIGO l ATER (Azienda

Dettagli

PROGETTO ORTO SOLIDALE. Orto del Sorriso

PROGETTO ORTO SOLIDALE. Orto del Sorriso PROGETTO ORTO SOLIDALE Orto del Sorriso INDICAZIONI GENERALI DEL PROGETTO: Il progetto di Orto Solidale Orto del Sorriso nasce dal desiderio di riscattare il termine LAVORO dandogli una valenza positiva.

Dettagli

Progetto LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA. Azione 3 - Attività 3.1

Progetto LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA. Azione 3 - Attività 3.1 Azione 3 Attività 3.1 Organizzazione delle attività di mappatura GENERALITÀ Denominazione della buona pratica: Buon Samaritano Promotore/i: Città di Torino e dell'amiat Spa Soggetti partner: Ente Ente

Dettagli

Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare

Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare Primo incontro dei partner di progetto 17-18 ottobre 2014 Borgo Pio, 10, Roma Illustrazione del progetto: motivazioni,

Dettagli

SALUTE E BENESSERE: percorsi di salute nella città di Firenze. Promozione della salute nei Quartieri 1, 2, 3, 4 e 5 della città

SALUTE E BENESSERE: percorsi di salute nella città di Firenze. Promozione della salute nei Quartieri 1, 2, 3, 4 e 5 della città TIPO DI PROGETTO Promozione della salute AREA TEMATICA SALUTE E BENESSERE: percorsi di salute nella città di Firenze Promozione della salute nei Quartieri 1, 2, 3, 4 e 5 della città Stili di vita Alimentazione,

Dettagli

BANDO 2016.3 ASSISTENZA SOCIALE

BANDO 2016.3 ASSISTENZA SOCIALE BANDO 2016.3 ASSISTENZA SOCIALE PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI 1. FINALITÀ DEL BANDO La Fondazione della Comunità

Dettagli

Mani Tese 2013. www.manitese.it u n i m p e g n o d i g i u s t i z i a

Mani Tese 2013. www.manitese.it u n i m p e g n o d i g i u s t i z i a u n i m p e g n o d i g i u s t i z i a MANI TESE ONG/ONLUS Da 49 anni verso un mondo più giusto Mani Tese è un Organizzazione Non Governativa nata in Italia nel 1964 per combattere la fame e gli squilibri

Dettagli

Surplus Food Management Against Food Waste

Surplus Food Management Against Food Waste Surplus Food Management Against Food Waste Il recupero delle eccedenze alimentari. Dalle parole ai fatti. Autori Paola Garrone Marco Melacini Alessandro Perego Ricerca promossa in collaborazione da Outcomes

Dettagli

L Educazione ambientale forma alla cittadinanza attiva e consente di comprendere la complessità delle relazioni tra natura e attività umane e [ ]

L Educazione ambientale forma alla cittadinanza attiva e consente di comprendere la complessità delle relazioni tra natura e attività umane e [ ] GLI ALUNNI DEL BIENNIO ITIS E AGRARIA IN VISITA SCOLASTICA RICICLOAPERTO 2015. L Educazione ambientale forma alla cittadinanza attiva e consente di comprendere la complessità delle relazioni tra natura

Dettagli

Le linee direttrici del SOS

Le linee direttrici del SOS Le linee direttrici del SOS La nostra visione La nostra organizzazione umanitaria s impegna per la giustizia sociale, politica ed economica nella società. Noi sosteniamo le persone bisognose nella realizzazione

Dettagli

COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA

COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA R E G O L A M E N T O Premessa Facendo proprie le considerazioni dell arcivescovo

Dettagli

BANDO 2010.3 SPORT E SOLIDARIETÀ SOCIALE

BANDO 2010.3 SPORT E SOLIDARIETÀ SOCIALE BANDO 2010.3 SPORT E SOLIDARIETÀ SOCIALE I SOCI FONDATORI Comuni del bollatese, rhodense, sestese Bando 2010.3 Sport e solidarietà sociale 1. PROMOTORE E FINALITÀ DEL BANDO La Fondazione Comunitaria del

Dettagli

progetto la rete regionale delle economie solidali contro gli sprechi

progetto la rete regionale delle economie solidali contro gli sprechi progetto alimentis la rete regionale delle economie solidali contro gli sprechi presentazione 2 il mercato dell ultimo minuto 2 il progetto alimentis 4 il quadro normativo 6 ricapitolando 8 appendice:

Dettagli

2/3 - Cantieri di Cittadinanza: educare alla legalità e costruire partecipazione

2/3 - Cantieri di Cittadinanza: educare alla legalità e costruire partecipazione Regione Toscana Bando 2014 Contributi regionali per la promozione della cultura della legalità democratica www.regione.toscana.it/bandolegalita Progetti di educazione alla legalità offerti alle scuole

Dettagli

ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO. p.c COMUNE DI MURO LUCANO Sig. Sindaco info@murolucano.eu

ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO. p.c COMUNE DI MURO LUCANO Sig. Sindaco info@murolucano.eu Spett.Le ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO Arcidiocesi di Potenza diocesipz.scuola@libero ASD Tennis club Muro Lucano antoliveto@msn.com Ferrari club Muro Lucano ciagliadomenico@hoteldellecolline.com AVIS valentinoromaniello@gmail.com

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO

STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO TITOLO I Denominazione - durata - sede - scopi ART 1. Per iniziativa dello Sma (Sistema Museale d'ateneo) e del Museo di Palazzo Poggi, è costituita l Associazione

Dettagli

RASSEGNA STAMPA DATI RACCOLTA FARMACI MILANO. A cura di. Agenzia Comunicatio

RASSEGNA STAMPA DATI RACCOLTA FARMACI MILANO. A cura di. Agenzia Comunicatio RASSEGNA STAMPA DATI RACCOLTA FARMACI MILANO A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MILANO; BANCO FARMACEUTICO: RECUPERO FARMACI VALIDI RISPOSTA CONTRO POVERTA', RACCOLTI IN 6 MESI 11 MILA MEDICINALI"

Dettagli

La prevenzione da aspetto aggiuntivo a fondamento della gestione dei rifiuti. Produzione alimentare sostenibile, mangiare sano, meno.

La prevenzione da aspetto aggiuntivo a fondamento della gestione dei rifiuti. Produzione alimentare sostenibile, mangiare sano, meno. La prevenzione da aspetto aggiuntivo a fondamento della gestione dei rifiuti. Produzione alimentare sostenibile, mangiare sano, meno. Mario Santi coordinatore scientifico del progetto rifiutologo Officina

Dettagli

Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione

Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 26 del 25.09.2008 Articolo 1 Oggetto e finalità Il presente Regolamento disciplina il servizio di refezione scolastica che il Comune gestisce nell

Dettagli

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE. Notizie Operative ed Informazioni Pratiche

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE. Notizie Operative ed Informazioni Pratiche CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE Notizie Operative ed Informazioni Pratiche 15/04/2014 ESTRATTO notizie operative ed informazioni pratiche numeri utili Relativi al servizio di Assistenza

Dettagli

Alleanza contro la povertà

Alleanza contro la povertà Documento costitutivo della Alleanza contro la povertà - Tavolo regionale della Sardegna Le articolazioni regionali della Sardegna delle organizzazioni nazionali che aderiscono all Alleanza contro la povertà

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA tra la Rete di scuole per la sicurezza della provincia di Treviso e gli altri soggetti del territorio

PROTOCOLLO D INTESA tra la Rete di scuole per la sicurezza della provincia di Treviso e gli altri soggetti del territorio PROTOCOLLO D INTESA tra la Rete di scuole per la sicurezza della provincia di Treviso e gli altri soggetti del territorio VISTO l accordo regionale (delibera della Giunta Regionale n. 1789/2006) stipulato

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO

PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO DEL REGISTRO DELLE ASSOCIAZIONI E DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO AVENTI SEDE NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI CROTONE Articolo 1 Finalità ed Istituzione dell Albo

Dettagli

Bando Ricerca Scientifica di particolare interesse sociale n 4 Anno 2015

Bando Ricerca Scientifica di particolare interesse sociale n 4 Anno 2015 Bando Ricerca Scientifica di particolare interesse sociale n 4 Anno 2015 120.000 per l individuazione di progetti di utilità sociale Finalità della Fondazione La Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus

Dettagli

Ipotesi di collaborazione con le ONP. Campagna di raccolta fondi straordinaria in occasione del ventennale di Libera

Ipotesi di collaborazione con le ONP. Campagna di raccolta fondi straordinaria in occasione del ventennale di Libera Ipotesi di collaborazione con le ONP Campagna di raccolta fondi straordinaria in occasione del ventennale di Libera La campagna /1 Titolo Campagna E tu... di che pasta sei? Periodo Campagna Da giugno a

Dettagli

Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia

Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia Foto Settimio Benedusi 2 a edizione giovedì 20 novembre 2014 Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia Iniziativa nazionale di sensibilizzazione sui diritti dei bambini e raccolta di farmaci da banco

Dettagli

Doniamo un futuro alla nostra Comunità

Doniamo un futuro alla nostra Comunità Doniamo un futuro alla nostra Comunità La Fondazione Comunitaria Nord Milano è un intermediario filantropico che opera sul territorio per migliorare la qualità della vita della propria Comunità; rendere

Dettagli

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito 2009 per immigrati di Milano e provincia Servizi di - Informazione e orientamento sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese - Formazione - Credito ASIIM - Associazione per lo Sviluppo dell

Dettagli

AZIENDE CON FONDAZIONE MARCEGAGLIA WWW.FONDAZIONEMARCEGAGLIA.ORG

AZIENDE CON FONDAZIONE MARCEGAGLIA WWW.FONDAZIONEMARCEGAGLIA.ORG AZIENDE CON FONDAZIONE MARCEGAGLIA WWW.FONDAZIONEMARCEGAGLIA.ORG CHI SIAMO Fondazione Marcegaglia Onlus è una fondazione di partecipazione, costituita il 14 luglio 2010 da Steno Marcegaglia, sua moglie

Dettagli

AgriSocialCoop S.c.E. ONLUS SEDE LEGALE - PUNTO VENDITA

AgriSocialCoop S.c.E. ONLUS SEDE LEGALE - PUNTO VENDITA Fondazione DARE Un progetto proposto da: AGRISOCIALCOOP S.C.E. Pag. 1 di 5 PREMESSA Progetto di recupero e valorizzazione dei beni invenduti per la creazione di un CENTRO DI REDISTRIBUZIONE SOCIALE - CIRCOSCRIZIONE

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Norme per l istituzione di centri antiviolenza e case di accoglienza per le donne vittime di violenza.

Norme per l istituzione di centri antiviolenza e case di accoglienza per le donne vittime di violenza. LEGGE REGIONALE 7 agosto 2007, n. 8 Norme per l istituzione di centri antiviolenza e case di accoglienza per le donne vittime di violenza. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SARDEGNA N. 26 dell

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2014-2015

COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2014-2015 COMMISIONE CARITAS VERIFICA E PROGRAMMAZIONE 2014-2015 Chiediamo al Signore, per ognuno di noi, occhi che sanno vedere oltre l apparenza; orecchie che sanno ascoltare grida, sussurri e anche silenzi; mani

Dettagli

I FATTORI CHIAVE NELLA RELAZIONE CON GLI ENTI NO PROFIT IL CASO BANCO ALIMENTARE LA LOTTA ALLO SPRECO ALIMENTARE: SOLUZIONI E APPROCCI DI FILIERA

I FATTORI CHIAVE NELLA RELAZIONE CON GLI ENTI NO PROFIT IL CASO BANCO ALIMENTARE LA LOTTA ALLO SPRECO ALIMENTARE: SOLUZIONI E APPROCCI DI FILIERA I FATTORI CHIAVE NELLA RELAZIONE CON GLI ENTI NO PROFIT IL CASO BANCO ALIMENTARE LA LOTTA ALLO SPRECO ALIMENTARE: SOLUZIONI E APPROCCI DI FILIERA CHI SIAMO LA RETE BANCO ALIMENTARE SI COMPONE DI 21 ORGANIZZAZIONI

Dettagli

Presentazione avanzamento progetto. Col contributo dello strumento finanziario LIFE della Commissione Europea.

Presentazione avanzamento progetto. Col contributo dello strumento finanziario LIFE della Commissione Europea. Presentazione avanzamento progetto Col contributo dello strumento finanziario LIFE della Commissione Europea. INDICE LE AZIONI DELIVERABLES E MILESTONES PER OGNI AZIONE OBIETTIVI DI COMUNICAZIONE E STRUMENTI

Dettagli