Alessandro Rimassa con Mario Pellizzari PERSONAL JOBBING

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Alessandro Rimassa con Mario Pellizzari PERSONAL JOBBING"

Transcript

1 PERSONAL JOBBING

2 IED IED, Istituto Europeo di Design, nasce nel 1966 ed è oggi un eccellenza internazionale, di matrice completamente italiana, che opera nel campo della formazione con una precisa mission: offrire ai creativi una cultura del progetto che li accompagni per tutta la vita. IED Management Lab IED Management Lab è la scuola IED dedicata alla formazione sui temi correlati alla gestione della creatività nei processi aziendali. Propone un modello alternativo alle tradizionali scuole di economia e commercio e comunicazione, basato sulla progettazione e sulla metodologia del design thinking. Questo approccio creativo, tipico del design, condiziona gli aspetti gestionali e finanziari mettendo l uomo al centro del processo. Obiettivo della scuola è formare un manager in grado di promuovere e gestire, all interno di un impresa creativa o tradizionale, il processo di sviluppo dei nuovi prodotti e servizi, occupando posizioni di indirizzo strategico. IED Management Lab Via A. Sciesa 4, Milano Tel mail:

3 è direttore di IED Management Lab ed è autore di Generazione Mille Euro (Rizzoli), il libro che nel 2005 ha fatto scoprire al Paese i precari, l assenza di meritocrazia e le pessime retribuzioni. Il romanzo è stato tradotto in sette lingue ed è diventato un film nel Nel 2011 è uscito il seguito, Berlino Sono Io (Sonzogno), mentre nel 2009 ha pubblicato Jobbing, la guida alle 100 professioni più nuove e più richieste (Sperling & Kupfer). Su La3 (Sky, 143) nel 2011 e 2012 ha condotto Generazione S, programma che racconta storie di giovani che riescono a fare impresa in Italia, antidoto ispirazionale e motivazionale ai titoli dei giornali che parlano solo di crisi, spread e disoccupazione. Nato il 19 ottobre 1975, scrittore e giornalista professionista con esperienze a Mtv e in diversi giornali e tv, crede che in Italia sia ancora possibile costruirsi un futuro e in IED progetta strumenti di formazione basati su co-creazione e design thinking, con l obiettivo di mettere i giovani al centro del sistema. Esprime la sua filosofia di vita con un hashtag: #facilecambiare. Basta volere e sapere agire.

4 Mario Pellizzari Giornalista professionista, dopo un esperienza come redattore televisivo è passato alla carta stampata lavorando nelle redazioni di vari magazine italiani editi da Mondadori e G.E. L Espresso. Oggi collabora con la Repubblica, XL e Riders (gruppo Hearst) scrivendo di media digitali, nuove professioni, viaggi e arte contemporanea. Insegna Storytelling, Personal Jobbing e Tecniche di Comunicazione allo IED di Milano e Roma. È Senior Researcher per progetti di Digital Branding presso i-side, agenzia web di Milano, e collabora con la casa editrice Espress di Torino come curatore di libri.

5 Introduzione Ricordate il film Il Discorso del Re? Se il principe Albert, duca di York, non avesse risolto il suo problema di balbuzie e imparato a parlare in pubblico non sarebbe mai diventato Re Giorgio VI. Lo stesso, al giorno d oggi, vale per tutti voi. Il mercato è saturo, non importa quanto bravi, competenti e preparati siate, né quanto talento possediate. O meglio, la professionalità è fondamentale ma, dando per scontate le vostre capacità, c è un altro fattore determinante per la vostra carriera: il modo in cui vi presentate. Se non sarete in grado di parlare in pubblico, vendere voi stessi come un brand e costruire una storia che valorizzi le vostre qualità migliori, non vi affermerete mai come i professionisti che siete. Non diventerete Re, insomma. Oggi più che mai la comunicazione ha un ruolo fondamentale nelle dinamiche che caratterizzano il mondo professionale, grazie alla rete le possibilità si sono moltiplicate a dismisura ma la concorrenza è aumentata esponenzialmente. Bisogna quindi muoversi su più fronti, sviluppare la capacità di fare presa dal vivo e curare la propria immagine digitale. Come? Ve lo spiega questo piccolo manuale. e Mario Pellizzari

6 Ognuno ha la possibilità di diventare un brand degno di essere ricordato. Tom Peters, scrittore

7 Il mondo del lavoro visto dalla stampa The brand called you di Tom Peters FastCompany Nell epoca della comunicazione ognuno ha la possibilità di spiccare. Come? Facendo di se stesso un brand degno di essere notato e ricordato. Provate a immaginare: aprite la vostra casella di posta e trovate duecento nuove mail, quali leggete prima? E quali cancellate direttamente? La risposta è: personal branding. Il brand è la promessa del valore intrinseco in un progetto, un servizio, un oggetto, una persona. Bisogna trasformarsi nel CEO di se stessi, slegarsi dalla descrizione del proprio lavoro e puntare sulle proprie competenze puntando sui propri punti forti. Con questo articolo, pubblicato la prima volta nel 1997, è iniziata la diffusione del personal branding.

8 10 Jobs that didn t exist 10 years ago di Meghan Casserly Forbes App developer, social media manager, user experience designer: il mercato sta cambiando velocemente e le professioni oggi più richieste nemmeno esistevano appena dieci anni fa. Ma, e qui si impone una riflessione, non si tratterebbe di risposte a nuove necessità, quanto di nuovi metodi per rispondere a esigenze già esistenti. Must-have job skills in 2013 di Ruth Mantell The Wall Street Journal Grande chiarezza comunicativa, capacità di trasformare se stessi in un brand, flessibilità, aumento della produttività. Questi i valori su cui puntare per trovare lavoro nel 2013.

9 Branding and the Me Economy di Anand Giridharas The New York Times Questo è il nuovo mondo, discussioni tra persone che sono marchi, regole per auto impacchettarsi. Internet obbliga tutti a diventare esperti di marketing, fare le cose bene non è più sufficiente, bisogna anche fare di se stessi un brand e sapersi vendere. CV innovativi: come usare i social network per creare un curriculum di rottura di Alberto Maestri ninjiamarketing.it Le piattaforme sociali offrono la possibilità di fare personal branding in modo innovativo. Facebook, Twitter, Pinterest, è importante costruire un immagine digitale di se stessi capace di raccontare tanto i propri interessi quanto le proprie competenze. Insomma, un vero e proprio racconto globale di sé, capace di catturare l attenzione e trasformarsi in oppurtunità di carriera.

10 The power of personal branding di Melody Hossaini The Guardian Ognuno ha i suoi punti forti, le proprie carte da giocare. Nel mondo contemporaneo è fondamentale conoscere quali sono ed enfatizzarle, usarle per costruire un immagine vincente di sé, in modo da valorizzare quello che si ha da offrire e ritagliarsi il proprio posto nel mondo professionale. Le regole fondamentali? Scoprire le proprie capacità, creare su di esse il proprio brand, comunicarlo, mantenerlo e implementarlo. Il colloquio? Una questione di brand di Enzo Riboni Il Corriere della Sera Il mondo è cambiato, oggi bisogna imparare a vendere bene il proprio marchio, sviluppare un insieme di tecniche di automarketing che vengono definite personal branding.

11 The first step to build your personal brand di Megan Marrs Forbes Che tu stia cercando lavoro, che tu sia uno studente, un libero professionista o un impiegato ben pagato, devi pensare, agire e pianificare come un affarista di successo. Con i social media non è nata solo la possibilità, bensì la necessità di creare una propria reputazione sia online che nella vita reale.

12 Personal Branding Il Personal Branding, da alcuni definito anche self marketing o marketing personale, è l arte di posizionare e quindi comunicare o vendere se stessi con le modalità con cui generalmente si agisce per un prodotto o servizio, commerciale o meno, cioè per un brand. Significa che dovete pensarvi come una marca e riportare su di voi il processo di marketing che generalmente si fa per un brand, dall individuazione delle caratteristiche, al posizionamento sul mercato, fino a comunicazione e promozione. Lo scopo è posizionare una persona in uno specifico ambito lavorativo o professionale grazie al valore che questa persona offre. Cioè a competenze, esperienze, capacità, passioni e caratteristiche personali. Definiti questi elementi si sceglie il posizionamento e, attraverso l attività di positioning, si costruisce il personal brand della persona. In sintesi, a cosa serve il personal branding? A far crescere la possibilità di fare business e trovare lavoro. In pratica, dovete fare di voi una Io S.p.A., immaginarvi come foste Coca-Cola, Nike o Apple. Per aiutarvi a farlo, vi proponiamo dieci regole che sanciscono i cinque essere e i cinque fare del marketing personale.

13 I 5 essere e i 5 fare del marketing personale 1. Siate sinceri Non inventate. Alla lunga non sareste credibili. Per promuovervi raccontate chi siete davvero, non inventate una storia che al primo soffio di vento verrebbe spazzata via. 2. Siate chiari Non mischiate troppi elementi, scegliete le caratteristiche che volete evidenziare e stressatele. È necessario essere identificabili in maniera coerente, chiara, immediata. E semplice: una buona pagnotta di grano duro è molto meglio di una meno buona pagnotta con ingredienti stravaganti. 3. Siate unici Non copiate, non scegliete modelli da imitare, non ispiratevi ad altri per riproporre ciò che non vi appartiene. Invece, raccontate ciò che vi rende diversi dagli altri, sottolineate perché siete unici. 4. Siate costanti Il successo non arriva in un attimo. Serve parecchio tempo e una costanza formidabile: una buona idea e un posizionamento azzeccato non bastano. Per costruire una storia personale credibile dovete lavorare con costanza ed efficacia nel tempo.

14 5. Siate parte di una rete sociale Da soli non si va da nessuna parte. Per sviluppare la vostra marca personale dovete costruire attorno a voi una rete di relazioni sociali che possa attestare le vostre capacità, competenze, caratteristiche. Sviluppare relazioni, fare networking, è quindi imprescindibile. 6. Fatelo per un target Scegliete da chi volete essere scelti. Non sparate nel mucchio, non mirate a tutti, non pensiate di poter essere interessanti, professionalmente, per qualsiasi persona, cliente, target. Scegliete le persone a cui volete dirigere il vostro messaggio, affinché questo sia efficace eleggere il target di riferimento è fondamentale. 7. Fatelo pubblicamente Uno dei principi base del marketing è che esiste solo ciò che gli altri conoscono. Per fare di voi un brand, quindi, dovete essere visibili, agire pubblicamente mostrando ciò che siete, ciò che rappresentate, ciò che sapete fare. Utilizzate tutti i mezzi: live, media tradizionali, online.

15 8. Fatelo online Oggi l identità online è importantissima perché attorno alla rete si sviluppa qualsiasi tipo di comunicazione e azione di marketing. Internet da solo non basta, è necessario poi scendere a terra, ma senza Internet non è possibile sviluppare un brand, nemmeno un personal brand. Social media, siti web, blog, piattaforme di condivisione, app: utilizzate tutti i mezzi che avete a disposizione. 9. Fatelo gratis Costruire un proprio personal branding è un percorso lungo e, spesso, non remunerativo a breve termine. Non preoccupatevi quindi del guadagno, badate a costruire una reputazione seria, comprovata, solida. Anche facendo attività gratuitamente, quando queste servono a consolidare il vostro brand personale. 10. Fatelo per voi Il brand personale è, appunto, personale. Non fate di voi una marca se non siete voi per primi a voler consumare quella marca. Siate i primi clienti di voi stessi: se non credete in ciò che fate, non sarete mai ciò che state raccontando di essere.

16 Come posizionarsi sulla rete Per costruire la propria immagine professionale online è necessario sviluppare una digital identity e implementare comunicazione e marketing attraverso una social media strategy. Il mondo digitale è in continua evoluzione e questo rende difficile individuare delle regole universalmente applicabili, ma possiamo comunque analizzare la situazione contemporanea per capire quali sono gli strumenti da non trascurare. Curriculum Online il vostro CV non vive nella maniera tradizionale, tanto meno secondo gli ormai superati standard europei o altre tipologie di quel genere, davvero fuori tempo. Realizzate curricula creativi, usate l infografica, miscelate immagini e video, se credete ricorrete al videocurriculum. Ma, soprattutto, siate presenti con le vostre pagine sui social network del lavoro. Quali? LinkedIn, innanzitutto, ma anche Viadeo, Letslunch, Branchout e tanti altri. Scegliete quelli più adatti a voi, specializzati nelle vostre materie (esempio: un graphic designer non può non avere un profilo su Behance) e non tralasciate quelli localizzati nel vostro Paese.

17 Blog Ha ancora senso oggi averne uno? Sì, se credete abbia senso comunicare il vostro brand, cioè voi stessi, attraverso parole, tesi, video da collezionare insieme. Ma se il blog non lo legge nessuno... serve a poco. Meglio quindi inserirsi in piattaforme social di blogging coi vostri contenuti (esempio: HuffingtonPost, Linkiesta, Il Post, Il Fatto Quotidiano, altre specifiche sui vostri temi come Italianfashionbloggers giusto per fare un esempio sulla moda. Ma poi ce ne sono su cibo, design, creatività, grafica, ecc.). Social Media Profili Twitter, Facebook, Pinterest, Flickr, YouTube, Tumblr, Storify e in altri social media sono importanti per sviluppare una propria presenza online coerente col brand che si sta creando. Ma, appunto, deve essere coerente, attenta, meditata: serve una social media strategy pensata nel dettaglio. Sito Personale Può ancora essere utile? Sì. Se è un folder in cui mettere insieme i diversi canali in cui siete presenti online e se può dare un immagine completa di voi a chi vi cerca. Utile quindi averlo come collettore delle informazioni che vi riguardano, ma deve essere social, cioè aggiornato (anche in automatico, i servizi a disposizione sono tanti) di continuo con la vostra attività online. App Le applicazioni personali sono ancora poco sviluppate, ma si diffonderanno. Ci sono diversi servizi a basso costo per realizzarle, iniziare prima degli altri è di certo un vantaggio competitivo.

18 Counseling Il counseling è un attività di aiuto, consiglio e orientamento utile a sviluppare e promuovere le potenzialità del cliente. Il counselor, professione che in Italia non è regolamentata e che invece è molto diffusa sia negli Stati Uniti che in altri Paesi europei, è un esperto di social working, in grado cioè di assistere una persona nella sua crescita professionale e, di conseguenza, anche personale. Esperto di comunicazione e relazione, non offre soluzioni ma consulenza, aiuta cioè un cliente a trovare la propria strada e a intraprenderla nel modo migliore. In alcuni casi, in ambito aziendale, il counseling si svolge per conto dell azienda, in altri è invece la persona fisica che chiede aiuto al counselor. In ogni caso lo scopo è trovare benessere lavorativo, capire quali sono le proprie peculiarità professionali, individuare professione o ruolo giusto, crescere professionalmente, migliorare le proprie performance e facilitare la condivisione e la relazione interpersonale. Qui, lo abbiamo introdotto perché parlare con un counselor potrebbe essere il punto di svolta nel vostro percorso di formazione nel campo del personal branding e perché, una volta acquisite le conoscenze contenute in questo booklet, una riflessione su voi stessi che applichi le modalità del counseling vi sarà sicuramente di aiuto nel processo di rielaborazione personale e applicazione delle tecniche di personal branding.

19 Le 10 domande per capire chi sei Porsi delle domande. E darsi delle risposte. Per capire quali sono i propri obiettivi e chi si vuole essere da un punto di vista professionale. Una piccola attività facile da fare, bastano un foglio e una penna e la voglia di conservare le risposte e verificarle, con se stessi, ogni sei mesi. Sto davvero seguendo il percorso giusto per raggiungere i miei obiettivi? A questa domanda darete una risposta due volte l anno, ma per farlo in maniera corretta e veritiera è importante che prima definiate chi volete essere nella vostra professione, che posizionamento volete darvi e come pensate di farcela. Ecco quindi dieci domande importanti: copiatele su un foglio, rispondete in maniera breve con una penna, rileggete il tutto e poi mettete le risposte in un posto sicuro. Dopo sei mesi, rifate lo stesso gioco e confrontate i due fogli, per aggiornare lo stato di avanzamento, comprendere l evoluzione e chiarirvi i passi successivi.

20 1. Che posizione professionale voglio raggiungere? Ditevelo subito: scrivete nero su bianco il ruolo che volete raggiungere attraverso la crescita professionale che inseguite tramite il Personal Jobbing. 2. Quali sono i miei punti di forza, dal punto di vista personale? Segnare, motivandole, tre caratteristiche importanti e positive del proprio carattere. 3. Quali sono i miei punti deboli, dal punto di vista personale? Segnare, motivandole, tre caratteristiche da migliorare del carattere. 4. Quali sono i miei punti di forza, dal punto di vista professionale? Segnare, motivandoli, tre elementi che segnano la mia capacità professionale. 5. Quali sono i miei punti deboli, dal punto di vista professionale? Segnare, motivandoli, tre elementi professionali da migliorare. 6. Chi è il mio punto di riferimento? Individuare da uno a tre professionisti del proprio settore da prendere a modello, evidenziando le qualità che rendono unici questi personaggi.

21 7. Quali errori non ripetere? Evidenziare i tre principali errori che hai commesso nell ultimo periodo, spiegando dove e come hai sbagliato. 8. Qual è stato il tuo più grande successo recente? Pensa bene a cosa hai fatto negli ultimi due o tre anni di lavoro e sottolinea il tuo risultato migliore: scrivi perché è stato un successo, come lo hai raggiunto, chi ti ha aiutato. 9. Con chi posso fare squadra? Pensa alle persone con cui lavori o vorresti lavorare e scegli i tre professionisti a te vicini con cui ha senso costruire un percorso insieme, elencando da uno a tre motivi per ogni scelta. 10. Chi voglio essere, domani? Scrivere chi si vuole essere, professionalmente, tra 1, 3 e 10 anni.

22 Storytelling Lo storytelling è la costruzione di un racconto di se stessi, del proprio prodotto, servizio, valore o idea. Non si tratta necessariamente di un flusso di parole ma anche video, foto, disegni, presentazioni che vivono online, presentazioni a distanza. Insomma, si tratta di comunicare un idea in modo efficace e in pochi secondi. A differenza di altre tecniche, lo storytelling si basa sulla costruzione di una narrazione empatica, capace quindi di coinvolgere emotivamente l ascoltatore. Conoscere bene l argomento di cui si vuole parlare, capire di che luce lo si vuole illuminare e immedesimarsi nel pubblico focalizzandosi sul target che si vuole raggiungere sono i presupposti fondamentali per affrontare la progettazione del proprio discorso. Le tecniche per trasmettere emozioni agli ascoltatori sono molte e richiedono diversi livelli di abilità oratoria ma, in generale, a una buona storia non mancano alcune caratteristiche.

23 Le 7 regole della storia perfetta 1. Semplice Troppe informazioni, troppi ragionamenti, troppi elementi fanno male: meno è meglio. La semplicità nel racconto paga sempre. Utilizzate messaggi immediati, captive, e rinunciate ai concetti che non sono strettamente necessari. 2. Originale Un brand funziona se è unico, diverso dagli altri, distintivo per alcune caratteristiche fondamentali. Non ne servono infinite, ne bastano due, massimo tre: ma individuatele e utilizzatele per sottolineare la vostra diversità. Attenzione, è importante non esagerare, il troppo stroppia e potrebbe far nascere qualche dubbio negli ascoltatori. 3. Targettizzata A chi state raccontando la vostra storia? Compilate una lista e individuate main target e target accessori per essere sicuri di sapere con chi state parlando. Rispondete alle sette domande fondamentali per capire quali sono i valori su cui dovete puntare: Che età hanno? A che classe sociale appartengono? Dove vivono? Conoscete le loro priorità (sociali, culturali, famigliari)? Che interessi hanno? Per cosa provano disgusto? Quali sono i loro valori?

24 4. Emozionante Per raccontare una storia che coinvolga chi la ascolta, legge o guarda, serve emozionare. Creare cioè empatia, toccare le corde più intime. Andate oltre voi stessi, dimenticate per un attimo ciò che siete ed emozionate. Colpite. Create una relazione diretta con chi vi segue, immaginate di dover guardare negli occhi qualcuno e arrivargli al cuore. 5. Valoriale Quando raccontate la storia di un brand, sia un un prodotto o siate voi stessi, non puntate sul brand, ma sui suoi valori. Solo in questo modo sarete empatici ed emozionali, solo in questo modo colpirete il cuore, prima che la mente, del target scelto. 6. Creativa Questa è probabilmente la caratteristica più importante: una storia cambia non solo in base al contenuto, ma anche in base alla forma che le si dà. Può essere scritta, orale, interattiva, multimediale, fotografica, video, dal vivo, a distanza, collegiale, singola... esistono mille modalità diverse di raccontare una storia: utilizzatele, siate creativi, individuate la forma più adatta ai vostri obiettivi ed esasperate le caratteristiche. Non concentrate le informazioni che volete comunicare nel contenuto, esprimete le vostre caratteristiche anche nella modalità di racconto.

25 7. Virale Le storie migliori fanno sì che chi le ha ascoltate le racconti a qualcun altro. Le condivida, cioè, con altre persone perché ne è rimasto colpito. La vostra storia deve essere perfetta per lo sharing: orale, tramite i social media o in qualsiasi altro modo. Quando la pensate, quindi, chiedetevi come facilitare la condivisione e come colpire il target per far sì che la condivida con più persone possibili.

26 Public Speaking Avete costruito la vostra storia, è arrivato il momento fatidico, la dovete esporre in pubblico: l abbigliamento, la postura, i movimenti, tutto deve essere studiato per comporre la propria strategia di comunicazione che deve variare a seconda dei temi trattati e di chi si ha di fronte. La gestione delle mani, a esempio, è una delle cose più importanti che spesso viene trascurata. Non bisogna tenere i pugni chiusi o le braccia incrociate perché si comunica ostilità, nel caso si abbia un oggetto in mano è bene tenerlo con una mano sola in modo da sfruttare la libertà dell altra per migliorare la comunicazione. Sfruttare tutte le cartucce del caricatore è infatti una buona regola: avete due mani, usatele a vostro vantaggio. Ma le regole fondamentali del public speaking sono molte, eccone alcune da tenere sempre a mente.

27 Come parlare in pubblico 1. Dare informazioni sul proprio mestiere. Le notizie interessanti aggiungono valore alla storia e permettono di non addentrarsi troppo nella descrizione di se stessi nel caso in cui non lo si desideri. 2. Sfruttare tutto il tempo che si ha a disposizione. 3. Fare riferimento alle proprie origini e ai propri sogni dà calore alla presentazione, ma il riferimento va contestualizzato. 4. Citare altri professionisti ravviva la presentazione, fa capire che non si è in un mondo chiuso, che si è in grado di ascoltare gli altri e che il proprio ego permette di prendere in considerazione il pensiero espresso da altri, tanto da inserirlo nel proprio discorso. È un segno di umiltà, attenzione e apertura alla collaborazione. 5. Fare nomi sia delle persone che dei luoghi, delle istituzioni, insomma di tutto ciò a cui ci si riferisce. 6. Ironizzare. Giocare con gli elementi in modo da far sorridere ha un valore aggiunto.

28 Come non parlare in pubblico 1. Allora, ecco, quindi... ripeteteli e comunicherete insicurezza. Evitate l uso eccessivo degli intercalare. 2. Niente, no?... le negazioni insinuano dubbi, evitatele. 3. Eee... riempire le pause con sillabe che sottolineano il silenzio comunica che siete troppo dentro il vostro racconto per prendere in considerazione il rapporto con il pubblico. Il che fa capire che non conoscete abbastanza la storia da muovervi con disinvoltura al suo interno e che, anzi, avete bisogno di pensarci per ricordarla. 4. Non chiedere scusa né giustificare le scelte fatte in fase di definizione del discorso. Se usate una formula è perché, sapendo chi avete di fronte, la ritenete adatta. 5. Non doppiare i concetti nella frase, la lingua italiana parlata ci porta a farlo, ma in una presentazione finisce per annoiare. 6. Non introdurre elementi che non hanno un ruolo. Come in un film se si introduce una pistola questa in seguito dovrà sparare, così in un racconto è fondamentale che la presentazione di elementi non sia fine a se stessa.

29 Elevator pitch L elevator pitch, di cui oggi si parla piuttosto spesso, è un discorso orale accompagnato da slide contenenti testi, immagini e video, in cui si presenta un azienda o un organizzazione. Generalmente lo si fa davanti a possibili investitori e si chiama così perché è il discorso che un imprenditore o un potenziale imprenditore farebbe in ascensore, quindi in pochissimi minuti, se incontrasse un possibile investitore. Dura tra i tre e i cinque minuti e deve essere comprensibile e omnicomprensivo. Ecco le regole per costruire un buon pitch di se stessi. 1. I primi 10 secondi sono tutto: iniziate colpendo al cuore chi vi ascolta. 2. Sintesi: scegliete bene le cose da comunicare. 3. Tranquillità nell esposizione: non date l idea di essere di corsa o in affanno. 4. Chiarezza: raccontate ciò che è subito comprensibile, lasciate alle eventuali domande successive i punti più complessi da spiegare. 5. Completezza: non tralasciate le informazioni importanti.

30 6. Sequenza: organizzate i contenuti in maniera consequenziale. 7. Slide: devono essere chiare e impattanti, evitate di riempirle di testi che distolgono l attenzione da voi. Aggiungerete slide più esplicative quando dovrete inviare il pitch via web, ma dal vivo utilizzate solo quelle a effetto. 8. Linguaggio del corpo: provate più volte il pitch e controllate davanti a uno specchio i messaggi che il vostro corpo trasmette. 9. Linguaggio: utilizzate termini semplici, parlate ad alta voce, scandite le parole. 10. Gli ultimi dieci secondi: riassumete in poche parole la vostra idea. E ringraziate per l attenzione. L elevator pitch normalmente si utilizza in contesti aziendali, per presentare una start up, ma si può applicare anche al personal branding e in generale alle modalità con cui i professionisti presentano il risultato del loro lavoro nella normale routine aziendale.

31 PechaKucha Il PechaKucha è un buon metodo per realizzare una presentazione completa e complessa. Consiste in una presentazione in 20 slide, in cui si mostrano altrettante immagini che avanzano automaticamente ogni 20 secondi e aiutano a sostenere il discorso trasmettendo emozioni o mostrando direttamente ciò di cui si sta parlando. Il format è stato ideato da Astrid Klein e Mark Dytham della società di design Klein Dytham che ha organizzato, a Tokyo, nel febbraio 2003, la prima notte PechaKucha. Oggi esiste una rete globale che conta oltre 500 città in tutto il mondo in cui sono state organizzate delle PechaKucha night, eventi in cui vengono esposti importanti progetti utilizzando esclusivamente la tecnica delle 20 slide. La chiave per realizzare una buona presentazione è parlare di qualcosa che si ama, la propria passione: per questo il PechaKucha è un formato perfetto per il Personal Jobbing. Lo si usa anche per presentare progetti lavorativi, sociali, culturali. Generalmente non per presentare aziende a investitori, perché ritenuto troppo lungo e concentrato sulle emozioni piuttosto che sulla concretezza economica. Un buon PechaKucha, infatti, stupisce, emoziona, racconta una storia in modo empatico, risulta originale e imprevedibile. Anche nel caso del PechaKucha è possibile individuare delle regole di base a cui fare riferimento.

32 1. Individuate prima il contenuto base di ognuna delle 20 slide. 2. Scrivete i 20 testi, presentabili in 20 secondi l uno. 3. Solo dopo aver messo a punto i testi scegliete le immagini. 4. Le immagini devono essere tra loro coerenti e impattanti. 5. Scegliete la sequenza finale solo una volta che avrete scritto il testo delle 20 slide e le 20 immagini. 6. Provate a leggere ogni testo sull immagine scelta e valutate se c è qualcosa da modificare. 7. Provate l intera presentazione davanti allo specchio. 8. Imparate i concetti di ogni testo: durante il PechaKucha non potrete leggere. 9. Non recitate a memoria, ma fate vostri i concetti e raccontateli in maniera semplice. 10. Emozionatevi: state comunicando la vostra passione, fatelo capire a chi avete davanti. La rete è piena di esempi e consigli. Non fermatevi a ciò che vi diciamo qui, approfondite, confrontate, costruite percorsi di studio personali. Sempre.

33 Numeri 8,5 milioni di professionisti della creatività /250 mila professioni nate grazie alla rete /100 milioni di membri di LinkedIn nel mondo /50 mila iscritti a Fiverr /520 membri del gruppo fired by Facebook, licenziati a causa dei loro comportamenti sui social network /4 per cento degli iscritti a LinkedIn esercita professioni creative

34 Personal Jobbing: il corso Personal Jobbing è anche un corso, ideato da e sviluppato all interno di IED, con lo scopo di insegnare a individuare i propri obiettivi, fare di sé un brand e costruire la propria storia. Attraverso lezioni pratiche e workshop si arriva a capire come evidenziare le proprie caratteristiche e in che modo raccontare se stessi attraverso una storia vincente e originale. Obiettivi formativi Il corso accosta attività di storytelling, counseling one-to-one e personal branding, con lo scopo di fornire le tecniche e gli strumenti per presentarsi, sfruttando le proprie caratteristiche, e di costruire e comunicare al meglio la propria identità personale e professionale. L acquisizione della capacità di autoanalisi professionale e di visione del proprio io proiettato nel mondo del lavoro permette di costruire una presentazione di sé e della propria professionalità che punti sull originalità individuale. Metodologia didattica La metodologia didattica è basata su un innovativo mix. Lezioni frontali. Consulenza one-to-one. Presentazioni pubbliche. Workshop. Lezioni in luoghi non convenzionali.

MY PERSONAL BRANDING SOFIA SCATENA SOFIA@MYPERSONALBRANDING.IT

MY PERSONAL BRANDING SOFIA SCATENA SOFIA@MYPERSONALBRANDING.IT MY PERSONAL BRANDING SOFIA SCATENA SOFIA@MYPERSONALBRANDING.IT CHE COS È IL MARKETING BRANCA DELL ECONOMIA CHE UNISCE PRODUTTORI CONSUMATORI PER UNO SCAMBIO RECIPROCAMENTE VANTAGGIOSO E IL MARKETING MIX

Dettagli

Web e lavoro: il futuro è social?

Web e lavoro: il futuro è social? Web e lavoro: il futuro è social? Come sfruttare i nuovi canali di comunicazione nella ricerca attiva del lavoro A cura di Paolo Vallicelli 28 Maggio 2014 Le possibilità lavorative offerte dai canali NON

Dettagli

Roma. 10 11 Luglio. Docenti RUDY BANDIERA. Web Marketing Manager e Giornalista RICCARDO SCANDELLARI. Esperto in Strategie di Marketing nei nuovi media

Roma. 10 11 Luglio. Docenti RUDY BANDIERA. Web Marketing Manager e Giornalista RICCARDO SCANDELLARI. Esperto in Strategie di Marketing nei nuovi media Roma 10 11 Luglio 16h di Corso Intensivo Docenti RUDY BANDIERA Web Marketing Manager e Giornalista RICCARDO SCANDELLARI Esperto in Strategie di Marketing nei nuovi media Powered by Il web è conversazione.

Dettagli

MONSTER UNIVERSITY TOUR

MONSTER UNIVERSITY TOUR MONSTER UNIVERSITY TOUR UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE 7 OTTOBRE 2014 PIETRO MANENTI PRODUCT MANAGER - MONSTER ITALIA Di cosa parleremo La ricerca di lavoro on line: strategie e consigli L ottimizzazione

Dettagli

7 consigli per una job description irresistibile. Descrizioni spettacolari=candidati spettacolari

7 consigli per una job description irresistibile. Descrizioni spettacolari=candidati spettacolari 7 consigli per una job description irresistibile Descrizioni spettacolari=candidati spettacolari Sommario Consiglio 1: Scatena la tua creatività per la descrizione del ruolo, NON per il nome della posizione

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico.

Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Un fattore decisivo per il vostro business è far arrivare il vostro messaggio al giusto pubblico. Per raggiungere i vostri obiettivi affidatevi a dei professionisti. UFFICI STAMPA PR WEB UFFICI STAMPA

Dettagli

INSTAGRAM PER LA PROMOZIONE TURISTICA DEL TERRITORIO. ORAZIO SPOTO @oraziospoto

INSTAGRAM PER LA PROMOZIONE TURISTICA DEL TERRITORIO. ORAZIO SPOTO @oraziospoto INSTAGRAM PER LA PROMOZIONE TURISTICA DEL TERRITORIO ORAZIO SPOTO @oraziospoto DOMANDE? TWITTER: @oraziospoto PREMESSA INSTAGRAM NEL 2015 I GRUPPI DI APPASSIONATI E LE ATTIVITA SUL SITO LA CRESCITA LO

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Web e Social Network: non solo comunicazione ma condivisione A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO

Dettagli

WEB MARKETING. Strumenti e tecniche

WEB MARKETING. Strumenti e tecniche EVENTI WEB MARKETING & DIGITAL PR Strumenti e tecniche EVENTI DIGITAL La riuscita di un evento si misura sulla base della visibilità che riesce a creare nella rete, e al numero di nuovi potenziali clienti

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

La comunicazione come risorsa per l impresa innovativa: come preparare un elevator pitch

La comunicazione come risorsa per l impresa innovativa: come preparare un elevator pitch La comunicazione come risorsa per l impresa innovativa: come preparare un elevator pitch Roberta Bartoletti Discum, Università di Urbino Carlo Bo Montefeltro Start up Urbino 23 gennaio 2014 la comunicazione

Dettagli

I segreti del network marketing

I segreti del network marketing I segreti del network marketing Introduzione Segreto n.1: Diventa lo sponsor che vorresti avere Segreto n.2: Come assumere correttamente Segreto eto n.3: Cosa devi comunicare ai nuovi membri del tuo team

Dettagli

I N D I C E. 1. Trasforma Le Tue Passioni In Un Brand Di Valore. 4. L'Importanza dei Social Network per il Tuo Brand

I N D I C E. 1. Trasforma Le Tue Passioni In Un Brand Di Valore. 4. L'Importanza dei Social Network per il Tuo Brand I N D I C E 1. Trasforma Le Tue Passioni In Un Brand Di Valore 2. Crea il Tuo Blog Con Wordpress 3. Blogging: Come Puoi Fare la Differenza e Catturare L'Attenzione del Lettore? 4. L'Importanza dei Social

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

INSTAGRAM REPORT. COSA STAI SBAGLIANDO SU INSTAGRAM SE SEI UN PROFESSIONISTA O UN IMPRENDITORE MIRKOBAZOLI.COM

INSTAGRAM REPORT. COSA STAI SBAGLIANDO SU INSTAGRAM SE SEI UN PROFESSIONISTA O UN IMPRENDITORE MIRKOBAZOLI.COM INSTAGRAM REPORT. COSA STAI SBAGLIANDO SU INSTAGRAM SE SEI UN PROFESSIONISTA O UN IMPRENDITORE MIRKOBAZOLI.COM PORTA IL TUO BRAND SU INSTAGRAM Ho studiato nell ultimo anno le dinamiche di questo fantastico

Dettagli

REALIZZAZIONE SITI WEB

REALIZZAZIONE SITI WEB COMPANY CREDENTIALS CHI SIAMO Siamo una Web Agency che ha come mission quella di dare massimo supporto e disponibilità al cliente per ogni esigenza che voglia creare. I nostri servizi di realizzazione

Dettagli

vip VIRAL IDEA PROJECT Idee e strategie di comunicazione Identifichiamo il giusto canale per diffondere le tue idee. CHI SIAMO

vip VIRAL IDEA PROJECT Idee e strategie di comunicazione Identifichiamo il giusto canale per diffondere le tue idee. CHI SIAMO vip vip VIRAL IDEA PROJECT Idee e strategie di comunicazione Identifichiamo il giusto canale per diffondere le tue idee. CHI SIAMO Viral Idea Project (VIP) è un progetto nato da un team di professionisti

Dettagli

Tutorial Creative Commons

Tutorial Creative Commons Tutorial Creative Commons Fare musica è molto divertente, ma lo è ancora di più se potete farlo con altre persone - ed è qui che interviene il progetto OpenSounds. OpenSounds vi consente di produrre musica

Dettagli

Grafico del livello di attività per 90 giorni

Grafico del livello di attività per 90 giorni Grafico del livello di attività per giorni "Gli agenti immobiliari di Successo fanno quello che gli agenti immobiliari normali non amano fare." Salvatore Coddetta. Il lavoro di agente immobiliare è quello

Dettagli

Modulo 3. Stili a confronto

Modulo 3. Stili a confronto Modulo 3 Stili a confronto FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di incrementare nei ragazzi la conoscenza di sé attraverso l auto-consapevolezza dei propri stili di apprendimento e di lavoro, e di

Dettagli

APP TUTTI PAZZI PER L'...!

APP TUTTI PAZZI PER L'...! PPROFESSIONE FARMACIA APP TUTTI PAZZI PER L'...! PROFESSIONE FARMACIA di Alessandro Fornaro, giornalista e farmacista Alcuni siti propongono a negozi, ristoranti e qualsiasi altra sorta di attività commerciale

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 2 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web LE BASI INDEX 3 7 13 16 Come creare e gestire con semplicità un sito web Le fasi da seguire per costruire

Dettagli

BENVENUTI! Corso di Web Marketing

BENVENUTI! Corso di Web Marketing BENVENUTI! Corso di Web Marketing PRESENTIAMOCI Chi siamo? I DOCENTI : Barbara Gorlini - Marketing, Communication & Digital PR Fabio Dell Orto - Web Marketing, SEO&SEM E TU? raccontaci. Le tue aspettative

Dettagli

La CAssetta degli attrezzi

La CAssetta degli attrezzi in collaborazione con Fondo Sociale Europeo Investiamo sul nostro futuro La CAssetta degli attrezzi per costruire il tuo futuro Hai un idea da realizzare? Istruzioni per l uso www.fse.basilicata.it - www.eures.europa.eu

Dettagli

Strategia PERSONAL BRANDING. Relatore: Giovanni Dalla Bona

Strategia PERSONAL BRANDING. Relatore: Giovanni Dalla Bona Strategia PERSONAL BRANDING Relatore: Giovanni Dalla Bona TODAY, IN THE AGE OF THE INDIVIDUAL, YOU HAVE TO BE YOUR OWN BRAND. HERE'S WHAT IT TAKES TO BE THE CEO OF ME INC. Tom Peters (1997) YOUR BRAND

Dettagli

Chi, Cosa, Come, Quando e Dove parlano di te

Chi, Cosa, Come, Quando e Dove parlano di te Chi, Cosa, Come, Quando e Dove parlano di te Analizzare il listening per monitorare il sentiment e pianificare correttamente l attività di Social Media e Digital Pr Agenda Ci presentiamo! MM One Group

Dettagli

LEADERSHIP E GESTIONE DEL PERSONALE Con gli imprenditori

LEADERSHIP E GESTIONE DEL PERSONALE Con gli imprenditori Giovedì 16 / Venerdì 17 Aprile 2015 Sede di Livigno, Via Freita 1660 Relatore : Roberto Bonacasa LEADERSHIP E GESTIONE DEL PERSONALE Con gli imprenditori 1 Link Utili www.bonacasa.net 2 Parte 1: Affrontare

Dettagli

MENU SERVIZI. marketing esperienziale

MENU SERVIZI. marketing esperienziale MENU SERVIZI marketing esperienziale Le ultime tendenze e studi nel mondo del marketing e della comunie hanno decretati una sempre maggiore diffusione del Marketing Esperienziale. Un esperienza ricca di

Dettagli

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Registro 6 COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Consigli per gestire contenuti e pubblico creando un magazine di successo TIPS&TRICKS DI SIMONE SBARBATI INDEX 3 5 8 13 15 Introduzione Senza nome resta (sempre)

Dettagli

LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE

LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE LA TUA POLIZZA D ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE I social media impattano praticamente su ogni parte

Dettagli

Il Potere delle Affermazioni

Il Potere delle Affermazioni Louise L. Hay Il Potere delle Affermazioni Ebook Traduzione: Katia Prando Copertina e Impaginazione: Matteo Venturi 2 È così bello essere qui. Sono venuta in Italia, a Roma, tante volte, ma ogni volta

Dettagli

VISUAL COMMUNICATION. Le immagini generano. LA condivisione. E-book n 3 - Copyright Reserved

VISUAL COMMUNICATION. Le immagini generano. LA condivisione. E-book n 3 - Copyright Reserved VISUAL COMMUNICATION Le immagini generano LA condivisione Indice «L occhio vede ciò che la mente conosce.» Formati immagine e risoluzioni pagina 3-4 Visual Story Telling pagina 5-8 Tim Berners-Lee Gioca

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Essere o non essere social?

Essere o non essere social? Essere o non essere social? L arte di conversare in rete Studio Pleiadi webmeeting 28 aprile 2010 Non solo Facebook Invertire i flussi L Azienda trasmette, l Azienda riceve Opinioni in rete Prodotti e

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

SOCIAL MEDIA MARKETING 21 febbraio 2014

SOCIAL MEDIA MARKETING 21 febbraio 2014 SOCIAL MEDIA MARKETING 21 febbraio 2014 Corso Tecniche Multimediali Centro di Formazione Professionale CSG.LAB Chi sono io? Simone Puksic, 29 anni Project Manager al DITEDI - Distretto industriale delle

Dettagli

CV DARIA BENEDETTO. @dariabenedetto. @dariabenedetto. www.frescheidee.com

CV DARIA BENEDETTO. @dariabenedetto. @dariabenedetto. www.frescheidee.com Mi presento, sono Daria Benedetto Brand Manager e Social Media Marketing Manager, da oltre dieci anni mi occupo di comunicazione e business marketing. Professionalità, Competenza, Creatività e Passione

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

INNOVARE E TRASFORMARSI PER COMPETERE LA FORMAZIONE DI LIQUID PER IL CHANGE MANAGEMENT

INNOVARE E TRASFORMARSI PER COMPETERE LA FORMAZIONE DI LIQUID PER IL CHANGE MANAGEMENT INNOVARE E TRASFORMARSI PER COMPETERE LA FORMAZIONE DI LIQUID PER IL CHANGE MANAGEMENT Introdurre nuove competenze e applicarle rapidamente al ruolo per ottenere risultati rapidi e tangibili sul business:

Dettagli

IdentitàDigitali. Bologna 28 maggio 2015. Brand e Personal Branding nell era digitale. Roberto Marsicano

IdentitàDigitali. Bologna 28 maggio 2015. Brand e Personal Branding nell era digitale. Roberto Marsicano IdentitàDigitali Brand e Personal Branding nell era digitale Bologna 28 maggio 2015 Roberto Marsicano AGENDA Architetture digitali Social Network Ascolto Personal Branding nel mondo digitale Web Networking

Dettagli

Chi, Cosa, Come, Quando e Dove parlano di te

Chi, Cosa, Come, Quando e Dove parlano di te Chi, Cosa, Come, Quando e Dove parlano di te Analizzare il listening per monitorare il sentiment e pianificare correttamente l attività di Social Media e Digital Pr Mauro Cunial, Amministratore Delegato

Dettagli

APPRENDIMENTO PRATICO SOCIAL MEDIA

APPRENDIMENTO PRATICO SOCIAL MEDIA APPRENDIMENTO PRATICO SOCIAL MEDIA Davide Nonino - Social media strategy; - Facebook marketing - YouTube marketing. * Hello! Padova 10/10/2012 1 ESSERE ONLINE LATO AZIENDA Portali di settore Blog Sito

Dettagli

STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 2: PIANO DI COMUNICAZIONE ONLINE

STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 2: PIANO DI COMUNICAZIONE ONLINE WEB 2.0 STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 2: PIANO DI COMUNICAZIONE ONLINE Tina Fasulo CRISI DEL MODELLO 1 A MOLTI La moltiplicazione dei contenuti digitali e distribuzione dell attenzione su molteplici canali

Dettagli

Investire nei social. con ritorno

Investire nei social. con ritorno con ritorno Per le aziende che operano nel turismo la vera opportunità è creare un esperienza sociale che consenta agli web users di sentirsi parte di una community. Così aumentano brand awareness e fatturato.

Dettagli

INTRODUZIONE SOCIAL MEDIA MARKETING

INTRODUZIONE SOCIAL MEDIA MARKETING INTRODUZIONE SOCIAL MEDIA MARKETING FIRENZE, 13 APRILE 2013 Nicola Carmignani @nicocarmigna www.nicolacarmignani.it PRESENTAZIONI Nicola Carmignani @nicocarmigna Blog: Uno Spreco di Bit! www.nicolacarmignani.it

Dettagli

develon web d.social il potere della conversazione develon.com

develon web d.social il potere della conversazione develon.com develon web d.social il potere della conversazione develon.com Facebook, Twitter, Flickr, YouTube, forum tematici, blog, community... Qualcuno dice che il Web 2.0 ha cambiato il mondo. Qualcun altro, meno

Dettagli

Content Marketing CORSO ONLINE IN: Strategie di contenuto e digital storytelling

Content Marketing CORSO ONLINE IN: Strategie di contenuto e digital storytelling CORSO ONLINE IN: Content Marketing Strategie di contenuto e digital storytelling DOCENTI Simone Tornabene Social Media Advisor Francesco Gavatorta Strategic Planner DGT Media Alberto Maestri Social Business

Dettagli

Robert Allen. Come Creare molteplici Fonti di Reddito. Roma, 27 Settembre 2014. Brian Tracy, Esperto internazionale di Business Management

Robert Allen. Come Creare molteplici Fonti di Reddito. Roma, 27 Settembre 2014. Brian Tracy, Esperto internazionale di Business Management Robert Allen Coach più seguito al mondo sulla Libertà Finanziaria, autore del noto Best-seller The One Minute Millionaire e del più recente Pioggia di Soldi. Roma, 27 Settembre 2014 Come Creare molteplici

Dettagli

Come fare un book fotografico a Cagliari (/index.php/come-fare-un-bookfotografico.html)

Come fare un book fotografico a Cagliari (/index.php/come-fare-un-bookfotografico.html) Come fare un book fotografico a Cagliari (/index.php/come-fare-un-bookfotografico.html) Visite: 210 Book fotografici a Cagliari e Sud Sardegna - Alessandro Zucca Fotografo Modalità di realizzazione book

Dettagli

Comunicare Dott. Generoso Di Zenzo 1 PARLARE IN PUBBLICO Il giorno della presentazione è ormai arrivato: la sala si sta riempiendo, tante paia di occhi che un momento fa si guardavano attorno, osservando

Dettagli

Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand

Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand Come realizzare campagne di branding online attraverso le nuove piattaforme di marketing digitale e aumentare la visibilità del tuo brand Crea sempre contenuti di valore per i tuoi clienti Promozioni,

Dettagli

Promuovi la tua attività gratuitamente su INTERNET: il Social Media Marketing

Promuovi la tua attività gratuitamente su INTERNET: il Social Media Marketing Promuovi la tua attività gratuitamente su INTERNET: il Social Media Marketing Nethics siti internet e SMM C.so Stati Uniti 72 - Susa (TO) manutenzione@nethics.it - Tel.: 0122/881266 Programma del corso

Dettagli

Le Associazioni Pazienti e i linguaggi dei nuovi media. Claudio Calveri Content Manager di DeRev

Le Associazioni Pazienti e i linguaggi dei nuovi media. Claudio Calveri Content Manager di DeRev Le Associazioni Pazienti e i linguaggi dei nuovi media Claudio Calveri Content Manager di DeRev Cosa succede in un minuto di Internet? 2 Cosa sono i Social Media! I Social Media sono i mezzi di comunicazione

Dettagli

I segreti dei grandi leader del network marketing

I segreti dei grandi leader del network marketing I segreti dei grandi leader del network marketing Indice: Segreto n.1: Diventa lo sponsor che non hai mai avuto Segreto n.2: Come assumere correttamente Segreto n.3: Cosa devi comunicare ai nuovi membri

Dettagli

TU SEI LA MARCA DI TE STESSO

TU SEI LA MARCA DI TE STESSO GIOVEDÌ 13 MARZO 2014 - PALAZZINA VALITUTTI VIALE CARLO MANUALI 3 AULA B - ORE 17:00 Relatori: Manuel Schneer: Direttore e Fondatore Axios Business Consultants Adriana Velazquez: Direttrice AXIOS EUROPA

Dettagli

I 6 CRITERI FONDAMENTALI per SCEGLIERE UN BUON CORSO DI APPRENDIMENTO EFFICACE

I 6 CRITERI FONDAMENTALI per SCEGLIERE UN BUON CORSO DI APPRENDIMENTO EFFICACE I 6 CRITERI FONDAMENTALI per SCEGLIERE UN BUON CORSO DI APPRENDIMENTO EFFICACE Ciao, sono Giovanni Sposito. Da più di 13 anni ormai mi occupo di formazione, nelle sue diverse declinazioni. Da alcuni episodi

Dettagli

Benvenuto! come TROVARE PROGETTI E PROPORTI COME SOCIO FONDATORE. START PRESENTAZIONE ABILITà COMPETENZE

Benvenuto! come TROVARE PROGETTI E PROPORTI COME SOCIO FONDATORE. START PRESENTAZIONE ABILITà COMPETENZE come TROVARE PROGETTI E PROPORTI COME SOCIO FONDATORE START PRESENTAZIONE ABILITà COMPETENZE Benvenuto! Questa guida è stata creata per rendere semplice e funzionale la tua esperienza su Build Your Job.

Dettagli

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE Guiducci Martina, insegnante Scuola Secondaria di Primo Grado Giovanni XXIII, Castellarano (RE) Il Progetto Tutoring, attivo nella

Dettagli

www.businesstribe.it

www.businesstribe.it www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista LORENZO CICETTI NetWork Marketing: come sviluppare il tuo team Michele : Ciao a tutti e benvenuti in Business Tribe, il blog che tratta argomenti di business

Dettagli

La CAssetta degli attrezzi

La CAssetta degli attrezzi in collaborazione con Fondo Sociale Europeo Investiamo sul nostro futuro La CAssetta degli attrezzi per costruire il tuo futuro Hai un idea da realizzare? Istruzioni per l uso www.fse.basilicata.it - www.eures.europa.eu

Dettagli

Strategie di Personal Branding e Ricollocazione: un caso aziendale. Roma, ABI HR FORUM, 19 maggio 2013

Strategie di Personal Branding e Ricollocazione: un caso aziendale. Roma, ABI HR FORUM, 19 maggio 2013 Strategie di Personal Branding e Ricollocazione: un caso aziendale Roma, ABI HR FORUM, 19 maggio 2013 1 Principali fenomeni in corso nel sistema bancario Snellimento funzioni centrali Riduzione n. di filiali

Dettagli

PUOI AVERE TUTTI I DATI E LE CIFRE, TUTTE LE PROVE, TUTTI GLI APPOGGI CHE VUOI, MA SE NON PADRONEGGI LA FIDUCIA NON ANDRAI DA NESSUNA PARTE.

PUOI AVERE TUTTI I DATI E LE CIFRE, TUTTE LE PROVE, TUTTI GLI APPOGGI CHE VUOI, MA SE NON PADRONEGGI LA FIDUCIA NON ANDRAI DA NESSUNA PARTE. FIDUCIA IN AZIONE Se tratti un uomo quale egli è, rimarrà così com è. Ma se lo tratti come se fosse quello che potrebbe essere, egli diverrà ciò che potrebbe essere. J. W. Goethe PUOI AVERE TUTTI I DATI

Dettagli

- International Edition - Giovedì 6, venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 marzo 2014 VITTORIO VENETO/RONCADE (TV)

- International Edition - Giovedì 6, venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 marzo 2014 VITTORIO VENETO/RONCADE (TV) TALENT CAMPUS - International Edition - Giovedì 6, venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 marzo 2014 VITTORIO VENETO/RONCADE (TV) Una full immersion con laboratori, confronti, incontri con esperti, managers

Dettagli

Asernet Consulting http://www.asernet.it-pag. 1

Asernet Consulting http://www.asernet.it-pag. 1 Formarsi per Competere La parola crisi, scritta in cinese, è composta di due caratteri. Uno rappresenta il pericolo, l'altro rappresenta l'opportunità. John Fitzgerald Kennedy nel 1959 Asernet Consulting

Dettagli

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING Mi Piace! Tutti i segreti del web marketing che le aziende devono conoscere per non perdere terreno nel complesso mondo di internet 2.0 Dario Dossena Che cosa c è dietro un mi piace? Qualsiasi cosa sia,

Dettagli

condividi Alchimia Digitale >> ARTICOLI LAMPO

condividi Alchimia Digitale >> ARTICOLI LAMPO condividi Alchimia Digitale >> ARTICOLI LAMPO Introduzione Immagina questo... Ti siedi per scrivere un articolo. Apri un nuovo documento di testo sul tuo computer, metti le dita sulla tastiera... e poi

Dettagli

La crisi? La più grande opportunità per il tuo locale!

La crisi? La più grande opportunità per il tuo locale! La crisi? La più grande opportunità per il tuo locale! Il nostro obiettivo? Far prosperare i tuoi affari. La crisi come occasione di cambiamento. Per non soccombere, ma, anzi, migliorare, organizzare e

Dettagli

LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FATTI TROVARE IN UN MERCATO PASSIVO

LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FATTI TROVARE IN UN MERCATO PASSIVO LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FATTI TROVARE IN UN MERCATO PASSIVO le persone che cercano sempre un nuovo lavoro, anche se contente di quello che hanno già* LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FATTI

Dettagli

Linee guida. Laboratorio Creativo. Progetto di Brand Identity. www.lab-up.it

Linee guida. Laboratorio Creativo. Progetto di Brand Identity. www.lab-up.it Laboratorio Creativo Linee guida Progetto di Brand Identity www.lab-up.it UN BRAND è un insieme di idee coerenti nella mente di un consumatore. (Bianca Cawthorne) Logo Il logo è solo la punta dell Iceberg

Dettagli

ANNIVERSARIO IN ARRIVO?

ANNIVERSARIO IN ARRIVO? ANNIVERSARIO IN ARRIVO? Scopri chi può aiutarti a sorprenderla! 1 CON QUESTA GUIDA SCOPRIRAI: > Perché festeggiare un anniversario di nozze > Quali sono le coppie più felici > I momenti che ricorderai

Dettagli

PERSONAL BRANDING: l arte di promuovere se stessi Movicar Srl Formazione in Movimento e ASD L'arte del meglio vivere Personal Branding 1 Noi siamo gli amministratori delegati delle nostre stesse aziende:

Dettagli

Guida operativa per ripulire la propria Web Reputation

Guida operativa per ripulire la propria Web Reputation Guida operativa per ripulire la propria Web Reputation Traduzione e rielaborazione dal libro Spin Sucks di Gini Dietrich A cura di Gianni Gulletta extrapola Web Reputation Analyst. E sempre più frequente

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

Focus. Prima dell avvento del web: marketing dell interruzione

Focus. Prima dell avvento del web: marketing dell interruzione Da dove si comincia? Come orientarsi nella grande quantità di risorse, distinguere le informazioni rilevanti da quelle non rilevanti, quelle aggiornate da quelle scadute, verificarne l attendibilità. Avere

Dettagli

Pillole di Social Media

Pillole di Social Media Area di formazione Pillole di Social Media Le chiavi del successo sui Social Media? Trasparenza, onestà e competenza. 01 02 03 04 05 06 LinkedIn for Business Facebook for Business Twitter for Business

Dettagli

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario

Mentore. Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Mentore Rende ordinario quello che per gli altri è straordinario Vision Creare un futuro migliore per le Nuove Generazioni Come? Mission Rendere quante più persone possibili Libere Finanziariamente Con

Dettagli

Indice. Il bilancio delle competenze. Il curriculum vitae Il mio progetto. Banche dati

Indice. Il bilancio delle competenze. Il curriculum vitae Il mio progetto. Banche dati Indice Il bilancio delle competenze Competenze Il curriculum vitae Il mio progetto Stabilire mete Banche dati Il bilancio delle competenze La consapevolezza di sé comporta la conoscenza dei propri stati

Dettagli

Come crescere il tuo business su Facebook(tm) con una Fan Page.

Come crescere il tuo business su Facebook(tm) con una Fan Page. 2013 Come crescere il tuo business su Facebook(tm) con una Fan Page. 4 Top Strategie Di Marketing per la tua Fan Page by Paolo Benvenuto Social Marketing Strategy Report Facebook e l icon f sono registrati

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Il lavoro nella nuvola. Guida alla ricerca del freelance online

Il lavoro nella nuvola. Guida alla ricerca del freelance online Il lavoro nella nuvola Guida alla ricerca del freelance online Guida alla ricerca del freelance online 1. Cosa significa cloud working? 2. Scelta fra risorsa interna ed esterna 3. Scelta fra risorsa online

Dettagli

Cambiano le fonti di informazione: come cambia la grammatica comunicazionale?

Cambiano le fonti di informazione: come cambia la grammatica comunicazionale? Cambiano le fonti di informazione: come cambia la grammatica comunicazionale? Roberto Sani Partner D.O.C. marketing Di cosa parleremo Advertising Convergenza dei media Grammatica comunicazionale nell era

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 6. Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo.

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 6. Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo. PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 6 Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo. Dopo aver ragionato su quanto una spiccata consapevolezza

Dettagli

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista LUCA PELLEGRINO Come promuoversi attraverso il Referral Marketing

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista LUCA PELLEGRINO Come promuoversi attraverso il Referral Marketing www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista LUCA PELLEGRINO Come promuoversi attraverso il Referral Marketing Ciao a tutti e buongiorno Businesstribe e tribù del business, oggi abbiamo un ospite speciale,

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

Facebook, Twitter, Analytics: usarli bene, usarli davvero. mercoledì 26 settembre 12

Facebook, Twitter, Analytics: usarli bene, usarli davvero. mercoledì 26 settembre 12 Facebook, Twitter, Analytics: usarli bene, usarli davvero. Paolo Faustini @abspillo Prato, 27 Settembre 2012 Individui, non più masse Comunicazione: da monologo a conversazione. Democraticizzazione: da

Dettagli

Social Media Marketing per hotel

Social Media Marketing per hotel Social Media Marketing per hotel Agenda Il Social Media Marketing per hotel Pianificare una strategia social Facebook per strutture ricettive: consigli e suggerimenti Come promuovere un hotel su Google

Dettagli

Corsi di formazione. Ventidue srl - News & Events / corporate@nexthr.it

Corsi di formazione. Ventidue srl - News & Events / corporate@nexthr.it Corsi di formazione 2014 Ventidue srl - News & Events / corporate@nexthr.it 16 ore Social & Antonio INCORVAIA digital STRATEGIES 26-27/2 MI *18/6 MI 8-9/10 Mi *fast edition 38 anni, laureato in Architettura

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

Visual explosion Il potere dell immagine nella strategia di comunicazione

Visual explosion Il potere dell immagine nella strategia di comunicazione 1 Visual explosion Il potere dell immagine nella strategia di comunicazione di Erika Barbato Andrea Carnevali CEO di Republic+Queen e Co-Founder di Wannabe, Agenzia specializzata in Strategia e Advertising

Dettagli

Storytelling. T- Story NEWSLETTER. Giugno. Obiettivi del progetto

Storytelling. T- Story NEWSLETTER. Giugno. Obiettivi del progetto T- Story NEWSLETTER June Edition N. 1 Newsletter ufficiale del progetto europeo T-Story Storytelling applicato all educazione, sostenuto dal programma Key Activity 3 Tecnologie di Informazione e Comunicazione,

Dettagli

Il colloquio di lavoro Workshop della durata di 2 giorni

Il colloquio di lavoro Workshop della durata di 2 giorni Il colloquio di lavoro Workshop della durata di 2 giorni Come avere successo ed ottenere il lavoro desiderato! AIUTA LE AZIENDE A SELEZIONARTI Essere consapevoli dei propri vantaggi, conoscere l azienda

Dettagli

presenta: By: Centro Informazioni

presenta: By: Centro Informazioni presenta: By: Centro Informazioni Sito Internet: http://www.centroinformazioni.net Portale: http://www.serviziebay.com Blog: http://www.guadagnare-da-casa.blogspot.com/ Email: supporto@centroinformazioni.net

Dettagli