Alessandro Rimassa con Mario Pellizzari PERSONAL JOBBING

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Alessandro Rimassa con Mario Pellizzari PERSONAL JOBBING"

Transcript

1 PERSONAL JOBBING

2 IED IED, Istituto Europeo di Design, nasce nel 1966 ed è oggi un eccellenza internazionale, di matrice completamente italiana, che opera nel campo della formazione con una precisa mission: offrire ai creativi una cultura del progetto che li accompagni per tutta la vita. IED Management Lab IED Management Lab è la scuola IED dedicata alla formazione sui temi correlati alla gestione della creatività nei processi aziendali. Propone un modello alternativo alle tradizionali scuole di economia e commercio e comunicazione, basato sulla progettazione e sulla metodologia del design thinking. Questo approccio creativo, tipico del design, condiziona gli aspetti gestionali e finanziari mettendo l uomo al centro del processo. Obiettivo della scuola è formare un manager in grado di promuovere e gestire, all interno di un impresa creativa o tradizionale, il processo di sviluppo dei nuovi prodotti e servizi, occupando posizioni di indirizzo strategico. IED Management Lab Via A. Sciesa 4, Milano Tel mail:

3 è direttore di IED Management Lab ed è autore di Generazione Mille Euro (Rizzoli), il libro che nel 2005 ha fatto scoprire al Paese i precari, l assenza di meritocrazia e le pessime retribuzioni. Il romanzo è stato tradotto in sette lingue ed è diventato un film nel Nel 2011 è uscito il seguito, Berlino Sono Io (Sonzogno), mentre nel 2009 ha pubblicato Jobbing, la guida alle 100 professioni più nuove e più richieste (Sperling & Kupfer). Su La3 (Sky, 143) nel 2011 e 2012 ha condotto Generazione S, programma che racconta storie di giovani che riescono a fare impresa in Italia, antidoto ispirazionale e motivazionale ai titoli dei giornali che parlano solo di crisi, spread e disoccupazione. Nato il 19 ottobre 1975, scrittore e giornalista professionista con esperienze a Mtv e in diversi giornali e tv, crede che in Italia sia ancora possibile costruirsi un futuro e in IED progetta strumenti di formazione basati su co-creazione e design thinking, con l obiettivo di mettere i giovani al centro del sistema. Esprime la sua filosofia di vita con un hashtag: #facilecambiare. Basta volere e sapere agire.

4 Mario Pellizzari Giornalista professionista, dopo un esperienza come redattore televisivo è passato alla carta stampata lavorando nelle redazioni di vari magazine italiani editi da Mondadori e G.E. L Espresso. Oggi collabora con la Repubblica, XL e Riders (gruppo Hearst) scrivendo di media digitali, nuove professioni, viaggi e arte contemporanea. Insegna Storytelling, Personal Jobbing e Tecniche di Comunicazione allo IED di Milano e Roma. È Senior Researcher per progetti di Digital Branding presso i-side, agenzia web di Milano, e collabora con la casa editrice Espress di Torino come curatore di libri.

5 Introduzione Ricordate il film Il Discorso del Re? Se il principe Albert, duca di York, non avesse risolto il suo problema di balbuzie e imparato a parlare in pubblico non sarebbe mai diventato Re Giorgio VI. Lo stesso, al giorno d oggi, vale per tutti voi. Il mercato è saturo, non importa quanto bravi, competenti e preparati siate, né quanto talento possediate. O meglio, la professionalità è fondamentale ma, dando per scontate le vostre capacità, c è un altro fattore determinante per la vostra carriera: il modo in cui vi presentate. Se non sarete in grado di parlare in pubblico, vendere voi stessi come un brand e costruire una storia che valorizzi le vostre qualità migliori, non vi affermerete mai come i professionisti che siete. Non diventerete Re, insomma. Oggi più che mai la comunicazione ha un ruolo fondamentale nelle dinamiche che caratterizzano il mondo professionale, grazie alla rete le possibilità si sono moltiplicate a dismisura ma la concorrenza è aumentata esponenzialmente. Bisogna quindi muoversi su più fronti, sviluppare la capacità di fare presa dal vivo e curare la propria immagine digitale. Come? Ve lo spiega questo piccolo manuale. e Mario Pellizzari

6 Ognuno ha la possibilità di diventare un brand degno di essere ricordato. Tom Peters, scrittore

7 Il mondo del lavoro visto dalla stampa The brand called you di Tom Peters FastCompany Nell epoca della comunicazione ognuno ha la possibilità di spiccare. Come? Facendo di se stesso un brand degno di essere notato e ricordato. Provate a immaginare: aprite la vostra casella di posta e trovate duecento nuove mail, quali leggete prima? E quali cancellate direttamente? La risposta è: personal branding. Il brand è la promessa del valore intrinseco in un progetto, un servizio, un oggetto, una persona. Bisogna trasformarsi nel CEO di se stessi, slegarsi dalla descrizione del proprio lavoro e puntare sulle proprie competenze puntando sui propri punti forti. Con questo articolo, pubblicato la prima volta nel 1997, è iniziata la diffusione del personal branding.

8 10 Jobs that didn t exist 10 years ago di Meghan Casserly Forbes App developer, social media manager, user experience designer: il mercato sta cambiando velocemente e le professioni oggi più richieste nemmeno esistevano appena dieci anni fa. Ma, e qui si impone una riflessione, non si tratterebbe di risposte a nuove necessità, quanto di nuovi metodi per rispondere a esigenze già esistenti. Must-have job skills in 2013 di Ruth Mantell The Wall Street Journal Grande chiarezza comunicativa, capacità di trasformare se stessi in un brand, flessibilità, aumento della produttività. Questi i valori su cui puntare per trovare lavoro nel 2013.

9 Branding and the Me Economy di Anand Giridharas The New York Times Questo è il nuovo mondo, discussioni tra persone che sono marchi, regole per auto impacchettarsi. Internet obbliga tutti a diventare esperti di marketing, fare le cose bene non è più sufficiente, bisogna anche fare di se stessi un brand e sapersi vendere. CV innovativi: come usare i social network per creare un curriculum di rottura di Alberto Maestri ninjiamarketing.it Le piattaforme sociali offrono la possibilità di fare personal branding in modo innovativo. Facebook, Twitter, Pinterest, è importante costruire un immagine digitale di se stessi capace di raccontare tanto i propri interessi quanto le proprie competenze. Insomma, un vero e proprio racconto globale di sé, capace di catturare l attenzione e trasformarsi in oppurtunità di carriera.

10 The power of personal branding di Melody Hossaini The Guardian Ognuno ha i suoi punti forti, le proprie carte da giocare. Nel mondo contemporaneo è fondamentale conoscere quali sono ed enfatizzarle, usarle per costruire un immagine vincente di sé, in modo da valorizzare quello che si ha da offrire e ritagliarsi il proprio posto nel mondo professionale. Le regole fondamentali? Scoprire le proprie capacità, creare su di esse il proprio brand, comunicarlo, mantenerlo e implementarlo. Il colloquio? Una questione di brand di Enzo Riboni Il Corriere della Sera Il mondo è cambiato, oggi bisogna imparare a vendere bene il proprio marchio, sviluppare un insieme di tecniche di automarketing che vengono definite personal branding.

11 The first step to build your personal brand di Megan Marrs Forbes Che tu stia cercando lavoro, che tu sia uno studente, un libero professionista o un impiegato ben pagato, devi pensare, agire e pianificare come un affarista di successo. Con i social media non è nata solo la possibilità, bensì la necessità di creare una propria reputazione sia online che nella vita reale.

12 Personal Branding Il Personal Branding, da alcuni definito anche self marketing o marketing personale, è l arte di posizionare e quindi comunicare o vendere se stessi con le modalità con cui generalmente si agisce per un prodotto o servizio, commerciale o meno, cioè per un brand. Significa che dovete pensarvi come una marca e riportare su di voi il processo di marketing che generalmente si fa per un brand, dall individuazione delle caratteristiche, al posizionamento sul mercato, fino a comunicazione e promozione. Lo scopo è posizionare una persona in uno specifico ambito lavorativo o professionale grazie al valore che questa persona offre. Cioè a competenze, esperienze, capacità, passioni e caratteristiche personali. Definiti questi elementi si sceglie il posizionamento e, attraverso l attività di positioning, si costruisce il personal brand della persona. In sintesi, a cosa serve il personal branding? A far crescere la possibilità di fare business e trovare lavoro. In pratica, dovete fare di voi una Io S.p.A., immaginarvi come foste Coca-Cola, Nike o Apple. Per aiutarvi a farlo, vi proponiamo dieci regole che sanciscono i cinque essere e i cinque fare del marketing personale.

13 I 5 essere e i 5 fare del marketing personale 1. Siate sinceri Non inventate. Alla lunga non sareste credibili. Per promuovervi raccontate chi siete davvero, non inventate una storia che al primo soffio di vento verrebbe spazzata via. 2. Siate chiari Non mischiate troppi elementi, scegliete le caratteristiche che volete evidenziare e stressatele. È necessario essere identificabili in maniera coerente, chiara, immediata. E semplice: una buona pagnotta di grano duro è molto meglio di una meno buona pagnotta con ingredienti stravaganti. 3. Siate unici Non copiate, non scegliete modelli da imitare, non ispiratevi ad altri per riproporre ciò che non vi appartiene. Invece, raccontate ciò che vi rende diversi dagli altri, sottolineate perché siete unici. 4. Siate costanti Il successo non arriva in un attimo. Serve parecchio tempo e una costanza formidabile: una buona idea e un posizionamento azzeccato non bastano. Per costruire una storia personale credibile dovete lavorare con costanza ed efficacia nel tempo.

14 5. Siate parte di una rete sociale Da soli non si va da nessuna parte. Per sviluppare la vostra marca personale dovete costruire attorno a voi una rete di relazioni sociali che possa attestare le vostre capacità, competenze, caratteristiche. Sviluppare relazioni, fare networking, è quindi imprescindibile. 6. Fatelo per un target Scegliete da chi volete essere scelti. Non sparate nel mucchio, non mirate a tutti, non pensiate di poter essere interessanti, professionalmente, per qualsiasi persona, cliente, target. Scegliete le persone a cui volete dirigere il vostro messaggio, affinché questo sia efficace eleggere il target di riferimento è fondamentale. 7. Fatelo pubblicamente Uno dei principi base del marketing è che esiste solo ciò che gli altri conoscono. Per fare di voi un brand, quindi, dovete essere visibili, agire pubblicamente mostrando ciò che siete, ciò che rappresentate, ciò che sapete fare. Utilizzate tutti i mezzi: live, media tradizionali, online.

15 8. Fatelo online Oggi l identità online è importantissima perché attorno alla rete si sviluppa qualsiasi tipo di comunicazione e azione di marketing. Internet da solo non basta, è necessario poi scendere a terra, ma senza Internet non è possibile sviluppare un brand, nemmeno un personal brand. Social media, siti web, blog, piattaforme di condivisione, app: utilizzate tutti i mezzi che avete a disposizione. 9. Fatelo gratis Costruire un proprio personal branding è un percorso lungo e, spesso, non remunerativo a breve termine. Non preoccupatevi quindi del guadagno, badate a costruire una reputazione seria, comprovata, solida. Anche facendo attività gratuitamente, quando queste servono a consolidare il vostro brand personale. 10. Fatelo per voi Il brand personale è, appunto, personale. Non fate di voi una marca se non siete voi per primi a voler consumare quella marca. Siate i primi clienti di voi stessi: se non credete in ciò che fate, non sarete mai ciò che state raccontando di essere.

16 Come posizionarsi sulla rete Per costruire la propria immagine professionale online è necessario sviluppare una digital identity e implementare comunicazione e marketing attraverso una social media strategy. Il mondo digitale è in continua evoluzione e questo rende difficile individuare delle regole universalmente applicabili, ma possiamo comunque analizzare la situazione contemporanea per capire quali sono gli strumenti da non trascurare. Curriculum Online il vostro CV non vive nella maniera tradizionale, tanto meno secondo gli ormai superati standard europei o altre tipologie di quel genere, davvero fuori tempo. Realizzate curricula creativi, usate l infografica, miscelate immagini e video, se credete ricorrete al videocurriculum. Ma, soprattutto, siate presenti con le vostre pagine sui social network del lavoro. Quali? LinkedIn, innanzitutto, ma anche Viadeo, Letslunch, Branchout e tanti altri. Scegliete quelli più adatti a voi, specializzati nelle vostre materie (esempio: un graphic designer non può non avere un profilo su Behance) e non tralasciate quelli localizzati nel vostro Paese.

17 Blog Ha ancora senso oggi averne uno? Sì, se credete abbia senso comunicare il vostro brand, cioè voi stessi, attraverso parole, tesi, video da collezionare insieme. Ma se il blog non lo legge nessuno... serve a poco. Meglio quindi inserirsi in piattaforme social di blogging coi vostri contenuti (esempio: HuffingtonPost, Linkiesta, Il Post, Il Fatto Quotidiano, altre specifiche sui vostri temi come Italianfashionbloggers giusto per fare un esempio sulla moda. Ma poi ce ne sono su cibo, design, creatività, grafica, ecc.). Social Media Profili Twitter, Facebook, Pinterest, Flickr, YouTube, Tumblr, Storify e in altri social media sono importanti per sviluppare una propria presenza online coerente col brand che si sta creando. Ma, appunto, deve essere coerente, attenta, meditata: serve una social media strategy pensata nel dettaglio. Sito Personale Può ancora essere utile? Sì. Se è un folder in cui mettere insieme i diversi canali in cui siete presenti online e se può dare un immagine completa di voi a chi vi cerca. Utile quindi averlo come collettore delle informazioni che vi riguardano, ma deve essere social, cioè aggiornato (anche in automatico, i servizi a disposizione sono tanti) di continuo con la vostra attività online. App Le applicazioni personali sono ancora poco sviluppate, ma si diffonderanno. Ci sono diversi servizi a basso costo per realizzarle, iniziare prima degli altri è di certo un vantaggio competitivo.

18 Counseling Il counseling è un attività di aiuto, consiglio e orientamento utile a sviluppare e promuovere le potenzialità del cliente. Il counselor, professione che in Italia non è regolamentata e che invece è molto diffusa sia negli Stati Uniti che in altri Paesi europei, è un esperto di social working, in grado cioè di assistere una persona nella sua crescita professionale e, di conseguenza, anche personale. Esperto di comunicazione e relazione, non offre soluzioni ma consulenza, aiuta cioè un cliente a trovare la propria strada e a intraprenderla nel modo migliore. In alcuni casi, in ambito aziendale, il counseling si svolge per conto dell azienda, in altri è invece la persona fisica che chiede aiuto al counselor. In ogni caso lo scopo è trovare benessere lavorativo, capire quali sono le proprie peculiarità professionali, individuare professione o ruolo giusto, crescere professionalmente, migliorare le proprie performance e facilitare la condivisione e la relazione interpersonale. Qui, lo abbiamo introdotto perché parlare con un counselor potrebbe essere il punto di svolta nel vostro percorso di formazione nel campo del personal branding e perché, una volta acquisite le conoscenze contenute in questo booklet, una riflessione su voi stessi che applichi le modalità del counseling vi sarà sicuramente di aiuto nel processo di rielaborazione personale e applicazione delle tecniche di personal branding.

19 Le 10 domande per capire chi sei Porsi delle domande. E darsi delle risposte. Per capire quali sono i propri obiettivi e chi si vuole essere da un punto di vista professionale. Una piccola attività facile da fare, bastano un foglio e una penna e la voglia di conservare le risposte e verificarle, con se stessi, ogni sei mesi. Sto davvero seguendo il percorso giusto per raggiungere i miei obiettivi? A questa domanda darete una risposta due volte l anno, ma per farlo in maniera corretta e veritiera è importante che prima definiate chi volete essere nella vostra professione, che posizionamento volete darvi e come pensate di farcela. Ecco quindi dieci domande importanti: copiatele su un foglio, rispondete in maniera breve con una penna, rileggete il tutto e poi mettete le risposte in un posto sicuro. Dopo sei mesi, rifate lo stesso gioco e confrontate i due fogli, per aggiornare lo stato di avanzamento, comprendere l evoluzione e chiarirvi i passi successivi.

20 1. Che posizione professionale voglio raggiungere? Ditevelo subito: scrivete nero su bianco il ruolo che volete raggiungere attraverso la crescita professionale che inseguite tramite il Personal Jobbing. 2. Quali sono i miei punti di forza, dal punto di vista personale? Segnare, motivandole, tre caratteristiche importanti e positive del proprio carattere. 3. Quali sono i miei punti deboli, dal punto di vista personale? Segnare, motivandole, tre caratteristiche da migliorare del carattere. 4. Quali sono i miei punti di forza, dal punto di vista professionale? Segnare, motivandoli, tre elementi che segnano la mia capacità professionale. 5. Quali sono i miei punti deboli, dal punto di vista professionale? Segnare, motivandoli, tre elementi professionali da migliorare. 6. Chi è il mio punto di riferimento? Individuare da uno a tre professionisti del proprio settore da prendere a modello, evidenziando le qualità che rendono unici questi personaggi.

21 7. Quali errori non ripetere? Evidenziare i tre principali errori che hai commesso nell ultimo periodo, spiegando dove e come hai sbagliato. 8. Qual è stato il tuo più grande successo recente? Pensa bene a cosa hai fatto negli ultimi due o tre anni di lavoro e sottolinea il tuo risultato migliore: scrivi perché è stato un successo, come lo hai raggiunto, chi ti ha aiutato. 9. Con chi posso fare squadra? Pensa alle persone con cui lavori o vorresti lavorare e scegli i tre professionisti a te vicini con cui ha senso costruire un percorso insieme, elencando da uno a tre motivi per ogni scelta. 10. Chi voglio essere, domani? Scrivere chi si vuole essere, professionalmente, tra 1, 3 e 10 anni.

22 Storytelling Lo storytelling è la costruzione di un racconto di se stessi, del proprio prodotto, servizio, valore o idea. Non si tratta necessariamente di un flusso di parole ma anche video, foto, disegni, presentazioni che vivono online, presentazioni a distanza. Insomma, si tratta di comunicare un idea in modo efficace e in pochi secondi. A differenza di altre tecniche, lo storytelling si basa sulla costruzione di una narrazione empatica, capace quindi di coinvolgere emotivamente l ascoltatore. Conoscere bene l argomento di cui si vuole parlare, capire di che luce lo si vuole illuminare e immedesimarsi nel pubblico focalizzandosi sul target che si vuole raggiungere sono i presupposti fondamentali per affrontare la progettazione del proprio discorso. Le tecniche per trasmettere emozioni agli ascoltatori sono molte e richiedono diversi livelli di abilità oratoria ma, in generale, a una buona storia non mancano alcune caratteristiche.

23 Le 7 regole della storia perfetta 1. Semplice Troppe informazioni, troppi ragionamenti, troppi elementi fanno male: meno è meglio. La semplicità nel racconto paga sempre. Utilizzate messaggi immediati, captive, e rinunciate ai concetti che non sono strettamente necessari. 2. Originale Un brand funziona se è unico, diverso dagli altri, distintivo per alcune caratteristiche fondamentali. Non ne servono infinite, ne bastano due, massimo tre: ma individuatele e utilizzatele per sottolineare la vostra diversità. Attenzione, è importante non esagerare, il troppo stroppia e potrebbe far nascere qualche dubbio negli ascoltatori. 3. Targettizzata A chi state raccontando la vostra storia? Compilate una lista e individuate main target e target accessori per essere sicuri di sapere con chi state parlando. Rispondete alle sette domande fondamentali per capire quali sono i valori su cui dovete puntare: Che età hanno? A che classe sociale appartengono? Dove vivono? Conoscete le loro priorità (sociali, culturali, famigliari)? Che interessi hanno? Per cosa provano disgusto? Quali sono i loro valori?

24 4. Emozionante Per raccontare una storia che coinvolga chi la ascolta, legge o guarda, serve emozionare. Creare cioè empatia, toccare le corde più intime. Andate oltre voi stessi, dimenticate per un attimo ciò che siete ed emozionate. Colpite. Create una relazione diretta con chi vi segue, immaginate di dover guardare negli occhi qualcuno e arrivargli al cuore. 5. Valoriale Quando raccontate la storia di un brand, sia un un prodotto o siate voi stessi, non puntate sul brand, ma sui suoi valori. Solo in questo modo sarete empatici ed emozionali, solo in questo modo colpirete il cuore, prima che la mente, del target scelto. 6. Creativa Questa è probabilmente la caratteristica più importante: una storia cambia non solo in base al contenuto, ma anche in base alla forma che le si dà. Può essere scritta, orale, interattiva, multimediale, fotografica, video, dal vivo, a distanza, collegiale, singola... esistono mille modalità diverse di raccontare una storia: utilizzatele, siate creativi, individuate la forma più adatta ai vostri obiettivi ed esasperate le caratteristiche. Non concentrate le informazioni che volete comunicare nel contenuto, esprimete le vostre caratteristiche anche nella modalità di racconto.

25 7. Virale Le storie migliori fanno sì che chi le ha ascoltate le racconti a qualcun altro. Le condivida, cioè, con altre persone perché ne è rimasto colpito. La vostra storia deve essere perfetta per lo sharing: orale, tramite i social media o in qualsiasi altro modo. Quando la pensate, quindi, chiedetevi come facilitare la condivisione e come colpire il target per far sì che la condivida con più persone possibili.

26 Public Speaking Avete costruito la vostra storia, è arrivato il momento fatidico, la dovete esporre in pubblico: l abbigliamento, la postura, i movimenti, tutto deve essere studiato per comporre la propria strategia di comunicazione che deve variare a seconda dei temi trattati e di chi si ha di fronte. La gestione delle mani, a esempio, è una delle cose più importanti che spesso viene trascurata. Non bisogna tenere i pugni chiusi o le braccia incrociate perché si comunica ostilità, nel caso si abbia un oggetto in mano è bene tenerlo con una mano sola in modo da sfruttare la libertà dell altra per migliorare la comunicazione. Sfruttare tutte le cartucce del caricatore è infatti una buona regola: avete due mani, usatele a vostro vantaggio. Ma le regole fondamentali del public speaking sono molte, eccone alcune da tenere sempre a mente.

27 Come parlare in pubblico 1. Dare informazioni sul proprio mestiere. Le notizie interessanti aggiungono valore alla storia e permettono di non addentrarsi troppo nella descrizione di se stessi nel caso in cui non lo si desideri. 2. Sfruttare tutto il tempo che si ha a disposizione. 3. Fare riferimento alle proprie origini e ai propri sogni dà calore alla presentazione, ma il riferimento va contestualizzato. 4. Citare altri professionisti ravviva la presentazione, fa capire che non si è in un mondo chiuso, che si è in grado di ascoltare gli altri e che il proprio ego permette di prendere in considerazione il pensiero espresso da altri, tanto da inserirlo nel proprio discorso. È un segno di umiltà, attenzione e apertura alla collaborazione. 5. Fare nomi sia delle persone che dei luoghi, delle istituzioni, insomma di tutto ciò a cui ci si riferisce. 6. Ironizzare. Giocare con gli elementi in modo da far sorridere ha un valore aggiunto.

28 Come non parlare in pubblico 1. Allora, ecco, quindi... ripeteteli e comunicherete insicurezza. Evitate l uso eccessivo degli intercalare. 2. Niente, no?... le negazioni insinuano dubbi, evitatele. 3. Eee... riempire le pause con sillabe che sottolineano il silenzio comunica che siete troppo dentro il vostro racconto per prendere in considerazione il rapporto con il pubblico. Il che fa capire che non conoscete abbastanza la storia da muovervi con disinvoltura al suo interno e che, anzi, avete bisogno di pensarci per ricordarla. 4. Non chiedere scusa né giustificare le scelte fatte in fase di definizione del discorso. Se usate una formula è perché, sapendo chi avete di fronte, la ritenete adatta. 5. Non doppiare i concetti nella frase, la lingua italiana parlata ci porta a farlo, ma in una presentazione finisce per annoiare. 6. Non introdurre elementi che non hanno un ruolo. Come in un film se si introduce una pistola questa in seguito dovrà sparare, così in un racconto è fondamentale che la presentazione di elementi non sia fine a se stessa.

29 Elevator pitch L elevator pitch, di cui oggi si parla piuttosto spesso, è un discorso orale accompagnato da slide contenenti testi, immagini e video, in cui si presenta un azienda o un organizzazione. Generalmente lo si fa davanti a possibili investitori e si chiama così perché è il discorso che un imprenditore o un potenziale imprenditore farebbe in ascensore, quindi in pochissimi minuti, se incontrasse un possibile investitore. Dura tra i tre e i cinque minuti e deve essere comprensibile e omnicomprensivo. Ecco le regole per costruire un buon pitch di se stessi. 1. I primi 10 secondi sono tutto: iniziate colpendo al cuore chi vi ascolta. 2. Sintesi: scegliete bene le cose da comunicare. 3. Tranquillità nell esposizione: non date l idea di essere di corsa o in affanno. 4. Chiarezza: raccontate ciò che è subito comprensibile, lasciate alle eventuali domande successive i punti più complessi da spiegare. 5. Completezza: non tralasciate le informazioni importanti.

30 6. Sequenza: organizzate i contenuti in maniera consequenziale. 7. Slide: devono essere chiare e impattanti, evitate di riempirle di testi che distolgono l attenzione da voi. Aggiungerete slide più esplicative quando dovrete inviare il pitch via web, ma dal vivo utilizzate solo quelle a effetto. 8. Linguaggio del corpo: provate più volte il pitch e controllate davanti a uno specchio i messaggi che il vostro corpo trasmette. 9. Linguaggio: utilizzate termini semplici, parlate ad alta voce, scandite le parole. 10. Gli ultimi dieci secondi: riassumete in poche parole la vostra idea. E ringraziate per l attenzione. L elevator pitch normalmente si utilizza in contesti aziendali, per presentare una start up, ma si può applicare anche al personal branding e in generale alle modalità con cui i professionisti presentano il risultato del loro lavoro nella normale routine aziendale.

31 PechaKucha Il PechaKucha è un buon metodo per realizzare una presentazione completa e complessa. Consiste in una presentazione in 20 slide, in cui si mostrano altrettante immagini che avanzano automaticamente ogni 20 secondi e aiutano a sostenere il discorso trasmettendo emozioni o mostrando direttamente ciò di cui si sta parlando. Il format è stato ideato da Astrid Klein e Mark Dytham della società di design Klein Dytham che ha organizzato, a Tokyo, nel febbraio 2003, la prima notte PechaKucha. Oggi esiste una rete globale che conta oltre 500 città in tutto il mondo in cui sono state organizzate delle PechaKucha night, eventi in cui vengono esposti importanti progetti utilizzando esclusivamente la tecnica delle 20 slide. La chiave per realizzare una buona presentazione è parlare di qualcosa che si ama, la propria passione: per questo il PechaKucha è un formato perfetto per il Personal Jobbing. Lo si usa anche per presentare progetti lavorativi, sociali, culturali. Generalmente non per presentare aziende a investitori, perché ritenuto troppo lungo e concentrato sulle emozioni piuttosto che sulla concretezza economica. Un buon PechaKucha, infatti, stupisce, emoziona, racconta una storia in modo empatico, risulta originale e imprevedibile. Anche nel caso del PechaKucha è possibile individuare delle regole di base a cui fare riferimento.

32 1. Individuate prima il contenuto base di ognuna delle 20 slide. 2. Scrivete i 20 testi, presentabili in 20 secondi l uno. 3. Solo dopo aver messo a punto i testi scegliete le immagini. 4. Le immagini devono essere tra loro coerenti e impattanti. 5. Scegliete la sequenza finale solo una volta che avrete scritto il testo delle 20 slide e le 20 immagini. 6. Provate a leggere ogni testo sull immagine scelta e valutate se c è qualcosa da modificare. 7. Provate l intera presentazione davanti allo specchio. 8. Imparate i concetti di ogni testo: durante il PechaKucha non potrete leggere. 9. Non recitate a memoria, ma fate vostri i concetti e raccontateli in maniera semplice. 10. Emozionatevi: state comunicando la vostra passione, fatelo capire a chi avete davanti. La rete è piena di esempi e consigli. Non fermatevi a ciò che vi diciamo qui, approfondite, confrontate, costruite percorsi di studio personali. Sempre.

33 Numeri 8,5 milioni di professionisti della creatività /250 mila professioni nate grazie alla rete /100 milioni di membri di LinkedIn nel mondo /50 mila iscritti a Fiverr /520 membri del gruppo fired by Facebook, licenziati a causa dei loro comportamenti sui social network /4 per cento degli iscritti a LinkedIn esercita professioni creative

34 Personal Jobbing: il corso Personal Jobbing è anche un corso, ideato da e sviluppato all interno di IED, con lo scopo di insegnare a individuare i propri obiettivi, fare di sé un brand e costruire la propria storia. Attraverso lezioni pratiche e workshop si arriva a capire come evidenziare le proprie caratteristiche e in che modo raccontare se stessi attraverso una storia vincente e originale. Obiettivi formativi Il corso accosta attività di storytelling, counseling one-to-one e personal branding, con lo scopo di fornire le tecniche e gli strumenti per presentarsi, sfruttando le proprie caratteristiche, e di costruire e comunicare al meglio la propria identità personale e professionale. L acquisizione della capacità di autoanalisi professionale e di visione del proprio io proiettato nel mondo del lavoro permette di costruire una presentazione di sé e della propria professionalità che punti sull originalità individuale. Metodologia didattica La metodologia didattica è basata su un innovativo mix. Lezioni frontali. Consulenza one-to-one. Presentazioni pubbliche. Workshop. Lezioni in luoghi non convenzionali.

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE

LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE LA TUA ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE LA TUA POLIZZA D ASSICURAZIONE SULLA CARRIERA: FAR LAVORARE I SOCIAL MEDIA PER TE I social media impattano praticamente su ogni parte

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

che gli spunti visivi possano modificare ogni prospettiva andando a toccare profonde connessioni emotive.

che gli spunti visivi possano modificare ogni prospettiva andando a toccare profonde connessioni emotive. Crediamo... che gli spunti visivi possano modificare ogni prospettiva andando a toccare profonde connessioni emotive. Collaborazione di ampi gruppi, problem-solving e progettazione di soluzioni Conferenze,

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

SPC Scuola di Process Counseling

SPC Scuola di Process Counseling SPC Scuola di Process Counseling In uno scenario professionale e sociale in cui la relazione è il vero bisogno di individui e organizzazioni, SPC propone un modello scientifico che unisce l attenzione

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Email: cose da fare e cose da non fare

Email: cose da fare e cose da non fare OUCH! Marzo 2012 IN QUESTO NUMERO Auto-completamento Cc: / CCn: Liste di distribuzione Emozioni e privacy Email: cose da fare e cose da non fare L AUTORE DI QUESTO NUMERO Fred Kerby ha collaborato a questo

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità.

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità. Studio Le tue aspettative, il nostro Totem. Nella tradizione indigena il tucano rappresenta la guida per la comunicazione tra la realtà ed il mondo dei sogni. Per Tòco è il simbolo della comunicazione

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

WEBCONFERENCE. La lezione a casa

WEBCONFERENCE. La lezione a casa WEBCONFERENCE La lezione a casa Fabio Biscaro @ www.oggiimparoio.it capovolgereibes.net 2 Valutazione dei video (1) 1. Video corti 2. Focus su un unico argomento 3. Essere chiari e non dare nulla per scontato

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Come Usare PrinterApp 3D. PrinterApp 3D

Come Usare PrinterApp 3D. PrinterApp 3D PrinterApp 3D PrinterApp3D (3DPa) ha lo scopo di creare un legame tra chi ha la passione di costruire, smontare, capire, partecipare (makers) e chi il mondo dei makers lo conosce e lo vive ogni giorno,

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE

TECNICHE DI NEGOZIAZIONE E DI REDAZIONE DEI CONTRATTI DI VENDITA E DI DISTRIBUZIONE COMMERCIALE RIEPILOGO CORSI Tecniche di negoziazione e di redazione dei contratti di vendita e di distribuzione commerciale Talenti & Vendite: la gestione della relazione commerciale Capire per vendere Tecniche di

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Proteggi la tua faccia

Proteggi la tua faccia Proteggi la tua faccia Tutorial per i minori sull uso sicuro e consapevole di Facebook a cura di Clementina Crocco e Diana Caccavale È come se ogni giorno intingessimo una penna nell inchiostro indelebile

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet 2 app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet L integrazione delle piattaforme è il concetto

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare Creating Your Future Impostazione e Linee Guida Obiettivi Questo documento illustra l approccio

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

FACEBOOK & CO SOCIAL NETWORK: ATTENZIONE AGLI EFFETTI COLLATERALI AVVISO AI NAVIGANTI

FACEBOOK & CO SOCIAL NETWORK: ATTENZIONE AGLI EFFETTI COLLATERALI AVVISO AI NAVIGANTI SOCIAL NETWORK: ATTENZIONE AGLI EFFETTI COLLATERALI FACEBOOK & CO AVVISO AI NAVIGANTI TI SEI MAI CHIESTO? CONSIGLI PER UN USO CONSAPEVOLE DEI SOCIAL NETWORK IL GERGO DELLA RETE SOCIAL NETWORK: ATTENZIONE

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

una forza creativa si fonda anche sulla capacit di condividere valori e traguardi.

una forza creativa si fonda anche sulla capacit di condividere valori e traguardi. la forza di un idea una forza creativa si fonda anche sulla capacit di condividere valori e traguardi. una forza creativa Comer Group, da gruppo di aziende operanti nel settore della trasmissione di potenza,

Dettagli

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari REAL ESTATE Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari è un sistema progettato per garantire la semplice gestione della presenza online per le agenzie immobiliari. Il

Dettagli

10 errori e-mail da evitare!

10 errori e-mail da evitare! 10 errori e-mail da evitare! Dal sito PILLOLE DI MARKETING WEB Le e-mail sono parte integrante dell attività di business come mezzo di contatto e di relazione e come tali diffondono l immagine di aziende

Dettagli

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Esperienze di successo per un vantaggio competitivo 27 ottobre 2011 Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Raffaella Graziosi Project & Portfolio Manager ACRAF SpA Gruppo Angelini

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Comunicate con chiarezza: affidatevi a un professionista della lingua. Associazione Svedese dei Traduttori Professionisti

Comunicate con chiarezza: affidatevi a un professionista della lingua. Associazione Svedese dei Traduttori Professionisti Comunicate con chiarezza: affidatevi a un professionista della lingua Associazione Svedese dei Traduttori Professionisti Dobrý den! Guten Tag! Hola! Bonjour! Hej! Hello! Shalom! Un mondo più comprensibile

Dettagli

su empatia, Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO-

su empatia, Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO- Attività e giochi su empatia, emozioni e conflitto Liliana Jaramillo - Libro digitale GRATUITO- Liliana Jaramillo Attività e giochi su empatia, emozioni e conflitto http://www.comunicazionepositiva.it

Dettagli

Cosa fare in caso di perdita di smartphone o tablet

Cosa fare in caso di perdita di smartphone o tablet OUCH! Ottobre 2012 IN QUESTO NUMERO Introduzione Le precauzioni da prendere Cosa fare in caso di smarrimento o furto Cosa fare in caso di perdita di smartphone o tablet L AUTORE DI QUESTO NUMERO Heather

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Questa lettera informativa è quindi dedicata a tutti gli imprenditori che vogliono aumentare le vendite della loro azienda.

Questa lettera informativa è quindi dedicata a tutti gli imprenditori che vogliono aumentare le vendite della loro azienda. [D q Una delle domande più frequenti è: Cosa può fare la mia azienda per generare più richieste, avere più clienti e aumentare le vendite? Quasi tutte le aziende, anche le più piccole, oggi investono in

Dettagli

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com

Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com Ascolto, gestione degli spazi social e analisi con Hootsuite.com #TTTourism // 30 settembre 2014 - Erba Hootsuite Italia Social Media Management HootsuiteIT Diego Orzalesi Hootsuite Ambassador Programma

Dettagli