FONDAZIONE Centro per la Famiglia Cardinal C.M. Martini o.n.l.u.s

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FONDAZIONE Centro per la Famiglia Cardinal C.M. Martini o.n.l.u.s"

Transcript

1 FONDAZIONE Centro per la Famiglia Cardinal C.M. Martini o.n.l.u.s Nove mesi di attesa.. Diventare mamma, diventare papà: un meraviglioso desiderio, un esperienza gratificante. É il continuo della vita! Il Consultorio La Famiglia, vuole aiutare le mamme e i papà in questa nuova esperienza, mettendo a disposizione dei servizi, quasi sempre gratuiti, a livello medico, psico-sociale ed educativo, sia nel periodo della gravidanza, sia durante il primo anno di vita del bambino. Sono servizi orientati a sostenere globalmente la famiglia ed in particolare la mamma, in un momento di riorganizzazione della vita personale e familiare, a favorire la competenza genitoriale, a promuovere lo scambio e la condivisione fra le mamme e a creare reti di relazione tra loro. Nel fascicolo troverete la descrizione delle varie attività offerte dal Consultorio. Le prenotazioni si possono fare presso la Segreteria negli orari di apertura, telefonicamente, direttamente sul sito compilando l apposito modulo. 1

2 LA GRAVIDANZA Alle persone in gravidanza che si rivolgono al Consultorio, vengono offerti oltre alle visite e alle ecografie di controllo sino al termine della gravidanza, una serie di servizi e di informazioni utili riportate di seguito: 2

3 Indice: Prima Parte: L inizio della gravidanza L agenda della gravidanza pag. 4-5 Alcune informazioni utili per la gravidanza pag. 6 Informazioni sui certificati di maternità pag. 7 Tutela della maternità e congedi parentali pag. 8-9 Seconda parte: La preparazione al parto Corso pre parto dal sesto mese pag. 10 Corso pre parto per coppie pag. 11 Tecnica di rilassamento pag. 12 Terza parte: La mamma e il bambino Visita domiciliare dell Ostetrica pag. 13 Spazio Pesata pag. 14 Primi mesi pag. 15 Coccole e Filastrocche pag. 16 Genitori si diventa pag. 17 Note in Gioco pag. 18 Mission del Consultorio pag. 19 Orari segreteria pag. 20 3

4 Prima Parte: L inizio della gravidanza Alla donna che chiede al Consultorio di essere seguita durante la gravidanza, vengono offerti dei servizi che accompagneranno la signora per nove mesi (ed oltre). Il primo passo è il colloquio di accoglienza con l ostetrica che, oltre a raccogliere informazioni relative alla signora e alla gravidanza, darà informazioni utili su come affrontare la gravidanza in generale. In quella sede verrà dato l appuntamento per la prima visita ostetrica ed ecografia del primo trimestre L agenda della gravidanza (Le informazioni contenute in questa agenda derivano dall analisi rigorosa di studi clinici compiuta dal gruppo di esperti che ha redatto la linea guida Gravidanza fisiologica, pubblicata a dicembre Alla stesura del testo ha collaborato Barbara Paltrinieri del CeVEASCentro per la valutazione dell efficacia dell assistenza sanitaria dell AUSL Modena. L agenda e la Linea guida Gravidanza fisiologica sono stati prodotti dal Sistema nazionale per le linee guida (SNLG) e sono disponibili in formato elettronico sul sito web Questa agenda illustra i temi che, trimestre dopo trimestre, la donna in gravidanza si troverà ad affrontare. Può essere utilizzata per riflettere ed elaborare le domande da porre al medico e all ostetrica per chiarire i propri dubbi. 1 TRIMESTRE (Fino a 12 settimane + 6 giorni) Il primo appuntamento con il medico o l ostetrica dovrebbe avvenire entro le 10 settimane per avere il tempo di pianificare nel modo migliore l assistenza alla gravidanza sono offerte informazioni sull assistenza e il sostegno alla donna in gravidanza, sui benefici di legge per maternità e paternità, sui corsi di accompagnamento alla nascita, sugli stili di vita e su come gestire i sintomi più comuni sono misurati il peso e la pressione arteriosa sono proposti o un esame delle urine per verificare la funzionalità renale o una urino coltura per rilevare una eventuale infezione delle vie urinarie o un esame del sangue per determinare il gruppo sanguigno e il fattore Rh, l eventuale presenza di anemia o di altre malattie fra cui quelle infettive (toxoplasmosi, rosolia, sifilide, HIV) o una ecografia per confermare, nei casi dubbi, a quale settimana di gravidanza ci si trova o il pap test, se non è stato effettuato da almeno tre anni sono offerte informazioni sulle diverse possibilità di diagnosi prenatale della sindrome di Down o tra 11 settimane + 0 giorni e 13 settimane + 6 giorni: analisi del sangue ed ecografia con translucenza nucale (test combinato) o tra 15 settimane + 0 giorni e 20 settimane + 0 giorni: analisi del sangue (ad esempio: triplo test) o villocentesi e amniocentesi si inizia a parlare dell ecografia da effettuare nel secondo trimestre per rilevare eventuali anomalie del feto 4

5 2 TRIMESTRE (Da 13 settimane + 0 giorni a 27 settimane + 6 giorni) Negli appuntamenti con il medico o l ostetrica sono commentati i risultati degli esami che si è scelto di eseguire e si discute dell assistenza che viene offerta in questo trimestre il medico o l ostetrica verifica con la futura mamma il piano di assistenza ed eventualmente propone le modifiche necessarie se gli esami del sangue mostrano che il livello di emoglobina è inferiore a 10,5 g/100 ml, può essere indicata una terapia viene misurata la pressione arteriosa a partire da 24 settimane+0 giorni viene misurata la distanza fondo uterino-sinfisi pubica per la verifica dell accrescimento fetale se non si è immuni, è proposto un esame del sangue per rosolia e toxoplasmosi se si appartiene a un gruppo a rischio per il diabete, viene offerto un esame del sangue (curva da carico di glucosio) è offerta e illustrata l ecografia (detta comunemente morfologica) per la diagnosi di eventuali anomalie del feto, da eseguire fra 19 settimane + 0 giorni e 21 settimane + 0 giorni sono offerte informazioni sui corsi di accompagnamento alla nascita 3 TRIMESTRE (Da 28 settimane + 0 giorni al termine) Nel corso degli appuntamenti vengono commentati i risultati degli esami che si è scelto di eseguire e si discute dell assistenza negli ultimi mesi di gravidanza e del parto il medico o l ostetrica verifica il piano di assistenza ed eventualmente propone le modifiche necessarie se gli esami del sangue mostrano che il livello di emoglobina è inferiore a 10,5 g/100 ml, può essere indicata una terapia viene misurata la pressione arteriosa viene misurata la distanza fondo uterino-sinfisi pubica per la verifica dell accrescimento fetale sono proposti: o esami del sangue per toxoplasmosi (se non si è immuni) e altre malattie infettive (epatite B, sifilide, HIV) o tampone per streptococco o profilassi anti-d alle donne con fattore Rh negativo sono offerte informazioni o sui corsi di accompagnamento alla nascita a settimane, sulle tecniche per aumentare la possibilità che un feto in presentazione podalica si giri (versione cefalica), come la moxibustione o le manovre esterne attorno a 34 settimane o si inizia a parlare del parto, del travaglio e delle opportunità a disposizione per affrontare il dolore o si pianificano i contatti con l ospedale in cui si è scelto di partorire o si ricevono informazioni sull assistenza a 40 settimane e oltre o sono offerte informazioni sull assistenza dopo il parto, sugli esami che vengono proposti subito dopo la nascita, sull allattamento al seno e sulla cura del neonato o a 36 settimane, si verifica che il feto sia in presentazione cefalica: se è ancora in presentazione podalica vengono fornite informazioni sulla possibilità di effettuare le manovre ostetriche esterne per farlo girare 5

6 Alcune informazioni utili per la gravidanza Infezione da citomegalovirus È un infezione causata da un virus chiamato Citomegalovirus. La maggior parte delle persone adulte non presenta sintomi quando si infetta oppure può avere una lieve febbre, senso di malessere e inappetenza, associati talvolta ad ingrossamento delle ghiandole del collo. Può comportare rischi per il feto se viene contratta in gravidanza. Poiché è un infezione che si trasmette attraverso i liquidi corporei, le persone a rischio devono lavarsi accuratamente le mani quando entrano in contatto con sangue, urine o saliva, lavare accuratamente i giocattoli dei bambini, non scambiare succhiotti, posate e stoviglie con i bambini. Infezione da Toxoplasmosi È un infezione comune, causata da un parassita chiamato Toxoplasma. Non causa alcun sintomo o dà un leggero stato di malessere generale: lieve febbre e aumento di volume delle ghiandole del collo. Il modo più comune per contrarre l infezione non è necessariamente possedere un gatto, ma piuttosto consumare cibi contaminati come carni crude o poco cotte, frutta e erdura entrati in contetto con terra contaminata. È inoltre possibile infettarsi se si ingeriscono cisti che possono essere contenute nella lettiera del gatto. Non esiste alcun vaccino per prevenire la Toxoplasmosi. Poiché l infezione viene contratta consumando cibi contaminati, è sufficiente seguire alcune semplici regole di comportamento alimentare dal momento in cui si cerca una gravidanza, se non si è protetti dall infezione, fino al parto: Consumare solo carne ben cotta; Non consumare salumi crudi (prosciutto crudo, salame,..) Lavare accuratamente frutta e verdura; Lavare le posate e gli utensili che sono entrati in contatto con verdura e carne prima del lavaggio o della cottura; Lavare bene le mani dopo aver toccato carne, verdura e frutta crudi; Non toccarsi la bocca o gli occhi durante la preparazione degli alimenti; Non entrare in contatto con le feci dei gatti o comunque utilizzare dei guanti quanto si effettua la pulizia della lettiera e lavare bene le mani al termine di tale operazione; Se si effettua giardinaggio utilizzare dei guanti e lavare le mani al termine. 6

7 Informazioni sui certificati di maternità Per la maternità obbligatoria basta richiedere la documentazione INPS durante una visita dalla ginecologa al 7 o all 8 mese di gravidanza. La ginecologa può richiedere la maternità anticipata per motivi di salute; in tal caso consegnerà alla donna il certificato di Accertamento Medico Legale che la signora dovrà consegnare all Ispettorato provinciale del Lavoro della provincia di residenza. Se la donna richiede la maternità anticipata perchè non ritiene idoneo l ambiente di lavoro, le viene rilasciato un certificato che la signora dovrà consegnare all Ispettorato Provinciale del Lavoro della provincia dove ha sede la Ditta, il quale provvederà a inviare un Ispettore che, valutata la situazione, potrà o meno confermare la maternità anticipata; nel frattempo la donna può richiedere un certificato di malattia al suo medico di base. La Ditta potrebbe comunque assegnare un posto più idoneo allo stato di gravidanza della signora. Alla fine del 7 mese la donna deve tornare dalla ginecologa per compilare il modulo INPS della maternità obbligatoria. Indirizzi utili: Ispettorato Provinciale Lavoro di Milano Via Macchi, 9Tel. 02/67921 Ufficio Maternità 02/ Ispettorato Provinciale Lavoro di Bergamo Via Novelli, 12 Ufficio Maternità 035/

8 Tutela della maternità e congedi parentali Il congedo di maternità Il congedo di maternità è un periodo durante il quale è vietato adibire al lavoro le donne: durante i 2 mesi precedenti la data presunta del parto (salvo flessibilità) qualora il parto avvenga oltre tale data, per il periodo intercorrente la data presunta e la data effettiva del parto durante i 3 mesi dopo il parto (salvo flessibilità) durante gli ulteriori giorni non goduti prima del parto, qualora il parto stesso avvenga in data anticipata rispetto a quella presunta (i giorni non goduti sono aggiunti al periodo di congedo di maternità dopo il parto) Trattamento economico L indennità di maternità, salvo integrazioni previste dalla contrattazione collettiva, è pari all 80% della retribuzione, ed è corrisposta con gli stessi criteri previsti per l erogazione delle prestazioni di malattia. Per retribuzione s intende il compenso medio globale giornaliero percepito nel periodo di paga quadrisettimanale o mensile scaduto e immediatamente precedente a quello nel corso del quale ha avuto inizio il congedo. Detto importo è comprensivo del rateo giornaliero relativo alla gratifica natalizia o alla 13^ mensilità e agli altri premi o mensilità o trattamenti accessori eventualmente erogati alla lavoratrice. Per fruire dei benefici economici previsti dalla legge, è necessario trasmettere all istituto erogatore del trattamento economico e/o al datore di lavoro la seguente documentazione: il certificato medico indicante la data presunta del parto (prima dell inizio del congedo di maternità) il certificato di nascita, ovvero dichiarazione sostitutiva (entro 30 giorni dall evento) Il congedo di paternità Il padre lavoratore ha diritto di astenersi dal lavoro per tutta la durata del congedo di maternità, o per la parte residua che sarebbe spettata alla lavoratrice in caso di: morte e grave infermità della madre abbandono del figlio da parte della madre affidamento esclusivo del bambino al padre Trattamento economico 8

9 L indennità di paternità, salvo integrazioni previste dalla contrattazione collettiva, è pari all 80% della retribuzione, ed è corrisposta con gli stessi criteri previsti per l erogazione delle prestazioni di malattia. Per retribuzione s intende il compenso medio globale giornaliero percepito nel periodo di paga quadrisettimanale o mensile scaduto e immediatamente precedente a quello nel corso del quale ha avuto inizio il congedo. Detto importo è comprensivo del rateo giornaliero relativo alla gratifica natalizia o alla 13^ mensilità e agli altri premi o mensilità o trattamenti accessori eventualmente erogati al lavoratore. Il congedo parentale Nei primi 8 anni di vita del bambino, ciascun genitore ha il diritto di sospendere la prestazione lavorativa. Il diritto al congedo parentale viene esplicitamente riconosciuto per ogni bambino. Ne consegue che, in caso di parto plurimo, la durata del congedo spettante a ciascun genitore viene determinata in base al numero dei bambini nati. Il congedo dei genitori non può eccedere, per ogni bambino, il limite complessivo di 11 mesi. Nell ambito del predetto limite complessivo di 11 mesi, il diritto di astenersi dal lavoro (limite individuale) compete: alla madre lavoratrice, trascorso il periodo di congedo di maternità, per un periodo continuativo o frazionato non superiore a 6 mesi al padre lavoratore, dalla nascita del figlio, per un periodo continuativo o frazionato non superiore a 7 mesi nel caso vi sia un solo genitore, per un periodo continuativo o frazionato non superiore a 10 mesi Il congedo può essere richiesto dai genitori anche contemporaneamente ed il padre può assentarsi fin dalla nascita del figlio. I periodi di congedo, non utilizzati da uno dei due genitori, non possono essere utilizzati dall altro. Il congedo parentale del padre è compatibile contestualmente all utilizzo da parte della madre dei riposi giornalieri e non viceversa. Trattamento economico Fino al terzo anno di vita del bambino è dovuta un indennità pari al 30% della retribuzione, per un periodo massimo complessivo tra i genitori di 6 mesi (salvo integrazioni previste dalla contrattazione collettiva). Per i periodi oltre i 6 mesi di congedo, goduti entro il terzo anno di vita del bambino, e comunque per tutti i periodi di congedo fruiti tra il terzo e l ottavo anno di vita del bambino, compresi i primi 6 mesi, l indennità pari al 30% della retribuzione spetta solo se il reddito individuale dell interessato è inferiore a 2,5 volte l importo del trattamento minimo di pensione a carico dell assicurazione generale obbligatoria. 9

10 Seconda Parte: La preparazione al parto Il corso pre parto è rivolto alle donne in gravidanza dal sesto mese di gestazione ed è finalizzato alla preparazione della donna ad affrontare serenamente la gravidanza e successivamente la nascita. Attraverso il lavoro corporeo, il rilassamento, le visualizzazioni, si forniranno strumenti utili per favorire l esperienza del parto. Il corso si articola in nr 8 incontri con l ostetrica e/o la psicologa o pedagogista, e si svolge presso l area Corsi del Consultorio La Famiglia ; un incontro sarà aperto anche ai papà e si terrà nel tardo pomeriggio, come meglio evidenziato nel calendario che si può richiedere in segreteria o scaricare dal sito Per favorire tutto quanto sopra, è consigliabile avere un abbigliamento comodo e calzettoni; inoltre si consiglia di portare una coperta per potersi sdraiare comodamente. Il corso necessita di impegnativa del medico di base ed è soggetto a ticket di L iscrizione può avvenire: telefonicamente, personalmente presso la Segreteria del Consultorio o compilando il modulo sul sito sezione corsi. Il pagamento deve essere effettuato con qualche giorno di anticipo o presentandosi il giorno stesso di inizio del corso almeno 15 minuti prima. E necessaria la tessera sanitaria. Tutti i corsi sono tenuti da Operatori che collaborano con il Consultorio La Famiglia, ostetriche, psicologhe, pedagogiste, educatrici Per informazioni chiedere in segreteria Tel int. 1 / Fax

11 Il corso pre parto di coppia è rivolto alle donne in gravidanza (ed ai loro partner) dal sesto mese di gestazione ed è finalizzato alla preparazione della coppia per affrontare serenamente la gravidanza e successivamente la nascita. Attraverso il lavoro corporeo, il rilassamento, le visualizzazioni, si forniranno strumenti utili per favorire l esperienza del parto. Il corso si articola in nr 5 incontri con l ostetrica, e si svolge il tardo pomeriggio presso l area Corsi del Consultorio La Famiglia. É consigliabile avere un abbigliamento comodo e calzettoni; inoltre si consiglia di portare una coperta ed un cuscino per potersi sdraiare comodamente. Il calendario degli incontri si può richiedere in segreteria o scaricare dal sito Il corso è soggetto a contributo di a coppia. L iscrizione può avvenire: telefonicamente, personalmente presso la Segreteria del Consultorio o compilando il modulo sul sito sezione corsi e modulistica Pagamento: con qualche giorno di anticipo presso la Segreteria E necessaria la tessera sanitaria. Tutti i corsi sono tenuti da Operatori che collaborano con il Consultorio La Famiglia, ostetriche, psicologhe, pedagogiste, educatrici Per informazioni chiedere in segreteria Tel int. 1 / Fax

12 PREPARAZIONE AL PARTO MEDIANTE TECNICA DI RILASSAMENTO UN PERCORSO NUOVO PER ARRIVARE AL PARTO Presso la struttura del consultorio, viene offerta la possibilità di usufruire di un nuovo percorso per le mamme in dolce attesa. Il percorso prevede 8 incontri individuali con una psicologa esperta in ipnosi, con inizio in corrispondenza della 30 settimana di gestazione. Gli incontri hanno lo scopo di preparare la futura mamma a vivere in modo sereno e positivo l evento del parto, offrendo la possibilità di riscoprire l innata capacità di partorire presente in ogni donna. Perché scegliere questo metodo? Per affrontare in modo naturale la paura del dolore e l ansia del parto. Mediante la tecnica ipnotica non si annulla il dolore, ma lo si impara a modulare percependolo più attenuato e tollerabile. Per informazioni rivolgersi in segreteria. 12

13 Terza parte: La mamma e il bambino Visite Domiciliari I primi giorni a casa, dopo la degenza in ospedale, ha più bisogno di sostegno. Molte sono le difficoltà o anche i semplici dubbi. È per questo che il Consultorio La Famiglia offre il servizio di visita a domicilio in puerperio. Il servizio è completamente gratuito. È sufficiente telefonare al numero (int. 1) o al numero per chiedere un intervento e verrete ricontattate dall ostetrica per fissare un incontro. L ostetrica verrà a casa vostra per rispondere alla vostre domande e ad aiutarvi nel caso la nuova situazione di mamma vi crei dubbi che richiedono un aiuto competente: allattamento al seno o artificiale valutazione clinica dello stato di benessere vostro e del vostro bambino/a organizzazione della vita familiare con il nuovo arrivato consigli pratici su come capire se il vostro bambino sta bene e mangia a sufficienza.. 13

14 Spazio accoglienza per neo genitori, per condividere interessi, dubbi idee riguardo la crescita fisica e psico-affettiva dei propri bambini; un ostetrica, ed una psicologa/psicopedagogista saranno presenti per aiutare e supportare i genitori nelle loro scelte confrontandosi in merito a tematiche riguardanti l allattamento e la cura del bambino. LUNEDI DALLE ORE ALLE ORE MERCOLEDI DALLE ORE ALLE ORE VENERDI DALLE ORE ALLE ORE L ACCESSO E LIBERO E GRATUITO LE PESATE NON SI EFFETTURANNO NEI SEGUENTI GIORNI: 2 GENNAIO APRILE MAGGIO NOVEMBRE DICEMBRE 2013 Le pesate nei mesi di LUGLIO E AGOSTO subiranno variazioni di orario che saranno comunicate e pubblicate sul sito Per informazioni chiedere in segreteria Tel int. 1 / Fax

15 PRIMI MESI Gli incontri PRIMI MESI sono rivolti ai genitori con bambini dai 3 ai 6 mesi con la finalità di affrontare i primi mesi di vita del bambino e dare il sostegno alla mamma: SONO MAMMA: UNA FATICOSA GIOIA..UNA GIOIOSA FATICA Diventare mamma è un cambiamento importante e la donna può sentirsi vulnerabile, spaesata, inadeguata. Quali le nostre fatiche? Quali le difficoltà? Parliamone in gruppo e condividiamo la nostra esperienza per avvicinarci più serenamente alle gioie della maternità. PANCIA, PERINEO E..DINTORNI Condivisione dei cambiamenti fisici indotti dalla gravidanza e dal parto; illustrazione degli esercizi perineali, recupero e rinforzo del piano perineale, integrazione del lavoro nell attività quotidiana. PERCHE PIANGI? Il pianto nei bambini e altre forme di comunicazione. Riflessioni e condivisione delle mamme sul significato del pianto dei loro bambini e sui vissuti di chi se ne prende cura. PICCOLI E GRANDI DA STIMARE Cos è l autostima? Quale atteggiamento ho nei confronti di me stesso e come posso promuovere nel mio bambino una positiva immagine di sé? Parliamone insieme e condividiamo in gruppo pensieri e considerazioni. INTIMITA E SESSUALITA DOPO IL PARTO Il post parto e la maternità sono momenti di forte cambiamento che richiedono il dispendio di tante energie e la creazione di nuovi equilibri. Quali elementi ostacolano e quali invece favoriscono la sessualità della donna in questa delicata fase di passaggio? Confrontiamoci in gruppo per condividere pensieri, vissuti ed esperienze. ALLENAMENTO EMOTIVO Riflessioni, spunti e considerazioni di gruppo circa l importanza, l impatto ed il significato dei nostri vissuti. Conoscere le nostre emozioni, gestirle al meglio ed aiutare i nostri bambini a confrontarsi positivamente con il loro mondo emotivo. ALLATTAMENTO L incontro fornisce il sostegno e l informazione necessaria, seguendo le indicazioni nazionali OMS, alle madri che allattano o intendono allattare. SVEZZAMENTO NATURALE Il mio bambino è pronto per le pappe? Riflessioni riguardo l integrazione di cibo solido diverso dal latte nell alimentazione del bambino; condivisione e informazione sui tempi, segnali del bambino e indicazioni OMS. Principi di alimentazione naturale. Riflessione sull importanza dell alimentazione come fattore di promozione della salute e prevenzione di molte malattie. Il percorso si svolge su nr 2 incontri. Gli incontri si svolgono presso l aula Corsi del Consultorio e sono tenuti da un ostetrica, una psicologa o pedagogista Sono gratuiti, ed è possibile iscriversi ad ogni singolo incontro. Si consiglia un abbigliamento comodo. E necessaria la tessera sanitaria. L iscrizione può avvenire telefonicamente, personalmente presso la Segreteria o compilando il modulo sul sito sezione corsi, inviandolo poi a 15

16 COCCOLE E FILASTROCCHE Percorso di Infant Massagge A.I.M.I Il corso di Infant Massagge è rivolto ai genitori con bambini dai 3 ai 12 mesi e consiste nell apprendere le tecniche del massaggio come comunicazione, contatto, rafforzamento del legame genitore-bambino, sollievo dalle coliche gassose, sostegno per il ritmo sonno-veglia, benessere. Il corso consiste in nr 4 incontri di 2 ore cadauno ed è tenuto da un Operatore AI.M.I.; si tiene nelle ore pomeridiane presso l aula corsi del Consultorio La Famiglia ed è consigliato un abbigliamento comodo e calzettoni per il genitore, mentre per il piccolo è necessario l olio per il massaggio, una tela cerata e una salvietta. Il corso è soggetto a contributo per rimborso spese materiale di L iscrizione può avvenire telefonicamente, personalmente presso la Segreteria o compilando il modulo sul sito sezione corsi, inviandolo poi a Pagamento: con qualche giorno di anticipo presso la Segreteria del Consultorio o il giorno stesso di inizio del corso presentandosi almeno 15 minuti prima. E necessaria la tessera sanitaria. Per informazioni chiedere in segreteria Tel int. 1 / Fax

17 Spazi di riflessione e condivisione per genitori con bimbi di eta compresa tra zero e tre anni. Il percorso prevede nr. 4 incontri a tema, saranno presenti una psicologa e una pedagogista Bisogni dei bambini e bisogni dei genitori Il bambino sicuro di sè, come possono aiutarlo mamma e papa Che fatica questi capricci, muoversi tra regole e permessi Genitori e nonni, due generazioni a confronto (a questo incontro è consigliata la presenza dei nonni) La partecipazione è gratuita. L iscrizione può avvenire telefonicamente, personalmente presso la Segreteria o compilando il modulo sul sito sezione corsi, inviandolo poi a E necessaria la tessera sanitaria 17

18 Giochi e giocattoli, canzoni e filastrocche, riflessioni e idee pratiche su GIOCO e MUSICA nella relazione col bambino nel primo anno di vita Il corso di Note in Gioco è rivolto ai genitori con bambini dai 4 ai 12 mesi e propone 3 incontri sulla musica e 3 sul gioco, tenuti da operatrici esperte sul tema. Negli incontri vengono proposte attività esplorative ai bambini e spunti di riflessione e confronto ai genitori, per scoprire come, nella quotidianità, il gioco e la musica siano dimensioni costitutive dell'esperienza di crescita, occasione di incontro e scoperta di sé e dell'altro, spazio di relazione tra adulto e bambino, tempo di creazione e benessere. Il corso consiste in nr 6 incontri di nr 2 ore cadauno e si tiene il martedì mattina presso l aula corsi del Consultorio; è consigliato un abbigliamento comodo e calzettoni per il genitore, mentre per il piccolo una salvietta o una copertina. Il corso è soggetto a contributo per rimborso spese materiale di e sarà attivato con un minimo di nr 6 iscritti. Pagamento: con qualche giorno di anticipo presso la Segreteria del Consultorio o il giorno stesso di inizio del corso presentandosi almeno 15 minuti prima. L iscrizione può avvenire telefonicamente, personalmente presso la Segreteria o compilando il modulo sul sito sezione corsi, inviandolo poi a E necessaria la tessera sanitaria 18

19 Il nostro obbiettivo (Mission) La mission del Consultorio di Trezzo è insita nella propria denominazione: La Famiglia, ed è quella di operare in favore della famiglia e della vita, offrendo servizi alla persona alla coppia e alla famiglia nella sfera bio-psico-sociale e relazionale, con un attenzione particolare alle giovani coppie, cui viene offerto un percorso in preparazione alla vita matrimoniale e genitoriale, dei servizi sanitari e psico-sociali di accompagnamento alla nascita del figlio e uno studio della fertilità. Il Consultorio di Trezzo, si qualifica come specialista nelle e delle problematiche che caratterizzano la relazione in famiglia, nella vita di coppia, nell educazione genitorifigli, nelle relazioni intergenerazionali, in quelle fondante l essere e la dignità di persona e nella cura dei legami tra i generi, le generazioni e i gruppi sociali; esso pone come principio fondamentale del proprio operato la centralità della persona: la accoglie nel rispetto della sua identità, della sua dignità e della sua libertà. In particolare intende: divulgare e promuovere la cultura della famiglia, promuovere attività di sostegno e di aiuto alle famiglie, alle coppie e ai giovani nelle scelte e nelle decisioni che la società sollecita svolgere un servizio di sostegno concreto al singolo, alle coppie o alle famiglie in difficoltà, mediante colloqui e consulenze con specialisti informare e formare adolescenti, giovani genitori ed educatori in merito all educazione affettivo-sessuale sostenere e tutelare, fisicamente e psicologicamente, la partoriente e il neonato. favorire il rispetto, la tutela e la cura della vita umana in tutte le sue forme, fin dal concepimento. La famiglia rimane, comunque, al centro dell attenzione e delle priorità dell attività del Consultorio, convinti come siamo che resta sempre La base della civiltà dell amore (Papa G.P.II), La scuola di umanità più completa e più ricca (Gaudium et Spes, 52), il luogo dove viene continuamente vissuta in maniera concreta la solidarietà intergenerazionale. 19

20 Orari di apertura Segreteria per appuntamenti Mattino Pomeriggio Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Chiuso FONDAZIONE Centro per la Famiglia Cardinal C.M. Martini o.n.l.u.s Piazza Nazionale, Trezzo Sull Adda (MI) Tel. 02/ fax indirizzi Direzione: Amministrazione: Informazioni/Iscrizione ai Corsi: Informazioni/Prenotazioni: 20

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

GUIDA AI CONGEDI PARENTALI

GUIDA AI CONGEDI PARENTALI L anticipazione del congedo di maternità si applica anche alle LAVORATRICI A DO- MICILIO E ALLE LAVORATRICI ADDETTE AI SERVIZI DOMESTICI E FAMILIARI (COLF). Prolungamento del congedo di maternità Il congedo

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori a cura del Comitato nazionale multisettoriale per l allattamento materno 1. Tutte le mamme hanno il latte Allattare al seno è un gesto naturale. Fin dall inizio del mondo, attraverso il proprio latte le

Dettagli

Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org.

Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org. Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org. giud., Uff, II) Con la presente nota-circolare si ritiene

Dettagli

CAPO I Aspettative, congedi, ferie

CAPO I Aspettative, congedi, ferie CAPO I Aspettative, congedi, ferie ART. 1 ASPETTATIVA PER DOTTORATO DI RICERCA O BORSA DI STUDIO 1) ASPETTATIVA SENZA ASSEGNI I dipendenti con rapporto a tempo indeterminato ammessi ai corsi di dottorato

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

PUO ESSERE RICHIESTA PER:

PUO ESSERE RICHIESTA PER: L INTERDIZIONE DAL LAVORO PER LE LAVORATRICI MADRI (decreto legislativo n. 151/2001 così come modificato dalla legge 4/04/2012, n. 35) http://www.parlamento.it/leggi/deleghe/01151dl.htm PUO ESSERE RICHIESTA

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Campagna per la promozione dell affidamento familiare Il primo diritto che andrebbe assicurato ad ogni bambino è quello

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN

REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN Comune di Bonate Sotto Provincia di Bergamo REGOLAMENTO SPAZIO GIOCO PIMPIRULIN Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale nr.11 del 2.3.2009 Pubblicato all Albo dal 19.3.2009 al 3.4.2009 Reg.nr.102

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Manuale per i lavoratori del settore privato

Manuale per i lavoratori del settore privato Manuale per i lavoratori del settore privato in materia di conciliazione vita/lavoro: diritti e opportunità A cura di Raffaella Calasso Responsabile Ufficio Legale Aeroporti di Puglia S.p.a., in collaborazione

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO

DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO 1 premessa La tutela della lavoratrice madre è un principio fondamentale sancito dall articolo 37 della

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80. (GU n.144 del 24-6-2015 - Suppl. Ordinario n. 34)

DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80. (GU n.144 del 24-6-2015 - Suppl. Ordinario n. 34) 1 di 10 24/06/2015 21:30 DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80 Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, in attuazione dell'articolo 1, commi 8 e 9, della legge 10 dicembre

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Gestionedellamaternità ealtriistituti delrapportodilavoro

Gestionedellamaternità ealtriistituti delrapportodilavoro Gestionedellamaternità ealtriistituti delrapportodilavoro RAPPORTO DELLA MALATTIA CON GLI ALTRI ISTITUTI L insorgere dell evento maternità influenza anche le modalità di gestione collegate ad altri istituti

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Legislazione italiana ed europea a confronto

Legislazione italiana ed europea a confronto Legislazione italiana ed europea a confronto NATI INDESIDERATI Riconoscimento del nato e parto anonimo di Graziana Campanato 1 Filiazione legittima e naturale La nostra legislazione distingue la filiazione

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

I CONTRIBUTI FIGURATIVI

I CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI FIGURATIVI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Olindo Daliana Giuseppe Manzi Simone Parola Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo Rizzuti

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità 6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le donne che esercitano un attività lucrativa hanno diritto all indennità di maternità

Dettagli

SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ. MARCO FRISONI Castellanza, 27 settembre 2012

SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ. MARCO FRISONI Castellanza, 27 settembre 2012 CONVALIDA DELLE DIMISSIONI E SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ MARCO FRISONI Castellanza, 27 settembre 2012 La Legge n. 92/2012 si occupa sia della questione delle dimissioni della lavoratrice madre (ovvero

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Dott.ssa Lorenza Donati Convegno Agli albori della salute: prevenzione

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Liceo T. Mamiani. Viale delle Milizie, 30 Roma. Febbraio 2014

Liceo T. Mamiani. Viale delle Milizie, 30 Roma. Febbraio 2014 .. Arch. Cristina Maiolati Via U. Saba,72 Roma Via Ulisse 28 S. F. Circeo (LT) c. maiolati@tiscali.it DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI redatto ai sensi dell art. 26 C. 3 del D.Lgvo. 81/08 Febbraio 2014

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

PERCORSO NASCITA E SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ: il progetto Adozione Sociale

PERCORSO NASCITA E SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ: il progetto Adozione Sociale Pag. 1 di 5 PERCORSO NASCITA E SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ: il progetto Adozione Sociale INDICE: : il progetto Adozione Sociale I gruppi pre-parto La favola della nascita: un viaggio tra fantasia e realtà

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO.

L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO. L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO. Ricercatrice: Serena Bezzi Trento, gennaio 2009 - giugno

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL PERSONALE IN PART TIME

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL PERSONALE IN PART TIME LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEL PERSONALE IN PART TIME Parte Prima- LA REGOLAMENTAZIONE Premessa Il rapporto di lavoro a tempo parziale viene convenzionalmente definito come attività lavorativa a carattere

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 MINIMI ED ALTRI ISTITUTI ECONOMICI 130 euro al 5 livello; 112 euro al 3 livello; 132 euro in media Tranche: 1/1/ 13 35 euro; 1/1/ 14 45 euro; 1/1/ 15 50 euro Conglobamento

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SUL PERCORSO NASCITA, 2002 ASPETTI METODOLOGICI E RISULTATI NAZIONALI

INDAGINE CONOSCITIVA SUL PERCORSO NASCITA, 2002 ASPETTI METODOLOGICI E RISULTATI NAZIONALI INDAGINE CONOSCITIVA SUL PERCORSO NASCITA, 2002 ASPETTI METODOLOGICI E RISULTATI NAZIONALI Michele Grandolfo, Serena Donati e Angela Giusti Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

RISOLUZIONE N. 10/E. OGGETTO: Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Attività consultoriale a pagamento - Qualificazione ONLUS.

RISOLUZIONE N. 10/E. OGGETTO: Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Attività consultoriale a pagamento - Qualificazione ONLUS. RISOLUZIONE N. 10/E Direzione Centrale Normativa Roma, 23 gennaio 2015 OGGETTO: Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Attività consultoriale a pagamento - Qualificazione ONLUS. Con l interpello

Dettagli

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE In un qualsiasi anno prima dell'uso esteso dei vaccini in Italia si registravano circa 3.000 casi di poliomielite, circa 12.000 di difterite, circa 700 casi

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

CONTRIBUTI FIGURATIVI

CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI COSA SONO: I contributi determinano il diritto e l'importo della pensione. SI SUDDIVIDONO IN: - mensili - settimanali - giornalieri Un anno, composto di 12 mesi, comporterà 12 contributi mensili

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Il Numero e la Tessera Social Security

Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Avere un numero di Social Security è importante perché è richiesto al momento di ottenere un lavoro, percepire sussidi dalla

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

qualità uniche, ma è anche molto di più.

qualità uniche, ma è anche molto di più. 1 Care mamme, cari papà, è a voi pr ima di tutto c he è r ivolta questa piccola guida, che accompagnerà la campagna per l allattamento al s e n o promossa dal Ministero della Salute. Lo slogan scelto è:

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

I costi percepiti della maternità per le madri lavoratrici e per le imprese

I costi percepiti della maternità per le madri lavoratrici e per le imprese I costi percepiti della maternità per le madri lavoratrici e per le imprese FEBBRAIO 2012 Indice Introduzione 2 1. I costi diretti 2 2. I costi diretti e indiretti della maternità percepiti dai datori

Dettagli

guida ai diritti dall A alla Z

guida ai diritti dall A alla Z FUNZIONE PUBBLIC A FRIULI VENEZIA GIULIA COMPARTO MINISTERI guida ai diritti dall A alla Z a cura della segreteria regionale Fp Cgil Fvg - novembre 2010 Comparto ministeriali SOMMARIO A -----------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli