EDITORE SUICIDA PER CRISI MA LA POLITICA È DISTRATTA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EDITORE SUICIDA PER CRISI MA LA POLITICA È DISTRATTA"

Transcript

1 NON RICEVE ALCUN FINANZIAMENTO PUBBLICO Anno I n. 4 Giovedì 13 febbraio 2014 euro 0 REG. TRIB. ROMA 206/13 EDITORE: SOC. COOP. COMUNICA - DIRETTORE RESPONSABILE: CARMINE ALBORETTI EDITORE SUICIDA PER CRISI MA LA POLITICA È DISTRATTA DI CARMINE ALBORETTI Di crisi si muore. Ce ne dimentichiamo troppo spesso. Eppure, mentre si dibatte di legge elettorale e impazza il duello, tutto interno al Partito democratico, tra Enrico Letta e Matteo Renzi, c è chi, sentendosi abbandonato da tutti e da tutto, compie la scelta estrema di togliersi la vita. È successo di nuovo questa mattina. Giorgio Zanardi, fondatore e titolare dell'omonimo gruppo editoriale di Padova, si è suicidato. Le ragioni sarebbero da ricondurre al difficile momento economico che, complice la crisi, l'imprenditore stava vivendo. Il nome dell editore si aggiunge al troppo lungo elenco delle vittime di questa crisi che non è solo economica. Il governatore veneto Zaia ha sottolineato, a ragione, che è la nostra società nel suo insieme che sta vivendo uno dei momenti storici più drammatici di sempre e per uscirne è indispensabile che uno Stato e un governo distratti da beghe di segreterie politiche comincino a pensare ai problemi reali. Il punto cruciale è proprio questo: è venuto meno il collante tra i politici e la vita reale. E ciò - non smetteremo mai di ripeterlo ad alta voce - è accaduto perché si è eclissata la spinta etica che dovrebbe sempre sorreggere l attività dei protagonisti della vita pubblica. Il bene comune, oggi tanto sbandierato a destra e a manca, più che un obiettivo da raggiungere, è uno slogan di cui ci si riempie la bocca. La nostra classe dirigente, del resto, parla per frasi fatte, si accontenta di esprimere solidarietà a parole, piuttosto che condividere l ansia e la preoccupazione delle famiglie e delle piccole e medie imprese. Zanardi, come tanti, purtroppo, prima di lui, non è riuscito a sopportare il peso di una burocrazia che opprime, di una pressione fiscale che spesso manca di una dimensione umana, di un sistema creditizio sempre pronto ad aiutare i forti e a scaricare i deboli. L'incertezza e la precarietà impediscono ai giovani di pensare in termini di speranza al proprio futuro, demotivandoli e costringendoli a vivere senza prospettive. Il lavoro, ormai, non lo cercano nemmeno. Queste dovrebbero essere le priorità dei nostri esponenti politici. Ma siamo alle prese con una nuova crisi di governo. E delle tanto agognate riforme, non si vede l ombra. Bollettino della Banca centrale europea I giovani sono le vittime principali dello sfacelo economico in Italia e nell eurozona Senza lavoro e prospettive, abbandonati da Stati sempre più presi dal far quadrare i conti invece di difendere le fasce più deboli e colpite Dalla Cisl un Patto per rilanciare l occupazione a pagina 3

2 2 Obiettivo su... Marò, telefonata tra Bonino e Ban Ki-moon Informativa del ministro degli Esteri sulla vicenda dei militari illegittimamente trattenuti in India Per La Russa l unico modo per uscirne è trasformare la vicenda in questione di dignità nazionale di Carmine Alboretti Sul caso dei nostri due marò, illegittimamente trattenuti in India dalle autorità locali in violazione delle norme del diritto internazionale, la nostra classe politica continua a dimostrare la propria inadeguatezza. Il ministro degli Esteri, Emma Bonino, oggi ha riferito alle Camere sulla vicenda dei due militari del Battaglione San Marco accusati di aver ucciso due pescatori nel corso di una operazione anti-pirateria. La leader radicale ha espresso "rammarico e perplessità" per le parole pronunciate dal segretario generale Onu che, in un primo momento, ha definito il grave caso "una questione bilaterale", lasciando intendere che la questione non riguardi le Nazioni Unite. L'ex commissario Ue ha spiegato di aver avuto un colloquio telefonico con Ban Ki-moon che le avrebbe assicurato comprensione e una sua successiva azione nei confronti delle autorità indiane. Un po poco, a dir il vero, rispetto ad una storia che, con altri interlocutori, sarebbe stata definita da Politici under 35 crescono con l Anci Per amministrare un comune piccolo o grande che sia, occorre, oltre all'onestà ed alla passione per il bene comune, fondamentale specie per quei politici che dicono di ispirarsi al Magistero ed alla Dottrina sociale della Chiesa, anche un bagaglio culturale adeguato. Il presidente dell'anci, nonché sindaco di Torino, Piero Fassino, insieme al ministro per l'integrazione Cecile Kyenge e al presidente di Anci Giovani Nicola Chionetti, hanno presentato questa mattina alla stampa il programma dei prossimi percorsi locali della Scuola Anci per amministratori under 35. "Siamo l'istituzione più vicina ai cittadini e come tale - ha affermato Fassino - dobbiamo sempre più aggiornare e ampliare il nostro bagaglio di esperienza". Il ciclo di lezioni 2014 si articolerà in otto percorsi formativi che conterranno seminari, laboratori e webinar. Dopo l'ampio riscontro di partecipazione dello scorso anno, l'anci ha deciso di incrementare le possibilità per i giovani impegnati nell'amministrazione delle città Il ciclo di lezioni per l anno 2014 si articolerà in otto moduli formativi (tutti gratuiti) con una nuova offerta gratuita da svolgersi nei centri interessati. Il presidente di Anci giovani e sindaco di Dogliani, Nicola Chionetti, ha citato alcuni numeri dei percorsi formativi, ricordando come "nel biennio saranno ben 3500 i giovani amministratori coinvolti in percorsi formativi. Oltre al rinnovamento della classe dirigente - ha concluso - èimportante capire come si governa un comune, grande o piccolo che sia. Per questo l'attività promossa da Anci e ministero è una esigenza primaria per chi vuole occuparsi della cosa pubblica". tempo. E senza arrecare nocumento, come, poi, purtroppo, è avvenuto, alla immagine del nostro Paese. L ex ministro Ignazio La Russa, di Fratelli d Italia, dopo l'informativa del ministro degli Esteri, ha commentato l intervento non senza una buona dose di ironia: Vorrei che il ministro Bonino mettesse lo stesso impegno speso nel gridare marijuana libera nel gridare I marò tornino a casa. Poi, dopo aver definito De Mistura inadeguato al ruolo che gli è stato affidato dall esecutivo, ha consigliato al governo di trasformare il caso da vicenda burocratica a questione di dignità nazionale, con una mobilitazione generale dell Italia tale da far dare, ad esempio, termini certi al nostro ritiro dalle missioni se i marò non torneranno in Italia o da rimandare a casa il console indiano a Milano che ha rifiutato il visto ad un europarlamentare italiano. Per Marco Marcolin, capogruppo in commissione Difesa per la Lega Nord a Montecitorio, la triste vicenda dei nostri due Marò è lo specchio della più lampante perdita di credibilità del ministro Bonino. La sua imbarazzante gestione, sotto il profilo diplomatico, ha aggravato non poco una vicenda già appesa a un filo. Le prese di posizione del ministro, specie quelle delle ultime settimane, si sono rivelate dannosissime. I risultati sono questi: raccontare una realtà che non esiste non gioverà a nessuno, meno che mai ai due fucilieri, ostaggi delle divisioni politiche indiane, e alle loro famiglie. Gian Piero Scanu, capogruppo Pd nella commissione Difesa, ha proposto che l Italia chieda che le Nazioni Unite mettano la propria bandiera sulle missioni anti-pirateria ad oggi solo autorizzate ma realizzate autonomamente da Ue e Nato. Non ci resta che attendere le prossime ore. DOMANI ALLE 14 Flash Mob a Trinità dei Monti contro la violenza sulle donne Domani alle ore 14 in piazza Trinità dei Monti, la onlus internazionale Hands Off Women aderisce al Flash Mob mondiale One Billion rising for Justice contro le violenze sulle donne. Per il secondo anno consecutivo, la onlus, presieduta da Isabella Rauti, insieme ad altre organizzazioni e associazioni femminili tra le quali Angeli Press, Centro Indivenire, EuroDap, Associazione Movimento Donna, Pink Roma e Sos Donna, sarà in piazza per condividere il messaggio della mobilitazione mondiale che questa edizione dedica al tema della Giustizia. La violenza contro le donne non è un fatto privato - precisa la Rautima un flagello sociale mondiale che non conosce confini, una sfida da affrontare e vincere tutti insieme. Le partecipanti scenderanno la scalinata di piazza di Spagna e, con il supporto della coreografa Evelyn Hanack e della regista Manuela Metri, si esibiranno nella danza mondiale di One Billion rising. Hanno aderito a questa edizione l attrice Nicoletta Romanoff, la Miss Italia 2013, Giusy Buscemi, Matilde Brandi, Jenet De Nardis, attrice, e Fioretta Mari che interpreterà di Alda Merini.

3 3 Obiettivo su... L APPELLO DELLA UIL Il governo rinunci a tagliare la cig Il governo rinunci all'idea di ridurre la durata dei periodi per cassa Integrazione e mobilità in deroga, prevista dallo schema di decreto e sposti di almeno due anni una diversa disciplina delle concessioni e delle durate degli ammortizzatori a partire dal Lo chiede Guglielmo Loy, segretario confederale della Uil. In cinque anni di crisi, le ore autorizzate di cassa integrazione sono state circa 5,3 miliardi. La cassa in deroga, con oltre 1,4 miliardi di ore, ha avuto un'incidenza media del 27,4%. Second le stime del sindacato, i posti di lavoro salvati nel 2013, sono stati circa 527 mila (pari a due punti del tasso di disoccupazione), di cui 137 mila grazie all'utilizzo della Cig in deroga, rileva Loy, ribadendo che è necessario trovare quanto prima la copertura. Come se non bastasse la crisi, parghecchiare l auto in aeroporti ed ospedali costa davvero troppo. Altroconsumo denuncia sino a euro l'anno per l'abbonamento in un parcheggio di collegamento a Milano senza abbonamento Atm, 105 euro per una settimana all'aeroporto di Roma Fiumicino, 15,30 euro per otto ore nel parcheggio dell'ospedale sant'orsola di Bologna. L'indagine dell associazione di consumatori evidenzia anche la situazione dei parcheggi utilizzati frequentemente da chi per lavoro o studio è costretto a muoversi quotidianamente dalle zone limitrofe alle grandi città. E sono state riscontrate tariffe agevolate per gli abbonati Atm, che con circa 300 euro possono parcheggiare tutto l'anno. A Roma meglio: gratis per gli abbonati Metrebus. Lavoro, i giovani vittime della crisi in tutta l eurozona Bce: l Italia è al terzo posto per tasso di disoccupazione e al primo per numero di neet La Cisl propone il programma Garanzia giovani per rilanciare il mercato occupazionale I giovani sono le vittime principali di una crisi economica che sta devastando l Italia e l eurozona. Per loro non c è lavoro e purtroppo, se non si inverte la tendenza, non ci sarà futuro. D altronde la ripresa economica stenta in tutta Europa, come conclamato dal bollettino mensile della Banca centrale europea che conferma un livello di inflazione basso nell'area euro (1,1% nel 2014 e all'1,4% per il 2015) ribadisce che i tassi di interesse "resteranno ai livelli attuali o piu' bassi per un prolungato periodo di tempo" e chiede ai governi di "non vanificare gli sforzi di risanamento". Sul fronte del mercato del lavoro, la Bce spiega che "seppure in fase di stabilizzazione, la disoccupazione resta elevata nell'area dell'euro e i necessari aggiustamenti di bilancio nei settori pubblico e privato continueranno a pesare sul ritmo della ripresa". Sono i giovani, secondo l Eurotower, i più colpiti dalle ricadute occupazionali della crisi, in determinati casi a causa di "norme restrittive in materia di tutela del posto di lavoro, che avrebbero favorito l'emergere di un mercato del lavoro duale caratterizzato da divari fra quanti detengono un contratto a tempo indeterminato e chi, specie tra Qualcosa si muove in direzione di una politica economica che aiuti le imprese a rimettere in moto il Paese. Il ministero dello Sviluppo economico ha stipulato una convenzione con l Associazione bancaria italiana e la Cassa depositi e prestiti per rendere disponibili 2,5 miliardi di incentivi alle piccole e medie imprese operative in Italia per realizzare nuovi investimenti nel processo produttivo, come previsto dalla cosiddetta Nuova Sabatini. Lo ha annunciato stamani il ministro dello Sviluppo, Flavio Zanonato, in una conferenza stampa con il direttore generale della Cdp, Matteo Del Fante, e il dg dell'abi, Giovanni Sabatini. ACCORDO TRA MISE, ABI E CDP Pmi, pronti 2,5 miliardi di investimenti La convenzione prevede un plafond incrementabile fino a 5 miliardi È prevista la costituzione, presso la Cdp, di un plafond di 2,5 miliardi di euro (eventualmente incrementabili con successivi provvedimenti fino a cinque miliardi) che le banche e altri intermediari finanziari possono utilizzare per concedere finanziamenti alle Pmi (incluse quelle agricole e ittiche) per investimenti in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature da destinare al processo produttivo, nonché investimenti in hardware, in software e in tecnologie digitali. Le banche aderenti alla convenzione, o le società di leasing, se in possesso di garanzia rilasciata da una banca aderente alle convenzioni, potranno utilizzare il plafond per concedere finanziamenti fino al 31 dicembre Il Mise concede un contributo in favore delle Pmi a parziale copertura degli interessi a carico delle imprese con uno stanziamento complessivo di bilancio pari a 191,5 milioni per gli anni Il contributo è LA DENUNCIA DI ALTROCONSUMO Parcheggiare in aeroporti e ospedali costa troppo Il ministero dello Sviluppo i giovani, ha un contratto a termine". Il bollettino sottolinea che "nel 2007 il 50% dei giovani occupati nell'area dell'euro era titolare di un contratto a termine". In particolare, secondo l Istituto di Francoforte, l'italia si classifica al terzo posto nell'eurozona per tasso di disoccupazione giovanile, superata solo da Grecia e Spagna. Il nostro, inoltre, è il Paese dell'eurozona con il maggior numero di giovani neet (persone di etàcompresa tra i 15 e i 24 anni che non sono né occupate, né impegnate in attività di studio o formazione). Dal 2007 al 2012 i neet Italiani sono passati da circa il 16% a oltre il 21% del totale, un incremento percentuale inferiore solo a quelli di Grecia e Irlanda. Numeri che preoccupano le forze sociali. La Cisl, dal canto suo, propone il programma Garanzia giovani, che rappresenta un importante strumento per avviare un'inversione di tendenza nel mercato del lavoro italiano. "Da sempre la Cisl - spiega il segretario confederale Luigi Sbarra - individua in un fortissimo irrobustimento delle politiche attive del lavoro ed in particolare nella riforma dei servizi per l'impiego, gli interventi più urgenti per invertire la pesantissima situazione. Per l'italia è arrivato il momento di agire". Adolfo Spezzaferro pari all'ammontare degli interessi, calcolati su un piano di ammortamento, al tasso del 2,75% annuo per cinque anni. C'è inoltre la possibilità di beneficiare del Fondo di garanzia per le Pmi fino alla misura dell'80% sul finanziamento bancario ottenuto dall'impresa, con priorità di accesso. Il finanziamento richiesto deve essere minimo di 20 mila euro, fino a un massimo di due milioni, può coprire fino al 100% degli investimenti e deve essere interamente utilizzato a copertura degli investimenti stessi. Le domande potranno essere presentate a partire dal 31 marzo I moduli saranno disponibili entro il 10 marzo 2014 sul sito

4 4 Europa Ogm, 12 Paesi contro la Ue: ritiri la proposta Italia in testa, per chiedere di annullare l autorizzazione per la coltivazione di mais transgenico La soluzione è nelle mani della Commissione Solo cinque Stati hanno sostenuto la decisione L'Italia continua la sua battaglia per la biodiversità delle colture agricole e trova al suo fianco altri 11 Paesi europei: Austria, Bulgaria, Cipro, Francia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Polonia, Slovenia, Malta). In una lettera inviata al commissario alla Salute dell'unione europea, Tonio Borg, c'è la richiesta di ritirare la proposta che autorizza la coltivazione del nuovo mais transgenico Per il governo italiano c'è la firma del ministro per gli Affari europei Enzo Moavero. La lettera fa riferimento al Consiglio Affari generali dell'11 febbraio, dove gli Stati hanno deciso di non votare. La discussione al Consiglio scrivono i ministri ha reso chiaro che nella sensibile questione di autorizzare il mais 1507, la soluzione è nelle mani della Commissione. Che è ancora nella posizione di ritirare la sua proposta. Una grande maggioranza degli attori coinvolti, il Parlamento Ue e gli Stati membri si sono ripetutamente opposti alla proposta e solo cinque Stati l'hanno sostenuta mentre diciannove erano contrari. Siamo convinti che la Commissione non può ignorare le preoccupazioni legali, politiche e scientifiche di così tanti Stati e del panorama politico. Chiudono la missiva dicendosi fiduciosi in un passo indietro della Commissione. Commenti positivi dalle organizzazioni di categoria del primo settore. Il presidente della Confederazione italiana agricoltori, Giuseppe Politi, esprime apprezzamento per l'iniziativa, chiedendo al governo italiano di procedere alla dichiarazione della clausola di salvaguardia. Un iniziativa quanto mai opportuna per difendere la biodiversità dell agricoltura e tutelare i consumatori. Questa presa di posizione spiega Politi è importante e può evitare che l agricoltura europea, e in particolare quella italiana, venga contaminata dagli Organismi geneticamente modificati, contro i quali si è espressa la stragrande maggioranza dei cittadini europei, sette su dieci. Percentuale che supera addirittura l 80 per cento nel nostro Paese. Il recente Consiglio europeo ha confermato rimarca il presidente della Cia che sul biotech ci sono profonde divisioni tra i 28, ma soprattutto grande confusione sulla linea da sviluppare. E questo presta, purtroppo, il fianco a chi vuole aprire le porte dell agricoltura europea agli Ogm. È una cosa che non possiamo assolutamente accettare. Quindi, accogliamo positivamente l azione promossa dai dodici Paesi, auspicando che il fronte anti-organismi geneticamente modificati si faccia ancora più ampio. L Italia aggiunge Politi deve mantenere una posizione ferma e arrivare alla dichiarazione della clausola di salvaguardia per impedire che gli Ogm contaminino la nostra agricoltura diversificata e saldamente legata alla storia, alla cultura, alle tradizioni delle variegate realtà rurali. Ribadisco che gli Ogm non servono alla nostra agricoltura. La nostra contrarietà al transgenico non scaturisce da una scelta ideologica, ma dalla consapevolezza che l utilizzazione degli Organismi geneticamente modificati può annullare la nostra idea di agricoltura. Annullare, cioè, l unico vantaggio competitivo dei suoi prodotti sui mercati: quello della biodiversità. Non si tratta di una posizione oscurantista. Tutt altro. Chiediamo alla scienza di continuare a contribuire alla crescita di questo tipo di agricoltura. E questo lo si può fare senza ricorrere al biotech, come, del resto, è avvenuto fino ad oggi con risultati molto importanti. Intanto scendono ad appena 27 i Paesi che nel mondo hanno coltivato biotech nel 2013, per un totale di 175 milioni di ettari concentrati, soprattutto negli Stati Uniti (70.1 milioni di ettari), in Brasile (37 milioni in Brasile), 24,4 milioni (Argentina) e Canada (11 milioni), ma anche in Cina e nei Paesi di via di sviluppo sotto il pressing delle multinazionali. È quanto emerge dai dati dell'international Service for the Acquisition of Agri-Biotech Applications (ISAAA) dal quale si evidenzia il calo rispetto al 2012 in cui erano 28 i Paesi a coltivare biotech. In coda alla classifica l'unione europea dove, nonostante l'azione delle lobby che producono Ogm, nel 2013 sono rimasti solo cinque, su ventotto, i Paesi a coltivare Ogm (Spagna, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia e Romania), con appena 148 mila ettari di mais transgenico Mon810 piantati nel 2013, la quasi totalità in Spagna ( ettari). Nicola De Ieso

5 5 Società e salute RAGGIUNTO IL PICCO In 2,5 milioni a letto a causa dell influenza L influenza ha raggiunto il suo picco. Nella settimana che va dal 3 al 9 febbraio - annunciano i medici-sentinella della rete Influnet nell'ultimo bollettino - la curva dell epidemia ha già iniziato la sua discesa: dopo avere toccato nella settimana precedente il tetto di 6,28 casi ogni mille assistiti (oltre 373 mila casi in tutto), l incidenza dei virus è scesa ora a 6,10 casi per mille (363 mila casi circa). Dall inizio della sorveglianza, l influenza di quest anno ha messo a letto finora circa 2,5 milioni di italiani, in particolare bimbi da 0 a 4 anni. Durante la settimana del picco l incidenza dei virus influenzali fra i bimbi da 0 a 4 anni è stata pari a 19,69 casi ogni mille assistiti. Mamme depresse, progetto di ricerca in Lombardia L iniziativa mira ad offrire un supporto adeguato in una fase molto delicata della vita La depressione in gravidanza o nel post-partum in Italia colpisce il 16% delle donne. Di qui l'avvio di "Depressione in gravidanza e post partum: modello organizzativo in ambito clinico, assistenziale e riabilitativo", progetto di ricerca indipendente finanziato dalla Regione Lombardia e svolto dall'azienda Ospedaliera Fatebenefratelli e Oftalmico di Milano, in collaborazione con l'osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna e con la partecipazione dell'associazione Progetto Itaca. L'obiettivo che ci si propone di realizzare è quello di offrire un supporto adeguato in una fase tanto delicata della vita. Il tutto puntando sulla formazione adeguata degli operatori sanitari e sulla individuazione precoce della patologia per promuoverne un trattamento tempestivo ed efficace. Senza dimenticare l'importanza di una campagna di sensibilizzare della popolazione sul tema. Il progetto mira a creare un modello organizzativo clinico-assistenziale di presa in carico della paziente con depressione perinatale. In questo contesto l'associazione Onda, da anni impegnata nel settore, ha svolto un'indagine, presentata presso la sede della Regione, condotta su 502 donne e 500 uomini lombardi fra i 25 e i 55 anni, al fine di comprenderne le percezioni e i vissuti relativi a questa malattia. Da oggi online gli accessi ai pronto soccorso Zingaretti invita le strutture ospedaliere e i Dea del Lazio alla prova trasparenza TECNOLOGIA IN CORSIA Da oggi in poi, tramite internet, è possibile monitorare i dati di accesso alle strutture ospedaliere del Lazio, valutare le attese, il tipo dei codici di trattamenti di tutti gli ospedali sede di Dea e Pronto Soccorso. Basta cliccare su L iniziativa è stata presentata questa mattina nella sede della giunta regionale del Lazio dal presidente della Regione, Nicola Zingaretti, insieme al responsabile della cabina di regia della sanità Alessio D'Amato, alla direttrice della programmazione sanitaria della regione Lazio, Flori Degrassi, e a Rodolfo Lena, presidente della commissione sanità del Consiglio regionale. Il progetto si inserisce nel percorso che la Regione Lazio ha intrapreso per costruire un sistema di informazioni, permettendo ai cittadini di poter accedere ai dati del Sistema Sanitario Re- La depressione post-partum è ritenuta dagli intervistati un disturbo grave, che può colpire la donna in seguito alla nascita di un figlio. Il 20% delle partecipanti alla survey dichiara di aver ricevuto una diagnosi di depressione perinatale o pensa comunquedi averne sofferto, in media all'età di 31 anni e durante la prima gravidanza. Principali fattori di rischio riconosciuti dal campione sono il cambiamento di vita e le nuove responsabilità. gionale. I dati disponibili sul sito della Regione rappresentano un mezzo importante di informazione e una prova di trasparenza dei servizi sanitari. Il portale offretabelle aggiornate costantemente in tempo reale. I dati si riferiscono agli accessi nei Pronto Soccorso o Dipartimenti di Emergenza di I o II livello, registrati dai singoli presidi attraverso il sistema Gipse (software per la gestione delle accettazioni in Ps). 13 febbrario 2014 Pianeta prevenzione Vaccino contro la rosolia campagna informativa della Regione Abruzzo La rosolia è troppo spesso sottovalutata, perché, al pari delle altre malattie esantematiche, viene erroneamente ritenuta pericolosa e con scarse complicazioni. Si tratta di un grossolano errore di valutazione, in quanto, ancora oggi, essa rappresenta un grande pericolo per i bambini se contratta dalla mamma nel primo trimestre della gravidanza. Ecco perché acquista grande importanza il vaccino rivolto a tutte le donne in età fertile. Le aspiranti mamme che si sottopongono alla vaccinazione possono affrontare la gravidanza in maniera serena, libere dall'incubo della sindrome da rosolia congenita che per il bambino comporta sordità, ritardo mentale, microcefalia, cataratta, malattie congenite del cuore, danni epatici e splenici. Per questo motivo la Regione Abruzzo ha realizzato una campagna di sensibilizzazione attraverso grandi manifesti nei quattro capoluoghi e sui retro dei bus extraurbani. Materiale informativo verrà, inoltre, distribuito in tutte le sedi vaccinali delle quattro Asl abruzzesi e sabato 15 febbraio nelle oasi informative dei centri commerciali Val Vibrata di Colonnella (Teramo), L'Arca di Spoltore (Pescara), Megalò di Chieti e l'aquilone dell'aquila. Presso le Oasi saranno disponibili medici dei servizi vaccinali delle Asl e hostess qualificate che risponderanno alle domande e ai dubbi dei cittadini.la campagna sulla rosolia conclude un ciclo di quattro iniziative di comunicazione promosse dalla Regione e dedicate ai vaccini (influenza, morbillo, parotite, rosolia, pneumococco e meningococco, rosolia in età fertile) con lo scopo di sensibilizzare la collettività alla prevenzione e di favorire una adesione informata e consapevole da parte dei cittadini alle vaccinazioni raccomandate. per saperne di più basta cliccare sul sito

6 6 Chiesa e dintorni Le università cattoliche si aprano al mondo Udienza del Papa con i partecipanti alla Plenaria della Congregazione per l Educazione Cattolica Va garantito il diritto di tutti di accedere al sapere, senza mai tralasciare la proposta cristiana di Carmine Alboretti Questa mattina i partecipanti alla Plenaria della Congregazione per l'educazione Cattolica (degli Istituti di Studi) sono stati ricevuti dal Santo Padre nella Sala Clementina. "L educazione cattolica - ha affermato il Papa nela sua allocuzione - è una delle sfide più importanti della Chiesa, impegnata oggi a realizzare la nuova evangelizzazione in un contesto storico e culturale in costante trasformazione. Il Successore di Pietro si è soffermato sui temi all ordine del giorno, particolarmente impegnativi, come l'aggiornamento della Costituzione apostolica "Sapientia christiana", il consolidamento dell identità delle Università cattoliche e la preparazione degli anniversari che cadranno nel 2015, ossia il 50 della Dichiarazione conciliare Gravissimum educationis e il 25 della Costituzione apostolica Ex corde Ecclesiae. L'attenzione dei partecipanti alla Plenaria è stata richiamata su tre aspetti: il valore del dialogo nell'educazione, la preparazione qualificata dei formatori e la responsabilità delle istituzioni educative. "Le scuole e le Università cattoliche - ha detto il Pontefice - sono frequentate da molti studenti non cristiani o anche non credenti. A tutti offrono una proposta educativa che mira allo sviluppo integrale della persona e che risponde al diritto di tutti di accedere al sapere e alla conoscenza. Ma a tutti ugualmente sono chiamate ad offrire, con pieno rispetto della libertà di ciascuno e dei metodi propri dell ambiente scolastico, la proposta cristiana". Il Papa ha, poi, ricordato che oggi l educazione "è rivolta ad una generazione che cambia, e che quindi ogni educatore - e tutta la Chiesa che è madre educatrice - è Donne fondamentali nella Chiesa Se nel mondo del lavoro e nella sfera pubblica è importante l apporto più incisivo del genio femminile, tale apporto rimane imprescindibile nell ambito della famiglia, che per noi cristiani non è semplicemente un luogo privato, ma quella Chiesa domestica, la cui salute e prosperità è condizione per la salute e prosperità della Chiesa e della società stessa. Pensiamo alla Madonna: la Madonna nella Chiesa crea qualcosa che non possono creare i preti, i vescovi e i Papi. E lei l autentico genio femminile. E pensiamo alla Madonna nelle famiglie. A cosa fa la Madonna in una famiglia. La presenza della donna Sante parole nell ambito domestico si rivela quanto mai necessaria, dunque, per la trasmissione alle generazioni future di solidi principi morali e per la stessa trasmissione della fede. Discorso ai partecipanti del Congresso Nazionale del Centro Italiano femminile (Cif) del 25 gennaio chiamato a cambiare, nel senso di saper comunicare con i giovani che ha di fronte". Riguardo alla responsabilità delle istituzioni educative esse devono "esprimere una presenza viva del Vangelo nel campo dell educazione, della scienza e della cultura". "Occorre - ha concluso - che le istituzioni accademiche cattoliche non si isolino dal mondo, ma sappiano entrare con coraggio nell areopago delle culture attuali e porsi in dialogo, consapevoli del dono che han- DIOCESI DI RIMINI Liturgia e Vaticano II Alla Lateranense simposio internazionale Cinquant anni dalla Sacrosanctum Concilium una delle quattro costituzioni emanate dal Concilio Vaticano II, che è alla base della riforma liturgica. All Università Lateranense, dal 18 al 20 febbraio, si terrà un simposio internazionale. L evento è stato presentato questa mattina alla stampa accreditata presso la Santa Sede. Monsignor Arthur Roche, segretario della Congregazione per il Culto divino e la Disciplina dei sacramenti, rispondendo alle domande dei giornalisti, ha affermato che una delle acquisizioni più importanti della Sacrosanctum Concilium è la partecipazione attiva di tutti i membri della Chiesa non soltanto dei chierici, alla liturgia. Ognuno di noi può dare una testimonianza su come i fedeli vivano la liturgia - ha aggiunto, a sua volta, monsignor Juan Miguel Ferrer, sottosegretario della medesima Congregazione, informando che durante i lavori del Simposio non verrà dato uno spazio specifico alla testimonianza dei laici, anche se ci saranno anche quest ultimi tra i relatori, insieme a vescovi, religiosi, sacerdoti. In ognuna delle sessioni di lavoro, tuttavia - hanno precisato - ci sarà spazio per il dialogo aperto, e sarà quello il momento in cui ognuno avrà l opportunità di esprimere la propria sensibilità ed esperienza. Don Benzi, inizia il processo canonico per la beatificazione Via libera al processo che don Oreste ci di beatifi- ha trasmesso cazione per don con l insegnamento Oreste Benzi, ma soprat- fondatore della tutto con la vita". comunità Papa Giovanni XXIII a Il 24 ottobre 2013 la teologa Elisabetta Rimini. La Congregazione Casadei, per le postulatrice della cause dei Santi, causa, aveva come riporta Radio consegnato al Vaticana, ha vescovo di Rimini trasmesso a la richiesta formale monsignor Francesco Lambiasi, vescovo di Rimini, di avvio del- l iter, dopo un anno di ricerche sulla il nulla osta firmato dal cardinale Angelo cosiddetta fama di santità del comzione, Amato, prefetto della Congregabattivo sacerdote sostenuta da molte che consente l avvio del processo lettere tra cui quelle di 9 cardinali, 41 di beatificazione. vescovi italiani e 11 prelati stranieri, ol- Giovanni Ramonda, responsabile generale tre a vari movimenti ecclesiali e alla della comunità non nasconde stessa comunità da lui fondata per vetre la propria emozione per un importante nire incontro alle esigenza degli ultimi. riconoscimento della Chiesa che ci Il parere positivo della Congregazione spinge ad impegnarci ancora di più nel delle cause dei Santi autorizza ora a vivere quell amore a Gesù e ai poveri procedere.

7 7 Lettere......e opinioni Mentre era in corso l assedio di Barletta il capitano francese La Motte accusò i nostri cavalieri di fellonia in battaglia Il capitano Ettore Fieramosca e i suoi coraggiosi uomini gli fecero rimangiare tutto: da allora la rivalità con i transalpini non è mai terminata L A N N I V E R S A R I O Il 13 febbraio 1503 tredici soldati di ventura difesero l onore dell Italia di Gino Zaccari Il13 febbraio 1503, nella piana tra Corato ed Andria (Trani), 13 cavalieri italiani diedero battaglia a 13 cavalieri francesi per difendere l onore dell Italia offeso da questi ultimi. Un aspetto ci interessa sottolineare prima di ogni altro, è questo: prima dello scontro, gli italiani, parteciparono alla messa nella cattedrale di Andria dove prestarono solenne giuramento di difendere l onore dell Italia, (una lapide ricorda ancora oggi l evento), e questo porta subito la nostra mente a quel giuramento che tutti gli amministratori del nostro Paese dovrebbero fare non per pura formalità ma con convinzione e senso dell onore, e combattere poi a costo di ogni sacrificio per mantenere la parola data, per difendere l onore d Italia, cosa che oggi non si fa con la lancia e la spada, ma promuovendo l occupazione e quindi la dignità del Paese e dei suoi abitanti, rispettando le istituzioni e il loro ruolo, difendendo i propri cittadini e militari all estero (ogni riferimento al caso marò è puramente voluto), cercando di essere portatori di valori positivi, di pace e concordia ma sempre nel rispetto della sovranità della nazione (cosa non fatta in mille occasioni, vedi tragedia del Cermis solo per dirne una). Questa storia, che vogliamo ricordare anche per risvegliare le coscienze e l orgoglio di chi ci legge, e magari di chi ci amministra, racconta di un duello svoltosi come vuole la migliore tradizione medievale, un piccolo scontro nel mezzo di una guerra gigantesca tra Francia e Spagna che si contendevano il possesso del suolo italiano, il Mezzogiorno in questo caso che come il resto della penisola sarebbe stato terra di spartizione ancora per secoli. In questa occasione in particolare, Francia e Spagna si erano accordate (Trattato di Granada) per spartirsi il Regno di Napoli di Federico I. Lo invasero i francesi da nord e gli spagnoli da sud stritolandolo rapidamente. Tra di loro però nacquero presto dissidi sull interpretazione del trattato, soprattutto nei confronti delle terre di confine e nell estate del 1502 si aprirono le ostilità tra le due potenze. Barletta a quel tempo era una roccaforte ricca e potente, i francesi decisero di porla sotto assedio. Mentre era in corso l assedio di Barletta, durante un banchetto, il capitano francese La Motte, che in quel momento era prigioniero degli italiani, (le regole della cavalleria prevedevano gesti di cortesia come questo, ovvero che un cavaliere anche se prigioniero poteva mangiare con gli altri cavalieri) insultò i cavalieri italiani accusandoli di fellonia e sfidandoli a duello, l insulto era del tutto inaccettabile e gli italiani non se lo fecero ripetere due volte accettando la sfida e rispondendo in battaglia, lancia alla mano, alle ingiurie gratuite ricevute. Alla loro guida c era il napoletano Ettore Fieramosca, al comando dei francesi lo stesso La Motte, tutto fu preparato nei minimi dettagli, l intenso scambio di missive tra i due capitani dimostra quanto per entrambi i contendenti lo scontro fosse importante. Sul campo arrivarono prima gli italiani e poco dopo i francesi, le due squadre si schierarono su file contrapposte come prevedeva il regolamento, al via iniziarono a cavalcare una contro l altra, il primo impatto tra gli schieramenti vide subito gli italiani in vantaggio, che disarcionarono numerosi francesi. Lo scontro proseguì a piedi con la spada, tutti i cavalieri lottarono con abilità e tenacia ma alla fine i francesi furono tutti feriti o catturati. Gli italiani li dovettero fare prigionieri e condurli a Barletta perché i francesi, così presuntuosi da essere certi che avrebbero vinto, non avevano portato con loro la somma in denaro che era stata pattuita, con la quale gli sconfitti avrebbero dovuto pagare i vincitori. L onore dell Italia era stato salvato da tredici cavalieri, ma il Paese era smembrato e in mano a potenze straniere, una magra consolazione anche se l impresa di Fieramosca e i suoi compagni, provenienti da tutta Italia, (Fanfulla da Lodi, Riccio da Parma, Giovanni Brancaleone di Roma, per fare qualche esempio) è stata ripresa in varie epoche anche con romanzi e film, come simbolo di un orgoglio, di una determinazione e di una capacità di riscatto cui gli italiani possono essere capaci, e questo è più che mai, il momento giusto per tirarlo fuori. LA NOTA La strana politica dell algoritmo di Francesco Belletti* Sui quotidiani anche in tema di legge elettorale si affaccia un fantomatico algoritmo, parola astrusa, che serve ad indicare un procedimento matematico per risolvere un determinato problema. In questo caso è il sistema di calcolo con cui distribuire i seggi dopo le elezioni politiche. Quindi un nodo non da poco, cambiando il quale si possono favorire alcuni territori a scapito di altri, o i partiti grandi a scapito di quelli piccoli, e via di seguito. Eppure, noi cittadini qualunque, ci siamo sempre fidati che questi calcoli fossero davvero rispondenti a criteri oggettivi, di giustizia, finalizzati a far sì che l esito finale corrispondesse alla volontà degli elettori. Invece scopriamo che molte delle 21 pagine in cui si articolano gli emendamenti sono dedicate al problema delicatissimo della legge elettorale (Corsera del 12 febbraio). E noi che pensavamo che il vero nodo fosse la soglia per i partiti piccoli (4 o 5%?), oppure quella per il premio di maggioranza (35%, 37% o 40%?)! Almeno questi numeri li avevamo capiti Però non posso non ricordare altri algoritmi, altrettanto discreti, quindi ben poco discussi, che hanno avuto un effetto devastante sulla vita dei cittadini e delle famiglie. Il primo è collegato alla modalità con cui si è introdotta l IMU: l impatto dell IMU è stato così devastante anche perché il valore catastale degli immobili veniva conteggiato moltiplicandolo prima per 1,05 (quindi +5%), e poi per un ulteriore +60%. Ma da dove è saltato fuori questo +60%? Quale segreto algoritmo ha portato ad innalzare la stima del valore dell immobile (e quindi la presunta ricchezza immobiliare di una famiglia) del 60%? Perché non 50%, o 70%? E perché non raddoppiare, già che c eravamo? E pensare che questo numero è stato fissato da un governo che più tecnico non si poteva (quello di Mario Monti). Un altro algoritmo decisivo per le famiglie è stata il complesso calcolo del nuovo ISEE, e in particolare la scala di equivalenza adottata per misurare il peso della dimensione familiare. In questo caso la discussione c è stata, e anche molto serrata, soprattutto grazie all impegno del Forum delle associazioni familiari. Serrata ed inutile visto che il nuovo ISEE è risultato un sistema assolutamente non trasparente, astruso, incomprensibile per il cittadino normale; provate a spiegarlo ad una persona che non sia laureata in Matematica o in scienza delle finanze (e anche loro avrebbero bisogno di un computer). Ma questo purtroppo non è strano, nel nostro Paese, che sulla trasparenza del fisco per il cittadino è certamente agli ultimi posti nel mondo. Ma l algoritmo più controverso è stata la Scala di equivalenza dei carichi familiari, vale a dire, per semplificare, quanto pesa un figlio sul bilancio familiare. Alla fine, secondo la scala inserita nella legge, la scala considera il coefficiente di un figlio pari a 0,35, la valutazione più avara che si potesse scegliere, addirittura più bassa di quella che usa l Istat per le proprie indagini (ma il Ministro in carica, che ha ereditato la Scala non è stato anche Presidente dell Istat?). Il Forum proponeva un valore pari a 0,80 (in Francia, per dire, il quoziente familiare usa un coefficiente 1,00). Forse lo 0,35 adottato dalla nuova legge è stato documentato da studi, misurazioni, conti economici? Forse sì, però il governo non ha presentato alcuna simulazione o alcuna analisi specifica, nemmeno alle commissioni parlamentari, basandosi invece sulla letteratura scientifica. Insomma, anche sull ISEE, così come per la legge elettorale, degli algoritmi ci si deve fidare. Però, visto che ci si chiede un atto di fede, ricordiamoci anche che il diavolo si nasconde nei dettagli. E anche nei numeri. A proposito di numeri: ieri l Istat ha segnalato che il 25% delle famiglie è in difficoltà economica; forse non è un algoritmo, e quindi non piace alla nostra politica. Però è un numero chiaro: e chi si sta occupando di queste famiglie? *Presidente del Forum delle associazioni familiari

8

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 AMMORTIZZATORI SOCIALI : LUCE E OMBRE PENALIZZATI LAVORATORI E LAVORATRICI STAGIONALI CON UN REDDITO NETTO MENSILE DI

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 24 aprile 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 L Istat ha ricostruito le serie storiche trimestrali e di media annua dal 1977 ad oggi, dei principali aggregati del mercato del lavoro,

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio

OSSIGENO. Perché un ennesimo osservatorio OSSIGENO Osservatorio Fnsi-Ordine Giornalisti su I CRONISTI SOTTO SCORTA E LE NOTIZIE OSCURATE Perché un ennesimo osservatorio Alberto Spampinato* Il caso dei cronisti italiani minacciati, costretti a

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA Da dove nasce l'esigenza, per l'unione, di occuparsi di sicurezza sul lavoro? La sicurezza e la salute sul lavoro è uno degli aspetti più importanti

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Il capo del Governo Da almeno una decina d anni mi sono convinto che il passaggio delle quote è inevitabile. Una volta cambiato

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi.

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. 6 maggio 2013 Perché l embrione umano è già uno di noi Comitato italiano UNO DI NOI Lungotevere dei Vallati 10, 00186

Dettagli

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace.

Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. Terra e Cibo: alcune riflessioni su un volume del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace. 1. È stato pubblicato, di recente, dal Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace un volume, che reca il

Dettagli

LE CONDIZIONI DI POVERTÀ TRA LE MADRI IN ITALIA

LE CONDIZIONI DI POVERTÀ TRA LE MADRI IN ITALIA Save the Children è la più grande organizzazione internazionale indipendente che lavora per migliorare concretamente la vita dei bambini in Italia e nel mondo. Esiste dal 1919 e opera in oltre 120 paesi

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE Adottata all'unanimità a Parigi durante la 31esima sessione della Conferenza Generale dell'unesco, Parigi, 2 novembre 2001 La Conferenza

Dettagli