Sommario FACCIATA... 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sommario FACCIATA... 2"

Transcript

1

2 LICEOMICHELANGIOLO COMPLETAMENTODELRESTAUROSULFRONTEDIVIADELLACOLONNA Sommario FACCIATA...2 DIPINTIASECCO AFFRESCHI SAGGISTRATIGRAFICI DESCIALBO PULITURA STUCCATURE FONDODICOLLEGAMENTO RITOCCO SCIALBO VELATURA LACALCE BIBLIOGRAFIA...9 1

3 LICEOMICHELANGIOLO COMPLETAMENTODELRESTAUROSULFRONTEDIVIADELLACOLONNA Figura1:affresconellalunetta 2 Figura2:graffitoFigura3:lafacciaita FACCIATA Lacuriositàdiquestafacciataècheècompostadavarielementirealizzaticontecnichemoltodiversetra loro. Idipintimuralisidividonotendenzialmenteindipintiaseccoeinaffreschi.

4 LICEOMICHELANGIOLO COMPLETAMENTODELRESTAUROSULFRONTEDIVIADELLACOLONNA DIPINTIASECCO Eseguitisuintonacoasciuttoconcolorichenecessitanodiunlegante,edèilcasodellasuperficiedecorata sopral ordinedeigiganti.questasuperficiepresentaanchelatecnicadell incisionepercuiicontornidel disegnosonoincisiconunapuntadirettamentesull intonacononancoraasciutto. AFFRESCHI Eseguitisuintonacofresco(daquilaparolaaffresco)concoloristemperatinell acqua.questatecnicafasi che il colore venga direttamente inglobato nell intonaco durante l asciugatura dello stesso. Ed è il caso dellalunettasoprailportoned ingresso. Sulla facciata è presente anche la tecnica del graffito, con la quale sono stati eseguiti i tondi blu che corronolungotuttalalunghezzadellafacciata.questatecnicaprevedelastesuradiunintonacocolorato (normalmenteneroorosso)chevienericopertodaaltriduestratimoltosottilidicolorechiaro.suquesti viene riportato il disegno che si vuole realizzare, quando ancora gli intonaci sono freschi, vengono sgraffiati ovverograffiaticonstrumentimetallicifinoafarriapparirelostratosottostantecolorato. Un altraparticolaritàèchelecornicidellefinestreelealtrepartiinrilievosembranofattedipietraserena mainrealtàsonofattediintonacochetendeaimitarelapietra. SAGGISTRATIGRAFICI È la prima operazione che si compie dopo l accantieramento. Sono piccole finestre da cui si rimuove strato x strato tutto quello che si trova sull opera fino ad arrivare al materiale con cui l opera stessa è costruita.suunedificiosirimuovonoivaristratidipitturaed intonaciperritrovarecomepuntod arrivola muratura.vengonoeseguitisuvariezonedellasuperficie,normalmenteinpuntidovesipotrebbetrovare una decorazione (es. intorno alle finestre o sotto un cornicione). Servono per capire lo stato di conservazionedell opera,inquestocasodellafacciata. 3 Daisaggisipuòcapirequantevoltel edificioèstatorimaneggiatoneisecoli,diqualecoloreera,sec erano decorazioni.daquisiriesceancheacapireilcoloreoriginaledellafacciata,quindil aspettoconcuièstata creata. Normalmentesitendenelrestauroariproporrel aspettooriginalesenonètroppodeteriorato. DESCIALBO Con questa operazione si rimuovono i vari strati di pittura (scialbi) che ricoprono la superficie fino al rinvenimento dello strato che si è deciso di raggiungere con lo studio dei saggi stratigrafici. Può essere eseguitoconmezzichimiciomeccanici.nelprimocasosiammorbidisceosiscioglielostratoconsostanze chimcheoanchesoloconl acqua,nelsecondocasosiusanostrumenticomemartelline,bisturi,spatola. Iltuttodeveesserefattoconestremacautelapernondanneggiarelostratochesivuoleportareallaluce. AlMichelangelosièdecisodiarrivareallostratooriginalecheperòinbuonaparteeragiàscopertodaun precedenterestauro.percuisièrimossotendenzialmenteconmezzimeccaniciloscialbogiallosparsoun po sututtalasuperficie.

5 LICEOMICHELANGIOLO COMPLETAMENTODELRESTAUROSULFRONTEDIVIADELLACOLONNA Ordine dei giganti archi e tondi descialbo del primo strato bianco di colore. descialbando gli archi abbiamoritrovatointonacichericoprivanopartioriginali. PULITURA Questa operazione ci permette di pulire la superficie una volta scoperta. Normalmente si usano mezzi chimicidascegliereinunavastagammaasecondadeltipodisporcochesitrovasullasuperficie. Spessosilavoraadimpacchi.Questoèunmetodopermantenereilsolventeattivoacontattopertempi prolungati. È importantissimo tenere sotto controllo i tempi di contatto per evitare di pulire troppo e d intaccare il colore sottostante. Importanti anche i dispositivi di protezione personale per evitare intossicazioni,bruciaturedacontattoetc. AlMichelangelocisonostatidiversitipidipulitura: Sup.decorata acquademineralizzataecarbonatod ammonioincristallieacquasatura.icristallidelsale vengonosfregatisullasup.conilpennello.ilcontattoprolungatoel azionemeccanicadelpennellofannoin modochelosporcosisciolga.iresiduivengonopoieliminaticonabbondanterisciacquo. Finestrealteimpacchidicarbonatod ammonioinsoluzionesaturasucartagiapponese.itempidicontatto sonostatidi25minutivaporizzandoconacquadistillataogniqualvoltal impaccosiasciugava. Affrescopulituraconcarbonatod ammonioecartagiapponese.lapuliturasull affrescovienefattaazone, solitamente facendo una figura per volta, stando attenti a non uscire dai bordi della figura. Questo per teneremegliosottocontrollolereazionideivaricolorialsolventeepernonlasciaresegniotaglivisibilitra unapuliturael altra.avoltebastaunminutosolodidifferenzaperaveregrossedifferenzetraunimpacco el altro.seguirelelineedidivisionedeldisegnotraunafigurael altraèbuonapraticaperottenererisultati migliori.ilrisciacquoèavvenutotamponandolasup.conspugnadimarenaturalepercontrollarelatenuta delcolore.ilcarb.d ammoniodevenecessariamenteesseresciacquatomoltobene.incasocontrariolascia alonibianchichenonsirimuovonopiù. 4 Ilcarbonatod'ammonioèunsalediammoniodell'acidocarbonicoconformula(NH4)2CO3.Atemperatura ambientesipresentacomeunsolidoincoloredall'odorediammoniaca. Conquestoprocedimentosivaareintegrareognilacunad intonacopresentesullaparete. STUCCATURE Ilmaterialechesiusaèunamalta,ovverounamisceladicalceaereaoidraulicaeuninerte(sabbia,polvere dimarmo). A seconda della profondità della lacuna si utilizzano malte con caratteristiche diverse. Si comincia dalla muratura procedendo verso l esterno con malte dagli inerti grossolani (che permettono di avere uno spessoredialcunicm)amalteconinertimoltofini,finoadarrivareairasanticoninertiquasipolverosi. Asecondadicomevienelavoratalasuperficiedellastuccaturasipossonoavereeffettimoltodiversitra loro.

6 LICEOMICHELANGIOLO COMPLETAMENTODELRESTAUROSULFRONTEDIVIADELLACOLONNA AlMichelangelosonostatefattestuccaturecongrassello(calceaerea)esabbiafineinproporzionedi1:2. Stuccaturemoltograndipreesistentieconunasuperficiemoltogrossolanasonostateprimagrattateepoi rasate(ricoperte)conunamaltamoltofine. Alcune stuccature preesistenti sono state demolite e rifatte, sono stati ricostruiti i disegni con tecniche varieepoireincise. Tutto questo viene fatto per avere una superficie tendenzialmente omogenea, tutta con la stessa granulometriaperuniformarepartivecchieerifatte. FONDODICOLLEGAMENTO Si tratta di una stesura di una resina acrilica che isoli la superficie dal colore che verrà steso successivamente.sièpresentatoquestoproblemafondamentalmenteperduemotivi. Nei precedenti restauri sono stati usati protettivi e consolidanti che hanno reso la superficie quasi impermeabile.allostessotempolestuccaturesiavecchiechenuoveassorbonoilcoloreinmododiverso. Conleprovedicoloreèstatoevidentecheilrisultatodelritoccosarebbestatoamacchie. Perquestolasoluzionediunisolantecièsembratoilmodomiglioreperdareuniformitàallasup. Laresinautilizzataèl AcrilME(microemulsione)condiluizione1:4. Resina acrilica in emulsione acquosa di nuova concezione, composta da nanomolecole acriliche ad alta penetrazionedaldiametrodi0,04micron(m0,04)checonsentonounamigliorepenetrazioneall'interno dei supporti trattati rispetto alle comuni emulsioni acriliche in dispersione (es. PRIMAL B60), esplicando un'importanteazioneaggregantesiasuperficialechepiùprofonda. 5 Leresineacrilichesonoottenutedallapolimerizzazionedimonomeriacrilici,principalmenteacidoacrilico ed esteri acrilici o metacrilici. La miscela di comonomeri viene ottimizzata per ottenere copolimeri con caratteristicheparticolari,comeresistenzaallafiamma,elasticità,reticolabilità,comportamentoantistatico etc. RITOCCO Per ritocco pittorico s intende l integrazione cromatica dell opera. Da questa scelta dipenderà l estetica dell opera.fondamentalmentesidivideinritoccomimeticoeconservativo.questiduemetodisidividono inaltrisottometodi. Ilmimeticoprevedecheilnuovocoloresiconfondaconilvecchio,chenoncisianodifferenze. Ilconservativoprevedecheilrestaurosiariconoscibileestudiatoinmodochefacciarisaltarel originale. Sialetecnichecheimaterialisonomoltiesonosempreincorsomoltediscussionisuqualisianoeticamente lepiùcorrette. Al Michelangelo si è deciso per riprendere il colore originale con velature a calce e di ricostruire parti mancantisuintonacooriginale.perquantoriguardaareemoltoestesedistuccaturevecchieonuovesiè

7 LICEOMICHELANGIOLO COMPLETAMENTODELRESTAUROSULFRONTEDIVIADELLACOLONNA decisodiricostruirelepartimancanti,percuicompletareidisegnichemancavano,eriproporleasottotono in modo da differenziarle cromaticamente dall originale. Per le finestre e tutte le sup. a finta pietra abbiamo dato un colore di fondo e poi abbiamo spruzzato una velatura più scura per ricreare un po l aspetto puntinato dellapietraserena.nelcoloresièaggiuntol acril33,unaresinaacrilicaal5% AnchePerquantoriguardal affrescosièdecisoperunsottotonoadacquerellomanonperlaricostruzione dipartimancanti. Partedellavorodirestauroèladocumentazionefotograficaequellacartaceadellemappature,perpoter sempresaperedoveecomesonostatieseguitiivariinterventi. SCIALBO È la classica tecnica dell imbiancatura o coloritura semicoprente al latte di calce, costituita semplicementepreparandounasospensionediluitainacquapuradivelaturaacalcebiancaocolorata da applicare utilizzando un pennello per calce. Se realizzata a fresco, è opportuna una diluizione1:46 applicandoda3a5manidiprodotto.serealizzata asecco ladiluizionescendealrapporto1:34elemani diprodottopossonolimitarsia23. VELATURA E la classica tecnica utilizzata per ottenere effetti di variazione ed intensificazione tonale del colore del sottostante intonaco o finitura a calce applicata. Le particolari doti di rifrangenza della calce e di trasparenzadelpigmento,permettonoairaggidilucedipenetrareicoloridellavelaturaerifletterein superficieicoloridelsottofondo;laconseguenzaèl ottenimentodicolorazionicompostevibrantiemolto luminose,vive.sipreparadiluendoilprodottoinacquapuranelrapporto1:10(oanchepiùperottenere effettipiùomenoacquerellati)stendendoilprodottonelleseguentimodalità: 6 Se realizzato a fresco ripassare 1 o più mani di prodotto con pennello per calce, spugna o straccio secondol effettodesiderato. Se realizzato a secco stendere preventivamente con pennello per calce 1 o più mani di prodotto, ripassandonell immediatezzaconspugnaostracciosecondol effettodesiderato. In entrambi i casi si deve procedere per piccole porzioni di superfici e per aree circoscritte, senza interruzioni,ondeevitarel evidenzadelleattaccature. Ogni mano, applicata in successione a quella precedente, incrementerà il tono di colore rendendolo più saturo ed i particolari effetti di finitura esalteranno la manualità dell applicatore rendendo il lavoro di finituraunicoeirripetibile. Puòaltresìessereutilizzatosumuriinpietra,tufo,mattonietc.,peruniformarecromaticamenteeventuali lavoridiintegrazioneorifacimentiparziali.

8 LICEOMICHELANGIOLO COMPLETAMENTODELRESTAUROSULFRONTEDIVIADELLACOLONNA LACALCE Lacalceaereaocalcecomuneo,semplicementecalceèunmaterialedacostruzionenotofindall'antichità, che viene ottenuta per cottura a temperatura elevata del calcare, una roccia diffusissima in natura costituitafondamentalmentedacarbonatodicalcio. Già i Romani ed i Fenici prima avevano imparato ad usare la calce come materiale da costruzione, mescolata con la sabbia a formare la malta. Inizialmente adoperata nella forma di calce aerea (che induriscesoloseacontattoconaria)vennesuccessivamentemischiataconpezzidiargillacotta(vasellame, mattoniecc.)oppureapozzolana,unasabbiariccadisilice,chenealteranolecaratteristichediresistenza, impermeabilità e soprattutto ne consentono la presa anche in ambienti non a contatto con aria (tipicamentesott'acqua).nascevanocosìlemalteidrauliche,sebbeneabasedicalceaerea. La calce, sin dall antichità, è stato uno dei materiali edili più noti e diffusi. Mescolata con la sabbia ha trovatoimpiegonellemaltedamuratureedaintonacoeirepertiarcheologiciperfettamenteconservatine attestanoilvaloreeladurabilità. Lacalcenell acquaharappresentatodasempreunsistemaditinteggiaturaeigienizzazionedellesuperfici architettoniche;unitaaterreopigmenticolorati,diventaunmaterialeperrifiniturecolorate,decorimurali eaffreschi. Nell edilizia moderna e contemporanea alla calce è stato dato un ruolo marginale, sostituita sempre più spessodaleganticementiziedapolimeridisintesi. Ad oggi però sta prendendo sempre più piede la consapevolezza che la prerogative della calce debbano essere rivalutate, oltre che negli interventi di restauro, anche nell edilizia tradizionale, dove i materiali modernihannospessodimostratoilorolimiti. 7 Le caratteristiche di traspirabilità, lavorabilità, igiene e durabilità della calce come prodotto finito si unisconoallaqualitàdellaproduzione,cheriduceleemissionieilconsumoenergetico,oltreanonprodurre rifiutiinsostituzionediprodottinaturali,comecapitaperilcemento. La calce si divide, pertanto, in aerea ed idraulica. La prima, specialmente il grassello di calce, è particolarmente adatta per la formazione di intonachini, pitture e rivestimenti decorativi. La seconda si prestaallacomposizionediintonaci. Ultimamente però c è un po di confusione in merito alla calce, visti i termini usati per definire i leganti idraulici.attualmente,inbaseallanormaunien4591:2001,quellochevieneindicatocomecalceidraulica (HL),nonèprodottodallacotturadimarneomisceledicalcareeargilla,mamiscelandocementoPortland conunbuontenoredifiller(materialeinertemacinatofinemente,ditipocalcareo)epiccolequantitàdi additiviaeranti.lecalciidraulichedenominatehlsonopiùspessocementiabassaresistenza. Il prodotti ottenuti dalla cottura di marne naturali o da mescolanze omogenee di pietre calcaree e di materiale argillose sono indicate come calci idrauliche naturali, contraddistinte dalla sigla NHL (Natural Hidraulic Limes) dal momento che non sono modificate e idraulicizzate con l aggiunta di materiali pozzolanicioidraulici(clinker,cemento,ceneri).

9 LICEOMICHELANGIOLO COMPLETAMENTODELRESTAUROSULFRONTEDIVIADELLACOLONNA Nel caso delle calci idrauliche naturali, la normativa prevede una distinzione basata sulla resistenza meccanica;taledistinzionesitraducenelladefinizionein3classi:nhl2,nhl3.5,nhl5. 8

10 LICEOMICHELANGIOLO COMPLETAMENTODELRESTAUROSULFRONTEDIVIADELLACOLONNA BIBLIOGRAFIA 1. CenninoCennini, Illibrodell arte (MS1437),NeriPozza,Vicenza, MoraP.eL.,PhilippotP., LaconservazionedeiDipintiMurali,Compositori,Bologna, GuidoBotticelli, MetodologiaerestaurodellePittureMurali,EdizioniCentroDi,Firenze, MatteiniM.eMolesA., Lachimicanelrestauro,NardiniEditore,Firenze, OrnellaCasazza, Ilrestauropittoriconell unitàdimetodologia,nardinieditore,firenze, 6. Teoriadelrestaurovol.I,U.Baldini,Firenze,1978,202pp. 7. Teoriadelrestaurovol.II,U.Baldini,Firenze,1981,136pp. 8. Scienzaerestauro,M.Matteini/AMoles,Firenze,1984,320pp. 9. O.P.D.restauro,volumi 10. Dimosparte1/modulo1,tecnichediesecuzioneematerialicostitutivi,ICR,Roma, GettensR.J.,StoutG.L., Paintingmaterials,Dover,NewYork, FRANCESCHI S. GERMANI L., MANUALE OPERATIVO PER IL RESTAURO ARCHITETTONICO Metodologiediinterventoperilrestauroelaconservazionedelpatrimoniostorico,DEITIP.DEL GENIOCIVILE,

11 PRIMA DEI LAVORI

12

13

14

15 INDAGINI PRELIMINARI

16 SAGGIO STRATIGRAFICO

17 SAGGIO STRATIGRAFICO

18 SAGGIO STRATIGRAFICO

19 SAGGIO STRATIGRAFICO

20 SAGGIO STRATIGRAFICO

21 RINVENIMENTO DEL PARTITO DECORATIVO

22 SCIALBO DA RIMUOVERE

23 SCIALBO DA RIMUOVERE

24 DESCIALBO ARCHI

25 DESCIALBATURA TRAMITE SPATOLA

26 DESCIALBATURA TRAMITE MARTELLINA

27 DESCIALBATURA TRAMITE IMPACCHI DI CARBONATO DI AMMONIO

28 PULITURA FINALE AD ACQUA E SPAZZOLA

29 PULITURA DI INSERTI CIRCOLARI GRAFFITI TRAMITE IMPACCHI DI CARBONATO DI AMMONIO

30 INTEGRAZIONI LICEO CLASSICO MICHELANGIOLO

31 INTEGRAZIONE SU CORNICE IN FINTA PIETRA

32 INTEGRAZIONE SU PARTITO DECORATIVO

33 RASATURA DELLA SUPERFICIE

34 ESECUZIONE DI INCISIONI SU SUPERFICIE INTEGRATA

35 RITOCCO PITTORICO

36 RITOCCO PITTORICO

37 RITOCCO PITTORICO

38 RITOCCO PITTORICO

39 RITOCCO PITTORICO - PRIMA RITOCCO PITTORICO - DOPO

40 MAPPATURA DELLE LAVORAZIONI

41 LICEO CLASSICO MICHELANGIOLO RESTAURO DELLA LUNETTA

42 STATO INIZIALE

43 MAPPATURA DELLO STATO CONSERVATIVO

44 PROVE DI PULITURA

45 PULITURA CON CARBONATO DI AMMONIO

46 PULITURA ESEGUITA

47 PULITURA ESEGUITA

48 RITOCCO PITTORICO

49 RITOCCO PITTORICO

50 RITOCCO PITTORICO-PRIMA RITOCCO PITTORICO-DOPO

prodotti bio a base di calce aerea o calce idraulica naturale

prodotti bio a base di calce aerea o calce idraulica naturale prodotti bio a base di calce aerea o calce idraulica naturale La calce è uno dei materiali da costruzione più antichi e più sani. Il crescente inquinamento dei centri abitati va di pari passo con la tendenza

Dettagli

CASA GIORGI, poi GUACCIMANNI (1492-98) VIA ARMANDO DIAZ, RAVENNA

CASA GIORGI, poi GUACCIMANNI (1492-98) VIA ARMANDO DIAZ, RAVENNA CASA GIORGI, poi GUACCIMANNI (1492-98) VIA ARMANDO DIAZ, RAVENNA restauro degli affreschi delle decorazioni a tempera di soffitti e pareti degli elementi in cotto e materiale lapideo RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Prodotti per la bioedilizia. catalogo prodotti

Prodotti per la bioedilizia. catalogo prodotti catalogo prodotti prodotti bio a base di calce aerea o calce idraulica naturale La calce è uno dei materiali da costruzione più antichi e più sani. Il crescente inquinamento dei centri abitati va di pari

Dettagli

ENRICO COLOSIMO RESTAURATORE ARCHITETTONICO CONSULENTE RELAZIONE TECNICA SULL INTERVENTO DI RIMOZIONE DELL INTONACO NON ORIGINALE

ENRICO COLOSIMO RESTAURATORE ARCHITETTONICO CONSULENTE RELAZIONE TECNICA SULL INTERVENTO DI RIMOZIONE DELL INTONACO NON ORIGINALE ENRICO COLOSIMO RESTAURATORE ARCHITETTONICO CONSULENTE RELAZIONE TECNICA SULL INTERVENTO DI RIMOZIONE DELL INTONACO NON ORIGINALE PRESENTE ALLE PARETI DECORATE DELLA CAPPELLA GENTILIZIA DI VILLA SIMONETTA.

Dettagli

Il colore di un edificio è, da sempre, la caratteristica che maggiormente

Il colore di un edificio è, da sempre, la caratteristica che maggiormente TINTEGGIATURA TRADIZIONALE VESUVIANA Il colore di un edificio è, da sempre, la caratteristica che maggiormente contribuisce alla migliore percezione della forma architettonica esaltando le articolazioni

Dettagli

CAPPELLA LANDO Chiesa di San Pietro Castello Venezia. Relazione tecnica

CAPPELLA LANDO Chiesa di San Pietro Castello Venezia. Relazione tecnica CAPPELLA LANDO Chiesa di San Pietro Castello Venezia Relazione tecnica Elementi lapidei dell altare L'intervento eseguito é consistito in una prima pulitura delle superfici dell'altare rimuovendo le impurità

Dettagli

marmorino CL 90 SALUTE EN 459-1 Code B615/2007-II CALCE AEREA CALCICA ANTIBATTERICO NATURALE

marmorino CL 90 SALUTE EN 459-1 Code B615/2007-II CALCE AEREA CALCICA ANTIBATTERICO NATURALE marmorino CL 90 SALUTE EN 459-1 CALCE AEREA CALCICA ANTIBATTERICO NATURALE Stucco minerale di terre colorate naturali a base di grassello selezionato di pura calce CL 90-S conforme alla norma EN 459-1.

Dettagli

Interventi di restauro delle facciate, delle sculture del coronamento, di tutti gli altorilievi, e degli androni di Villa Begiojoso Bonaparte

Interventi di restauro delle facciate, delle sculture del coronamento, di tutti gli altorilievi, e degli androni di Villa Begiojoso Bonaparte Interventi di restauro delle facciate, delle sculture del coronamento, di tutti gli altorilievi, e degli androni di Villa Begiojoso Bonaparte Relazione tecnica Su incarico dell Impresa Borghini s.a.s.

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - PITTORE- Il pittore edile

Dettagli

RESTAURO CONSERVATIVO ELEMENTI LAPIDEI E INTONACI

RESTAURO CONSERVATIVO ELEMENTI LAPIDEI E INTONACI CINCOTTO ADRIANO RESTAURO CONSERVATIVO Cannaregio, 1333/c 30121 VENEZIA PALAZZO COLOMBO VENEZIA RESTAURO CONSERVATIVO ELEMENTI LAPIDEI E INTONACI 1 RELAZIONE DI INTERVENTO RESTAURO CONSERVATIVO FACCIATA

Dettagli

OGGETTO: RELAZIONE FINALE RESTAURI ESEGUITI PRESSO VILLA POMPEI CARLOTTI ILLASI LOGGIA ESTERNA-AFFRESCHI INTERNO- UN SOFFITTO VANO SCALEAFFRESCHI

OGGETTO: RELAZIONE FINALE RESTAURI ESEGUITI PRESSO VILLA POMPEI CARLOTTI ILLASI LOGGIA ESTERNA-AFFRESCHI INTERNO- UN SOFFITTO VANO SCALEAFFRESCHI OGGETTO: RELAZIONE FINALE RESTAURI ESEGUITI PRESSO VILLA POMPEI CARLOTTI ILLASI LOGGIA ESTERNAAFFRESCHI INTERNO UN SOFFITTO VANO SCALEAFFRESCHI LOGGIA ESTERNA Nel soffitto della loggia esterna sono posti

Dettagli

Saggi di indagine stratigrafica eseguiti sulle facciate del fabbricato sito in Via Villafalletto n 6-14 Saluzzo (Cuneo)

Saggi di indagine stratigrafica eseguiti sulle facciate del fabbricato sito in Via Villafalletto n 6-14 Saluzzo (Cuneo) Chiara Bettinzoli Conservazione e restauro opere d arte Via Mons. Romero n 5-10022 Carmagnola ( To ) P.I. 08461530019 - Tel. 338/ 6811593 Saggi di indagine stratigrafica eseguiti sulle facciate del fabbricato

Dettagli

Interventi di restauro conservativo di parte degli intonaci e finiture antiche del cortile Farmacia

Interventi di restauro conservativo di parte degli intonaci e finiture antiche del cortile Farmacia Interventi di restauro conservativo di parte degli intonaci e finiture antiche del cortile Farmacia Relazione Tecnica Introduzione e Descrizione delle Superfici Nei mesi di Giugno-Novembre 2009, su incarico

Dettagli

SCHEDA TECNICA DI RESTAURO DEL VANO 2_21 AL PRIMO PIANO NOBILE

SCHEDA TECNICA DI RESTAURO DEL VANO 2_21 AL PRIMO PIANO NOBILE P IANO T ER R A VANO 2_21 SCHEDA TECNICA DI RESTAURO DEL VANO 2_21 AL PRIMO PIANO NOBILE 2-29 2-27b -4-2-28 2-26 2-18 2-19 2-21 2-25 Ubicazione: Soffitto voltato al primo piano nobile Soggetto: Volta a

Dettagli

DURGA. SCHEDE APPLICATIVE pittura superfici murali IL FUTURO È ADESSO. Pitture murali

DURGA. SCHEDE APPLICATIVE pittura superfici murali IL FUTURO È ADESSO. Pitture murali DURGA IL FUTURO È ADESSO Colori e vernici naturali. Esenti da prodotti artificiali e materie prime di origine petrolchimica. Pitture murali SCHEDE APPLICATIVE pittura superfici murali AGGIORNAMENTO NOVEMBRE

Dettagli

Edificio per abitazioni

Edificio per abitazioni R. Del Monaco Edificio per abitazioni Via Cavalieri del santo sepolcro 6, Milano 1962 1965 LUIGI CACCIA DOMINIONI I prospetti presi in oggetto sono a pianta rettangolare dell inizio degli anni sessanta,

Dettagli

FACCIATE PALAZZO UFFICI FINANZIARI C.SO VINZAGLIO 8, TORINO

FACCIATE PALAZZO UFFICI FINANZIARI C.SO VINZAGLIO 8, TORINO FACCIATE PALAZZO UFFICI FINANZIARI C.SO VINZAGLIO 8, TORINO INDICAZIONI STORICHE: Nel 1706 Torino fronteggiò con successo un prolungato assedio da parte delle truppe francesi. Luogo simbolo della resistenza

Dettagli

LE SOLUZIONI PAULIN UNI EN 1504 IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO. Un intervento efficace e di lunga durata

LE SOLUZIONI PAULIN UNI EN 1504 IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO. Un intervento efficace e di lunga durata LE SOLUZIONI PAULIN 1. Preparazione del supporto mediante completa asportazione e demolizione con l ausilio di mezzi meccanici o manuali di tutte le parti in calcestruzzo degradate o invia di distacco

Dettagli

IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO

IL RISANAMENTO DEL CEMENTO ARMATO www.colorificiopaulin.com info@colorificiopaulin.com IL DEGRADO DEL CEMENTO ARMATO Le cause principali che determinano il degrado del cemento armato sono riconducibili principalmente a: A) Cattivo confezionamento:

Dettagli

Verona 02/11/2007. Chiameremo i due soffitti 1 e 2

Verona 02/11/2007. Chiameremo i due soffitti 1 e 2 Verona 02/11/2007 OGGETTO: RELAZIONE FINALE SUL RESTAURO DI DUE SOFFITTI LIGNEI A CASSETTONI, E DI UN PICCOLO BRANO AFFRESCATO A GROTTESCHE, IN UN APPARTAMENTO IN VIA C.CATTANEO 4 A VERONA Chiameremo i

Dettagli

OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA NELL EDIFICIO SCOLASTICO DI VIA LUSERNA DI RORA 14 SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE BATTISTI CIRCOSCRIZIONE 3.

OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA NELL EDIFICIO SCOLASTICO DI VIA LUSERNA DI RORA 14 SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE BATTISTI CIRCOSCRIZIONE 3. VICE DIREZIONE GENERALE SERVIZI TECNICI SETTORE EDILIZIA SCOLASTICA MANUTENZIONE OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA NELL EDIFICIO SCOLASTICO DI VIA LUSERNA DI RORA 14 SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE BATTISTI

Dettagli

TECNICHE TRADIZIONALI DI FINITURA

TECNICHE TRADIZIONALI DI FINITURA TECNICHE TRADIZIONALI DI FINITURA TECNICHE TRADIZIONALI DI FINITURA INTONACHINO INTONACO A CALCE SCIALBATA (O CALCE TIRATA) INTONACO A GRAFFITO INTONACI A STUCCO E A MARMORINO INTONACHINO La ricetta tradizionale

Dettagli

CALCI, LEGANTI, GESSI

CALCI, LEGANTI, GESSI CALCI, LEGANTI, GESSI 39 LINEA RESTAURO CEPRO LAFARGE SINOPIA distribuisce l'intera gamma dei prodotti CEPRO LAFARGE composta da: Pitture a calce e silicati Tonachini a calce e silicati Marmorini a calce

Dettagli

ELIMINAZIONE PONTI TERMICI E RISCHIO MUFFA

ELIMINAZIONE PONTI TERMICI E RISCHIO MUFFA ISOLAMENTO A CAPPOTTO Scheda: L&C-TS 02 Lime&Cork TECHNIC SCHOOL è un iniziativa aziendale di informazione tecnica rivolta alla diffusione di una cultura dell edilizia di qualità. L isolamento a cappotto

Dettagli

ORATORIO BIONDETTI VENEZIA

ORATORIO BIONDETTI VENEZIA ORATORIO BIONDETTI VENEZIA Restauro conservativo elementi lapidei facciate RELAZIONE DI INTERVENTO 1 Descrizione dell opera da restaurare L Oratorio Biondetti è sito in Campo San Vio a Venezia. La sua

Dettagli

LA NATURA DEL SILOSSANICO

LA NATURA DEL SILOSSANICO LA NATURA DEL SILOSSANICO Una sempre maggior attenzione al restauro degli edifici, in particolare nei centri storici, ha stimolato nuovi studi e ricerche di prodotti, e trattamenti preventivi di facciate,

Dettagli

PIANO DEL COLORE DI VIA CAVOUR

PIANO DEL COLORE DI VIA CAVOUR REGOLAMENTO EDILIZIO ALLEGATO 1 PIANO DEL COLORE DI VIA CAVOUR 1A DISCIPLINA 1B SCHEDE DI INTERVENTO DICEMBRE 2015 REGOLAMENTO EDILIZIO ALLEGATO 1 PIANO DEL COLORE DI VIA CAVOUR 1A DISCIPLINA SINDACO Dr.FabrizioTondi

Dettagli

THERMO RASATURA. Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe

THERMO RASATURA. Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe THERMO RASATURA Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe konstruktive leidenschaft 01.2016 Vimark 2 5 DESCRIZIONE COMPOSIZIONE

Dettagli

LINEA STUCCATUTTO. visita il sito dedicato. www.stuccatutto.it

LINEA STUCCATUTTO. visita il sito dedicato. www.stuccatutto.it LINEA STUCCATUTTO visita il sito dedicato www.stuccatutto.it 28 Stucco in Pasta Stucco in Pasta per Interni, pronto all uso STUCCO LINEA STUCCATUTTO Prodotto pronto all uso, di facile applicazione con

Dettagli

CAMPO VALLEMAGGIA. chiesa parrocchiale di san Bernardo

CAMPO VALLEMAGGIA. chiesa parrocchiale di san Bernardo CAMPO VALLEMAGGIA chiesa parrocchiale di san Bernardo Campagna di restauro 2010-2012 Cappella della Madonna del Carmelo Muralto, dicembre 2012 Gabriele Vittorio Grimbühler Conservatore-restauratore SKR

Dettagli

da 50 anni dipingiamo l Italia i p r o d o t t i p i t t u r e a b a s e d i g r a s s e l l o d i c a l c e e s i l i c a t i

da 50 anni dipingiamo l Italia i p r o d o t t i p i t t u r e a b a s e d i g r a s s e l l o d i c a l c e e s i l i c a t i da 50 anni dipingiamo l Italia i p r o d o t t i p i t t u r e a b a s e d i g r a s s e l l o d i c a l c e e s i l i c a t i la calce I prodotti sandtex a base di calce contengono grassello invecchiato

Dettagli

Descrizione, tecnica di esecuzione ed intervento di restauro Mariarita Morfino Restauratrice

Descrizione, tecnica di esecuzione ed intervento di restauro Mariarita Morfino Restauratrice Descrizione, tecnica di esecuzione ed intervento di restauro Mariarita Morfino Restauratrice Il primo gruppo della processione dei Misteri, la Separazione, è formato dalla figura di Gesù, al centro, leggermente

Dettagli

PIANO DEL COLORE SOTTOZONA PRG: Ab1* Le Bourg

PIANO DEL COLORE SOTTOZONA PRG: Ab1* Le Bourg REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA RÉGION AUTONOME DE LA VALLÉE D AOSTE COMUNE DI COMMUNE DE M O N T J O V E T PIANO DEL COLORE SOTTOZONA PRG: Ab1* Le Bourg ELABORATO PRESCRITTIVO Arch. Ing. HÉRIN Renato MATTERI

Dettagli

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI. Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Lazio

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI. Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Lazio MODULARIO B.C. - 130 MOD. 51 (Teste) MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Lazio Caprarola (VT). Palazzo Farnese. Lavori di Restauro

Dettagli

PROGETTO A4 n. 170/2012 ESECUTIVO. Interventi di ripristino e miglioramento strutturale-sismico del Teatro Comunale

PROGETTO A4 n. 170/2012 ESECUTIVO. Interventi di ripristino e miglioramento strutturale-sismico del Teatro Comunale PROGETTO A4 n. 170/2012 ESECUTIVO Interventi di ripristino e miglioramento strutturale-sismico del Teatro Comunale RELAZIONE CON SCHEDE TECNICHE PER IL RESTAURO DI SUPERFICI DECORATE DI BENI ARCHITETTONICI

Dettagli

PROGETTO PAIKULI - IRAQ

PROGETTO PAIKULI - IRAQ Dario Federico Marletto PROGETTO PAIKULI - IRAQ RAPPORTO TECNICO SUI LAVORI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PRESSO LA SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI OSTIA ANTICA Intervento sul mosaico pavimentale del Cortile

Dettagli

LA COSTRUZIONE DELLA CATTEDRALE

LA COSTRUZIONE DELLA CATTEDRALE LA COSTRUZIONE DELLA CATTEDRALE I blocchi di pietra calcarea destinati alla costruzione degli archi,venivano tagliati con precisione e uniti con la malta (calce,sabbia,acqua). Una volta che gli archi si

Dettagli

Very High Durability Repair & Prevention Systems

Very High Durability Repair & Prevention Systems 18 FASCIATURE CON MATERIALI COMPOSITI: STRUTTURE VOLTATE IN MATTONI O PIETRA INDICE ANALITICO DELLE OPERE a) Preparazione del supporto b) Preparazione delle piste che ospiteranno il tessuto in materiale

Dettagli

SISTEMI PER PAVIMENTI: Effetti decorativi

SISTEMI PER PAVIMENTI: Effetti decorativi SISTEMI PER PAVIMENTI: Effetti decorativi Melzi Mario & C. s.n.c. Via S. Bellino 28/A - 35020 ALBIGNASEGO (PD) tel. 049/691966 Fax 049/690157 www.melzi.it E-mail: melzisnc@tin.it EFFETTI DECORATIVI Gli

Dettagli

Scheda edificio via S. Sofia 33 - Milano

Scheda edificio via S. Sofia 33 - Milano S. Sofia 33 - Milano Data prestazione: 2000-2001 Committente: Condominio via S. Sofia, 33 - Milano Professionista incaricato: Ing. Roberto Dell Acqua Bellavitis e Ing. Filippo Dell Acqua Bellavitis, via

Dettagli

RIVESTIMENTI E TINTEGGIATURE. (interni/esterni)

RIVESTIMENTI E TINTEGGIATURE. (interni/esterni) RIVESTIMENTI E TINTEGGIATURE (interni/esterni) RIVESTIMENTI A SPESSORE SINTETICI: INTONACHINO ACRILICO INTONACHINO SILOSSANICO O ACRILSILOSSANICO INTONACHINO ELASTOMERICO RIVESTIMENTI A SPESSORE MINERALI:

Dettagli

La marcature CE della Calce da Costruzione

La marcature CE della Calce da Costruzione La marcature CE della Calce da Costruzione Andrea Rattazzi In Italia la marcatura CE per la calce da costruzione di calce è obbligatoria. Questo articolo presenta una panoramica della norma UN EN 459-1:2002

Dettagli

RELAZIONE DI RESTAURO DEI LAVORI DI QUATTRO SALE DEL PALAZZO CLEMENTINO IN CAMPIDOGLIO

RELAZIONE DI RESTAURO DEI LAVORI DI QUATTRO SALE DEL PALAZZO CLEMENTINO IN CAMPIDOGLIO RELAZIONE DI RESTAURO DEI LAVORI DI QUATTRO SALE DEL PALAZZO CLEMENTINO IN CAMPIDOGLIO SALA 1 Soffitto ligneo - Stato di conservazione Il soffitto a cassettoni era ricoperto da numerosi strati di pitture

Dettagli

SCHEDA RESTAURO 01 PARAMENTO LAPIDEO IN CONDIZIONI CONSERVATIVE CATTIVE

SCHEDA RESTAURO 01 PARAMENTO LAPIDEO IN CONDIZIONI CONSERVATIVE CATTIVE PARAMENTO LAPIDEO IN CONDIZIONI CONSERVATIVE CATTIVE 01 Materiale: marmo bianco di Carrara e pietra di Bellona (calcare bianco compatto proveniente dalle cave di Santo Iorio presso Capua denominato impropriamente

Dettagli

Stucco Veneziano Effetto Setoso a Pennello. pagina 12. Marmo Antico Effetto Setoso a Pennello. Etrusco. antichizzante a rilievo. pagina 14.

Stucco Veneziano Effetto Setoso a Pennello. pagina 12. Marmo Antico Effetto Setoso a Pennello. Etrusco. antichizzante a rilievo. pagina 14. Veneziano Effetto Setoso a Pennello pagina 2 Antico Effetto Setoso a Pennello pagina 2 Etrusco antichizzante a rilievo pagina 4 Storico a rilievo, con argille naturali pagina 6 Velatura Lux Effetto Setoso

Dettagli

RELAZIONE DESCRITTIVA GENERALE E TECNICA

RELAZIONE DESCRITTIVA GENERALE E TECNICA COMUNE DI MONTEVARCHI Provincia di Arezzo LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE RESTAURO E CONSOLIDAMENTO DELL'EDIFICIO DEL PALAZZO DEL PODESTA' DI MONTEVARCHI APPROVATO CON DEL.G.C. N.182/2008 7 STRALCIO DI ULTIMAZIONE

Dettagli

Intonaci civili e industriali Premicelati e tradizionali Intonaci di Risanamento Consolidamento murature Intonaci REI Termo - intonaci Bio - intonaci

Intonaci civili e industriali Premicelati e tradizionali Intonaci di Risanamento Consolidamento murature Intonaci REI Termo - intonaci Bio - intonaci e c i v r e s l i d nere rdo Ze a c c i R di Intonaci civili e industriali Premicelati e tradizionali Intonaci di Risanamento Consolidamento murature Intonaci REI Termo - intonaci Bio - intonaci Rasature

Dettagli

TITOLO III Regole sul decoro, sull ornato e dipintura delle facciate edilizie

TITOLO III Regole sul decoro, sull ornato e dipintura delle facciate edilizie TITOLO III Regole sul decoro, sull ornato e dipintura delle facciate edilizie Art. 17 - Decoro degli edifici Le costruzioni devono rispettare nel loro aspetto esterno il decoro edilizio ed inserirsi armonicamente

Dettagli

OMA. 4 Caratteristiche di base, Roma A Roma B 5 Le tonalità 6 Caratteristiche chimiche

OMA. 4 Caratteristiche di base, Roma A Roma B 5 Le tonalità 6 Caratteristiche chimiche OMA Legante a base di calce idraulica naturale per la preparazione di malte per il restauro e consolidamento di intonaci storici 4 Caratteristiche di base, Roma A Roma B 5 Le tonalità 6 Caratteristiche

Dettagli

TONACHINO COLORATO NATURALE

TONACHINO COLORATO NATURALE TONACHINO COLORATO NATURALE -------------------------------------------------------------------------------------------------------------- DESCRIZIONE Tonachino CALCEVIVA, è un rivestimento minerale a

Dettagli

INTERVENTO DI RECUPERO DELL ACCESSO RESURRECTURIS DEL CIMITERO MONUMENTALE DI VERONA E DELLE ALI LATERALI CONNESSE

INTERVENTO DI RECUPERO DELL ACCESSO RESURRECTURIS DEL CIMITERO MONUMENTALE DI VERONA E DELLE ALI LATERALI CONNESSE INTERVENTO DI RECUPERO DELL ACCESSO RESURRECTURIS DEL CIMITERO MONUMENTALE DI VERONA E DELLE ALI LATERALI CONNESSE Consegna dei lavori: i lavori sono stati consegnati il 21/05/2003 Data di ultimazione

Dettagli

La nuova interpretazione del living

La nuova interpretazione del living La nuova interpretazione del living La nuova interpretazione del living Oggi chi acquista una pittura cerca un prodotto che renda la propria casa unica e inimitabile. Baldini risponde a questo bisogno

Dettagli

Ruredil. Ripristino, consolidamento e deumidificazione murature. murature

Ruredil. Ripristino, consolidamento e deumidificazione murature. murature Ruredil Ripristino, consolidamento e deumidificazione murature murature Ripristino Consolidamento DISSESTO Le strutture in muratura sono organismi complessi, i cui diversi componenti devono essere presi

Dettagli

Tecniche e materiali per la conservazione delle superfici intonacate

Tecniche e materiali per la conservazione delle superfici intonacate Tecniche e materiali per la conservazione delle superfici intonacate Il tema dell intonaco in architettura ha fatto sempre discutere, per molti è una superficie di sacrificio per altri no. In realtà è

Dettagli

I graffiti: per una viva tradizione dott. arch. Roberta Tongini Folli

I graffiti: per una viva tradizione dott. arch. Roberta Tongini Folli dott. arch. Roberta Tongini Folli Intervenire sulle superfici decorate di un edificio novecentesco dove rivive la tecnica del graffito, comporta significative scelte progettuali ed operative. L edificio

Dettagli

CINCOTTO ADRIANO. Restauro conservativo. Cannaregio 1333/c - 30121 VENEZIA PALAZZO EMO VENEZIA

CINCOTTO ADRIANO. Restauro conservativo. Cannaregio 1333/c - 30121 VENEZIA PALAZZO EMO VENEZIA CINCOTTO ADRIANO Restauro conservativo Cannaregio 1333/c - 30121 VENEZIA PALAZZO EMO VENEZIA 1 RELAZIONE D INTERVENTO RESTAURO CONSERVATIVO FACCIATA INDICE 1. STATO CONSERVATIVO ANTECEDENTE INTERVENTO.

Dettagli

COMUNE DI COREDO PROVINCIA DI TRENTO. PIANO COLORE DEL COMUNE DI COREDO Norme di attuazione

COMUNE DI COREDO PROVINCIA DI TRENTO. PIANO COLORE DEL COMUNE DI COREDO Norme di attuazione COMUNE DI COREDO PROVINCIA DI TRENTO PIANO COLORE DEL COMUNE DI COREDO RESPONSABILI DI PROGETTO Arch. Andrea Rigo Ing. Mirko Gazzini COLLABORATORI Arch. Eleonora Fronza Arch. Virginia Berti Sommario Art.

Dettagli

L ARTE DELLO STUCCO c a t a l o g o 2 0 1 5

L ARTE DELLO STUCCO c a t a l o g o 2 0 1 5 L ARTE DELLO STUCCO catalogo 2015 LINEA POLVERE PER INTERNO RASABEN V40 È uno stucco bianco-fine a base gesso per interno. Ideale per la rasatura di superfici interne prima dell applicazione di vernici,

Dettagli

Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi. Leganti, malte per murature, intonaci

Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi. Leganti, malte per murature, intonaci Tecnologia dei Materiali e degli Elementi Costruttivi Leganti, malte per murature, intonaci Firenze, lunedì 16 ottobre 2006 LEGANTI Materiali che opportunamente ricondotti allo stato di polvere e miscelati

Dettagli

LE FINITURE DELL EDILIZIA STORICA BOLOGNESE: LA SAGRAMATURA ED IL RESTAURO DELLE FACCIATE NELL ESEMPIO DI PALAZZO AGUCCHI.

LE FINITURE DELL EDILIZIA STORICA BOLOGNESE: LA SAGRAMATURA ED IL RESTAURO DELLE FACCIATE NELL ESEMPIO DI PALAZZO AGUCCHI. LE FINITURE DELL EDILIZIA STORICA BOLOGNESE: LA SAGRAMATURA ED IL RESTAURO DELLE FACCIATE NELL ESEMPIO DI PALAZZO AGUCCHI. 1. Palazzo Agucchi Uno degli interventi di restauro che ci ha permesso di fare

Dettagli

Proteggere le superfici dalla pioggia nelle prime 24-48 ore dall applicazione. Caratteristiche tecniche: il prodotto sez. 7

Proteggere le superfici dalla pioggia nelle prime 24-48 ore dall applicazione. Caratteristiche tecniche: il prodotto sez. 7 Scheda Tecnica EXT/ia/04 SCHEDA TECNICA ---------------------------------------- Exterior -------------------------------------- Intonaco Antico Qualità tecniche sez. 1 INTONACO ANTICO by OIKOS è un rivestimento

Dettagli

Restauro architettonico

Restauro architettonico Sistemi per facciate Restauro architettonico Restauro, recupero e riqualificazione pag. 92 Pulitori, consolidanti e protettivi pag. 96 91 Calceforte: tra natura e passato Calceforte, produce intonaci naturali

Dettagli

Chiesa dell Angelo. Località: Neoneli (OR) Anno: 1640 Stile: Gotico-Catalano. Ing.Magario & Arch.Terlini. La Diagnosi Energetica Termografia

Chiesa dell Angelo. Località: Neoneli (OR) Anno: 1640 Stile: Gotico-Catalano. Ing.Magario & Arch.Terlini. La Diagnosi Energetica Termografia Chiesa dell Angelo Località: Neoneli (OR) Anno: 1640 Stile: Gotico-Catalano Termografia Blower Door Test Termoflussimetria PAG 2/50 Chiesa dell Angelo Neoneli Termografia Blower Door Test Termoflussimetria

Dettagli

Restauro e risanamento conservativo facciate Scuola G. Alberoni.

Restauro e risanamento conservativo facciate Scuola G. Alberoni. ALLESTIMENTO CANTIERE 1 Recinzioni ed impianto cantiere: - fornitura e posa in opera di recinzione di cantiere costituita da pannelli metallici prefabbricati in ferro zincato h min. ml. 2,00 d'applicazione

Dettagli

COMPUTO METRICO COMUNE DI NAPOLI. Restauro delle cappelle laterali e dell'altare centrale OGGETTO: COMMITTENTE: Data, 06/03/2014 IL TECNICO. pag.

COMPUTO METRICO COMUNE DI NAPOLI. Restauro delle cappelle laterali e dell'altare centrale OGGETTO: COMMITTENTE: Data, 06/03/2014 IL TECNICO. pag. COMUNE DI NAPOLI pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: Restauro delle cappelle laterali e dell'altare centrale Data, 06/03/2014 IL TECNICO PriMus by Guido Cianciulli - copyright ACCA software S.p.A. pag. 2 R

Dettagli

LAVORI DI STRAORDINARIA MANUTENZIONE DELLA CHIESA PARROCCHIALE DI SARZANO PER LA MESSA IN SICUREZZA DELLA STRUTTURA

LAVORI DI STRAORDINARIA MANUTENZIONE DELLA CHIESA PARROCCHIALE DI SARZANO PER LA MESSA IN SICUREZZA DELLA STRUTTURA Diocesi di Adria-Rovigo LAVORI DI STRAORDINARIA MANUTENZIONE DELLA CHIESA PARROCCHIALE DI SARZANO PER LA MESSA IN SICUREZZA DELLA STRUTTURA restauro Committente: PARROCCHIA DI SANTA MARGHERITA V.M. SARZANO,

Dettagli

Scegli di essere il più veloce. www.roefix.com

Scegli di essere il più veloce. www.roefix.com Scegli di essere il più veloce. www.roefix.com Sistemi di risanamento Per il recupero di murature umide Il degrado di intonaci e murature Le principali cause di degrado di intonaci e murature sono riassumibili

Dettagli

Alessandro Becattini

Alessandro Becattini IL RESTAURO DELLA VETRATA Alessandro Becattini La vetrata raffigura quattro santi e quattro imperatori a coppia: Silvestro e Costantino, Traiano e Gregorio, Girolamo e Teodosio, Graziano e Ambrogio, questi

Dettagli

MALTA FINE FIBRORINFORZATA, TRADIZIONALE, ECOLOGICA E TRASPIRANTE, A PRESA AEREA PER INTONACI DI FINITURA E/O RASATURA

MALTA FINE FIBRORINFORZATA, TRADIZIONALE, ECOLOGICA E TRASPIRANTE, A PRESA AEREA PER INTONACI DI FINITURA E/O RASATURA FIBROFIN BIO NO POLVERE MALTA FINE FIBRORINFORZATA, TRADIZIONALE, ECOLOGICA E TRASPIRANTE, A PRESA AEREA PER INTONACI DI FINITURA E/O RASATURA PRODOTTO COMPOSTO DA GRASSELLO DI CALCE, AGGREGATI SILICEI

Dettagli

CORSI TECNICHE DECORATIVE

CORSI TECNICHE DECORATIVE CORSI TECNICHE DECORATIVE PROGRAMMA CORSO FINTE CORNICI Finte cornici: Realizzazione di modanature in chiaro-scuro con effetto di finto rilievo (trompe l oeil), bordure per stipiti ed architravi di porte

Dettagli

Cà Corner della Regina

Cà Corner della Regina Cà Corner della Regina Progetto di restauro delle superfici intonacate delle superfici in stucco e marmorino delle travi decorate e degli elementi lapidei piano secondo nobile e piano terzo Progettisti:

Dettagli

Relazione finale di Restauro

Relazione finale di Restauro Relazione finale di Restauro Lavori di restauro dei soffitti decorati Palazzo Pace Via Schioppettieri, n 11 Palermo Direttore Lavori Restauratori Anna Badagliacca Maria Teresa Caruso Daniela D Angelo Giorgia

Dettagli

ausiliari a u x i l a per pittura

ausiliari a u x i l a per pittura ausiliari a u x i l a per pittura >medio ritardante È un prodotto a base acquosa che, grazie alle particolari materie prime contenute, ritarda l'essiccazione dei colori acrilici. Infatti, miscelato con

Dettagli

Strutture murarie. Lezione 2 L02

Strutture murarie. Lezione 2 L02 Strutture murarie Lezione 2 1 Cenni preliminari Nel passato veniva usata praticamente sempre la cosiddetta muratura continua. Dai tempi dei Romani, ad anche prima, si è sempre utilizzata, quindi è stata

Dettagli

Enrica Borra. Restauro Conservativo Affreschi ed Opere D Arte. Via Campasso 17,13881 Cavaglià (BI) Tel. 340.8982117 E-MAIL: enrica.borra@email.

Enrica Borra. Restauro Conservativo Affreschi ed Opere D Arte. Via Campasso 17,13881 Cavaglià (BI) Tel. 340.8982117 E-MAIL: enrica.borra@email. Enrica Borra Restauro Conservativo Affreschi ed Opere D Arte Via Campasso 17,13881 Cavaglià (BI) Tel. 340.8982117 E-MAIL: enrica.borra@email.it www.restaurienricaborra.com Enrica Borra Diplomata in pittura

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PROGETTISTA:

SCHEDA INFORMATIVA PROGETTISTA: SCHEDA INFORMATIVA 1) DATI RELATIVI AL PROGETTISTA: arch. Ilaria Venturi DIRETTORE DEI LAVORI ----------------------------------------------- ----------------------------------------------------- 2) ALTRE

Dettagli

RUBBER ONE Fondo riempitivo elastomerico

RUBBER ONE Fondo riempitivo elastomerico SCHEDA TECNICA TECHNICAL SHEET 1/9 RUBBER ONE Fondo riempitivo elastomerico RUBBER ONE è una pittura murale a base di resine elastomeriche, che costituisce la preparazione ideale del supporto prima dell

Dettagli

Progetto di pulitura dai graffiti

Progetto di pulitura dai graffiti Chiostro dell Abbazia di San Mercuriale Progetto di pulitura dai graffiti Luogo: Forlì Data: 24 febbraio 2009 Esecuzione progetto: LEONARDO S.R.L. Chiostro dell Abbazia di San Mercuriale, Forlì. Progetto

Dettagli

Paola Centurini RELAZIONE TECNICA FINALE

Paola Centurini RELAZIONE TECNICA FINALE Paola Centurini RELAZIONE TECNICA FINALE OGGETTO SOGGETTO Dipinti murali Madonna col Bambino e Santi vescovi N. INVENTARIO AUTORE DATAZIONE Sec. XV - XVI PROVENIENZA LUOGO DI CONSERVAZIONE Carovigno BR

Dettagli

Scuola d Arte Muraria Calchèra San Giorgio

Scuola d Arte Muraria Calchèra San Giorgio Scuola d Arte Muraria Calchèra San Giorgio Formulazione e produzione di materiali specifici per il restauro storico, archeologico, monumentale e per l edilizia sostenibile Il Centro di Ricerca e Formulazione,

Dettagli

Interventi di restauro della sala d Onere- oggi detta sala dell Alessi Palazzo Marino

Interventi di restauro della sala d Onere- oggi detta sala dell Alessi Palazzo Marino nterventi di restauro della sala d Onere- oggi detta sala dell Alessi Palazzo Marino Relazione Tecnica Stralcio della relazione relativa alla sola parte centrale zona originale dell Alessi Stucchi modellati:

Dettagli

Planimetria Unità Organica. Iconografia. Cono di ripresa n. 1 Cono di ripresa n. 2

Planimetria Unità Organica. Iconografia. Cono di ripresa n. 1 Cono di ripresa n. 2 N 14 Planimetria Unità Organica Iconografia Cono di ripresa n. 1 Cono di ripresa n. 2 Cono di ripresa n.3 PIANO di GOVERNO del TERRITORIO di PALOSCO- Nuclei di Antica Formazione N.14 Disciplina Spazi Edificati

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ASPETTI GENERALI

RELAZIONE TECNICA ASPETTI GENERALI RELAZIONE TECNICA ASPETTI GENERALI L intervento prevede il restauro con adeguamento finalizzato ad una migliore fruizione del visitatore del percorso museale proposto per tale parte dell ospedale del Ceppo.

Dettagli

index azienda / profilo / pag 1 prodotti / pag 2 realizzazioni / interni / pag 6 realizzazioni / esterni / pag 10 ricerca e sviluppo / pag 13

index azienda / profilo / pag 1 prodotti / pag 2 realizzazioni / interni / pag 6 realizzazioni / esterni / pag 10 ricerca e sviluppo / pag 13 index azienda / profilo / pag 1 prodotti / pag 2 realizzazioni / interni / pag 6 realizzazioni / esterni / pag 10 ricerca e sviluppo / pag 13 azienda / profilo L impresa Trapletti Pittori con sede a Coldrerio

Dettagli

COME SISMI, TERREMOTI, GUERRA, EVENTI METEOROLOGICI ECCEZIONALI, ATTIVITÀ VULCANICA

COME SISMI, TERREMOTI, GUERRA, EVENTI METEOROLOGICI ECCEZIONALI, ATTIVITÀ VULCANICA CAUSE DI DEGRADO CAUSE INTRINSECHE ALL EDIFICIO -CARATTERISTICHE GEOLOGICHE -QUALITÀ DEI MATERIALI -ERRORI DI ESECUZIONE -ETC. CAUSE ESTRINSECHE ALL EDIFICIO -EVENTI IMPROVVISI COME SISMI, TERREMOTI, GUERRA,

Dettagli

COLORDOC PLUS ESTERNI/INTERNI SCHEDA TECNICA Rev.5 del: 02-01-2013

COLORDOC PLUS ESTERNI/INTERNI SCHEDA TECNICA Rev.5 del: 02-01-2013 Rev.5 del: 02-01-2013 COLORDOC FINITURA AGGREGANTE COLORABILE A BASE DI RESINA FLUORURATA IN EMULSIONE ACQUOSA BATTERIOSTATICO, ANTIMACCHIA,IDRO-OLEOREPELLENTE ANTIGRAFFITI SEMIPERMANENTE DOCCHEM S.r.l.

Dettagli

SCHEDA TECNICA ANTICHE TERRE FIORENTINE VINTAGE

SCHEDA TECNICA ANTICHE TERRE FIORENTINE VINTAGE SCHEDA TECNICA ANTICHE TERRE FIORENTINE VINTAGE Pittura decorativa 100% a base acqua INFORMAZIONI TECNICHE VINTAGE è un prodotto decorativo per interno della linea ANTICHE TERRE FIORENTINE appartenente

Dettagli

VANI INTERRATI Impermeabilizzazione interna. Prodotti e soluzioni tecniche

VANI INTERRATI Impermeabilizzazione interna. Prodotti e soluzioni tecniche VANI INTERRATI Impermeabilizzazione interna Prodotti e soluzioni tecniche Impermeabilizzazione dall interno dei vani interrati La presenza di acqua nel sottosuolo a diretto contatto del manufatto non impermeabilizzato

Dettagli

Restauro conservativo eseguito sull apparato decorativo in stucco del gabinetto cinese o Boudoir di Maria Teresa d Austria

Restauro conservativo eseguito sull apparato decorativo in stucco del gabinetto cinese o Boudoir di Maria Teresa d Austria Restauro conservativo eseguito sull apparato decorativo in stucco del gabinetto cinese o Boudoir di Maria Teresa d Austria Relazione Tecnica Il primo intervento in ordine di tempo (2004) è stato realizzato

Dettagli

Lavori di manutenzione straordinaria del Condominio Dei Braccianti

Lavori di manutenzione straordinaria del Condominio Dei Braccianti OGGETTO: Lavori di manutenzione straordinaria del Condominio Dei Braccianti I sottoscritti ing. Carmine Palermo, iscritto all Ordine degli Ingegneri della Provincia di Salerno al n 5027, con studio professionale

Dettagli

intonaclima 0,5 mm rivestimento rustico acrilsilossanico antialga

intonaclima 0,5 mm rivestimento rustico acrilsilossanico antialga SERIE. 1.623 ard f.lli raccanello s.p.a. industria vernici e smalti intonaclima 0,5 mm rivestimento rustico acrilsilossanico antialga SCHEDA TECNICA N 90 CARATTERISTICHE INTONACLIMA 0,5 mm è un rivestimento

Dettagli

Calibro Plus Evaporation

Calibro Plus Evaporation Calibro Plus Evaporation Il prodotto CALIBRO P. E., è un sistema specificatamente formulato per realizzare intonaci antiumidità, antisale ed anticondensa su murature umide. È costituito dalla combinazione

Dettagli

Norme tecniche. modificate con la delibera di approvazione COMUNE DI TRIESTE

Norme tecniche. modificate con la delibera di approvazione COMUNE DI TRIESTE modificate con la delibera di approvazione PARTE I - Norme cogenti Comune che deve assicurare la qualità e la coerenza degli interventi e degli obiettivi del presente Piano. ARTICOLO 1 - DEFINIZIONE Si

Dettagli

1) perdita del potere isolante delle murature con relativo aumento dei costi del riscaldamento.

1) perdita del potere isolante delle murature con relativo aumento dei costi del riscaldamento. NOTA SULLE PITTURE SILOSSANICHE. dr. M.T. Rampini Premessa. Da sempre si è cercata una soluzione ottimale alla verniciatura di supporti minerali di facciate esterne, che permettesse sia di arrestare il

Dettagli

CEPRO PROTAGONISTA DEL RECUPERO DELLE GROTTA DI SAN MICHELE ARCANGELO A OLEVANO SUL TUSCIANO

CEPRO PROTAGONISTA DEL RECUPERO DELLE GROTTA DI SAN MICHELE ARCANGELO A OLEVANO SUL TUSCIANO CEPRO PROTAGONISTA DEL RECUPERO DELLE GROTTA DI SAN MICHELE ARCANGELO A OLEVANO SUL TUSCIANO Le grotte di S. Michele Arcangelo a Olevano sul Tusciano rientrano nella classifica Word Momunent Funds tra

Dettagli

News. Rinnovare Milano Il recupero in varie fasi dell'edificio storico adiacente al "Corriere della Sera" ridà lustro a via Solferino

News. Rinnovare Milano Il recupero in varie fasi dell'edificio storico adiacente al Corriere della Sera ridà lustro a via Solferino Notizie ed articoli tecnici del gruppo 4 Rinnovare Milano Il recupero in varie fasi dell'edificio storico adiacente al "Corriere della Sera" ridà lustro a via Solferino Opera: edificio residenziale storico

Dettagli

01 ottobre 2012 Boiacche da iniezione per il consolidamento di murature e intonaci anche affrescati

01 ottobre 2012 Boiacche da iniezione per il consolidamento di murature e intonaci anche affrescati Materiali innovativi per il restauro. La ricerca scientifica alla base dell innovazione dei prodotti per il recupero e la conservazione e manutenzione di edifici monumentali 01 ottobre 2012 Boiacche da

Dettagli

Creatina istruzioni per l uso

Creatina istruzioni per l uso Creatina istruzioni per l uso 07 2015 Indice Preparazione delle superfici 2 Preparazione per la posa su parete interno doccia e contorno vasca 3 Applicazione della membrana impermeabilizzante AquaPrim

Dettagli

SISTEMA RISANANTE E BARRIERA CHIMICA PER MURATURE UMIDE E IMPREGNATE DI SALE

SISTEMA RISANANTE E BARRIERA CHIMICA PER MURATURE UMIDE E IMPREGNATE DI SALE SISTEMA RISANANTE E BARRIERA CHIMICA PER MURATURE UMIDE E IMPREGNATE DI SALE 2 I PROBLEMI INTONACO CHE SI SFALDA E QUINDI INDEBOLIMENTO STATICO DEL- LA STRUTTURA MACCHIE ED ALONI DI UMIDITÀ, COLORE CHE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'INCENTIVAZIONE DEGLI INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO DELL'ARREDO URBANO DEGLI EDIFICI DEL COMUNE DI CASTELLO TESINO

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'INCENTIVAZIONE DEGLI INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO DELL'ARREDO URBANO DEGLI EDIFICI DEL COMUNE DI CASTELLO TESINO ALLEGATO ALLA DELIBERA CONSILIARE N. 24 DEL 03.09.2014 Il Segretario Comunale Dott.ssa Sabrina Priami REGOLAMENTO COMUNALE PER L'INCENTIVAZIONE DEGLI INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO DELL'ARREDO URBANO DEGLI

Dettagli