AESVI. Rassegna Stampa del 19/01/2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AESVI. Rassegna Stampa del 19/01/2010"

Transcript

1 AESVI Rassegna Stampa del 19/01/2010 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE VIDEOGIOCHI 19/01/2010 Il Sole 24 Ore Chavez: Playstation veleno capitalista 19/01/2010 Il Giornale - Nazionale La Russo, Quattromonti e Don Mastellik: la carica dei politici da videogame 19/01/2010 Grazia -INTERNET? Non farne una malattia 18/01/2010 VNUNet Microsoft gioca con Xbox 360 Super Elite per Mass Effect 2 19/01/2010 Il Fatto Quotidiano - Nazionale Avatar, tutto il mondo è un videogame

3 VIDEOGIOCHI 5 articoli

4 19/01/2010 Il Sole 24 Ore Pag. 23 Videogames Chavez: Playstation veleno capitalista Foto: La playstation? «È un veleno del capitalismo»: così il presidente venezuelano Chavez (nella foto) ha definito la console per videogiochi, ricorrendo al paragone con alcol e droghe. «Quei giochi chiamati playstation sono veleni, alcuni insegnano ad uccidere» ha aggiunto. VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 19/01/2010 4

5 19/01/2010 Il Giornale Pag. 12 ED. NAZIONALE UN SITO WEB PERMETTE DI AFFRONTARE TUTTI I LEADER La Russo, Quattromonti e Don Mastellik: la carica dei politici da videogame La crisi economica ha distrutto la civiltà, le città sono popolate solo da mendicanti e il Belpaese è noto ora come «Monnezzopoli»: è lo scenario inquietante e ironico ideato dai creatori di «Fatelacarita.it», un videogioco online che permette di vestire i panni di un clochard in lotta per la sopravvivenza in una società italica devastata dall'inettitudine degli stessi personaggi che mantengono, anche nel post-crisi, ruoli di comando: i politici. E così, andando a zonzo per Monnezzopoli, ci si può imbattere nel comandante «La Russo» ( nella foto ) che, alla guida dei pochi militari rimasti, è riconoscibile, come si legge nella presentazione del videogame, «per il famoso figlio Ermenegildo e per la fantomatica frase "Diciamocelo!"». Altro personaggio centrale del gioco è «Androtto», il più vecchio senzatetto di Monnezzopoli: «Grande mediatore dei conflitti tra i villaggi, si dice archivi tutti i suoi segreti in uno strano rigonfiamento che ha sulla schiena». Non manca lo «Psico Premier, sempre molto gentile e famoso per la sua frase "Ci consenta"». Poi ci sono «Dipietrazzecca», difensore dei sotterranei che «in pochissimi riescono a capire quando parla», «Quattromonti», celebre per «la sua conoscenza enorme della vita dei senzatetto». Infine «Don Mastellik», il padrino di Monnezzopoli che fuma «mozziconi di sigari pregiati», «Spia Dalem», agente segreto senza nessuna informazione ma che «va in barca ed è raffinato» e, infine, la «Regina Marfagna, padrona dell'albero di pietra, bella esternamente ma infida nell'anima». VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 19/01/2010 5

6 19/01/2010 Grazia Pag. 62 N.4-25 GENNAIO 2010 rehab digitale -INTERNET? Non farne una malattia OSSESSIONATE DALLE , MALATE DI E-SHOPPING, STRESSATE A FORZA DI CONTROLLARE LA PROPRIA REPUTAZIONE ONLINE O DISPERATE PER IL PARTNER CHE FREQUENTA SITI HARD. IL WEB PUÒ AVERE I SUOI EFFETTI COLLATERALI. MA ORA C'È CHI LI RICONOSCE E LI CURA MONICA MARELLI All'inizio è divertente. La Rete è il posto ideale per diventare subito un'altra persona: sfuggire alla realtà è piacevole. Con un clic, si apre una finestra su un mondo alternativo, fatto di sogni, di piacere mentale e - perché no? - anche fisico. Clic, sono l'eroe di un videogioco. Clic, compro una borsa. Clic, finalmente parlo (chatto) con un uomo che mi capisce. Clic, clic, clic. Poi, succede che diventa un pensiero fisso. Bisogna rifarlo, al più presto e sempre più spesso, sacrificando anche le ore del riposo notturno. Questa è la storia, per sommi capi, di un tipo di dipendenza in cui la "sostanza" è internet. C'È (SEMPRE) POSTA PER TE Non pensate al solito nerd con gli occhiali spessi rinchiuso in una cameretta buia a giocare per ore: anche il giovane manager che consulta il Blackberry ogni pochi minuti durante una cena romantica, o la studentessa che controlla l' sull'iphone in modo ossessivo rappresentano i nuovi esempi di "internet addiction". La colpa, però, non è della Rete. Passare ore tra amicizie e amori virtuali, giochi di ruolo o siti per adulti in cui eccitarsi senza il pericolo di essere giudicati è soprattutto un modo per sfogare un disagio profondo che segna la vita nel mondo reale. Cesare Guerreschi, psicoterapeuta e fondatore della Società italiana di intervento delle patologie compulsive lo spiega così: «Il "cyber relational addicted" ha bisogno di passare molto tempo in Rete per intraprendere relazioni amicali o sentimentali. Alcune caratteristiche tipiche delle persone depresse - poca autostima, scarsa motivazione, paura di essere rifiutati possono contribuire a un incremento dell'utilizzo di internet, dei social network e anche del controllo compulsivo della posta». A proposito di , l'azienda Nokia ha pubblicato un'indagine, condotta su persone di vari Paesi, fra cui il nostro: riceviamo in media 20 messaggi al giorno e il 56% di noi impiega quotidianamente almeno mezz'ora per rispondere. Ne risulta che gli italiani passano in media sette giorni l'anno a cliccare il tasto "send/reply". Sette giorni sottratti al lavoro, al divertimento, alla lettura di un libro, alle uscite con gli amici. CYBER DROGATI, FRA GIARDINI ED ELETTROSHOCK Dagli effetti collaterali del vivere iperconnessi alla vera dipendenza, però, le differenze sono notevoli. Negli Stati Uniti, secondo uno studio della scuola di Medicina della Stanford University, i cyber drogati si aggirano intorno a tre milioni di persone. Uno dei più noti centri di disintossicazione si chiama restart, ha aperto a Fall City - poco lontano dal quartier generale della Microsoft - e, con una spesa di circa 10 mila euro, per 45 giorni, ospita i malati in una struttura nel verde, dando vitto, alloggio, incontri con psicologi e offrendo attività rieducative per ritrovare il contatto con la realtà. Per esempio attraverso lezioni di cucina, giardinaggio e così via. Il primo paziente, un 19enne dell'iowa, aveva esagerato con World of Warcraft, il videogame fantasy giocato in Rete (a pagamento) da milioni di persone, che ha fan anche tra le persone più insospettabili. Tanto che, anni fa, il romanziere Niccolò Ammaniti si era spinto a dire: «Se avessi cominciato prima con World of Warcraft, probabilmente non avrei fatto lo scrittore». Dall'approccio stile rehab americano, si passa poi agli eccessi cinesi: elettroshock e farmaci sono stati usati dal dottor Yang Shuyun per curare circa adolescenti. Ora, il ministero della Salute ha fermato il medico (non ci sono prove scientifiche che le scariche elettriche curino il disturbo), ma, secondo i dati dell'ospedale militare di Pechino, gli internet-dipendenti rappresentano almeno il 10% dei giovani cinesi: non è un caso che il Paese ospiti già 400 cliniche per la riabilitazione. DISINTOSSICAZIONE ALL'ITALIANA E da noi? Sesso virtuale, giochi di ruolo, social network, sono le dipendenze più riscontrate. A novembre, a Roma, ha aperto il primo centro di disintossicazione dedicato al web e ai videogame. Un day hospital coordinato dallo psichiatra Federico Tonioni all'interno del Policlinico Gemelli: «Abbiamo avuto tantissime richieste da genitori preoccupati per i loro figli, soprattutto adolescenti o giovani ossessionati dai giochi online. Ma non mancano gli adulti, più concentrati su social network e sesso virtuale. In quest'ultimo caso, si tratta soprattutto di uomini VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 19/01/2010 6

7 19/01/2010 Grazia Pag. 62 N.4-25 GENNAIO 2010 e la cosa non stupisce: la mente femminile è strutturata diversamente ed è meno disposta a cedere a questo tipo di dipendenze. Però, la patologia esiste ed è bene imparare a riconoscerla e a risolverla». Le donne, semmai, sono più sensibili verso un altro effetto indesiderato della vita online: la reputazione. Controllare ciò che si dice di noi, chi lega il nostro nome a una certa foto (venuta particolarmente male) o a un determinato episodio, può diventare una fonte di vero stress. Tanto che c'è già chi si è organizzato per fornire servizi a protezione della fama virtuale: siti come Reputation Manager, Reputation Defender e Tiger Two permettono di tenere sotto controllo quante volte un certo nome sia citato e, nel caso, permettono di "ripulire" l'immagine di persone e marchi. Per allentare la dipendenza da internet in Italia non ci sono né giardini all'americana, né elettroshock alla cinese: «Innanzitutto c'è un colloquio, per capire se si tratta di vera dipendenza», dice Tonioni. «Alle volte i genitori ci contattano perché il figlio non studia e preferisce passare ore su internet, ma non è detto che si tratti di una vera "addiction". Il colloquio serve anche a scoprire, in caso di accertata dipendenza, quale sia la psicopatologia sottostante, cioè quale sia il disagio del paziente. Il consumo di videogioco online o quello di sesso virtuale sono delle amplificazioni di una sofferenza più profonda. La Rete è solo la soluzione temporanea a un conflitto mentale, un modo per scappare dalla realtà. Dopo gli incontri individuali, si passa ai gruppi di riabilitazione: per esempio, si re-impara una fetta importante della comunicazione tra esseri umani, il linguaggio del corpo». La terapia di Tonioni punta anche a sottolineare i limiti del web: «Su Facebook, se arrossisci, non se ne accorge nessuno. Non puoi guardare negli occhi una persona, né esprimere il tuo affetto toccandole una spalla. Puoi mettere la tua foto perfetta, non importa qual è il tuo vero aspetto fisico. Così, però, si perde una parte importante della comunicazione e dell'emotività». L'ultimo aspetto da "curare" è lo stato dissociativo in cui ci si perde. Spiega lo psichiatra: «Quando navighiamo, il tempo e lo spazio scompaiono: ci facciamo catturare da un video, poi saltiamo a una notizia e, infine, scarichiamo una canzone e poi ricominciamo. Sembra che siano passati pochi minuti, invece, può essere trascorsa più di un'ora». Altre volte, invece, è degli intervalli brevi che si perde la cognizione: quante volte sentiamo un moto di rabbia, se il sito verso il quale stiamo navigando non si "apre" istantaneamente? In quel momento, non siamo disposte ad aspettare: due secondi diventano un tempo insopportabile e ci innervosiamo. CHI È L'E-TOSSICO? Di solito è maschio, giovane e il suo pensiero fisso è uno solo: collegarsi alla Rete il prima possibile, sacrificando gli appuntamenti con gli amici o con il partner, per perdersi nel proprio mondo. Le ricerche svolte finora dalla Kaohsiung Medical University Hospital di Taiwan dicono che i soggetti più deboli, davanti alla tastiera, sono i maschi con tendenza a comportamenti aggressivi e le donne che tendono alla depressione o che hanno problemi relazionali. Spiega Tonioni: «Contrariamente a quello che si potrebbe pensare, il maniaco di internet non è quello che per deformazione professionale passa molte ore al pc, ma la persona per cui il collegamento alla Rete diventa un pensiero fisso. È l'investimento mentale quello che determina la dipendenza. Una community manager, per lavoro, può passare anche 10 ore al video, poi torna a casa ed è ben felice di cenare con suo marito. Al contrario, può esserci un meccanico che lavora tutto il giorno in officina ed è ossessionato dall'idea di tornare al pc per controllare, per esempio, che cosa dicono i suoi amici sul social network che frequenta». Non c'è da stupirsi che, con questo bisogno ormai diffuso di essere sempre online, in Finlandia sia stato stabilito il diritto alla banda larga: a partire da luglio, tutti i cittadini avranno a disposizione almeno un megabit per secondo per le loro connessioni web (che non è poi molto). Chissà che il prossimo passo del tanto celebrato welfare scandinavo non sia proprio uno psichiatra a domicilio per fare, poi, un po' di rehab? Le 5 facce della dipendenza IDENTIKIT QUESTI CINQUE PROFILI SONO STATI FORNITI DAL CENTRO DI DISINTOSSICAZIONE DA INTERNET DEL POLICLINICO GEMELLI DI ROMA (WWW.POLICLINICOGEMELLI.IT - INFO: O ). CYBER SEXUAL: CERCA SESSO VIRTUALE E PORNOGRAFIA CYBER RELATIONAL: CERCA L'AMICIZIA SUI SOCIAL NETWORK COME FACEBOOK, NETLOG, BADOO E MYSPACE NET- COMPULSION: SI DEDICA AL GIOCO D'AZZARDO (SOPRATTUTTO IL POKER) O FA SHOPPING ONLINE D'IMPULSO INFORMATION OVERLOAD: RICERCA OSSESSIVAMENTE NOTIZIE, COMMENTA VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 19/01/2010 7

8 19/01/2010 Grazia Pag. 62 N.4-25 GENNAIO 2010 MOLTISSIMO SUI BLOG COMPUTER ADDICTED: SOFFRE DI UN COINVOLGIMENTO ECCESSIVO NEI GIOCHI VIRTUALI (COME WORLD OF WARCRAFT) Abuso o dipendenza? Il TEST per scoprirlo Umore che cambia e sonno che se ne va: ecco i primi sintomi TRASCURATE AMICI E FAMILIARI NON DORMITE PIÙ COME PRIMA TENDETE A MENTIRE PIÙ SPESSO DI PRIMA RISCONTRATE FREQUENTI SBALZI D'UMORE VI SENTITE COLPEVOLI, SPAVENTATE, ANSIOSE IL TEMPO CHE PASSATE AL PC NON VI BASTA MAI 3-4 RISPOSTE AFFERMATIVE: PROBABILE ABUSO 5 O PIÙ: TENDENZA ALLA DIPENDENZA RINUNCIATE AD ALTRE ATTIVITÀ (PALESTRA ECC...) LONTANO DAL COMPUTER VI SENTITE IRREQUIETE PASSATE SEMPRE PIÙ TEMPO SUL WEB, NON SOLO CON IL PC, MA ANCHE CON IPHONE E BLACKBERRY VI SENTITE PIÙ EUFORICHE SE SIETE ALLE PRESE CON LE VOSTRE ATTIVITÀ INTERNET PREFERITE AVETE MAL DI TESTA, PERDETE (O GUADAGNATE) PESO IL VOSTRO TEMPO AL COMPUTER INTERFERISCE CON IL LAVORO O LO STUDIO VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 19/01/2010 8

9 18/01/2010 VNUNet Sito Web Microsoft gioca con Xbox 360 Super Elite per Mass Effect 2 Il 29 gennaio debutterà in Australia un Super Bundle per l'atteso videogioco Mass Effect 2 ITespresso.it Microsoft estrae dalla manica la carta Xbox 360 Super Elite per il lancio australiano, previsto il 29 gennaio, del videogame Mass Effect 2. Infatti il 29 gennaio debutterà in Australia un Super Bundle per l'atteso videogioco Mass Effect 2. Nel pacchetto Super Elite sarà compresa una console Elite con disco rigido da 250GB, una versione del gioco, due joypad e un headset. A Natale Nintendo ha venduto 3.1 milioni di Wii e 3.31 milioni di DS (più cinque titoli nella Top 10 dei bestseller per Wii e un sesto per DS). Invece, Sony ha venbduto 1.36 milioni di PS3 e Microsoft 1.31 milioni di Xbox. VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 19/01/2010 9

10 19/01/2010 Il Fatto Quotidiano Pag. 14 ED. NAZIONALE DIBATTITI 3D Avatar, tutto il mondo è un videogame Roberto Faenza interviene sul film del momento : "In evidenza c'è un universo virtuale che gli adolescenti conoscono a fondo e che non li stupisce affatto" Roberto Faenza Insomma: che cos'è mai Av atar se non un gigantesco videogioco? Il più oneroso della storia, se è vero che il suo costo di fabbricazione si aggira sui 400 milioni di dollar i. Una critica pigra non ha compreso la zona inconscia del film di Cameron, che nasce da un senso di colpa di buona parte del popolo americano per lo sterminio dei nativi d'america, gli Indiani. Se osservate bene, gli abitanti di Pandora riproducono figurativamente i volti dei moicani, con i loro archi e frecce, specie quando si dipingono per andare in guer ra. E come non ricordare che la battaglia finale contro l'o ccupante armato di astronavi, megarobot e armi micidiali, rimanda allo sterminio di Soldato blu e Balla coi lupi? Con la differenza che in quei film i nativi perdono e qui invece vincono, aiutati da un manipolo di americani "buoni" anche se, come dice il colonnello che guida la flotta delle astronavi, sono dei "traditor i". Per chi conosce la storia dei videogiochi, Av a t a r p re s e n t a poche novità. Mentre per gli spettatori del cinema tradizionale gli effetti speciali e il 3D suonano come qualcosa di innovativo, per i videogiocatori accaniti anche le sequenze più spettacolari appaiono come un déjà vu. Non molti sanno per esempio che l'industria del videogioco ha superato per fatturato la stessa industria cinematografica, diventando il mercato più ricco dell'i ntrattenimento mondiale. Senza contare il sommerso del download da Internet, dove gli italiani sono al priimo posto, con il 17% di scaricatori illegali rispetto agli altri europei. Il successo di questo mercato sfugge, per la sua natura ludica, alle analisi raffinate di intellettuali e sociolog i. Abituati a dissertare di cultura di massa e televisione, perdono l'occasione di confrontarsi con uno dei fenomeni più straordinari che agitano il mondo dei media. Basti pensare che i frequentatori dei videogiochi afferiscono a ogni età e classe sociale: un popolo di spericolati giocatori che ogni giorno passano davanti al pc e alla consolle ore e ore a battagliare e a combattere contro nemici immaginari, a volte vincendo altre soccombendo. Tale è la loro diffusione, da far inventare un nuovo termine: g a m i fi c a t i o n, coniato dall'oscar per le scienze e la tecnica, Glenn Entis, capo della Dreamwork Interactive, non a caso legato a Hollywood, a testimonianza dello stretto legame che unisce il linguaggio cinematografico a quello dei giochi. Per tornare alla genesi di un successo come Av a t a r, si potrebbero fare non pochi esempi, uno tra tutti: B i oshoc k (clicca su Google e vengono fuori oltre 9 milioni di contatti, altro che i nostri film di Natale con De Sica!). Come in Av a t a r, la storia si svolge in un pianeta fantastico, anche se subacqueo, R a p t u re. E come in Av a t a r, gli abitanti di quel pianeta, scienziati geniali, combattono contro il male in una guerra senza t re g u a. Effetti visionari fanno di questo game, al pari di tanti altri, il paradiso dei videogiocatori, una specie umana compulsiva e frenetica, che spesso agisce in stato di trance o dimenticando la realtà come sotto effetto di d ro g a. Talvolta i giochi sono così assurdi e incomprensibili che una persona "nor male" non riesce a capire dove stia il divertimento. Eppure è proprio la sfida dell'i n t e l l igenza a eccitare la competizione. Non si spiegherebbe altrimenti il successo planetario di un videoinventore diventato miliardario, il cinquantottenne giapponese Miyamoto, famoso per avere invitato le serie Donkey Kong, Mar io, The Legend of Zelda, P ikmin e molte altre per l'azienda leader del mercato, la Nintendo. Wikipedia lo descrive come il padre dei moderni videogiochi e lo definisce "il più grande ideatore al mondo". Come ha scritto John Lancester, della London Review of Books, definendo Miyamoto "il Walt Disney dei videog iochi", le sue storie sono "così assurde, arbitrarie e stupide", da diventare "s ublimi e incantevoli". Il successo dei suoi prodotti poggia sulla semplicità, di modo che possono giocare insieme sia i bambini che i loro padri, zii e nonni. E quando un gioco coinvolge un'intera famiglia ha fatto b i n go. E' opinione comune che a premere sui tasti delle consolle siano essenzialmente i maschi, ma non è così. Infatti, secondo un'analisi recente della Wedbush Morgan "è in costante aumento il numero di donne e ragazze che utilizzano i videogiochi e che ad oggi rappresenta il 40% delle vendite contro il 12% di otto anni fa". L'ingresso in scena VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 19/01/

11 19/01/2010 Il Fatto Quotidiano Pag. 14 ED. NAZIONALE di giocatrici di ogni genere e età ha dato un nuovo impulso al mercato, pronto a creare nuove trame e storie per catturare i gusti del gentil sesso. Si potrebbe dunque pensare a intrecci meno violenti e più alla portata della sensibilità femminile. Non è così. Piacciono alle femmine come ai maschi i giochi più cruenti, dove dominante è il ruolo del "killer". Già, perché nonostante la preoccupazione di educatori e genitori non è affatto certo che sussista un legame tra comportamenti violenti e videogiochi. Anzi, secondo alcuni sarebbe vero il contrario e cioè che i giochi basati sulla violenza agirebbero come camera di compensazione e neutralizzazione di istinti violenti. Un ultimo dato: l'a c c a d emia Italiana Videogiochi in quattro anni ha diplomato 100 giovani da avviare alla carriera videoludica. Di questi, più del 50 per cento ha trovato lavoro. Il regista Roberto Faenza e sotto, una scena del film di James Cameron, "Avat a r " VIDEOGIOCHI - Rassegna Stampa 19/01/

PC-(DE)GENERATION Viaggio nel mondo del digitale responsabile. Giovedì 8 novembre 2012 Dott.ssa Cristina Mastronardi

PC-(DE)GENERATION Viaggio nel mondo del digitale responsabile. Giovedì 8 novembre 2012 Dott.ssa Cristina Mastronardi PC-(DE)GENERATION Viaggio nel mondo del digitale responsabile Giovedì 8 novembre 2012 Dott.ssa Cristina Mastronardi Il mondo dei NATIVI_DIGITALI in un universo digitale Dipendenza Dipendenza patologica

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi

EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi AGENZIE EDUCATIVE: Famiglia Scuola Società COLLABORAZIONE ALCUNI

Dettagli

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14 VI Sommario Parte prima Da bambino a preadolescente Chi è il bambino? Come cresce? Come impara a interagire con il mondo e a lasciare un segno nel suo ambiente di vita? La prima parte del volume cerca

Dettagli

EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi

EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi AGENZIE EDUCATIVE: Famiglia Scuola Società COLLABORAZIONE ALCUNI

Dettagli

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza mancanza di energia e di voglia di fare le cose Materiale a cura di: L. Magliano, A.

Dettagli

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder

Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder Indagine conoscitiva sugli stili di vita dei giovani di terza media a cura di Simone Feder 1. Dati anagrafici Gli studenti che hanno compilato il questionario sono in totale 121 I maschi sono il 43% e

Dettagli

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi''

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi'' J.AThePowerOfSponsorship Di Giuseppe Angioletti http://www.segretidei7uero.altervista.org ''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza

Dettagli

Comunicare e relazionarsi in Rete. Marco Gui Marina Micheli

Comunicare e relazionarsi in Rete. Marco Gui Marina Micheli Comunicare e relazionarsi in Rete Marco Gui Marina Micheli Prima parte L evoluzione dei media STAMPA TELEVISIONE 1456 d.c. 1940 3000 a.c. fine 1800 d.c. anni 90 SCRITTURA CINEMA INTERNET I media digitali

Dettagli

Immaginate di vivere in un caleidoscopio in veloce movimento, dove suoni, immagini pensieri cambiano costantemente.

Immaginate di vivere in un caleidoscopio in veloce movimento, dove suoni, immagini pensieri cambiano costantemente. Immaginate di vivere in un caleidoscopio in veloce movimento, dove suoni, immagini pensieri cambiano costantemente. e Di provare noia facilmente, di non riuscire bisogna completare. a rimanere concentrati

Dettagli

I segreti della mente

I segreti della mente Vittorino Andreoli I segreti della mente Capire, riconoscere, affrontare i segnali della psiche Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2013 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-06413-2 Prima edizione:

Dettagli

IRRINUNCIABILE PER I GIOVANI!!!

IRRINUNCIABILE PER I GIOVANI!!! LA DIPENDENZA DALLA RETE INTERNET IRRINUNCIABILE PER I GIOVANI!!! CHE COS E? La cosiddetta dipendenza da internet è una problematica ancora in via di definizione che si riferisce all uso eccessivo di internet

Dettagli

dott.ssa Licia Marozzo

dott.ssa Licia Marozzo dott.ssa Licia Marozzo La comunicazione è una straordinaria prerogativa della persona, che è per definizione un essere in relazione. Ripercorrendo la storia dei medium 97% dei giovani ha un telefono

Dettagli

Identità e videogiochi: essere qualcuno nei mondi virtuali

Identità e videogiochi: essere qualcuno nei mondi virtuali Identità e videogiochi: essere qualcuno nei mondi virtuali Prof. Michela De Luca Corso di Cyberpsicologia- Lumsa Dott.Massimiliano Marzocca Psicologo Psicoterapeuta massimilianomarzocca.blogspot.it www.massimilianomarzocca.it

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Ottavia Ferrannini Supervisione di Chiara

Dettagli

Questa non è una lezione

Questa non è una lezione Questa non è una lezione Sono appunti, idee su Internet tra rischi e opportunità. Che vuol dire non dobbiamo stare a guardare? È il Web 2.0... i cui attori siete voi Chi vi ha insegnato ad attraversare

Dettagli

L ambiente in cui vivi

L ambiente in cui vivi L ambiente in cui vivi 1. Cosa vorresti fare da grande? (indica per esteso il lavoro che ti piacerebbe fare) 2. Potendo scegliere, cosa ti piacerebbe diventare? (1 sola risposta) Un divo televisivo o del

Dettagli

DIPENDENZA DA INTERNET

DIPENDENZA DA INTERNET Ciclo di incontri Dipendenze...conoscerle per evitarle Venerdì 04 aprile 2014 DIPENDENZA DA INTERNET Gianluca Mantoani DIPENDENZE DA INTERNET l Negli anni '90 i primi studi l Termine coniato da Ivan Goldberg

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

5 STRATEGIE PER COMBATTERE L ANSIA

5 STRATEGIE PER COMBATTERE L ANSIA Collana PROMUOVERE IL BENESSERE PSICOLOGICO A cura di Dott.ssa Sabina Godi 5 STRATEGIE PER COMBATTERE L ANSIA Roberto è un uomo di 40, lavora come impiegato in una azienda farmaceutica. Da ormai 20 anni

Dettagli

La Depressione nell infanzia di S. Di Salvo, M. Marino e A. Martinetto

La Depressione nell infanzia di S. Di Salvo, M. Marino e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it La Depressione nell infanzia di S. Di Salvo, M. Marino e A. Martinetto I sintomi

Dettagli

Disturbi dell'umore. Depressione

Disturbi dell'umore. Depressione Disturbi dell'umore Depressione Probabilmente tutti nell'arco della propria hanno attraversato un periodo o anche un solo giorno in cui si sono "sentiti giù" e hanno pronunciato parole come: "Mi sento

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Come ci si relaziona con gli adolescenti? Bruno Tagliapietra Pediatra

Come ci si relaziona con gli adolescenti? Bruno Tagliapietra Pediatra Come ci si relaziona con gli adolescenti? Bruno Tagliapietra Pediatra Firenze Pinguini 2010 Cosa accadra oggi Perche sono qui? Per parlarvi di una esperienza interessante che ho fatto e che voglio condividere

Dettagli

IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI

IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI #NOVIOLENZA CONTRO LO STALKING, IL FEMMINICIDIO, ED OGNI ALTRA FORMA DI VIOLENZA SULLE DONNE IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI CONCRETI Durante le due settimane (dal 16 al 29 aprile) dell iniziativa No

Dettagli

Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte

Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte Giammaria de Paulis Autore del libro Facebook: genitori alla riscossa Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte in una stanza dove sia accesa soltanto una candela, basta una mano

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Rassegna Stampa del 11/02/2008 08:35

Rassegna Stampa del 11/02/2008 08:35 AESVI Rassegna Stampa del 11/02/2008 08:35 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro

Dettagli

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 1 CHE COS È INTERNET? INTERNET (connessione di rete) E' la "rete delle reti" perché collega fra

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

ASI-ADOC Associazione della Svizzera italiana per i disturbi d Ansia, Depressivi e Ossessivi-Compulsivi

ASI-ADOC Associazione della Svizzera italiana per i disturbi d Ansia, Depressivi e Ossessivi-Compulsivi ASI-ADOC Associazione della Svizzera italiana per i disturbi d Ansia, Depressivi e Ossessivi-Compulsivi «Libera-la-mente» da depressione, ansia e pensieri ossessivi Tutti conoscono L ANSIA La paura immotivata

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Rapporto ansia-depressione (R utter et al. 2006)

Rapporto ansia-depressione (R utter et al. 2006) Rapporto ansia-depressione (R utter et al. 2006) Disturbi d Ansia in età prescolare Disturbi d Ansia in età di latenza Depressione in adolescenza Depressione in età di latenza ANSIA DEPRESSIONE Disturbi

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Campagna informativa sulle dipendenze patologiche. Abruzzo Sanità: il nostro impegno per la tua salute.

Campagna informativa sulle dipendenze patologiche. Abruzzo Sanità: il nostro impegno per la tua salute. Campagna informativa sulle dipendenze patologiche Abruzzo Sanità: il nostro impegno per la tua salute. Cari cittadini, è con orgoglio che vi presento la prima di dieci Campagne di Comunicazione sanitaria

Dettagli

575risposte. Riepilogo Vedi le risposte complete Pubblica i dati di analisi. 1 di 9 07/05/2013 12.00. Dati generali.

575risposte. Riepilogo Vedi le risposte complete Pubblica i dati di analisi. 1 di 9 07/05/2013 12.00. Dati generali. 1 di 9 07/05/2013 12.00 mediacocchi@gmail.com Modifica questo modulo 575risposte Riepilogo Vedi le risposte complete Pubblica i dati di analisi Dati generali Quale plesso della scuola frequenti? Todi 378

Dettagli

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico

Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Realizzato nell ambito del programma generale di intervento 2010 della Regione Lazio con l utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico Ludopatia Per ludopatia (o gioco d azzardo patologico)

Dettagli

IL MONDO DELLE RELAZIONI, CON SE STESSI E CON GLI ALTRI.

IL MONDO DELLE RELAZIONI, CON SE STESSI E CON GLI ALTRI. LABORATORI I Laboratori di Counseling sono incontri di gruppo nei quali si affrontano temi diversi, relativi alla condizione umana; l obiettivo finale è scoprire nuovi strumenti per migliorare la qualità

Dettagli

I disturbi alimentari nei minori

I disturbi alimentari nei minori Terzo di Aquileia, 19 gennaio 2015 PARLIAMONE INSIEME per il benessere dei figli attraverso la tranquillità dei genitori I disturbi alimentari nei minori Gian Luigi Luxardi Centro per i Disturbi Alimentari

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

Dipendenza da internet, Facebook e iphone: una malattia ormai accertata La legge per tutti.it

Dipendenza da internet, Facebook e iphone: una malattia ormai accertata La legge per tutti.it Dipendenza da internet, Facebook e iphone: una malattia ormai accertata La legge per tutti.it Angelo Greco I nuovi social network e gli strumenti di telecomunicazione possono arrivare ad essere una malattia

Dettagli

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it Codice

Dettagli

Responsabile e corretto utilizzo delle tecnologie digitali

Responsabile e corretto utilizzo delle tecnologie digitali Responsabile e corretto utilizzo delle tecnologie digitali Informazioni e indicazioni per i genitori Le tecnologie audiovisive e digitali sono strumenti molto utili per la formazione ed il divertimento

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Lo shopping compulsivo

Lo shopping compulsivo Lo shopping compulsivo di Stefania Tedaldi Lo shopping compulsivo, come molti oggi sanno, non è il breve e piacevole momento che si vive quando compriamo qualcosa. La dipendenza dallo shopping è un comportamento

Dettagli

Internet Addiction Disorder : la terapia in tempi brevi

Internet Addiction Disorder : la terapia in tempi brevi Internet Addiction Disorder : la terapia in tempi brevi di Chiara Ratto Un ossessione vissuta alla sazietà si annulla nei suoi stessi eccessi. E. M. Cioran Al giorno d oggi, leggendo le riviste, i quotidiani,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Ragazzi tristi. GIUSEPPE SAGGESE Presidente Società Italiana di Pediatria

Ragazzi tristi. GIUSEPPE SAGGESE Presidente Società Italiana di Pediatria Ragazzi tristi Per la prima volta i pediatri italiani dedicano il loro Congresso ai disturbi dell umore nei più giovani. Segnalando in questo modo quella che dicono- è una vera emergenza. ( Servizio di

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

- 1 reference coded [1,60% Coverage]

<Documents\bo_min_13_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,60% Coverage] - 1 reference coded [1,60% Coverage] Reference 1-1,60% Coverage Certamente. Che musica ascolti? eh, io, ascolto più musica di qualche anno fa, sul rock anni 70, o sono

Dettagli

1) Il mio avatar: uguali o diversi? L esercizio permette di apprendere il concetto di avatar e comprenderne la tipologia.

1) Il mio avatar: uguali o diversi? L esercizio permette di apprendere il concetto di avatar e comprenderne la tipologia. DISCUSSION STARTERS - Definisci a parole tue cosa è un avatar. - Quali sono le funzioni psicologiche dell avatar? - L avatar può essere sempre come tu lo vorresti? - Quanti tipi di avatar conosci? - In

Dettagli

Cocaina e il mondo della notte

Cocaina e il mondo della notte Cocaina e il mondo della notte Gruppo di ricerca formato da : Fabio Mariani e Claudio Marinelli Cooperativa Progetto sul cocainismo - Seconda Annualità anno 2009 FINALITA Emersione del cosiddetto sommerso

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

Guida ai Servizi sul Gioco d Azzardo Patologico

Guida ai Servizi sul Gioco d Azzardo Patologico Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Lavagna - Ex Istituto Marini Guida ai Servizi sul Gioco d Azzardo Patologico Lie/ Bet Questionnaire 1. Hai mai sentito l impulso a giocare somme di denaro sempre

Dettagli

Si verifica quando qualcuno compie atti di

Si verifica quando qualcuno compie atti di CYBER BULLISMO E IL TERMINE USATO PER INDICARE IL BULLISMO ONLINE Si verifica quando qualcuno compie atti di vessazione, umiliazione, molestia, diffamazione, o azioni aggressive nei confronti di un altro,

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

Elsa Marcaccini. Psicologa psicoterapeuta. Dipartimento di Patologia delle Dipendenze «C. Olievenstein» ASL TO 2

Elsa Marcaccini. Psicologa psicoterapeuta. Dipartimento di Patologia delle Dipendenze «C. Olievenstein» ASL TO 2 Elsa Marcaccini Psicologa psicoterapeuta Dipartimento di Patologia delle Dipendenze «C. Olievenstein» ASL TO 2 Intervento presentato al Convegno «A che gioco giochiamo», organizzato dal Forum del Volontariato,

Dettagli

Domande frequenti sull elaborazione del lutto

Domande frequenti sull elaborazione del lutto Domande frequenti sull elaborazione del lutto La situazione in cui ti trovi è straordinaria e probabilmente molto lontano da qualsiasi esperienza tu abbia avuto prima. Quindi, potresti non sapere cosa

Dettagli

Uno dei cardini, delle mission aziendali di Flashbet, è quello di garantire un gioco legale e soprattutto responsabile.

Uno dei cardini, delle mission aziendali di Flashbet, è quello di garantire un gioco legale e soprattutto responsabile. Gioco Responsabile Uno dei cardini, delle mission aziendali di Flashbet, è quello di garantire un gioco legale e soprattutto responsabile. Partendo dalle regole, sempre chiare e precise, attraverso la

Dettagli

LA DIETA MEDIATICA DEI BAMBINI

LA DIETA MEDIATICA DEI BAMBINI LA DIETA MEDIATICA DEI BAMBINI Marco Deriu Direttore responsabile de Il Resegone docente di Etica della comunicazione all Università Cattolica Milano 20 gennaio 2007 Media e bambini I media si inseriscono

Dettagli

11 novembre 2004 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta

11 novembre 2004 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta 11 novembre 2004 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta Studi epidemiologici recenti hanno evidenziato che tra i ragazzi della fascia d'età compresa tra i 9 ed i 17 anni, una percentuale

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

L importante è... ...evitare gli eccessi. Guida al gioco. ...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile!

L importante è... ...evitare gli eccessi. Guida al gioco. ...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile! L importante è......evitare gli eccessi...divertirsi responsabilmente!...prevenire il gioco minorile! Guida al gioco RESPONSABILE RISERVATO AL RICEVITORE aams aams aams Per diffondere il gioco responsabile,

Dettagli

GIOVANI E FELICITA Bisogna farcela, si deve guardare avanti

GIOVANI E FELICITA Bisogna farcela, si deve guardare avanti GIOVANI E FELICITA Bisogna farcela, si deve guardare avanti (riflessione di un giovane) Considerazioni in merito agli incontri con giovani di una Scuola Media della Lombardia PRIMA DELL INCONTRO Secondo

Dettagli

LA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE MARCON CHIARA E MARTINELLO CHIARA

LA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE MARCON CHIARA E MARTINELLO CHIARA LA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE MARCON CHIARA E MARTINELLO CHIARA EFFETTI DELLA DIPENDENZA DALLE SLOT MACHINE CONSEGUENZE DA DIPENDENZA COME USCIRE DA QUESTO FENOMENO QUANTO E DIFFUSO ATTUALMENTE NEL

Dettagli

5. Fondamenti di navigazione e ricerca di informazioni sul Web

5. Fondamenti di navigazione e ricerca di informazioni sul Web 5. Fondamenti di navigazione e ricerca di informazioni sul Web EIPASS Junior SCUOLA PRIMARIA Pagina 43 di 47 In questo modulo sono trattati gli argomenti principali dell universo di Internet, con particolare

Dettagli

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING

Mi Piace! LE NUOVE FRONTIERE DEL MARKETING Mi Piace! Tutti i segreti del web marketing che le aziende devono conoscere per non perdere terreno nel complesso mondo di internet 2.0 Dario Dossena Che cosa c è dietro un mi piace? Qualsiasi cosa sia,

Dettagli

Disturbo da fobia sociale

Disturbo da fobia sociale Disturbo da fobia sociale Fobia sociale / Imbarazzo cronico Quando sono sotto lo sguardo altrui, in una situazione sociale, mi sento angosciato. Di entrare in un ufficio, e di dover domandare quanto mi

Dettagli

Minnesota Multiphasic Personality Inventory. MMPI: un test per valutare le principali caratteristiche della personalità.

Minnesota Multiphasic Personality Inventory. MMPI: un test per valutare le principali caratteristiche della personalità. Minnesota Multiphasic Personality Inventory MMPI: un test per valutare le principali caratteristiche della personalità. APPLICABILITA CONDIZIONI MMPI MMPI-2 Età >16 anni >18 QI >80 >70 Scolarizzazione

Dettagli

Comune di Assago Area Istruzione e Cultura

Comune di Assago Area Istruzione e Cultura Comune di Assago Area Istruzione e Cultura I diritti dei bambini in parole semplici Il Consigliere delegato alla cultura Emilio Benzoni Il Sindaco Graziano Musella L Assessore alla Pubblica Istruzione

Dettagli

Idee sui temi di ricerca UNIV 2016 L impronta della famiglia

Idee sui temi di ricerca UNIV 2016 L impronta della famiglia Idee sui temi di ricerca UNIV 2016 L impronta della famiglia Impostazione generale Apprendimento all interno della famiglia e formazione dell identità. La famiglia come il primo luogo dove si è apprezzati

Dettagli

Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente

Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente Sani si diventa. Dall infanzia alla maturità, il felice equilibrio tra corpo e mente Mente sana in un corpo sano. Come sempre, la saggezza antica non commette errori: camminare, andare in bicicletta, passeggiare,

Dettagli

Crescere con i nostri figli

Crescere con i nostri figli Crescere con i nostri figli Sala Baganza, 30 Marzo 2007 Le nuove tecnologie della comunicazione: internet e telefono cellulare. Conoscerli per non subirli. Andrea Scrimieri a.scrimieri@xnet-solutions.it

Dettagli

Questo giornale è scritto in linguaggio facile da leggere. A modo mio. Le notizie più importanti di febbraio 2015 Una notizia importante

Questo giornale è scritto in linguaggio facile da leggere. A modo mio. Le notizie più importanti di febbraio 2015 Una notizia importante Questo giornale è scritto in linguaggio facile da leggere A modo mio Le notizie più importanti di febbraio 2015 Una notizia importante Le nuove etichette sui cibi e sulle bevande Sui cibi e sulle bevande

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

IL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) DEFINIZIONE

IL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) DEFINIZIONE IL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO (GAP) DEFINIZIONE IL GIOCO D AZZARDO PUO NON ESSERE PATOLOGICO. DIVENTA PATOLOGICO QUANDO CREA DIPENDENZA NEL SOGGETTO E PROCURA SOFFERENZA INDICE DI PATOLOGIA STA NEL FATTO

Dettagli

La Disfunzione Erettile: un problema a due

La Disfunzione Erettile: un problema a due La Disfunzione Erettile: un problema a due con la cosulenza di Raffaella Michieli, Medico di Medicina Generale Segretario Nazionale S.I.M.G. In collaborazione con: Una partnership per nuo ve soluzioni

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

More information >>> HERE <<<

More information >>> HERE <<< More information >>> HERE

Dettagli

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Va bene diventare cameriere però, mangiare tutto quel cibo e bere prima, durante e dopo il pasto è esagerato! Per fortuna che

Dettagli

Abitudini e stili di vita degli adolescenti 2005

Abitudini e stili di vita degli adolescenti 2005 Abitudini e stili di vita degli adolescenti 2005 Tu sei: 1 Maschio 2 Femmina In che città abiti? Prov Quanti anni hai? Nella compilazione del questionario leggi attentamente le indicazioni riportate e

Dettagli

Il mondo dei videogiochi. Prof. Danilo Piazza

Il mondo dei videogiochi. Prof. Danilo Piazza Il mondo dei videogiochi Prof. Danilo Piazza Premessa Il presente documento è una sintesi dell incontro svolto in presenza. Come tale esso diventa significativamente fruibile avendo presente ciò che è

Dettagli

Internet e Famiglie: non perdersi nel Web

Internet e Famiglie: non perdersi nel Web Internet e Famiglie: non perdersi nel Web N@vigare Sicuri Indicazioni per un uso Consapevole e Protetto Agenda I Ragazzi: cosa fanno online? L utilizzo sicuro Il ruolo dei Genitori Il Fenomeno dei Social

Dettagli

EDUCARE È COSA DEL CUORE Educare figli adolescenti: sfida o percorso di crescita condiviso? Educare alle emozioni e all'affettività

EDUCARE È COSA DEL CUORE Educare figli adolescenti: sfida o percorso di crescita condiviso? Educare alle emozioni e all'affettività EDUCARE È COSA DEL CUORE Educare figli adolescenti: sfida o percorso di crescita condiviso? Educare alle emozioni e all'affettività Stili educativi riferiti alle emozioni Di fronte alle emozioni, alla

Dettagli

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni 27 gennaio 2013 GIORNATA DELLA MEMORIA Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA Film di R. Benigni Attività di approfondimento svolte in VB - Scuola Primaria A. Schmid PRIMA DEL FILM : conversazione con la

Dettagli

COME PROTEGGO LE INFORMAZIONI PERSONALI?

COME PROTEGGO LE INFORMAZIONI PERSONALI? COME MI DIFENDO? Usa gli aggiornamenti automatici per avere sempre l'ultima versione del software. aggiorna l antivirus aggiorna il sistema operativo (Pannello di controllo, Aggiornamenti automatici, oppure

Dettagli

Temiamo le novità? Times of London (1816)

Temiamo le novità? Times of London (1816) Temiamo le novità? Un indecente danza di origine straniera chiamata valzer è stata introdo4a [ ] alla Corte d Inghilterra lo scorso venerdì [ ]. E più che sufficiente ge4are un occhio sull intreccio volu4uoso

Dettagli

Social Network : Tra Rischi e Opportunità

Social Network : Tra Rischi e Opportunità Social Network : Tra Rischi e Opportunità Analisi Cosa non fare Cosa fare Franco Battistello Imprenditore IT battistello.franco@ibs.vi.it WEB : evoluzione velocissima Quiz : valore di un cellulare Quiz

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

La dipendenza psicologica. Dott.ssa Aurora Martina Meneo aurora.meneo@gmail.com 328 92 88 660 www.lifeofbrain.com

La dipendenza psicologica. Dott.ssa Aurora Martina Meneo aurora.meneo@gmail.com 328 92 88 660 www.lifeofbrain.com La dipendenza psicologica Dott.ssa Aurora Martina Meneo aurora.meneo@gmail.com 328 92 88 660 www.lifeofbrain.com E una condizione in cui il consumatore ha bisogno di assumere frequentemente una sostanza:

Dettagli

CoRolAR SPLIT A QUESTIONARIO VERSIONE ITALIANA ONDA 5 2013 (W05.1 + W05.2) CoRolAR SPLIT A. gennaio - giugno 2013

CoRolAR SPLIT A QUESTIONARIO VERSIONE ITALIANA ONDA 5 2013 (W05.1 + W05.2) CoRolAR SPLIT A. gennaio - giugno 2013 QUESTIONARIO CoRolAR SPLIT A VERSIONE ITALIANA ONDA 5 2013 (W05.1 + W05.2) gennaio - giugno 2013 CoRolAR, part of module 3 of the AMIS project Continous Rolling survey of Addictive behaviours and Related

Dettagli

Rassegna Stampa del 31/03/2009 08:06

Rassegna Stampa del 31/03/2009 08:06 AESVI Rassegna Stampa del 31/03/2009 08:06 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro

Dettagli

i diritti dei bambini in parole semplici

i diritti dei bambini in parole semplici i diritti dei bambini in parole semplici Questa è la traduzione di un opuscolo pubblicato in Inghilterra dall'unicef. È il frutto del lavoro di un gruppo di bambini che hanno riscritto alcuni articoli

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

La Felicità con gli occhi di

La Felicità con gli occhi di La Felicità con gli occhi di Di Paolo Sichel, Giorgia Zanierato e Sidney Fontana Classe 4 BSU Indice Felicità: Con la spensieratezza di un bambino Con la grinta dell adolescente Con la serenità di un adulto

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete 1 di 11 risposte Riepilogo Vedi le risposte complete 1. Quanti anni hai? 12 anni 77 16% 13 anni 75 16% 14 anni 134 28% 15 anni 150 32% 16 anni 27 6% Other 8 2% 2. Quale scuola stai frequentando? Medie

Dettagli

CHE COS È E A COSA SERVE IL COUNSELLING

CHE COS È E A COSA SERVE IL COUNSELLING CHE COS È E A COSA SERVE IL COUNSELLING Dal latino consilium: consiglio, parere. Counselling, deriva dal verbo inglese to counsel. L Oxford English Dictionary dà queste definizioni: 1. dare un parere a

Dettagli