Via dei Lotti, n Bassano del Grappa (VI) Codice fiscale e partita IVA N. 522 /Reg. D.G. Bassano del Grappa, 10/04/2019

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Via dei Lotti, n Bassano del Grappa (VI) Codice fiscale e partita IVA N. 522 /Reg. D.G. Bassano del Grappa, 10/04/2019"

Transcript

1 Via dei Lotti, n Bassano del Grappa (VI) Codice fiscale e partita IVA N. 522 /Reg. D.G. Bassano del Grappa, 10/04/2019 DELIBERAZIONE del COMMISSARIO Nominato con D.P.G.R. n. 124 dell 8/10/2018 Coadiuvato dai sigg.: DIRETTORE AMMINISTRATIVO avv. GIANLUIGI BARAUSSE DIRETTORE SANITARIO DIRETTORE DEI SERVIZI SOCIO SANITARI dr.ssa EMANUELA ZANDONA dott. ALESSANDRO PIGATTO OGGETTO: UOC Gestione Risorse Umane - Conferimento di un incarico di collaborazione di natura occasionale in favore di R. G. in qualita` di biologo per le esigenze dell`unita` operativa semplice ``Procreazione medicalmente assistita`` del Presidio ospedaliero di r ete Santorso. f.to IL COMMISSARIO DELL AZIENDA ULSS 7 PEDEMONTANA Dr Bortolo Simoni Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del D. Lgs n. 82/2005, del T.U. n. 445/2000 e norme collegate, il quale sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa; il documento informatico è conservato digitalmente negli archivi informatici dell'azienda.

2 Il Dirigente, Direttore f.f. dell U.O.C. Gestione Risorse Umane, nonché Responsabile del procedimento, attesta che la presente proposta di deliberazione è stata regolarmente istruita nel rispetto della vigente normativa nazionale, regionale e regolamentare: f.to Chiara Prevedello Il Dirigente proponente, riferisce che: secondo l OMS l infertilità è un problema che colpisce il 15-20% delle coppie; ciò significa che su scala mondiale soffrono di infertilità milioni di persone; in Italia sono circa le coppie che ogni anno si rivolgono ad un medico per un presunto problema di infertilità e solo nella metà dei casi è possibile stabilire una diagnosi certa di infertilità; in questi ultimi anni sono stati raggiunti molti traguardi nel trattamento dell infertilità; le tecniche di riproduzione assistita consentono di superare eventuali condizioni patologiche della coppia che possono ostacolare totalmente o parzialmente la capacità di concepire naturalmente; l Atto aziendale dell U.L.S.S. n. 7 Pedemontana contempla l Unità operativa semplice Procreazione medicalmente assistita quale struttura di afferenza all Unità operativa complessa Ostetricia e ginecologia del Presidio ospedaliero di rete Santorso, presso la quale opera un team di medici ginecologi, psicologi e biologi; a seguito delle dimissioni dal servizio del dirigente biologo assegnato alla suddetta unità operativa e alla cessazione di altro biologo con incarico libero professionale, l Azienda ha espletato le previste procedure per l assunzione di due dirigenti biologi da assegnare alla suddetta unità operativa a garanzia dell erogazione delle prestazioni in favore delle pazienti in attesa di specifici trattamenti; nelle more dell ingresso in servizio dei due dirigenti biologi di nuova acquisizione, il Direttore dell Unità operativa complessa Direzione medica e il Direttore dell Unità operativa complessa Ostetricia e ginecologia del Presidio ospedaliero di rete Santorso, hanno chiesto di assicurare la continuità delle prestazioni dell Unità operativa di procreazione medicalmente assistita, conferendo un incarico di collaborazione in favore della dott.ssa Roberta GRASSELLI, biologo in possesso di pluriennale esperienza nelle attività di procreazione medicalmente assistita, al fine di assicurare il ricevimento, il trasporto e la corretta conservazione di materiale biologico per conto di pazienti in attesa: attività che non può essere ulteriormente procrastinata senza pregiudizio dell esito della procedura di procreazione medicalmente assistita già avviata; l incarico occasionale avrà le seguenti caratteristiche: chiamata in servizio da parte del Direttore dell Unità operativa complessa Ostetricia e ginecologia del Presidio ospedaliero di rete Santorso, che riceverà la relativa richiesta dalle pazienti interessate e che informerà la Direzione medica del presidio dell avvio della procedura; attività limitata al ricevimento, trasporto, consegna e conservazione di materiale biologico riferiti alla suddetta chiamata (nonché alle necessarie correlative attività imposte dall osservanza dei protocolli scientifici); per l esecuzione dell opera richiesta la professionista potrà compiere più accessi all Unità operativa in giorni solari diversi; compenso orario previsto in favore della professionista pari a euro 60,00 lordi e omnicomprensivi (il compenso assorbe qualsivoglia ipotesi di rimborsi spese o altre indennità comunque denominate) che sarà liquidato al termine della prestazione, sulla base di apposita richiesta (nella quale la collaboratrice specificherà il trattamento previdenziale applicabile) vistata per approvazione dal Direttore dell Unità operativa complessa Ostetricia e ginecologia e dal Direttore dell Unità operativa complessa Direzione medica del Presidio ospedaliero di rete Santorso; ove non provveda in proprio, l Azienda assicurerà l attività della collaboratrice per il caso della responsabilità civile derivante dall attività nei confronti dei terzi; pag. 1

3 l art. 7, comma 6 e seguenti del D. Lgs. 30 marzo 2001, n. 165 come successivamente modificato ed integrato, consente alle Pubbliche Amministrazioni di conferire incarichi individuali, con contratti di lavoro autonomo, ad esperti di particolare e comprovata specializzazione, anche universitaria, per esigenze a cui non possono far fronte con personale in servizio; la lettera I) della D.G.R.V. n. 177 del 22 febbraio 2019 consente eccezionalmente l instaurazione di rapporti di lavoro autonomo esclusivamente per lo svolgimento di attività di tipo sanitario; la circolare del Dipartimento della funzione pubblica presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, n. 2/08 dell 11 marzo 2008, precisa che le collaborazioni meramente occasionali, che si esauriscono in una sola azione o prestazione, caratterizzate da un rapporto intuitu personae che consente il raggiungimento del fine e che comportano, per loro stessa natura, una spesa di modica entità, sebbene congrua a remunerare la prestazione resa, non debbano comportare l utilizzo di procedure comparative per la scelta del collaboratore; tali collaborazioni (rese in via occasionale) sono soggette al trattamento previdenziale previsto dall articolo 44, comma 2, del decreto legge n. 269 del 2003, convertito con modificazioni dalla legge n. 326 del 2003 (iscrizione a gestione separata INPS qualora il reddito derivante da lavoro autonomo occasionale sia superiore a euro 5.000,00); ai sensi di quanto previsto dall articolo 15 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 e successive modificazioni nonché dell articolo 53, comma 14, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 con le modificazioni successivamente intervenute, si precisa che prima della sottoscrizione del contratto di collaborazione occasionale, andrà accertata l insussistenza di cause di incompatibilità e conflitti di interesse della professionista rispetto all attività da prestare in via occasionale in favore di questa Azienda U.L.S.S.; la professionista sarà soggetta, per quanto compatibili, agli obblighi di condotta previsti dal Codice di Comportamento applicabile, in particolare per quanto riguarda l informativa sugli interessi finanziari e gli eventuali conflitti di interessi che insorgessero nel corso dell incarico. Tutto ciò premesso, nell attestare l avvenuta regolare istruttoria anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, il Dirigente Responsabile propone di conferire alla dott.ssa Roberta GRASSELLI un incarico di collaborazione di natura occasionale, per il ricevimento, il trasporto e la corretta conservazione di materiale biologico per conto di pazienti assistite presso l Unità operativa semplice Procreazione medicalmente assistita del Presidio ospedaliero di rete Santorso, secondo quanto in premessa indicato. IL COMMISSARIO Vista la relazione del Responsabile del procedimento e ritenuto di farla propria; Vista l attestazione del responsabile del servizio competente dell avvenuta regolare istruttoria della pratica, in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale, regionale e regolamentare; Vista l attestazione in merito all assumibilità della spesa proposta, sottoscritta dal titolare del budget; Visto l art. 32 della L.R. 9/9/99, n. 46 recante disposizioni sul controllo degli atti delle Aziende Sanitarie; Acquisito il parere favorevole dei Direttori Amministrativo, Sanitario e dei Servizi Socio Sanitari per quanto di rispettiva competenza pag. 2

4 DELIBERA 1. di conferire alla dott.ssa Roberta GRASSELLI, per le ragioni in premessa indicate, un incarico di collaborazione di natura occasionale, per il ricevimento, il trasporto e la corretta conservazione di materiale biologico per conto di pazienti assistite presso l Unità operativa semplice Procreazione medicalmente assistita del Presidio ospedaliero di rete Santorso; 2. di precisare che l incarico di collaborazione occasionale avrà natura istantanea, esaurendosi nelle chiamate in servizio che dovessero verificarsi nel periodo fino al 31 luglio 2019, con le seguenti caratteristiche: chiamata in servizio da parte del Direttore dell Unità operativa complessa Ostetricia e ginecologia del Presidio ospedaliero di rete Santorso, che riceverà la relativa richiesta delle pazienti interessate e che informerà la Direzione medica del presidio dell avvio della procedura; attività limitata al ricevimento, trasporto, consegna e conservazione di materiale biologico riferiti alla suddetta chiamata (nonché alle necessarie correlative attività imposte dall osservanza dei protocolli scientifici); per l esecuzione dell opera richiesta la professionista potrà compiere più accessi all Unità operativa in giorni solari diversi; compenso orario previsto in favore della professionista pari a euro 60,00 lordi e omnicomprensivi (il compenso assorbe qualsivoglia ipotesi di rimborsi spese o altre indennità comunque denominate) che sarà liquidato al termine della prestazione, sulla base di apposita richiesta (nella quale la collaboratrice specificherà il trattamento previdenziale applicabile) vistata per approvazione dal Direttore dell Unità operativa complessa Ostetricia e ginecologia e dal Direttore dell Unità operativa complessa Direzione medica del Presidio ospedaliero di rete Santorso; ove la collaboratrice non provveda in proprio, l Azienda assicurerà l attività della collaboratrice per il caso della responsabilità civile derivante dall attività nei confronti dei terzi; 3. di dare atto che si tratta di attività di trattamento di materiale biologico che non può essere ulteriormente procrastinata senza pregiudizio dell esito della procedura di procreazione medicalmente assistita già avviata; 4. di approvare il contratto individuale di collaborazione occasionale che sarà sottoscritto inter partes, secondo il modello allegato al presente provvedimento e che ne forma parte integrante e sostanziale; 5. di dare atto che la spesa complessiva derivante dall adozione del provvedimento, preventivata in circa 4.000,00 euro lordi e omnicomprensivi, sarà imputata sul programma di spesa 127, conto n. BA del bilancio economico preventivo 2019; 6. di dare atto che la presente deliberazione viene pubblicata all albo del sito istituzionale dell Azienda per 10 gg. continuativi, inviata contestualmente al Collegio Sindacale e diventa esecutiva il giorno stesso della sua pubblicazione, come da norma regolamentare approvata con deliberazione nr. 43 del pag. 3

5 CONTRATTO di COLLABORAZIONE OCCASIONALE (artt e segg. del Codice Civile) in qualità di biologo per le esigenze dell Unità operativa semplice Procreazione medicalmente assistita del Presidio ospedaliero di rete Santorso Nr. di reg. Contr. del Premesso che: - con deliberazione n. del aprile 2019 è stato autorizzato il conferimento di un incarico di collaborazione in via occasionale in favore di un biologo per le esigenze dell Unità operativa semplice Procreazione medicalmente assistita del Presidio ospedaliero di rete Santorso. Tutto ciò premesso e ritenuto, richiamati i presupposti di fatto e giuridici indicati nella deliberazione sopra indicata, tra: l Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 7 Pedemontana con sede in Bassano del Grappa (VI) Via dei Lotti, 40 - Cod. Fisc. e P.I.: rappresentata dal Commissario legale rappresentante pro tempore e in quest atto, per delega dello stesso n di prot. del 7 novembre 2018, dal Direttore facente funzioni dell Unità operativa complessa Gestione Risorse Umane Sig.ra PREVEDELLO dott.ssa Chiara _, nata a Bassano del Grappa il , C.F.: PRV CHR 59C43 A703 Y _, domiciliata presso: Azienda U.L.SS. n. 7 Pedemontana _, Via dei Lotti, 40 Bassano del Grappa _, e il Sig. / la Sig.ra, nato/a a il, residente a, in, Codice Fiscale:, SI CONVIENE e SI STIPULA QUANTO SEGUE 1. L Azienda U.L.SS. n. 7 Pedemontana conferisce al dr. / alla dr.ssa, l incarico individuale di collaborazione di natura occasionale ex art e seguenti del codice civile e art. 7 - comma 6 - del Decreto Legislativo nr. 165/2001, quale biologo per le esigenze dell Unità operativa semplice Procreazione medicalmente assistita del Presidio ospedaliero di rete Santorso. 2. L incarico occasionale avrà natura istantanea, esaurendosi nelle chiamate in servizio che dovessero verificarsi nel periodo fino al 31 luglio 2019, con le seguenti caratteristiche:

6 chiamata in servizio da parte del Direttore dell Unità operativa complessa Ostetricia e ginecologia del Presidio ospedaliero di rete Santorso, che riceverà la relativa richiesta dalle pazienti interessate e che informerà la Direzione medica del presidio dell avvio della procedura; attività limitata al ricevimento, trasporto, consegna e conservazione di materiale biologico riferiti alla suddetta chiamata (nonché alle necessarie correlative attività imposte dall osservanza dei protocolli scientifici); per l esecuzione dell opera richiesta la professionista potrà compiere più accessi all Unità operativa in giorni solari diversi; compenso orario previsto in favore della professionista pari a euro 60,00 lordi e omnicomprensivi (il compenso assorbe qualsivoglia ipotesi di rimborsi spese o altre indennità comunque denominate) che sarà liquidato al termine della prestazione, sulla base di apposita richiesta (nella quale la collaboratrice specificherà il trattamento previdenziale applicabile) vistata per approvazione dal Direttore dell Unità operativa complessa Ostetricia e ginecologia e dal Direttore dell Unità operativa complessa Direzione medica del Presidio ospedaliero di rete Santorso; ove non provveda in proprio, l Azienda assicurerà l attività della collaboratrice per il caso della responsabilità civile derivante dall attività nei confronti dei terzi; 3. Le parti danno reciprocamente atto che il rapporto disciplinato dal presente contratto ha natura di collaborazione autonoma, ai sensi degli artt e seguenti del codice civile e non implica l instaurazione sotto alcun profilo di un rapporto di impiego. Nello svolgimento del proprio incarico la professionista opera con autonomia, senza alcun vincolo di subordinazione gerarchica. 4. La professionista assume la piena e completa responsabilità connessa all esercizio delle prestazioni professionali previste nel presente contratto. La professionista si impegna ad osservare le disposizioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro nonché le ulteriori disposizioni di legge e regolamentari inerenti gli obblighi di comportamento compatibili con il rapporto di collaborazione che con il presente contratto si va a instaurare. 5. Nell esecuzione dell incarico La professionista è tenuta al segreto professionale e al rispetto di ogni norma deontologica, legislativa e consuetudinaria che inibisca la diffusione delle informazioni inerenti il trattamento dei dati personali. La professionista si impegna a uniformare la propria condotta e a rendere le proprie prestazioni professionali in ottemperanza ai principi e alle disposizioni contenute nel decreto legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 Codice per la tutela dei dati personali con le modificazioni successivamente intervenute, il rispetto dei quali costituisce modalità essenziale dello svolgimento dell attività lavorativa. 6. Per quanto non espressamente previsto dal presente contratto, si rinvia agli art e seguenti del codice civile. 7. Il presente contratto, redatto in bollo con oneri a carico del prestatore d opera, sarà soggetto a registrazione in caso d uso, ai sensi dell art.5, 2 comma, e art. 10, Parte II tariffe, del D.P.R , nr Letto, confermato e sottoscritto. luogo e data il professionista (dr. ) per delega del Commissario il Direttore f.f. U.O.C. Gestione Risorse Umane (dott.ssa Chiara PREVEDELLO) *********************************************************************************************************** Il presente contratto viene emesso in duplice originale, di cui uno viene consegnato all interessato. Il/La sottoscritto/a dichiara di essere informato/a che il codice di comportamento dei pubblici dipendenti, il codice disciplinare, l informativa sulla privacy nonché tutte le informazioni relative all organizzazione aziendale sono reperibili sul sito istituzionale dell Azienda U.L.S.S. n. 7 Pedemontana e di ricevere copia del codice di comportamento di cui al D.P.R. 16 aprile 2013, n. 62 Regolamento recante il codice di comportamento dei dipendenti pubblici pubblicato sia sul sito internet che sul sito intranet dell Azienda U.L.S.S. n. 7 Pedemontana. Per ricevuta e presa visione: Firma: Data ***********************************************************************************************************

7 CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione viene pubblicata in copia all Albo del sito istituzionale dell Azienda U.L.S.S. n. 7 Pedemontana per dieci giorni consecutivi da oggi e contestualmente trasmessa al Collegio Sindacale (ex art. 10, comma 5, L.R. 14/9/94 n. 56). La presente deliberazione è divenuta esecutiva in data odierna, come da norma regolamentare approvata con deliberazione n. 43 del 27/1/2010. Bassano del Grappa, lì 11/04/2019 f.to IL RESPONSABILE U.O.C. AFFARI GENERALI O FUNZIONARIO DELEGATO Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del D. Lgs n. 82/2005, del T.U. n. 445/2000 e norme collegate, il quale sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa; il documento informatico è conservato digitalmente negli archivi informatici dell'azienda. DELIBERAZIONE del COMMISSARIO N. 522 del 10/04/2019