LA GRAVIDANZA CON NOI a cura delle Ostetriche del Consultorio. Unità Funzionale Attività Consultoriali Zona delle Apuane- SDS Lunigiana

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA GRAVIDANZA CON NOI a cura delle Ostetriche del Consultorio. Unità Funzionale Attività Consultoriali Zona delle Apuane- SDS Lunigiana"

Transcript

1 LA GRAVIDANZA CON NOI a cura delle Ostetriche del Consultorio Unità Funzionale Attività Consultoriali Zona delle Apuane- SDS Lunigiana

2 LA GRAVIDANZA CON NOI a cura delle Ostetriche del Consultorio Unità Funzionale Attività Consultoriali Zona delle Apuane- SDS Lunigiana

3 Alle future mamme, La gravidanza è un momento unico e prezioso per la vita di ogni donna, che comporta grandi cambiamenti anche all'interno del nucleo familiare. Abbiamo pensato di regalarti questa guida informativa proprio per aiutarti a trovare informazioni e risposte che ti accompagneranno in tutto il percorso della maternità, favorendo scelte consapevoli. Potrai sempre contare sugli operatori dei Consultori Familiari che ti saranno accanto per sostenerti nelle scelte e nei momenti di eventuali difficoltà. Ti saremo vicini anche dopo la nascita, quando tornerai a casa con il tuo bambino. Sperando che questa guida possa esserti utile e gradita, Ti facciamo i nostri migliori auguri. Dr.ssa Donatella Romagna Dr.ssa Cinzia Luzi

4 PREMESSASL 1 La gravidanza e la maternità rappresentano un grande evento collettivo ed ogni comunità, attraverso tutte le sue istituzioni sociali e sanitarie, ha il compito di proteggere il benessere della donna e del bambino, garantendo sicurezza ed equità degli interventi assistenziali. La nostra Azienda, attraverso l'integrazione dei servizi territoriali ed ospedalieri, offre alla donna e alla coppia un progetto di salute che risponde sia ai bisogni di base che a quelli più complessi, nel rispetto dei valori e delle decisioni individuali. La nostra realtà è caratterizzata da un'articolazione territoriale molto estesa che comprende anche zone montane. Ad oggi l'evento nascita nell'azienda Sanitaria 1 di Massa e Carrara è garantito in unico punto, collocato presso l'opa di Massa riconosciuto, nel Gennaio 2011: Ospedale Amico dei Bambini. Il Dipartimento Materno Infantile di Montepepe presso l'opa, ha infatti raggiunto gli standard richiesti per il riconoscimento internazionale promosso da Unicef e Organizzazione Mondiale della Sanità. L iniziativa, Insieme per l Allattamento: Ospedali&Comunità Amici dei Bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell allattamento materno, fa parte di quei programmi che aiutano i servizi sanitari a migliorare le pratiche assistenziali rendendo protagonisti i genitori e sostenendoli nelle scelte per l alimentazione e le cure dei propri bambini.

5 Il CONSULTORIO Il Consultorio è un servizio di assistenza alla famiglia e di educazione alla maternità e paternità responsabili, prevalentemente rivolto alla salute della donna in tutte le fasi della sua vita, della coppia, dell'età evolutiva e dell'adolescenza. L'obiettivo del consultorio è offrire un sostegno integrato alla donna, alle coppie e alla famiglia attraverso la definizione di percorsi assistenziali alla gravidanza, alla maternità e paternità consapevole ed alla definizione di programmi coordinati di educazione alla sessualità e alla procreazione responsabile. Il Consultorio è una struttura socio-sanitaria che rappresenta il primo livello di assistenza e il luogo elettivo per garantire l'accompagnamento della donna per tutto il Percorso Nascita sia prima del concepimento, durante la gravidanza e dopo il parto. Il Consultorio persegue l'integrazione socio-sanitaria attraverso la collaborazione con gli altri servizi dell'azienda (Ostetricia- Ginecologia, Pediatria, UF ASC, Dipartimento di Salute Mentale, UFSMIA, Dipartimento delle Dipendenze, PLS, MMG, U.O. Educazione alla Salute), con Istituzioni Pubbliche e Private presenti sul Territorio e con le Associazioni di Volontariato.

6 Dove si trovano i Consultori: Consultorio di Avenza Presidio Distrettuale di Avenza Via Giovan Pietro 26, tel Consultorio di Massa Presidio Distrettuale di Massa Via Bassa Tambura 4, tel Consultorio di Aulla Momentaneamente le attività di accoglienza e di ascolto sono spostate presso il centro il Nido delle Cicogne Via del Cinema - Terrarossa tel Consultorio di Pontremoli Presidio Distrettuale di Pontremoli Via Mazzini 48, tel Consultorio di Villafranca Presidio Distrettuale di Villafranca Palazzo Baracchini, tel (int.3) Ambulatorio di Ostetricia e Ginecologia di Fivizzano Ospedale Civile, Salita S. Francesco, tel Nel Consultorio ti aspetta un'équipe multiprofessionale e multidisciplinare costituita da ginecologi, ostetriche, infermieri, puericultrici, psicologi, assistenti sociale e mediatori linguistico-culturali. Come puoi accedere: Puoi accedere liberamente ed un operatore ti accoglierà e ti fornirà tutte le informazioni che richiederai. E' consigliato comunque presentarsi muniti di tessera sanitaria o documento sostitutivo (STP), se sei straniera. Call Center per l orientamento dei cittadini nei servizi socio sanitari locali e regionali. Numero verde gratuito Posta elettronica:

7 LA GRAVIDANZA CON NOI Il Percorso Nascita Il Percorso Nascita abbraccia una vasta area di intervento che comprende: la salute della donna e della coppia la genitorialità consapevole e condivisa la fase preconcezionale la gravidanza e il parto la nascita l'allattamento e la crescita del bambino I servizi che la nostra Azienda si impegna ad offrire sono articolati in modo da garantire la continuità territorio-ospedaleterritorio, oltre ai diversi livelli di assistenza per quanto riguarda l'intensità delle cure. Al centro del percorso ci sono la mamma e il bambino, nella loro espressione più ampia della coppia e nucleo familiare, intesi come valore umano e sociale.

8 Il Consultorio nel percorso nascita Il Consultorio quindi rappresenta il punto di partenza e di arrivo di tutto il percorso, in quanto ha le competenze per rispondere in modo globale ai bisogni della donna e/o della coppia. L'Ostetrica è la figura professionale di riferimento che si prenderà cura della donna accompagnandola durante tutto il percorso della nascita. La gravidanza è un momento importante della vita di ogni donna, durante il quale avverranno cambiamenti anche all'interno del nucleo familiare. Riteniamo fondamentale che alla donna/coppia arrivino informazioni chiare ed univoche da parte di tutti gli attori coinvolti nel Percorso Nascita con l'obiettivo di accompagnare la donna e non farla sentire mai sola. Proprio per questo, abbiamo deciso di raccogliere in una brochure quelle informazioni di base utili per farti conoscere il Consultorio, gli operatori e i servizi dei quali potrai usufruire in tutto il Percorso. Nel Consultorio troverai l operatore che ti accompagnerà per tutta la gravidanza e che diventerà il tuo punto di riferimento: insieme stabilirete un patto d assistenza, ovvero deciderete come intraprendere questo percorso in base alle tue esigenze ed ai tuoi bisogni. Essere accompagnate durante la gravidanza non significa sottoporsi soltanto a controlli sanitari periodici, ma intraprendere un percorso di conoscenza, di condivisione, di scoperta delle proprie capacità e risorse e di sostegno costante.

9 Hai scoperto di essere in gravidanza? Rivolgiti al Consultorio familiare più vicino. Il Percorso Nascita vero e proprio comincia con il ritiro del Libretto di Gravidanza che è lo strumento necessario per usufruire GRATUITAMENTE delle indagini di laboratorio e strumentali previste. Consegnandoti il libretto, l Ostetrica ti accoglierà dandoti la possibilità di esprimere i tuoi dubbi ed eventuali stati d animo e ti fornirà informazioni su visite, modalità e tempi per l'esecuzione degli esami previsti. Proverà a trovare insieme a te soluzioni per farti vivere con serenità questo periodo della tua vita e per superare quei piccoli disturbi che possono appartenere alla gravidanza. Per ricevere il libretto occorre presentare: un test di gravidanza di laboratorio oppure una certificazione medica che attesti lo stato di gravidanza un libretto sanitario per le donne straniere che non ne sono in possesso è sufficiente il documento STP (stranieri temporaneamente presenti) se il libretto non viene ritirato di persona, ed in casi

10 Il libretto verrà consegnato a tutte le donne in gravidanza residenti o con domicilio sanitario nel territorio dell'azienda USL 1 Massa e Carrara, nei seguenti giorni: Consultorio di Massa Mercoledi e sabato h Giovedi' h Consultorio di Avenza Martedi e Giovedi h sabato solo su appuntamento Punto di Accoglienza e ascolto Il NIDO DELLE CICOGNE TERRAROSSA Mattino: Lunedì e Martedì h Mercoledì e Venerdì h Giovedì h e h Pomeriggio Mercoledì h Martedì dalle ore alle ore e dalle ore Consultorio di Villafranca dal Lunedì al Venerdì h Consultorio di Pontremoli dal Lunedì al Sabato h Martedì h Se non sei residente in Toscana, durante il colloquio, l Ostetrica ti informerà sulle modalità di accesso gratuito agli esami consigliati in gravidanza e sulla possibilità di essere accompagnata durante la gravidanza presso il consultorio.

11 IN GRAVIDANZA LE VISITE E GLI ESAMI La salute della donna si riflette sullo stato di gravidanza, pertanto per poter vivere questo periodo in salute e in serenità, è importante che la donna esegua tutti i controlli e gli accertamenti previsti e raccomandati dal protocollo nel periodo della gestazione della Regione Toscana e dalle Linee Guida Nazionali. E' possibile effettuare consulenze ostetrico-ginecologiche gratuite, avvalendosi di un'équipe qualificata formata da ostetrica e ginecologo. L'assistenza in gravidanza comprende interventi di educazione sanitaria, consulenze, indagini diagnostiche e trattamenti finalizzati a monitorare e promuovere il benessere della madre e del bambino. Le prestazioni comprendono i controlli periodici, la prescrizione di esami specifici e certificazioni per eventuale astensione dal lavoro per maternità a rischio. Le prestazioni consistono in: visite, quando la donna riceve il libretto e sceglie di farsi seguire dal consultorio le verranno prenotati gli appuntamenti per il monitoraggio della gravidanza; esami ematici, si effettuano presso i punti prelievo distrettuali, senza prenotazione, utilizzando la richiesta contenuta nel libretto, compilata, timbrata e firmata dal medico di famiglia o dal ginecologo; ecografie di protocollo, è necessario prenotare l'appuntamento al Cup, utilizzando la richiesta contenuta nel libretto, compilata, timbrata e firmata dal medico di famiglia o dal ginecologo.

12 Pap test in gravidanza Il Pap test in gravidanza dovrà essere eseguito dalla gestante che non l'abbia effettuato nel triennio precedente. Entro la 12 settimana potrà essere eseguito dall'ostetrica previo appuntamento telefonico o di persona presso il consultorio. Dopo la 12 settimana la gestant e dovrà rivolgersi al proprio ginecologo, il quale valuterà se e quando effettuarlo. Tampone vagino rettale in gravidanza Il tampone vagino-rettale, esame indolore e non invasivo, viene eseguito in gravidanza per la ricerca dello streptococco beta emolitico tra la 34 e la 36+6 settimana di gestazi one. Il tampone vagino-rettale può essere effettuato: Consultori di Massa e Avenza Martedì e Giovedì h Consultorio di Villafranca dal Lunedì al Venerdì h Consultorio di Pontremoli dal Lunedì al Sabato h

13 LA DIAGNOSI PRENATALE È un insieme di tecniche diagnostiche e strumentali per scoprire ed eventualmente trattare le malattie congenite prima che il bambino nasca. La diagnosi prenatale comprende: diagnostica non invasiva: ecografie e/o Bi-test diagnostica invasiva: villocentesi e amniocentesi Ecografia in gravidanza L ecografia è una tecnica che consente di vedere gli organi del nostro corpo con l utilizzo di onde sonore ad alta frequenza (ultrasuoni) che attraversano i tessuti. In gravidanza sono consigliate tre ecografie, prescritte nel libretto regionale della gravidanza e quindi gratuite: -nel primo trimestre (tra settimane), la prima consente di definire la sede della gravidanza, il numero di embrioni o feti, di visualizzare l attività cardiaca, di valutare la corretta epoca gestazionale (se corrisponde alla data dell ultima mestruazione o va ridatata se la discrepanza è maggiore di 7 gg). -nel secondo trimestre (tra settimane), la seconda ecografia è chiamata ecografia morfologica, permette di studiare l anatomia fetale e di valutare le dimensioni del feto. -nel terzo trimestre (tra settimane), la terza viene definita come l ecografia dell accrescimento. Serve a valutare l accrescimento fetale, la quantità di liquido amniotico presente, la localizzazione della placenta e la posizione del feto. E' possibile programmarle in anticipo, prenotandole tramite il CUP di persona o telefonando al numero

14 Bi-test E' un test di screening per calcolare il rischio personalizzato di avere un bambino affetto da Sindrome di Down. Viene effettuato su scelta della gestante. Per effettuare questo esame telefonare al (Zona delle Apuane) e al (Zona della Lunigiana). Villocentesi E' un prelievo di tessuto placentare che si esegue tra la 10 e la 12 settimana compiuta di gravidanza e permette di diagnosticare tutte le anomalie cromosomiche del feto e alcune tra le più gravi e frequenti malattie genetiche. L'esame consiste in un prelievo sotto guida ecografica e comporta un rischio di aborto intorno all' 1%. La villocentesi rispetto all'amniocentesi, a parità di rischi di aborto, fornisce una risposta più rapida (7 giorni dal prelievo) e più precoce. Questo esame non viene effettuato dall' Azienda USL1. Amniocentesi E' un prelievo di liquido amniotico e si esegue a partire dalla 16 settimana di gravidanza, per diagnosticare tutt e le anomalie cromosomiche del feto e alcune tra le più gravi e frequenti malattie genetiche. L'esame consiste in un prelievo sotto guida ecografica e comporta un rischio di aborto inferiore all' 1 %. L'esame è gratuito se la donna ha compiuto 35 anni alla data del parto o se rientra in una categoria a rischio. Occorre la prenotazione telefonica al (Zona delle Apuane) e al (Zona della Lunigiana).

15 I CORSI DURANTE LA GRAVIDANZA La gravidanza è un'esperienza naturale, fisico- emotiva, unica e fondamentale nella vita di ogni donna e può essere condivisa insieme ad altre donne scoprendone il valore sociale e rafforzando così la propria competenza e le proprie scelte. E' necessario quindi che la donna e il suo compagno ricevano rassicurazioni ed informazioni chiare e semplici per vivere serenamente tutte le fasi della gravidanza ed avere l opportunità di confronto e di condivisione con altre coppie che stanno facendo la loro stessa esperienza. Di seguito sono elencati i corsi che ti offriamo. Incontri in gravidanza A partire dal secondo trimestre di gravidanza ti proponiamo incontri informativi a tema, con l'equipe consultoriale. Tali corsi si effettuano presso il Consultorio di Massa e di Avenza. Le gestanti verranno informate al momento della consegna del libretto di gravidanza sui giorni e sugli orari degli incontri o telefonando al (Massa) o al (Avenza).

16 Corsi di accompagnamento alla nascita (CAN) A partire dall'inizio del terzo trimestre ti proponiamo il Corso di Accompagnamento alla Nascita (CAN) che nasce dall'esigenza sempre più diffusa da parte delle donne/coppie sia di comprendere i cambiamenti fisiologici legati alla gravidanza, sia il bisogno di condividere la propria esperienza con altre persone potendo esprimere i propri dubbi e le proprie paure. Questi corsi rispondono all esigenza della donna di: ricevere informazioni sui processi fisiologici della gravidanza, travaglio, parto, neonato, dopo parto, accudimento del bambino. condividere la propria esperienza attraverso lo scambio, il riconoscersi nell altra rafforzando i valori individuali, creare un legame sociale tra le donne che può avere continuità anche dopo la nascita. acquisire e scoprire delle capacità e potenzialità del proprio corpo e del proprio essere (attraverso il lavoro corporeo, il respiro, il rilassamento, la percezione delle parti del corpo, l uso della voce). preparare e favorire l apertura all esperienza del travaglio e del parto attivo. accompagnare la donna nella fase di separazione, accoglimento e riconoscimento del bambino, favorire il legame madre-padre-bambino e l allattamento al seno. ricevere una continuità assistenziale con il Punto Nascita. L informazione, la condivisione, la possibilità di entrare in contatto con i bisogni profondi e gli strumenti che si hanno per affrontare la gravidanza e il parto, ti renderanno consapevole delle tue capacità e potenzialità per affrontare al meglio l esperienza della nascita. Sono previsti anche incontri con lo psicologo, con la donna e/o il partner, sul nuovo ruolo che la donna e/o la coppia dovrà affrontare nei confronti del nuovo nato e le implicazioni che portera' anche nel loro rapporto. Per informazioni rivolgersi al Consultorio di riferimento.

17 Corsi di Acquaticità in gravidanza Il corso è condotto da Ostetriche ed è rivolto a tutte le donne in gravidanza e alle coppie di futuri genitori a partire dalla 14 settimana fino a termine di gravidanza. L acqua è l elemento femminile per eccellenza, il movimento in acqua migliora il benessere psicofisico e la preparazione dinamica al parto. In acqua è facile percepire il corpo in modo diverso: più libero, meno pesante, più spontaneo. Il contatto con il bambino, la respirazione, i movimenti del bacino, la spinta, saranno le proposte di lavoro modellate alle necessità del gruppo. I corsi si svolgono presso la Piscina di Villafranca in Lunigiana nel periodo estivo e non è necessario saper nuotare. Per informazioni rivolgersi al Consultorio di Villafranca, al Centro Il Nido delle Cicogne di Terrarossa e al Consultorio di Pontremoli. Corsi di Promozione all Allattamento Al Corso per Promuovere e Sostenere l Allattamento è rivolto a te e al tuo compagno per ricevere informazioni sui benefici dell allattamento materno: come si comporta un neonato che è allattato al seno, quali sono i suoi ritmi, come soddisfare i suoi bisogni di cura e di nutrimento e come affrontare le eventuali difficoltà e disturbi che si possono avere durante l allattamento. Inoltre verranno date informazioni al marito ed ai famigliari per sostenere e supportare la donna che allatta una volta rientrata a casa. Per informazioni potete rivolgervi al Centro Il Nido delle Cicogne di Terrarossa, al Consultorio di Pontremoli e al Consultorio di Villafranca.

18 DOPO IL PARTO IL RITORNO A CASA L assistenza dopo il parto Il ritorno a casa dopo il parto è un momento di grande gioia e un traguardo desiderato. Puo' essere anche nel contempo un momento di criticita', in cui la donna si sente sola ed ha bisogno di essere accolta ed ascoltata: é proprio in questo momento che puoi contare sulla presenza ed il sostegno degli operatori del consultorio. Non esitare a contattarli. L equipe consultoriale continua a sostenere la triade mammabambino-padre per supportare i nuovi genitori dal punto di vista emotivo e pratico e superare le difficoltà quotidiane relative all accudimento del bambino, al processo di adattamento alla nuova famiglia e agli eventuali dubbi sull allattamento. Le donne, residenti nel territorio dell Azienda USL 1 Massa e Carrara, potranno contattare l'ostetrica del Consultorio di riferimento: per consulenze telefoniche, per richiedere la visita domiciliare, per usufruire dell'ambulatorio dell'allattamento e del corso dopo parto presenti nei Consultori, per prenotare la visita di controllo post-partum e contraccezione. Visite a domicilio dopo il parto Dopo la dimissione dall ospedale potrai richiedere una visita domiciliare da parte dell'ostetrica del Consultorio di riferimento. Lei ti offrirà supporto, sostegno e aiuto pratico, sia per quanto riguarda le cure del neonato che sull'allattamento, sull'adattamento al nuovo assetto familiare e sul probabile cambiamento psico-emotivo che è frequente nelle donne subito dopo il parto (maternity blues).

19 Corsi dopo parto Se una volta c erano nonne, zie e vicine ad aiutare le neomamme, oggi uno dei problemi maggiori, per chi sperimenta per la prima volta la maternità, è sicuramente il dover affrontare da sole tante novità di fronte alle quali si è a volte impreparate. Le Ostetriche dei Consultori hanno deciso di offrire un corso dedicato al dopo parto rivolto alle mamme con i loro neonati con l'obiettivo di aiutarle ad affrontare le prime difficoltà nella gestione quotidiana del bambino e vivere la vita sessuale serenamente. Durante il corso le mamme potranno condividere ed esprimere liberamente le proprie esperienze ed emozioni, in un clima di grossa solidarietà e potranno essere accompagnate, sostenute dal gruppo stesso e dall ostetrica per i primi 6 9 mesi di vita del bambino. Ambulatorio per il sostegno dell allattamento al seno Nei Consultori è stato istituito un ambulatorio per il sostegno dell'allattamento al seno, nel quale verrai accolta con il tuo bambino e il tuo compagno in uno spazio dedicato. Il latte materno è naturale, completo, buono, economico e sempre pronto. In una parola, perfetto. Grazie al latte materno il bambino è più protetto dalle infezioni intestinali, dalle allergie e dall'asma, e, più in generale, si riduce il rischio di patologie acute e croniche. Inoltre il latte della mamma è più digeribile ed i lattanti soffrono meno frequentemente di coliche. Il latte materno è un alimento completo che da solo fornisce tutti i nutrienti e i liquidi di cui un neonato necessita. Allattare al seno è un gesto speciale anche per le mamme. Aiuta a perdere il peso accumulato durante la gravidanza e riduce il rischio di sviluppare osteoporosi e alcune forme di tumore al seno e all'ovaio.

20 È per questo che l'oms raccomanda l'allattamento esclusivo al seno per i primi sei mesi di vita e ne consiglia la continuazione fino a 2 anni ed oltre. Quasi tutte le donne possono allattare al seno, se adeguatamente sostenute. Allo stesso tempo nei Consultori, sono ugualmente sostenute le donne che hanno scelto di non allattare al seno e vengono loro fornite informazioni indipendenti da interessi commerciali, basate sulle più recenti evidenze scientifiche, per una corretta alimentazione del loro bambino. Analoga attenzione viene riservata alle mamme che per ragioni mediche dovessero rinunciare all'allattamento. Viene inoltre favorito dall'équipe consultoriale il sostegno del partner per avviare una buona relazione famigliare. Gruppi di mamme esperte Il Gruppo di mamme esperte La via lattea è composto da madri individuate nei corsi pre e post parto, che hanno allattato al seno per almeno sei mesi e sono state formate dalle ostetriche del Consultorio. L obiettivo del gruppo è il sostengo delle madri che allattano, attraverso un'attività di consulenza gratuita erogata a distanza (via telefono o ) o di persona, presso il Consultorio di Avenza.

21 Gruppi di sostegno all allattamento: Leche League Cosi' come previsto dal 10 passo dell'unicef, che promuove la collaborazione tra il personale del consultorio, i gruppi di sostegno e la Comunita' Locale, l ultimo sabato di ogni mese, presso il Consultorio di Massa, è programmato un incontro, con la consulente della Leache League, l'ostetrica, le mamme e i babbi che vogliono partecipare. Qui vengono affrontati vari argomenti, con l'obiettivo di creare una rete di sostegno. La Leache League, Lega per l'allattamento Materno, é un'organizzazione di volontariato internazionale, assistenziale, senza scopo di lucro, presente in 68 Paesi del mondo. Corsi di massaggio al neonato Il massaggio neonatale è utile al genitore come strumento per rinforzare la relazione o come sostegno per affrontare situazioni di disagio: coliche gassose, stanchezza, insonnia ecc. Ogni carezza del genitore ripetuta con attenzione e ritmicità diventa massaggio e questo tocco permette un'esperienza comunicativa assolutamente unica, ovvero una comunicazione reciproca genitore-bambino. Per informazioni contattare il Consultorio di Massa, il Centro Il Nido delle Cicogne di Terrarossa e il Consultorio di Villafranca. Visita post-partum e contraccezione in puerperio Dopo il parto il corpo della mamma si riadatta fisiologicamente alla nuova condizione e recupera gradualmente le sue funzioni. Anche gli ormoni si modificano, l'utero riprende le sue dimensioni precedenti all'inizio della gravidanza. La visita post partum può essere effettuata al Consultorio di riferimento tramite prenotazione. L allattamento al seno blocca solo momentaneamente le mestruazioni, ma se NON SI DESIDERA un altra gravidanza, è necessario utilizzare un metodo contraccettivo. L'unico contraccettivo ormonale che può essere assunto durante l'allattamento, è la minipillola. In alternativa possono essere utilizzati contraccettivi meccanici come profilattico o condom.

22 LA GRAVIDANZA E IL LAVORO La donna che svolge un attività professionale ed è in gravidanza, può aver diritto all astensione anticipata, oppure dopo il compimento del 7 mese di gestazione è prev ista l astensione obbligatoria dal lavoro. L ostetrica, alla consegna del Libretto di Gravidanza, può informare la donna sui propri diritti, in quanto lavoratrice in gravidanza, e sensibilizzarla su come il suo lavoro può incidere sul suo stato di salute e del proprio bambino, per poi inviarla all ufficio di competenza. Astensione anticipata La legge prevede il diritto ad essere adibita a mansioni che non mettano a rischio la tua salute o quella del bambino. La domanda per richiedere l'astensione anticipata dal lavoro deve essere accompagnata da certificato medico di gravidanza. Il diritto all'interdizione dal lavoro è previsto: In caso di complicazioni della gravidanza o preesistenti forme morbose che si presume possano essere aggravate dallo stato di gravidanza. In questo caso la donna presenta la domanda di astensione o al ginecologo privato o al ginecologo consultoriale e/o del Dipartimento Materno Infantile, che provvederanno all'inoltro del dispositivo di astensione anticipata dal lavoro, agli uffici aziendali di competenza. Successivamente, l'azienda Sanitaria, trasmette al datore di lavoro, all'inps ed alla lavoratrice stessa, copia del provvedimento. Quando le condizioni di lavoro o ambientali siano ritenute pregiudizievoli alla salute della donna e del bambino e la lavoratrice non può essere spostata ad altre mansioni (sia su richiesta della gestante che del datore di lavoro). In questo caso la domanda deve essere presentata alla Direzione Provinciale del Lavoro competente per luogo di lavoro della donna.

23 Astensione obbligatoria La legge prevede l ASTENSIONE OBBLIGATORIA DAL LAVORO al compimento del 7 mese di gestazione fino a l compimento del 3 mese di vita del bambino (IN TOTAL E 5 MESI). In questo periodo è vietata qualunque attività lavorativa. La legge però prevede, nel caso in cui la tua gravidanza o l attività svolta non presentino alcun rischio, la possibilità di posticipare l astensione obbligatoria all 8 mese e quindi la sua conclusione al 4 mese di vita del bambino. In questo caso la scelta deve essere supportata da idonea documentazione medica che attesti il tuo stato di buona salute e del tuo bambino. Prima dell inizio del congedo di maternità, devi presentare al datore di lavoro, il certificato attestante la data presunta del parto ed entro 30 giorni dalla nascita del tuo bambino devi presentare al datore di lavoro il certificato di nascita. Nel caso di parto prematuro o precedente alla data presunta indicata nel certificato medico, tutti i giorni non goduti verranno recuperati e sommati al periodo di astensione obbligatoria post parto. Trattamento economico Durante il periodo di astensione obbligatoria hai diritto al 100% della retribuzione, al mantenimento del posto di lavoro, alla maturazione delle ferie, della tredicesima e dell anzianità. Le ferie che ti spettano nell anno non possono essere godute contemporaneamente al congedo di maternità, di norma vengono godute immediatamente dopo la fine del periodo di astensione obbligatoria.

24 Astensione facoltativa (Congedo parentale) Alla fine del congedo di maternità hai diritto ad altri sei mesi di congedo parentale (ASTENSIONE FACOLTATIVA) da usufruire entro l 8 anno di vita del bambino. Puoi utilizzare i sei mesi in modo continuativo o frazionato. Nel caso in cui tu voglia avvalerti del congedo parentale devi dare ufficiale comunicazione al datore di lavoro, attraverso l apposito modulo, di norma 15 giorni prima dell inizio del congedo parentale, indicando la durata dello stesso. Trattamento economico I primi 30 giorni di congedo parentale sono pagati al 100% se ti assenti nei primi 3 anni di vita del bambino. I restanti 5 mesi sono pagati al 30% se ti assenti nei primi 3 anni del bambino. Se ti assenti successivamente al compimento del 3 anno di vita del bambino, hai diritto all astensione e all indennizzo solo in determinate condizioni economiche che potrai verificare presso degli uffici competenti. I periodi di congedo parentale valgono al fine della maturazione dell anzianità, ma non fanno maturare ferie e tredicesima.

25 PERMESSI Riposi giornalieri (allattamento): hai diritto a periodi di riposo pari a 2 ore al giorno (calcolate su un turno di 8 ore) assentandoti dal lavoro entro il primo anno di vita del bambino. In caso di parto gemellare i riposi raddoppiano. Permessi per la malattia del figlio: hai diritto a 30 giorni di assenza retribuita per ciascun anno di età del tuo bambino fino al compimento del 3 anno di vita. Dal 3 all 8 an no di vita del bambino hai diritto a 5 giorni NON retribuiti all anno, presentando la certificazione di malattia del bambino. Non sei obbligata al rispetto delle fasce orarie dei controlli, né sottoporre il bambino a visita fiscale. DIRITTI Non puoi essere adibita a turni notturni fino al compimento del 1 anno di età del bambino. Non puoi essere obbligata a prestare turni notturni fino al compimento del 3 anno di età del bambino. Nel caso tu sia l unico genitore affidatario del bambino, il non obbligo si estende fino al 12 anno di età. E un tuo diritto ed è vietato non essere messa in contatto con sostanze pericolose, dannose, agenti chimici, agenti biologici in allattamento fino al 7 mese. E PER I PAPÀ? I papà godono degli stessi diritti della mamma: hanno diritto al congedo di maternità (astensione obbligatoria) nel caso in cui la mamma non possa utilizzarlo o deceda o abbandoni il bambino. hanno diritto al congedo parentale (astensione facoltativa) per un periodo massimo di 6 mesi con le stesse regole della madre, ma se utilizzano il congedo per tre mesi consecutivi hanno diritto ad un mese in più: da 6 a 7 mesi. hanno diritto ai riposi giornalieri nel caso in cui la mamma non li utilizzi.

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

PUO ESSERE RICHIESTA PER:

PUO ESSERE RICHIESTA PER: L INTERDIZIONE DAL LAVORO PER LE LAVORATRICI MADRI (decreto legislativo n. 151/2001 così come modificato dalla legge 4/04/2012, n. 35) http://www.parlamento.it/leggi/deleghe/01151dl.htm PUO ESSERE RICHIESTA

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

GUIDA AI CONGEDI PARENTALI

GUIDA AI CONGEDI PARENTALI L anticipazione del congedo di maternità si applica anche alle LAVORATRICI A DO- MICILIO E ALLE LAVORATRICI ADDETTE AI SERVIZI DOMESTICI E FAMILIARI (COLF). Prolungamento del congedo di maternità Il congedo

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Dott.ssa Lorenza Donati Convegno Agli albori della salute: prevenzione

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org.

Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org. Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org. giud., Uff, II) Con la presente nota-circolare si ritiene

Dettagli

Liceo T. Mamiani. Viale delle Milizie, 30 Roma. Febbraio 2014

Liceo T. Mamiani. Viale delle Milizie, 30 Roma. Febbraio 2014 .. Arch. Cristina Maiolati Via U. Saba,72 Roma Via Ulisse 28 S. F. Circeo (LT) c. maiolati@tiscali.it DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI redatto ai sensi dell art. 26 C. 3 del D.Lgvo. 81/08 Febbraio 2014

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SUL PERCORSO NASCITA, 2002 ASPETTI METODOLOGICI E RISULTATI NAZIONALI

INDAGINE CONOSCITIVA SUL PERCORSO NASCITA, 2002 ASPETTI METODOLOGICI E RISULTATI NAZIONALI INDAGINE CONOSCITIVA SUL PERCORSO NASCITA, 2002 ASPETTI METODOLOGICI E RISULTATI NAZIONALI Michele Grandolfo, Serena Donati e Angela Giusti Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

CAPO I Aspettative, congedi, ferie

CAPO I Aspettative, congedi, ferie CAPO I Aspettative, congedi, ferie ART. 1 ASPETTATIVA PER DOTTORATO DI RICERCA O BORSA DI STUDIO 1) ASPETTATIVA SENZA ASSEGNI I dipendenti con rapporto a tempo indeterminato ammessi ai corsi di dottorato

Dettagli

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità Uno più uno fa tre di Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità La formula della fertilità Esiste una stretta relazione tra fertilità e stili di vita: individui perfettamente sani dal

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Campagna per la promozione dell affidamento familiare Il primo diritto che andrebbe assicurato ad ogni bambino è quello

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali

Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali uniti per i bambini INSIEME PER L ALLATTAMENTO Ospedali&Comunità Amici dei Bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell allattamento materno Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali

Dettagli

DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO

DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO DIRITTI ED OPPORTUNITà PER I GENITORI CHE LAVORANO 1 premessa La tutela della lavoratrice madre è un principio fondamentale sancito dall articolo 37 della

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori a cura del Comitato nazionale multisettoriale per l allattamento materno 1. Tutte le mamme hanno il latte Allattare al seno è un gesto naturale. Fin dall inizio del mondo, attraverso il proprio latte le

Dettagli

Manuale per i lavoratori del settore privato

Manuale per i lavoratori del settore privato Manuale per i lavoratori del settore privato in materia di conciliazione vita/lavoro: diritti e opportunità A cura di Raffaella Calasso Responsabile Ufficio Legale Aeroporti di Puglia S.p.a., in collaborazione

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

ŀregione Lazio Progetto Dioniso

ŀregione Lazio Progetto Dioniso Progetto Dioniso Screening audiologico per la sordità neonatale Ogni anno nascono 3 bambini su mille con problemi gravi di sordità. Con un esame semplicissimo, di pochi secondi, non invasivo, non doloroso

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80. (GU n.144 del 24-6-2015 - Suppl. Ordinario n. 34)

DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80. (GU n.144 del 24-6-2015 - Suppl. Ordinario n. 34) 1 di 10 24/06/2015 21:30 DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80 Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, in attuazione dell'articolo 1, commi 8 e 9, della legge 10 dicembre

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

guida ai diritti dall A alla Z

guida ai diritti dall A alla Z FUNZIONE PUBBLIC A FRIULI VENEZIA GIULIA COMPARTO MINISTERI guida ai diritti dall A alla Z a cura della segreteria regionale Fp Cgil Fvg - novembre 2010 Comparto ministeriali SOMMARIO A -----------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

MAMME LIBERE DAL FUMO

MAMME LIBERE DAL FUMO MAMME LIBERE DAL FUMO Il razionale Il fumo di tabacco è un problema di sanità pubblica rilevante per la donna, per la mamma, per il bambino; esistono evidenze scientifiche di azioni preventive efficaci;

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

PERCORSO NASCITA E SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ: il progetto Adozione Sociale

PERCORSO NASCITA E SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ: il progetto Adozione Sociale Pag. 1 di 5 PERCORSO NASCITA E SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ: il progetto Adozione Sociale INDICE: : il progetto Adozione Sociale I gruppi pre-parto La favola della nascita: un viaggio tra fantasia e realtà

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Le NIPT utilizzano DNA libero. Campione di sangue materno DNA

Dettagli

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna A cura dell ABC Sardegna, ediz. rivista in ottobre 2005 L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna La Legge Nazionale 162/98 ha apportato modifiche alla legge quadro sull handicap L.104/1992, concernenti

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Normativa regionale in materia di tutela e valorizzazione della famiglia

Normativa regionale in materia di tutela e valorizzazione della famiglia ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA QUADERNI LEGISLATIVI Normativa regionale in materia di tutela e valorizzazione della famiglia A cura Incarico speciale Controllo parlamentare e Testi unici Sebastiano Di Bella

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

ACCORDO e Protocollo Operativo per la realizzazione del SERVIZIO INTEGRATO TERRITORIALE su AFFIDO ed ADOZIONE

ACCORDO e Protocollo Operativo per la realizzazione del SERVIZIO INTEGRATO TERRITORIALE su AFFIDO ed ADOZIONE CASARANO COLLEPASSO MATINO PARABITA RUFFANO SUPERSANO TAURISANO AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI CASARANO PROVINCIA di LECCE Assessorato alle Politiche Sociali ACCORDO e Protocollo Operativo per la realizzazione

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

AD OGNI DONNA IL SUO PARTO

AD OGNI DONNA IL SUO PARTO AD OGNI DONNA IL SUO PARTO Nascere a Verona e Provincia dati 2014 Via del Bersagliere 16, 37123 Verona - tel. 349 6418745 - info@melogranovr.org www.melogranovr.org Via Tito Speri 7, 37121 Verona - tel.

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

Progetto Insieme si può

Progetto Insieme si può Progetto Insieme si può Network dei servizi sociali Lavoro di cura, badanti, politiche dei servizi Milano, 17 aprile 2007 e.mail insieme.roma@libero.it Sito del progetto www.insiemesipuo.net GLI OBIETTIVI

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 MINIMI ED ALTRI ISTITUTI ECONOMICI 130 euro al 5 livello; 112 euro al 3 livello; 132 euro in media Tranche: 1/1/ 13 35 euro; 1/1/ 14 45 euro; 1/1/ 15 50 euro Conglobamento

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Gestionedellamaternità ealtriistituti delrapportodilavoro

Gestionedellamaternità ealtriistituti delrapportodilavoro Gestionedellamaternità ealtriistituti delrapportodilavoro RAPPORTO DELLA MALATTIA CON GLI ALTRI ISTITUTI L insorgere dell evento maternità influenza anche le modalità di gestione collegate ad altri istituti

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

Legislazione italiana ed europea a confronto

Legislazione italiana ed europea a confronto Legislazione italiana ed europea a confronto NATI INDESIDERATI Riconoscimento del nato e parto anonimo di Graziana Campanato 1 Filiazione legittima e naturale La nostra legislazione distingue la filiazione

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

I QUADERNI DI APPROFONDIMENTO NURSIND IL SINDACATO DELLE PROFESSIONI INFERMIERISTICHE

I QUADERNI DI APPROFONDIMENTO NURSIND IL SINDACATO DELLE PROFESSIONI INFERMIERISTICHE I QUADERNI DI APPROFONDIMENTO NURSIND IL SINDACATO DELLE PROFESSIONI NURSIND - Il Sindacato delle Professioni Infermieristiche - Pisa - Periodico Trimestrale - Poste Italiane Spa Spedizione in abb. postale

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli