COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE"

Transcript

1 Trasporti e noli Materiali Mano d'opera 7 aggio I triestre 202 COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE Nel prio triestre 202 il costo di costruzione di un fabbricato residenziale auenta dell,6% rispetto al triestre precedente e del 2,6% rispetto al prio triestre 20. I contributi aggiori alla crescita tendenziale dell indice vengono dal costo della ano d opera (,6 punti percentuali) e dai prezzi dei ateriali da costruzione (0,7 punti percentuali). COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE I triestre 202, dati grezzi, variazioni percentuali sul triestre precedente (base 2005) 3 2 COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE I triestre 202 (a), variazioni percentuali (base 2005) I tri 2 IV tri I tri 2 I tri Indice totale +,6 +2,6 (a) Dati provvisori. Le serie degli indici dei costi di costruzione calcolati con frequenza ensile sono disponibili nella banca dati I II III IV I II III IV I CONTRIBUTI ALLA VARIAZIONE TENDENZIALE DEGLI INDICI PER GRUPPI DI COSTO I triestre 202, punti percentuali (base 2005) COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE I triestre 202, dati grezzi, variazioni percentuali sullo stesso triestre dell anno precedente (base 2005) 5 0,7, I II III IV I II III IV I ,3 Prossia diffusione: 6 agosto 202

2 Gruppi e categorie di costo Nel prio triestre 202 gli indici dei costi per gruppo hanno registrato, rispetto al triestre precedente, increenti del 2,% per la Mano d opera, dell,0% per i Materiali e dell,6% per i Trasporti e noli. Rispetto al prio triestre 20, il costo della Mano d opera è auentato del 2,9%, quello dei Materiali dell,9% e quello dei Trasporti e noli del 4,%. All interno dei Materiali, gli auenti congiunturali aggiori hanno riguardato le categorie pietre naturali e ari (+2,5%), leganti e ipereabilizzazioni, isolaento terico (entrabi +2,0%). In terini tendenziali, gli increenti più api si sono registrati per ipereabilizzazioni, isolaento terico (+8,7%) e laterizi e prodotti in calcestruzzo (+4,5%). PROSPETTO. COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE PER GRUPPI E CATEGORIE DI COSTO I triestre 202 (a), variazioni percentuali (base 2005) Gruppi e categorie di costo Rispetto al triestre precedente IV tri III tri I tri 2 IV tri Rispetto allo stesso triestre dell anno precedente IV tri IV tri 0 I tri 2 I tri Mano d opera +0,2 +2, +2,9 +2,9 Operaio specializzato +0,2 +2, +2,9 +2,9 Operaio qualificato +0,2 +2, +2,9 +2,9 Operaio coune +0,2 +2,0 +2,8 +2,7 Materiali -0,3 +,0 +4,7 +,9 Inerti -0,2 +0, -0,2 +0, Leganti +0,4 +2,0 +,6 +3,8 Laterizi e prodotti in calcestruzzo +0,3 +,4 +4,6 +4,5 Pietre naturali e ari +0,2 +2,5-0,2 +,4 Legnai -0,4-8,2 +,0-7,7 Metalli -,6 +0,3 +9,4-0,8 Rivestienti e pitture -0,8-0,3 +2,3 +0,4 Infissi +0, +,8 +,2 +2, Apparecchiature idrico-sanitarie -0, +0,3-0,2-0,5 Ipianto di riscaldaento -2, +0,7-2,8 -,7 Materiale ed appar. elettriche -, +0,9 +2,3 +2,5 Ipereabilizzazioni, isol.terico +,0 +2,0 +8,0 +8,7 Ipianti di sollevaento -2,7-0,3-5,0-4,4 Trasporti e noli +,4 +,6 +4,6 +4, Trasporti +0,4 +,8 +6,9 +2,7 Noli +,8 +,4 +3,8 +4,6 Totale +0, +,6 +3,7 +2,6 (a) Dati provvisori Revisioni Il prospetto 2 riepiloga le revisioni calcolate coe differenza tra i tassi di variazione rilasciati in occasione del counicato odierno e quelli diffusi nel counicato precedente. Si tratta della revisione corrente effettuata ogni triestre sulle variazioni calcolate sugli indici grezzi. PROSPETTO 2. COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE IV triestre 20, differenze in punti percentuali (base 2005) Totale Mano d opera Materiali Trasporti e noli cong tend cong tend cong tend cong Tend 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0-0, 0,0 0,0 2

3 Glossario Categorie di costo: sottocoponenti riferiti ai gruppi di costo, definiti sulla base del progetto di fabbricato residenziale tipo, preso in esae con l ultia base di riferiento. Contributo alla variazione tendenziale dell indice generale: isura l apporto dell evoluzione di una singola coponente di costo alla variazione tendenziale dell indice aggregato. Quest ultia viene scoposta nella soa dei contributi attribuibili a ciascuna delle sue coponenti. Il contributo alla variazione tendenziale è definita, per ogni coponente, dalla edia aritetica ponderata della variazione degli indici di prezzo e del peso relativo nel periodo posto a confronto. Costi della anodopera: distinti per tre qualifiche di operai, sono costituiti dalla soa delle retribuzioni e dagli oneri sociali desunti dal contratto nazionale dei lavoratori del settore. Gli eleenti retributivi considerati sono quelli aventi carattere generale e continuativo (per esepio paga base, indennità di contingenza, iporti per auenti periodici di anzianità, ensilità aggiuntive), a cui si aggiungono alcune indennità specifiche desunte dalla contrattazione provinciale quali Eleento Econoico Territoriale, Indennità Territoriale di Settore, Indennità di ensa e trasporto. Costi dei ateriali: distinti in 3 categorie di ateriali cui corrispondono 50 indici eleentari dei prezzi alla produzione di prodotti industriali venduti sul ercato interno. A loro volta, gli indici eleentari di prodotto, per l anno 20, sono edie geoetriche seplici di 30 quotazioni eleentari di prezzi di prodotti fabbricati da 457 iprese. Costi dei trasporti e noli: sono riferiti a caldo, cioè a acchina in funzione e pertanto coprendono il consuo di carburante e/o energia elettrica e l ipiego del anovratore. Vengono rilevati dai Provveditorati Interregionali per le Opere Pubbliche e dalle Caere di Coercio Industria Artigianato e Agricoltura di Firenze e Milano. Gruppi di costo: si riferiscono alle tre coponenti anodopera, ateriali e trasporti e noli che deterinano i costi che occorre sostenere per la costruzione di un fabbricato residenziale. Indice del costo di costruzione di un fabbricato residenziale: indicatore triestrale che isura le variazioni nel tepo dei costi diretti del fabbricato ad uso abitativo: sono esclusi pertanto, il costo del suolo, quello della progettazione, della direzione dei lavori e degli allacciaenti ai vari servizi. L indicatore è definito dal Regolaento delle Statistiche econoiche congiunturali STS (CE) 58/2005. Variazione congiunturale: variazione percentuale rispetto al ese precedente. Variazione tendenziale: variazione percentuale rispetto allo stesso ese dell'anno precedente. 3

4 Nota etodologica L indice dei costi di costruzione di un fabbricato residenziale isura la variazione nel tepo dei costi dell edilizia residenziale, riferiti ad una specifica tipologia di anufatto e, in particolare, dei costi diretti attribuibili alla realizzazione dell opera. Non sono quindi inclusi i costi del suolo, quelli di progettazione nonché il argine di profitto dell ipresa edilizia. L aggiornaento al 2005 della base dell indice del costo di costruzione è coerente con quanto richiesto dal Regolaento europeo sulle statistiche econoiche congiunturali n. 58/2005. Al passaggio a una nuova struttura di ponderazione, riferita al 2005, si affianca una profonda revisione dell ipianto etodologico dell indagine. Le differenze rispetto al passato riguardano sia le caratteristiche del progetto di fabbricato residenziale, sia la fonte dei dati, con riguardo alle voci dei ateriali. Il nuovo progetto di fabbricato residenziale, il quale costituisce il riferiento per definire la struttura dei costi e quindi il sistea di ponderazione dell indicatore, è stato approntato dal Dipartiento di Ingegneria Strutturale dell Università di Cagliari. In sintesi, il fabbricato è costituito da un corpo unico con strutture in ceento arato, distribuzione altietrica su 4 piani fuori terra più uno interrato, con unità abitative e la cui tipologia edilizia è classificata coe residenziale edia. Il volue coplessivo è pari a 4.390,73 3 entre la superficie lorda coplessiva è pari a.408,8 2. La superficie residenziale edia per unità abitativa è pari a 80,37 2 entre quella non residenziale è di 47,7 2. La struttura di calcolo dell indice del fabbricato residenziale è analoga a quella utilizzata per la precedente base, includendo tre coponenti di costo (gruppi): anodopera, ateriali e trasporti e noli. All interno di tali gruppi, entre per la anodopera e i trasporti e noli le categorie riangono invariate, per i ateriali vi è stata una odifica rilevante rispetto alla precedente base. La categoria Materiale vario di copletaento (presente nella precedente base) è confluita in quella dei Rivestienti e pitture (nella base 2000, la categoria era denoinata Rivestienti e pavienti). In coplesso, le categorie dei ateriali passano da 4 della base precedente a 3. Inoltre, le categorie Ipianto di riscaldaento e Materiale e apparecchiature elettriche corrispondono a quelle che, nella base precedente, venivano indicate, rispettivaente, coe Apparecchiature teriche e Materiale elettrico. La dinaica del costo della anodopera è isurata considerando, coe in precedenza, un articolazione in tre categorie: operaio specializzato, qualificato e coune. Le relative inforazioni ensili sono desunte dalla rilevazione Istat sulle retribuzioni contrattuali, considerando coe variabile di riferiento il costo orario della anodopera del settore edile. Con riguardo alla dinaica dei costi delle voci eleentari dei ateriali, le isure di prezzo raccolte dalle Caere di coercio, industria, artigianato e agricoltura (CCIAA) dei capoluoghi di regione sono state sostituite con gli indici dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali venduti sul ercato interno. Coerenteente con questo approccio, i costi di costruzione sono calcolati a livello nazionale e non più regionale. Gli indici dei prezzi alla produzione a partire dai dati riferiti a gennaio 20 sono calcolati con il etodo del concatenaento annuale su base ensile (per l anno 20 la base ensile è il ese di dicebre 200). Ciò significa che per il periodo i costi di costruzione con riferiento al gruppo dei Materiali sono stati calcolati utilizzando gli indici di prodotto dei prezzi alla produzione in base (fissa) A partire dal 20, i costi di costruzione sono calcolati utilizzando gli indici dei prezzi alla produzione nella base di riferiento Conseguenteente, il concatenaento degli indici dei prezzi alla produzione non introduce alcuna interruzione nelle serie storiche degli indici dei costi di costruzione a, con riferiento al gruppo dei Materiali, gli indici in base di riferiento incorporeranno l aggiornaento annuale delle basi di calcolo. Nel Prospetto 5 viene fornito, in dettaglio, il confronto tra le strutture prodotti/iprese/prezzi per il periodo e 20. I costi dei trasporti e noli sono rilevati presso i Provveditorati interregionali alle Opere Pubbliche di Lobardia e Liguria, Eilia Roagna e Marche, Toscana e Ubria, Lazio, Abruzzo e Sardegna. I dati riguardano 7 voci eleentari e si riferiscono ai costi di trasporto (autocarro) e noli (escavatore, betoniera, gru a torre, bulldozer, vibratrice ad aria copressa e ponteggio esterno) definiti a caldo, in quanto includono il consuo di carburante e/o energia elettrica e l ipiego dell operatore. Con riferiento ai noli, le due ultie voci sono state inserite nella base 2005 e sono rilevate dai listini delle opere edili delle CCIAA di Milano e Firenze. 4

5 Strutture di ponderazione Nel Prospetto 3 sono riportate le strutture di ponderazione dell indice nella vecchia e nella nuova base e i coefficienti di raccordo dei rispettivi indici. Il confronto ette in evidenza un increento di circa 9 punti percentuali del peso della anodopera, la cui incidenza raggiunge il 54,4%, a fronte di una diinuzione di circa 0 punti di quello dei ateriali (39,0% la relativa incidenza nel 2005). I trasporti e noli antengono un peso olto liitato, a in auento di circa un punto percentuale. PROSPETTO 3. COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE. STRUTTURE DI PONDERAZIONE. Confronto tra la base 2000 e la base 2005 e coefficienti di raccordo Gruppi e categorie di costo Struttura di ponderazione Base 2000 Struttura di ponderazione Base 2005 Coefficienti di raccordo Mano d opera 45, ,4375,2 Operaio specializzato 0, ,8230,29 Operaio qualificato 2,809 20,4203,23 Operaio coune 2,6300 8,942,203 Materiali 49,75 38,9893,64 Inerti 0,6579 0,290,45 Leganti 7,5000 9,2546,95 Laterizi e prodotti in calcestruzzo 4,8384 7,337,338 Pietre naturali e ari,533 0,70,58 Legnai 0,9237,3607,024 Metalli,8274 3,909,52 Rivestienti e pitture 8,0547,940,080 Infissi 0,3686 7,5037,59 Materiale vario di copletaento 2, Apparecchiature idrico-sanitarie,4736,4207,088 Ipianto di riscaldaento 3,92 2,30,4 Materiale ed appar. Elettriche 2,494 0,7403,48 Ipereabilizzazioni, isol.terico 2,0439 2,000,072 Ipianti di sollevaento 2,0886 0,9605,063 Trasporti e noli 5,5342 6,5732,70 Trasporti 0,3060,6808,23 Noli 5,2282 4,8924,68 Totale 00 00,86 Nel Prospetto 4, la edesia struttura di ponderazione è presentata in terini di incidenza delle Categorie all interno dei Gruppi, in odo da cogliere la odifica dell articolazione interna del peso delle coponenti. Nel Prospetto 5 viene fornito il dettaglio di inforazione relativo ai prodotti, alle iprese ed alle quotazioni ensili di prezzo che hanno contribuito alla costruzione degli indici di categoria nel periodo e per l anno 20. Coe accennato sopra, gli indici dei costi di costruzione a partire dal gennaio 2009 (cioè con la nuova base 2005) utilizzano coe dato eleentare gli indici dei prezzi alla produzione. Poiché, fino a dicebre 200, gli indici dei prezzi alla produzione sono stati calcolati in base fissa, la coposizione dei panieri prodotti/iprese/prezzi riane fissa. A partire da gennaio 20, il passaggio al concatenaento iplica, anche per i costi di costruzione, un aggiornaento annuale dei panieri, e gli indici dei prezzi dei prodotti industriali sono utilizzati in base di riferiento. L inforazione sulle quotazioni di prezzo contenute nel Prospetto 5 perette una aggiore intelligibilità sia tra i periodi ( e 20) sia all interno degli stessi. 5

6 PROSPETTO 4. COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE. RAPPORTI DI COMPOSIZIONE ALL INTERNO DEI GRUPPI. Confronto tra la base 2000 e la base 2005 e coefficienti di raccordo Gruppi e categorie di costo Rapporti di coposizione per Categoria all interno dei Gruppi. Base 2000 Rapporti di coposizione per Categoria all interno dei Gruppi. Base 2005 Mano d opera Operaio specializzato 23,969 47,436 Operaio qualificato 48,538 37,55 Operaio coune 27,8843 5,0525 Materiali Inerti,3380 0,744 Leganti 5, ,7363 Laterizi e prodotti in calcestruzzo 9,8399 8,7582 Pietre naturali e ari 3,78 0,4363 Legnai,8786 3,4899 Metalli 3,763 0,0076 Rivestienti e pitture 6,3808 4,9783 Infissi 2,0866 9,2455 Materiale vario di copletaento 4,424 - Apparecchiature idrico-sanitarie 2,9968 3,6438 Ipianto di riscaldaento 6,498 5,4656 Materiale ed appar. elettriche 5,0723,8987 Ipereabilizzazioni, isol.terico 4,567 5,322 Ipianti di sollevaento 4,2476 2,4635 Trasporti e noli Trasporti 5, ,5705 Noli 94,476 74,4295 PROSPETTO 5. COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE. NUMEROSITA DEI CAMPIONI PRODOTTI, IMPRESE, PREZZI. GRUPPO MATERIALI. Confronto tra il periodo e il 20 (base 2005) Categorie di costo del Gruppo Materiali Dal 2000 al Prodotti Iprese Prezzi Prodotti Iprese Prezzi Inerti Leganti Laterizi e prodotti in calcestruzzo Pietre naturali e ari Legnai Metalli Rivestienti e pitture Infissi Apparecchiature idrico-sanitarie Ipianto di riscaldaento Materiale ed appar. elettriche Ipereabilizzazioni, isol.terico Ipianti di sollevaento 3 3 Totale

7 Metodologia di calcolo del sistea degli indici Il calcolo degli indici ha cadenza ensile, coerenteente con la frequenza con cui vengono isurate le dinaiche delle singole coponenti di costo. I dati ensili relativi sia all indice aggregato, sia agli indici dei gruppi e delle categorie di costo considerati nel calcolo, vengono resi disponibili sulla banca dati e Nella statistica flash si presentano gli indici a frequenza triestrale, calcolati coe edie aritetiche seplici dei tre valori ensili registrati nel triestre. Il calcolo degli indici dei costi di costruzione si effettua, all interno delle categorie, aggregando in edia aritetica ponderata (Laspeyres) gli indici eleentari delle voci di costo. Rispettivaente per la anodopera, i ateriali e i trasporti e noli, vengono aggregati gli indici eleentari di 3, 50 e 7 voci di costo. Il sistea di ponderazione viene definito in base alle incidenze delle singole voci di costo sul totale. Gli indici di gruppo, anodopera, ateriali e trasporti e noli, si ottengono ancora con indici di tipo Laspeyres, coe l indice generale, edia aritetica ponderata degli indici di costo. Calcolo delle variazioni degli indici Variazione congiunturale: variazione percentuale rispetto al ese precedente. Nella forula seguente, DB 00 y I, è l indice aggregato in base di riferiento nel ese dell anno y, arrotondato al prio B deciale. La forula vale per 2. Se (gennaio), l indice al denoinatore è il ese di dicebre dell anno y, y, 2 I. La variazione percentuale dell indice della -esia B I coponente è, B; D ; 00. B ; Variazione tendenziale: variazione percentuale rispetto allo stesso ese dell anno precedente. La forula seguente y DB y, 00 vale per y 2. Se y, l indice al denoinatore è il ese di dicebre dell anno 0 B. variazione percentuale dell indice della -esia coponente è I y B; DB; y, ; y La 00. Calcolo dei contributi: incidenze delle variazioni delle coponenti sulla variazione tendenziale dell indice aggregato Il contributo della -esia coponente alla variazione tendenziale dell indice aggregato è dato dalla forula seguente Cy, ; dove wb; y, IB IB; y, IB; 00 i) w B ; indica il peso relativo unitario della coponente -esia; 7

8 ii) y, è l indice aggregato nel corrispondente ese dell anno y ; iii) y I, B; e y, ; coponente -esia. indicano, rispettivaente per l anno y e y, gli indici ensili della Diffusione degli indici Le nuove serie ensili degli indici del costo di costruzione di un fabbricato residenziale, con base 2005, sono disponibili a partire dal Tuttavia, soltanto a partire da gennaio 2009 gli indici espressi nella nuova base sono idonei a produrre gli effetti giuridici relativi alla certificazione delle variazioni. Con riferiento alla counicazione delle variazioni percentuali, le serie degli indici a partire dal livello dei Gruppi, sono state ricostruite in base 2005 dal

GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE

GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE 21 arzo 2013 GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE La nuova base 2010 A partire dal ese di arzo 2013, l Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione dei nuovi indici

Dettagli

Indici Istat del costo di costruzione di un fabbricato residenziale

Indici Istat del costo di costruzione di un fabbricato residenziale Direzione Affari Economici e Centro Studi Nota Metodologica Indici Istat del costo di costruzione di un fabbricato residenziale L indice del costo di costruzione di un fabbricato residenziale misura le

Dettagli

RICOSTRUZIONE DEGLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE GENNAIO 2005-DICEMBRE 2009

RICOSTRUZIONE DEGLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE GENNAIO 2005-DICEMBRE 2009 16 ottobre 2015 RCOSTRUZONE DEGL NDC DE PREZZ ALL MPORTAZONE GENNAO 2005-DCEMBRE 2009 A partire dal counicato stapa del 16 ottobre 2015 l stituto nazionale di statistica pubblica le serie storice ricostruite

Dettagli

GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI FABBRICATO RESIDENZIALE E TRONCO STRADALE

GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI FABBRICATO RESIDENZIALE E TRONCO STRADALE 17 aprile 2015 GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI FABBRICATO RESIDENZIALE E TRONCO STRADALE di calcolo Dicembre 2014 A partire da aprile 2015, con la diffusione dei dati riferiti a gennaio 2015, gli

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna

Annuario Statistico della Sardegna Annuario Statistico della Sardegna PREZZI Indici dei prezzi al consumo Gli indici dei prezzi al consumo misurano le variazioni nel tempo dei prezzi che si formano nelle transazioni relative a beni e servizi

Dettagli

COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE

COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE 6 dicembre 2011 III trimestre 2011 COSTO DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE Nel terzo trimestre 2011 il costo di costruzione di un fabbricato residenziale aumenta dello 0,4% rispetto al trimestre

Dettagli

Indici Istat del costo di costruzione di un fabbricato residenziale

Indici Istat del costo di costruzione di un fabbricato residenziale Direzione Affari Econoici e Centro Studi Nota Metodologica Indici Istat del costo di costruzione di un fabbricato residenziale L indice del costo di costruzione di un fabbricato residenziale isura le variazioni

Dettagli

GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE

GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE 21 arzo 2013 GLI INDICI DEI COSTI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE La nuova base 2010 A partire dal ese di arzo 2013, l Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione dei nuovi indici

Dettagli

Versione integrata e modificata dalla deliberazione ARG/elt 107/08, 5/10 e 127/10

Versione integrata e modificata dalla deliberazione ARG/elt 107/08, 5/10 e 127/10 Versione integrata e odificata dalla deliberazione ARG/elt 107/08, 5/10 e 127/10 MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER IL RITIRO DELL ENERGIA ELETTRICA AI SENSI DELL ARTICOLO 13, COMMI 3 E 4, DEL

Dettagli

ENERGINDUSTRIA. Il mercato dell energia elettrica e la. Vicenza, 18 maggio 2012

ENERGINDUSTRIA. Il mercato dell energia elettrica e la. Vicenza, 18 maggio 2012 ENERGINDUSTRIA Il ercato dell energia elettrica e la contrattualistica Vicenza, 18 aggio 2012 IL SISTEMA ELETTRICO ITALIANO LA STRUTTURA DEL MERCATO ELETTRICO IN ITALIA Produttori di energia elettrica/

Dettagli

LISTINO PREZZI VOLUME 1.1 EDIZIONE OPERE COMPIUTE CIVILI E URBANIZZAZIONI PER L ESECUZIONE DI VALIDITA DAL 1 GENNAIO 2013

LISTINO PREZZI VOLUME 1.1 EDIZIONE OPERE COMPIUTE CIVILI E URBANIZZAZIONI PER L ESECUZIONE DI VALIDITA DAL 1 GENNAIO 2013 AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA PREZZI PER L ESECUZIONE DI DI OPERE PUBBLICHE E MANUTENZIONI EDIZIONE 2013 VALIDITA DAL 1 GENNAIO 2013 VOLUME 1.1 OPERE COMPIUTE CIVILI E URBANIZZAZIONI Coune

Dettagli

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION Regolaento del fondo interno Flexible Sunrise Protection A) OBIETTIVI E DESCRIZIONE DEL FONDO Il fondo Flexible Sunrise Protection è un fondo interno di tipo N (vale a dire accessibile a una pluralità

Dettagli

LISTINO PREZZI VOLUME 1.1 EDIZIONE OPERE COMPIUTE CIVILI E URBANIZZAZIONI PER L ESECUZIONE DI OPERE PUBBLICHE E MANUTENZIONI

LISTINO PREZZI VOLUME 1.1 EDIZIONE OPERE COMPIUTE CIVILI E URBANIZZAZIONI PER L ESECUZIONE DI OPERE PUBBLICHE E MANUTENZIONI AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA PREZZI PER L ESECUZIONE DI OPERE PUBBLICHE E MANUTENZIONI EDIZIONE 2015 VALIDITA DAL 1 GENNAIO 2015 VOLUME 1.1 OPERE COMPIUTE CIVILI E URBANIZZAZIONI Coune di

Dettagli

LISTINO PREZZI VOLUME 1.2 EDIZIONE OPERE COMPIUTE IMPIANTI ELETTRICI E MECCANICI PER L ESECUZIONE DI OPERE PUBBLICHE E MANUTENZIONI

LISTINO PREZZI VOLUME 1.2 EDIZIONE OPERE COMPIUTE IMPIANTI ELETTRICI E MECCANICI PER L ESECUZIONE DI OPERE PUBBLICHE E MANUTENZIONI AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA PREZZI PER L ESECUZIONE DI OPERE PUBBLICHE E MANUTENZIONI EDIZIONE 2016 VALIDITA DAL 1 GENNAIO 2016 VOLUME 1.2 OPERE COMPIUTE IMPIANTI ELETTRICI E MECCANICI Coune

Dettagli

UNI EN 12215 Impianti di verniciatura

UNI EN 12215 Impianti di verniciatura Dipartiento di Sanità Pubblica U.O. Prevenzione e Sicurezza Abienti di Lavoro UNI EN 12215 Ipianti di verniciatura Cabine di verniciatura per l applicazione prodotti vernicianti liquidi Requisiti di sicurezza

Dettagli

AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA

AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA Coune di Milano - Listino dei Prezzi 1 gennaio 2014 A cura del Coune di Milano AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA A AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA Coune di Milano - Listino dei Prezzi

Dettagli

AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA

AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA Coune di Milano - Listino dei Prezzi 1 gennaio 2014 A cura del Coune di Milano AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA A AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE TECNICA Coune di Milano - Listino dei Prezzi

Dettagli

1^A - Esercitazione recupero n 2

1^A - Esercitazione recupero n 2 1^A - Esercitazione recupero n 2 1. Un cavo di nylon si coporta coe una olla di costante elastica 5,0 10 4 N /. Con questo cavo, trasciniao sul paviento una cassa di 280 kg a velocità costante. Il coefficiente

Dettagli

Volume 2.2 LISTINO DEI PREZZI. per l esecuzione di opere pubbliche e manutenzioni. COSTI UNITARI e PICCOLA MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI e MECCANICI

Volume 2.2 LISTINO DEI PREZZI. per l esecuzione di opere pubbliche e manutenzioni. COSTI UNITARI e PICCOLA MANUTENZIONE IMPIANTI ELETTRICI e MECCANICI DEI PREZZI 2012 AREA TERRITORIO DIREZIONE CENTRALE OO.PP. E CENTRALE UNICA APPALTI DIREZIONE CENTRALE TECNICA per l esecuzione di opere pubbliche e anutenzioni Volue 2.2 COSTI UNITARI e PICCOLA MANUTENZIONE

Dettagli

Indagine sui costi dei servizi bancari VADEMECUM PER LA PARTECIPAZIONE ALL!INDAGINE

Indagine sui costi dei servizi bancari VADEMECUM PER LA PARTECIPAZIONE ALL!INDAGINE ! Indagine sui costi dei servizi bancari VADEMECUM PER LA PARTECIPAZIONE ALL!INDAGINE Coe anticipato nella lettera di presentazione dell!iniziativa, l!indagine proossa dalla Caera di Coercio di Milano

Dettagli

PRODUZIONE INDUSTRIALE

PRODUZIONE INDUSTRIALE 9 maggio 2014 marzo 2014 PRODUZIONE INDUSTRIALE A marzo 2014 l indice destagionalizzato della produzione industriale è diminuito dello 0,5% rispetto a febbraio. Nella media del trimestre gennaio-marzo

Dettagli

COMPLESSO SAN BENIGNO

COMPLESSO SAN BENIGNO COMPLESSO SAN BENIGNO Studio per una infrastruttura di condizionaento del coplesso attraverso l uso dell acqua di are Introduzione Lo studio riporta alcune idee di assia ed una valutazione costi benefici

Dettagli

Confronto fra valore del misurando e valore di riferimento (1 di 2)

Confronto fra valore del misurando e valore di riferimento (1 di 2) Confronto fra valore del isurando e valore di riferiento (1 di 2) Talvolta si deve espriere un parere sulla accettabilità o eno di una caratteristica fisica del isurando ediante il confronto fra il valore

Dettagli

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION DOUBLE PREMIUM

CENTRA SOGE-PARTNERS REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION DOUBLE PREMIUM REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO FLEXIBLE SUNRISE PROTECTION DOUBLE PREMIUM Regolaento del fondo interno Flexible Sunrise Protection Double Preiu A) OBIETTIVI E DESCRIZIONE DEL FONDO Il fondo Flexible Sunrise

Dettagli

LAVORO ED ENERGIA Corso di Fisica per Farmacia, Facoltà di Farmacia, Università G. D Annunzio, Cosimo Del Gratta 2006

LAVORO ED ENERGIA Corso di Fisica per Farmacia, Facoltà di Farmacia, Università G. D Annunzio, Cosimo Del Gratta 2006 LAVORO ED ENERGIA INTRODUZIONE L introduzione dei concetto di lavoro, energia cinetica ed energia potenziale ci perettono di affrontare i problei della dinaica in un odo nuovo In particolare enuncereo

Dettagli

Reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle società IV trimestre 2010

Reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle società IV trimestre 2010 8 aprile 2011 Reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle società IV trimestre 2010 Direzione centrale comunicazione ed editoria Tel. +39 06.4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel.

Dettagli

Prestazioni termiche e acustiche di soluzioni di involucro in laterizio faccia a vista

Prestazioni termiche e acustiche di soluzioni di involucro in laterizio faccia a vista 2 Prestazioni teriche e acustiche di soluzioni di involucro in laterizio faccia a vista Indice Preessa pag. 3 Le soluzioni tecniche d involucro con attoni faccia a vista pag. 5 La valutazione delle prestazioni

Dettagli

FORMAGGI DURI E SEMIDURI

FORMAGGI DURI E SEMIDURI ERCATO FORMAGGI DURI E SEMIDURI I pareri di Siga, Tuo (Despar), Conad Categoria di prodotti tradizionale e trasversale, i foraggi duri e seiduri vivono una fase di ercato interlocutoria, con crescite nelle

Dettagli

COSTO DI COSTRUZIONE DI TRONCHI STRADALI I nuovi indici in base 2005

COSTO DI COSTRUZIONE DI TRONCHI STRADALI I nuovi indici in base 2005 6 luglio 202 COSTO DI COSTRUZIONE DI TRONCHI STRADALI I nuovi indici in base 2005 A partire dal mese corrente, con la diffusione dei dati riferiti al periodo gennaio 2005 marzo 202, l Istituto nazionale

Dettagli

REVISIONE 0 APRILE 2000 Pag. 1 di 10

REVISIONE 0 APRILE 2000 Pag. 1 di 10 SISTEMA NAZIONALE PER L'ACCREDITAMENTO DI LAORATORI DT-000/4 ESEMPI APPLICATIVI DI VALUTAZIONE DELL INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI CHIMIICHE INDICE parte sezione pagina Esepio n. 1: Analisi del ercurio in

Dettagli

I trimestre 2015 INDICATORI DEL LAVORO NELLE IMPRESE

I trimestre 2015 INDICATORI DEL LAVORO NELLE IMPRESE 17 giugno 2015 I trimestre 2015 INDICATORI DEL LAVORO NELLE IMPRESE A partire dalla data odierna l Istat arricchisce gli indicatori del lavoro nelle imprese con la diffusione degli indici, generale e settoriali,

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 7 arzo 203 GLI INDICI DEI PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI La nuova base 200 L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione delle nuove serie con base di riferiento 200 degli

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 3 arzo 2011 GLI INDICI DEI PREZZI ALLA PRODUZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Il passaggio da indici a base fissa a indici a base concatenata A partire da arzo 2011, con la diffusione dei dati riferiti a

Dettagli

Rapporto Economia Provinciale 2011. Edilizia

Rapporto Economia Provinciale 2011. Edilizia Rapporto Economia Provinciale 2011 129 Edilizia Edilizia 131 Dati di stock Al 31 dicembre 2011 le imprese attive iscritte al Registro Imprese alla Sezione Ateco 2007 F- Costruzioni sono 3.498, con un

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2014 BILANCI Elaborazioni a: Settembre 2015 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale Risultati economici 0. Analisi

Dettagli

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione.

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione. Il rapporto dell OCSE intitolato Education at a Glance: OECD Indicators è una fonte autorevole d inforazioni accurate e pertinenti sullo stato dell istruzione nel ondo. Il rapporto presenta dati sulla

Dettagli

COSTI DI COSTRUZIONE DI FABBRICATO RESIDENZIALE E TRONCO STRADALE

COSTI DI COSTRUZIONE DI FABBRICATO RESIDENZIALE E TRONCO STRADALE 23 Novembre 2015 Settembre 2015 COSTI DI COSTRUZIONE DI FABBRICATO RESIDENZIALE E TRONCO STRADALE Nel mese di settembre 2015 l'indice del costo di costruzione di un fabbricato residenziale rimane invariato

Dettagli

Il Regolamento della Commissione Europea sul trattamento della stagionalità. L'impatto sull'hicp italiano per l'abbigliamento

Il Regolamento della Commissione Europea sul trattamento della stagionalità. L'impatto sull'hicp italiano per l'abbigliamento istat working papers Il Regolaento della Coissione Europea sul trattaento della stagionalità. L'ipatto sull'hicp italiano per l'abbigliaento N.11 2011 Monica Montella, Franco Mostacci istat working papers

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2014 STESSO INSIEME DI BILANCI NEI 3 ANNI Elaborazioni a: Settembre 2015 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale di

Dettagli

Economia dell Ambiente Francesca Sanna-Randaccio Lezione 7

Economia dell Ambiente Francesca Sanna-Randaccio Lezione 7 Econoia dell Abiente Francesca Sanna-Randaccio Lezione 7 SCELTA INTERTEMPORALE Modello di scelta del consuatore che abbiao studiato solo periodo beni: flusso reddito: flusso FLUSSO Grandezza per isurare

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 22 luglio 2015 Maggio 2015 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA Allo scopo di fornire informazioni statistiche integrate, a partire dalla diffusione odierna, il comunicato è arricchito di un paragrafo

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ANCONA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ANCONA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2013 STESSO INSIEME DI BILANCI NEI 3 ANNI Elaborazioni a: Marzo 2015 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale di imprese

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 23 dicembre 2015 Ottobre 2015 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA A ottobre il fatturato dell industria, al netto della stagionalità, registra un incremento del 2,0% rispetto a settembre, con variazioni

Dettagli

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ 9 gennaio 2014 III trimestre 2013 REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ Nel terzo trimestre del 2013 il reddito disponibile delle famiglie conmatrici in valori correnti è aumentato

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2013 BILANCI Elaborazioni a: Marzo 2015 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale Risultati economici 1. Analisi dei

Dettagli

EASY COMFORT Sistemi radianti in rame

EASY COMFORT Sistemi radianti in rame Caratteristiche tecniche e costruttive EASY COMFORT rappresenta una gaa di sistei radianti che utilizzano esclusivaente tubi in rae per il trasporto del fluido vettore all interno del corpo riscaldante.

Dettagli

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ 9 aprile 2013 IV trimestre 2012 REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ Con la pubblicazione dei dati del quarto trimestre del 2012, l Istat diffonde le serie storiche coerenti con

Dettagli

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA

FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA 23 giugno 2015 Aprile 2015 FATTURATO E ORDINATIVI DELL INDUSTRIA Ad aprile il fatturato dell industria, al netto della stagionalità, registra una diminuzione dello 0,6% rispetto a marzo, con variazioni

Dettagli

22. Prezzi. Il sistema delle statistiche dei prezzi. estero (sintesi delle due zone di esportazione: area euro e area non euro);

22. Prezzi. Il sistema delle statistiche dei prezzi. estero (sintesi delle due zone di esportazione: area euro e area non euro); Capitolo 22 Prezzi 22. Prezzi Il sistema delle statistiche dei prezzi Per saperne di più... Istat. I.stat: il tuo accesso diretto alla statistica italiana. Roma. http://dati.istat.it. Istat. Indice dei

Dettagli

FISCAL. N. 3 Anno XVI - Marzo 2009. normativo minacciava di stoppare

FISCAL. N. 3 Anno XVI - Marzo 2009. normativo minacciava di stoppare FISCAL flash N. 3 Anno XVI - Marzo 2009 Rispario energetico: per la detrazione del 55% serve la counicazione La doanda preventiva va presentata alle Entrate di Oliviero Franceschi Cabiano le carte in tavola

Dettagli

Contratti indicizzati a tassi di interesse

Contratti indicizzati a tassi di interesse MEBS Lecture 1 Contratti indicizzati a tassi di interesse MEBS, lezioni Roberto Renò Università di Siena 1.1 Introduzione Abiente di lavoro: i contratti su tassi di interesse (bond arket). Contratti standard:

Dettagli

Coatings tecnologici a risparmio energetico, Cool Roof e altri tipi di prodotti riflettenti e funzionali di nuova generazione. www.watergyitalia.

Coatings tecnologici a risparmio energetico, Cool Roof e altri tipi di prodotti riflettenti e funzionali di nuova generazione. www.watergyitalia. Coatings tecnologici a rispario energetico, Cool Roof e altri tipi di prodotti riflettenti e funzionali di nuova generazione Coatings tecnologici a rispario energetico, Cool Roof e altri tipi di prodotti

Dettagli

D.M. 16 maggio 1987, n. 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione (Gazz. Uff. 27 giugno 1987, n. 148)

D.M. 16 maggio 1987, n. 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione (Gazz. Uff. 27 giugno 1987, n. 148) D.M. 16 aggio 1987, n. 246 Nore di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione (Gazz. Uff. 27 giugno 1987, n. 148) Sono approvate le nore di sicurezza antincendi per gli edifici di civile

Dettagli

Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro relativo al personale del Comparto Scuola per il biennio economico 2008-2009

Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro relativo al personale del Comparto Scuola per il biennio economico 2008-2009 AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGQZtALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro relativo al personale del Coparto Scuola per il biennio econoico 2008-2009 A seguito del

Dettagli

L equilibrio finanziario, patrimoniale e monetario nei gruppi aziendali. L apprezzamento dell equilibrio nelle imprese e nelle controllate di gruppo

L equilibrio finanziario, patrimoniale e monetario nei gruppi aziendali. L apprezzamento dell equilibrio nelle imprese e nelle controllate di gruppo L equilibrio finanziario, patrioniale e onetario nei gruppi aziendali L apprezzaento dell equilibrio nelle iprese e nelle controllate di gruppo Eleenti di rilievo nell apprezzaento degli equilibri finanziari

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CREMONA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CREMONA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2014 INSIEME DI IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Dicembre 2014 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale Imprese 1. Analisi

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2014 STESSO INSIEME DI BILANCI NEI 3 ANNI Elaborazioni a: Giugno 2015 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale di imprese

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI TERNI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI TERNI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2014 INSIEME DELLE IMPRESE REGISTRATE Elaborazioni a: Dicembre 2014 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale Imprese

Dettagli

Indici compositi per il BES

Indici compositi per il BES GIORNATE DELLA RICERCA IN ITAT 0- NOVEMBRE 204 EIONE IV METODOLOGIE DI INTEI E ANALII DEL TERRITORIO Indici coposi per il BE Pierpaolo Massoli, Matteo Maiotta, Adriano Pareto e Claudia Rinaldelli GIORNATE

Dettagli

Catalogo TEC Formazione Tecnologica

Catalogo TEC Formazione Tecnologica TEC Bosch Training Esperienze Copetenze Robert Bosch S.p.A. Via M.A. Colonna, 35 20149 Milano tel +39 02 3696 2830 fax +39 02 3696 2397 tec@it.bosch.co www.bosch-tec.it Catalogo TEC Forazione Tecnologica

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CAGLIARI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2012

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CAGLIARI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2012 CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 1 TRIMESTRE 2012 elaborazioni a: Marzo 2012 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale

Dettagli

ERGUP Enterprise Piattaforma di audit energetico per le aziende

ERGUP Enterprise Piattaforma di audit energetico per le aziende ERGUP Enterprise Piattafora di audit energetico per le aziende WWW.ERGUP.IT info@ergup.it Il problea energetico nelle aziende Negli audit energetici presso le aziende talvolta capita di riscontrare: Poca

Dettagli

Sezione Prima Tipologie di rapporti statistici

Sezione Prima Tipologie di rapporti statistici Capitolo 3 I rapporti statistici Sezione Pria Tipologie di rapporti statistici I rapporti statistici ettono in relazione due grandezze che sono logicaente legate l una all altra in cui aleno una sia di

Dettagli

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ 9 gennaio 2015 III trimestre 2014 REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ Nel terzo trimestre del 2014 il reddito disponibile delle famiglie conmatrici in valori correnti è aumentato

Dettagli

La messa in sicurezza delle scuole a struttura prefabbricata in Bologna

La messa in sicurezza delle scuole a struttura prefabbricata in Bologna La essa in sicurezza delle scuole a struttura prefabbricata in Bologna Lorenzo Bacci, Anna Lisa Vinciguerra, Claudio. Mazzotti, Marco Savoia - Università di Bologna Meoria presentata al WORKSHOP - I Collegaenti

Dettagli

Nota metodologica Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati

Nota metodologica Strategia di campionamento e livello di precisione dei risultati Nota etodologica Strategia di capionaento e livello di precisione dei risultati 1. Obiettivi conoscitivi La popolaione di interesse dell indagine in oggetto, ossia l insiee delle unità statistiche intorno

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 22 Luglio 2015 Maggio 2015 COMMERCIO AL DETTAGLIO A maggio 2015 l indice destagionalizzato del valore delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi)

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VARESE REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2011

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VARESE REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2011 CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2011 elaborazioni a: Dicembre 2011 Tavola 1a - Dati strutturali: Imprese attive Imprese

Dettagli

UNITÀ 1 LA MISURA DELLE GRANDEZZE FISICHE

UNITÀ 1 LA MISURA DELLE GRANDEZZE FISICHE UNITÀ 1 LA MISURA DELLE GRANDEZZE FISICHE 1. Che cos è la Fisica. La fisica è una scienza sperientale che studia i fenoeni naturali, detti anche fenoeni fisici, utilizzando il etodo scientifico. Si tratta

Dettagli

Misure elettriche circuiti a corrente continua

Misure elettriche circuiti a corrente continua Misure elettriche circuiti a corrente continua Legge di oh Dato un conduttore che connette i terinali di una sorgente di forza elettrootrice si osserva nel conduttore stesso un passaggio di corrente elettrica

Dettagli

I.T.I. Modesto PANETTI B A R I

I.T.I. Modesto PANETTI B A R I I.T.I. Modesto PAETTI B A R I Via Re David, 86-705 BARI 080-54.54. - Fa 080-54.64.3 Intranet http://0.0.0. - Internet http://www.itispanetti.it eail : BATF05000C@istruzione.it Introduzione Analisi statistica

Dettagli

Aspetti normativi, metodologici e definitori delle indagini

Aspetti normativi, metodologici e definitori delle indagini Aspetti normativi, metodologici e definitori delle indagini Teresa Gambuti Direzione Centrale delle Statistiche Economiche Congiunturali Indicatori di produzione dell industria Una lettura integrata delle

Dettagli

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ

REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ 1 ottobre 2015 II trimestre 2015 REDDITO E RISPARMIO DELLE FAMIGLIE E PROFITTI DELLE SOCIETÀ Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici in valori correnti è aumentato dello 0,5% rispetto al trimestre

Dettagli

Insieme di bilancio. Capitolo Due. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio

Insieme di bilancio. Capitolo Due. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio. Vincolo di bilancio Insiee di bilancio Capitolo Due Il vincolo di bilancio L insiee di bilancio è l insiee delle coinazioni di consuo disponibili per un consuatore. Cosa vincola la scelta di un consuatore? Il suo budget,

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla D.I.A ai sensi degli artt. 41 e 42 della Legge Regionale n. 12 del 11/03/2005

Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla D.I.A ai sensi degli artt. 41 e 42 della Legge Regionale n. 12 del 11/03/2005 APT-SGT-RTA/0 Servizio Gestione del Territorio Pagina 1 di 8 Spazio riservato all ufficio Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla D.I.A ai sensi degli artt. 41 e 4 della Legge Regionale n. 1 del

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 24 Gennaio 2014 Novembre 2013 A novembre 2013 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) ha segnato una variazione

Dettagli

g Chi è Iscom E.R. M i s s i o n I n u m e r i 12 Iscom territoriali dell Emilia Romagna

g Chi è Iscom E.R. M i s s i o n I n u m e r i 12 Iscom territoriali dell Emilia Romagna Chi è Isco E.R. M i s s i o n Isco E.R. (Istituto per lo Sviluppo del Coercio e del Turiso dell Eilia Roagna) è l ente di orazione proosso dalla Concoercio - Iprese per l Italia dell Eilia Roagna, nonchè

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1782 del 06 luglio 2010 pag. 1/8

ALLEGATOA alla Dgr n. 1782 del 06 luglio 2010 pag. 1/8 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGAOA alla Dgr n. 1782 del 06 luglio 2010 pag. 1/8 FONDO DI ROAZIONE PER IL SEORE PRIMARIO Regolaento recante la definizione dei coparti produttivi di intervento, i criteri

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione ENERGIA Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell energia; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla Procedura Abilitativa Semplificata

Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla Procedura Abilitativa Semplificata Modello B104ASS (febb 2013) Allo Sportello Unico per l Edilizia Pagina 1 di 12 COMUNE DI BOVINO (Provincia di Foggia) SETTORE TECNICO - URBANISTICO AMBIENTE - PATRIMONIO Protocollo Esente da bollo Cod.

Dettagli

primo piano anno 35 - numero 316 aprile-maggio 2010 ISSN 0394-3453 RIVISTA BIMESTRALE PER LʼINDUSTRIA DELLE MATERIE PLASTICHE E DELLA GOMMA

primo piano anno 35 - numero 316 aprile-maggio 2010 ISSN 0394-3453 RIVISTA BIMESTRALE PER LʼINDUSTRIA DELLE MATERIE PLASTICHE E DELLA GOMMA ISSN 0394-3453 EDITRICE: PROMAPLAST SRL - CENTRO DIREZIONALE MILANOFIORI - PALAZZO F/3-20090 ASSAGO (MILANO) RIVISTA BIMESTRALE PER LʼINDUSTRIA DELLE MATERIE PLASTICHE E DELLA GOMMA prio piano CONFEZIONAMENTO

Dettagli

1. INTRODUZIONE...1 2. RIFERIMENTI NORMATIVI...1 3. INFORMAZIONI FORNITE DAI GESTORI...2

1. INTRODUZIONE...1 2. RIFERIMENTI NORMATIVI...1 3. INFORMAZIONI FORNITE DAI GESTORI...2 1. INTRODUZIONE...1 2. RIFERIMENTI NORMATIVI...1 3. INFORMAZIONI FORNITE DAI GESTORI...2 3.1 INFORMAZIONI FORNITE DALLA SOCIETÀ ATRIPLEX-GEST PETROL...2 3.1.1. Dati identificativi dello stabiliento...2

Dettagli

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale

di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale IL METODO DEL COSTO STANDARD di Massimo Brisciani Risorse Umane >> Amministrazione del personale Il datore di lavoro ha necessità di conoscere in via preventiva quale sarà il costo del personale che occupa

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL ISTITUTO PROFESSIONALE ALBERGHIERO E DELLA RISTORAZIONE B. SCAPPI PROGETTO ESECUTIVO

PROVINCIA DI BOLOGNA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL ISTITUTO PROFESSIONALE ALBERGHIERO E DELLA RISTORAZIONE B. SCAPPI PROGETTO ESECUTIVO PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE EDILIZIA E PATRIMONIO Servizio Edilizia Scolastica FABBRICATI DEL CIRCONDARIO DI IMOLA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL ISTITUTO PROFESSIONALE ALBERGHIERO E DELLA RISTORAZIONE

Dettagli

Unità Didattica N 16. Il comportamento dei gas perfetti

Unità Didattica N 16. Il comportamento dei gas perfetti Unità Didattica N 16 Il coportaento dei gas perfetti Unità Didattica N 16 Il coportaento dei gas perfetti 1) Alcune considerazioni sullo studio dei sistei gassosi 2) Dilatazione terica degli aerifori 3)

Dettagli

FATTURATO DEI SERVIZI

FATTURATO DEI SERVIZI 5 giugno 2014 I trimestre 2014 FATTURATO DEI SERVIZI Con questo comunicato l Istat inizia la diffusione degli indici di fatturato dei servizi per i settori delle attività professionali, scientifiche e

Dettagli

SOLARC.S.P. Concentrating Solar Power

SOLARC.S.P. Concentrating Solar Power SOLARC.S.P. Concentrating Solar Power NEW 2013 via I Maggio 23 27042 Bressana Pavia Italia tel. +39 03821855848 eail info@.co www..it Concentrating Solar Power il perché di una scelta... La nostra tecnologia

Dettagli

APPUNTI DEL CORSO DI SISTEMI IMPIANTISTICI E SICUREZZA REGIMI DI FUNZIONAMENTO DEI CIRCUITI ELETTRICI: CORRENTE CONTINUA

APPUNTI DEL CORSO DI SISTEMI IMPIANTISTICI E SICUREZZA REGIMI DI FUNZIONAMENTO DEI CIRCUITI ELETTRICI: CORRENTE CONTINUA APPUNTI DL CORSO DI SISTMI IMPIANTISTICI SICURZZA RGIMI DI FUNZIONAMNTO DI CIRCUITI LTTRICI: CORRNT CONTINUA SOLO ALCUNI SMPI DI ANALISI DI UN CIRCUITO LTTRICO FUNZIONANTI IN CORRNT CONTINUA APPUNTI DL

Dettagli

TUBO MULTISTRATO PER IMPIANTI IDROTERMICI

TUBO MULTISTRATO PER IMPIANTI IDROTERMICI TUBO MULTISTRATO PER IMPIANTI IDROTERMICI I L T U O S I S T E M A I D R O T E R M I C O Caratteristiche Carattereistiche tubo tubo WELCO-Flex - WELCO-Teck *Quando, nelle descrizioni che seguono, il tubo

Dettagli

accelerazione al posto di velocità. Ecco quello che otteniamo:

accelerazione al posto di velocità. Ecco quello che otteniamo: Lezione 5 - pag.1 Lezione 5: L accelerazione 5.1. Velocità e accelerazione Sappiao che la velocità è una grandezza essenziale per descrivere il oviento: quando la posizione di un corpo cabia nel tepo,

Dettagli

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Cod. ISTAT INT 00023 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Istituzioni Pubbliche e Private Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Titolare: Dipartimento per

Dettagli

GRAFITI ELLOR. Per la lavorazione mediante elettroerosione. MERSEN Esperti al vostro servizio

GRAFITI ELLOR. Per la lavorazione mediante elettroerosione. MERSEN Esperti al vostro servizio GRAFITI ELLOR Per la lavorazione ediante elettroerosione MERSEN Esperti al vostro servizio 2 Una gaa copleta di grafiti per la lavorazione ediante elettroerosione Applicazioni olto diversificate Fabbricazione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA TUTELA DEL SUOLO E RIFIUTI

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA TUTELA DEL SUOLO E RIFIUTI REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA TUTELA DEL SUOLO E RIFIUTI Proposta nr. 42 del 12/02/2015 - Deterinazione nr. 306 del 13/02/2015 OGGETTO: DPR n. 59/2013 Autorizzazione Unica

Dettagli

Il lavoro occasionale accessorio (o conosciuto più semplicemente voucher o buoni lavoro) come modalità di occupazione degli stranieri

Il lavoro occasionale accessorio (o conosciuto più semplicemente voucher o buoni lavoro) come modalità di occupazione degli stranieri Studi e ricerche sull economia dell immigrazione Il lavoro occasionale accessorio (o conosciuto più semplicemente o buoni lavoro) come modalità di occupazione degli Anni 2009, 2010, 2011 Cos è il lavoro

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 17 febbraio 2015 Dicembre 2014 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di dicembre 2014 l indice dei prezzi all importazione dei prodotti industriali diminuisce dell 1,8% rispetto al

Dettagli

INDAGINI SUL CLIMA DI FIDUCIA DELLE IMPRESE

INDAGINI SUL CLIMA DI FIDUCIA DELLE IMPRESE 30 marzo 2015 NDAGN SUL CLMA D FDUCA DELLE MPRESE Le nuove serie in base 20=0 A partire dal mese di marzo 2015, l stituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione delle nuove serie dell indice composito

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica La corrente elettrica nei conduttori. La corrente elettrica Connettendo due conduttori a diverso potenziale si ha un oto di cariche fino a quando si raggiunge una condizione di uilibrio. Questo oto terina

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 11 settembre 2014 II Trimestre 2014 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel secondo trimestre del 2014, rispetto ai tre mesi precedenti, le vendite di beni sui mercati esteri risultano in aumento per

Dettagli

Calcolo della densità dell aria alle due temperature utilizzando l equazione dei gas:

Calcolo della densità dell aria alle due temperature utilizzando l equazione dei gas: Lezione XXIII - 0/04/00 ora 8:0-0:0 - Esercizi tiraggio e sorbona - Originale di Marco Sisto. Esercizio Si consideri un ipianto di riscaldaento a caino caratterizzato dai seguenti dati: T T Sezione ati

Dettagli