Università Carlo Cattaneo - LIUC Corso di Laurea di Ingegneria Gestionale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Università Carlo Cattaneo - LIUC Corso di Laurea di Ingegneria Gestionale"

Transcript

1 Castellanza, 5 Ottobre 2009 Università Carlo Cattaneo - LIUC Corso di Laurea di Ingegneria Gestionale Percorso di eccellenza in Energy Management Petrolio,Trading & Risk Management Fabio Di Benedetto

2 Riferimenti bibliografici: 2 Oil Trading & Risk Management Franco Angeli (2008)

3 Agenda 3 Introduzione: le fonti energetiche e il ciclo del petrolio Cosa sono gli scenari Aspetti geopolitici Il dilemma del prezzo di equilibrio Ruolo e influenza dei mercati finanziari e paper L attività di Price Risk Management

4 Agenda 4 Introduzione: le fonti energetiche e il ciclo del petrolio Cosa sono gli scenari Aspetti geopolitici Il dilemma del prezzo di equilibrio Ruolo e influenza dei mercati finanziari e paper L attività di Price Risk Management

5 Evoluzione della domanda energetica mondiale La popolazione mondiale è prevista aumentare del 40% entro il 2050 La popolazione ed il PIL cresceranno soprattutto in area non-oecd Cina e India coprono circa il 50% della crescita attesa della domanda energetica ( ) L Oil riduce la propria share ma resta la fonte energetica principale (31%) Fonte: Opec, World Oil Outlook, Lug 2009

6 Premessa: quanto petrolio rimane? 6 Il quadro generale è diventato "meno grigio" nell'ultimo trentennio. Va infatti considerato che: gli sviluppi tecnologici e la migliore efficienza raggiunta nei costi di ricerca/estrazione rende oggi profittevoli giacimenti fino a pochi anni fa considerati non interessanti; la migliore tecnologia nel processo di lavorazione del greggio, associata ad una maggiore sensibilità verso il risparmio energetico e ad una spinta sempre crescente verso fonti energetiche alternative e rinnovabili determina un progressivo contenimento nella crescita dei consumi petroliferi.

7 Il ciclo del petrolio 7 Le fasi essenziali del ciclo del petrolio sono (*): Ricerca; Estrazione; Upstream Trasporto primario (greggio); Lavorazione; Trasporto secondario/distribuzione (semilavorati e prodotti finiti). Downstream (*) Il gruppo ERG opera essenzialmente nelle ultime 3 fasi del ciclo su indicato

8 Il ciclo del petrolio 8 "NON - OIL" ERG

9 Estrazione 9 La perforazione avviene tramite una punta rotante, una camicia costituita da lunghi tubi d acciaio ed un fluido (fango). La punta polverizza gli strati del terreno ed i detriti, trasportati dal fango pompato in pressione, vengono evacuati all esterno della camicia.

10 Trasporto Primario 10 Le tubazioni di raccolta convogliano il petrolio dai pozzi ai serbatoi di greggio. Le tubazioni di trasporto (oleodotti) portano il greggio alle raffinerie locali e/o ai terminali marittimi, dove vengono caricate le petroliere. Data la diversità di allocazione di riserve e di consumi, è evidente che attualmente si deve trasportare la stragrande maggioranza del greggio estratto.

11 Lavorazione 11 La lavorazione si può sintetizzare in 3 momenti essenziali: Separazione; Conversione; Trattamento.

12 Separazione 12 Una raffineria può essere schematizzata con la forma di una pentola, che presenta una serie di aperture laterali, a diversi livelli, comunicanti con altre unità (serbatoi o più generalmente altri impianti di processo). Tale pentola è meglio denominata Topping. In essa avviene la separazione. Somministrando calore (sotto forma di vapore) si separano le frazioni leggere (che salgono nella colonna) da quelle pesanti (che si raccolgono sul fondo del topping).

13 Conversione 13 La conversione è il processo che consente di ottenere prodotti leggeri (a più alto valore di mercato) trasformando altri prodotti. Ciò si realizza "rompendo" le molecole degli idrocarburi più pesanti. Attualmente, la qualità di un sistema di raffinazione si giudica dalla complessità delle diverse unità di conversione presenti.

14 Trattamento 14 Il trattamento risponde all'esigenza di rispettare la normativa vigente e le specifiche dei prodotti. Vengono quindi effettuate ulteriori trattamenti, depurazioni, miscele al fine di traguardare una determinata qualità, nel senso più ampio del termine.

15 Agenda 15 Introduzione: le fonti energetiche e il ciclo del petrolio Cosa sono gli scenari Aspetti geopolitici Il dilemma del prezzo di equilibrio Ruolo e influenza dei mercati finanziari e paper L attività di Price Risk Management

16 Importanza, elementi e significato degli scenari SCOPO DI UNO SCENARIO E ILLUSTRARE L EVOLVERSI DEI PRINCIPALI FATTORI CHE INFLUENZANO IL BUSINESS NEL PERIODO OSSERVATO 16 ANALISI FATTORI FONDAMENTALI: DOMANDA, OFFERTA, EVOLUZIONE CAPACITA DI RAFFINAZIONE,.. MACRO CONTESTO DI RIFERIMENTO: $/, i, GDP,.. ANALISI ALTRE DINAMICHE: ES. FATTORI DI MATRICE FINANZIARIA, AMBIENTALI,.. BUON SENSO, ESPERIENZA E....CAPACITA DI SINTESI

17 Agenda 17 Introduzione: le fonti energetiche e il ciclo del petrolio Cosa sono gli scenari Aspetti Geopolitici Il dilemma del prezzo di equilibrio Ruolo e influenza dei mercati finanziari e paper L attività di Price Risk Management

18 Importanza degli aspetti geopolitici 18 La valenza strategica del petrolio è collegata alla diversa localizzazione delle principali aree di produzione e di consumo: La produzione e le riserve accertate sono concentrate in un numero ristretto di Paesi le cui economie traggono sostentamento quasi esclusivamente dal petrolio. I consumi petroliferi sono concentrati in aree geografiche diverse: Paesi con economie avanzate, in via sviluppo o di transizione.

19 Principali flussi mondiali di greggio 19 Fonte: CERA and ERG estimates

20 Conseguenze 20 Dalla circostanza che i Paesi che detengono e producono i maggiori quantitativi di petrolio non ne sono i maggiori consumatori, ne consegue: dal punto di vista logistico, un complesso gioco di domanda e offerta che rende essenziale il trasporto e la riallocazione del greggio in tutto il mondo; dal punto di vista politico/economico, l appartenenza dell offerta e della domanda petrolifera a due "fronti" con culture tradizionalmente diverse rende il mercato esposto ai fragili equilibri di natura politica.

21 Agenda 21 Introduzione: le fonti energetiche e il ciclo del petrolio Cosa sono gli scenari Aspetti Geopolitici Il dilemma del prezzo di equilibrio Ruolo e influenza dei mercati finanziari e paper L attività di Price Risk Management

22 Premessa: il dilemma dei prezzi alti o bassi 22

23 Esempio di scomposizione del prezzo del barile 23 Altri Fattori Fattori Fondamentali Cost Floor

24 Costo medio di produzione (cost floor): 50 Usd/bbl 24 Fonte: Purvin & Gertz

25 Andamento domanda e offerta petrolifera ( ) 25 Domanda mbg 100 OPEC Domanda e Offerta Offerta OPEC Spare Capacity OECD 47,6 NON OPEC 57% + OECD 45,4 NON OPEC 60% NON OECD 38,7 OPEC 42,5% 43% 2,6 - NON OECD 39 OPEC 40% 6, Fonte: IEA (OMR, 10/09/09)

26 Produzione e spare capacity Opec ( ) Totale OPEC Totale OPEC 26 Ecuador Angola Venezuela UAE Arabia S. Qatar Iraq 0% Angola 0% Venezuela 5% UAE 7% Spare Capacity (2,6 mb/g) Ecuador 0% Algeria 1% Indonesia 0% Iran 6% Libia 3% Kuwait 0% Ecuador Angola Venezuela UAE Arabia S. Angola 5% Venezuela 3% Ecuador 0% Iraq 1% UAE 9% Spare Capacity (6,5 mb/g) Algeria 3% Iran 3% Kuwait 6% Libia 3% Nigeria Nigeria 21% Qatar Libia Kuwait Iran Indonesia Algeria Iraq Iraq Arabia S. 54% Qatar 3% Nigeria Libia Kuwait Iran Algeria Arabia S. 52% Nigeria 13% Qatar 2% Iraq Capacità potenziale (disponibile entro 30 gg) Produzione Effettiva (Giugno 2008) Capacità potenziale (disponibile entro 30 gg) Produzione Effettiva (Agosto 2009) Fonte: IEA (OMR, 10/09/09)

27 Agenda 27 Introduzione: le fonti energetiche e il ciclo del petrolio Cosa sono gli scenari Aspetti Geopolitici Il dilemma del prezzo di equilibrio Ruolo e influenza dei mercati finanziari e paper L attività di Price Risk Management

28 Secular trend prezzi e drivers del barile ( ) Usd/bbl Fonte: IEA (OMR, 10/06/08)

29 Principali aree soggette a tensioni geopoliche e metereologiche 29

30 I mercati del petrolio 30

31 Confronto scambi mercato fisico, forward e futures 31 Fonte: Platts

32 Dinamiche di matrice finanziaria: il ruolo dei tassi d interesse 32 i = 2% inflazione = 3% i r = -1% Massiccio ricorso ai beni rifugio da parte di banche ed hedge funds Deprezzamento del dollaro I bassi tassi d interesse hanno portato al forte deprezzamento del dollaro e a rendere l oro nero una valida alternativa all oro giallo

33 Escalation scambi e prezzi greggio sulle borse futures 33

34 Effetti valutari sul prezzo del basket Opec 34 La correlazione tra il deprezzamento del dollaro e la crescita dei prezzi del barile è accellerata nel 2008 L oro nero è diventato una valida alternativa all oro giallo

35 Agenda 35 Introduzione: le fonti energetiche e il ciclo del petrolio Cosa sono gli scenari Aspetti Geopolitici Il dilemma del prezzo di equilibrio Ruolo e influenza dei mercati finanziari e paper L attività di Price Risk Management

36 Price Risk Management: la gestione degli sbilanci 36

37 Strumenti complessi di PRM: la fence strategy 37

Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013. Modulo IVa Le industrie energetiche: Le fonti fossili

Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013. Modulo IVa Le industrie energetiche: Le fonti fossili Economia e politica dell ambiente e dell energia A.A. 2012-2013 Modulo IVa Le industrie energetiche: Le fonti fossili Gli stadi dell attività energetica (in generale) Scoperta Estrazione Trasformazione

Dettagli

Le fonti energetiche

Le fonti energetiche Le fonti energetiche Le fonti energetiche Dalle fonti di energia si ricava l energia Esse sono suddivise in primarie e secondarie, in relazione al fatto che necessitino più o meno di trasformazioni. Le

Dettagli

NOTE DI APPROFONDIMENTO

NOTE DI APPROFONDIMENTO Fondazione Manlio Masi Osservatorio nazionale per l internazionalizzazione e gli scambi NOTE DI APPROFONDIMENTO Nota 2 Le materie prime energetiche nel commercio estero italiano (Aprile 2006) 1 LE MATERIE

Dettagli

Middle East and North Africa Energy

Middle East and North Africa Energy Middle East and North Africa Energy Chatham House, London 25th January 2016 https://www.chathamhouse.org/conferences/middle-east-and-north-africa-energy Intervento dell AD Claudio Descalzi Signore e signori

Dettagli

Conferences 2004. Le risorse fossili: nuove frontiere, nuovi modelli di business e nuove tecnologie. Palazzo Brancaccio, Roma venerdì, 11 giugno 2004

Conferences 2004. Le risorse fossili: nuove frontiere, nuovi modelli di business e nuove tecnologie. Palazzo Brancaccio, Roma venerdì, 11 giugno 2004 Conferences 2004 Le risorse fossili: nuove frontiere, nuovi modelli di business e nuove tecnologie Palazzo Brancaccio, Roma venerdì, 11 giugno 2004 PROGRAMMA ITALIANO INGLESE Contenuti della Conferenza

Dettagli

Report sul gas naturale

Report sul gas naturale Report sul gas naturale A) Focus Energia B) Produzione Gas Naturale C) Consumo Gas Naturale D) Riserve Gas Naturale E) Il Commercio Mondiale di Gas Naturale F) I prezzi G) Il Nord America H) L Europa I)

Dettagli

Università Carlo Cattaneo - LIUC Corso di Laurea di Ingegneria Gestionale

Università Carlo Cattaneo - LIUC Corso di Laurea di Ingegneria Gestionale Università Carlo Cattaneo - LIUC Corso di Laurea di Ingegneria Gestionale Percorso di eccellenza in Energy Management Emission Trading: dal Protocollo di Kyoto verso Copenhagen Fabio Di Benedetto Castellanza,

Dettagli

distribuzione carburanti: un settore maturo in evoluzione

distribuzione carburanti: un settore maturo in evoluzione napoli 26 settembre 2011 fiera Oil&nonoil - Stoccaggio e Trasporto Carburanti Sud distribuzione carburanti: un settore maturo in evoluzione conoscere il mercato per decidere il prezzo Alessandra Lanza

Dettagli

IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE. Francesco Asdrubali

IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE. Francesco Asdrubali IL CONTESTO ENERGETICO MONDIALE Francesco Asdrubali INDICE FATTORI DOMINANTI DEL PANORAMA ENERGETICO MONDIALE CRESCITA ECONOMICA CRESCITA DELLA POPOLAZIONE PREZZI CO2 PRICING DOMANDA E OFFERTA DI ENERGIA

Dettagli

ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE

ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE 835 ADESSO VI SPIEGHIAMO PERCHÉ IL PREZZO DEL PETROLIO DIMINUISCE 24 novembre 2014 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà EXECUTIVE

Dettagli

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI Atlante Statistico dell Energia RIE per AGI Settembre 215 ENERGIA E AMBIENTE 14 Emissioni totali di CO2 principali nei paesi Europei 12 1 mln tonn. 8 6 4 2 199 1992 1994 1996 1998 2 22 24 26 28 21 212

Dettagli

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia.

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia. IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015 I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia Vittorio D Ermo Direttore Osservatorio Energia AIEE Aprile 2015 Sommario n

Dettagli

L importanza del risparmio energetico nella raffinazione

L importanza del risparmio energetico nella raffinazione L importanza del risparmio energetico nella raffinazione Conferenza Nazionale per l'efficienza Energetica Roma, 21-22 novembre 2012 www.eni.it I consumi energetici: Il pianeta di notte Domanda di energia

Dettagli

IL QUADRO PETROLIFERO IN ITALIA NEL 2014. Rita Pistacchio

IL QUADRO PETROLIFERO IN ITALIA NEL 2014. Rita Pistacchio Seminario AIEE IL SISTEMA ENERGETICO ITALIANO NEL 2014 E VERSO IL 2015: SITUAZIONI E TENDENZE IL QUADRO PETROLIFERO IN ITALIA NEL 2014 1 aprile 2015 Centro Studi Americani Via Michelangelo Caetani, 32

Dettagli

Agenda. Energia nel Mondo. La storia del Petrolio. Il Petrolio sta per finire? E il Gas?

Agenda. Energia nel Mondo. La storia del Petrolio. Il Petrolio sta per finire? E il Gas? ENERGIA.. Agenda Energia nel Mondo La storia del Petrolio Il Petrolio sta per finire? E il Gas? 2 Energia nel Mondo La storia del Petrolio Il Petrolio sta per finire? E il Gas? 3 Quanta energia consumiamo

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

4 dicembre 2015. Petrolio: quotazioni della qualità Brent

4 dicembre 2015. Petrolio: quotazioni della qualità Brent Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI.

STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI. SCUOLA 21 classe 2^ OPA STORIA/GEOGRAFIA LE RISERVE DI MINERALI: PAESI DETENTORI, PRODUTTORI E CONSUMATORI. Tra i maggiori detentori di risorse minerarie figurano i quattro più vasti paesi del mondo: Russia

Dettagli

Il grande vantaggio per l Italia del petrolio a basso costo

Il grande vantaggio per l Italia del petrolio a basso costo 7-02-2015 Numero 15-5 NOTA DAL CSC Il grande vantaggio per l Italia del petrolio a basso costo Con il greggio a 45 dollari al barile l Italia risparmia 24 miliardi di euro all anno, di cui 10 le famiglie.

Dettagli

spazio aperto World Energy Outlook 2004 World Energy Outlook 2004

spazio aperto World Energy Outlook 2004 World Energy Outlook 2004 World Energy Outlook 2004 INTERNATIONAL ENERGY AGENCY spazio aperto Lo studio dell IEA traccia un quadro severo dell evoluzione del sistema energetico mondiale da oggi al 2030. Ma sono possibili nuove

Dettagli

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO DICEMBRE 2009 Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO Prospettive e Determinanti del Prezzo del Petrolio Bruno Chiarini Recessione e petrolio Occorre ricordare che l economia italiana

Dettagli

i dossier TUTTO QUELLO CHE VORRESTE SAPERE SULLA «GUERRA» SUL PREZZO DEL PETROLIO E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com

i dossier TUTTO QUELLO CHE VORRESTE SAPERE SULLA «GUERRA» SUL PREZZO DEL PETROLIO E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com 974 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TUTTO QUELLO CHE VORRESTE SAPERE SULLA «GUERRA» SUL PREZZO DEL PETROLIO E NESSUNO VI HA MAI DETTO 8 gennaio 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE

Dettagli

WORLD ENERGY INVESTMENT OUTLOOK

WORLD ENERGY INVESTMENT OUTLOOK WORLD ENERGY INVESTMENT OUTLOOK 2003 INSIGHTS RIASSUNTO INTERNATIONAL ENERGY AGENCY RIASSUNTO L investimento totale nelle infrastrutture di approvvigionamento di energia per il periodo 2001-2030 sarà di

Dettagli

Eunomiamaster "La transizione energetica" Francesco Starace Amministratore Delegato e Direttore Generale, Enel S.p.A.

Eunomiamaster La transizione energetica Francesco Starace Amministratore Delegato e Direttore Generale, Enel S.p.A. Eunomiamaster "La transizione energetica" Francesco Starace Amministratore Delegato e Direttore Generale, Enel S.p.A. Settignano, 11 Aprile 2015 Agenda Macro-scenari a livello globale Crisi del modello

Dettagli

STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE. Progetto Bianca & Luisella. Capitolo 2: Quadro di Riferimento Programmatico. Doc. SICS 202

STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE. Progetto Bianca & Luisella. Capitolo 2: Quadro di Riferimento Programmatico. Doc. SICS 202 STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE Campi Gas Bianca e Luisella Off-shore Adriatico Centro-Settentrionale : Quadro di Riferimento Programmatico Maggio 2013 Pag. i INDICE 2 QUADRO DI RIFERIMENTO PROGRAMMATICO...

Dettagli

Prospettive energetiche mondiali. Lezione 11/04/2011-Dott.ssa Lisa Orlandi

Prospettive energetiche mondiali. Lezione 11/04/2011-Dott.ssa Lisa Orlandi Prospettive energetiche mondiali Lezione 11/04/2011-Dott.ssa Lisa Orlandi 1 Fonti energetiche tradizionali I combustibili fossili: petrolio, gas naturale e carbone La disponibilità di combustibili fossili

Dettagli

Raffinazione e distribuzione petrolifera in Italia: cambiamenti in atto e prospettive future

Raffinazione e distribuzione petrolifera in Italia: cambiamenti in atto e prospettive future Master in Gestione delle Risorse Energetiche Workshop Safe Raffinazione e distribuzione petrolifera in Italia: cambiamenti in atto e prospettive future Adriano Piglia Direttore Centro Studi SAFE Lunedì

Dettagli

DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE. di Luca Laureti DRAFT

DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE. di Luca Laureti DRAFT IAI927 DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE di Luca Laureti DRAFT Documento preparato nell ambito del programma di ricerca

Dettagli

SITUAZIONE E PROSPETTIVE DEL MERCATO PETROLIFERO

SITUAZIONE E PROSPETTIVE DEL MERCATO PETROLIFERO SITUAZIONE E PROSPETTIVE DEL MERCATO PETROLIFERO 1 Introduzione La FAIB ha raggiunto 50 anni di vita, un traguardo ambizioso, che merita un momento di riflessione, sia per guardare a cosa è successo in

Dettagli

X Commissione Industria del Senato della Repubblica

X Commissione Industria del Senato della Repubblica X Commissione Industria del Senato della Repubblica - Scenari Energetici Mondiali al 23 Giancarlo Villa Presidente e Amministratore Delegato Esso Italiana Roma 26 Luglio 211 Questa presentazione contiene

Dettagli

III Forum «Investire nella nuova Russia» Il mercato russo: opportunità di crescita e di raccolta per le imprese italiane

III Forum «Investire nella nuova Russia» Il mercato russo: opportunità di crescita e di raccolta per le imprese italiane III Forum «Investire nella nuova Russia» Il mercato russo: opportunità di crescita e di raccolta per le imprese italiane Prof. Maurizio Dallocchio CReSV, Università Bocconi Milano, 6 novembre 2013 Agenda

Dettagli

La raffinazione del petrolio

La raffinazione del petrolio La raffinazione del petrolio Approfondimento sulla distillazione per la I^ Itis Prof. Maurizi Franco Itis Einstein Roma ( foto ed immagini reperiti da internet, eventuali detentori di diritti sono pregati

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Uno sguardo al mercato

Uno sguardo al mercato Sede legale: Sarroch (CA) SS. 195 Sulcitana, Km 19 Numero Iscrizione Registro Imprese, Codice Fiscale e Partita IVA 001364922 1 Oil is liquid Oil is liquid, spiega il successo ed il rapido raggiungimento

Dettagli

Convegno AIAF - «L Italia fuori dalla crisi nel 2015?» Per l Italia un aiuto insperato da dollaro, petrolio e BCE: basterà?

Convegno AIAF - «L Italia fuori dalla crisi nel 2015?» Per l Italia un aiuto insperato da dollaro, petrolio e BCE: basterà? Convegno AIAF - «L Italia fuori dalla crisi nel 215?» Per l Italia un aiuto insperato da dollaro, petrolio e BCE: basterà? Gregorio De Felice Chief Economist Roma, 27 gennaio 215 Agenda 1 L impatto dello

Dettagli

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI.

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. IL GRUPPO ERG UNA REALTÀ MULTIENERGY DA OLTRE 70 ANNI IL GRUPPO ERG È UN PUNTO DI RIFERIMENTO NEL MERCATO ENERGETICO ITALIANO Il Gruppo, dal 2002, si è articolato in

Dettagli

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Euro/dollaro Le dinamiche divergenti delle politiche monetarie di FED e BCE hanno portato nei primi

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 31 marzo 2014 VOLUME I Attività svolta Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Guido Bortoni Alberto Biancardi Luigi

Dettagli

Modulo n 2 La dimensione energetica dello sviluppo sostenibile

Modulo n 2 La dimensione energetica dello sviluppo sostenibile POR CALABRIA 2000/2006 - ASSE III RISORSE UMANE MISURA 3.9 SVILUPPO DELLA COMPETITIVITÀ DELLE IMPRESE PUBBLICHE E PRIVATE CON PRIORITÀ ALLE PMI GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE ENERGETICHE NEI SETTORI

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

DIVISIONE FINANZA E WEALTH MANAGEMENT La settimana delle Commodities

DIVISIONE FINANZA E WEALTH MANAGEMENT La settimana delle Commodities La settimana delle Commodities Price %Weekly %YTD High 52week Low 52week Vola30d Rsi 14d Mov Avg 100d Mov Avg 200d CRB 196.72 0.01% -14.45% 284.68 185.13 25.19 48 214.32 220.40 ex-energy 215.12 1.62% -11.81%

Dettagli

Energy price instability

Energy price instability Settembre 215 1 Energy price instability Milan, Axpo 21 settembre 215 Davide Tabarelli, Nomisma Energia Settembre 215 2 Agenda Price instability Future energy demand OPECs and supply paradoxes Big revolutions

Dettagli

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere.

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. 30 Novembre 2015 Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. Tutto è iniziato lo scorso novembre con la riunione dell OPEC (Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio), durante la quale è

Dettagli

Solidi Gas Petrolio Energia elettrica. Fig. 3 Contributo delle fonti energetiche alla disponibilità interna lorda

Solidi Gas Petrolio Energia elettrica. Fig. 3 Contributo delle fonti energetiche alla disponibilità interna lorda 3. Bilancio nazionale dell energia 8 La domanda complessiva di energia del 2, è stata poco meno di 185 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep), con un trend di crescita che ha interessato

Dettagli

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Aprile - giugno 2015

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Aprile - giugno 2015 Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Aprile - giugno 2015 Euro/dollaro Dopo aver toccato il livello minimo negli ultimi dodici anni, nel secondo trimestre

Dettagli

LA GEOTERMIA. Carlo Tricoli, ENEA - Studi e Strategie Servizio Prospettive Tecnologiche per la Sostenibilità. Trieste, 24 ottobre 2012

LA GEOTERMIA. Carlo Tricoli, ENEA - Studi e Strategie Servizio Prospettive Tecnologiche per la Sostenibilità. Trieste, 24 ottobre 2012 LA GEOTERMIA Carlo Tricoli, ENEA - Studi e Strategie Servizio Prospettive Tecnologiche per la Sostenibilità Trieste, 24 ottobre 2012 1 CONTENUTO SITUAZIONE INTERNAZIONALE SCENARI E PREVISIONI IEA INVESTIMENITI

Dettagli

PETROLIO 2009 Dopo il picco di prezzo, in arrivo quello della produzione? di Giancarlo Fiorito

PETROLIO 2009 Dopo il picco di prezzo, in arrivo quello della produzione? di Giancarlo Fiorito PETROLIO 2009 Dopo il picco di prezzo, in arrivo quello della produzione? di Giancarlo Fiorito Roma, 24/02/2009 Introduzione Il 2008 sarà ricordato come un anno di grandi cambiamenti, che influenzeranno

Dettagli

QUOTAZIONE PETROLIO PAESI PRODUTTORI DI PETROLIO PAESI CONSUMATORI DI PETROLIO PAESI ESPORTATORI PAESI IMPORTATORI OPEC

QUOTAZIONE PETROLIO PAESI PRODUTTORI DI PETROLIO PAESI CONSUMATORI DI PETROLIO PAESI ESPORTATORI PAESI IMPORTATORI OPEC Boero Michele, Borghesi Nicolò, Dominici Chiara, Donna Margherita, Figini Nicolò, GalliccchioGiuseppe, LucàMiriana, MammolitiFabio, Mazzoni Federico, Oliveri Ilaria, Salsi Ilaria, Saporito Ilaria, Savio

Dettagli

Struttura ed evoluzione dell industria petrolifera Università Carlo Cattaneo, Castellanza 2 aprile 2009 enzo.digiulio@enicorporateuniversity.eni.

Struttura ed evoluzione dell industria petrolifera Università Carlo Cattaneo, Castellanza 2 aprile 2009 enzo.digiulio@enicorporateuniversity.eni. Struttura ed evoluzione dell industria petrolifera Università Carlo Cattaneo, Castellanza 2 aprile 2009 enzo.digiulio@enicorporateuniversity.eni.it 1 Tre fasi dell industria petrolifera 2 1 Prima fase

Dettagli

2 incontro di vertice MAE Gruppo TREVI. Farnesina 05.Nov. 2012

2 incontro di vertice MAE Gruppo TREVI. Farnesina 05.Nov. 2012 2 incontro di vertice MAE Gruppo TREVI Farnesina 05.Nov. 2012 1. Gruppo TREVI 2. Dati Finanziari 3. Settore Fondazioni 4. Settore Perforazioni Central Reclamation Lavori di Fondazioni (HONG KONG) 2 Gruppo

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

Gruppo SACE - Country Risk Map

Gruppo SACE - Country Risk Map EGITTO Capitale Il Cairo Popolazione (milioni) 84,15 69/100 72/100 85/100 PIL nominale (miliardi USD PPP) 551,44 Mancato pagamento controparte sovrana Esproprio e violazioni contrattuali Mancato pagamento

Dettagli

Seminario OPEC. Discorso di Paolo Scaroni Amministratore Delegato Eni. Vienna, 13 settembre 2006

Seminario OPEC. Discorso di Paolo Scaroni Amministratore Delegato Eni. Vienna, 13 settembre 2006 Seminario OPEC Discorso di Paolo Scaroni Amministratore Delegato Eni Vienna, 13 settembre 2006 Buon pomeriggio Vostre Eccellenze, Onorevoli Ministri, Egregi Delegati. Desidero ringraziarvi per avermi invitato

Dettagli

Centro Militare di Studi Strategici. Rapporto di Ricerca 2011 STEPI AE-SA-22

Centro Militare di Studi Strategici. Rapporto di Ricerca 2011 STEPI AE-SA-22 Centro Militare di Studi Strategici Rapporto di Ricerca 2011 STEPI AE-SA-22 L EFFICIENZA ENERGETICA E L UTILIZZO DI FONTI ALTERNATIVE: IPOTESI DI RIDUZIONE DELLA DIPENDENZA DELLE FORZE ARMATE DALLE FONTI

Dettagli

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Opportunita di Business negli Emirati Arabi Uniti Visione

Dettagli

Scheda Paese: Emirati Arabi Uniti

Scheda Paese: Emirati Arabi Uniti Scheda Paese: Emirati Arabi Uniti rubrica a cura di Martino Conserva VALUTAZIONE DI RISCHIO Nonostante il «cuscinetto» rappresentato dalle ingenti attività finanziarie estere degli Emirati, la recessione

Dettagli

IL GAS NATURALE: RISORSA PREZIOSA. Luigi Bruzzi. Conferenza sulla sostenibilità Ravenna, Giovedì 22 Maggio 2014

IL GAS NATURALE: RISORSA PREZIOSA. Luigi Bruzzi. Conferenza sulla sostenibilità Ravenna, Giovedì 22 Maggio 2014 IL GAS NATURALE: RISORSA PREZIOSA Luigi Bruzzi Conferenza sulla sostenibilità Ravenna, Giovedì 22 Maggio 2014 1 CONSUMO MONDIALE DI ENERGIA PER FONTE combustibile % petrolio 33 carbone 30 gas naturale

Dettagli

Eni: Piano Strategico 2013-2016 Crescita e rendimenti sostenibili

Eni: Piano Strategico 2013-2016 Crescita e rendimenti sostenibili Eni: Piano Strategico 2013-2016 Crescita e rendimenti sostenibili E&P: eccezionali opportunità di crescita o Produzione di idrocarburi in crescita >4% medio annuo al 2016 G&P: posizionamento delle attività

Dettagli

Il settore dei carburanti, utilizzati per le. Speciale. Carburanti: energia in movimento

Il settore dei carburanti, utilizzati per le. Speciale. Carburanti: energia in movimento g Alessandro Creazza, Fabrizio Dallari - Centro di ricerca sulla - Università Carlo Cattaneo LIUC Speciale Carburanti: energia in movimento Un analisi strutturale della filiera della distribuzione, e in

Dettagli

Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere

Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere www.dominosolutions.it - info@dominosolutions.it Investire nel Petrolio: I fondamentali che il trader deve conoscere 02 Luglio 2012 Il petrolio greggio è uno dei prodotti più utilizzati e richiesti nel

Dettagli

UN PROGETTO PER L AVVENIRE

UN PROGETTO PER L AVVENIRE TEMPA ROSSA, LA VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE REGIONALI UN PROGETTO PER L AVVENIRE Il progetto Tempa Rossa prevede lo sviluppo di un giacimento petrolifero all interno della Concessione Gorgoglione, situato

Dettagli

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.10. Gas naturale P.10

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.10. Gas naturale P.10 119 Situazione attuale (2008) La diffusione del gas naturale in Svizzera è iniziata a partire dalla metà degli anni Settanta, con la realizzazione del gasdotto di transito, che attraversa il paese per

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Lo sviluppo del know-how e la collaborazione con il mondo accademico a supporto della crescita del business di eni.

Lo sviluppo del know-how e la collaborazione con il mondo accademico a supporto della crescita del business di eni. Lo sviluppo del know-how e la collaborazione con il mondo accademico a supporto della crescita del business di eni Salvatore Sardo Cerimonia di inaugurazione della "eni chair in energy markets" presso

Dettagli

Secondo le previsioni del World Energy Outlook. La sfida energetica e il ruolo del carbone Andrea Clavarino Assocarboni

Secondo le previsioni del World Energy Outlook. La sfida energetica e il ruolo del carbone Andrea Clavarino Assocarboni ASSOCARBONI La sfida energetica e il ruolo del carbone Andrea Clavarino Assocarboni In un mondo assetato di e- nergia, il carbone mantiene la leadership indiscussa, rivelandosi una risorsa concorrenziale

Dettagli

Comunicato stampa OMC 2015 PER UN INDUSTRIA OIL&GAS A IMPATTO ZERO SI CHIUDE CON NUMERI RECORD: 21 MILA PRESENZE

Comunicato stampa OMC 2015 PER UN INDUSTRIA OIL&GAS A IMPATTO ZERO SI CHIUDE CON NUMERI RECORD: 21 MILA PRESENZE Comunicato stampa OMC 2015 PER UN INDUSTRIA OIL&GAS A IMPATTO ZERO SI CHIUDE CON NUMERI RECORD: 21 MILA PRESENZE L Offshore Mediterranean Conference & Exhibition di Ravenna si è confermata ancora una volta

Dettagli

Lo scenario energetico in Italia

Lo scenario energetico in Italia Lo scenario energetico in Italia Il Bilancio Energetico Nazionale Il Ministero dello Sviluppo Economico pubblica annualmente il Bilancio Energetico Nazionale (BEN) del nostro Paese. Questo ci dà l opportunità

Dettagli

Energy Efficiency Policies around the World: Review and Evaluation Gilberto Callera Presidente WEC Italia

Energy Efficiency Policies around the World: Review and Evaluation Gilberto Callera Presidente WEC Italia Energy Efficiency Policies around the World: Review and Evaluation Gilberto Callera Presidente WEC Italia 25 febbraio 2008 World Energy Council 2007 Perché Efficienza Energetica? 1. Grande volatilità dei

Dettagli

DIVISIONE FINANZA E WEALTH MANAGEMENT La settimana delle Commodities

DIVISIONE FINANZA E WEALTH MANAGEMENT La settimana delle Commodities La settimana delle Commodities CRB exenergy 194.11 212.89 %Weekly 0.82% 0.22% %YTD 15.59% 12.72% High 52week Low 52week Vola30d 280.91 185.13 24.04 257.65 208.82 11.68 Rsi 14d Mov Avg 100d 47 209.49 49

Dettagli

Comitato Investimenti 11.1.2016

Comitato Investimenti 11.1.2016 Comitato Investimenti 11.1.2016 1 SNAPSHOT Il 2016 non dovrebbe presentare delle sorprese nell'euro-zona, con ciò il Comitato Investimenti intende un rialzo dei rendimenti, perché l'inflazione è modesta

Dettagli

ENI ANNUNCIA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2006 MIGLIORE PERFORMANCE TRA LE MAJOR NELLA CRESCITA ORGANICA DELLA PRODUZIONE DI IDROCARBURI

ENI ANNUNCIA I RISULTATI DEL PRIMO TRIMESTRE 2006 MIGLIORE PERFORMANCE TRA LE MAJOR NELLA CRESCITA ORGANICA DELLA PRODUZIONE DI IDROCARBURI Società per Azioni Roma, Piazzale Enrico Mattei, 1 Capitale sociale euro 4.005.358.876 i. v. Registro Imprese di Roma, c. f. 00484960588 Tel. +39-0659821 Fax +39-0659822141 www.eni.it ENI ANNUNCIA I RISULTATI

Dettagli

3. IL COMMERCIO INTERNAZIONALE E LE BILANCE DEI PAGAMENTI

3. IL COMMERCIO INTERNAZIONALE E LE BILANCE DEI PAGAMENTI 3. IL COMMERCIO INTERNAZIONALE E LE BILANCE DEI PAGAMENTI Alla rapida ripresa del commercio mondiale di beni e servizi nel 2010 (12,9 per cento) è seguita, nel, una crescita assai più debole (5,8 per cento),

Dettagli

Grazie Presidente De Vita. Amici imprenditori, Autorità, Signore e Signori,

Grazie Presidente De Vita. Amici imprenditori, Autorità, Signore e Signori, Roma, 18 giugno 2008 INTERVENTO VIDEO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ON. CLAUDIO SCAJOLA ALL ASSEMBLEA ANNUALE DELL UNIONE PETROLIFERA Grazie Presidente De Vita. Amici imprenditori, Autorità, Signore

Dettagli

Legacoop: Dalle biomasse uno sviluppo sostenibile per il territorio Francesco Starace - Amministratore Delegato Enel Green Power

Legacoop: Dalle biomasse uno sviluppo sostenibile per il territorio Francesco Starace - Amministratore Delegato Enel Green Power Legacoop: Dalle biomasse uno sviluppo sostenibile per il territorio Francesco Starace - Amministratore Delegato Enel Green Power Roma, 28 Gennaio 2014 Prezzo del petrolio* Trend Consumi di petrolio a livello

Dettagli

Nel settore petrolifero, considerato fino a. Prove di rivoluzione in corso

Nel settore petrolifero, considerato fino a. Prove di rivoluzione in corso Fondi azionari energia Una situazione in movimento Prove di rivoluzione in corso Con l'estrazione dello shale oil e del gas di scisto gli Stati Uniti stanno per diventare il primo produttore di petrolio,

Dettagli

WORLD ENERGY OUTLOOK SINTESI

WORLD ENERGY OUTLOOK SINTESI WORLD ENERGY 2 0 11 OUTLOOK SINTESI WORLD ENERGY 2 0 11 OUTLOOK SINTESI Italian translation AGENZIA INTERNAZIONALE PER L ENERGIA L Agenzia Internazionale per l Energia (AIE) è un organismo autonomo istituito

Dettagli

Marzo 2012. Ufficio Studi L INFLAZIONE ATTESA: TRA CRISI E FOCOLAI DI CRESCITA

Marzo 2012. Ufficio Studi L INFLAZIONE ATTESA: TRA CRISI E FOCOLAI DI CRESCITA Marzo 2012 Ufficio Studi L INFLAZIONE ATTESA: TRA CRISI E FOCOLAI DI CRESCITA L INFLAZIONE ATTESA: TRA CRISI E FOCOLAI DI CRESCITA Gabriele OLINI Ufficio Studi CISL Negli ultimi mesi abbiamo avuto una

Dettagli

FONTI RINNOVABILI E NON INNOVABILI

FONTI RINNOVABILI E NON INNOVABILI FONTI RINNOVABILI E NON INNOVABILI FONTI ENERGIA Lavoro realizzato dalla classe III H scuola media Majno, Milano- a.s. 2014/15 Per ENERGIA si intende la capacità di compiere lavoro Le fonti di energia

Dettagli

Luigi Muzzioli L INFLUENZA DEL PREZZO DEL PETROLIO SUGLI INDICI AL CONSUMO NEGLI ULTIMI 10 ANNI

Luigi Muzzioli L INFLUENZA DEL PREZZO DEL PETROLIO SUGLI INDICI AL CONSUMO NEGLI ULTIMI 10 ANNI Luigi Muzzioli L INFLUENZA DEL PREZZO DEL PETROLIO SUGLI INDICI AL CONSUMO NEGLI ULTIMI 10 ANNI Roma - 2012 1 1. INTRODUZIONE Il petrolio, il cui utilizzo è antichissimo, prende il nome dal termine classico

Dettagli

SINTESI. Italian Translation WORLD ENERGY OUTLOOK

SINTESI. Italian Translation WORLD ENERGY OUTLOOK SINTESI Italian Translation WORLD ENERGY OUTLOOK 2 0 1 3 WORLD ENERGY OUTLOOK 2013 In un mondo in cui le significative differenze tra i prezzi energetici regionali influenzano la competitività, chi sono

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA

RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA Autorità per l energia elettrica e il gas RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEI SERVIZI E SULL ATTIVITÀ SVOLTA 31 marzo 2013 VOLUME I Stato dei servizi Autorità per l energia elettrica e il gas RELAZIONE

Dettagli

Petrolio 2.0. Di Roberto Meregalli 1 (meregalli.roberto@gmail.com) 22 luglio 2015

Petrolio 2.0. Di Roberto Meregalli 1 (meregalli.roberto@gmail.com) 22 luglio 2015 Petrolio 2.0 E passato un anno dall inatteso crollo delle quotazioni petrolifere che portò il prezzo del greggio dal valore di 116,7 dollari al barile del giugno 2014 a quello di 58 dollari del gennaio

Dettagli

1 MESE IN 10 IMMAGINI

1 MESE IN 10 IMMAGINI 1 MESE IN 10 IMMAGINI Con 1 mese in 10 immagini SYZ Wealth Management presenta una panoramica mensile dell attività economica mondiale. Visto che un immagine può valere più di mille parole, selezioniamo

Dettagli

L Energia dell Italia

L Energia dell Italia L Energia dell Italia Abbiamo sempre offerto un servizio puntuale alla mobilità del Paese. Siamo cresciuti e oggi siamo davvero in tanti. Grazie alla forte capillarità sul territorio siamo presenti su

Dettagli

IL RISCALDAMENTO NEI CONDOMINI LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE LA TERMOREGOLAZIONE LA COGENERAZIONE LA MICRO-COGENERAZIONE DIFFUSA

IL RISCALDAMENTO NEI CONDOMINI LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE LA TERMOREGOLAZIONE LA COGENERAZIONE LA MICRO-COGENERAZIONE DIFFUSA 1. 2. 3. IL RISCALDAMENTO NEI CONDOMINI LA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE LA TERMOREGOLAZIONE LA COGENERAZIONE LA MICRO-COGENERAZIONE DIFFUSA PAUSA LA BIOMASSA LE CALDAIE A CIPPATO LE CALDAIE A PELLET LE

Dettagli

Scenari petroliferi ed energetici

Scenari petroliferi ed energetici Confindustria Siracusa Scenari petroliferi ed energetici A cura dell Area comunicazione ed organizzazione Ufficio studi e statistiche Elaborazione su dati dell Unione Petrolifera IL MERCATO PETROLIFERO

Dettagli

Il tight oil USA ed i suoi effetti sul mercato petrolifero

Il tight oil USA ed i suoi effetti sul mercato petrolifero Il tight oil USA ed i suoi effetti sul mercato petrolifero Lo sfruttamento dei giacimenti non convenzionali negli USA ha rappresentato la maggiore discontinuità nel mercato petrolifero degli ultimi decenni.

Dettagli

I mercati finanziari, l economia mondiale e il prezzo del petrolio

I mercati finanziari, l economia mondiale e il prezzo del petrolio I mercati finanziari, l economia mondiale e il prezzo del petrolio Torino, 20 ottobre 2004 Schema della presentazione Il rallentamento dell economia USA Alcuni indicatori macroeconomici per quantificarlo

Dettagli

Panorama sull Energia

Panorama sull Energia Panorama sull Energia I Fondamentali permetteranno prezzi del petrolio più elevati? 21 Febbraio 2011 Venerdì i futures sul petrolio Brent sono scesi sul NYMEX a $102,52, scivolando dal recente massimo

Dettagli

QUIZ LEZIONE n. 2 IL GAS

QUIZ LEZIONE n. 2 IL GAS QUIZ LEZIONE n. 2 IL GAS 1 GIOCO A SQUADRE Si guadagna 1 punto rispondendo correttamente alla propria domanda Si perde 1 punto rispondendo in modo errato alla propria domanda Sono concessi 3 jolly a ciascuna

Dettagli

Università degli Studi di Siena

Università degli Studi di Siena Università degli Studi di Siena Facoltà di Economia Richard M. Goodwin Dipartimento Studi Aziendali e Giuridici FLUTTUAZIONI DEL PREZZO DEL PETROLIO E INFLUENZA SUL PIL Prof relatore: Paolo Pin Candidata:

Dettagli

Canada Energia 2014. ICE Canada Energia 1

Canada Energia 2014. ICE Canada Energia 1 Canada Energia 2014 Nell ultima relazione della Commissione Nazionale Energetica Canadese (NEB) sono stati evidenziati i trend più importanti relativi alla produzione, al consumo, e agli interscambi di

Dettagli

Bollettino Economico Numero 46 Marzo 2006

Bollettino Economico Numero 46 Marzo 2006 Bollettino Economico Numero 46 Marzo 2006 Autorizzazione del Tribunale di Roma N. 290 del 14 ottobre 1983 Direttore Responsabile: Dr. SALVATORE ROSSI S O M M A R I O La congiuntura e le politiche economiche

Dettagli

Pre-Consuntivo 2011 Dati sull attività petrolifera. Roma, 12 dicembre 2011

Pre-Consuntivo 2011 Dati sull attività petrolifera. Roma, 12 dicembre 2011 Pre-Consuntivo 2011 Dati sull attività petrolifera Roma, 12 dicembre 2011 TAV. 1 - OFFERTA E DOMANDA PETROLIFERA MONDIALE Nel 2011 il rallentamento dell'attività economica, che ha mostrato segni di cedimento

Dettagli

Primo semestre 2007. 1.1 Stati Uniti. Negli Stati Uniti le stime preliminari indicano che nel primo trimestre 2007 la

Primo semestre 2007. 1.1 Stati Uniti. Negli Stati Uniti le stime preliminari indicano che nel primo trimestre 2007 la QUADRO CONGIUNTURALE DEL SETTORE MANIFATTURIERO, DEL COMMERCIO E DELL ARTIGIANATO DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA Primo semestre 2007 1. La congiuntura economica internazionale In questo primo semestre del

Dettagli

OIL & BIO TRADING. Guida al trading petrolifero, biocarburanti e price risk management. FrancoAngeli. Nuova edizione ampliata. Fabio Di Benedetto

OIL & BIO TRADING. Guida al trading petrolifero, biocarburanti e price risk management. FrancoAngeli. Nuova edizione ampliata. Fabio Di Benedetto Fabio Di Benedetto OIL & BIO TRADING Guida al trading petrolifero, biocarburanti e price risk management Nuova edizione ampliata FrancoAngeli Informazioni per il lettore Questo file PDF è una versione

Dettagli

IL MERCATO ELETTRICO:STRUTTURA, MECCANISMI E FORMAZIONE DEL PREZZO DELL ENERGIA ELETTRICA

IL MERCATO ELETTRICO:STRUTTURA, MECCANISMI E FORMAZIONE DEL PREZZO DELL ENERGIA ELETTRICA IL MERCATO ELETTRICO:STRUTTURA, MECCANISMI E FORMAZIONE DEL PREZZO DELL ENERGIA ELETTRICA I Mercati Finanziari dell Energia FRANCESCO BERTUSI Università degli Studi di Ferrara, 29 Giugno 2011 COMMODITY

Dettagli